Sei sulla pagina 1di 46

Concorso personale docente 2016

Prova orale AD 04 (A012-A022)

Titolo: Fenoglio e la letteratura della


Resistenza

Candidata: Alessandra Verdicchio


Progetto: La seguente attività didattica è stata organizzata alla luce del
progetto verticale “I luoghi della memoria” contenuto nel PTOF.
Nell’ottica della valorizzazione del territorio come laboratorio
letterario-storico-geografico saranno richiesti per tale progetto la
partecipazione e l’intervento dell’A.N.P.I.

Interdisciplinarità:
Il progetto viene realizzato con la collaborazione tra:

Il docente di Lingua e Letteratura Italiana: Fenoglio e la letteratura


della Resistenza.

Il docente di Storia: La lotta partigiana nelle Marche.


Destinatari:
Classe V di un Liceo linguistico
Cfr. D.P.R. n. 89 del 15 marzo 2010

Descrizione del contesto classe:

La classe è composta da 20 allievi (11 femmine e 9 maschi).


Sono presenti due alunni con Bisogni Educativi Speciali:

• un alunna con svantaggio socioeconomico con disturbo


d’ansia (Cfr. direttiva ministeriale 27 dicembre 2012 recante "Strumenti di intervento
per alunni con bisogni educativi speciali)

• un’alunna con certificazione di Disturbi Specifici di


Apprendimento: disgrafia (cfr. legge 170/2010 - Linee guida per il diritto
allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento)
Alunni BES e INCLUSIONE:
Gli strumenti d’intervento previsti dall’art. 5 della L. 170/2010 e
contenuti nei PDP sono:

L’uso di una didattica personalizzata ed individualizzata


Modulare l’intervento didattico adattandolo allo stile cognitivo e
d’apprendimento privilegiato dallo studente BES

L’utilizzo di strumenti compensativi


Software con sintesi vocale, registrazione, programmi di videoscrittura,
tabelle, mappe concettuali C-map, versione digitale del libro di testo

L’adozione di misure dispensative


Copiare lunghi testi alla lavagna, leggere ad alta voce.

L’adozione di adeguate forme di verifica e valutazione


Tempi più lunghi per l’esecuzione, maggiore peso valutativo al contenuto
piuttosto che alla forma. (D.M. n.5669/11)
Contestualizzazione della
progettazione:

L’intervento didattico è svolto nel mese di


aprile.

Tempi:
6 ore di lezione
Giornata di incontro con l’A.N.P.I.
3 ore per la verifica sommativa
OBIETTIVI: conoscenze, abilità, competenze (Cfr. Quadro europeo delle
qualifiche per l’apprendimento permanente)

CONOSCENZE: Indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso


l’apprendimento. Le conoscenze sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative
a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.

ABILITÁ: Indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare


a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive (uso del
pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di
metodi, materiali, strumenti).

COMPETENZE: Indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e


capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello
sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termine di
responsabilità e autonomia
OBIETTIVI: conoscenze (Cfr. Linee guida D.P.R. n. 89 del 15 marzo 2010 )
Conoscenze Interdisciplinarità
Conoscere il contesto storico-sociale-artistico in cui si trova ad operare
Fenoglio: L’Italia dei due conflitti mondiali e il secondo dopoguerra.
Conoscere il contenuto delle seguenti opere: Il partigiano Jhonny; Una
questione privata.
Conoscere il pensiero di Fenoglio in merito alla Resistenza e alla
letteratura.
Conoscere lo stile di Fenoglio: il plurilinguismo e l’impiego della lingua In collaborazione con il docente di
inglese ne Il partigiano Johnny. Lingua inglese.
Conoscere il contenuto dei seguenti romanzi sulla Resistenza: Il sentiero
dei nidi di ragno, Uomini e no, La casa in collina.
Conoscere le tappe della lotta partigiana italiana. In collaborazione con il docente di
Storia.
Conoscere gli episodi salienti della Resistenza marchigiana. In collaborazione con il docente di
Storia
OBIETTIVI: abilità. (Cfr. Linee guida D.P.R. n. 89 del 15 marzo 2010)

Abilità
Esprimersi in forma scritta e orale con chiarezza e proprietà, variando l’uso della lingua a seconda dei
contesti e degli scopi.
Saper leggere e comprendere testi di diversa natura, cogliendo le implicazioni e le sfumature di significato
proprie di ciascuno di essi, in rapporto con la tipologia e il relativo contesto storico e culturale.
Cogliere le relazioni tra il testo, il suo contesto e confrontarle altre discipline, tradizioni e culture.
Riconoscere l’interdipendenza fra le esperienze che vengono rappresentate (i temi, i sensi espliciti e
impliciti, gli archetipi e le forme simboliche) nei testi e i modi della rappresentazione (l’uso estetico e
retorico delle forme letterarie e la loro capacità di contribuire al senso)
Comprendere la relazione fra letteratura ed altre espressioni culturali, anche grazie all’apporto
sistematico delle altre discipline (storia, storia dell’arte).
Formulare giudizi ed esprimere opinioni.
Ricostruire le proprie conoscenze in un elaborato digitale.
OBIETTIVI: competenze. (Cfr. Linee guida D.P.R. n. 89 del 15
marzo 2010)

Competenze da attivare in conformità con la Raccomandazione


del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006
relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente
(2006/962/CE):

I. Comunicazione nella madrelingua


II. Competenza digitale
III. Imparare ad imparare
IV. Competenze sociali e civiche
V. Senso di iniziativa ed imprenditorialità
VI. Consapevolezza ed espressione culturali
Metodologie:

Brainstorming

Lezione frontale

Lezione partecipata e dialogata

Cooperative learning
Strumenti:
LIM
Libri di testo
Sitografia on line
Cmap
Prezi
Powerpoint
Wiki
Collegamenti interdisciplinari:

Storia: La Resistenza italiana e la lotta


partigiana nelle Marche

Lingua inglese: La traduzione del


plurilinguismo fenogliano.
Prerequisiti:
Conoscere il contesto storico e sociale di riferimento
all’autore: L’Italia nel periodo della Resistenza partigiana.
Conoscere la biografia di Fenoglio, la sua produzione e il suo
pensiero (studio autonomo).
Conoscere il romanzo Il partigiano Johnny (lettura nel mese
di marzo).
Conoscere e riconoscere gli elementi del testo in prosa:
narratologia.
Realizzare un saggio breve, un’analisi testuale, un tema
storico.
Realizzare una mappa una presentazione con Prezi / Power
Point.
1° Lezione: 30 minuti
Analisi dei prerequisiti attraverso un brainstorming.
Domande stimolo sulle preconoscenze.
« Sempre sulle lapidi, a me basterà il mio nome, le due date
che sole contano, e la qualifica di scrittore e partigiano. »
(da I ventitré giorni della città di Alba, G. Fenoglio)

Domande stimolo sulle preconoscenze:


Quali sono le date che contano?
Quali sono le tappe essenziali della produzione fenogliana?
Qual è l’esperienza partigiana di Fenoglio?
Qual è la trama del romanzo Il partigiano Johnny?
Per fissare i prerequisiti verranno mostrati

 Un filmato (11 minuti) tratto da Rai Scuola:


Beppe Fenoglio e Il partigiano Johnny

Una breve presentazione in Prezi: il profilo Facebook di


Fenoglio
2° Lezione: 1 ora e 30 minuti
Lezione frontale e lezione dialogata con l’ausilio del
PowerPoint: Il romanzo simbolo di Fenoglio Il partigiano
Johnny

.
Genesi del romanzo Il partigiano Johnny
La datazione, la controversia filologica, l’edizione del 1968 e l’incompiutezza: le
due ipotesi

•Datazione
•Primo successiva
dopoguerra (Eugenio Corsini)
(Maria Corti) (1956)
(1946) •Parte di un ciclo
•Canovaccio per più ampio e
altre opere come successivo a
Primavera di Primavera di
bellezza bellezza
La questione linguistica ne Il partigiano Johnny

L’inglese e il plurilinguismo: le ipotesi BRAINSTORMING

1. Retaggi della prima stesura.


2. Espressioni idiomatiche di difficile traduzione italiana.
3. Creare un romanzo sperimentale, in cui l’inglese possedesse una
cifra morale, simbolica.

Itanglish: così parlò il partigiano, articolo di G. Riotta


La creatività lessicale del partigiano Johnny, articolo di F.
Montermini Nel frattempo…
La docente di inglese
Fenoglio e l'inglese de “Il partigiano Johnny”, articolo di E. effettuerà i dovuti
Cesaretti approfondimenti.
Italo Calvino e il suo giudizio sul Neorealismo e G. Fenoglio

Sarà assegnata come compito domestico la lettura della Prefazione


al Sentiero dei nidi di ragno (1964), propedeutico per la successiva
lezione, in cui Calvino esprime il seguente giudizio su Fenoglio
E fu il più solitario di tutti che riuscì a fare il romanzo che tutti avevamo sognato, quando
nessuno più se l'aspettava, Beppe Fenoglio, e arrivò a scriverlo e nemmeno a finirlo (…) Il
libro che la nostra generazione voleva fare, adesso c'è, e il nostro lavoro ha un coronamento e
un senso, e solo ora, grazie a Fenoglio, possiamo dire che una stagione è compiuta: la
stagione che va dal Sentiero dei nidi di ragno a Una questione privata.

Saranno assegnate le seguenti domande scritte:


Quale fu la conseguenza della “rinata libertà di parlare”?
Quale giudizio esprime Calvino in merito al Neorealismo?
Come si inserisce il romanzo di Calvino nella Letteratura sulla Resistenza?
Quale giudizio è espresso nei confronti di Fenoglio, Pavese e Vittorini?
3° Lezione: 2 ore
Cooperative learning (jig saw): La grande epopea della lotta
partigiana nel romanzo
Nel laboratorio d’informatica la classe viene divisa in 5 gruppi di 4
allievi, questi gruppi li chiameremo "gruppi base". Ad ogni alunno
del "gruppo base" viene affidata una tematica specifica

1. La Resistenza favolosa e misteriosa in Italo Calvino.


2. La Resistenza tra bene e male in Elio Vittorini.
3. L’intellettuale di fronte alla Resistenza in Cesare Pavese.
4. La Resistenza demistificata e anticonformistica in Fenoglio.

Tutti i ragazzi della tematica 1 si incontrano in un nuovo "gruppo


tecnico" ed ogni alunno diventerà competente di quello specifico
ambito, si procederà allo stesso modo per tutti i gruppi.
Utilizzerò il testo non come esemplificazione successiva delle
informazioni sulla tematica, ma partirò dal testo (Serianni) per
pervenire induttivamente a tali conoscenze.

Temi

Confronti
TEST Personaggi
O

Stile
Gruppo 1: La Resistenza favolosa e misteriosa di Italo Calvino

CONSEGNE DEL DOCENTE:


•“Le mitragliatrici lontane e basse went out again, nei vapori sfilacciati. Némega aveva interpretato giusto: uomini, uomini raided
l’ultimo versante, borghesi ammantellati, in figlia
fuga”mia(cap. IX)
Lettura
•“L’hanno e studio
è la primadiffidato, del
ma… che
ed ultima lettera libro
Johnny
ti scrivo
Gianna,
di testo
wase scrivo
so rapidly
adorata,
relativo
getting
a te per all’opera
prima,accostumed
in queste ultimeto ore,
di sight
acustic
perché I.soCalvino
(cap.
che Il
XII)a vivere in te.
seguito
sentiero dei nidi
•“Si scopersero
Non piangere
di ragno.
fatalmente: Saròle fucilato
loroPagg.
mai per la mia mancanza,
all'alba
punte per un
Il ideale,
di sicurezza
908-912 perdei
unatesti,
s’inquadrarono
piacere fede G.
che tu, mia
nelle
Baldi etfiglia,
radure, un giorno
alii,libere, capiraiincuranti,
sfrenate,
Pearson, Milano, appieno. gli elmetti
estremamente sun-catching.” (cap. IX) come non ho mai pianto io: il tuo Babbo non morrà mai. Egli ti guarderà, ti proteggerà ugualmente: ti
2013. • vorrà sempre tutto l'infinito bene che ti vuole ora e che ti ha sempre voluto fin da quando ti sentì vivere nelle viscere di tua Madre. So di non
“Non vedeva nessuno: a chi sparavano i compagni? Anche Tito esaminava lateralmente la firing line come a scoprire ed
morire, anche perché la tua Mamma sarà per te anche il tuo Babbo: quel tuo Babbo al quale vuoi tanto bene, quel tuo Babbo che vuoi tutto tuo,
impossessarsi del segreto dell’indirizzo.” (cap. IX)solo per te e del quale sei tanto gelosa.
Analisi
•“Aconizingguidata
Riversa su erano
tua Madre dei
tuttolecapitoli
invece il moschettate,
bene che vuoi IVcon elaella
a lui: VI
loroti del
vorrà Sentiero
aria tesa
anche e tutto
ghignante,
il miodei nidi
better
bene, di anche
knowing,
ti curerà ragno, me,I.
dipervoler ticolpire
copriràte,
deiproprio soltanto
miei baci te.”
e delle mie
(cap. IX) Sapessi quante cose vorrei dirti ma mentre scrivo il mio pensiero corre, galoppa nel tempo futuro che per te sarà, deve essere felice. Ma
tenerezze.
Calvino.
•“Andò giù di525-529,
non importa
Pagg. schianto,
che bruising
io ti dica
cfr.tutto
supra . iltenaso
ora, nella
lo dirò terra,disotto
sempre, volta il
in tiro d’un
volta, collafucile
boccaautomatico,
di tua Madre furente e sistematico,
nel cui cuore quasi
entrerà la mia «pensante»
anima di
intera, quando
farcela ad estrarlo dalla coprente terra ed innalzarlo nella nuda lasciràaria
il mio cuore. sicuro. […]” (cap. IX)
a bersaglio
  Tua Madre resti sempre per te al di sopra di tutto.
Cap.
Cap.IVVI
Vai sempre a fronte alta per la morte di tuo Padre
Paolo Braccini 3 aprile 1944
  Mondo
Analisi fiabesco
Esperienzadelledella dibanda
Pin dellinguistiche
espressioni tratte didal
Dritto, manipolo romanzo
sbandati ed Il
 Focalizzazione interna che guarda alla Resistenza con
emarginati
partigiano
un‘ottica
Analisi Johnny.
straniante e permette di avvolgere i fatti in individui
un clima
del movimento partigiano, formato sì da
favoloso
non consapevoli
Lettura di una letteradelletratta
ragioni politiche
da "Lettere della loro militanza,
di condannati a morte della
maEvitando
animatidicomunque
cadere in una positiva
da una retoricaesigenza
della Resistenza
di riscatto
Resistenza
umano italiana",
celebrativa Einaudi, Torino 1994.
ed agiografica
Gruppo 1: La Resistenza favolosa e misteriosa di Italo Calvino

COMPITO domestico ASSEGNATO AGLI STUDENTI


Realizzare una presentazione in Prezi / Power Point attraverso la quale
presentare:
Sintesi della vicenda del romanzo Il sentiero dei nidi di ragno
Confronto tra Pin e Johnny il loro rapporto con la lotta partigiana
Analisi delle espressioni linguistiche e rispettiva proposta di
traduzione
Riflessione personale sulla lettera dei condannati partigiani.
Gruppo 2: La Resistenza tra bene e male in Elio Vittorini
CONSEGNE DEL DOCENTE:
Lettura e studio del libro di testo relativo all’opera di Vittorini
Uomini e no. Pagg. 505-506 Il piacere dei testi, G. Baldi et alii, Pearson, Milano, 2013.
Analisi guidata dei estratti dai capitoli CI-CIV di Uomini e no di E.
Vittorini. Pagg. 537-541, cfr. supra.
Analisi guidata delle espressioni linguistiche tratte dai seguenti
Le mitragliatrici lontane e basse went out again, nei vapori sfilacciati. Némega aveva interpretato
giusto: uomini, uomini raided l’ultimo versante, borghesi ammantellati, in fuga” (cap. IX)
•“L’hanno diffidato, ma… Johnny was so rapidly getting accostumed to acustic sight (cap. XII)
•“Si scopersero fatalmente: le loro punte di sicurezza s’inquadrarono nelle radure, libere, sfrenate,
incuranti, gli elmetti estremamente sun-catching.” (cap. IX)

Cap. CI-CIV
•“Non vedeva nessuno: a chi sparavano i compagni? Anche Tito esaminava lateralmente la firing line
come a scoprire ed impossessarsi del segreto dell’indirizzo.” (cap. IX)
•“Aconizing erano invece le moschettate, con la loro aria tesa e ghignante, better knowing, di voler
colpire te, proprio soltanto te.” (cap. IX)
•“Andò giù di schianto, bruising il naso nella terra, sotto il tiro d’un fucile automatico, furente e

segmenti del romanzo Il partigiano Johnny. ambulante


sistematico, quasi «pensante» di farcela ad estrarlo dalla coprente terra ed innalzarlo nella nuda aria a

Ufficiale nazista fa sbranare venditore


bersaglio sicuro.

 
Dicotomia
Lettura tra BENE
di una lettera e MALE
tratta da "Lettere come categorie
di condannati a morte della
interpretative alla luce delle quali Vittorini interpreta la lotta Gianna, figlia mia adorata,

Resistenza italiana", Einaudi, Torino 1994.


è la prima ed ultima lettera che ti scrivo e scrivo a te per prima, in queste ultime ore, perché so che seguito

partigiana.
a vivere in te.
Sarò fucilato all'alba per un ideale, per una fede che tu, mia figlia, un giorno capirai appieno.
Non piangere mai per la mia mancanza, come non ho mai pianto io: il tuo Babbo non morrà mai. Egli ti
guarderà, ti proteggerà ugualmente: ti vorrà sempre tutto l'infinito bene che ti vuole ora e che ti ha sempre
voluto fin da quando ti sentì vivere nelle viscere di tua Madre. So di non morire, anche perché la tua

Le vittime e i carnefici → I partigiani e i fascisti


Mamma sarà per te anche il tuo Babbo: quel tuo Babbo al quale vuoi tanto bene, quel tuo Babbo che vuoi
tutto tuo, solo per te e del quale sei tanto gelosa.
Riversa su tua Madre tutto il bene che vuoi a lui: ella ti vorrà anche tutto il mio bene, ti curerà anche per
me, ti coprirà dei miei baci e delle mie tenerezze. Sapessi quante cose vorrei dirti ma mentre scrivo il mio
pensiero corre, galoppa nel tempo futuro che per te sarà, deve essere felice. Ma non importa che io ti dica
tutto ora, te lo dirò sempre, di volta in volta, colla bocca di tua Madre nel cui cuore entrerà la mia anima
intera, quando lascirà il mio cuore.
Tua Madre resti sempre per te al di sopra di tutto.
Vai sempre a fronte alta per la morte di tuo Padre
Paolo Braccini 3 aprile 1944
Gruppo 2: La Resistenza tra bene e male in Elio Vittorini
COMPITO domestico ASSEGNATO AGLI STUDENTI
Realizzare una presentazione in Prezi / Power Point attraverso la quale
presentare:
Sintesi della vicenda del romanzo Uomini e no di E. Vittorini
Esposizione della tematica “l’opposizione tra bene e male”
nell’opera di Vittorini.
Analisi delle espressioni linguistiche e rispettiva proposta di
traduzione.
Riflessione personale sulla lettera dei condannati partigiani.
Gruppo 3: L’intellettuale di fronte alla Resistenza in Pavese
CONSEGNE DEL DOCENTE:

Lettura e studio del libro di testo relativo all’opera di Pavese La casa in


collina. Pagg. 790-792 Il piacere dei testi, G. Baldi et alii, Pearson, Milano, 2013.
Analisi guidata del capitolo XXIII di La casa in collina di C. Pavese. Pagg.
790-793, cfr. supra.

Analisi guidata delle espressioni linguistiche tratte dai seguenti segmenti


delCap.
romanzo
XXIII partigiano Johnny.
Episodio conclusivo del romanzo, la meditazione profonda di Corrado sul significato della guerra e
Lettura
della vita di una lettera tratta da "Lettere di condannati a morte della Le mitragliatrici lontane e basse went out again, nei vapori sfilacciati. Némega aveva interpretato
giusto: uomini, uomini raided l’ultimo versante, borghesi ammantellati, in fuga” (cap. IX)

Posizione di Corrado è quella dell’intellettuale del secondo’900, è la stessa di Pavese di fronte alla
•“L’hanno diffidato, ma… Johnny was so rapidly getting accostumed to acustic sight (cap. XII)
•“Si scopersero fatalmente: le loro punte di sicurezza s’inquadrarono nelle radure, libere, sfrenate,
incuranti, gli elmetti estremamente sun-catching.” (cap. IX)

Resistenza italiana", Einaudi, Torino 1994.


•“Non vedeva nessuno: a chi sparavano i compagni? Anche Tito esaminava lateralmente la firing line

guerra e alla Resistenza.


come a scoprire ed impossessarsi del segreto dell’indirizzo.” (cap. IX)
•“Aconizing erano invece le moschettate, con la loro aria tesa e ghignante, better knowing, di voler
colpire te, proprio soltanto te.” (cap. IX)
Gianna, figlia mia adorata,
•“Andò giù di schianto, bruising il naso nella terra, sotto il tiro d’un fucile automatico, furente e
è la prima ed ultima lettera che ti scrivo e scrivo a te per prima, in queste ultime ore, perché so che seguito
sistematico, quasi «pensante» di farcela ad estrarlo dalla coprente terra ed innalzarlo nella nuda aria a
a vivere in te.

Alcuni intellettuali avvertono la necessità di partecipare alla lotta partigiana, alla quale però non
bersaglio sicuro.
Sarò fucilato all'alba per un ideale, per una fede che tu, mia figlia, un giorno capirai appieno.

 
Non piangere mai per la mia mancanza, come non ho mai pianto io: il tuo Babbo non morrà mai. Egli ti
guarderà, ti proteggerà ugualmente: ti vorrà sempre tutto l'infinito bene che ti vuole ora e che ti ha sempre
voluto fin da quando ti sentì vivere nelle viscere di tua Madre. So di non morire, anche perché la tua
Mamma sarà per te anche il tuo Babbo: quel tuo Babbo al quale vuoi tanto bene, quel tuo Babbo che vuoi

sanno rapportarsi. Al protagonista sfugge il senso ultimo della Resistenza tutto tuo, solo per te e del quale sei tanto gelosa.
Riversa su tua Madre tutto il bene che vuoi a lui: ella ti vorrà anche tutto il mio bene, ti curerà anche per
me, ti coprirà dei miei baci e delle mie tenerezze. Sapessi quante cose vorrei dirti ma mentre scrivo il mio
pensiero corre, galoppa nel tempo futuro che per te sarà, deve essere felice. Ma non importa che io ti dica

L’immenso tributo di sangue dell’epopea partigiana pone interrogativi a cui nessuno può
tutto ora, te lo dirò sempre, di volta in volta, colla bocca di tua Madre nel cui cuore entrerà la mia anima
intera, quando lascirà il mio cuore.
Tua Madre resti sempre per te al di sopra di tutto.
Vai sempre a fronte alta per la morte di tuo Padre
Paolo Braccini 3 aprile 1944

rispondere.
Gruppo 3: L’intellettuale di fronte alla Resistenza in Pavese
COMPITO domestico ASSEGNATO AGLI STUDENTI
Realizzare una presentazione in Prezi / Power Point attraverso la quale
presentare:
Sintesi della vicenda del romanzo La casa in collina di C. Pavese.
Confronto tra Corrado e Johnny sul significato della guerra e della
Resistenza.
Analisi delle espressioni linguistiche e rispettiva proposta di
traduzione.
Riflessione personale sulla lettera dei condannati partigiani.
Gruppo 4: La Resistenza demistificata e anticonformistica in
Fenoglio
MATERIALE FORNITO DAL DOCENTE:
Lettura e studio del libro di testo relativo all’opera di Fenoglio Una
questione privata. Pagg. 465 Il piacere dei testi, G. Baldi et alii, Pearson, Milano, 2013.
Analisi guidata del capitolo XXIII di Una questione privata di B.
Fenoglio. Fornito in fotocopia e tratto dal libro di testo La Scrittura e l’interpretazione, R. Luperini et
alii, Palumbo Editore, pagg. 419-423.

Analisi guidata delle espressioni linguistiche tratte dai seguenti


Cap. XXIII
segmenti
Episodiodel romanzo
corsa partigiano
disperata Milton Johnny.
Confronto tra Milton e Johnny → la visione fenogliana dimestificante di una Resistenza vista non
Lettura di una lettera tratta da "Lettere di condannati a morte della
ideologicamente/politicamente, ma come prova epica di destino, prova terribile e assurda. Le mitragliatrici lontane e basse went out again, nei vapori sfilacciati. Némega aveva interpretato
giusto: uomini, uomini raided l’ultimo versante, borghesi ammantellati, in fuga” (cap. IX)
•“L’hanno diffidato, ma… Johnny was so rapidly getting accostumed to acustic sight (cap. XII)

M. e J. sono eroi positivi, ma nessuno


Torino di loro muore per un’ideologia politica.
•“Si scopersero fatalmente: le loro punte di sicurezza s’inquadrarono nelle radure, libere, sfrenate,

Resistenza italiana", Einaudi, 1994.


incuranti, gli elmetti estremamente sun-catching.” (cap. IX)
•“Non vedeva nessuno: a chi sparavano i compagni? Anche Tito esaminava lateralmente la firing line
come a scoprire ed impossessarsi del segreto dell’indirizzo.” (cap. IX)
•“Aconizing erano invecefiglia
le moschettate, con la loro aria tesa e ghignante, better knowing, di voler

Sono eroi di pathos, muoiono in un estremo individualismo basato sulla ricerca di una verità esistenziale
Gianna, mia adorata,
è lacolpire
prima te,
ed proprio soltanto
ultima lettera chete.” (cap. IX)
ti scrivo e scrivo a te per prima, in queste ultime ore, perché so che seguito
•“Andò giù di schianto, bruising il nasoin
a vivere nella
te. terra, sotto il tiro d’un fucile automatico, furente e
sistematico, quasiall'alba
Sarò fucilato «pensante»
per undiideale,
farcelaper
ad una
estrarlo
fededalla coprente
che tu, terraun
mia figlia, edgiorno
innalzarlo nella
capirai nuda aria a
appieno.
Nonbersaglio sicuro.
piangere mai per la mia mancanza, come non ho mai pianto io: il tuo Babbo non morrà mai. Egli ti

che passa ANCHE attraverso la Resistenza.  


guarderà, ti proteggerà ugualmente: ti vorrà sempre tutto l'infinito bene che ti vuole ora e che ti ha sempre
voluto fin da quando ti sentì vivere nelle viscere di tua Madre. So di non morire, anche perché la tua
Mamma sarà per te anche il tuo Babbo: quel tuo Babbo al quale vuoi tanto bene, quel tuo Babbo che vuoi
tutto tuo, solo per te e del quale sei tanto gelosa.
Riversa su tua Madre tutto il bene che vuoi a lui: ella ti vorrà anche tutto il mio bene, ti curerà anche per

Fenoglio si allontana dal Neorealismo, il suo impegno non è politico, ma verso la vita
me, ti coprirà dei miei baci e delle mie tenerezze. Sapessi quante cose vorrei dirti ma mentre scrivo il mio
pensiero corre, galoppa nel tempo futuro che per te sarà, deve essere felice. Ma non importa che io ti dica
tutto ora, te lo dirò sempre, di volta in volta, colla bocca di tua Madre nel cui cuore entrerà la mia anima
intera, quando lascirà il mio cuore.
Tua Madre resti sempre per te al di sopra di tutto.
Vai sempre a fronte alta per la morte di tuo Padre
Paolo Braccini 3 aprile 1944
Gruppo 4: La Resistenza demistificante e anticonformistica in
Fenoglio
COMPITO domestico ASSEGNATO AGLI STUDENTI
Realizzare una presentazione in Prezi / Power Point attraverso la quale
presentare:
Sintesi della vicenda del romanzo Una questione privata di B.
Fenoglio.
Confronto tra Milton e Johnny sul valore attribuito alla Resistenza.
Analisi delle espressioni linguistiche e rispettiva proposta di
traduzione.
Riflessione personale sulla lettera dei condannati partigiani.
4° Lezione: compito autentico da realizzare come
lavoro domestico
Ciascun alunno esperto dovrà realizzare una presentazione
digitale su quanto richiesto, utilizzando materiale digitale
(immagini,video…) reperibile in rete da sitografia concordata ad Upload
inizio anno. L’elaborato di ciascun alunno verrà caricato nella
piattaforma edmodo così da poter essere valutato nei tempi dal
docente; l’elaborato migliore sarà proiettato durante la giornata
d’intervento dell’A.N.P.I.

Vantaggi: le conoscenze non vengono solo memorizzate, ma


organizzate in categorie, si agisce sulla competenza di imparare a
imparare. Dato che la presentazione si avvale di supporti
tecnologici, audiovisivi, iconici, non si possono trascurare le
competenze digitali e artistiche.
5° Lezione: 2 ore
Cooperative learning (jig saw):
Sempre nell’aula di informatica, vengono ricomposti i "gruppi base“ nei quali:
 ciascun allievo "esperto" deve relazionare ai compagni, che ne sono del tutto privi, le
proprie conoscenze attraverso l’utilizzo del proprio elaborato.
 Il gruppo dovrà poi elaborare 10 domande da porre durante l’intervista al testimone della
Resistenza partigiana che verrà invitato a scuola in occasione della giornata dell’ A.N.P.I.
Nel frattempo…
Il docente di Storia prosegue parallelamente il percorso sulla
Resistenza italiana con approfondimenti sulla lotta partigiana
nelle Marche con particolare riferimento a:

Episodi di lotta partigiana avvenuti a Muccia (MC) tra 1943-1944


La figura del partigiano maceratese Achille Barilatti.
La strage di Montalto di Cessapalombo del 22 marzo 1944
Il ruolo delle donne come staffette partigiane.
Testimonianze sotto forma di intervista scritta ai protagonisti
degli episodi.
Uscita didattica al Museo della Resistenza di Falconara
Marittima (AN) o al Museo Civico “L’Arte nella Resistenza” di
Caldarola (MC)
6° Lezione (intera giornata scolastica): Incontro a scuola con i
rappresentanti del Comitato Regionale ANPI Marche ed
intervista ad ex combattenti della lotta partigiana.

In linea con il progetto verticale contenuto nel PTOF


“I luoghi della memoria”, l’intero Liceo sarà chiamato
a partecipare ad un incontro organizzato con
l’A.N.P.I. dal seguente programma:

 Interventi dei rappresentanti regionali dell’A.N.P.I.


Gli studenti del V anno saranno chiamati a porre le domande per
l’intervista ad un ex combattente che racconterà così la propria esperienza
di lotta partigiana
Proiezione della migliore presentazione digitale della classe.
La valutazione

Valutazione Analisi dei prerequisiti Progettare la didattica


diagnostica

Valutazione Lavoro in cooperative


formativa in learning + Produzione Rimodulare la didattica
dell’elaborato digitale
itinere

Verifica dell’operato
Valutazione dell’alunno e di tutto il
processo di
Attività di
sommativa apprendimento/insegna
recupero/potenziamento
mento
Valutazione sommativa: 3 ore in un successivo momento del mese di
maggio
Simulazione della prova di maturità, ogni alunno potrà scegliere una tra
le seguenti tipologie:
Saggio breve
Analisi del testo Sul tema della Resistenza e della
Tema storico lotta partigiana
Criteri di valutazione
Per le griglie di valutazione mi rifarò al PTOF.
Criteri di valutazione del lavoro in cooperative learning
Punteggi 4 3 2 1
- Svolge pienamente la - Svolge in modo adeguato - Svolge il lavoro quasi - Svolge meno lavoro
Lavoro comune propria parte e anche la propria parte come quello degli altri. degli altri.
di più. del lavoro. - È convinto a partecipare - Partecipa passivamente
- Prende l’iniziativa - Lavora in accordo dagli altri membri del al lavoro.
nell’aiutare il gruppo con gli altri membri gruppo. - Assume un atteggiamento
ad organizzarsi. del gruppo. - Ascolta gli altri, in rare da annoiato durante
- Fornisce molte idee - Partecipa alla discussione occasioni suggerisce il lavoro.
per lo sviluppo del dell’argomento. delle cose. - Raramente si dimostra
lavoro di gruppo. - Offre incoraggiamento - È preoccupato del proprio interessato al proprio
- Assiste gli altri compagni agli altri lavoro lavoro.
di gruppo

- Comunica chiaramente - Usualmente condivide - Raramente esprime le Non ha parlato mai per
Comunicazione tra desideri, idee, le sensazioni e i sensazioni e le preferenze. esprimere eccitazione
pari bisogni personali e pensieri con gli altri - Spesso incoraggia e apprezza e/o frustrazione.
sensazioni. partner del gruppo. gli altri. - Spesso con meraviglia
- Frequentemente esprime - Spesso incoraggia e - Sembra che dia per ha affermato ai membri
apprezzamenti apprezza gli altri scontato il lavoro degli del gruppo “cosa sta
per gli altri membri del gruppo. altri. succedendo qui”?
membri del gruppo. - Esprime feedback in - Qualche volta ha ferito - È stato apertamente
- Esprime feedback modi che non offendono. i sentimenti dell’altro rude quando dava feedback.
positivi agli altri - Accetta i feedback, con il feedback. - Ha rifiutato di ascoltare
- Accetta volentieri i ma cerca di dar loro - Ha sostenuto il proprio il feedback.
feedback dagli altri. poca importanza punto di vista sul feedback
ricevuto

- Il lavoro derivante - Il lavoro derivante - Il lavoro derivante dalle - Alcuni lavori sono
Uso del tempo dalle consegne è dalle consegne è svolto consegne è usualmente sempre incompleti,
sempre svolto in al limite del tempo in ritardo, ma completato mentre gli altri partner
tempo o qualche volta accordato in tempo per essere hanno completato le
prima di quanto accettato. consegne
richiesto.
Criteri di valutazione dell’elaborato digitale
Indicatori Descrittori Punte
ggio
Contenuto La presentazione contiene solo poche essenziali informazioni, non organiche e poco attinenti alle richieste 1
La pr. contiene poche informazioni essenziali, altre superflue e/o ridondanti, ma sostanzialmente attinenti alle richieste 2
La presentazione contiene le informazioni essenziali derivate da più fonti opportunamente citate. 3
La presentazione contiene ampie e documentate informazioni. 4

Requisiti tecnici La parte grafica della presentazione è scarsa e inadeguata allo scopo; non c'è equilibrio fra testo e immagini; la schematizzazione è inesistente e il 1
testo è per lo più discorsivo e sovrabbondante. La lunghezza è eccessiva o troppo ridotta rispetto al tempo a disposizione.
della La parte grafica della presentazione è di buona qualità e abbastanza adeguata al contesto, ma non c'è equilibrio fra testo e immagini; il testo è per
presentazione lo più discorsivo e manca di schematizzazione. La lunghezza della presentazione non è ben tarata sul tempo a disposizione. 2
La parte grafica della presentazione è adeguata e c'è discreto equilibrio fra testo e immagini; la schematizzazione è buona anche se la leggibilità
potrebbe essere migliorata. La lunghezza richiede una certa ristrutturazione del discorso.
La parte grafica della presentazione è pienamente adeguata al contesto; c'è ottimo equilibrio fra testo e immagini; la schematizzazione dei 3
concetti è efficace, i caratteri sono chiari e di immediata leggibilità.
4

Esposizione Lo studente evidenzia grandi difficoltà nel comunicare le idee, parla troppo piano e pronuncia i termini in modo scorretto perché gli studenti in 1
fondo alla classe possano sentire. Il linguaggio è spesso confuso e l'esposizione è frammentaria e non segue una struttura logica; la terminologia
pecifica non viene utilizzata o è del tutto inadeguata al contesto.
Lo studente evidenzia alcune difficoltà nella comunicazione delle idee dovute al tono di voce, alla carenza nella preparazione o all’incompletezza
del lavoro. Il linguaggio è difficile da comprendere poiché i termini specifici sono inadeguati al contesto e non chiariti o per le incongruenze che 2
presenta; l'esposizione è frammentata in varie parti tra le quali è difficile cogliere i collegamenti.
Lo studente comunica le idee con un appropriato tono di voce. Il linguaggio, pur essendo ben comprensibile, è, a volte, involuto e prolisso e
l'esposizione non è sempre strutturata in modo logico; i termini specifici sono appropriati e adeguati al contesto.
Lo studente comunica le idee con entusiasmo e con un appropriato tono di voce. Il linguaggio è chiaro e sintetico e l'esposizione segue 3
rigorosamente un percorso logico predefinito; i termini specifici sono appropriati e adeguati al contesto.

4
Punteggio
Indicatori Descrittori
Conoscenza dei Lo studente conosce senza incertezze i contenuti e utilizza la presentazione come traccia da integrare; non fa errori concettuali ed 1
è in grado di rispondere ad eventuali domande.
contenuti Lo studente si sofferma spesso sulla presentazione, ma dimostra una buona padronanza dei contenuti; a livello concettuale sono 2
evidenti alcune incertezze, ma è comunque in grado di rispondere a domande.
Lo studente legge la presentazione, ma dimostra una discreta padronanza dei contenuti; si evidenzia qualche errore di tipo 3
concettuale. Si trova in difficoltà di fronte ad eventuali domande, ma prova a rispondere.
Lo studente non riesce a esporre i contenuti, nonostante legga la presentazione; si evidenziano numerosi e gravi errori concettuali.
Non è in grado di rispondere a eventuali domande. 4

Rispetto dei tempi La presentazione orale non viene organizzata sui tempi a disposizione pertanto risulta troppo breve, creando momenti vuoti, o 1
troppo lunga e richiede drastici tagli dei contenuti.
Nel procedere della presentazione si perde l'organizzazione dei tempi; il discorso esce dalle tracce e necessita di essere tagliato 2
rinunciando all'esposizione di parte dei contenuti.
L’organizzazione della presentazione rispetta i tempi a disposizione; gli eventuali aggiustamenti che vengono richiesti modificano 3
in modo non sostanziale l'equilibrio complessivo della presentazione.
L’organizzazione della presentazione rispetta pienamente i tempi a disposizione; eventuali aggiustamenti sono fatti in modo 4
autonomo e senza modificare l'equilibrio complessivo della presentazione.
Griglia di valutazione: tipologia A analisi del testo
Indicatori Descrittori Punti
Competenze linguistiche (Capacità di Elaborato corretto, esposizione chiara, lessico vario ed appropriato 5
esprimersi, Punteggiatura Ortografia Sporadici errori, esposizione chiara, lessico complessivamente appropriato 4
Morfosintassi Proprietà lessicale) Alcuni errori, esposizione abbastanza scorrevole, lessico talvolta ripetitivo 3
Molti errori, esposizione poco scorrevole, lessico talvolta non appropriato 2
Gravi e diffusi errori, esposizione confusa, vocabolario generico e non appropriato 1

Organicità Elaborato organico e coerente in tutti i passaggi 3


(Struttura dell’elaborato in termini di Elaborato parzialmente organico 2
consequenzialità logica) Elaborato disorganico 1
Comprensione ed analisi Sintesi chiara ed efficace; analisi testuale completa e approfondita, nel rispetto di tutte le 4
(Sintesi ed analisi del testo, nel consegne
rispetto delle linee guida) Sintesi chiara; analisi testuale completa ma generica in alcuni passaggi 3
Sintesi chiara; analisi testuale incompleta, cui manchi la trattazione di uno o due punti 2
delle consegne
Sintesi incompleta o imprecisa; analisi testuale incompleta, cui manchi la trattazione di 1
due o tre punti delle consegne
Approfondimento Contestualizzazione ampia del brano proposto; collegamenti sempre pertinenti 3
(Contestualizzazione del brano Contestualizzazione sintetica del brano proposto; collegamenti generici
proposto e collegamento con altri testi Contestualizzazione parziale del brano proposto; collegamenti non pertinenti o non 2
e/o autori, nel rispetto delle consegne) sufficientemente motivati 1
Griglia di valutazione: tipologia B saggio breve
Indicatori Descrittori Punti
Competenze linguistiche (Capacità di Elaborato corretto, esposizione chiara, lessico vario ed appropriato 5
esprimersi, Punteggiatura Ortografia Sporadici errori, esposizione chiara, lessico complessivamente appropriato 4
Morfosintassi Proprietà lessicale) Alcuni errori, esposizione abbastanza scorrevole, lessico talvolta ripetitivo 3
Molti errori, esposizione poco scorrevole, lessico talvolta non appropriato 2
Gravi e diffusi errori, esposizione confusa, vocabolario generico e non appropriato 1

Organicità Elaborato organico e coerente in tutti i passaggi 4


(Struttura dell’elaborato in termini di Elaborato nel complesso organico 3
consequenzialità logica) Elaborato parzialmente organico 2
Elaborato disorganico 1

Uso delle fonti Uso organizzato e consapevole delle fonti 3


(Organizzazione e correlazione dei Uso delle fonti non sempre organizzato 2
documenti forniti in traccia) Uso molto parziale e disorganizzato delle fonti 1

Originalità Elaborato arricchito da alcune conoscenze personali pertinenti e da interpretazione 3


(Contributi personali, in termini di autonoma dei contenuti 2
conoscenze, interpretazione dei Elaborato arricchito da alcune conoscenze personali pertinenti 1
contenuti ed impostazione) Elaborato con sporadiche conoscenze personali
Griglia di valutazione: tipologia C tema storico
Indicatori Descrittori Punti
Competenze linguistiche (Capacità di Elaborato corretto, esposizione chiara, lessico vario ed appropriato 5
esprimersi, Punteggiatura Ortografia Sporadici errori, esposizione chiara, lessico complessivamente appropriato 4
Morfosintassi Proprietà lessicale) Alcuni errori, esposizione abbastanza scorrevole, lessico talvolta ripetitivo 3
Molti errori, esposizione poco scorrevole, lessico talvolta non appropriato 2
Gravi e diffusi errori, esposizione confusa, vocabolario generico e non appropriato 1

Organicità Elaborato organico ed aderente alla traccia in tutti i passaggi 4


(Struttura dell’elaborato in termini di Elaborato nel complesso organico ed aderente alla traccia 3
consequenzialità logica) Elaborato parzialmente organico ed aderente alla traccia 2
Elaborato disorganico e non aderente alla traccia 1

Conoscenze Conoscenza esaustiva dell’argomento 3


(Conoscenza dell’argomento e Conoscenza dell’argomento, non particolarmente esaustiva 2
completezza della trattazione) Conoscenza lacunosa e parziale dell’argomento 1

Originalità Argomentazione efficace e rielaborazione critica delle conoscenze 3


(Rielaborazione personale e critica Rielaborazione personale delle conoscenze 2
delle conoscenze) Rielaborazione parziale delle conoscenze, tendenzialmente giustapposte 1
Recupero
Per tutti gli studenti che hanno avuto difficoltà a raggiungere la sufficienza, mi
premurerò di predisporre la seguente attività:

Lezione frontale di ripasso


Assegnazione di una seconda verifica sommativa
Potenziamento
Le attività di potenziamento, della durata complessiva di 2 ore, saranno rivolte a
tutti coloro che, raggiunta almeno la sufficienza, vorranno approfondire quanto
appreso durante le lezioni precedenti. Mi premurerò di predisporre la seguente
attività:

Visione e scheda di analisi del film Il partigiano Johnny,


diretto da Guido Chiesa, 2000.
Bibliografia
 Baldi G., Cultura umanistica e scuola – Riflessioni e analisi, Milano,
2011.
 Cornoldi C. e Zaccaria S., In classe ho un bambino che… L’insegnante di
fronte ai disturbi specifici dell’apprendimento, Giunti, 2011.
 Mariani L., Portfolio. Strumenti per documentare e valutare cosa si
impara e come si impara, Zanichelli, Bologna, 2000.
 Serianni L., L’ora di italiano, Laterza Editori, Roma, 2010.
Luperini R. et alii, La scrittura e l’interpretazione, vol. III tomo III,
Palumbo Editore, Torino, 2005.
Baldi G. et alii, Il piacere dei testi, Vol. 6, Pearson, Milano, 2013.
Sitografia
 http://www.raiscuola.rai.it/articoli/beppe-fenoglio-e-il-partigiano-johnny
/3827/default.aspx
https://prezi.com/txhxbes3fbpd/beppe-fenoglio/