Sei sulla pagina 1di 3

Classificazione Caratteri di Blackwell

Umanistici
Caratteri inspirati al primo tondo romano, particolarmente all’opera dello stampatore Nicolas Jenson, attivo a venezia,
fece riferimento alla calligrafia umanistica e alla Capitalis romana (per le maiuscole). Nei caratteri come questi sono
visibili segni della penna calligrafica come l’uso del pennino a punta larga.
*Centaur, Cloister, Jenson
Caratteristiche:
-Barra della e minuscola inclinata
-Asse molto inclinato a sinistra
-Scarso contrasto fra i pieni e sottili
-Grazie piuttosto spesse, con raccordo scarsamente curvilineo
-tratto terminale in alto della r fortemente inclinato

Romani Antichi
Hanno come proto-tipo storico il tondo romano rinascimentale, elaborato dallo stampatore Aldo Manunzio.
*Bembo, Garamond, Granjon, Palatino, Platin, Sabon
Caratteristiche:
-Barra della e minuscola parallela o quasi alla linea di base
-Asse inclinato a sinistra ma meno che negli Umanistici
-Maggior contrasto fra pieni e sottili
-Grazie più sottili con raccordo più curvilineo
-Tratto terminale in alto della r meno inclinato

Transizionali
Nome del gruppo deriva dalla transizione dal Romano antico rinascimentale al Romano moderno settecentesco.
Disegnatori storici come John Baskerville e Pierre Fournier.
*Baskerville, Caledonia, Caslon, Fournier, Perpetua
Caratteristiche
-Barra della e minuscola parallela alla linea di base
-Asse perpendicolare o quasi alla linea di base
-Maggior contrasto fra pieni e sottili
-Grazie con raccordi più o meno accentuati
-Tratto terminale in alto della r poco inclinato.

Romani Moderni (Didoni)


I Romani moderni fanno riferimento all’opera di Giambattista Bodoni e del francesce Firmin Didot, debitori a loro
volta debitori di Pier Fournier.
*Bodoni Bauer, Didot, Walbaum
Caratteristiche
-Barra della e minuscola parallela alla linea di base
-Asse perpendicolare
-Forte contrasto tra pieni e sottili
-Grazie sottili con raccordi talvolta ad angolo
-Tratto terminale in alto della r sovente parallelo alla lina di base
Nuovi Transizionali
Questi caretteri si ispirano a lettere disegnate nell’Ottocento: più spesse dei Romani moderni, erano concepite
per una produzione in linea con la nascente civiltà industriale; dunque, alte tirature, carta di qualità inferiore,
forte impatto fisivo a scapido del disengo.
*Bookman, Century Schoolbook, Cheltenham, Excelsior
Caratteristiche:
-Barra della e minuscola parallela alla linea di base
-Asse perpendicolare
-Moderato contrasto tra pieni e sottili
-Grazie spesse con raccordi curvilinei
-Tratto terminale in alto della r poco inclinato
Egiziani
Rappresentno una sorta di volgarizzazione del Romano moderno; il loro nome deriva dalla moda e dall’interesse
per l’Egitto diffusosi in Europa dopo la campagna napoleonica. Il primo carattere egiziano venne disegnato
da Vincent Figgins. Si suddividono in due sottogruppi (distinzione tuttavia non operata da Blackwell)

Egiziani di stile francese


*Beton, Memphis, Rockwell, Serifa.
Caratteristiche:
-Barra della e minuscola parallela alla linea di base
-Asse perpendicolare
-Contrasto fra pieni e sottili assente o scarso
-Grazie spesse con raccordi angolari o quasi
-Tratto terminale in alto della r parallelo alla linea di base

Egiziani di stile inglese


*Claredon
Caratteristiche:
-Barra delle e minuscola paralella alla linea di base
-Asse perpendicolare
-Scarso contrasto fra pieni e sottili
-Grazie spesse con raccordi curvilinei
-Tratto terminale in alto della r parallelo alla linea di base

Barra della e Asse Contrasto fra Tratto terminale


Grazie
pieni e sottili della r

Asse molto Scarso contrasto Spesse con raccordo Fortemente inclinato


Umanistici Inclinata
inclinata a sinistra fra pieni e sottili scarsamente curvilineo

Romani Asse inclinata a


Parallela o quasi Maggior contrasto Più Sottili con raccordo Meno inclinato
Antichi sinistra ma meno
alla linea di base fra pieni e sottili curvilineo
degli umanistici

Parallela Asse perpendicolare o Maggior contrasto Raccordi più o meno


Transizionali Poco inclinato
alla linea di base quasi alla linea di base fra pieni e sottili accentuati

Romani moderni Parallela Asse perpendicolare Forte contrasto Sottili e talvolta Sovente parallelo
(Didoni) alla linea di base fra pieni e sottili ad angolo alla linea di base

Nuovi Parallela Moderato contrasto Spesse con raccordi


Asse perpendicolare Poco inclinato
Transizionali alla linea di base fra pieni e sottili curvilinei

Contrastof ra pieni
Egiziani Parallela Asse perpendicolare Spesse con raccordi Parallelo
e sottili assente o alla linea di base
Francesi alla linea di base scarso
angolari o quasi

Egiziani Parallela Contrasto fra pieni Spesse con raccordi Parallelo


Asse perpendicolare alla linea di base
alla linea di base e sottili scarso curvilinei
Francesi

fonti: “Caratteri e comunicazione visiva -


Fabrizio M. Rossi -
Edito da Libreria al ferro di cavallo”

Interessi correlati