Sei sulla pagina 1di 28

Diagnostica dei danni

Principi guida per la valutazione dei


guasti ai cuscinetti ruota

Autovetture
Introduzione

Indice Osservazioni generali

Danni ai cucinetti volventi Diagnostica applicata ai cuscinetti


Motivi di guasto
I cuscinetti volventi sono componenti mec-
Introduzione 2-5 I cuscinetti ruota sono concepiti in modo canici caratterizzati da un vasto campo
tale da raggiungere, senza problemi, un applicativo. Essi mantengono inalterata la
Diagnostica dei danni 6-9 chilometraggio di 1.000.000 km. propria affidabilità anche in condizioni
Altre cause generalmente anomale posso- estreme. Solo molto di rado presentano
Istruzioni di montaggio 10 - 14 no causare il danneggiamento prematuro difetti precoci. L’eventuale danneggiamen-
di un cuscinetto volvente e influenzarne la to dei cuscinetti volventi viene evidenziato
Utensili di FAG 15-28 durata. in prima analisi da un anomalo comporta-
mento del supporto durante l'esercizio.
• Nel 70 % dei casi si tratta di una lubri- Esaminando un cuscinetto danneggiato
ficazione inadeguata: eccessiva o insuf- è possibile determinare le più diverse
ficiente, lubrificante inadeguato ecc. caratteristiche.
• Nel 18 % si tratta di sporcizia: penetra- Per accertare la causa di un danno, non
zione di sostanze liquide o solide. Per è quasi mai sufficiente eseguire perizie
questo motivo le guarnizioni sono im- solo sul cuscinetto; occorre piuttosto con-
portanti, in quanto un loro funziona- siderare anche i componenti circostanti,
mento difettoso può determinare la la qualità della lubrificazione, le condizioni
fuoriuscita di lubrificante e l'ingresso d'esercizio ed i fattori ambientali.
di sporcizia. L’adozione di procedure di analisi piani-
• Nel 10 % dei casi di tratta di un errore ficate semplifica la ricerca delle cause.
di montaggio: montaggio forzato, riscal-
damento eccessivo, regolazione errata Comportamento insolito
e gioco inadeguato, serraggio eccessivo durante l'esercizio come indizio
del manicotto conico ecc. di danneggiamento:

Forme generali di danneggiamento La presenza di difetti sui cuscinetti si mani-


dei cuscinetti volventi festa di norma con un peggioramento del
comportamento durante l'esercizio.
• surriscaldamento Solo raramente i danni 'spontanei', cau-
• rottura anello esterno sati ad esempio da errori di montaggio
• inclinazione o mancanza di lubrificante, determinano
• accoppiamento troppo serrato un’inutilizzabilità immediata.
• fatica A seconda delle condizioni d’esercizio tra
• impronte dei corpi volventi la prima comparsa di danni e l’effettiva
• sporcizia rottura in circostanze particolari trascorro-
• lubrificazione inadeguata no mesi.
• corrosione
• rotture dei bordini
• usura da sfregamento
• direzione di carico errata

2
Introduzione

Compor tamento durante


Possibili cause Conseguenza
l'e sercizio

Funzionamento rumoroso Danni ad anelli e corpi volventi Sfarfallamento crescente delle ruote
Aumento del gioco di ribaltamento
Vibrazione dello sterzo
Sporcizia Vibrazioni di intensità sempre maggiore

Eccessivo gioco del cuscinetto Urti di intensità sempre maggiore

Rumorosità anomala
• suoni acuti o striduli gioco insufficiente

• rumori rimbombanti o non uniformi gioco eccessivo


danni alle superfici di rotolamento
sporcizia lubrificante
inadeguato

• modifica graduale della rumorosità Modifica del gioco dovuta a


influssi termici
danneggiamento della pista
di rotolamento

3
Introduzione

Osservazioni

Cause del danneggiamento dei cuscinetti Diagnostica dei danni cuscinetti ruota
e misure correttive „Ovalizzazione“

I cuscinetti ruota sono componenti fonda- 1. Rimuovere il cuscinetto ruota estraendo-


mentali degli autoveicoli. Contribuiscono lo dal foro di alloggiamento.
infatti in modo rilevante al comfort e alla
sicurezza di guida. 2. Verificare se la superficie dell'anello
esterno del cuscinetto ruota presenta
Sono inoltre sottoposti alle sollecitazioni una macchia scura su due lati opposti.
più diversificate, quali velocità elevata del- Controllare che le due superfici disposte
le ruote, urti violenti dovuti alle irregolarità a 90° rispetto alle macchie scure non
del piano stradale, sporcizia e temperature siano danneggiate. In caso contrario il
estreme. foro di alloggiamento è deformato e il
fuso deve essere cambiato.
Tutto ciò può influenzare negativamente
la funzionalità dei cuscinetti ruota e, in 3. Smontare il cuscinetto ruota ed accertar-
condizioni sfavorevoli, provocarne la rottu- si che le piste delle sfere dell'anello
ra o il blocco. esterno non siano interessate da feno-
meni di spianamento. A questo scopo
In caso di blocco del cuscinetto ruota rimuovere prima l'elemento di tenuta
durante la guida del veicolo, il medesimo (utilizzando ad esempio un'apposita pin-
può provocare situazioni pericolose per za) e quindi smontare i componenti del
la circolazione o persino incidenti! gruppo, ovvero anello esterno, anello
interno, gabbia e sfere.

4. Pulire le piste dell'anello esterno e veri-


ficare se è presente craterizzazione
in corrispondenza delle macchie scure
sul lato esterno dell'anello esterno.
L'eventuale craterizzazione conferma
l'ovalizzazione del fuso.

4
Introduzione

In generale attenersi ai punti seguenti:

Problema Causa Rimedio

Il cuscinetto ruota produce rumori Uno dei due anelli interni è danneggiato: Sostituire il cuscinetto e il mozzo ruota.
forti in seguito al montaggio e alla 1. Il mozzo non è a misura in quanto è stata
messa in funzione. effettuata una regolazione troppo stretta.
2. L'anello interno è stato montato in modo Sostituire il cuscinetto ruota completo.
scorretto sul mozzo – utensile sbagliato –
cuneo o boccola tra il pistone di pressione
e il lato di fermo dell'anello del cuscinetto
non parallelo.
3. Eccessiva ovalizzazione del foro di allog- Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto
giamento, con conseguente netta limita- ruota.
zione del gioco radiale del cuscinetto
della ruota nei settori più stretti dell'
ovalizzazione.
4. Il foro di alloggiamento nel fuso è Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es.
danneggiato. tramite levigatura) oppure sostituire il
mozzo e il cuscinetto ruota.
5. Ammaccature o graffi profondi sia sul Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es.
mozzo che sul cuscinetto ruota causati tramite levigatura) oppure sostituire il
da uno smontaggio inadeguato mozzo e il cuscinetto ruota.

Il cuscinetto ruota diventa rumoroso Foro di alloggiamento del fuso a snodo Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto
dopo un determinato chilometraggio con ovalizzazione media la quale tuttavia ruota.
(500-3000 km). è sufficiente a limitare il gioco radiale del
cuscinetto ruota, causando i danneggia-
menti descritti al punto precedente.

Eccessivo sviluppo di calore all'inizio 1. Gioco assiale del cuscinetto ruota Controllare le regolazioni del fuso a snodo
del funzionamento. tra mozzo e fuso a snodo fortemente e del mozzo e se necessario ripetere.
limitato. Errata regolazione e/o mon-
taggio difettoso dei pezzi.
2. L'errato montaggio del cuscinetto ruota Smontare il cuscinetto ruota e controllare
nel foro di alloggiamento (mancano gli se sono presenti gli anelli di fissaggio, se
anelli di fissaggio nei fori di alloggiamen- necessario sostituire il cuscinetto ruota.
to) determina un graduale spostamento
assiale del cuscinetto ruota e del mozzo.
Il mozzo rotante fa attrito con la sede fissa
del cuscinetto ruota. Questo forte attrito
determina un aumento della temperatura
nella zona del cuscinetto ruota. Il grasso
brucia e si giunge ad una rottura.

5
Diagnostica applicata ai cuscinetti

Surriscaldamento Rottura anello esterno Inclinazione

Causa Causa Causa


• Forte calore esterno • Scarso appoggio degli anelli • Alberi piegati
• Insufficiente dissipazione del calore nell'alloggiamento del cuscinetto • Sbavature o sporcizia sull'albero oppure
• Raffreddamento o lubrificazione • Precarico assiale dovuto ad un gioco sugli spallamenti dell'alloggiamento
inadeguati errato sul cuscinetto durante l'esercizio • Filettature degli alberi che non sono
a temperature elevate disposte parallelamente all'asse rispetto
alla sede del cuscinetto
• Dadi degli alberi con superfici anteriori
che non corrispondono all'asse della
filettatura

Conseguenza Conseguenza Conseguenza


• Scolorimento degli anelli, dei corpi • Di solito la rottura si propaga unifor- • Una traccia di usura disposta
volventi e delle gabbie da giallo a blu memente lungo la circonferenza, spesso obliquamente rispetto ai bordi
• Temperature superiori a 200°C riducono in corrispondenza di parti danneggiate della pista dell'anello verticale
la durezza e la capacità di carico e • In presenza di sollecitazione assiale,
possono determinare rotture precoci simili rotture compaiono abitualmente
• In casi estremi si verifica una deforma- a breve distanza dal centro della pista
zione dei componenti del cuscinetto • Il lato esterno dell'anello esterno
• L'aumento di temperatura può anche presenta una superficie di lavoro
peggiorare o distruggere il lubrificante irregolare

Rimedio Rimedio Rimedio


• Controlli di temperatura o sovraccarico • Miglioramento del montaggio del • Ispezione degli alberi e dell'alloggiamen-
• Sufficiente dissipazione del calore cuscinetto to per individuare possibili deviazioni
• Correzione del gioco della pista sugli spallamenti e sulle sedi
• Seguire i suggerimenti riportati nelle dei cuscinetti
istruzioni di montaggio dei produttori • Lavorazione di filetto e sede del
cuscinetto in un'unica fase
• Utilizzo di dadi di alberi precisi

6
Diagnostica applicata ai cuscinetti

Impronte dei
Serraggio troppo stretto Affaticamento corpi volventi

Causa Causa Causa


• Traccia perimetrale sulle piste • Utilizzo di un cuscinetto inadeguato • Sovraccarico statico del cuscinetto
(esternamente non visibile, eventual- • Forti impatti sul cuscinetto
mente costruzione interna non adatta • Utilizzo di un martello durante il
per l'applicazione) montaggio
• Caduta di cuscinetti o unità costruttive
montate
• Montaggio di un cuscinetto su un albero
esercitando forza sull'anello esterno

Conseguenza Conseguenza Conseguenza


• Un funzionamento continuo con carico • Spesso denominata sfogliatura; causata • Le impronte dei corpi volventi sembrano
elevato, lubrificazione inadeguata e da screpolature nella superficie di scorri- delle ammaccature sulle piste e ampli-
gioco insufficiente determina una rapida mento e costante usura di piccole parti- ficano le vibrazioni del cuscinetto
usura e fatica celle di materiale singole dagli anelli (rumore)
interni, esterni o dai corpi volventi • Impronte pesanti dei corpi volventi
• La sfogliatura è progressiva e si espande possono causare guasti precoci
rapidamente, una volta iniziata, per
effetto dell'utilizzo continuo
• È sempre accompagnata da un aumento
percettibile del rumore

Rimedio Rimedio Rimedio


• Impostazione corretta del gioco e/o del • Sostituire il cuscinetto • Montaggio/smontaggio dei cuscinetti
cuscinetto ruota con utensile adeguato
• Applicazione il corretto serraggio solo
sull'anello saldamente montato

7
Diagnostica applicata ai cuscinetti

Lubrificazione
Contaminazione inadeguata Corrosione

Causa Causa Causa


• Polvere sospesa, sporcizia o sostanze • Lubrificazione limitata • I cuscinetti sono stati esposti a liquidi
abrasive provenienti da ambienti di • Aumenti di temperatura od ambienti corrosivi
lavoro contaminati • Guarnizioni difettose o lubrificanti
• Mani sporche o utensili imbrattati inadeguati
• Additivi estranei in soluzioni di pulizia
o lubrificazione

Conseguenza Conseguenza Conseguenza


• Le impronte su corpi volventi e sulle • Scoloritura (blu/marrone) di corpi • Scolorimento rosso/marrone o depositi
piste causano vibrazioni volventi e piste di corpi volventi su corpi volventi, piste o gabbie
• Ne consegue un'usura eccessiva di • Aumento della vibrazione seguito da
corpi volventi, anelli e gabbie, causata usura
da surriscaldamento e rottura • Aumento del gioco radiale o perdita di
precarico

Rimedio Rimedio Rimedio


• La pulizia dei locali di lavoro, degli • Utilizzo del lubrificante giusto e della • Evitare di utilizzare liquidi corrosivi in
utensili, degli oggetti e delle mani quantità giusta prossimità del cuscinetto
riduce i rischi • Controllo del precarico per ridurre le • Utilizzare lubrificante idoneo con
• Evitare levigature in prossimità del luogo temperature del cuscinetto specifica corrispondente
di montaggio del cuscinetto
• Lasciare i cuscinetti nei loro imballi
originali fino al montaggio
• Adottare provvedimenti di isolamento
nei confronti di un ambiente conta-
minato
• Durante le interruzioni del lavoro,
coprire i cuscinetti montati aperti

8
Diagnostica applicata ai cuscinetti

Direzione di
Rotture dei bordi Usura da sfregamento carico errata

Causa Causa Causa


• Carico assiale eccede il limite ammesso, • Lubrificazione insufficiente con • I cuscinetti a sfere a contatto obliquo
il bordo non è sostenuto in modo sollecitazioni elevate sono progettati per una direzione di
adeguato • Quantità o consistenza del lubrificante carico
• Sollecitazione d'urto assiale insufficiente • Se il carico viene applicato nella direzio-
• Errore di montaggio/smontaggio • Quando tra il lato anteriore del rullo e ne contraria, la superficie di contatto
il bordino non è presente un film lubri- ellittica viene tagliata dagli spallamenti
ficante idrodinamico bassi
• Precarico eccessivo per effetto della • Il risultato è una sollecitazione molto
dilatazione termica elevata e un aumento di temperatura
• Disallineamento dei rulli in base all'usu- seguiti da una maggiore vibrazione e
ra delle piste o inclinazione dell'anello da una rottura precoce

Conseguenza Conseguenza Conseguenza


• I bordi di sostegno sono parzialmente o • Saldature ampie o parziali e graffi • Le sfere presentano una banda di usura
completamente rotti o staccati profondi nei bordini e nelle superfici scanalata, causata dalla rotazione delle
anteriori dei rulli sfere sopra il bordo della pista
• Cokiefazione del lubrificante in questa
zona

Rimedio Rimedio Rimedio


• Tenere il carico all'interno dei limiti • Utilizzare lubrificante idoneo con • Verificare il montaggio corretto del
previsti specifica corrispondente cuscinetto a sfere a contatto obliquo
• Rispettare le istruzioni e le procedure • Verificare il precarico corretto del
di montaggio cuscinetto

9
Istruzioni per il montaggio

Montaggio del cuscinetto ruota nel fuso a snodo

Montare dapprima l'intero cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento del fuso a snodo come descritto di seguito:

F
1. Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del 1 2
fuso a snodo mediante il relativo anello esterno (4). Allo
scopo viene utilizzato un disco di pressione (1) con ale-
saggio (2) con cui si garantisce che la trasmissione della
pressione esercitata (F) avvenga sull'anello esterno. Il
fuso a snodo è disposto sulla piastra di base (3) della
4
pressa.
3

F
2. Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del fuso a snodo
1 2
mediante il relativo anello esterno (5). Il fuso a snodo è disposto
col lato flangiato centrato sulla boccola di supporto (3) (freccia).
Utilizzando un disco di pressione (1) con alesaggio (2) il cuscinetto
viene spinto da una pressa ed inserito perfettamente a filo. 5

4 = piastra di base della pressa


F = pressione
3

3. Servendosi di una pinza speciale, viene infine inserito un anello di fissaggio nella gola del fuso a snodo per fissare assialmente
il cuscinetto ruota.
4. Durante il montaggio del cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento, occorre prestare attenzione alla sfaccettatura presente
su un lato del cuscinetto. La sfaccettatura deve essere disposta all'interno del dispositivo di pressione per evitare che durante
l'inserimento il cuscinetto si inclini.

Importante: Evitare assolutamente che la pressione (F) venga trasmessa alle sfere del cuscinetto! In caso contrario le superfici di
scorrimento vengono incise e il cuscinetto si danneggia!

10
Istruzioni per il montaggio

Montaggio del mozzo ruota

F
1.Posizionare il mozzo (4) sulla piastra di base (3) di una 1
pressa. Fare leva sul cuscinetto ruota premontato nel
2
giunto (5) con l'ausilio di una boccola di montaggio (2).

Importante: Posizionare la boccola solo sul lato frontale


5
dell'anello interno!

4
1 = disco di pressione
3
F = pressione

Nota: Per alcuni veicoli la disposizione dei pezzi da montare


è opposta. Il fuso a snodo viene posizionato sulla piastra di
base e il mozzo viene inserito a pressione dall'alto. 1 2

1 = mozzo
2 = fuso a snodo 3
3 = boccola di montaggio
4 = piastra di base 4

Importante: Utilizzare sempre la boccola di supporto! Essa infatti sostiene l'anello interno durante l'inserimento a pressione, al fine di
evitare di solcare le piste di scorrimento delle sfere nell'anello esterno del cuscinetto!

2. Il dado di fissaggio del cuscinetto ruota deve essere serrato con la coppia indicata dal costruttore del veicolo. La coppia di
serraggio del dado è importante non solo per il fissaggio della ruota, ma anche per garantire un gioco ottimale sul cuscinetto.
Per ottenere la coppia corretta è indispensabile l'utilizzo di una chiave dinamometrica.
Nota: Non inclinare il cuscinetto ruota durante il montaggio nel foro di alloggiamento o sul mozzo per evitare di danneggiarlo.
I cuscinetti ruota con elementi di tenuta sono ingrassati dal costruttore. Non necessitano di ulteriore lubrificazione e non
devono essere puliti con solventi. I solventi possono danneggiare prematuramente il cuscinetto.

11
Istruzioni per il montaggio

Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli

Generalità
Lo smontaggio e il montaggio di un cuscinetto a rulli conici può variare a seconda del costruttore del veicolo. Rispettare sempre le
indicazioni del costruttore del veicolo!

Supporto di un'autovettura con cuscinetti a rulli conici registrati


(asse non motore).

1. Pulire il corpo del mozzo.

2. Lubrificare leggermente le sedi degli anelli esterni (frecce)


con olio. Inserire entrambi gli anelli esterni (1) e (3) con un
pistone (2). 1 2

Importante: Posizionare il pistone solo sul lato frontale


dell'anello esterno! Gli anelli esterni devono essere a filo
con gli spallamenti dell'alloggiamento!
3

12
Istruzioni per il montaggio

3. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto interno.

Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello


interno e rulli (frecce)!

4. Inserire l'anello interno nel mozzo.


5. Inserire l'anello di tenuta per alberi nel mozzo.

Importante: Il bordo deve essere rivolto in direzione opposta


rispetto al cuscinetto!

6. Posizionare la protezione (1) e l'anello intermedio (2) 1


sul fuso a snodo.

Importante: La protezione deve essere a filo con l'intera


circonferenza del giunto (frecce)!

13
Istruzioni per il montaggio

Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli

7. Spingere il mozzo sul fuso a snodo.

Importante: Prestare attenzione a non danneggiare l'anello


di tenuta dell'albero!

8. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto esterno.

Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello


interno e rulli (frecce)!

9. Spingere l'anello interno del cuscinetto esterno sul fuso a


snodo.

10. Posizionare la rosetta di spinta ( 1 ).


11. Avvitare il dado a corona ( 2 ). 1
12. Serrare il dado a corona ruotando contemporaneamente
il mozzo fino ad avvertire una certa resistenza.

Importante: Utilizzare una chiave dinamometrica e rispettare


le istruzioni di riparazione del costruttore del veicolo!
2

14
Istruzioni per il montaggio

13. Svitare nuovamente il dado a corona di max. 1/12 di giro


fino a coprire il successivo foro per copiglia, quindi fissare
con copiglia.

14. Verificare lo scorrimento del supporto e il gioco di


ribaltamento.
Nota: La ruota deve poter girare facilmente senza
forzature.
Sul cerchio non deve essere presente gioco di ribaltamento.
Se necessario, sostituire la rosetta di spinta o il dado.
Se presente, utilizzare uno strumento di misurazione e
verificare il gioco assiale del supporto.

15. Posizionare il coperchio.


16. Una volta provato il gruppo, verificare che il gioco non si
sia modificato. Se necessario, correggere la registrazione.

15
Utensili di FAG

Chiavi a tubo per il


Set di utensili di montaggio montaggio o lo smontaggio

Set utensili Chiavi a


montag gio FAG tubo FAG

I set di utensili di montaggio FAG sono Oggetto fornitura Sigla d'ordinazione: Per ghiere da KM0 a KM20. Le chiavi a tubo
indicati per eseguire un montaggio econo- FITTING. TOOL.ALU.SET 10-50 FAG LOCKNUT.SOCKET vengono utilizzate
mico e sicuro dei cuscinetti volventi fino a Anelli di estrazione 33 pezzi per foro per serrare e allentare senza difficoltà ghie-
50 mm di foro. In questo modo è possibile cuscinetto 10-50 mm re su alberi, bussole di trazione e pressione.
montare senza problemi anche boccole, Diametro esterno fino a 110 mm
anelli intermedi, guarnizioni e pezzi simili. Boccole di estrazione 3 pezzi Lungo la circonferenza della ghiera, ne-
Martello antirimbalzo, 1 kg cessitano di meno spazio rispetto alle
Con colpi di martello su una boccola di Dimensioni valigetta 440~350~95 mm chiavi a settore e consentono di utilizzare
piantaggio corrispondente, si inseriscono Peso set completo 4,5 kg disponibile cricchetti e chiavi torsiometriche. Per in-
anelli interni saldamente montati sull'albe- anche come pezzi singoli. crementare la sicurezza del lavoro, si con-
ro e/o sugli anelli esterni nel foro dell'al- siglia di assicurare le chiavi a tubo con
loggiamento. In questo modo si evita che apposito perno di fissaggio e anello di
i corpi volventi e le piste trasmettano le gomma. Le chiavi a tubo FAG, infatti, sono
forze di montaggio e possano esserne munite di un foro per il perno di fissaggio
danneggiate. e di una scanalatura per l'anello di gomma.
Il perno di fissaggio e l'anello di gomma
Il FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 contiene sono forniti di serie.
boccole di estrazione in alluminio e anelli
di estrazione in materiale plastico. I pezzi Esempio di ordinazione per una chiave a
sono maneggevoli ed economici. tubo FAG, compatibile con ghiera KM5:

FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 LOCKNUT.SOCKET.KM5
Codice articolo 400 6001 10 Codice articolo 400 6063 10

16
Utensili di FAG

Chiave a settore e a perni per il montaggio o lo smontaggio

Chiavi a settore Chiavi a settore Chiave a compasso ad


snodate e FAG snodate e FAG ag gancio frontale FAG

Per ghiere da KM0 a KM40 e ghiere Per ghiere di precisione Per ghiere di precisione
di precisione da ZM06 a ZM150 e da da AM15 a AM90 da LNP017 a LNP170
ZMA15/33 a ZMA100/140

Le chiavi a settore snodate FAG della serie Le chiavi a perni snodate FAG della serie Le chiavi a compasso FAG della serie
LOCKNUT. FLEXI-HOOK… vengono utilizzate LOCKNUT. FLEXI-PIN… vengono utilizzate LOCKNUT. FACE-PIN… vengono utilizzate
per serrare e allentare ghiere (ghiere di per serrare e allentare ghiere di precisione per serrare o allentare ghiere di precisione
precisione) su alberi, bussole di trazione su alberi in assenza di una coppia specifi- su alberi in assenza di una coppia specifi-
e bussole a pressione in assenza di una cata. Mediante le chiavi a perni snodate FAG cata. Mediante le chiavi a compasso FAG
coppia specificata. Lo snodo consente di è possibile montare piccoli cuscinetti su è possibile montare piccoli cuscinetti su
montare e smontare ghiere di diversa sedi coniche degli alberi. Il serraggio si sedi coniche degli alberi. Il serraggio si
grandezza utilizzando una chiave a settore effettua tramite appositi fori disposti in effettua tramite appositi fori disposti in
della serie LOCKNUT. FLEXI-HOOK…. senso radiale. senso assiale.

Esempio di ordinazione per una chiave a Esempio di ordinazione per una chiave a Esempio di ordinazione per una chiave a
settore snodata FAG, compatibile con perni snodata FAG, compatibile con ghiere compasso FAG, compatibile con ghiere da
ghiere da KM14 a KM24: da AM35 a AM60: LNP017 a LPN025:

LOCKNUT.FLEXI-HOOK.KM14-24 LOCKNUT.FLEXI-PIN.AM35-60 LOCKNUT.FACE-PIN.LNP17-25


Codice articolo 400 6089 10 Codice articolo 400 6094 10 Codice articolo 400 6079 10

17
Utensili di FAG

Chiave a settore e chiave a perni per il montaggio o lo smontaggio

Kit di chiavi a doppio Set chiavi a doppio Chiavi a doppio


settore FAG settore FAG settore

sono costituiti da una valigetta contenente (denominazioni FAG precedenti 173556 (denominazione precedente da DHN5 a
una chiave a doppio settore, una chiave e 173557) contengono quattro o cinque DHN13) sono disponibili anche singolar-
dinamometrica e un manuale d'uso. La chiavi a doppio settore. Il restante conte- mente. Su ogni chiave a doppio settore
chiave dinamometrica consente di deter- nuto della valigetta corrisponde a quello sono incisi gli angoli di rotazione per i
minare con esattezza la posizione iniziale del kit. cuscinetti orientabili a sfere che vanno
di montaggio con una coppia di serraggio montati con questa chiave, per cui è possi-
predefinita. bile impostare con esattezza lo spostamen-
to assiale e la riduzione del gioco radiale.

LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5.KIT LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5-8.SET LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13


Codice articolo 400 6107 10 Codice articolo 400 6096 10 Codice articolo 400 6115 10
LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13.KIT LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM9-13.SET
Codice articolo 400 6106 10 Codice articolo 400 6097 10

18
Utensili di FAG

Estrattori meccanici

Estrattori Estrattori a
me ccanici due bracci

Gli estrattori meccanici vengono utilizzati • Per estrarre cuscinetti volventi completi
per smontare piccoli cuscinetti volventi o anelli interni in accoppiamento forzato
aventi un diametro massimo del foro pari e altri componenti, ad es. ingranaggi
a 100 mm circa, installati sull'albero o nell'- • Apertura di presa 80-350 mm, profon-
alloggiamento con accoppiamento forzato. dità di presa 100-250 mm disponibile
come set (supporto con 6 estrattori)
Per non causare danni in fase di smontag- o singolarmente
gio, l'estrattore deve agire sull'anello del
cuscinetto con accoppiamento forzato. ABZIEHER54.SET
Codice articolo 400 6118 10
Negli estrattori meccanici FAG, la forza ABZIEHER54.100
di estrazione si applica solitamente con Codice articolo 400 6119 10
appositi mandrini filettati. ABZIEHER54.200
Codice articolo 400 6120 10
Oltre a dispositivi a due, tre e quattro brac- ABZIEHER54.300
ci e ad un utensile a pressione idraulico, Codice articolo 400 6121 10
FAG offre anche estrattori speciali. ABZIEHER54.400
Codice articolo 400 6122 10
ABZIEHER54.500
Codice articolo 400 6123 10

19
Utensili di FAG

Estrattori meccanici

Estrattori a Utensile a Estrattori di


tre bracci pre ssione idraulica cuscinetti a sfere

• Per estrarre cuscinetti volventi completi • Per sbloccare componenti in accoppia- • Per estrarre cuscinetti a sfere radiali
o anelli interni in accoppiamento forzato mento forzato in combinazione con completi
• Apertura di presa 85-640 mm, estrattori meccanici • In caso di anello esterno con
profondità di presa 65-300 mm • L'operazione è chiaramente più semplice accoppiamento forzato
grazie alla generazione di una forza as- • Per cuscinetti non raggiungibili in
siale pari a 80 / 150 kN; per lo strumento senso radiale
più grande vi è un ritorno idraulico • Disponibili tre set con vari denti di
innesto

ABZIEHER52.085 ABZIEHER44.080 ABZIEHER56.020.SET


Codice articolo 400 6126 10 Codice articolo 400 6130 10 Codice articolo 400 6132 10
ABZIEHER52.130 ABZIEHER44.150 ABZIEHER56.120.SET
Codice articolo 400 6127 10 Codice articolo 400 6131 10 Codice articolo 400 6133 10
ABZIEHER52.230 ABZIEHER56.220.SET
Codice articolo 400 6128 10 Codice articolo 400 6134 10
ABZIEHER52.295
Codice articolo 400 6129 10

20
Utensili di FAG

Estrattori meccanici

Estrattori di Dispositivo Set e strattori


cuscinetti spe ciali di e strazione interni

• Per cuscinetti radiali (cuscinetti a sfere • Per tutti i tipi di cuscinetti volventi. Per • Per cuscinetti a sfere a gola profonda e
a gola profonda, cuscinetti orientabili estrarre cuscinetti volventi completi o cuscinetti a sfere a contatto obliquo.
a sfere, nonché cuscinetti orientabili a anelli interni in accoppiamento forzato. Il set di estrattori interni è costituito da
rulli, sfere e cilindrici) specificare la L'estrattore e la piastra regolabile sono nove estrattori e può essere utilizzato
casa costruttrice. disponibili in cinque formati con apertu- con fori da 5 mm a 70 mm circa.
• In caso di anello interno o esterno con re di presa fino a 210 mm. • In caso di anello esterno con accoppia-
accoppiamento forzato • Indicato soprattutto nei casi in cui l'anel- mento forzato
lo interno è appoggiato allo spallamento • Il foro dell'anello interno deve essere
ABZIEHER64.400 di un albero in cui non vi sono scanala- libero.
Codice articolo 400 6135 10 ture di estrazione. La posizione del
ABZIEHER64.500 cuscinetto deve essere ben accessibile ABZIEHER62.SET
Codice articolo 400 6136 10 in senso radiale. Codice articolo 400 6140 10
ABZIEHER64.600 ABZIEHER62.100.005
Codice articolo 400 6137 10 ABZIEHER49.100.060 Codice articolo 400 6141 10
ABZIEHER64.700 Codice articolo 400 6150 10 ABZIEHER62.100.007
Codice articolo 400 6138 10 ABZIEHER49.100.075 Codice articolo 400 6142 10
ABZIEHER64A..., ~64B…, ~64C…, ~64D Codice articolo 400 6151 10 ABZIEHER62.100.010
Codice articolo 400 6139 10 ABZIEHER49.200.115 Codice articolo 400 6143 10
Codice articolo 400 6152 10 ABZIEHER62.100.014
ABZIEHER49.300.150 Codice articolo 400 6144 10
Codice articolo 400 6153 10 ABZIEHER62.100.020
ABZIEHER49.400.210 Codice articolo 400 6145 10
Codice articolo 400 6154 10 ABZIEHER62.100.030
Codice articolo 400 6146 10
ABZIEHER62.200.040
Codice articolo 400 6147 10
ABZIEHER62.200.050
Codice articolo 400 6148 10
ABZIEHER62.200.060
Codice articolo 400 6149 10

21
Utensili di FAG

Estrattori meccanici Estrattori idraulici

Set e strattori Estrattori idraulici standard con


interni pompa manuale integrata

• Per cuscinetti a sfere a gola profonda Estrattori compatti per forza di estrazione fino a 80 kN, corredati di rete di sicurezza, in
standard. Il set, composto da 6 serie una robusta valigetta.
di bracci estrattori e 2 mandrini filettati
può essere utilizzato con fori da 10 a
100 mm di grandezza.
• In caso di anello esterno con
accoppiamento forzato
• Senza smontaggio dell'albero Sigla d'ordinazione Forza di Apertura di Profondità Corsa Peso
estrazione presa di presa
PULLER.INTERNAL.SET10-100 Estrattore kN mm mm mm kg
Codice articolo 400 6155 10
PULLER.INTERNAL.ARM-A1
Codice articolo 400 6156 10 400 6166 10 40 150 152 55 4,5
PULLER.INTERNAL.ARM-A2 400 6167 10 JAW
Codice articolo 400 6157 10 400 6168 10 60 200 152 (190*) 82 4,9
PULLER.INTERNAL.ARM-A3 400 6169 10 XL
Codice articolo 400 6158 10 400 6170 10 JAW
PULLER.INTERNAL.ARM-A4 400 6171 10 Long JAW
Codice articolo 400 6159 10 400 6172 10 80 250 190 (229*) 82 6,6
PULLER.INTERNAL.ARM-A5 400 6173 10 XL
Codice articolo 400 6160 10 400 6174 10 JAW
PULLER.INTERNAL.ARM-A6 400 6175 10 Long JAW
Codice articolo 400 6161 10
PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M12 * con tiranti più lunghi opzionali, ricambi ordinabili singolarmente
Codice articolo 400 6162 10
PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M16
Codice articolo 400 6163 10
PULLER.INTERNAL.SUITCASE
Codice articolo 400 6164 10
PULLER.INTERNAL.INLAY
Codice articolo 400 6165 10

22
Utensili di FAG

Piastre di estrazione Piastra elettrica di


a tre sezioni riscaldamento Riscaldatore a induzione

Piastre di e strazione Piastra di riscaldamento Riscaldatore


a tre sezioni F A G elettrica FAG a induzione FAG

Per estrattori idraulici e meccanici. Se nelle sedi cilindriche dei cuscinetti sono Molti cuscinetti volventi e altri componenti
previsti accoppiamenti fissi sull'albero, in acciaio simmetrici in fase di rotazione so-
Facilitano l'estrazione di cuscinetti comple- per il montaggio è possibile riscaldare no alloggiati sull'albero con accoppiamen-
ti, anelli interni ad accoppiamento forzato o opportunamente i cuscinetti. Alla tempera- to fisso. I componenti di grandi dimensioni,
altri componenti. tura di 80-100 °C si ottiene una dilatazione in particolare, possono essere montati con
sufficiente. Durante il riscaldamento dei maggiore facilità se vengono riscaldati pre-
Il carico ammissibile corrisponde alla forza cuscinetti, la temperatura deve essere cedentemente. Il riscaldamento per indu-
di estrazione. I ganci dei tiranti dello SPIDER controllata con precisione, ad esempio con zione, rapido e pulito, è migliore rispetto
si innestano direttamente dietro gli steli l'apparecchio di misurazione della tempe- alle procedure tradizionali, per cui si addice
regolabili degli estrattori, distribuendo ratura FAG TEMP.MG. Affinché la struttura e soprattutto per montaggi in serie. È possi-
uniformemente la forza. la durezza non subiscano alterazioni, non si bile riscaldare cuscinetti completi, anelli
devono assolutamente superare i 120 °C. di cuscinetti a rulli cilindrici o cuscinetti a
Anche in caso di accoppiamenti forzati non rullini e componenti in acciaio simmetrici
si verificano ribaltamenti o flessioni. Le ele- I cuscinetti volventi possono essere riscal- in fase di rotazione, come anelli a labirinto,
vate forze di estrazione sono concentrate, dati su una piastra FAG con regolazione giunti per cilindri, cerchiature ecc.
per esempio sull'anello interno del cusci- della temperatura HEATER.PLATE. Durante
netto. In genere, il cuscinetto e l'albero tale operazione, il cuscinetto va coperto con Vantaggi
non subiscono danneggiamenti e possono della lamiera e girato più volte, affinché si • operazioni rapide, a risparmio energetico
essere riutilizzati. scaldi in maniera uniforme. • ideali per cuscinetti volventi e altri com-
ponenti in acciaio di forma anulare
Sono sufficienti poche operazioni manuali Sulle piastre è possibile riscaldare, oltre ai • sicurezza elevata
per montare gli estrattori la cui funzionalità cuscinetti volventi (max. 120 °C!), anche • ecologici, senza impiego di olio
è testata a livello pratico. anelli a labirinto, di tenuta, anelli di serrag- • riscaldamento uniforme, controllato
gio e di tenuta. • semplice utilizzo
• smagnetizzazione automatica
PULLER.TRISECTION50 HEATER.PLATE • elevata redditività grazie alla selezione
Codice articolo 400 6176 10 Codice articolo 400 6179 10 dell'apparecchio di dimensioni più conso-
PULLER.TRISECTION100 ne all'applicazione
Codice articolo 400 6177 10
HEATER10
Codice articolo 400 6178 10

23
Utensili di FAG

Guanti Spessimetri

Guanti FAG Guanti resistenti Spe ssimetri


re sistenti al calore al calore e agli oli FAG

I guanti FAG resistenti al calore sono parti- I guanti FAG resistenti al calore e agli oli so- Gli spessimetri servono per misurare il gio-
colarmente indicati quando si devono mon- no particolarmente indicati quando si devo- co radiale del cuscinetto, in particolare du-
tare o smontare cuscinetti volventi o altri no montare o smontare cuscinetti volventi o rante il montaggio su sedi di albero coniche
componenti riscaldati. altri componenti riscaldati e lubrificati. e su bussole di trazione e pressione.

La superficie esterna in robusto poliestere Le loro peculiarità sono dovute alla struttu- FEELER.GAUGE100
resiste a temperature fino a 150 °C. ra multistrato realizzata in varie fibre. Codice articolo 400 6182 10
FEELER.GAUGE300
Il lato interno è invece realizzato in cotone Le caratteristiche principali sono: Codice articolo 400 6183 10
delicato sulla pelle. • resistenti fino a 250 °C
• non infiammabili
Le caratteristiche principali sono: • resistenti al calore anche da umidi
• resistenti fino a 150 °C • certificati contro effetti meccanici
• non lasciano pelucchi (DIN EN 388) e termici
• privi di amianto (DIN EN 407)
• comodi • privi di cotone
• resistenti ai tagli • resistenti ai tagli

HANDSCHUH1 HANDSCHUH2
Codice articolo 400 6180 10 Codice articolo 400 6181 10

24
Utensili di FAG

Pasta di montaggio Olio anticorrosione

Pasta di montag gio FAG


FAG Olio anti corrosione

Questa pasta di montaggio multiuso è effi- L'olio anticorrosione è indicato soprattutto


cace soprattutto nel montaggio di cuscinet- per cuscinetti volventi non imballati. Per
ti volventi. Facilita l'inserimento degli anel- garantire una lunga protezione dalla corro-
li dei cuscinetti, previene gli effetti „Stick sione, è utile spruzzare il prodotto anche
Slip“, rigature, usura e corrosione per attri- sulle superfici metalliche nude di apparec-
to. La pasta di montaggio, inoltre, garanti- chi, macchine ed elementi meccanici, se
sce una buona protezione dalla corrosione. installati in locali chiusi.

Ha un colore chiaro e non sporca. La pasta Di norma, non è necessario lavare l'olio
di montaggio viene applicata con uno stra- anticorrosione dai cuscinetti volventi, dal
to sottile, in maniera tale che la brillantezza momento che si comporta in maniera neu-
del metallo diventi opaca. Il campo di appli- trale con tutti gli oli e grassi per cuscinetti
cazione consentito è compreso tra -30 °C volventi presenti sul mercato. Si rimuove
e 150 °C. La pasta è resistente all'acqua, con facilità ed efficacia mediante solventi
al vapore acqueo e molte sostanze acide ed alcalini e detergenti neutri.
alcaline.

Formati: Formati:
Tubetti da 70 g Bomboletta spray da 0,4 l con propellente
Tubetti da 250 g ecologico CO2
Cartucce da 400 g
Barattoli da 1 kg

ARCA.MOUNTINGPASTE.70G ARCA.ANTICORROSIONOIL.400G*12
Codice articolo 400 6194 10 Codice articolo 400 6193 10
ARCA.MOUNTINGPASTE.250G*10
Codice articolo 400 6195 10

25
Utensili di FAG

Grassi per cuscinetti volventi Ingrassatore a


confezioni da 1,5 e 10kg pressione

Arcanol Ingrassatore a pressione FAG

MULTITOP con flessibile rinforzato

DIN 51825 KP2N-40 In presenza di difficili condizioni d'esercizio


Addensante Sapone di litio con additivi EP o di condizioni ambientali avverse, i cusci-
Olio base Olio minerale + estere netti volventi necessitano di una frequente
2
Viscosità dell'olio base a 40 °C 85 [mm /s] rilubrificazione tramite appositi ingrassatori
Consistenza (classe NLGI) 2 a pressione. L'ingrassatore a pressione FAG
Temperatura di esercizio [°C] da -40 a +150 e il relativo flessibile rinforzato consentono
Temperatura limite costante [°C] 80 di lavorare con facilità, pulizia e rapidità. I
Campi di applicazione caratteristici Grasso universale per cuscinetti a sfere componenti sono conformi alla DIN 1283.
e a rulli in laminatoi, macchine edili, Ingrassatore a pressione
autoveicoli, mandrini portamola e per Diametro contenitore 56 mm, lunghezza to-
filatura con elevati numeri di giri, carico tale dell'ingrassatore 390 mm, portata 2 cm3/
elevato, alte e basse temperature corsa, pressione max. 800 bar. L'ingrassatore
Basse temperature molto adatto può essere riempito, a scelta, con grasso sfu-
Alte temperature poco adatto so o una cartuccia conforme a DIN 1284.
Attrito ridotto adatto • 500 cm3 di grasso sfuso oppure
Elevato numero di giri adatto • cartuccia da 400 g conforme a DIN 1284
Carico elevato adatto (diametro 53,5 mm, lunghezza 235 mm),
Basso numero di giri adatto vite di fissaggio GB/i peso ca. 1,5 kg
Vibrazioni adatto
ARCA.GREASE-GUN
Supporto della tenuta poco adatto
Codice articolo 400 6191 10
Possibilità di rilubrificazione molto adatto
Tubo flessibile rinforzato
Lunghezza 300 mm, filettatura GB/i munito
Artikelnummern: di sistema di serraggio idraulico per la valvo-
ARCA.GREASE.MULTITOP.1KG 1 kg 400 6188 10 la conforme a DIN 71412. E’ possibile utilizza-
ARCA.GREASE.MULTITOP.5KG 5 kg 400 6189 10 re anche valvole per lubrificazione piatte a
ARCA.GREASE.MULTITOP.10KG 10 kg 400 6190 10 norma DIN 3404 o altri elementi di connes-
sione. Questi elementi di raccordo sono di-
sponibili presso i negozi specializzati.

ARCA.GREASE-GUN.HOSE
Codice articolo 400 6192 10
26
Utensili di FAG

Strumenti di misurazio- Tachimetro manuale


ne della temperatura digitale Aerofono

Termometro a infrarossi Tachimetro manuale Aerofono


TempChe ck PLUS FAG digitale FAG FAG

Il termometro a infrarossi TempCheck PLUS Il contagiri è indicato per due tipologie di L'aerofono consente di controllare con
FAG calcola la radiazione infrarossa rilas- esercizio: estrema semplicità, rapidità e affidabilità i
ciata da un corpo e, in base ad essa, deter- • rilevamento diretto del numero di giri rumori emessi dai cuscinetti volventi.
mina la temperatura della superficie. con adattatore, girante e puntali di Grazie a un controllo regolare, è possibile
Questa misurazione senza contatto con- misurazione individuare precocemente eventuali varia-
sente di rilevare in modo semplice la tem- • rilevamento ottico del numero di giri, sen- zioni di rumore dovute a usura, puntinatura
peratura di oggetti difficilmente accessibili za contatto, mediante tacca riflettente o deformazione. In questo modo, si evitano
e in movimento. Il dispositivo ultraleggero Rilevamento diretto del numero di giri improvvise interruzioni d'esercizio e gravi
(soli 150 g di peso) può essere trasportato In caso di rilevamento diretto del numero danni alle macchine. L'apparecchio viene
con praticità in qualsiasi luogo. Il termome- di giri è necessario inserire l'adattatore di utilizzato come lo stetoscopio del medico.
tro a infrarossi TempCheck PLUS FAG è in serie. Mediante contatto si rileva il numero Le estremità dell'auricolare vengono inse-
grado di misurare temperature comprese di giri con la punta di gomma del tastatore rite nel condotto uditivo, in maniera tale da
tra -32 °C e +530 °C e possiede una lente o la velocità superficiale con una rotella. escludere altri rumori circostanti. L'impug-
ottica di precisione per il calcolo esatto natura isolante si tiene come una matita,
TACHIMETRO
della temperatura senza contatto. È indica- tra pollice e indice, mentre la punta viene
Codice articolo 400 6184 10 contiene:
to per il controllo della temperatura di com- tenuta ferma e appoggiata sul pezzo da
ponenti di una macchina. tachimetro manuale digitale adattatore per misurare. Quando si sente un rumore, si fa
Ecco i vantaggi del TempCheck PLUS: misurazione diretta 1:1, girante 1/10 m, scorrere la punta del tastatore finché non
• misurazione rapida e precisa della girante 6 inch punta di gomma, 10 tacche raggiunge il suo volume massimo.
temperatura riflettenti, istruzioni per l'uso valigetta
• tecnologia a infrarossi all'avanguardia Rilevamento del numero di giri senza SOUND.CHECK
• semplice utilizzo contatto Codice articolo 400 6187 10
• riduzione dei tempi passivi imprevisti In caso di misurazione senza contatto, sul-
• costi di acquisto ridotti l'elemento della macchina da misurare va
posta una tacca riflettente. Quest'ultima
TEMP.CHECK.PLUS viene rilevata fotoelettricamente mediante
Codice articolo 400 6186 10 una luce rossa visibile. L'apparecchio visu-
alizza il numero di giri al minuto.
(dispositivo di misurazione con batteria,
cinturino, istruzioni per l'uso e custodia) TACHOMETER.REFLEX.MARKS
Codice articolo 400 6185 10
contiene: 10 tacche riflettenti
27
10.2009/K&S

Schaeffler Italia S.r.l.


Strada Provinciale 229 Km 17
28015 Momo (NO)
Tel. +39 0321-929323
Fax: +39 0321-99o531
automotiveaftermarket.it@schaeffler.com
www.schaeffler-aftermarket.it