Sei sulla pagina 1di 14

Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

SOMMARIO

1. Relazione illustrativa: ............................................................................................................ 2

2. Sezione impiegata nel sistema strutturale ........................................................................ 3

3. Carichi permanenti ed accidentali: Analisi delle azioni .............................................. 4

4. Schema statico della struttura − traverso orizzontale ............................................ 4

5. Calcolo ponteggio ................................................................................................................. 5

6. Verifica del montante .......................................................................................................... 7

7. Collegamento montanti ............................................................................................................ 8

8. Prescrizioni da realizzare ...................................................................................................... 8

9. verifica tubo giunto di partenza ....................................................................................... 9

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 1


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

RELAZIONE DI CALCOLO PONTEGGIO

1. Relazione illustrativa:

Si procede al calcolo (progetto e verifica) di un ponteggio da costruzione in profili tubolari metallici, con
schema realizzato mediante impiego di elementi a telaio e tubi innocenti: le dimensioni di sviluppo
longitudinale del ponteggio vengono ricavate da disegno tecnico esecutivo dello stesso.
Il ponteggio presenta uno sviluppo verticale massimo di mt. 6,00 (ESCLUSO TELAIO PARAPETTO)
La marca di ponteggio utilizzato è: FRACASSO

Nel caso specifico viene impiegato un ponteggio del tipo a montanti e traversi prefabbricati in acciaio zincato
tradizionalmente denominato ponteggio di tipo TELAIO A PORTALE

La normativa impiegata nel calcolo di verifica degli elementi strutturali del ponteggio viene riportata in
appendice A: la stessa consente di calcolare questi ponteggi in maniera semplificata, pensandoli come
strutture reticolari e/o intelaiate.

− Le ipotesi di sovraccarico accidentale (azioni di esercizio) nel caso di ponteggio da manutenzione e


con riferimento ai ripiani del ponteggio stesso, sono le seguenti:

 Un ripiano con sovraccarico accidentale: Qm= 1.50 kN/mq.

 Un ripiano con sovraccarico accidentale dimezzato: Qm/2= 0.75 kN/mq.

Tutti gli altri ripiani sono da considerarsi senza sovraccarico.

− Le ipotesi di sovraccarico accidentale (azioni di esercizio) nel caso di ponteggio da costruzione e con
riferimento ai ripiani del ponteggio stesso, sono le seguenti:

 Un ripiano con sovraccarico accidentale: Qc= 3.00 kN/mq.

 due ripiani con sovraccarico accidentale dimezzato: Qc/2= 1.50 kN/mq.

Tutti gli altri ripiani sono da considerarsi senza sovraccarico: in entrambe le tipologie di ponteggio illustrate, si
deve considerare inoltre il carico permanente indotto dagli elementi di calpestio (ripiani realizzati in tavolame
e/o elementi in lamiera forata).

Nota:
Come si può osservare, le ipotesi di sovraccarico accidentale nel caso del ponteggio da costruzione, vengono
raddoppiate dalla normativa tecnica rispetto a quelle relative al ponteggio da manutenzione.

Le ipotesi di vincolo e di schema alle quali devono sottostare i ponteggi metallici risultano in sintesi le
seguenti:

 Montanti della stessa fila a distanza non maggiore di 1.80 m. Si nota che la larghezza
dei campi verticali, dovuta a motivi standard costruttivo e di agibilità cantieristica, è di
1.80 m.; mentre l’altezza dei campi orizzontali è pari a 2mt (altezza telai fissi).

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 2


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

Co = 1.80; Cv=2.0 mt

 Per ogni piano devono essere disposti 2 correnti continui esternamente ed un


internamente con entrambi funzione di parapetto;
 Ogni ripiano è dotato di apposita tavola fermapiede e di cancelletti di chiusura nei lati
prospicienti il vuoto;
 Un ancoraggio di facciata ogni 22 mq. di superficie verticale frontale (in particolare,
ogni 5,40 m in orizzontale (3 campi Co) ed ogni 4.0 m in verticale (2 campi Cv));
 Snellezza massima delle aste compresse λa pari a 200 (carico critico euleriano);
 Predisporre nei ponteggi da manutenzione, una diagonale per ogni piano e per ogni
campo (diventano due nel caso del ponteggio da costruzione);
 I piani di calpestio sono realizzati da appositi tavolati di lamiera di larghezza
complessiva pari ad 1.00 mt.

2. Sezione impiegata nel sistema strutturale

Sezione impiegata per i montanti e gli elementi tubolari del ponteggio

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 3


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

3. Carichi permanenti ed accidentali: Analisi delle azioni

Si procede considerando il sistema strutturale costituito da 3 ripiani totali di impalcato, di cui uno con
sovraccarico Q applicato, e due con sovraccarico accidentale dimezzato Q/2 (ponteggio da costruzione).

Le azioni permanenti vengono valutate considerando che per i ripiani di calpestio ed il peso dei parapetti,
battitacco ed altri ulteriori accessori di ripiano, si abbia un carico Qr valido per ogni ripiano del ponteggio.
Pertanto il sovraccarico totale Qtot in proiezione verticale (accidentale + permanente) risulta essere il
seguente (carico per unità di superficie orizzontale del ponteggio):

− Accidentale Qc su un ripiano 3,00 kN/mq


− Accidentale Qc/2 su due ripiani 1,50 kN/mq
− Permanente totale per n=3 ripiani (carico Qr)
0.50 kN/mq*n 1,50 kN/mq

Qtot = (Qc + (Qc/2)*2 + Qr) = 7,50 kN/mq

4. Schema statico della struttura − traverso orizzontale

La verifica relativa al traverso orizzontale viene condotta considerando il carico che agisce sul traverso e cosi
valutato:

qt (Q+Qr)*Co = (1.5+0.5)*1.8 = 3.6 kN/m = 360 kg/m

Lo schema statico risulta il seguente:

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 4


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

5. Calcolo ponteggio

CALCOLO PONTEGGIO ALTEZZA H= 6,00 m


ù PONTEGGIO FRACASSO
CARATTERISTICHE GEOMETRICHE DEL PONTEGGIO:
Interasse delle stilate: 1,80 m
Interasse dei montanti: 1,05 m
Interpiano traversi: 2,00 m
Altezza del ponteggio: 6,00 m
Altezza parapetto di sommità: 2,00 m
Altezza raddoppio dei montanti: 0,00 m
Larghezza tavolati 1,00 m

CARICHI VERTICALI:
Peso ponteggio per unità di superficie verticale
Portali a montanti singoli: 8,10 Kg/mq
Portali a montanti doppi: 14,50 Kg/mq
Parapetto di sommità: 6,00 Kg/mq
Carichi per unità di superficie orizzontale
Peso Pedana 18,00 Kg/mq
Numero piani di lavoro 3,00
Carico di esercizio 300,00 Kg/mq
Numero tavolati a pieno carico 1,00
Carico di esercizio ridotto 150,00 Kg/mq
Numero tavolati a carico ridotto 2,00
Carico da neve 0,00 Kg/mq
Numero tavolati con carico neve: 0,00

CARICHI ORIZZONTALI DA VENTO:


Zona 1
pressione unitaria fino a 20 m 60,00 Kg/mq
pressione unitaria in sommità 51,60 Kg/mq
superficie investita dal vento per modulo 0,85 mq/mod
coefficiente Ce 0,80
Coefficiente Ci 0,40
Riduzione per schermatura edificio 60%

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 5


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

CARATTERISTICHE GEOMETRICHE E MECCANICHE

Tubulari utilizzati per montanti e traversi Ø 48,25 mm


Spessore tubulare 3,25 mm
Area della sezione 4,59 cmq
Momento di inerzia 11,69 cm^4
Modulo di resistenza 4,85 cm^3
Giratore di inerzia 1,60 cm
Carico critico 3280,00 Kg
Tensione critica Euleriana 921,00 Kg/cmq
Snellezza sperimentale 150 cm
Coefficiente di amplificazione w 2,98
Lunghezza del traverso 1,00 m
Altezza del montante 2,00 m
Tubulari utilizzati per puntoni diagonali Ø 27,00 mm
Spessore tubulare 2,30 mm
Area della sezione 1,78 cmq
Momento di inerzia 1,37 cm^4
Modulo di resistenza 1,02 cm^3
Giratore di inerzia 0,88 cm
altezza allo spicco delle diagonali sul montante 1,45 m
PARAPETTO DOPPIO DI FACCIATA
Sia i traversi che le diagonali sono realizzati con medesima sezione
Diametro tubulari utilizzati Ø 27,00 mm
Spessore tubulare 2,30 mm
Area della sezione 1,78 cmq
Momento di inerzia 1,37 cm^4
Modulo di resistenza 1,02 cm^3
Giratore di inerzia 0,88 cm
Carico di collasso del traverso 1030,00 Kg
Carico critico a taglio del traverso 1200,00 Kg
distanza verticale tra i traversi 0,63 m

ANCORAGGI ALL'EDIFICIO
Tipologia ancoraggi previsti "a cravatta", "a sbadacchio" autorizzati EMPI:
Frattile 5% del giunto ortogonale: 1155 Kg
Interasse orizzontale massimo degli ancoraggi 5,40 m
Interasse vertictale massimo degli ancoraggi 4,00 m
Superficie di influenza per singolo ancoraggio 21,60 mq

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 6


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

6. Verifica del montante

VERIFICA DEL MONTANTE DEL PONTEGGIO

QUOTA DI VERIFICA 0,00 m


Composizione della stilata:
Tipo di telaio interessato Montanti singoli
N° elementi componenti il singolo montante 1
altezza ponteggio sovrastante alla sezione di verifica:
a montanti singoli 6,00 m
a montanti doppi 0,00 m
parapetto di sommità 2,00 m
tavolati sovrastanti presenti 3
con intero carico di esercizio 1
con carico di esercizio ridotto 2
Analisi dei carichi singola stilata:
peso parapetto di sommità 21,60 Kg
peso ponteggio a montanti singoli 87,48 Kg
peso ponteggio a montanti doppi 0,00 Kg
peso tavolati 97,20 Kg
carico da neve 0,00 Kg
tavolato con carico di esercizio 540,00 Kg
tavolati con carico ridotto 540,00 Kg
totale 1286,28 Kg
Sforzo assiale sul singolo montante 643,14 Kg
Sforzo assiale sul singolo elemento del montante 643 Kg

Calcolo momento flettente sul singolo montante


Momento dovuto al carico di esercizio:
carico distribuito sul traverso 572,4 Kg/m
Rapporto di rigidezza traverso-montante 2,0000
momento all'attacco del traverso 2385 Kgxcm
Momento allo spicco della diagonale 1729 Kgxcm
Momento dovuto al carico da vento:
pressione unitaria a quota 0 m 60 Kg/mq
area superficie investica 0,85
coefficiente C 0,96
Azione sul singolo modulo 48,96 Kg/modulo
Momento allo spicco della diagonale 1775 Kgxcm
Momento sul singolo montante 3504 Kgxcm
Momento sul singolo elemento del montante 3504 Kgxcm
SOLLECITAZIONI DI VERIFICA
SFORZO ASSIALE 643 Kg
MOMENTO FLETTENTE MASSIMO 3504 Kgxcm
MOMENTO RIDOTTO=0,75 x 3503,925= 2628 Kgxcm
Verifica di stabilità a pressoflessione:

σ= 417 + 703 = 1120 Kg/cmq

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 7


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

7. Collegamento montanti

VERIFICA COLLEGAMENTO ASSIALE DEI MONTANTI


Carico minimo di rottura del collegamento 1500 Kg
pressione unitaria alla massima quota 51,60 Kg/mq
area superficie investica 0,85
coefficiente C 1,20
Azione su due moduli liberi 105,26 Kg/modulo
Azione assiale sul collegamento:
X= 105,264*2/1,05= 200,50 Kg
Coefficiente di sicurezza:
ν= 1500/201= 7,48 (min 2,2)

8. Prescrizioni da realizzare

La verifica al montante verticale (elemento più sollecitato del sistema a ponteggio) porta a dover imporre
determinate prescrizioni alla realizzazione del ponteggio in oggetto, per assicurarne un corretto funzionamento
ed una sicurezza statica idonea all’impiego previsto (ponteggio da costruzione):

 Sul ponteggio non è possibile depositare nessun tipo di materiale se non temporaneamente e
senza superare il sovraccarico massimo ammesso dalla normativa presa a riferimento per le
verifiche di resistenza del ponteggio da manutenzione.
 Passo massimo tra i montanti inclinati 180 cm;

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 8


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

9. verifica tubo giunto di partenza

Per il calcolo di tale struttura viene riportato il diagramma di calcolo finale per quanto riguarda:
Sforzo normale;

Le sezioni resistenti sono come da normativa:

Ø = 48.25 mm. - diametro dei tubi giunti

S = 2.9 mm – sezione dei tubi giunti

Dal grafico si evince che la struttura risulta ampiamente verificata.


Si è fatto riferimento alla normativa per il calcolo delle strutture in acciaio 10011 del 1988 usando il metodo
delle “tensioni ammissibili”.
Anche in questo caso viene usato il metodo delle tensioni ammissibili con i valori del calcolo derivanti dalla
normativa sull’acciaio. I valori sezioni ed aree sono i medesimi, si aggiunge soltanto che il telaio è a portale
delle dimensioni:

h montante = 100 cm.

Nota:
il puntone va in appoggio al ponteggio sottostante.
TALE ELEMENTO DATA LA SUA GEOMETRIA E LO SFORZO A CUI E’ SOLLECITATO VIENE
VERIFICATO A SFORZO NORMALE E PRESSOFLESSIONE.

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 9


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

DIAGRAMMA SFORZO NORMALE

Carico
Verticale
derivante
dal peso della trave
2
2

Puntone

-2
1

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 10


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

VERIFICA A PRESSOFLESSIONE

σ = ω * N / A (METODO OMEGA)

CALCOLO AREA DI INFLUENZA:


Aint = 1,8 mt * 0,5 mt = 1,90 mq.

Incremento di carico per considerare i pesi propri della struttura portata Q = 0,5 kN/mq
Qmax montanti = 3 kN/mq

Carico Nmax sul montante piu sollecitato:


Nmax =(Qmax * Aint) = 3 kN/mq * 1,90 mq = 5,70 kN.

SOLLECITAZIONI SUL SINGOLO MONTANTE VERTICALE:


Ni= Nmax /4 = 1,50 kN
Mi= (Ni * 0,05 m) = 0,100 kN*m (5 cm sono l’eccentricita del carico)

VERIFICA A PRESSOFLESSIONE:
f = (fN + fM) = ((Ni*ω/ai)+ (Mi/ Wxx*(1-υ*N/Ncr)) < f adm

NOTA:
LA VERIFICA CONSIDERA I FENOMENI DI INSTABILITA’FLESSIONALE X CARICO DI COMPRESSIONE
(NORMATIVA 10011/96)

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 11


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

Lunghezza libera di inflessione:


l0 = h = 180 cm.
snellezza λ = (lo/ρmin) = 180/1,50 = 113 cm

DALLE TABELLE ASSUMO UN VALORE DI λ= 114 E PER ACCIAIO TIPO Fe360 – tabella 7-IIa (CNR UNI
10011/97- ALLEGATO A) si trova che:

ω = 1,91
Ncr = 156MPa * Ai CARICO CRITICO EULERIANO = 156 N/mm^2 * 459 mm^2 * 10^-3
= 71.604 kN

Pertanto i valori di fN e fM (tensioni) risultano i seguenti:

fN = ω * Ni / Ai = 17,893 MPa

fM = Mi / ψ * Wx,x * (1 – 1,5 * Ni/Ncr) = 48,592 MPa

VERIFICA:
Ftot = (fN + fM) = 17,893 + 48.592 = 66,485 MPa

σ calcolato < σ ammissibile (1600 )


acciaio Fe360

VERIFICATO

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 12


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

SOLLECITAZIONI SUL SINGOLO MONTANTE VERTICALE:


Ni= Nmax /4 = 1,75 kN
Mi= (Ni * 0,05 m) = 0,10 kN*m (5 cm sono l’eccentricita del carico)

VERIFICA A PRESSOFLESSIONE:
f = (fN + fM) = ((Ni*/ai)+ (Mi/ Wxx*(1-υ*N/Ncr)) < f adm

NOTA:
LA VERIFICA CONSIDERA I FENOMENI DI INSTABILITA’FLESSIONALE X CARICO DI COMPRESSIONE
(NORMATIVA 10011/96)

Lunghezza libera di inflessione:


l0 = h = 200 cm. (PUNTELLO 200 )
snellezza λ = (lo/ρmin) = 200/1,50 = 134 cm

DALLE TABELLE PER ACCIAIO TIPO Fe360 – tabella 7-IIa (CNR UNI 10011/97- ALLEGATO A) si trova che:

ω = 1,18
Ncr = 156MPa * Ai CARICO CRITICO EULERIANO = 156 N/mm^2 * 459 mm^2 * 10^-3
= 71.604 kN

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 13


Via Egeo, 4 – Jesolo (VE) Relazione Tecnica di Calcolo

Pertanto i valori di fN e fM (tensioni) risultano i seguenti:

fN = ω * Ni / Ai = 4,50 MPa

fM = Mi / ψ * Wx,x * (1 – 1,5 * Ni/Ncr) = 21,18 MPa

VERIFICA:
Ftot = (fN + fM) = 4,50 + 21,18 = 25.68 MPa

IL TUBO GIUNTO RISULTA VERIFICATO

ZANELLA Valerio – Ingegnere civile Pag. 14