Sei sulla pagina 1di 6

o p

EN 1504-3 EN 1504-6

nit o r
la lo
P CF
HP
Malta cementizia a
elevatissima fluidità e
prestazioni meccaniche
a ritiro compensato,
fibrorinforzata e a CONFORME ALLA NORMA
EUROPEA
CONFORME ALLA NORMA
EUROPEA

elevata duttilità
EN 1504-3

R4 EN 1504-6
ANCORAGGIO DELL’ARMATURA
MALTA DA RIPARAZIONE
DI ACCIAIO

CAMPI DI APPLICAZIONE mediante colatura entro casseri, senza rischio di


Ripristino e rinforzo di strutture in calcestruzzo armato segregazione, in uno spessore compreso tra 1 cm e
e di elementi orizzontali dove particolari spessori o 4 cm, senza l’ausilio di rete elettrosaldata.
conformazioni impongono l’impiego di malte colabili
a elevate prestazioni. Particolarmente indicata per il Al fine di consentire il corretto e completo sviluppo
rinforzo estradossale di solai. dei fenomeni espansivi, Planitop HPC Floor, deve
essere stagionato in ambiente umido. Per permettere lo
Alcuni esempi di applicazione svolgersi dei fenomeni espansivi all’aria, Planitop HPC
• Adeguamento sismico di elementi sottoposti a elevati Floor può essere vantaggiosamente additivato con lo
stati di sollecitazione con notevole richiesta di duttilità. 0,25% di Mapecure SRA, speciale additivo in grado di
ridurre sia il ritiro plastico, sia il ritiro idraulico.
• Rinforzo strutturale con getto estradossale
collaborante a basso spessore da impiegarsi per Mapecure SRA, infatti, svolge un’importantissima
solai in c.a., latero-cemento, legno e solai misti funzione garantendo una migliore stagionatura della
laterizio-putrelle in acciaio. malta e, miscelato con Planitop HPC Floor, può essere
considerato un sistema tecnologicamente avanzato,
• Ripristino di pavimentazioni in calcestruzzo
in quanto l’additivo è in grado di ridurre l’evaporazione
(industriali, stradali, aeroportuali).
rapida dell’acqua dalla malta e di favorire lo sviluppo
• Ricostruzione e ripianatura della parte superiore dei delle reazioni di idratazione.
pulvini e baggioli delle pile di viadotti autostradali.
Mapecure SRA si comporta, in sostanza, come uno
• Reintegrazione di solai a seguito di scarificazione stagionante interno e, grazie all’interazione con alcuni
delle parti ammalorate. componenti principali del cemento, consente di ottenere
ritiri finali dal 20% al 50% inferiori rispetto ai valori
CARATTERISTICHE TECNICHE standard del prodotto non additivato, con un’evidente
Planitop HPC Floor è una malta premiscelata in polvere minor incidenza di possibili fenomeni fessurativi.
composta da cementi ad alta resistenza, aggregati L’impiego di Mapecure SRA comporta una lieve
selezionati, speciali additivi e fibre rigide in acciaio riduzione delle prestazioni meccaniche nell’ordine del
secondo una formulazione sviluppata nei laboratori di 5-6%.
Ricerca & Sviluppo MAPEI.
Il prodotto può essere utilizzato anche senza l’aggiunta
Planitop HPC Floor impastato con acqua si trasforma di Mapecure SRA, nel caso in cui le condizioni
in una malta fluida, idonea anche per l’applicazione ambientali ne consentano una stagionatura ottimale.
itop r
lan loo PLANITOP HPC FLOOR

P CF EN 14651 - Resistenza a flessione residua

HP
18
16

Sforzo nominale (MPa)


14
12
10
8
6
4
2
0
0,0 0,5 1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5 4,0
CMOD (mm)
Grafico resistenza a flessione residua in accordo alla norma EN 14651

Planitop HPC Floor, una volta indurito, • Non aggiungere cemento o additivi a
possiede le seguenti qualità: Planitop HPC Floor.

• elevatissime resistenze meccaniche alla • Non aggiungere acqua quando l’impasto


flessione e alla compressione; inizia a far presa.
• elevata duttilità; • Non utilizzare Planitop HPC Floor se
il sacco è danneggiato o se è stato
• elevata resistenza ai carichi ciclici; precedentemente aperto.
• impermeabilità all’acqua;
MODALITÀ DI APPLICAZIONE
• ottima adesione sia al vecchio Preparazione del sottofondo
calcestruzzo, purché precedentemente • Rimuovere il calcestruzzo deteriorato
inumidito a rifiuto con acqua o consolidato e in fase di distacco, fino ad arrivare al
con Primer 3296, sia ai ferri di armatura, sottofondo il quale dovrà presentarsi
specie se trattati con Mapefer o solido, resistente e fortemente ruvido con
Mapefer 1K; scabrosità di almeno 5 mm. Eventuali
precedenti interventi di ripristino che non
• elevata resistenza all’usura per abrasione e risultino perfettamente aderenti devono
agli urti. essere rimossi.

Planitop HPC Floor risponde ai principi • Pulire il calcestruzzo ed i ferri da polvere,


definiti nella UNI EN 1504-9 (“Prodotti e ruggine, lattime di cemento, grassi,
sistemi per la protezione e la riparazione oli, vernici o pitture precedentemente
delle strutture in calcestruzzo: definizioni, applicate, mediante sabbiatura.
requisiti, controllo di qualità e valutazione
della conformità. Principi generali per l’uso • Qualora fosse necessario procedere al
dei prodotti e sistemi”) e ai requisiti minimi consolidamento del supporto, è possibile
richiesti dalla UNI EN 1504-3 (“Riparazione intervenire mediante l’applicazione di
strutturale e non strutturale”) per le malte Primer 3296 diluito in rapporto 1:1,
strutturali di classe R4 e ai requisiti minimi almeno 4 ore prima dell’applicazione di
richiesti dalla EN 1504-6 (“Ancoraggio Planitop HPC Floor.
dell’armatura di acciaio”). In caso di getto entro cassero procedere
invece nel seguente modo:
Planitop HPC Floor è coperto da Certificato –– bagnare a saturazione con acqua il
di Valutazione Tecnica (CVT) n° 264/2020 sottofondo;
rilasciato dalla 2^ Div. II del STC del CSLP. –– prima di gettare attendere l’evaporazione
dell’acqua in eccesso; per facilitare
AVVISI IMPORTANTI l’eliminazione dell’acqua libera, utilizzare,
• Non utilizzare Planitop HPC Floor su un se necessario, aria compressa.
supporto in calcestruzzo liscio.

• Non utilizzare Planitop HPC Floor per Preparazione della malta


ancoraggi di precisione (usare Mapefill o Versare nel miscelatore Planitop HPC Floor,
Mapefill R). e aggiungere 3,0 litri di acqua per ogni sacco
di prodotto utilizzato.
• Non utilizzare Planitop HPC Floor per Il tempo di miscelazione del prodotto dipende
applicazioni a spruzzo o a cazzuola (usare dall’efficacia del miscelatore utilizzato.
Planitop HPC Tixo a cazzuola). Ad esempio, se si utilizza un miscelatore
DATI TECNICI (valori tipici)

DATI IDENTIFICATIVI DEL PRODOTTO

Classe di appartenenza secondo EN 1504-3: R4

Tipologia: CC

MATRICE CEMENTIZIA

Consistenza: polvere

Colore: grigio

Massa volumica apparente (kg/m³): 1.400

Dimensione massima dell’aggregato (mm): 1,0

Residuo solido (%): 100

Contenuto ioni cloruro


- requisito minimo ≤ 0,05% - secondo EN 1015-17 (%): ≤ 0,05

FIBRE

Forma: uncinata

Materiale: acciaio

Densità materiale - secondo EN 14889-1 (g/cm³): 7,85

Lunghezza - secondo EN 14889-1 (mm): 30

Diametro - secondo EN 14889-1 (mm): 0,38

Resistenza a trazione - secondo EN 14889-1 (MPa): 3.070

Modulo elastico - secondo EN 14889-1 (GPa): 200

Allungamento a rottura - secondo EN 14889-1 (%): min. 0,70

DATI APPLICATIVI DEL PRODOTTO (a +20°C - 50% U.R.)

Colore dell’impasto: grigio

Rapporto dell’impasto: 100 parti di Planitop HPC Floor con 11,5-12,5 parti di acqua
(2,9-3,1 l di acqua per ogni sacco da 25 kg)

Classe di consistenza secondo EN 12350-8: SF3

Classe di viscosità - t500: VS2

Densità secondo EN 12390-7 (kg/m³): 2.390

pH dell’impasto: > 12,5

Temperatura di applicazione permessa: da +5°C a +35°C

Durata dell’impasto: circa 45 minuti (a +20°C)

Agibilità a traffico leggero: 24 h (a +20°C)

Agibilità a traffico pesante: 72 h (a +20°C)


PRESTAZIONI FINALI (acqua d’impasto 12% - Miscelazione *)

Requisiti in accordo
Metodo Requisiti in accordo Prestazione
Caratteristica prestazionale alla EN 1504-3 per
di prova alla EN 1504-6 prodotto
malte di classe R4

> dell’80% del valore


dichiarato 120
Resistenza a compressione (MPa): EN 12190 ≥ 45 (dopo 28 gg)
dal produttore (dopo 28 gg)
(dopo 28 gg)

38
Modulo elastico a compressione (GPa): EN 13412 ≥ 20 (dopo 28 gg) nessuno
(dopo 28 gg)

Resistenza a taglio-scorrimento
Metodo
(τ-bond) supporto in cls irruvidito nessuno nessuno ≥ 3,5
sperimentale (**)
(MPa):

Adesione su calcestruzzo (supporto


≥3
di tipo MC 0,40 - rapporto a/c = 0,40) EN 1542 ≥ 2 (dopo 28 gg) nessuno
(dopo 28 gg)
secondo EN 1766 (MPa):

Profondità di
carbonatazione ≤ del
Resistenza alla carbonatazione calcestruzzo di specifica
EN 13295 nessuno
accelerata: riferimento (tipo MC 0,45 superata
rapporto a/c = 0,45)
secondo UNI 1766

Assorbimento capillare (kg/m²·h0,5): EN 13057 ≤ 0,5 Nessuno < 0,5

Impermeabilità all’acqua - profondità


EN 12390-8 nessuno nessuno <2
di penetrazione (mm):

Compatibilità termica misurata come


adesione secondo EN 1542 (MPa):
– cicli di gelo-disgelo con sali
disgelanti: EN 13687-1 ≥ 2 (dopo 50 cicli) nessuno >2

Resistenza al gelo-disgelo in presenza < 100


EN 12390-9 nessuno nessuno
di sali - scagliatura (g/m²): (dopo 56 cicli)

Resistenza allo sfilamento delle barre


d’acciaio - spostamento relativo ad un EN 1881 nessuno < 0,6 < 0,6
carico di 75 kN (mm):

Resistenza a flessione residua media


(MPa):
– CMOD 1 =   500 μm: fR1 12,5
EN 14651 nessuno nessuno
– CMOD 2 = 1.500 μm: fR2 12,7
– CMOD 3 = 2.500 μm: fR3 11,4
– CMOD 4 = 3.500 μm: fR4   9,9

Reazione al fuoco: EN 13501-1 Euroclasse A1, A1FL

(*) Miscelazione: vedi paragrafo “Preparazione della malta”.


Per la tipologia di prodotto, la preparazione dei provini (cubi e travi) necessita di compattazione con vibratore per calcestruzzi (in
accordo a § 3.3 EN 12390-2).
(**) Metodo sperimentale. Rapporto di prova disponibile su richiesta (contattare Servizio Tecnico).

PROPRIETÀ MECCANICHE e di DURABILITÀ in accordo a CVT n° 264/2020 (acqua d’impasto 12%)

Metodo di prova /
Proprietà Prestazione prodotto
Normativa di riferimento

NTC 2018
Classe di resistenza a compressione: C 80/95
Tab. 4.1.I

NTC 2018 44,4


Modulo elastico a compressione (GPa):
§ 11.2.10.3 (valore calcolato)

Classe di tenacità: EN 14651 8,0 c

Resistenza al limite di proporzionalità:


– valore medio ffct,L,m (MPa): EN 14651 7,3
– valore caratteristico ffct,L,k (MPa): 6,1

X0
XC1, XC2, XC3, XC4
XD1, XD2, XD3
Classe di esposizione: EN 206-1
XS1, XS2, XS3
XF1, XF2, XF3, XF4 (***)
XA1

Linee Guida FRC


Resistenza al gelo e disgelo: prova superata
(Gennaio 2019) § 3.4.1

(***) Planitop HPC Floor è stato testato in accordo alla norma EN 12390-9 in confronto al calcestruzzo di riferimento di composizione
prevista dalla classe XF4 secondo EN 206-1.
ad azione forzata il prodotto deve essere presa, la pulizia diventa molto difficile e
miscelato per circa 5 minuti. può essere effettuata solo per asportazione
Se si utilizza una normale betoniera, il tempo meccanica.
di miscelazione è circa 12 minuti.
Al termine della miscelazione l’impasto CONSUMO
deve risultare omogeneo (con completa Circa 21 kg/m² per cm di spessore.
dispersione delle fibre), fluido e senza grumi.
Piccole variazioni di acqua (2,9-3,1 l) sono CONFEZIONI
consentite in funzione del tipo di miscelatore Planitop HPC Floor viene fornito in sacchi
utilizzato e delle condizioni climatiche. da 25 kg.
Si consiglia la messa in opera del prodotto
entro 30 minuti da fine miscelazione. IMMAGAZZINAGGIO
12 mesi negli imballi originali, in luogo
Applicazione della malta su solai coperto ed asciutto.
Versare Planitop HPC Floor sulla superficie,
eventualmente accompagnandone lo ISTRUZIONI DI SICUREZZA PER LA
spandimento con una racla. PREPARAZIONE E LA MESSA IN OPERA
Per un utilizzo sicuro dei nostri prodotti fare
Applicazione della malta entro cassero riferimento all’ultima versione della Scheda
Versare Planitop HPC Floor da un solo lato Dati Sicurezza, disponibile sul nostro sito
con flusso continuo nelle casseforme, avendo www.mapei.it.
cura di favorire la fuoriuscita dell’aria.
Le casserature non devono sottrarre acqua PRODOTTO PER USO PROFESSIONALE.
a Planitop HPC Floor; consigliamo quindi
di trattarle con disarmante (ad esempio AVVERTENZA
Disarmante DMA 1000). Le informazioni e le prescrizioni sopra
Verificare il completo riempimento riportate, pur corrispondendo alla nostra
dell’elemento da rinforzare ed eventualmente, migliore esperienza, sono da ritenersi, in
per facilitare il passaggio della malta in zone ogni caso, puramente indicative e dovranno
particolarmente difficili, aiutarsi con listelli di essere confermate da esaurienti applicazioni
legno, tondini di ferro oppure con una leggera pratiche; pertanto, prima di adoperare il
vibrazione meccanica. prodotto, chi intenda farne uso è tenuto a
stabilire se esso sia o meno adatto all’impiego
NORME DA OSSERVARE DURANTE previsto e, comunque, si assume ogni
E DOPO LA MESSA IN OPERA responsabilità che possa derivare dal suo uso.
• Utilizzare, per preparare l’impasto, solo
sacchi di Planitop HPC Floor stoccati in Fare sempre riferimento all’ultima
bancali originali coperti. versione aggiornata della scheda tecnica,
disponibile sul sito www.mapei.com
• Nella stagione calda immagazzinare il
prodotto in luogo fresco ed impiegare INFORMATIVA LEGALE
acqua fredda per preparare la malta. I contenuti della presente Scheda
Tecnica possono essere riprodotti in altro
• Nella stagione fredda immagazzinare il documento progettuale, ma il documento
prodotto in luogo protetto dal gelo, alla così risultante non potrà in alcun modo
temperatura di +20°C ed impiegare acqua sostituire o integrare la Scheda Tecnica
tiepida per preparare la malta. in vigore al momento dell’applicazione
del prodotto MAPEI.
• Si consiglia di stagionare con cura La Scheda Tecnica più aggiornata
Planitop HPC Floor, per evitare che, specie è disponibile sul nostro sito
nelle stagioni calde e nelle giornate ventose, www.mapei.com.
l’evaporazione rapida dell’acqua d’impasto QUALSIASI ALTERAZIONE DEL TESTO
possa causare fessurazioni superficiali. O DELLE CONDIZIONI PRESENTI
Mentre si procede con il getto, nebulizzare IN QUESTA SCHEDA TECNICA O
acqua sulla superficie della malta e ripetere DA ESSA DERIVANTI ESCLUDE LA
l’operazione ciclicamente (ogni 3-4 ore) RESPONSABILITÀ DI MAPEI.
per almeno le prime 48 ore. Quindi coprire
con un telo impermeabile e mantenere la
protezione per almeno 5 giorni. Le referenze relative a questo
prodotto sono disponibili
Pulizia su richiesta e sul sito Mapei
La malta non ancora indurita può essere www mapei it e www.mapei.com
lavata dagli attrezzi con acqua. Dopo la
itop r
lan loo VOCE DI PRODOTTO
P CF
HP
Rinforzo strutturale di elementi in calcestruzzo armato e di solai mediante colatura di malta cementizia
monocomponente fibrorinforzata FRC, ad elevatissima fluidità e a elevatissime prestazioni meccaniche,
a ritiro compensato e a elevata duttilità, a base di cementi ad alta resistenza, aggregati selezionati,
speciali additivi e fibre rigide in acciaio (tipo Planitop HPC Floor della MAPEI S.p.A.). Il prodotto deve

(I) A.G. BETA


essere coperto da CVT rilasciato dal STC del CSLP sulla base della Linea Guida FRC e deve rispondere
ai requisiti minimi richiesti dalla UNI-EN 1504-3 per le malte strutturali di classe R4 e ai requisiti minimi
richiesti dalla EN 1504-6. Per assicurare un’espansione all’aria durante i primi giorni di stagionatura, il
prodotto deve essere miscelato, durante la fase di preparazione, con lo 0,25% di additivo stagionante per
malte cementizie e calcestruzzi, in grado di ridurre il ritiro idraulico e la formazione di microfessurazioni
(tipo Mapecure SRA della MAPEI S.p.A.).
La malta dovrà avere le seguenti caratteristiche:
Rapporto dell’impasto: 100 parti di Planitop HPC Floor
con 11,5-12,5 parti di acqua
(2,9-3,1 l di acqua per ogni sacco
da 25 kg)
Massa volumica apparente (kg/m³): 1.400
Temperatura di applicazione permessa: da +5°C a +35°C
Durata dell’impasto: circa 45 min (a +20°C)
Caratteristiche meccaniche impiegando il 12% di acqua:
Resistenza a compressione (EN 12190) (MPa): 120 (dopo 28 gg)
Modulo elastico a compressione (EN13412) (GPa): 38 (dopo 28 gg)
Adesione su calcestruzzo (EN 1542) (MPa): ≥ 3 (dopo 28 gg)
Resistenza a flessione residua media (EN 14651) (MPa):
– CMOD 1 =   500 μm: fR1 12,5
– CMOD 2 = 1.500 μm: fR2 12,7
– CMOD 3 = 2.500 μm: fR3 11,4
– CMOD 4 = 3.500 μm: fR4   9,9

La riproduzione di testi, foto e illustrazioni di questa pubblicazione


Resistenza alla carbonatazione accelerata (EN 13295): specifica superata
Compatibilità termica misurata come adesione secondo
EN 1542 (MPa):

è vietata e viene perseguita ai sensi di legge


– cicli di gelo-disgelo con sali disgelanti (EN 13687/1): >2
Resistenza allo sfilamento delle barre d’acciaio (EN 1881) (mm): < 0,6
Reazione al fuoco (EN 13501-1) (Euroclasse): A1, A1FL
Consumo (per cm di spessore) (kg/m²): circa 21
Resistenza a taglio-scorrimento (t-bond) supporto in
CLS irruvidito (MPa): ≥ 3,5
Classe di resistenza a compressione (NTC 2018 Tab. 4.1.I): C80/95
Modulo elastico a compressione (NTC 2018 § 11.2.10.3) (GPa): 44,4
Classe di tenacità (EN 14651): 8,0 c
Resistenza al limite di proporzionalità:
– valore medio ffct,L,m (MPa): 7,3
– valore caratteristico ffct,L,k (MPa): 6,1

1130-8-2020 (I)

IL PARTNER MONDIALE DEI COSTRUTTORI