Sei sulla pagina 1di 8

 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

LQVHULVFLLOWXRLQGLUL]]R ,6&5,9,7,

Consenso Privacy

HOME NOVITÀ UTILITÀ CONSULENZA FISCALE ALTRE CONSULENZE

PARTNER SOCIETÀ ALL’ESTERO CONTATTI

&HUFD«

IRPEF IVA Altre

novembre 7,
2015

La fatturazione elettronica CONSOLIDATO: APPROVATO IL


MODELLO CON IL QUALE LA
Scritto il 23 ottobre 2015 da Rag.ra Marta Bregolato CONTROLLANTE ESTERA
DESIGNERÀ LA...

In un’epoca storica sempre più automatizzata e digitalizzata anche


novembre 7,
l’intento di raggiungere una semplificazione negli adempimenti
ammiistrativi delle aziende e dei contribuenti usufruendo delle 2015

tante possibilità offerte dalle comunicazioni telematiche passa


attraverso nuovi adempimenti quali ad esempio l’emissione della RIMBORSI CHILOMETRICI PER
fatturazione elettronica. TRASFERTE: CHIARIMENTI
SULLA TASSAZIONE

  ottobre 30, 2015

La fatturazione elettronica:

NON DEDUCIBILE DAL


E’ la nuova forma di emissione delle fatture; si tratta di un REDDITO D’IMPRESA IL
documento informatico trasmetto digitalmente il cui contenuto COMPENSO
ALL’AMMINISTRATORE NON...
deve essere nel tempo:

ottobre 30, 2015


immutabile;
non alterabile.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le


Ai fini della sua emissione è necessario il possesso della firma IL CONTRIBUENTE CHE SI
impostazioni del browser, l'utente accetta . Acconsento Per saperne di più
TRASFERISCE ALL’ESTERO
digitale (smart card o key usb). DEVE CANCELLARSI

DALL’ANA...
KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 
 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

Lo scopo di questo nuovo strumento è quello di avviare un nuovo DALL’ANA...

percorso teso a trasformare e semplificare i flussi di comunicazione


ottobre 23, 2015
tra i contribuenti e la Pubblica Amministrazione oltre che garantire
una più agevole e veloce gestione dei pagamenti.

La fattura elettronica si configura come uno dei principali cardini SOMME DOVUTE A SEGUITO DI
COMUNICAZIONI DI
dell’Agenda Digitale Italiana, quale strumento di controllo e
IRREGOLARITÀ: ISTITUITI
razionalizzazione della spesa pubblica e nello stesso tempo di forte NUOVI CODICI TR...
spinta all’innovazione per il mondo delle imprese.

  Sondaggio

L’impianto normativo: Job act


Cosa ne pensi del Job Act?
L’obbligo, per le piccole e medie imprese italiane ed estere che Mi sembra in generale una buona riforma
effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi a favore della
Alcuni aspetti sono buoni, altri meno. Migliora
Pubblica Amministrazione e deli Enti Pubblici Territoriali di
emettere la fattura in formato elettronico, è stato introdotto dalla Non mi piace come riforma

Legge Finanziaria 2008, Legge n. 244 del 24.12.2007 “Disposiziioni Non so. Dovrei approfondire meglio
per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”,
pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28.12.2007, 9RWD Risultati
Supplemento Ordinario n. 285, entrata in vigore l’01.01.2008 ad
eccezione dell’art. 2 comma 13 e dell’art. 3 comma 36 che sono Risposte totali 372
Voti totali 372
entrati in vigore il 28.12.2007.

La Legge n. 244 del 24.12.2007 ha modificato anche il D.P.R.


633/72 agli articoli 21 e 39 ora contenenti la definizione di fattura
elettronica, con l’indicazione delle caratteristiche e dei requisiti
tecnici della stessa nonché la disciplina delle loro conservazioni.

Successivamente sono seguite più recenti normative tese a meglio


chiarire l’ambito di applicazione e le sue modalità operative, vedi
per esempio:

M. (M.E.F.) del 07.03.2008, recante le “disposizoni per


l’individuazione del gestsore del sistema di interscambio
della fatturazione elettronica nonché delle relative
attribuzioni e competenze”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale
n. 103 de del 03.05.2008, individuando come gestore
l’Agenzia delle Entrate attraverso la Sogei (Società Generale
di Informatica Spa);
Legge n. 196 del 31.12.2009 “Legge di contabilità e finanza
pubblica” pubbblicata in Gazzetta Uffiiciale n. 303 del
31.12.2009 – S.O. n. 245, entrata in vigore il 01.01.2010 per
l’individuazione dei soggetti riconducibili alla terminologia
“Pubblica Amministrazione”;

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

Legge n. 214 del 22.12.2011 “Conversione in legge, con


modificazioni, del decreto Legge n. 201 del 06.12.2011
recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il
consolidamento dei conti pubblici”, pubblicata in Gazzetta
Ufficiale n. 300 del 27.12.2011 – Supplemento Ordinario n.
276 entrata in vigore il 28.12.2011 per l’individuazione
delle Pubbliche Amministrazioni a cui risulta applicabile la
fatturazione elettronica;
M. (M.E.F.) n. 55 del 03.04.2013 contenente il Regolamento
in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della
fattura elettronica da applicarsi alle Amministrazioni
Pubbliche ai sensi dell’art. 1 commi da 209 a 213, della
Legge n. 244 del 24.12.2007, pubblicato in Gazzetta
Ufficiale nn. 118 del 22.05.2013;
Circolare n. 1/D.F./2014 del 14.04.2014 contenente note
interpretative in materia di fatturazione elettronica verso la
Pubblica Amministrazione;
L. n. 66 del 24.04.2014 recante “Misure urgenti per la
giustizia sociale”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale – Serie
Generale – n. 95 del 24.04.2014 ed entrata in vigore il
24.04.2014. Il Decreto Legge è stato successivamente
convertito con modificazioni con la Legge n. 89 del
23.06.2014, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 143 del
23.06.2014;
Circolare n. 1 del 09.03.2015 del Ministero dell’Economia e
delle Finanze in concorso con la Presidenza del Consiglio dei
Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica, avente per
oggetto chiarimenti interpretativi;
Decreto Legislativo n. 127 del 05.08.2015 avente per
oggetto “trasmissione telematica delle operazioni Iva e di
controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso
distributori automatici, in attuazione dell’articolo 9, comma
1, lettere d) e g), della Legge 11 marzo 2014 n. 23” –
pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 190 del 18.08.2015 ed
entrato in vigore il 02.09.2015 che ha introdotto, tra l’altro,
la fatturazione elettronica anche nei confronti di privati;
Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale
Normativa n. 81/E del 25.09.2015 avente per oggetto
chiarimenti interpretativi in relazione alla modalità e al
luogo di conservazione delle fatture elettroniche.

Decorrenza dell’obbligo:

Fatte questa necessaria panoramica legislativa, la fatturazione

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

elettronica è d’obbligo a decorrere dal:

06.2014 nei confronti di Ministeri, Agenzie Fiscali (Agenzia


delle Entrate, Agenzia del Demanio e delle Dogane) ed Enti
Previdenziali (Inps, Enasarco, ecc….);

03.2015 per tutte le altre Amministrazioni Pubbliche.

Conseguentemente rispettivamente a partire dalle sopra indicate


date i fornitori non potranno più emettere le fatture con modalità
cartacea e le Pubbliche Amministrazioni dovranno eventalmente
considerarle irricevibili e pertanto respingerle all’emittente, se non
trasmesse in modalità e formato elettronico.

I documenti inviati per posta elettronica certificata (pec) o altre


modalità telematiche simili sovranno essere digitalmente
conservate per almeno 10 anni.

Caratteristiche della fattura elettronica:

La fatturazione elettronica è:

efficiente;
sicura;
economica;
eco sostenibile.

Le fatture elettroniche devono rispettare specifici requisiti e


contenuti affinché possano essere correttamente inoltrate.

Devono essere trasmesse con file di formato .XML firmato


digitalmente, unico formato riconosciuto ed accettato dal sistema
di interscambio.

Il file così creato può contenere un’unica fattura o un lotto di


fatture con riferimento alla stessa Pubblica Amministrazione
destinataria.

La sicurezza sull’origine (soggetto che ha prodotto ed inviato la


fattura elettronica)e sull’autenticità dei dati trasmetti è garantita
dalla firma digitale del file trasmesso (un po’ come avviene peer i
file da trasmettere al Registro delle Imprese che sono firmati
digitalmente o dal contribuente, o dal legale rappresentante o da
un intermediario al quale il soggetto obbligato alla comunicazione

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

ha delegato l’invio).

Il Sistema di Interscambio:

Come abbiamo già avuto modo di dire il Sistema di Interscambio è


gestito dall’Agenzia delle Entrate attraverso la Sogei (Società di
gestione informatica Spa).

Si tratta di un sistema informatico capace di:

ricevere le fatture sotto forma di file;


effettuare i controlli sui file ricevuti;
inoltrare alle Pubbliche Amministrazioni destinatarie la
fattura elettronica.

Al contrario il Sistema di Interscambio non si occupa di:

incombenze di tipo amministrativo;


archiaviazione;
conservazione delle fatture.

Soggetti coinvolti nel processo:

I soggetti coinvolti nel processo della fatturazione elettronica sono


sostanzialmente tre, ovvero:

i fornitori di beni e servizi che operano a favore delle


Pubbliche Amministrazioni e in quanto tali obbligati alla
predisposizione, all’emissione, all’invio e alla conservazione
delle fatture in formato elettronico;
le Pubbliche Amministrazioni, così come identificate, e gli
Enti previdenziali che saranno destinatari delle fatture
elettroniche. L’elenco delle Pubbliche Amministrazioni
verso le quali sarà obbligatorio l’emissione delle fatture
elettroniche sarà aggiornato annualmente con
pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale entro il 30 settembre
di ogni anno;
i commercialisti, i consulenti, gli intermediari finanziari ai
quali i fornitori di beni e servizi obbligati all’emissione della
fattura elettronica potranno rivolgersi per l’espletamento
degli adempimenti necessari.

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

La conservazione delle fatture elettroniche:

Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate in occasione di interpello,


con Risoluzione n. 81/E del 25.09.2015 in merito alle modalità e ai
luoghi di conservazione delle fatture elettroniche si precisa quanto
segue:

le fatture elettroniche (sia emesse che ricevute) possono


essere conservate, unitamente alle scritture contabili, sia in
Italia che all’estero purché tra i paesi eventualmente
coinvolti vi sia assicurata assistenza reciproca;
in dichiarazione dei redditi i contribuenti dovranno
dichiarare di effettuare la conservazione elettronica dei
documenti fiscali;
in occasione di eventuali controlli o verifiche di natura
fiscale i documenti conservati elettronicamente dovranno
essere resi disponibili quindi leggibili e accessibili (quindi
anche con fornitura di copie cartacee, ovvero attraverso il
processo di materializzazione dei documenti) agli ispettori o
presso la sede del contribuente oggetto di verifica o presso
il luogo di conservazione dei documenti elettronici;
il luogo di conservazione dei documenti fiscali deve essere
indicato nella dichiarazione di inizio attività o nelle
eventuali successive comunicazione di variazioni dati;
nel caso in cui il soggetto che si occupa della conservazione
dei documenti elettronici sia un soggetto terzo rispetto al
contribuente, questo non assume il ruolo di soggetto
depositario delle scritture contabili ma solo il ruolo di
conservatore elettronico.

Fatturazione elettronica tra privati:

Come riportato nel capitolo riservato all’”Impianto normativo” il


Decreto Legislativo n. 127 del 05.08.2015 ha previsto tra le altre
norme la possibilità che gli operatori economici optino per
l’emissione delle fatture elettroniche anche nel caso di operazioni
compiute con privati.

La possibilità di opzione decorrerà dal 01.01.2017 e sono allo


studio agevolazioni per i contribuenti che la effettueranno tese a
semplificare gli adempimenti amministrativi e fiscali attualmente in
vigore, quali ad esempio lo spesometro, comunicazioni black list,

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

ecc… o riduzioni dei tempi per l’erogazione di eventuali rimborsi di


imposta nonché semplificazioni in occasione di verifiche fiscali.

Rete dei Digital Champions:

Eventuali informazioni sono ottenibili consultanto il sito della Rete


dei Digital Champions, www.digitalchampions.it, che in
collaborazione con Unioncamere, Infocamere, Asset Camera e
Agenzia per l’Italia Digitale hanno anche organizzato in giro per
l’Italia corsi di formazione gratuiti; sul sito è possibile affrontare
casi specifici trovando il suggerimento delle possibili soluzioni e dei
comportamenti corretti.

Inoltre tutta la documentazione tecnica necessaria per la


fatturazione elettronica, comprese le indicazioni sulle modalità di
trasmissione, i servizi di assistenza e di supporto tecnico sono
disponibili sul sito: www.fatturapa.gov.it.

Attraverso il sito sopra indicato sarà anche possibile effettuare i


necessari controlli sulle caratteristiche minime richieste per la
regolare trasmissione del file telematico (assimibilabile per
procedura a quanto avviene sia per i file trasmessi digitalmente al
Registro delle Imprese sia per i file (dichiarazioni, versamenti,
ecc…) trasmessi all’Agenzia delle Entrate.

Per richiedere una consulenza professionale, scrivi alla redazione

     
Questo contenuto è stato inserito in Saggi con tag fattura
elettronica, fatturazione elettronica, Iva. Aggiungi ai preferiti il
permalink.

Commercialista Roma Commercialista Milano

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ « 


 /DIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD_0LVWHUILVFR

Commercialista Pomezia Pubblicità


0LVWHUILVFR
Collabora con la nostra Note Legali OLNHV
redazione
Privacy
La Redazione
Plus Misterfisco
/LNHG
Storia del Sito

Mappa <RXOLNHWKLV

Copyright © 2015 Misterfisco. Tutti i diritti sono riservati, è vietata anche la riproduzione parziale.
Marchio registrato dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano. P.Iva 09277651007
Powered by Tun2U Web Agency

KWWSZZZPLVWHUILVFRLWVDJJLODIDWWXUD]LRQHHOHWWURQLFD"XWPBPHGLXP HPDLO XWPBVRXUFH 92;PDLO$&DPSDJQD6WDQGDUG XWPBFDPSDLJQ «