Sei sulla pagina 1di 2

8 modi per vincere lo stress da lavoro

Il lavoro può essere fonte di preoccupazione: la paura di non riuscire ad adeguare le proprie
competenze, la continua necessità di aggiornarsi e di correre propria della nostra epoca sono fattori
che possono intaccare serenità e rendimento lavorativo. Come fare dunque per gestire l’ansia, le
preoccupazioni e lo stress?
Ecco le fonti maggiori di stress al lavoro e i consigli per risolverle:
1. Evitare le preoccupazioni inutili
Chiedetevi quando la preoccupazione è utile, quando cioè consente di affrontare un problema
cui è possibile fornire soluzioni e quando no in quanto non abbiamo i mezzi, l’autorità o il tempo
per fornire una soluzione.
2. Fare autocritica
Siete sicuri che il vostro modo di pensare o il nostro stile di vita non abbiano alcun ruolo nel
vostro malessere? Impegnarsi a correggere le proprie cattive abitudini è uno dei primi passi da
compiere per gestire ansia e stress.
3. Accettare il rischio del fallimento
Chi non fa, non sbaglia. Il cattivo rendimento sul lavoro e l’ansia spesso possono essere
collegati: molte persone tendono a non volersi assumere responsabilità e a limitare da sole il proprio
raggio d’azione, per paura di incorrere in eventuali errori o fallimenti.
Superare l’ergofobia è dunque la premessa per un percorso di vita e di crescita professionale
appagante.

1
4. Essere assertivi
Riuscire a dire dei no, quando necessario, permette di non sovraccaricarsi e di costruire dei
confini indispensabili per il proprio benessere.
5. Essere più organizzati
Tenere nota dei propri compiti e redigere delle To Do List è utilissimo non solo per rispettare le
scadenze, e non essere sopraffatti psicologicamente dalle incombenze, ma anche per riconoscere i
problemi e assegnare le giuste priorità.
6. Sviluppare empatia verso i colleghi
Partecipare ad attività di interesse collettivo, aiuta a sviluppare un senso di appartenenza al
proprio contesto lavorativo.
7. Volersi più bene
È importante ricavare dei momenti da dedicare alle proprie passioni e ai propri interessi, nonché
al proprio benessere fisico. Un hobby, una partita settimanale di calcetto, una mezzora al giorno
dedicata alla lettura o alla musica sono un toccasana per l’umore. E per la propria attitudine.
8. Rilassarsi
Prendersi delle pause quando necessario, respirare lentamente e profondamente, fare delle
passeggiate per raggiungere il posto di lavoro o in pausa pranzo, sono tutti utili accorgimenti. Per
favorire il decorso di stress e ansia, è consigliato il ricorso a tecniche di rilassamento e alla
meditazione.
Quando ansia e stress da lavoro non possono essere gestiti in autonomia è importante infine
rivolgersi a un professionista.