Sei sulla pagina 1di 66

SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE

Alessio Carullo – 2018/2019 1

Principi della conversione


analogico/digitale (A/D)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 2

Principi della conversione AD

 Segnali analogici vs sequenze digitali


 Le grandezze fisiche in misura sono analogiche
 Possono essere rappresentate mediante funzioni continue di
variabili continue

xt   f (t )
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 3

Principi della conversione AD

 Segnali analogici vs sequenze digitali


 Nel mondo digitale (numerico o numerale) si manipolano
sequenze di numeri
 Queste sequenze sono solitamente rappresentate mediante
funzioni discrete di variabili discrete

xk   f kTc 
 Minori informazioni rispetto al segnale analogico
 Possono essere rappresentati solo un numero finito di valori
(quantizzazione)
 La sequenza esiste solo in istanti di tempo discreti
(campionamento)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 4

Principi della conversione AD

 Perché impiegare sequenze digitali?


 Rispetto ai segnali analogici, le sequenze digitali:
 sono facilmente elaborabili mediante diversi dispositivi,
quali microprocessori, microcontrollori e Digital Signal
Processor (DSP)
 possono essere memorizzate più facilmente, in volumi
ridotti ed in modo più stabile nel tempo
 presentano una migliore reiezione al rumore
 possono essere facilmente trasmesse a distanza
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 5

Principi della conversione AD

 Come si ottiene la versione digitale di un


segnale analogico?
 Attraverso il processo di conversione analogico/digitale,
che può essere suddiviso in tre fasi distinte:
1) campionamento del segnale nel dominio del tempo
2) discretizzazione (quantizzazione) del segnale nel dominio
dell’ampiezza
3) codifica
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 6

Principi della conversione AD


 La fase di campionamento
 Dal segnale analogico si estraggono campioni in
determinati istanti (di campionamento)

NOTA: il segnale è ancora continuo in ampiezza


SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 7

Principi della conversione AD

 La fase di quantizzazione
 Il campo continuo FR (Full Range) dei valori assunti dal
segnale analogico è suddiviso in stati discreti e ciascun
campione ( ) è associato allo stato più vicino ( )
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 8

Principi della conversione AD

 La fase di codifica
 Si associa un codice numerico a ciascuno stato discreto in
cui è stato suddiviso il campo FR dei valori assunti dal
segnale analogico
 Suddivisione dell’intervallo FR in BN stati discreti
– B: base numerica
– N: numero dei caratteri
 Solitamente si utilizza il formato binario, ossia B = 2
 Ciascun carattere (bit) può assumere i valori 0 e 1
 Se, ad esempio, N = 8, si possono rappresentare
28 = 256 stati discreti
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 9

Principi della conversione AD

 La fase di codifica
 Codifiche binarie più diffuse
 Binario puro (campi di misura unipolari):
– 0: 000...000;  FR: 111...111
 Binario con offset (campi di misura bipolari):
– - FR/2: 000...000;  FR/2: 111...111
 Binario con complemento a 2 (campi bipolari):
– - FR/2: 100...000;  FR/2: 011...111
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 10

Principi della conversione AD


 Il campionamento
 Se il campionamento non è sufficientemente “fitto”, la sequenza
digitale non rappresenta “bene” il segnale analogico

xt 

xkTc1  xkTc 2 
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 11

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 Nel dominio del tempo, la sequenza digitale x[kTC] può essere
espressa come il prodotto tra il segnale x(t) ed un treno di
impulsi s(t) di durata infinitesima e periodo TC

s (t )    ( t  kT
k  
C )

TC è detto periodo di campionamento


SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 12

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico (dominio del tempo)


xkTC   x(t )    (t  kT
C )
k  
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 13

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 Nel dominio della frequenza, la sequenza digitale x[kTC] può
essere espressa come il prodotto di convoluzione tra le
trasformate di Fourier di x(t) ed s(t)

2
S ( )   C    (  k C );  C 
k   TC

X C ( )  X ( )  S ( )   C   X (  k
k  
C )
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 14

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 15

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
 Ricostruzione del segnale analogico
 Impiego di un filtro passa-basso

fC è detta frequenza di
campionamento In linea teorica, il segnale analogico può essere
ricostruito fedelmente se vale la relazione
c  2max  fc  2fmax
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 16

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
 La condizione fc  2fmax è nota come teorema di Shannon (o del
campionamento)
 La condizione di uguaglianza non ha interesse pratico

Filtro ideale (non


realizzabile)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 17

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
 La condizione fc  2fmax non ha interesse pratico
 Nel dominio del tempo, il filtro passa-basso ideale
corrisponde alla funzione sync …

sin  fct  nTC 
xt    xn t  
1

n    fct  nTC 
2TC 3TC

TC t
 … ma non è possibile disporre di
infiniti campioni
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 18

Principi della conversione AD


 Il campionamento
 Ricostruzione del segnale tramite funzione sync

x n  1  TC  sync n  1  TC 


x n  1  TC  sync n  1  TC 

Campione N-1
x n  TC  sync n  TC  Campione N
Campione N+1

TC TC
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 19

Principi della conversione AD


 Il campionamento
 Ricostruzione del segnale tramite funzione sync
Funzioni sync centrate intorno agli istanti di campionamento

In ciascun istante di
campionamento, tutte le funzioni
sync sono nulle, tranne quella
centrata in quell’istante
 In ciascun istante di
campionamento, il segnale
ricostruito è uguale al
campione in quell’istante

TC TC
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 20

Principi della conversione AD

 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
 In pratica, la condizione per la corretta ricostruzione del
segnale analogico dipende dalla tecnica di interpolazione
utilizzata
fc Interpolazione sync
10   2.5
f max (troncata)

fc Interpolazione
20   10
fmax lineare

fc Nessuna interpolazione
 20
fmax (dots mode)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 21

Principi della conversione AD

 Esempio: segnale con fmax = 1.5 kHz


2

1.5
fc = 40 kSa/s (> 20 fmax)
fc = 40 kHz
1
2
0.5
1.5
0

-0.5 1

-1 0.5
-1.5
0
-2
0 1 2 3 4 5
t (s) x 10
-3 -0.5

-1

-1.5

-2
0 1 2 3 4 5
t (s) x 10
-3
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 22

Principi della conversione AD

 Esempio: segnale con fmax = 1.5 kHz


2

1.5
fc = 16.6 kSa/s
fc = 16 kHz ( 11 fmax)
1 2
0.5
1.5
0
1
-0.5

-1 0.5

-1.5 0
-2
0 1 2 3 4 -0.5 5
t (s) x 10
-3

-1

-1.5

-2
0 1 2 3 4 5
t (s) x 10
-3
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 23

Principi della conversione AD


 Esempio: segnale con fmax = 1.5 kHz
2

1.5
fc = 16.6 kSa/s
fc = 16 kHz ( 11 fmax)
1 2
0.5 2 Interpolazione
fc = 16 kHz
lineare
1.5
0
1 1.5
-0.5
1
-1 0.5

-1.5 0.5
0
-2 0
0 1 2 3 4 -0.5 5
t (s) x 10
-3

-0.5
-1

-1
-1.5

-1.5
-2
0 1 2 3 4 5
-2 t (s) -3
x 10 3
0 1 2 4 5
t (s) x 10
-3
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 24

Principi della conversione AD


 Esempio: segnale con fmax = 1.5 kHz
2
fc = 6 kSa/s (= 4 fmax)
1.5

1 Interpolazione
fc = 6 kHz lineare
2
0.5
1.5
0

-0.5 1

-1 0.5
-1.5
0
-2
0 1 2 3 4 5
t (s) -0.5 -3
x 10

-1

-1.5

-2
0 1 2 3 4 5
t (s) x 10
-3
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 25

Principi della conversione AD

 Esempio: segnale con fmax = 1.5 kHz


2

1.5
fc = 6 kSa/s (= 4 fmax)
1 fc = 6 kHz

0.5
2
Interpolazione
fc = 6 kHz sync
1.5
2
0

1 1.5
-0.5

-1 1
0.5
-1.5 0.5
0
-2
0 1 2 3 4 5 0
t (s) -0.5 -3
x 10
-0.5
-1

-1
-1.5

-1.5
-2
0 1 2 3 4 5
-2 t (s) -3
x 10 3
0 1 2 4 5
t (s) x 10
-3
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 26

Principi della conversione AD


 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 IPOTESI: Segnale a banda limitata max = 2fmax
 Se la condizione fc  2fmax non è soddisfatta
 Non è possibile ricostruire il segnale analogico a partire
dalla sequenza digitale
 Situazione di ALIASING
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 27

Principi della conversione AD


 Il campionamento
 Da un punto di vista matematico
 Se il segnale x(t) non è a banda limitata?
 Impiego di filtri passa-basso (anti-aliasing)

ATTENZIONE: possibile
perdita di informazione
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 28

Principi della conversione AD


 La quantizzazione
 Operazione eseguita grazie alla caratteristica ingresso/uscita di un
convertitore analogico-digitale (ADC)

Segnale Sequenza
analogico Convertitore numerica
x(t) analogico/ n
digitale Nb

Numero di caratteri (bit) impiegati per


codificare la parola digitale di uscita
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 29

Principi della conversione AD


 La quantizzazione
 Caratteristica ingresso/uscita
ideale di un convertitore
bipolare a 3 bit (quantizzazione
uniforme)

Codifica binaria in
Campo di misura complemento a
(tensione di Full Range) due
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 30

Principi della conversione AD


 La quantizzazione
 Caratteristica ingresso/uscita
ideale di un convertitore Transizione
bipolare a 3 bit (quantizzazione
uniforme)

Tensione di
quantizzazione
{
V FR
Vq 
2 Nb Livello di
transizione
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 31

Principi della conversione AD


 La quantizzazione
 Caratteristica ingresso/uscita
ideale di un convertitore
bipolare a 3 bit (quantizzazione
uniforme)

A tutti i valori di Vin compresi


in un intervallo di
quantizzazione è associato
lo stesso codice numerico
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 32

Principi della conversione AD


 Funzione di taratura di un ADC
 Necessaria per risalire al valore analogico dei vari
campioni a partire dai corrispondenti codici numerici
 La caratteristica ingresso/uscita non è invertibile

Convertitore
x(t) analogico/ n
 digitale
x t 
?
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 33

Principi della conversione AD


 Funzione di taratura di un ADC
 Caratteristica
uscita/ingresso nominale
di un convertitore
bipolare a 3 bit

È la retta che minimizza


lo scarto rispetto alla
caratteristica ideale a
gradini
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 34

Principi della conversione AD


 Funzione di taratura di un ADC
 Caratteristica uscita/ingresso nominale di un convertitore
bipolare a 3 bit

V in  f 1
n   n V q

Esempio
• VFR = 5 V; Nb = 8 Vq = 0.0195 V
• n = - 53
 tensione di ingresso stimata: - 1.035 V
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 35

Principi della conversione AD


 Errore di quantizzazione
 Non può essere corretto,
in quanto Vin non è nota
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 36

Principi della conversione AD


 Errore di quantizzazione
 Rappresenta un contributo di incertezza
(di quantizzazione)
 Modello deterministico
  e q  0 .5  V q
 Modello probabilistico
0 .5  V q
 
 u eq 
3

Esempio: VFR = 5 V
• Nb = 4 Vq = 0.3125 V; eq  156 mV
• Nb = 8  Vq = 0.0195 V; eq  9.8 mV
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 37

Principi della conversione AD

 Errore di quantizzazione
 L’incertezza di quantizzazione è, in valore assoluto,
costante su tutto il campo di misura
 L’incertezza relativa aumenta al diminuire di Vin
eq 0 .5  V q
eq  
V in V in
Conviene lavorare il
più possibile vicino Esempio: VFR = 5 V; Nb = 8; eq  9.8 mV
alla portata del • Vin = 4 V eq%  0.24 %
convertitore
• Vin = 0.1 V  eq%  9.8 %
• Vin = 0.01 V  eq%  98 % !!!
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 38

Principi della conversione AD


 Tempo di conversione
 Intervallo di tempo che intercorre tra l’istante in cui si
preleva un campione del segnale e l’istante in cui il codice
numerico associato al campione è disponibile all’uscita del
convertitore

ATTENZIONE
Durante il tempo di conversione, il segnale all’ingresso
del convertitore deve rimanere costante
In pratica, NON deve cambiare di una quantità
superiore a ½ Vq
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 39

Principi della conversione AD


 Tempo di conversione
 Pone un limite alla massima frequenza del segnale da
convertire (indipendentemente dal teorema del
campionamento)

Esempio
Convertitore con tempo di conversione t = 10 s,
Full Range: 10 V, Nb = 12 bit (Vq  2.5 mV)
Conversione di un segnale sinusoidale
v(t) = A sen (t); A = 5 V;  = 2f
Imponendo vMAX  1.25 mV nell’intervallo t,
si ottiene fMAX  4 Hz!!!
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 40

Principi della conversione AD

 Tempo di conversione
 Per garantire che i campioni da convertire si mantengano
entro ½ Vq durante il tempo di conversione, si ricorre ad
un circuito di Sample-and-Hold (solitamente interno al
convertitore)

Funzione
Funzione
Sample
Hold
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 41

Principi della conversione AD


 Tempo di conversione
 Impiego del circuito di Sample-and-Hold
Esempio
ADC con tempo di conversione t = 10 s,
Full Range: 10 V, Nb = 12 bit (Vq  2.5 mV)
Conversione di un segnale sinusoidale
v(t) = A sen (t); A = 5 V;  = 2f; f = 10 kHz
Tempo di carica del condensatore:
1 2 LSB
tC   4 ns
2fA
Tempo di scarica maggiore di 10 s
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 42

Convertitori
analogico/digitale (ADC)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 43

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Le non idealità che influenzano la caratteristica
ingresso/uscita reale di un convertitore analogico/digitale
sono classificate in:
 Errore di fuori zero
 Errore di guadagno
 Errore di linearità
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 44

Convertitori analogico/digitale
 Caratteristica di trasferimento reale
 Errore di fuori zero (offset)

Caratteristica reale affetta


da errore di fuori zero E0

Caratteristica nominale
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 45

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di fuori zero (offset)
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 46

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di fuori zero (offset)
 Il costruttore fornisce solitamente l’errore di fuori zero
espresso in LSB nella forma  E0max
 Massimo errore di fuori zero ammesso per tutti i
dispositivi dello stesso tipo

 Incertezza corrispondente (modello deterministico):

 V inE 0  E 0 max  V q
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 47

Convertitori analogico/digitale
 Caratteristica di trasferimento reale
 Errore di fuori zero (offset)

Incertezza assoluta
costante su tutto il
campo di misura
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 48

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di guadagno

È dovuto alla
differenza tra
l’intervallo di
quantizzazione reale
(V ’q) e quello
nominale (Vq)
Caso di V’q < Vq
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 49

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di guadagno
 Il costruttore fornisce solitamente l’errore di guadagno
valutato all’estremo del campo di misura ed espresso in LSB
nella forma  Egmax
 Massimo errore di guadagno
ammesso per tutti i dispositivi
dello stesso tipo
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 50

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di guadagno

L’incertezza
dovuta all’errore
di guadagno è
proporzionale
alle tensione in
misura
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 51

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di guadagno
 Incertezza corrispondente (modello deterministico):
 Campo di misura unipolare
n
V  E gmax  V q
Eg
in
2 Nb

 Campo di misura bipolare


n
V  E gmax  V q
Eg
in Nb  1
2
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 52

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento
 Errore di linearità
 È dovuto alla non uniformità degli intervalli di
quantizzazione
 È espresso mediante due parametri:
– Errore di linearità integrale EI
– Errore di linearità differenziale ED

NOTA
 Non si tratta di due contributi di incertezza differenti
 Nelle misure assolute di tensione si utilizza EI, mentre ED deve
essere considerato nel caso di metodi basati sul trasferimento
della riferibilità
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 53

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento
 Errore di linearità integrale

Per il generico codice k,


indica la differenza tra la
tensione di transizione
ideale e quella reale
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 54

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di linearità integrale
 Il costruttore fornisce solitamente l’errore di linearità
integrale espresso in LSB nella forma  EImax
 Massimo errore di linearità integrale per tutti i
dispositivi dello stesso tipo

 Incertezza corrispondente (modello deterministico):

 V inE I  E Imax  V q
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 55

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di linearità differenziale
 Indica la differenza tra l’intervallo di quantizzazione reale
associato al generico codice k e la tensione di
quantizzazione ideale Vq

 È generalmente espresso in forma relativa rispetto alla


tensione di quantizzazione ideale:

A k   V q
E D k  
Vq
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 56

Convertitori analogico/digitale

 Caratteristica di trasferimento reale


 Errore di linearità differenziale
vs
Errore di linearità integrale
 ED indica lo scostamento dalla linearità di un particolare
gradino della caratteristica del convertitore
analogico/digitale

 EI rappresenta la somma (integrale) degli errori di linearità


differenziale lungo la caratteristica del convertitore
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 57

Convertitori analogico/digitale
 Caratteristica di trasferimento reale
 ED vs EI
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 58

Convertitori analogico/digitale

 Incertezza e numero di bit effettivi


 Se la tensione applicata all’ingresso del convertitore è
stimata mediante la funzione di taratura:
 V FR
V in  n  V q  n  Nb
2
i contributi di incertezza da considerare sono quelli dovuti
agli errori:
 di quantizzazione
 di fuori zero
 di guadagno
 di linearità integrale
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 59

Convertitori analogico/digitale

 Incertezza e numero di bit effettivi


 Stima con modello deterministico:

 V in   e q   V inE 0   V in   V inE I
Eg

n
 V in  0 . 5  V q     V q   g  Nb
Vq   Ι V q 
2
g
 V q  0 . 5      Ι   Nb
 n V q
2

ADC V FR
unipolare 2 Nb
V in
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 60

Convertitori analogico/digitale

 Incertezza e numero di bit effettivi


 Stima con modello deterministico:

0 .5      Ι g
 V in  V FR  Nb
 Nb  V in
2 2
A
B
Total unadjusted error

 V in   A  Portata  B  Lettura V
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 61

Convertitori analogico/digitale

 Incertezza e numero di bit effettivi


 Un altro modo per esprimere l’incertezza assoluta consiste
nel dichiarare il numero di bit effettivi NbE:
 Numero di bit di risoluzione di un convertitore ideale
con errore di quantizzazione E ’q che, all’estremo del
campo di misura, è pari alla somma degli errori del
convertitore reale:
E q'  E q      g   Ι
numero di livelli che il convertitore riesce a
distinguere:
2 Nb
N liv 
E q'
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 62

Convertitori analogico/digitale

 Incertezza e numero di bit effettivi


 Il numero di bit effettivi NbE è il numero di bit necessari per
rappresentare Nliv livelli:

 2 Nb 
Nb E
 log 2 
 2E 
'
  Nb  log 2 2  E 
'
q
 q 

Esempio: Nb = 8; EI = 1.5 LSB


• E’q = Eq + EI = 0.5 LSB + 1.5 LSB = 2 LSB
 NbE = 8 – log2 (4) = 6
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 63

Esempio di specifiche di
un convertitore AD
commerciale
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 64

Convertitore AD commerciale

 National Semiconductor ADC14L040


 Massima frequenza di campionamento: 40 MSa/s
 TC = 25 ns

 Bit di risoluzione: Nb = 14
 Campo di misura unipolare o bipolare; Full Range = 2 V
 Vq = 0.12 mV

 On-chip Sample-and-Hold
 Tempo di apertura del convertitore:  = 2 ns

 Codifica di uscita: binaria con offset o in complemento a 2


SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 65

Convertitore AD commerciale
 Specifiche di un convertitore commerciale
 National Semiconductor ADC14L040

 0 .06 0 .3 
ETOT  Eq  E I  Eo  Eg  0 .5  1 .5      8192  31 LSB
 100 100 
Non sono prese in considerazione le derive termiche
SISTEMI ELETTRONICI, TECNOLOGIE E MISURE
Alessio Carullo – 2018/2019 66

Convertitore AD commerciale

 Specifiche di un convertitore commerciale


 National Semiconductor ADC14L040
 0 .06 0 .3 
ETOT  Eq  E I  Eo  Eg  0 .5  1 .5      8192  31 LSB
 100 100 
 Numero di bit effettivi:
Nb E
 Nb  log 2 2  E TOT   8

 Se si correggono gli errori di offset e di guadagno:


ETOT C  Eq  E I  0 .5  1 .5  2 LSB
Nb E
C  Nb  log 2 2  E TOT C   12