Sei sulla pagina 1di 27

Oscillazioni torsionali degli alberi

1
Sistema reale è
- Cinematismo
biella-manovella
- Gomito La riduzione del sistema reale consiste in
due passaggi:
- Volano equivalente
- Tronco equivalente
2
Riduzione del sistema reale in uno equivalente

- Passaggio ad un volano equivalente

1° step – Riduzione della biella a


sistema di masse concentrate

3
4
2° step – Riduzione a volano equivalente

5
6
Riduzione di un
gomito a tronco
equivalente

7
L’equivalenza tra due tronchi si considera realizzata quando le
rigidezze torsionali relative sono uguali

8
9
M = K eq (θ 2 − θ1 ) = K eq ∆θ
Caso di rigidezze in serie
M
= ∆θ = ∆θ1 + ∆θ 2
K eq

10
Riduzione all’asse motore di albero condotto

11
12
13
14
Determinazione delle frequenze proprie del sistema
equivalente

− Iθ − kθ = 0
θ = θ o senωt
θ = ωθ o cos ωt
θ = −ω 2θ o senωt
Iθ oω 2 senωt − kθ o senωt = 0

15
Analisi del momento motore

16
17
Determinazione delle oscillazioni dovute a risonanza

Caso del monocilindro


α1 = 1
α = θ2
2 θ1

coeff. di amplificazione

Smorzamento critico corrisponde


allo smorzamento per cui il moto
passa da oscillatorio ad aperiodico
smorzato

18
β1k= angolo di fase in ritardo della
deformazione rispetto al momento

cos(ω k t − β1k ) = sen(ω k t ) senβ1k + cos(ω k t ) cos β1k

In condizioni di risonanza il lavoro eccitatore è max per β1k= 90°

L1k = π M1kθ1k
19
Lavoro dissipato nel bielli-
smo è considerato concen-
trato nel bottone di mano-
vella e proporzionale alla
area del pistone e alla ve- ω2kdt
locità lineare dello stesso
bottone

20
Il lavoro dissipato dall’utenza (per es. l’elica) può essere calcolato
considerando che la velocità dell’elica è pari a
dθ 2 dθ 2 k (t )
ω2 = = ωm +
dt dt
M = aω 2
P = aω 3

∫ d (ω k t ) = ( ) d (ω k t ) =
a a
L'2 k = ∫ M ⋅ dθ = a ∫ ω 3 dt = ω 3
∫ (ω + θ ⋅ ω cos ω t ) 3

ωk T ωk
m 2 k k k
T T T

+ θ 23k ⋅ ω k3 cos 3 (ω k t ) + 3ω m2 ⋅ θ 2 k ⋅ ω k cos(ω k t ) + 3ω mθ 22k ⋅ ω k2 cos 2 (ω k t )) ⋅d (ω k t ) =


a
= ∫ (ω
3

ωk
m
T

a ⋅ 2π a
= ω m3 + 3ω mθ 22k ⋅ ω k2 ⋅ π
ωk ωk

21
M k (t ) = M k sen(ωk t + φk )
M k max ⇒ ω k t +φ k = 90° = kω ' t + φ k

4T

M st (t ) = M m (t ) − M k (t ) + M r(t )

22
Oscillazioni torsionali forzate

Caso del monocilindro

[K ]{θ } = ω 2 [M ]{θ } + {F }
([K ] − ω 2 [M ]){θ } = {F }

 k11 k 21  I 0  θ1k  M 1k 
2 1
  − ω     =  
 k k 
  21 22  0 I 2  θ 2 k  0 
 k − ω *k 2 I 1 −k θ1k  M 1k 
   =  
 −k 
k − ω k I 2 θ 2 k  0 
*2

{θ k } = [k ] {M k }
−1

23
Oscillazioni torsionali in condizioni di risonanza

Caso del pluricilindro


N cilindri – 4 tempi
Motori in linea
Cilindri tutti uguali
Stesse condizioni di funzionamento

24
25
θ ik = θ1k ⋅ α ik

26
Oscillazioni torsionali forzate
Caso del pluricilindro

Per le armoniche
principali

Per le armoniche non principali

27