Sei sulla pagina 1di 6

104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:19 Pagina 104

navigare in mediterraneo/Grecia Ionica Sud

Itaca A vela nel mare interno attorno


all’isola di Ulisse, per scoprire una
delle più attraenti aree di crociera
dell’intero bacino orientale

e dintorni
FOTO TOGNOZZI

di MICHELE TOGNOZZI

D
ove navigava Ulisse? In un mare sicuro, riparato dalla un’intera stagione di crociera per esplorarli tutti. Un mare
brezza dominante. Da cui era facile partire e dove (nes- dove non mancano mai i delfini, come sanno bene i ricerca-
suno lo sapeva meglio di lui) ben più complicato era tori dell’Istituto Tethys che proprio a Kalamos hanno impian-
ritornare. Isole orlate di verdissimi boschi. Meno una, più pie- tato uno dei loro campi di ricerca estivi. Un mare dove pic-
trosa e adatta alle capre, la sua Itaca, che costituisce il centro coli porticcioli dalla dolce vita e buone strutture portuali e
di un mare interno, riparato dal Nord Ovest pomeridiano del- cantieristiche invitano, contrariamente a quanto pensava
lo Ionio dalla mole enorme di Lefkas e Cefalonia. Tra queste Odisseo, a ritornare. Per godere di una delle aree migliori per
isole spicca Meganisi, così ricca di ancoraggi da richiedere la navigazione da diporto che vi siano in Mediterraneo.
104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:19 Pagina 105

Alla fonda nella Baia della Casa,


nell’isolotto di Atokos, una delle zone
più tranquille del mare interno tra
FOTO BOCCATO

Itaca e la terraferma. Nel riquadro: la


statua di Ulisse a Stavros (Itaca)
104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:20 Pagina 106

navigare in mediterraneo/Grecia Ionica Sud

Corfù

Grecia
Itinerari pubblicati
Lefkas
Mar
Focus del mese Ionio
Cefalonia Itaca

Zante
29
27
4 12
5 30 26
39 1
14
17
2
24 10
22
3 36 16 43
8 28
47 21
23 44 45
15 7 31 46
25 34
6 35
49 41 38 33 13
42 20 40 37
18
9 11
19 48

Riepilogo dell’opera: -1 Corsica Ovest (feb. 02) -2 Pontine (mar. 02) -3 Baleari (apr. 02) -4 Costa Azzurra (mag. 02) -5 Arc.
Toscano (giu. 02) -6 Egadi (lug. 02) -7 Eolie (ago. 02) -8 Capri e Cilento (set. 02) -9 Tunisia Est (ott. 02) -10 Sardegna Nord (nov.
02) -11 Malta (dic. 02) -12 Dalmazia Centrale (feb. 03) -13 Turchia Licia (mar. 03) -14 Corsica Est (apr. 03) -15 Ustica (mag. 03)
-16 Sardegna Est (giu. 03) -17 Tremiti e Gargano (lug. 03) -18 Pantelleria (ago. 03) -19 Pelagie (set. 03) -20 Grecia Peloponne-
so (ott. 03) -21 Grecia Sporadi (nov. 03) -22 Isole Flegree (dic. 03) -23 Sardegna SW (feb. 04) -24 Sardegna NW (mar. 04) -25
Calabria e Stretto di Messina (apr. 04) -26 Dalmazia Sud (mag. 04) -27 Liguria Cinque Terre (giu. 04) -28 Grecia Ioniche Nord (lug.
04) -29 Croazia Quarnero (ago. 04) -30 Toscana Costa Maremmana (set. 04) -31 Grecia Saronico (ott. 04) -32 Grecia Ioniche Sud
(dic. 04) -33 Grecia Dodecanneso Sud (feb. 05) -34 Grecia Dodecanneso Nord (mar. 05) -35 Grecia Cicladi Nord (apr. 05) -36 Sar-
degna Ovest (mag. 05) -37 Grecia Cicladi Sud (giu. 05) -38 Grecia Piccole Cicladi (lug. 05) -39 Spagna Costa Brava (ago. 05) -40
Grecia Cicladi Sud Ovest (ott. 05) -41 Grecia Zante e Peloponneso Ovest (nov. 05) -42 Sicilia Sud Est (feb. 06) -43 Puglia Salento
(mar. 06) -44 Sardegna SE (apr. 06) -45 Calabria Ionica e Golfo di Policastro (mag. 06)-46 Turchia Costa dell’Egeo (giu. 06) -47
Spagna, Levante e Andalusia (lug. 06) -48 Grecia Creta (ago. 06) -49 Tunisia settentrionale (set. 06)
Un servizio esclusivo per gli abbonati a FV: l’archivio di tutti gli itinerari è consultabile su www.farevela.net

T
ornando a casa da Scheria, l’isola dei Feaci (oggi Corfù), Ulisse dovette lasciare
Lefkas a sinistra, visto che all’epoca ancora non era stato scavato il canale (origina-
riamente realizzato dai Corinzi nel VII Secolo a.C.) nella zona paludosa che sepa-
ra l’isola dalla terraferma. Su questo stretto canale, largo appena una cinquantina di metri,
si trova ora un ponte stradale mobile che lascia nominalmente l’appellativo di isola a Lef-
kas solo allo scoccare di ogni ora, quando la parte sul lato ovest viene aperta per consen-
tire il transito delle imbarcazioni da diporto. Lefkada è vivace e autentica, per cui vale la
pena concedersi una giornata a spasso tra i vicoli del centro. I molti negozi e bar nel cor-

FOTO BOCCATO
so principale testimoniano di una frequentazione che travalica il periodo estivo. Da non
perdere un Gyros Pita o un souvlaki nei supereconomici baretti di Anapafseos, il prolun-
gamento verso ovest del corso
Ioanou Mela, e l’indimenticabile
Moussaka preparata da Sotiris
Ventouras nella Taverna
Lighthouse (Philarmonikis, 14
Tel. 26450 24 398). Una volta
usciti dal marina, procedendo alla
velocità massima consentita di 4
nodi, si percorre il canale (1) ver-
so sud. Il fondale è dragato a 6
metri con una serie di miragli
seguiti da 5 coppie di boe lumi-
nose verde-rosso nella parte fina-
le. Il paesaggio è quello tipico
delle paludi salmastre, con le
molte barchette a fondo piatto
FOTO TOGNOZZI

dei pescatori locali, uccelli acqua-


tici e qualche rovina a far da sfon-

106 FARE VELA LUGLIO 08


104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:20 Pagina 107

FOTO BOCCATO

FOTO BOCCATO
do ai 45 minuti di percorrenza. Ormos Dhrepanou L’approdo di Fiskardho, a Cefalonia. Vathi (5), approdo del traghetto e dotato comun-
(2) appare come un lago interno, le alte montagne A destra: una tartaruga marina nel que di un suo porticciolo con fondali di 2,5 m con
di Lefkas scorrono sulla dritta mentre la prua già porto di Argostoli. A sinistra: il golfo possibilità di rifornimento d’acqua. Più suggestivo è
dirige verso due verdissimi isolotti, Sparti e Skor- di Myrtos; Ormos Aetou (Itaca) l’altro villaggio dell’isola, Spartakhori (6), abbarbi-
pios e un altro, più lungo, a chiudere l’orizzonte a cato su un’altura che domina Ormos Spilia. Questo
mezzogiorno, Meganisi. Un’ampia baia, Ormos Vlikho, si apre a metà è uno degli ancoraggi più belli di tutta la Grecia Ionica. I notevoli
della costa di Levkas, dopo l’abitato di Nidri. L’ormeggio è sicuro in fondali consentono l’attracco solo ai pontili galleggianti predisposti dai
tutto il bacino, con fondali (fango e alghe) tra i 3 e i 6 metri. Di fron- due ristoranti (Porto Spilia e Asteria, rispettivamente Tel. 26450 51233
te a Nidri, si apre la Baia Tranquilla, il cui toponimo chiarisce i dubbi e 26450 51107) o al tratto di banchina comunale sul lato nord della
sull’affidabilità di un luogo immerso nel classico verde punteggiato da baia, in questo caso con ancora in 10 metri e poppa in banchina (3 m).
cipressi delle Ioniche. Skorpios è l’isola privata della famiglia Onassis, Se si cena a uno dei due ristoranti, l’ormeggio per la notte è gratuito.
acquistata e resa parco naturale dal capofamiglia Aristotele. Può essere I responsabili del pontile, assai gentili, richiameranno l’attenzione a
avvicinata e vi sono anche consentiti l’ancoraggio (nelle baie a sud) e grandi gesti. In alta stagione è consigliabile prenotare, perché il luogo
i bagni, ma non lo sbarco. Proprio sulla rotta per Vathi di Meganisi vi è comunque frequentato da flottiglie e da decine di diportisti. Dal
è una secca rocciosa pericolosa, Ifalos Hieromiti (3). Presenta un cap- porticciolo una rapida e ripida scalinata conduce in 5 minuti al sovra-
pello quasi in superficie e un altro sommo a 3,5 metri. La parte peri- stante paese, da cui si gode una splendida vista su Skorpios, Levkas e il
colosa è segnalata da un’asta con bandiera, anche se la sua resistenza mare interno. Il paese è tranquillo (molte le case in affitto) e colorato.
appare alquanto precaria. Ancorando sull’orlo della secca, in 4-6 metri Prestare attenzione in caso di eventuali passeggiate nei fitti boschi che
d’acqua si può fare uno splendido bagno mattutino sulle pareti che lo circondano, perché pare che l’isola sia abitata da molte vipere. Le
cadono fino a una trentina di metri di profondità. altrettanto policrome barche dei pescatori locali, con le tipiche reti
Meganisi, “l’isola grande”, presenta una gran quantità di splendidi gialle usate in Grecia, riempiono la darsenetta interna. Un insieme
ancoraggi e due scali,Vathi e Spartakhori, la cui visita è imprescindibi- decisamente affascinante, allietato anche dalle piacevoli serate sotto le
le. La parte Nord Est (4) dell’isola offre tre profonde insenature in stelle gustando il pesce fresco offerto dai due ristoranti. In fondo alla
sequenza: Ormos Kapali, Ormos Abelike e Porto Atheni. In queste si baia ve ne è un terzo, anche questo in grado di offrire attracco agli
aprono una ventina di calette ideali per la sosta, anche notturna. Per yacht, dotato anche di una bella spiaggia attrezzata.
noi le più suggestive sono la seconda a dritta (fondale 8 m) di Ormos Piacevole una lenta navigazione a vela in Stenon Meganisiou (7), lo
Kapali e la terza (fondale 6 m su fango e alghe) sempre a dritta in stretto che separa la verde Meganisi dalle alte montagne di Levkas.
Ormos Abelike. Doppiando le punte tra le insenature è opportuno L’isolotto Thilia funge da spartiacque della brezza pomeridiana, por-
allargarsi per evitare le secche rocciose che prolungano sott’acqua i tante fino all’ingresso e poi in prua in uscita dal canale, con il vento
capi. Da Ormos Kapali una breve passeggiata (10 minuti) conduce a che gira intorno a Levkas ripresentandosi in misura di 20 generosi

LUGLIO 08 FARE VELA 107


104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:20 Pagina 108

navigare in mediterraneo/Grecia Ionica Sud

Vista su Porto Spilia di Meganisi dal villaggio di Spartakho-


ri. La nostra barca è ormeggiata a uno dei pontili gestiti
dalle taverne del posto (ormeggio gratuito se si cena nei
ristoranti). Sotto: barca da pesca a Porto Vathi, Itaca

del 1953. Certo, il terremoto ha colpito, e lo si vede


dalle rovine ancora presenti nelle stradine interne,
ma non ha distrutto come nel resto dell’isola, la più
grande delle Ioniche. Al solito, la prima fila sulla
banchina è molto turistica, ma poi, appena si per-
corrono le stradine interne, l’atmosfera cambia, tra
fiori e case multicolori. Bello e semplice il museo
locale, creato da giovani volontari europei. L’or-
meggio in banchina, con ancora propria in 5-7 m,
è libero ma affollato, per cui consigliamo di per-
nottare nel prospiciente e imperdibile Porto Polis
(11) di Itaca e visitare Fiskardho nelle ore centrali
della giornata, quando le banchine di colpo si libe-
rano. Nella parte NW è stato posizionato un pon-
tille galleggiante a pagamento, dotato di acqua ed
elettricità. Tornati a Itaca, percorrendo il bel canale

FOTO TOGNOZZI
tra le due isole, in cui in estate possono verificarsi,
con la brezza dominante, raffiche violente da NE,
appare l’insenatura di Porto Polis. Qui la mitologia
colloca la partenza di Ulisse per la Guerra di Troia.
Il luogo è assai suggestivo, riparato dal NW (ma aperto al S-SE) e
sormontato dalle case del paese di Stavros (12). Appare verosimile
che i marinai-pastori di questa isola lo abbiano usato per scendere,
con il favore della brezza settentrionale del pomeriggio, verso Zante,
Capo Maleas e l’Egeo. Il fondale utile è sui 10-15 metri, per cui è
opportuno filare molta catena. Da qui, con una passeggiata si può
salire fino a Stravros, anche se la visita della contorta Itaca dovrebbe
FOTO TOGNOZZI

essere compiuta necessariamente in motorino (noleggiabile a Vathi).


Itaca è composta da due metà unite dall’istmo di Kolpos Aetou. La
sommità, Monte Neritos, è alta ben 809 metri. La strada vi si arram-
pica tra arditi tornanti offrendo panorami indimenticabili, soprattutto
nodi nel bacino a sud dell’isola maggiore. Meganisi prosegue sulla sini- dal Monastero di Katharon, sul Golfo di Vathi e il Canale verso Cefa-
stra sotto forma di una lunga e stretta scogliera calcarea, dove si apro- lonia. Proprio la vicinanza tra le due isole consente di alternare anco-
no numerose grotte (la Papanicolis (8) è la pià famosa e visitata). Pra- raggi su Itaca e Cefalonia, che offre belle cale tra Fiskardho e Agios
ticamente un lungo dito che si protende verso SE, dove si trovano l’al- Eufemia. Le più belle (fondali di sabbia e alghe) sono a ridosso del-
ta e possente isola di Kalamos e la stretta e bassa Kastos. Su Kalamos l’isolotto di Dhaskalio (13): Ormos Eureti, Ormos Kamini con le sue
buon ridosso è Porto Leone (9), ancora in 10 metri su sabbia, dove si spiagge di ghiaia e Ormos Kakogito. Su Itaca la costa prosegue retti-
trova un diroccato villaggio fantasma, abbandonato dopo il terribile linea fino all’insenatura di Agios Andreas (14) (fondale 6-10 m), posta
terremoto del 1953 che distrusse completamente Cefalonia e buona subito a levante dell’estremità meridionale. Questo è forse l’ancorag-
parte delle isole vicine. Kalamos offre un buon porticciolo con fonda- gio più selvaggio dell’intera isola, con le rovine di un monastero come
li sui 3 metri. Su Kastos bello il lato SE, con una cala ben ridossata unica presenza umana. Superato Capo Ioannou (fanale, un lampo in
dalla brezza di NW. Dirigendo verso Itaca, incontriamo Atokos, isolot- 12 sec, 6 miglia), si costeggia il frastagliato lato E, con l’isolotto di
to alto ed ellittico celebre per la sua Baia della Casa (10), nel lato SE, Pera Pigadhi (profondità di 4 m al centro del canale) e le due insena-
ancoraggio dall’acqua limpida immersa in uno scenario verdissimo. ture a N e a S di Capo Sarakiniko: il seno a sud nella Cala N è chiu-
Superato il basso isolotto di Arkhoudi, che non offre possibilità di so all’ancoraggio da una serie di boe, mentre quello nord offre un
ancoraggio sicuro ma due secche insidiose poste rispettivamente nel fondale sui 6 m in un’acqua dai toni smeraldo prospiciente una spiag-
lato NE e S, si procede in bolina mure a dritta verso Itaca. L’isola getta di ghiaia multicolore. Doppiato Capo Skhoinos, si apre Ormos
appare subito alta e impervia, assai simile alla descrizione omerica di Skoinou (bella la spiaggia nell’angolo NE), seguito da Capo Andreou
luogo adatto alle capre, che in effetti abbondano sulle sue scogliere. (fanale, 3 sec, 5 miglia) e dal profondo golfo di Vathi. Dopo l’isolotto
Sulla prua appare l’estremità settentrionale di Cefalonia, con il bel del Lazzaretto, si dà fondo nel lato SE in 3-5 m oppure si ormeggia
paese di Fiskardho, prediletto dalle flottiglie charter e dal turismo in banchina (fondale 3-5 m) nell’angolo SW. Qui saremo finalmente
stanziale. Questo è l’unico centro di Cefalonia risparmiato dal sisma pronti per la ricerca della taverna per la cena.

108 FARE VELA LUGLIO 08


104-109 Itinerario:Itinerario 18-06-2008 17:20 Pagina 109

Porto Polis, la baia di Ulisse


Non c’è in Mediterraneo luogo più importante di Porto Polis (a lato),
baia semicircolare sulla costa ovest di Itaca. Da qui, secondo la tradi-
zione omerica, sarebbe partito Ulisse, Re di Itaca, con le sue navi, per
la Guerra di Troia. Un destino segnato, che lungo la strada lo avrebbe
portato anche a Skyros, nelle Sporadi, per rintracciare Achille, lì nasco-
sto su suggerimento della madre Teti per evitare la guerra incomben-
te, e di consegnarlo quindi al suo fato immortale. Una notte a Porto
Polis, sicura se lo skipper previdente avrà filato molta catena sul fon-
dale di 10 metri, non può mancare nel log di bordo di chi naviga nel-
le Ioniche. Tutto appare verosimile: che dalla spiaggia si potesse agil-
mente salire sulla sovrastante sella, dove oggi sorge il villaggio di Sta-
vros e allora il palazzo omerico, posto in posizione strategica a sorve-

FOTO TOGNOZZI
gliare i due lati dell’isola. Dalla baia, poi, il NW agilmente trasportava
navi e uomini verso Capo Maleas, l’Egeo e la gloria.

LEFKADA0 ° b 5 MIGLIA
Cartografia essenziale 1
Capo Nikitas M
G121 (Imray Tetra) 1:95.000 ° CARBURANTI M INTERESSE TURISTICO
2
BA 203 (Zante-Paxoi) 1:150.000 b ACQUA 0 PORTI/APPRODI/BOE
10 MIGLIA A SPIAGGE 1 RIFERIMENTI NEL TESTO
Guida Grecia Ionica Il Frangente
NIDRI 0 Sparti LA PRESENTE CARTA NON È VALIDA AI FINI DELLA NAVIGAZIONE
Servizi b Skorpios
3
Aeroporto Preveza-Aktio Lefkas 4
b06 5
Porti d’entrata Argostoli, Preve- Thilia

za, Lefkas VASILIKI SIVOTA


7 Meganisi Kalamos
A M
8
Meteo 9
Avviso sul canale 16 Vhf alle ore 06:00, 10:00, 16:00, M 16 MIGLIA Kastos
Kithros
22:00 Utc (+2 in Grecia) di un bollettino in greco e Capo Doukato
Arkhoudi
inglese trasmesso poi sui vari canali dalle stazioni
costiere. Nei tratti aperti allo Ionio si capta il bol- Capo Marmara

mare italiano sul canale 68 Vhf. Cefalonia Radio Atokos 10 Dhragonera


FRIKES 0
trasmette sui canali 16, 26, 27, 28. FISKARDHO 0 Rovine 12
omeriche
b° KIONI 0
In estate prevale la brezza pomeridiana di NW. Si 11 17 MIGLIA
A13 M
leva intorno alle 12 per rinforzare fino a 20 nodi. A Petalas
A Kolpos Aetou
volte può essere sostituita da un vento di NW più Sito della battaglia
forte, detto Maistro, che può originare anche forti A 0 ° b Capo Sarakiniko di Lepanto (1571)
Golfo di Myrtos VATHI
venti catabatici in caduta dalle montagne più alte A
Itaca
di Itaca e Cefalonia. Il mare interno è ridossato. A
Capo Ioannou
ACefalonia
14

PORTI TELEFONO POSTI LUNGH. FONDALI NOTE


(0030) BARCA MAX (m.)
PREVEZA - Porto. Acqua, carburante, ristoranti. Cantieri: Preveza
50 20 2-7
Preveza Vhf 16 Marine (26820 24305), Cleopatra Marine (26820 22724)
LEFKADA MARINA 26450 26645 Marina privato. Acqua, energia elettrica, carburante, gru
600 45 3,5
Lefkas Vhf 16 alaggio, travel lift, scivolo, officine, rifornimenti.
PORTO SPILIA 26450 51233 20 Pontile gestito dai ristoranti. Ormeggio gratuito se si cena
25 6-10
Meganisi (Spartakhori) - alla Taverna Porto Spilia. Acqua, rifornimenti.
VATHI - Porto comunale. Acqua, carburante al moletto lato N della
60 25 2-7
Itaca Vhf 16 baia o con autobotte (26740 33316). Ristoranti.
FRIKES -
10 15 4 Porticciolo comunale. Acqua, ristoranti.
Itaca
FISKARDHO - Porticciolo. Acqua, carburante con autobotte, rifornimen-
40 20 2-3,5
Cefalonia ti, officine, ristoranti, ghiaccio.

LUGLIO 08 FARE VELA 109