Sei sulla pagina 1di 58

Una volta gestire la contabilita significava serivere Iunghe sequenze di numensu registri suddivisiin eolonne. Un foglio -elettrenteo .

pub essere consideratoI'equivalente elettronico eli un foglio eli registro: le righe e Ie colonne che.si trovavano sul fbillo. di carta adesso possono essere visualizzate direttamente sullo schermo,

II fO'glla ei.ettr:'onico e state ideate nsl 1979 da: due student! arnerteanl, [::tan Bricklin e Boe Franskton, enescrtssero un programma chiamato VisiC~1t (abbrev.iazione di"¥isible Cal.cula" tor") per U lore eomputerApl'lle H.\lisi'Calc fu II

i primp fogU@ eJettF<ilRico ¢lei moli!d<il. klFl altr0 stor-jG0 foglia :ele.ttronhroe tetus 113 ..

In realta, i fogli elettronici sana strumenti potenti e versanliche permettono di orgaruzzare; gestire ed elaborare in modo autornatico lnformazioni.numeriche e testuali. IIi questa capitola scopriremo come ftmziona Microsoft Excel XP, Il fogilo di calcolo pill conosciuto.

Che COSO fa un foglio elettronico? UnJoglio elettronico, 0 foglio di calcolo (in Inglese spreadsheet), e costituito da unatabella in cui e possibUe disporre dati, formulee valori, La 'pripci~ pale attrattiva del Ioglio di calcolo, tuttavla, non consiste nell'ordinare i qati secondo differenti parametn, rna riguarda soprattulto la pass,ibili..ta di ere are tabelle dinamichein cuicompie.re operazieni e istituire relazioni tra i datto

51 Microsoft Excel· Cilrlel1 GJ~~I

!!ID. Eje~ca ~lZZa Inserlsd F~J.lll!o :i,trymel'ltl Iil.~ R~a l DtIlit¥lll;ti'lB cfI!lm~, ~ w fi x

D ~ Iii) ~ fa I Bdl ~ I J(, ~ ... 4 I ><1 ~ r· . I'~ 1:. Iii ti U I ~ 08· .150% • ~ •

Arlal • 1'0 • G Ci I ~ • oom w € % 000 ~68 ,~8 t:~ ~ El·~· A. ...

A1

fit Anno

BCD Anno Entrat-e-ii- Uscite ~- Saldo--.j~---'___------'-----l

-------- ----

1998 € 55 .. DOO,00E 30.000,OD€35.0DD,00

1

A

2

3

1999 € 70.000,00 € 35.000,00 € 35.000,00

4

2000 € 75.000,001 € 38.000,00 €·37.0OoO,OoO

6

-- - -- -

2001 € 82.500,00 € 40.000,00 € 42.500,00

2002 € 83.000,00. €-trS.dOO,00€3SJJOO,00

Prcllto

Figura 4.1 Un foglio eteitronico Microsoft Excel XP

n ~ Pal B I!a .~. ~!t .;t It'!, r~ ~ <J .,.,.. ~ 1: - ei ~t it lID -8 15O"I~ .. 00 ~

ArIBI .. 10.. C; C S. •• ~ .m. ~ C% DOD ~ 4~ i~ ij!: :[;] .. ~ ~ A," •

F

E

contabttlta

2002

1998

1999

2000

Pronto

I

I

£

FigUra4.2 Un grafico 0 totta aeato can Excel; rappresentante una serie di dati numertciin formato tridimensianale

Il foglio eli calcolo, infatti, e uno strumento che permette di organizzare dati di qualsiasi genereseeondo crlteri eli gestione personali, trasforrnarli in grafie! e diagrammi oppure utillzzarli per formulate !potesi eli sviluppo.e costruire modelli previsionali, Questa. versatilita ha portato i foglidicalcolo a essere tra le applicazioni piu diffuse e utilizzate da tutte le fasce eli utenti, negli uffi.ci come nell'ho?n:B computing.

Per fare un esempio, e possibile creare un foglio eli calcolo pel' ordinare le diverse voei della propria spesa mensile (Figura 4.1). La sua utilita, oltre a quells eli riepilogare Ie diverse voei di spesa, consiste nella PQssibilita di mettere in relazione alcunielementt tra eli Ioroe aggiornarli in modo automatico.

E possibile stabilire delle voci per Ie spese eli atfitto, auto, telefono, per gli hobby eper gU extra: ogni mese si inseriscoao i valort ret&tivi. a- eiascuna spesa, 81 eseguono calceli e opetasioni tra i dati, m modo cia verificare Ie proprie speseeil rapporto can quelle precedenti. Le celle della tabella, infatti, non servono solo a presentare i_dati, ma

soprattutto a contenere Iormule che li mettono in relazione. E possibile creare una cella dove si sommano tutti i valori eli spesa e otten ere il budgetcomplesstvo: un'altra cella, invece, pub servire a mettere in relazione tutte le spese per l'auto in modo da ricavare il valore della spesa media rnensile destinata ai trasp0rti.Qualora si modifichi: uno solo dei valori all'interno del foglio non e necessano effettuare di nuovotutti i calculi, perehe il programma provvede automaticamente ad aggiornare tutti i valori in base aUe fermule impostate dall'utente.

La possibilitadi trasfcrmare Ie .informazioni numeriche in grafici e diagrammi puo mutate a comprertdere i dati ·ed elaborarli tilteriormente (Figura 4.2). Ordinare i dati in modo chiaro e articolato, moljre, permette di interpretarli piu faeilmente e agevola i processi decistonalt chesu tali. dati devonoessere basati,

Se si raccolgono In un foglio elettronico i dati relativi al budget eli un'azienda, per esempio, e possibiIe cenfrontare i valori inseritt per Ie Entraf..e e le

4. FoqLi di calcole

Us c i.tse e utilizzare Ie funzioni PREVISIONE, TENDENZA e CRESCITA per prevedere gli anda-

menti futuri. .

n programma mette a disposizione una serie eli formule rnaternatiche che possonoservire a elaborate i dati in entrata e costruire in base.a essi dei modelli eli previsione, definiti "scenari".

Un'altra possibilita offerta -dai fogli elettronici e costruire in modo rapido moduli eli vario genere basati sui dati raccolti: i moduli possono essere utilizzati su Internet 0 distribuiti su carta stampata per effettuare ordini eli acquisto 0 richieste eli informazioni.

Nel costruire I moduli e possibile utilizzare e mettere In collegamento i dati provenienti da diversi fo-

gli ill calcolo. .

Il.collegarnento del modulo al foglio elettronico permette eli .aggiornarlo automaneamentequalora siano modificati i valori in entrata.

Cartelle e togJi di lavoro

In Exeel l'unita fondamentale eli immagazzinarnento dei dati e costituita dalla carteila eli lavoro (0 foglio elettronico). Unacartella rappresenta un file in formato .xls dove sono eontenuti pill fogli di lavoro. Ogni foglio eli Iavono, a sua volta, rappresenta l'urtita base di lavoro, a1 cui inteTnOSORO rae colti , 01'ganizzatie gestiti i dati per le operazioni. Un fogliQ di lavoro corrisponde a una matrice di righe e di coionme, le cui interaezioni generano le celle. Ogru cella e .identificata da un indirizzo univoco, costituito dall'indice di colonna e dall'indice di riga. La matrice di celle, infatti, e delimitata da una serie orizzontale di lettere nella parte superioree da una

serie vertic ale di numeri lunge illato sinistro tleilQ schermo. L'insieme delle intestazioni di riga e di co-

lonna e· definite "cornice". .

Un gruppo di celle che si succedono verticaltrtente costitutsee una colonna. Una serie di celle che s~ susseguono orizzontalmente forma, inveee, una: ngao Un foglio di lavoro puo contenere fino a 256 colonne verticali '8 65.536 righe orizzontali. Dato che il numero di colonne supera le lettere dell'alfabeto, Excel precede cornbinando due lettere in modo da continuare la sene progressiva: dopo la colonna Z, quineli, viene Ia colonna AA, AB, AC e cosl via, con W1 procedimento simile a quello utilizzato per le targhe delle automobili.

In Excel, l'indirizzo di W1a cella, diversamente dalle ccnvenzioru usate in matematica per le matrici, e formato prima dall'indice di colonna e poi dall'indice di riga: sara quindi corretto un indirizzo del tipo C7 ed errato uno come 42F.

Aggiungere, eliminare e rinominare i togJi di lavoro

Per lanciare Excel XP e necessario fare clic col mouse sui menu Start, posto all'estrema smistra della barra delle applieazioni, scegliere la voce Tutti i programrmi .. quindi fare doppio clic su MiCl:Osoft ExceL All'avviodel programma Excel apre una cartella di lavoro contenente tre fogli di lavoro: il primo e un foglio di lavoro vuoto che porta il nome W iFogliol'; gli altri due sono indicati da etichette di scheda miniaturizzate poste nella parte inferiors della finestra, e si ehiamano 'FQgli02' e 'Foglio3'. n foglie di lavoro activo e facilmente riconoscibile perche risulta contrassegnato da una etichetta eli scheda blanca rispetto alle altre due, che sono.grigie (Figura 4.3).

Per pass eyre da un foglio all'altro 'all'interno della stessa .eartella posizionatevi con il puntatore sulla scheda che volete aprire e fate clic: il programma visualizza il contenuto del foglio selezionato nella finestra eli lavoro.

Quando una cartalla contiene un numero molto alto di fogli (il lore numero e, infatti, personalizzabile) e possibile che I\On tutte le schede siano visibili nella finestra del programma: per trovare qnella che si vuoleaprire enecessario utilizzarei pulsanti eli scorrirnento posti sul Jato sinistao delle schede.

Con i pulsanti di scorrimento si possono scorrere in ordine sequenziale i fogli contenuti nellacartella, seguendo la direzione indieata dalla freccia, Una volta individuata lit scheda che volete visualizzare

Cella

Casella Nome

Barra della formula

8 Wt:rosoft EXLel- Cartel1 r;]~I~

f!!eModlflc~ ~SUj!I!2za li'iS~rl§O- F'2rn'@!:'g ~11.tlll!!_ti . Fli!.es.,tt''' ~ Dlg\t"le un" oomanda.

D ~ rill ~ ~ a ~ 'er 1 M. ~ ~ ~ ~ q - C"" -I" l: ~ fAl ~~ U I r. @ 100% - IW _

Arlal ~ : - 10' .. I 6 C .§ ~. ¥ ~ m . ~ 1!J % 000 !a8 ~~B t.~ $ I =,. &0,. 4. ,. ..

f,1 '!' ifi<~

• ll.. I IB

T.... ~! ,Ii , ,,' •.•• ' ' .. to' ..

;1 • ,_-

-t-,! -f-

~~

... J~ 1.. .:~ ;~ 'I .•...•.. ~ :~ •.•.•... ~ •• a

I

I I

7 •

1:& .f----l----+

Lg..:- -I- ._ -- -- -,--

'9: ........ • .. ··Righe

~[i) '---l--

rw"-

rtt:

1ft ":- --1----+----1----1----1----

1114:-

·~--~------I------+_----~-----r----I

Colonne

-1--,-

Pulsanti di scorrimento

Figura 4.3

.----I------+----~----~I------+-----~----~------+-

-·I------~-----I-----

fate clic su eli essa ed Excel apre il foglio eli lavoro corrispondente.

Selezionando unpulsante di scorrimento can il tasto destro del mouse, inoltre, e possibile vedere un menu con tutte le schede presenti nella cartalla e scegliere. direttamente quella che sivuole aprire.

ill possibile aggiungere altri fogli aDa cartalla di lavoro, cambiarne I'ordine e attribuire lora norni personalizzati, cost da organizzare le informazieni nel modo pili comodo per le proprie esigenze,

Per creare un nuevo foglio selezionate il menu Inserisci dalla barra del menu e fate clic sulla voce

Foglio di lavara (Figura 4.4). _

Excel aggiunge un nuevo foglio alia cane II a' eli lavo- 1'0, posizionandolo .subito prima del foglio. attivo e attribuendogli come. nome standard il numero progressivo del foglio: se nella cartellasono presenti

15 :

~1~6+.~--~------1------+----~ ------"r-----;------r-----+------f------t------+---~'

~~ --~----+-----+-----~----,~--~~--~----~-----+-----+-----+--

I!~

19: ---- _, __ -=

~. - Fogli ~i lavor0:t- _ ---I-----t-----I---+---I----+----+- ";."

i'~- +: .... ~~· .... ··~t -- f---~--~--dJ

l~. ~.~. ~~l Fa fuu.t (;0'2 i~iv :!.l =-::-- ---' 2.JJT

Pronto:

Barre di scorrimento

a lIi'is,llrclscl ~~~mato 2tr.l!lmer;lblll!.atl Fln~stra

8,Jghe

Fun~Jone .. ,

Nom~ •

Immagine •

Collegamento ipertest~a.le,., Alt +CTRL+K

Figura 4.4

cinque fogli, per esempio, il nuovo elemento e automaticamente chiamato 'Fogliofl',

Per rnodificare .ilnome di un foglio allfntemo della. cartella ill Iavoro, invece, dovete fare doppio clic sulla scheda del foglio che volete rinominare: il puntatore si trasforma in una barretta verticals ed e possibile digitare il nome che si desidera attribuire al foglio selezionato.

Per spostare un foglio e posizionarlo in un diverse erdine di successione, fate elic suIla scheda che volete spostare e trasctnatela nella posizione volute, Per copiare un fogUo di lavon') selezionate il menu Modifica e fate clie suIla voce Sposta a copia foglio: nella finestra di dialogo che si apre dovete attivare la casella di controllo Crea una copia e selezionare il foglio eli lavoro prima del quale insetire la copia (0 eventualmente inserirlo aIla fine). Ricordate che, oltre a copiare a spostare un foglio eli lavoro all'interno della stessa cartella, potete eompiere 1e medesime operazioni tra pili cartelle aperte: infatti, dal menu a discesa della casella AlIa cartella:, sempre della finestra di dialogo 'Sposta 0 eopia', potete selezionare la nuova cart ella dove destinare il foglio che intendete copiare 0 spostare,

E possibile anche eliminare uno 0 pili fogli di lavoro all'interno della cartella: Ia procedura consists nel selezionare il foglio che si vuole cancellare, aprire il menu Modifica e fare elie sulla voce EIimina foglio (Figura 4.5).

E opportuno osservare che tutti i comandi precedentemente illustrati sono accessibili anche dal menu di scelta rapida attivato con un clic del tasto destro del mouse su un'etichetta difoglio di lavoro, In tal. modo si possono gestire, ordinare e rinorninare gli.elementi della propria cartella di lavoro. E motto utile pianificare accuratamente il nurnero e il tipo ill fogli di lavoro CAe si intendono utilizzare: riuscire a distribuire le infonnazioni su piu piani correlati, infatti, costituisce il primo passo per una loro eorretta e ordinatagestione,

Punt! syllabus di rlfertmento 4.1.1.1,4.1.1.7, da 4,3,1.1 a 4.:5.1.5

Aprire, salvare e chiudere te cartelle Tomando all'avvio del programma, si e detto che una volta lanciato Excel si apre una cartella di 1~Q:" IO vueta, automaticamente nominata 'Cartell.xIs' 01 nome compare nella barra del titolo).

Pel' aprire, inveee, una cartella esistente notate' che nella parte destra delle schermo compare la

~opia

Appun1J gi office. , , lncolia

Incolla :sgetia Ie . .' ' R!empirnellto Canc§)la E!imina",

CTRl+C

CTRL+V

Spostg_ 0 "(opia foglio",

eM D'ova, , ,

CTRL+MAIUSC + T

Figura 4.5

sezione 'Nueva cartella di lavoro' con il tipico layout XP; nella sezione Apri cartella di lavoro potete scegllerne una tra queUe proposte (l'elenco delle ultime cartelleaperte) oppure fare clic sulla voce Altre cartelle di tavoro (Figura 4.6). In quest'ultimo caso s_i ~prira la finestra di dialogs 'Apri' la stessa che viene richiamata facenda elie sulla voce Apri del menu File oppure sul pulsante Apri della barra degli strumenti. Una. volta entrati nella finestra di dialogo Apri, per individuare il percorso del file da aprire dovete prima indicare, nella casella Cerca in, I'unlta e Ia cartella che 10 contengono, Per fare cia cliccate sulla freccia di scorrimento della casella stessa selezionando qui gli e1ementi desiderati, Quindi fate doppio clic sul nome del file oppure selezionatelo e cliccate su Apri.

E possibile aprire. contemporaneamente pili cartelle sempre acoedendo alla finestra di dialogo 'Apri'in uno dei modi sopra esposti e selezionando i file su cui si desidera lavorare. Sulla barra delle applicazioni di Windows appariranno i pulsanti.relativi ai doeumenti aperti; sara cosl agevole passaIe, dall'uno all'altro sernplicemente prernendo il tasto del file desiderato. La stessa operazione si pub eseguire dal menu Finestra cliccando sul nome della eartella che si intende visualizzare, cost come per visualizzarle, invece, contemporaneamente

NUDva ca .. tella di 'aVDrD Apri cartella di Iavoro

Spese di Nicola Entrate dicembre Budget Rendic:onto

5- Altre cartella di lavoro ...

Nuovo

CI Cartella di levoro vuota

Nuovo da carteUa di lavoro eslstente

5cegli certelle di leyota .. , Nuovo da modello

Ii] rylodelli generaJi ...

Modelli su siti Web ...

, ModeUi del sito r'ljicrosoft.com

basta selezionare la voce Disponi sernpre dallo stesso menu. La finestra di dialoge che si apre fornisce un'ulteriore opzione di scelta tra queste disposizioni: Affiancate, Orizzontale, Verticale, Sovrapposte.

Per creare una nuova cartella cliccate sulla voce Cartella di lavoro vuata della seziane Nuavo sempre nella parte de-

stra della schermo, oppure sul pulsante Nuavo 'della barra degli strumenti Standard, 0 ancora selezionate dal menu File la voce Nuovo; anche in questi ultimi casi verrete rimandati alla medesirna finestra eli dialogo 'Nuova cartella eli lavoro' nella parte destra della schermo.

Per default Excel assegna U nome 'Cartel' alla cartella appena aperta, seguito da W1 numero

~ Aggiungi Rlsorsa di rete ... (Z) Guida in linea Microsoft Excel Visualizza all'awio

Figura 4.6

I

progressive (per esempio 'Cartell', quando si tratta della prima cartalla in una sessione eli Iavoro; 'Cartel2', se si tratta della seconda ecc.),

Dopo avere fatto tutte Ie modifiche che ritenete necessarie al documento, salvate la cartella aprendo il menu File e selezionando la voce Salva (10 stesso comando pub essere impartito premendo contemporaneamente i tasti Maiusc+F12); se e il primo salvataggio, cornparira Ia finestra di elialogo 'Salva can nome', che permette eli atttibulre il nome al documento.

Se non e U primo salvataggio e desiderate cambiare nome alla cartella dovete selezionare appositamente Ia voce Salva con nome del menu File e digitare U nuovo nome nella casella Nome file; quindi premete il pulsante Salva.

Quando si vuole fare unacopia della propria cartella su un floppy disk e necessario individuare questa unite. di memoria removibile come nuova destinazione del file. Aprite la finsstra di dialogo Salva con nome dal menu File e attraverso la freccia di scorrirnento deUa casella Salva in cliccate sulla voce Floppy da 3,5 pollici (A:). Nella casella Nome file troverete Il nome che avete precedentemente assegnato alIa cartella; se desiderate carnbiare nome potrete farlo adesso, altrimenti cliccate semplicemente sulpulsante Salva.

E sempre pcssibile salvare una cartalla con un formato diverso da quello di ExceL Bisognastare pero attenti al fatto che in generale, -convertendc il lavo- 1'0 in un altro formato, si .rischia eli perdere alcune formattazionl importanti. Per esernpio, potetesce gliere dalla casella Tipo file: 13 voce Pagine Web (Figura 4.7); in questo caso si apre una sezione dove e possibile specificate se salvare tutta la cartella a un solo foglio e, ancora, dove e possibile prernere il pulsante Pubblica peraccedere a una fmestra eli dialogo speciflca per la pubbllcazione in rete del fi-

~ome file:

Tlpo ~Ie:

Figura 4.7

ICartel2

159

"'"

ie, se ancne Itch premete quest'ururno pujsante rna sernplicemente il pulsante Salva, Excel crea un file can estensione .htm, sela cartella conteneva solo una tabella eppure addirittura una nuova directory eontenente piu file, se la cartalla conteneva anche graficic tmmagirti.

Be invece dalla casella Tipo file scegliete la voee Testo (dellmitato da tabulazione), allora verra salvato un foglio alia volta in un file di teste (leggibile con l'appJieazione Blocco note) non contenente, pera, eventuali grafiei, che andranno persi durante il passaggio'

II tipo di formate di salvataggio pub anche essere un modello. In questo caso, dopo aver impostato il docurnento tipo, che prevedete eli usare can pieceIe rnodifiche in seguito, nella casella Tipo fileseegliete Modello. Ogru volta: che dovrete impostare un documento simile a quelio appena creatoaprirete tale modello e cambierete in esso solo i dati specifici.

E importante ricordare che i fogli di lavoro eli Excel XP sono eompatibili can i file di Excel 2000 e 97 rna non COR quelli creati con le versioni precedenti di Excel, per' esernpio Excel 5.0.

Se volete salvare un foglio in modo che possa essere modificato anche da persone che utilizzano versioni pin vecchie del programma" dovete quindi selezionare la versione opportuna nella casella Tipa file della finestra dl dialogo 'Salva eon nome', per esempio Cartella di lavoro Microsoft Excel 5.0. Una volta finite di Iavorare su una cartella, selezionatedal menu File-il.cornande Chiudi 0 clieeatesul pulsante X in fonda alia barra dei menu (e non all'estrernita della barra del titolol). Questa operazione permette di chiudere il file rna non il programma: la finesfra ill Excel rirnane aperta per Iavorare con altri IDeo per creams di nuovi, Nel caso in 'cui vi slate dirnenticati di .salvare precedentemente la vostra cartella, Excel vi chiedera se volete salvare Ie ultirne modifiche.

Per useire da Excel, invece, dovete usare il comando File/Esci 0 chiudere la finestra del programma cliccando sulla Kin fondo alia barra del titolo, 0 ancora prernere lacombinazione Alt+F4 da tastiera,

PlJ iii ti syllabus di rifer:iment0 da4.1. U CI 4.1.1.7, 4.U.9

L'Assistente di Office

Tenete presente che in ogni memento potete ricerrere alia guida in linea 0 all'assistente di Office, un supporto amichevole sempre a disposizione per of-

Figura 4.8

frire suggerimenti e intervenire se vi trovate in difficolta, L'assistente standard sichiama Clippy ed e rappresentato da una clip ill rnetallo (Figura 4.8). Perattivarloaprite il menu? e fate die sulla voce Mostra l'Assistente di Office oppure premete il tasto Fl.

AI lata della finestra di lavoro compare l'icona di Clippy, pronta per rendersi utile. Se vi capita di compiere una serie di mosse sbagliate, senza ril;lscire a individuare la procedura giusta per svolgere un'operazione, per esempio inserire una formula, l'icona di Clippy si illumina con una lampadina eontenente un suggerimento per facilitare il lavoro, Per visualizzare il suggerimento fate clic sulla lampadina al lato dell'Assistente.

Non sempre l'Assistente e abbastanza perspicace da capire cic che l'utente ha veramente intenzione di fare e i suggerimenti mostrati possono rivelarsi inutili 0 ridondanti: in questi.easi. basta ignorare il premurosofntervente e chiudere la finestra idi Clippypremendo il pulsante OK.

Anche quando non interviene spontaneamente Clippy ha comunque una serie di suggerimenti che riguardano Ie operazioni ehe si stanno compiendo: se fate clie sull'ieona, infatti, compare Ia fuiestra eli aiuto 'Come procedere', che presenta delle linee guida per risolvere i problemi piu comuni durante le operazioni svelte 0 pel' ottirnizzare le funzioni ill Office.

Selezionando uno dei suggerirrrend proposti si 'accede alia Guida in linea e si ha la possibilita di verificare in modo approfondito la procedma che si vuole utilizzare (Figura 4.9).

E anche possibile Interrogate direttamente Clippy su ill tin problema, digitande la .domanda, espressa per parole chiave, all'interno dell'apposita casella di teste: quando si preme il pulsante Cerea, Clippy effettua una ricerca all'interno della Guidasugli argomenti correlati alla dornanda,

Gli Assistenti di Office sono molteplici: per scegliere quello che vi sembra pin simpatico fate elie con

:!,isuallzza inserisd FQ.rmato

(orne procedere? Irformezlonl sui riferimenti di cella e di intervallo

CELLA

Eilmln.sre celte, rig he 0 colonne

Selezlonaredati 0 celie Inserlre celie vuote, dghe o colonne

Altro .. ,

Eliminare celie r righe 0 colonne

1. Selezionare le celie, Ie rlqhe 0 le colone da eliminare.

2. Scegliere EUmina dal menu Modifiea.

3. 513 si sta eliminando un intervallo di celle, scegliere Sposta le celie a stnlstra, Spostale celie in alto, Riga intera 0 Colonna intera dalla finestra di ,dialogo Elimina.

Nota I riferimenti aile celie spostate 'I8ngon.o agglornati automaticamente in modo da rifletterne le nueva pnsizlone 13 tenere agglornate Ie formule. Le formule del Foglio di [evoro contenenti un riferlmento a una cella eliminata

ceUe

Qpzloni

1- E ~

..... MGStta tutto

Figura 4.9

U tasto destro del mouse sulL'Assistente, e selezionate l'opzione Scegli assistente dal menu eli scelta rapida. Apparira La finestra di dialogo 'Assistente di.Office', ella presenta, nella scheda 'Raccolta', tutti gli Assistenti disponihili. Quando ne avete trovato uno che vi piace fate elie sul pulsante OK. La scelta tra i van tipi eli Assistenti e una puraquestione eli gusto: hanno W1 aspetto diverse rna funzionano tutti allo stesso modo.

Nella stessa finestra eli dialogo si trova anche la scheda 'Opzioni', che permette di definire leimpostazioni riguardanti il funzionarnento dell' Assisten-

e eli Office.

Potete spostare l'Assistente eli Office sullo schermo portando il puntatore del mouse su eli esso e trascinandolo enendo premuto il tas .0 sirustro. Se dovete digitare su una parte della schermo coperta dall'Assistente, perc, in genere quest'ultimo si sposta da solo, scivolando in cirna 0 in fondo allo schermo.

Punti syl.labus €Ii ritenrnento 4.1.1.8

Modificare /0 visua/izzazione del foglio Quando si opera su un foglio pieno eli dati, si puo moclifieare Ia modalita di visualizeazione delle celle, in modo da trovare quella piu comoda per il proprio lavoro. Se per esempio si vuole avere U1) dettaglio d:i W1a par e d 1 foglio, si puo mgrandire la visualizzazione.

Aplite il menu Visualizza, selezionate i1 comando Zoom, e nella finestra cliclialogo 'Zoom', fate clic su 200%. Le celle appariranno eli dimensioni doppie

Per modificare velocernente la visualizzazione del foglio potete utilizzare anche 10 strumento 'Zoom' e II relative elenco degli ingrandimenti che sl trovano sulla barr" degli strumentl Standard. Se 10 zoom desiderata non E! presente nelI'elenco puO essere dlgltato direttamente nella

. casella Zoom.

161

LO:Qzione S~h~rmo Intel'o,che sl treva n.el menu Vi~ualizza,. p_ermette di vi5uali~re UtI fuglio dl lav~r05enZll la presenza delle baree degli struAlentj. In~l,!est0 modo si pUG! amp!iarela porZi0)il.e tOIi fogli@ che appar,e~ella fiAestf9 ai lavot1O senza modilie-are la percerltCl.ale di visuali:uazlone. Quando si attiva questa comando si apre la barra degli strumenti Schermo intero, €he cantlene la VGlce €hiudi schermo intero •. €0n cui sl pUG! t0~nare alla vislfall~a:z<ione norrnale,

rispetto alla visualizzazione standard, con coeffieiente 100% (Figura 4,10),

Naturalmente Ia modifica della visualizzezione e fine a se stessa e non ha alcun effetto sulla stampa del doeumeruo.

Se invece avete bisognc di visualizzare una porzione piu ampia del foglio eli Iavoro, per esempio per avera sott'ocehio tutti i contenuti oppure per rivederne'la fOlT(la1;1Jazione, dovete.ridurre Ia visualizzazione: in questo case potete selezionate l'opzione 50% nella finestra eli dialogo Zoom e le celle vi appanranno lici0tte della meta rispetto aile dimensioill eli default.

E anche possibile adattare lavisualizzazione di un intervallo eli celle su cui 51 sta lavorando alla finestra eli Iavoro: selezionaee l'intervallo e, dopa aver

Ihgi'andiinent€l --:-:----C' 2qO(>/ e

@' 'irmo~i;~

:::::'_ jf.

(" ·i5O;>/o

(" Wot .. r g;S%

rildatta aH.aseleziori.e rg_ersonalizzaoo: 1100-%

;O;nf.lulla

Figura li. 1 0

aperto. la finestra di.elia10go'ZOQm', fate eJ:j:e sull'opzione Adsttaal!» selezlone. Excel tidu~e-'e mgrandlsc:e la selezlone per adattarla alia dimensione corrente della flnestra.

Ptmti syllabus Gil rife_dm.ento 4 .. 1.2,1

Ridimensionare la grandezza di righe e colonne

Excel stabilisce una dimensions standard per Ie eelle deifogli di calcolo.Quando si inseriscono i dati, essi sana. visualiizati per mtero solo quando Ie cells adiacenti a quella in cui si scrive sono vuote. Se scoprit_e che alcuni dati appaiono interratti 0 irregolari significache Ie colonne sono trappo strette 0 Ie righe troppo basse: per roigliorare l'impaginazlone del foglio e rend ere leggibili tutti i dati anche a unprimo colpo d'occhio e necessaria ridimensionarle.

E possibile modificare manualmente la grandezza di righe e colonne posizionandosi con i1 curs ore sillla barra dell'intestazione all'alte~za dellariga Q colonnache si vuole ridimeasioaare.Faeendo die sul bordo eli confine tra unacolonna e I'altra, per esempia, il cursore assume la forma di una doppia freecia: a questo punta, tenendo premuto il taste sinistro del mousee trascinandclo nella direzione desiderata, e possibile allargace 0 restringere I'ampiezza della colonna selezionata.

Per regolare l'altezza delle righe fate 10 stssso: posizionate il curs ore del mouse dlrettarnente su uno dei bordi orizzentali che volete medificare, in:modo che si trasformi in una doppia freccia, e, tenendo premuto il taste simstro, trascinate il mouse verso l'alto overso il basso, rilasciando il taste quandola riga avra. raggiunto l'altezza desiderata,

Se volete impostare dimensioni standard per tutte Ie celle del foglio eli lavoro, selezionate tutte 1e eelle con il pulsante Seleziona. tutto (s1 trova nell'angolosuperiore della finestra eli lavoro, all'inerocio

Foglp

Eormatta21one automatlca .... Formatta<!ione ,oon!JjZIOnale •••

OK

]

~ascondi 5£opri

Figura 4 .. t2

b,argt.le2za colonne: 18,43

I .OK .1 __ Annulla

Figura 4.11

Figura 4.1:3

"Ira I'intestazione di riga .6 dl eolonna) 6 aprite il menu Formato.

'Pel' medificare il formate delle righe selezionate la voce Riga e fate elic sull'opzione Altezza (Figura 4.11). Excel apre una finestra d.i dialogo nella quale ,s possibile digitare il valor€! dell'altezza the 81 vuole attrihuirea tutte Ienghe del foglio (Figw'a 4.12). Analogarnente, seleaionando dal menu Formato l'opzione Colonna/Larghetza e possibiJe impostare una larghezza standard per tutte le colonne del foglio (Figura 4 .. 13).

Nei menu FormatolRiga e Formato/Colonna si trova anche l'opzione Adatta, che perrnette eli modificare l'altezsa della riga, 0 la larghezaa della colonna, impostando Ia misura minima necessaria per visualizsare ll contenuto delle celle selezionate. Se in seguito sl modifica il contenuto della cella, perc, e necessario adattare nuovamente la seleziene.

PIlOn syllabus di riferimento 4.2.3 .. 3

B/oecare i titoJi di riga e di colonna Quando si inseriscono molti dati, il foglio ill lavoro assume dimensioru cosl ampie da non consentire la 'V'isua;Jizzazione'c0ntemporanea <iell§! intestazioll.i di riga 0 di colonna e del dati eorrelati .. Per evitare questa tnconvenientee possibile blocc~r,~ ~. rj~uadri 'con le Intestaaionl del foglio eli lavorQ, in modo cia. mantenere visualizzati i titoli delle colonne 0 delle righe mentre si scorre D foglio.

Per bloccare i riquadri selezionate la cella. imroedia-

tamente sotto all'inteetazione della colonna ealla destra della riga cae volete uloceare, quindi scegliete il comando Blocca rlquadrl dEd menu Finestra, Il blocco dei l'iquadrJ viene evldenstato da una linea sotto la riga e alla destra delleeolonne interessate (Figura 4.14). Per tornare alia situazione precedente e sufficiente aprire il menu Finestra e selszion are la voce Sblocca. riquadri.

Puntl syllabus di rif~rlment0 4-.1.2,3

Modiflcare /e barre degJi strumenti Excel mette a disposizione diverse bane degli strumenti ehe ,CbnsentOllO eli- esegutre rapidamente i cornaneli dei menu prlnclpali. Didsfault vengono visualizzate la barradegli strumenti Standard e Ia barra clegJi. strurnenti Formattaziene, che non sono perb complete eli tutti t puJsanti the potrebbero contenere. AI fine di personalizzare ciascuna barra, fate clic sulla Ireccia AggiUligi o rimuovi pulsanti posta all'estremita destra di ogni barra; potrete cost aggiungere 0 mnuoveretuttl gli strumenti desiderati personalizzando la barra a vostro piacimsnto, Scegliendo 1a voce Barre degli strumenti dal menil Visualizza apP'ar9 l'elenco di cutte le barre disponibilL Agg1Ul\gete quelle che vi sana necessarie o rimuovete quelle che meno utilizzake,

Puntj'syllabus di riFerimento 4.1 . .2 .. 2

o Micro"on [l<C~! - SOLVSAMP (Jf61ll8J

@l ~ ~:tI'ilOlli<", ~ ~ ~ ~ ~" I tlI(;l"""";;"~' ~RIJ)I>

[1 ~ iii ~. fi I at [~q ~ IQI!, - '<d ..., - .~ - it II ~ ell !,~ n IDG loq-¥ ~ ,00 •

Hoi.. • e .(;. 'Ii: s. II'Iil~m't;lliI;€ %(0) !&L1S ~~ _. ~.4."

6 -.65:$8$10 J
7 .85'$8$19
~ ~B~7 Per modiflcare le' opaloru di base del programma, come per esernpiola cartella predefinita per aprire o salvare doeurnenti, scegliete

la voce Opzioni daimenu stru rnenti, .la finestra didialogo 'Opzioni' eontiene numerose schede tra Ie quali noterete la .scheda 'Generals' (Figura 4.15~, Essa consente iJ.. control- 10 delle itnpostazioni predefinite come: l'elenco'degli ultimi.file usati fil deTault i:!. 4 rna, OV· viamente, potete seegllere un numero.diverso), i fogli ehe de· vono essere contenuti in ogni riuova cartella.al momenta della sua .apertura, il carattere (e la relativa dimensione) con-cui compilare il foglioeTettroruco, il nome dell'utente che utilizza Office (ricordate, infatti, che se rnodificate da qui. il nome

utente rlspetto ·a quello impcstatoal memento dell'installa-

Figura 4~14

Modificate Ie opzioni di base del programma

zione di Office.esso viene sostituito per tutti.gli.applicativi Qffice) e lacartella.dove aprire 0 salvare documenti, Que'st'ultirna opzione risulta morto comoda quando capita di Iavorare per lunghl periodi sempre, ad esempio, su uno stesso progetto: modi-

i lilter'rillzfonaJe I SIIN8 I G:Jirib'iiklwbri.1 ~.OIO Ojtogr~ IPr~1

~!(~I~ ~.lp~l~IGr6fkqI~el

Figura 4:15

fieandc, infatti, il percorso delle cartelle nella casella Posizione file predefinito, ogni volta che inizierete a lavorare, seegliendo la voce Apri del menu File (0 Altre cartelle di lavoro della sezione Nuova cartella dl lavoro posta sulla destra della schermo), verrete autornaticamente posizionati nella cartella predefinita e potrete velocemente scegliere ilfile da aprire.

Punti syllabus dl rlferirnente 4.1.2.4

1

Immettere i dati in una cella

Per digital's i dati all'interno di una cella posizionatevi con il punta tore sopra eli essa e fate ciic: Excel evidenzia la cella can un bordo nero, per indicare che la cella e attiva e ehe potete Inserire i dati. Mentre digitate Excel visualizza queUo che state scrivendo nella celia selezionata e nella barra della formula. Per "fissare" i dati nellacella selezionata dovete eseguire una qualsiasi delle seguenti operazloni:

, premere lnvio;

, fare clic sul pulsante lnvlo (11 segno di spunta verde) accanto aUa barra della formula:

• prernere un tasto Freccia per selezionare una cella diversa;

• fare .clic su una cella divers a pel' selezionarla.

Potete inserire qualsiasi tipo di dati: numen, semplice teste 0 una data. Quando "Iissate'' quest'ultirna, per esempio premendo sul tasto Invio, rioterete che Excel Immediaramente applica una sua diversa formattazione, modiIicando leggermente 1a vostra digitazione. Non preoccupatevi; come vedremo pili avanti nel paragrafo "11 formate dei dati nelle eelle" sarete sempre voi, in definitiva, a scegliere come volete esattamente ehe un dato sia contenuto in una cella.

Se cambiate idea all'irnprovviso e non volete che i dati appaiano nella cella selezionata, fate clic sul pulsante Annulla (la X 1'05sa) accanto alla barra della formula oppure premete il taste Esc, 0 ancora ricorretealla funzione An nulla 1m m i is s ion e del menu Modifica 0 usate 10. combinazione cei-z,

Nelle cene potete ulgitare numeri, etichette 0 formule. r numerl possone rapli>reseR1:are valorl, lunghezze 0 quantita. seme € 700 0 0,05. Le etkhette senrono per segnalare che cosa slgnificane i numerl Gle] vostro f0glio dl lavore: et[chette tipiche sono NElverribre, Vendit..e, Entrate e alere in€liG:!).zioni di questogenere.

Le formule vi perrnettone di caloolare rtsultatl in base ai nurnerl che digitate~ pessone essere molt-o sernpllci, come la somma di due numeri, oppure motto cemplesse. Oi etiehette e formule parleremo in modo piO afi>p:lFofoRdito tilei prossi-

rnl paragrafi.

Per muovervi da una cella all'altra potete utilizzare i tasti Freceia, che perrnettono di spostarsi in tutte le direzioni, una cella per volta. 11 tasto Tab, invece, sposta il cursore alia cella successiva sulla stessa riga, mentre la cornbinazione eli tasti Maiusc-Tab 10 rtporta alia cella precedente,

Anche la barra della formula, posta sopra la finestra eli Iavoro, pub aiutare. a rnuoverst da una cella all'altra, Can questo rnetodo ci si puo spas tare trale celIein base non.alla lora posizione rna aj nomi che le identificano. Se si scnve nella casella Nome (e la casella all'estrema sinistra della barra della formula e serve a identificare la cella, l'elemento eli un grafico 0 un oggetto selezionato) la eoordinata C5, per esempio, e si preme il tasto Invio, Excel sposta il punta tore all 'intern 0 della cella corrispondente, cosl da permettere di digitare i dati al suo Interne,

Punti syllabus di riferimento 4.2.1.1, 4.2.4.2

Un esempio di foglio di calcolo

Di solito un foglio elettronico e costituftc da inferrnazionl numeriche che vengono strutturate e poste in relazione attraverso una griglia testuale costituita da nomi 0 date.

Quando si costruisee un fogtio di lavoro, quIndi, si pensa per prima cosa a deJ'lnire Ia griglia di elementi che si vogliono ordinate e mettere in relazione. Se vogliartto costruire un foglio pel' raccogliere 1 dati sui pagamenti mensili degli lscritti in una pale-

165

Llntervallo ~ costituito da un grUppCl di celle (he appartengoDo a pJO .r:ighe eltil €Qh:mne., aforroa-: re tin rettpllgQIQ .. Un intervallo ~ Idelltific::atQ dagil i];)d.irizzi ·g~lJa prima e dell'ultima celia, sepJIrati da due puntt, come in B1 :B29.

stra, per esempio, possiamo c6mporreuna griglia in cui ogni colonna rappresenta un rnese dell'anno e ogru riga eonttens i nomi degli is-riritti alla palestra (Figura 4.16).

Una volta definita la struttura del foglio cornposta da nomi e date, e possibile iniziare a riempirla mserendo i dati relativi alle quote individuali versate mensilmente.

Come si vede dall'esempio, 0gW eeUa della gmglia identifica laquota di pagamento veesata da eiasoun Iscntto nel mese indicato.

E inoltre possibile inserire celle che contengons formule, in modo da mettere in relazione i dati raecolti ed effettuare caleolisu di essi,

Le eelle della riga 11, infatti, anziehe contenere-nomi 0 numen, contengono formule ill somma ehe '8j applicano alle cifre centenute nelle righe precedenti ..

Le formule, quindi., rappresentano delle cella aCtive che eiaborano Il conte.nuto di altre celle del fogli6. La cella Bll, peresempio, eontiene una formula che somma tutti i valori contemrti nell'intervallo ill celle B2 : B 10. n risultato di tale 0:eerazione e 1530 e viene visuallzsata all'interno .della: cella.

Seiezionare glielementi del foglio Spesso pub rendersi necessario eliminate alcune part]. del foglio, creare nuove celle 0 spostarle.

E! /.IicrDsoft EXcel: £sempi~ p.il.les.tra - . -- - - - 1~~1RI

@ Be .~ ~. ~ Fgmato .~~ ~. ~ilI 1. ~ae~~. .. _ .6 x

[') ~ !aI' ~';~ (!j [I::t ~ ~ IB" <fJ >n .. C'". ~. 1: .. ~ M ~+ iii ~ 1000/0 .. (y ...

Figura 4.16

,._ 'l _ " ;;. + - .:: ~ .. .. _ ~ ~ ":" - ~'-'.. ~ •• _ r •• _....., - .~'. • -

• -~ • ~. • +' - "_" •• ~ ...... ~ ~ '- ~ ~.~ .. + ~ ~ , •

[f E." (!Jodfjce ~ua1lzza ~r~ FWrnato ~trunenll !la~1 F~tta l

D 5 tjjJ e '6 (!p IS ~ ~ lh\ ifl- <1 1: • !;i ~4 ~J Wll ~ 100'10 -e .

Mol ·10 • G C S. -=. =- m IiiI e % 1Dl:d& 1'!3 fl::~ _" e-.L,-.

E

F

G:...,__-,H:.:._ _-'-_

Gennalo Febbraio M"<lo Aprile r""!l9Io Glugno

120 60 50' 45 70 60

340 70 3d 0 60 '120 45

SO 120 90 120 45 340

~ ~ 60 ro ~ 90

70 340 45 340 6Cl 120

340 50 70 110 50 70

155 120 110 340 110 110

70 110 120 45 9) 45

340 60 90 90 120 50

1530 1020 975 1220 755 930

El inoltre importante saper adattare le celle alle propria esigenze, cambiando le 101'0 dtrnensioni e fOl'mattandole in modo appropriate,

11 Iogllo ill Iavorc, infatti, risulta eli pili semplice lettura se gli elementi al SLIO interne seguono un'impaginazione ordmata, non ci sono "buchi'' Ira una parte e l'altra e gli elernenti sf articolano, anche visivamen e in modo razionale e gradevole,

D prime passo per eseguire op razioni su righe, colonne e celle e irnparare a selezionarle.

E possibile selezlonare un'intera riga faeendo clic sull'intestazione di riga posta sulla cornice sinistra della tinestra·di Iavoro. :it anche possibile selezionare pio righe contemporaneamente trasclnando i1 puntatore del mouse sulle unita desiderate. Durante il trascinarnento il puntatore visualizza il nurnero eli unlta che sono progressivarnente selezionate e aiuta cost nel conteggio. Pel' selezionare righ non sdtace nti tra 101'0, si puo tenere premuto il taste Ctd cliccare sulle righe (a saltare) eh si.intende selezionare (Figura 4.17).

Con 10 stesso metoda indicate per le righe si possana selezionare una 0 pitI colonne, agendo sull'intestazione di colonna ccmspondente, posta sul lato superiors deUa finestra,

Per seleztorare una cella, invece, basta fare cltc su di essa, mentre per selezionare una sene eli celle in

Figura 4.17

sequenza, 0 un intervallo eli. celie, bisogna fare clic sulla prima ceUa e poi trascinare la seiezione fino all'ultlma,

Per selezionare celle non adiacenti lira lora occorre posizionarsi sulla prima celia, selezionarla, quindi - tenendo prernuto il asto Ctrl - selezionare le altre celle di cui si ha bisogno. Per selezionare, infine, l'intero foglio di Iavoro e necessario premere il pulsante posizionato nell'intersezione d Ue lntestazioni eli righe colonne.

Punti syllabus. ~j r.lferimento da 4 .. 2.2 .. 1 a 4.2..2.:3

Eliminare un elemento

Una volta s lezionato un elemento del foglio, sia esso una cella oppure un'mt ra riga a colonna, e possibile Iirrunarlo, canceltare il cant nuto al suo in-

erno a spostarlo in un'altra posizione.

Per eliminare una cella da un foglio eli lavoro, dopo averla selezionata, fate clic sill menu Modifica e scegliete la voce Elimina. Excel apre una finestra eli dialogo che permette di specificare l'elemento che si vuole rirnuovere e la posizione ehe devono assumere Ie altre cells del Joglto.

161

- - --

Elimine W

C B.f~a iAter,a

r ~Glornma il'lher-a

Arnnl!llla

01{ I

Figura 4.18

La finestra Elimina, infatti, contiene quattro pulsanti eli opzione (Figura 4.18): i pulsanti Sposta Ie celie a slnistra e Sposta Ie celie in alto pennettone di definire lit posizione delle altre celle in relazione al vuoto lasciato dalla cella eliminata, Se S1 sceglie Ia prima opzione, per esempio, tutte le eelle successive a quella eliminata vengono apostate eli una posizionea sinistra: in tal modo la cella -adiaeente a quella elirninata 81 sostituisce a essa e non viene laseiato alcunospazio vuoto.

Le successive due opzioni della finestra Ellrnina, Riga interae Colonna intera, permettono invece diestendere ilcomando all'intera riga 0 eolonna nella, quale e posizionata la cella. Se scegliete una di queste.;due·ultjm:e'opzioni:.e premete su OK l'intera riga.o l'intera colonna verranno eliminate. Ricordate ehe esistono altri due' modi per cancellate righe e colonne da un fogllo di lavoro: il primo modo consists nel posizionarsi sull'intestazione di riga 0 colonna, con un clic selezionarla.e scegliere Elimina dal menu Modifica. n secondo modo con-

siste nell'usodel menu di scelta rapids; selezionate la riga 0 Ia colonnada eliminare (possonoesse, re anche pili di una, naturalmente), premete il ta~ sto destro del mouse e scegliete ancora una volta.: la voce Elimina.

Excel, inoltre, provvede a riorganizzare l'erdirte delle righe perriempire il vuoto lasciato dall'unita mancante. Se si cancella la riga 2, per esempio, la riga 3 diventa la riga 2 e COS1 via.

Se, per esernpio, una cella contiene Ia sornrna dei valori contenuti tra la cella A15 e la cella AI-9, eliminando lacella A12 tutti iv-moli suecessivt cambiano posizione spostandosi in alto di una cella. Lintervallo per la somma vieneaggiornato automaticamente e diventa A14:A18, in modo che le operazioni tra i dati .restino invariate.

Nel caso vi siano celle che fanno riferirnento, GOO formule 0 collegarnenti, alla cella eliminata, il foglio provvede a segnalare l'errore mostrando in una finestra di elialogo la presenza di una formula che fa riferimento a una cella inesistente,

Ront[ s}-:lIabus Oi riferimenlo ?+.2.~.2. 4 .•. 2$ .. 4

Eliminare e modificare it contenuto di una cella

Pub accadere ehe dobbiatecancellare quello che avete digitate in una- cella, oppure sostituirlo eon nuo-vi dati. Selezionate la cella (facendo clic con Il mouse oppure utilizzando i tasti Freccia), quindi fate doppio clicsu ill essa (in alternativa potete anche prernere il taste F2 0 fare clic nella barra della tormular.Premete Backspace per eliminate i caratteri a sinistradel puntodi inserimento OPPllre Cane per rimuovere.quelli a destra del puntodi inserimento, quindi digitate i nuovi dati. Come nella procedura di inserimento dati, per fare apparire i nuovi dati nellacella selezionata premete Invio, falle elie sul.pulsante liwio oppure selezionate una cella diversa.

Sesi deve cancellare.I'intero contenuto della cella, e non solo modificarlo, basta premere il taste Cane dopa aver effettuato la selezione della/e cella/e. Per annullare la cancellazione e ripristinare il contenuto delle celle e sufficiente premere il tasto Annulla della barra degli strumenti, 0 scegliere Annulla di-

_. gitazione dal menu Modifica, 0 ancora premere contemporaneamente cm-z.

Notate che gemello del tasto Annulla.e i1 tasto Hipristina, posizionati l'uno accanto all'altro. Abbiarno appena detto, infatti, che e possibile annullare

una €I pill operaztorti appenaeffettuate; rna e anche possibile ripristinare unanntillamento .. Se, nell'esemplo precedents, dove avevate prima cancellato e poi nuovamente immesso alcuni dati vi accorgete che era effettivamente cOl"fetta la cancellazione, poteta ripristinare la aituazione iniziale premendo it taste Rlpristlna. E qulndl sempr.e possibile ripercorrere mavantie indietro tutte 1e ultirne operazion! effettuate.

Ponti syllabus tli rirerimenre 4.2.4.1, 4.2.4.2, 4.2.5.4

Coplare e spostare- gJi element;

Per duplicare il contenuto eli una sola cellaselezionatela, aprite il menu Modifica e scegliete Ia voce Copia; irnmeeliatamente la cella, il cui contenuto desiderate copiare, ven-a evidenziata da una linea intermittente tratteggiata, che sta a indicate che i dati sono in attesa di essere duplicati in un'altra cella. A questa pnnto cliceate sulla nuova cella di destinazionee scegllete la voce lneolla dalmenu Modifica.. I dati eventualmente presenti nella nueva cella di destinazioneverranno automaticamente sostituiti, Prestate ora attenzione alia cella di eui avete eoptato ilcontenuto .. La llri.ea intermittente tratteggia.ta sta ancora Iampeggiando, Premete Invio 0 iltasto Esc per irtterrompere l'intermittenza.

Ss desiderate, invece, copiare un insierne di celle, dopa averle selezionate e scelto la funzione Copia, per esempio dal menu Modlflca, posizionatevi sulla cella dave dovra ineollarsila prima deUe celle coplate, cliceatevi sopra in modo da renderlaricetttva all'irnrnirrente incollamento e scegliete la voce Incolla sempre dal menu Modifica. Noterete che tutti i dati delle ceUeprecedentemente. selezicnate si incolleranno a cascara dietro alla-prima,

Came sempre nei progranuni eli Office, la funzione 'Copra'e attivabile anche dalla barra degli strumenti Standard cliccando sulpulsante Gopia oppure premendo contemporaneamente i. wei CtrI+C 0 ancora utilizzando U taste destro del mouse (ehe lttiva U menu ill scelta repida) e scegliendo la vace :;opia (Figura 4·.19). Le steese procedure valgano )el'la l\lnZiane 'Incolla', Ia cui attivaziane da tastie"a avviene perc premendo Cerl+V.

~ metoda piu sernplice per spostare ~ cella; 0 un ntervallo di celle in un'altra posizione consiste nel rascinare I'elemento nella posizione desiderata. )e_r spostare una cella selezlonate il margine della ella in modo ehe il cursore assuma forma eli free-

70

1_20 4S 901 60

50' 11!!'j 90 120

IncQ!la

rncolla ~ed<!le, ..

_155

InserI5~lc~~e coplate ..• ~Ilmina ... '-arn:eDacootel'lUto

"_-""·~Eormato celie ...

aele;;Jona da ere-I1CO ••• Aggrungl !:.OntrOllooeDa

Q. Coilegamento !pel:testy,ale •••

Figura 4.19

eia: a questo punto, tenendo premuto il taste sinistro del mouse, trascinate la selezione nella posizione desiderata. Una volta collocata lacella nella nuovaposizione riJascta.te ll Casto del mouse: Ia cella, can tutto il suo contenuto, verra trasferita e nella suaveoehia posizione sara .inserita unacella vuotao Provate Ie medesirne operazioni con un insieme di cella; noterete che 10 spostamento awiene eon la stessa facilita,

Trascinare una 0 piu celle con ilmause risulta praticoquando si tratta di compiere operaztoru semplici all'interna del foglio. (Anche la copia di una ceUa pub essereeffettuata con U mouse: basta tenere premuto il taste Otrl mentre si trascina) .. Nel case petb si debbano spostare celie inuna diversa cartella eli Iavoro oanche solo in posizioni distant! da quella eli origine, e piu comedo utilizzare i pulsanti Taglia e incolla post! sulla barra degli strumenti Standard di Excel. In questa mado, fra I'altro, e possibile spostare U cantenuto di intere tighe a eolonne in un'altra posizione 0 cartella di lavoro che abbia le stesse caratteristtche.

Per usare Ie funzioni 'Oopia', 'Tq.glia.' e 'Incolla' era diversi fogli di lavoro della stessa carteUa copiate 0 tagliate can Is procedura illustrata poc'anzi il cantenuto eli una cella, pot eliecate eol mouse sill foglia -di lavoro di destinazione (usate_le etiehette di scheoa); selezionate qulneli la cella dave_ desiderate-duplicare 0. spostare i dati e incollateli con Ia solita proeedura,

·. ~ I!lO<iIIca ~. [nwIsd f'wmota. ~ ~ ft.estr" 1

c s:5iJ .B ti e ~ ~ l. rQ ~ • <1 ...,. Q. 1> iH~ it O~ 100% • {t.L

I\ri~1 •. 10 • G C S: BO. =- m ilili' C % 000 ;68,f;g ~!: $: .:> & • Il. ••

. G sass s Ii SSS SSG lOS.

• JlI .(lg!l~a~3 7 ~Iotitc

Figura 4.22

Se per casoalcune celle selezionate contengono gHl dati al lora intemo, i dati eli partenza sana cancelIati clai nucvi dati in sntrata. Quando si copia, quindi, bisogna fare attenzione alia posizione che i nuovi valori assumono all'intemo della tabeUa, per evitare che siano cancellate partl utili del foglio.

Un altro metoda per riernpire automaticamente pam del foglio con g1i stessi dati consists nel sele· zionare le celle che si vogliono rlempire, digitare i dati da .inserire e premsre Ctrl-Invio. Inquesto modo tutte Ie celle selezionate vengono riempite eon i dati inseriti.

Utilizzando il curs ore eli selezicne e possibile cancellars i dati dalle celie. A partire dal quadratino eli riernpimento,iruatti, si pub trascinare il puntatore verso strdstra, selezionando parte della. tabella riempita. Durante il trasetnamento i dati contenuti nella cella eli partenza sono copiati In tutte Ie eelle selezlonate e si vanna COS! a sostituire ai valori precedenti.

Punti syllabus dl rlferimento 4 . .2.5.2

..

·rr

.~

Inserire serie di dati

Se una selezione contiene un numero, una data. a un intervallo temporals, Excel permette eli riempire Ie ceUe successive continuando automaticarnente la sequenza progressive.

Se, pel' esempio, una cella contiene Il valore 1, e possibile continuare a nempire le successive celle della riga seguendo Ia successione numerica dei numeri interi crescenti. Se, invece, si insensce in una cella il valore Lunedi, Ia sequenza riempita da Excel e quella deigiorni della. setttmana; sf pub fare 1a stessa cosa can i mesi, e cosl via.

trasformi:in una eroce nera. Tenendo premuto iI tasto sinistro, tras_cinate il mouse sulle'celle ehe volete riempire Can la sene.

Mentre.spostate il mouse, Excel visualizza ilmese oilgiorno in ognr cella che evidenziataceme mostrato ~in Figura 4.23. Oltre a sequenze numeriche,e possibile produrre delle sene complessee utilizzar-e giomi, mesi ealtri mterVam temporali Insieme, In questi casi bisogna pero specificare il tipo di sequenza: chesi vuole inserireo Se' il vostro prime dato emaggio '96, per esempio, dovete specificare sevolete contmuare la serie in base al mese, intro-

ducendo quindigiugno r 96, lllglio '96 e cosl via, 0 se volete invece procedere in base all'anno, continuando can maggio '97 j maggio '98 ecc. Per speelficare il tipo diserie inserite il prime dato della sequenza, quindi effettuate il trascinamento sulle altre celle tenendo premuto iltasto destro del mouse. Alia fine della selezione compare un menu

di scelta rapida, dove sonoelencate tutte le

. opzioni in base alle quaIi si PUD continuare la serte (F1gura 4.24) ..

La voce Serle, in particolare, apre una finestra di dlalogo (Figura 4.25)che permette eli. scegheze il tipo di serie numeriche (rna sarebbe rneglio dire "sue cessiomil) ehe si vogliono uti-

F

! _ i- -F

-----+-- ---+

Per riempire una serie di eelle in base. a una sequenza, selezionate una cella e immettete U primo valore della serie, per esempio un giomo 0 un rnese. Nell'angolo inferiore destro della cella in cui avete digitato i dati vedrete apparire un quadratino nero di riempimento. Posizionate il cursore del mouse direttamente sulquadratino in rnodoche il cursore 81

FIgllra(f .• 23

@ "" I!Pfta ~. Pkd Fpato ~ QoIi. ft!estI:~ ?: ~

D ra:1iiiI d311!3.1 ell [?!o'. JI,. tQ ~ ~.<$/ ..., ~ r.. .Ii. 1: ~ ~ ~J it O.ij 100"10 • I]J •

Ail~1 ~ 10 • G C&" •.. =- m I ~. C %'00II .1ii8 fl8 tl! -£If ~. eo. • 4.. • It 01.$'1996

'~cde· ~-

RIeCjlio I!ie"'. 1l.ic<lpIa~

-ita ai data---.@~

r GigJ'no feriale rMese

r anna

", L"

Saria ITlIKl

Figura 4.24

erleln-~~ ~ BJohe

r: Ql[onrre

~~------~--------~

r: U[l8afe

r tsPonenzj~e"

r lendenza

1_.;.1

!latora dl !i'JJ:temento: .

Figura. A.2.5

lj'aIor,e hmite: I n

dei dati.visualizzati sana del tutto simill a quells eli Word: se1ezionate la cella 0 le celle contenenti i dati da forrnattare e scegliete dal menu Formato la vece Celie; fate clic sulla scheda 'Carattere' della finestra di dialogo 'Formato celle' e selezionate il tipo, 10 stile (grassetto 0 corsivo), la dimensione e il C010re del carattere che volete applicare a1 contenuto della ceUa. ill Excel potete anche applicare ai caratteri una sottolineatura doppia, 'oltreche la solita semplice sottolineatura: e sufficiente scegliere dal menu a discesa della casella -Sottolineatura La voce Doppia.

La finestra di dialogo 'Formato celle' contiene altre due schede, cui e utile dare di seguito uno sguardo, Lascheda 'Bordo' consente di applicare un bordo a una a pill ceDe, precedentemente selezionate, Scegliete prima il colore e 10 stile delle linee che costituiranno il bordo, poi pre mete sui pulsanti Interne a Bordato (0 su entrarnbi) 0 ancora su uno del pulsanti della sezione Personalizzato in.mode da seegliere l'esatta posizione del bordo attorno alIa cella. Esiste anche una comoda barra degli strumentl Bordi, richiamabile attraverso il menu Visualizza/Barre degli strumenti; essa consente eli disegnare un bordo direttamente sul foglio elettronico: selezionate 10 strurnento Diseqna bordo facendo clio sul relativo pulsante e disegnate il bordo attorno alIe celle interessate.

La scheda 'Motivo' consente, invece, ill assegnare un'ombreggiatura alla 0 allecelleselezionate. SGegliete un coloreed eventualmente un motivo da applicare e controllate se I'effetto e -dl vostro gradimento nella casella Esempio.

Premete, infine, su OK per rendere effettive Ie vostre scelte.

Ricordate che sulla barra di formattazione sono presenti alcuni pulsanti di formattazione rapida, quali Bordi, Colore riempimento e Colore carattere. Una volta selezionate le celle Interessate e sufficiente premere su llIlO di essi per applicare un bordo, uno sfondo a un colore del carattere in modo rapido; premendo, invece, sulla freccina nera alla destra di ogni pulsante si accede alla tavolozza

dei COIOli oppure, nel caso del pulsante Bo rd i, a un elenco del ttpi eli bordi disponibili.

Un aspetto malta importante e speclfico di Excel, invece, e il formate da attribuire al contenuto delle celle quando quest 'ultimo e di tipo numerico. Quando digitate un numero ill una cella, Excel 10 Excel offre una gamma vastissima eli opzioni dl for:-~Visualizza come.un nurnero puro e semplice. Tut-

mattazione: potete modificare i caratteri, 1 bordi.Io tavia, cl sono cas! in cui e necessario Indicate al

stile dei numeri e I'allineamento per rendere pin programma il tipo di valori che deve elaborare, per gradevole ]'aspetto dei fogli di lavoro. Le procedure esempio valute 0 date. In questo modo si pub anjj formattazione finallzzata a rnigltorare l'aspetto che semplificare notevolmente l'immissione dei

lizzare - per esempio lineari 0 progressive -, il valore di incremento con ilquale si vuole proseguire la ssrie e, nel caso eli intervalli temporali, 1e unita di data - come giorno, mese, anna - in base alIe quali contmuare la serie.

Una volta selezionate Ie opzioni da utilizzare e sufiJiciente premere il pulsante OK perche Excel inserisca la sene desiderata nell'intervallo di celle.

fiJunti ~yllabus dir-ifer:imeAto 4.2.5.1

Trovare e sostituire i dati

Anche in Excel, come in Word e possibile trovare e moclificare dati specifici. Per atttvare la funzione 'Trova' selezionate il menu Modifica e scegliete la relativa voce. Excel apre una finestra eli dial ago n_ella quale sono presenti le schede "Irova' e 'Sostituisci', La prima consentedi cereare dati all 'int erno del foglio elettronico, digitandoli alI'interno della casella Trova e premendo poi il pulsante Trova successive: il programma setae cia l'intero foglio elettronico, evidenziando in sequenza le celle che eontengono i dati ricercati.

Si, pub andare avanti nella ricerca premendo piu volte il pulsante Trova successive: Excel continua a evidenziare Ie celle trovate, fino alIa fine.

La seconda scheda della finestra ,ill dialogo 'Trova e sostituisci' e la scheda 'Sostituisci'. Se fate ellc su di sssa appare nuovamente la casella Trova e, oItre a quest'ultima, la casella Sostituisci che consente di sostituire i dati trovati, con i nuovi che digiterete al suo interne, Se premete Il pulsante Sostituisci Ia scstituzione avverra solo per I dati della prima cella mcontrata, se premete il pulsante Sostituisci tutto, nel caso in cui Excel incontri pill di una volta i dati ricercati, li sostttuira tutti ccntemporanearnente.

Punti syllabus di~ife~lmeflt0 4.2.6.1, 4.2.6.2

celle' (Figura 4.26). Dopa avere salezionato: la cella interessata, alia finestra di dialogo 'Formato ceUe' si accede anche attraverso il tasto destro del mouse, che attiva il menu di.scelta rapida ..

A seconda delle opzioni che selezionate, per esempio Val uta, sana disponihili ~ tre OPZi0ni, come il simbolo della maneta, che permettono di definire ii. mOGe esatto in cui devono essere visualizzatLi

numeri nel f_o~mato selezionato. -

Un'altra opzione selezionabile dall'elenco Categoriae Data. In questo caso dovete scegliere nella casella Tipo il f011-

mato con cui volete che la datavenga rappresentata e, quindi,cliccare su OK. La ce_lla (0 il gruppo di celle) verra foz:mattata col tipo di data specificato.

Alcuni pulsanti di forrnattazione per i nurneri sana disponibili direttarnente sulla barra degli strumenti Fermattazione (Figura 4.27), quindi potete accor-

dare la strada facendo clic sulla cella che volete formattare e poi sul pulsante prescelto,

Il pulsante Valuta visualizza i numeri can uri segno di valuta. Con il pulsante Euro si pub inserire il simbolo della moneta europea. Stile percentuale serve per visualizzare i numeri can lin segno di percentuale. Stile separatore permette di visualizzare i numeri grandi con un pun to separatore delle migliaia, Con i pulsanti Aurnenta decimali e Riduel decirnali si puo.aumentare 0 ridurre il numero delle dfre decimali visibili.

.Altre funzioni non. direttamente associateal formato dei dati, rna comunque utili a gestire una tabella

Formato ceUe 11J~

Numero I ~I~o I ~at.:tere I

€~lSeg,Qria: ==::::;;=-----,,=----,

Generale Numero

MotiVo J PfOfe2lOtie J

174

Stile sep,aTatore l

, ,

, .

, .

- .

. . " ....

• GCS ~~~m~~%~~~.~

, ,

C;ontabillta Data

Ora Percentuale Frazione Scientlfico Testa

Speciale Persanalizzato

~ 1.234,10 ,@ 1.234,10 ~ 1.234,10

I formatl yaltJf<~ sona util~atilpet' valorl monetarl ge,Ae!iG. tltilizzare i fCll'lMtj aantabilU_~ ~Ilneare I ~i Iii colOrl)'la.

OK

'_AmrJI 8----1

Figura 4.26

dati, Se unacolonna devecontenere soltanto cifre in valuta, per esempio, potete forrnattarla in modo che quando digitate 30000, il programma visualizzi € 30. 00 Q. La formattazione non altera il valore del date irnmessoin una cella, rna soltanto il suo aspetto.

Per forrnattare un intervallo di celle, selezionatelo, aprite il menu Formato e fate elie BU Celie (per fare pili in fretta potete selezionare le celie e premere Otrl-e I), quindi effettuate le vostre scelte nella scheda 'Numero' della finestra di dialogo 'Formato

Centra

Tipo di carattere

Dimensione carattere

Allinea -a sinistra

Comic Sans MS

... 1'0

Grassetto:

Corsivo

Sottolineato

Val uta

Allinea a destra

Eurol

Diminuisci decimali

Riduci rientro

Aumenta rientro

: Aumenta decimali Bordi

Stile per'centuale

Colore riempiment.o

Figura 4.27

Unisci'e centra

Colore carattere

numerica sono: Unisci e centra, che pennette di, €@~bi:nare dueo piil celle adiacenti selezionate per ereare una cella singola: la cella risultante contiene solo i dati in alto a sinistra della selezione, che vengene centrati all'interno della cella; i pulsanti Ridu~ ci rlentro e Aumenta rientro, con cui e possibile aumentare 0 ridurre il rientre dei numeri 0 del testo alltnterno di una cella.

Ricordate che entrambe le Iunzioni sono richlamabiIi sia attraverso i relativi pulsanti, presenti sulla barra degli strumenti Formattazione, sia attraverso la scheda Allineamento della finestra clidialogo 'Formato celle' richiamabile dal menu Formato/Celie. &i osservi, irum~, la presenza, anche in Excel, del pulsante Copia formato. Selezionate la cella di cui \Ii interessa copiare la formattazione e premete sul pulsante Copia formato presente sulla barra degli sttumenti, aceanto ai pulsanti Taglia, Capia, Incolla; accanto al classico puntatore bianco a forma di croce, appare anche l'icona copia formate, Selezionate poi Ia cella destinatariae notate che Excel applica inunediatamente la nuova formattazione. Se dovete copiare un formate a piil celle sparse qua e la per il fogilo elettronico, basted, fare doppio clic sui pulsante Copia formata; in questo modo tale funzione resters attivafino a quando non provvederete voi a disattivarla, premendo il tasto Esc della tastiera.

Ricordate chela funzione 'Copia formato' copia tutte le possibili formattazioni applicate a una cella, dal colore del carattere, al formate percentuale e eost via.

Purttl syllabus di riferimento

da 4.fil.l.1 a 4 .. 5.1.4, da 4.0.2.1 a 4.5.2.4, 4.5.:5.2, 4.5.3.4

Il foglio elettronico ha il suo punta d:i forza negli strumenti di calcolo, che permettono di mettere in relazione i dati del foglio di Iavoro ed effettuare operazioni su diessi. Oltre alla somma, alla sottrazione, alla divisionee alla moltiplicazione, Excel permette di fare calcoli molto pin complessi; _ una potenzlalita che sl rivela utile quando occorrona risultati statistici, calcoli scientifici a formu'Ie finanziarie per elaborare i dati introdotti nei fogli dilavoro.

Per fal' accettare a Excel Ie etkFtette come parte di una formula dovete seleiionare Strumenti/Opzioni, seegliere la sdleda 'Gal colo' della finestra di dialogo 'G>pzioni', qUindi fare Glic sulla casella dl controlla Accetta etidietfe nelle formule. Ric0~datevj, perO, el'le se cancellate I'etiehetta: dl una riga 0 di una eolonna utllizzata in una f0l'mula, liIyest'ultima non fullzjonera piO.

lnserire Ie formule

Le formule sana istruzioni utillzzate per calcolare 11 val ore di una cella. Si basano suile relazioni tra due o piu celle, come la somma dei valori che contengono. In Tabella 4.1 sono Illustrati alcuni operatori utilizzabili in Excel, che permettono di costruire Ie formule. Per inserlre una formula fate clic sulla cella in cui d~vono essere inseriti i risultati della formula, digitate il segno = e serivete il riferimento eli cella (come ES) oppure fate clic sulla cella che contiene il numero da utilizzare- nella formula; quindi digitate un operatore, come +, scnvete il secondo riferimento di cella (per esernpio E 6), quincli premete Invio.

E possibile anche scrivere 1a formula nella barra della formula (ricordatevi di fare clic sui pulsante Invio alla fine): questa procedura risulta particolarmente indicata quando si devono .inserire formu-

Tabella 4.1

+ Somma

S ottrazl one

* Moltiplicazione

/ %

Divisione

Percentuale Elevarnento a potenza Uguale a

Maggiore di

Minore di

Maggiore 0 uguale a Minore 0 uguale a Diverso da Concatenazione di testa

> < >=;,

<= <> &

le Iunghe che non potrebbero essere visualizzate completamente all'interno di una cella.

Quq.pd(j) create una formula poteteanche digitare direttamente i numeri eontenuti nelle celle "(per esempio 45, 3+)~4), sempre usando il segno 4i uguale all'inizio, rna 180 potenza di Excel deriva dall'unilizzo dei riferimenti di cella, doe gli Indirizzi delle celle, come E5.o F2, 0 leetichette che avete attribuito voi alle celle, come Novembre 0 Veil'di te (si veda al proposito l'Appendice 0.1 questo capitolo).

I riferimenti di cella permettono.di utilizzare il CQntenuto di una cella specifica come parte di un calcolo e creare formule che introdueono dati in altre formule.

In un Idglio utilizzato per Iacontabilita, per .esempia, la cella dei Rica v i pub fare' riferimento ai valori delle celle Guadagni e Spese in modo da essere aggiornata autofnaticamente nel momenta in cui uno' 0 entrambi i valori delle celle cambiano. Se il valore Guadagni e contenuto nella cella F7 e il valore Spe s e in quella 117, la formula contenuta nella cella Ri cav i risulta essere cost composta: =F7-H7.

l?uFltj syUa!:lus tH ~,iferrirnentQ ?t.4. T.1

Lavorare can Ie parentesi

Nelle formule pili semplici di solito si trovano dei riferimentidi cellae un operatore, come nell'espressioneE5*F2. E pera pessibilecreare.formule pili complesse, che prevedano 10 svolgimento di pili operazioni, In questo caso diventa necessario introdurrenella formula delle parentesi eneraggruppano i dati e, stabiliscono priorita tra Ie operazioru. Per esemplo, se non si pongono parentesi in un'operazlone come E2+E3+E4 *E5j Excel effettua la moltiplicazione tra E4 ed E5 ])rima dell'addizione, rispettando le regele standard matematiche sull'or-

..., I...

.... '

Figura 4.28

dine di precedenza. Se volessimo semrnare E2+E3+E4 e moltiplicare il risultato per E5 dbvremmo inserire delle parentesi, in questa modo:

(E2+E3,+E4) *ES. Quando si hanna riferimenti di cella multipli e quindi necessaria organizsarll m:a parentesi, per essere sicuri che Excel .svolga i 'catcoli nell'ordine volute,

PUAti syllClbus di rifeffmenf0 rt.4. 1. 1

Copiare Ie formule

Quando nel foglio di lavoro si trovano delle righee colonne di numeri the utilizzano 10 stesso tipo di formula, per esempio quattro colonne di numeri che visualizzano tutte un totale nell'ultima cella, si puo copiare una formula esistente. Se dovete scmmare i prirni died numeri delle colonne A, B, 0 e 19, per esernpio, potete scrivere la somma nella cella All,=SOMMA (A1 :A10), e poi copiarla nelle celle B 11, C 11 e 011. Fate clic sulla cella All, premete Ctrl+C 0 fate clic sul pulsante Copia sulla barra degli strumenti. Excel evidenzia unalinea tratteggiata attomo alla cella selezionata. A questo punto selezionate l'intervallo di celle Bll : D11 e prernete Otrl+ V oppure fate clic sul pulsante I ncolla, Excel copia Ia formula e visualizza il risultato della scmma dei numeri di ogni colonna nelle rispettive celle (Figura 4.28).

Lo stesso risultato si ottiene trascinando il quadratino nero di riempimento della cella All sino alIa DIl.

Runti syllabus di l1iferimento 4.2.0.1, 4.4.2.1

Riferimenti relativi e assoluti

Excel utilizza due tipi di riferimenti per Ie celle: riferimenti relativi. e riferimenti assoluti. La aiffereFl-

731

. . I

MEOI/!

E

F

G

4 5 ------+-----~~~~----~~~~~----~--~=d

6

7

8 9 -:::-=-..:.:_+-----;;=--;~

10 1111 121

:!t

15 16'J

1'I.

H .. " tI~~gJ!~l_i~L~'3_/

Invfo

za tra i tipi di riferimento si evidenziaquando si co!Din WTa formula da una cella all'altra,

Copiando una formula contensnte riferimenti relatM, i riferimeriti della Iormula incollata verranno modificati automaticamente per adeguarsi alia nuova posizione della formula.

Per esempio, se si introduce una formula nella colonna A per calcolare il totale del numeri presenti nella colonna stessa, e poi si copia questa formula nelle eolonne Bee, i rifertmensl delle .celle saranno aggiornatt percalcolare .i valori delle colonne appropriate,

Se si desidera chei riferimenti non siano adeguati durante la copia di una formula In una cella diffel'ente.,e necessario invecs utillzzare In Excel i riferimentiassolnti,

II riferimsntc assoluto a una cella si ottiene faeendo precedere la Iettera della colonna e it runnero della riga dal segno del dollaro, .in questo modo: =$8$4.

Ovviarnente pub risultare opportune anehe .l'uso di nferirnenti misti, ovvero pub essere necessario mantenere "bloccato" solo it riferimento di colonna 0' eli riga, a seconda dei casi. Proviarno a spiegare I'esernpio esposto In figura (Figura 4.29): se volete copiare In formula inserita in C6 per tutta la eolonna C, dovete obbligatoriamente inserire il

Figura 4,29

simbolo del dollaro davanti al riterimento di riga 9, rna non e necessaria che.lo inseriate anche davanti a1 riferimento di colonna B. Excel, lnfat.ti., nel copiare Ia formula mantiene fissa la colonna rna si sposta di riga in riga, motive per cui solo davanti al riferirnento di quest'ultima E! necessarto.appor- 1'8 il dollaro.

Puntl syllabu-s di riferimento 4..4.2. J

Modificare te tormuie

Spesso capita di dover modificare le formula che sana gia state inseriteoppure di riscontrareun errore e dover ricontrollare tutte le formule presenti nel1oglio di lavoro.

II primo passe consiste Del visuahzzare Ie formule. 1e celle che contengono formule, infatti, visuallzzano i risultatle non le formula vere e proprie e hanna quindi lo sresso aspetto delle eelle che contengono nurneri purl e semplici, Per rintraeeiarle, selezionate Ia voce Opzioni del menu Strumenti: appanra lascheda 'Visualizza' della finestra ell dialogo 'Opzioni', in cuidovete fare die sulla casella Formulee quindi'su OK (Figura 4.30). A questa pun-

F

lrternaztol}ale I sal4ll! I €ontr'olo error! I c.ohfrtlllb ortogr eFIii J Pr:pte~tOA' YiSualizza I caIcoIo I Mod&a I Generale I p~ J EIeiichi I Grafico I colore

Mostra. =--~-----~_- __ ...."",,~--:------==--~-=

P' Bana ~ [clI'fnlJa P' 62rra di stato

c~------------------------~_-----_=----------~

("'~

o~-------~----------~_------- __ -----

(;' f'I'{ostra!ttto

('" filostra segn~

~N~~a------_--------------------==-~~-

r Inte[l'lRiQni ~1!91na autom. P' Jtit~azjOJlI riga II colonna

~~ (;;" Si!!Po& dI strutbJra

P' !iHg&a P ~I

~cbe gr~~ Automatlco:9

po Barra eli 5((QIt[meoto Qfizzonta~ rv' Barra df~o ~ertlCaJe wstllere

Figura 4.30

to Excel visualizza, al posto dei risultati, tutte Ie formule presenti nel foglio di lavoro (se poi volete nasconderle, eseguite di nuovo la procedura e disattivate Ia casella di controllo Formule).

Per modificare una formula, per esempio digitando una parentesi 0 aggiungendo un altro riferimento di cella, fate elk sulla cella che la conttene, Excel mostra la formula sulla barra della formula: a questo punta fate clic.sulla barra, in modo che appaia un cursore, e modificate la formula, quindi prernete IRvio. Excel calcolera un nUQVO risultato all'interno della cella, basandosi sulla formula modificata. Per procedere piu rapidamente potete anche fare doppio clie sulla cella della formula e lavorare direttamente al suo interno.

Se invec~ volete eliminare la formula, fate c1ie sulla cella che 1a contienee preroete Cane a Backspace: Ia formula sara rimossa,

Punti syllabus dj riferrimente 4.2.4.1, 4.7.:2.]

Somma automatica Excel possiede delle funzionalita 'irnplicite che con:"'" sentono di velccizzare la stesura delle formule. Poicne la sornmae utilizzata molto di frequente, sulla barra degli strumenti e stato predisposto il pulsan-

te Somma sutomatlca, che risulta malta comodo quando si devono sommare i valori contenuti in righe 0 in colonne del foglio di Iavoro (Figura 4.31).

Se si attiva l'ultima cella ill una sequenza aI1Zzontale e si fa c1iesu Somma automatica, i valori delle celle di quella riga, a sinistra della cella attiva, sararmo selezionati automaticamente.Facende clic sull'ultima cella di una $equenza vertic ale e sui pulsante Somma automatica, Invece, verranno selezionati i valori delle cellesovrastantl,

l{:I. somma e I'operaziene pifl utj[jz~ta tra Ie fun~x<::el: per questa, quando 51 selealena un lntervalle di celle, sulla barra di state si attiva.ta funztone 'Calcola automatlce'. che vlsuallzza il risultato della sommadei valori selezionati (FIgura 4.31~.

In questo modo e p'ossiblle verificare la somma gei valor! nel fogli0 senza dover introdurre una formula, ma sempltcemente spostandosi e selezlonando Ie celie che interessano. 5i tratta di un risultato temporanee ehe naturatmente non e sonscllaato nel fogUo di lavoro; E Iilossieile aAche n:to€lifiealJe la funzione 'Calto- 10 automatico', trasformandola per esemplo da 'Somma' a 'Media'. 5e vi p0sizienate sulla cornlce 'Somma' nella barra di stato e fate ollc con II tasto destro del mouse Excel apre un menu dove SOAO eontenute tl:ltte Ie eperazlonl ohe e possibjle compiere attraverso la semplice selezione aelle Gelle. SGeglieJadp Media e sefezlonando un intl!rvalto di cetle, per esernpio, e possibile visualizzare sulla barra di stato la media del valeri selezi.onatL

-

D ~i~~'e:

Figura 4.31

'.

: Somma autemetlea

Figura 4.32

~e, per esempio,$i seleziona Ia cella, A7 e si preme J pulsante Somma euromatica, Excel inserisce urtomaticamente nella cella la formula =SOMM1=\., (11.1: A.? ), prendendo come addendi i valori conte- 1Uti nella colonna A

in presenza eli valori sia sopra (colonna) sia a sinistra della cella attiva (riga), saranno selezionati i ,alort di colonna.

~ possibile comunque rnodificare i valori iritrodotti ial Pl'ogJ:arnma, digitando un diverse tntervallo d.i ~elle nella barra delle Iormule 0, pili rapidarnente, lelezionando tale iritervalla direttamentesul [ogUo :Ii lavoro, subito dopa aver premuto il pulsante 3'oil1ma automatica. Le celle selezlonate scino zenternate da un tratteggio iriterrnittente; premete [iJ$c' pel' annullare la selezlone.

3e voleteseleztonare un certo numero di eelle non idiacenti, in modo che tdati in esse contenuti ungano da addendi della somma, ricordate che e ressibile operare una selezione multiple. tenendo nemuto il. tasto Otrl mentre si selezionano le sin!ole cells.

PUfltl syllabus oi rifer.lmento' 4.4.3.1

. e tunzioni

.e oltre aile quattro operazioni fondamentali e neessano svolgere calcoli piu eomplessi, e consigliaile utllizzare lefwnzioni: si tratta ell scorciatoie ell )\"inule matematlche.che Excel ha giii predisposto er voi, Mentre le formule r.ichiedono di selezionaa dei rlferimenti di cella e inserire un operators, in iodo da dire a Excel se sommare, sotsrarre, moltilicare 0 diVidere, una Iunzione ha bisogno soltan) dei riferirnentidi cella.

e funsioni devono essere introdotte, se si optaper nserimento manuale, con Ia stessa sifitaSsi ehe )biamovisto per Ie formule, cioe iniziando eon 11 19no "", digitando i.l nome della funzione e specifimdo I'intervallo delle celle su cui applicate Ia forula, racchiusc tra parentesi.

Excel contienecentinaia d,i funzioni.Eeco un breve eleneo eli quelle pitt cornurd:

• Arrotonda: arrotonda un numero decimals a un nurnero dieifre decimali specificato;

• Media: calcola 11 valore media di un Insieme d.i celle;

• Hadq: caleola la radice quadrate di un numero:

• Somma: somma i valori eontenun inun insieme di celle;

• Min: trova 11 nnmero minore contenuto in un insieme eli celle,

• Max: trova il nnmero maggiore contenuto in un insierne di celle;

• Conta.Numerf: fornisce il numero delle cells che centengono numeri invece eli testi,

Di seguito viene riportata qnalche nota in piusulle ultime tre funzioni sopraelencate, mentre di somrna e media, sempre di seguito.vengono forrdti anche alcuni esempi,

La funzione 'Minimo', corne si e ,appena detto, serve per individuare il numero pili piccolo :in un insieme eli numeri. Se in una seleztone eli celle sono contenute celle vuote, la funzione'Minimo' semplicements Ie Ignora, mentre se incontra il valore 0 restituisce quest'ultimo come dsultato .

La fnnzione'Massimo' serve per 'individuare il numero piu grande in un insiemedi nurnerL Anche per questa funzione valgono Ie considerazioni appena esposte per Ia funzione 'Minimo'.

La funzione 'Conta.numeri' serve pe_rinelividuare

he funzioni sono operazioni matematiche resl,denti nel programma, formule predefinite the sl possono applicare a un lnslerne di valori.

r;=::===

ne funzioni; se

2,omma fate elie col pulsante destro del mouse, sul-

Figura 4.33 Ia barra distato

di Excel apparira un menu di scelta rapida contenente un elenco di funzioni quali 1(1 media.Ja semma, max, min, e i1 conteggio (Figura 4,33). QuandO una .di queste voeie attiva (di default e attiva la funzione 'Somma') viene riportato, sulla barra di state, il risultato eli quella funzione relative all'intervallo eli celie selezionato in quel momento. Provate ad apporre i1 segnodi spunta alia funzione 'Conteggio'; essa conta, letteralmente, i1 numero delie celie presenti in una. selezione e fornisce il risultato sulla barra ill state diExcel. Se, ad esempio, selezionate l'intervallo di celle 013; 016 (Figtita 4.34) e date uno sguardo alia barradi stato, noterete sulla destra la dicitura 'Conteggio=4' corrispondente al numero delle celle selezionate. Se avesteapposto i1 segpo di spunta, non allafunzione 'Conteggio', rna alla funzione 'Media' avreste notate la dicitura Media=50%.

Quando si deve Inserire una funzione, per essere sicuridi seguire la sin-

tassi ccirretta,si -PUG ricorrere allo strumento 'Inserisci funzione', che assiste nella scelta di una funzione e nella cornpilazione,

Per utilizzare questa strumento procedete cos1: selezionate la cella in cui volete inserire Ia funzione e fate clic sui pulsante Insef.isci funzione (quelio simboleggiato da I?;) op-

~ontegglo

CQ.nta num,

mex mln

Figura 4.34

8010 le cells, di un Intervallo, contenenti numeri.

E bene ancora fare un'ultirna considerazione riguardo alla visualizeazione rapida dei risultati ¢Ii alcu-

pure selezionaje Ins_eri!:lci/FuFlz,ione in moao d~ aprire la finestra eli dialogo 'Inserisci funzione' @tgura 4.3.5),

Nella finestra si trovano tutte le funzioni dispenibili, ordinate per categoria e accompagnate da una breve descnzione del loro funzionamento. Selezio; nate In categoria che vi interessa e quindi Ia funzioDe che volete utilizzare dall'elerrco, poi fate clic SJI OK. Excel visualizza una seconda finestra di dialogo, II:! finestra della formula (si veda il prossimo paragrafo), in cui devono essere inseriti i 'riferimenti eli cellaspecifieida utilizzare, Questa finestra ha un aspetto diverse a seconda della funzione che ~ stata selezionata. Fate clic sulle celie che contengone i nutnerida utilizzare oppure digitate i rifertmenti ill cella. Se per vedere ii fdglio di lavoro fosse ite" cessario spostare la frnestra di dialogo, potetefarlo posizlonando il cursore del mouse sulla barra del titolo della firtestra e trascinando i1 mouse con i1 tasto sinistro premuto.

Dopo aver inserito tutti i riferimenti fate elie su OK. Excel calcolera ilvalore the corrisponde alla furs ztonescelta e ai numeri che avete indicato.

Oltre che per calcoli elaborati, le funzioni risultano particolartnente utili quando si lavora con formule che corttengono riferimenti a intervalli di celle, per esernpio una semma i cui addendi sono tutte Ie eelle tra 02 ed ES oppure una somma che riguarda celle "sparse" per il foglio.Nel prime easo siha un intervallo contiguo, che si specifica utilizzando i due punti (D2 : E §), riel secondo un intervallo non contiguo; che va indicate separando i singoli indirizzi di cella con un punta e virgola C02 i E 4 i F7) Se dovete svolgere un'operazione che riguarda un intervallo di celle procedete COSI: fate elie nella-eel-

NlllM

la in cui volete che appaia il risultato, .irtserite Ia formula predefinita che voJete applieare al]'intervallo, come SOMMA 0 MEDIA, e digttate una patentesi aperta, quindi Jate clic sulla pri-

macella dell'intervillo. Se I'interval- 10 e contiguo, tenete premuto il tasto sinistro del .mouse e trascinate il mouse. per sele-

zionare tutte le

celle ehe ne farmo

parte. Se, invece,

,,si tratta di un intervallo.nonccntiguo, dopo aver inserito-il prime riferimento di cella digitate ; e ,fat~ clie sulle celleche contengono i .numeri suceessivi da, utilizzare, Una volta costruita la formula, digitate cma parentesi chiusa e premete Invio.

flLifiti syllabus di riferirnente 4.4.3.1

"ualiz·za

~------------.--.~-- -

'te!~ .

Figura 4.35

10 •

B.ighe ~olonne

E,oglio di lsvoro ~ <;iraflco.,.

I~ Funilome ...

I •

SqMMA

SE COLLEG.IPERTESTUALE CONTA.NUMERI

MAX ""j

SEN !..J

MEDIAfnuml ,num~j •.• )

Restihul$1l6 18 media ar.lbmetica megli argomel'lti (mumeJii, Flami a ri~eJiimeflti c:or:l~eJilenti nUJrie~ih

Guida r.elattva a questa fU[)zione

La finestra Inserisci funzione

do rapido siaalle formula pin comuni sia a quelle usate recentemente e fomisce la categoria di appartenenza, il nome della funzione, i parametri necessait e la sintassi per I'esecuzione della funzione stessa.

Per utilizzare questa finestra selezionate la cella in.cui volete introdurre la forrnula e fate clic sul pulsante lnserisci funzione (Figura 4.36).

Excel visnahzza la finestra 'Inserisci funzione' dove e possibile, per prima cosa, digitare una breve 'descrizione della funzione che si mtende inserire, nella easella Cerca fuhzione. In altemativa e possibile scegliere unacategoria dal menu a discesa che viene proposto: se selezionate la voce Usate pili di recente, Excel

Lafinestra 'Inserisci funzione' pub essere d'aiuto nela cornpesizione 0' mcdifioa eli· una formula contenente funzioni, perehe consente.di accedere in mo-

Modlflea

at~tJmentl

Elle

~lstJall2za

i ~ ~ g ~ 'l6. .~. ~ ~ Jb ~ ~ T ~ .. "") ~ e-

rial .., 10 ... G C S ;::: == == m

07 ... ~
fA I [13 I ~~.11f: I .e I 'E 1
~ I Inseriscifonzlone I ~ l
T I I I~ I
~ •
4"
s I Figura 4.36

~ ~~~~~~~_l~

~ , __ A._.~ .. ·_ .. __ . __ . _ , ~ _

lnserisci funziona LIJrRI

€elrea ~lilafl.lllilZiJane:

'Digitare una breve-descrlzlcne dlcose si desidera Fare,

Guindi fare c!icS!-l Vai . .

€lppui!e selezll!lll'la~e I!IIl'1Cl .~a~e.go~la: IStatistichel!1'

Guida relatl!lCl a. Qwesta funzioR8

propene una lista delle ultime funzioni usate nella casella Selezi 0 na re u na fu nzio ne: se, invece, seegliete JEa le categorie un':Utra voc_e, per esempio Data.e ora, ·allora vieFLe_prQPost.o l'elenco delle funzioni disponibili per quella categoria, tr,.a Iequali MJEfi}:SQ, ANNO, DATA, ecc, Una. volta selezionata.Iafunztone bisQgHa; stabilire gli argoraenti.ovvero i valori, sui quali interviene la formula. Poniamo il C9-S0 che stiateinserendo.Ie altez;ze. degli alunni ill una terza liceo e che vi servaconoSCeIe l'altezza me-

dia.della.classe: do- '. ji;_. ~---~~~~~-~~---~~~~-~~~~~-____.,

P_Q avere inserito Ie diverse altezze, rutt~· ne'ua stessa 00- 100Ula, selezionate Ia cella dovevolete venga Inserita la media e premete il pulsante lnserisci fu rizione,oppur.e scegliete Ia voce Funzlorre dal menu lnserisci, Nella fi-

Figl!ra 4.37

Figura .4. 38

·nes'tFac,he."si apre selezionate la ~ategdtfa 'Statistichae; qHindi, Ia vdce MEDJA.e prernetesu GlK:

CFigura 4.37) ... Excel apre t:li\'tlltel'iote finestra di dialdgo 'Arg0- meitti. fordone' ,nelia cui casella Num 1 inserisce a:utoirtaticilmente l'intervallo delle cells che coriterigeno i valori di cui si-vuoIe ottenere la media. Nel caso in cui, petCi, i dati (le altezze, nel nostro case) non fossero stati inseriti tutti' nella stessa colonna rna fosserosparpagliati in vane celle. del foglibelettroriico, allora avreste potuto utilizzareil pulsante _di compressions ed espansione: della finestra posto a late delcampo p.eT restringere Ia ftnestra in modo da selezionaze l'intervallo direttamente, sul fo.glio; di.lavoro. Dopa aver com pilato i .c'¥Tlpi, 'premete il pulsante OK e lq_ ~ormu1i,l saraImmessa nella cella selezionata.

La tunzione /ogica$E'

La l:llnz'ionelog~ca SE'an;:Jliz,z?L dei dati basati su una condizione. Essa fornisce un-determinate risultato

Argomenti funzione !1J1Rl

se la condizione di.partenza risulta vera e ill) altro risu:ltato se la stessa condizione sidimostra Ialsa, FpQviamo a fare lU'I esempio: 51 desidera che vengaRQ son:unati i valori contenuti nelle celle c 5 e c 6 solo se il valore contenuto nella cella B2 e uguale a 100. In case contrario, i valori non devono essere so_rnrnati e deve cornparire lao dicitura "diverse". Pos'izionat~vi sulla cella dove desiderateottenere il 1"1- sultato (per esempio C8) e scegliete la, voce Funziene dal menu lnseriscl: selezionate la categoria logiche e scegltete Ia funsione SE (Figura 4.38). Nella easella test dovete inserire Ia eondizione di partenza, neU'esempio digitate 82=100. Nella casella Se_veroe necessario inserire clo.ehe deve ac,Gade}'e se la condizione risulta verifieata; digitate, ,quindi, cs- C 6.

Aioontrario, nella casella Se_falso, e necessario inserire db che deve accadere se la comlizione non l'isulta verifieata; digitate la parola dlverso comptesa tra doppi apicl, nel seguente modo: "diverse", Premete, Infine, su OK; noterete comparire il risultate della Iunzione all'interno della cella cs.

Punti syllabus dl rlferimento 4.4.3.2

Quando nella formula c'e un errore

Elxcel dispone diuna serie eli messaggl di avvertlmente che vengono visualizsati nelle celle quando Ja formula inserita risulta errata 0 contleneriferimenti. sbagliati,

'D.I cseguita sone eiencati i piu eomuni messaggi eli e.n:o:r:e ohe possono oomparire nel comporre le formUle, seguiti dal.Ioro sigtiificato.

• #I###-: la colonna non e abbastanza lal·ga per visualiszars tutti i valori della cella. In questo caso non si tratta di un errore, masoltanto di un problema ,ill visualizeazione; e· sufficiente allargare lit colonna 0 rimpiocicllre i caratteri contenuti nella cella per risolvere U problema.

'#VALORE 1: la formula contlene un operatore non valido; per esempio 51 sta eercando di sommare numeri e dati testuall,

I #NUM): Is formula sta.usando un numero non.valido per quel tipo di operazione.

• #NOME!: la formula fa l'lfel'iInento a un nome di cella sconosciuto.

• #RIF!: la formula eontiene un riferirnento a una cella non valldo, Questa messaggio si pub avere, peresemplo, quando la cella alla guale fa riferimente la formula e stata cancellate.

• #DIVIQ!: segnala che ,ijdivisbre eli Una rra2iione in una formula e uguale a zero.

• IN/D: questo messaggio visne visualizzato quando il valore che OCC;_:OlTe .a una funzione 0 a una farrows none disponibile. Se certe .celle del foglio di Iavoro sono destinate a contenere dati non ancoradisponibili, potete immett;ere direttamente U valone #NJD in .queste celle, III questa modo Ie formule che fanna riferimento aesse non calcoleranno alcun valore e restituiranno semplicemente il valore #NID.

• #NULLO: si e speelficata un'intersezione di due aree che non s1 intersecano. La causa pub essere l'utilizzodi un operatore eli intervallo non carretto a diun riferimentodi cella errato ..

I R1jerimenti cirQ@lari: pub aecadere di scnvere una formula in una cella Irrcludendo Fincllrizzo della cella. stessa tra Ie celle eli riferirnento: questo tipo eli errore e chiamato "errore clrcolare", Se per esempio nella cella c7 si inserisce Ia formula ""SOMMA (C4:.C7) , W10 dei valori da sommare e il risultato stesso, ]Del·tio I'operaziene dtviene eiroolare, ossia impossibile da eseguire,

Quando si erea un riferimento circolare Excel evidenzia la cella della formula sbagliata con un ]Dun~ tina colorate e apre la barra' degli strumenti Riferimente circolare, ehe permette di individuate i eolIegamenti sbagliati. Nel campo Hiferirnenti circelari e visualizzata la cella che contienequeste tipo eli errore; con il pulsante lndlvidua dipendenti e possibile visualizzare le celIe che fanno riferimentoalla cella selezianata, mentre il pulsante Individua preoedenti permette eli visaallzsare le eelle cui fa rlferimsnto la cella sbagliata, In questo modo si rlesce a monitorare jj fogLio alla ricerca di tutti i riferimenti eli cella sbagliati, individuando i punti eli errore.

Punti syllabus df rlferlmenta 4 .. 4.1 .. 2

Excel non solo e utile per organizzare e manipolal·e. numeri, rna pub costitutre un pratico strumento psrcostnnre in modo semplice archivi di dati. Strutturando un feglio come un database (in italiano, "base di dati") e possibiIe mettere In relazione i dati usando deterrainati criterl, cercare Infcrma-

Figura 4.39

Q Microsoft Ext:el • Cnrlp.11 GJ~[R]

. ~,fijI. 1![1ldIIica' YJ<I:l~l. ~isCi ~ ~~ ~ ~t,., ~ DlQ~er. t.",o'tlo""""ja, • _ i!I ~

o ta; !iI l@ 1ft I a ~ e- I J1i ~ J§1J, e- ~ , ~"l • ..... "Cl:. ~ ~~ U 1O.tl 100% • ~ •

Mol '" 12' • II!} c s ,-= • ,. m I ~ ~ %000 !ill .t~ I $ 1, I ffi • ~ • 4. ••

A1 ~ .. fff-' Nome
-A;i B I€ D E -,f [G If,! """t
~ Nome l!lQgnom~ QtttJ Sbito Gompleqno -
'2 Archibald Leach Bristol Inghi nerra 18-gen
3 Frank James ccoeer Helena Montana. USA 07-mag
,~ William Clark Gable Cadiz Ohio' usA 01·feb f-- I
10<5 Humprey Bogart New. York New-York usx 25,dic
~ Eldred Gregory P_sdf San Di,eao California USA 05_-a,l)r I-
." James M, Stewart Indiana Pe_nnsvlvania;1 US-A- 20-mag
~ - -- r---
9 - -
Ur --
~ ,- .- --- f-
-- - I- -- 1----- -, - --- I--
12 - -- i-' ~-~ .-
~
-- -f-
~ - . _ _ , - - i--~ --~ ._ ~l
¥S ,- ~ ,- -
'* I- -- - _, -~
-44- - -- -- 1--- -- - ---. -
18 - ~~ - 1-' ._-, ,_ ,--~- ,.-- I-~
4 - -- -- -
20 1- --' -
it -
it I - - d~
If' ~I ~ ~III\FOllllo 1 if F.t!d02_ IJ. Fidb'3 I J.:£.II II zioni e riorganizzarle secondo nuovi criteri eli ordinamento.

se si vuole rend ere pili efficiente Ia propria agenda degli in dirizzi , peresempio, e possibile trasferirla su un foguo elettronico. Til questo modo si possono ordinare tutti i nomi dei propri amici in base alla citta di residenza, oppure e possibile effettuare una ricerca per scoprire in tempo utile Ia data di un compleanno (Figura 4.39).

Per strutturare un foglio elettrorucoeome-un database e necessario creare. delle categorie diordinamentoin basealle quali organizzare i dati, per esernpio, nel caso eli un'agenda con indirizzi, nome,cognome,via, citta,numero di tel e fql1o, da ta de 1 cornpleann_o ecc., in modo che ogni categoria costituisca I'etichetta eli una colonna,

Un foglio elettronico di questo tipo contiene la stessa categoria di ,dati in ciascuna colonna, e i dati di ciascuna riga sono correlati tra loto.Continuando can l'esempio dell'agenda, mentre le eolonne dovrebbero contenere i dati della stesso tipo (nome, cognome, indirizzo ece.), in ogni riga andrebbero i

dati riferiti alla stessa persona. ,

Nell'inserire i dati _e lmportante non Iasciare alcuna riga vuota e dare alle informazioni un'impostaziorte omcgenea, per esernpio scrivenda date e indirizzi sernpre aIlo stesso modo.

Dopo aver creato una lista di dati omogenei epossibile ordinarii secondo diversi parametri, in modo da disporre Ie righe '01 un elenco in base al contenuto di una colonna,

~DduID ... S!,!btotali .•. §.onvallda., ,

Iabella ...

Te:!,to In cot 6r;lne .. , conso liea ,. , Baggruppa ~ struttura

Rapporto taBella plvote grafteo pivot ... Importa gati esterni

" 2

Figura 4.40

Nel ease dell'agenda, "per essmpio, e possibtle- ordinare gli indlnzzi secondo la citta di residenza, oppure in ordinealfabetico in base al eognome e eosl via. .Per ordinare i dati di Uflaiista selezionate una delle celle che contengono i. dati ·da organizzare, aprite il menu Dati e fate elk sulla VOCe Ordina (Figura 4..40); Excel apia una finest1'8 eli di.a1ogo nella qi!ale .12' pessibile scegliere uno 0 pili parametri d.i ordinarnento.

Nelle caselle Ordina per e Ouindi per e possibile stabilire una a pill colorme che si vogli.ono ordinare, per esempio Cogn6me 0 ci tta.; i puls anti di selezioneesclusiva Crescents e Decrescente, invece, permettono eli scegliere 1& modalita di ordinamento in base alia Quale disporre i dati (Figura 4.41).

Una volta selezionate Ie colonne e il· tipo di ordinamentoche si vuole effettuare, fate die s1)1 pulsante OK ed Excel ridisporra tutte le righe del foglio in baseall'ordine crescents 0 decrescsnte dei valori eentenuti n_elle eolonne selezionate.

SQ110appena stati esposti degli esempi riguardanti J'ordlnamento aliabetico dei dati; e importante sottolineare ehe 10 stesso pub dirsi. per I'ordinamento

di celle contenenti dati di tipo numerice, .8i potrebbero, quindi, aggiungere altreeolonne, ad esempio una per reta, e provare ad ordinare i dati seguendo il proeedimento sopra indicato,

Se s1 ordinano i dati: in base a unasola colonna, e possibile fare pili infretta utilizzandb'i pulsanti Ordinamento crescente e Ordinamento deerescente che S1 trovano sulla barra degli strurusnti.

Punti syllabus oi rlfer-imento 4.2."1.1

Oomedetto in preeedenza, la fonnattazione rnanuale del contenuto delle celle selezionate in Excel e del tuttosimile alla Iorrnattazione dei testi selezionati in Word" Aleune funzioni, tuttavia, S.o1"\O spe-

[} Micro~ofl Excel - Colflel1- , ::- 'I e !Xl

~ ~ ~ ~~. ~ .Qat! ~iI 1: ~"""~. 9_tJX

D ,2: iii ~ e a [9, ~ I 3; ~ fi· ."-'!II 1:"')' • 01 -!i, 1:: .• 131 ~~ U , o. . .@. !OO% •. lj) .•

I 0K ]
~ I . Qlrdper

I - :::J

(i" Qeso:ente ,rp~~!t$cenl:ll

r~ ... 1

FigUra 4.41

cifiche di questo prcgrarnma: Ie passiamo in rassegna di seguito,

Orientamento dei dati

In Excel e utile poter dispone 'il testa ill modi diversi dalla semplice disposizione orizZohtale,specialmente quando si creano delle tabelle. Per modificare l'orientamento del testo e necessario posizionarsi sulla: cella il cui testa e destinate .al cambi.amento, quindi aprire lafinestradi dialogo 'Formato celle'ial suo Interne scegliete la scheda 'Allinearnento'. Nella casella Orientarnento testo scegliete manualmente l'angolo di inclinazione desiderate, indicate da un rornbo, oppure inserite direttamente nella casella Gradi il valore'preseelto, Infine prernete OK.

Punti .syUaful!s Qi nifetimente 4$.3.3

Allineamento dei dati e testa a capo

n contenuto eli una 0 pili celle puo essere allineato sia orizzontalrnente (a sinistra, al centro, a destra e anche giustificato) sia verticalmente (in. alto, al centro, in basso 0 giustdficato); perprima cosa selezionate Ie celle, qulndi scegliete Ia scheda 'AUineamento' della finestra di dialogo 'Formato celle', Individuate, tra quelli proposti, lU1 allineamento orizzontale 0 verticalee un eventuale rientro, In questa: fase e possibile anche scegliere se irnposta- 1'8 l'a capo automatico, che permette di mandare il contenuto testuale eli una cella su pili "righe" rna tenendolo nella stessa cella, ne1 caso quest'ultima nOITI riesca a contenerlo tutto.

Premete OK per coneludere l'operazione.

Purati syllabus I;fi rifel1imelil~o 4.5.2.5, 4.6.3.1

Ceme.in Word, anche in Excel e possibile operare un controllo autornatieo della corretta ortografia'dei testidigitati. Aprite il menu Strumenti e sceglieta la voce Controllo ortografia. Excel lancia irnmediatarnenne.il.ccntrollo ortografico pel' il foglio di lavoro attivo. Se vengono trovati degli errori ortograIici Excelli segnala come Non nel dizionario. Dal-

Iacasella Suggerimenti p6tete sceglierelltsuggeiimenta che riterrete piuadatto. A .questo punto potete decidere eli sostituire il testa esistente n~l foglio con quello appena selezionato premendo i1 pulsante Cambia, 0 ignorarlo, nel caso iti cui la PaFola segnalata dal programma sia corretta, ma sempliGe. mente non contenuta nel dizionario eli Excel (che si puo arricchire con il pulsante Aggiungi).

Tenete presente, infine, che per aceedere allafinestra di dialogo Controllo ortoqrafia potete an.<lh.e premere il_ relanivo pulsante della barra degli strumenti Standard.

Punti syllabus tli rifer'iiinent0 Z..7.2.1

Una delle funzioni pili utilizzate nei fogli eli calcolo e la possibilita eli realizzare grafici in base ai dati inseriti nel foglio. In questa modo si possono trasformare informazioni numeriche, spesso diffieili cia gestire, in informazioni visive eli piu semp1ice comprensione.

Quando si costruisce un grafico, i valori eli ogni riga Q colonna del foglio di lavoro diventano una sene eli daii. In un foglio relative alle spese mensili eli un'azienda, per esempio, lesingole colonne del foglio, come Trasp,o.rti, Affitto.; Pers,onale ecc., costituiscono ciascuna una serie eli dati che pub essere visualizzata sotto forma eli curva 0 barra nel grafico e viene contraddistinta da un colore 0 motivo diverse,

Ogni valore di una singola cella costituisce un "punto dati" che va a fermare Ia serie: l'andamento della sene e data dai diversi valori, 0 "punti dati", contenuti all'interno della colonna e descrive la variazicne nel tempo per quella categorla eli spesa. IIi. questo modo e _possibile osservare l'andamento eli una variabile del foglio non piu sotto forma di unita distinte e isolate tra lora (i valori delle singole celle), rna in forma analogica come flusso 0 curva eli dati.

I grafici di Excel sono cornposti da diversi elementi: nell.'asse delle ascisse sono contenute le categorie del foglio ehe si vogliono utilizzare come serie oei grafico, per esempio le voci di spesa dell'azienda; l'asse delle ordinate, invece, di solito contiene i valori in base ai quali variano le categorle. E comunque possibile invertire tale Impostazione in

........................................................ ~11r

modo da etten ere un grafico con Ie, caregorie disPQsce in sense orizzontale, Nell'area fra l'asse delle ascisse e delle ordinate si trova il "tracciato dei dati", che descrive I'andarnento delle categorie 11- s_petto ai pararnetri stabilitL

Corredano poi il grafieo elernenti testuaIi, qua1i legenda e titoli, che permettono di interpretare il disegno, La intestazioni eli riga e colonna della tabella sono utilizzate corne "etichette eli categoria" e "legenda". Se I'insieme da rappre.sentare non include le tntestaaicni, Excel genera automaticamente deUe in testaztoni implicite.

In Excel e possibile ineludere il graficonel foglio ill lavoro che contiene ,j ,dati oppure crearlo su un £0- gIio dedicate, In entrambi i casi, il grafico e collegato ai dati di origins e: sara aggiomato autornatleamente in caso di variazione,

Ttpidigrafico

Exeel permette eli realizzare van tipi eli grafiei, ognuno del quali puo mettere in evidenza diverse earatteristiche dei dati. Ecco i grafici pIll comuni:

Grafteo a Iinee

E costituito da una 0 pili linee, ognuna delle quaU rappresenta un singoloelemento, Pub essere utile per descrivere le tendeaze dei dati nel tempo, per esempio I'andaruento delle vendite ill un

determinato periodo eli tempo. Se il grafico visualizza un riempimenta sotto ognl linea, diventa un grallco ad, area.

Istogramma

Visualizsa una ssrie dt colonne che rappresentano diversi elementi e offre un confronto immediato del dati.

$1 ,Ghiama"serie di dati" un gtupp0 di dati G0~· ~e.lati traecf.ati In un grafi.co. A ogni' serie di qati , e assocista un eolofie 0 motivo unieo, In un gra. fko e posslbile traectare una 0 pTO serie €Ii' dati, rapp,resentat! nella legenda. ct:elgraJi.€o.

rr- ........... ---: Grafico a. barre

I E simile a un istogramma, rna vi-

sualizza barre orizzontalidi diII versa Iunghezza da sini:stra a deI stra. Anch'essoe particclannente ,"!======:!l' Indicate per confrontare due 0

piu quantita,

~------~ .. ~, Graftcoa torta

Costituito da una forma circolare II suddivisa in varle parn, pennette ill mettere in evidenza le percenIltUali delle diverse ruodalita che !=====::::::!J puo assumere W1a variabile.

Puhti syllabus di rlferlmertto 4.6.1.1

Costruire un grafico con t« Creazione

guidata .

Excel e dotato di una procedure guidata die ha 10 scopo di facilitate Ja costruzione digrafic! anche agli utenti rneno esperti, Dopa aver seleeionato l'intervalle di cetle contenente 1 dati necessari per In realizzazione del grafico ed eventualruente Ie relative etiehette, fate clie sui pulsante Creazione guidata Graf.ico, peste sulla barra degli strumenti (in alternativa potete scegtiere il comando Grafieo del menu lnserlsci): j} programma apre una serie di finestre eli dialogo etrraverso Ie quali e possibile scegliere il tipo eli grafico che si vuole inserire, i dati che si vogliono utilizzare per creare il tracciato e In posizione del grafico all'intemo della cartella ill lavoro, La prima Ilnestra della 'Creazione guidata' permette di scegliere tra i diversi tipi di grafico disponibili (Figura 4.42,).

Nel menu Tipi d'i grafico sono elencati i diversi formati che si possono dare ai dati, rnentre nel riquadro Scelte disponlbili sana visualiazate Ie diverse versioni, per esempio piatte 0 tridimensionali, del tipo di gtafico scelto. Selezionando un tipo eli graflco cia! menu e possibile Ieggere una breve desertzione della sua strustura: inoltre, e possibile vedere un'anteprima del modello scelto, applicata ai dati selezionati, prernendo il pulsante Tenere premuto per visualizzare I'esempio.

Una volta scelto iI tipo ill grafico che volete utilizzare, premete it pulsante Avanti per passare alla flnestra 'Dati di origine', in cui sara visuallzastc I'aspetto del vostro grafteo (Figura 4.43).

Fate clio su uno dei pulsanti di opztone Seriein per modificare il modo in cui Excel utillzza i dati per 01"-

I

1 I I

181

- ~ - -~ -. -_ - ~ - - _.

Creazione guidata Grafieo - Pesseggto 1 di 4 - TIpo di greficn rn~

1lI

~ Barre

~Unee

Qt Torta

hl Dis'pers. (XV) "Area

o Anello

@r Radar

~ Superficie !:. Boile

l&fi. Azionarlo

llRi standard I TifM~el'sooaJizzati I IjP6 Cf,grafko:

lstogramma . '1:1

Annulla

Figura 4.42

ganizzare il grafico.Be si seleziona il pulsante Righe Excel utilizza le eventuali etichette di riga sull'asse Y del grafico, mentre facendo clic suI .pulsante Colonne.saranno Ie etiehette di colonna aessere impiegate sull'asse x.

Fate die su Avanti per fare apparire la finestra 'Opzioni del grafico' (Figura 4.44). Questa finestra cortti:ene diverse. schede, che permettono ill attribuire un nome agli elementi del grafico, come gli assi delle, categorie 'e le legende, eli personalizzare il disegno' della griglia 0 spostare la posizione della legenda rispetto al grafico. Per inserire il titolo, per esempio,selezionate la scheda 'Titoli', fate clic nella casella Titol6 del grafico e di}~itate il nome scelto; per inserire un'etrchetta, scegliete la scheda 'Etichetta dati' e apponete ilsegno eli spunta al tipo eli etichette desiderate.

~ - . ~. - - - - - _ - - - - ~-- - - -

Creazione guidata Grafieo - Passaggio 2 di 4 - Dati di origine ... 11J~

Dopo aver inserito le .opziorti desiderate, fate clic su AVanti: si arrivaal quarto ;passag~ gin, che permetts.di detidere dove collocare-il granG@ (Figura 4.45).

La finestra 'Posisione granco', infatti, consente eli seegliere se collocate il glance sullo stesso foglio di liilvor6 the contiene i 'dati (fate die su Come oggetto in e selezionate il foglio di lavere in cui va inserito) oppure-su un altro foglio all'interno della cartella eli lavoro (fate clic su Crea nuovo foglio).

Dopo aver definito la colloeazione del grafico premete: il pulsante Fine ed Excel disegnera il grafico (Figura 4A,6J. Ricordate che una volta elisegnato un grafico e ovviamen,

Intewallo'tlatl I Selie J

~,

Serie in:

{nterllaUo dall: !=FogUot !$q4:$O$J;FogOOl !$E$4:$E$'7jFogliol !$F$4:$f$7

~ Bighe (' EQ,oon.e

Abnulla

Bne

Figura 4.43

ce p<Jssibile cancellarlo per inteITO oppure cancellare ognuno dei su,oi componenti. Per elirninare un grafieo·e suffieients fareclic sull'areardei grafico (nsultera selezionatb), quindi premere il tasto Oanc, I dati che l'hanno originato .reatano; invariati nel foglio di lavoI'D. Per 'eliminare qualsiasi suo:€Jetnento ell titoio, la legencia, le etichette ecc.) procedete rrel medesimo modo: selezionatete e premete il tasto Cane.

jilun'tl.s~lIa'bus Oi rif~ri menta 4.6.1.1, 4,.q.l.2, 4.6.1.7

Asse del velori (Y) seJ!OOB811C:

I

"",0.00 'HOQ.GO, I rsso.oo 11.300.00 , 1.2,,0,00 11.200,00 IU>O.OQ' 11.100,00 , to'50,00



[J
. , r
.
I'-~ .- t
I'- t=
i= '-- !:ine

~iOnagratiool -~ ..-------------~--

~ r I!;(ea !lU~O 'MI;o: IGiafic_O!

m r. ~ome ~gQett-",rlJ" ~I(Mm!IiJiiiiiiiiiiiiiiiiiiiili1~l

I L §ile

Anntilla ~ Indiecr.o III Avent; 2 ]_

Figura 4.45

Figura 4.44

Figura 4.46

ere !!!odlfic. ~a I-ri';<! FQrI1l&O ~~!l~L:!o,ti FlQ,estr. 1 I»ldt Ul"II><iolllllnd., - _ r5' x

D r2f riiI ~ ~eC9.. ~ ~ ~fmI' ~ ""T., ~ 1: ~ ail ~~ U 1M}..m 100% • IlJ •

Mal • 10 • [!l c t !!' ~ ~ m t;Wl € % 000 ;68.~ ~ ~ 8'1 ~ b • ~ ••

A1

I A B I e I (2) I !;:; L F I G H I I I J I ,K I !j,
~I c.affe. ,Ie clo_cell_hiii:! - t
21 Glinnalo_ -€ 1_394,00 € 1.342,00 € 1.230.00 t
3~ Eellbraio € 1.16700 € 1.200.00 € 1,265.00 - t - -- --
4 Maf;Zo € 1.290,00 € 1.380;00 € 1.316.00 -r-
4- -- - --
I , r--
± -
t - Vendite primo trirnestre -- I ,- '-
-- T -
4 1- @ 1.450,00 --1--
"I!I
-it ~ 1.400,00
~ . ;-
£ 1.350,00 - - 1-
~ r-I-
~4 -- 1";.1.300,00 - [J caffe - r--
IF"""'
~ r-f=- - 01-
-- ~ 1.2{i ,Oll - r- I- [Elte-
16 ._- € 1.20n,OO - I--- I- Qlclocc_olato I
.g. F -=*
E 1.150,00 - r--- I--- I-
~ @ 1.100.00 r-----.. - --
~ - r--- I-
20 € U50,OO
~ - -
jf -- Genmalo Febbraio Marzo ,_ - -+--
% I--
_ ,..1
~,.) H [).foqliol m~()2 kFbgti03 7 -I:~ I I BJI Rronto

NUM

I

I I

Spl!stare_ e tidimensionare j grafici

--wl ~~I--_r~--------~----------J

VSlildite primo tfimestrre ~

..................................................................... __ __ __ ~. 1

f :1.450 :00 _ =-=- :.

E ~ ~461J"oo •

Terrriinata let 'Creasione gwttata' 11 graticoe mserito' nel foglio eli lavoro scelto; se sono necessarie rnodifichee comunque possibile spostarlo in un'altra posizicne, ridimensionarlo 0 migliorarne lecaratteristithe grafiche.

Prima eli tutto fate clio sill grafico in modo d~ selezionarlo: appariranno alcuni rettangoli nan, Ie maniglie, agli angolie ai lati del bordQ del grafieo (Figura 4.4'7). Perspostare il grafigo in una .nuova pesizione senza modtficarne le di-.

rnensioni posizionate 11 puntatore del mouse all'interno del grafico e, tenendo .premuto il taste sinistro, trascinatelo in modo che II puntatore si trasformi in una Ireecia quadrupla, Quando stete arrivati nella posizione voluta rilasciats II testostnistm del mouse.

Pel' spostare un. grafico tr~ fogli attivi, 'elopo av~rlo selezi,onat9, attrvate la: ~Qne 'Taglia' In.· unodei molti modi possibili (ad esempic, premendo il taste destro. del mouse escegliendo la relativa voce dal menu di' scelta rapida), spostatevt nel fogUo di destinazionee attivate Ia funzione 'Incolla', Procedendo allo stesso modo (seegliendo 1a voce Copiaal posto di Taqlia) e possibile copiare un grafico tra pin fogli attivi oppure duplicarlo.una 0 piu volte all'interno delle stesso foglio eli Iavoro.

Per ingrandire 0 ridurre il gtafico, lnvece, posizionate il cursore del mouse sopra una maniglia e tenete premuto il tasto sinistro in modo che il puntatore si trasformi in una doppia freccla, Trasclnate il mouse (Excel visualizza un contorno delladimensione del grafieo che segna il movimento del puntatore)' e nlasciatelo quando slete sodelisfatti delle dimension; raggiunte,

Utilizzando le maniglie centrali e possibile rnodificare la posizione di un solo lata per volta, con le maniglie d'angolo si possono controllare due lati contemporaneamente. Se trascinate la rna.nigli@, centrale inferiors, per esempio, potete .sposta:r'e'll lato inferiore delgrafico per allungarlo 0 accoreiar- 10, mentre con la mantglta nell'angolo inferiore sinistro sposterete contemporaneamente sia illata in-

(~.35P.OO +--11'ad1::::::::-----------------i t ~ .JIlO .• OO f!~.250,OO f!~.2oo.oo (;'M50,OO E~.~OO,oo

-'_E1. _ _j

Ef;050.00 F~

I"- ........ ---~~---_..,..-------r-- -....,.. .......... '-'"""'.,_-.:!~-

=!~ ~ ---;-----,-- "

~_-.:.-:-;-:"mn_mn' .. nm .... m .mnmJm_ .... n;_num .. Lm_.~~J .. nmmj~-:

Febbralo

MaI'ZO

Figllra4.47

feriore sia quelio sinistro .. ll grafico puo essere spestate 0 ridlmenstonaso solo se 10 avete-inserito come oggetto grafice nel foglio eli Javoro in cui sono contenuti anche i dati.

Se premete il taste Maiusc mentre agite su.una delle rnaniglie ai -~ertici, it l'idiraensiona:m,eRto sara preporeionale, rispettera doe il rapporto tra altezza e larghezza dellafinestra,

Punt! syllabus dr riferiment0 4.6.1.6, 4,6.1.1

Modificare un grafico

Attche dopo essere staup costruito un grafieo pUQ essere Jacilmente.modltlcaro: e possibile correggere i tit01i,aggiUhgeme aitri, carnbiare i colon della legenda e costvta, Gli elementi del.grafico che pos rsono essere modificati 5i chiamano "oggetti". Di segoito rtepilogrnanmgli ogge_tti principali chesi tro"lana in un grafico (Figura 4.48):

• Area. del grafico: il riquadro nel Quale e rinchluso il grafteo, bordi Inclusi.

• Area del 'traccig,to: l'area costituita dal grafico vero e proprio (atQrta, a barre, a Unee .... ).

• Asse delle Gateg_Qrie (asse x): l'asse che contie-

. . _

ne Ie ca.tegori~ del tra.cciato, eli solit_oe l'asse orizeontale a deeDe a:

• Asse dei valoTi (assey): I'asse che contiene i valori del tracciatQ, di sollto si trattadella verncale o:deUey.

E_UIIO~.OD t-l\i~r---{~@@w,----======~-;::::::::;;--~-1

fl.a501DD 'r-='"'~~~'-'

E f4D!bD{f .""-",,,"""""";' E ~~150,D.D @, 11[2.00,011 E 1.1150,00 EMOO,DO ;j;.-,alP.lil

'E'!j~_05D,DD ,j,.-~="---'I!.._:.L--,,:-~

Operazioni con i grafici: if menu at soetta rapkia

Se:il :1~ta.fico the a>veJecQstntitbVi sernbra nonaiutare Ia-comprensione visiva dei dati, provate corrun tipo diversb.Fate clie sull'area del grafted e.prernete il taste" destro del mouse, quindi.scegliete.la voce Tipo di grafico.dal menu ill scelta fapida (Figutit 4.49): siaprirala finestra eli dialogo "Iipo ill gra-

• if!Jegendq,: un piccole riquadro ol;:te descrivela.setie d'eiqa,ti del tra);:!J!iato e' spiegache cosa rap-

~~esentadgni ~lem:ento del graflee. . . .

• 'lIito:lp del gr;afi:co: i1 testa che 'jjescnve- i1 grafteo. i.eli\e,autom:atieam~nte centrato, nella parte .supel<iore de'll'w!;)_a del gr¢'ieo,

I Valori: gli elementi.individuali ill una seriedijla~L Pos.s-_(jn~ essere rappresentatr .GomeQarre, punlj su una linea, fetta eli una torta eec,

I (jrrigliGL: linee ehe partono da un assee attraversarlo oil tracciato in roodo da Iacilitare Ia lettura .Cief valori delle sene,

@li (jJ'gg~tti solid identificati dalle etichstte, che ne I\isl:lallZzano il nome, E possibile fat apparire Ie etibhetCe' semplicemente pbsizibMndo il cursors del rri0l!l$e s0pm I'oggetto dicui si vuole vedere i1 nome. Se leetichette non f6Sserovi$itJili' a,pr:ite il menu Stru tne ntl ,_.seleziortate Opzton i e fate' clie sulla G5sella Mostra norrti della scheda Grafico.

!Bet mbdif.ieare il titolo del grafico fate clic sultitola in-modo ehe a:ppaiacolltornato Cia un bordo, ![U-ll'1§i fate clic in un punta qualunque all'interrio ~lel liitolo per visualizzare i1 eursore e digItate le mediEi.che. Se voletecambiare 10 stile di formattazf0n~eapplic<:tto al tftolo 0 ad altri elementi testuaIi prssenti mel gnafico, invece,selezionateli in moID.a .che appaiano i' bordi di contorno e fate elie con II basta destro del mouse. 'Si aprii'ft un menu ill sG:~lta rapid a, in cui dovete scegliere il comando Formato titolo. grafico (0 Formato legenda): !lll*oe'! mostra la finestra eli dialogo che perrnette di ·seegliere j1 tipo ill carattere, 10 stile, 1e dimensioIll, 'il e01.IDre' e 118 altre opzioni di f~ttaz.iQ:jiLe da 'l-wwJicare agli 'elem~nti selezionati. La flnestra per F1Jo:dificare la formattazione.si P1IQ far apparirean,QITe ,fa,)!e;('l:do doppio die sulla VOC!8 su cui s1 vuole inu'elNenire.

Figura 4.48

~.

~ E,ormato a~ea. gr efico ...

!iP!!I alllltafito",

Q,ati di origine.,. Qpzioni graflcQ". 8. oslsl 0 ne, .,

lIisualiz2B21ione ~D., .

Fineswa graFico

db Tag[ia [i~ ~opia I,m Inq~Jla Cao.ceUa

Porta io. prlrno piano Pbrta 'in seeondo piano

A55egna macro, ..

Figura 4 .. 49

I I I

I

I I

fico', ehe perrnette eli scegliere una nueva modalita

~

oi rappresentazione per i dati oppure una nuova

scelta disponibile per 10 stesso grafico.

Nello stesso menu si trovano altrieomandi che permettono di roodificaregli elementi del grafico e richiamano delle finestre eli dialogo del tutto simili a quelle che fanno parte della procedura di 'Oreazione guidata Grafico'. La voce Opzioni grafico permette ill cambiare Ie opzioni standard del grafico selezionato, per esempio aggiungere U tttolo e la gtiglia per rendere piu facile Ia comprensione dei dati. Facendo elie su questa voce si apre la finestra eli clialogo 'Opzioni grafico', che contisne tutte Ie opzioni disponibili per il tipo di grafico scelto (Figura4.50).

Per visnalizzare la griglla del grafico, per esempio, scegliete la scheda 'Goglia' e selezionate le caselle di controllo corrispondenti alla griglia che volete aggiungere, Nella flnestra apparira un'anteprirna delle opzioni scelte. Seinveceavete bisogno di.spostare la.legenda, che eli soltto viene posizionata alia destra del grafteo, scegliete la scheda Legenda, quindi selezionate la posizione che preferite.

Can 11 coman do Dati di origine e possibile camblare I'origine dei dati su cui si basa U grafico: si possono aggiungere 0 eliminare dei dati aggiungendo a escludenclo una 0 piil serie di dati. 1 cambiamenti operati sono visualizzati nell'anteprirna e1ella finestra, che pub servire per decidere se accettare 0 rielaborare le variazioni, Per eliminare U11a serie eli dati, per esempio, fate clie sul cornan-

do Dati di origine, scegliete la scheda 'Serie' e seIezionate il nome della serie che cercate, q_uindi fate clic su Elirnina e poi su OK: la serie ill dati sara tolta dal grafico.

La voce Posizione, infine, permette di a:QtiFe 1a finestra eli dialogo 'Posizione grafico', COIL cui S1 pub assegnare una nuova posizione al grafico. Per spostare in un foglio dedicate un grafico incorporato nella stesso foglio cti lavoro dei dati, per esempio, selezionate questa comando, fate clic su Crea nuovofoglio e poi su OK. La finestra eli dialogo vena chiusa e il grafleo sara pesizionate su un foglio nuovo eli nome 'Grafieol'. Questo foglio fa parte della stessa cartella di lavoro e viene inseritoalIa sinistra del foglio contenente i dati :rappresentati ne1 grafico. n grafico resta comunque eollegato con i dati deUoglio eli Iavoro e sara aggiomato auto.maticamente al variare dei dati.

Una volta definiti i contenuti del grafico, ci si pub sbizzarrire a modifiearne l'aspetto "estetico", operando su eolori, boreli e opzioni di fonnattazione varie.

Excel crea i grafici a colori. Se la vostra stampante e in bianco e nero, i colon saranno riprodotti con di-

verse tonaIiea eli grigio. Pub quindi essere utile, _per esempic, scegliere uno sfondo bianco e motivi molto diversi per Ie serie adiacenti, in modo da distinguerle facllmente. Se il grafico sara stampato a colori, lnvece, si possono utilizzare differenti motivi e colori per dare maggiore enfasi ai vari dati.

Per formattare una serle di dati fate ellc

su di essa con il tasto destro del mouse e selezionate iI oomando Formato serie dati. Si aprira

Punti syllabus di l:ifeniment0 '4,6.1.5

Formatiare j grafici

Opztom grafico !1J1RI


I-
, au" ...
l- I Ct~
l"- I- Dd'DC;'C'~h
:....", ~ 'D era.o.".
I- a 0.:';:0
I- Tltell I

Assl

[§i@ii] I LegeAda I El;'G~ette dati I Tabella dati I

AS$8 delle l!ateQQjile (X) r----------------

r ~r-Iglla prlnafpale r Grlg!Ja slcondafla

ROsse del valorl (V) ----P Gr,l;lIa gJ'ln~lpate r Grlglla ~econdarla

Vendite Primo Trimestre

I'.UO,OO 1 ' .• 400.PO I '.S50.00 11.:S00.00 11.250.00 11.200.00 11.'50,00 1 '.'00,00 11.050.00

Gunio

M .... o

OK

AnnuJla

Figura 4.50

r--_E1_t~iEh.;;:.e_tt_e'_da;;:.tl~· --',' I 1

[ Motivo = .

raordo

(i' 8_wtomatlco r ASseo.te

(" personalluato

~IIe:

--3

~Il\)re: I Automatlco 0:::::1 sp~ssore:I---- iJ

r Om~reggiato

[,""PIO

AonuUa

0rdlne delle serle

Asse I

Area,-------,

0pzioni Barre di errore V

r lnyerti se nsgativo

Figura 4.51

la fines ra di dialogo '!!'Ol'rtlato serie dati', con Ja scheda 'Motive' in prlmo piano (Figura 4.51).

Le opzioni all'interno della scheda sono diverse a seconda de] grafico su cui state lavorando. Se si tratta eli W\ istogramma, per esernpio potete selezionare W1 colore per la colonna dana tavolozza nel riquadro Area. Pel' sfumare il colore fate clle su Riempimento selezionate una sfumatura (a un color , a due colori a personalizzata). Se volete rnettere in rlsal to elementi partico- 1811 del graficc potete prevare ad applicare un bordo. Per esempio, potete mettere un bor-

R[emp.iMento .. ,

do attorno all'area del grafieo in modo da creare un riquadro oppure incomiciare il titolo per ev:idenziarlo. E possibile scegliere 10 stile, il colore, 10 spessore e I'eventuale ombreggiatura del bordo e dargli un effetto tridtmensionale. Per applicare un bordo fate cllc con il taste destro del mouse in un'area vuota del grafico. e seleziona e il co.rnando Formato area grafico. Si april'S. 1a scheda Motive' della flnestra 'Formato area gra fie 0 , (Figura 4.52): nell'area Bordo fate elk sul pulsante eli opzione Personalizzato, quindi su Sti le per selezionare uno stile frauelli elispo-

I'- . . .• lil1_)I'v t

_ T. r • ~I*'::"~ ~

Area,,- ---~~------.

r ALJtom.atlca c: Assente C~lore:

R!empimento •..

II

AnnuUa

1

OK 1

OK

f"Mstivo I] Caratter.e I Pteprieta I

L ..... J.o.. ......... __ ."

rBIJrdo-------------" r.- A!!tomatlco

r Assente

r Personail22ato

~tile: iJ

~otore: I Automatico iJ

Sp§.s:so~e: I iJ

r Ombreggiato

r 8.r;!goli arrotonClati

Figura 4.52

rtsemPio

193

nibili. COn la casella Colore petete scegliere un celore per Ia linea, mentre Spessore visualizza l'eleneo delle opzioni disponiblli per Ie dimension; della linea. Dopa aver impostato Ie vostre opzioni fate clic Btl OK.

Nella scheda 'Motive' si trovano anche i. comandi per applieare uno sfondo al graftco: selezionate un eolore dalla tavolezza nel riquadro Area e 'fate clic su Riempimento se invece diunosfondo omogenee volete applidare una sfumatura, un motive, una trama a un'immagine.

Per incornieiare un titolo, invece,. fate ellc su di esso con IT taste destro del mouse e scegliete Formato titolo grafico: attiVate il pulsante Bordo/Persanalizzeto e scegliete le opzioni per definire il vostro bordo.

PutLti syllabus di r;[ferimento 4.6.1.3, 4.6.1.4

Per stampare correttamente il prprll~iCil lay0r0 m Ex" eel e importante (forse ancora pit) che in W®rd) impm:are a rego41Fe l'aspetto del foglio, in mod!) Qh~ le stamps corrispendano a db che st visualima sullo schermo,

Prima di tutto-conviene utilizzare la funzione 'M. teprimadi starn.pa', che vi permette di v:er1fil\:ar~e,lla" spettoche il fogllo assumera una volta stampato! irnpaginazione inclusa: aplite il menu File e selesionate il comando Antep.rima di stampa, oJ!lpure fate otic sul pulsante Ahteprima di stampa slllla barra degli strumentt Standard.

Excel apre Ia ftnestrs dell'Anteprima ¢Ii starttt:!a, in cuiappare il vostro foglio di Iavoro a pagina intera (Figura. 4.58) e' un cursore a forma di lente w ingrandlmento.

o Microsilfl [xcel - esernpin co1ff~ GJ~'

- - -

CIIJ~ c---- .. -'-,..;IXIi.- :c--- fUII'co Cr L"rflClCI'

Ift_' (; "'_Z.CD. c: ,;noco, " '''(lel

Id4c' ••• ,( ,1::t3i;j:ol c lOll.~m:·c. -~'t~,OO ~ c __ ,11IiO,,(Q .;, IJllLlW 'c. ',$'11;101 ~.. C n,:J003 c, 1U1,1I.TJ-,C. (.i'P'J'~

If,",,' ,_"

Figura 4.53

Be 'lolete vedere una -paifte del fogliopiu da vicino, fate clie con il Iffieuse e ne ingrandirete la visNafuzazione, 9.uin~fate clie pertor-

JUU:e aUa visualizzazic-

n:~ in modalita foglio

intero.

FeF useire dall'Anteprima di stampa e tornase al foglio di lavoro

attivo fat£1 elk sul pulsante Chiudi.

Spesso i fogli eli lavoro sano pili Iarghi che I.: in questi cast potete modificare 1'0- rnentamento_ del foglio Iii lavsro (di solito 1'0-

Fientameni:o predefirti-

~ ~'guelloverticale) e selezionare I'orientameutr0 orizzontale:

\lpDite lafinestra 'Imposta pagina' facendo clie sulla telauiva voce del menu File" selezionate laseheda ']'agina' e, rrel riquadro Orienta rnenro, fate' clic sul pnlsante eli selezione esclusiva Orizzontale. Per bambiane le dimensioni della carta, selezionate, dal menu a diseesa della casella Formato, il formato dhe desiderate e premete su OK.

RlIntii s~lIa),flu& (Ii riferimeiilt0 !t.iI.l.2. ~.¥.2.2

Imposta pagtne W~

tFQgfto )

S~ei:lllre~

2t~; ..

Se vi capita di creare un foglio di lavoro che rientra per intero su una pagina a ecceziene diuna riga, potete rimediare all'incon.veniente comprimendo il I marginl delimitano l'area ill starnpa e permettono foglio, in modo che tutto illavoro stia su una pagidi dimensionare 10 spazio bianco tra il bordo del fo- na, oppure espandendolo, per spostare un maggior gJio e i dati stampati sulla pagina, Per lmpostare i numero eli righe sul secondo foglio.

m~gtni scegliete il comando lmposta pagina dill Esiste, a questo proposito, I'opzione Adatta a, premenu File e fate' elie sulla scheda 'Margini', quindi sente nel riquadro Proporzioni della scheda 'Pagiinserite le dimensioni desiderate nelle easelle Su- na', a sua volta, eontenuta, 10 ricordiarno, nella finepefli0re, lnferiore, Sinistro e Destro (Figura stra 'Imposta pagina' (Figura 4.55). Fate elic sul 4:.54). pulsante Adatta a e sceg1iete 1 pagina diIarghezza Se d0v:ete stampare un foglio ill lavoro di piccole di- per 1 eli altezza: il foglio da stampare verra ridotto mensioni rispetto all'area ill stampa, potete cen- 0 ingranditc a seconda delle necessita, automaticatrarlo tra i margini orizzontale e vertieale selezio- mente da Excel; allo stesso modo; aumentando il nande una delleopzioni Centra nella pagina. -:'r.-..n,.umero delle pagine, sarete voi a decidereil numel!Jn(l: volta definitele vostre impostazioni, fate clic ro specifieo di. pagine in cui desiderate che il fogilo su Antep~ima qj stampa per verlficare l'effetto ill lavoro vengastarnpato.

de~ margini sul doeumento stampato. Sesono ne- Eventualmente potete impostare a mana Ia percen€essarie modifiche potete cornpierle direttamente tuale ill riduzione del foglio eli Iavoro: sempre nel ri-

f!)efinire i margin;

~rlmadl st~ I

~ ...

I[

Figura 4.54

in Anteprima di stampa, facendo clie sulpulsante Margini e trascinando i quadratini che .appariranno sul foglio,

Pl:llilti syllabus eli rifel"imef:lfe 4.7.1.1

Comprimere ed espandere if foglio di lavoro

'q'uadl'b Proporzioni fate elk BU lit1J)Psta al,~'sce~

.- ,g;tiet@, la peieentual~, della:,cllitiensioFLeali::t qlia1e impostareil foglio: pet .comprimere il foglio ill lavo:ro selezionate una wetcenturue riiifiore ill IOU, per "esempilfi 8:0, per espanderlo; una percefttualernag-

giore, per esempi» 120. '

Panti 5.¥naifnrs tdi~iferii'meRt0 4,.? ,1.'$

Po tete aprire ditettamente la scheda anche selezionando il' eomando Visuaflzza/lntestazione e pie df pa,gill_a~. La scheda permette.d] stabilire it tipo diintes stazloni ~ pie- di lfa:gino. do. inserire ne1 foglio. E p,os_sibil(;)"-- S08-

gliereunodei modelli pr,edefiniti~he' si t+o~ vano nelle caselle lntestazione ',!,!, ~Pi~, gi

Rqg:in'i! (GoT\ite il DOmedel fogno, la,da:ta, e l'ona, il.numero della pagina, ilnome delfile, Q quello deU'auto-

Inserire intestazioni e pie di pagina Quanoo si devono starnpare pili fdgli: relatfvi 'a,gli stessi d'ati e utile inserire in't€sta:zibru e p'i'e di p'agi~ na che fl,e facilitino Ialettura, indicando, .per esem~ fJi0~ il tftol~r 0 i1 numerodi pagina;

Ref aggiuhgere un'intestazicne '0 urr pie di pagina apriteilmenu Fire e selezionate il ccmando lmpesta pagina, quindi, fate elic isulla-scheda 'h(te;. staz.lPie di pa$.' dellafinestra di dialogo 'Imposta pag_ina' (Fiema4r56).

--. . - - ~ -

ImpOs!il pagina (1][gJ

!AI ~ .. &ertil3le p.roPoL~lor;ll ~-----~~~-.......,.~--=.,..,..,...-,---

~""""""'_ __ ......-J

l'!' !mpD_5.tldli

r \!I!1l!!'tta a:

% della dlrnel'lslone mormale

&I ~dlal~,

Figura 4.55

iJ

- ~.- -_&_.- ~ _.- - - -~.-.

lmposta pagine l1Jt::8J

;l,!l'Il'1ulla

Pa Ina I

_I

Figura 4.56

re) oppure fare clic sui pulsan ti Personalizza intestazione a Personalizza pie di pagina; in questa easo si apre una nuova finestra di dialogo 'Intestazione' 0 'Pie di pagina', eontenente tre caselle: A sinistra, AI centro e A destra. Esse corrispondono alla poslzione che il testo the vi digiterete andra ad occupare nell'intestazion:e 0 nel pie di pagina, Diamo anche uno sguardo ai pulsanti posti al di sopra delle tre caselle. Il primo pulsante consente di.formattare i caratteri digitaU all'interno delle caselle; tutti gli altri consentone di inserire nspettivarnente: il numero di pagina, il nnmero totale delle pagine, la data, l'ora, il pereorso del file, il nome del file 0 del foglio, un'irnrnagine, nonche di curare la sua forrnattaeione (Figura 4.57). Ad esernpio, posizionatevi nella casella AI centro e premete sul pulsante Data. Excel provvedera ad agglornare la data del foglio ogni giorno. Dope aver scelto Ie impostazion! che pxeferite fate die su OK eintestazioni e pie ill pagina saranno inseriti in tutte le pagine del vostro foglio.

Punti syllabus di rlfertmento 4.7.1.4, 4.7.1.5

Dopo aver deflnito tutte le Impostazioni, potete finalrnente stampare il vostro lavoro. Ricordate sempre di controllare i calcoli e i contenuti dei fogli di lavoro direttamente dal video e prima di stampare, per non dovere inutilmente ripetere le operaziani ill stampa e, nel easo dobbiate distribulre tra pin persons II vostro lavoro, per non generare confusione negli ignari destinatari.

Se fate e1ie sul pulsante Stampa sulla barra degli strumenti Standard, il foglio eli lavoro viene inviato direttarnente aIla stampante. se, mvece, selezionate il comando Stampa del menu File potete aprire la finestra di dialogo 'Stampa', che permette eli definire altre opzioni, per esempio il numero di copie o Ia parte della cartella di lavoro da starnpare (Figura 4.58).

Potete stampare l'intera cartella (doe ogni foglio di lavoro in essa contenuto), il foglio di lavoro su cui stavate lavorando (Fogli attivi), un intervallo di celle che e stato selezionato CSelezione), oppure un grafico; selezionatelo e aprite 13 finestra eli dialogo 'Stampa'. Notate che, nella sezione stampa,

Intes1azione [lJ1'Xl

Per FCl'mattare II testOI seIezlOl'lll'e lI't.esto, quIndi sc~re I pUs.ante CMatt«e.

Per Inset'lre un numero d1 pagltta, Ie data, I'ora, II pe,corso del filej d nptne del file; 0 della sdieda, po$ztQnare iI c::utsore nella casella dl IllOdiflca e sce_gllere II plJlsante deslde~Mo,

Per Inserlt~ una Imtmlglne: premere II pulsllnte Inseriscjlmma01f:\e. Per formattare 1'lmlMglne, posizionare d cursora nella G:asella dl modlfka e premere II puls8mte Formato IlTlim\glne.

~ -!1~ .!lJszJ ~~S ~~

,. .. .. •• ill ..

: : A11l;,nb'o::: :: a. destra:

~ I f, j 1~:rESrAZIONE i . r--------"T""":':

.. .. ..oil .

.. .. ill

~ * oil

· . .

· "

· '.

· '.



:

A stf:Ilstra:

I

Carattere

Data

Numero di pagine

Ora

: Nome foglio Nome file

Numero totale di pagine

Figura 4.57

Stampa -- ~11J1~

~~e~====~~====~~==~J

NOl!!.e: I~ Epsoll stylus l_EOO ESC/P 2 ::::J __ P[i_;;;,!Piet.;;_.' _,,_, '_' -,I

Stato:

Tlpo:

S~aJTlPa In czorso; 1 ~ento/l tn,attesa li:pson stylus 1000 5~P 2

Percorso; Commento:

veravenga.da Excel suddiviso in ph) pagine per la stanlpa) scegliete, ancora una volta, 13 voce Imposta pagina dal menu File. Nella seheda 'Foglio' andate alla sezrone Stampa titoli e premete 11 pulsante Comprimi finestra posto all'estremita destra del·

la casella Highe da ripetere in alto. A_ questo punta, URn volta apertasi la finestra di dialogo 'Jro:posta pagina - Righe da ripetere In alto:' selezionate tutta la riga (ole nghe) che Vi interessa usare

come titolo eli tutte Ie pagjne facendo clic sull'intestazione di riga, Noterete che Excel scrive automaticamente, milia

casella Righe da ripetere in alto, l'intervallo eli celIe da voi

selezionato. Premete, ora, direttamente il pulsante Anteprima di stampa e controllate che effettivamente ogni pagina contenga la riga del titolo.

rstatll18sutle

h

~I

Il .. OK

Figura 4.58

posizionata in fondo alla finestra, risulta attiva l'opziene Grafico sele e quindi, premendo su OK, solo quest'ultimo verra mandato in starnpa, come potrete comodamente osservare premendo il. puisante Anteprima.

Definite le opzioni che vi servono, comprese, nella sezione Copie, U numero di copie che desiderate stampare e fate clie sul pulsante OK.

Per stampare soltanto lilt :intervailo di celle potete anche selezionarlo e '1)Oi fare clie sulla voce 1 m posta area di stampa del menu File/Area di stampa: questo comando, inl'atti, permette di definire l'intervallo selezionato come area eli stampa, ovvero 1 'unica parte del foglio di lavoro ehe verra stampata, L'area di stamps pub essere definlta anche dalla scheda 'Foglio' della finestra 'Imposta pagina': se fate clie sul pulsante Comprimi finestra posto all'estremita destra deLia easella Area di stampa, potete immettere l'intervalJo selezionando direttamente Ie celle nel fOgUD eli lavoro. A1 termine, fate di nuovo die sui pulsante per visualizzare l'intera finestra di dialogo e premete Stampa 0 Anteprima di stampa per controllare l'aspetto del vostro foglio.

Punt! ~yllabus di riferihlento 4.7.2.1, 4.7.3.1

Stampare Ie righe de/ tito

Per atampare automaticamente Ia riga 0 Ie righe del titolo su ogni pagina (nel caso in cui un Ioglio di la-

Punt! syllabus di riferimento 4.7.2.4

Nascondere fa griglia

Quando si stampa un foglio di lavoro di solito compare anche Ia griglia tra le ceUe, come da impostazione predeIinita. In alcuni cast la griglia puo essers d'aiuto per la lettura dei dati, rna in altri puo anche rivelarsi inutile 0 fastidiosa. Per nasconderla-selezionate File/lmposta pagina, fate clic sulla scheda 'Foglio', quindi togliete il segno di spunta dalla casella Griglia.

Di fiance aila casella Griglia st trova anche la easella di controllo Intestazioni di riga e di colonna, che permette di vtsualizaare 0 meno nella pagina stampata i numeri e 1e lettere che deflniscono Ie intestazioni di riga e colonna. Per nascondere Ie intestazioni togliete il segno di spunta, per tornare a visualizzarle fate clic con il mouse nella casella, Se volete vedere l'aspetto del foglio con le nuove impostazioni fate elicsul puis ante Anteprima di stampa nella scheda.

Punt! syllabus dl rlferlrnento 4.7,2.3

I

In questa appendice:

• AttIibui.re un nome a una cella

• La formattazione autornatica

• La formattazione condizionale

• Compiere operazioni su stnnghe eli teste

• Filtrare i dati di una lista

• La strumento individua intervallo

• Igrafici

• Accorciare la strada con le macro

• Collegare i.fcgli di lavoro can le forrnule

• Opzioni avanzate di stampa

• Condiv:idere la cartalla di Iavoro can altri utenti

• Excel nel Web

• Inviare uri. foglio di lavoro per posta elettronica

• Inserire collegamenti ipertestuali nel foglio di lavoro

In Excel, si e vista che il nome iniziale di W1a cella ~ costituito daDe sue coordinate all'intemo della matrice di Tighe e colonne, chiamate "riferimento eli cella". In alcuni casl, perc, puc essere utile sostituirequesti riferimenti eon nomi ehe pennettano di individuare la cella in modo pili intuitivo: per esempio, si puo attribuire aile celle che contengono formule dei nomi che aiutino a identificare la loro funzione all'interno del foglio, come Totale, Media, Rioavi, in modo darenderle maggiormente riconoscibili e poterle raggiungere fadlmente. Quando si vorra aggiornare la formula dei Ricavi non sara piu necessario ricordarsi la posizione della cella contenente la formula all'interno del foglio, rna sara sufficiente digitare il suo nome nella casella Nome (leila barra della formula e premere Invio: Excel posizionera il puntatore direttamente nella casella de-

siderata. .

Per'attrihuire un nome a una <cella (0 a un interval- 10 di celle) posizionatevi sulla cella desiderata (oppure selezionate l'intervallo) e fate dic sulla easella Nome, in modo che Excel evidenzi l'indlrizzo

della cella. Digitate.il nome ehe volete assegnare alIa cella e premete Invio: iL nome che avete scelto apparlranella casella Nome.

Per evitare insistenti finestre di errore quando attribuite i nomi aDe celle, ricordatevi che i nomi devono iniziare can una lettera, devono costituire una parol a unica e non possono contenere piu di 255 caratteri. Ricavi99 e un nome di cella valido, ni.entreRicavi per il 1999noneunnomevalido perche contiene spazi tra le parole. Invece dellei spazio potete utilizzare il carattere eli sottolineatura, come in Ricavi_per_il_l99.9.

L'utilizzo di nomi per le celle pub essere esteso a molte celle della tabella; in questo modo e piu facile identificare i diversi elementi inseriti. Quando pero il numero dei norni mseriti aumenta, pub riuscire clifficile ricordarli tutti.

In questi casi e possibile scorrere la lista completa, in ordine a1fabetico, di tutti i nomi delle celle, selezionando il menu a discesa che si apre faeendo clic sullafreccia a destra della casella Nome.

Una volta individuato Il nome della cella che Interes sa all'interno del menu, selezionatelo e il puntatore si spostera nella posizione da esso definita.

Se dopa aver denominato una cella, 0 un interval- 10 di celle, decidete che il nome non e piu necessaria, potete eliminarlo procedendo in questa modo: selezionate Inserisci/Nome/Definisci, in modo che appaia La finestra eli dialogo 'Definisci nome'. Selezionate il nome della cella che volete eliminare e fate clic su Elimina, quindi su OK. Leliminazione del nome di una cella non comporta I 'eliminazione del contenuto .delle celle nel foglio eli Iavoro.

FOGli di caleolo

son ,~b mar Tolal~

7 7 5 19
4 7 17
'i 9 24
1.8 21 60
GIt&io02
!1M feb rmr Totrlt
Est 7 7 ·s 1.9
B 4 7 17
8 9 24
21 60 della sezione Forrnatl da appilcare che non vble~ te siano utilizzate dalla formattazione automatica. Se non volete the Excel modifiehi i numeri, per esernpio, eliminate 11 segno di spunta dalla casella di contrello Nurnero facendo elk su di essa (Figu~ fa A4 .. 2) ..

gen feb mar Tutale

Formatlazione eutarnetice E1~

PA8in~

P' ~~a/a1te2Za

avest Sud

21 18 21, 60

E.« 7 On. 6 ,SUd 8'

Hen teb mzr Tot.le

7 s 19
4 7 17
7 9 24
18 21 60 ".,,' .~ eu« Tor..la

8>1, e 71; 1~ 5€tS Qvast(; 6~ 4 ~ l' ~ 11 Sud € 8€ 7~ 9€24 Tot.a/~@ 21 E_ 16 € 21 '€ SO

19 17 24

Una funzione rnolto utile quando si dispongono i dati del foglio dilavoro strutturandoli come in un database, rna non solo in

questo case, e Ia 'Formattazione automatica', ehe permette eli applieare una combinazione predefinita eli formati a un intervalio eli celle, Per utilizzare questa funsione selezionate Ie celle da formattare, aprite II menu Formato e fate cIic suFormattazione autornatlca. Excel aprela finestra ill. dialOg\,> che permette di scegliere il formato da utilizzare (Figura A4.1).

Se volete scegliere i tipi di formattazione autcmatica applieabili da Excel, fate clic su; pulsante Opziorri della finestra eli dialogo e deselezionate le opzioni

Est

7 75 '19 Em

6 4 .7 17

8 7 9 24

, lotal.e 1-

j

!W'I fef) mar Totale

60

P'taratfcere ~Mo!:M

7 '7' 5 19

6 4- 7 1.7

8 7 9 24

DveSt SUd

QpziOti •••

21 18 21 60

~otIl~ 21

ClasSioo·l

7 T 5 19
6 4 7 1
8 7 _g 2A
21 18 21 6()
CIassioo3 Est @ 7'~ 7~ 5 ~ 19

Ovest@6 @ 4 @ 7 @ 17

S~d @ 8i;'i 7€ 9@24 Tolahe @ 21' -€ 18 € 21 € 60

Oasslc.o 1

775 64-1 879

gen

feb .mar

feb milr Totare' gen reb T-ota./e 01( I ,
gen mer
Est 7 7 5 1'9 Est 7 7 5 19 AI:InliJj! f.
'OveS'! 6 4 7 17 0vesl 6; 4 7 17
SUd a 7 9 24 SUd 6 7 9 24 I
·Tot.al'e 21 18 21 60' Total 21 18 21 60 Qsd!nI .•• Est Qv,esI SUd,

7 6 8

1 5

.4 7

7 9

18 21'

TotaTe

Figura A4 ... 1

Figura A4.:2:

ii1

E.ormata... I

Nessun format a irnpostato

8.gliliunllli >)i I _..;~;;;;l_im_il'l.;.a_" "_' ---!

QK

Figura A4.3

Oltre alla formattazione automatica che si e vista nel Capitola 4, un 'altra funzione - piu avanzata - che pub aiutare a tormattare if proprio foglio eli lavoro e la 'Formattazione condizionale'. Attraverso questo strumento, se II contenuto eli una cella corrisponde a determinati .criteri (per esempio e maggiore ill 1000), Excello visualizza con una formattazione prec1efmita. La forrnattazione condizionale puc essere

Sele<;:illllTla --:-------------r !l!!,ete r CG~tanti r Eo~mule

P' Numeri rv Teste P' Ilalorllogli::i IP' Errorl

r c:e~e\;!wote r ~ona cor.r.el1lEe r [1atr.h.e cor.rente

Qg(jjehti

r lOif,f,erer;uze nella r.i§.a

r Difr~er,eni:!e nella ~olonna r g~e.cetlenti

r Ilipendenti

r. Solo dlrette (" Tutti I livelli ("' !bI.ltima G,elia

r Solo Gelle vlsit!.ili

r- ,i~orma~i"iiondliiQ'marn

··········· .. ···~,'!··,·.··,····.I.·'I· .... ' .. ··,;

r C0nv~lida dati

r. Qlaal!ilaSI r !dentica

OK I Amn:wlla J

Figura A4.4

utile per identificare al primo colpo d'oechio i valori di determinati nurneri, per esernpio per mettere in risalto tutti i valori in Euro rispetto a quelli in Lire. Per utilizzare questa funzione selezionate le celle che volete formattare in base a certe ccndizioni, aprite il menu Fcrrnatoe [ate clic su Formattazione condizibnale. Excel apre Ia finestra eli dialogo 'Forrnattazione condizionale' (Figura A4.3).

Il prime elenco a eliscesa contiene le parole uti valore della 'cella e". Fate elie sul secondo elenco e selezionate un eriterio da utilizzare (tra, diverse da, rninore, maggiore di. .. )., quindi digitate negli altri elenchi il valore 0 i valori che volete utilizzare. Fate clic sul pulsante Formato: si aprira la finestra eli clialogo 'Formato celle', in cui potete selezionare il tipo di Iormattazione che preterite (carattere, dimensione del carattere, colore, bordo .. .).

Quando fate clic su OK compare di nuevo la finestra di dialogo Formattazione condizionale, con un'anteprima delle opzioni di formattazione che avete selezionato.

Se avete difficolta a individuare una cella che utiIizza una.formattazione condizionale potete selezionare ModificaNai (oppure premere F5) e fare clic sul pulsante Speciale della finestra eli dialogo 'Vai a'iapparira la Iinestradi dialogo 'Vai a formate speciale' (Figura A4.4) in cui poteteselezienare l'oj» zione Formati condiziona!i, in modo che Excel evidenzi tutte le celle che utilizzano una formattazlone condizionale.

Tra i valori sui quali e· possibile compisre operazieill vi sono anche le stringhe eli testo. Per fare un esempio, nel foglio eli calcolo sugli iscritti alla pale-

201

stra, si pub sornrnare la Iista eli nomi contenuti nella coloma A con quella delle relative categorie, contenuta nella colonna 1. Per sornmare due stringhe testuali si utilizza l'operatore testuale contrassegnato dal segno &. La procedura consiste nella scrivere la formula in una cella e poi copiarla nelle altre celle della celonna pel' continuare 1a serie,

Se, per esempio, nella cella A3 e contenuto il nome Rosy Villa e nella cella 13 e inserita la sua corrispondente categoria (Tnte.rmed:io), e possibile somrnare i due valori nella cella J3, inserendo nella cella Ia formula: =A3 & I 3. Premendo il pulsante Invio si visualizza nella cella J3 i1 risultato della formula, che e in questa caso Rosy Villalntermedio (Figura A4.5). Era il nome e Ia categoria non e presente aleuno spazio di separazione; per aggiungere uno spazio e necessario rnodificare leggermente la formula e inserire delle virgolettedi separazione fra un elemento e l'altro, scrivendo Ia formula in questo modo: =A 3 &" "& I 3.

Una volta creata la formula per J3, e possibi1e copiarla in J4, J5, J6 e cost via, continuando lunge la

colonna la Iista di nomi e eategorie. Se si seleziona la cella J3 e si trascina il quadratino eliriernpimento versoil basso, infatti, .il programma copia la formula prendendo come valori quelli contenuti nelle celle successive ad A3 e 13. Nella cella J4, quindi, viene mserita la formula =A4 &" "&I 4, nella cella J5 la formula =AS &" 11 & rs e cost via, continuando la serie. In questa modo, Ia colonna J viene riemptta con i valori. contenuti nelle colonne A e L

/I filtro automatica

NeI Capitolo 4 si e Vista 'COme sia possibile ordinate una lista in un foglio di Iavoro irnpostato come database in base a parametri stabiliti, Esistono peri) degli strumenti piu avanzati, che consentono per esempio ill "filtrare" i dati in modo da vtsuallzzare

Q Mir.rosof1 Excl?l . Esampio pillp.~lfi) L;]@~I

EJle ~II !Dsu_a 1flse;lsc1 Fgfmato $n'l1ertl IlatI AQestrll Z noml!we una ceIIil

D~fIiI~e aCb.~.I!;1Q -<JJ .-) .. r •. ~:t .. f.iUU D,@,87% .. 00.

Aria! .. 10 .. I G C S. .,. ~ m iii C % 000 ~68 {~$ {~ _" ~ .. A. ....

J3 /it =A3 &"&13

Gennafo Febbralo
601 5~1 7~ 60
"I01 3io 120 4§1
120 901 4,5 340
901 601 rut, SO
_a4.0~ _4~ ~Q 120
50 10 20 70
1201 11~~ 1~ 110
1101 .. po _g.O 45
!l.D JlPt 1_2_0 501
~ 1021) 915; 155 9301 64.30 ..w- ....,..... __ _='''~ _I

FIgUra A4.5

Q Microsnft Excel - compleanno

soltanto le righe che interessano. Da una.rubrica di Indirizzi, per esempio, e possibile ottenere Ia lista-di tutti gli amici.residenti in una eerta citta.

Il filtro permette non solo di visualizzare i datiehe inter.essano, rna -anche di modificarli 0 produrre grafici a partire 4;). essi, A differenza dell'ordinarnento, lo strumento del filtro non sposta IE!" righe della lista, rna nascortde le righe che non soddisfa- 0.0 i criteri di selezione,

Per individuare rapidamente gli elementi che volete visualizzare in un elenco, selezionate una cella del foglio, aprite il menu Dati e fate clic sulla voce Filtro, quindi scegliete la voce Filtro automatico:

Excel inserisce un pulsante. di selezione per il filtro automatico a la-

ta eli ogni etichetta eli colonna CFiguraA4.6).

Se si fa die su una dellefrecce dei puIs anti di seleziorte per. il filtro' e 'possibile visualizzare un menu COR. tutte le voci presenti nella: colonna e scegliere 13. voce in base alla quale filtrare i dati. Per tornare a vedere tutte le tigh_e del foglio 'selezionate dal menu la voce Tutto.

Digit",,,, u" ... dQllldr>da.

Figura A4 .. 6

zati, cioe filtri che possono essere utilizzati per visualizzare righe in grado, eli soddlsfare pili condizioni in una stessa colonna.

In questo modo, per esempio, nella lista degli indirizzi si possono selezionare .le righe che fanno riferimento a pill nornidi citta, Sescegliete la voce Personalizza dal menu per il filtro che compare a late di ogni colonna, Excel.apre una-finestra di dialogo nella quale e possiblle Irrdicare i criteri eli selezione (Fig:ura A4.7).

Nella casella Mostra percorso righe selezionate l'operatore eli confronto ill base al quale filtrare i dati: gli operatori possono essere 'uguale a, e mag-

P~~sollali~za fiUro automtlti~o .' -. I1JLRl

Filtri personalizzatl

E anche possibile raffinare-la ricerea e applicare dei filtri personalis-

figura /1(4.1

I AnmY!la

'I'

giore eli, e rninore eli .. .', oppure, nel caso eli valori testuali, 'inizia con.finisce con, contiene .. .'.

Una volta inserito l'operatore di .confronto, inserite il valore da utilizzare come. terrnine ill confronto nella casella del valorealla sua destra. In un foglio per la contabilita, per esernpio, potrebbe essere necessarib selezionare tutte Ie vocidi.spesa che superano € 20;0.

Nel menu di filtro posto a Jato-della coIonnaSpesa dovrestescegliere la voce Personalizza, quindi selezionare .l'operatore 'maggiore di' e il valore di confronto 2 00. ill questa modo Excel visualizzerebbe jsoltanto Ie righe che contengono valori ill spesa superiori a € 200.

Nella finestra 'Personalizza' e possibile utilizzare anche due criteri ill filtro per 1a stessa colonna, per esempio cercare le righe the contengono valori compresi fra€200 e € 400.

Dopo aver se1ezionato il primo operatore di confronto 'maggioredi' e il valore eli confronto€ 200, si deve fare clie sulpulsante AN 0, introdurre un secondo operatore eli confronto, in questo easo 'minore di', e digitare il valore di confronto € 400. In questo modo Excel cerca Ie righe che contengono nella colonna S pe s:a valori rnaggiori diE 200 e minori di E 490. L'operatore 'AND', infatti, seleziona idati che soddisfano entrambe Ie cendizioni, selezionando l'operatore 'OR',invece, si filtrano i dati che rispettano soltanto una 0 l'altra delle due condizioni.

6'3 Microsoft Excel- Cartel3

~[j 5~~ti ~I1i~ ;, ~@ ... ~I~"1

W~ricd ·I~ G C S - f

~OMMA .- X ..J IX =SOMMA(B2'S3)

" .'
,A E! it T 01' T f
n I I I I
;2, 251
a 51
4! I=SOMMAtB~: 83)
'I~
5 _ -LI SOMii"1A(num-l i [num2]j •.. ) I I
15
7' I !
a I T
9 j I I Figura A4.,8

Excel ofire uno strumento specifico, 'Individua intervallo', che permette di identificare l'insiemedel'le celle utilizzato in tina formula, in modo-cia visualizzarlo e modificarlo pili facilmente.

Se si fa doppio clicsulla cella che contiene una formula, infatti, Excel evidenzia con un bordo colorato l'intervallo dicelle a cui Ia formula fa riferirnento (Figura A4.8).

Per . spostare IDl riferimento a una cella, quindi, e p~ssil:iile trascinare 1a cornice della cella-~U4'altr.a posizione; pet ridimensionare un intervallo-di celle al quale fariferimento la formula, lnvece, basta posizionarsi sul quadratino-di .riempimento situatb nell'angolo basso eli destra della cornicecolorata,

trascinarlo tenendo premuto il tasto sinistro del. mouse, quindi rilaseiarloe premere Invio.

I

La Batra degJi strumenti Grafieo

Per Iavorare su un. grafico pili agevolmente, potete aprire la barra degli strumenti Grafico, che conttene numerosi pulsanti utili per visualizzare e modificare gli elementi del grafico, Aplite il menu Visualizza e-selezionate Barre degli strumentl/Grafico. Nella barra degli strumenti si trovano i seguenti .GOrnandi-(FiguraA4.9):

Fl~ra A4.10

~----~----~I~~~~-4----~ •• @

• , .. 11----------+-----1-

Figura A4.9

• Oggetti grafico: utilizzandG questoeienco e possibtle selezionare U110 degli elementi del grafico senza clover fare die su di eSBQ.

• Formato oggette selealoneto: permette d1 rnodificare Ia Iormattazione dell'elemento selezlonato nell'elenco Oggetti grafieo. Le opsieni di formattazione diBpenibUi dipendone dall'oggetto selezionato. Se l'oggetto e l'area del grafico, per esempio, si possono modificare il rnotive, il tipo carattere e Ie proprieta, mentre sesi tratta dell'asse delle categoris si possono cambiare il rnotivo, la scala, 11 tipo carattere, il tipo di numero e l'ailineamento.

• 7ipo di graf;oo: consente di scegliere un tipo di grafico diver so per la rappresentaziione dei dati (Figur,a A4.10).

• Legenda': facendo €lie su questopulsante si pub

aggiungere una. Iegenda a destra delt'area del traeeiaro, oppure, se iI grafico la conttene gill, rlmuoverle;

• Tabella dati:~visualizza sotto-ilgraficQ una tabel~ la che contiene i dati utilizzati per crearlo, oppure, sa Ia tabella e gia prese.nte, perrnette di cancellarla,

• Per riga: traecia la sene di dati delgrafico in base aUe righe de; <dati.

• Per ooionne. traecia la serie eli dati del grafibci in base aile colorme del dati.

• tnctine if testa in basso: modifical'aspetto delle eticnette degliassi x in mode che appalano inclina.te verso it basso.

• Incline if testa in alto: modifies l'aspette delle etichette degli assi x in modo che appaiano tnclinate verso l'alto.

_-

_-<-

;-

t

GUj'lnllln

-

~!

J~,_-- '~ ~I ~

FI~ra At.. 1i 1

L'interva.llo dei dati per i/ gra.fico

Se il grafico si trova nella stesso foglio dl lavoro che centiene i dati, quando si selezlona l'area del grafico appare un bordo colorate attorno aUe etiehette e a1 dati utilizzati per ere arlo (Figura A4.11). E possibile spostaee n bordo in mod€> da tidefWre l'intervallo dei dati rappresensati nel granco, per esempio per aggiungere una se-

Ik2~

Mo~i'\!o J

·Etic;hette dati

- - -- - - ~ -- -- -

Formato sarie dati 12l~

I!.Ssa

0,fdine dele serre

zione della serie rtel:g.ra:fico CFi~ura,A4.J2,. I earnbiarneriti s0no iisualizzatinell'antepnma dispcniBile aJI'iriterFid'deJ.la fine§tra. Quando siete ·s·bddisratti dei risultati.raggiunti fate-clio su OK. La finestra di dialogo sara ehi:usae il grafico saraq,ggiom;\to col nuovo ordinedelle serie di dati.

La formattazlone degJi assi

Anche.Ia formaotazione dell'asse x' ° dell'assey pub essere rnodifieata per rneglio risponderealle caratteristiehe del grafico. "Be, per .esempio, volete modificare 1a forrnattazione.dell'asse y dal formate

Numercat formato Valuta, fate. elie con il tasto destro delmouse, sull'asse.·y e scegliete il comando

Formatp asse. 'Si apriI:a 1a finestra ill dialogo 'Formato asse', in cui deveessere selezionatala seheda 'Numern' (Pigura A4.13). Scegliete 1'qpziqne Valutanella easelIf! t:~tegoria: lao casella Esempio mostra come le eelle selezionate-appariranao dopo l'applieazione delia. nueva foma:ttazioJle: fate·.litic su Okin modo che il.grafico, sia aggiornato con le nuove .opaioni,

Figura A4.12

®If 1

riedi dati. Laprocedura da seguire ~ rnolto semplies: d.igit~te i dati e le etichette che volete aggiungerenelle celle adiacenti ai datiesistsnti. £e~ lezionate l'area tiel grafi~o faeendo die'. sull'area vuota lira il bordo del graflco e.l'area del tracciato, quindi trascinate.il quadratino nell'angolo in basso a.destra del bordo ill delimitazione

fino a: indudere i nuovi dati rtella . selezione: quando rilasciate il tasto del mouse Excel 'visualizza il ,grafic6 ehe rappresenta ll· nUbV8 lntervallo di dati.

Domine delle serle dl dati E possibil€Lmodific.areTordi:ne delle.serie di.dati jii" un graficoper facilitarne la Iettura per raggrupparIe.seeondo Uno schemache si ritiene Pili JQgicb. Per cambiare -l'erdiOne 'delle serie di dati fate clic su una sene con il taste destro del mouse e scegliete fl cemando 'Formato serie 'dati'. Selezionate la scheda 'Ordirte delle-sene' della finestra ill dialogo 'Formate sene dati', scegliete W1a sene nella, ca~ sellaOrdi ne.delle se.rie,quindi fate #ie sul pulsante Sposta su 0 Sposta giu per medifieare la posi-

F~rmilto as; . . .. _. . _. .. - ITlIRI

Motjvq 1 ~!:ala'

Figura A4,13

Quando; si crea un grafico, Excel definlsce automaticarnente le scale dei valorl degli assi derivandole dai vaiori utilizzati per creare il grafieo, Ecormmque possibile cambiare questa scala, per esempio se le serie dati risultano troppo vicine e Ia scala automadea non riesce a evidenziare Ie differertze. Sele_zionate Ia scheda 'Scala' della flnestraPormara asse': 1e opzioni. ehe si trovano sotto Irnpostaztoru autematichesono quelle pre definite da! programma. Le opzioni Valere rninirno e Valors rnassimo definiscono U val ore iniziale e quello finale su cui e impostato l'asse, rnentre Unita prlncipele e Unita secondaria specificano l'untta di suddivisione delI'asse tra i due estremi. Pel' rnodifieare la scala.dall'asse selezionate Ie caselle e digitate i valori eli riferimen.to, quindi fate clic su OK II grafico sara aggiomato con la nueva scala dell'asse ..

Grafid 3D

Se avete scelto eli rappresentare i vostri dati attraverso un grafic03D, potete intervenire sulla visnaIiszazione tridimensionale modificandone rei evazione e la rotazione. Uelevazione erea un effetto visivo simile a queUo che 5i avrebbe osservando it gratleo da punti eli vista a. diverse altezze, mentre la rotazione rnuove il grafico intorno all'asse verticals. Per regolare la visualizzazione di un grafico 3D fate elic can il taste destro del mouse SU_ un'area vueta del grafico e selezionate il comando Visualizzazione 3iD dal menu di scelta rapida.

Excel apre la finestl'a'VisuqJj_zzazione3D' (Figura A4.14): digitate. i valori nelle caselle Elevazionee Rot-azione oppure premete i pulsanti relativi. IJeffetto ottenuto con l'applicazione delle nuove impostaz.ioni viene mostrato dal gr.afico _di esernpio chs SI trova nella finestra di dialogo .. Fate clic su OK e il gl'afico sara aggiornato con Ie nuove modatita di visualizzazione,

Anche in Excel, corne in Word, per autornatizzare procedure rieorrenti, quali la creazi:one ill un grafico .0 la formattazione eli una tabella; si pub rieorrere alle macro, che, come abbiamo visto in Word,. psrmettone ill associare una particolars operazione a un sernplice comando 0 a una combinazione eli tasti, Se, per esempio, abbiamo una tabella che viene aggiornata quottdianamente con nuovi dati possiamo creaore una macro per registrarela sequenza ill comandi concuiappllcare Ia corretta formattazione at dati. Per-registrare una macro aprite il menu Strumenti, selesionate la voce Macro e fate clic su Reg.i.stra nueva macro (Figw~a A4.15) si aprira la finestra 'Registra macro' (Figura A4.1G). Digitate 1U1 nome per Ia macro nella casella Nome macro e una lettera nella casella Tasto di see Ita rapids, per creare I'associazione d.i tasti ehe servira per.riehiamare

Iarnaere: se volete eseguire In vostra macro premendo Ctrl+A, per esempto, digitate la lettera a.

Per aggiungere una descrlzione alla macro, senvetela nella casella Descrizlone. Quando fate elic su 0 K Excel

aceende il registratore e apre la barra degli strumentt lnterrompi

registrazioni. A questo punta potete eeeguire Ie a~0ni che volete regtstrare, per esernpio selezionare un font e

1a formattazione in grassetto, quincU fate cllc suI pnlsante Interrompi registrazione (Figura A4.17).

- - - - - - - - - - - - ---

VisuaUzzazione 3D 1II1K1

!:rospettlva:

130. .

~I ~I

-<C:)-I

E_leVa2Iolile·,

I.~

nl

Botaz!erne=

120

__!j IV Scala au~omatiCd . I" r Angola rette

~ AIt'~2a: 1100 % della base

r

OK

Figura A4. ,. 4

Chludl

8Jt1plfca

bella LJ(QJ[R)

~o :atrurnehtJ ~ ~tl' f.i!:[8stre t Diljlt61 e: UI1Il domanda. 7 _ lSI x
~ ;;. ~ Contro~o, ortogratfa •. , F7 • .@ 87"10 ". (1)7
~ is ~i:lr1trollo etra rl, , , ~I _':'I..,& .. ~ ....
Coo.dlvldl cartalla di lavoro."
Q Revisionl ). I J r-
~ ...
Confronta 8 unlsci f_Clrtelie dllavoto". C~_!jJoria 1-
-
- ~otezione ). Intermedio RosvVilia Intermedlo
_] Inlermedlo Elisalletla Marchesllnlermedio
Conl!.erslone euro" , Interrnedlo IMaria Luisa stucchi lnlermedio
- C'9!labor!zlon~ in linea ). Avanzato Fabio Daneluzzl Avanzato
Prlnciplanle
- Ricerca oblettlVo.,. Avanzalo
_1 Sq~_narl." AVanzato
.i .Er.lb£!IDrulIe
verfflc.a formula ). Prlnclpianle
- Servi21 sui lOCeb. "
9
1 Mauro 1·1 .. Macro ... ALT+f"8
Compon!!.ntl aggluntlvL" I. B.~.a nUeva mo¥l'o." I
-
-~ Opzlol1l corre§.ione automatica, " e.rotezione. , •
Per§.o n allzza ... 1Ll ~Isual Basic Editor ALT+Fll
-
- Qp.zionl... fI!D Microsoft Sc,ript Edltor tiLT +MAIU.SC +Fll
.....,- - Figura A4, 15

La macro e stata creata: per assegnare 1a corretta formattazLone a una 0 pill celle e suIficiente selezionarle e premere la cornbinazlone eli tasti scelta per la macro.

Figura A.4.1 7

Figura A.4.16

Poiche Excel permette di operare su piu fogli contemporaneament.e, quando si utilizzano formule che fanno rifertmenti a pili dati e possibile suddividerle in fogli diversi e quindi collegarle, E una funzionalita cui si puo rieorrere, per esemple, quando si ha il totale delle spese del prime trimestre su UR foglio eli lavoro, quelIo del secondo trimestre su un

secondo foglio, quello del terzo trimestre su un terzo foglio e quello del quarto su un quarto foglio, Per trovare il totale delle spese annuali si pos-

sono collegare 1 totati di ogni fogUo in un. quinto foglio diIavoro.

Creare una formula ehe utilizzi i dati contenuti su un altro rogUo eli lavoro e molto serupllce: fate elic nella celle in cui volete ehe appaia la formula, digitate il segno =, fate clie sulla schema del fogUo dl lavoro che contiene t dati da utilizzare, guindi nella cella che vi interesse.

Excel compone automaticamente nella barra della formula il riferimen-

~ -.~--. -_ - - -~ -

Registra macro [1J[RJ

NQ,me macra;

IMacrol

iI.as~o dl scelta raplda:

CTRL+ja'

Memerlzza meero In:

IQuest.a cart ella qi lavora

~e:mlzlone:

IMacro reglstra.ta n 09/01/2003 de

OK

Annwlla

~.---.---.-------'---------~---------------------'-----'------'------r-----'---~

~~~~~~~~~~~~--+-~--~~~~r

,-' ",.& ... A,.. -

.... !.!. __ -=~ € .l'ollUu do (s ;,.-_

=Vsndite Primo Trimestrs'lffi+Vendita Secondo Trimestre'!E5

H

I ~ I ElF G

Fig!Jra A4. 18

todi cella, costituito dalnome del foglio ill lavoro e dall'indirizzo di cella, per esernpio I Vendite Primo Tritnestre I !E5. Il nome del foglio di lavoro (a menoche non sla costituito da una sola parola) appare tra virgolette singole, seguito cia un punta eselamativo. A'questo punto fate clic sulla Jjami. della formula e digitateun operators, come da procedura, per esempio il.segno +, inserite gli altri riferimenti di cella, nella stesso i:nodo in cui -avete inserito il prime, e premete Invio. n risultato della formula apparira nella cella dove avete inserito il segno = (Figura A4.18).

Suddividere i fog/i di lavoro

Excel di solito riempie una pagina intera con i dati di tID foglio di Iavoro, poi iniziaa stamp are su una seconda pagina. Per assicurarvi che la suddivisione

delle pagine sia ordinata -8 abbia 1Ul senso Iogico potete inserire le interruzioni di pagina.

Per creare un'interruzione selezionate Visualizza/Anteprima interruzioni di paqina: Excel mostra il foglio di lavoro circondato da una linea colorata e can delle linee tratteggiate, che indicano Ie interruzioni.di pagina predefinite, dettate dalle dirnensioni della carta, Fate' clic 'nella cella in cui volete inserire un'intetruzionedi pagina verticale od orizzontale e selezionate Inserisci/lnterruzione di pagina: Excel tracoia un'interruzione di pagina verticale e orizzontale, visualizzando una linea continua, a sinistra e in cima alla cella, selezionata (Figura A4.19). Per tomare alla modalita di visualizzazione precedents ,selezionate Vi sua I izza/ Normale.

Se non siete soddisfatti delle interruzioru di pagina che avete aggiunto _potete eliminarle facilmente: dopo averle visualizzate, posizionate il puntatore del mouse sulla linea blu sontinua dell'interruzione di pagina che volete cancellare, in modo che il puntatore si trasforrni in una doppia freccia, e tenendo premuto il tasto sinistro trascinate il mouse verso il

Q Microsoft Excel- Esempio petestra

- ~ 61e MOdlfl~a ':ilSuallzzll lh$lIrlstl FQi:thafo ~menH ~a~ Fi[lema 1-

- I] ~ !iiiII r@ e 114! [l. ~ 1o~ ~ ~ ~11(") .. r" ·I'l. I: ,. ~ !L U 10

i Arial '" 10 .. I G C s )== ~ :§_ m I '4iI € % 000 :~8 ~~8 I ~ ~

D1B

..

I

Be 0 ErG" r

!i,_--";o, .$bb!M! !!1m! bl!!j~'!I~ _ _'lll'-"'rgi-'tq~l'!l.~"'_=LQ,W! C" •• lIIl!.1io

2

Figura A4. 1 9

lata superiore 0 sinistro del foglio eli lavoro, quindi rilasciate i1 taste,

Una cartella di lavoro pub essere condivisa tra pin persone, in modo che tutti abbiano la possibilitadi lavorare contemporaneamente sullo stesso foglio, aggiornerlo 0 estrapolame delle informazicni.

E un sistema ehe pub essere utile in ogni situazione in cui piu persone devono Iavoraresugli stessi dati .. In questa modo, infatLi, si evita di duplicare conttnuarneate ll file di lavoro per distribuire la copiaaggiornata a tutti i collaboratori, creando spesso informazioni ridondanti 0 sfasature nell'aggiornamento,

Per utillzzare una cartella di Iavoro in condivisione eon altrl utenti e necessario salvarla come cartella condivisa in un apposito spazio in rete. Di sollto,.le aziende che possiedono una rete locale per la eomuntcaztcne Intema impostano degli spazi. "comuni", che tuttil dipendenti possono utilizzare per scambiarsiinformasioni e condividere risorse, E possibile quindi salvare il lavoro in Excel come cartella condivisa in questa spasio comune, in modo da rendsrlo visualizzabde agli altri utentr e per-

rnetterne la modifiea simnltanea da: parte di piil revisori,

Questa mbtlaJita, inoltre, attiva la funzione di 'Oronologia revisioni', checonsente di evidenziare in modo diverse le modifiche apportate da ogni collaboratore, cosl da tenere sotto controllo tutti gl.i interventi

Per creare una eartella condivisa in Ex.cel selezionate 1a Voce Condivldi cartella di lavoro del menu Strumenti: Excel apre 1a scheda 'Modifiche' della finestra di dialogo 'Gondivisione file' (Fig\.lI<1 A4.20).

Selezionate la casella di controllo Con senti rnodifiche contemporaneamente da pi.u utenti e unione cartelle di tevoro.e premete il puls ante OK.

Il programma imposta 11 file come cartel1a condivisa. A questa puntoe sufficiente sal.vare i1 file in uno spaz:io della rete accessibile agll altri utenti, per esempio sul server, e il file diventa. disponibile per la Iettura e la modifiea da parte dei collaboratori che hanno l'accesso a quell'area di rete.

Anche Internet {si veda il Capitolo 7) pu~ €_ssere utllizza:ta per ecmdiviciere 11 fegllo elettrenlco con altri ut.enti ecreare dei collegemential proprio lavoro.

Le nuove versioni eli Excel, inoltre, permettono eli utilizzare 11 Ioglto diIavoro come strumento per organizzare dati in rete, scambiars :inforrnazioni e eollegsrs! ad altre risorse.

E possibile aprite una pagina Web can Exee'1: in questo modo i dati contenuti nella pagina sono visualizzati nella ,griglia eli Excel e possana essere utillzzati e manipolatl come elementi attivi del foglio. Per aprire con Excel un file HTML, il formate del documenti in

Internet, selezionate il menu File e scegliete l'opzione Apr], Nella 6- nestra eli dialogo per I'apertura dei file e possibile prelevare it fll.e .. htm da una cartalla del proprio

computer oppure cercarlo direttamente in Rete ..

Con ll puls ante Ricerca sui Web (queUo con Ia lente di ingrandi-

Modtidle I Avanwe I

_. -

Condivisiollp. file [1J(g]

Esclu~lvo • os 0 J 20039.52 _

~:

OK

Figura A4.21)

SOl\lil con nome - - - - - ITl®

~satlLam: I' ea tImI a <?'"'~ I (!fi x d!f IimI " S~nti:"

.-~----r---·-~:------~'~~-~===~~=--~~···~-----------------------------------------~

[it]

~rpnoJagla

F"igur~ A4.21

t1'~lo:

•. !y:omefije:

~ clre_t:e; Tlpo fila:

Ill'amneWeb

menta sill mappamondo, posto nella, barra degli sbruntenti .Standard) e infatti possibile aprire il Itir0wser pet Ianavigazione in Internet e cercare dif.Eftbamertt"e I'indirizzo della pagina.che si vuole april;e.

Una volta aperta ill pagina HTML, i suoi elementi S0i1b siiddivisi in vade celle ed e p:6ssibiJe rnanipolwli, spostarli 0 compiere operazioni su di essi come SO' qualsiasi valore in Excel.

'#,. differenza eli Excel 97, che perrnette disalvare i flJ)@ eli Iavoro in formate HTMLma genera pagine smtiche che non possono essere manipelate dachi Ie consulta, ExcelXP consente di create pagine Web interattive.

Quando sq}vate la pagina in una pagina Web, fate Qlie sul puls ante .Selezlona: Foglio e attivate la casella - Agg i u n 9 i lnterattlvlta- (Figura .. 44 .. '21). In llue,sto modo. chi.legge il foglio con ilffrowser internet E~plorer, pub modificare il contenuto e laformattazionedi tutti i dati. Dopa aver aperto il foglio eon il browser e sufflciente fare clic con il tasto deSul,O del mouse in unacella e selezionare la voce eps~lla detle propneta dal menu di scelta rapida,

n iog1iddi cal colo pub anche essere inviato direttamente a on destinatario eli posta elettroniea; oil pul-

sante Posta elettronica, che si trovEl: sulla barra degli strumenti, perrnette.infatti eli inviare i1 contenuto del foglio di Iavoro corrente' come testa del messaggio ill posta elettronica.

Se fate clic su questa pulsante, compare-ua'intestazione di posta 'elettrbmca: digitate l'indirizzo del destinatario e fate die sulnvia questo foqllo, Verra creata un'e-mail nel vostro programma diposta elettroruca, chesara inviato nonappena Vi c.61- legherete a Internet.

All'internodel.foglio e possibile inserire anche collegamsnti ipertestuali, in. modo da rena ere il documento attivo e collegarlo ad altre risorse, sie sul proprio computer sia in rete.

II riferirnento di un collegarnento ipertestuale pub essere non solo un altro foglio di lavoro rna anehe una pagina Web, un'immagine, un file audio o video che illustra parti del foglio.

Per inserire un collegamento ipertestuale in un faglio: eli lavoro selezionate lacella, Q I'elemento grafico, in cui volete attivare il link e premete il pulsantelnserlsci collegamento ipertestuale, posto sulla barra deglistrumenti Standard, oppure seegliete la voce Colleqarnento loertestuale nel menulnserisci.

lnserisci eollagameato ipertestuela I1JIKI

(;c!l~ga a:

Iesto da,viSwalizzal'e: IFo:gliOl!Al n

ITl!l

File 0 pe:glntl: ytebeslstente

o Document! bDocumentl condivisi ~'OICRXOOABZ (c:) r------u. ~-Disco IOlUlle(D:)

Pagine . Floppy de 3,5 pollid (A:)

lLIS.\Ja!1Z~ate' .~. Uni'ta CD (E:l

Cartalla i:"I'llente

~

Insarlsci net dotUmento

~

Crea nuevo ·dOJlUm~to

FIle ~ecel'ltl

~

[ndlrl~odl posta ~~tro(llca

Annuua

Segnalit8'o ".,

Figura 1\4.22

Excel apre la finestra didialogo 'Inserisci collegamenta lpertesruale', in cui. e possibilespecificare Ia posizione del file con cui si vuole creare il collegamenro (Figura A4.22).

All'interno della ftnestra 81 trova una barradei pereorsi che permette eli collegarsi ad aree d.i Iavoro differenti. Con:il pulsante File 0 pagiha Web esistente si possono selezionare un file 0 una pagina Web cercandola tra le risorse del computer 0 in Rete. n pulsante lnserisci nel documento permette eli create collegamenti da una parte all'altra della stessa cartalla eli lavoro. Selezio~ando questa pulsante- e possibde create un riferirnenta a un'altra cella dello stesse fogUo 0 di un altro foglio della eartella. In questo modo sicreano delle "ancore" tra .i dati: selesionando un link ci si sposta all'interno della cartalla ed e possibile costruire dei percorsi d.i Lettura ehe facilitanq la comprensione deidati,

n pulsante Crea nuevo documentc eonsente di collegare l'elemento del ioglio a un file non aneora esistente, cost da "mettere in cantiere" un collega-

mento che S1 intends costruire in unseeondo memento.

Con l'ultimo pulsanta. Indisfzzo di posta etettronlca, si pub collegare un elernento del foglioa un indirizzo e-mail: in questo modo selezionando illink si apre direttamente il programma per la gestione della posta e si accede a un modulo per Ia spedizione dove Ie caselle per I'indirizzo ,e per l'oggetto sana gia impostate,

I collegamenti ipertestuali arricchiscono le informazioni contenute nel foglio permettendo canfronti can altri dati, approfbndimenti 0 l'inserimenta eli elementi multimediali Per aiutare i lettori del foglio a capire la funzione del link e quindi scegliere se visualizzarli, e utile ~ggi.ungere un suggerimentoche compaia al passaggio del puntatore suleollegamento, Per inserire un commento, premete tl pulsante Descrlzione nella finestralnseriscicollegamentoipertestuale, digitate il testa nella casella Testa della descriztonee prernete 11 pulsante OK.