Sei sulla pagina 1di 15

VOGLIO FARE UN REGALO

A TUTTI I MIEI AMICI


VOGLIO RIVELARVI UN
BELLISSIMO SEGRETO
IL SEGRETO DELLA FELICITA`
La felicità ha una tale importanza nella
vita che probabilmente tutto quello che
facciamo dipende da essa e se va
intesa come quella vera gioia, serenità
d’animo, contentezza, pace e
soddisfazione più o meno costante,
allora ci rendiamo conto che non la
raggiungeremo mai e che tutto quello
che facciamo sembra non colpire mai
l’obbiettivo.
Siamo simili ad un mare in tempesta,
troviamo solo a tratti, un po’ di pace qua e la
ma nulla di continuo e di soddisfacente. Gli
uomini uccidono, mentono, ingannano,
rubano e si consumano per soddisfare il loro
desiderio di potenza, di piacere e di
ricchezza, si illudono così di conquistare la
pace, la sicurezza, la gioia e la felicità per se
stessi e per la propria famiglia; e non si
rendono conto quanto sono lontani dal
vero obbiettivo.
La felicità che dà un valore durevole alla vita
non è quella superficiale che viene da
circostanze più o meno positive: ma è la
gioia e la soddisfazione che riempiono
l’anima nonostante gli avvenimenti più
dolorosi e più amari, è la felicità che rimane
anche quando tutto va male e che sorride
attraverso le lacrime.
 C’e’ una vocina dentro di noi , che ci
ripete continuamente «Non eravamo
destinati a questo, ma a cose migliori».
Abbiamo la misteriosa percezione che ci sia
da qualche parte una sorgente di felicità
che renda la vita degna di essere vissuta;
continuiamo a ripeterci che, un giorno ad un
tratto, questo segreto ci sarà rivelato. A
volte ci pare addirittura di averlo scoperto,
ma non è che un illusione e ci troviamo di
nuovo delusi, depressi ed infelici.
Questa felicità che le nostre anime
ricercano non si lascia turbare nè dai
successi, nè dagli insuccessi; è radicata
così profondamente in noi che ci dà il riposo
interiore, la pace, la soddisfazione,
indipendentemente dai problemi che ci
circondano; questa felicità non ha bisogno
di stimolanti.
 Sembra evidente che tutta la nostra buona
volontà e le nostre capacità sono dunque
impotenti e che questa felicità proviene
perciò da una altra fonte.
Questo rimedio è stato offerto, duemila
anni fa, da Gesù Cristo, sulla Croce.
La morte di Gesu’ Cristo non fu
semplicemente un incidente o uno dei tanti
eventi storici.
Fu l’atto di un Dio che amava e riconciliava
con sè l’uomo, che il peccato aveva
separato da Lui.
 L’uomo non può essere felice lontano da
Dio e perciò quest’ultimo ha mandato Suo
Figlio perchè portasse i nostri peccati e
prendesse su di sè la punizione e la
condanna che noi tutti meritavamo.
 Non c’è che una via che porta alla pace
dell’anima, e che è una fonte di gioia, di
pace e felicità: bisogna passare per il
pentimento e credere in Gesù Cristo nostro
Salvatore personale. E poichè Dio è
responsabile del nostro benessere
possiamo pure scaricare le nostre
preoccupazioni su di Lui, affinchè se ne
prenda cura.
 Questo e’ il momento di rivolgergli le
nostre preghiere, apriamo le porte a Dio
pensate a lui pregate e confidantevi. lui
ci ama e vuole solo il nostro bene.
 Approfittiamone per avvicinarsi al nostro
creatore questa e’ l’ora giusta non
bisogna piu’ indugiare.
 Sappiate che potrete trovare argomenti
convincenti contro il Cristianesimo come
istituzione, ma non ne troverete alcuno
contro una persona resa simile a Cristo
dallo Spirito di Dio. Una tale persona è una
risposta all’egoismo, al razionalismo ed al
materialismo di oggi.
 Percio` non e’ poi tanto difficile essere
felici le regole sono semplici non
servono ricchezze ori e benessere,
basta solo sentire profondamente la
parte di Dio che e’ in tutti noi, amarlo
con tutto il nostro cuore come lui ci
ama e vivere secondo I suoi
comandamenti.
Un caro saluto a tutti

Paolo