Sei sulla pagina 1di 22

eLearning…

… Learning 2.0?
…. Learner 2.0!
Dall’eLearning al Learning 2.0, saltando
la I, la II e la III generazione…
… ma chiedendoci se siamo leaner e
teacher 2.0
Introduzione
alla Pedagogia Sperimentale

8 ottobre 2007 Elisabetta Cigognini


I pre-learner 2.0
Alcune cose che fanno i learner 2.0
Fino al Learning 2.0

i social software e il web 2.0,


caratteristiche, esempi e web safary
Agenda
 Accediamo in Moodle e sperimentiamo il corso online

 Dove sta andando l'eLearning (vedi titolo): veloce


panoramica

 Fino al Learning 2.0: i social software e il web 2.0

 Social software: cosa sperimentiamo in aula


 Condividere: Flickr
 Organizzare: i social bookmarking

 Esercizi: cosa, chi, come, quando, dove e perché


Un’introduzione 2.0

 Cos’è il web 2.0 in 4 minuti e mezzo, in italiano


http://www.youtube.com/watch?v=5xDITZBizfY

 L’elenco dei tool web 2.0


http://www.seomoz.org/web2.0

 L’elenco del 100 migliori tools del web 2.0 per


l’eLearning votati da esperti (settembre 2007)
http://www.c4lpt.co.uk/recommended/top100.html
Web 2.0 ovvero partecipare alla Rete

 Cos’è il Web 2.0?


 Non serve una definizione!
 E’ una fase storica che stiamo vivendo
 In Internet (non solo web …) convivono servizi e
applicazioni old-style e novità significative
 Allora perché “2.0”?
 Abbiamo bisogno di “classificare”
 È un comodo termine-ombrello
• Breve, sintetico
• Efficace nel comunicare un cambiamento
 Nell’articolo originale di O’Reilly (2005):
 Contrapposizione di applicazioni, siti, concetti
• Britannica Online vs Wikipedia
• Pubblicazione vs Partecipazione
• Siti personali vs Blog
Come mai,
i social software?

Apogeonline Bit Comics # 7.2


di Maurizio Boscarol
Alcuni elementi caratteristici / 1
 Web come piattaforma o sistema operativo
 Spostare le applicazioni dal desktop al Web
 Proseguimento della pre-esistente tendenza del Web a incorporare gli
servizi Internet
• Webmail
• Newsreader
 Riedizione del network computing
 Esempi:
• GoogleDocs
• Gliffy
• Zoho
 L’utente-autore
 Facilità di scrittura
• Google Page Creator
 L’utente e i social software
 Strumenti sociali, non individuali
• Blog,
• Wiki
• Condivisione foto / video / slide / musica / …
• Partecipare al di là di ogni barriera. Il Blog di Beppe Grillo, I
video di BG, video2
Alcuni elementi caratteristici / 2
 Folksonomy
 Il potere alle masse: classificare l’informazione dal basso, in
modo non strutturato
 Tag, tagging, taggare, tagclouds
 Social bookmarking
• del.icio.us
 Non solo social bookmarking
• I tag sono ovunque
 Folksonomy o folksonomie o
folksonomia o folksonomies?

 Social Networking
 Six degrees of separation…
 Connettersi per… molti motivi…
 Molti modi per connettersi
• Anche IM, VoIP
 mySpace, LinkedIn
• Nuovi standard: FOAF
Alcuni elementi caratteristici / 3
 I contenuti
 L’unità informativa del Web non è più la pagina
• Anche conseguenza dell’organizzazione cronologica dei blog
 Microcontenuti
 Aggregazione
• feed RSS
• WebTop: home page personali componibili
 Riuso
• Flussi di microcontenuti riutilizzabili
• API anche da siti commerciali
 In una parola: mashup
 Esempi:
• Amazon, Google
• Zontube (Amazon + YouTube)
• Fotoland (Google Maps + Flickr), es. tag= Prato
• Slide share
Utenti 2.0?
Prosumer!

 Sono cambiati gli utenti!!


 Erano lettori …
… ora sono anche autori
Per noi sono soprattutto learner!
(google based learning)

 O è solo un ritorno alle origini?


 Il web “originale”
di Berners-Lee era
concepito per essere read-write e collaborativo!

 Ma anche “prima” c’erano i siti personali!


 Già! Ma chi erano i proprietari? Quasi sempre tecnici …
 Ora l’authoring sul Web è accessibile praticamente a tutti
Learning 2.0
 Attraverso i social
Non voglio software la costruzione di
Learning 1.0 lavoro in più! conoscenza è l‘attività
 Newsgroups principale

Qual è  Scrittura collaborativa in


l‘ultima rete: si lavora tutti
 Project work versione?? sull‘ultima versione, con
via e-mail storico delle versioni

Come fare  I learners 2.0 partecipano


lezione con attivitamente alla
 Virtual Classroom internet costruzione collaborativa
di conoscenza

 Common
knowledge Uhm…  I social software sono
database Un‘altra idea
l‘espressione di un
strampalata
processo che nasce dal
del mio capo
basso (botton up)
Esempio:
cmap +
skype

Navigatore di idee abbinato ad un canale audio


Moodle + YouTube
Strumenti

• Podcast mp3 itunes -> su iPod


• Blog il diario, video e audio blog
• Wiki -> wikipedia
• Delicious, tag di bookmark
• YouTube
• Flickr, tag di immagini
• Skype con addons e
• Mappe mentali, cmap o altro
• Slide Share, slide in condivisione
• Google docs, calendar, spreadsheet -> su cellulare
• RSS, netvibes, myspace
Social Software:
cosa sperimentiamo in aula

Condividere:
Flickr, YouTube, Podcast

Organizzare:
i social bookmarking
Condividere

 Immagini - Flickr
http://www.flickr.com/

 MP3 – MyPodcast
http://mypodcast.com/

Video – YuoTube
http://www.youtube.com/ (http://it.youtube.com/)
Organizzare:
Social Bookmarking

 Co-browsering, social tagging,


 Organizzare le proprio risorse, quelle di una
classe o di un gruppo, in modo condiviso,
basato su una propria classificazione
significativa (Folksonomy) sempre aggiornato e
sempre accessibile via web.

 In due parole inglesi


http://it.youtube.com/watch?v=x66lV7GOcNU

 In due parole italiane


http://it.youtube.com/watch?v=9TrvWew9EMk
Laboratorio
condividere - organizzare

E ora proviamo insieme a


condividere i nostri file multimediali
in rete, e poi ad organizzarli
Attività Online – patto formativo

 Esplorazione guidata dei social software


 COSA - Utilizzare il proprio repository di file
multimediali, cercare quelli dei colleghi, commentare,
usare le tag… sperimentare!

 CHI – Voi! I learner 2.0 (e i teacher 2.0…)

 DOVE – Nel web e nel forum di laboratorio dentro


moodle: aggregatevi ad una discussione, una per ogni
strumento di condivisione visto oggi:
Flickr – MyPodcast – YuoTube

 QUANDO: da oggi 8 ottobre fino al 22 ottobre, ma


idealmente dovrebbe diventare un “vostro” luogo in
rete.

 COME: all’interno della discussione del social software


scelto si troveranno suggerimenti, spunti e riflessioni
sull’uso dello strumento scelto
Dubbi, domande, commenti e
novità…
… online su moodle fino a lunedì 

elisabetta.cigognini@unifi.it
elisabetta.cigognini@gmail.com