Sei sulla pagina 1di 3

http://materieoscure.blogspot.

com/

I REGNI NASCOSTI DELLA MAGIA NERA

Ho condotto lunghe ricerche sul tristemente noto


mago britannico Aleister Crowley (1875-1947). Ho
raccolto studi sul suo materiale, come i cappelli, le
canne da passeggio, i libri, i manoscritti, i quadri, i
suoi paraphernalia (ossia i paramenti e gli attrezzi
usati dal mago inglese durante i suoi riti).
Diversamente da una certa letteratura crowleyana
compiacente, quando non addirittura
propagandistica, ma anche al di là degli studi di
autori cristiani di mera stroncatura; ecco, a parte la
pubblicistica parolaia, il mio intento era quello di
trovare dei riscontri precisi sull'attività effettiva del
mago inglese, ossia il piano perverso di aprire brecce
eterico-psichiche nella nostra realtà ordinaria, onde
far passare torme di demoni planetari. Come ho già
affermato in altro post, quell'uomo non fu soltanto
un depravato, un tossico. Crowley compì
un'operazione diabolica e criminale unica del suo
genere nel XX° secolo, sebbene nessun tribunale al
mondo potrebbe condannarlo. Le conseguenze di
tale misfatto furono e sono drammatiche. Ho potuto
toccar con mano quanto è riuscito a fare, e chi è un
po' al dentro di cose magiche, si renderà conto della
gravità del suo operare. In poche parole, ogni volta
che un occultista, anche il meno esperto, proverà ad
entrare nei Regni Nascosti ri-pristinati da Crowley,
assumerà una sorta di marcatura psichica di
accesso. Per i più sarà un'esperienza destabilizzante
- depressioni e disturbi dell'umore - mentre i pochi
qualificati saranno compensati – si fa per dire –
ottenendo il privilegio di diventare supporti magici
per migliaia di demoni, in lista di attesa dal
dopoguerra. Il secolo appena passato ha prodotto su
più fronti disastri non più neutralizzabili, in politica, a
livello tecnico, scientifico, sociale, le cause non
vanno però ricercate nei movimenti di massa, nelle
ideologie o per le scoperte nel campo della fisica e
della biologia. Su piani nascosti si son stabilite le
forme eteriche idonee, che hanno trovato luoghi e
persone catalizzatrici, magari ritualizzandosi in un
lugubre salone di un vecchio maniero, in una stanza
d'albergo, presso lo studio di notabile, sul ponte di
una nave da crociera, nella sala di un consiglio di
amministrazione di una più che nota dinastia di
banchieri.

Cosa si è fatto per contrastare i Regni Nascosti? Non


bastano dichiarazioni di principio, parole di
condanna al satanismo. Da anni noto in ambienti
spiritualistici, una tendenza egoistica a ricercare la
conoscenza allo scopo di una non meglio identificata
salvezza o di un'acquisizione di poteri. Qui ci
vogliono donne e uomini di desiderio, che
perseguano il Bene, il Vero, la Luce senza interessi
personali, disposti a difendere la propria anima e
quella dei più deboli. Per un senso di rigetto
comprensibile nei confronti delle confessioni
religiose che stentano a difendersi dalla
secolarizzazione, si persegue una via individualistica,
superomistica, o si presta culto a nuove/vecchie
divinità. Il pericolo è di disperdere la propria vita in
vane illusioni, o peggio, di piegarsi all'oscuro
signore. Scandurra mi diceva di cercare l'idea della
magia nelle cose e nel mondo. Ciò che è elfico. Si
tratta di un senso di libertà, un desiderio di infinito. È
il ritorno a casa dopo un lungo viaggio. E non c'è
niente di meglio che farlo in buona compagnia.