Sei sulla pagina 1di 54

Test autovalutazione

Sociologia dei Processi


economici e del Lavoro
Sociologia Dei Processi Economici
Università degli Studi Niccolò Cusano
53 pag.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
TEST DI AUTOVALUTAZIONE
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO
- UNICUSANO -

1) Quale tra le scienze sociali può aspirare a raggiungere la coerenza e la


precisione delle scienze naturali, superando la complessità del sociale?
l'economia

2) Cosa si intende per redistribuzione?


un trasferimento di risorse di produzione, di lavoro, di beni di sussistenza a un
“centro”, e successivamente un’allocazione e ripartizione di risorse e beni fra i
membri della società

3) Stato e mercato possono essere visti come due estremi di un segmento, ovvero
come due poli di un continuum. A un polo si colloca?
un’economia di puro mercato, all’altro un’economia interamente regolata dalla
politica

4) Cosa è lo scambio di mercato?


nessuna delle precedenti risposte

5) L’economia è autoregolata attraverso?


la formazione di prezzi

6) Un’economia concreta sarà di solito la combinazione?


tra mercato e politica

7) Cos'è la redistribuzione?
nessuna delle precedenti risposte

8) All’inizio del Novecento Weber afferma che il capitalismo è?


il potere più decisivo della vita moderna

9) Pur essendo immensa la varietà delle economie concrete, antiche e moderne,


si individuano soltanto tre modi fondamentali di integrazione, quali sono?
reciprocità, redistribuzione, scambio di mercato

10) L’economia è?
l’insieme delle attività orientate alla produzione, alla distribuzione e al consumo di
beni e servizi per la sussistenza dell’uomo

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
11) Lo scambio di mercato è?
il trasferimento di un bene che ha un valore economico da un venditore a un
compratore, in cambio di denaro

12) Il mercato può essere considerato come?


una specie di grande calcolatore, che coordina l'intero processo economico una specie
di grande calcolatore, che coordina l'intero processo economico

13) In quale testo Mongardini analizza il capitalismo?


Capitalismo e politica nell’era della Globalizzazione

14) La società contemporanea è caratterizzata da un capitalismo di tipo?


Finanziario

15) A differenza delle scienze naturali, per le scienze sociali non c’è?
un sistema di ipotesi fondamentali e coerenti, alle quali si può riportare tutto il reale

16) Come definisce Weber il capitalismo?


la più grande forza della vita moderna

17) Si possono distinguere due tipi essenziali di reciprocità:


la reciprocità generalizzata e la reciprocità bilanciata

18)Il fenomeno della globalizzazione è molto difficile da identificare e misurare,


pertanto?
sembra impossibile darvi una definizione univoca e compiutamente rappresentativa

19) Il sociologo Luciano Gallino afferma che la globalizzazione è?


un fenomeno primariamente economico

20) Il termine globalizzazione è utilizzato per descrivere tutto e il contrario di


tutto e rappresenta in qualche modo la famosa chiave d’accesso nelle mani di
quanti si apprestano ad interpretare gli ultimi misteri degli sviluppi del mondo
contemporaneo. Proprio per questo, la globalizzazione è?
nessuna delle precedenti risposte

21) Il termine globalizzazione è utilizzato per descrivere tutto e il contrario di


tutto e rappresenta in qualche modo la famosa chiave d’accesso nelle mani di
quanti si apprestano ad interpretare gli ultimi misteri degli sviluppi del mondo
contemporaneo. Proprio per questo, la globalizzazione è?
utilizzata da tutti e definita da molti, ma in realtà manca ancora di una definizione
uniforme

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
22) L'intensificarsi delle connessioni e delle sincronizzazioni, apportano degli
effetti?
tutte e tre le risposte precedenti

23) Held e Mc Grew sottolineando il fatto che il processo della globalizzazione


genera?
tutte e tre le risposte precedenti

24) La globalizzazione trasforma la rilevanza che le dimensioni “spazio” e


“tempo” hanno?
tutte e tre le risposte precedenti

25) La globalizzazione rappresenta l’intensificarsi delle relazioni sociali, che


rendono possibile il collegamento di ogni ambito locale con quello globale e, in
questo senso, il fenomeno si pone come?
la combinazione di significati sociali e di significati geografici

26) La parola “Globalizzazione” si legge per la prima volta nell’Economist in un


articolo di quale anno?
1962

27) Marshall Mc Luhan, che ha sottolineato la capacità dei media di trasformare


il mondo in un?
villaggio globale

28) Il prevalere dell’economia sulla politica rischia di determinare?


la crisi dell’istituzione politica per eccellenza (lo stato nazione)

29) Come definisce Bauman la globalizzazione?


tutte e tre le risposte precedenti

30) Lo stato nella società contemporanea è considerato come?


un’arena di policy making frammentata, attraversata da reti transnazionali, sia
governative che non governative

31) Il modello contemporaneo di globalizzazione è sempre più associato ad un


sistema?
di governance a più livelli

32) La compressione dello spazio e del tempo ha fatto si che si arrivasse a


parlare addirittura di?
fine della geografia

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
33) Le connessioni e le sincronizzazioni, apportano degli effetti in ambito
economico, politico e culturale. Dei tre elementi, quello che prevale sugli altri è
indubbiamente?
l'ambito economico

34) Lo stato nella società contemporanea è considerato?


nessuna delle precedenti risposte

35) La globalizzazione abbraccia molti aspetti: il flusso internazionale di idee e


conoscenze, la condivisione delle culture, una società civile e globale e il
movimento ambientale. E’ un processo che, proprio per questo, dà vita ad?
un sistema di dimensioni mondiali, nel quale nessun evento, processo o azione
significativa resta circoscritto nell’area geografica, nella quale ha avuto origine e
viceversa

36) La globalizzazione ha indotto il trasferimento di ruoli e autorità di governo


dal livello statale al livello sovrastatale, per cui organizzazioni internazionali che
sembrano di tipo economico, hanno ripercussioni anche nell’ambito politico-
sociale, queste organizzazioni sono?
il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e la World Trade Organization

37) Secondo Zygmunt Bauman i due concetti di globalizzazione e localizzazione,


sono?
facce della stessa medaglia

38) Una delle caratteristiche distintive della globalizzazione è?


la separazione radicale ed inedita tra potere e politica

39) La politica sembra essere inadeguata a fronteggiare la realtà delle reti


globali nelle quali si è inserita, perché?
rimane ancorata al territorio entro i confini dello stato

40) Lo Stato Nazione si trova oggi limitato, da cosa?


dalle forze dell’economia globale e, dalle esigenze politiche di devoluzione dei
poteri.

41) Cosa è l'“ipertesto”?


tutte e tre le risposte precedenti

42) Con la moltiplicazione delle reti di comunicazione elettronica si sono?


tutte e tre le risposte precedenti

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
43) La globalizzazione della comunicazione deve considerarsi come?
un fenomeno che ha mutato la natura dello scambio simbolico e sotto certi aspetti ha
trasformato e migliorato le condizioni di vita di tutti gli individui

44) Il quarto potere, è strettamente intrecciato?


al potere politico

45) La tesi dell'imperialismo culturale prevede che?


gli interessi commerciali delle grandi imprese transnazionali di origine americana
hanno fatto da motore al processo di globalizzazione della comunicazione

46) Le prime fasi della globalizzazione della comunicazione sono state


determinate da tre grandi eventi, riconducibili al periodo tra la fine del XIX e
l’inizio del XX secolo. Questi eventi sono?
nessuna delle precedenti risposte

47) Una della più importanti caratteristiche delle comunicazioni del mondo
moderno è l’ampia scala della loro diffusione. I messaggi sono trasmessi?
attraverso grandi distanze con relativa facilità, permettendo agli individui di accedere
a informazioni e comunicazioni emesse da luoghi molto lontani

48) Il centro direzionale della maggioranza dei grandi conglomerati si trova?


in Nord America, nell’Europa occidentale, in Australia e Giappone

49) Le prime fasi della globalizzazione della comunicazione sono state


determinate da tre grandi eventi, riconducibili al periodo tra la fine del XIX e
l’inizio del XX secolo. Questi eventi sono?
lo sviluppo di reti telegrafiche sottomarine, realizzate dalle potenze imperiali
europee; l’istituzione di organismi internazionali con la funzione di intervenire sulle
frequenze; la formazione di reti di comunicazione globali

50) Il fenomeno della globalizzazione è caratterizzato da l’annullamento delle


distanze e dei tempi, cosa che comporta una crescente?
interconnessione di regioni diverse del mondo, che genera forme complesse di
interazione e di interdipendenza

51) Qual è la forma più universale di partecipazione alla società?


la cultura e la comunicazione

52) Le nuove tecnologie della comunicazione hanno notevolmente accentuato le


disuguaglianze su scala mondiale, dando vita al fenomeno che viene definito?
Global digital divide

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
53) Quando ha avuto inizio il fenomeno della globalizzazione?
con l'impero romano

54) L’uso delle onde elettromagnetiche nella comunicazione ha?


aumentato straordinariamente la capacità di trasmettere le informazioni attraverso
grandi distanze e ha mostrato di prestarsi a impieghi flessibili ed economicamente
vantaggiosi

55) Le prime fasi della globalizzazione della comunicazione sono state


determinate?
tutte e tre le risposte precedenti

56) Nel XX secolo si è verificato uno sviluppo senza precedenti delle nuove
tecnologie, caratterizzato da?
tutte e tre le precedenti risposte

57) La tesi dell’imperialismo culturale mette al primo posto?


il potere economico

58) Il nuovo mondo della comunicazione viene definito?


Galassia Internet

59) Il mondo globale è rappresentato da un unico mercato, in cui si scambiano?


tutte e tre le risposte precedenti

60) Dal controllo dell’informazione dipendono?


potere, conoscenza e creatività

61) Le peculiarità che contraddistinguono le trasformazioni dell’esperienza dello


spazio nell’era della globalizzazione sono?
compressione, sganciamento e astrazione

62) Nell’era dell’informazione, il modello organizzativo di base è quello della


rete. Una rete non è altro che?
un insieme di nodi interconnessi

63) il termine “globalizzazione” si può definire un processo di?


unificazione dei mercati oltre i confini dello Stato-Nazione, attraverso le moderne
tecnologie

64) Il confine, interpretato in senso geografico, ma anche spirituale è?


lo spazio fisico dove si svolgono i processi di interazione tra le persone

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
65) La società contemporanea porta ad una crescente individualizzazione del
lavoro, cioè il processo per cui?
il contributo del lavoro alla produzione è determinato specificamente per ogni
individuo, mentre hanno scarso peso la contrattazione collettiva o i regolamenti

66) Il modo migliore per comprendere la globalizzazione è partire


necessariamente dalla sua dimensione economica. Un’economia globale è
un’economia le cui attività centrali funzionano come?
un’unità integrata che opera simultaneamente su scala planetaria

67) Il mercato del lavoro nella società globalizzata è in continua evoluzione, a


livello?
sia strutturale che economico

68) In un mondo globalizzato, quando di parla di solidarietà ci si riferisce alla


solidarietà globale ma anche?
alla solidarietà tra generazioni

69) La tecnologia dell’informazione e della comunicazione è, nella nostra epoca,


lo strumento indispensabile per controllare e gestire lo sviluppo economico e del
benessere materiale, questo perché dal controllo dell’informazione dipendono?
potere, conoscenza e creatività

70) I critici della globalizzazione accusano i paesi occidentali di?


Ipocrisia

71) Il modo migliore per comprendere la globalizzazione è partire?


dalla sua dimensione economica

72) Per comprendere al meglio la globalizzazione è opportuno partire?


nessuna delle precedenti risposte

73) Per Bauman lo spazio e il tempo sono aspetti interconnessi dell’esperienza di


vita, a mala pena distinguibili da essa?
racchiusi in uno stabile e apparentemente invulnerabile rapporto diretto

74) Lo sviluppo delle tecnologie della comunicazione ha rivoluzionato?


i processi produttivi e quelli relazionali

75) Secondo Rifkin, la terza rivoluzione industriale è alle porte e porterà?


alla fine del capitalismo per aprire l’era del collaborazionismo

76) Internet è un canale di comunicazione universale nel quale coesistono?


interessi e valori di ogni tipo, in una sorta di cacofonia creativa
7

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
77) Negli ultimi due secoli con l’avvento dell’era industriale, lo sviluppo sociale
si è posto l’obiettivo di?
migliorare le condizioni di vita degli esseri umani

78) Lo scenario della realtà internazionale attuale risulta essere sempre più
caratterizzato da miriadi di interconnessioni tra i soggetti più disparati, tanto
che il quadro che descrive questa situazione viene denominato?
interdipendenza complessa

79) Le ONG di cooperazione allo sviluppo sono costituite?


sotto forma di libere associazioni, create da privati cittadini che, per motivazioni di
carattere ideale o religioso, intendono impegnarsi a titolo privato e diretto, per dare
un contributo alla soluzione dei problemi del sottosviluppo

80) Le organizzazioni internazionali, nate come soggetti economici, hanno anche


un ruolo, che è soprattutto?
Politico

81) La globalizzazione abbraccia molti aspetti:


tutte e tre le risposte precedenti

82) Le relazioni internazionali stanno attraversando un periodo di profondo


mutamento, conseguenza delle grandi rivoluzioni che hanno caratterizzato gli
ultimi due secoli, cioè le varie rivoluzioni industriali e le tre rivoluzioni politiche,
ma la società contemporanea è caratterizzata da un’altra grande rivoluzione,
quella?
dell’informazione

83) La globalizzazione con la compressione di spazio e tempo ha dato luogo ad


un abbattimento dei confini statali e territoriali, mettendo in crisi?
gli stati nazione, per i quali uno degli elementi fondamentali è proprio il territorio

84) Il Washington Consensus, sulla base del pensiero unico, enfatizza?


la stabilità macroeconomica, la liberalizzazione dei mercati nazionali, la
privatizzazione, la rimozione delle barriere nel commercio internazionale ed i flussi
finanziari

85) Originariamente la Banca Mondiale si sarebbe dovuta occupare?


di ricostruzione e sviluppo

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
86) La WTO, nata il 1 gennaio del 1995, ha assunto, nell'ambito della
regolamentazione del commercio mondiale, il ruolo precedentemente detenuto
dal?
GATT, recependone gli accordi e le convenzioni con l'incarico di amministrarli ed
estenderli

87) Originaria il Fondo Monetario Internazionale si sarebbe dovuto occupare


di?
economia monetaria

88) Con l'espressione "impresa multinazionale" si intende?


un'impresa che possiede o controlla attività di produzione di beni o servizi in vari
paesi

89) Lo scenario della realtà internazionale caratterizzato da miriadi di


interconnessioni tra i soggetti più disparati viene denominato?
nessuna delle precedenti risposte

90) L’ “interdipendenza complessa” ha avuto come conseguenza il fatto che ai


tradizionali rapporti interstatali si sono aggiunti altri due tipi di rapporti a
livello internazionale?
quelli transgovernativi e quelli transnazionali

91) Oltre alla rivoluzione industriale negli ultimi due secoli hanno avuto luogo le
tre rivoluzioni politiche:
quella nazionale, quella sociale e quella democratica

92) Il compito principale del Fondo Monetario Internazionale è di garantire la


stabilità del sistema monetario e finanziario internazionale. A tal fine agisce su
tre fronti?
osserva la politica economica, fornisce aiuti finanziari in caso di difficoltà della
bilancia dei pagamenti, fornisce aiuto tecnico agli Stati membri e possibilità di
formazione nei settori di sua competenza

93) La Banca Mondiale deve principalmente?


fornire garanzie ed assistenza tecnica per aiutare i paesi in via di sviluppo ad
implementare politiche di riduzione della povertà

94) Le organizzazioni internazionali costituiscono i principali strumenti atti a


favorire due processi oggi fondamentali?
la cooperazione internazionale, e l’integrazione economica e/o politica

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
95) L’istituzione stato, nella società contemporanea, tende a perdere la sua
capacità di regolatore, e proprio per questo non deve sorprendere che la
discussione sulla globalizzazione si sia così tanto diffusa proprio in coincidenza
con l’affermarsi del progetto neoliberista, che si fonda sul consenso sviluppato
negli Stati Uniti intorno ai concetti di?
deregulation, privatizzazione, programmi di aggiustamento strutturale, governo
limitato

96) Il ruolo della Banca Mondiale è quello di?


accordare prestiti a lungo termine, garanzie ed assistenza tecnica per aiutare i paesi in
via di sviluppo ad implementare politiche di riduzione della povertà

97) Stiglitz rivaluta il fenomeno della globalizzazione, riconoscendo che?


è un fenomeno ormai in atto dal quale non possiamo più sottrarci

98) Joseph Stiglitz , è un economista statunitense, scrittore e Premio Nobel per


l’Economia nel 2001. Conoscendo perfettamente i problemi legati alla
globalizzazione, Stiglitz ha sempre riconosciuto l’esigenza di mostrare una
grande apertura verso le voci del dissenso. Il suo libro del 2006 è?
la globalizzazione che funziona

99) Amartya Sen è nato nel 1933, è stato docente presso il Trinity College di
Cambridge e alla London School of Economics, a Oxford e, successivamente,
all’Università di Harvard.
nel 1998 gli è stato conferito il Premio Nobel per l’economia

100) Stiglitz, dopo le forti critiche al processo di globalizzazione con quale libro
rivaluta il fenomeno?
la globalizzazione che funziona

101) Secondo Richard Sennet, l’individuo si trova sempre più solo a gestire la
flessibilità e la frammentarietà della propria esperienza di vita, in particolare?
nella sfera lavorativa

102) Joseph Stiglitz, nato nel 1943 è un economista statunitense, allievo di Paul
Samuelson, è stato vicepresidente della Banca Mondiale.
Nel 2001 gli è stato conferito il Premio Nobel per l’economia

103) In quale libro Bauman sviluppa la dicotomia globale/locale?


dentro la globalizzazione. Le conseguenze sulle persone

104) Sen nelle sue opere propone di studiare?


tutte e tre le risposte precedenti

10

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
105) Richard Sennet è sociologo, critico letterario e romanziere. Si è occupato
soprattutto dei temi della vita urbana e del lavoro e di teoria sociale. Il punto
focale della riflessione di Sennett è dato dal?
nuovo capitalismo

106) Zygmunt Bauman è nato nel?


1925

107) Ulrick Beck evidenzia come nell'attuale globalizzazione dei diritti,


dell'economia, della comunicazione, così come del rischio, il cosmopolitismo si è
fatto realtà, diventando?
la cifra di una nuova era di modernità riflessiva che dissolve i suoi confini e le sue
distinzioni nazional-statali

108) In quale testo Sennett evidenzia come l’individuo ideale del capitalismo
globalizzato sia capace di agire nel breve periodo, sfruttando le sue abilità
potenziali e, conseguentemente, operare una rinuncia alle abitudini e alle
esperienze passate?
la cultura del nuovo capitalismo

109) Saskia Sassen è una sociologa


nata nel 1949 in Olanda

110) L'11 settembre, secondo l'analisi di Bauman, ha comportato?


la fine dell'era dello spazio

111) Zygmunt Bauman è un sociologo britannico, che si è guadagnato una certa


fama grazie ai suoi studi sulla connessione tra la cultura della modernità ed il
totalitarismo. Acuto e impegnato analista della società, al centro del suo lavoro
vi è sempre la dimensione etica e la dignità della persona umana. Concentra la
sua riflessione sul tema della globalizzazione e scrive di un mondo divenuto
ormai?
Liquido

112) Il mondo per Bauman è irrimediabilmente?


Liquido

113) Saskia Sassen esperta di globalizzazione scrive soprattutto di?


città globali, migranti, classe operaia e femminismo

114) Il sentimento principale che affligge l’uomo postmoderno è un sentimento


di disagio, determinato da diversi fattori, primo dei quali è?
nessuna delle precedenti risposte

11

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
115) Il sentimento principale che affligge l’uomo postmoderno è un sentimento
di disagio, determinato da diversi fattori, primo dei quali è?
il problema dell’identità

116) Le comunità virtuali grazie alla piattaforma sulla quale si sviluppano (il
Web), cosa permettono?
migliorare notevolmente, in termini di rapidità e semplicità di comunicazione, la
cooperazione tra gli individui

117) Le comunità virtuali e di e-learning sono create da quali gruppi di persone?


condividono un corpo di pratiche, di attività, di interessi lavorativi e che trovano nel
Web l’ambiente per incontrarsi, interagire, condividere esperienze e conoscenze

118) La comunità virtuale ha poco a che vedere con la società intesa nel senso
tradizionale, cioè la società considerata in che modo?
insieme organizzato di individui, i quali vivono su un comune territorio, collaborano
in gruppi per la soddisfazione dei bisogni sociali fondamentali, si riconoscono in una
comune cultura e funzionano come unità sociale autonoma

119) E' necessario costruire un’arena democratica virtuale multidirezionale, in


grado di affrontare tematiche singleissue, ma anche quale altro aspetto?
allargarsi e di sviluppare progetti più generali

120) Che rapporto sussiste fra l'identità "virtuale" con la quale uno si presenta
in rete e la propria effettiva identità "reale"?
nell'ipotesi più felice può svilupparsi una fecondazione reciproca fra l'identità
"virtuale" e quella "reale"

121) Il proliferare delle comunicazioni globali, portano spesso alla necessità di


riappropriarsi di uno "spazio ristretto", familiare, in cui sia possibile costruire
un vissuto non labile ma concretamente gestibile. Cosa si torna quindi a
rivalutare?
il locale, il luogo dove si vive, il vicinato, le amicizie reali con le quali c’è un
interazione interpersonale

122) Le comunità virtuali rappresentano che tipo di sociale?


i partecipanti appaiono come esseri liberamente fluttuanti, autonomi, le cui relazioni
intersoggettive rimangono superficiali ed astoriche

123) I gruppi sono costituiti da individui che vivono, e condividono


un’esperienza comune all’interno di quale contesto?
una medesima società, e partecipano anche ad una cultura che accomuna
generalmente tutti i membri di uno stesso gruppo

12

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
124) Le reti sono caratterizzate da legami comunicativi mediatizzati, che si
svolgono per via telematica, e svincolandosi dai tradizionali rapporti?
vicinanza, di prossimità spaziale e temporale

125) La globalizzazione è caratterizzata dalla rinascita, da un bisogno di


radicamento in forme di socialità differente. Dall’annullamento di due elementi
fondamentali come lo spazio ed il tempo sorgono delle identità culturali che
mediano ed integrano i contenuti transnazionali con quelli tradizionali, dando
luogo a quella che Robertson definisce come?
Glocalizzazione

126) Nella comunità tradizionale la socialità è alta ed invasiva, i rapporti di


vicinato e di sangue, gli usi, le abitudini, le consuetudini e la tradizione
rappresentano i limiti entro i quali ognuno deve muoversi. La comunità, quindi
è concepita come?
un villaggio, un quartiere, un ecosistema, un gruppo primario che si basano sul
contatto fisico, sull’incontro, sulla presenza

127) L’esperienza di partecipare ad una comunità virtuale: per alcuni, può


essere liberatoria e l'adesione ai gruppi virtuali può rappresentare un modo per
sperimentare il proprio self ed arricchire la propria identità personale; per altri
invece, le esperienze di condivisione e di scambio di informazioni on line
contribuiscono a svuotare il sé individuale. Questo è legato al fatto che?
la possibilità di cambiare il proprio sesso virtuale o di restare anonimi, distrugge tutti
gli attributi fisici e culturali della persona

128) Qual è un elemento fondamentale per lo sviluppo di comunità virtuali?


la conoscenza di una lingua comune

129) Le reti sono caratterizzate da legami comunicativi mediatizzati, che si


svolgono per via telematica svincolandosi dai tradizionali rapporti di vicinanza,
di prossimità spaziale e temporale. Si verifica così un mutamento del
comportamento degli attori nel senso di una?
de-territorializzazione della loro presenza

130) La partecipazione a più comunità virtuali costringe l’individuo a vagare fra


quali ambiti?
più identificazioni

13

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
131) I cibernauti sono liberi di darsi dei nickname fasulli con i quali sviluppare
dei dialoghi su quello che a loro piace di più e questo naturalmente sviluppa
talvolta un sentimento di complicità e di comunione che deriva proprio dal
vantaggio dell’anonimità:
che può anche essere un elemento che spinge l’individuo ad aprire ulteriormente le
proprie intimità, anche perché l’altro non lo conosce personalmente

132) La comunità virtuale è intesa come un gruppo di persone caratterizzato da


quale elemento?
un mezzo di comunicazione mediato elettronicamente, condiviso da tutti gli attori,
che gli consente, appunto, di scambiarsi messaggi ed informazioni; la discussione su
alcuni temi che interessano tutti i partecipanti; l’irrilevanza della località geografica
in cui ogni singola persona si trova

133) La partecipazione a più comunità virtuali costringe l’individuo a vagare fra


più identificazioni. Il senso di appartenenza non può quindi che essere
frammentato fra le realtà con cui il singolo viene a contatto. L’importante, però,
è che?
il singolo acquisisca una certa capacità di muoversi fra più ruoli, di assumere più
maschere, di riscoprire se stesso in modi diversi

134) Rheingold individua tre tipi di beni collettivi che costituiscono il cemento
sociale delle comunità virtuali. Quali sono?
il capitale sociale di rete, il capitale di conoscenze e la comunione sociale

135) Le comunità virtuali?


raggruppano persone altrimenti separate e con pochi elementi in comune

136) La comunità tradizionale è concepita come?


un villaggio, un quartiere, un ecosistema, un gruppo primario

137) La chat rappresenta un universo nel quale le dimensioni spazio-temporali e


l'unicità del soggetto, vengono subordinate e spesso sacrificate al fine di
realizzare?
il desiderio di relazione

138) La psicologia dei legami che si stringono in Rete è anomala e interessante,


perché caratterizzata?
tutte e tre le risposte precedenti

139) Ciò che conta nelle comunità virtuali è che ci sia?


Interdipendenza

14

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
140) Le comunità virtuali e di e-learning sono create da gruppi di persone che?
condividono un corpo di pratiche, di attività, di interessi lavorativi e che trovano nel
Web l’ambiente per incontrarsi, interagire, condividere esperienze e conoscenze

141) Le reti sono caratterizzate da legami comunicativi mediatizzati, che si


svolgono per via telematica, e svincolandosi dai tradizionali rapporti:
vicinanza, di prossimità spaziale e temporale

142) Nella comunità tradizionale la socialità è?


alta ed invasiva, i rapporti sono rapporti di vicinato, di sangue, gli usi, le abitudini, le
consuetudini e la tradizione, rappresentano i limiti entro i quali ognuno deve
muoversi

143) Il secondo è il capitale di conoscenze è?


nel patrimonio di competenze, abilità e saperi che gli appartenenti a questi tipi di
gruppi possiedono e mettono in comune

144) Mark Zuckerberg, diciannovenne studente di Harvard, fonda il sito web di


Facebook il?
4 febbraio 2004

145) La dipendenza da Facebook è un problema che riguarda maggiormente?


i giovani, soprattutto in età adolescenziale

146) Il capitale sociale di rete consiste?


nella capacità di essere accolti anche in spazi virtuali nuovi, mai conosciuti

147) I soggetti coinvolti nei social network, soprattutto anonimi, sono spesso?
più aperti e liberi di esprimersi

148) Le comunità virtuali sono?


reti sociali interpersonali, gran parte delle quali basate su legami deboli,
estremamente diversificati e specializzati

149) Il virtuale è il luogo dove si sperimenta?


la pluralità degli aspetti dell’io frammentato

150) Le comunità virtuali, permettono a individui isolati di entrare in contatto


con altre persone, sviluppando?
forme di socialità online

151) Un elemento fondamentale per lo sviluppo di comunità virtuali è?


la conoscenza di una lingua comune

15

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
152) La comunità virtuale è intesa come un insieme di persone caratterizzato
da?
tutte e tre le risposte precedenti

153) Le caratteristiche di un social network sono?


tutte e tre le risposte precedenti

154) Originariamente il concetto classico di comunità si basava?


sulla convivenza comune a base territoriale definita, in cui si sviluppano relazioni
sociali intense con pochi soggetti

155) La nascita della sociologia è avvenuta quando i rapporti sociali si sono


notevolmente intensificati rendendo possibile?
l’osservazione dei loro caratteri tipici, la descrizione e l’analisi delle loro regolarità
ed uniformità

156) L’avvento della società industriale, con tutte le trasformazioni che ha


comportato, ha determinato la nascita di altre scienze, oltre alla sociologia:
l’economia, la demografia, la statistica e la scienza politica

157) Il postmoderno concettualizza un “post” che non vuole significare


necessariamente declino dell’esperienza storica precedente, ma vuole indicare?
un’apertura, un arricchimento, e uno sviluppo in complessità

158) L'epoca moderna è stata caratterizzata dalla convinzione che il mondo fosse
governato da?
regole immutabili

159) Nella sociologia contemporanea si possono individuare due principali


posizioni teoriche, una delle quali corrisponde all’intento di restaurare un
ordine forte di razionalità, e vede il suo massimo esponente in Habermas e la sua
teoria della razionalità comunicativa; l’altra teoria riflette invece la posizione
di?
disimpegno pragmatico-tecnico, e si rifà alla teoria dei sistemi autoreferenziali di
Luhmann

160) La modernità per i sociologi è anche il periodo che si identifica con la


crescita di centralità da parte dello stato-nazione e con l'affermarsi della?
Razionalità

161) La modernità è generalmente considerata come un’epoca storica, che ha le


sue origini nell'Illuminismo e arriva al suo massimo compimento?
con la fine della seconda guerra mondiale

16

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
162) Il postmoderno è un concetto che riguarda le ideologie, i valori e le
gerarchie di bisogni, gli stili di vita, i modelli di comportamento e le aspettative,
cioè tutti gli ambiti?
della cultura e della vita sociale di un individuo che partecipa alla società

163) Habermas ha elaborato la teoria della razionalità comunicativa che si


pone?
l’intento di restaurare un ordine forte di razionalità

164) La condizione postmoderna segna la fine di un antico ordine e comporta


una rivoluzione culturale, silenziosa, che si afferma soprattutto mutando
radicalmente?
la rilevanza e le priorità dei bisogni, delle scelte, degli oggetti e delle esperienze della
vita materiale

165) La modernità per i sociologi è il periodo che si identifica con la crescita di


centralità da parte dello statonazione e con l'affermarsi della?
nessuna delle precedenti risposte

166) Nella società contemporanea si è giunti ad un punto tale che si può


affermare che la forza normativa dell’economia si è sostituita alla forza
normativa della morale grazie ad alcune istituzioni che hanno acquisito molto
potere nella società contemporanea:
il mercato, il denaro ed il capitalismo ed anche il lavoro

167) L’economia è diventata un’ideologia e come tale ha assunto le


caratteristiche di?
una totalità inglobante che entra in tutti gli aspetti principali della vita e li riduce al
metro dell’interesse e del calcolo

168) Il postmoderno concettualizza un “post” che vuole indicare?


tutte e tre le risposte precedenti

169) La modernità per i sociologi è anche il periodo che si identifica con la


crescita di centralità da parte dello stato-nazione e con l'affermarsi della?
Razionalità

170) Nella cultura moderna, l’individuo è partecipe di due diversi livelli di


società. Un livello è fondato su basi soggettive ed individuali e ha a fondamento
istinti, sentimenti, emozioni, cioè tutte le forze di attrazione e repulsione che
operano nell’uomo. L’altro livello, invece, ha alla base?
la razionalizzazione e l’oggettivazione dei rapporti sociali e le forme di
organizzazione

17

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
171) In sociologia la modernità è il periodo che si identifica con la crescita di
centralità da parte dello statonazione e con?
l'affermarsi della razionalità in molti degli ambiti di vita sociale

172) Per comprendere la tarda modernità e il senso della razionalizzazione di


tipo economicistico che essa ha prodotto, occorre risalire ai tempi?
dell’Illuminismo e all’epoca delle rivoluzioni che hanno posto tanta fiducia nella
politica e nell’economia

173) Mark Granovetter spiega che il prevalere dell’economia sulla sociologia è di


tipo?
Quantitativo

174) Nella società contemporanea l’uomo consuma per?


il gusto di ostentare la classe sociale di appartenenza, quindi i consumi raccontano le
esistenze delle persone di qualsiasi strato o classe sociale esse siano

175) Parsons con il suo approccio analitico propone uno studio?


della società che si dovrebbe organizzare mediante lo sviluppo armonico di scienze
complementari

176) L’articolo di Granovetter pubblicato sull’American Journal of Sociology,


viene generalmente considerato come “manifesto” della nuova sociologia
economica, risale all’anno?
1985

177) La sociologia economica studia?


il fenomeno dell’immigrazione, le reti di relazioni e di capitale sociale

178) Quali sono gli altri temi meno usuali per l'analisi sociale, che affronta la
sociologia economica?
i consumi, la produzione, la povertà e l’immigrazione

179) Dove prende piede la nuova sociologia economica?


negli Stati Uniti, dove vengono individuati tre filoni di ricerca

180) La moderna concezione del mercato nasce?


nel XVIII secolo ad opera del filosofo morale scozzese Adam Smith

181) L’idea comune a tutti i filoni della sociologia economica è che l’azione
economica è inestricabilmente legata?
all’azione sociale e politica, e il funzionamento dell’uno o dell’altro sistema non può
essere compreso senza tener conto del ruolo svolto dagli altri

18

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
182) L’articolo di Granovetter pubblicato sull’American Journal of Sociology,
viene generalmente considerato come “manifesto” della nuova sociologia
economica, risale all’anno?
1985

183) I filoni della società economica che si sono consolidati e diffusi nel tempo
sono quello?
della comparative political economy, quello della socio-economics, che si è poi
evoluta nella new economic sociology

184) Gli elementi principali del modello di macro-regolazione sono tre:


il keynesismo, l’espansione del welfare state e la concertazione

185) La sociologia economica affronta anche altri temi meno usuali per l’analisi
sociale:
consumi, produzione, povertà e immigrazione

186) La sociologia economica affronta anche temi meno usuali per l’analisi
sociale:
tutte e tre le risposte precedenti

187) Il primo filone che ha caratterizzato la sociologia economica è quello della


political economy, e si concentra?
sull’analisi del ruolo delle istituzioni sociali e politiche nel funzionamento del sistema
economico

188) La sociologia economica italiana degli anni ’60 e ’70 vede come protagonisti
molti studiosi sociologici italiani, tra i quali?
Alessandro Pizzorno, Franco Ferrarotti e Luciano Gallino

189) Le prime analisi di political economy sono relative?


ai modelli di sviluppo keynesiani, ai tipi di welfare state, alle esperienze di
concertazione

190) “Economia e società” è il titolo di un libro di?


Max Weber

191) La nuova sociologia economica prende piede prevalentemente?


negli Stati Uniti, dove vengono individuati tre filoni di ricerca

192) Il mercato funziona bene quando riesce a trovare un equilibrio tra


acquirenti e venditori, cioè tra domanda e offerta, perché in tal modo si risolve
automaticamente il problema del trovare?
cosa, come e per chi produrre
19

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
193) Il denaro deve essere considerato come una delle principali istituzioni,
grazie alle sue funzioni di?
quantificazione, di astrazione e di comunicazione

194) Nel momento in cui nasce lo scambio è necessario un valore fisso da


attribuire agli oggetti, cioè un costo; nasce così una prima forma di moneta, la
cosiddetta “moneta naturale”, che ha assunto nel tempo le forme più diverse:
inizialmente era effettivamente una moneta naturale, essendo costituita dal bestiame,
poi è stata la volta delle conchiglie, del grano, e del metallo grezzo

195) Da cosa è costituito il mercato?


dall’insieme dei destinatari dei prodotti offerti e comprende tutti i soggetti singoli o
aggregati, istituzionali o no, che hanno una relazione con l’impresa significativa per
la sua esistenza e il suo funzionamento

196) Il denaro deve essere considerato come una delle principali istituzioni,
grazie alle sue funzioni di?
quantificazione, di astrazione e di comunicazione

197) Esistono molti tipi di mercati, quello alimentare, quello immobiliare, quello
dei titoli finanziari; quando gli economisti parlano di mercato, tuttavia, non si
riferiscono ad un luogo fisico ma?
ad un meccanismo che consente ad acquirenti e venditori di fissare i prezzi e
scambiare beni e servizi

198) Il prodotto è?
il risultato del processo di trasformazione e combinazione delle risorse disponibili

199) Il prezzo riflette l'andamento della domanda rispetto all'offerta?


aumenta se la domanda è superiore all'offerta prodotta e viceversa si riduce se la
domanda è inferiore alle quantità prodotte disponibili

200) La psicologia del risparmio è stata sostituita da quella del?


nessuna delle precedenti risposte

201) Le funzioni del denaro sono sempre più orientate al presente. La psicologia
del risparmio che ha caratterizzato il passato, anche a causa di eventi storici
catastrofici come le guerre, ha lasciato il posto a quella del?
Consumatore

202) Il mercato, in termini specifici è?


il risultato di una scelta imprenditoriale e di una contrattazione

20

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
203) Il mercato oltre a rappresentare il luogo d’incontro fra la domanda e
l’offerta di beni e servizi, è anche?
la rappresentazione dei valori e dei poteri dominanti nella cultura contemporanea

204) L’imprenditore è?
un soggetto attento, curioso, interessato a raccogliere segnali espliciti, a intuire
segnali latenti, che poi successivamente restituisce rielaborati sotto forma di offerta

205) Il denaro è un motore, che garantisce una certa sicurezza all’individuo,


offrendogli la possibilità di agire sugli altri. In una società basata sul denaro, chi
è ricco può mettere alla sua mercé gli altri, proprio per questo il denaro genera
inevitabilmente altro denaro, in quanto crea?
tempo e spazio

206) Il mercato non si pone problemi?


Morali

207) Il denaro è un motore, che garantisce una certa sicurezza all’individuo,


offrendogli la possibilità di agire sugli altri. In una società basata sul denaro, chi
è ricco può mettere alla sua mercé gli altri, proprio per questo il denaro genera
inevitabilmente altro denaro, in quanto crea?
tempo e spazio

208) Il denaro ha come proprietà che lo contraddistingue?


di essere immateriale e di materializzarsi, allo stesso tempo, in tutti i beni ed oggetti
esistenti

209) L’imprenditore di successo è colui che?


riesce a far si che la sua proposta venga accolta dai destinatari come capace di
strutturare le proprie aspettative

210) Il mercato è costituito?


dall’insieme dei destinatari dei prodotti offerti e comprende tutti i soggetti singoli o
aggregati, istituzionali o no, che hanno una relazione con l’impresa significativa per
la sua esistenza e il suo funzionamento

211) Qual'è stato il passaggio ha determinato la rivoluzione consumistica?


il passaggio dal consumo al consumismo

212) I beni sono fattori che permettono?


nessuna delle precedenti risposte

213) Come si può definire il consumo?


un'azione sociale dotata di senso
21

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
214) L’agire di consumo tende alla costante ricerca di un equilibrio tra due
differenti settori:
il piano individuale e il piano sociale

215) Consumare significa investire nella propria appartenenza alla società, che
in una società di consumatori significa?
Vendibilità

216) Dagli anni Ottanta in poi, le azioni del consumatore sono caratterizzate da
tre fattori determinanti:
la maturità dei consumi, lo sviluppo e la consapevolezza del suo ruolo di
consumatore e una ricerca costante di elementi nuovi che possano soddisfare le sue
molteplici esigenze

217) Il consumo determina quel particolare comportamento che permette di


pensare come si può essere considerati da un soggetto terzo a proposito del
consumo che si sta facendo, è pertanto?
un’azione sociale

218) Cosa promette la società dei consumi?


nessuna delle precedenti risposte

219) Qual'è la promessa della società dei consumi?


la felicità qui ed ora

220) La mescolanza d’idee, sensazioni, nuove esperienze, così come la pluralità e


l’eterogeneità del consumatore, sono fattori che rivelano due nuovi modi di
consumare:
l’eclettismo e il sincretismo

221) L’interesse teorico per il consumo nasce a partire?


dall’Ottocento

222) La società dei consumatori cresce e prolifera finché?


riesce a rendere perpetua la non soddisfazione dei suoi membri e dunque la loro
infelicità

223) Il consumo è un mezzo di comunicazione utilizzato dal “nuovo


consumatore”, in modo?
consapevole, per comunicare precisi messaggi alle persone che lo circondano

224) Le attività del consumo o legate ai consumi sono?


produzione, accumulazione, distribuzione e smaltimento degli oggetti di consumo

22

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
225) Il consumismo associa la felicità?
alla costante crescita della quantità e dell’intensità dei desideri

226) Come si comporta il consumatore postmoderno?


abbandona la razionalità “dell’homo oeconomicus” per lasciar spazio alle proprie
emozioni, alla sensorialità

227) In quale libro Bauman analizza il consumo?


Consumo, dunque sono

228) La decisione di acquisto e l’agire di consumo seguono un programma


razionale, poiché sono influenzati?
dalla moda, dall’abilità dei venditori, dalla pubblicità, da condizioni sociali
particolari, da sicurezze psicologiche, da conflitti emozionali

229) Nel consumatore, convivono molteplici e contrastanti identità le quali?


lo manipolano e lo guidano nel processo d’appropriazione dei beni

230) Sombart oltre ad analizzare la razionalizzazione dell’organizzazione del


lavoro e la burocratizzazione dell’impresa produttiva, prende in considerazione
anche?
la razionalizzazione del consumo

231) Nella società industriale borghese, il lavoratore in cambio della forza


lavoro, riceve il salario, ossia?
un valore in denaro fissato in relazione alla quantità di lavoro incorporato nella merce

232) Quali sono le opere grazie alle quali Weber, ha conferito importanti
contributi all’analisi della sociologia, dell’economicismo e del capitalismo?
l’etica protestante e lo spirito del capitalismo ed Economia e Società

233) I più importanti studiosi che si sono dedicati al capitalismo, sono stati?
nessuna delle precedenti risposte

234) Con il suo modello di organizzazione scientifica del lavoro Taylor si


propone di organizzare il modello lavorativo secondo tre fasi:
analizzare le caratteristiche della mansione da svolgere; creare il prototipo del
lavoratore adatto a quel tipo di mansione; selezionare il lavoratore ideale, al fine di
formarlo e introdurlo nell'azienda

235) Il capitalismo ha attraversato almeno tre fasi storiche, tutte caratterizzate,


dalle particolari relazioni che il fenomeno ha intrecciato con gli spazi fisici,
sociali e simbolici. La prima fase è quella del?
capitalismo eroico
23

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
236) L’età moderna ha avuto inizio con la divisione del lavoro. Durkheim ha
rappresentato il concetto nel libro del 1893, dal titolo?
la divisione del lavoro sociale

237) Quali sono gli studiosi più autorevoli che hanno analizzato il tema del
capitalismo?
Marx, Weber e Sombart

238) Il taylorismo rivoluziona le modalità del lavoro manuale industriale


sostituendo?
le routine dell’operaio di mestiere con lo studio scientifico delle operazioni lavorative
e dei movimenti per espletarle, la misurazione del tempo esatto per il loro
svolgimento e la loro ricomposizione in mansioni semplici e parcellizzate

239) Nella società moderna al capitalismo vanno ricondotte la formazione e la


trasformazione delle strutture?
economiche, sociali e politiche

240) Per Marx il lavoratore, lavora un tempo superiore rispetto al salario che
riceve; questo processo fa si che si conferisca?
un plusvalore al bene prodotto, che però va ad incrementare il profitto del capitalista

241) I soggetti lavoratori cedono la propria forza lavoro, ossia l’insieme delle
attitudini fisiche ed intellettuali, che costituiscono l’unico bene di cui
dispongono, al capitalista, che può trasformarli attraverso i macchinari di sua
proprietà in un determinato bene. In cambio della forza lavoro, il lavoratore
riceve il salario, ossia?
un valore in denaro fissato in relazione alla quantità di lavoro incorporato nella
merce, che rappresenta, per il lavoratore, una forma di sussistenza che garantisce
l’esistenza per sé e per la sua famiglia

242) Weber, ha conferito importanti contributi all’analisi della sociologia,


dell’economicismo e del capitalismo, grazie a due sue importanti opere:
L’etica protestante e lo spirito del capitalismo ed Economia e Società

243) Per Marx il lavoro?


è l’essenza dell’uomo ed il mezzo per la realizzazione del proprio sé

244) Il lavoro secondo Weber, assume un ruolo rilevante in quanto si colloca


all’interno di un ampio processo di sviluppo dell’umanità, prodotto da?
sia da elementi religiosi, come ad esempio l’etica protestante, sia da elementi
economici

24

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
245) La produzione fordista viene sostituita dalla pratica post fodista, che
generalmente viene associata a una forma di produzione di origine nipponica,
che viene definita?
produzione snella

246) Il termine fordismo indica una forma di produzione basata principalmente


sull'utilizzo della tecnologia nella catena di montaggio, attraverso la produzione
in serie o di massa al fine di incrementare la produttività, il tutto finalizzato ad
incentivare?
il consumo di massa, in quanto i lavoratori vengono considerati non soltanto come un
fattore di produzione, ma anche come consumatori dei prodotti finali

247) La terza tappa del capitalismo è quella che prende avvio dal secondo
dopoguerra, si caratterizza per la definitiva affermazione della società di massa
e diviene essenzialmente un capitalismo finanziario, in cui?
c’è la tendenza ad anteporre il valore dell’economia a qualsiasi altro valore

248) Nella società post-moderna è la fabbrica stessa a non essere più centrale
rispetto ad altri settori economici, oggi il valore aggiunto della produzione
industriale è?
basso e l’industria rappresenta quello che l’agricoltura era all’inizio del secolo

249) Il nuovo capitalismo o tardo capitalismo si mostra, dunque, come un Giano


bifronte, da cui trae alimento?
la cultura del presente

250) Sembra sia imminente la fine del capitalismo, dipesa?


dall’eccesso di burocratizzazione e dall’indebolirsi della sfera pubblica che lo ha
sempre controllato

251) Il denaro originariamente veniva definito pecunia, oggi si è trasformato in


denaro elettronico e questo ha portato ad una perdita da parte dell’individuo del
contatto fisico, con notevoli conseguenze dal punto si vista?
psicologico e questo ha determinato una maggior tendenza a spendere, in quanto non
c’è più la sensazione di distacco fisico dal denaro

252) E’ difficile risalire alla nascita del capitalismo e stabilire se è la conseguenza


della lenta formazione di una classe media nel tardo Medioevo, o se si è invece
originato?
dall’evoluzione di un uomo nuovo, caratterizzato da uno spirito creativo e la sua
attenzione e curiosità è rivolta al mondo

25

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
253) Oggi, ci troviamo fra la previsione, più volte annunciata, della fine del
capitalismo, attribuita di volta in volta?
alla perdita dello spirito che lo accompagna e del suo fondamento morale, all’eccesso
di burocratizzazione o all’indebolirsi della sfera pubblica

254) Il capitalismo tradizionale è sempre riuscito a superare le sue crisi, mentre,


il capitalismo contemporaneo si trova di fronte a problemi per i quali non sono
ancora state trovate soluzioni, anche perché manca quella?
creatività che lo ha accompagnato e lo ha salvato in altre epoche della sua storia

255) Il flusso internazionale di merci controllato dagli Stati Uniti viene inteso
come un flusso di valori ed atteggiamenti. Agli Stati Uniti si attribuisce la
capacità di esercitare, attraverso i propri modelli di consumo,
non solo e non tanto potere economico,
quanto una vera e propria?
egemonia culturale

256) Per crescere ed evolversi il capitalismo ha sempre avuto bisogno di?


creare e controllare nuovi spazi, fisici, sociali, culturali e simbolici

257) Con il termine “paura” si intende generalmente?


un sentimento diffuso di insicurezza e di minaccia al proprio benessere fisico
materiale e alla propria identità soggettiva e sociale percepito dagli individui

258) Quali sono i fenomeni che Mongardini definisce “istituzioni della cultura
moderna"?
spazio, tempo e denaro

259) Già nel primo Novecento, Weber affermava che il capitalismo è?


“il potere più decisivo della vita moderna”

260) Il nuovo capitalismo, legato alla società contemporanea, si presenta come


un processo di razionalizzazione della vita collettiva, che si manifesta, nelle
forme più estreme ed inusuali nel suo tentativo di?
deresponsabilizzare l’individuo, limitandone le capacità di decisione e di scelta

261) Il capitalismo è per sua natura, una forma o un metodo di evoluzione


economica, che è sempre?
in continuo movimento e cambiamento

262) Il termine "paura" che tipo di sentimento diffuso genera negli individui?
insicurezza e minaccia al proprio benessere fisico-materiale e alla propria identità
soggettiva

26

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
263) Con il termine “paura” si intende generalmente il sentimento diffuso di?
nessuna delle precedenti risposte

264) Il capitalismo può essere?


Eroico

265) La cultura del presente?


smitizza e distrugge ogni cultura precedente, dando vita ad una nuova strutturazione
sociale fondata sull’emozione collettiva, episodica e volta al mondo unico attraverso
lo sviluppo economico

266) Di cosa ha sempre avuto bisogno il capitalismo per crescere ed evolversi?


creare e controllare nuovi spazi, fisici, sociali, culturali e simbolici

267) La situazione dell’accesso ai beni di consumo è diversa in ciascun paese,


dato che all’interno di ciascuna nazione o regione, i consumi sono segnati in
modo diverso in base?
alle differenze di classe, genere, generazione, professione

268) Il capitalismo contemporaneo è quello di tipo finanziario, che è


conseguenza di altre due forme di capitalismo?
capitalismo eroico ed industriale

269) Il capitalismo può essere?


tutte e tre le risposte precedenti

270) Qual'è la data di nascita di Max Weber?


21 aprile 1864

271) I tipi ideali delle individualità storiche sono concetti?


concetti che nelle caratteristiche reali sono realizzati soltanto in occidente

272) Porsi in relazione ai valori significa?


rendersi conto che all’origine delle domande che ci si pone sulla realtà vi siano valori
e valutazioni

273) Quando l'azione si può definire razionale?


quando è intenzionata razionalmente

274) I tipi ideali delle individualità storiche sono?


quei tipi ideali che nella storia si presentano una sola volta

275) L’azione razionale in rapporto ad un valore è quella?


tutte e tre le risposte precedenti
27

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
276) Cosa rappresenta il tipo ideale?
un quadro concettuale, che non è la realtà storica, e neppure la realtà “vera e propria”,
ma serve come schema

277) Weber distingue quattro tipi puri di azione. Quali sono?


l’azione razionale rispetto a un fine, l’azione razionale rispetto a un valore, l’azione
tradizionale e l’azione emotiva o affettiva

278) Weber distingue alcune situazioni storiche, tra queste?


tutte e tre le risposte precedenti

279) L'articolazione in classi per Weber è?


Analitica

280) Quali sono i tre tipi di potere legittimo individuati da Weber?


razionale, tradizionale e carismatico

281) Un numero indefinito di azioni che gli uomini compiono sono e possono
essere?
classificate come “scambio”, ognuno però diverso nelle motivazioni e nelle intenzioni
dall’altro

282) Nel 1904 Weber compie un viaggio negli Stati Uniti. Il gigantismo delle città
americane gli offre?
una nuova dimensione dello sviluppo capitalistico

283) La sociologia del potere, in Weber, è la trattazione più chiara di tutto il suo
lavoro. Weber fa una netta distinzione tra?
potenza e potere

284) I tipi ideali universali, riguardano?


tutte e tre le risposte precedenti

285) In cosa consiste l’oggettività conoscitiva di Weber?


essenzialmente in due momenti: la trasparenza del procedimento e la sottrazione della
causazione adeguata

286) Nel 1893 Weber ha conosciuto e sposato?


Marianne Schnitger

287) L’idealtipo: é ottenuto mediante?


tutte e tre le risposte precedenti

28

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
288) Weber individua tre specie di tipi ideali. Quali sono?
i tipi ideali delle individualità storiche, tipi ideali intermedi, tipi ideali universali

289) Quali sono le religioni di cui tratta Weber nella sua opera La sociologia
delle religioni?
buddismo, induismo, ebraismo, sette protestanti, cattolicesimo, protestantesimo

290) In assenza di politiche adeguate, “i nuovi arrivati” rischiano?


la marginalizzazione e la segregazione

291) Attualmente l'Italia per presenza di stranieri sul proprio territorio è


posizionata?
al quarto posto

292) Per contrastare l'emigrazione clandestina, vengono adottate importanti


misure preventive:
la conclusione di accordi bilaterali con i paesi di origine dei flussi

293) Ciascuna di queste tre fasi è indissolubilmente legata a?


differenti congiunture economiche e a molteplici circostanze politiche e sociali

294) L'arrivo dei primi flussi migratori in Italia comincia?


nei primi anni '70, con l'inizio della crisi del petrolio

295) Gli aspetti sostanziali dell’attuale realtà migratoria sono?


tutte e tre le risposte precedenti

296) Tra le cause della migrazione è determinante anche?


la funzionalità nei sistemi economici dei paesi di destinazione

297) Se si osserva l’evoluzione delle migrazioni in Europa dal secondo


dopoguerra ad oggi, possono essere distinte almeno tre grandi fasi:
la prima fase è quella dell’immediato secondo dopoguerra, terminata intorno alla fine
degli anni 60; la seconda fase è compresa tra la fine degli anni 60 e la fine degli anni
70; l’ultima fase che dagli inizi degli anni 80 arriva fino ad oggi

298) Cos'è che rappresenta un aspetto fondamentale dell’integrazione ed è


considerato il primo punto di contatto e confronto tra il mondo degli immigrati e
i cittadini?
il lavoro

299) Tra gli altri uno degli aspetti sostanziali dell’attuale realtà migratoria è?
il crescente peso dei ricongiungimenti familiari, che sono indice di una tendenza
all’insediamento stabile
29

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
300) L’Italia è da sempre uno dei grandi protagonisti del fenomeno migratorio,
anche per la sua posizione geografica e accoglie migranti provenienti?
dall’Africa, dall’Est Europeo e dall’Asia

301) La legge Martelli è la legge?


39 del 1990

302) L’economia e la società europea dipendono da un certo contingente di?


lavoratori immigrati

304) Quali sono i paesi del centro Europa dove gli italiano emigrarono
maggiormente negli anni '50 del secolo scorso?
Germania e Belgio

305) L'immigrazione si presenta come un fenomeno complesso e di più difficile


"gestione" perché coinvolge?
tutte e tre le risposte precedenti

306) Le migrazioni moderne sono dettate non più dalla domanda di lavoro dai
paesi di arrivo, ma dalle condizioni?
demografiche, economiche, e politiche dei paesi di esodo

307) I benefici economici derivati dall’immigrazione sono?


tanto maggiori quanto differenziate sono le capacità produttive degli immigrati da
quelle locali

308) Gli ingressi regolari degli immigrati, rappresentano?


una quota minoritaria dei flussi

309) La migrazione è uno dei fenomeni più attuali che caratterizza la società
contemporanea; flussi di popoli che in maniera più o meno massiccia si spostano
da un continente all’altro, da uno stato all’altro, per motivi?
tutte e tre le risposte precedenti

310) Le caratteristiche del contratto di collaborazione coordinata e continuativa


quali sono?
la continuità, nel senso che la prestazione non deve essere occasionale, ma soddisfare
un interesse del committente di natura durevole; la coordinazione della prestazione
con l’organizzazione del committente, la prestazione prevalentemente personale;

311) Il contratto di apprendistato può essere di tre tipi:


apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione,
apprendistato professionalizzante, apprendistato per l’acquisizione di un diploma o
per percorsi di alta formazione
30

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
312) Il contratto di apprendistato è stato totalmente riformato e razionalizzato
dagli articoli?
47 - 53 del Decreto Legislativo 276 del 2003, risultato della delega affidata al
governo con la legge 30/2003

313) Il contratto di inserimento è stato introdotto in sostituzione di quale altro?


contratto di formazione e lavoro

314) La flessibilità dell’ordinamento lavoristico italiano si è espansa


gradualmente nella nostra legislazione, armonizzandosi con le sue linee di fondo,
anche se spesso in maniera difficoltosa sul piano tecnico, contribuendo nel
contempo a mutarle. Le analisi più recenti presentano forti dubbi sulla riuscita
della strategia delle forme flessibili di impiego come lotta alla disoccupazione.
Con quali
conseguenze?
è comunque certa l’indicazione della regolazione flessibile come strumento per far
emergere il più possibile le fasce di lavoro nero e sommerso

315) Il contratto di lavoro intermittente è un contratto di lavoro subordinato, a


tempo determinato o indeterminato, con cui un lavoratore si pone a disposizione
del datore di lavoro per svolgere determinate prestazioni nel momento in cui si
rendono necessarie, per periodi predeterminati. Quali?
week-end, vacanze natalizie, pasquali, ferie estive, e per altri periodi individuati dalla
contrattazione collettiva di settore

7) La legge Biagi individua tre tipologie di contratto di apprendistato, con


finalità diverse. Quali?
apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione;
apprendistato professionalizzante, apprendistato per l’acquisizione di un diploma o
per percorsi di alta formazione apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di
informazione; apprendistato professionalizzante, apprendistato per l’acquisizione di
un lavoro di sussistenza

316) Il contratto di lavoro interinale, è stato introdotto in Italia con quale legge?
196 del 24 giugno 1997

317) Il trattamento del lavoratore part-time è evidentemente differente rispetto


a quello ricevuto da un lavoratore a tempo pieno, inquadrato nello stesso livello
contrattuale, per quanto riguarda?
la retribuzione e anche altri diritti del lavoratore

31

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
318) Il contratto di lavoro ripartito viene definito dall’art.41 del Decreto
legislativo 276/2003, come uno “speciale rapporto di lavoro”. Con questa
formula contrattuale due lavoratori quali obbligazioni assumono?
assumono in solido l’adempimento di un’unica e identica prestazione lavorativa
decidendo autonomamente la ripartizione dell’orario di lavoro, ma con l’obbligo di
sostituirsi vicendevolmente in caso di impedimento

319) Il contratto di lavoro part-time rappresenta la tipologia contrattuale più


consono ad incentivare cosa?
nessuna delle precedenti risposte

320) un lavoratore assunto a tempo pieno cosa può chiedere?


la trasformazione del rapporto di lavoro in uno a tempo parziale, mediante accordo
scritto tra le parti e viceversa

321) Il contratto di lavoro a tempo parziale rappresenta la tipologia principale


di modulazione dell’orario di lavoro quale strumento attraverso la conciliazione
dei tempi di vita e dei tempi di lavoro, per questo il lavoro a tempo parziale
riveste particolare importanza per?
aumentare l’occupazione femminile

322) Qual è stata in Italia la legge che ha introdotto il contratto di lavoro


interinale?
196 del 24 giugno 1997

323) La collaborazione occasionale viene definita anche lavoro autonomo


occasionale ed in cosa consiste?
nell’attività lavorativa caratterizzata dall’assenza di abitualità, professionalità,
continuità e coordinazione

324) Il contratto di somministrazione riprende lo schema della fornitura di


lavoro temporaneo, il cosiddetto lavoro interinale, e allo stesso tempo cosa
prevede?
la nuova figura contrattuale della somministrazione a tempo indeterminato

325) Quale è la Legge Biagi?


il Decreto Legislativo 276 del 2003, risultato della delega affidata al governo con la
legge 30/2003

326) Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa ha per oggetto una


prestazione d’opera. Le caratteristiche di questo rapporto di lavoro sono?
la continuità; la coordinazione della prestazione con l’organizzazione del
committente; la prestazione prevalentemente personale

32

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
327) La nota legge Biagi è?
nessuna delle precedenti risposte

328) Nell’ era della New Economy a quale fenomeno si assiste?


destrutturazione dei confini spazio-temporali del lavoro

329) E’ considerato normale che i giovani vivano in famiglia fino a trent’anni,


facendo affidamento sui genitori per avere un sostegno economico e posticipare
l’ingresso nel mondo del lavoro. Le stesse politiche sociali italiane considerano
convenzionalmente i giovani come “figli”, attribuendo diritti quasi illimitati alla
solidarietà e al supporto economico da parte dei genitori, ma non riconoscendo
loro però, nessun diritto come individui. Infatti, i giovani italiani sono:
di fatto esclusi dal godimento dei sussidi di disoccupazione o dalle graduatorie per
l’edilizia pubblica

330) Castells riferendosi alla flessibilità delinea uno scenario di dualismo sociale
della struttura occupazionale, con quali caratteristiche?
la compressione del livello intermedio, la disaggregazione del lavoro,
l’individualizzazione e la frammentazione

331) Il termine flessibilità può avere un’ampia serie di significati. Fra questi
possiamo individuarne almeno cinque. Quali?
nessuna delle precedenti risposte

332) Le scelte lavorative sono scelte indubbiamente complesse, perchè?


tutte e tre le risposte precedenti

333) Nel mercato del lavoro italiano si sono diffuse forme contrattuali che non
offrono garanzie di continuità nel tempo, come, ad esempio quali contratti?
i contratti di formazione lavoro, di apprendistato, di collaborazione, i contratti a
progetto, i contratti a tempo determinato di tipo stagionale, il lavoro interinale ed il
lavoro a “chiamata”

334) Che tipo di difficoltà possono avere i giovani con un lavoro precario?
crearsi una famiglia, ad acquistare una casa, a pagare un affitto, a crescere i figli

335) Le ragioni del prolungamento della permanenza nella famiglia di “giovani


adulti”sono variegate e complesse:
non sono solo imputabili alle difficoltà di trovare un impiego stabile

336) La flessibilità organizzativa coinvolge diversi aspetti dell'impresa. Quali?


i processi produttivi, l'organizzazione aziendale, l'innovazione tecnologica, la
gestione delle risorse umane e le relazioni esterne

33

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
337) Il termine flessibilità può avere un’ampia serie di significati. Fra questi
possiamo individuarne almeno cinque?
flessibilità organizzativa; flessibilità funzionale; flessibilità numerica; flessibilità
temporale; flessibilità retributiva

338) Il lavoro nella società contemporanea, non ha perso la sua rilevanza


soggettiva ed esperenziale per la vita delle persone e rimane ancora il fattore più
significativo per la costruzione di certezze sociali configurandosi come uno dei
fattori più determinanti di integrazione sociale; questo perché continua a
rappresentare uno spazio importante per?
la costruzione di relazioni interpersonali, per l’identità individuale e la valorizzazione
delle qualità personali

339) Il concetto di flessibilità rischia di degenerare nel concetto di precariato


quando il continuo susseguirsi di rapporti di lavoro non è una scelta personale,
mirata ad una ricerca di un costante miglioramento, ma è un obbligo derivante
dall'ampia cautela dei datori di lavoro nell'assumere personale a tempo
indeterminato. Spesso il lavoratore precario si trova in una condizione di totale
svantaggio nei confronti di chi?
del datore di lavoro, il quale può utilizzare il potere di rinnovo contrattuale come
strumento di pressione nei confronti del dipendente

340) Quali sono le difficoltà che incontrano i giovani con un lavoro precario?
crearsi una famiglia, ad acquistare una casa, a pagare un affitto, a crescere i figli

341) La tendenza dei giovani a prolungare la loro permanenza nella famiglia di


origine interessa tutti i paesi europei, ma la situazione italiana risulta la più
critica, proprio per l’età elevata in cui i giovani vanno a vivere per conto
proprio. Le ragioni del prolungamento della permanenza nella famiglia di
“giovani adulti” sono variegate e complesse. Quali sono?
non sono solo imputabili alle difficoltà di trovare un impiego stabile

342) Le scelte, che gli individui compiono relativamente al loro lavoro, sono
scelte indubbiamente complesse, perchè?
coinvolgono molti aspetti personali della vita, influiscono sulla definizione
dell’identità sociale e sono vissute con forte tensione emotiva

343) La flessibilità organizzativa cosa coinvolge?


tutte e tre le risposte precedenti

34

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
344) Molte indagini e riflessioni sociologiche sugli sviluppi della flessibilità del
lavoro tendono ad evidenziare che gli effetti della flessibilità del lavoro, sono
stati finora più negativi che positivi, delineando uno scenario di?
dualismo sociale della struttura occupazionale, disaggregazione del lavoro,
individualizzazione e frammentazione

345) Con il termine flessibilità si fa riferimento a quale lavoratore?


lavoratore che non rimane costantemente ancorato al proprio posto di lavoro a tempo
indeterminato, ma cambia più volte, nell'arco della propria vita, sia l'attività
occupazionale che il datore di lavoro

346) Cosa si intende con il termine flessibilità?


le misure legislative in grado di rendere il rapporto lavorativo di tipo subordinato
meno oneroso e meno vincolante, senza però far venir meno i diritti acquisiti del
lavoratore

347) La crisi della produzione fordista, la terziarizzazione dell’economia e la


diffusione delle nuove tecnologie hanno messo in discussione la figura storica del
lavoratore salariato, ossia quale lavoratore?
dipendente a tempo pieno e indeterminato

348) Nel job sharing i lavoratori devono informare il datore di lavoro, con
cadenza almeno settimanale, della distribuzione dell’orario di lavoro; nel part-
time?
l’orario è rigido e stabilito in sede di stipula del contratto stesso

349) Il contratto di job sharing deve essere necessariamente stipulato in forma


scritta?
No, secondo l'art. 42 del Dlgs 276/2003 il contratto di lavoro ripartito concluso non in
forma scritta è perfettamente valido ed efficace

350) La disciplina del contratto di lavoro ripartito è contenuta in quale legge?


nel decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276

351) La suddivisione dell’orario lavorativo nel contratto di lavoro job sharing


avviene tra i due prestatori di lavoro in diversi modi. Quali?
tutte e tre le risposte precedenti

352) Il Job Sharing o lavoro ripartito, è un rapporto di lavoro speciale,


subordinato, attraverso il quale?
due lavoratori assumono in solido l’adempimento di un’unica e identica obbligazione
lavorativa

35

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
353) La suddivisione dell’orario lavorativo nel contratto di lavoro job sharing
può essere decisa anche tenendo conto delle esigenze di produzione del datore di
lavoro. In che modo?
può succedere che nei periodi di punta entrambi i coobbligati lavorino
contemporaneamente, quando il contratto di lavoro consenta una flessibilità molto
accentuata

354) In quali paesi il job sharing ha avuto la sua origine?


Stati Uniti e Regno Unito

355) Nel job sharing l’obbligazione solidale può essere adempiuta


alternativamente dall’uno o dall’altro lavoratore, si presuppone una necessario
condizione. Quale?
nessuna delle precedenti risposte

356) La trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale


come si caratterizza?
è naturalmente sempre possibile in seguito ad accordo tra le parti

357) Il rapporto di lavoro part-time di tipo orizzontale, è quello?


in cui la riduzione di orario rispetto al tempo pieno è prevista in relazione all’orario
normale giornaliero di lavoro

358) Il vantaggio di scegliere il lavoro ripartito non riguarda solo i dipendenti


ma anche le aziende che possono fare cosa?
tutte e tre le risposte precedenti

359) Il job splitting da cosa è caratterizzato?


tutte e tre le risposte precedenti

360) Il job sharing ha avuto la sua origine e la sua diffusione a partire da quale
periodo?
anni sessanta

361) Nel job sharing l’obbligazione solidale può essere adempiuta


alternativamente dall’uno o dall’altro lavoratore, si presuppone quale necessaria
condizione?
coordinamento tra le due prestazioni di lavoro fornite

362) La donna è inattiva a causa di cosa?


tutte e tre le risposte precedenti

36

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
363) Nel job sharing la somma delle attività dei due dipendenti cosa deve
assicurare al titolare dell’azienda?
una presenza a tempo pieno

364) L’applicazione del principio di non discriminazione comporta che il


lavoratore a tempo parziale benefici dei medesimi diritti di un lavoratore a
tempo pieno, in particolare cosa?
tutte e tre le risposte precedenti

365) Esistono leggi che danno il diritto di scegliere l’orario di lavoro?


No. Esistono però due valide forme contrattuali che permettono una soddisfacente
conciliazione tra vita professionale e vita privata: job sharing e part-time

366) Una delle grandi riforme a cui è stato chiamato il Governo Monti,
insediatosi nel dicembre del 2011 per “salvare l’Italia”, è stata?
la riforma del mercato del lavoro

367) Il nuovo testo dell’art.18 è stato oggetto di quale intervento?


di un lungo braccio di ferro fra Governo, Confindustria e sindacati

368) La riforma Fornero cosa si propone di realizzare?


nessuna delle precedenti risposte

369) La Riforma Fornero è divenuta legge in che modo?


senza la presentazione di emendamenti e senza una vera discussione parlamentare

370) Quale legge è lo Statuto dei Lavoratori?


la legge 300 del 1970

371) Quali obiettivi si prefigge la Legge 92 del 2012?


realizzare un mercato del lavoro inclusivo e dinamico, in grado di contribuire alla
creazione di occupazione, in quantità e qualità, alla crescita sociale ed economica e
alla riduzione permanente del tasso di disoccupazione

372) Qual'è una formula contrattuale a favore della flessibilità in entrata?


l'apprendistato che diventa il canale privilegiato per l'ingresso dei giovani nel mondo
del lavoro

373) Quale è il licenziamento discriminatorio?


intimato per ragioni sindacali, politiche, religiose, di razza, di lingua o di sesso

37

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
374) L’art. 18 dello Statuto dei lavoratori è il frutto di quale risultato?
un compromesso apparso troppo timido e insufficiente per avere un’effettiva
incisività sul rilancio dell’occupazione

375) Il contratto di lavoro a tempo indeterminato come viene riconosciuto?


contratto dominante ovvero forma comune del rapporto di lavoro

376) Una formula contrattuale a favore della flessibilità in entrata è


l’apprendistato, che dovrebbe diventare:
il canale privilegiato per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro

377) Che normativa è la legge Biagi?


il decreto legislativo 276 del 2003

378) Cosa intende la Riforma Brunetta per maggiore equità sociale?


riduzione della flessibilità in entrata ed una maggiore flessibilità in uscita

379) Qual'è l'articolo che è stato modificato al fine di garantire una maggiore
flessibilità in uscita?
l'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori

380) La riforma Fornero si pone quale obiettivo?


tutte e tre le risposte precedenti

381) L’Assicurazione sociale per l’impiego (ASpI) quando è entrata in vigore?


dal 1° gennaio 2013 e si concluderà solo nel 2017

382) La legge 92/2012 si pone quale obiettivo?


perseguire una maggiore equità sociale attraverso una riduzione della flessibilità in
entrata nel mondo del lavoro, controbilanciata da una maggiore flessibilità in uscita,
realizzando una più equilibrata distribuzione delle tutele fra i lavoratori assunti a
tempo indeterminato

383) Il testo normativo della Legge 92 del 2012 da quanti articoli è composto?
da 4 articoli e 270 commi

384) Il decreto legislativo 150 del 2009 riguarda tutte le principali componenti in
cui si articola la gestione delle risorse umane, vale a dire?
tutte e tre le risposte precedenti

385) La valutazione parte da un approccio trasversale alla struttura, misurando


cosa?
tutte e tre le precedenti risposte

38

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
386) Il decreto legislativo 150 del 2009 mira a contenere?
l’intervento delle organizzazioni sindacali nell’attività di gestione

387) La Riforma Brunetta stabilisce che un’incentivazione fondata sul merito


quali risultati garantisce?
favorisce più di ogni altra la maggiore produttività

388) Il primato della contrattazione collettiva presente nel precedente assetto


con la riforma Fornero è:
superato sotto l’aspetto sostanziale e procedurale

389) Con quale decreto legislativo è stata attuata la legge Brunetta n. 15 del
2009?
Il decreto legislativo 150 del 27 ottobre 2009

390) Il principio di pubblicità trova applicazione piena in che modo?


nella previsione della pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione del
codice disciplinare

391) Il nuovo comma 1-bis dell’art. 30, previsto dall’art. 49 del decreto
“Brunetta”, apre la possibilità di adottare misure per agevolare cosa?
i processi di mobilità

392) Il concetto di valutazione opera in maniera onnicomprensiva interessando?


la valutazione della performance organizzativa e, a scendere, di quella individuale

393) Nei primi tre articoli del Decreto legislativo 150 del 2009 sono riassunti
obiettivi e principi condivisi e necessari. Quali?
efficienza, trasparenza, integrità e responsabilità

394) Quale dei seguenti elementi viene considerato come colonna portante della
riforma Brunetta?
il merito

395) L’intera logica della riforma Brunetta si fonda su quali elementi?


sul concetto di valutazione e sulla valorizzazione del merito

396) Un elemento di novità rilevante della riforma Brunetta è il principio


secondo cui il trattamento economico accessorio è collegato a quale fattore?
valutazione del personale e non soltanto alla produttività in ragione di una previsione
di legge e non più soltanto in ragione di una disciplina contrattuale

397) La riforma Fornero mira a contenere cosa?


nessuna delle precedenti risposte
39

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
398) Quali sono le sanzioni disciplinari previste dal decreto legislativo 150/2009?
il richiamo verbale, il richiamo scritto, la multa, la sospensione dal lavoro con
privazione della retribuzione, il licenziamento

399) Il concetto di valutazione opera in maniera onnicomprensiva interessando


cosa?
la valutazione della performance organizzativa e, a scendere, di quella individuale

400) Il legislatore della riforma Brunetta interviene sulla mobilità


intercompartimentale, con quale obiettivo?
Favorirla

401) La riforma Fornero riguarda tutte le principali componenti in cui si


articola la gestione delle risorse umane, vale a dire?
nessuna delle risposte precedenti

402) Il capitale sociale aiuta le persone a coordinarsi e agire collettivamente e a


migliorare la diffusione della fiducia e delle informazioni; proprio per questo il
capitale sociale come deve essere considerato?
nessuna delle precedenti risposte

403) Il capitale sociale è?


una risorsa intangibile

404) In cosa consiste il capitale sociale?


nella disponibilità delle persone ad associarsi ed agire per il bene comune

405) Per Bourdieu, il capitale sociale è?


l’insieme delle relazioni di cui dispone un agente o un gruppo di cui riesce a far parte

406) Il capitale sociale costituisce?


la disponibilità delle persone ad associarsi ed agire per il bene comune

407) Il capitale sociale viene considerato come?


una categoria ombrello, utile per la spiegazione di fenomeni eterogenei

408) Il capitale sociale è uno stock multidimensionale, costituito da tutte le


caratteristiche della struttura sociale che in comune hanno la capacità di
influenzare e coordinare i comportamenti individuali, favorendo l’azione
collettiva e permettendo agli agenti di perseguire fini altrimenti irraggiungibili.
Questo stock comprende:
le norme sociali e i valori condivisi, le reti di relazioni interpersonali informali e le
organizzazioni volontarie che costituiscono un fattore per la produzione di benessere

40

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
409) Il capitale sociale promuove le capacità spontanee di autogoverno e
autodisciplina il livello dell’organizzazione sociale, e si caratterizza per?
la disponibilità delle persone ad associarsi ed agire per il bene comune

410) Un alto livello di capitale sociale rende?


tutte e tre le risposte precedenti

411) Il capitale sociale può essere definito come?


uno strumento analitico per la spiegazione di processi sociali di trasformazione,
formalmente interattivi e sostanzialmente congiuntivi

412) Il concetto di capitale sociale ha già oltre un secolo di vita, grazie a?


Lydia Hanifan

413) Il capitale sociale aiuta le persone a coordinarsi e agire collettivamente e a


migliorare la diffusione della fiducia e delle informazioni; proprio per questo il
capitale sociale deve essere considerato?
uno strumento utile ad alleviare la povertà e le disuguaglianze e un presupposto
fondamentale per la sostenibilità dello sviluppo

414) Il concetto di capitale sociale si afferma nel dibattito scientifico negli anni
Novanta in seguito alla pubblicazione della ricerca Making Democracy Work
di?
Putnam, Leonardi e Nanetti

415) Il capitale sociale può essere definito come uno strumento analitico per la
spiegazione di processi sociali?
di trasformazione, formalmente interattivi e sostanzialmente congiuntivi

416) Come viene considerato il capitale sociale?


un costrutto teorico-concettuale di cui ci si serve per far luce su tutti quei rapporti di
interazione che producono innanzitutto mutamento, vale a dire rapporti di scambio,
ma soprattutto socializzazione

417) La Commissione europea individua nel Libro Bianco cinque principi che
devono essere alla base di una buona governance:
l’apertura, la partecipazione, la responsabilità, l’efficacia e la coerenza

418) Il vocabolo governance deriva?


dal greco kybernan e poi dal latino gubernare

419) Recentemente l’ambito di applicazione della governance si è spostato?


dalla sfera economica delle aziende a quella politico-sociale ed amministrativa dei
poteri locali
41

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
420) La governance si riferisce a forme di governo che?
enfatizzano la diffusione e la dispersione dell’autorità politica lungo una pluralità di
percorsi verticali e orizzontali che non hanno più lo stato come epicentro politico

421) Nel 2001, l’OECD suggerisce la sostituzione del termine?


government con quello di governante

422) La governance interattiva corrisponde?


all’attivazione e al governo di un network di coordinamento e di cooperazione
finalizzato al raggiungimento di obiettivi condivisi

423) Il soggetto pubblico per attuare un giusto processo di governance,


dovrebbe?
tutte e tre le precedenti risposte

424) Mercato e gerarchia hanno dimostrato i loro limiti, non bastando più?
per governare una economia sempre più complessa e articolata

425) La Commissione europea individua nel Libro Bianco cinque principi che
devono essere alla base di una buona governance:
nessuna delle precedenti risposte

426) Quali sono le pre-condizioni fondamentali al fine di sviluppare il sentimento


di appartenenza all’Europa?
la comunicazione e l’informazione

427) Nella governance l’attore pubblico rinuncia?


a prescrivere e a decidere per via gerarchica e introduce un nuovo stile di policy
basato sul dialogo che anticipa la decisione

428) La governance può essere ridefinita come?


governo senza forza

429) Strutture ed approcci come government e pluralismo sono stati sostituiti


dal concetto di governance, che riflette la realtà di un ordine complesso formato
da relazioni e interconnessioni che si strutturano attraverso e all’interno di
diversi livelli di government:
locale, regionale, nazionale e sopranazionale

430) La Commissione europea ha posto al centro delle nuove politiche


comunitarie di integrazione l’idea di governance, dedicandole un Libro Bianco.
In quale anno?
nel 2001

42

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
431) Negli ultimi anni si sono diffusi dei modelli di policy – making, che?
tutte e tre le risposte precedenti

432) La governance riflette la realtà di un ordine complesso formato da relazioni


e interconnessioni che si strutturano attraverso e all’interno di diversi livelli di
government?
locale, regionale, nazionale e sopranazionale

433) Nella governance interattiva i soggetti coinvolti debbono?


essere capaci di coordinare le proprie strategie di intervento, e di condividere la
conoscenza necessaria per progettare azioni di sviluppo

434) La dicotomia tra gerarchia e mercato può essere superata da una gamma di
modalità di coordinamento che può essere chiamata?
tutte e tre le risposte precedenti

435) Il termine governance è un anglicismo che propriamente vuol dire?


modo di dirigere, conduzione

436) Il "Libro Bianco" di Jacques Delors, presentato dalla Commissione


europea nel dicembre del 1993, ha come argomento principale?
nessuna delle precedenti risposte

437) Il progresso tecnologico porta nella sua unilateralità ad una crisi sociale
radicale, all’interno della quale l’individuo sempre più tecnologizzato, si trova
ad essere?
sperduto e spaesato, in quanto è collocato in un mondo di oggetti e di relazioni
oggettivate in cui ritrova la sua aggressività primitiva, presociale e antisociale,
proprio perché non riesce a trovare spazio per la sua soggettività e personalità

438) Il Rapporto Delors indica che le scelte di politica economica da adottare per
ridurre la disoccupazione dipendono dalla crescita a medio termine ritenuta più
idonea a determinare l'aumento desiderato dell'occupazione. A tale scopo è
necessario che la politica economica comunitaria si fondi su tre elementi
principali connessi l'uno all'altro:
un quadro macroeconomico in grado di sostenere le forze di mercato e non di
ostacolarle come è avvenuto in passato; interventi di carattere strutturale volti ad
accrescere la competitività verso l'esterno del sistema europeo e a permettere di
sfruttare tutte le potenzialità del mercato interno; una riforma strutturale del mercato
del lavoro per rendere più semplice e meno oneroso il ricorso alla manodopera,
aumentando così l'intensità occupazionale della crescita

43

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
439) Il termine lavoro può avere diversi significati, ma quali sono i due
concretamente importanti?
il lavoro sostanziale e l’occupazione

440) Il concetto di lavoro per i sociologi è sostanzialmente differente dal concetto


inteso dagli economisti, che consideranoprevalentemente il lavoro per il mercato
e la sfera della produzione ed è quindi?
la mera occupazione

441) La sociologia del lavoro si occupa di analizzare la divisione del lavoro e dei
suoi effetti sociali, un tema che evidentemente viene trattato anche dalla
sociologia generale, anche perché inizialmente non era ancora stata fatta la
classificazione e la specificazione tipica delle varie branchie di studio della
sociologia generale, soprattutto dai sociologi classici?
Marx, Durkheim e Weber

442) Qual'è il tema principale del "Libro Bianco" di Jacques Delors, presentato
dalla Commissione europea nel dicembre del 1993?
il problema della disoccupazione

443) Amartya Sen nel suo testo "Lo sviluppo e libertà" suggerisce tre criteri
importanti per definire il concetto di lavoro?
la capacità di reddito, l’utilità dei servizi e dei beni prodotti, il riconoscimento sociale
e personale

444) Il termine lavoro, inteso in senso tradizionale, indica?


un’attività strettamente economica o di mercato volta alla ricerca del guadagno e del
successo individuale

445) La flessibilità lavorativa e la creazione di nuove forme di lavoro sono


richieste dallo stesso mondo del lavoro, che giudica molte volte anacronistico il
principio del “lavoro sicuro”, e:
le considera una soluzione per molte fasce di lavoratori che fino ad oggi sono state
pressoché ignorate dalle autorità governative

446) La tesi esposta da Delors nel “Libro Bianco” prevede che la politica
economica europea deve?
favorire un processo di crescita fondato sugli investimenti piuttosto che sul consumo

447) Con il termine lavoro inteso propriamente come occupazione, si intende?


un’attività che è indipendente dal contenuto sostanziale dell’attività svolta ed è
offerto sul mercato in cambio di un reddito

44

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
448) Il concetto di lavoro per i sociologi è sostanzialmente differente dal concetto
inteso dagli economisti, che considerano prevalentemente il lavoro per il mercato
e la sfera della produzione ed è quindi?
la mera occupazione

449) Il lavoro di per se ha una principale dimensione sociale e poi di


conseguenza, solo indirettamente dovrebbe avere anche un valore privato, in
quanto è domandato, riconosciuto e remunerato da altri e proprio per questo
consente di acquisire?
un’esistenza ed un’identità sociali

450) Qual è il libro che nel 1997 ha avviato un ampio dibattito sul lavoro?
La fine del lavoro di Rifkin

451) Nel libro La fine del lavoro di Rifkin, viene Nel libro viene esposta la tesi
secondo la quale prima delle rivoluzioni industriali, più del 90% della
popolazione americana era?
impiegata nell’agricoltura

452) Il lavoro nell’insieme delle dipendenze in cui si inserisce, diventa mezzo e


non fine. In tale ottica, la situazione di non occupazione dei disoccupati, dei
pensionati, delle casalinghe, crea una situazione di?
precarietà e di provvisorietà sociale

453) La sociologia del lavoro si occupa di analizzare?


la divisione del lavoro ed i suoi effetti sociali

454) sindacati hanno il potere di contribuire alla riduzione dell’output


economico di una società in tre modi:
con la strategia di rivendicazione puramente salariale che induce gli imprenditori a
introdurre più tecnologie automatizzate in sostituzione del lavoro; gli scioperi estesi
che incidono negativamente sul prodotto interno lordo; con le pratiche restrittive e di
difesa delle rigidità che abbassano la produttività del lavoro e del capitale

455) L’articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori è una norma?


Definitoria

456) I sindacati hanno il potere di contribuire alla riduzione dell’output


economico in quale modo?
tutte e tre le risposte precedenti

457) L’art. 27 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea


approvata a Nizza nel dicembre 2000 ha sancito?
il diritto di informazione e di consultazione dei lavoratori nell’impresa
45

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
458) La rappresentanza del lavoro può entrare in rapporto con altri attori
collettivi, le organizzazioni imprenditoriali e lo Stato, per regolare le condizioni
di lavoro, considerando nello specifico?
le paghe, gli orari e la qualità del lavoro

459) Lo Statuto dei Lavoratori è stato istituito nel?


1970

460) La partecipazione rappresentativa o istituzionalizzata riguarda?


il lavoro organizzato

461) A partire dagli anni ’80 il sindacato perde spessore ed entra in crisi a causa
di una vera e propria crisi di rappresentatività, intesa come capacità di
interpretare, di rispecchiare gli interessi del mondo del lavoro. All’origine di tale
crisi c’è?
l’incapacità di conciliare la sempre crescente istituzionalizzazione del sindacato con
l’esigenza di una regolazione delle sue responsabilità, anche e soprattutto verso i
lavoratori; la trasformazione che è avvenuta nel settore industriale che ha provocato
l’abbandono del modello taylor-fordista e del corrispondente modello operaio di
lavoratore-produttore; la perdita di centralità nel settore produttivo del sistema
industriale, che ha determinato una maggiore diffusione del settore dei servizi

462) Alcuni studiosi della sociologia del lavoro sostengono che il sindacalismo
nasce come conseguenza della stessa frattura sociale che ha dato origine al?
comunismo, al fascismo e al nazismo

643) La partecipazione consiste nell’influenza esercitata dalla rappresentanza


dei lavoratori mediante “il diritto di eleggere o designare” alcuni dei membri
dell’organo di vigilanza o di amministrazione della società, o il “diritto di
raccomandare la designazione di alcuni o di tutti i membri”. Si possono
considerare varie tipologie di partecipazione:
la partecipazione professionale, la partecipazione economica e la partecipazione
rappresentativa o istituzionalizzata

464) La rappresentanza collettiva del lavoro esprime forme rilevanti di


democrazia industriale, caratterizzate da?
tutte e tre le risposte precedenti

46

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
465) La natura anti-ideologica del sindacalismo ha spinto gli uomini a
raccogliersi intorno al proprio lavoro, e ha acquisito così quella forza e quella
durata che gli altri movimenti sociali orientati all’utopia non hanno saputo alla
fine mantenere. Alcuni studiosi della sociologia del lavoro sostengono che il
sindacalismo nasce come conseguenza della stessa frattura sociale che ha dato
origine al?
comunismo, al fascismo e al nazismo

466) Esistono sindacati?


dei lavoratori e dei datori di lavoro

467) Lo Statuto dei lavoratori, che codifica il diritto alla rappresentanza sui
luoghi di lavoro, è?
la Legge del 20 maggio del 1970, n. 300

468) Quale legge garantisce ad ogni lavoratore l’esercizio della libertà sindacale,
nonché il diritto di proselitismo e di raccolta di contributi?
tutto il titolo III dello Statuto dei Lavoratori

469) Il campo di studio delle relazioni economiche ed industriali è per sua natura
multidisciplinare, in quanto gli attori, i loro rapporti, il contesto in cui agiscono
sono al tempo stesso di tipo economico, ma anche?
sociale e politico

470) Si possono individuare tre grandi modelli di organizzazione all’origine


dell’esperienza sindacale:
il sindacato di tipo territoriale, il sindacato di tipo professionale e quello di tipo
industriale

471) I sindacati sono organismi che raccolgono i rappresentati delle categorie


produttive. Esistono così?
sindacati dei lavoratori ma anche sindacati dei datori di lavoro

472) Un sistema di relazioni industriali è un complesso di rapporti attraverso cui


viene regolato il lavoro. Regini individua nove modelli di regolazione che
risultano come tipi ideali, che hanno avuto gradi differenti di diffusione nei
diversi paesi e nei diversi periodi storici e che hanno conosciuto numerose
varianti. Questi modelli sono?
la regolazione manageriale, la regolazione associativa, la regolazione legislativa, la
contrattazione individuale, la contrattazione collettiva, i patti sociali, il
coinvolgimento diretto dei dipendenti, la cogestione/consultazione e la concertazione
diffusa

47

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
473) La riduzione dell’occupazione è divenuto il punto centrale sul quale vanno
a iscriversi le pur variegate analisi?
sulla società, sulla produzione, sulla politica, sulla cultura, sia dal punto di vista
sociologico, che economico e politologico

474) Il concetto di Total Quality Management (TQM), consiste in?


una nuova filosofia di gestione, secondo la quale la qualità riguarda la gestione
globale del sistema di un'organizzazione e non semplici sotto-sistemi, processi isolati
o dipartimenti

475) “Fare Qualità” significa?


tutte e tre le risposte precedenti

476) La Pubblica Amministrazione in Italia ha iniziato a guardare con interesse


alla politica della Qualità, intesa come miglioramento dei servizi offerti,
ponendosi come obiettivo?
la razionalizzazione e l’ottimizzazione delle risorse

477) Quando si inizia a parlare di Qualità?


nel contesto lavorativo industriale ed imprenditoriale americano degli Anni ’20,
quando si inizia ad applicare il fordismo e poi il taylorismo

478) Quali sono gli elementi indicativi di una situazione in continuo


cambiamento per la sociologia del lavoro?
la varietà degli andamenti dei mercati del lavoro, del tasso di occupazione, di
disoccupazione, di inattività, del loro grado di flessibilità e di diversità

479) La teoria dell’insider-outsider tende a spiegare il vantaggio contrattuale dei


lavoratori all’interno dell’impresa con il fatto che?
nessuna delle precedenti risposte

480) I giovani istruiti italiani sono propensi a?


rimanere a lungo nell’attesa del “posto buono” perché sono consapevoli del fatto che
se accettassero un lavoro scadente, rischierebbero di restare bloccati ai gradini
inferiori della gerarchia occupazionale

481) I mercati del lavoro sono?


nessuna delle precedenti risposte

482) Nella fase di ingresso nel mercato del lavoro, spesso per i giovani italiani un
titolo di studio elevato costituisce?
la tendenza condivisa a rimanere a lungo nell’attesa del “posto buono” con la
consapevolezza del fatto che se accettassero un lavoro scadente, rischierebbero di
restare bloccati ai gradini inferiori della gerarchia occupazionale
48

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
483) La teoria dell’insider-outsider tende a spiegare il vantaggio contrattuale dei
lavoratori all’interno dell’impresa con il fatto che?
data la loro esperienza, non sarebbero del tutto intercambiabili con altri lavoratori

484) In passato si parlava di colletti blu o colletti bianchi per avere un’istantanea
del tipo di lavoro, oggi sono stati individuati anche i lavoratori senza colletto,
cioè coloro che?
lavorano in condizioni di maggiore autonomia, di responsabilità, di sfida, di orari
lunghi, di mobilità elevata, con più rischi ma anche con più opportunità lavorano in
agricoltura con condizioni contrattuali disperate e non riconosciute ai fini
previdenziali

485) Quando si può iniziare a parlare di Qualità?


nel contesto lavorativo industriale ed imprenditoriale americano degli Anni ’20,
quando si inizia ad applicare il fordismo e poi il taylorismo

486) Il Risk management, in italiano gestione del rischio, è il processo mediante


il quale si misura o si stima il rischio che si verifichi qualche particolare evento.
Le fasi del risk management sono cinque:
stabilire il contesto; valutare i rischi; preparare le risposte adeguate; rendere operativa
la strategia di intervento; controllare costantemente l’adeguatezza di quanto messo in
atto

487) Cosa significa oggi "Fare Qualità"?


centrare tutta l’attenzione sul cliente e avere come primo obiettivo la soddisfazione
delle sue mutevoli esigenze ed aspettative

488) In gran parte dei paesi dell’Unione Europea la partecipazione delle donne
sul mercato del lavoro resta molto al di sotto dei livelli attesi. Le realtà più
drammatiche sono quelle?
dell’Italia, della Grecia, della Spagna, del Belgio e, tra i nuovi paesi membri,
dell’Ungheria, della Polonia e della Repubblica Slovacca

489) Schizzerotto distingue tre fasi storiche riguardo le occupazioni svolte dai
giovani all’inizio della propria carriera lavorativa, in quale libro fa questa
distinzione?
Vite ineguali

490) I mercati del lavoro sono di fatto una?


costruzione sociale

491) Le donne ricoprono tre tipologie di attività lavorative che devono essere in
grado di saper gestire, tra queste è prevista anche?
l'attività di cura verso i figli, il coniuge e gli anziani della propria famiglia
49

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
492) In Italia per una donna madre, smettere di lavorare è una necessità a
causa?
della mancanza di sostegni e politiche per l’infanzia

493) Il processo di flessibilizzazione del lavoro è ritenuto dagli economisti come?


tutte e tre le risposte precedenti

494) Per le giovani donne italiane il tasso di occupazione?


decresce all’aumentare del numero dei figli

495) La famiglia ha assunto un significato primario nel processo della divisione


sociale del benessere che consiste?
nella produzione, trasformazione e riproduzione di beni e servizi per il consumo
immediato dei suoi componenti

496) Lavoro e famiglia denotano aspetti ed esperienze considerate?


irrinunciabili e fondamentali della vita sociale

497) Quale condizione viene vista come un ostacolo alla realizzazione di una
carriera?
la maternità

498) Le donne di carriera negli anni '80 erano descritte come?


donne eleganti ma senza figli, che rinunciavano agli affetti per il potere, temute più
che amate, erano viste come donne fredde e ciniche

499) Una ricerca americana ha messo in luce che le donne, che si dividono tra
lavoro, figli e famiglia, sono?
meno soggette ad ammalarsi di depressione

500) La giornalista americana Hanna Rosin, ha di recente pubblicato un libro


sulle donne, qual'è il titolo?
La fine del maschio e l'ascesa delle donne

501) In quale anno il governo tedesco ha pubblicato uno studio relativo


all'abbandono del lavoro delle donne e mamme italiane?
2006

502) La famiglia deve diventare come una piccola impresa la cui funzione è?
produrre servizi e cura

50

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
503) La famiglia nella società contemporanea diventa?
un istituto determinante per la produzione, trasformazione e riproduzione di beni e
servizi

504) Quali sono i due aspetti irrinunciabili e fondamentali della vita sociale?
famiglia e lavoro

505) Le donne generalmente si occupano?


tutte e tre le risposte precedenti

506) Oggi le donne in carriera hanno un’immagine più?


Rassicurante

507) Con l’espansione della società industriale e manifatturiera fondata sul


mercato, la famiglia riesce?
a liberarsi di alcune delle funzioni che ne hanno caratterizzato l’esistenza nelle
società arcaiche e tradizionali

508) Si dovrebbe dare maggior fiducia al genere femminile con?


tutte e tre le risposte precedenti

509) Il sapere sociologico fonda parte della sua scientificità in cosa?


nessuna delle precedenti risposte

510) La capacità di previsione si basa sull’idea che il tempo è un’entità con quali
caratteristiche?
producibile, calcolabile, misurabile

511) Cosa rappresenta la cultura?


la struttura e il mutamento, la tradizione e l’innovazione e nella sua pluralità è garante
di valori e portatrice al tempo stesso di nuovi valori

512) Ciò che fa dell’uomo un essere costitutivamente culturale è il fatto che sia:
un prodotto della cultura e un produttore di cultura

513) Analisi sociologica e ricostruzione storica, sono?


strettamente intrecciate

514) La realtà esterna appare sempre più priva di riferimenti validi e non viene
considerata come punto di riferimento per?
l'azione sociale

51

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
515) Usare i criteri evoluzionistici mutati dalla biologia per fare analisi sociale, è
una scelta?
Contestabile

516) Come Weber considera la sociologia?


scienza di realtà

517) Qual è il significato etimologico del termine prevedere?


Conoscere

518) In cosa consiste il lavoro del ricercatore?


tutte e tre le risposte precedenti

519) Il post-moderno è caratterizzato dall'appiattimento del presente e dalla


della fine delle grandi narrazioni, consentendo soltanto l’accesso ad un futuro
con quali caratteristiche?
frammentario, incerto, liquido

520) La conoscenza dei rischi ai quali la società va incontro quotidianamente


come deve essere considerata?
lo stimolo per una continua attenzione all’altro al diverso, al nuovo, nel tentativo di
esorcizzare ciò che può apparire negativo per creare relazioni stabili per il futuro

521) La sociologia è l’unica scienza che può fare cosa?


preservare la libertà e le dignità umane, perché è la sola scienza che seleziona i
fenomeni secondo il loro significato culturale

522) L’epoca contemporanea è caratterizzata da una vera e propria transizione:


che può essere considerata come?
una terza rivoluzione industriale che ha determinato la diffusione a livello planetario
dei mezzi di comunicazione elettronici e tecnologici

523) Le scienze sociali non possono giungere all’elaborazione di teorie definitive


ma devono continuamente?
rielaborare i propri sistemi concettuali

524) Il sapere sociologico fonda parte della sua scientificità nella capacità?
di previsione

525) Giddens, nel suo saggio Le conseguenze della modernità, in che modo parla
del tempo?
viene separato dallo spazio e diventa elemento ontologico del sociale

52

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)
526) Attraverso l’immagine di società, la sociologia ha contribuito a creare che
cosa?
il proprio oggetto

527) Il continuo interrogarsi su se stessa da parte della sociologia è dovuto al


fallimento del tentativo di fare cosa?
tutte e tre le precedenti risposte

53

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: dario-brizi (dariobrizi@hotmail.it)