Sei sulla pagina 1di 15

Così in alto come in basso

Di Corrado Malanga

Sono anni che osservo il comportamento degli esseri umani e sono anni che cerco di
capire come mai le cose che accadono in alto accadono anche in basso. Per esempio le
stesse cose che accadono nella nostra politica sono quelle che denotano l’andamento
delle politiche del Dipartimento di Chimica dove Lavoro.
Un Dipartimento in fondo è come un piccolo stato. C’è chi comanda e chi ubbidisce, chi
governa e chi si ribella al comando, chi ha i soldi ed il potere e chi non conta nulla. Le
strategie di sopravvivenza dei nostri politici sono esattamente ricalcate dai nostri
professori universitari, dai professori associati e dai ricercatori seguiti dalla marmaglia dei
così detti precari. I precari sarebbero nella società contemporanea come gli operai della
Fiat. Non hanno un lavoro fisso e li stanno per licenziare a meno che non accettino di
lavorare gratis.
Per esempio Marchionne come dirigente Fiat decide di salvare il bilancio della azienda e
chiede ai suoi lavoratori di partecipare ad un referendum dove si chiede di dire di si alla
sua politica che assicura un posto di lavoro senza diritti e con minor stipendio oppure di
rifiutare con la minaccia di perdere il posto di lavoro.
Così succede esattamente ai nostri ricercatori universitari dove gli si chiede di lavorare
gratis per sempre e senza aumenti dello stipendio (verranno infatti bloccati gli scatti di
anzianità sullo stipendio dei ricercatori) e senza prospettive di carriera. Gli operai della Fiat
dicono all’azienda che così facendo l’azienda fallirà e i ricercatori universitari dicono al
governo che così facendo l’università muore. Non ci sono proposte di automobili nuove
per la Fiat e nemmeno di ricerche nuove per l’università.
Cosa fa il governo? Semplice. Si assicura di dare l’appoggio ai dirigenti Fiat i quali si
sentono in dovere di dividere gli operai sottoponendoli ad un non referendum ma ad un
ricatto vero e proprio. Se non voti, si perderai il posto. Così decidono di fare anche i nostri
dirigenti universitari detti direttori di dipartimento o direttori di corsi di laurea che da una
parte si erigono a paladini della difesa dei diritti dei ricercatori e dall’altro, quando i
ricercatori decidono di sospendere l’attività didattica per protesta (questo nella Fiat si
chiama sciopero) sostituiscono i ricercatori nei loro corsi di insegnamento con i primi che
passano per la strada. Così oggi abbiamo alcuni corsi che sarebbero scoperti e che erano
tenuti da ricercatori che saranno egualmente coperti da amici degli amici dei borsisti o da
studenti appena laureati che, sperano di ingraziarsi il loro sponsor con la promessa della
ipotetica vincita di un concorso universitario fra qualche millennio, visto che non esistono
soldi per fare nessun concorso universitario mai più.
Il padrone ha ancora una volta diviso la classe degli schiavi facendo in modo che una lotta
tra loro ed i poveri si trasformasse in una lotta tra poveri di serie a e poveri di serie b.
Quello che succede in alto succede anche in basso anche se con modalità diverse ma non
più di quel tanto.
Così notai già tanti anni fa che quello che succedeva al CUN, Centro Ufologico Nazionale,
era l’ombra di ciò che accadeva al così detto Governo Italiano.
Negli ultimi anni tutti abbiamo sofferto dell’incapacità del governo di mostrare qualsiasi
interesse per l’Italia. Cambiavano i governi ma in realtà a governare erano sempre gli
stessi furbi. Nel Centro Ufologico Nazionale abbiamo da circa 40 anni e forse più il suo
presidente storico che passa dalla carica di presidente a quella di segretario generale per
tornare poi presidente per poi ritornare segretario generale.
Ma chi comanda non fa nulla per comandare ed allora dopo qualche decina di anni si
decide di eliminare questa figura che diventa piuttosto ingombrante nel non produrre nulla
di buono. Lo si deve comunque tenere nella struttura perché come Berlsuconi che mette i
soldi, quest’altro ci mette i suoi rapporti con i servizi segreti e con la massoneria che,
come per il nostro governo gli garantiscono una buona stabilità.
E così come manderanno Berlusconi con una nuova qualifica inventata apposta per lui in
Europa per non mandarlo in galera per uno qualsiasi dei suoi innumerevoli atti che
spaziano dalla mafia, alla delinquenza comune alla prostituzione con l’aggravante del
minorile alla concussione, all’evasione fiscale, così nello stesso modo il CUN manda il suo
ex presidente ed ex segretario generale a comandare una istituzione europea.
Come la carica futura di Berlusconi sarà fittizia e non conterà nulla, anche quella del
nostro uomo del CUN è finta. Il nostro uomo del CUN si trova a dirigere una struttura del
tutto finta che lui stesso ha creato e di cui si è eletto presidente e nel quale ci sono tre
persone, forse quattro che forse non sanno nemmeno di essere in questa struttura che per
altro non produce nulla, non fa nulla ed è infatti finta.
EuroUfoInfo coordinamento Europeo sulla informazione e divulgazione ufologica. Ma il
nostro dirigente che ha paura di essere eliminato nel corso dei tempi dal maneggiamento
delle informazioni che arrivano al CUN sugli oggetti volanti non identificati, non rinuncia
nemmeno stavolta alla poltrona di segretario generale della sua organizzazione.
Si perché questo signore dice di essere lui Il CUN come Berlusconi che sostiene di essere
lui il governo.

Comitato Ufologico Europeo per l’Informazione, realizzato su proposta del Centro


Ufologico Nazionale Italiano. Scopo dell’iniziativa è stato quello di concretizzare una
funzionale politica europea dell’informazione, raccordando, in una struttura semplice e
pratica, composta dai soli responsabili, delle principali pubblicazioni europee del settore
(da quelle “storiche” e diffuse internazionalmente in abbonamento postale quali, la
britannica “Flying Saucer Review” con Harry Challenger e la francese “Lumieres Dans La
Nuit” con Joel Mesnard, alle italiane “Notiziario UFO” e “Dossier UFO”, distribuite su scala
nazionale nelle edicole italiane.
Se si entra invece nel merito della questione si scopre che questa associazione di tre
soggetti è in realtà una scatola totalmente vuota dove un direttore non può né deve fare
nulla perché non esiste nulla da fare. A meno che non ci si sbagli ed in questa sede si
chieda lo statuto dell’associazione, i documenti che ne dimostrino la effettiva esistenza, i
lavori effettuati e le competenze che qualcuno le deve avere assegnato in Europa. Perché
se questi dati non ci fossero, e mi pare proprio che nessuno li abbia né pubblicati né citati
in nessun luogo di questo pianeta, allora domani mattina potremmo anche noi costituire
una associazione europea che potremmo chiamare topolino e gli alieni di cui Miky Mouse
viene eletto presidente e Gesù bambino segretario.
Come Berlusconi e le sue innumerevoli ville nei paradisi fiscali esteri così in piccolo anche
il nostro ex presidente ma sempre segretario generale vanta pubblicazioni all’estero della
sua rivista. Lo va dicendo a destra ed a sinistra ma della sua rivista in realtà nessuno
conosce nulla all’estero. Bhè si sa Berlusconi fa come quel pescatore quando un
pesciolino decide di suicidarsi e si aggancia al suo amo. Lui torna a casa dicendo che ha
pescato Moby Dick.
Come Berlusconi ha i fedeli Cicchitto e Bondi, così anche il nostro soggetto possiede i suoi
fidi scudieri che lo sostengono anche di fronte alla totale mancanza di decenza delle sue
dichiarazioni. Ma si sa il capo ha sempre ragione. Pur di rimanere in sella alla Camera dei
Deputati si cambia partito tre volte nell’arco della giornata e figuriamoci cosa sono in grado
di fare i consiglieri del CUN.
L’opposizione accusa Berlusconi di essere mafioso? Nessun problema lui farà dire ai
suoi scagnozzi che lui è il protettore della legalità mentre i mafiosi sono gli altri.
Questo successe anche con me quando dissi che il CUN era un covo di massoni legati ai
servizi segreti. Qualche tempo dopo trovai scritto che ero io quello legato ai servizi segreti.
Mi immagino le risate dei servizi segreti quando hanno letto quella stronzata.
Nel mondo ci si chiede come mai gli Italiani non fanno niente per cacciare Berlusconi e io
mi chiedevo come mai coloro che dicono di interessarsi al problema ufologico dai semplici
lettori delle riviste di settore ai differenti appartenenti agli ormai vuoti centri ufologici
italiani, non abbandonino il CUN al suo destino, poiché è evidente che sia Berlusconi che il
CUN fanno parte di un passato vergognoso della storia d’Italia. Forse che i lettori delle
riviste del CUN come i sostenitori di Berlusconi non si accorgano dell’inganno a cui sono
stati sottoposti? Possibile che in Italia ci siano tanti deficienti?
NO. Non è così. Sarebbe troppo semplice anche se ritengo che di deficienti ce ne siano
parecchi sia nel gruppo dei sostenitori del CUN che in Forza Italia.
La realtà dei fatti è ancora peggiore. In Italia manca una realtà ed una coscienza
nazionale. Sebbene quest’anno si festeggi il 150esimo anniversario della Repubblica
Italiana, va detto che agli Italiani, dell’Italia non glie ne strafreghi nulla. Questo è dovuto al
fatto che manca una coscienza nazionale perché l’Italia è fatta di tante italie e
l’omogeneizzazione della popolazione non è mai stata insegnata a livello scolastico.
I nostri giovani non sanno chi è il presidente della Repubblica figuriamoci se gli frega
qualcosa di Berlusconi. Basta che non rompa le palle e che faccia fare agli Italiani, quello
che vogliono.
Berlusconi lo dice in un suo vecchio discorso politico, sostenendo che la cultura media
degli italiani non supera la terza media e anche se loro perdono il lavoro li incita a trovarsi
un lavoro nero, come lui non paga le tasse lo possono fare tutti e che si trovino un partner
ricco da sposare che va bene così.
Così in tutti questi anni ci siamo trovati di fronte a affiliati al CUN che chiedevano il nostro
aiuto per risolvere problemi di adduzione di alcuni soggetti che mi volevano far conoscere.
Alla mia domanda… perché si rivolgevano a me visto che erano del CUN
immancabilmente mi rispondevano che quelli del CUN non ci capivano niente di adduzioni.
Allora io gli chiedevo perché stazionassero in quella organizzazione e loro rispondevano
con risposte del tipo.. ma perché in fondo non sono cattivi.
Come l’atteggiamento di Berlusconi e dei suoi soci anche quello del CUN è identico:
spavaldo, non cosciente della realtà del paese, ignorante, demagogico, colluso, bugiardo.
Il Bondi del CUN per esempio in un suo articolo su di me racconta un sacco di fesserie
non solo sulla mia persona ma sulla scienza, sulla Programmazione neurolinguistica, sulla
fisica quantistica, sul fenomeno delle adduzioni. Per farlo riporta anche alcune mie
riflessioni che poi commenta in un contesto totalmente privo di senso logico. Poi
ovviamente cerca di sminuire le mie ricerche con una incauta serie di osservazioni che ne
indicano la profonda e bossiana ignoranza degna del Trota (il figlio di Bossi, da cui
evidentemente alcuni esponenti storici del CUN, come Alfredo Lissoni, diventati leghisti,
devono aver preso spunto).
Dall’articolo che il Bondi del CUN scrive su di me sprecando un bel numero di pagine della
loro rivistucola parrocchiale, che peraltro non leggono più di trenta o quaranta persone, si
evince come chi scrive, non abbia la più pallida idea di cosa sia una adduzione. Riporta
alcune mie ricerche vecchie di anni e non si è accorto che per esempio il test di
autovalutazione non è più da anni 1.0 ma il 4.02.
Il nostro ministro della cultura del CUN sostiene che la Programmazione neurolinguistica
sia un metodo per manipolare le persone. Chissà cosa ne penserà l’associazione
internazionale di PNL che dovrebbe querelare immediatamente questo puparo della
cultura.
Vorrei in questa sede ricordare come i miei articoli siano sempre conclusi con una ricca
bibliografia scientifica sugli argomenti che tratto mentre non esiste nessun articolo
scientifico del Cun, ma oserei dire nessun articolo in generale, che muova una sola
motivazione scientifica contro il mio operato se non discorsi vuoti e senza un minimo di
appoggio scientifico.
Il nostro Bondi del CUN sostiene che io avrei detto che lui è un colonnello della Nato
specializzato in disinformazione e girerebbe armato.
Questo signore sostiene il falso perché non mi risulta che io mi sia mai riferito alla sua
corpulenta persona in questi termini. Ed in questa dichiarazione credo che abbia fatto un
grave errore non degno di un colonnello dei servizi segreti che io licenzierei in tronco se lo
fosse veramente.
Questo signore sostiene che io avrei scritto che solo gli uomini di questo pianeta
possiedono una Anima. E devo ancora una volta far notare come il nostro amico non ha
capito una benemerita mazza di quello che riporto.
Addirittura il soggetto confonde il significato di immagini della fantascienza come fumetti e
film con le testimonianze dei fenomeni che noi studiamo dando del visionario a milioni di
persone nel mondo.
Mi indica come guru di una nuova religione, mi dice che faccio del terrore perché non è
vero che gli alieni sono cattivi ma buoni.
Devo soffermarmi su questa sua dichiarazione e cerco di capire cosa ne sappia il nostro
Bondi del CUN degli alieni quando si lascia andare ad alcune affermazioni sul DNA che
lasciano trapelare la totale mancanza di prerequisiti scientifici che infatti non ha, vedasi il
suo scarno curriculum studiorum.
Il nostro ministro della cultura del CUN poi si sofferma su alcune vicende che mi hanno
portato lontano dal gruppo di Stargate che io avevo fondato, pensato e creato qualche
anno fa. Il nostro soggetto sa esattamente secondo lui il perché io mi sia allontanato dal
gruppo di cui secondo lui ero anche il guru. Uno dei motivi per cui sono uscito da quel
gruppo era perché non sopportavo che quel gruppo si facesse consigliare prorpio dal
nostro oscuro personaggio che veniva trattato come un amico di famiglia dai dirigenti dello
Stargate nonostante che io, in più riprese, avessi fatto notare a tali dirigenti che non era il
caso di passare i nomi dei nostri addotti, che erano peraltro secretati, a dirigenti del CUN,
cosa che lo stesso ingombrante personaggio dichiara nel numero di almeno otto soggetti.
Rimanere in quella struttura voleva per me significare di mettere a rischio tutta la mia
ricerca nel giro di pochi giorni.
Ma sulla vicenda che mi ha portato lontano dallo Stargate non intendo in questa sede
approfondire perché ritengo che i tempi non siano ancora maturi per poter affrontare la
realtà di quell’accadimento. Cosa che però farò quando sarà il momento in un futuro molto
lontano.
Il bizzarro personaggio inoltre sostiene il falso quando dichiara la bestialità assoluta che io
durante le ipnosi avrei dato degli ordini post ipnotici ai nostri addotti per obbligarli a
ritornare sotto ipnosi, in collaborazione o combutta con operatori militari, con i quali
ovviamente sarei stato colluso.
Ora, a parte il fatto che le ipnosi non le usiamo più da tempo immemorabile perché
abbiamo metodologie decisamente più pratiche, va sottolineato come questo golem
pinottiano non segua nemmeno i nostri lavori, perché se fosse come dice lui, io avrei
mantenuto per esempio il metodo ipnotico come metodo lavorativo invece di passare a
simulazioni mentali dove l’ipnosi non è presente.
Costui sostiene che io, uscito dal CUN, abbia avuto contatti con personale militare di una
base americana. Questo bugiardo non ha però il coraggio di querelarmi, nonostante che
supponga che io non possa fare quello che faccio (si riferisce alle ipnosi) perché dice che
non ha tempo di farlo. Il nostro ministro della cultura del CUN non vuole fastidi legali ma
agita la mano sperando che qualcuno tiri il sasso al posto suo.
Un classico berlusconiano sostenere che qualcuno è colpevole di qualcosa ma non tu:
semmai i giudici che ti dicono che sei un probabile mascalzone. Allora si dice che è il
giudice il mascalzone. Così io sostengo che il CUN sia colluso con i servizi segreti e loro
nello stesso stile berlusconiano dicono che io sono quello che ha rapporti con i militari. Ma
il discorso diventa contradditorio perché loro si vantano pubblicamente di collaborare con i
militari e dunque sarebbero anche miei collaboratori? Mistero della comprensione.
Il tentativo di fare del polverone ha due scopi fondamentali: cercare da un lato di
nascondere la propria realtà di detrattori della verità e dall’altro fare in modo che io parli di
loro facendo da specchio moltiplicatore di immagini ad un articolo del CUN che non legge
nessuno a causa di una tiratura del giornale decisamente limitatissima.
Bisogna sottolineare ancora una volta che il CUN non ha argomenti ma in realtà ne ha uno
solo. Io. Al di fuori delle discussioni sul loro forum nelle quali parlano di me e che sono
sempre iniziate non a caso dal nostro corpulento ministro della cultura del CUN in una
perfetta imitazione bondiana, le discussioni più recenti risalgono al duemilaotto o
duemilanove. Strano per un sito che dovrebbe avere centinaia di migliaia di visite all’anno
anzi pare milioni, a sentire il loro presidente attuale che sarebbe anche il loro webmaster.
Il loro sito che non è mai stato rinnovato dal momento della sua storica nascita fa
veramente schifo e se il suo webmaster fa il suo lavoro come fa il presidente di quel centro
potete star certi che il CUN non cambierà mai.
Questi personaggi bondiani sono veramente incredibili perché, come Bondi scrive orrende
poesie, anche il nostro corpulento ministro del CUN scrive articoli di analisi militare e
strategia militare su un giornale di intelligence su cui scrivono personaggi ex agenti e
consulenti dei servizi segreti che si fanno pubblicare libri dalla stessa casa editrice che
pubblica i libri di massoneria ed ufologia scritti dagli appartenenti al CUN.
Ci siamo chiesti come mai il nostro soggetto abbia interessi in campo militare e di
intelligence e collabori con personaggi dentro fino al collo con questa materia e si spacci
per esperto di strategie militari? Ma non era solo un perito informatico?
Certo il soggetto in questione dice che io mi sono rivolto alla sua figura come colonnello
dei servizi della Nato.
La cosa ci ha insospettito perché in realtà c’è un solo post su Facebook in cui mi rivolgo a
lui come colonnello ma non come colonnello della Nato.
Il fatto strano è che ho recentemente ricevuto una lettera anonima.
In questa mail si diceva che:

Alfredo Benni è un OF-5 in codice STANAG NATO. Ovvero un colonnello con


incarichi speciali in missione di disinformazione. Sono stato un [omissis] dal 1989
al 1991 prima che entrasse nel CUN. Dal 19[omissis]… al 19[omissis]… mi sono
occupato nel QG di Bagnoli di trasmissione dati, cifratura e decrittazione messaggi
su distaccamento presso l' AMI alle dipendenze dirette del Gen. Vincenzo
Camporini. Dal 1991 sua entrata nel CUN veste in abiti civili ma resta sempre un
militare alle dipendenze della Nato. E' in contatto anche con il SACEUR. [omissis]
Gli omissis li ho aggiunti io per rispettare la privacy oltre che l’anonimato del soggetto
scrivente.
Chi legge fino a questo punto avrà notato che io non so se queste informazioni siano vere
o false anche se le date e le altre info hanno un riscontro reale ma bisogna notare che
quando ho usato la parola “colonnello” nella discussione su Facebook a cui facevo prima
riferimento, ho detto solo “colonnello” e non “colonnello della Nato” come invece viene
sottolineato sia nella lettera anonima ricevuta e sia nell’articolo di questo personaggio che
attribuisce quella frase,… “colonnello della Nato”…, a me.
Strano non credete? Se infatti la lettera anonima che ho ricevuto fosse falsa bisognerebbe
supporre che chi ha scritto l’articolo “Malanga e la delirante fabbrica degli addotti”, abbia
avuto modo di leggere nella mia posta elettronica oppure è lo stesso soggetto ad inviarmi
info false su di lui per poi potermi screditare se le rendessi note a tutti. E questo non
depone a favore della limpidezza della persona in questione.

Essere qualcuno per non essere nessuno: la PNL docet.


E’ interessante notare come certe associazioni o certa gente, usa toni che sono sempre
eguali e che indicano quello che vogliono al di la di quello che in realtà pensano. Anche se
il nostro corpulento ufologo pensa che la PNL sia una cagata pazzesca devo ancora una
volta tirargli le orecchie e chiedergli di fare più attenzione quando spara cazzate.

Il dito puntato
Uno degli atteggiamenti più in voga oggi a uomini di potere è legato all’atto di puntare un
dito verso l’interlocutore.
Se osserviamo la gestualità di chi comunica con noi scopriamo il suo linguaggio non
verbale. http://www.ilblogdellamente.com/linguaggio-corpo/come-muovi-le-mani/

Gestualità: gesti delle mano indicanti, dito puntato, pugno chiuso, mano tagliente …
Si esprime in modo deciso, tende a dare istruzioni dettagliate su come agire, modula la
voce assumendo un tono accusatorio, utilizza spesso il no. Tende a non ascoltare quello
che dice il suo interlocutore ma a imporre il suo punto di vista.
La sua risorsa è l’assertività. Si esprime con quantificatori universali: tutto, ogni,
qualunque, ogni volta, eccetera.
Questo gesto ha in se molte caratteristiche interessanti perché ha dentro di se

il comando “tu devi fare quello che voglio io”


il dito puntato è come una spada che ti deve colpire
in alcune sue varianti come la mano aperta vuol dire “sottomettiti”
e significa “se non fai quello che voglio te ne pentirai”

Dal professore che sta per interrogare l’alunno alla campagna per arruolare i soldati
americani per mandarli al fronte, il segno del gesto è sempre lo stesso.

Ma la campagna abbonamenti del CUN non si fa mancare nulla

L’idea è quella del comando al quale non puoi sottrarti, altro che democrazia decisionale,
qui siamo di fronte ad una vera e subliminale richiesta di ubbidienza
Esistono alcune varianti a palmo aperto come abbiamo detto in precedenza

Queste varianti della gestualità della mano e del dito puntato sono state studiate dalla
PNL ma pochi sanno che i primi a evidenziare tali gesti sono stati gli antichi Egizi
studiando le posture delle statue dei faraoni. Ovviamente la Programmazione
neurolinguistica che dal nostro soggetto del CUN viene considerata una sciocchezza ci
permette di identificare anche l’atteggiamento che il CUN ha con i suoi sottoposti.

Una volta il CUN non era il Centro Ufologico Nazionale ma si chiamava Centro Unico
Nazionale poiché voleva essere l’unico in Italia a gestire il problema ufologico.
Il buon giorno si vede dal mattino, avrebbe detto qualcuno allora.

Chi usa quel gesto vuole che tu faccia quello che vuole lui, ti vuole sottomettere ed è
inutile discutere perché lui ti dirà che tutto deve essere come vuole lui che ogni cosa deve
essere decisa da lui e che tutta la verità è nelle sue mani ed è inutile non sottomettersi.
Notate come, se osservate bene queste immagini, sentirete dentro di voi una strana
sensazione decisamente sgradevole. Infatti il vostro inconscio non sopporta questo tipo di
gestualità rivolta nei vostri confronti anche se si tratta di una semplice immagine. Dentro di
voi automaticamente nasce l’idea della costrizione e vi prende una sensazione “da vomito”
al plesso solare. Si può notare come questo gesto è veramente trans culturale, trans
partitico e trans storico. Non dipende da parametri esterni ma da qualcosa che abbiamo
dentro di noi. Chiunque usa quel gesto vuole sottometterti: chiunque lo subisce si
sottomette.
La PNL, secondo il ministro della cultura del CUN, è pericolosa e “se la conosci la eviti”; e
certo perché ti permette di leggerti nella mente e di scoprire che Il Cun non ha la
democrazia nel sangue come del resto chiunque abbia velleità da comando.
Per comandare però bisogna avere i numeri. Non si comanda con le bugie, non si
comanda con l’inganno, non si comanda con il nascondimento, non si comanda senza
democrazia. Ma di chi stiamo parlando: di Berlusconi? Perché no, anche. Perché quello
che è in alto è anche in basso.

Lo sguardo vacuo
Ci sono delle espressioni del volto molto particolari che, dentro di noi, danno sensazioni
particolari che a livello inconscio non sappiamo decifrare ma che in realtà il nostro
inconscio decifra benissimo trasmettendoci sentimenti positivi o negativi ma quasi mai
neutri.
Le espressioni del volto ci permettono di decifrare situazioni interne del nostro
interlocutore. La mancanza di espressività per esempio dettata dal rilassamento dei
muscoli facciali viene interpretata inconsciamente come stupidità, ma in realtà la cosa è
più complessa. Quando vedete qualcuno con la bocca aperta che guarda nel vuoto senza
l’apparente idea che stia mettendo a fuoco quello che ha davanti, vi sembrerà di essere di
fronte ad uno stupido. In realtà siete di fronte forse anche ad uno stupido ma più
propriamente a qualcuno che non presenta, in quell’istante, emotività apparente.
L’emotività è legata all’attività dell’emisfero destro, quello dell’anima secondo Jung o
Hillman e, secondo noi, chi è animico, ha anche la capacità di dimostrarlo attraverso una
gestualità ricca di emozione e di espressione.

A volte i nostri governanti sembrano proprio vuoti dentro, lontani nello spazio e nel tempo,
non qui ed ora; e dunque sembra che il loro contenitore in realtà sia come vuoto.
Sembra che molte persone che si siano occupate del problema degli ufo abbiano questa
espressione facciale. Abbiamo ritrovato questo sguardo per esempio nell’autore di Catcher
of Heaven, Michael Wolf, che noi ritenevamo non essere umano.

Il libro che ha scritto non solo è illeggibile ma sembra scritto da una macchina. Nell’analisi
dei filmati che lo ritraggono mentre parla o si muove si intuisce chiaramente che dentro di
lui non sembri abitare una coscienza. La sua espressione è quella di un drogato di un
addormentato oppure, noi diremmo oggi: “di una copia”.

"THE CATCHERS OF HEAVEN - AFFERRANDO IL CIELO, è un libro meraviglioso e


unico lasciatoci in eredità dal Dr Michael Wolf, che fu un bambino prodigio con un IQ
superiore a 200, originario non di questa Terra; autore, pittore, poeta, filosofo, pilota,
dottore e scienziato ed experiencer (addotto), deceduto il 16 settembre 2000”. Dice Paola
Harris che lo recensisce. Secondo noi invece il dottor Wolf non era altro che una copia di
se stesso che ha scritto un libro orrendo, illeggibile e soprattutto pieno di falsità sugli alieni.
“Wolf copia” usato dai suoi amici dell’intelligence americani per depistare una ricerca già
difficile di per se, sugli alieni, che devono sembrare buoni per forza e non invece come ci
appaiono durante le ipnosi regressive, che facevamo qualche tempo fa.
Lo stesso sguardo che ritroviamo in un altro addotto che, in passato, abbiamo avuto modo
di trattare con due ipnosi e che, secondo la nostra forse non scientifica esperienza
pratica, non essendo riuscito a scrollarsi di dosso il problema alieno, abbiamo
recentemente ritrovato su Youtube ed in televisione ad esternare decisamente poco
plausibili teorie su alieni buoni, considerazioni sull’inutilità del nostro lavoro e tentativi di
mostrare come una telecamera ad infrarossi potesse “scientificamente” intrappolare le
immagini di chissà quale entità intenta a rapirlo: lo stesso sguardo che riconobbi per la
prima volta ad un convengo di ufologia tanti anni fa osservando Travis Walton, storico
addotto americano.

Desidero concludere questo articolo con una lettera tra le centinaia che mi arrivano e che
sono di ringraziamento. Le centinaia di lettere di ringraziamento che arrivano alla mia
persona ed ai miei collaboratori non vengono mai enfatizzate perché troviamo questa
operazione una operazione di propaganda che non ha alcun senso: ma siccome il CUN
pubblica delle lettere probabilmente inventate, contro la mia persona, vorrei, questa volta,
fare una eccezione e pubblicare questa recente lettera di ringraziamento di una persona
che da addotta si è affidata alle nostre tecniche. La lettera viene dall’estero ed il caso è
stato trattato da un nostro collaboratore ufficiale, che utilizza le nostre tecniche.
Abbiamo deciso di scegliere questa perché è volontà di chi scrive portare alla conoscenza
di tutti la sua esperienza.
La lettera che è in inglese non è stata tradotta e viene riprodotta integralmente senza
manomissione alcuna .
Dear Corrado:
First of all, THANKS!!
Since late 2010, I am thinking about writing to thank you for all your excellent and hard work. Thanks to it we
have now available several tools that help us on our journey of freedom and consciousness. Adriana made
me the FMS via Skype mid-October and since then my life began to change, gradually but significantly. I
have regained my joy, ¡¡¡I sing again !!!! I've regained my confidence in myself and my level of awareness
has increased. But, above all, I lost the fear!!! As a result, my son of 10-years-old has improved his health
considerably. I think this is because my interior clarity has allowed me more criterion to select medical
treatments for applying him and also because my positive energy has increased so that good solutions, just
"arrive". Obviously not all are roses, the road is not easy and there are thorns, is a daily struggle, but the
progression is huge, because my "map of the territory" has changed. My level of "vision" has increased in my
daily life (work, home) and also in relation to all available information on parasitism and subjugation that
human beings are suffering. There is much information not serious and contrasted that is being circulated on
the Internet. I think it is another manipulation of parasites, but now I find easy to discarded it because the
possibility of trick is now much lower. When I do SIMBAD, I ask my ANIMA+SPIRIT+MIND to tell me what is
happen with parasites and all the time they are saying me: “do not worry, all is OK, they are trying
continuously, but they can’t. Be calm and confident”. Finally, I am also writing you in order to offer my
experience as a testimony; because I think it is necessary that all the people who have properly used your
methodologies, tell their stories and experiences in order to give confidence to everyone that are unsure or
undecided. If you want, you can publish my testimony and if you want more details just have to ask me for.
Many thanks again and receive my sincere greetings.
Best regards,
Questa lettera vale le poche lettere false che il CUN si auto scrive sulla sua rivista,
tentando di dimostrare che il nostro lavoro sia deleterio. Certo deleterio alla sopravvivenza
del CUN stesso e degli agganci che esso ha con i nostri governanti corrotti.
Tutto ciò che appare sulla rivista del CUN ha un alone di falsità e di bugie: dagli indirizzi
dei collaboratori che sono ormai inesistenti, alle note sui link dei siti del CUN in Italia che
sono dismessi da anni, dagli articoli che qualcuno scrive facendo credere che ci siano un
sacco di collaboratori mentre invece si tratta sempre delle stesse persone. Pinotti,
Parentelli, Robotti, od altri sono sempre il nostro ex presidente ed ora segretario generale
del CUN il quale ai tempi in cui ero nel consiglio direttivo di quella organizzazione usava
scrivere utilizzando anche la firma di Mario Cingolani allora presidente del CUN stesso
senza nemmeno avvisarlo.

Speranze
Come abbiamo già detto più volte ma evidentemente con poca enfasi in passato, mi
rivolgo ai fruitori di notizie del CUN ed ai suoi soci ed ex soci. Chiedo formalmente a
questa gente di sconfessare il lavoro del CUN, chiedo a loro di prendere coscienza
dell’inganno che i dirigenti di questa ipocrita associazione hanno perpetrato negli anni
contro il popolo italiano. Ve lo chiedo per l’ultima volta. Prendete nella vostra vita una
posizione e non comportatevi come l’elettorato italiano in questa tristissima fase della
Repubblica Italiana, fatta di puttane e di raccomandazioni. Esprimete una vostra posizione
o a favore del CUN o contro, ma fate qualcosa, perché altrimenti sarete giudicati come i
principali colpevoli della distruzione del pianeta!
Vedete: non è che io sia come quei politici di pseudo sinistra che dicono che gli Italiani
sono stati ingannati da Berlusconi. Io sostengo che quelli di pseudo sinistra non vogliano
dire che gli Italiani sono inermi, altrimenti perderebbero il consenso dei cattolici di centro.
Io invece dico che un certo numero di Italiani, appaiono incapaci ed inerti. Vorrei che
questo fosse chiaro per tutti. In altre parole nel nostro piccolo dico che se chi sostiene il
CUN non ha il coraggio di dire quello che pensa di quella organizzazione, come invece
scrivono a me in privato, è perché non ha un minimo di dignità da difendere ed è per
questo che si merita solo di rappresentare una civiltà decadente, dove la cultura è stata
delegata ad un Bondi od a chi come lui sfrutta l’ignoranza della gente.
Dunque dicevamo “Non essere nessuno per essere qualcuno”. L’Italia oggi è piena di
questi soggetti da Lele Mora a Bondi allo stesso Berlusconi passando per i personaggi del
direttivo del CUN (Centro Ufologico Nazionale) alle veline della TV che poi diventano
parlamentari della maggioranza. Vorrei sottolineare come la Programmazione
neurolinguistica fornisce, oggi come oggi, tutti i mezzi per evitare di prendere cantonate
sulla moralità di certe persone. I movimenti del corpo infatti tradiscono le vere intenzioni
del soggetto che avete davanti. Non si tratta, come abbiamo detto prima, solo di uno
sguardo vacuo o di un dito puntato ma di una serie di cose che vanno dal come si
cammina al colore del vestito che si sceglie, ad un modo che si ha per rappresentare se
stessi. http://www.youtube.com/watch?v=KGfL64iRCh0
Sgarbi per esempio santifica se stesso in televisione tutte le volte che si aggiusta un ciuffo
che rappresenta per lui un attributo sessuale che vuole mettere in bella vista verso il
pubblico femminile. Un analogo modo di gestirsi è legato all’uso di cravatte dal nodo
grossolano o dalle farfalline al collo o dal fazzoletto nel taschino. Tutti modi obsoleti di
vestirsi che però rappresentano sempre un richiamo maschile verso il sessuale femminile.
Così le persone che ingrassano senza avere la possibilità di fermare il loro allargamento
spaziale.
I soggetti di questo tipo hanno un problema che non appare legato al cibo o a qualche
disfunzione biologica ma bensì ad un rapporto con lo spazio attorno a loro. Tali soggetti
rappresentano prorpio l’idea dei bambini piccoli; i neonati, quando fanno la cacca e si
accorgono di perderla, mentre gattonano sul pavimento, credono di aver perso qualcosa di
loro e la rimangiano nel cercare di rimetterla dentro se stessi.
Così il nostro corpulento ministro della cultura del CUN rappresenta esteticamente
qualcuno che vorrebbe essere considerato e contare di più ma che evidentemente o non
può o non ci riesce. Non ci riesce perché o non ne ha le capacità, un po’ come il ministro
Bondi che scrive delle poesie schifose o perché la frustrazione gli deriva dal fatto che se
lavora con i servizi segreti non potrà mai dimostrare a nessuno di essere qualcuno.
Se poi un giorno queste persone scopriranno la vacuità delle loro idee e soprattutto
l’assenza totale di una loro identità e decideranno di fare qualche gesto insano non
dovremo essere noi a pagarne le conseguenze perché sarà la loro mancanza di
accettazione verso se stessi che ha compiuto il gesto. Hai deciso di mentire a te stesso
tutta la vita inconsciamente perché lavori per il CUN? Sei un addotto che non si è riuscito
a liberare e che rimane schiavo del suo adduttore per tua volontà? Non c’è nessuna
differenza in fondo. Ognuno di questi due soggetti ha deciso che qualcuno doveva
governare al posto loro, hanno deciso di avere un superiore a cui ubbidire ed hanno
annullato la loro identità in quell’istante. Non siamo responsabili della mancanza di identità
degli altri sia ben chiaro, che non ci siano malintesi.

Conclusioni
Concludiamo questa breve descrizione della situazione ufologica italiana aggiungendo in
coda le note e la letteratura dei siti in cui il Cun ed altri muovono a noi accuse insensate di
modo ché, chiunque abbia voglia di farlo, possa leggere le cazzate che questi soggetti
sparano su di noi.

Note: dove il Cun ed altri citano a sproposito il nostro lavoro.


La storiella del CUN e dei servizi segreti di Baiata e Malanga:
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?c=163391&f=163391&idd=9296989

Abduction e Malanghiani: le accuse del CUN a Malanga:


http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/cartella.aspx?idc=609908

In particolare:
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9384539
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9107756
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9317798
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9018066
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9014567
http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fcunnetwork.freeforumzone.leonardo.it%2Fdiscussione.aspx%3Fidd%3D8952035&
h=99987
http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9372703

Sul forum di Sentistoria il mio presunto tradimento verso di loro:


http://www.sentistoria.org/index.php?option=com_content&view=article&id=77:come-ci-ringrazia-corrado-
malanga&catid=1:eventi&lang=it
http://sentistoria.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9598336

Note di PNL e psicosomatica


Sulla gestualità della mano
http://it.wikipedia.org/wiki/Mano
http://solima.media.unisi.it/i_gesti_delle_mani.htm
http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=27583
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_gestures
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://www.languagetrainers.co.uk/blog/2007/09/24/top-10-hand-gestures/
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://www.aquiziam.com/gestures.html
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://www.intac.net/11-hand-gestures-youd-better-get-right/

Psicosomatica dell’ingrassamento
http://www.cpo-psicologia.it/articoli/Il%20ruolo%20delle%20emozioni%20nei%20disturbi%20del%20comportamento%20alimentare.pdf
http://www.psychologies.it/Benessere/Salute/Disturbi-psicosomatici-e-ipocondria/Il-mal-di-testa-fa-ingrassare
http://www.mybestlife.com/ita_salute/news_2010/luglio/23072010_antidepressivi_ingrassare.htm
http://www.sicap.it/merciai/psicosomatica/students/alimenta3.htm
Le dieci domande che rivolgiamo ai componenti del CUN

E siccome quello che succede in alto succede anche in basso, così come Repubblica
rivolge dieci domande al Presidente del Consiglio, senza avere alcuna risposta, così
anche noi rivolgiamo dieci domande al Consiglio Direttivo del CUN, sperando di essere più
fortunati.
Le dieci semplici domande sono:

E’ vero che alcuni esponenti del CUN hanno avuto a che fare con organi dei servizi
segreti tra cui il CESIS (attraverso l’allora Maggiore Redditi), come sovente
ricordato dall’odierno segretario generale in alcuni servizi televisivi ed interviste
giornalistiche, con l’intento di ottenere materiale secretato, non informandone lo
stesso consiglio direttivo del CUN?
E’ vero che l’odierno segretario generale, che in passato ha rivestito il ruolo di
presidente del CUN, ha trafugato materiale investigativo dalla redazione del
giornale Ufo Network ed Alieni, quando Maurizio Baiata ne era responsabile? Come
molti testimoni di quella redazione sostengono?
E’ vero che alcuni componenti del CUN sono anche affiliati a logge massoniche
italiane e straniere?
E’ vero che il padre dell’odierno presidente del CUN ha lavorato come militare per i
servizi segreti russi come ebbe modo di dichiararci diverso tempo fa?
E’ vero che la posizione ufficiale del CUN verso i fenomeni di interferenza aliena
considera questo fenomeno inesistente e non degno di interesse da parte della
comunità scientifica e che l’attuale segretario del CUN si è espresso dicendo che
se gli alieni esistono essi sono positivi nei nostri confronti?
E’ vero che l’attuale segretario generale del CUN ed ex presidente dello stesso
centro, in più di una occasione, ha verbalmente minacciato e fatto minacciare dai
componenti dello stesso Centro, persone che in Italia volevano costruire una
informazione libera sul problema ufologico bypassando il suo controllo?
E’ vero che durante le indagini svoltesi a Grosseto (Roccatederighi 2007 agosto) a
seguito di una segnalazione che indicava un oggetto metallico seppellito sotto
alcuni metri di materiale di riporto di possibile provenienza aliena, gli inquirenti del
CUN hanno deliberatamente tentato di spostare il paletto che indicava il luogo del
ritrovamento di fronte alla presenza di alcuni testimoni che glielo hanno impedito?
E’ vero che l’attuale segretario generale del CUN, allora presidente dello stesso
Centro, aveva avuto pressioni da organi di intelligence per evitare di scrivere articoli
che riguardassero il disastro di Ustica? Come da lui stesso messo in evidenza
durante la riunione di un Consiglio del Direttivo di tale Centro?
E’ vero che l’attuale segretario generale ed allora presidente del CUN ha
ripetutamente usato materiale di altri per le sue pubblicazioni, senza che essi
venissero quantomeno citati?
E’ vero che l’attuale segretario del CUN ed allora presidente di tale Centro,
manteneva rapporti confidenziali con personale della Scuola di Guerra Aerea di
Firenze ed in particolare con il Generale Michelangelo Privitera poi assassinato in
circostanze misteriose da un suo sottoposto e con il quale aveva condotto indagini
segrete (per esempio nel 1979, 30-31 dicembre, alla caserma di Pesaro 20esimo
RGT Pavia, dove ci fu una vera e propria adduzione di un militare di leva) di cui non
aveva mai informato il Consiglio Direttivo dello stesso Centro Ufologico Nazionale?

In fondo domandare è lecito e rispondere è cortesia.