Sei sulla pagina 1di 1

1) Un farmaco può provocare effetti tossici con probabilità pari a 0.15.

Si valuti la probabilità che su 100 pazienti


che assumono il farmaco, più di due manifestino effetti tossici.
La domanda che mi è stata posta all'orale era sul come si poteva aprossimare questo modello, tenendo conto che
la binomiale è somma di bernoulliane (normale di media np e varianza npq).

4) Si vuole valutare l'effetto di due differenti concentrazioni (C1=35% e C2=40%) di un additivo sulla resistenza a
rottura a compressione di un certo materiale. Vengono realizzati cinque provini di un tipo e cinque dell'altro tipo. I
due gruppi, sottoposti a prove di compressione, hanno fornito i seguenti risultati di resistenza a rottura: C1: 5.9
8.1 5.6 6.3 7.7; C2: 6.8 7.9 8.4 9.3 8.2;
Si valuti l'intervallo di confidenza al 95% della differenza di resistenza media tra provini con le due diverse
concentrazioni di additivo, giustificando opportunamente le ipotesi su cui si è basato il calcolo.
La domanda relativa a questo esercizio è stata di arrivare a formulare la statistica ancillare che ho usato.

6) Per 30 giorni successivi vengono ogni volta controllati 20 esemplari di prodotto. I numeri di difetti riscontrati
sono i seguenti:
1, 2, 1, 0, 2, 2, 4, 4, 3, 4, 2, 2, 3, 1, 0, 3, 3, 2, 2, 0, 0, 0, 3, 2, 0, 2, 1, 2.
Adottando il modello Binomiale, si formuli la carta di controllo del numero di esemplari difettosi per campione.
All'orale mi ha chiesto come ho stimato la linea centrale e come l'avrei stimata se n fosse stato variabile, ovvero
quel problema di stima di massima verosimiglianza della p della binamiale nel caso di lotti di diversa ampiezza,
fatto anche al corso.

2)data la mgf di X (0,4e^t+0,6)^8 , calcolare la media di Y=3X+2


domande all'orale: definizione della linearità e della mgf

4)intervallo di confidenza sulla varianza quindi con la chi quadrato


domande all'orale: T student e come si arriva alla forma ancillare - come rapporto tra una gauss std e una
(chiquadro/gdl)^1/2

5)legame tra due determinazioni in intervalli non interferenti in un pnop


(s-indipendenti)
domande all'orale: CDF della Wt (tempo di attesa al prossimo guasto) in un pnop
affidabilità in un intervallo in un pnop

6)carta di controllo UGUALE all'es 15.23


si tratta di una carta di controllo U, caso particolare della C, non l'ho fatta ma ha voluto sapere come si definisce
una carta C (senza formule)

1 - Esercizio: Data un'urna contenente 4 palline numerate da 1 a 4, se ne estraggono 2 senza rimessa. Definito
Bi={la prima pallina ha il numero i} e A={la somma delle 2 palline è 5} calcolare {A|Bi}
Domanda Orale: definizione di s-indipendenza.

2 - Esercizio: Data T=2X+10 e F(x)=1-e-5/x calcolare media e scarto tipo di Y


Domanda Orale: metodi alternativi per la risoluzione dell'esercizio e definizione di speranza matematica di φ(x)

3 - Esercizio: La durata di alcuni tubi è una v.a. esponenziale di parametro noto λ, si estrae un campione di n
elementi. Calcolare media e varianza della v.a. "somma" e della v.a. "valor medio" del campione.
Domanda orale: Dal momento che ho usato la v.a. Γ per la "somma" e gli stimatori per "valor medio" mi ha
chiesto come risolvere l'esercizio senza usare stimatori e Γ

4 - Esercizio: Intervallo di confidenza, giustificando le ipotesi di calcolo.


Domanda orale: Ipotesi iniziali per funzione ancillare T di Student e ipotesi iniziale nel caso di funzione ancillare
U, definizione di T di Student e come si arriva dalla forma T=U/(K/ν)1/2 a quella (X-μ)/(s/n1/2)

5 - Esercizio: Ho un sistema formato da 3 componenti che hanno λ comune pari a 0.001 guasti/ora. Calcolare la
probabilità di effettuare 4 riparazioni in 10 ore per l'intero sistema
Domanda orale: Affidabilità in (t,t+Δt), PNOP di un sistema affidabile in (t,t+Δt), definizione di z(t)