Sei sulla pagina 1di 5

Le rettifiche di costo – resi, ribassi e abbuoni

Quando acquistiamo un bene o un servizio rileviamo contabilmente un costo. Può accadere e spesso
accade che dopo aver effettuato l’acquisto insorgano delle complicazioni o perchè la merce ricevuta
non è della qualità della merce ordinata, o perchè una parte viene restituita o per altri motivi.
In tal caso si ha diritto ad una riduzione di prezzo che contabilmente fa variare in diminuzione il costo
originario e ne rappresenta una rettifica in ribasso. Il fornitore della merce ricevuta, accettata la
contestazione della merce, deve emettere un documento che rettifica l’importo originario. Tale
documento prende il nome di NOTA DI VARIAZIONE o NOTA DI CREDITO o NOTA DI
ACCREDITO e serve a rettificare i valori iniziali emessi in fattura. Ai fini IVA, salvo quanto imposto
dal DPR 633, l’imposta può essere regolarizzata o meno, evidenziandola nella NOTA DI CREDITO, a
discrezione del fornitore.

Principali rettifiche di costo:

Abbuoni: sono ottenuti per differenze qualitative sulle merci acquistate

Resi: merci che vengono restituite al fornitore

Sconti: sono ottenuti per pagamenti anticipati rispetto alla scadenza

Ribassi e arrotondamenti: sono ottenuti senza alcuna giustificazione economica, ma per piccoli
importi e per una consolidata e deleteria prassi comportamentale

Rilevazione contabile

Esempio 1:

A)

Una impresa di Ortofrutta, commerciante al minuto, riceve la fattura n. 980 dalla Impresa Grossista
Semprefrutta spa per acquisti come segue:

Documento

quantità prezzo Importo


Patate di Grotte di Castro 1° qualità kg 4000 0.20 € 800
IVA 20% € 160
Totale fattura € 960
Analisi

Data Motivazione Tipo di variazione Conto sezione importo


28.02 + Debiti Variazione fin. passiva DEBITI V. FORNITORI AVERE 960
28.02 + Crediti Variazione fin. attiva IVA NS. CREDITO DARE 160
28.02 Costo Variazione ec. negativa MERCI C. ACQUISTI DARE 800

LIBRO GIORNALE

Data Denominazione conti e descrizione DARE AVERE


28.02 DEBITI V. FORNITORI fatt. 980 Semprefrutta 800
28.02 IVA NS. CREDITO fatt. 980 Semprefrutta 160
28.02 MERCI C. ACQUISTI fatt. 980 Semprefrutta 800

Conti

DEBITI V. FORNITORI MERCI C. ACQUISTI IVA NS. CREDITO


960 800 160

B) Le patate acquistate presentano difetti e non sono di prima qualità, si ottiene quindi dall’ impresa
Grossista Semprefrutta un abbuono di € 200 che viene formalizzato nella NOTA DI CREDITO n. 8
sottoriportata in cui viene effettuata anche la regolizzazione IVA:

Documento

In rif alla fatt. 980 del .... Importo


Per differenze qualitative a Vs. credito € 200
IVA 20% € 40
Totale a Vs. Credito € 240

Analisi

Data Motivazione Tipo di variazione Conto sezione importo


28.02 - Debiti Variazione fin. attiva DEBITI V. FORNITORI DARE 240
28.02 - Crediti Variazione fin. passiva IVA NS. CREDITO AVERE 40
28.02 Rettifica di costo Variazione ec. positiva ABBUONI E RIBASSI ATTIVI AVERE 200
LIBRO GIORNALE

Data Denominazione conti e descrizione DARE AVERE


28.02 DEBITI V. FORNITORI Nota credito n. 8 240
28.02 IVA NS. CREDITO Nota credito n. 8 40
28.02 ABBUONI E RIBASSI ATTIVI Nota credito n. 8 200

Conti

DEBITI V. FORNITORI MERCI C. ACQUISTI IVA NS. CREDITO


240 960 800 160 40

ABBUONI E RIBASSI ATTIVI


200

Esempio 2:

A)

Una impresa di Ortofrutta, commerciante al minuto, riceve la fattura n. 980 dalla Impresa Grossista
Semprefrutta spa per acquisti come segue:

Documento

quantità prezzo Importo


Patate di Grotte di Castro 1° qualità kg 4000 0.20 € 800
IVA 20% € 160
Totale fattura € 960

Analisi

Data Motivazione Tipo di variazione Conto sezione importo


28.02 + Debiti Variazione fin. passiva DEBITI V. FORNITORI AVERE 960
28.02 + Crediti Variazione fin. attiva IVA NS. CREDITO DARE 160
28.02 Costo Variazione ec. negativa MERCI C. ACQUISTI DARE 800
LIBRO GIORNALE

Data Denominazione conti e descrizione DARE AVERE


28.02 DEBITI V. FORNITORI fatt. 980 Semprefrutta 800
28.02 IVA NS. CREDITO fatt. 980 Semprefrutta 160
28.02 MERCI C. ACQUISTI fatt. 980 Semprefrutta 800

Conti

DEBITI V. FORNITORI MERCI C. ACQUISTI IVA NS. CREDITO


960 800 160

B) Una parte delle patate acquistate kg 1.000 vengono restituite in quanto, per un errore della segretaria
Sandry, era stato spedito un quantitativo maggiore di quello ordinato. L’impresa Grossista Semprefrutta
provvede a regolarizzare la partita emettendo la NOTA DI CREDITO n. 10 sottoriportata in cui non
viene effettuata la regolizzazione IVA:

Documento

In rif alla fatt. 980 del .... quantità prezzo Importo


Per merci rese a vs. Credito kg 1000 0.20 € 200

Analisi

Data Motivazione Tipo di variazione Conto sezione importo


28.02 - Debiti Variazione fin. attiva DEBITI V. FORNITORI DARE 200
28.02 rettifica di costo Variazione ec. positiva RESI SU ACQUISTI AVERE 200

LIBRO GIORNALE

Data Denominazione conti e descrizione DARE AVERE


28.02 DEBITI V. FORNITORI Nota credito n. 10 200
28.02 RESI SU ACQUISTI Nota credito n. 10 200
Conti

DEBITI V. FORNITORI MERCI C. ACQUISTI IVA NS. CREDITO


200 960 800 160

RESI SU ACQUISTI
200

Conti utilizzati:

Nome del conto Classif. sottoclassif. Collocazione Coll. Specifica


DEBITI V.FORNITORI finanziario Debiti Patrimonio Debiti.

MERCI C. ACQUISTI economico costo Reddito Costi della produzione

RESI SU ACQUISTI economico rettifica di costo Reddito Costi della produzione (-)

ABBUONI E RIBASSI ATT. economico rettifica di costo Reddito Costi della produzione (-)

IVA NS. CREDITO finanziario Crediti Patrimonio Attivo circ.