Sei sulla pagina 1di 5

Diabete Mellito: DIETA DA 1200 Kcal

DIETA QUALITATIVA PER PAZIENTI DIABETICI


a cura del Dott. Carmelo Catalano

Il corpo umano, per costruire, sviluppare, rinnovare tutte le sue strutture,


mantenere le funzioni vitali di tutti i suoi organi ed apparati, svolgere qualsiasi
attività lavorativa necessita di un apporto costante di energia; tale energia,
misurata in calorie, viene fornita dagli alimenti sotto forma di sostanze
definite principi nutritivi. Questi sono:
CARBOIDRATI, GRASSI, PROTEINE, VITAMINE, SALI MINERALI, ACQUA,
ALCOL.
Per soddisfare le diverse necessità dell’organismo è necessario che tutti i
principi nutritivi siano presenti nell’alimentazione quotidiana, secondo
determinate proporzioni che variano in funzione dell’età, del sesso, del tipo di
attività svolta e di particolari situazioni dell’organismo.
Il termine dieta significa alimentarsi in modo corretto, praticamente
“imparare a mangiare”.
Molti sono convinti che “stare a dieta” significhi:
∙ non mangiare
∙ mangiare male
∙ mangiare in bianco soltanto cibi lessati o ai ferri
∙ non poter più organizzare una cena con amici, parenti o andare al
ristorante.
In realtà significa …
∙ imparare a conoscere gli alimenti che mangiamo e a modificarne la
quantità
∙ controllare gli assaggi fuori pasto
∙ controllare l’utilizzo dei grassi e dei condimenti, imparando a cucinare piatti
più leggeri
∙ andare al ristorante o a cena con gli amici scegliendo i piatti più idonei.
Per attuare una dieta equilibrata occorre una corretta distribuzione
giornaliera degli alimenti che mangiamo. Dovremmo sempre rispettare:
- 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena)
- 2 spuntini (metà mattina e metà pomeriggio)
Se il tuo peso è normale l’obiettivo sarà il mantenimento del peso corporeo;
se invece sei in sovrappeso l’apporto calorico andrà ridotto.
Un aiuto per dimagrire è l’attività fisica moderata: una passeggiata nel parco,
andare in bicicletta, salire le scale a piedi. Così aumenti il dispendio
energetico e adotti uno stile di vita più attivo.
ALCUNI SUGGERIMENTI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

∙ Frazionare l’alimentazione in tre pasti principali e due spuntini (questi


ultimi meglio se a base di frutta o verdura).
∙ Limitare il più possibile i cibi ricchi di grassi e i condimenti: sono molto
calorici e apportano colesterolo.
∙ Imparare a cucinare con pochi condimenti e più spezie ed erbe
aromatiche. È possibile utilizzare durante la cottura di alcuni alimenti
anche il vino secco: evapora, non apporta zuccheri e aiuta a
risparmiare l’uso dei condimenti.
∙ Prestare attenzione ai “fuori pasto”: talvolta ci dimentichiamo che
possiamo introdurre molte calorie durante la giornata con aperitivi,
salatini, noccioline, olive, liquori.
∙ Variare il più possibile la propria alimentazione per renderla ogni giorno
meno monotona e quindi più varia.
∙ Mangiare liberamente verdure cotte e crude: apportano molte fibre e
contengono pochissime calorie.
∙ Evitare tutto ciò che contiene zucchero (ad esempio il miele, lo
zucchero, le caramelle, i dolci, la marmellata, i gelati, il cioccolato, le
bibite zuccherate, i biscotti, ecc…): forniscono molte calorie e innalzano
la glicemia.
∙ Privilegiare il consumo di pesce e carni bianche facendo attenzione a
formaggi e salumi: sono molto grassi e ricchi di calorie.
∙ È importante non associare molti carboidrati nello stesso pasto (ad
esempio pane, pasta, riso, legumi, patate, grissini, cracker).
∙ Occorre fare molta attenzione ai prodotti dietetici “per diabetici”: sono
ad elevato costo e, spesso, contengono un’elevata quota di grassi e
quindi di calorie.
Se devi dimagrire, oltre ai consigli sopra riportati, ecco alcune indicazioni:
∙ Evitare il “fai da te”: rispettare il proprio schema dietetico dal momento
che è stato personalizzato e creato su misura a seconda delle proprie
esigenze; non seguire la diete “alla moda” o quelle di conoscenti.
∙ Evitare la pessima abitudine, nella quale si cade spesso nel tentativo di
dimagrire, di “saltare i pasti”.
∙ Evitare di tenere in casa quantità eccessive di cibo e, in caso di fame
incontrollabile, mangiare verdura o frutta.
Se si vuole un corretto apporto di Vitamine e Sali minerali, in caso di carenza, vedi
“Integratori di qualità” al sito
www.k-iron.com
DIETA BASE DA 1200 Kcal

COLAZIONE:
Latte parzialmente scremato 150 g o sostituzione (vedi di seguito)
Pane 25 g o fette biscottate 15 g
-------------------------------------------------------------------------------------------

SPUNTINO:
Frutta fresca 150 g
-------------------------------------------------------------------------------------------

PRANZO:
Pane comune 50 g o sostituzione (vedi di seguito)
Carne 100 g: agnello, capretto, cavallo, coniglio, faraona, maiale (scelto nelle
parti più magre come, ad esempio, il filetto), manzo, pollo, tacchino, vitello,
vitellone, struzzo. o sostituzione (vedi di seguito)
Verdure a volontà: asparagi, barbabietole, bieta, broccoletti, broccoli,
carciofi, carote, cavolfiore, cavolo (verza), cavoli di Bruxelles, cetrioli, cipolle,
cipolline, fagiolini (cornetti), finocchi, fiori di zucca, funghi, insalate (lattuga,
cicoria, indivia, radicchio, rucola), melanzane, peperoni, pomodori, porri,
rape, ravanelli, sedano, spinaci, tartufo nero, zucca gialla, zucchine.
Frutta fresca 150 g: agrumi (arance, mandaranci, mandarini, pompelmi,
mapo), albicocche, amarene, ananas, ciliegie, cocomero, fragole, frutti di
bosco, mango, mele, melone, nespole, papaia, pere, pesche, prugne fresche,
kiwi.
Olio 10 g: olio d’oliva, olio di girasole, olio di mais, olio di arachide.
-------------------------------------------------------------------------------------------

MERENDA:
Frutta fresca 150 g
-------------------------------------------------------------------------------------------

CENA:
Pasta o riso 25 g
Pane comune 50 g o sostituzione (vedi di seguito)
Carne 100 g o sostituzione (vedi di seguito)
Verdure
Frutta fresca 150 g
Olio 10 g
SOSTITUZIONI DELLA DIETA DA 1200 Kcal

È possibile variare gli alimenti della dieta base con le sostituzioni di seguito
riportate; l’importante è farlo con la stessa categoria di alimento. 50 grammi di
pane possono essere sostituiti solo ed esclusivamente con uno degli alimenti
indicati nella tabella del pane (ad esempio 40 grammi di pasta); 100 grammi
di carne devono essere sostituiti con la relativa quantità di pesce, affettato o
altro.
NON È POSSIBILE SOSTITUIRE IL PANE CON LA CARNE O
VICEVERSA.
Il LATTE può essere sostituito con yogurt magro (la stessa grammatura).
50 g di PANE COMUNE possono essere sostituiti con:
Pasta o riso 40 g
oppure Patate o legumi freschi 150 g
oppure Legumi secchi 50 g
oppure Cracker, grissini, fette biscottate 35 g
oppure Pasta o riso 20 g + patate o legumi freschi 75 g
oppure Pasta o riso 20 g + legumi secchi 25 g
oppure Pasta o riso 20 g + pane comune 25 g
oppure Gnocchi di patate 90 g
100 g delle CARNI indicate possono essere sostituiti con:
Pesce 150 g: branzino, calamaro, cernia, dentice,
gambero, luccio, merluzzo, nasello, orata, palombo,
persico, pescatrice, polpo, razza, rombo, seppia,
sogliola, spigola, tinca, tonno al naturale, trota.
oppure Affettati 50 g: bresaola, prosciutto cotto magro,
prosciutto crudo magro, speck.
oppure Formaggi magri 50 g: caciottina fresca, caprino,
crescenza, dolceverde, fior di latte, formaggi light,
mozzarella, quartirolo, robiola, scamorza, stracchino.
oppure Formaggi grassi 35 g: cheddar, bel paese, fontina,
gorgonzola, grana, gruviera, parmigiano, pecorino,
philadelphia, provolone, taleggio.
oppure Ricotta 90 g
oppure 1 uovo + affettati 30 g
oppure 1 uovo + formaggi magri 20 g
oppure Trippa o fegato 100 g
Note:
∙ Tutti i pesi della dieta tipo e delle sostituzioni sono intesi A CRUDO e AL
NETTO DEGLI SCARTI.
∙ Le uova non vanno inserite più di due volte alla settimana.
∙ I formaggi e gli affettati non vanno inseriti più di due volte alla settimana
ciascuno.
∙ Fegato e trippa non vanno inseriti più di una volta alla settimana.

CONSIGLI UTILI

∙ È importante imparare a LEGGERE LE ETICHETTE e controllare gli


ingredienti contenuti in tutti gli alimenti.
∙ Preferire le cotture più semplici: ai ferri, al vapore, al cartoccio, alla piastra,
al forno, lessatura. Usare padelle antiaderenti e pentole dietetiche.
∙ Cucinare con l’uso di spezie ed erbe aromatiche. È possibile anche
l’utilizzo di vino secco che evapora e consente di usare meno condimenti.
∙ Evitare tutto ciò che contiene zucchero (ad esempio il miele, lo zucchero,
le caramelle, i dolci, la marmellata, i gelati, il cioccolato, le bibite
zuccherate, i biscotti, ecc...): forniscono molte calorie e innalzano la
glicemia.
∙ Occorre fare molta attenzione ai prodotti dietetici “per diabetici”: sono ad
elevato costo e, spesso, contengono un’elevata quota di grassi e quindi di
calorie.

(a cura del Dott. Carmelo Catalano)

Potrebbero piacerti anche