Sei sulla pagina 1di 99

MEDICINA

MEDICINA ESTETICA SEMPREGIOVANI


DICEMBRE - GENNAIO 2020

ESTETICA
La bellezza al maschile:
C hir urgi aament i
e tratt

gli uomini e la chirurgia estetica


Riciclare il superfluo:
belle con il proprio grasso
La biorivitalizzazione
arma segreta anche per i capelli
Macchie sulla pelle? Le soluzioni ci sono:
troviamo quella più adatta
Acido ialuronico, il miglior
amico della pelle
Lipolaser, il raggio
che scioglie il grasso
Salute (e linea)
in punta
di racchetta

Caterina
Murino
la parigina
con il cuore in Sardegna
BIMESTRALE - N.38 € 8.90

P.I. 13-12-2019

001_cop_E38_ok.indd 1 04/12/19 09:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PUBB.indd 1 25/11/19 17:35
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
EDITORIALE

MEDICINA La cura del corpo


SEMPREGIOVANI

MEDICINA ESTETICA
DICEMBRE - GENNAIO 2020

ESTETICA Chirurgi aament i


e tratt

La bellezza al maschile:
gli uomini e la chirurgia estetica
Riciclare il superfluo:
belle con il proprio grasso
La biorivitalizzazione
arma segreta anche per i capelli
al maschile

C
Macchie sulla pelle? Le soluzioni ci sono:
troviamo quella più adatta
Acido ialuronico, il miglior
amico della pelle
Lipolaser, il raggio
he anche i maschi si rivolgano al medico estetico
che scioglie il grasso
Salute (e linea)
in punta
di racchetta
è risaputo, ma il fenomeno è in crescita e lo sarà
Caterina sempre di più, se non altro per imitazione. È logico
Murino
la parigina
con il cuore in Sardegna
BIMESTRALE - N.38 € 8.90
che il cinquantenne che ha un po’ di borse sotto gli
occhi e vede la moglie che di colpo ha cambiato espressione ed è
P.I. 13-12-2019

001_cop_E38_2.indd 1 25/11/19 14:42

ringiovanita di dieci anni semplicemente perché aveva lo stesso


problema e ora non lo ha più, finisca per chiederle il numero di
telefono del suo specialista. Ma non basta: l’uomo è più analitico,
HANNO COLLABORATO più scientifico, e allarga le ricerche, vuol sapere qual è lo specialista
A QUESTO NUMERO:
più rinomato, poi si accorge anche che al suo naso gioverebbe
Prof. GIULIO BASOCCU
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
un piccolo ritocco e per prima cosa vuole sapere se per caso i due
ed Estetica interventi si possono fare in un’unica seduta (non è consigliabile) e
profbasoccu@gmail.com
che anche le orecchie a sventola del figlio possono essere risolte con
Dott.ssa STEFANIA BIZZARRI relativa facilità… da cosa nasce cosa! Di questo fenomeno si parla
Medicina Estetica e Omotossicologia
nell’articolo Tematico di questo numero (pag. 6) a firma del nostro
stefaniabizzarri@gmail.com
Alessandro Mancini, biologo, esperto sia di medicina estetica che
Dott.ssa CRISTIANA BIANCA
di socio-economia, offrendoci dati statistici curiosi e interessanti.
Specialista in Chirurgia maxillo-facciale
cristiana.bianca@gmail.com Un altro articolo di questo numero che merita particolare
attenzione tratta il tema degli integratori, un mercato in crescita
Dott.ssa MARIELLA MILAZZO
Specialista in dermatologia esponenziale, tanto da destare qualche preoccupazione nei medici.
e malattie sessualmente trasmesse In vendita libera, para-farmaci costosi (apparente garanzia di
dott.milazzo@libero.it
efficacia), permettono a tutti di “curarsi” da soli: stanchezza,
Dott.ssa FRANCESCA BOCCHI disturbi vari, desiderio di migliorare le proprie performances
Medicina Estetica e Sessuologia Clinica
franciosabocchi@gmail.com sessuali inducono molti ad acquistare, e consumare, prodotti
che assemblano un gran numero di minerali, vitamine e altre
Dott. ALESSANDRO MANCINI
Biologo e giornalista scientifico sostanze che comunque “male non fanno”: una sorta di doping
ale.mancini@tiscali.it psicologico. Le cose non stanno esattamente così e l’articolo di
Dott.ssa PAOLA TARANTINO pagina 66 chiarisce le cose quanto basta per mettere a freno l’uso
Medicina e dermatologia estetica indiscriminato di questi prodotti in sé validi ma non sempre
drpaolatarantino@gmail.com
opportuni, e in qualche caso perfino nocivi.
ROBERTA VALENTINI Sulla nostra rivista non manca mai un articolo dedicato al
robertavalent@gmail.com
fitness, che fa parte dei mezzi a nostra disposizione per avere
LUIGI D’AGOSTINO cura di noi, guadagnare in salute e bellezza. In questo numero
dagostino.luigi@hotmail.com
si parla del tennis. Non si arriva all’equazione “tennis uguale
MANUELA PAGNOTTA bellezza”, ma si scopre che questo sport, nelle sue numerose
manuela@leggiillustrate.it
varianti, è uno straordinario strumento per sviluppare forza,
SARA ZUCCARI armonia, concentrazione mentale. E chi lo prova scopre che è
Direttore Editoriale Velvet Mag
sara@metup.it straordinariamente stimolante per il corpo e per lo spirito.
Arrivederci al prossimo numero.

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 3

003_Editoriale_E38.indd 3 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SOMMARIO
6 Tematico 48 Metodiche non invasive 80 Metodiche recenti
La bellezza al maschile: La biorivitalizzazione, arma I canali della bellezza:
gli uomini e la chirurgia estetica segreta anche per i capelli ringiovanire penetrando
nella cute
12 La posta del chirurgo 52 Intervista al Vip
Tu domandi, io rispondo Caterina Murino, la parigina 84 Alimentazione
con il cuore in Sardegna A tavola non si invecchia:
18 Chirurgia estetica i cibi che mantengono giovani
Riciclare il superfluo: 56 Ingredienti di bellezza
belle con il proprio grasso Acido ialuronico, 90 Fitness
il miglior amico della pelle Salute (e linea)
24 Le gambe in primo piano in punta di racchetta
Vene varicose e capillari, 60 Labbra in primo piano
un problema tutto al femminile Le rughe a qualunque età: 96 Moda e costume
prevenirle e combatterle Jacqueline Kennedy:
storia di un’icona di stile
30 Metabolismo e bellezza 66 Salute e bellezza
Menopausa, occhio al giro vita: Gli integratori non sono 98 Mantenere la mente in forma
i rischi della “pancetta” una panacea: Sudoku e rebus
bisogna saperli utilizzare
36 Problemi di pelle
Macchie sulla pelle? 72 Nuove metodiche
Le soluzioni ci sono: Lipolaser, il raggio
troviamo quella più adatta che scioglie il grasso
42 Alternative al bisturi 76 Cosmetica e dermatologia
Dal Brasile il lifting viso “5:2 skin diet”, la dieta
della pausa pranzo del trucco che rigenera la pelle

36 52

42 80

4 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

004_Sommario_E38.indd 4 25/11/19 16:27


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L‘effetto 3D che
valorizza la tua bellezza.
Efficace e di lunga durata, BELOTERO® Volume si avvale della innovativa tecnologia CPM effetto-volume¹
e preserva la tua bellezza nel tempo senza stravolgere i tuoi lineamenti².
1
Prager W et al. J Drugs Dermatol. 2017; 16(4): 351-357
2
Micheels P et al. J Clin Aesth Derm. 2015; 8(3): 28-34

www.merz.it
www.centrimedicibelotero.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
TEMATICO

La bellezza al maschile: gli u


Sempre più uomini consultano
il medico estetico per migliorare il
proprio aspetto fisico con trattamenti
come lifting, filler e tossina botulinica.
Il medico estetico moderno deve essere
pronto a soddisfare questa domanda
conoscendo le differenze fra cute
maschile e femminile
di Alessandro Mancini

O
ggi più di un quinto degli uomini tra i 25 e i
50 anni vuole migliorare il proprio aspetto fisi-
co ed è un dato in rapida crescita. In una socie-
tà in cui l’abito fa il monaco e l’apparenza con-
ta quanto la sostanza, porre maggiore attenzione
alla propria immagine è diventato un vero e proprio bisogno
oltre che un desiderio. Rappresenta un vezzo, un prendersi
cura di sé, un coccolarsi che aiuta a stare meglio con se stessi e
di conseguenza anche con gli altri. Un viso curato dall’aspet-
to fresco, riposato e rilassato è infatti il miglior biglietto da vi-
sita per un uomo che vuole proporre la sua immagine come
un punto di forza, sentendosi sicuro e a proprio agio nella vi-
ta affettiva e lavorativa.

Tossina botulinica,
la più amata dai maschietti
Oggi è possibile rispondere alle necessità e soddisfare le
aspettative dell’uomo che vuole mantenere un aspetto gio-
vane ed in forma e nel contempo rispettare e preservare
la sua virilità. Le richieste che l’uomo fa al medico esteti-
co sono rivolte per lo più alla cura della propria cute ed al-
la riduzione dei segni dell’invecchiamento con trattamenti
semplici, di breve durata e che rispettino le caratteristiche
specifiche del viso maschile.
Le principali differenze funzionali ai trattamenti esteti-
ci tra uomo e donna sono riferibili principalmente al diver-
so assetto ormonale. Il testosterone, ormone nettamente pre-
valente nell’uomo, determina l’entità dello spessore della cu-
te e delle secrezioni sebacee: la pelle dell’uomo infatti è mag-
giormente protetta dagli agenti esterni grazie alla quantità di
sebo presente nel film idrolipidico, è più resistente e più spes-
sa mediamente del 20% rispetto a quella femminile. Ne con-
segue che il viso maschile invecchia più tardivamente rispetto
a quello femminile ma, una volta comparse, le rughe diventa-

6 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

006_8_Tematico_E38.indd 6 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
li uomini e la medicina estetica
no rapidamente profonde e decisamente più evidenti. Men-
Un viso curato dall’aspetto
tre il volto femminile evidenzia cedimenti legati all’invecchia-
fresco e riposato è il miglior
biglietto da visita per un mento maggiormente nei distretti medio e inferiore, quel-
uomo che vuole proporre lo maschile subisce modificazioni più evidenti nel terzo supe-
la sua immagine come un riore e in quello medio, a causa del diverso tipo di cute e de-
punto di forza nella vita gli annessi presenti. Vere e proprie minacce alla propria viri-
affettiva e lavorativa.
lità vengono poi considerati inestetismi tipicamente maschili
Sotto: uno degli interventi
chirurgici più diffusi come la pancetta, la ginecomastia (ipertrofia del seno) e la ca-
nel mondo machile è la duta dei capelli. Questi problemi meritano la giusta attenzio-
rinoplastica: nel 2017 sono ne da parte del medico che si pone l’obiettivo di migliorare la
stati 222.457 gli uomini che condizione di salute del paziente, intesa come benessere psi-
ne hanno fatto ricorso.
co-fisico, dunque aiutandolo anche a superare un disagio di
tipo psicologico.
In fondo cambia poco rispetto alla medicina estetica ri-
volta all’universo femminile se non per alcune caratteristiche
anatomiche differenti che è bene conoscere per non rischiare
di “femminilizzare” il volto del paziente. La medicina esteti-
ca per gli uomini è diventata una realtà con cui il professioni-
sta del settore deve confrontarsi quotidianamente ma che non
rappresenta un ostacolo per colui che ha seguito un percorso
di studi adeguato e che ha fondato la propria professione su
tre capisaldi: sicurezza, naturalezza e tutela della salute.
Ma quali sono i trattamenti, chirurgici e non, maggior-
mente richiesti dai maschietti? Il ricorso alla tossina botulini-
ca è di gran lunga il più richiesto, con oltre 650.000 interven-
ti nel mondo, pari al 13% del totale: ricordiamo che si tratta di
un farmaco che permette di inibire temporaneamente l’azione
dei muscoli mimici del volto riducendo la formazione delle ru- ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 7

006_8_Tematico_E38.indd 7 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
TEMATICO

IN UN AMBULATORIO DI MEDICINA ESTETICA


DUE TRATTAMENTI SU DIECI SONO Trattamenti di medicina estetica nel mondo
(dati ISAPS 2017)
RICHIESTI DA PERSONE DI SESSO MASCHILE,
Intervento Donne Uomini
UN DATO IN RAPIDA CRESCITA. Dermoabrasione 45.532 (78,9%) 12.142 (21,1%)
Epilazione permanente 830.854 (83,3%) 166.518 (16,7%)
ghe da espressione (dinamiche) e della parte superiore del volto
Filler acido ialuronico 2.954.389 (89,6%) 343.877 (10,4%)
(fronte e regione perioculare), provocate dalla contrazione dei
muscoli facciali, anche se il farmaco è stato approvato unica- Foto-ringiovanimento 457.057 (83,7%) 88.896 (16,3%)
mente per il trattamento delle rughe glabellari. Il risultato este- Idrossiapatite di calcio 141.800 (84,7%) 25.585 (15,3%)
tico nelle regioni trattate è talmente soddisfacente che la tossina Peeling chimici 324.363 (90,7%) 33.390 (9,3%)
botulinica in questi ultimi anni ha praticamente sostituito l’in- Resurfacing laser
179.093 (83,4%) 35.558 (16,6%)
tervento chirurgico di lifting della fronte. micro-ablativo (macchie)
Rimozione tatuaggi 67.648 (59,3%) 46.399 (40,7%)
L’epilazione è un problema Scleroterapia 61.577 (92,8%) 4.770 (7,2%)
non solo femminile Tossina botulinica 4.377.596 (87,0%) 656.097 (13,0%)
Al secondo posto non si poteva non trovare i filler all’aci- Trattamenti anti-cellulite 255.848 (95,6%) 11.708 (4,4%)
do ialuronico, in continuo aumento, di cui più di uno su die-
ci è richiesto dal sesso forte: in questo numero ce
ne occupiamo esaustivamente, qui ricordiamo con le donne: otoplastica, rinoplastica e rimo-
solo che il filler ialuronico più richiesto al zione dei tatuaggi li vedono infatti posizio-
maschile riguarda le rughe del viso. A se- nati tra il 25 e il 40%.
guire, con oltre 290.000 interventi, tro- In conclusione, medicina estetica e
viamo la blefaroplastica, più comune- chirurgia plastica non sono più specia-
mente nota come “chirurgia estetica lità “in rosa” come vengono tradizio-
delle palpebre” o “ringiovanimento nalmente considerate: bisogna pren-
dello sguardo”, in cui la componente dere atto della presenza sempre più
maschile rappresenta più di un quin- importante della componente ma-
to del totale, seguita dalla liposuzio- schile, destinata a crescere e, se non a
ne che, con poco più del 15% del to- raggiungere, certamente ad avvicinar-
tale degli interventi, testimonia l’inte- si di molto a quella femminile. Si può
resse tutto maschile per una linea im- pensare che la parità dei sessi, in fatto
peccabile. C’è chi ancora crede che un di vanità, c’è da sempre. n
petto “irsuto” sia una prerogativa tipica-
mente maschile e per questo rivendicata con
orgoglio, ma non è così: sono oltre 166.000 i trat- Gli inestetismi tipicamente maschili come la pancetta
vengono considerate minacce alla propria viralità: questi
tamenti di epilazione permanente richieste dagli uomini,
problemi meritano la giusta attenzione da parte del medico.
in percentuale quasi il 17% del totale. Abbiamo infine i trat- In basso: sono oltre 166.000 i trattamenti di epilazione permanente
tamenti “unisex”, in cui gli uomini competono testa a testa richiesti dagli uomini, in percentuale quasi il 17% del totale.

Interventi di chirurgia plastica nel mondo


(dati ISAPS 2017)

Intervento Donne Uomini


Addominoplastica 726.781 (90,6%) 75.453 (9,4%)
Blefaroplastica 1.054.179 (78,3%) 292.707 (21,7%)
Brachioplastica 130.092 (94,9%) 6.938 (5,1%)
Lifting cosce 80.223 (92,5%) 6.505 (7,5%)
Lifting décolleté 212.484 (80,7%) 50.736 (19,3%)
Lifting sopracciglio 199.908 (80,2%) 49.435 (19,8%)
Lifting viso 398.515 (85,6%) 66.781 (14,4%)
Liposuzione 1.336.478 (84,9%) 237.201 (15,1%)
Otoplastica 172.155 (60,0%) 114.915 (40,0%)
Rinoplastica 654.796 (74,6%) 222.457 (25,4%)
Torsoplastica 23.850 (80,9%) 5.637 (19,1%)

8 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

006_8_Tematico_E38.indd 8 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PAGINA ADV DENSIDIANE 23x29.7cm_Layout 1 30/10/19 12:16 Pagina 1

DENSIDIANE ®

Pelli fragili, sottili


o atrofiche

✓ TRATTAMENTO
A TRIPLA AZIONE:
idrata
ridensifica
ristruttura
A base di
• Vitamina C
• Acido Ialuronico
• Burro di Karitè

NOREVA ITALIA Srl - Piazza Luigi di Savoia, 2 - 20124 Milano - Tel 02/49519740 - info@noreva-it.com - www.noreva-laboratoires.com - www.dermana.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
ROMA INTERNATIONAL
ESTETICA 2020 TRA
INNOVAZIONE TECNOLOGICA,
CONVEGNI E WORKSHOP
La 13° edizione della manifestazione, che si tiene dal 1 al 3 febbraio 2020
alla Fiera di Roma, si preannuncia piena di novità nel campo estetico

R
oma International Estetica 2020, manifestazione Neurobiologia della Bellezza. Pelle, Amore e Cosmetologia
organizzata da Fiera Roma, si conferma una dove interverranno medici ed esperti nei tre giorni di fiera,
delle vetrine migliori per gli appassionati del sotto il coordinamento tecnico del dott. Umberto Borellini,
mondo beauty e i professionisti del settore cosmetologo e psicologo.
estetico che amano rimanere aggiornati su Il mondo digitale diventa un motore importante per il
tutte le novità. La 13a edizione della fiera professionale settore del beauty e in questo ambito si colloca l’interven-
dell’estetica e del benessere si terrà presso il polo to di Mauro Lupi, Strategy Director: “Come rinnovare il ma-
espositivo dall’1 al 3 febbraio 2020. Un immancabile ke up della tua strategia digitale: strumenti, modelli ope-
appuntamento dedicato a tutti gli operatori del settore rativi e casi concreti”, in cui descriverà come aggiorna-
estetico, in cui produttori, distributori, rappresentanti e re la strategia digitale dell’azienda al fine di renderla uno
società di servizi, potranno confrontarsi con estetiste, strumento di business a 360° attraverso esempi pratici e
imprenditori, onicotecnici, terapisti, operatori sanitari. teorici.
Novità di questa edizione è la collaborazione con AIDE-
La fiera ha tra i suoi punti di forza la presenza di pro- CO (Associazione Italiana di Dermatologia e Cosmetolo-
fessionisti, attenti alla qualità dei prodotti e proiettati ver- gia) che durante la manifestazione porterà il proprio con-
so una crescente evoluzione professionale, che per l’al- tributo sulle ultime innovazioni nel settore cosmetico e fa-
ta partecipazione di appassionati del settore beauty. Ro- cendo chiarezza su miti e realtà in questo campo con il
ma International Estetica 2020 mette in mostra l’intero mon- workshop Cosmetica: innovazioni, news, miti e realtà ver-
do dell’estetica professionale, coinvolgendo tutti i visitatori so il 2020
anche con dimostrazioni, eventi e sfilate che cattureran-
no l’attenzione del grande pubblico, interessato a scoprire Il corso ECM con il coordinamento scientifico del Dott.
le ultime novità. Si potrà fare business, senza perdere di vi- Paolo Bastianelli avrà come tema la “Medicina Estetica
sta la formazione, grazie a incontri, corsi ECM e workshop, ed Estetica: quali obiettivi in comune e quali i limiti a livel-
condotti dagli esperti più rappresentativi che hanno fat- lo professionale”; mentre al Dott. Giovanni Di Castri è af-
to la storia dell’estetica in campo scientifico, biologico e fidato anche quest’anno il Coordinamento Educational
cosmetico. Scuole del seminario rivolto alle allieve del II e III anno di
istituti e scuole di estetica professionale dal titolo “Profes-
Convegni, workshop e corsi ECM sione Estetista: approccio razionale e nuove prospettive
Roma International Estetica ha fatto della formazio- terapeutiche”.
ne continua uno dei suoi punti di forza e permette di rima-
nere sempre aggiornati su temi di attualità: dai singoli in- L’innovazione tecnologica
gredienti di un prodotto a un nuovo macchinario o all’ulti- La manifestazione da sempre annovera tra le sue fi-
ma tipologia di massaggio. Questo perché agli estetisti è le le maggiori aziende del settore, per proporre ai visita-
richiesta una maggiore consulenza tecnica per avere un tori il meglio dell’innovazione tecnologica nel settore del
approccio su misura alle esigenze del singolo cliente. beauty.
Tra gli appuntamenti in agenda un ruolo di spicco lo ri- Tra i protagonisti dell’edizione 2020 va segnalata l’azien-
coprono i convegni. Il tema principale delle tre giornate è da Storz Medical, spin-off della Karl Storz, leader mondiale

010_11_Fiera_E38.indd 2 25/11/19 16:51


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
nel settore endoscopico, fondata del 1945. Il know how del- bronzate. La luce dell’HDLaser808 ha anche la funzione
la società si concentra sulla tecnologia onda d’urto che dal di fotobiostimolazione dinamica, utile per illuminare il viso
2009 viene applicata nel settore dell’estetica professionale e ringiovanirlo, stimolando il derma in profondità.
per il trattamento degli inestetismi del viso e del corpo. A Roma International Estetica 2020 anche il meglio del-
A Roma International Estetica, la società presenta D100, le Spa. Per l’azienda LEMI, che dal 1989 produce letti-
uno strumento pensato per l’estetica professionale. Il mac- ni, poltrone e cabine multifunzione per il settore Beauty &
chinario utilizza le Onde Acustiche Radiali AWT® ed ha Spa, la cura nello stile e nell’estetica degli strumenti realiz-
la peculiarità di ridurre le cellule adipose e il rilassamen- zati è fondamentale per accogliere i clienti durante i trat-
to del tessuto connettivo, grazie agli impulsi sonori di natu- tamenti. I lettini e le poltrone LEMI sono tutte prodotte in
ra meccanica che agiscono in sequenza rapida e ripetu- Italia, caratterizzate dal design moderno e personalizzabi-
ta, irradiandosi dal centro verso la circonferenza della zo- le, per venire incontro alle esigenze sia degli operatori del
na trattata. settore estetico che per i loro clienti.
Questa innovativa metodica è assolutamen-
te non invasiva. Le onde acustiche radiali AWT® La tradizione, la storia e innovazione arrivano a Roma
sono anche un trattamento efficace per contra- International Estetica 2020 con l’azienda Callegari che dal
stare i segni di invecchiamento cutaneo del viso. 1930, progetta, produce e commercializza le strumentazio-
ni più innovative e professionali nell’ambito dei settori me-
L’innovazione tecnologica è uno degli elementi fonda- dicali, farmaceutico, del beauty e del wellness.
mentali anche per quanto riguarda l’epilazione perma-
nente. In questa cornice, si colloca l’azienda piemontese INFO GENERALI:
Etik – Beauty Factory, che espone il suo ultimo ritrovato tec- Fiera di Roma
nologico per l’eliminazione definitiva dei peli. HDLaser808 Sabato 1, domenica 2 febbraio: 9,30 – 19,00
è l’innovativo dispositivo realizzato totalmente in Italia, che | Lunedì 3 febbraio: 9,30 – 18,00
si adatta a qualsiasi tipo di pelle, anche quelle ab - www.romainternationalestetica.it

010_11_Fiera_E38.indd 3 25/11/19 16:51


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
La posta
del chirurgo
Le lettere per il prof. Basoccu possono essere inviate presso
STUDIO MEDICO BASOCCU,
Via di Campo Marzio 69, 00186 Roma.
Indirizzo di posta elettronica:
profbasoccu@gmail.com
Sito internet: www.studiobasoccu.com

Il professor Giulio Basoccu,


specialista in Chirurgia Plastica,
Estetica e Ricostruttiva.

Il “lifting
da pausa pranzo”
H
o 46 anni e vorrei sottopor-
mi a un lifting del viso pri-
ma che il “post-trattamento” sia troppo
evidente, visto che le rughe sono anco-
ra accettabili, poco profonde e ben na-
scondibili con un buon make-up. Sono
però molto perplessa nei confronti del
classico lifting con bisturi, mentre l’al-
ternativa filler mi sembra troppo poco
duratura, non vorrei dovermi sottoporre
a continui “ritocchini”… Possibile che
non esista una via di mezzo che garanti-
sca risultati abbastanza stabili nel tempo
e al contempo non mi obblighi a passa-
re sotto i ferri? Clorinda, Pesaro.

La via di mezzo esiste e si chiama


“lunch-time lift” o “soft lift”: è un trat-
tamento anti-age per il viso ben distin-
to dal lifting cervico-facciale, che rientra
nella categoria degli interventi di chi-
rurgia plastica propriamente detta. Es-
so combina l’azione dei fili biostimolan-
ti e biorivitalizzanti in polidiossanone o
PDO (un materiale sintetico ma comple-
tamente riassorbibile per idrolisi in cir-
ca 6 mesi) con quella dell’acido ialuroni-
co mediante filler. Non si tratta beninte-
so di un vero e proprio lifting ma di una
procedura più discreta e meno invasiva,
della pelle nella zona trattata. Essa con-
siste nel montare su aghi cavi i fili, mol-
to piccoli e sottili (a partire da un ven-

12 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

012_16_Posta_E38.indd 12 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
tesimo di millimetro), e posizionarli nel e distendere i tessuti e quindi incrocian- sì un effetto trofico e tonificante. I tempi
derma, dove generano un effetto stimo- do i fili in reticoli più o meno complessi. di riassorbimento sono di circa 6-7 me-
lante sulla produzione del collagene e di Possono essere inseriti senza alcun tipo di si, durante i quali il risultato ottenuto
tutti i componenti responsabili del turgo- anestesia, ambulatorialmente. I fili, oltre migliora visibilmente. I fili si riassorbo-
re cutaneo, e al contempo sostengono e ri- ad avere una funzione di “gabbia” di so- no completamente per azione idrolitica,
posizionano il tessuto cadente. I fili so- stegno, hanno una doppia azione stimo- in maniera del tutto naturale ed innocua
no auto-ancoranti e la direzione in cui lante: meccanica, con l’attivazione dei ma la biostimolazione e l’effetto lifting
vengono inseriti, nonché la loro quanti- fibroblasti che producono il collagene e durano ancora, poiché il supporto pro-
tà, sono pianificate dal medico a seconda altre sostanze fondamentali per la textu- dotto dai fili avrà generato una impor-
della regione da trattare, creando il pat- re cutanea; sui tessuti, agendo sul meta- tante stimolazione endogena i cui benefi-
tern (modello) più adatto per compattare bolismo e sul microcircolo e ottenendo co- ci saranno visibili molto più a lungo. ®

Cosmetica e Medicina sociale tano la soglia di tolleranza del derma e riducono le reazioni di

S ono una vostra lettrice di 42 anni, in cura da un


anno e mezzo presso il reparto di oncologia di un
grande ospedale milanese. Mi ha molto colpito l’articolo di
iperreattività ai fattori ambientali. Si tratta insomma di una co-
smetica nuova, sempre più specialistica, pensata appositamente
per offrire un sollievo, e soprattutto una maggiore autostima, ai
apertura del numero scorso, sulla specializzazione che prevede pazienti oncologici.
l’utilizzo di terapie di Medicina estetica in pazienti, come me,
sottoposti a terapie oncologiche. Vorrei se possibile saperne di
più riguardo alla prescrizione cosmetica, in particolare sulla ti-
pologia e sulla composizione dei prodotti da utilizzare duran-
te e dopo la terapia oncologica. Marcella, Pavia.

La pelle del paziente oncologico è spesso fragile, arrossa-


ta, dolente, con presenza di pruriti e sensazioni di disagio accen-
tuate e diffuse. L’intervento dermocosmetico per una pelle così de-
licata e sensibile mira a ridurre disidratazione e irritazione, ri-
pristinando lo strato corneo protettivo attraverso l’uso di prodot-
ti cosmetici formulati con ingredienti emollienti e lenitivi. Og-
gi la cosmetologia dispone di molteplici molecole che, opportuna-
mente combinate in sinergia sotto forma di emulsioni, gel, deter-
genti, dispersioni, ecc., possono migliorare nettamente la condi-
zione cutanea dei pazienti. Parliamo di molecole ad alta effica-
cia e bassa percentuale di utilizzo come l’allantoina, una sostan-
za antiossidante e cicatrizzante che contribuisce ai processi di ri-
parazione epidermici, sia in forma naturale che di sintesi, usa-
ta da tempo come rimedio contro tagli, escoriazioni e ferite. So-
no poi disponibili prodotti a base di molecole filmogene, in grado
di trattenere acqua nei tessuti, come l’acido ialuronico ad alto pe-
so molecolare (v. l’articolo in questo numero), il trealosio, la glice-
rina, lo xilitolo e il sorbitolo. Anche il sistema conservante è fon-
damentale: si tratta di ingredienti che hanno attività idratante e
umettante e che sviluppano al contempo una importante attività
antimicrobica, rispettando al massimo la barriera cutanea alte-
rata. Da tenere sotto controllo anche l’alterazione della flora mi-
crobica normalmente presente sulla pelle, in quanto le varie tera-
pie possono modificare la qualità e quantità del microbioma; l’u-
tilizzo di lattoferrina nei prodotti può aiutare a mantenere nella
norma i valori. Vanno preferiti poi i prodotti la cui emulsiona-
bilità è ottenuta arricchendo la fase grassa con oli vegetali ad al-
to contenuto di acidi grassi polinsaturi (omega 3-6-9), come per
esempio il riso, l’argan e il burro di karité. Ancora, non dovreb-
bero mancare le molecole in grado di lenire il prurito con un’atti-
vità simile ad un anestetico: possono essere peptidi di sintesi o so-
stanze più naturali come l’estratto del pepe di Sichuan, tutti in-
gredienti basati su un meccanismo di azione che in modo speci-
fico riduce le risposte nervose a stimoli esterni, inoltre incremen-

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 13

012_16_Posta_E38.indd 13 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LA POSTA DEL CHIRURGO

Ultrasuoni
e maniglie dell’amore
A
P
ur avendo da poco supera-
to i miei primi 50 anni so-
no ancora in ottima forma e, tutto som-
mato, sarei pienamente soddisfatta del
mio corpo se non fosse per le cosiddette
“maniglie dell’amore”, un nome poetico
che in realtà nel mio caso si riferisce a
un voluminoso e antiestetico “rotolo” di
ciccia perfettamente simmetrico su am-
bedue i fianchi. Ginnastica mirata, jog-
ging, diete… Ho provato di tutto ma
senza successo. Una mia amica mi ha
suggerito un intervento non chirurgico
che si chiama Ultrashape: me lo consi-
glia, professore? Anna Laura, Sassari.

Effettivamente l’Ultrashape è una


tecnologia non invasiva (niente bisturi,
dunque) che si basa sull’utilizzo di ultra-
suoni focalizzati, pulsati ad elevata poten-
za, per eliminare selettivamente le cellu-
le adipose senza “bruciare” i tessuti circo-
stanti in quanto non vi è alcun aumento da rendere questa metodologia particolar-
di temperatura. In tal modo si ottiene una mente indicata per la riduzione delle aree Infrarossi in funzione
sensibile riduzione di volume e di spessore adipose localizzate, come appunto quelle anti-aging
dei depositi di grasso. Lo scanner è costi-
tuito da un manipolo esterno collegato a
un generatore di impulsi computerizzato,
dei fianchi. Nelle ore successive all’inter-
vento (che non comporta alcun ricovero,
né anestesia) gli adipociti distrutti dagli
S ono da poco entrata in meno-
pausa e, pur non avendo fi-
nora notato particolari segni di invec-
con esso è possibile veicolare gli ultrasuo- ultrasuoni e i relativi metaboliti vengono chiamento sul mio corpo, vorrei gioca-
ni focalizzati con estrema precisione, tale eliminati fisiologicamente dall’organismo. re d’anticipo e per questo mi interessa-
no particolarmente i trattamenti anti-
aging di cui parlate nella vostra rivista.
Sono davvero tanti e questo mi confor- S
ta, ma almeno da quando vi seguo non C
mi sembra che abbiate finora mai par-
C
lato di un nuovo trattamento a base di T
luce infrarossa di cui ha parlato di re-
cente una nota blogger, ma per la verità •T
in modo piuttosto ambiguo e tutt’altro Da
che esauriente. Mi chiarisce lei di che si 18
un
tratta, professore? Lucia, Firenze.
•O
Il dispositivo a luce infrarossa non
coerente è un metodo non invasivo e non •F
chirurgico che permette di ridurre e con- •P
trastare alcuni segni dell’invecchiamento ist
cutaneo, come le rughe e la perdita di to- pa
no cutaneo. Questa tecnologia è nata in
medicina estetica per il rimodellamen- •C
to cutaneo del viso e del collo, ma ne pos-
sono beneficiare altri distretti, essendo-
si dimostrata una diminuzione della lassi-
tà cutanea e un aumento del tono a livel-
lo dell’addome, del seno e delle braccia. Si
tratta di una metodica approvata dal-
la FDA americana (Food and Drug Ad-
ministration) già dal 2005, ma solo di re- ®

14 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

012_16_Posta_E38.indd 14 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ABBONATI SUBITO!
TO
D EL 36 ,90€ invece
40€ di 53,

%
N

1
O
SC

3
VERSIONE
o DIGITALE IN
ann eri
1 um OMAGGIO!
6n

PERCHÉ ABBONARSI:
• Prezzo della rivista bloccato per un anno
• Sicurezza di ricevere tutti i numeri

COUPON DI ABBONAMENTO

Sì! Mi abbono
a Medicina e chirurgia estetica
Riceverò 6 numeri a soli 36,90 euro anziché 53,40 euro con lo sconto del 31%

❏ Inviate Medicina e chirurgia estetica al mio indirizzo:


Tagliare lungo la linea tratteggiata - Puoi anche fotocopiarlo per non rovinare la rivista

Cognome e Nome
SCEGLI IL METODO PIÙ Via N.
COMODO PER ABBONARTI: Località CAP Prov.
CHIAMACI E ATTIVEREMO INSIEME IL Tel. email
TUO ABBONAMENTO
❏ Scelgo di pagare così:
•TELEFONA al N. 02 87168197 Con bonifico IBAN IT40H0760101600000091540716 - intestato a Sprea S.p.A.
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle
Con il bollettino intestato a Sprea S.p.A. Via Torino 51, 20063 Cernusco S/Naviglio (MI)
18,00. Il costo massimo della telefonata da linea fissa è pari a conto postale N° 000091540716
una normale chiamata su rete nazionale in Italia. Con carta di credito: Visa Diners Mastercard
•ONLINE www.sprea.it
Numero
•FAX invia il coupon al N. 02 56561221 Codice di tre cifre che appare
Scad. (mm/aa) sul retro della carta di credito
•POSTA Ritaglia o fotocopia il coupon seguendo le
istruzioni a lato e inviacelo insieme alla copia della ricevuta di Firma
pagamento via fax o mail (abbonamenti@sprea.it).
❏ Regalo Medicina e chirurgia estetica
• CONTATTACI VIA WHATSAPP (quindi non speditelo al mio indirizzo sopra) a:
Cognome e Nome
3206126518 (Valido solo per i messaggi) Via N.
Località CAP Prov.
Tel. email
Informativa ex Art.13 LGS 196/2003. I suoi dati saranno trattati da Sprea SpA, nonché dalle società con essa in rapporto di
controllo e collegamento ai sensi dell’art. 2359 c.c. titolari del trattamento, per dare corso alla sua richiesta di abbonamento. A
tale scopo, è indispensabile il conferimento dei dati anagrafici. Inoltre previo suo consenso i suoi dati potranno essere trattati dalle Il beneficiario del tuo abbonamento riceverà una mail dove gli verrà comunicato il regalo
Titolari per le seguenti finalità: 1) Finalità di indagini di mercato e analisi di tipo statistico anche al fine di migliorare la qualità
dei servizi erogati, marketing, attività promozionali, offerte commerciali anche nell’interesse di terzi. 2) Finalità connesse alla
comunicazione dei suoi dati personali a soggetti operanti nei settori editoriale, largo consumo e distribuzione, vendita a distanza,
arredamento, telecomunicazioni, farmaceutico, finanziario, assicurativo, automobilistico e ad enti pubblici ed Onlus, per propri
Compila, ritaglia e invia questo coupon in busta chiusa a:
® utilizzi aventi le medesime finalità di cui al suddetto punto 1) e 2). Per tutte le finalità menzionate è necessario il suo esplicito
consenso. Responsabile del trattamento è Sprea SpA via Torino 51 20063 Cernusco SN (MI). I suoi dati saranno resi disponibili alle
Sprea S.p.A. - Servizio abbonamenti - Via Torino 51, 20063 Cernusco Sul Naviglio (MI)
seguenti categorie di incaricati che li tratteranno per i suddetti fini: addetti al customer service, addetti alle attività di marketing,
addetti al confezionamento. L’elenco aggiornato delle società del gruppo Sprea SpA, delle altre aziende a cui saranno comunicati i oppure invialo via mail
suoi dati e dei responsabili potrà in qualsiasi momento essere richiesto al numero +39 0287168197 “Customer Service”. Lei può
in ogni momento e gratuitamente esercitare i diritti previsti dall’articolo 7 del D.Lgs.196/03 – e cioè conoscere quali dei suoi dati Accetto di ricevere offerte promozionali e di contribuire Accetto che i miei dati vengano comunicati
vengono trattati, farli integrare, modificare o cancellare per violazione di legge, o opporsi al loro trattamento – scrivendo a Sprea
SpA via Torino 51 20063 Cernusco SN (MI). con i miei dati a migliorare i servizi offerti (come specificato a soggetti terzi (come indicato al punto 2
al punto 1 dell’informativa privacy): ❏ SI ❏ NO dell’informativa privacy): ❏ SI ❏ NO

OFFERTA VALIDA SOLO PER L’ITALIA

012_16_Posta_E38.indd 15 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LA POSTA DEL CHIRURGO

cente introdotta anche da noi. Agisce gra- le rughe per almeno 3-6 mesi, con man- tiva e variabile a seconda delle aree trat-
zie all’effetto termico dell’infrarosso che tenimento dei risultati per almeno 14-18 tate, normalmente tollerata dalla pazien-
determina la contrazione immediata del mesi, nella maggior parte dei casi tratta- te, tanto che non è prevista anestesia loca-
collagene e la sua rinnovata produzione ti. La durata di una seduta prevede tempi le di tipo iniettivo e solo in rari casi vie-
nei mesi successivi al trattamento, agevo- variabili da mezz’ora a un’ora e mezza, a ne applicata, sulla zona da trattare, una
lando il cosiddetto ringiovanimento cuta- seconda dell’area da trattare e del nume- crema anestetica. Generalmente gli effet-
neo non ablativo senza alcuna alterazio- ro di passaggi da effettuare con il manipo- ti collaterali sono assenti e né l’attività so-
ne delle strutture superficiali e quindi sen- lo sulla cute, che permette il trasferimento ciale né quella lavorativa vengono condi-
za alcun possibile danno epidermico. Lo dell’energia negli strati profondi del der- zionate dal trattamento. L’eritema (rosso-
stimolo termico condiziona un progressivo ma. L’effetto termico della luce infrarossa re), se presente, è minimo e scompare dopo
miglioramento della lassità cutanea e del- trasmette una sensazione di calore, sogget- poche ore. Due trattamenti sono sufficien-
ti per ottenere risultati significativi nel-
la maggior parte dei pazienti trattati. Va
detto però chiaro e tondo che la luce in-
frarossa non coerente non può essere para-
gonata per risultati e durata ad un vero e
proprio intervento chirurgico estetico, an-
che se come detto i miglioramenti su alcu-
ni aspetti dell’invecchiamento cutaneo so-
no da considerarsi significativi, senza i di-
sagi e gli effetti collaterali riconducibili ai
bisturi.

Un’alternativa
poco indicata

C onoscevo bene (per essermici


sottoposta con successo qual-
che tempo fa) la lipoaspirazione a livel-
lo pancia e fianchi, ma confesso di esse-
re rimasta piuttosto sorpresa nel legge-
re che questa metodologia chirurgica si
può applicare anche al viso e al décolle-
té come alternativa al bisturi per correg-
gere inestetismi di collo e mento. È ve-
ro? Federica, Varese.

Più che di lipoaspirazione parlia-


mo piuttosto di piccole liposculture nel-
la zona del collo e del doppiomento, dove
l’accumulo di grasso determina un ineste-
tismo che può essere eliminato aspirandolo
con microcannule molto sottili. Il proble-
ma, intervenendo in questi distretti, risie-
de nel fatto che, ovunque si esegue un’aspi-
razione, ne consegue un trauma chirurgi-
co localizzato per neutralizzare il quale c’è
bisogno di esercitare una compressione più
o meno prolungata ed energica nel post-
operatorio. Tale pressione viene praticata
di regola con guaine elastiche contenitive,
facilmente applicabili agli arti o sui fian-
chi ma, com’è intuibile, di assai più pro-
blematica applicazione sul viso e sul col-
lo. Sono allo studio ormai da diverso tem-
po soluzioni sostitutive altrettanto efficaci
delle guaine, ma al momento non sembra-
no essere pronte e di conseguenza la lipoa-
spirazione in zona viso-décolleté resta poco
applicata. n

16 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

012_16_Posta_E38.indd 16 25/11/19 14:56


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LASER FACE LIFTING NON INVASIVO

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
CHIRURGIA ESTETICA

Riciclare il superfluo:
belle con il proprio grasso
Recuperare e riutilizzare
il grasso da determinate
aree corporee in cui è
presente in maggiori e
indesiderate quantità è una
delle idee più geniali della
chirurgia estetica, tanto
più che questa pratica si è
dimostrata utile anche nella
ricostruzione dei tessuti
danneggiati
di Alessandro Mancini

L’infiltrazione di grasso autologo è


utile per aumentare o correggere il
volume del seno e per migliorare la
consistenza e l’estetica del tessuto
mammario compromesso da esiti
di radioterapia o ricostruzione
mammaria con espansori o protesi.

18 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

18_20_Chirurgia_E38.indd 18 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
G
ià agli inizi del XX secolo era nota la possibilità di Il lipofilling consiste
reimpianto chirurgico di tessuto adiposo a scopo nel prelievo del
riempitivo, principalmente per il volto e la mam- proprio grasso da
aree corporee in
mella, ma le tecniche adottate si rivelarono assai cui è presente in
empiriche e inaffidabili in termini di risultati, co- maggiori quantità
sì furono presto abbandonate. Solo negli anni Ottanta del se- (addome, fianchi,
colo scorso il medico francese P. Fournier introdusse la tecnica cosce) e nel
di iniezione del grasso non purificato come impianto autologo suo successivo
trasferimento in
tramite siringa (lipoaspirazione), che chiamò liposcultura o li- parti del corpo
pofilling. Da allora, la procedura si è notevolmente diffusa con dove si desidera
finalità sia estetico-riempitive sia ricostruttive e funzionali. maggiore volume.
Il lipofilling è quindi una metodica chirurgica che consiste
nel prelievo del proprio grasso da determinate aree corporee in
cui è normalmente presente in maggiori e indesiderate quanti-
tà (addome, fianchi, cosce), e nel suo successivo trasferimento -
dopo adeguato trattamento - in altre regioni del corpo dove sia
viceversa deficitario e risulti necessaria un’integrazione per fi-
ni estetici o ricostruttivi. Si tratta quindi di un innesto di tessu-
to autologo, attuato mediante l’infiltrazione di grasso prelevato
dallo stesso paziente. • Glutei. Il lipofilling è particolarmente indicato per ride-
Dal momento che questa tecnica prevede l’utilizzo di cellu- finire i glutei, lo scopo è quello di aumentarne il volume con
le adipose autologhe, non possono dare luogo a intolleranze o un innesto autologo di grasso intramuscolare tramite una tec-
reazioni allergiche, ed essendo poco invasiva la paziente in cir- nica sicura, priva di cicatrici o segni visibili, con risultati na-
ca 7-10 giorni potrà tornare a svolgere qualsiasi tipo di attivi- turali e duraturi. Il lipofilling può essere effettuato in associa-
tà lavorativa e sociale. Poiché nell’innesto non viene conserva- zione con intervento di gluteoplastica con protesi per aumen-
ta alcuna connessione vascolare con il sito di prelievo, il tessuto tare lo spessore sottocutaneo, per migliorare la silhoutte della
trasferito può sopravvivere nella nuova sede soltanto se si trova regione e per prevenire eventuali contratture capsulari.
a diretto contatto con altri tessuti ben vascolarizzati, dai quali • Arti. Il lipofilling può correggere eventuali asimmetrie
trarrà nutrimento per imbibizione o formando col tempo nuo- o un’eccessiva magrezza delle gambe (specie del polpaccio) e
ve connessioni vascolari. La tecnica del lipofilling è quindi par- delle braccia (avambraccio).
ticolarmente indicata per correzioni circoscritte e localizzate, • Viso. Si effettua soprattutto su persone che presentano
da attuarsi mediante infiltrazione di piccole quantità di grasso inestetismi legati all’approfondirsi di solchi e di rughe, a defi-
in tessuti ben vascolarizzati, mentre trova seri limiti di applica- cit volumetrici (in particolare nella regione periorbitale e nelle
zione nel caso di innesti di grandi quantità, in quanto si rischia guance), a ridotta definizione del profilo mandibolare o del-
che molte cellule adipose iniettate non vengano a contatto con la regione del mento. A livello delle labbra e della regione ma-
i tessuti vascolarizzati e vadano incontro a necrosi ed infezioni. lare (zigomi) l’aumento volumetrico ottenuto rappresenta una
valida alternativa ai filler tradizionali con materiali riassorbi-
Una tecnica versatile bili, offrendo un risultato più stabile e naturale.
con tante applicazioni Se l’obiettivo è un ringiovanimento globale del viso, il li-
Il trattamento chirurgico di lipofilling si articola in tre pofilling può essere associato a un intervento di lifting: in
fasi: tal caso, i vantaggi legati al riempimento dei volumi saran-
1) Prelievo del tessuto adiposo, eseguito mediante delle no esaltati dal sollevamento dei tessuti profondi del viso nel-
micro-cannule collegate a piccole siringhe munite di un ser- le posizioni più idonee. Altri interventi in abbinamento al li-
batoio per la raccolta del grasso e dei suoi derivati, in partico- pofilling possono essere la blefaroplastica (chirurgia delle pal-
lare le cellule staminali; pebre), la malaroplastica, la mentoplastica o altri interventi di
2) Purificazione del prelievo mediante centrifuga o filtra- chirurgia estetica. In qualche caso potrebbero essere necessa-
zione-assorbimento degli elementi cellulari (cellule adipose e ri dei piccoli ulteriori interventi dopo quello iniziale a distan-
staminali) che il chirurgo desidera utilizzare; za di 3-6 mesi.

3) Reinnesto nell’area da trattare mediante analoghe mi- • Mammella. Il lipofilling trova vasta applicazione sia in
cro-cannule collegate a siringhe. mastoplastica estetica che in quella ricostruttiva legata ai tu-
Grazie alla ricchezza in cellule staminali tipica del tessuto mori del seno. L’infiltrazione di grasso autologo è inoltre uti-
adiposo, con il lipofilling è possibile ottenere un sensibile mi- le per aumentare o correggere il volume del seno e per miglio-
glioramento estetico globale della regione trattata. Vediamo rare la consistenza e l’estetica del tessuto mammario compro-
alcuni esempi. messo da esiti di radioterapia, ricostruzione mammaria con
espansori o protesi, ecc. Al termine della ricostruzione mam-
maria, sia con tessuto autologo che mediante l’utilizzo di im-
pianti, possono talvolta permanere delle aree dal contorno ir-
regolare, soprattutto nella porzione superiore della mammel-
la. Queste imperfezioni, essendo piuttosto visibili, hanno un
impatto negativo nella vita sociale della paziente: il trapian- ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 19

18_20_Chirurgia_E38.indd 19 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
CHIRURGIA ESTETICA

Dal grasso una scoperta preziosa


U n’altra importante applicazione del li-
pofilling è il trattamento dei danni in-
dotti dalla radioterapia: le cellule staminali
(osseo, cartilagineo, muscolare, cardiaco,
endoteliale, nervoso). La cellule stamina-
li assicurano in questo modo la formazio-
pelle e promuovono la crescita dei capelli
attraverso l’attivazione delle cellule vicine.
L’innesto di grasso libero combinato con
mesenchimali presenti nel tessuto adipo- ne e il rinnovamento tissutale tramite la cellule staminali adipose gioca un ruolo
so accelerano infatti la rivascolarizzazio- sostituzione delle cellule che terminano molto importante nel mantenimento del
ne e quindi la guarigione dei tessuti dan- il loro ciclo vitale o che vengono lesiona- volume del tessuto adiposo iniettato. Per
neggiati. Proprio la scoperta clinica di cel- te o danneggiate e vanno quindi a mori- questo motivo l’utilizzo di innesti di gras-
lule staminali multipotenti (AMSC, Adipo- re. Ciò consente di effettuare trattamenti so con cellule staminali isolate dall’inne-
se Mesenchymal Stem Cells) all’interno efficaci soprattutto in campo ricostruttivo sto stesso è divenuta un’alternativa all’au-
del grasso aspirato è stata di fondamen- (traumi, ulcere croniche, danni da radiote- mento chirurgico dei tessuti molli: ultima-
tale importanza per la medicina, non solo rapia, ecc.) e ha di conseguenza notevol- mente tale tecnica viene utilizzata anche
estetica. La cellula staminale è una cellula mente incrementato le indicazioni all’im- per l’aumento del seno in chirurgia este-
indifferenziata, capace di replicarsi inde- piego del lipofilling, prima fra tutte la rige- tica riportando buoni risultati. Con lo svi-
finitamente; ad ogni sua suddivisione dà nerazione tissutale. Secernendo fattori di luppo della medicina rigenerativa e del-
origine a due cellule figlie delle quali una crescita, riescono a controllare e stimola- la ricostruzione tissutale, è aumentato an-
è staminale anch’essa, l’altra è capostipi- re la rigenerazione delle cellule della cute che l’interesse per il tessuto adiposo che,
te di una popolazione di cellule che a loro danneggiate: favoriscono e velocizzano la proprio per il suo alto contenuto di cellule
volta generano le cellule mature differen- guarigione delle ferite, ulcere e difetti cu- staminali, possiede un elevato potenzia-
ziate che formano i diversi tipi di tessuti tanei, migliorano la pigmentazione della le terapeutico.

cisioni di pochi millimetri, effettuate per introdurre la micro-


SULLE BASI DI ESPERIMENTI IN VITRO E STUDI cannula per l’aspirazione del grasso. Nelle sedi riceventi, invece,
PRECLINICI, LE CELLULE STAMINALI MULTIPOTENTI gli esiti cicatriziali sono del tutto assenti, in quanto il materiale
autologo prelevato viene iniettato direttamente mediante le mi-
SONO STATE APPLICATE IN VARI CAMPI CLINICI. cro-cannule, senza alcuna incisione. Subito dopo il trattamen-
to può essere avvertito un lieve indolenzimento delle aree trat-
to di grasso è una scelta ideale proprio per correggere questo tate, controllabile comunque con antidolorifici di uso comu-
tipo di inestetismo. Il lipofilling trova ampio impiego inoltre ne. La procedura chirurgica si conclude con un bendaggio ela-
come tecnica coadiuvante la mastoplastica additiva con pro- sto-compressivo, la cui funzione è ridurre eventuali ematomi o
tesi, infatti possono a volte residuare piccole zone di contor- edemi nell’immediato post-operatorio.
no irregolare e fastidiose pieghe; innestando grasso autologo Viene inoltre fatta indossare una guaina compressiva per
è possibile correggere tali difetti. Inoltre può esse- avvolgere la parte trattata, allo scopo di ridurre
re anche utilizzato per correggere la contrattu- eventuali ecchimosi o gonfiori, mantenuta ge-
ra capsulare. neralmente per tre settimane dopo l’inter-
vento. Il ritorno alle normali attività si
Nessuna cicatrice ottiene gradualmente nell’arco di al-
grazie alle micro-cannule cune settimane.
Il lipofilling si effettua sia in Il risultato di un intervento di
anestesia locale con sedazione che lipofilling del corpo è general-
in anestesia generale, l’intervento mente molto soddisfacente e, do-
non è comunque doloroso e dura po parziale riassorbimento, va-
da mezz’ora circa a un paio d’ore, riabile da individuo ad indivi-
a seconda dell’ampiezza dell’area duo, duraturo.
da trattare e dei tempi tecnici ne- Proprio il parziale riassorbi-
cessari per la purificazione del tes- mento del grasso autologo, che
suto adiposo prelevato. Gli esiti ci- comporta la necessità di ulterio-
catriziali nelle sedi di prelievo sono ri “ritocchi” nei mesi successivi
pressoché invisibili, essendo localizza- all’impianto, costituisce l’unico limi-
ti in aree ben nascoste a seguito di in- te di questo intervento, che si segna-
la tuttavia tra i migliori per determinate
aree del corpo in cui soluzioni alternative di
In associazione ad un intervento di tipo chirurgico possono rivelarsi eccessivamen-
gluteoplastica con protesi, il lipofilling
può essere effettuato per aumentare lo spessore te invasive e con esiti cicatriziali importanti, mentre
sottocutaneo, per migliorare la silhoutte della regione e quelle cosmetiche non sarebbero in grado di offrire risultati
per prevenire eventuali contratture capsulari. soddisfacenti e altrettanto duraturi. n

20 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

18_20_Chirurgia_E38.indd 20 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ad Altissimo G’

PUBB.indd 1 21/11/19 13:22


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
MEDICINA ESTETICA ANTIAGING
sull’invecchiamento cutaneo di cui Klotho è certamente il più nuovi ed efficaci trattamenti, che riguardano l’invecchiamento cu-
importante ed è quello che ne regola l’attività e ne determina taneo dei vari organi e apparati.
l’espressione e la variabilità. Klotho infatti controlla la produzio- In particolare la recente scoperta di un microrganismo
ne dell’ormone omonimo e a sua volta regola e controlla uno dei Genebiotico denominato Lactobacillus paracasei subsp. pa-
principali fattori di crescita: come la SOMATOMEDINA, che è racasei F19 dalle straordinarie proprietà biotecnologiche, in
prodotta soprattutto dal fegato e nel derma sottocutaneo (fibro- grado di agire come “nano vettore biologico o carrier”, che
plasti) ed è importantissima nel processo di crescita dall’infanzia oltre ad influenzare direttamente il sistema immunitario,

Dal Genoma
all’età adulta favorendo la sintesi di collagene ed intervenendo sul- comunica ed interagisce con i geni dell’ospite.
la riparazione o generazione di pelle, ossa e cartilagini. Il Genobiotico Lactobacillus Paracasei subsp. Paracasei F19
Molti lavori scientifici dimostrano che in condizioni nor- possiede proprietà antinfiammatorie (l’infiammazione cronica e
mali la nostra vita è sotto il controllo di un complesso mecca- la sovraproduzione di citochine pro infiammatorie rappresenta

alla Farmacogenomica
nismo di regolazione del rapporto di insulina, fattore di cre- la base patogenetica più documentata dei processi d’invecchia-
scita e che la proteina Klotho, codificata dal gene omonimo mento cutaneo). Il Lactobacillus Paracasei subsp. Paracasei F19
sembra sia in grado di spegnere questo meccanismo aumen- è in grado per azione proteolitica di frazionare catene glicopro-
tando così la longevità dei vari geni e apparati. Quindi sembre- teiche in frammenti funzionali e fungere da nano vettore biolo-

alla Genocosmetica
rebbe chiaro che inibendo questo meccanismo, il gene Klotho po- gico per il trasporto attivo di sostanze (come Acido Ialuronico,
trebbe permetterci di vivere più a lungo. Antimicorbial Polypetide e Chlamydomonas Nivalis) a cui si
Da un punto di vista pratico, nonostante le premesse ed i ri- lega sui siti della sua parete cellulare e attraverso il sistema im-
sultati ottenuti dalle sperimentazioni indichino prospettive inco- mune legato al GALT ed al MALT.
raggianti, sono necessari ulteriori lavori scientifici e conferme per Il Genobiotico Lactobacillus Paracasei subsp. Paracasei F19 è
validarne i meccanismi sull’uomo, in considerazione del fatto che in grado di influenzare le espressioni geniche di alcuni geni com-
per adesso i risultati ottenuti su animali da esperimento indiche- preso quello che codifica per Klotho (gene antietà) spegnendo o
La conoscenza sempre più approfondita nel campo della Genomica rebbero un aumento della longevità superiore al 30% rispetto al- inibendo i meccanismi di segnalazione insulino/fattori di crescita
ha consentito di acquisire competenze esclusive per produrre nuovi ed efficaci le aspettative di vita normali che in caso di replicazioni dell’uomo
consentirebbe a tutti di superare agevolmente il secolo di vita.
aumentando la longevità dei vari organi e apparati.
Gli studi e le ricerche presentate dagli scienziati (in oc-
trattamenti per contrastare l’invecchiamento cutaneo La Medicina Estetica moderna che vuole operare in am- casione del XXI Congresso Ospedale e Territorio tenuto-
bito scientifico non può prescindere quindi da una corret- si a Napoli il 16 Novembre u.s, sul Microbioma Umano) in-
ta conoscenza di come l’epigenetica, ovvero la conoscenza ducono a delineare un nuovo “paradigma” secondo il qua-
di Augusto Sannetti dell’ambiente, dell’alimentazione e dei vari fattori atmosfe- le nuovi ed interessanti risultati per la medicina di precisio-
rici, riesce ad influenzare l’espressione dei nostri geni. ne, saranno possibili attraverso studi scientifici rigorosi che

L
D’altra parte la conoscenza sempre più approfondita del- approfondiscono la conoscenza e l’esplorazione del Micro-
a medicina anti- PER CORRISPONDENZA apparati della donna e dell’uo- le scienze omiche come Genomica, Metabolomica e Protonica, bioma umano individuando in maniera corretta i proces-
Centro Studi di Farmacogenomica e Genocosmesi
aging è parte inte- (PROBIOMICS CARE) mo accompagnando e acce- ha consentito di identificare le interconnessioni utili tra il Pro- si di trasporto ed i meccanismi d’interazione tra batteri, vi-
grante della medici- Via Francesco Saverio Nitti, 15 - info@acspharma.it lerando la perdita del tessu- bioma Umano ed il Microbiota e le correlazioni tra i miliardi di rus, funghi, cellule, spore che coabitano nei vari distretti e
na preventiva, prope- augustosannetti@gmail.com to osseo e l’alterazione del microrganismi che compongono il nostro organismo, i loro ge- la correlazione con i propri geni ed i geni dell’ospite.
deutica a quella Me- metabolismo. ni ed i geni dell’ospite. Tali conoscenze nel campo della Medicina Estetica hanno già
dicina di Precisione che rappre- Le proteine transmembrana prodotto dei risultati positivi e consentono di scoprire competen-
senta la metodologia introduttiva d’avanguardia e un passo im- di Klotho, infatti, si legano ad una famiglia di ormoni chiama- Genocosmesi e sintomi ze e strumenti di biostimolazione che permettono di rallentare e
portante per migliorare la cura di disturbi funzionali e patolo- ti F.G.F (Fattori di crescita dei Fibroplasti) che regolano funzio- dell’invecchiamento controllare l’invecchiamento cutaneo (Medicina Anti-Aging).
gie complesse e per garantire uno stato di salute per tutti i cit- ni e processi metabolici di molti organi, tra cui la cute, il fegato Oggi sappiamo con certezza come molti microrganismi L’essere in gradi di comprendere a fondo la relazione esi-
tadini, individuando trattamenti personalizzati per le varie cure i reni ed il cervello. (batteri, virus, spore, miceti), possono influenzare direttamente stente all’interno del nostro Microbioma permette di elaborare
che potranno cambiare il futuro della medicina e più specifica- Dal 2005 in avanti medici e biologi di diverse Università l’espressione dei geni, inclusi quelli che agiscono sull’invecchia- programmi dietetici, farmacologici, estetici e cosmetici utili in
mente quello della medicina estetica. degli USA (in particolare l’Università di Harvard a Boston) e mento cutaneo e in particolare perché ogni individuo alla na- particolare per configurare e indirizzare la medicina dell’invec-
La Genocosmesi è una branca della medicina anti-aging che gruppi di studio Europei, hanno ulteriormente studiato ed ap- scita è geneticamente e metabolicamente diverso da un altro e chiamento e meglio curare i disturbi funzionali e patologie cro-
studia rapporti e correlazioni tra i geni e l’invecchiamento cu- profondito il ruolo di Klotho che è stato ritenuto decisivo in che ognuno di noi reagisce in modo differente a parità di stile, niche degenerative tipiche dell’età avanzata.
taneo e le interconnessioni tra sistema immune e sequenze ge- particolare per l’invecchiamento e la degenerazione del sistema abitudini di vita ed alimentazione. Oggi una corretta valutazione di Medicina Estetica con-
netiche ed i geni la cui deregolazione up o down possono esse- dei tessuti cutanei. Oggi attraverso il processamento di indagini predittive ed sente di ottenere trattamenti e protocolli altamente indivi-
re causa di processi infiammatori o alterazioni metaboliche che attraverso lo studio e la conoscenza del Microbioma Umano, duali e consoni alle intrinseche esigenze della nostra pelle, ri-
possono danneggiare la pelle accelerando l’invecchiamento e la Il gene antinvecchiamento klotho: scienziati e medici hanno a disposizione nuovi metodi d’inda- ducendo e spesso risolvendo, frequenti e fastidiosi inestetismi
degenerazione cutanea. ecco come agisce nel nostro organismo gine, utili ad individuare le varianti genetiche responsabili di con evidenti benefici anche su alcune patologie correlate e au-
La scoperta del gene Klotho e le sue molteplici funzio- un precoce invecchiamento cutaneo e della predisposizione e toimmuni di tipo cutaneo come Rosacea, Psoriasi, Lupus ecc.
La chiave per la longevità della pelle: ni ed implicazioni con il Microbioma umano ha consentito d evoluzione di degenerazioni in ambito dermatologico. I Genocosmetici sono prodotti Cosmeceutici di nuova genera-
il segreto per una salute e bellezza eterne di meglio comprendere i meccanismi ed i processi anti-aging Durante il “XXI Congresso Nazionale Ospedale e Territo- zione idonei per il controllo dell’ Aging”, utilizzabili dai professio-
Ricercatori italiani e americani hanno scoperto nel 1997 il in particolare della cute e come Klotho può svolgere un ruolo rio” tenutosi a Napoli il 16 Novembre u.s, in tema di Microbio- nisti di settore (Medici Anti-aging, Chirurghi Estetici, Medici di
gene KLOTHO, che è stato denominato il gene della longe- pilotato nella medicina rigenerativa, utile per preservare la ri- ma Umano sono state presentate nuove ed interessanti scoperte e Medicina Estetica ed Centri Estetici) per la prevenzione ed il trat-
vità. Il gene Klotho è un enzima che codifica una proteina di generazione delle STAM-CELLS e per consentire promettenti identificate nuove opzioni terapeutiche (efficaci, sicure e con am- tamento dell’invecchiamento cutaneo e per la rigenerazione epi-
membrana di tipo 1 correlata per le Betaglucosidasi in grado di strategie terapeutiche per la rigenerazione degli organi, per la pia tollerabilità da parte dei pazienti) quali quelle rappresentate dermica, per mantenere integre le membrane cellulari e per rivita-
idrolizzare glucoronidi steroidei. protezione e cura dell’organismo e del tessuto connettivo an- dai Genobiotici e da Probiomics Bacteria, ampiamente supporta- lizzare la pelle che apparirà più giovane, luminosa, compatta ed in
Gli scienziati hanno dimostrato che alcune variabilità dell’e- nesso (rughe, elasticità) e per il ringiovanimento cellulare. ti da numerosi studi scientifici di Farmacogenomica e Nutrigeno- salute, al fine di rispettare sempre il binomio imprescindibile Bel-
spressione di Klotho sono associate con l’invecchiamento dei vari È bene precisare che sono circa 1500 i geni che agiscono mica, che possono essere utilizzati in Genocosmesi per produrre lezza + Salute = BENESSERE ETERNO. n

22 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 23


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LE GAMBE IN PRIMO PIANO

Vene varicose e capillari,


Si stima che almeno la
metà delle donne adulte un problema
soffra di disturbi alla
circolazione delle gambe,
che interessano invece
solo il 10% della
tutto al femminile
popolazione maschile.
La prevenzione
è l’arma migliore per
contrastarle, perché
permette di ridurre
al minimo
i rischi più gravi
di Manuela Pagnotta

Vene varicose
e capillari sono
inestetismi
che colpiscono
prevalentemente le
donne.

24 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

024_27_Gambe_E38.indd 24 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
V
ene varicose e capillari dilatati sono i disturbi più fre- Ma perché sono le donne a soffrire maggiormente di que-
quenti delle gambe femminili, tuttavia non devono sta patologia?
essere considerati un semplice inestetismo ed esse- Ecco la spiegazione: l’utero femminile possiede un ricchis-
re quindi sottovalutati. Possono infatti essere il segno simo plesso venoso collegato alle vene della coscia: ciò significa
di un’alterazione della circolazione sanguigna degli che qualunque ostacolo allo scorrimento del sangue nel plesso
arti inferiori quale un’insufficienza venosa allo stadio iniziale e venoso periuterino (come avviene durante la sindrome preme-
quindi una malattia da curare. Chi è affetto da vene varicose, struale o la gravidanza) si ripercuote inevitabilmente sul flusso
anche nella fase iniziale, deve consultare al più presto un medi- di ritorno venoso dalle gambe. Queste, nelle donne come negli
co estetico o un angiologo, figure professionali qualificate che uomini, sono situate per giunta alla distanza massima dal cuo-
possono trovare il rimedio più adatto, non solo per re, e il sangue deve perciò vincere la forza di gravi-
arrestare il fenomeno ma anche per farlo rece- tà per poter risalire fino a raggiungerlo: solo
dere. L’importante è correre ai ripari al pri- il tono venoso e la spinta data dalla pian-
mo accenno di gambe gonfie. ta del piede e del polpaccio permetto-
no la risalita del sangue (a impedir-
ne la ricaduta provvedono le val-
vole venose). In genere la com-
parsa delle vene varicose è pre-
ceduta da allarmanti segni pre-
monitori, in particolare un fa-
stidioso e crescente senso di
pesantezza alle gambe, so-
prattutto a fine giornata e
quando fa più caldo. Come
sempre, la prevenzione è l’ar-
ma migliore per contrastarle,
perché permette, se non di eli-
minare del tutto il problema, di
scongiurarne l’aggravarsi.

Cinque regole da rispettare


per salvare le gambe
Per favorire un corretto microcircolo è
Il trattamento molto importante seguire un salutare stile di vita,
Laser permette che consiste essenzialmente in cinque punti:
la chiusura del • praticare un’attività fisica quotidiana, non intensa ma
capillare senza costante;
che la cute venga • adottare un regime alimentare sano e bilanciato;
minimamente
danneggiata. • controllare il peso e combattere l’eventuale sovrappeso;
• evitare fonti di calore e sbalzi termici drastici ed im-
provvisi sia d’estate (aria condizionata) che d’inverno
(riscaldamento);
• evitare abbigliamento troppo attillato e tacchi eccessivamen-
te alti che ostacolano la risalita del sangue dai piedi alle gambe;
• preferire collant a compressione graduata che agevolano
la risalita della linfa.
Esistono diverse terapie per curare questo antiestetico, fasti-
dioso e spesso doloroso disturbo circolatorio. La carbossitera-
pia sfrutta le proprietà della CO2 (anidride carbonica), sommi-
nistrata attraverso un piccolissimo ago (simile a quello utilizza-
to per l’insulina) per via sottocutanea intradermica, a livello de-
gli arti inferiori, al fine di migliorarne il microcircolo, essen-
do un buon vasodilatatore. La pressoterapia è invece un tratta-
mento medico estetico che migliora il funzionamento del siste-
ma circolatorio e linfatico. Consiste nell’esercitare una pressio-
ne esterna sulla zona trattata con l’impiego di un’apparecchia-
tura specifica, composta da speciali applicatori (divisi in alme-
no 4 sezioni) che vengono indossati dalla paziente e gonfiati
in maniera sequenziale (dalla sezione più estrema, come il
piede, verso il tronco). La terapia elasto-compressiva ser-
ve ad aiutare il flusso vascolare venoso antigravitazionale ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 25

024_27_Gambe_E38.indd 25 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LE GAMBE IN PRIMO PIANO

LA FAMILIARITÀ PER I CAPILLARI DELLE GAMBE


È PRESENTE IN 3 CASI SU 4, MENTRE CIRCA
UN TERZO DELLE PAZIENTI NE SOFFRE
PER LA PRIMA VOLTA DURANTE LA GRAVIDANZA.
(dal basso verso l’alto), con l’aiuto di calze elastiche: applicando
una contropressione dall’esterno verso l’interno della gamba, ne
modifica in senso favorevole la circolazione venosa. Può essere
molto efficace in quanto contrasta la stasi del sangue all’inter-
no delle vene. Le calze elastiche sono molto utili nella preven-
zione della malattia varicosa, studi in tal senso hanno infatti di-
mostrato che l’uso regolare di una calza elastica terapeutica ri-
duce del 60% il rischio di sviluppare vene varicose delle gambe
nei soggetti a rischio. Anche i farmaci possono essere di valido
aiuto. I flavonoidi sono dei farmaci vasoprotettori, che servo-
no a rinforzare la parete vascolare. È buona abitudine assumer-
li periodicamente, soprattutto nel periodo compreso tra la fine
dell’inverno e l’inizio della primavera.
I cosiddetti “capillari”, la cui denominazione medica cor-
La pressoterapia è un
retta è teleangectasie  rosse, sono dilatazioni di piccolissimi va- trattamento medico estetico che
si superficiali (diametro 0,1-1 mm) che formano un reticolo di migliora il funzionamento del
varia forma ed estensione in varie zone delle gambe, in partico- sistema circolatorio e linfatico.
lare le cosce. Spesso si associano ad una sintomatologia carat-
terizzata da senso di peso e irrequietezza delle gambe, la cosid-
detta “Sindrome delle gambe senza riposo”. Il microcircolo ca- visibili a fior di pelle. In molti casi, alla base delle teleangectasie
pillare delle gambe è connesso all’insieme delle vene e delle ar- e dell’insufficienza venosa c’è la familiarità (predisposizione ge-
terie che scorrono più in profondità, all’interno. Speciali valvo- netica), ma squilibri ormonali (favoriti o causati da pillola anti-
le poste lungo le vene obbligano il sangue a scorrere dal basso concezionale, menopausa e gravidanza), sedentarietà, sovrappe-
verso il cuore, in direzione contraria rispetto alla forza di gravi- so, stipsi, caldo e prolungata esposizione al sole possono senza
tà, impedendone la ricaduta verso il basso; se questo meccani- dubbio aggravare la situazione, dilatando i vasi e favorendo lo
smo non funziona a dovere, il sangue tende a ristagnare negli sfiancamento delle pareti, mentre i raggi ultravioletti danneg-
arti inferiori, causando l’ingrossamento dei capillari, che diven- giano i capillari agendo su collagene ed elastina.
tano visibili formando una ragnatela di venuzze rossastre ben Le donne risultano più colpite degli uomini anche a causa

I tacchi alti possono


causare insufficienza
venosa, causa
principale delle vene
varicose.

26 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

024_27_Gambe_E38.indd 26 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
dell’influenza ormonale nello svilup- Sopra, gambe gonfie e dolenti, crampi ai
polpacci e dilatazione delle vene sono
po dei capillari delle gambe: la gravi- sintomi da non sottovalutare.
danza è infatti la condizione fisiolo- A fianco, personale medico qualificato
gica più frequente in cui si formano potrà valutare il trattamento adatto per
i capillari. arrestare e far recedere il fenomeno.

Vincente la laserterapia molto variabile. I risultati si possono ap-


anche in questo campo prezzare nel giro di 2-3 settimane per i
Il ristagno del sangue ha impor- capillari più piccoli, ma in alcuni casi per
tanti conseguenze anche a livello delle la completa risoluzione possono essere ne-
cellule circostanti, che non ricevono l’os- cessari anche alcuni mesi.
sigeno necessario alla loro sopravvivenza. Ciò La scleroterapia è eseguita in stretto regime am-
causa, inoltre, la fuoriuscita di proteine dal mi- bulatoriale e non necessita di alcun tipo di anestesia, alla
crocircolo, con conseguente richiamo di fluidi, dando luo- fine dell’intervento vengono applicati dei piccoli cerotti e una
go alla tanto temuta ritenzione idrica, gonfiore e pesantez- calza a compressione graduata che la paziente dovrà portare
za alle gambe. nelle settimane successive al trattamento.
Alla base della cura dei capillari delle gambe vi è la chiu- Anche in questo settore, la tecnologia laser sta entrando
sura dei sistemi di afflusso del sangue. Una chiusura con inie- prepotentemente con buoni risultati. Oggi sono disponibili i
zioni sclerosanti del capillare centrale di alimentazione spes- laser vascolari selettivi (Nd-YAG, KTP e DYE Laser), le cui
so fa sparire i piccoli vasi secondari senza che vengano diret- lunghezze d’onda vengono cioè assorbite in maniera specifi-
tamente trattati. La scleroterapia è una tecnica di iniezione di ca dall’ossiemoglobina e dalla meta-emoglobina. Il laser Nd-
una specifica soluzione in questi vasi, usando un piccolo ago YAG ad impulso lungo (1064 nm) sembra finora offrire i mi-
sottile; a seconda del calibro del vaso da trattare si usano so- gliori risultati nel trattamento dei capillari delle gambe: l’e-
stanze diverse e concentrazioni diverse della stessa sostanza al nergia luminosa catturata dal sangue contenuto nel capillare,
fine di ottenere un risultato ottimale dal punto di vista tera- che funge quindi da “esca ottica”, viene trasformata in ener-
peutico, estetico e funzionale. Questa tecnica viene oggi im- gia termica, determinando quindi una immediata coagulazio-
piegata con successo anche nel trattamento delle vene varicose ne del sangue all’interno del vaso che porterà ad una chiusu-
di maggior calibro (scleroterapia maggiore). Per una partico- ra del capillare senza che la cute venga minimamente danneg-
lare area di teleangectasie possono essere necessarie varie inie- giata. Sono sufficienti due settimane di trattamento perché i
zioni e ogni zona da trattare può richiedere più sedute, la pro- capillari scompaiano del tutto in modo praticamente indolore
cedura è in ogni caso pressoché indolore. (la sensazione che si avverte durante il trattamento è parago-
La durata totale del trattamento non è quindi facilmente nabile a quella di un piccolo colpo di elastico tirato sulla pel-
prevedibile e dipende dal numero delle zone da trattare, dal- le). Addio quindi alle brutte “ragnatele rosse”, e anche a gon-
la loro estensione e dalla risposta individuale che può essere fiore e pesantezza! n

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 27

024_27_Gambe_E38.indd 27 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
BELOTERO VOLUME:
L’EFFETTO 3D CHE VALORIZZA
LA TUA BELLEZZA
Con BELOTERO® Volume ottieni un risultato tridimensionale
e armonioso da ogni angolazione

M
erz, leader mondiale nella medi- tempie) e conferisce un aspetto più levigato,
cina estetica, rinnova la gamma preservando la tua bellezza nel tempo, senza
BELOTERO® con BELOTERO® Vo- stravolgere i tuoi lineamenti.
lume, un filler dermico iniettabi-
le che armonizza il design del volto lavoran- Niente influenza l’aspetto più dell’età. Non
do attivamente in profondità, con risultati evi- è un segreto che le rughe superficiali e pro-
denti, naturali e clinicamente dimostrati. fonde appaiano in età avanzata, così come
Si tratta di un gel a base di acido ialuroni- non è solo la singola ruga a dare al volto un
co che agisce sulle rughe più profonde, ripri- aspetto invecchiato, ma anche la mancanza
stinando i volumi del volto (zigomi, mento e di volume sugli zigomi o sulle tempie e il cam-

Prima Dopo

028_29_Merz_E38.indd 32 25/11/19 16:41


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{

biamento delle proporzioni, a causa della


poca idratazione dei tessuti.
La perdita di elasticità e di collagene, il rias-
sorbimento osseo, insieme con la diminuzione
del grasso sottopelle, trasformano il viso.
Ciò di cui si ha bisogno è una soluzione sicu-
ra e non invasiva che, ripristinando i volumi,
migliori globalmente l’aspetto, restituendo al
volto il suo tono e la sua forma.
Efficace e di lunga durata, BELOTERO®
Volume si avvale della innovativa tecnologia
CPM effetto-volume per ottenere un risulta-
to tridimensionale e armonioso da ogni pro-
spettiva.
Grazie alla sua malleabilità e plasticità, infat-
ti, BELOTERO® Volume corregge le asimme-
trie e definisce i contorni, garantendo una
corretta proporzione tra le aree trattate e L‘effetto 3D che
non, una soluzione che preservi l’autenticità e
valorizzi ogni paziente, rispettando le sue ne-
valorizza la tua bellezza.
cessità di trattamento.
Efficace e di lunga durata, BELOTERO® Volume si avvale della innovativa tecnologia CPM effetto-volume¹
e preserva la tua bellezza nel tempo senza stravolgere i tuoi lineamenti².
Prager W et al. J Drugs Dermatol. 2017; 16(4): 351-357

BELOTERO® Volume: un filler volumizzan-


1

2
Micheels P et al. J Clin Aesth Derm. 2015; 8(3): 28-34

te con un effetto antiaging naturale, reale e www.merz.it


www.centrimedicibelotero.it

raffinato.

028_29_Merz_E38.indd 33 25/11/19 16:41


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METABOLISMO E BELLEZZA

Menopausa,
occhio al giro vita:
i rischi della “pancetta”
Recenti e autorevoli studi suggeriscono che donne in menopausa
di peso corporeo normale ma con un eccesso di grasso depositato sulla pancia
sono a maggior rischio di mortalità rispetto a donne
normopeso senza obesità. Ecco a quali conclusioni è giunta la ricerca
di Elisa Provantini

30 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

030_32_Metabolismo_E38.indd 30 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
U
La tendenza ad ingrassare e la perdita di n articolo di recente pubblicato sulla rivista scien-
tono muscolare sono problemi a cui vanno tifica Nutrition, Obesity and Exercise ipotizza che
incontro molte donne in menopausa, è quindi
importante praticare regolarmente attività
un punto vita superiore a 88 cm (una condizione
sportiva. Sotto: controlli medici preventivi nota come “obesità di tipo centrale”), nelle don-
possono diminuire l’insorgere di patologie ne in post-menopausa, può comportare un au-
legate alla menopausa. mentato rischio di mortalità. Non si tratta di dati sperimenta-
li calcolati su un campione ridotto, ma di un imponente stu-
dio retrospettivo effettuato su oltre 156.000 donne americane
in menopausa (età media circa 63 anni), in base ai dati forni-
ti dal Women’s Health Initiative Study. Dall’analisi emerge che
l’obesità centrale, anche quando associata a un peso corporeo
nella norma, mostra una preoccupante relazione con un au-
mento della mortalità da cause diverse, dalle cardiovascolari ai
tumori, rispetto alle donne normopeso e con punto vita nel-
la norma. Gli autori sottolineano la rilevanza di questi risulta-
ti nell’ottica della prevenzione, perché in genere i medici non
pongono attenzione alla misura della circonferenza vita nelle
donne con peso corporeo nella norma.

Misurare il giro vita, non solo


l’indice di massa corporea
Questa “disattenzione” rende pressoché invisibile una ca-
tegoria di soggetti ad alto rischio di mortalità, identificabi-
le soprattutto con le donne in post-menopausa con giro vi-
ta superiore a 88 cm. In particolare, nel periodo esamina-
to dallo studio sono stati registrati quasi 44.000 decessi, dei
quali oltre il 55% per cause cardiovascolari e per tumori.
Confrontando questi dati con quelli relativi a donne di peso
normale, senza obesità centrale (ovviamente a parità di ca-
ratteristiche demografiche, stato socioeconomico, fattori le-
gati allo stile di vita e stato ormonale), il rischio per tutte
le cause di mortalità è risultato aumentato di oltre il 30%,
mentre tra le donne in sovrappeso ma senza obesità centrale ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 31

030_32_Metabolismo_E38.indd 31 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METABOLISMO E BELLEZZA

SPESSO I MEDICI NON PONGONO ATTENZIONE ora riscontrato un’associazione tra le alterazioni della distribu-
zione del tessuto adiposo e un aumentato del rischio di com-
ALLA MISURA DELLA CIRCONFERENZA VITA plicanze, questo resta dunque un argomento ancora aperto al-
NELLE DONNE NORMOPESO, UNA la ricerca clinica. Occorre in ogni caso che le società scienti-
fiche si adoperino per diffondere nella popolazione messaggi
“DISATTENZIONE” DA EVITARE IN FUTURO. chiari sulla prevenzione dell’obesità e sui semplici parametri da
monitorare: non solo il peso corporeo in relazione all’altezza,
quindi, ma anche il giro vita! n
il rischio risultava aumentato solo del 16%.
La professoressa Patrizia Burra, ordinario di Gastroentero-
logia (Dpt. di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroen-
terologiche dell’Università di Padova), sottolinea come il mes- La valutazione del rischio
cardiovascolare nelle
saggio che emerge da questo studio sia importante perché, ba- persone con un BMI
sandosi su un ampio screening, ha permesso di evidenziare co- nella media potrebbe
me donne di peso corporeo normale ma che presentino obesi- risultare ingannevole
tà centrale siano a maggior rischio di mortalità rispetto a don- se non si tiene in
ne di peso normale senza obesità centrale, e che questo rischio considerazione anche la
distribuzione del grasso
sia simile a quello delle donne obese. Ciò significa che basare corporeo soprattutto di
la valutazione del rischio comportato dall’obesità solo sulla ba- quello depositato sui
se del calcolo dell’indice di massa corporea (BMI), non con- fianchi e sulla pancia.
sente di individuare l’aumentato rischio di mortalità proprio
delle donne normopeso ma con distribuzione del grasso di ti-
po centrale. Il messaggio dunque è fin troppo chiaro: misurare
sempre il giro vita, prima di pesarsi! L’indice di massa corporea
aiuta ad identificare le pazienti a rischio solo
se associato alla misura del girovita. Ma
a far aumentare il rischio di morta-
lità non sono solo i chili di trop-
po ma in particolare quelli che si
depositano sulla pancia. Negli ul-
timi anni l’attenzione degli studiosi
si sta focalizzando con sempre mag-
gior attenzione su un’altra condi-
zione metabolica: la perdita del tes-
suto muscolare scheletrico, una pa-
tologia nota come “sarcopenia”. L’al-
terata omeostasi metabolica è sta-
ta associata anche ad alterazioni della
normale distribuzione del tessuto adi-
poso addominale e sottocutaneo. Gli
studi ancora in corso non hanno per

32 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

030_32_Metabolismo_E38.indd 32 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PUBB.indd 1 25/11/19 17:19
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
“LO SGUARDO”
Lo sguardo è l’elemento più importante della comunicazione non verbale,
l’elemento cardine del cosiddetto “paraverbale”

Dott. Francesco ROMEO


Specialista in Chirurgia Generale
Chirurgia Plastica Estetica
Professore a contratto al Master in Medicina e Chirurgia Antiaging
dell’Università degli Studi di Roma “G. Marconi”
www.francescoromeo.it
Studi Professionali in Roma – Milano – Aprilia (LT)

PRIMA a classificare l’invecchiamento dello sguardo in sette ti-


pologie ben precise:
• Occhio Scavato (Classe I°)
• Occhio Svuotato senza pieghe palpebrali (Classe II°a)
• Occhio Svuotato con pieghe palpebrali di modesta
entità (Classe II°b)
• Occhio Svuotato con pieghe palpebrali
di maggiore entità (Classe II°c)
• Occhio Svuotato con pieghe palpebrali di notevole
DOPO entità e dermatocalasi (Classe II°d)
• Occhio Pieno con pieghe palpebrali di modesta
entità (Classe III°a)
• Occhio Pieno con dermatocalasi (Classe III°b)

Elemento cruciale dell’aspetto giovane della palpebra


superiore e quindi dello sguardo è la distribuzione del tes-
suto adiposo, in un ambito molto limitato, che risente, pro-

A
prio in virtù degli spazi molto stretti, anche di minime, incre-
ttraverso lo sguardo comunichiamo emozioni dibilmente minime, variazioni.
e sensazioni inconsce che non sono narrabili L’assottigliamento delle piccole quantità di grasso, che
a parole. Mantenere lo sguardo giovane è danno il giusto volume alla palpebra superiore determina,
un obiettivo reale delle nuove generazioni, più di ogni altro elemento di aging, l’evidenza dell’invec-
che hanno ben capito l’importanza di chiamento dello sguardo.
questo elemento; cercare di recuperare un aspetto più Ridare il volume corretto ad una palpebra invecchiata
giovane dello sguardo è un vero e proprio impegno è alla base di un agile ringiovanimento gradevole e natu-
da parte di medici e chirurghi estetici, per soddisfare rale che fa “ritrovare” lo sguardo dei tempi passati.
richieste sempre crescenti. Per capire a cosa si va incontro con la rivolumizzazione
L’elemento predominante nello sguardo è la palpebra della palpebra superiore basta guardare una propria foto
superiore, con una buona forma e con buone proporzioni di un bel po’ di anni prima: il confronto dello sguardo fra la
della palpebra superiore si riesce a migliorare agevolmen- foto di un tempo e quella del post volumizzazione è, sem-
te lo sguardo rendendolo giovane e dando alle perso- pre, sorprendentemente simile.
ne la percezione di avere “recuperato” un elemento della Il grasso retrosettale, con la propria deplezione e l’assot-
propria persona estremamente importante. tigliamento dà inizio al processo di invecchiamento; il mu-
Facendo riferimento alla palpebra superiore esistono scolo sovrastante e la sottile cute (in questa sede non c’è
in pratica tre tipologie di sguardi: lo sguardo da occhio sottocute) seguono questa sorta di retrazione del setto che
scavato, da occhio svuotato, da occhio pieno. La diffe- accompagna lo smagrimento del tessuto adiposo.
renza fra essi è sostanziale, ma solo un’attenta osservazio- Con studi impegnativi, fatti nell’ultimo decennio, ho in-
ne ed anni di studio della fisiognomica mi hanno portato terpretato questo apparentemente semplice, ma estrema-

034_35_Yvoire_E38.indd 62 25/11/19 16:55


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
mente variabile meccanismo di invecchiamento. pre lo stesso ed è semplice: se l’invecchiamento è multifat-
Ripristinare il volume in sede retrosettale, permette di toriale e si manifesta in vario modo, il ringiovanimento non
dare alla palpebra superiore un aspetto giovane in manie- può avvenire attraverso un’unica strada, quella della rese-
ra naturale; eseguendo un’attenta procedura si riducono zione chirurgica. Dirlo da chirurgo è frutto di attenta valu-
all’imponderabile i rischi e le complicanze. tazione e ponderate considerazioni.
Alla base di un trattamento adeguato c’è, come in Delle 7 diverse tipologie di aging palpebrale che ho
ogni approccio medico-chirurgico, una diagnosi corretta classificato, ben 5 si giovano della volumizzazione ai fi-
frutto di accurata anamnesi e valutazione clinica precisa. ni del ringiovanimento, una sola si giova dell’approccio
Lo svuotamento della palpebra superiore si evidenzia esclusivamente resettivo chirurgico (l’Occhio Pieno con
solitamente nell’Area Critica. dermatocalasi) e un’altra necessita di un approccio com-
Proprio questo è il nome che ho dato all’area in cui si binato, solitamente dapprima resettivo e poi rivolumizzante
manifesta, in principio, lo svuotamento. È facilmente indi- (l’Occhio Svuotato con dermatocalasi).
viduabile con la proiezione di una retta medialmente tan- La volumizzazione può essere effettuata con il grasso in
gente all’iride nello sguardo perfettamente frontale. A varia maniera (micro fat grafting – nano fat grafting) con
questa iniziale deformità a forma di V capovolta, segue tecniche ben standardizzate e codificate da vari autori e
nel tempo un assottigliamento della piega palpebrale su- con approcci differenziati per piani anatomici in base alla
periore. Andando avanti il processo d’invecchiamento è tipologia di dimensioni dell’impianto.
sempre più chiaro: nell’area intermedia lo svuotamento di- La grande novità è che ho standardizzato l’impian-
venta sempre più evidente, nel comparto laterale la pal- to di acido ialuronico cross-linked nella palpebra superio-
pebra si svuota, dando vita a pieghe cutanee che si assot- re ai fini del Ringiovanimento dello Sguardo, così da rende-
tigliano e nel tempo, talvolta, finiscono col raggiungere il re la tecnica agile, fruibile, ripetibile, modulabile, economi-
margine ciliare, anche superandolo (dermatocalasi). ca, agevole (se molto bene acquisita), sicura (se corretta-
L’Occhio Scavato ha un atteggiamento molto diver- mente eseguita). Ho eseguito oltre 500 casi e sto divulgan-
so, in questa tipologia di sguardo il grasso è di per sé poco do i criteri diagnostico terapeutici in Italia, resto d’Europa,
presente in tutti i comparti e il tetto dell’orbita è separato America, Asia nel rispetto dell’informazione scientifica.
dalla palpebra vera e propria. Con l’invecchiamento que- La corretta tecnica d’impianto di acido ialuronico pre-
sta situazione è sempre più evidente e l’occhio si scava vede il ripristino del volume laddove si è depleto, vale a dire
sempre di più, fino ad avere un atteggiamento spettrale nell’area retrosettale, proprio andando a “imbottire” il tetto
già verso i 55-60 anni, cosa che viceversa negli Sguardi da dell’orbita si restituisce allo sguardo un aspetto giovane.
Occhio Svuotato senza pieghe palpebrali (solo apparen- Una corretta diagnosi, la scelta di un giusto piano tera-
temente simili all’occhio scavato) si manifesta in età molto peutico, la decisione se dover approcciare volumizzando,
più avanzata (mediamente ben oltre gli 80 anni). resecando o dapprima resecando e poi volumizzando, l’e-
Lo sguardo da Occhio Pieno è, come dico sempre, il secuzione di una tecnica con metodo rigoroso e, la scelta
più fortunato: si svuota minimamente o la piega, con l’a- di acido ialuronico come filler Yvoire di LG Chem con tec-
ging, finisce col raggiungere e/o superare il margine ciliare nologia HICE dalle caratteristiche ben precise, fanno per-
(dermatocalasi). correre con grande soddisfazione la strada del ringiova-
Fatta la diagnosi, come si dice solitamente, la terapia è nimento dello sguardo delle nostre e dei nostri pazienti. Sì,
facile, in effetti proprio così non è! perché questa tecnica e questo approccio non è solo ri-
L’approccio terapeutico allo sguardo invecchiato, an- volto al femminile, ma anche allo sguardo maschile anche
che nel recente passato, era esclusivamente chirurgico, se nella mia esperienza, per quanto grande, la percentua-
ma anche in mani esperte e teste sapienti i risultati da ble- le di pazienti di sesso maschile è veramente bassa.
faroplastica chirurgica erano e purtroppo lo sono anco-
ra, spesso sconfortanti. Il motivo di questi insuccessi è sem- www.lgyvoire.it - www.seltecmedical.it

PRIMA PRIMA
www.francescoromeo.it www.francescoromeo.it

DOPO www.francescoromeo.it DOPO www.francescoromeo.it

034_35_Yvoire_E38.indd 63 25/11/19 16:55


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PROBLEMI DI PELLE

Le lentiggini si
manifestano sia negli
uomini che nelle donne,
soprattutto nelle persone
con capelli rossi e
carnagione chiara.

Macchie sulla pelle?


Le soluzioni ci sono:
troviamo quella più adatta
I
Le iperpigmentazioni cutanee sono tra gli nnanzitutto occorre distinguere tra macchie melano-
citarie (nevi veri e propri) e non melanocitarie (iper-
inestetismi più frequenti e fastidiosi, pigmentazioni benigne). I nevi sono di pertinenza
richiedono una diagnosi precisa e sicura dermatologica e non medico estetica, mentre le iper-
pigmentazioni non melanocitarie possono essere trat-
prima di intervenire con una delle numerose tate al fine estetico di riportare la cute ad una colorazio-
ed efficaci metodiche a disposizione del ne omogenea. Le macchie ipercromiche, più comunemente
chiamate iperpigmentazioni, sono delle lesioni non in ri-
medico estetico. Oggi è possibile lievo, ma evidenti per il colorito diverso dalla pelle norma-
le, dovuto a un’abnorme presenza di melanina in una ri-
risolverle in modo definitivo e indolore stretta area della cute. Le elevate concentrazioni di melani-
na possono essere dovute a diversi fattori:
di Maurilio Di Bernardino • macchie senili, localizzate soprattutto sul dorso del-

36 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

036_38_ProbPelle_E38.indd 36 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
le mani e sul viso, compaiono con l’avanzare dell’età, quan- ti più superficiali e stimola la produzione di nuovo collage-
do la pigmentazione della pelle tende a diventare sempre più ne da parte dei fibroblasti. I peeling chimici si possono classi-
irregolare; ficare, in base alla loro capacità di penetrazione nella cute ed
• modificazioni ormonali, dovute ad esempio all’impiego alla conseguente profondità di azione, in superficiali, medi e
di contraccettivi orali, a terapia ormonale sostitutiva in me- profondi. Il livello di profondità dipende dal tipo di sostan-
nopausa, gravidanza (cloasma gravidico: le macchie sono lo- za, dalla sua concentrazione e dal tempo di applicazione. Og-
calizzate soprattutto al volto e di solito scompaiono dopo il gi si tende ad usare sempre meno il peeling contro le macchie
parto); cutanee, limitandolo a quelle più superficiali in quanto i pee-
• esposizioni solari intense e discontinue, come nelle va- ling profondi non sono privi di controindicazioni. Altri trat-
canze brevi e intermittenti durante tutto l’anno. tamenti oggi meno usati sono la dermoabrasione, che consen-
Si usa distinguere due gruppi principali di macchie te di migliorare le irregolarità della pelle eliminando lo stra-
ipercromiche: to più superficiale della cute e donandole un aspetto più levi-
lentigo simplex, accumuli superficiali di melanina che si gato e regolare, e la crioterapia, che si basa sul controllato ma
evidenziano con il tempo e sono tipiche delle pelli con marca- repentino abbassamento della temperatura della zona iperpig-
to photoaging, si presentano tipicamente come macchie cir- mentate mediante azoto liquido, una sostanza assolutamente
coscritte, ben marcate e di forma tipicamente circolare; innocua (il congelamento produce la distruzione delle cellu-
melasma, accumulo di melanina in profondità, al livel- le melanocitiche).
lo del derma medio (soprattutto su labbro superiore, zigomi e Senza dubbio la terapia laser e IPL (luce pulsata) è attual-
fronte), dovuto ad una fotosensibilizzazione ormonale o far- mente la più utilizzata per il trattamento delle iperpigmen-
macologia. Questa macchia è tipica delle giovani donne in età tazioni, sia profonde che superficiali. Il laser è concepito per
fertile e si può evidenziare con una certa frequenza in gravi- emettere una specifica lunghezza d’onda, a sua volta selettiva-
danza (è nota anche come chiasma gravidico) o in donne con mente assorbita dal pigmento melanico; la melanina concen-
disfunzioni ormonali e cicli irregolari. trata viene quindi frammentata ed eliminata dal nostro siste-
ma linfatico. La macchia, trattata in una o più sessioni, viene
Vecchi e nuovi progressivamente distrutta lasciando intatta la struttura epi-
trattamenti dermica sovrastante, sia nel colore che nella trama.
Fino ad oggi sono state utilizzate diverse metodiche per La luce pulsata (IPL) è la metodologia più semplice adot-
eliminare questo inestetismo. Una delle più antiche è il pe- tabile per il trattamento delle lentigo (macchie superficia-
eling chimico, che provoca una forma accelerata di esfolia- li): permette di riscaldare la cute stimolando la produzione di
zione cutanea attraverso l’uso di sostanze chimiche ad azione collagene e quindi favorendo un sostanziale ringiovanimen-
caustica. Il peeling induce quindi il rinnovamento degli stra- to alla pelle, inoltre, essendo la macchia più scura della cute ®

La terapia laser è
attualmente la più
utilizzata per il
trattamento delle
iperpigmentazioni, sia
profonde che superficiali.

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 37

036_38_ProbPelle_E38.indd 37 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PROBLEMI DI PELLE

PEELING CHIMICI, DERMOABRASIONE


E CRIOTERAPIA SONO TRATTAMENTI OGGI
SEMPRE MENO USATI PER SCHIARIRE
LE IPERPIGMENTAZIONI, SOSTITUITI DAL LASER.

circostante, assorbirà più energia, determinando una esfolia-


zione superficiale della macchia stessa e un suo schiarimento.
Questa metodica permette di schiarire le macchie con un ci-
clo di trattamenti medio di tre sedute (una al mese). Sebbene
il trattamento sia semplice e sicuro, necessita di conoscenza
della tecnologia utilizzata e non sempre porta ad una elimina-
zione totale della macchia, che può rimanere soffusa ma an-
cora leggermente visibile.

Laser Frazionato
per quelle più profonde
L’altra metodica selettiva e specifica per il trattamento del-
le lentigo simplex è il laser Q-Switched, che emette impulsi di
elevata energia per la rimozione delle lesioni pigmentate beni-
gne. Il principio di funzionamento è quello della fototermo-
lisi selettiva, grazie al quale il laser è in grado di frammenta-
re bersagli come cellule superficiali contenenti melanina. Le
strutture adiacenti, inclusa la rete vascolare, rimangono inal-
terate. Infatti, visto l’alto grado di selettività del trattamento,
viene eliminato il danneggiamento non specifico del tessuto,
riducendo al minimo o eliminando completamente gli even-
tuali sanguinamenti post-trattamento e limitando al minimo È buona regola dopo ogni trattamento proteggere la pelle
la dispersione di calore sulla pelle e quindi il rischio di scotta- con schermo solare e trattarla con creme lenitive per alcuni giorni.
ture. Viene usata una lunghezza d’onda specifica per la mac-
chia, il cui assorbimento è superficiale e non arriva agli stra-
ti del derma, ovvero 532 nm. È possibile eliminare completa- zione di partenza. La luce pulsata può avere una buona effi-
mente una lentigo simplex già in una sola seduta. cacia nello schiarire la macchia (ma difficilmente può elimi-
Il melasma è una macchia profonda che, per giunta, tende narla del tutto), inoltre la sua scarsa invasività tende ad evita-
a recidivare. Sono perciò inutili e controproducenti i tratta- re il temuto effetto rebound. Il Laser Frazionato non ablati-
menti molto aggressivi (come i peeling profondi) che, al con- vo (Fraxel) è una procedura sicura e non invasiva che produce
trario, possono causare effetti rebound peggiori della situa- migliaia di minuscole ma profonde colonne termiche che non
danneggiano la cute e il derma ma stimolano semplicemente
la degradazione del collagene vecchio e la produzione di nuo-
vo. Questo stimolo al ringiovanimento cutaneo riesce, in mo-
do indiretto ma estremamente efficace, a schiarire il melasma
fino a farlo scomparire, evitando nella maggioranza dei ca-
si l’effetto rebound. Il trattamento elimina vecchie cellule epi-
dermiche pigmentate e penetra in profondità nel derma. Trat-
tando in modo frazionale una sola zona, lascia il tessuto circo-
stante integro e intatto, inoltre l’area trattata guarisce più ve-
locemente di quanto non succederebbe se la stessa area fosse
trattata interamente.
Recentemente è disponibile un manipolo in grado di rad-
doppiare la profondità delle colonne termiche rispetto ai
classici frazionati (che non superavano il millimetro), per-
mettendo così di trattare con maggiore efficacia il melasma
anche quando la pigmentazione è maggiormente approfondi-
ta nel derma. Laser e IPL sono dunque le armi vincenti con-
tro le macchie benigne di qualsiasi tipo, si ricordi però che
Il melasma, cioè l’accumulo di melanina in profondità che macchia dopo ognuno di questi trattamenti è necessario proteggere la
spesso il labbro superiore e gli zigomi, è spesso dovuto ad una pelle con schermo solare e trattarla con creme lenitive per al-
fotosensibilizzazione ormonale o farmacologica. cuni giorni. n

38 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

036_38_ProbPelle_E38.indd 38 25/11/19 14:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PUBB.indd 1 25/11/19 17:20
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
FRAGILITÀ CUTANEA
CRONICA DELLA PELLE
CHE STA INVECCHIANDO:
DERMATOPOROSI

L’
invecchiamento della pelle è stato dermatoporosi per dare un nome alla fragilità cutanea
a lungo considerato solo come un cronica della pelle che sta invecchiando.
problema estetico. Con l’aumento L’invecchiamento della pelle subisce un progressivo
della durata della vita, si assiste sempre cambiamento degenerativo. I cambiamenti strutturali e
più spesso ad un’ulteriore dimensione fisiologici che si verificano come conseguenza naturale
dell’invecchiamento cutaneo, che non è più solo dell’invecchiamento intrinseco, combinati con gli effet-
estetico, ma anche funzionale, nel senso che la pelle ti di una vita di continuo danno estrinseco, ambientale
ha perso la sua funzione meccanica protettiva. (es. sovraesposizione alle radiazioni solari, fumo, inqui-
Nel 2007, da alcuni studiosi è stato coniato il termine namento) possono produrre una marcata predisposizio-
ne ai disturbi dermatologici in età matura. Con l’invec-
chiamento della pelle, i vasi si atrofizzano progressiva-

040_41_Noreva_E38.indd 2 25/11/19 16:42


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
mente. Anche il derma di supporto si deteriora, con le razione del metabolismo dell’acido ialuronico, con suo
fibre di collagene e di elastina che diventano rarefatte relativo deficit a livello della matrice extracellulare, do-
e sempre più disordinate. ve esso rappresenta uno dei maggiori componenti, ga-
La dermatoporosi è un concetto nuovo che si riferi- rantendo la funzione visco-elastica per le fibre collage-
sce a vari disturbi cutanei e che rappresenta l’aspetto ne ed elastiche.
funzionale dell’invecchiamento della pelle. La speran- Nei casi in cui la pelle appare disidratata, sensibi-
za degli studiosi era che il termine dermatoporosi tra- le oppure viene percepita come fragile, diventa quindi
smettesse la vulnerabilità della pelle come l’osteoporo- fondamentale l’applicazione di dermocosmetici topici
si quella delle ossa. a base di frammenti di acido ialuronico e Vit C, per trat-
Proprio come l’osteoporosi, che insorge con l’età tare ossia per migliorarne il trofismo, riattivare il metabo-
rendendo le ossa fragili, la dermatoporosi attacca la lismo dell’acido ialuronico e ridare spessore e resistenza
pelle che diventa più sottile, perde tono ed elasticità fi- all’epidermide fragilizzata dall’età ma soprattutto per
no a manifestazioni cutanee più gravi. prevenire gli stadi più gravi della patologia.
Una patologia su cui gli esper- Densidiane è un prodotto speci-
ti di tutto il mondo stanno focaliz- ficatamente formulato per preveni-
zando l’attenzione perché, in con- re e trattare i primi segni di fragilità
seguenza all’allungamento del- cutanea legata anche all’età.
la vita media, si stima che circa il Densidiane è un trattamento a
30% della popolazione tra i 60 e i tripla azione con un complesso uni-
70 anni sia affetta da una forma co di vitamina C/acido ialuronico
di dermatoporosi che colpisce gli per idratare, ristrutturare e riden-
avambracci, il dorso delle mani, le sificare la pelle in un solo gesto, ap-
gambe. portando confort e benessere gior-
Le manifestazioni cliniche del- no dopo giorno.
la dermatoporosi sono: fragilità, Grazie ai suoi principi attivi bre-
porpora senile (ematomi), cicatri- vettati ad alta tolleranza, la crema
ci stellare (chiazze chiare) e atro- Densidiane agisce sui meccanismi
fia cutanea. La conseguenza della cutanei fondamentali:
fragilità cutanea predispone la cu- - Con il Complesso vitamina C/
te a traumi minori come frequen- acido ialuronico: rinforza la pelle e
ti lacerazioni cutanee, guarigione i capillari, aumenta la tonicità e la
ritardata della ferita, ulcere atrofi- compattezza cutanea.
che non cicatrizzanti e sanguina- - Con la presenza di un oligo-
mento sottocutaneo con formazio- saccaride favorisce la sintesi di la-
ne di ematomi. minina-5 (proteina della Giunzio-
Questa patologia è stata clas- ne Dermo-Epidermica), stimola la
sificata in 4 stadi: il primo che è la sintesi di acido ialuronico e di ela-
forma più diffusa dovuta semplice- stina, idrata, lenisce, ridensifica, la

Studio multicentrico su 26 soggetti con pelle fragile e atrofica.


mente al naturale invecchiamen- pelle.
to della pelle, la fase più grave è - Nella formula il Burro di ka-
quella nella quale i pazienti ma- rité: nutre e ristruttura la pelle in
nifestano ematomi e necrosi del- profondità.
la pelle. Giorno dopo giorno la pelle ri-
Ci sono diverse ipotesi sulle cau- trova tutto il suo spessore, la sua re-
se della dermatoporosi ma l’atten- sistenza e le sue funzioni protet-
zione si è focalizzata su due fatto- tive. I risultati ottenuti sotto con-
ri che vanno ad agire su una pre- trollo dermatologico dimostrano
disposizione genetica: una terapia che la crema Densidiane ridensi-
cronica a base di steroidi e l’espo- fica la pelle del 27% a partire dal
sizione prolungata ai raggi ultravio- 28° giorno di utilizzo*. Rende la pel-
letti che, favorendo la formazione le più compatta e tonica, in grado
di radicali liberi dell’ossigeno, cau- di tollerare meglio le sollecitazioni
sano alterazioni del DNA nucleare meccaniche
e l’attivazione delle metalloprote- La sua texture morbida e vellu-
asi, potenti enzimi degradativi del- tata non unge e non appiccica.
la matrice extracellulare. Entram- Il suo profumo delicato senza al-
bi i fattori provocherebbero anche lergeni garantisce una tolleranza
una perdita della Vit. C e un’alte- ottimale.

040_41_Noreva_E38.indd 3 25/11/19 16:42


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ALTERNATIVE AL BISTURI

La Medical Codes è un
rivoluzionario lifting del volto
senza far uso del bisturi: niente
incisioni, niente punti, niente
dolorosi o imbarazzanti strascichi
post-operatori.

Dal Brasile il lifting viso


della pausa pranzo
Il lifting del volto è un intervento molto richiesto in chirurgia estetica ma
anche piuttosto impegnativo e non privo di problematiche. Il nuovo lifting viso
brasiliano sostituisce la chirurgia invasiva con particolari codici e filler dermici di
ultima generazione per recuperare la propria bellezza senza traumi

di Alessandro Mancini

L’
estate è ormai lontana ma, specie se non abbia- consumo di frutta e verdure fresche), e il passare degli anni,
mo prontamente rimediato agli effetti non sem- tutti fattori uniti per favorire gli inevitabili segni di invecchia-
pre benefici del sole, possono esserci ancora trac- mento del volto e del collo, che si manifestano con rughe più
ce visibili sul nostro viso. A questi si aggiungono, o meno profonde intorno agli occhi e fra il naso e la bocca,
dopo il ritorno in città, lo stress della vita quoti- con l’abbassamento delle guance e il formarsi di depositi di
diana, una non corretta alimentazione (con un netto calo del grasso localizzati prevalentemente intorno al mento e al collo.

42 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

042_44_AltBisturi_E38.indd 42 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Si dice che invecchiando il volto “perde volume”, in real- cui durata – a seconda della complessità e della zona trattata
tà non è proprio così, perché l’effetto-vecchiaia è causato non – è variabile da una a due ore e più. Il post-operatorio preve-
dalla perdita, ma dalla ridistribuzione del grasso al di sotto de l’applicazione di punti di sutura, piccoli cerotti e ghiaccio
della superficie cutanea. In pratica, l’adipe negli anni si sposta (spesso compaiono gonfiore ed ecchimosi, che possono pro-
sempre di più dalla parte superiore del volto a quella inferio- trarsi per alcune settimane), il ritorno alla vita normale non
re, complice la forza di gravità che opera nel tempo, mentre le è immediato in quanto bisogna restare in assoluto riposo al-
ossa del viso si fanno più sottili e piatte e la pelle e i legamen- meno nelle prime 48 ore, mentre i punti potranno essere tol-
ti di sostegno diventano più lassi. Il lifting chirurgico del vol- ti non prima di 7-8 giorni. Si tratta quindi di un impegno pe-
to permette di eliminare questi inestetismi, rimuovendo le ru- sante, da non decidere alla leggera.
ghe e l’eccesso di grasso, riposizionando i muscoli del viso e Oggi però c’è una nuova alternativa, molto valida, idea-
distendendo la pelle del viso e del collo, in modo da conferire ta da un famoso chirurgo plastico brasiliano, M. Di Maio. La
al viso un aspetto più giovanile. tecnica si chiama MD Codes (MD sta per Medical) ed è un
rivoluzionario approccio al lifting del volto senza far ricorso al
Si può ringiovanire bisturi: niente incisioni, niente punti, niente dolorosi o imba-
mantenendo la propria identità razzanti strascichi post-operatori. In che consiste?
Si tratta però di un intervento chirurgico comprensibil- La tecnica si basa semplicemente su filler di acido ialuro-
mente assai delicato, che richiede una notevole esperienza e nico di ultima generazione. Fin qui nulla di nuovo, salvo che
capacità da parte del chirurgo che lo esegue; non a caso, figu- di solito i filler vengono iniettati per riempire le rughe senza
ra ai primi posti delle dispute legali di rivalsa che hanno per un piano preciso, semplicemente laddove paziente e medico
protagoniste la chirurgia plastica. L’eccessiva staticità dei line- lo ritengono più necessario. Il risultato, quando si va a lavora-
amenti facciali o il cambiamento magari minimo ma avver- re sul settore più delicato della nostra persona, il viso, può es-
tibile della fisionomia del proprio viso (“dottore, non mi ri- sere poco soddisfacente in termini di simmetria, rispetto delle
conosco più!”), sono tra gli inconvenienti più lamentati da proporzioni, naturalezza, ecc. Con il sistema brasiliano non ci
chi vi si sottopone. C’è da aggiungere che si tratta di una ve- si limita a riempire le rughe con i filler, bensì viene fatto uno
ra operazione chirurgica, da eseguire, a seconda dei casi, in studio accurato e preventivo su tutto il viso in modo persona-
anestesia locale con sedazione oppure in anestesia generale, lizzato, variabile cioè da paziente a paziente, che sarà quindi
con ricovero in day-hospital o con una notte di degenza, e la al centro di un approccio statico e dinamico delle rughe e dei ®

Le iniezioni di filler di acido


ialuronico riducono le rughe
della fronte, sostengono la pelle
intorno alla bocca e agli occhi
tenendo conto dell’espressività
naturale della paziente.

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 43

042_44_AltBisturi_E38.indd 43 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ALTERNATIVE AL BISTURI

I RISULTATI SONO PARAGONABILI ALLA comportamenti del volto” aggiornata di volta in volta sul pa-
ziente, tenendo conto della sua espressività naturale accurata-
CHIRURGIA MA SENZA INCONVENIENTI QUALI mente studiata nel piano di preparazione. Obiettivo dichiara-
L’ANESTESIA GENERALE, I LIVIDI, I TEMPI to del trattamento, infatti, è eliminare quel fastidioso “effetto-
lifting” che rende i volti tutti simili, appiattendone l’imma-
DI RECUPERO E I COSTI AGGIUNTIVI. gine su uno standard unico. Ogni punto d’iniezione è indivi-
duato da fattori anatomici locali quali riassorbimento dell’os-
volumi del suo viso, da cui verrà elaborato il piano di tratta- so sottostante o scioglimento del grasso, ma anche dalla mo-
mento individuale. bilità della zona trattata e del suo movimento prima e dopo
Protagonisti del lifting non chirurgico brasiliano sono i una possibile correzione.
codici, che individuano i punti dove si potrà intervenire: sulle
guance, sulle tempie, intorno agli occhi, sul mento, sulla ma- Effetti immediati
scella, sulla fronte e sulle labbra, ecc. Si tratta di 14 codici che e senza complicanze
comprendono a loro volta un totale di 75 Il lifting brasiliano suddivide il volto in tre macroaree (se-
punti precisi di iniezione, definiti dai zioni orizzontali) su cui applicare i codici.
dati anatomici e chirurgici dei di- • Terzo inferiore del viso. Vengono utilizzati 6 codi-
versi compartimenti del viso, ci che lavorano sull’ovale, migliorano il doppio men-
tenendo conto dei rilievi os- to e affinano il viso. L’area in questione infatti inclu-
sei, scomparti grassi, strut- de il mento e le labbra, due target primari del vol-
ture nervose e vascola- to che, grazie al trattamento nei punti giusti, pos-
ri, tutte aree identifica- sono armonizzarlo rendendolo molto più attraen-
te in una “mappa dei te. Le labbra, in particolare, sono la parte del vi-
so più esposta ad errori ed esagerazioni nei tratta-
menti chirurgici di lifting, che possono sconvol-
gere la spontaneità di un sorriso con effetti deva-
stanti sull’intera espressività di un viso. Il nuovo
lifting brasiliano permette di ottenere un effet-
to molto naturale, puntando sull’eleganza delle
linee e delle forme più che sui volumi.
• Secondo terzo del viso. Nella zona inter-
media dell’ovale i codici usati sono 5 e inci-
I filler iniettati nei punti
giusti tonificano il viso,
dono soprattutto sull’area delle guance. I fil-
migliorandone la forma, ler iniettati nei punti giusti tonificano il viso,
e ripristinano il volume migliorandone la forma, e ripristinano il vo-
perduto favorendo un lume perduto favorendo un ritorno alle linee
ritorno alle linee tipiche tipiche della gioventù.
della gioventù.
• Terzo superiore del viso. Comprende la
zona degli occhi e della fronte, dove vengono
utilizzati gli ultimi 3 codici. L’iniezione di filler
di acido ialuronico sostiene la pelle intorno agli
occhi e riduce le rughe, lo sguardo torna giovane
e l’espressione triste finalmente scompare.
Il trattamento può essere eseguito
nella pausa pranzo in 30-60
minuti, a seconda del nu-
mero delle zone trattate,
e gli effetti sono imme-
diati e duraturi (12-18
mesi). L’aspetto del viso
continuerà a migliorare
nelle settimane successi-
ve alla seduta con effet-
ti collaterali minimi, li-
mitati a piccole abrasioni
e lievi gonfiori nella zona
dell’iniezione. Si può tor-
nare ad una vita normale
e alle usuali attività socia-
li già subito dopo l’applica-
zione dei filler. n

44 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

042_44_AltBisturi_E38.indd 44 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Shock termico
per il rimodellamento della silhouette

Applicatore Medium

Tecnologia FIT4®

TissueActive®

Applicatore Large
Impostazioni semplificate

Manipoli ergonomici

Tecnologia trasportabile

Applicatore Viso

prima 60 giorni dopo 1 sessione prima 60 giorni dopo 1 sessione prima 60 giorni dopo 2 sessioni

prima 30 giorni dopo 1 sessione prima 2 mesi dopo 1 sessione prima 45 giorni dopo 1 sessioni

BIOTEC ITALIA s.r.l.


Viale della Repubblica, 20 - 36031 Dueville (VI)
Biotec Italia S.r.l. biotecitaliamed biotecitalia
tel: 0444 591683
info@biotecitalia.com I www.biotecitalia.com

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
DERMATITE SEBORROICA
DEL CUOIO CAPELLUTO…
NON SOLO LA MALASSEZIA!
Rivisitazione eziopatogenetica
A cura del Dott. Donato Di Nunno Medico chirurgo, specializzato in Dermatologia e Venereologia

L
a dermatite seborroica è un’affezione fronte, la regione retroauricolare, le sopracciglia, le pie-
eritemato-desquamativa delle aree ghe naso-geniene e la regione della barba.
seborroiche ad andamento cronico La dermatite seborroica del cuoio capelluto interes-
recidivante, tipica dell’età adulta (18-50 anni) sa circa il 25% degli adulti ed è caratterizzata dalla pre-
ma di frequente riscontro anche nell’età senza di pitiriasi secca o di squame giallastre ed untuo-
infantile con la presenza della caratteristica crosta se su una base più o meno eritematosa. Il più delle vol-
lattea. te il paziente lamenta intenso prurito, seborrea (con ca-
E’una patologia che interessa il cuoio capelluto, il pelli che appaiono untuosi e appesantiti anche poco
volto e il tronco colpendo in particolar modo aree co- tempo dopo il lavaggio) e un aumento della caduta
me l’attaccatura dei capelli, la parte mediale della dei capelli (verosimilmente legata ai processi infiamma-

046_47_Vichy_E38.indd 2 25/11/19 16:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
tori che caratterizzano la patologia). l’attenzione si sta concentrando sul concetto di “di-
Tipicamente peggiora durante il periodo invernale sbiosi”, cioè di una anomala colonizzazione microbi-
per poi migliorare nel periodo estivo, grazie alla attività ca e fungina del cuoio capelluto affetto da dermati-
immunomodulatoria dei raggi UV. te seborroica.
Dal punto di vista clinico la dermatite seborroica E’ormai consolidato il concetto che un microbiota cu-
può presentare: - Pitiriasi secca con presenza di squa- taneo equilibrato e diversificato svolga una funzio-
me bianche di piccole dimensioni sia sul cuoio capellu- ne protettiva, rappresentando per la cute un’ulterio-
to che intorno al fusto dei capelli che sugli indumenti; - re difesa immunitaria, proteggendola da aggressio-
Squame o placche eritemato-desquamanti e untuose, ni esterne, processi infiammatori e infettivi, regolando
di colore giallastro e dimensioni maggiori, caratterizza- il pH e contribuendo a limitare la proliferazione di mi-
te da processi infiammatori anche piuttosto importanti. croorganismi patogeni. Diversi studi recenti, utilizzan-
Riguardo l’eziopatogenesi della dermatite seborroi- do moderne tecniche di biologia molecolare, hanno
ca si sono nel tempo affermate diverse ipotesi, dall’i- infatti evidenziato come lo sbilanciamento delle po-
dea che la sola ipersecrezione sebacea potesse inne- polazioni microbiche a livello cutaneo sia associato
scare e alimentare il processo patologico, fino alla te- all’aggravarsi di diverse condizioni patologiche.
si più accreditata che un’alterazione qua- Un recente studio ha identificato, mediante clonag-
litativa dei lipidi di superficie in associazio- gio e sequenziamento delle regioni dell’unità riboso-
ne al ruolo svolto da un lievito lipofilo del miale conservata, e successivamente quantificate me-
genere Malassezia siano alla base della patologia. diante PCR quantitativa, le principali specie batteri-
Si ritiene che la dermatite seborroica sia il risulta- che e fungine che popolano il cuoio capelluto sano e
to di tre fattori strettamente correlati tra loro: alterazio- quello affetto da dermatite seborroica. I risultati ottenu-
ne qualitativa e quantitativa del sebo, iperprolifera- ti con metodi molecolari indicano che sul cuoio capel-
zione del lievito Malassezia e infiammazione del cuoio luto sano le principali specie batteriche riscontrate so-
capelluto. no Propionibacterium acnes e Staphylococcus epider-
Una aumentata produzione di sebo favorisce la pro- midis, mentre la Malassezia restricta è il principale lievito
liferazione dei lieviti lipofili presenti sulla cute. presente. Nei pazienti affetti da dermatite seborroica si
In particolare, diversi studi hanno messo in evidenza assiste però ad un incremento sia di Malassezia restric-
alterazioni quantitative degli acidi grassi polinsaturi che ta che di Staphylococcus epidermidis, a discapito del
creano le condizioni favorevoli alla proliferazione della P. acnes, evidenziando come la patologia possa essere
Malassezia, che svolgerebbe un ruolo patogenetico se- correlata ad uno sbilanciamento nella proporzione del-
condario. L’attività lipasica del lievito sui trigliceridi libe- le principali popolazioni batteriche e fungine che colo-
ra sulla superficie cutanea acidi grassi insaturi e acido nizzano il cuoio capelluto. Altre specie batteriche (Pro-
arachidonico, che alterano il normale processo di che- pionibacterium granulosum, Staphylococcus caprae),
ratinizzazione e la funzione di barriera cutanea, indu- altri generi batterici (Streptococcus, Acinetobacter,
cendo iperproliferazione e infiammazione, quest’ultima Corynebacterium, Pseudomonas, Moraxella), altre Ma-
inoltre favorita da citochine proinfiammatorie liberate lassezia spp. (Malassezia slooffiae, Malassezia sympo-
dai cheratinociti e dall’attività di Prostaglandine, in par- dialis) e altri generi fungini (Exophiala, Penicillum, Rho-
ticolare PGE2. dotolura) sono risultati presenti in minime percentuali sia
Metodiche di biologia molecolare hanno permes- sul cuoio capelluto sano che su quello dei pazienti af-
so di identificare le diverse Specie di Malassezia presen- fetti da dermatite seborroica.
ti sul cuoio capelluto dell’uomo: M. globosa, M. restric- Ulteriori studi, utilizzando moderne tecnologie di se-
ta, M. furfur, M. sympodialis, M. slooffiae, M. obtusa, M. quenziamento e di bioinformatica, hanno confermato
nana, M. dermatis, M. japonica, tutte specie lipofile. Le questi dati e offerto una analisi accurata del microbio-
specie più comuni riscontrate sul cuoio ca- ta batterico e fungino nella cute del cuoio capelluto,
pelluto dell’uomo sono M. Restricta e M. aprendo l’orizzonte ad una visione più ampia riguardo
Globosa, e risultano presenti in concentra- l’eziologia della dermatite seborroica e al ruolo del mi-
zioni più elevate in corso di dermatite seborroica. crobioma e del suo disequilibrio nello sviluppo dei sinto-
Diversi studi sottolineano l’importanza dell’iper- mi associati alla patologia.
proliferazione della Malassezia nella patogenesi del- Finora, la terapia della dermatite seborroica è stata
la dermatite seborroica. Altri studi invece hanno evi- indirizzata al controllo della Malassezia e alla riduzione
denziato come molti pazienti affetti da dermatite se- dell’infiammazione. Queste nuove conoscenze e l’at-
borroica non presentano una iperproliferazione del tuale interesse della ricerca dermatologica verso il mi-
lievito, mettendo in risalto più una ipersensibilità alla crobiota cutaneo, spingono verso nuove strategie tera-
Malassezia che un legame quantitativo tra il lievito e peutiche, le quali mirano a riparare la funzione barriera
la patologia. In ogni caso, la Malassezia è responsa- della cute e a ristabilire e preservare il micro-ecosiste-
bile di una reazione infiammatoria che porta ad im- ma presente a livello del cuoio capelluto, il cui disequili-
portanti alterazioni cutanee. brio pare contribuire all’insorgenza, al mantenimento e
Recentemente, dal punto di vista patogenetico, all’aggravarsi della dermatite seborroica.

046_47_Vichy_E38.indd 3 25/11/19 16:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METODICHE NON INVASIVE

La biorivitalizzazione,
arma segreta anche
per i capelli
La biorivitalizzazione con gel
piastrinico è una tecnica biologica
che tende a ottimizzare i
parametri fisiologici cutanei con risultati
che possono manifestarsi con
un eccellente miglioramento Il gel piastrinico che si ottiene
dell’estetica della pelle, inoltre può prelevando il sangue del
paziente e centrifugandolo, è un
essere utilizzata per potente concentrato di fattori
di crescita in grado di stimolare
contrastare la caduta dei capelli la rigenerazione dei tessuti. Di
recente, il suo utilizzo si è esteso
alla tricologia, con risultati più
che promettenti nel trattamento
di Cristiana Bianca di problemi del cuoio capelluto.

48 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

048_50_MetNonInv_E38.indd 48 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
In medicina
estetica il Prp
viene utilizzato
per ringiovanire il
viso, contrastare
il diradamento
dei capelli,
donare più
elasticità a collo
e decolleté.

U
na delle frontiere più stimolanti e ricche di sor- gacariociti: le piastrine non si possono infatti considerare vere
prendenti e positivi risultati nel settore della me- e proprie cellule, bensì frammenti dei megacariociti stessi. Es-
dicina estetica è rappresentata dalla biorivitalizza- se giocano un ruolo attivo fondamentale nell’emostasi e nel-
zione basata sul gel piastrinico. Una metodica che la coagulazione sanguigna, grazie a due tipiche proprietà che
possiamo rivendicare come “Made in Italy”: pa- le distinguono: l’adesività (aderiscono prontamente ai corpi
dre della biorivitalizzazione e della medicina rigenerativa si estranei e alle pareti danneggiate dei vasi sanguigni) e l’aggre-
può infatti considerare l’italiano Giulio Bizzozero, che alla fi- gazione (tendono a riunirsi in ammassi). Oltre a questa fun-
ne dell’Ottocento scoprì anche l’esistenza delle piastrine. Ma zione essenziale per la nostra stessa sopravvivenza, si è scoper-
di che cosa si tratta, esattamente? to che, opportunamente concentrate ed attivate in forma di
Il plasma, ovvero la componente liquida del sangue, è ricco gel, le piastrine elaborano, immagazzinano e rilasciano nume-
di piastrine (note anche come trombociti), corpuscoli micro- rosi fattori di crescita, in grado fra l’altro di stimolare la mol-
scopici, grandi solo da 1 a 3 micron (un micron equivale a un tiplicazione delle cellule epiteliali la produzione del collage-
millesimo di millimetro), che giocano un ruolo fondamentale ne. Possono quindi costituire un tessuto autologo in grado di
nei processi antiemorragici e di coagulazione. Le piastrine sono stimolare attivamente e con sorprendenti risultati i processi
il terzo elemento del sangue dopo gli eritrociti (i globuli rossi) e di rigenerazione tissutale (biostimolazione) in ambito maxil-
i leucociti (i globuli bianchi) e la loro quantità nel plasma può lo-facciale, dermatologico e tricologico, settori che riguarda-
variare sensibilmente da un individuo all’altro, grosso modo tra no direttamente anche la medicina estetica e la chirurgia pla-
150.000 e 350.000 per millimetro cubico. stica. Il gel piastrinico - noto in medicina estetica come PRP,
acronimo di Plasma Ricco di Piastrine - è un potente concen-
Le prodigiose piastrine trato di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazio-
e i fattori di crescita ne dei tessuti.
Come gli altri elementi del plasma, le piastrine non nasco- Ecco come funziona. Si effettua innanzitutto un prelievo di
no nel sangue ma entrano in circolo provenienti dal midol- sangue dalla persona che dovrà sottoporsi al trattamento e lo
lo osseo, dove sono prodotte da speciali cellule chiamate me- si fa centrifugare ad alta velocità in un apposito centrifugatore, ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 49

048_50_MetNonInv_E38.indd 49 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METODICHE NON INVASIVE

LA RICERCA MEDICA È SEMPRE PIÙ IMPEGNATA mento cutaneo sulle pelli più mature, a livello sia del viso e
del décolleté che del dorso delle mani, della parte interna di
NELL’UTILIZZO DI TESSUTI PROVENIENTI braccia e cosce e infine dell’addome.
DAL PAZIENTE STESSO, EVITANDO Oltre che nella biostimolazione, il gel piastrinico autolo-
go è un valido supporto anche alla tecnica del lipofilling, uti-
COSÌ I PROBLEMI DI RIGETTO PROVOCATI lizzata da anni con successo sia per fini estetici che ricostrut-
TALVOLTA DALLE PROTESI ARTIFICIALI. tivi (v. l’articolo in questo numero). I fattori di crescita, libe-
rati dalle piastrine iniettate nel derma dell’area ricevente (ad
esempio, il viso), inducono la differenziazione delle cellule
per separare il plasma con le piastrine dai globuli rossi e bian- staminali mesenchimali che sono presenti nel tessuto adiposo
chi: in tal modo, le piastrine si concentrano nel plasma fino a maturo, favorendo la produzione di adipociti (le cellule che
4-5 volte più densamente rispetto al sangue non centrifugato. sintetizzano, accumulano e cedono i grassi), portando come
Alla componente liquida così ottenuta si aggiunge una risultato ad un migliore effetto filling del tessuto adiposo.
particolare soluzione di calcio gluconato che determina la rot-
tura delle piastrine e libera così i fattori di crescita in esse con- Una metodica efficace
tenute sotto forma di granuli. A questo punto si procede all’i- anche contro la calvizie
niezione intradermica, effettuata mediante un sottilissimo Di recente, la metodica del PRP si è estesa anche alla tricolo-
ago, con varie piccole punture nella zona che si vuole tratta- gia, con risultati più che promettenti nel trattamento di numero-
re: il trattamento non è invasivo e non lascia alcun esito, salvo si problemi del cuoio capelluto e in particolare della caduta pre-
piccole ecchimosi che si risolvono in poche ore. coce dei capelli e dell’alopecia androgenetica, che colpisce non
solo 6 uomini su 10, ma anche il 40% delle donne dopo la me-
Ringiovanimento nopausa. Il gel piastrinico autologo viene in questo caso iniettato
immediato e duraturo con micropunture nella zona del cuoio capelluto colpita dal di-
Quando il gel piastrinico viene iniettato nel derma (il tes- radamento e fatto assorbire mediante uno speciale massaggio. Al
suto connettivo che si trova sotto la nostra epidermide), si contrario di altri trattamenti anti-caduta, in questo caso non vi
comporta come una matrice che fa da supporto e da serbatoio è alcun rischio di rigetto e, secondo gli esperti tricologi, il tratta-
dei fattori di crescita piastrinici: viene stimolata la progressiva mento blocca l’avanzata della calvizie nell’80% dei casi, ripristi-
proliferazione e migrazione dei fibroblasti (le unità funzionali nando in molti casi anche una ricrescita significativa. Nell’alope-
del derma che sintetizzano il collagene), richiamando o riatti- cia a chiazze (o alopecia aerata), poi, quella con PRP si è mo-
vando le cellule staminali presenti nella zona trattata. strata finora la metodica terapeutica maggiormente efficace.
La biorigenerazione cutanea con PRP, grazie all’ottimiz- Anche trattando zone del cuoio capelluto non interessate da ca-
zazione dei parametri fisiologici di epidermide e derma, per- duta evidente si sono osservati risultati positivi: la maggioran-
mette un immediato e duraturo ringiovanimento e miglio- za dei capelli cresce più robusta e luminosa, e si può assistere ad
ramento dell’estetica della pelle, rendendo più efficaci anche una ripigmentazione in crescita dei primi capelli bianchi. Ciò
eventuali ulteriori trattamenti effettuati successivamente. avviene perché i fattori di crescita liberati dalle piastrine agisco-
Si può praticare sia a scopo preventivo, a partire dai 30 an- no direttamente sul ciclo vitale dei bulbi, agevolando la crescita
ni, che come vero e proprio trattamento contro l’invecchia- dei fusti e aumentandone la densità.
Il gel piastrinico centrifugato si può sommi-
nistrare anche tramite ionoforesi, la tecnica elet-
troterapica che permette di diffondere la sostan-
za sottocute attraverso la corrente continua pro-
dotta da un’apposita strumentazione. Si tratta di
una metodologia particolarmente utile quando
l’area di cuoio capelluto da trattare è molto va-
sta, come nel caso di caduta massiva a seguito di
radioterapia o di interventi chirurgici. Più pre-
coce sarà il trattamento (si consigliano 2-3 sedu-
te a distanza di 2-3 mesi l’una dall’altra), mag-
giore e più immediato sarà l’effetto ottenuto. Il
trattamento con PRP è oggi esteso come abbia-
mo visto a diversi settori della medicina esteti-
ca, e ciò fa sì che anche i costi siano molto varia-
bili: si può andare dai 300 ai 700 euro per sedu-
ta, ognuna della durata media di circa un’ora. In
conclusione, la biorivitalizzazione a base di fatto-
ri di crescita piastrinici produce effetti veramen-
te straordinari. Con questa tecnica si opera non
solo sul ringiovanimento della pelle, ma si attua
Il PRP autologo viene iniettato con micropunture nella zona del cuoio capelluto una stimolazione e rigenerazione cutanea di cui
colpita dal diradamento e fatto assorbire mediante un opprortuno massaggio. può beneficiare tutto il nostro corpo. n

50 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

048_50_MetNonInv_E38.indd 50 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Salute, Benessere e Bellezza della donna

Estetica e Cosmesi di nuova generazione


Crema schiarente, illuminante, protettiva, antiage

Crema formulata per contrastare gli inestetismi


cutanei da eccessiva melanogenesi locale.

Macchie cutanee da eccessiva


esposizione solare
Macchie ormonali
Macchie senili
Macchie da uso improprio di
cosmetici e profumi
Iperpigmentazione di natura
infiammatoria
Inestetismi post-infettivi
Rosacea
Acne
Lentiggini

Bellezza e salute Componenti principali


binomio imprescindibile Idrossiapatite
Le conoscenze sempre più approfondite del mi- Bis-Benzotriazolyl Tetramethylbutylphenol
crobioma e del microbiota umano hanno evi- 4-Butylresorcinol
denziato la capacità di alcuni micronutrienti di Glutatione
contrastare i fenomeni che portano all’invecchiamento della pelle Grazie alla presenza di idrossiapatite e filtri solari
e a vari fastidiosi inestetismi cutanei. è in grado di contribuire alla protezione della pelle
Con il progredire dell’età, specie nelle donne, durante il periodo dalle radiazioni solari ultraviolette.
del flusso mestruale, in età del climaterio o della menopausa o in Modo d’uso
corso di alterazioni metaboliche/endocrine, l’equilibrio del pro- Applicare piccole dosi di crema sulle zone colpite da macchie scure e
biota umano femminile è determinante per la salute della donna. discromie e massaggiare delicatamente fino a completo assorbimen-
Bellezza e salute formano un binomio imprescindibile che esi- to. Si consiglia di applicare RE-MOVEO, su una pelle precedentemen-
te detersa e asciutta, 2 volte al giorno, preferibilmente mattina e sera,
ge un approccio olistico mirato attraverso metodi e trattamenti
per almeno 10 settimane. Se si prevede un’esposizione solare prolunga-
nutrigenomici appropriati ben rappresentati dalla linea Calagin ta, si consiglia l’utilizzo di una crema solare con protezione elevata. Da
(Calagin gel, Calagin caps, Calagin buste complex) e Genelasi D3. utilizzare regolarmente e con costanza. Senza effetti collaterali.
Per maggiori informazioni
www.farmagens.it • info@farmagens.it
Le nostre referenze sono disponibili nelle migliori Farmacie. Richiedi i nostri prodotti presso il tuo farmacista di fiducia.
Per acquisti on line www.farmagensonline.it • Per acquisti telefonici 0687770821

Pubbl. Re-Moveo 2018 (23x29,7).indd 1 12/06/18 10:06


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
INTERVISTA AL VIP

Caterina Murino,
la parigina con il cuore
in Sardegna
52 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

052_54_Vip_E38.indd 52 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
A 42 anni l’ex Bond Girl che ha sedotto 007, il bel tenebroso
Daniel Craig nel film “Casino Royal”, è luminosa e piena di fascino. Un volto
antico, il suo, di una bellezza altera, che lei preserva grazie
a uno stile di vita “mediterraneo”, sano e genuino
di Roberta Valentini

S
i definisce «selvaggia e indipendente, ma anche
estremamente semplice e legata alle tradizioni», e A proposito di Parigi e dei suoi continui viaggi in gi-
aggiunge: «assomiglio in tutto e per tutto alla terra ro per il mondo, non le manca l’Italia?
meravigliosa dove sono nata, la Sardegna. Le radi- Certo che mi manca, in particolare la mia Sardegn, dove
ci, per me, sono molto importanti e le porto ovun- torno spessissimo e dove ho girato “L’Isola di Pietro 3”: una
que con me, in giro per il mondo». magnifica occasione per lavorare respirando l’aria di casa. Ma
Caterina Murino è originaria di Cagliari, da sedici an- i viaggi sono l’aspetto più bello che mi ha regalato la mia pro-
ni parigina d’adozione. A Parigi ha conosciuto, due an- fessione di attrice. Incontrare altre culture, assorbirle e ren-
ni fa, l’avvocato francese Edouard Rigaud a cui è legata derle un po’ mie, mi esalta.
sentimentalmente.
Madrina del Premio Imaie alla 76a Mostra del Cinema di Attrice e Ambasciatrice,
Venezia, l’abbiamo vista in tv, su Canale 5, nella serie “L’Isola rinascere in Africa
di Pietro” con Gianni Morandi.

C aterina, è lo stile di vita “mediterraneo” il suo È molto legata alle sue radici: qual è il dono che ha
ricevuto dalle sue origini sarde?
segreto? La mia terra mi ha dato il coraggio di essere assolutamen-
Sicuramente il fatto di non bere e non fumare aiuta la mia te libera, senza essere limitata da nulla, un po’ selvaggia e in
pelle a mantenersi giovane. Non capisco quelli che vivono grado di farcela da sola in ogni contesto. Dai miei genitori,
una vita sregolata e poi magari ricorrono al bisturi. Devo dire, in particolare, ho ereditato la capacità di rimanere con i piedi
poi, che devo dire grazie alla genetica della mia famiglia i cui per terra, qualsiasi cosa mi fosse capitata nella vita, grandiosa
membri si conservano splendidamente. Certo non posso evi- o disastrosa che fosse.
tare che alla mia età il viso cominci a segnarsi. Ma non me ne
preoccupo: ogni stagione ha il suo sapore, S elvaggia e indipendente, ma felice insieme ad Edou-

C i sono anche degli “espedienti” per mantenersi in


ard: è così?
Eduard è l’uomo che faceva per me: di carattere for-
forma? te, deciso, capace di trovare la vera Caterina che tengo na-
Vado spesso a correre, la mattina, sul lungosenna, a Parigi. scosta dentro di me. Fare l’attrice, immedesimarsi nei ruo-
Mi fa stare bene, un buon inizio di giornata. Non pratico al- li che si interpretano è anche un modo per mascherarsi:
tri sport. una difesa.

Caterina a Venezia LXXVI consegna insieme


a Gianmarco Tognazzi il NuovoIMAIE Talent
Le piacerebbe diventare mamma?
Magari, mi piacerebbe molto. Con Eduard sto vivendo un
Award 2019 a due attori esordienti.
momento magico e sarebbe fantastico che desse un frutto così
importante per la vita di una donna. Anzi: di una coppia.

C aterina, lei da tanti anni è ambasciatrice di Amref


(African Medical Research Foundation), la ong che da ol-
tre 60 anni si dedica al miglioramento della salute in Afri-
ca: come è cominciato il suo impegno con questa associa-
zione benefica?
L’ho scoperta in Francia, casualmente, tredici anni fa.
Una nota casa di gioielli mi chiese di disegnarne uno, i cui
proventi sarebbero stati devoluti proprio ad Amref. Ho ac-
cettato e, subito dopo, sono stata contattata dall’associazio-
ne per diventare una loro ambasciatrice. Ho aderito e so-
no partita per il Kenya: ho incontrato una realtà che è stata
un’esperienza traumatica, ma che mi ha arricchito a tal pun-
to che ogni mio viaggio in territorio africano, in questi an-
ni, per me ha costituito sempre una sorta di rinascita. ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 53

052_54_Vip_E38.indd 53 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
INTERVISTA AL VIP

«LA MIA TERRA MI HA DATO


IL CORAGGIO DI ESSERE
LIBERA, SELVAGGIA,
SENZA ESSERE LEGATA A
NULLA, DI FARCELA DA SOLA
IN OGNI CONTESTO».

Q ual è esattamente la missione di Amref? minato di brave attrici vengono da lì, a cominciare da Lucia
Aiutare le popolazioni africane nei loro territori, dal Bosè, Gina Lollobrigida, Eleonora Rossi Drago, Silvana Man-
punto di vista della salute, formando soprattutto medici ed gano e Sofia Loren: nomi storici che senza quel concorso for-
ostetriche. E, ad oggi, i dottori che lavorano per Amref so- se non sarebbero entrati nella Storia
no per il 97% africani, mentre negli ultimi cinque anni so-
no state formate circa 9.000 ostetriche, ognuna delle qua- S i divide da sempre tra teatro, tv e cinema, in Italia e
li si occupa di 500 donne, delle loro gravidanze, dei loro in Francia. Il successo che effetti ha nella sua vita?
bambini e della pianificazione familiare. Un lavoro grandio- Non ci sono momenti di gloria, ce ne sono alcuni in cui
so, qualcosa di più concreto di una semplice goccia nel mare si lavora molto e la gente si ricorda di te, altri in cui sembra-
come purtroppo si rivelano molti tentativi di migliorare la no dimenticare che esisti. Questo mestiere è un po’ come un
qualità della vita di quelle genti. ascensore, l’importante è non scoraggiarsi mai e non cedere
alla tentazione di scendere, perché è la vita stessa che è fatta di
Parliamo della sua carriera cinematografica: ricorda alti e bassi, occasioni e mancate occasioni. Mai scoraggiarsi e
la sua prima volta sul set? mai montarsi la testa.
Nell’ultimo film di Dino Risi, “Le ragazze di Miss Italia”,
per RaiUno. Avevo 23 anni. Mi ricordo il primo provino e A l prestigio Festival di Venezia l’abbiamo vista nel
ancora ho una foto straordinaria in cui Dino mi tiene la ma- ruolo di Madrina al Premio Nuovo IMAIE (Istituto Mu-
no sulla spalla e mi guarda con orgoglio. Devo dire grazie a tualistico Artisti Interpreti Esecutori), dove ha consegnato
lui, oltre che al concorso di Miss Italia, dove mi sono classifi- il “Talent Award 2019” a due attori esordienti. Ha un con-
cata quinta nel ’97. siglio da dare ai giovani debuttanti in questa impegnativa
professione?
Il concorso di Miss Italia, A chi ha la passione per il mestiere di attore, consiglio di
inesauribile miniera di talenti coltivare il loro talento, di studiare le lingue e di non abbat-
tersi mai nei momenti difficili, che sono tanti e improvvisi.
A proposito di Miss Italia, se tornasse indietro parte- Ma se si rimane attaccati al proprio sogno e si combatte per
ciperebbe di nuovo a un concorso di bellezza? realizzarlo, prima o poi il premio arriva.
Ma certo. La mia vita, senza quel concorso, sarebbe stata
diversa. E poi Miss Italia ha il merito, fin da quando è nata, Parola di Caterina Murino, ex Bond Girl e attrice di suc-
di aver lanciato tanti talenti nello spettacolo. Un numero ster- cesso, con la Sardegna sempre nel cuore.  n

54 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

052_54_Vip_E38.indd 54 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PUBB.indd 1 25/11/19 17:21
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
INGREDIENTI DI BELLEZZA

Acido ialuronico,
il miglior amico della pelle
È
una delle sostanze più utilizzate in medicina este-
L’acido ialuronico ancora oggi rappresenta il tica. Dal punto di vista chimico, l’acido ialuronico
golden standard per quanto riguarda è un disaccaride (carboidrato costituito dall’unio-
ne di due zuccheri semplici o monosaccaridi) pre-
la capacità plastica di riempimento della ruga, sente in tutti i tessuti connettivi umani, compresa la
del mantenimento della correzione per un cute. Nei tessuti adulti è presente di solito in piccole quanti-
tà, mentre abbonda durante lo sviluppo embrionale e, nell’a-
ragionevole periodo di tempo e soprattutto dulto, durante la fase di guarigione delle ferite ed in alcuni
per l’assenza di spiacevoli effetti tessuti specializzati quali la cartilagine, l’umor vitreo dell’oc-
chio, il cordone ombelicale e il fluido sinoviale. Le sue mole-
collaterali. Il suo uso è in costante crescita cole tendono a formare catene che, ad elevate concentrazioni,
si possono aggrovigliare formando una rete continua ma po-
rosa, che intrappola molecole di acqua. Ha pertanto la capaci-
di Manuela Pagnotta tà di trattenere molta acqua – fino a 70 volte il proprio peso!

56 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

056_58_Ingredienti_E38.indd 56 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Una sostanza, tante risorse
L e infiltrazioni a base di acido ialuronico sono indicate
per la correzione di:
• labbra (pienezza, turgore, bordo vermiglio,
volume e contorno); 
• pieghe (es. quelle nasolabiali); 
• rimodellamento del contorno del viso
(es. guance e mento); 
• rughe (es. glabellari tra le sopracciglia
e commessure orali); 
• rughe perioculari (“zampe di gallina”);
• esiti cicatriziali post-acneici e post-traumatici; 
• inestetismi dei tessuti molli; 
• rimodellamento del seno e del corpo; 
• esiti di rinoplastica.

La proprietà dell’acido ialuronico è quella


di richiamare acqua ai tessuti restituendo
pienezza, tonicità e idratazione alla pelle.
A fianco: è importante proteggere la pelle
durante l’esposizione al sole per evitare
un precoce invecchiamento cutaneo.

Si tratta di una molecola che ha una struttura chimica identi- sibilità alla sostanza, è totalmente privo di effetti collaterali.
ca sia che si trovi nei batteri, negli animali o negli esseri uma- Con l’avanzare dell’età, la sua concentrazione all’interno dei
ni. Essendo quindi chimicamente identico in tutte le specie e tessuti tende a diminuire sensibilmente; se al trascorrere ine-
in tutti i tipi di tessuto, l’acido ialuronico presenta una tota- vitabile del tempo aggiungiamo poi le cattive (e evitabili) abi-
le biocompatibilità. E poiché è presente naturalmente nei tes- tudini, come il fumo, la poca idratazione, l’esposizione al sole
suti umani, questa sostanza è anallergica e non immunoge- senza un’efficiente protezione, ecc., il normale processo di in-
na, e pertanto sempre ben tollerata dall’organismo umano. La vecchiamento cutaneo subisce una drammatica accelerazione,
sua proprietà è quella di richiamare acqua ai tessuti restituen- con una conseguente anticipata diminuzione dell’acido ialu-
do pienezza, tonicità e idratazione alla pelle; in ambito esteti- ronico all’interno dei tessuti.
co cancella le rughe. È bene sottolineare che il risultato ottenuto con le iniezio-
ni di acido ialuronico non è permanente, la sua durata è in
Non è per sempre, media di 4-8 mesi ma può variare a seconda del tipo di pelle,
ma è sempre adatto da soggetto a soggetto, e anche in base al tipo di acido utiliz-
Iniettato dove serve ha una doppia azione: zato. Si distinguono infatti 4 classi di filler ialuronici in base
- ripristina l’idratazione laddove carente (di conseguenza la al tempo di riassorbimento:
risposta immediata sarà la turgidità); • filler a rapido riassorbimento (2-3 mesi);
- avendo diversi pesi molecolari a seconda della sede di • filler a medio riassorbimento (5-6 mesi);
iniezione, può ripristinare i volumi persi. • filler a lento riassorbimento (fino a un anno);
L’acido ialuronico viene utilizzato fin dagli anni Settan- • filler a lentissimo riassorbimento (fino a due anni).
ta, e fino a poco tempo fa veniva estratto esclusivamente dagli Va comunque ricordato che la cute trattata con questo ti-
animali, mentre attualmente viene sintetizzato in laboratorio po di infiltrazione risulterà notevolmente migliorata e anche
con l’ausilio di biotecnologie. Ha anche proprietà cicatrizia- una volta riassorbito il materiale non ritornerà ai livelli (inde-
li ed antinfiammatorie e, se si escludono i rari casi di ipersen- siderati) originari, perché l’acido ialuronico ha costituito un ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 57

056_58_Ingredienti_E38.indd 57 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
INGREDIENTI DI BELLEZZA

L’ACIDO IALURONICO È UN COMPONENTE


FONDAMENTALE DEL DERMA,
E GRAZIE ALLE SUE PROPRIETÀ CONFERISCE
ALLA PELLE ELASTICITÀ E MORBIDEZZA.

L’acido ialuronico non è


esclusivamente contenuto
nei filler, ad oggi infatti in
cosmetica la stragrande
maggioranza dei prodotti
lo contengono. Sotto: il
consumo di frutta e verdura
può essere utile ai fini di
prolungare i benefici effetti
dell’acido ialuronico.

valido nutrimento e idratazione sottocutanea. È il trattamen- il trattamento può apparire un lieve rossore e la zona trattata
to ideale per completare l’azione anti-aging di altri trattamen- potrebbe risultare leggermente più gonfia rispetto al risulta-
ti chirurgici, estetici e cosmetici perché si integra con i tessu- to che si vuole ottenere. Raramente si può verificare un picco-
ti senza falsare la fisionomia della persona, ma donando una lo livido nella zona di iniezione. Dopo qualche ora è comun-
freschezza naturale. Le iniezioni di acido ialuronico vengono que possibile coprire la zona che è stata trattata con del truc-
effettuate in ambulatorio e il trattamento dura 15-30 minu- co o del rossetto.
ti. Generalmente non è necessaria l’anestesia locale, ma talvol-
ta può essere utilizzata una pomata anestetica, soprattutto per Grande protagonista
il trattamento di zone più fastidiose come le labbra. Trattan- anche nella cosmetica
dosi di una sostanza naturale, l’acido ialuronico non presen- L’acido ialuronico non è esclusivamente contenuto nei fil-
ta particolari controindicazioni. Nelle prime 24-48 ore dopo ler, ad oggi infatti in cosmetica la stragrande maggioranza del-
le creme lo contengono. La disponibilità di diversi pesi mole-
colari (l’indicazione del peso sta ad indicare la grandezza del-
la molecola) fa sì che versioni con un peso molecolare bas-
so penetrino meglio nella cute, assorbendo un grande quan-
titativo d’acqua rilasciandolo gradualmente e quindi renden-
do sempre la stessa idratata; l’acido ad alto peso molecolare
invece, si va a depositare in superficie, andando a formare co-
sì una barriera protettiva che impedisce all’acqua contenuta
negli strati profondi di evaporare, e donando una distensione
dei lineamenti e una maggiore compattezza al viso. Assume-
re regolarmente frutta e verdura può essere utile ai fini di pro-
lungare i benefici effetti dell’acido ialuronico: questi alimen-
ti contengono infatti antiossidanti in grado di protegge-
re e preservare a lungo questa preziosa sostanza natu-
rale. Possono essere assunti anche integratori a base
di vitamina C e di glucosamina, di aiuto nella sin-
tesi di nuovo acido ialuronico da parte dell’organi-
smo (autogeno), seguendo però sempre le indica-
zioni del medico. n

58 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

056_58_Ingredienti_E38.indd 58 25/11/19 14:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
www.lgyvoire.it

PUBB.indd 1 25/11/19 17:23


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LABBRA IN PRIMO PIANO

Le rughe a qualunque età:


prevenirle
e combatterle
Le “rughe di espressione” compaiono
anche in età relativamente giovane.
In particolare le rughe periorali sono un
esempio di come un cattivo
stile di vita o una mimica facciale
ipercinetica possano lasciare segni più o
meno indelebili – ma sempre sgraditi –
sul viso di una donna (e di un uomo)
di Cristiana Bianca

Le rughe di espressione sono così chiamate perché causate dalla


ripetizione di movimenti facciali legati alla manifestazione di sentimenti
ed emozioni. Sopra: il Dermoroller è uno strumento con aghi molto corti
in grado di creare dei micro-solchi per la penetrazione di vitamine come
la A e la C indispensabili per la sintesi del collagene.

60 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

060_62_Labbra_E38.indd 60 26/11/19 17:38


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
C
ontrariamente a quanto di solito si pensa, le ru- Come combattere e possibilmente far sparire del tutto que-
ghe possono fare la loro indesiderata compar- sto detestabile inestetismo, una volta che abbia fatto la sua
sa anche sulla pelle delle più giovani, la cui pel- comparsa? Rughe poco marcate e molto superficiali, prese
le dovrebbe essere ancora soda ed elastica grazie quindi per tempo, potranno essere trattate efficacemente con
all’attiva produzione di collagene ed elastina, de- la radiofrequenza, una metodologia che, trasformando ener-
stinata purtroppo a ridursi col trascorrere degli anni. gia fredda di alta frequenza in calore localizzato fino a 55-65°C
Ma quali sono le cause della prematura comparsa delle ru- (ben oltre quindi i fisiologici 37°C) sull’epidermide e negli stra-
ghe? Ai primi posti troviamo uno stile di vita poco salubre e ir- ti superficiali del derma (fra i 3 e i 9 mm di profondità a secon-
regolare, la scarsa idratazione (si beve troppo poco e si man- da delle punte utilizzate), causa un sia pur limitato danno ter-
gia poca frutta e verdura), un riposo insufficiente (poche ore di mico, valutabile dal 5 al 30% della funzionalità delle fibre di
sonno per notte), il fumo, l’alcol e un’alimentazione sbilanciata. collagene, che stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene
nei successivi 4-6 mesi, ottenendo così una notevole distensio-
Radiofrequenza e needling, ne cutanea (assottigliamento della pelle) delle zone tratta-
valide soluzioni te, con effetto a lungo termine. Il protocollo pre-
Il “codice a barre”, nome piuttosto espli- vede mediamente 8 sedute, da effettuare a di-
cito con cui si indicano quelle rughette stanza di 10-15 giorni l’una dall’altra.
disposte in fila lungo il contorno supe- Valida alternativa alla radiofrequen-
riore delle labbra (la cui corretta de- za è il needling, una pratica che si ef-
nominazione medica è “rughe pe- fettua con il dermaroller o roll-cit,
riorali” o perilabiali), è senza dub- costituito da un perno su cui è fis-
bio la tipologia di rughe da espres- sato un rullo dotato di sottili aghi
sione più diffusa, favorita in par- di acciaio. La lunghezza degli aghi
ticolare dalle sigarette (non dalla diversifica il trattamento in: co-
nicotina, ma dai movimenti del- smetico (0,5 mm), medico (1,5
le labbra quando si aspira ed espi- mm) e chirurgico (3 mm), tutti
ra il fumo) o da una mimica ner- con le stesso intento ma con proto-
vosa che porta a stringere e rilassare colli, impegno del paziente e risul-
continuamente le labbra. Le rughette tati molto diversi. Gli aghi vengono
intorno alle labbra compaiono per l’al- passati ripetute volte nella zona perio-
lentamento delle fibre di collagene che rale: i microtraumi causati dagli aghetti
mantengono la pelle elastica, dovuto pro- favoriranno anche in questo caso la produ-
prio all’eccessiva tensione cui sono sottoposte. zione di nuovo collagene. Per il trattamento del- ®

L’acido ialuronico è il filler più utilizzato in medicina


estetica perché ideale per il trattamento di rughe
statiche e dinamiche di ogni tipo.

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 61

060_62_Labbra_E38.indd 61 26/11/19 17:38


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LABBRA IN PRIMO PIANO

LA RADIOFREQUENZA PERMETTE DI CURARE


LA PELLE DALL’INTERNO INDUCENDO
MODIFICAZIONI DEL COLLAGENE IN GRADO DI
PROMUOVERE UN “EFFETTO LIFTING”.
le rughette perilabiali è sufficiente un needling cosmetico, il
più “soft” perché effettuato con aghi molto corti ma ugual-
mente in grado di creare dei micro-solchi nello strato cor-
neo, grazie ai quali la penetrazione di molecole di grosse di-
mensioni può essere aumentata di ben diecimila volte, fa-
vorendo così il passaggio di vitamine come la A e la C indi-
spensabili per la sintesi del collagene. La sintesi di collagene
a livello dermico è proporzionale alle quantità di vitamine
che riescono a raggiungere questo strato cutaneo, quindi at-
traverso una maggiore penetrazione cutanea le vitamine pos-
sono apportare maggiormente i loro benefici. I microscopici
fori generati dal rullino sono invisibili e si richiudono da so-
li nell’arco di sole 24 ore. Al termine del trattamento la zo-
na interessata manifesterà un rossore più o meno lieve, che
scomparirà nell’arco di 24-48 ore. Il trattamento andrà ri-
petuto 1-2 volte a settimana per almeno 2-3 mesi, in quan-
to i risultati in termini di ripristino della compattezza cuta-
nea (riduzione delle rughe sottili) sono proporzionali al nu-
mero di applicazioni.

In pelli mature le rughe più profonde vengono trattate con filler


riempitivi e biostimolanti con risultati apprezzabili che possono
durare fino a 8 mesi. A fianco: il movimento delle labbra quando
si aspira ed espira il fumo è causa della formazione delle rughe
chiamate “codice a barre”, ovvero quelle rughette disposte in fila
lungo il contorno superiore delle labbra.

Per le rughe più difficili,


meglio il filler
Nei casi in cui le rughe periorali risultassero più marcate
è consigliabile invece un trattamento di filler. L’acido ialuro-
nico o ialuronato, il filler più utilizzato in medicina estetica
(vedi anche l’articolo in questo numero), è ideale per il trat-
tamento di rughe statiche e dinamiche di ogni tipo (rughe
frontali, periorali, perilabiali), rappresentando senza dubbio
la migliore sostanza per quanto riguarda la capacità plasti-
ca di riempimento della ruga, del mantenimento dell’effet-
to correttivo nel medio-lungo termine e per la pressoché to-
tale assenza di controindicazioni e di spiacevoli effetti colla-
terali. Le infiltrazioni a base di ialuronato sono più che si-
cure, essendo questo acido presente naturalmente nel nostro
organismo: esso viene completamente riassorbito, per cui il
risultato avrà una durata variabile dai 5 agli 8 mesi. Il trat-
tamento dura al massimo mezz’ora e viene effettuato in am-
bulatorio, di regola senza anestesia, tuttavia può essere uti-
lizzata una pomata anestetica da applicare nella zona da trat-
tare, considerando che la zona delle labbra è particolarmen-
te ricca di terminazioni nervose e quindi molto sensibile.
Nelle prime 24-48 ore potrebbe verificarsi un leggero rosso-
re sulla zona trattata e la stessa potrebbe risultare più gonfia
di quanto ci si aspetti, un inconveniente destinato a riassor-
birsi nel giro di poche ore. n

62 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

060_62_Labbra_E38.indd 62 26/11/19 17:38


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
VIVACY: INNOVAZIONI CHE
FANNO LA DIFFERENZA
Con lo sguardo costantemente rivolto all’innovazione e alla ricerca
di eccellenza, i Laboratoires VIVACY mettono in primo piano la soddisfazione
e la sicurezza del Professionista e del suo Paziente.

L
aboratoires VIVACY e ̀ un’azienda Francese, fine di garantire al professionista la più elevata qualità dei
specializzata nello sviluppo, produzione e prodotti, la massima trasparenza e una tecnologia sempre
distribuzione di dispositivi medici a base di acido all’avanguardia. Per una pratica quotidiana sicura, “senza
ialuronico iniettabile. Presente in oltre 80 paesi in pensieri” e pazienti soddisfatti e fidelizzati.
tutto il mondo, Laboratoires VIVACY rappresenta
oggi uno dei maggiori player del mercato della Medicina Bi-SOFT®, un nuovo concetto di siringa
Estetica e Anti-age. Bi-SOFT® è il nuovo sistema di iniezione brevettato da
Nella loro continua ricerca di innovazione ed eccellen- VIVACY, per essere ancora piu ̀ vicini alle esigenze dei me-
za, i Laboratoires VIVACY, ambasciatori del know-how tec- dici durante la pratica quotidiana e migliorare la precisio-
nologico e dell’innovazione Made in France, hanno svilup- ne, il comfort e il controllo durante i trattamenti estetici con
pato recentemente alcune significative novità, mirate alla i filler della gamma STYLAGE. La siringa Bi-SOFT è progetta-
sicurezza e alla soddisfazione del medico e del suo pazien- ta con una tecnologia bi-materiale, in policarbonato tra-
te. L’azienda opera da sempre infatti con rigore ed esigen- sparente e con alcune componenti dalla superficie soft-
za, nel rispetto di tutti gli standard europei ed internaziona- touch, per una maggiore aderenza tra la superficie stessa
li e con la collaborazione dei massimi esperti del settore, al e i guanti del medico, miglior controllo e una migliore sta-
bilità. Il centro di gravità è stato ottimizzato affinchè la sirin-
ga si adatti perfettamente alla mano del medico, garan-
tendo maggiore comfort, precisione e ripetibilita ̀ del gesto
e riducendo la sensazione di sforzo durante l’iniezione, so-
prattutto durante l’utilizzo di prodotti volumizzanti ad ele-
vata viscosita ̀ (come STYLAGE XL o XXL).

Una tecnologia unica e brevettata


VIVACY ha sviluppato una tecnologia unica di cross-lin-
king dell’acido ialuronico, la “ IPN-like Technology” (Inter-
Penetrated Networks), fondata sull’interpenetrazione del-
le reti reticolate di acido ialuronico e che consente di de-
finire con precisione le proprietà viscoelastiche di ogni
prodotto. Clinicamente, le principali caratteristiche del
prodotto ricercate dai medici sono la capacità di solleva-
mento dei tessuti cutanei, il supporto meccanico e la sem-
plicità di estrusione. Queste proprieta ̀ sono il risultato del-
la combinazione, unica per ogni prodotto, tra elasticita ̀ e
viscosita ̀ del gel. Queste specifiche proprietà viscoelasti-
che determinano il piano di iniezione del gel e gli consen-
tono di rispondere alle varie sollecitazioni meccaniche a
cui sarà sottoposto nei tessuti dopo l’iniezione. L’IPN-LIke
Technology sviluppata da VIVACY si traduce in una corre-
zione più naturale, sicura e duratura per il paziente.
L’innovazione di VIVACY va oltre la tecnologia brevet-
tata IPN-Like. VIVACY infatti ha combinato ad essa gli an-
tiossidanti mannitolo o sorbitolo, efficaci scavengers dei
radicali idrossilici, i più aggressivi generati durante l’inie-

064_65_EMMECI_E38.indd 2 25/11/19 16:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{

zione. Durante l’iniezione intradermica, infatti, il movimen- di iniezione delle gamme STYLAGE® e DESIRIAL® e pro-
to invasivo dell’ago attraverso gli strati della pelle provoca muovere la conoscenza del medico e lo scambio di espe-
una risposta infiammatoria e la produzione di radicali libe- rienze. VIVACY e-LEARN rappresenta un validissimo stru-
ri. Questi radicali liberi sono dannosi per le molecole di aci- mento per approfondire e perfezionare le proprie tecni-
do ialuronico e contribuiscono alla loro degradazione. L’ef- che, per cogliere spunti differenti e per apprendere dall’e-
fetto di correzione quindi potrebbe non durare quanto de- sperienza di medici provenienti da tutto il mondo.
siderato. Gli antiossidanti mannitolo o sorbitolo minimizza- I prodotti STYLAGE e DESIRIAL dei Laboratoires VIVACY
no la degradazione dell’acido ialuronico. Inoltre, agiscono sono distribuiti in esclusiva in tutta Italia da EMMECI 4 S.r.l.
come stabilizzatori termici, per una correzione sempre ef-
ficace (anche dopo lunghi periodi di stoccaggio) e sono
entrambi di qualità iniettabile, in accordo con la Farmaco-
pea Europea e perfettamente tollerati dall’organismo.

Massima sicurezza per il medico e il paziente


Come produttore, Laboratoires VIVACY gestisce l’intero
processo di produzione. La sicurezza e ̀ un’assoluta priorita ̀ e
non si accettano compromessi. L’obiettivo è garantire sem-
pre la massima trasparenza durante tutto il processo di pro-
duzione e distribuzione. Per questo, VIVACY ha presenta-
to nel 2017, e poi implementato più recentemente, un inno-
vativo sistema di tracciabilita ̀ dei prodotti. In ogni packa-
ging e ̀ stato inserito un chip RFID (Radio Frequency IDenti-
fication), con un numero unico che garantisce la sicurezza
e assicura una migliore protezione contro le contraffazioni.
La tecnologia RFID consente ai consumatori in tutto il mon-
do di verificare online l’autenticita ̀ dei prodotti VIVACY. E’
sufficiente una scansione dei prodotti stessi fatta utilizzando
lo smartphone o un lettore NFC, tramite l’applicazione de-
dicata “My Vivacy”, o attraverso il sito www.vivacy-security.
com. L’applicazione“My Vivacy” App è disponibile gratuita-
mente su Apple Store e Google Play.

Formazione di altissimo livello


Da sempre orientata al cliente e alla sua educazione
e formazione, VIVACY ha implementato VIVACY e-LEARN,
una piattaforma di e-learning per perfezionare le tecniche

064_65_EMMECI_E38.indd 3 25/11/19 16:57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SALUTE E BELLEZZA

Gli integratori
non sono una panacea:
bisogna saperli utilizzare
Gli integratori sono benefici
e in grado di migliorare anche il nostro
aspetto, soprattutto la pelle,
contribuendo al mantenimento
della sua tonicità e di una regolare
pigmentazione. Ma prima di assumerli
è necessario consultare un medico
estetico, perché alcuni potrebbero
avere effetti molto indesiderati
di Elena Cappelletti

Integratori a base
di Omega 3 e Vitamine
C, A ed E sono un ottimo
strumento per bloccare
la caduta dei capelli
e rinforzare il
cuoio capelluto.

66

066_68_Consigli_E38.indd 66 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Chi pratica regolare attività sportiva
può ricorrere al consumo di
integratori per garantire al fisico il
giusto apporto di nutrienti ed energia.

L
a cura del corpo e della forma fisica è sempre più al lute, altri ancora possono essere perfino dannosi. Il rischio au-
centro dei desideri di tutti noi, e l’aumento vertigi- menta quando i singoli ingredienti vengono combinati tra lo-
noso del volume d’affari del mercato degli integra- ro, perché nella maggioranza dei casi le miscele non sono sta-
tori che aumenta ne è la testimonianza: nel 2018 te ancora studiate o, in molti altri, sono state oggetto di stu-
ha raggiunto nel nostro Paese i 3,3 miliardi di euro. di niente affatto risolutivi sugli effetti sinergici delle sostan-
Non necessitando di alcuna prescrizione medica, gli integra- ze miscelate.
tori solo generalmente percepiti come sostanze esenti da ef- Di solito quando si parla di integratori si pensa a sostan-
fetti collaterali, e quindi sicure: fanno bene e comunque ma- ze che aiutino a raggiungere dei risultati sportivi o a sostene-
le non fanno. Sbagliato: il loro impiego, per essere sicuro ed re uno sforzo fisico, ma negli ultimi anni questi prodotti han-
efficace, deve richiedere tassativamente la conoscenza del loro no visto una notevole crescita anche nell’ambito della medi-
funzionamento e dei relativi ingredienti contenuti. È quindi cina estetica, proponendosi in particolare nel campo sempre
raccomandabile, prima di assumere qualsiasi tipo di integra- più vasto e articolato dei nutricosmeceutici. Soprattutto la cu-
tore, consultarsi con il proprio medico, perché se non si go- ra della pelle può trarre giovamento dall’assunzione regolare
de di saluta ottima, o si è in cura con un particolare farmaco di sostanze spesso deficitarie nel nostro organismo. I principi
piuttosto che un altro, anche un integratore “banale” potreb- attivi dei trattamenti di nutricosmeceutica sono quasi tutti as-
be avere effetti indesiderati e talvolta molto dannosi. È bene solutamente naturali e al contempo di grande efficacia: vita-
in proposito ricordare che ogni integratore ha precisi limiti di mine, antiossidanti, carotenoidi, acidi grassi poli-insaturi (co-
sicurezza chiamati Upper Safe Level, che tengono conto delle me l’acido omega-3), probiotici e fitoestratti ad azione resti-
dosi giornaliere raccomandate (RDA). tutiva e biostimolante.
Al primo posto troviamo gli antiossidanti: servono a pre-
Un aiuto nel fitness, venire l’ossidazione delle cellule, ridurre l’infiammazione, che
e anche nell’aspetto estetico provoca danni al collagene, e proteggere la pelle dal sole. Gli
Innanzitutto è bene sapere che cosa sono gli integratori. ingredienti principali dei nutricosmeceutici sono le vitamine,
Possiamo definire tali tutti quei prodotti volti a favorire l’in- l’ubichinone, il coenzima Q10, tè o semi d’uva verde per i po-
troduzione di determinati principi nutritivi ove ve ne sia ne- lifenoli. La vitamina A (retinolo) e suoi derivati, come l’acido
cessità. Gli integratori possono essere un valido aiuto per rag- retinoico, riducono le rughe e le lentigo solari e sono effica-
giungere un obiettivo riguardante la nostra salute e il nostro ci nella cura dell’acne. Gli idrossiacidi sono acidi della frutta
benessere psico-fisico, ma la loro reale efficacia andrebbe valu- che migliorano la grana della pelle con un lieve effetto peeling
tata caso per caso. Alcuni mantengono in pieno ciò che pro- e sono ideali nei problemi di pigmentazione; l’acido glicoli-
mettono, altri non aggiungono o tolgono nulla alla nostra sa- co, l’acido malico, l’acido tartarico e l’acido lattico sono in- ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 67

066_68_Consigli_E38.indd 67 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SALUTE E BELLEZZA

La scelta di assumere o meno un integratore deve


essere fatta sempre insieme al proprio medico.
Sotto: gli ingredienti principali dei cosmeceutici sono
le vitamine, l’ubichinone, il coenzima
Q10, tè o semi d’uva verde per i polifenoli.

UNA NUOVA FRONTIERA DI BELLEZZA DELLA ni da radicali liberi, impedisce fortemente la denaturazione
del collagene, e contribuisce anche al funzionamento corret-
NOSTRA PELLE È RAPPRESENTATA DALL’AZIONE to del sistema immunitario.
COMBINATA E SINERGICA DI INTEGRATORI
Staminali tuttofare,
ALIMENTARI E PRODOTTI COSMETICI. anche contro la calvizie
La melatonina viene annoverata in particolare tra gli or-
vece indicati per ridurre lo spessore nelle pelli più invecchiate moni anti-invecchiamento per le sue proprietà antiossidanti e
e per conferire loro la luminosità perduta. Vengono utilizzati antiinfiammatorie. Più specificamente,
per preparare la pelle prima dei peeling, laser, radiofrequenza per quanto riguarda la pelle, la mela-
e altri trattamenti, prolungandone i loro effetti. tonina agisce sul foto-invecchia-
Assumendo micronutrienti antiossidanti naturali, co- mento attraverso la sua azione an-
me carotenoidi, polifenoli e vitamina C ed E, è possibi- tiossidante, modulando l’atti-
le contrastare i meccanismi alterati dai raggi UV (foto- vità dell’alfa MSH (prodotto
protezione sistemica). Tra le altre vitamine, la vi- dai melanociti) e del TNF (ci-
tamina D2 regola il rinnovo cellulare oltre che tochina ad azione infiammatoria)
il metabolismo del calcio, favorendo la corret- e quindi prevenendo l’insorgen-
ta funzionalità del sistema im- za delle macchie cutanee, essen-
munitario. La vitamina B2 do anche in grado di aumentare
possiede una forte azione an- la resistenza ai raggi UV. La sua
tiossidante, in grado di rafforza- azione si riflette sul potenziamen-
re sensibilmente le difese immu- to della funzione-barriera della cute
nitarie. La melatonina è un’ot- e resistenza verso gli agenti esterni, non
tima amica nel contrasto dei dan- solo modulando l’infiammazione e la pig-
mentazione ma anche intervenendo sul sistema
immunitario cutaneo, stimolando le cellule immunitarie che
5 regole fondamentali a seguito di stress ossidativo diventano meno efficienti. L’azio-
ne combinata della melatonina con resveratrolo e bioflavonoidi
prima dell’assunzione di un integratore sembra essere in grado di agire sull’acne, sulle cheratosi attini-
che e sui problemi legati alle iper e alle ipopigmentazioni.
1 - Consultare sempre il proprio medico prima dell’assunzio- Una nuova frontiera di bellezza della nostra pelle è rap-
ne, soprattutto se si è già in trattamento con dei farmaci. presentata dall’azione combinata e sinergica di integratori ali-
2 - Non assumerlo per periodi troppo lunghi. mentari e prodotti cosmetici, per i trattamenti e la soluzione
3 - Rispettare sempre il dosaggio (soprattutto non eccede- di inestetismi e squilibri cutanei, dall’idratazione al rimodel-
re mai!), prestando particolare attenzione anche alle modalità lamento del corpo e alla prevenzione della caduta dei capel-
d’uso e alle modalità di conservazione degli stessi, con le rela- li. In particolare, cellule staminali vegetali sono utilizzate per
tive avvertenze. promuovere un processo graduale di risveglio e quindi di atti-
4 - In caso di disturbi o effetti indesiderati, sospendere im- vità cellulare su cute e capelli. Le cellule staminali vegetali so-
mediatamente l’assunzione dell’integratore. no dette meristematiche quando vengono ottenute dalla par-
5 - Mai fidarsi di integratori che promettono “miracoli”, pos- te terminale di gemme e radici. Le cellule staminali vegetali
sono essere o totalmente inutili, o addirittura contenere so- meristematiche allo stato embrionale sono potenzialmente in
stanze non autorizzate dal Ministero della Salute. grado di trasformarsi in qualsiasi tipo di tessuto, caratterizzate
da un illimitato e intenso ritmo moltiplicativo. n

68 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

066_68_Consigli_E38.indd 68 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Salute, Benessere e Bellezza della donna

Dal Genoma alla Farmacogenomica

fino alla

Estetica e Cosmesi di nuova generazione


per la cura e la bellezza della cute
La prima Formula Genecosmetica
in grado di veicolare attraverso il na-
novettore Lactobacillus paracasei
subsp. paracasei F19 complessi fun-
zionali come: Clamydomonas Niva-
lis, Acido Ialuronico, e principi attivi
come: Olio Jojoba, Olio di Argan,
da gennaio Aloe Vera, Mirtillo Nero, Vite Rossa,
nuova confezione Vitamina E, Vitamina C e Sodio Algi-
da 50 ml
nato, permettendo loro di agire sull’e-
spressione del gene di Klotho e sulle
fibrille collagene del derma papillare,
mantenendo tono, elasticità, vitalità e
lucentezza della pelle.

Riempie e corregge rughe, pieghe e


segni del tempo
Riduce le rughe di espressione e
ridefinisce il contorno degli occhi
Rigenera, idrata e dona una piacevole
sensazione di vellutata morbidezza
Dona alla pelle elasticità e tonicità
Previene e rallenta l’invecchiamento
cutaneo
Stimola la produzione di collagene,
favorisce il turnover cellulare e
protegge dallo stress ossidativo
Bellezza e salute binomio imprescindibile Utile prima e dopo gli interventi di
Le conoscenze sempre più approfondite del microbiota e del chirurgia estetica (blefaroplastica, ma-
microbioma umano hanno evidenziato la capacità di alcuni micronu-
trienti (esempio Lactobacillus paracasei subsp paracasei F19) di contra-
stoplastica addittiva e riduttiva, glute-
stare i fenomeni che portano all’invecchiamento della cute. oplastica, rinoplastica e cheiloplastica)
Con il progredire dell’età, specie nelle donne, durante il periodo del
flusso mestruale, in età del climaterio o della menopausa o in corso di
alterazioni metaboliche/endocrine, l’equilibrio del probiota umano fem- Modo d’uso
minile è determinante per la salute della donna. Detergere la pelle prima di eseguire il trattamento. Applicare una pic-
Bellezza e salute formano un binomio imprescindibile che esige un ap- cola quantità di Clotogen DermaCare mattina e sera sull’area inte-
proccio “olistico mirato” attraverso metodi e trattamenti nutrigenomici ressata con movimenti circolari, massaggiando bene in modo che la
appropriati ben rappresentati dalla linea Calagin (Calagin gel, Calagin pelle possa nutrirsi di tutti i suoi componenti. Utilizzare con costanza
caps, Calagin Complex buste) e dal Genelasi D3. e regolarità.
Per maggiori informazioni
www.farmagens.it • info@farmagens.it
Le nostre referenze sono disponibili nelle migliori Farmacie. Richiedi i nostri prodotti presso il tuo farmacista di fiducia.
Per acquisti on line www.farmagensonline.it • Per acquisti telefonici 0687770821

Pubbl. Clotogen DermaCare 2019 (23x29,7).indd 1 19/06/19 16:54


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
UNA NUOVA FRONTIERA:
LA COSMESI INTIMA ATTIVA
CAPRICCIO
O EVOLUZIONE?

I
l piacere non è mai di solo corpo ma coinvolge ragio- mo aspettare il ’68 e la rivoluzione femminista, perché il
ne ed emozioni: la Ginecologia Estetica ci aiuta a rea- corpo, culturalmen te parlando, torni ad essere protago-
lizzare questa alchimia, migliorando la forma si sta me- nista e ad appartenerci.
glio con se stesse Insomma, il ‘68 è stato un punto di svolta an-
che per la sessualità…
Ne parliamo con il dottor Amilcare Spi- È indubbio che, nel bene e nel male, ha
napolice, pioniere della Medicina Ri- segnato la strada del non ritorno. Da al-
generativa genitale. Come mai tan- lora la corporeità e la sessualità hanno
to interesse per la cosmesi intima, una valenza diversa. Tornando ai geni-
concetto che lei con i suoi lavori sta tali, dobbiamo sottolineare due aspet-
approfondendo? ti, quello della forma e quello della fun-
L’interesse nasce dalla mia doppia zione, che sono due facce della stessa
anima di ginecologo e sociologo evo- medaglia. Anche in Estetica, che lette-
luzionista della sessualità. Uno dei pas- ralmente vuole significare “sensazione”, bi-
saggi più importanti dell’evoluzione uma- sogna avere una visione olistica della medi-
na è stato la perdita dell’estro da parte delle cina, considerando il benessere come un equi-
nostre progenitrici. Questa dinamica ha consentito di librio tra mente, corpo e cervello. Il piacere non è so-
accoppiarsi indipendentemente dalla necessità ripro- lo una sensazione fisica. La ginecologia estetica è an-
duttiva, così è nata la sessualità e con essa la seduzio- che funzione. Migliorando la forma, si ottiene un piacere
ne. Secondo alcuni autori, pare che durante le primis- “soggettivo sensitivo”, in altre parole si sta meglio con se
sime fasi di questo processo le nostre progenitrici usas- stesse, ma anche funzionale. I cambiamenti fisiologici
sero tingersi la vulva con delle bacche rosse, simulan- che avvengono nel corpo femminile determinano spes-
do così il “calore”, allo scopo di ricevere dai maschi del so alterazioni della funzione, ma anche il modello di vita
gruppo maggiori attenzioni e, soprattutto una quanti- frenetico e certi comportamenti o certe mode compor-
tà maggiore di cibo. Questa è la prima forma di “bellet- tano quello che io ho definito “stress dermico vulvare”.
to”, di fatto una pratica seduttiva che sorge contempo- Pensiamo all’epilazione, all’uso improrio dei salvaslip, alla
raneamente alla sessualità. contraccezione, agli indumenti stretti, ai percing, al va-
jazzling… Per star bene bisogna avere cura di entrambe
Qual è secondo lei il filo conduttore che porta fino le facce della medaglia. Parlare dunque di cosmesi inti-
a noi? ma attiva non è capriccio né vanità, ma pratica saluta-
Il comune denominatore è la concezione del corpo. re che previene, conserva e rigenera la cute e le muco-
I popoli senza scrittura già usavano segnarsi il corpo, ta- se intime.
tuarlo, elaboravano artifizi per allungare le labbra vagi-
nali: era una primitiva forma di comunicazione, raffina- Quindi migliorando anche il piacere?
tasi successivamente con gli Egizi. Già nell’antico Egitto Il piacere non è mai di solo corpo, bisogna che la ra-
e successivamente in epoca greco-romana la cura del gione e le emozioni siano coinvolte, oggi in una real-
corpo era una pratica attiva. Basti pensare alle terme ro- tà basata sull’immagine l’idea di sé deve essere grati-
mane o ai consigli estetici presenti nei papiri e agli og- ficata perché questa alchimia avvenga. Ne ho avuto
getti di cura del corpo ritrovati nelle piramidi, così come la prova testando un nuovo prodotto: HELIPROGYN. Ho
nelle tombe romane. Il corpo era considerato “il nostro accettato di effettuare le prove sul campo, perché af-
spazio nel mondo”, poi l’avvento del Cristianesimo ci ha fascinato dall’idea che tra i componenti vi fosse il se-
privato della corporeità. Secondo la concezione cristia- creto di lumaca (Helix), cosmetico le cui proprietà rige-
na, infatti, il corpo non ci appartiene, è di Dio. Dobbia- nerative ed eutrofiche sono ormai da tutti riconosciute.

070_71_spinapolice_E38.indd 2 25/11/19 16:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{

È la prima volta che viene utilizzato quale detergente questa è una nuova pratica, che dà spazio alla per-
cosmetico ad azione rigenerante. Ho iniziato i primi stu- sona e non all’organo. Nei casi di più complicati ese-
di sin da 2012, sono oramai quindi ben sei anni che mi guiamo regolarmente l’EPV, che pratico da molti anni
dedico a questo prodotto. Nel mio studio viene testato con risultati sempre brillanti. I casi più impegnativi li af-
sia per uso esterno che per dermoporazione con EPV. frontiamo in equipe con la dottoressa Silvana Campi-
Con quali risultati? si, biologa e presidente dell’ABRI (Accademia di Medi-
Ottimi, come ho dimostrato nella ricerca presenta- cina Biorigenerativa). Si tratta di infondere cellule auto-
ta all’ultimo congresso SIME tenutosi a Roma nel mag- loghe, come quelle del grasso, che stimolano una com-
gio ultimo scorso. HELIPROGYN si è dimostrato un ottimo pleta rigenerazione tissutale, in particolare le craurosi:
presidio di prevenzione e mantenimento, con un gra- le patologie autoimmuni rispondono in maniera totale
diente molto alto tra le utenti. Ma la cosmesi non si fer- e risolutiva
ma qui, nel mio studio io ed i miei collaboratori dedi- Come vede il concetto di cosmesi e di biocosme-
chiamo percorsi personalizzati, che comprendono sia si che noi consigliamo è molto completo. Per noi il be-
la parte di benessere con dermoporazione, elettropo- nessere è dell’individuo, e non solo per motivi legati
razione vaginale EPV, sia l’educazione alla corporeità all’apparire.
ed alla prossemica, le vaporizzazioni vaginali con infusi
personalizzati, l’educazione alimentare, e la “Word the-
rapy”. Invitiamo a scrivere, anche in anonimato, un rac- Studio medico Spinapolice
conto o a commentare un film o un romanzo che abbia Tel. 392 2505794
interessato ed in cui ci si può essere riconosciuti. Anche sms.salute@gmail.com

070_71_spinapolice_E38.indd 3 25/11/19 16:58


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
NUOVE METODICHE

Lipolaser, il raggio
che scioglie il grasso
Maniglie dell’amore, pancetta, cuscinetti, glutei,
culotte de cheval, interno braccia:
le adiposità localizzate sono l’incubo delle
donne, che hanno una capacità di accumulo
del grasso tre volte superiore agli uomini. Oggi
si può eliminarle senza bisogno
del bisturi e della liposuzione classica
di Stefania Bizzarri

F
ino a qualche anno fa le uniche soluzioni in grado di
risolvere il problema delle adiposità localizzate erano
la liposuzione e l’addominoplastica, con tutti gli in-
convenienti che può comportare un intervento chi- Il Lipolaser è
rurgico vero e proprio, dall’anestesia a un post-ope- un trattamento
che consente
ratorio spesso lungo a talvolta anche doloroso. di rimuovere
Per fortuna scienza medica e tecnologia lavorano ormai le adiposità
da tempo a stretto contatto, con l’obiettivo di rivoluzionare il localizzate senza
modo di fare medicina estetica grazie a strategie chirurgiche la necessità
soft, che assicurino risultati concreti e al tempo stesso dura- di interventi
chirurgici costosi
turi. I vantaggi di questo nuovo approccio medico-chirurgico e dolorosi.
sono innumerevoli: si risolve il problema in tempi brevissimi
(quasi tutte le nuove metodologie sono effettuabili in “pausa
pranzo”), l’intervento non comporta degenza, si può tornare
quasi subito alle normali attività di lavoro e relazione, non si
paga lo scotto di indesiderati effetti collaterali e, per finire, ha
un costo decisamente più basso rispetto alla sala operatoria.

Intensità variabile
secondo il fototipo
Tutto ciò si realizza grazie alla liposuzione laser, o più bre-
vemente lipolaser o LLLT (Low Level Laser Therapy), una re-
cente metodica di medicina estetica che sfrutta l’effetto di
scioglimento del grasso mediante laser. È una soluzione vali-
dissima, praticamente senza controindicazioni, che promet-
te nella maggior parte dei casi gli stessi risultati della liposu-
zione classica, ma con il vantaggio di un costo minore (da
500 a 2.000 euro secondo la zona trattata, contro i 1.500-
5.000 euro della sala operatoria) e di un tempo di recu-
pero più rapido. Oltre che efficace è innocua, questa
metodica non lascia edemi né ecchimosi e non è asso-

72 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

072_74_NuoveMetodiche_E38.indd 72 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Questa metodica
non lascia edemi
né ecchimosi e non
è assolutamente
dolorosa: per tutto il
tempo della seduta la
paziente è sveglia e
comodamente sdraiata
su un lettino.

lutamente dolorosa: per tutto il tempo della seduta (sono ri- risultato è percepibile subito, anche al tatto, che risulterà una
chieste in genere 8-12 sedute di 30-60 minuti ciascuna, se- pelle liscia e compatta.
condo la zona da trattare) la paziente è sveglia e comodamen- Per i risultati definitivi bisognerà attendere un paio di me-
te sdraiata su un lettino, può assistere al trattamento e chiac- si, il tempo necessario ai tessuti per riassestarsi. Questo signi-
chierare con il medico. Quest’ultimo può decidere se aneste- fica che la paziente continuerà a perdere grasso anche dopo il
tizzare localmente la parte da trattare, per assicurare il massi- trattamento, in quanto si innesca un meccanismo biologico
mo comfort. di liquefazione graduale e naturale. ®
Il trattamento si esegue con una piccolissima cannula
(spessore 1 mm) con all’interno una fibra ottica spessa 300
Un’alimentazione detox e un
μm (poco più di un capello), che inserita nel tessuto adiposo mirato esercizio fisico possono
veicola la luce del laser (la cui intensità luminosa viene regola- aiutare a mantenere i risultati
ta in base alla carnagione da trattare: maggiore per pelli chia- ottenuti con il trattamento.
re, minore per pelli scure che assorbono di più). Il laser pe-
netra attraverso la pelle con lunghezza d’onda 650 nm e, rag-
giungendo le cellule adipose, determina il collasso di queste
con fuoriuscita di acqua, acidi grassi e glicerolo (il “grasso”)
dalla membrana cellulare. La cellula adiposa non viene dun-
que lesionata o eliminata, ma semplicemente svuotata ridu-
cendosi notevolmente di volume.
Il grasso, liberato nello spazio interstiziale, viene traspor-
tato dal sistema linfatico e venoso ed eliminato in modo del
tutto naturale, trasferito cioè ad altre cellule o tessuti per es-
sere utilizzato come fonte di energia, oppure al fegato dove
viene metabolizzato nella dieta quotidiana e successivamente
espulso attraverso i canali intestinale e urinario. Inoltre, il ca-
lore indotto dal laser (range da 5 a 100 mW) induce la retra-
zione cutanea e la formazione di nuovo collagene, con conse-
guente irrigidimento (tensione con effetto rassodante), men-
tre la neoproliferazione di fibre elastiche e di tessuto connet-
tivo genera un vero e proprio “stiramento” della pelle, con ef-
fetti immediati sulla cute che diventa più liscia ed elastica. Il

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 73

072_74_NuoveMetodiche_E38.indd 73 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
NUOVE METODICHE

QUESTA PARTICOLARE TECNICA UTILIZZA Il fatto che la liquefazione prosegua anche in un tem-
po successivo al trattamento non ci autorizza però ad eccede-
UNA LUCE LASER A BASSO LIVELLO PER SVUOTARE re nell’alimentazione, al contrario: occorre adottare un regi-
LE CELLULE ADIPOSE, SENZA LESIONARLE O me alimentare equilibrato, a base di cibi detox e verdura ver-
de. Questi cibi favoriranno l’espulsione di grasso e scorie, pu-
ELIMINARLE MA SOLO RIDUCENDONE IL VOLUME. rificando l’organismo. Ecco perché il medico estetico che ese-
gue il trattamento prescriverà, per i tre mesi successivi un re-
gime dietetico sorvegliato.

Dopo il trattamento
va seguita una dieta
In conclusione, il lipolaser è particolarmente indicato in
caso di:
- grasso localizzato sui fianchi o sull’addome;
- cosce grosse e poco toniche;
- glutei con cuscinetti adiposi;
- caviglie grosse;
- doppio mento;
- braccia con accumuli adiposi;
- maniglie dell’amore;
- tutti i casi di grasso localizzato che non risponde a diete
o a esercizio fisico.
Di recente la liposuzione laser viene utilizzata con suc-
cesso anche contro la cellulite, in quanto riesce a coagulare
e a rompere i tralci connettivali dei setti fibrosi ispessiti in-
torno alle cellule adipose (adipociti), tipici di questa pato-
logia e responsabili del caratteristico aspetto a “buccia d’a-
rancia” della pelle. n

È una soluzione validissima,


praticamente senza controindicazioni,
che promette nella maggior parte dei
casi gli stessi risultati della liposuzione
classica. Sopra: l’adipe localizzato sulle
braccia è un problema estetico comune
a molte donne ma anche in questa zona
il lipolaser agisce con successo.

74 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

072_74_NuoveMetodiche_E38.indd 74 25/11/19 14:59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Salute, Benessere e Bellezza della donna

Ginecologia Estetica di nuova generazione


il Ringiovanimento Vulvare
Nella donna il trascorrere degli anni, la predisposizione genetica, uno stile di vita scorretto
generano un intenso stress ossidativo. Un eccesso di radicali liberi danneggia il patrimonio
genetico attivando una progressiva degenerazione degli organi genitali esterni femminili
CAUSANDO
• Cute vulvare meno elastica (perdita di turgore della
cute e della mucosa delle grandi e piccole labbra)
• Mucose vaginali sottili, secche e fragili
• Secchezza e prurito vaginale
• Dispaurenia (disagio e dolore durante i rapporti
sessuali)
• Vulvodinia (dolore neuropatico)

Modo d’uso
amplifica Applicare sull’area vulvare 2 volte al giorno,
la risposta terapeutica, migliorando significativamente
la qualità e la durata dei risultati. preferibilmente mattina e sera, dopo una
aumentare i processi accurata detersione. Per l’igiene intima, si
restitutivi nel ringiovanimento dell’area vulvare. consiglia l’uso di detergenti delicati come il
Clotogen Cleansing Care (per pelli particolarmente
Utile per: sensibili). Utilizzabile nel pieno rispetto della cute, ben
• Nutrire la cute vulvare tollerato e senza effetti collaterali.
• Ridonare pienezza e turgore alla grandi e piccole labbra
• Ripristinare la compattezza e la morbidezza della cute e delle Ingredienti
mucose Aqua, Maltodextrin, Carbomer, Hydrolyzed collagen, Hydroxyethylcellulose,
• Reidratare le mucose e per ridurne la fragilità PEG-40 Hydrogenate Castor Oil, Sodium Hyaluronate, Lactobacillus paracasei
• Elasticizzare i tessuti Subsp. paracasei F19, Coenochloris signiensis Extract, Glutathione, Cysteine,
• Rassodare i tessuti e contrastare l’azione dei radicali liberi Lecithin, Hydroxyapatite, Parfum, Sodium Hydroxide, Imidazolidinyl Urea,
• Lenire e dare sollievo alla cute vulvare Disodium EDTA, Sodium Dehydroacetate, Ethoxydiglycol, Zeolite, Sodium
• Ritardare i segni dell’invecchiamento Chloride.

Per maggiori informazioni:


Ufficio Marketing e Propaganda: Via F.S. Nitti, 15 - 00191 Roma
Tel. +39 06.87770821 • Fax +39 06.87775235 • www.farmagens.it • info@farmagens.it

La Genecosmesi per il Ringiovanimento Vulvare


Pubbl. Clotogen IntimateCare 2019 (23x29,7).indd 1 19/06/19 16:15
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
COSMETICA E DERMATOLOGIA

76 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

076_78_Dermatologia_E38.indd 76 26/11/19 17:39


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
“5:2 skin diet”,
la dieta del trucco
che rigenera la pelle
Apprezzatissima dalle star, dall’attrice Gwyneth Paltrow alle top model Rosie
Huntington-Whiteley e Karlie Kloss, dagli USA arriva la “dieta”
che disintossica dal trucco, promettendo di restituire nuova vita alla pelle stressata
da troppo make-up. Ma non tutti sono d’accordo, vediamo perché
di Nicole Rosato

Q uando si parla di dieta, istintivamente si pensa È molto importante


ad un regime alimentare che abbia come obiet- scegliere il
detergente adatto
tivo finale quello di perdere significativamen- al proprio tipo di
te peso in un tempo più o meno breve. C’è pe- pelle per evitare
rò una dieta made in USA (poteva essere diver- reazioni allergiche
samente?) che promette di disintossicare la pelle dalle sostan- ed irritazioni
ze dannose e riportarla allo splendore dei giorni migliori. Si cutanee.
chiama 5:2 skin diet: la sigla 5:2 sta ad indicare i giorni senza
(5) e con (2) trucco, ed è ripresa da quella di un’altra famosa
dieta, stavolta dimagrante, la 5:2 diet, appunto, in cui si man-
gia normalmente per cinque giorni a settimana e si limitano
le calorie assunte nei due restanti.
Recentemente alcuni dermatologi americani hanno ripre-
so l’accattivante formula nel mondo della skin-care e del ma-
ke-up, per affermare una nuova filosofia secondo la quale la
pelle può beneficiare di un paio di giorni a settimana della di-
sintossicazione dal trucco, a patto che si segua la “dieta” seria-
mente, rinunciando anche a piccoli ma fondamentali step co-
me coprire le occhiaie o ridisegnare le sopracciglia. Una perio-
dica rinuncia al trucco sarebbe infatti in grado di promuove-
re la rigenerazione e il ricambio cellulare, facendo apparire la
pelle più luminosa e più giovane. La disintossicazione impe-
direbbe l’accumulo, favorendone l’eliminazione, di tutti quei
componenti dei prodotti che sono potenzialmente irritanti e
causano secchezza oppure sfoghi e brufoli. Secondo i derma-
tologi sostenitori di questa metodologia, infatti, il make-up
spesso contiene fragranze, conservanti e ingredienti chimici
che possono causare reazioni allergiche e irritazioni cutanee.
Il programma 5:2 skin diet ha un’azione mirata ad avere
una pelle pulita e senza alcuna impurità, in grado di fronteg-
giare nel modo migliore gli agenti esterni che possono aggredi- ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 77

076_78_Dermatologia_E38.indd 77 26/11/19 17:39


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
COSMETICA E DERMATOLOGIA

re e apportare eventuali imperfezioni; un uso molto minore del non ci causa irritazioni né sfoghi, ed è accompagnato da un’a-
trucco renderà i pori meno occlusi, apportando agli stessi un deguata pulizia, perché rinunciarci?
aspetto più pulito. Ci sono poi altri accorgimenti che possono C’è dunque una difficoltà generale a lasciare a riposo fon-
fare la differenza; ad esempio evitare di abbondare troppo, an- dotinta, rossetto e cipria. Si può essere d’accordo o meno con
che nei 5 giorni permessi, con l’utilizzo di prodotti cosmetici. i sostenitori della 5:2 skin diet, ma è indubbio che per detos-
sificare a fondo la cute è importante dedicare maggiore at-
Pareri discordanti tenzione alla pulizia, in particolare a quella di chiusura del-
anche tra i dermatologi la giornata, prima di andare a letto, a cui è affidato il compito
Non tutti però vedono di buon occhio tale “dieta”. di portar via tutti i residui di trucco.
Alcuni dermatologi sottolineano come delle bre- In aggiunta ai tradizionali prodotti
vi pause non possano bastare a compensare struccanti disponibili in commercio,
cinque giorni di make-up: per prendersi può essere un’ottima idea munirsi
cura della propria pelle meglio sareb- di una spugna di konjac, ricava-
be riprogrammare la propria beau- ta da una pianta dell’Asia sub-
ty routine, puntando su prodotti di tropicale, dotata della parti-
qualità e su uno struccaggio pro- colarità di riuscire non so-
fondo, in modo da garantire una lo a rimuovere lo sporco
disintossicazione quotidiana. Al- in modo efficace e senza
tri sostengono invece che i pro- irritare, ma anche a sti-
dotti usati oggi per il make-up molare il flusso circolato-
rispetto al passato sono note- rio, ossigenando la pelle
volmente migliorati dal punto e favorendone il rinnova-
di vista degli ingredienti, tanto mento cellulare. A com-
che alcuni prodotti possono ap- pletamento di tutto, po-
portare, grazie alle nuove formu- trebbe essere molto utile
lazioni, addirittura dei benefici. Se uno scrub da programmare
dunque il trucco ci fa sentire belle, una volta ogni due settima-
ne, da alternare anche a ma-
schere purificanti a base di ar-
Le maschere purificanti a base di argilla e gilla e carbone vegetale, elemen-
carbone vegetale aiutano ad assorbire le impurità
della pelle. Sotto: i prodotti usati oggi per il make- ti molto utili ad assorbire le impurità
up sono notevolmente migliorati, dal punto di vista degli della pelle, liberando i pori e lasciando una
ingredienti, rispetto a quelli del passato. morbidezza naturale sulla pelle. n

78 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

076_78_Dermatologia_E38.indd 78 26/11/19 17:39


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METODICHE RECENTI

I canali della bellezza:


ringiovanire penetrando
nella cute L’elettroporazione
è un trattamento non
invasivo che risolve
efficacemente
molti inestetismi cutanei
veicolando in profondità,
per via trans-cutanea,
farmaci e cosmetici singoli
o in combinazione
tra loro in modo indolore,
rapido e selettivo.
Provare per credere
di Alessandro Mancini

In medicina estetica i
trattamenti di elettroporazione
sono usati soprattutto per
idratare la pelle e distendere
con effetto quasi immediato le
rughe migliorando il tono della
cute. Nella pagina a fianco:
l’impulso elettrico prodotto dal
macchinario crea la formazione
di veri e propri canali idrofili,
per permettere l’ingresso
nella cellula di sostanze
che altrimenti resterebbero
bloccate all’esterno.

80 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

080_82_MetdRecenti_E38.indd 80 25/11/19 15:00


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L
a pelle è la prima barriera difensiva del nostro cor- mabile specificamente per i diversi inestetismi da trattare, es-
po, ci protegge dai germi e dalle sostanze nocive e – sendo le pelli non tutte uguali in termini di resistenza e spes-
proprio per questo – è quasi impermeabile. La rela- sore) crea la formazione, nello spessore della membrana cel-
tiva impermeabilità della superficie cutanea esterna lulare, di veri e propri canali idrofili, tali cioè da permettere
fa sì che molti prodotti idrosolubili, utili per man- l’ingresso nella cellula di liquidi e soluti preziosi per la salute
tenerla sempre giovane, fresca e tonica, non possano penetra- della nostra pelle, che altrimenti resterebbero bloccati (e quasi
re in profondità dove agirebbero nel modo migliore e più ef- inutili) all’esterno. Questi canali sono detti elettropori e resta-
ficace, restando in buona parte confinati agli strati più esterni no aperti per un tempo direttamente proporzionale alla lun-
della cute, a cominciare dallo strato corneo. ghezza dell’impulso dell’onda elettromagnetica, da pochi mil-
L’elettroporazione – nota anche come veicolazione trans- lisecondi a diversi secondi.
dermica – è un trattamento che si basa sulle onde elettroma- Il fenomeno dell’elettroporazione è reversibile, perché
gnetiche modulate e pulsanti in bassa frequenza (bassa per- l’onda è appunto pulsata e non continua: in pratica, la cellula
ché all’aumentare della frequenza la corrente tende ad interes- può tornare al suo stato normale, con la chiusura dei pori, co-
sare strati di tessuto sempre meno profondi, il cosiddetto “ef- me in un interruttore On-Off.
fetto pelle”), in grado di modificare la struttura della mem- Le vibrazioni elettriche non si limitano alla pur importan-
brana delle cellule epidermiche (attraverso una variazione te formazione dei pori, ma contemporaneamente stimolano
del suo potenziale elettrico) tale da aumentare la permeabili- sia la vascolarizzazione cellulare, migliorando la circolazione
tà della pelle (abbassandone la resistenza) per un periodo bre- locale, che la produzione di nuovo collagene e di acido ialuro-
ve ma sufficiente a veicolare in profondità, per via trans-cu- nico (che idratano naturalmente la pelle, trattenendo l’acqua)
tanea, farmaci e/o cosmetici singoli o in combinazione tra lo- da parte dei fibroblasti. L’utilizzo di un apparecchio transder-
ro, in modo rapido, mirato e assolutamente indolore. L’in- mico (elettroporatore) consente di ottenere una concentra-
venzione di questa tecnica si può far risalire al 2003, anno in zione ottimale del prodotto in profondità e un maggior tem-
cui i biochimici Mc Kinnon e Agre ricevettero il Nobel per la po di permanenza per un’azione più mirata ed efficace; il ma-
Chimica per la scoperta dei pori e dei canali della membrana nipolo con riduttore permette inoltre di lavorare anche sulle
cellulare. parti del corpo più scomode da trattare.
In medicina estetica i trattamenti di elettroporazione so-
Idrata la pelle no usati soprattutto per idratare la pelle e distendere con ef-
e distende le rughe fetto quasi immediato le rughe, migliorando il tono della cu-
L’elettroporazione potrebbe essere definita una “mesotera- te, veicolando sostanze come l’acido ialuronico che assicurano
pia senza aghi”, costituendo in effetti una valida alternativa a un apporto idratante e nutriente, stimolando la produzione di
quest’ultima per il trattamento degli inestetismi cutanei tramite nuove fibre di collagene e di elastina. Sappiamo che i livelli di
la veicolazione di molecole ad hoc al di là della barriera dermica. acido ialuronico diminuiscono con l’avanzare dell’età, facen-
Vediamo più in dettaglio come agisce questo innovativo do sì che la nostra pelle appaia sempre più spenta e priva di
trattamento sulle nostre cellule L’impulso elettrico prodotto tono, contemporaneamente alla comparsa delle prime rughe.
dal macchinario (è importante che l’apparecchio sia program- Oltre all’efficacia dell’apparecchiatura, è naturalmente ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 81

080_82_MetdRecenti_E38.indd 81 25/11/19 15:00


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
METODICHE RECENTI

Dopo un’accurata
detersione della cute, viene
applicato un gel contenente
i prodotti specifici sull’area
da trattare. Sotto: le
sostanze che penetrano
nella cute durante il
trattamento assicurano
un apporto idratante e
nutriente, stimolando la
produzione di nuove fibre
di collagene e di elastina.

IL TRATTAMENTO DI ELETTROPORAZIONE na, principio attivo efficace nella riduzione della congestione
del tessuto adiposo e nella conseguente normalizzazione del-
NON COMPORTA PROBLEMATICHE PARTICOLARI la circolazione veno-linfatica. L’escina finora si era mostrata di
E PUÒ DURARE DA 20 A 40 MINUTI CIRCA. scarso aiuto se applicata tradizionalmente in forma di emul-
sioni o creme cosmetiche, restando bloccata in gran parte dal-
lo strato corneo superficiale della pelle, problema brillante-
fondamentale la qualità del prodotto me- mente superato dalla veicolazione trans-dermica. Va da sé
dico o cosmetico utilizzato, nonché la che, come tutti i trattamenti anti-cellulite, anche l’elet-
durata nel tempo del principio attivo. troporazione praticata come terapia locale sull’adipe
Un prodotto idrosolubile sarà tanto non può sostituire una corretta alimentazione, dun-
più raccomandabile per il trasporto que va sempre associata ad una dieta adeguata pre-
trans-dermico quanto minori saran- scritta dal medico specialista.
no le dimensioni molecolari dei prin- Il trattamento di elettroporazione non com-
cipi attivi selezionati, ottimizzando il porta problematiche particolari e può durare
trattamento in modo rapido, profondo da 20 a 40 minuti circa; non generando calo-
ed efficace. re, non causa problemi circolatori ed è indo-
lore, non lasciando tracce evidenti se non un
Efficace anche lieve rossore fi breve durata.
contro la cellulite Dopo un’accurata detersione della cu-
Oltre al già citato acido ialuronico, tra i pro- te, viene applicato un gel contenente i pro-
dotti più utilizzati in elettroporazione estetica dotti specifici sull’area da trattare, sulla qua-
troviamo diversi altri acidi (mandelico, glicoli- le viene fatto passare il manipolo che
co, glutammico, aspartico, ascorbi- emette gli impulsi elettrici in
co), aminoacidi (metionina, grado di favorire come
tirosina, cistina), elastina, descritto la penetra-
cellule staminali, propoli, zione in profondità
aloe, ecc. dei prodotti nell’a-
Una recente applica- rea trattata. Termi-
zione dell’elettropora- nato il trattamen-
zione riguarda il tratta- to, il gel viene rimos-
mento della cellulite, con so e si procede all’idra-
l’induzione di un flus- tazione dell’area trattata
so trans-dermico dell’esci- con apposite creme. n

82 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

080_82_MetdRecenti_E38.indd 82 25/11/19 15:00


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PUBB.indd 1 25/11/19 17:27
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ALIMENTAZIONE

A tavola non si invecchia:


i cibi che mantengono giovani
Gli antichi detti hanno spesso un fondo di verità, ma quello della longevità
conquistata a tavola è stato scientificamente confermato. A patto,
naturalmente, che si segua una dieta ricca di sostanze
anti-aging: eccone una piccola guida, dagli acidi grassi allo zolfo
di Manuela Pagnotta

84 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

084_86_Alimentazione_E38.indd 84 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
C
he cos’hanno in comune gli abitanti di Okinawa anzi, un ruolo positivo. Aiutano, infatti, il sistema di difese ad
in Giappone e quelli di Icaria in Grecia? Un pri- eliminare i germi e batteri e dannosi, grazie al potere corrosi-
mato invidiabile: quello della longevità, con la più vo dell’ossigeno. Se però la quantità di radicali liberi aumenta
alta percentuale di centenari viventi. Da tempo gli oltre una certa soglia può danneggiare le cellule sane. L’orga-
scienziati studiano queste popolazioni per scoprire nismo da solo provvede a tenere sotto controllo radicali libe-
il loro segreto di lunga vita, e quasi unanimemente concorda- ri, producendo gli antiossidanti ma, oltre certi limiti, ha biso-
no nel ritenere il regime alimentare determinante rispetto ad gno di ricevere un apporto esterno dai cibi e dagli integrato-
altri parametri. ri. Ecco l’importanza dell’alimentazione nei processi metabo-
L’alimentazione incide in misura determinante sulla qua- lici dell’organismo.
lità dell’invecchiamento. Mangiare sano garantisce un’effica-
ce azione di difesa del nostro corpo contro i radicali liberi e Frutta e verdura,
lo stress ossidativo. L’invecchiamento è un processo natura- ma non solo
le di ossidazione cellulare dovuto all’azione dei radicali libe- Quali sono le sostanze veramente utili per preservare il no-
ri, che sono naturalmente presenti nell’organismo e svolgono, stro organismo da un invecchiamento precoce e attraverso
quali alimenti possiamo assumerle? Vediamone alcune tra le
più importanti.
• Acidi grassi essenziali e omega 3. Sono amici di cuore e
arterie, e prolungano la giovinezza in quanto contrastano l’a-
zione dei radicali liberi e favoriscono l’assorbimento di vi-
tamine liposolubili A ed E, tra i migliori anti-aging natura-
li. Gli omega 3, in particolare, stimolano il metabolismo, au-
mentando l’efficienza con la quale l’organismo brucia grassi e
zuccheri, inoltre tengono sotto controllo pressione e coleste-
rolo, combattono la depressione e aiutano a mantenere la pel-
le sana. Il loro approvvigionamento è di tipo esogeno, è ne-
cessario cioè introdurli con gli alimenti in quanto il nostro
organismo non può produrli: le più importanti fonti di ome- ®

A fianco, nella scelta di una corretta alimentazione risiederebbe il


segreto per mantenersi giovani e sentirsi in piena forma.
Sotto, broccoli e cavolfiori sono tra gli ortaggi più indicati in chiave
anti-aging, essendo particolarmente ricchi di antiossidanti.

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 85

084_86_Alimentazione_E38.indd 85 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ALIMENTAZIONE

L’ELISIR DI LUNGA VITA SI PUÒ CERCARE NELLA nervoso, contrastando stanchezza e stress. Infine, è specifi-
camente indicato per la cura della pelle, schiarisce le mac-
DIETA MEDITERRANEA E NEL DIRE BASTA chie dell’età e lenisce le scottature solari. I cetrioli ne sono
A CARBOIDRATI RAFFINATI, BIBITE particolarmente ricchi, ma il fabbisogno di zolfo è garanti-
to anche da una dieta in cui vi sia un adeguato consumo di
ZUCCHERATE E GRASSI DI BASSA QUALITÀ. tuorlo d’uovo, pesce, latte e derivati, cipolla, aglio, semi e
tutti i tipi di cavolo.

ga 3 sono il pesce (aringa, salmone, sgombro, tonno), la frut- Mai alzarsi da tavola
ta secca, le alghe, l’olio e i semi di lino. a stomaco pieno
• Q10. È un antiossidante prodotto dal nostro corpo, uti- È poi importante ridurre l’apporto di carboidrati ad al-
le per contrastare l’accumulo di colesterolo cattivo (LDL) nel- to indice glicemico, come le farine raffinate, responsabili del
le arterie, per prevenire le malattie cardiovascolari e rallenta- brusco innalzamento dei livelli di glucosio nel sangue che in-
re l’avanzare di quelle neurologiche, come il morbo di Parkin- duce l’organismo a produrre più insulina, l’ormone che im-
son. Con il passare degli anni, però la quantità di Q10 pro- magazzina il glucosio nei tessuti, favorendo così l’accumulo di
dotta dal nostro organismo diminuisce e un’integrazione nu- grasso corporeo. Non solo, ma anche l’insorgere di malattie
trizionale si rende perciò necessaria: essa sarà a base di carne cardiache e metaboliche, come l’obesità ed il diabete.
(maiale, manzo, soprattutto fegato e cuore, cervo e pollo), di Per abituarsi a un’alimentazione sana occorre metodo, va-
pesci e molluschi (sardine, tonno, aringhe, salmone, seppia), le a dire non mangiare quello che capita, a caso, ma segui-
ortaggi (spinaci, broccoli, patate americane, peperoni, piselli, re un programma alimentare. E per le “eccezioni” (fuori pa-
cavolfiori, carote), soia, frutta secca (pistacchi, noci, nocciole, sto occasionali) tenere a mente quello che fa bene e quel-
mandorle) e poi ancora olii di semi (soia, sesamo, mais, colza) lo che fa male, scegliendo sempre, senza affidarsi al caso. Un
e frutta fresca, in primis fragole e arance. programma alimentare consiste in un menù da seguire fedel-
• Acido alfalipoico. È considerato l’antiossidante univer- mente, anche se qualche variante si può introdurre occasio-
sale, grazie alla sua capacità di sciogliersi sia in acqua, sia nei nalmente, a ragion veduta, tenendo conto delle indicazioni
grassi e quindi di raggiungere tutti i tessuti attraverso il fega- date sopra e magari consultandosi periodicamente con il pro-
to. È utile per mantenere pelle e mente giovane e per contra- prio nutrizionista.
stare lo stress ossidativo. Questa preziosa sostanza è contenu- Un’ultima raccomandazione: se è vero che il segreto di
ta in carni rosse, spinaci, broccoli, patate, patate dolci, carote, una lunga vita è racchiuso in ciò che mangiamo, va anche
barbabietole, e lievito. sottolineata l’importanza di quanto mangiamo.
• Flavonoidi. Presenti essenzialmente nei Quanto mai attuale nella sua semplice saggez-
frutti di bosco e in alcuni ortaggi, assunti con il za è infatti il celebre motto di Confucio, Ha-
cibo (frutta fresca, dolci, marmellate, sciroppi) ra hachi bun me, ovvero nutrirsi fino a quan-
accrescono i livelli di ossido di azoto, una mole- do si è pieni per tre quarti e, quindi, mai alzar-
cola strategica poiché dilata le pareti venose e mi- si sazi da tavola (la sensazione di fame è desti-
gliora la circolazione e l’ossigenazione della pelle. I nata a sparire dopo pochi minuti): e Confucio
flavonoidi sono presenti in percentuali maggiori nel raggiunse la veneranda età di 72 anni in un’epoca
melograno, nei mirtilli (in quelli selvatici più che in – tra il VI e il V secolo avanti Cristo – in cui la vi-
quelli coltivati), nel tè verde, nelle cipolle e nei cavoli. ta media non arrivava a cinquant’anni. n
• Zolfo. Serve per la formazione della cartilagine
e aiuta a preservare la flessibilità e l’elasticità delle ar- È importante ridurre l’apporto di carboidrati ad alto
ticolazioni. Inoltre, in sinergia con la vitamina A, fa- indice glicemico responsabili dell’insorgere di malattie
vorisce la ricostruzione dei tessuti e agisce sul sistema come l’obesità ed il diabete.

86 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

084_86_Alimentazione_E38.indd 86 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Salute, Benessere e Bellezza della donna

Dal Genoma alla Farmacogenomica

fino alla

Essere sani dentro per essere belli fuori, la prima regola del benessere
L’aspetto fisico è la conseguenza dello stato di salute generale del nostro organismo.
La bellezza è strettamente collegata alla salute e quindi all’equilibrio del probioma umano femminile.

D3
Formula Nutri-Farmacogenomica a base di Lac-
tobacillus paracasei subsp paracasei F19 Antimi-
crobial polypeptide ALfD e Acido Ialuronico e
Vitamina D3. Efficace nelle alterazioni metabo-
liche e nella prevenzione delle infiammazioni.

Alimento funzionale completo ed essenziale in


una miscela completa e bilanciata di vitamine (K,
B6, B12, C, D, E, H, Acido Folico). Raccomandato
per accompagnare la donna nelle sue varie fasi, in
particolare durante la gravidanza, in menopau-
sa e nella terza età. Consigliato quotidianamen-
te per il riequilibrio delle alterazioni del sistema
metabolico, endocrino, immunitario, cardiova-
scolare e osteoarticolare (osteoporosi). Partico-
larmente utile nei disturbi ansiogeni e depressivi.

Genebiotico Lactobacillus paracasei subsp. paraca-


sei F19 con imprinting specie-specifico femminile.
Efficace nella prevenzione e cura dei disturbi fun-
zionali più frequenti nella donna (stipsi, diarrea,
gonfiore, dolore addominale), nelle infezioni uri-
narie, in caso di cistite, vaginiti e vulvovaginiti e
nelle impurità della pelle (acne, brufoli e opacità).

Bellezza e salute formano un binomio imprescindibile che esi-


ge un approccio“olistico mirato” attraverso metodi e tratta-
menti Genecosmetici appropriati ben rappresentati dalla linea

Crema intima ipoallergenica con applicatore


che allevia disturbi quali secchezza e atrofia va-
ginale, dolore derivante da irritazione e brucio-
Per maggiori informazioni
re. Rivitalizza il tessuto vaginale (sia interno che
esterno), garantisce un’azione antinfiammato-
www.farmagens.it • info@farmagens.it • Le nostre referenze sono disponibili ria, antibatterica e antivirale, riequilibra il pH e
nelle migliori Farmacie. Richiedi i nostri prodotti presso il tuo farmacista di fiducia. la flora batterica vaginale.
Per acquisti on line www.farmagensonline.it • Per acquisti telefonici 0687770821

Pubbl. Farmagens 2019bis (23x29,7).indd 1 20/06/19 09:46


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
LA NUTRIGENOMICA
INCONTRA LA NUTRIZIONE
FUNZIONALE
Il Sistema Metabolico Bruni

P
aradossalmente il progresso in ogni ambito e Dovremmo allarmarci?
le accresciute conoscenze scientifiche sem- Dovremmo, se consideriamo quanto scade la
brano non essersi tradotte sempre in un mi- qualità di vita di moltissime persone per malesseri e
glioramento del benessere psico-fisico. Ce lo patologie che potrebbero essere davvero evitati o
dimostrano i diffusi problemi di sovrappeso, allergie risolti proprio giovandosi del patrimonio di scoperte
e intolleranze, il numero di persone che lamentano e sapienze scientifiche.
disturbi a livello gastro-intestinale quello di chi soffre Troppo lungo indugiare qui sulle diverse e delica-
di insonnia, ad esempio. te ragioni di questo scollamento tra possibilità e re-
Sto citando naturalmente in maniera volutamen- altà, posso solo accennare che affondano le radi-
te generica casistiche comuni. E lo faccio alla luce ci in abitudini alimentari sbagliate e nella diffusione
di ciò che riscontro ogni giorno in studio, per i sintomi di un’idea di “dieta” che spesso mortifica appunto
e i disagi che mi vengono riferiti. la scienza e l’orientamento preciso che essa ci offre.

088_89_Farmagens_E38.indd 26 25/11/19 17:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
Quello che mi preme sottolineare invece è quale ruolo re la genetica -e quindi le nostre caratteristiche esclusi-
possa giocare una corretta educazione alimentare per ve- con la nutrizione;
recuperare quel gap. · Perché quella macchina potenzialmente perfetta
Con le informazioni scientifiche di cui oggi disponia- che è il nostro corpo è programmata sul nostro “orolo-
mo siamo in grado di stabilire esattamente cosa e co- gio biologico” ovvero il complesso meccanismo che re-
me mangiare, tanto in termini di prevenzione che di cu- gola il ripetersi ciclico di moltissime funzioni biologiche
ra e con un’efficacia straordinaria. (uno su tutti, per intenderci, è l’alternarsi tra sonno
L’approccio che ho utilizzato con esiti positivi in più e veglia) e sappiamo ormai con
di dieci anni e migliaia di pazienti, è la sintesi di nutri- certezza che l’alterazione co-
zione funzionale, cronobiologia, nutrigenomica e nu- stante dei ritmi circadiani ha ef-
traceutica personalizzata che ho tradotto in un meto- fetti negativi sulla nostra salute, a livello
do (BMS, Sistema Metabolico Bruni) fruibile come pia- metabolico, intestinale, cardiovascolare,
no nutrizionale personalizzato o percorso personalizza- neurologico;
to di educazione alimentare. Metodo che si sviluppa · Perché la nutraceutica (termine che
su un’anamnesi approfondita che valuta storia clini- coniuga nutrizione e farmaceutica) ci for-
ca, stile di vita e abitudini alimentari, sullo studio atten- nisce precise indicazioni sulle qualità tera-
to di tutti i parametri ematoclinici ed antropometrici peutiche o preventive degli alimenti.
e sull’analisi dei geni e che poi segue il paziente Penso che molti direbbero addio alle
e si adatta alla sua evoluzione clinica e ai suoi “diete pesate” se sapessero che un auten-
cambiamenti ormonali e metabolici. tico benessere non è generato da quanto
Il vero successo, in sostanza, è recuperare il mangiamo ma da come mangiamo.
ruolo fondamentale dell’alimentazione e una Non dobbiamo mettere una bilancia a
visione corretta del cibo: il cibo come preven- porre le distanze dal cibo e a tormentare il
zione e terapia, il cibo come alleato, il cibo come pranzo e la cena ma intraprendere un per-
efficace strumento per massimizzare le poten- corso nutrizionale individuale che segue
zialità dell’organismo. La scelta dei nutrienti, i bisogni, i cambiamenti ormonali e me-
la combinazione e la sequenza alimenta- tabolici ed è ispirato a preservare o rag-
re, hanno un forte impatto sulla salute giungere le migliori possibili condizioni di
della persona, a 360°. salute. Se scopriamo quali sono i cibi e le
Non più a dieta…ma in sa- combinazioni alimentari che ci causano
lute. Comprendere que- disturbi e quali sono invece quelli che ci
sto concetto è di fon- fanno stare meglio, otteniamo vantaggi a
damentale impor- lunga scadenza.
tanza. Lo è per il Non c’è nessun peso ideale da inse-
risvolto imme- guire, c’è invece un peso che è ottima-
diato e pratico le quando è ottimale il rapporto tra massa
sulla salute, lo è grassa e massa muscolare.
perché aiuta ogni paziente a conoscersi e a fare Perdere peso, richiesta frequentissima, si
scelte consapevoli. inquadra quindi come un obiettivo natura-
Non ci sono genericamente pazienti obesi o in- le, fisiologico, conseguenziale a un approccio
tolleranti o allergici, ci sono persone con una defi- salutistico.
nita e unica situazione metabolica, fisiologica, ge- Come, cosa, quando, mangiamo risponde
netica, clinica. È esattamente questa unicità la a moltissimi perché sui disturbi che abbiamo, sul
chiave di volta – e di svolta – che permette di ri- grasso che accumuliamo, sulle malattie cui siamo
appropriarsi di una relazione sana e piacevole esposti. Per questo insisto sull’urgenza di un’educa-
con il cibo. zione alimentare: la gioia del cibo deve corrispon-
Come accennavo, nutrizione funzionale, dere a quanto bene ci sentiamo.
nutrigenomica, nutraceutica e cronobiolo- I grandi obiettivi perseguibili sono: senso di fa-
gia opportunamente applicate insieme, ci me facilmente controllato con opportune com-
forniscono tutti gli strumenti utili per defini- binazioni alimentari e massimo beneficio possi-
re un potente modello nutrizionale realizza- bile dal cibo, non solo in termini di peso.
to su misura.
Perché la sinergia di queste bran- Dott. Emiliano Bruni
che scientifiche è indispensabile e così Biologo Nutrizionista - Teramo
significativa in termini di risultati? www.sistemametabolicobruni.it
· Perché la nutrigenomica è scienza www.centrodinutrizione.it
multidisciplinare che riesce a combina-

088_89_Farmagens_E38.indd 27 25/11/19 17:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
FITNESS

Salute (e linea)
in punta di racchetta
U
n recente studio (2018) pubblicato da un’équi-
Quasi mezzo milione di italiani impugna una pe di ricercatori australiani sul prestigioso Bri-
racchetta nel tempo libero per tenersi in tish Journal of Sports Medicine rivela che negli ul-
tratrentenni praticanti regolarmente un qualsi-
forma e svagarsi allo stesso tempo. Eppure asi sport con racchetta il rischio mortalità si ri-
questo tipo di attività sportiva viene spesso duce di quasi il 50%, e in particolare quello dovuto a malat-
tie cardiache diminuisce di ben il 56%. Insomma, muoversi
dimenticato quando si sceglie un esercizio e competere con una racchetta in mano fa bene soprattutto
fisico salutistico e “brucia-calorie”. Ma c’è in chiave anti-aging, e non solo per la salute fisica: tennis &
c. richiedono infatti attenzione e concentrazione, stimolano
racchetta e racchetta: impariamo a conoscerle la nostra autostima e il nostro impegno a mantenerci in for-
ma con la competizione e, dulcis in fundo, sono attività so-
cializzanti, praticabili con almeno un’altra persona. A livel-
di Luigi D’Agostino lo fisico, non solo migliorano il tono muscolare ma anche la

90 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

090_92_Fitness_E38.indd 90 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
In Italia i tesserati alla
Federazione Italiana Tennis
Tavolo (Ping-Pong) sono circa
20.000, ma si stima che i regolari
praticanti siano oltre mezzo
milione. Accanto: il tennis
permette di allenare oltre alle
braccia, gli arti inferiori e i
muscoli del tronco e dell’addome
durante le torsioni.

la racchetta, o magari a inserirsi come quarto in un doppio:


sono infatti quasi 350.000 i praticanti di questo sport in
Italia iscritti ufficialmente a un circolo in cui lo si pratica (è
il primo sport individuale per diffusione, e il quarto in asso-
luto), senza contare i moltissimi non iscritti di cui non esi-
stono cifre ufficiali, ma che sicuramente ammontano a di-
versi milioni.
• Beach Tennis. Cugino nobile dei famigerati “racchet-
toni” da spiaggia, si gioca sulla sabbia, che fa attrito e ren-
de tutti i passaggi assai più faticosi del tennis classico, toni-
ficando ancor più intensamente i muscoli, in particolare a
livello glutei, gambe, spalle e fascia del tronco. È uno sport
divertente e impegnativo, relativamente giovane (è appro-
dato sulle nostre spiagge negli anni Settanta e la federazione
affiliata al CONI è stata riconosciuta solo nel 1997) ma de-
cisamente in ascesa quanto a popolarità, visto che nel nostro
coordinazione oculo-manuale e la capacità di muoversi nello Paese è già praticato da circa 300.000 fedelissimi, tra iscritti
spazio; inoltre, ottimizzano la capacità respiratoria, favoren- a un club federato e semplici appassionati estivi.
do una maggiore ossigenazione dei tessuti. • Paddle (o Padel). È lo sport del momento, da noi van-
ta ancora pochi tesserati (poco meno di 5.000 iscritti alla
Non solo tennis, FIGP, che fa parte della Federazione Italiana Tennis) ma un
racchette per tutti i gusti numero crescente di praticanti appassionati (circa 10.000)
Vediamo più da vicino le diverse specialità che basate che possono contare su circa 400 campi, soprattutto nel-
sulla racchetta. le grandi città. Ha le stesse regole del tennis, ma si gio-
• Tennis. Sport completo basato su un intenso lavoro ae- ca in un campo di 20x10 m con pareti solide su cui si può
robico, buona coordinazione e intensa concentrazione. So- far rimbalzare la palla, dunque una via di mezzo fra tennis e
prattutto se si impugna la racchetta a due mani per il rove- squash. Nel mondo si calcolano circa 12 milioni di giocato-
scio, favorisce il lavoro di entrambe le braccia, inoltre alle- ri, di cui circa 5 milioni solo in Argentina, Paese in cui ven-
na tutti i muscoli e, costringendo a fare avanti e indietro sul ne giocato la prima volta nel 1898. Rinforza l’attività car-
campo, attiva il sistema cardio-vascolare. Oltre alle braccia diaca, migliora la circolazione e le capacità respiratorie, au-
(estensori e bicipiti), a livello muscolare sono coinvolti an- mentando sensibilmente anche il tono muscolare.
che gli arti inferiori (tensore laterale, vastro laterale e media- • Badminton. È il nome inglese del vecchio “volano”, ri-
le, retto del femore), oltre ai muscoli del tronco e dell’addo- scoperto dagli inglesi in India nel XIX secolo ma in real-
me durante le torsioni. Chi si accosta al tennis non avrà di tà assai più antico: le sue origini risalgono a ben 5.000 anni
sicuro difficoltà a trovare un compagno con cui incrociare fa ed è considerato il padre di tutti gli sport con racchetta, ®

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 91

090_92_Fitness_E38.indd 91 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
FITNESS

SCOPERTO DAGLI INGLESI IN INDIA NEL to nei suoi vari impieghi, tutti sommamente benefici per l’or-
ganismo quindi raccomandabili incondizionatamente a chi h
XIX SECOLO, LE ORIGINI DEL BADMINTON un grado di forma fisica sufficiente per sopportarne gli sfor-
RISALGONO AL 3.000 A.C. ED È CONSIDERATO IL zi senza danno. A questo proposito, è bene – soprattutto per
i non più giovanissimi – consultare un fisiatra prima di impe-
PADRE DI TUTTI GLI SPORT CON RACCHETTA. gnarsi in maniera continuativa in uno di questi sport. n

anche se (erroneamente, come vedremo) molti pensano sia


un gioco frivolo ed elegante. Sapevate che è uno dei primi 5
sport praticati nelle scuole medie e superiori italiane? E che
il volano colpito dalla racchetta (un cono composto da una
base di sughero e 16 piume) viaggia a una velocità sei vol-
te maggiore della palla da tennis? Se a ciò aggiungiamo che
si gioca tutto al volo (il volano non può mai toccare terra),
si capisce perché – tra cambi di ritmo, salti e andature di-
verse – si può considerare un allenamento total body, basato
su velocità, concentrazione e potenza, con tanti piegamen-
ti sulle gambe e forza nelle braccia. Dal 1992 è sport olim-
pico, e sono quasi 50.000 gli iscritti alla Federazione Italia-
na Badminton.
• Squash. Senz’altro il più impegnativo tra gli sport con
racchetta: lo testimonia la quantità impressionante di calo-
rie bruciate in un’ora di gioco, sempre intenso e praticamen-
te senza pause. È molto veloce e richiede uno sforzo cardia-
co notevole, tanto da essere sconsigliato per chi ha proble-
mi cardiovascolari; gambe e braccia sono sempre in tensione
e vengono chiamate ad un super lavoro in termini di scatto
e potenza, disco rosso quindi anche per chi soffre a livello di
articolazioni, soprattutto caviglia e ginocchio. Non è anco-
ra uno sport olimpico ma è già stato riconosciuto dal CIO,
in Italia sono circa 13.000 i tesserati alla Federazione Italia-
na Giuoco Squash.

Uno sport da non sottovalutare:


il tennis da tavolo
• Ping Pong. C’è ancora chi stenta a considerarlo uno
sport (nonostante sia disciplina olimpica dal 1988), o comun-
que un vero e proprio esercizio fisico piuttosto che un sempli-
ce passatempo: niente di più sbagliato! Durante la partita si è
obbligati a mantenere una posizione di semi-squat che fa la- Il Badminton si
vorare attivamente le gambe e al contempo rassoda i glutei, il può considerare un
lavoro di racchetta tonifica entrambe le braccia (anche quella allenamento total
body: il volano non
che non la impugna, muovendosi di continuo per equilibra- può mai toccare a
re la posizione), mentre gli scatti continui sviluppano rifles- terra e la partita si
si e coordinazione. I tesserati alla Federazione Italiana Tennis gioca su velocità,
Tavolo sono circa 20.000, ma si stima che i regolari praticanti concentrazione e
nel nostro Paese siano oltre mezzo milione. potenza.
Come si vede, la racchetta è uno strumento molto usa-

Calorie consumate in un’ora di pratica


Tennis 600 kcal
Beach tennis 800 kcal
Padel 700 kcal
Badminton 500 kcal
Squash 1.000 kcal
Ping pong 500 kcal

92 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

090_92_Fitness_E38.indd 92 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Segreto di bellezza

Volersi bene significa impegnarsi


ogni giorno per il proprio benessere,
rispondendo con prontezza ed efficacia
14 1,0 0,55
residuo fisso in mg/l sodio in mg/l durezza in °f
ai bisogni essenziali del corpo.
Acqua Lauretana, un dono naturale
del Monte Rosa, è la tua preziosa alleata
per la corretta idratazione quotidiana.
Grazie all’inconfondibile purezza
e leggerezza, aiuta la tua pelle a mantenere
elasticità e morbidezza, donando
al tuo viso un aspetto tonico e vitale.

Segui la leggerezza
www.lauretana.com

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
CONTRASTARE LE RUGHE
BEVENDO DUE LITRI DI ACQUA
AL GIORNO

L’
insorgenza delle prime rughe è Dalle indagini di alcuni ricercatori america-
un argomento che sta a cuore a ni dell’Università di Stanford, è emerso che le
molte donne, e non solo. rughe non dipendono solo dal livello del col-
Pochi ancora sanno che per lagene ma soprattutto dall’idratazione del-
contrastare questa forma di in- la pelle.
vecchiamento cutaneo, non esistono solo gli Se ci si fermasse a riflettere, questi dati non
interventi chirurgici, è necessario un gesto sem- dovrebbero stupire, considerato che il corpo
plice come idratarsi correttamente ogni giorno. umano è costituito per la gran parte da ac-

094_95_Lauretana_E38.indd 2 25/11/19 17:02


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
{
qua. È quindi evidente che per mantenerlo in tà, freschezza e tonicità.
condizioni funzionali ottimali è necessario rifor-
nirlo quotidianamente della corretta quanti- Le numerose referenze cliniche firmate da
tà d’acqua. medici e ricercatori certificano le caratteristi-
che uniche e straordinarie di acqua Laureta-
Scegliere Lauretana è scegliere di voler- na, in evidenza il primato di leggerezza, con
si bene, è scegliere di idratarsi con l’acqua più soli 14 mg/l è l’acqua più leggera d’Europa.
leggera che la natura possa donare. Con il suo pH 6,3 aiuta la digestione e contri-
Pura e leggera, viene imbottigliata alla fon- buisce a prevenire i processi di ossidazione del
te come nasce dalla sorgente, è l’acqua ide- corpo. La bassa quantità di sodio, la rende in-
ale in ogni momento della giornata. dicata per le diete iposodiche.
Soddisfare il proprio fabbisogno giornalie-
ro con Lauretana, diventa una vera e propria Scegliere Lauretana è una scelta consape-
azione preventiva contro l’invecchiamento vole, di chi si prende cura della propria salute
cutaneo e purifica la pelle, donando elastici- e del proprio benessere.

094_95_Lauretana_E38.indd 3 25/11/19 17:02


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
MODA E COSTUME

Fascino, stile,
eleganza, bon ton, Jacqueline Kennedy:
storia di un’icona
cultura e un’allure
sofisticata innata.
Jacqueline
Kennedy ancora
oggi rimane
una figura leggendaria
di stile
ed un’insuperabile
icona del XX secolo
di Sara Zuccari

J
acqueline Bouvier nasce nel 1929 a
New York da una famiglia benestan-
te dell’alta società americana. Educa-
ta nell’agio e nel culto del bello, pra-
tica equitazione e si specializza nello
studio dell’arte e della fotografia. Si laurea
alla George Washington University in Bel-
le Arti e poco dopo va a Parigi per termina-
re gli studi alla Sorbona. Rientrata in Ame-
rica, inizia la carriera di giornalista presso il
Washington Time-Herald. Proprio una del-
le sue interviste fu galeotta: quella con John
Fitzgerald Kennedy, futuro presidente de-
gli Stati Uniti. Un colpo di fulmine che si
tramutò in matrimonio nel 1953. Da lì a
poco la vita di Jacqueline cambiò improv-
visamente. Dall’unione nacquero due fi-
gli: Caroline e John Jr. Nel 1960 suo mari-
to John divenne il 35° Presidente degli Sta-
ti Uniti, e lei la first lady più amata e am-
mirata della storia americana. Jackie si di-
stinse subito per avere un proprio stile.
Bella, ma non bellissima, però sempre abi-
le nel valorizzarsi. Amava gli abiti con lo
scollo tondo senza maniche a trapezio, i
cappotti dagli enormi bottoni, i tailleur
eleganti, i guanti bianchi. Anche il suo ta-
glio a bob castano scuro con le punte leg-
germente rigirate all’ingiù divenne ben
presto l’acconciatura più richiesta. Lo sti-
le Jackie dettò le tendenze moda dell’epo-
ca. La first lady era un’amante della hau-
te couture e prediligeva gli stilisti france-
si: Givenchy, Chanel, Hermès. Suo suo-
cero Joseph Kennedy la indirizzò poi ver-
so Oleg Cassini, che realizzò per lei ben
300 mise. Le sue apparizioni suscitavano
ammirazione e monopolizzavano tutte le
copertine dei giornali dell’epoca. Jacqueline Kennedy era considerata una delle donne meglio vestite.

96 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

096_97_Moda_E38.indd 96 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il presidente e
Jackie Kennedy
di ritorno da una
visita a città del
Messico nel 1961.
Accanto la borsa
Gucci “Jackie’O”
a lei dedicata.

re gli Stati Uniti temen- mosi pantaloni capri bianchi, la


Morte di un presidente: do per la sua incolumità maglia a righe, l’iconico foulard
il dramma di Jackie e per quella dei suoi fi- Gucci intorno ai capelli, i maxi
John F. Kennedy arrivò a dichiara- gli. Ma la vita le avreb- occhiali neri. Accompagnata
re: “Sì, sono il signore che ha accompagnato be riservato nuove spesso da Valentino per le vie
Jacqueline Kennedy a Parigi”. Il buon gusto sorprese. di Capri, camminava scal-
della first lady si riflesse anche nella scel- Dopo cinque an- za e con nonchalance per
ta del restyling della Casa Bianca. Rinnovò ni dall’attentato di le vie dell’isola, nonostan-
infatti gli arredi e la mobilia ed arricchì la John Kennedy e a so- te i paparazzi non le des-
residenza con opere d’arte. li nove mesi dal lutto sero mai tregua. Una co-
Nonostante le vere o presunte relazio- di suo cognato Robert, Jackie sposò Ari- stante continua nella vita di Jackie. Morì a
ni extra-coniugali del marito, Jackie ri- stotele Onassis, di ben 23 anni più anzia- causa di un tumore nel 1944, non ancora
mase al suo fianco fino al giorno del tra- no di lei, nell’isola di Skorpios in Grecia. sessantacinquenne.
gico attentato a Dallas. Quel giorno la L’armatore greco rinunciò all’amore del-
first lady indossava il tailleur rosa e blu di la sua vita, Maria Callas, per l’ex first lady. Un mito inossidabile,
Chanel che si macchiò del sangue di suo Un’unione che peraltro dava ad Aristote- nonostante tutto
marito. Una scena che rimase impres- le un ritorno di immagine e di affari note- Gucci ha realizzato l’iconica borsa a lei
sa nell’immaginario collettivo per la sua vole. Un matrimonio chiacchierato e sigla- dedicata, tornata di gran moda con la ver-
crudeltà. Jackie, nonostante ciò, riuscì to da un accordo prematrimoniale di ben sione Resort nel 2019. Must have di tut-
a dimostrare la dignità del suo dolore al 170 clausole. L’unione garantiva a Jackie te le fashionist del pianeta, la “Jackie ‘O” è
mondo intero. Rimase per alcune ore con ed ai suoi figli uno stile di vita agiatissimo. realizzata in diversi colori (nero, marrone,
il vestito sporco di sangue perché voleva Per sposare “Arì”, Jaqueline si convertì al- beige), dalla forma a sacco, con la tracol-
far vedere a tutti ciò che avevano fatto a la chiesa ortodossa e subì anche la scomu- la ed il celebre moschettone in acciaio che
John. Il giorno del funerale, stringendo i nica, essendo cattolica, poiché sposava un fa da chiusura e la banda colorata in rilie-
figli per mano con un velo nero a coprir- divorziato. Gli americani non gradirono vo o in tinta. Grazie alla maestosa inter-
le il volto, accompagnò il feretro del ma- questa scelta. L’immagine di moglie e poi pretazione di Natalie Portman, nel 2016
rito. Una scena che insegnò all’Ameri- vedova di Kennedy strideva con l’unio- la Signora Kennedy arriva anche sul gran-
ca la compostezza ma allo stesso tempo la ne con un uomo avventuriero e chiacchie- de schermo con il film Jackie, che fa rivi-
maestosità del dolore. rato come Onassis. Questi morì nel 1975 vere i look della first lady mettendo in sce-
Jacqueline fu molto vicina anche a suo e a Jackie andò la cospicua eredità. Al mi- na anche i forti momenti di dolore, resti-
cognato Robert durante la campagna elet- to di Jacqueline Kennedy si affiancava così tuendola così alla dimensione di donna e
torale. Nel 1968 anche lui, però, fu assas- quello di Jackie ‘O. Nella sua seconda vi- di madre. Jackie, insomma, resta e resterà
sinato. Jackie decise allora di abbandona- ta, al fianco di Onassis, Jackie sfoggiò i fa- un mito anche nel nuovo millennio. n

MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA 97

096_97_Moda_E38.indd 97 25/11/19 15:01


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PER MANTENERE LA MENTE IN FORMA

Sudoku e Rebus
Come si gioca a sudoku suna casella del quadrato centrale di destra, poiché tale quadrato con-
Il sudoku è un gioco con una sola regola, molto semplice: ogni riga, ogni tiene già un “5” (e la stessa cifra non si può scrivere due volte né sulla
colonna e ogni riquadro 3X3 dello schema deve contenere i numeri da 1 a stessa riga, né sulla stessa colonna, né nello stesso quadrato di 3x3 ca-
9, senza ripetizioni. Tutto qui. Vediamo un esempio di come si deduce un selle), inoltre, delle altre due possibilità rimaste, una è occupata dal “5”
numero. Cominciamo con il cercare di posizionare la cifra “5” nella sesta ri- scritto nella colonna centrale. Ci rimane quindi una sola possibile posi-
ga dello schema qui a destra. Sappiamo che non può essere scritto in nes- zione (evidenziata nel cerchietto) e possiamo quindi inserire il numero.

Esperti Campioni Frase (6,2,3)

Poe SI, Edipo E = poesie di Poe

Frase (2,7,11)

Il prImo settImanale ItalIano per gIocatorI dI sudoku


SETTIMANA SUDOKU N°527 - SETTIMANALE - € 1,00

1 ,00
SETTIMANA SUDOKU - n. 527
Settimanale - 18 settembre 2015


Editore: Sudoku srl
Sede amministrativa: Via Torino 51
20063 Cernusco s/Naviglio (MI)
Tel. +39 02 92432240
Fax +39 02 92432236
Email: info@sudokuedizioni.it
Stampa: Rotolito Lombarda
Distributore per l’Italia e per l’Estero:
Press-Di Distribuzione Stampa e
Multimedia srl - 20134 Milano
Pubblicazione settimanale
registrata con il n. 600
del 20/07/2005 al Tribunale di Milano.
ISSN 1826-4751
Direttore Responsabile: Luca Sprea
Coordinamento editoriale:
Alessandro Agnoli, Stefano Pernarella
Progetto grafico: Silvia Taietti
Impaginazione: Nicole Bombelli

t r u c c h i , tat t i c h e , g i o c h i i n e d i t i e i s e g r e t i d e i c a m p i o n i

VERBADOKU
TUTTI I L’unico sudoku

VENERDÌ
con le definizioni
A B C D E F G H I

IN EDICOLA

Le soluzioni
1
2
PROSSIMO 3
APPUNTAMENTO 4

IL 25 SETTEMBRE 5
6
7
8
9

a pagina 13

SUDOKU
JUNIOR
Sudoku per ogni età!

 
 
 

U nani, MA tasche, R maglia = un’animata schermaglia
a pagina 23

96 SCHEMI E GIOCHI PER IL TUO RELAX

Tanti schemi di tutti i livelli: rebus, curiosità, Ogni venerdì in edicola.


7 3
5 8 9 2 5 6

“I guai sono 4
8
5
4
2
9 7
3 4 2
8 1
1
3
8
4
6 3 5 6 4 9
come i fogli 5 4 7
8 7 6 3 2
4 1
5 9 7
8

di carta igienica: 8 5 2
6
4
2
3
9
2 9
8 1 7 3
5
7
6 1 7 9
8

ne prendi uno,
4
7 6 8
5 3
3 2 9
3
Cinque griglie
2 3 5
intrecciate per veri
ne vengono dieci„ 5 4 3 7 8 1

notizie e tanti esercizi per la mente Costa solo 1 euro


8
9 6 3
4 1
6 9 5 7 8 4
1 appassionati
2 7 6 8 9 3 2 8 2 3 9 7

Woody Allen 6
9 3 1
8 3
2 4 5 9 1
9 3 6
3 2 4 7 4 8 a pagina 44
Regista statunitense 5
1
7
6
1 9
4 5 6
8 4
7 8
2
3
9

8 4 1 7 1 4 6 8

COVER_527_SSudoku.indd 1 16/07/15 12:35

Copyright
M E D I C I N A E C H I R U R G I A E ST E T I C A Pandora 2013 S.r.l. è titolare esclusiva di tutti i diritti di
pubblicazione e diffusione. L’utilizzo da parte di terzi
di testi, fotografie e disegni, anche parziale, è vietato.
Anno VII - n. 38 Consulente scientifico: Impaginazione: L’Editore si dichiara pienamente disponibile a valutare
dott.ssa Stefania Bizzarri Fabrizio Conti - e se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi
ISSN 2282-6971 per la pubblicazione di immagini di cui non sia stato
stefaniabizzarri@gmail.com Pubblicità: eventualmente possibile reperire la fonte.
Pubblicazione bimestrale Informazioni e prenotazioni
registrata presso il Tribunale Proprietario della testata: Informativa e Consenso
Tel. (+39) 06.97.84.05.27 in materia di trattamento dei dati personali
di Roma con il n. 207 Pandora 2013 s.r.l. (Codice Privacy d.lgs. 196/03)
(+39) 327.94.51.112
il 25-09-2013 Via di Campo Marzio, 69 Nel vigore del D.Lgs 196/03 il Titolare del trattamento dei dati perso-
00186 Roma medicinaesteticamagazine@ nali, ex art. 28 D.Lgs. 196/03, è Pandora 2013 S.r.l. (di seguito anche
gmail.com “Pandora 2013”), con sede in Via di Campo Marzio, 69 - 00186 Roma.
Tariffa R.O.C. - Poste Italiane La stessa La informa che i Suoi dati, eventualmente da Lei trasmessi
Spa - Sped in Abb. Post. Servizi Editoriali: Tipografia: alla Pandora 2013, verranno raccolti, trattati e conservati nel rispetto
D.L. 353/2003 Sprea S.p.A. Arti Grafiche Boccia S.p.A. del decreto legislativo ora enunciato anche per attività connesse all’a-
(conv. In L. 27.02.2004, n.46) zienda. La avvisiamo, inoltre, che i Suoi dati potranno essere comunicati
Via Torino, 51 Via T. C. Felice, 7 e/o trattati (sempre nel rispetto della legge), anche all’estero, da società
art. 1, comma 1, S/NA 20063 Cernusco S/N (Mi) 84131 Salerno (SA) e/o persone che prestano servizi in favore della Pandora 2013. In ogni
Una copia: euro 8.90 Tel. (+39) 02.21.11.78.39 momento Lei potrà chiedere la modifica, la correzione e/o la cancella-
Distributore: zione dei Suoi dati ovvero esercitare tutti i diritti previsti dagli artt. 7
Direttore Responsabile: Fax (+39) 02.87.18.29.36 Press-Di Distribuzione Milano e ss. del D.Lgs. 196/03 mediante comunicazione scritta alla Pandora
2013 e/o direttamente al personale Incaricato preposto al trattamento
Mario Sprea
Redazione: Fotografie e disegni: dei dati. La lettura della presente informativa deve intendersi qua-
le presa visione dell’Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/03 e l’invio dei
Coordinatore di Redazione: Via di Campo Marzio, 69 Agf Suoi dati personali alla Pandora 2013 varrà quale consenso espresso
Luigi D’Agostino 00186 Roma Fotolia al trattamento dei dati personali secondo quanto sopra specificato.

98 MEDICINA & CHIRURGIA ESTETICA

098_Tamburino_E38.indd 98 25/11/19 15:02


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
__
BEAUTY AND WELLNESS
PROFESSIONAL FAIR

Fiera di Roma
1·2·3
Febbraio/February 2020

ORGANIZZATA DA/ORGANIZED BY:

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA/ORGANIZING SECRETARIAT:


Fiera Roma Srl con Socio Unico - Via Portuense, 1645/1647 - www.romainternationalestetica.it
00148 Roma - Tel./Ph +39 0665074521/524
Società soggetta a direzione e coordinamento di Investimenti S.p.A. info@romainternationalestetica.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today