Sei sulla pagina 1di 274

®

VALVOLE ED ELETTRONICA

Catalogo Tecnico
Maggio
2018

web edition
® VALVOLE E ELETTRONICA
CATALOGO TECNICO 2018

CAP. I CONTROLLO DIREZIONE 1


CAP. II CONTROLLO PRESSIONE 2
CAP. III CONTROLLO PORTATA
3
CAP. IV VALVOLE MODULARI
4
CAP. V VALVOLE A CARTUCCIA ISO 7368
(VEDI ANCHE CATALOGO COD. DOC00043)
5
CAP. VI VALVOLE IN LINEA
(VEDI CATALOGO COD. DOC00043)
6
© 2018 Dana Brevini Fluid Power S.p.A. Tutti i
diritti riservati. Hydr-App, SAM Hydraulik, Aron,
Brevini Hydraulics, BPE Electronics, VPS Brevini,
OT Oiltechnology, sono marchi o marchi regi-
CAP. VII BASI DI MONTAGGIO 7
strati di Dana Brevini Fluid Power S.p.A. o da
altre società Dana in Italia ed in altri paesi.
Le caratteristiche tecniche fornite nel presente
catalogo non sono impegnative e non sarà pos-
sibile basare alcun procedimento legale su tale
CAP. VIII CONTROLLO PROPORZIONALE 8
materiale. Dana Brevini Fluid Power non sarà
responsabile per informazioni e specifiche che
possano indurre ad errori o errate interpretazio-
ni. Data la continua ricerca tecnologica volta a
migliorare le caratteristiche tecniche dei nostri
CAP. IX ELETTRONICA 9
prodotti, Dana Brevini Fluid Power si riserva il
diritto di apportarvi senza alcun preavviso le
modifiche che riterrà opportuno. E’ vietata la ri-
produzione anche parziale senza la specifica au-
torizzazione scritta di Dana Brevini Fluid Power.
CAP. X SISTEMI 10
Questo catalogo sostituisce i precedenti.
L’utilizzo dei prodotti riportati su questo cata-
logo deve essere effettuato nel rispetto dei li-
miti di funzionamento riportati nelle specifiche
CAP. XI VALVOLE COMPONIBILI
(VEDI CATALOGO COD. DOC00045)
11
tecniche, valutando il tipo di applicazione e le
condizioni di funzionamento normali o in caso di
avaria, in modo da non pregiudicare la sicurezza
di persone e/o cose. CAP. XII BOBINE DC / AC STANDARD
BOBINE "UL RECOGNIZED"
12

VALV/00-INTRO_I/05-2011 1
INDICE PRODOTTI
ADP5E... ____________ CAP. I • 41 AM5VI...____________ CAP. IV • 24
A
ADP5V... ____________ CAP. I • 44 AM5VM...___________ CAP. IV • 24
A66.. ______________ CAP. IV • 19
ADPH5... ____________ CAP. I • 50 AM5VR... ___________ CAP. IV • 27
A88.. ______________ CAP. IV • 34
AM2QF... ____________ CAP. IV • 5 AM5VS... ___________ CAP. IV • 29
AD2E... ______________ CAP. I • 4
AM2UD... ____________ CAP. IV • 2 AM7QF... ___________ CAP. IV • 38
AD3D... _____________ CAP. I • 18
AM2UP... ____________ CAP. IV • 3 AM7UP... ___________ CAP. IV • 37
AD3E... _____________ CAP. I • 11
AM2VM...____________ CAP. IV • 4 AM66... ____________ CAP. IV • 18
AD3E...J*____________ CAP. I • 12
AM3ABU... __________ CAP. III • 4 AM88... ____________ CAP. IV • 33
AD3I... ______________ CAP. I • 46
AM3CP... ___________ CAP. IV • 11
AD3L... _____________ CAP. I • 15

AD3M... _____________ CAP. I • 18


AM3H... ___________ CAP. VIII • 15 B
AM3QF... ___________ CAP. IV • 17 BA60.. / BA10..._______ CAP. X • 2
AD3O... _____________ CAP. I • 17
AM3RD... ___________ CAP. IV • 12 BA130.. / BA10...______ CAP. X • 5
AD3P...______________ CAP. I • 17
AM3RGT...__________ CAP. IV • 20 BC0625/27... _______ CAP. VII • 14
AD3RI... _____________ CAP. I • 48
AM3SD... ___________ CAP. IV • 12 BC0630/32... _______ CAP. VII • 15
AD3V...______________ CAP. I • 14
AM3SH... ___________ CAP. IV • 16 BC0640...__________ CAP. VII • 15
AD3XD... ____________ CAP. I • 25
AM3UD... ____________ CAP. IV • 7 BC0641/*... ________ CAP. VII • 15
AD3XG... ____________ CAP. I • 29
AM3UP... ____________ CAP. IV • 8 BC06XPQ3... _______ CAP. VII • 13
AD5D... _____________ CAP. I • 38
AM3UP1... ___________ CAP. IV • 8 BC06XQ3... ________ CAP. VII • 13
AD5E... _____________ CAP. I • 36
AM3VI..._____________ CAP. IV • 9 BC1006...__________ CAP. VII • 27
AD5E...J*____________ CAP. I • 37
AM3VM...____________ CAP. IV • 9 BC250AB... _________ CAP. VII • 4
AD5E...Q5 ___________ CAP. I • 37
AM3VR... ___________ CAP. IV • 13 BC250PT... _________ CAP. VII • 4
AD5I... ______________ CAP. I • 47
AM3VS... ___________ CAP. IV • 15 BC251...____________ CAP. VII • 4
AD5L... _____________ CAP. I • 39
AM3XMP..._________ CAP. VIII • 25 BC307...___________ CAP. VII • 12
AD5O... _____________ CAP. I • 38
AM5CP... ___________ CAP. IV • 26 BC308...___________ CAP. VII • 13
AD5RI... _____________ CAP. I • 49
AM5H... ___________ CAP. VIII • 16 BC309...___________ CAP. VII • 13
ADC3E... _____________ CAP. I • 5
AM5QF... ___________ CAP. IV • 31 BC3107...__________ CAP. VII • 12
ADH5... _____________ CAP. I • 53
AM5RGT...__________ CAP. IV • 35 BC325/27... ________ CAP. VII • 10
ADH7... _____________ CAP. I • 57
AM5SH... ___________ CAP. IV • 30 BC330/32... ________ CAP. VII • 10
ADH8... _____________ CAP. I • 62
AM5UD... ___________ CAP. IV • 22 BC340...___________ CAP. VII • 10
ADL066... ___________ CAP. I • 69
AM5UP... ___________ CAP. IV • 23 BC341/*... _________ CAP. VII • 11
ADL106 _____________ CAP. I • 72

VALV/00-INDEX _I/05-2011 2 ®
INDICE PRODOTTI
BC350...___________ CAP. VII • 12 BS216...____________ CAP. VII • 3 BSH531... ___________ CAP. I • 56

BC351...___________ CAP. VII • 12 BS220...____________ CAP. VII • 3 BSH712... ___________ CAP. I • 60

BC507...___________ CAP. VII • 27 BS3.**... ____________ CAP. VII • 7 BSH713... ___________ CAP. I • 60

BC5107...__________ CAP. VII • 27 BS310/11... _________ CAP. VII • 8 BSH714... ___________ CAP. I • 60

BC530/32... ________ CAP. VII • 26 BS312/13... _________ CAP. VII • 8 BSH715... ___________ CAP. I • 61

BC536/28... ________ CAP. VII • 24 BS314/15... _________ CAP. VII • 8 BSH716... ___________ CAP. I • 61

BC53A... __________ CAP. VII • 27 BS316/17... _________ CAP. VII • 8 BSH717... ___________ CAP. I • 61

BC540...___________ CAP. VII • 25 BS32..._____________ CAP. VII • 3 BSH813*...___________ CAP. I • 65

BC541/*... _________ CAP. VII • 25 BS320/21... _________ CAP. VII • 9 BSH813... ___________ CAP. I • 65

BC550...___________ CAP. VII • 26 BS3W... ____________ CAP. VII • 9 BSH815... ___________ CAP. I • 65

BC551...___________ CAP. VII • 26 BS5.**... ___________ CAP. VII • 19 BSH817... ___________ CAP. I • 65

BDL066... ___________ CAP. I • 70 BS512...___________ CAP. VII • 20

BM2... _____________ CAP. VII • 5 BS513...___________ CAP. VII • 20 C


BM250... ___________ CAP. VII • 6 BS514...___________ CAP. VII • 20 C*P... _______________ CAP. V • 10

BM260... ___________ CAP. VII • 5 BS515...___________ CAP. VII • 20 CDL046... ___________ CAP. I • 66

BM270... ___________ CAP. VII • 6 BS516...___________ CAP. VII • 21 CDL066... ___________ CAP. I • 68

BM3... ____________ CAP. VII • 16 BS517...___________ CAP. VII • 21 CDL106 _____________ CAP. I • 71

BM350... __________ CAP. VII • 17 BS529...___________ CAP. VII • 23 CEPS... _____________ CAP. IX • 2

BM352... __________ CAP. VII • 18 BS53...____________ CAP. VII • 21 CMP10... __________ CAP. VII • 30

BM360... __________ CAP. VII • 16 BS530/31... ________ CAP. VII • 22 CMP16/25./CMPE16/25..__ CAP. V • 12

BM370... __________ CAP. VII • 17 BS5RGA...___________ CAP. X • 8 CONNETTORISTANDARD ____ CAP. I • 20

BM372... __________ CAP. VII • 18 BS5RIA...____________ CAP. X • 8 CSP16/25... _________ CAP. V • 12

BM5... ____________ CAP. VII • 28 BSVMP10... _________ CAP. VII • 9 CUP16/25../CUPE16/25.. __ CAP. V • 12

BM550... __________ CAP. VII • 28 BSVMP16... _________ CAP. II • 11

BM560... __________ CAP. VII • 29 BSVMP20... ________ CAP. VII • 23 J


BM570... __________ CAP. VII • 29 BSVMP25... _________ CAP. II • 11 JC3D..._____________ CAP. IX • 26

BM580... __________ CAP. VII • 29 BSVMP25/1... _______ CAP. II • 11 JC5D..._____________ CAP. IX • 28

BS2.**... ____________ CAP. VII • 2 BSC569... ___________ CAP. X • 7 JCFD... ____________ CAP. IX • 30

BS212...____________ CAP. VII • 2 BSH513... ___________ CAP. I • 56

BS214...____________ CAP. VII • 2 BSH517... ___________ CAP. I • 56

VALV/00-INDEX _I/05-2011 3 ®
INDICE PRODOTTI
CETOP 5 ___________ CAP. IV • 36
K M
KEC... ______________ CAP. V • 5 MAV1152 ___________ CAP. IX • 17

KEC**M*/U*/SL... _____ CAP. V • 10 MAV1152HY ________ CAP. IX • 20

KEC16CQ...__________ CAP. V • 7 MAV4211 ___________ CAP. IX • 23


V
VML / VSL / VUL..._____ CAP. II • 6
KEC16ME../KEC16MP.. __ CAP. V • 11 P
VMP / VSP / VUP... ____ CAP. II • 6
KEC16PC... __________ CAP. V • 8 PVR3... _____________ CAP. II • 2

KEC16RC... __________ CAP. V • 8 PVR5... _____________ CAP. II • 4

PVRU3... ____________ CAP. II • 2


X
KEC16RI...___________ CAP. V • 7
XD2A... / XD2C..._____ CAP. VIII • 2
KEC16SH../KEC16SP.. ____ CAP. V • 9 PVRU5... ____________ CAP. II • 4
XD3A... / XD3C..._____ CAP. VIII • 4
KEC16SL... _________ CAP. V • 11 PVS3...______________ CAP. II • 2
XDC3. SERIE 2_______ CAP. VIII • 10
KEC16UE../KEC16UN.. ___ CAP. V • 11 PVS5...______________ CAP. II • 4
XDP3A../XDP3C.. ____ CAP. VIII • 6
KEC25CQ...__________ CAP. V • 7 PVSU3.. _____________ CAP. II • 2
XDP5A../XDP5C...____ CAP. VIII • 8
KEC25ME..._________ CAP. V • 11 PVSU5... ____________ CAP. II • 4
XEPV3... __________ CAP. VIII • 12
KEC25MP... _________ CAP. V • 11
XP3... _____________ CAP. VIII • 23
KEC25PC... __________ CAP. V • 8 Q
XQ3..._____________ CAP. VIII • 17
KEC25RC... __________ CAP. V • 8 QC32... _____________ CAP. III • 2
XQP3... ___________ CAP. VIII • 19
KEC25RI...___________ CAP. V • 7 QC33... _____________ CAP. III • 3
XQP5... ___________ CAP. VIII • 21
KEC25SH... __________ CAP. V • 9 QCV32 ______________ CAP. III • 5

KEC25SL... _________ CAP. V • 11

KEC25SP... __________ CAP. V • 9


R
REMDRA... __________ CAP. IX • 7
KEC25UE../KEC25UN.. __ CAP. V • 11
REMSRA... __________ CAP. IX • 4
KEL..._______________ CAP. V • 3

KEL16/25... __________ CAP. V • 4

KRA16/25... _________ CAP. V • 13


S
SE3AN21RS..._______ CAP. IX • 11

L
LAB3 ______________ CAP. IX • 13
T
TIRANTI - VALVOLE MODULARI
LVDT _______________ CAP. I • 22
CETOP 2 ___________ CAP. IV • 6
LE VARIANT ___________ CAP. I • 21
CETOP 3 __________ CAP. IV • 21

VALV/00-INDEX _I/05-2011 4 ®
INFORMAZIONI TECNICHE

INTRODUZIONE VISCOSITÀ OLIO IN FUNZIONE DELLA TEMPERATURA


Leggere attentamente queste istruzioni prima dell’installazione. Tutte le ope- °E mm²/s

razioni devono essere svolte da personale esperto e qualificato seguendo le 2000


10000
istruzioni. 1000
7000
5000
500
3000
L’utilizzatore deve periodicamente verificare la presenza di corrosione, sporco, 300
2000
200
lo stato di usura ed il corretto funzionamento delle valvole. 1500
1000
100 800
600
Rispettare sempre prima le prescrizioni della scheda tecnica della 70
400
valvola. 40 300

200
20
FLUIDO IDRAULICO 150

100 IS
Osservare le prescrizioni della pagina di catalogo della valvola. Usare sola- O
10 IS VG
IS O V
70
mente olio minerale (HL, HLP) in accordo alla norma DIN 51524. L’uso di fluidi 8 60 10
50 IS O V G 6 0
diversi potrebbe causare malfunzionamenti della valvola. 6 O G 8
40 VG 4
6

IS
32

O
30

VG
4

22
25
VISCOSITÀ 3
20
17
Osservare le prescrizioni della pagina di catalogo della valvola. La viscosità 15
13
dell’olio deve essere compresa nell’intervallo da 10 mm²/s a 500 mm²/s. 2 12
11
Viscosità consigliata 46 mm2/s (32 mm2/s per valvole a cartuccia) 1.8 10
9
8
Tabella 1: Gradi di viscosità ISO 1.6
7

6
Viscosità Limiti viscosità
1.4
Grado di cinematica cinematica 5
4.5
viscosità media mm²/s @ 40°C
1.3 4
mm²/s @ 40°C min. max. 3.5

ISO VG 10 10 9.00 11.0 3


1.2 2.80
ISO VG 15 15 13.5 16.5
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30 40 50 60 70 80 90 100 110 °C
ISO VG 22 22 19.8 24.2 0 70 100 130 140 200 210 °F

ISO VG 32 32 28.8 35.2


ISO VG 46 46 41.4 50.6 CONTAMINAZIONE
ISO VG 68 68 61.2 74.8
La principale causa di guasti e malfunzionamenti degli impianti oleodinamici
ISO VG 100 100 90.0 110
è l’eccessiva contaminazione del fluido. Le particelle abrasive che circolano
nel fluido provocano l’usura o il bloccaggio delle parti in movimento con con-
= Valori usati nel grafico “Viscosità olio in funzione della temperatura”
seguente malfunzionamento dell’impianto.

TABELLA DI CONVERSIONE SSU / °E / mm²/s Per garantire l’affidabilità e una lunga durata a tutti gli organi oleodinamici
dell’impianto si raccomanda di mantenere il livello di contaminazione del flu-
ido ai valori indicati nella pagina di catalogo della valvola.
600 5000
20000
500 4000
15000 400
3000 E’ necessario assicurarsi che il fluido idraulico sia ad un livello di pulizia ade-
10000 300
2000 guato anche prima del riempimento del circuito idraulico, facendo partico-
200
5000 1500 lare attenzione alla prima fase di funzionamento di un nuovo impianto dove
150 1000 generalmente l’olio raggiunge i livelli massimi di contaminazione dovuti al
100
2000 flussaggio dei componenti, dal rodaggio della pompa, ecc.
500
1500 50 400 Il livello massimo di contaminazione ammesso in accordo a ISO 4406:1999 è
40 300 specificato sulla scheda tecnica della valvola.
1000 30
200
500 20 100 Lo standard ISO 4406:1999 esprime la contaminazione con tre numeri che in-
400 dicano rispettivamente il numero di particelle di diametro uguale o superiore
300 10 50
40
a 4 μm, 6 μm e 14 μm, contenute in 1 ml di fluido.
200 5 30
150 4 Nella seguente tabella si riporta un’indicazione dei livelli di contaminazione
20 raccomandati e la corrispondenza con la norma superata NAS 1638 a scopo
100 3
50 10 informativo.
2

0 1 0
SSU °E mm²/s

VALV/00-INFO _I/05-2011 5 ®
INFORMAZIONI TECNICHE
Tabella 2: Livelli di contaminazione raccomandati dissipazione del calore adeguati. Le bobine difettose possono essere sosti-
Filtrazione olio raccomandata tuire solamente da altre nuove, intercambiabili, testate della stessa qualità
Tipo di sistema Classe di contaminazione Filtrazione del componente originale. Prima di rimuovere una bobina, la tensione deve
Tipo di valvola NAS 1638 nominale essere disconnessa. Durante la sostituzione della bobine, ricordare di inserire
ISO 4406 : 1999
(*) micron ( ** ) gli O-Rings che impediscono le inflitrazioni di acqua.
Sistemi o componenti operanti ad ALTA
pressione > 250 bar (3600 psi).
CICLI AD ALTA FREQUENZA. 18 / 16 / 13 7-8 5 INSTALLAZIONE
Sistemi con componenti FORTEMENTE
sensibili ai contaminanti. La superficie di montaggio deve avere la finitura specificata nella pagina di
Sistemi o componenti operanti a MEDIA/ catalogo della valvola: ad esempio per valvole Cetop è richiesta Ra d 1.6μm
ALTA pressione. e planarità d 0.03 mm su 100 mm di lunghezza. Normalmente nelle valvo-
Sistemi con componenti 19 / 17 / 14 9 10 le a cartuccia, per i diametri di tenuta delle cavità, è richiesta una rugosità
MODERATAMENTE sensibili ai Ra d 1.6μm. La superficie e le aperture nell’interfaccia di montaggio devono
contaminanti.
essere esenti da impurità e sporco. Assicurarsi che gli O-Rings siano corret-
Sistemi o componenti operanti a BASSA
pressione < 100 bar (1500 psi). tamente inseriti nella loro sede. Le viti utilizzate per il fissaggio della valvola
CICLI A BASSA FREQUENZA. devono essere conformi alle prescrizioni di dimensione e classe di resistenza
Sistemi con componenti
20 / 18 / 15 10 - 11 20 specificate a catalogo, e devono essere avvitate con la coppia di serraggio
SCARSAMENTE sensibili ai prescritta. Completare quindi il collegamento elettrico. Per lo schema di col-
contaminanti. legamento e la assegnazione dei pin, fare riferimento al catalogo.
* Classe di contaminazione NAS 1638: determina la quantità totale di particelle di
diveso diametro contenute in 100 ml di fluido. USO E MANUTENZIONE
** Filtrazione assoluta: è una caratteristica di ogni filtro, identifica la dimensione (in
micron) delle particelle più grandi che possono attraversare il filtro.
Durante l’uso è obbligatorio rispettare i limiti di impiego indicati a catalogo.
Con frequenza stabilita in base alle condizioni di uso, verificare la pulizia, lo
TEMPERATURE DI ESERCIZIO stato di usura, eventuali segni di frattura ed il corretto funzionamento della
valvola. Se gli O-Rings sono danneggiati, sostituirli con altri forniti dal pro-
Temperatura ambiente: da -25°C a +60°C duttore. Per assicurare nel tempo le migliori condizioni di lavoro è necessa-
Temperatura del fluido (con guarnizioni NBR): da -25°C a +75°C rio controllare con frequenza l’olio ed eseguire la sua periodica sostituzione
Rapidi cambi di temperatura possono pregiudicare la prestazione della valvola (mediamente dopo le prime 100 ore di lavoro, poi ogni 2000 ore o comunque
e la sua durata di vita, per cui è necessario proteggere il prodotto da tali eventi. almeno una volta all’anno).
Attenzione: tutte le operazioni di installazione e manutenzione devo-
no essere eseguiti da personale tecnico qualificato.
GUARNIZIONI
Gli O-Rings montati sulle valvole normalmente sono in materiale Acrilo-nitrile Bu- TRASPORTO E CONSERVAZIONE
tadiene (NBR). Anche gli anelli antiestrusione impiegati per proggere gli O-Rings
sono in NBR, oppure in alcuni casi in PTFE. Entrambi gli O-Rings e gli anelli antie- La valvola deve essere maneggiata con cura per evitare danneggiamenti cau-
strusione sono adatti all’impiego per gli intervalli di temperatura indicati sopra. sati da impatti, che potrebbero compromettere l’efficienza.
Nel caso che la temperatura del fluido di lavoro sia > 75°C, occorre impiegare In caso di immagazzinamento, mantenere la valvola in un ambiente asciutto e
guarnizioni in FKM (identificate con la variante “V1”). proteggerla dalla polvere e da sostanze corrosive.
Nel caso di immagazzinamento per un tempo superiore a 6 mesi, riempire la
valvola con fluido idraulico per preservarne i componenti interni, e sigillarla.
ALIMENTAZIONE ELETTRICA
Le bobine delle elettrovalvole sono progettate per operare in sicurezza con GARANZIA E CONDIZIONI DI FORNITURA
tensioni comprese tra ±10% della tensione nominale alla temperatura am-
biente massima di 60°C. La combinazione di temperatura molto elevata con Per le condizioni generali di fornitura, si prega di consultare lo specifico con-
la contemporanea sovratensione potrebbe portare ad un sovraccarico della tratto di vendita, oppure il documento “Condizioni generali di vendita” IOP
bobina. Pertanto è sempre consigliabile mantenere un livello di tensione e 7-2-05. Scaricabile dal sito: www.brevinifluidpower.com.

TABELLA DI CONVERSIONE UNITA’ DI MISURA

Tipo Unità S.I. Unità S.I. Alternative Fattore di conversione


kilogrammo forza (kgf) 1 kgf = 9,807 N
Forza Newton (N) [kgm/s²]
punto di forza (lbf) [lbf/s²] 1 lgf = 4,448 N
millimetri (mm) [10 m] pollice (in) 1 in = 25,4 mm
Lunghezza metro (km) [1000 m] yard (yd) [3ft] 1 m = 1,0936 yd
kilometro (km) [1000 m] miglio (mile) [1760 yd] 1 mile = 1,609 km
Coppia Newton metri (Nm) pound force.feet (lbf.ft) 1 lbf.ft = 1,356 Nm
cavallo potenza (hp) 1 kW = 1,341 hp
Potenza kiloWatt (kW) [1000 Nm/s]
metric horsepower (CV) 1 kW = 1,36 CV
bar 1 MPa = 10 bar
Pressione MegaPascal (MPa) [ N/mm²] psi (lbf/ln²) 1 MPa = 145 psi
ton/f/ln² 1 ton/f/ln² = 15,45 MPa
UK gal/min 1 UK gal/min = 4,546 l/min
Portata litro/minuto (l/min)
US gal/min 1 US gal/min = 3,785 l/min
Temperatura Gradi Celsius (°C) Farenheit (°F) 1°F = 1,8 °C+32

VALV/00-INFO _I/05-2011 6 ®
CONTROLLO DIREZIONE

SIGLE
AP
AS
ATTACCO ALTA PRESSIONE
ANGOLO DI SFASAMENTO 1
BP ATTACCO BASSA PRESSIONE
C CORSA (MM)
CH CHIAVE ESAGONALE
CH CHIAVE AD ESAGONO INTERNO
DA DECADIMENTO DI AMPIEZZA (DB)
DP DIFFERENZIALE DI PRESSIONE (BAR)
F FORZA (N) CONTROLLO DIREZIONE
I% CORRENTE (A)
M ATTACCO MANOMETRO
NG NUMERO GIRI POMOLO
OR ANELLO DI TENUTA
P PRESSIONE DI CARICO (BAR) CETOP 2/NG04
PARBAK ANELLO ANTIESTRUSIONE
PL COLLEGAMENTO PARALLELO
PR PRESSIONE RIDOTTA (BAR)
Q PORTATA (L/MIN) CETOP 3/NG06
QP PORTATA POMPA (L/MIN)
SE SPINA ELASTICA
SF SFERA CETOP 3
SR COLLEGAMENTO IN SERIE
X PILOTAGGIO
Y DRENAGGIO
Prodotti secondo direttiva
ATEX 2014/34/UE

CETOP 5/NG10

CETOP 5/NG10
Alte prestazioni

Valvole ad inversione
automatica

Valvole pilotate
e basi di montaggio

Selettori di flusso

VALV/01-INTRO _I/05-2011 7 ®
1

VALV/01-INTRO _I/05-2011 8 ®
CONTROLLO DIREZIONE

PRODOTTI SECONDO VALVOLE AD INVERSIONE


CETOP 2/NG04 DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE AUTOMATICA

CONTROLLO DIREZIONE CETOP 2 CAP. I • 2 INTRODUZIONE ALLA AD3I... CAP. I • 46


CAP. I • 23
DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE
AD2E... CAP. I • 4 AD5I... CAP. I • 47
AD3XD... CAP. I • 25
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 4 AD3RI... CAP. I • 48
AD3XG... CAP. I • 29
AD5RI... CAP. I • 49
CETOP 3/NG06 CETOP 5/NG10
VALVOLE PILOTATE
E BASI DI MONTAGGIO

CONTROLLO DIREZIONE ADC3... CAP. I • 5


CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5 CAP. I • 33
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 7
AD5E... CAP. I • 36
ADPH5... CAP. I • 50

CETOP 3 AD5E...J* E AD5E...Q5 CAP. I • 37 ADH5... CAP. I • 53


AD5O... E AD5D... CAP. I • 38 BSH5... CAP. I • 56
AD5L... CAP. I • 39 ADH7... CAP. I • 57
BOBINE A16 IN DC CAP. I • 40 BSH7... CAP. I • 60
SOLENOIDI K16 IN AC CAP. I • 41 ADH8... CAP. I • 62

BSH8... CAP. I • 65
ALTE PRESTAZIONI
CETOP 5/NG10 SELETTORI DI FLUSSO A SEI VIE
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3 CAP. I • 8

AD3E... CAP. I • 11

AD3E...J* CAP. I • 12

AD3V... CAP. I • 14

AD3L... CAP. I • 15

ALTRI COMANDI CETOP 3 CAP. I • 16

AD3P... E AD3O... CAP. I • 17 CONTROLLO DIREZIONE ADP5E... CAP. I • 41 CDL046... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 66
AD3M... E AD3D... CAP. I • 18 SOLENOIDI D19 IN DC CAP. I • 41 CDL066... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 68
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19 CONTROLLO DIREZIONE ADP5V... CAP. I • 43 ADL066... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 69
SOLENOIDI B14 IN AC CAP. I • 19 SOLENOIDI D19 IN DC CAP. I • 45 BDL066... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 70

CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 CDL106... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 71

VARIANTI LE PER ADC3/AD3 CAP. I • 21 ADL106... "SETTORE MOBILE" CAP. I • 72

LVDT CAP. I • 22 BOBINE IN DC A09 E D15 CAP. I • 73

BOBINE IN DC A16 E 40W CAP. I • 74

VALV/01-INTRO _I/06-2017 I • 1 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 2
Le valvole di controllo direzione NG04, predisposte per montaggio a piastra con superficie di
attacco a norme UNI ISO 4401 - 02 - 01 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-02), sono caratte-
rizzate dalle dimensioni più ridotte esistenti sul mercato nella loro categoria, pur mantenendo

1
prestazioni di assoluto interesse.
L'impiego di solenoidi in bagno d'olio consente una soluzione costruttiva particolarmente
silenziosa, l'eliminazione di tenute dinamiche e l'accettazione di importanti livelli di contropres-
sione sul canale di scarico. Il cannotto del solenoide è avvitato direttamente al corpo valvola,
mentre la bobina è tenuta in posizione mediante ghiera di bloccaggio.
La particolare cura dei canali di passaggio con il corpo di fusione e l'esecuzione a 5 camere
CETOP 2/NG04 hanno permesso un'ottimizzazione dei cursori elevando considerevolmente i limiti di impiego
AD2E... CAP. I • 4 con accettabili cadute di pressione ('p).
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 4 Le posizioni di riposo del cursore sono realizzate tramite molle che lo ricentrano al cessare
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 dell'impulso elettrico. I solenoidi sono costruiti a norme DIN 40050 sono alimentati tramite
connettori a norme DIN 43650 ISO 4400, che opportunamente assemblati, garantiscono un
grado di isolamento IP65.
L'alimentazione elettrica avviene attraverso connettori a norme DIN 43650 ISO 4400 (versione
standard). Su richiesta sono disponibili le seguenti varianti: connessioni AMP Junior; bobine
con fili, con o senza diodo integrato; e connessioni Deutsch con diodo bidirezionale integrato.
L'alimentazione è possibile nelle più comuni tensioni, sia continue che alternate (con l'uso
del connettore con raddrizzatore).
Si consiglia l'utilizzo di olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda di dotare
l'impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10 secondo
NAS 1638, ß25t75.

PERDITE DI CARICO
1 2 Tipo di Passaggi
20
cursore P oA P oB A oT B oT P oT
18 3
01 4 4 6 6
16
02 6 6 7 7 5
14 4 03 4 4 7 7
12 5 04 1 1 2 2 3
'p (bar)

10 6 05 6 6 4 4
8
7 66 5 5 5 7
6
06 5 5 7 5
4
15 4 4 4 4
2 16 5 5 6 6
0 20* 5 5 6 6
0 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20
Curve No.
Q (l/min)
* = con magneti eccitati

Nel diagramma a fianco sono rappresentate le curve delle perdite di carico per i cursori di
normale impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale avente viscosità 46 mm2/s a 40° C; le
prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi le perdite di carico saranno espresse
dalla relazione che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove Dp sarà il valore delle perdite di carico per una determinata portata Q rilevabile dal
diagramma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico per la portata Q1 da voi utilizzata.

CODICE DI ORDINAZIONE
AD Distributore

2 CETOP 2/NG04

E Tipo di comando

** Cursori (tabelle a seguito)

* Montaggio (tab.1 a seguito)

* Tensione (tab.2 a seguito)

** Varianti (tab.3 a seguito)

3 N° di serie

VALV/AD2E003_I/21-2016 I • 2 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 2

TAB.1 - MONTAGGI TAB.3 - VARIANTI CURSORI STANDARD


STANDARD Variante Codice DUE SOLENOIDI CENTRAGGIO A MOLLE MONT. C
C Nessuna variante (senza connettori)
Viton
S1(*)
SV(*)
Tipo di
cursore
Ricoprimento Posizione di transito
1
Emergenza manuale ES(*)
D 01 +
Emergenza rotante P2(*) (**)
Connessione AMP Junior AJ(*) 02 -
E Bobina con fili (250 mm) FL
Bobina con fili (130 mm) e diodo integrato LD
03 +
F Connessione Deutsch e diodo bidirez. int. CX
Bobina 8W (solo 24V) 8W
04* -
SPECIALI (CON MAGGIORAZIONE)
Altre varianti disponibili a richiesta.
G 05 +
(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior
fornite senza connettori. I connettori possono essere 66 +
H
ordinati separatamente, CAP. I • 20
06 +
I (**) Emergenza P2 chiave 22 con forza di serraggio
6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.
L UN SOLENOIDE (LATO A) MONTAGGIO E
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
M cursore

01 +
• Il montaggio D riguarda solo
elettrovalvole con detent (aggancio 02 -
TAB.2 - BOBINA A09 (27W) meccanico)
• Nel montaggio D (detent) con il 03 +
TENSIONI IN DC ** cursore tipo 20, l’alimentazione al
L 12V magnete deve avere una durata non
115Vac/50Hz 04* -
M 24V 120Vac/60Hz inferiore a 100 ms.
N 48V* con raddrizzatore • Le connessioni AMP Junior, Deutsch 05 +
P 110V* con diodo bidirezionale integrato e
230Vac/50Hz
Z 102V* 240Vac/60Hz le bobine con fili (con o senza diodo
X 205V* 66 +
con raddrizzatore integrato) sono disponibili solo a 12V
W senza bobina o 24V, tensioni in DC. 06 +
Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, ma sono leggibili sulla bobina. * Tensioni speciali 15 -
** Dati tecnici vedi CAP. I • 4
16 +
LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)
Tipo di UN SOLENOIDE (LATO B) MONTAGGIO F
Curva n°
250 1 cursore Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
2 01 1 cursore
7 02 3
200 01 +
3 03 1
4
04 4
150 02 -
6 05 1
5 66 1
100 06 1 03 +
15 1(7*)
50 16 2(6*) 04* -
20 5
0
05 +
0 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20
(6*) = Per il cursore 16, quando la
valvola viene usata a due o tre vie, 66 +
la curva dei limiti d’impiego è la n°6
(7*) = con bobina 8W 06 +
Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con una tensione inferiore
del 10% di quella nominale e con una temperatura del fluido di 40°C. Il fluido impiegato
15 -
è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/s a 40°C. I valori dei diagrammi sono
riferiti a prove eseguite con il flusso d'olio in due direzioni simultaneamente (es. da P
in A e nello stesso tempo B in T). Nei casi in cui le valvole 4/2 e 4/3 sono utilizzate 16 +
solo con passaggio in una direzione, i limiti di impiego possono avere variazioni
negative. Tempi di risposta: tempi medi di eccitazione: 20 msec. - tempi medi di
diseccitazione: 40 msec. I valori sono indicativi ed in funzione del circuito idraulico, DUE SOLENOIDI MONTAGGIO D
del fluido utilizzato e della variazione delle grandezze idrauliche (pressione P, portata Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
Q, temperatura T). Le prove sono state eseguite con cursore “centro chiuso”, a 125 cursore
bar con 10 l/min ed una alimentazione al 100% con bobina calda standard, senza
l’aggiunta di componenti elettronici. Per ulteriori informazioni su tempi di risposta e 20* +
trafilamenti contattare il nostro servizio tecnico.
NOTA: i limiti di impiego riportati sono validi per i montaggi C, E, D. * Cursori con maggiorazione

VALV/AD2E003 _I/21-2016 I • 3 ®
AD2E... COMANDO ELETTRICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 2
Pressione max. sulle vie P/A/B 250 bar
Pressione max. sulla via T (dinamica) 250 bar
Portata max. 20 l/min

1 Frequenza max. di eccitazione


Inserimento
Viscosità fluido
3 Hz
100% ED
10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS
1638 con filtro ß25t75
Peso (versione con una bobina in DC) 0,88 Kg
Peso (versione con due bobine in DC) 1,1 Kg

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x35 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

BOBINE A09 IN DC
Tipo di protezione • Le connessioni AMP Junior,
(in relazione al connettore utilizzato) IP 65 Deutsch con diodo bidirezionale
Numero di inserzioni 18.000/h integrato e le bobine con fili (con
Tolleranza di alimentazione ±10% o senza diodo integrato) sono
Temperatura ambiente -30°C ÷ 60°C disponibili solo a 12V o 24V, ten-
Inserimento 100% ED sioni in DC.
Classe di isolamento filo H
Peso 0,215 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA RESISTENZA A 20°C ** La direttiva CE per la bassa tensione si
AMP JUNIOR (AJ)
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) NOMIN. (W) (OHM) ±7% applica al materiale elettrico destinato
12V 123°C 27 5.3 ad essere adoperato ad una tensione
nominale compresa tra 50 e 1000 VAC
24V 123°C 27 21.3 e fra i 75 e i 1500 VDC. Per il rispetto
48V* 123°C 27 85.3 della direttiva occorre che in ogni parte
102V(*)(**) 123°C 27 392 del supporto o del blocco su cui è
110V(*)(**) 123°C 27 448 montata questa elettrovalvola la resi-
205V(*)(**) 123°C 27 1577 stenza del collegamento di protezione
verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.
* Tensioni speciali

DEUTSCH + CON FILI (FL) EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


DIODO BIDIR. INTEGR. (CX) FILI + DIODO INTEGR. (LD) MANUALE SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2*)
DT04 - 2P MANUALE CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1*)

(*) Emergenza chiave 22 con forza di serraggio 6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.

VALV/AD2E003 _I/21-2016 I • 4 ®
ADC.3... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
COMPATTE AD INGOMBRO RIDOTTO
Le valvole di controllo direzione NG06 sono predisposte per montaggio a piastra con superficie
di attacco a norme UNI ISO 4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-03).
L’impiego di solenoidi in bagno d’olio consente una costruzione molto sicura eliminando com-
pletamente le tenute dinamiche; il tubo del solenoide è avvitato direttamente al corpo valvola
mentre la bobina è tenuta in posizione da una ghiera di bloccaggio. 1
L’azionamento delle valvole direzionali è elettrico. La posizione di centro è ottenuta mediante
molle di lunghezza calibrata che una volta cessata l’azione dell’impulso riposizionano imme-
ADC3E... diatamente il cursore nella posizione di equilibrio, per ottimizzare i limiti d’impiego si sono
adottate molle diverse a seconda dei vari tipi di cursore.
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 7
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 I solenoidi costruiti con classe di protezione IP65 secondo normativa BS 5490 possono es-
sere forniti in corrente continua in diverse tensioni. I comandi elettrici sono equipaggiati di un
comando manuale di emergenza inserito nel tubo.
La valvola ADC.3.E.. utilizza magneti compatti che le permettono di contenere gli ingombri in
lunghezza rispetto alla normale AD.3.E.
L’alimentazione elettrica avviene attraverso connettori a norme DIN 43650 ISO 4400 (versione
standard). Su richiesta sono disponibili le seguenti varianti: connessioni AMP Junior; bobine
con fili, con o senza diodo integrato; e connessioni Deutsch con diodo bidirezionale integrato.
L’alimentazione è possibile nelle più comuni tensioni, sia continue che alternate (con l’uso del
connettore con raddrizzatore).
Per i fluidi da impiegare si consigliano olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda
di dotare l’impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10
secondo NAS 1638, ß25t75.
Per altri fluidi si prega di contattare il nostro servizio tecnico.
Pressione max. sulle vie P/A/B/T 250 bar
Portata max. 30 l/min
Frequenza max. di eccitazione 3 Hz
Inserimento 100% ED
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75
Peso con un solenoide in DC 1,25 Kg
Peso con due solenoidi in DC 1,5 Kg

PERDITE DI CARICO
1

2
3

Tipo di Passaggi
4
cursore PoA PoB AoT BoT PoT
'p (bar)

5
01 4 4 4 4
6 02 6 6 6 6 6
03 4 4 6 6
04 3 3 2 2 5
15E-16E 6 3 1 5
15F-16F 3 6 5 1
Q (l/min) Curve No.

Nel diagramma sono rappresentate le curve delle perdite di carico per i cursori di normale
impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale avente viscosità 46 mm2/s a 40° C; le prove
sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.

Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi le perdite di carico saranno espresse
dalla relazione che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove 'p sarà il valore delle perdite di carico per una determinata portata Q rilevabile dal
diagramma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico per la portata Q1 da voi utilizzata.

VALV/ADC3001 _I/19-2016 I • 5 ®
ADC.3... ELETTROVALVOLE COMPATTE CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.1 - MONTAGGI CURSORI STANDARD * CURSORI CON MAGGIORAZIONI


STANDARD
DUE SOLENOIDI CENTRAGGIO A MOLLE MONT. C
ADC Distributore
1 3 CETOP 3/NG06
C Tipo di
cursore
Ricoprimento Posizione di transito

E 01 +
E Comando elettrico
F 02 -
** Cursori (vedi tabelle a fianco)
SPECIALI (CON MAGGIORAZIONE) 03 +

* Montaggio (tab.1) G 04* -

* Tensione (tab.2) H
UN SOLENOIDE (LATO A) MONTAGGIO E
** Varianti (tab.3) Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore
1 N° di serie
01 +

02 -

TAB.2 - BOBINA A09 (27W) 03 +


TENSIONI IN DC ** • Le connessioni AMP Junior,
L 12V 04* -
115Vac/50Hz Deutsch con diodo bidirezionale
M 24V 120Vac/60Hz integrato e le bobine con fili (con
N 48V* con raddrizzatore 15 -
o senza diodo integrato) sono
P 110V* disponibili solo a 12V o 24V, ten-
230Vac/50Hz
Z 102V* 240Vac/60Hz sioni in DC. 16 +
X 205V* con raddrizzatore
W senza bobina * Tensioni speciali
UN SOLENOIDE (LATO B) MONTAGGIO F
Le tensioni non vengono stampigliate sulle ** Dati tecnici vedi CAP. I • 7
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
targhette, ma sono leggibili sulla bobina.
cursore

01 +
TAB.3 - VARIANTI 02 -
Variante Codice
Nessuna variante (senza connettori) S1(*) 03 +
Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*) 04* -
Emergenza rotante P2(*)(**)
Emergenza rotante 180° R5(*)(**) 15 -
Variante per leva di emergenza manuale LF(*)
Connessione AMP Junior AJ(*) 16 +
Bobina con fili (250 mm) FL
Bobina con fili (130 mm) e diodo integrato LD
Connessione Deutsch e diodo bidirez. int. CX
Altre varianti disponibili a richiesta.

(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior


fornite senza connettori. I connettori possono essere
ordinati separatamente, CAP. I • 20.

(**) Emergenze P2 e R5 chiave 22 con forza di ser-


raggio 6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.

LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F) Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con una
1 tensione inferiore del 10% di quella nominale e con una temperatura
Tipo di n° del fluido di 50°C. Il fluido impiegato è un olio minerale avente una
cursore curva
viscosità di 46 mm2/s a 40°C. I valori dei diagrammi sono riferiti a
2 01 2 prove eseguite sempre con il flusso d’olio in due direzioni simulta-
02 1 neamente (es. da P in A e nello stesso tempo B in T).
03 3 Nei casi in cui le valvole 4/2 e 4/3 sono utilizzate solo con
P (bar)

3 04 3 passaggio in una direzione, i limiti di impiego possono avere


15 4 variazioni negative (Vedi curva n°4 - cursore 16 tre vie). Le
4
16 1(4*) prove sono state eseguite con 2 bar di contropressione su T.
(4*) = Per i cursori 16, quan-
do la valvola viene usata a NOTA: I limiti di impiego riportati sono validi per i montaggi
tre vie, la curva dei limiti C, R, F.
Q (l/min) d’impiego è la n°4

VALV/ADC3001 _I/19-2016 I • 6 ®
ADC.3... ELETTROVALVOLE COMPATTE CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3

DIMENSIONI DI INGOMBRO

E = Emergenza manuale

Caratteristiche piano
Viti di fissaggio previste UNI 5931 di appoggio
M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 ÷ 6 Nm / 0.5 ÷ 0.6 Kgm

BOBINE A09 IN DC
Tipo di protezione • Le connessioni AMP Junior,
(in relazione al connettore utilizzato) IP 65 Deutsch con diodo bidirezionale
Numero di inserzioni 18.000/h integrato e le bobine con fili (con
Tolleranza di alimentazione ±10% o senza diodo integrato) sono
Temperatura ambiente -30°C ÷ 60°C disponibili solo a 12V o 24V, ten-
Inserimento 100% ED sioni in DC.
Classe di isolamento filo H
Peso 0,215 Kg

POTENZA RESISTENZA A ** La direttiva CE per la bassa tensio- DEUTSCH +


TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. NOMIN. 20°C (OHM) ne si applica al materiale elettrico AMP JUNIOR (AJ) DIODO BIDIR. INTEGR.
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) (W) ±7% destinato ad essere adoperato ad (CX) DT04 - 2P
12V 123°C 27 5.3 una tensione nominale compresa
24V 123°C 27 21.3 tra 50 e 1000 VAC e fra i 75 e i 1500
VDC. Per il rispetto della direttiva
48V* 123°C 27 85.3
occorre che in ogni parte del sup-
102V(*)(**) 123°C 27 392 porto o del blocco su cui è montata
110V(*)(**) 123°C 27 448 questa elettrovalvola la resistenza
205V(*)(**) 123°C 27 1577 del collegamento di protezione ver-
* Tensioni speciali so terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MANUALE SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2*) ROTANTE SENZA CONNETTORE 180° (R5*) CON FILI (FL)
MANUALE CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1*) ROTANTE CON CONNETTORE 180° (P5*) FILI E DIODO (LD)

(*) Emergenze chiave 22 con forza di serraggio 6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.

VALV/ADC3001 _I/19-2016 I • 7 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3

GENERALITÀ
Le valvole di controllo direzione NG06 predisposte per montaggio a piastra con superficie di

1 attacco a norme UNI ISO 4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-03) sono utilizzabili
in ogni campo per le loro elevate caratteristiche di portata e pressione con ingombri ridotti.
L'impiego di solenoidi in bagno d'olio consente una costruzione molto razionale e sicura elimi-
nando completamente le tenute dinamiche; il cannotto del solenoide è avvitato direttamente
CETOP 3/NG06 al corpo valvola mentre la bobina è tenuta in posizione mediante una ghiera di bloccaggio.
CURSORI STANDARD CAP. I • 10 L'esecuzione particolarmente accurata dei canali di passaggio e un'ottimizzazione dei cur-
AD3E... CAP. I • 11 sori permette di usare portate relativamente elevate con minime cadute di pressione ('p).
L'azionamento delle valvole direzionali può essere elettrico, pneumatico, oleodinamico,
AD3E...J* CAP. I • 12 meccanico, a leva.
AD3E...KJ CAP. I • 13
La posizione di centro è ottenuta mediante molle di lunghezza calibrata che una volta cessata
AD3V... CAP. I • 14 l'azione dell'impulso o del comando riposizionano il cursore in centro o a fine corsa.
AD3L... CAP. I • 15
I solenoidi costruiti con classe di protezione IP66 secondo normativa DIN 40050 possono
ALTRI COMANDI CAP. I • 16
essere forniti in corrente continua o alternata in diverse tensioni e frequenze.
AD3P... CAP. I • 17 I solenoidi in corrente continua, ad elevata forza, consentono un incremento dei limiti di impiego
AD3O... CAP. I • 17 rispetto alla serie precedente.
AD3M... CAP. I • 18 Tutti i tipi di comandi elettrici possono essere equipaggiati, a richiesta, con diversi tipi di
comandi manuali di emergenza.
AD3D... CAP. I • 18
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19 L'alimentazione elettrica avviene attraverso connettori a norme DIN 43650 ISO 4400 (versione
standard); a richiesta come varianti, sono disponibili connessioni AMP Junior, AMP Junior
SOLENOIDI B14 IN AC CAP. I • 19
con diodo integrato, bobine con fili e connessioni tipo Deutsch DT04-2P. Si forniscono anche
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 connettori con raddrizzatore incorporato o con spia luminosa.
VARIANTI LE CAP. I • 21
Per i fluidi da impiegare si consigliano olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda
L.V.D.T. CAP. I • 22 di dotare l'impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10
secondo NAS 1638, ß25t75.

PERDITE DI CARICO
1 2 3 4 5 6 Nel diagramma a fianco sono rappresentate le
20
18 7
curve delle perdite di carico per i cursori di normale
impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale avente
16
viscosità 46 mm2/s a 40° C; le prove sono state
14 eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
12 Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi
P (bar)

10 le perdite di carico saranno espresse dalla relazione


8 che segue:
6 'p1 = 'p x (Q1/Q)2
4 dove 'p sarà il valore delle perdite di carico per una
2 determinata portata Q rilevabile dal diagramma, 'p1
0 sarà il valore delle perdite di carico per la portata
0 10 20 30 40 50 60 70 80 Q1 da voi utilizzata.
Q (l/min)

Tipo di Passaggi Tipo di Passaggi


cursore PoA PoB AoT BoT PoT cursore PoA PoB AoT BoT PoT
01 5 5 5 5 10 5 5 5 5
02 7 7 7 7 6 11 5 5
03 5 5 6 6 22 5 5
04 2 2 2 2 4 12 5 6
44 1 1 2 2 3 13 5 6 6
05 7 7 5 5 14 4 3 3 3 4
06 5 5 7 5 28 3 4 3 3 4
66 5 5 5 7 15-19* 5 5 6 6
07 2 6 16 5 5 4 4
08 6 6 17-21* 3 4
09 5 5 20* 4 4 4 4
Curve No. Curve No.

(*) Valore rilevato con magnete eccitato

VALV/AD3E$$3 _I/21-2016 I • 8 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.2 - TENSIONI TAB.1 - MONTAGGI


SOLENOIDE B14 (IN AC)** STANDARD
AD Distributore

3 CETOP 3/NG06
A
B
J
24V/50-60Hz
48V/50-60Hz
115V/50Hz - 120V/60Hz
C 1
Y 230V/50Hz - 240V/60Hz D
E Tipo di comando elettrico K Senza bobine AC
Per altri comandi e comando Altre tensioni disponibili su richiesta E
a leva vedi pagine successive BOBINA D15 (IN DC - 30W)**
L 12V 115Vac/50Hz F
M 24V 120Vac/60Hz
** Cursori vedi CAP. I • 10 V 28V* con raddrizzatore SPECIALI (CON MAGGIORAZIONE)
N 48V*
Z 102V* 230Vac/50Hz G
* Tipo di montaggio (tab.1) 240Vac/60Hz
P 110V*
con raddrizzatore
X 205V* H
* Tensione (tab.2) K Senza bobine AC
W Senza bobine DC
** Varianti (tab.3)
I
Le tensioni non vengono stampigliate sulle targhette,
ma sono leggibili sulla bobina
* N° di serie: L
• Le bobine AMP Junior (con o senza diodo
3 = Standard M
integrato), le bobine tipo Deutsch e le bobine
4 = Solo per varianti RS - R6 - KJ - 7J con fili sono disponibili solo a 12 o 24 Volt.
• La bobina con rivestimento eCoat (variante • Il montaggio D riguarda solo
RS) è disponibile solo nelle tensioni 12V, valvole con detent (aggancio di tipo
24V, 28V e 110V in DC. meccanico).
• Per le elettrovalvole con detent
* Tensioni speciali (montaggio D) il tempo di inserzione
** Dati tecnici vedi Cap. I • 19 consentito è massimo di 2 secondi
(solo per tensioni in AC).

TAB.3 - VARIANTI
VARIANTE SIGLA i VEDI PAGINA
Nessuna variante (senza connettore) S1(*)
Viton SV(*)
Leva di emergenza manuale per elettrovalvole ADC3 e AD3E LE-LF-AX-CE(*)i Cap. I • 21
Emergenza manuale ES(*) Cap. I • 19
Predisposizione per microinterruttore - solo montaggi E/F/G/H (vedi nota ¡) MS(*) i Cap. I • 11 - Cap. I • 15
Emergenza rotante P2(*) Cap. I • 19
Emergenza rotante 180° (solo per bobine in DC) R5(*) Cap. I • 19
Accoppiamento 5 micron SQ(*) i
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.3 mm 3S(*) i Cap. I • 12
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.4 mm JS(*) i Cap. I • 12
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.5 mm 5S(*) i Cap. I • 12
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.6 mm 6S(*) i Cap. I • 12
Bobina connessione AMP Junior - solo tensioni 12 e 24 Volt AJ(*) Cap. I • 19
Bobina connessione AMP Junior e diodo integrato - solo tensioni 12 e 24 Volt AD(*) Cap. I • 19
Bobina con fili (175 mm) - solo tensioni 12 e 24 Volt SL  Cap. I • 19
Bobina Hirschmann con rivestimento eCoat - solo tensioni 12, 24, 28 e 110 Volt RS(*) Cap. I • 19
Bobina Deutsch DT04-2Pcon rivestimento eCoat - solo tensioni 12 e 24 Volt R6 Cap. I • 19
Valvola ad alta resistenza alla corrosione - Connettore Hirschmann KJ Cap. I • 13
Valvola ad alta resistenza alla corrosione - Connettore Deutsch DT04-2P - solo 12 e 24 Volt 7J Cap. I • 13
Connessione Deutsch DT04-2P - solo tensioni 12 e 24 Volt CZ Cap. I • 19
Altre varianti disponibili a richiesta.
i= Sigle delle varianti stampigliate sulla targhetta
¡= Contropressione massima ammessa su T: 8 bar - Il microinterruttore tipo AM1107 codice V79000001 può essere ordinato separatamente.

(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior fornite senza connettori. I connettori possono essere ordinati separatamente, Cap. I • 20.

VALV/AD3E$$3 _I/21-2016 I • 9 ®
DUE SOLENOIDI CENTRAGGIO A MOLLE MONT. C CURSORI STANDARD
Tipo di
cursore
Ricoprimento Posizione di transito
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
01 +
ATTENZIONE
02 - (*) Cursori con maggiorazione

1 03 + • I cursori tipo 15 / 16 / 17 sono possibili solo nei montaggi E / F


• I cursori tipo 16 / 19 / 20 / 21 non sono previsti per AD.3.E...J*
04* -
• Per le valvole con comando a leva vengono utilizzati cursori completamente
44* - diversi da quelli utilizzati per tutti gli altri comandi. Cursori disponibili per questo
tipo di valvola vedere AD3L.
05 +

66 + UN SOLENOIDE (LATO B) MONTAGGIO F


Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
06 + cursore

01 +
07* +
02 -
08* +
03 +
09* +
04* -
10* +
44* -
22* +
05 +
11* +
66 +
12* +
06 +
13* +
08* +
14* -
09* +
28* -
10* +

22* +
UN SOLENOIDE (LATO A) MONTAGGIO E
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito 12* +
cursore
13* +
01 +
07* +
02 -
15 -
03 +
16 +
04* -
17 +
44* -
14* -
05 +
28* -
66 +

06 +

08* +
DUE SOLENOIDI MONTAGGIO D
10* +
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore
12* +
19* -
15 -
20* +
16 +
21* +
17 +

14* -

28* -

VALV/TCRS003 _I/05-1999 I • 10 ®
AD3E... COMANDO ELETTRICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
Pressione max. sulle vie P/A/B (1) 350 bar DIAFRAMMI
Pressione max. sulla via T (in DC) (2) 250 bar (3)
CALIBRATI
Pressione max. sulla via T (in AC) (2) 160 bar Ø mm Codice
Portata max.
Frequenza max. di eccitazione
Inserimento
80 l/min
3 Hz
100% ED
cieco
0.5
M52.05.0023/4
M52.05.0023/1
1
0.6 M52.05.0023/6
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura del fluido -25°C ÷ 75°C 0.7 M52.05.0023/8
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C 0.8 M52.05.0023
Nella variante con microinterruttore (MS) è Livello di contaminazione max. classe 10 secondo 1.0 M52.05.0023/2
consentita una pressione max. di 8 bar su T. NAS 1638 con filtro ß25 t75 1.2 M52.05.0023/3
(1) Pressione dinamica ammessa su P per 800.000 cicli . Peso con un solenoide in DC 1,65 Kg 1.5 M52.05.0023/7
(2) DC: Pressione dinamica ammessa per 2 milioni Peso con due solenoidi in DC 2 Kg 2.0 M52.05.0023/10
di cicli. Peso con un solenoide in AC 1,31 Kg 2.2 M52.05.0023/9
AC: Pressione dinamica ammessa per 350.000 cicli. Per Peso con due solenoidi in AC 1,72 Kg
pressione dinamica di 100 bar ammessi 1 milione di cicli. 2.5 M52.05.0023/5
(3) Per un elevato differenziale di pressione
contattare il nostro servizio Tecnico.
DIMENSIONI DI INGOMBRO

E E

E = Emergenza manuale
MS = Microinterruttore
Diaframma calibrato

MS

Caratteristiche piano Viti di fissaggio previste UNI 5931


di appoggio
M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)


Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con una tensione inferiore del 10% di quella nominale e ad una temperatura del
fluido di 40°C. Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/s a 40°C. I valori dei diagrammi sono riferiti a prove eseguite
sempre con il flusso d'olio in due direzioni simultaneamente con una contropressione su T = 2 bar (es. da P in A e nello stesso tempo B in T).
Nei casi in cui le valvole 4/2 e 4/3 sono utilizzate solo con passaggio in una direzione, i limiti di impiego possono avere variazioni
negative. Tempi di risposta: i valori sono indicativi ed in funzione del circuito idraulico, del fluido utilizzato e della variazione delle grandezze
idrauliche (pressione P, portata Q, temperatura T). Per le bobine in AC, i limiti d'impiego sono stati rilevati con alimentazione a 50 Hz.
Corrente continua: Eccitazione 30 fino 50 ms. Corrente alternata: Eccitazione 8 fino 30 ms.
Diseccitazione 10 fino 30 ms. Diseccitazione 15 fino 55 ms.
NOTA: I limiti di impiego riportati sono validi per i montaggi C, E, F.
SOLENOIDI IN CORRENTE CONTINUA (DC) Tipo di Solenoidi SOLENOIDI IN CORRENTE ALTERNATA (AC)
350 1 cursore DC AC 320
12 15 9
01 1 9 16 11
300 280 17
6 2 10
4 02 1 9
3 4 240
250 03 3 10
7 200 13
200
04 2 15
P (bar)

P (bar)

16
44 1 9 160
14
150 5 6 17
8 05 1 16 120 11
5
7 06-66 5 13 13
100
80
11-22 4 17 12
50 14-28 7 12 40

0 15 8 14 0
0 10 20 30 40 50 60 70 80 16 6 11 0 10 20 30 40 50 60
Q (l/min) Q (l/min)
Curve

VALV/AD3E003 _I/14-2018 I • 11 ®
AD3E...J* CONTROLLO VELOCITÀ SPOSTAMENTO CURSORE CETOP 3
Valvole tipo AD3.E... con controllo della velocità di spostamento Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar
del cursore. Pressione max. sulla via T (*) 250 bar
Portata max. 30 l/min

1
• È necessario verificare il funzionamento di questa valvola nel Frequenza max. di eccitazione 2 Hz
contesto dell’applicazione. Inserimento 100% ED
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Queste valvole del tipo ON-OFF vengono impiegate quando si richiede Temperatura del fluido -25°C ÷ 75°C
una velocità di spostamento del cursore minore di quella generalmente Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
presente nell’elettrovalvola tradizionale onde evitare quegli urti che Peso con un solenoide in DC 1,65 Kg
potrebbero compromettere il buon funzionamento dell’impianto. Il Peso con due solenoidi in DC 2 Kg
sistema consiste nel ridurre la sezione di trasferimento del fluido da
un solenoide all’altro tramite grani calibrati. (*) Pressione dinamica ammessa per 2 milioni di cicli.

• L’utilizzo di questa versione è possibile solo in corrente continua (DC)


ed inoltre comporta una riduzione dei limiti di impiego.

• Per ordinazione valvole versione AD.3....J* specificare il codice del GRANI DISPONIBILI
grano. CON FORI CALIBRATI

• Il funzionamento è legato ad una minima contropressione sullo ø (mm) M4x4 Sigla


scarico (min.1 bar) 0.3 M89.10.0028 3S (J3+S1)*
0.4 M89.10.0029 JS (J4+S1)*
• Il tempo di commutazione riferito alla corsa del cursore rilevato con 0.5 M89.10.0006 5S (J5+S1)*
trasduttore LVDT, può variare per la valvola NG06 da un minimo di 0.6 M89.10.0030 6S (J6+S1)*
100 a un massimo di 300 ms in funzione di 5 variabili fondamentali:
1) Diametro dei grani calibrati (vedi tabella) * Codifica precedente

2) Potenza idraulica in gioco riferita ai valori di portata e pressione


attraverso la valvola
3) Tipo di cursore (schema da realizzare)
4) Viscosità e temperatura dell’olio • Montaggi possibili: C / E / F / G / H
• Cursori tipo 16 / 19 / 20 / 21 non previsti per AD.3.E...J*
5) Contropressione su T

DIMENSIONI DI INGOMBRO

E = Emergenza manuale

Caratteristiche piano
Viti di fissaggio previste UNI 5931 di appoggio
M5x40 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/AD3EJ$3 _I/04-1999 I • 12 ®
AD3E...KJ / 7J ALTA RESISTENZA ALLA CORROSIONE
• Questa variante ha un rivestimento superficiale con Zinco-
Nichel sui particolari metallici per una elevata resistenza alla
corrosione.

• Le bobine hanno l’avvolgimento sigillato ed il mantello in ferro


1
rivestito con trattamento eCoat.

• La valvola raggiunge e supera 700 ore di resistenza al test


in nebbia salina (prova eseguita in accordo alla norma UNI
AD3EJ.. EN ISO 9227 e valutazione prova eseguita in accordo alla
normativa UNI EN ISO10289).
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
• La ghiera chiusa è montata come standard per proteggere
la parte terminale del tubo solenoide.

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Ø 9,5
Ø 5,5
95,7
83,7

68,7
65,2

51
22
24

88 88
OR-2-012/90

Per versioni a singolo solenoide


Single solenoid versions 163
245,5

21,5 19
10,4

Ø 46
Ø 46

32,5
31

10,4

8,8 8,7

Caratteristiche piano Viti di fissaggio previste UNI 5931


di appoggio M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/AD3EKJ4 _I/00-2016 I • 13 ®
AD3V... CONTROLLO DIREZIONALE CETOP 3
CON SENSORE DI POSIZIONE L.V.D.T.
La valvola direzionale tipo AD3V viene Pressione max. sulle vie P/A/B (*) 350 bar
utilizzata in applicazioni nelle quali è Pressione max.
necessaria la monitorizzazione della sulla via T (dinamica) (**) 250 bar

1
posizione “attuale” della valvola per la Portata max. 60 l/min
gestione dei cicli di sicurezza macchina Frequenza max. di eccitazione 3 Hz
imposti dalla legislazione in merito Inserimento 100% ED
alla prevenzione anti-infortunistica. Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
AD3V... Equipaggiata di sensore di prossimità Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19 induttivo collocato orizzontalmente Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 dalla parte opposta al magnete, è in Tipo di protezione IP 66
grado di rilevare la prima apertura (in relazione al connettore usato)
SENSORI L.V.D.T. CAP. I • 22
che abilita il passaggio della minima Peso 1,7 Kg
portata. La valvola, in funzione della
(*) Pressione dinamica ammessa su P per 800.000 cicli.
collocazione all’interno di un sistema
(**) Pressione dinamica ammessa per 2 milioni di cicli.
di sicurezza, provvede ad intercettare
movimenti pericolosi sia per l’integrità Montaggi possibili: E / F / H
dell’operatore che della macchina Il solenoide è fornito solo in corrente continua (DC)
stessa.

Tipo di Passaggi
PERDITE DI CARICO
CODICE DI ORDINAZIONE cursore PoA PoB AoT BoT PoT
1 2
3
AD Distributore 01 5 5 5 5
4 02 6 6 6 6 5
06 5 5 6 5
3 CETOP 3/NG06 5
16 5 5 4 4
'p (bar)

6 17 1 3
V Singolo solenoide con sensore 66 5 5 5 6
di posizione tipo L.V.D.T. 32 1 1 2 2
Curve No.
*** Cursori e tipo di
Nel diagramma a fianco sono rappresentate le curve
montaggio (tab.1) delle perdite di carico per i cursori di normale impiego.
Il fluido impiegato è un olio minerale avente viscosità
* Tensione solo in DC (tab.2) Q (l/min) 46 mm2/s a 40° C; le prove sono state eseguite ad
una temperatura del fluido di 40°C.
** Varianti (tab.3)
TAB.2 - TENSIONI TAB1 - CURSORI STANDARD PER AD3V
3 N°. di serie BOBINA D15 (IN DC - 30W)** MONTAGGI POSSIBILI E / F / H
L 12V Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
M 24V 115Vac/50Hz
cursore
V 28V* 120Vac/60Hz
N 48V* con raddrizzatore 01E +
Marchio registrato in riferimento
alle Norme europee sulla compatibilità Z 102V* 230Vac/50Hz 01F +
elettromagnetica: P 110V* 240Vac/60Hz
R 205V* con raddrizzatore 02E -
- EN50082-2 Normativa generica sull’immunità-
ambiente industriale W senza bobina né connettori 06H* +
- EN50081-1 Normativa generica sull’emissio- Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, sono leggibili sulla bobina. 16E +
ne - ambiente residenziale
* Tensioni speciali 17F +
** Dati tecnici vedi Cap. I • 19 66F +
32E +
* Cursori con maggiorazione
55
51

TAB.3 - VARIANTI
Nessuna variante (senza connettore) S1(*)
80 69.5 112.8
Viton SV(*)
262.3 Emergenza ES(*)
Elettrovalvola senza connettore LVDT S3
Ch. 27
E = Emergenza manuale Elettrov. senza connettori (bobine e LVDT) S4
Ch. 24
Bobina AMP Junior AJ(*)
Bobina AMP Junior e diodo integrato AD(*)
Bobina con fili (175 mm) SL
Ø 39
Ø 45

A
Bobina Deutsch DT04-2P CZ
32.5
46

31

B
Altre varianti disponibili a richiesta.

40.5
(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior
Viti di fissaggio previste UNI 5931 fornite senza connettori. I connettori possono essere
Caratteristiche piano
M5x30 in materiale min. 8.8 di appoggio ordinati separatamente, Cap. I • 20.
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/AD3V002 _I/13-2018 I • 14 ®
AD.3.L... COMANDO A LEVA
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3

Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar


Pressione max. sulla via T 160 bar
Portata max. 60 l/min
Angolazione leva
Viscosità fluido
Temperatura fluido
2 x 17°
10 ÷ 500 mm2/s
-25°C ÷ 75°C
1
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75
Peso 1,2 Kg
AD3L... Peso variante M1 1,8 Kg
CURSORI STANDARD CAP. I • 10

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.1 - CURSORI


• Per il comando a leva
AD Distributore vengono utilizzati cursori
completamente diversi da
3 CETOP 3/NG06 quelli utilizzati per tutti gli
altri comandi
L Comando a leva • Cursori disponibili:
01 / 02 / 03 / 04 / 05 / 06 / 66
** Cursori disponibili (tab.1) 07 / 22 / 13 / 15 / 16 / 17
Schemi idraulici CAP. I • 10

* Montaggi possibili (tab.2) TAB.2 - MONTAGGI

* Z = Valvola con asta C


X = Valvola senza asta

* Varianti (tab.3) E

4 N° di serie
F (1)

(1) Per i cursori 15-16-17 la


leva è montata sul lato B

DIMENSIONI DI INGOMBRO
TAB.3 - VARIANTI
VARIANTE SIGLA (i 
Nessuna variante 00
Viton V1
Predisposizione per M1 (i)
M1 microinterruttore
Il microinterruttore tipo AM1107
codice V79000001 può essere
ordinato separatamente.
(VARIANTE L2)

(VARIANTE L1)

(STANDARD)

Predisposiz. per
microinterruttore + Viton MV (i
Con Detent (*)
(aggancio meccanico) D1 (i
Le molle sono diverse
da quelle standard

M1 = microswitch Predisposiz. per


microinterruttore + Detent (*) MD (i
Altezza leva 162 mm L1
Altezza leva 192 mm L2
iSigle delle varianti
Lato A Lato B stampigliate sulla targhetta

Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano


(*) max. 150.000 cicli
di appoggio
M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/AD3L004 _I/06-2015 I • 15 ®
CONTROLLO DIREZIONE
ALTRI COMANDI CETOP 3
GENERALITÀ
Le valvole di controllo direzione NG06 predisposte per montaggio a piastra con super-

1 ficie di attacco a norme UNI ISO 4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-03)


sono utilizzabili in ogni campo per le loro elevate caratteristiche di portata e pressione con
ingombri ridotti.
L'esecuzione particolarmente accurata dei canali di passaggio e un'ottimizzazione dei cursori
permette di usare portate relativamente elevate con minime cadute di pressione ('p). L'azio-
namento delle valvole direzionali, per quel che riguarda il paragrafo “altri comandi”, può essere
ALTRI COMANDI pneumatico, oleodinamico, meccanico. Per i comandi elettrico e a leva (vedi pagine precedenti).
CURSORI STANDARD CAP. I • 10 La posizione di centro è ottenuta mediante molle di lunghezza calibrata che una volta cessata
l'azione dell'impulso o del comando riposizionano il cursore in centro o a fine corsa.
AD3P... CAP. I • 17
AD3O... CAP. I • 17 Per i fluidi da impiegare si consigliano olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda
di dotare l'impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10
AD3M... CAP. I • 18 secondo NAS 1638, ß25t75.
AD3D... CAP. I • 18

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.1 - MONTAGGI


STANDARD
AD Distributore
C
3 CETOP 3/NG06
D
* Tipo di comando
P = Pneumatico E
O = Oleodinamico
M = Meccanico F
D = Meccanico diretto
(Per comandi elettrico e leva, SPECIALI (CON MAGGIORAZIONE)

vedi pagine precedenti) G


** Cursori (tabelle CAP. I • 10)
H
* Tipo di montaggio (tab.1)
I
z Nessuna tensione
L
** Varianti:
00 = nessuna variante M
V1 = Viton
H1 = Versione marina (solo AD3P)
• Il montaggio D riguarda solo
DI(*) = Con dreanaggio interno valvole con detent (aggancio
(solo per AD3O) di tipo meccanico).
2 N° di serie
(*) La variante DI è consigliata in ambienti caratterizzati da
presenza di polvere o contaminati.

PERDITE DI CARICO
1 2 Tipo di Passaggi Tipo di Passaggi
3
cursore PoA PoB AoT BoT PoT cursore PoA PoB AoT BoT PoT
4
01 5 5 5 5 11 4 6
5 02 6 6 6 6 5 22 4 6
03 5 5 6 6
'p (bar)

12 5 6
6
04 1 1 2 2 4 13 5 6 6
05 5 5 5 5 14 2 1 1 1 2
06 5 5 6 5 28 1 2 1 1 2
66 5 5 5 6 15 - 19 4 4 6 6
07 4 6 16 5 5 4 4
08 6 6 17 - 21 1 3
09 5 5 18 5 5
Q (l/min) 10 5 5 5 5 20 4 4 4 4
Curve No. Curve No.

Nel diagramma a fianco sono rappresentate le curve delle perdite di carico per i cursori di normale impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale
avente viscosità 46 mm2/s a 40° C; le prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi le perdite di carico saranno espresse dalla relazione che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove 'p sarà il valore delle perdite di carico per una determinata portata Q rilevabile dal diagramma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico
per la portata Q1 da voi utilizzata.

VALV/AD3002 _I/05-2001 I • 16 ®
AD3P... COMANDO PNEUMATICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 160 bar C/D/E/F/G/H/I L/M
Portata max. 60 l/min

1
Pressione min. di pilotaggio 2 + [0.027 x (pt*)] bar - vedi nota Codice di ordinazione
Pressione max. di pilotaggio 20 bar pagina precedente
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s (pt*) = pressione sulla
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C via T
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS
1638 con filtro ß25t75
Peso (versione singolo comando) 1,2 Kg
Peso (versione doppio comando) 1,8 Kg
DIMENSIONI DI INGOMBRO

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

IAD3P - 03/1999/i

AD3O... COMANDO OLEODINAMICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3


Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 160 bar C/D/E/F/G/H/I L/M
Portata max. 60 l/min
Pressione min. di pilotaggio 15 + [0.1 x (pt*)] bar - vedi nota • Codice di ordinazione
Pressione max. di pilotaggio 250 bar pagina precedente
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s (pt*) = pressione sulla
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C via “T”.
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS La pressione minima di
1638 con filtro ß25t75 pilotaggio è influenzata
Peso (versione singolo comando) 1,5 Kg dal tipo di cursore, por-
Peso (versione doppio comando) 2,3 Kg tata e pressione.
La variante DI è consigliata in ambienti
Per consentire al cursore
caratterizzati da presenza di polvere o
Caratteristiche aggiunte valide solo per AD3O variante DI di tornare in posizione
contaminati.
Pressione min di pilotaggio [10 + (pt*)] bar - vedi nota centrale, la pressione di
Pressione max. di pilotaggio 250 bar pilotaggio deve scendere
Trafilamento max. del pilotaggio 1 l/min sotto 3 bar.
DIMENSIONI DI INGOMBRO

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

IAD3O - 04/2015/i

VALV/AD3P002 _I/08-2015 I • 17 ®
AD3M... COMANDO MECCANICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 160 bar E/F/G/H
Portata max. 60 l/min • Codice di ordinazione

1 Forza di azionamento minima - vedi nota (*)


Forza di azionamento massima - vedi nota (**)
Angolo camma
2,5 Kg
13 Kg
27°
pagine precedenti

(*) In assenza di con-


Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s tropressione su T
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C (**) con 160 bar
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS di pressione sulla via T
1638 con filtro ß25t75
Peso 1 Kg
DIMENSIONI DI INGOMBRO
Corsa 12,4 mm
Corsa di lavoro 3 mm

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

IAD3M - 02/1999/i

AD3D... COMANDO MECC. DIRETTO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3


Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 20 bar E/F/G/H
Portata max. 60 l/min
• Codice di ordinazione
Forza di azionamento - vedi nota (*) 6 Kg
pagine precedenti
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS
(*) In assenza di con-
1638 con filtro ß25t75
tropressione su T
Peso 1,5 Kg
DIMENSIONI DI INGOMBRO
Corsa 6 mm
Extracorsa 2 mm
Corsa di lavoro 3 mm

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

IAD3D - 02/1999/i

VALV/AD3M002 _I/04-1999 I • 18 ®
BOBINE D15 IN DC PER CETOP 3
Tipo di protezione • Le bobine AMP Junior (con o
(in relazione al connettore utilizzato) IP 66 senza diodo integrato), le bobine
Numero di inserzioni 18.000/h tipo Deutsch e le bobine con fili
sono disponibili solo a 12 o 24 Volt.

1
Tolleranza di alimentazione ±10%
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C • La bobina in plastica (variante RS)
Inserimento 100% ED è disponibile solo nelle tensioni
Classe di isolamento filo H 12V, 24V, 28V e 110V in DC.
Peso 0,354 Kg

POTENZA RESISTENZA A ** La direttiva CE per la bassa BOBINA ECOAT (RS) EMERGENZE(CONN.HIRSCHMANN)


TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. tensione si applica al materiale
NOMIN. 20°C (OHM) MAN.SENZA CONNETTORE (ES)
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) elettrico destinato ad essere
(W) ±10% 33 MAN. CON CONNETTORE (E1)
adoperato ad una tensione
12V 110°C 30 4.8
nominale compresa tra 50 e

12
24V 110°C 30 18.8 1000 VAC e fra i 75 e i 1500
110°C 30 25.6
*** VDC

28V* VDC. Per il rispetto della diret- 100% ED

31.2
48V* 110°C 30 75.2 tiva occorre che in ogni parte

Ø 27
Ø 23
Ø 45
102V(*)(**) 110°C 30 340 del supporto o del blocco su
110V(*)(**) 110°C 30 387 cui è montata questa elettro-
valvola la resistenza del colle- 1.1
205V(*)(**) 110°C 30 1375
gamento di protezione verso 54
* Tensioni speciali terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

CON FILI (FL) AMP JUNIOR (AJ) DEUTSCH EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)
AJ + DIODO (AD) DT04 - 2P (CZ) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2 ) ROTANTE SENZA CONNETTORE 180° (R5)
CZ + ECOAT (R6) ROTANTE CON CONNETTORE (P1) ROTANTE CON CONNETTORE 180° (P5)

SOLENOIDI B14 IN AC PER CETOP 3

Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 65


Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione +10% / -10%
Temperatura ambiente -30°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED
Classe di isolamento filo H
Peso 0,436 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. RESISTENZA A 20°C POTENZA NOMIN. ASSORBIMENTO ALLO SPUNTO
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) (OHM) ±10% (VA) (A)
24V/50Hz - 24V/60Hz 100°C - 96°C 1.7 54 - 40 5.6 - 5
48V/50Hz - 48V/60Hz 112°C - 98°C 6.8 45 - 34 5.3 - 5
115V/50HZ - 120V/60HZ * 133°C - 101°C 32.5 61 - 51 3.2 - 3.2
230V/50Hz - 240V/60Hz * 120°C - 103°C 134 62 - 52 1.6 - 1.6
* La direttiva CE per la bassa tensione si applica al materiale il rispetto della direttiva occorre che in ogni parte del supporto o
elettrico destinato ad essere adoperato ad una tensione nomi- del blocco su cui è montata questa elettrovalvola la resisenza del
nale compresa tra 50 e 1000 VAC e fra i 75 e i 1500 VDC. Per collegamento di protezione verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MANUALE SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
MANUALE CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)
81,1
80,8

85,5 112

VALV/TD15K12_I/13-2017 I • 19 ®
CONNETTORI STANDARD PER ELETTROVALVOLE SECONDO NORME
DIN 43650 / ISO 4400
Grado di
4.5 28.5 29.5 Connettore Tipo Serracavo Codice
protezione
Colore nero PG09 V86 05 0002

1
M3

Colore grigio PG09 V86 05 0004


Standard IP65
42
Colore nero PG11 V86 05 0006
Colore grigio PG11 V86 05 0008
12 VAC/VDC PG09 V86 10 0018
Trasparente
24 VAC/VDC PG09 V86 10 0012
con spia luminosa (led bipolare) IP65
115 VAC/VDC PG09 V86 10 0020
Ø 6÷8 mm (PG09)
(*)
230 VAC/VDC PG09 V86 10 0022
Ø 8÷10 mm (PG11)
(*) Non usare per versione proporzionale

4.5 34.5 29.5 Grado di


Connettore Tipo Serracavo Codice
protezione
M3

Con raddrizzatore (*) Colore nero PG09 V86 20 0002


Tensione di entrata 12÷230 VAC IP65
Tensione di uscita 9÷205 VDC Colore grigio PG09 V86 20 0004
42

12 VAC PG09 V86 25 0018


Trasparente con spia luminosa (led
24 VAC PG09 V86 25 0019
bipolare) e raddrizzatore (*)
IP65 48 VAC PG09 V86 25 0020
Tensione di entrata 12÷230 VAC
115 VAC PG09 V86 25 0021
Ø 6÷8 mm (PG09) Tensione di uscita 9÷205 VDC
230 VAC PG09 V86 25 0022
(*) Non usare per versione proporzionale
4.5 32 29.5
Grado di
Connettore Tipo Serracavo Codice
protezione
M3

Colore nero — V86 28 0001


Con grado di protezione IP67 IP67
Colore grigio — V86 28 0002
62

Circuiti elettrici

1 1

Ø 4÷7 mm 1 1

2 2 2
2

Standard Led bipolare Raddrizzatore e varistore Led bipolare, raddrizzatore e


di protezione (VDR) varistore di protezione (VDR)

CARATTERISTICHE ELETTRICHE CONNETTORI


Ø 6÷8 mm (PG09) Descrizione IP65 IP67
Ø 8÷10 mm (PG11)
Coppia di serraggio Tensione nominale in AC Max. 250 V Max. 250 V
vite: 0,60 Nm Tensione nominale in DC Max. 300 V Max. 300 V
Portata nominale contatti 10A 10A
IP65 Portata max. contatti 16A 16A
Sezione max. conduttori 1,5 mm² 1,5 mm²
Serracavo Serracavo PG09 - M16x1,5 Ø cavo 6 ÷ 8 mm Ø cavo 4 ÷ 7 mm
Guarnizione Serracavo PG11 - G 1/2” - M20x1,5 Ø cavo 8 ÷ 10 mm —
Guarnizione 19 Ø 4÷7 mm
Grado di protezione IP65 EN60529 IP67 EN60529
Coppia di serraggio Classe di isolamento VDE 0110-1/89 VDE 0110-1/89
vite: 0,60 Nm Temperatura di esercizio -40°C ÷ 90 C° -20°C ÷ 80 C°
Il grado di protezione indicato è garantito solo se i connettori sono inseriti correttamente sulle valvole
IP67 con le appropriate guarnizioni.

Serracavo

Guarnizione

CONNETTORI AMP JUNIOR

20 81.5
Sezione Portata max.
Connettore Tipo Codice
conduttori contatti
23.5

Connettore tipo AMP Junior Timer 2 contatti Colore nero 0,5 ÷ 1,5 mm2 10A RKRC0808000

Ø 2 ÷ 3 mm

VALV/TCNT000 _I/10-2015 I • 20 ®
VARIANTI (*) - LEVA DI EMERGENZA
PER ELETTROVALVOLE ADC.3.. E AD.3.E...
Il “Comando di emergenza manuale a leva per elettrovalvole” rappresenta uno sviluppo
in fatto di sicurezza e flessibilità nella componentistica idraulica applicata.
A favore della sua flessibilità, il componente è stato progettato per essere inserito

1
fra corpo valvola e bobina, con garanzia di una totale intercambiabilità rispetto alle diverse
tipologie di elettrovalvole a cassetto; la compatibilità di montaggio é prevista per corpi valvola
a standard CETOP 3/NG06 e moduli Componibili con attacchi filettati - G3/8” o 9/16-18UNF
(SAE 6). Il componente sarà disponibile, per ambedue le serie, controllo on-off e controllo
proporzionale (per questo tipo di controllo contattare il nostro Servizio Tecnico).
In qualità di “leva di emergenza” applicata ad elettrovalvole, il comando si presta ad
essere inserito come dispositivo di “sicurezza” in rispetto alla normativa dei settore e riveste
inoltre un ruolo utile in caso di assenza di corrente. Il comando trova ampia applicazione nel
settore agricolo e mobile; l’azionamento manuale permette dunque di effettuare la manuten-
zione periodica dei componenti mobili del mezzo, in estrema sicurezza operativa
(*) VARIANTI
Variante Descrizione Pressione max. di esercizio sulla via T
dinamica 160 bar
bobina standard con connettore SIMBOLO IDRAULICO
statica 210 bar
LE Hirschmann (con connettore) o
senza bobina (tensione W) Pressione max. di esercizio sulla via P
bobina standard Hirschmann (sen- nei circuiti con collegamento in serie 160 bar
LF
za connettore)(*)
AX bobina AMP Junior(*) • MONTAGGI POSSIBILI: C / F / H
CE bobina Deutsch • CURSORI TIPO: 01/02/03*/04/16/17/66
Altre varianti disponibili a richiesta. * Il montaggio del cursore 03 è consentito solo su AD3E. Non è ammesso con le ADC3

(*) Bobine con connessione Hirschmann COMPATIBILITÀ DI MONTAGGIO


e AMP Junior fornite senza connettori. I
CODICE DI IDENTIFICAZIONE DESCRIZIONE BOBINA TENSIONE
connettori possono essere ordinati sepa-
ratamente, Cap. I • 20. ADC.3... Controllo direzione compatta A09 27 W
AD.3.E... Controllo direzione D15 30 W

DIMENSIONI DI INGOMBRO
28° 28°

VERSIONE
CONADC.3...
135

18,5

26,5
182 46

231,5

28° 28°
VERSIONE
CONAD.3.E..
134,5

18,5

Caratteristiche piano
26,5 46
di appoggio
208

282,5

VALV/TLEAD3E _I/06-2010 I • 21 ®
SENSORI DI POSIZIONE INDUTTIVI L.V.D.T.
Tensione di alimentazione 20..32 VDC
Protezione contro l’ inversione di polarità si
Isteresi di segnalazione d 0,05 mm

1 Riproducibilità
Corrente massima in uscita
Protezione al cortocircuito
± 0,02 mm
d 400 mA; duty ratio 100%

Temperatura di funzionamento -25°C ÷ 80°C
Tipo di allacciamento connettore
Tipo di protezione IP65
Pressione massima 400 bar
Certificato CE secondo la direttiva 89/336/EEC EMC garantito solo con l’utilizzo di
connettore metallico e cavo schermato.
I sensori di posizione LVDT (sensore di posizione induttivo) consentono di monitorare con precisione l’istante in cui avviene il cambiamento
di stato della valvola.
Sono composti di 2 elementi:
- un perno di segnalazione mobile, meccanicamente solidale al cursore della valvola;
- un sensore fisso con il quale si esegue la regolazione del punto di monitoraggio.
Vengono utilizzati nelle valvole direzionali utilizzate in applicazioni nelle quali è necessaria la monitorizzazione della posizione “attuale” della
valvola per la gestione dei cicli di sicurezza macchina imposti dalla legislazione in merito alla prevenzione anti-infortunistica.

DIAGRAMMA FUNZIONALE SENSORE SCHEMA ELETTRICO SENSORE LVDT


In posizione A, nessun passaggio di fluido P oB
A sul Pin 4 c’è segnale in uscita

Hub

0 = Tensione Pin 2 e Pin 4 < 1,8 V


1 = Tensione Pin 2 e Pin 4 20..32 VDC

DIMENSIONE INGOMBRO SENSORE LVDT

A=3:1 Stroke

Switching point

In posizione B, passaggio di fluido P oB,


B sul Pin 4 non c’è segnale in uscita
DIMENSIONE DI INGOMBRO CONNETTORE

Switching point
Tipo di protezione IP67
NB:
Temperatura ambiente -40°C ÷ 85°C
collegando l’uscita rispettivamente al Pin 4 o al Pin 2 si può decidere il tipo
Codice di ordinazione: V86400003 di contatto, che può essere normalmente aperto o normalmente chiuso

VALV/TLVDT000 _I/03-2018 I • 22 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3 IN
CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

DIRETTIVA ATEX (ATMOSPHÈRES EXPLOSIVE) 2014/34/UE


INTRODUZIONE
Dal 30/06/2003 i prodotti immessi sul mercato (o messi in servizio) all'interno della
UE, destinati a essere utilizzati in ambienti potenzialmente esplosivi, devono essere conformi
alla direttiva 2014/34/UE tramite apposita marcatura. La direttiva sui prodotti ATEX 2014/34/
1
UE è dunque lo strumento di regolamentazione di cui si è dotata l'Unione europea al fine di
raggiungere l'armonizzazione legislativa fra gli Stati e garantire la libera circolazione delle
merci all'interno della Comunità stessa.
La direttiva afferma che per eliminare gli ostacoli al commercio è necessario
garantire un livello di protezione elevato e, a tal fine, definisce i requisiti essenziali in materia
di sicurezza e salute. Le disposizioni si basano sul principio del "nuovo approccio" (NA), per
il quale i requisiti di sicurezza essenziali dei prodotti devono essere stabiliti in funzione della
valutazione dei rischi concorrenti al momento del loro uso.
La direttiva 2014/34/UE si applica alle specifiche di fabbricazione di tutti quei
prodotti (elettrici e non) destinati a essere utilizzati in ambienti potenzialmente esplosivi a
causa dei pericoli derivanti dalla presenza di polvere o gas, con lo scopo di ridurre i rischi
LA DIRETTIVA ATEX CAP. I • 23 d'uso che ne potrebbero derivare.
CLASSIFICAZIONE ATEX CAP. I • 24 Il termine prodotto si riferisce agli apparecchi, ai sistemi di protezione, ai dispositivi,
SERIE AD3XD... CAP. I • 25 ai componenti ed alle relative combinazioni, come definiti nella direttiva 2014/34/UE.
Con apparecchi s'intende le macchine, i materiali, i dispositivi fissi o mobili, gli
SERIE AD3XG... CAP. I • 29
organi di comando, la strumentazione e i sistemi di rilevazione e di prevenzione che, da soli
o combinati, sono destinati alla produzione, al trasporto, al deposito, alla misurazione, alla
regolazione e alla conversione di energia, ed alla trasformazione di materiale e che, per via
delle potenziali sorgenti di innesco che sono loro proprie, rischiano di provocare un’esplosione.
Ne consegue che, anche apparecchi intrinsecamente sicuri rientrano nel campo di applicazione
della direttiva.
La combinazione di due o più parti di apparecchi, oltre che degli eventuali componenti,
costituisce un assieme che può essere considerato un prodotto e rientrare quindi nel campo
di applicazione della direttiva 2014/34/UE. Nel caso in cui l'assieme richieda un’installazione
adeguata (non è dunque immediatamente pronto per l’uso) le istruzioni allegate dovranno
garantire il mantenimento della conformità alla direttiva 2014/34/UE ad installazione avvenuta,
senza ulteriori valutazioni della conformità, e l’installatore a sua volta è tenuto a seguire
correttamente le istruzioni.
Quando una combinazione di apparecchiature dà luogo ad un impianto questo può
non rientrare nel campo di applicazione della direttiva solo se ciascuna parte è certificata e
conforme alla direttiva (oltre che essere soggetta alla relativa valutazione della conformità,
alla marcatura CE, ecc.).
Il fabbricante dell’impianto può quindi presumere la conformità dei vari componenti
(ciascuno corredato di certificato di conformità rilasciato dal rispettivo fabbricante) e limitare
la propria valutazione solo agli eventuali rischi aggiuntivi che assumono rilevanza nella
combinazione finale. Tuttavia, se il fabbricante dell’impianto inserisce parti prive di marcatura
CE o componenti non corredati del certificato sarà obbligato a svolgere un’ulteriore valutazione
della conformità dell’assieme.
La direttiva 2014/34/UE prevede degli obblighi a carico della persona che immette i
prodotti sul mercato e/o li mette in servizio, sia che si tratti del fabbricante, del suo mandatario,
dell’importatore o di qualsiasi altra persona responsabile. Le disposizioni e gli obblighi previsti
dalla direttiva per l’immissione sul mercato si applicano, dal 30 giugno 2003, ad ogni
singolo prodotto, indipendentemente dalla data e dal luogo di fabbricazione. E' responsabilità
del fabbricante garantire la conformità di tutti i prodotti, laddove questi rientrino nel campo di
applicazione della direttiva.
La direttiva non regola l’uso degli apparecchi, piuttosto stabilisce che i prodotti possono
essere utilizzati solo se conformi ai requisiti di sicurezza al momento della loro immissione
sul mercato o della loro messa in servizio. Con "messa in servizio" si intende il primo utilizzo
del prodotti oggetto della direttiva 2014/34/UE nel territorio dell’UE da parte dell’utente finale.
Tuttavia, un prodotto che è subito pronto per l’uso e non deve essere assemblato o installato,
e le cui condizioni di distribuzione (deposito, trasporto, ecc.) non sono rilevanti ai fini delle
prestazioni, è considerato messo in servizio al momento dell’immissione sul mercato.

Fra le principali cause/sorgenti potenziali di innesco di una esplosione, quali scintille, fiamme, archi elettrici ecc.., la temperatura
superficiale massima gioca un ruolo rilevante. Le disposizioni della direttiva stabiliscono un criterio di valutazione per la temperatura massima
ammissibile in funzione al tipo di atmosfera esplosiva in cui dovrà operare l’apparecchio.
Per ambienti caratterizzati da presenza di gas-aria, sono forniti alcuni valori di temperatura a cui gli apparecchi dovranno fare riferimento
indicati dalla lettera T seguita da un numero. Il criterio da applicare é quello per cui la temperatura dell’apparecchio non dovrà mai superare
l’80% del valore indicato per la propria classe.
In ambienti caratterizzati da presenza di polveri-aria, per evitare l’infiammazione delle polveri in sospensione, le temperature
superficiali degli apparecchi devono essere nettamente inferiori alla temperatura di infiammazione della miscela aria+polvere prevedibile. In
fase di progettazione occorre dunque dichiarare direttamente la temperatura superficiale massima di esercizio (in gradi centigradi).
Devono essere presi in considerazione anche gli aumenti di temperatura derivanti da un accumulo di calore e da reazioni chimiche.
Occorre infatti tener conto anche dello spessore dello strato di polveri che si depositano e, se necessario, prendere misure di limitazione delle
temperature, allo scopo di evitare un accumulo di calore.

VALV/AD3X0001 _I/00-2017 I • 23 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3 IN
CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

CLASSIFICAZIONI: ZONA - MISCELA - GRUPPO E RELATIVA CATEGORIA - SECONDO LE DIRETTIVE ATEX


La direttiva 2014/34/UE è una direttiva di “nuovo approccio” basato sull'analisi dei rischi. Il suo obiettivo è quanto meno, minimizzare

1 i rischi derivanti dall’uso di alcuni prodotti all’interno o in relazione a un’atmosfera potenzialmente esplosiva. La probabilità che un’atmosfera
esplosiva si manifesti deve essere considerata non solo come “una tantum” o da un punto di vista statico: occorre dunque tener conto di tutte
le condizioni operative che possono derivare dal processo di trasformazione.
• Un’atmosfera esplosiva ai fini della direttiva 2014/34/UE è costituita da una miscela di sostanze infiammabili (allo stato di gas, vapori,
nebbie e polveri), con aria, in determinate condizioni atmosferiche in cui, dopo l’innesco, la combustione si propaga all’insieme della miscela
non bruciata.
• Un’atmosfera suscettibile di trasformarsi in atmosfera esplosiva a causa delle condizioni locali e/o operative è definita atmosfera
potenzialmente esplosiva.
Le atmosfere esplosive non si formano solo in presenza di sostanze palesemente pericolose quali combustibili, solventi ecc., ma anche in
presenza di prodotti apparentemente innocui come polvere di legno, polveri metalliche, farine, granaglie, zucchero ecc. Dunque può riguardare non
solo industrie del settore chimico o petrolifero, ma anche quelle del settore agro-alimentare tessile, manifatturiero ecc.. E’ importante considerare
che per rientrare nella direttiva 2014/34/UE un prodotto deve essere applicato in presenza di uno o più degli elementi caratteristici sopra elencati:
presenza di sostanze infiammabili e di aria, in condizione atmosferiche che favoriscono la propagazione della combustione. La direttiva non definisce le
condizioni atmosferiche di per sé. Le relative norme indicano una gamma di temperatura, ma ciò non esclude che i prodotti possano essere progettati
e valutati specificamente per funzionare occasionalmente anche al di fuori di tali gamme, apportando le opportune trasformazioni costruttive.

Per determinare una procedura di valutazione della conformità adeguata alla direttiva il Fabbricante deve, in base
all'uso previsto, stabilire le condizioni di funzionamento del prodotto (vale a dire prevedereil tipo di zona di esercizio, il tipo di
miscela esplosiva con cui verrà a contatto e il grado di probabilità che si verifichi un'atmosfera esplosiva); in seguito dovrà
determinare a quale Gruppo il prodotto appartiene e all'interno del Gruppo, individuarne la categoria.

Con la Direttiva Atex 99/92/CE (Per la sicurezza dei lavoratori) sono indicate le condizioni di impiego in cui i prodotti sottoposti a
conformità dalla Direttiva Atex 99/4/CE si troveranno a funzionare. Queste sono espresse in "Zone" e definite secondo il grado di probabilità
che si verifichi un'atmosfera potenzialmente esplosiva, rispettivamente per ogni tipo di atmosfera (miscela gas-aria o miscela polvere-aria).
Zona 0 e 20 Luoghi in cui un'atmosfera esplosiva é presente in forma costante o per lunghi periodi o frequentemente.
Zona 1 e 21 Luoghi in cui un'atmosfera esplosiva è probabile che si verifichi in normali condizioni di funzionamento e di esercizio.
Zona 2 e 22 Luoghi in cui un'atmosfera esplosiva ha scarsa probabilità di verificarsi o, nel caso, persisterà solo per breve tempo.

MISCELE ESPLOSIVE TIPO GAS-ARIA (G)


I prodotti destinati a funzionare in ambienti caratterizzati da questo tipo di atmosfera esplosiva saranno indicati rispettivamente
per Zona 0, 1 o 2 a seconda del gruppo e della categoria di appartenenza (vedi sotto) e sono marcati con la lettera G.
MISCELE ESPLOSIVE TIPO POLVERE-ARIA (D)
I prodotti destinati a funzionare in ambienti caratterizzati da questo tipo di atmosfera esplosiva saranno indicati rispettivamente per
Zona 20, 21 o 22 a seconda del gruppo e della categoria di appartenenza (vedi sotto) ) e sono marcati con la lettera D..

GRUPPO I
Comprende gli apparecchi destinati a essere utilizzati nei lavori in sotterraneo nelle miniere e nei loro impianti di superficie, esposti al rischio
di sprigionamento di grisù e/o di polveri combustibili. La suddivisione in categorie dipende dal fatto che l'alimentazione di energia debba essere o
meno interrotta in caso si manifesti un'atmosfera esplosiva dovuta sia miscele di aria e gas, vapori, nebbie (D) che a miscele di aria e polveri (G).
Categoria M1 Livello di protezione molto elevato. Questi prodotti devono poter rimanere operativi, per ragioni di sicurezza, in
presenza di atmosfera esplosiva e presentare specifiche prestazioni o configurazioni di protezione ai guasti in caso di esplosioni.
Categoria M2 Livello di protezione elevato. Con questi prodotti bisogna poter interrompere l’alimentazione di energia in presenza
di atmosfera esplosiva. E’ necessario incorporare mezzi di protezione tali da garantire il livello di protezione oltre che durante il funzionamento
normale, anche in condizioni di funzionamento gravose o risultanti da forti sollecitazioni.

GRUPPO II
Comprende gli apparecchi destinati ad essere utilizzati in altri ambienti (dalle miniere) in cui vi sono probabilità che si
manifestino atmosfere esplosive. La loro suddivisione in categorie dipende da due fattori: il luogo, dove il prodotto sarà utilizzato
e se la probabilità che si verifichi un'atmosfera potenzialmente esplosiva, dovuta sia miscele di aria e gas, vapori, nebbie (D)
che a miscele di aria e polveri (G), avvenga in modo costante od occasionale e, nel caso si verifichi, questa probabilità possa
permanere per lunghi o per brevi periodi di tempo.

Categoria 1 Livello di protezione molto elevato. Questi prodotti devono essere progettati per funzionare conformemente
ai parametri operativi stabiliti dal fabbricante in ambienti in cui vi è un’elevata probabilità che si manifestino o si rilevino sempre, spesso o per
lunghi periodi atmosfere esplosive. Devono presentare specifiche prestazioni e configurazioni di protezione ai guasti in caso di esplosioni.

Categoria 2 Livello di protezione elevato. Questi prodotti devono essere progettati per funzionare conformemente
ai parametri operativi stabiliti dal fabbricante in ambienti in cui vi è probabilità che si manifestino atmosfere esplosive. La protezione
contro le esplosioni relativa a questa categoria deve funzionare in modo da garantire il livello di sicurezza richiesto anche in presenza
di difetti di funzionamento degli apparecchi o in condizioni operative pericolose di cui occorre abitualmente tener conto.

Categoria 3 Livello di protezione normale. Questi prodotti devono essere progettati per funzionare conformemente ai parametri
operativi stabiliti dal fabbricante in ambienti in cui vi sono scarse probabilità che si manifestino, e comunque solo raramente o per breve tempo,
atmosfere esplosive. Questo tipo di prodotti appartenenti alla categoria in questione deve garantire il livello di sicurezza richiesto in condizioni
di funzionamento normale.

VALV/AD3X0001_I/00-2017 I • 24 ®
AD3XD... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

ELETTROVALVOLE PER IMPIEGO IN AMBIENTI CON PROBABILI ATMOSFERE


ESPLOSIVE DOVUTE ALLA PRESENZA DI GAS, VAPORI O NEBBIE E POLVERI.

Le valvole serie AD3.XD sono apparecchiature classificate: 1


Gruppo II (destinate ad essere utilizzate in ambienti diversi dalle miniere e in cui vi sono
probabilità che si manifestino atmosfere esplosive);
Categoria 2 (livello di protezione elevato), per l’uso in luoghi in cui un'atmosfera esplosiva
è probabile che si verifichi in normali condizioni di esercizio e classificate dalla presenza di
AD3XD... miscela esplosiva di tipo gas e polveri (lettera GD) per zone 1, 2 e 21, 22;
LA DIRETTIVA ATEX CAP. I • 23 Gruppo I (destinate ad essere utilizzate in miniere grisutose);
CLASSIFICAZIONE ATEX CAP. I • 24 Categoria M2 (livello di protezione elevato), per l’uso in sotterraneo nelle miniere e nei
SERIE AD3XD... CAP. I • 25 loro impianti di superficie, esposti al probabile rischio di sprigionamento di grisou e/o di
CARATTERISTICHE TECNICHE CAP. I • 25 polveri combustibili in normali condizioni di esercizio.
CODICE DI ORDINAZIONE CAP. I • 25 Si tratta dunque di valvole appositamente progettate e costruite in accordo alla direttiva ATEX
TAB.1 MONTAGGIO CAP. I • 26 2014/34/UE, e secondo le norme europee EN 1127-1, EN 1127-2, EN 13463-1 ed EN 13463-5.
TAB.2 TENSIONI CAP. I • 26
TAB.3 CURSORI CAP. I • 26 Rientrando nella gamma "Controllo direzione NG06", tali valvole sono predisposte per il
montaggio a piastra con superficie di attacco a norme UNI ISO 4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP
LIMITI DI IMPIEGO CAP. I • 26
R 35 H 4.2-4-03). L'azionamento é elettrico e la posizione di centro è ottenuta mediante molle
TARGHETTA E MARCATURA CAP. I • 27 di lunghezza calibrata che una volta cessata l'azione dell'impulso o del comando riposizionano
ISTRUZIONI DI SICUREZZA CAP. I • 27 il cursore in centro o a fine corsa.
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 28 Le bobine utilizzate per queste valvole sono oggetto di Certificazione di conformità separata,
secondo la direttiva ATEX (di tipo CE). Per ulteriori specifiche si rimanda alla documentazione
sempre allegata al solenoide.
Le valvole della serie AD3XD prima della marcatura e dell’immissione sul mercato sono
sottoposte a controlli e collaudi come previsto dal Sistema di Fabbricazione interno e come
previsto dal Sistema di Qualità aziendale certificato in accordo alla norma ISO 9001:2008.

Tutte le valvole serie AD3XD sono sottoposte a collaudo funzionale al 100%. Tali controlli
permettono di garantire che i prodotti venduti siano conformi a quanto riportato nel File Tecnico
depositato e dichiarato in marcatura con AD3X/ATX/10.

CODICE DI ORDINAZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE


AD Distributore Descrizione AD3XD... VarianteT6 (miniera)

3 CETOP 3/NG06 Marcatura valvola II 2GD/I M2 c T5 II 2GD/I M2 c T6


Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar 320 bar
XD Elettrovalvole costruite secondo Pressione max. sulla via T (dinamica) 250 bar 250 bar
Direttiva ATEX-2014/34/UE Portata max. 60 l/min 60 l/min
con bobine in esecuzione Frequenza max. di eccitazione 3 Hz 3 Hz
a prova di esplosione (Ex d) e Inserimento 100%ED 100%ED
Fluidi idraulici (*) olii minerali DIN 51524 olii minerali DIN 51524
certificate secondo schema IECEx
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido (*) -20°C ÷ +40°C -20°C ÷ +40°C
** Cursori
Temperatura ambiente -20°C ÷ +40°C -20°C ÷ +40°C
01/02/03/04/16 (tab.3)
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS 1638 classe 10 secondo NAS 1638
Per ulteriori schemi idraulici contattare
con filtro ß25 t 75 coniltro ß25 t 75
il nostro servizio tecnico
Peso (un solenoide) 2,37 kg 2,37 kg
Peso (due solenoidi) 3,82 kg 3,82 kg
* Montaggio
C / E / F / G / H (tab.1) Potenza nominale solenoide: 6,5 ÷ 11W
Per ulteriori montaggi contattare Grado di protezione: IP 67
il nostro servizio tecnico Tolleranza di alimentazione: ±10%
Cavo di alimentazione: lunghezza standard 3 m con pressacavo
Marcatura solenoide (**): vedi documentazione allegata al solenoide
* Tensione (tab.2)
Temperatura superficiale: in funzione della potenza. Vedi documentazione allegata
al solenoide
** Varianti
00 = Nessuna variante (*) Per l'impiego con fluidi idraulici differenti, che non costituiscano sorgente di accensione efficace in presenza di
V1 = Viton atmosfere potenzialmente esplosive IIC in tutto il campo di temperature e pressioni di esercizio previste dalla
marcatura dell’apparecchio, contattare il nostro servizio tecnico.
LE = Emergenza a leva
T6 = Classe di temperatura T6 (<85°C) (**) Il solenoide è conforme alla direttiva ATEX-2014/34/UE e conforme allo schema di certificazione IECEx

idonea per gruppo I M2 (miniera )

2 N° di serie

VALV/AD3XD002 _I/00-2017 I • 25 ®
AD3XD... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

TAB.1 MONTAGGIO LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)


STANDARD

1 C

E
Due solenoidi centraggio a molle

Un solenoide (lato A)
350
1
L e p r ove s o n o s t a t e
eseguite con solenoidi
300 caldi, alimentati con una
F Un solenoide (lato B) tensione inferiore del 10%
250 di quella nominale e ad una
Speciali (con maggiorazione) 2
temperatura del fluido di
200

P (bar)
G 40°C. Il fluido impiegato è
150 un olio minerale avente una
H 3 viscosità di 46 mm2/s a 40°C.
100 I valori dei diagrammi sono
4
riferiti a prove eseguite sempre
TAB.2 TENSIONI
50
con il flusso d'olio in due
Tensione in AC 0 direzioni simultaneamente
0 10 20 30 40 50 60
(es. da P in A e nello stesso
Q (l/min)
A 24V 50Hz/60Hz tempo B in T).
C 110V 50HZ/60Hz Nei casi in cui le valvole
NOTA: I limiti di impiego riportati
D 220V 50Hz/60Hz 4/2 e 4/3 sono utilizzate
sono validi per i montaggi C, E, F.
I 230V 50Hz/60Hz solo con passaggio in
Tensione in DC una direzione, i limiti di
Tipo di impiego possono avere
L 12V Curva
cursore variazioni negative.
M 24V
P 110V 01 2
N 48V 02 1
03 3
La sigla della tensione é sempre stampigliata sulla targhetta.
04 4
16 1

TAB.3 CURSORI PERDITE DI CARICO


Due solenoidi - Montaggio C
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore
2 4 5 6
Nel diagramma a fianco sono
20 rappresentate le curve delle
01 + 18 7 perdite di carico per i cursori
16 di normale impiego. Il fluido
02 - impiegato è un olio minerale
14
12
avente viscosità 46 mm2/s a
03 +
P (bar)

40° C; le prove sono state


10
04* - eseguite ad una temperatura
8 del fluido di 40°C.
6 Per portate superiori a quelle
Un solenoide - Montaggio E 4 riportate nei diagrammi le
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito 2 perdite di carico saranno
cursore 0 espresse dalla relazione
0 10 20 30 40 50 60 70 80 che segue:
01 + Q (l/min) 'p1 = 'p x (Q1/Q)2
02 - dove 'p sarà il valore delle
perdite di carico per una
03 + determinata portata Q rile-
vabile dal diagramma, 'p1
04* - sarà il valore delle perdite di
carico per la portata Q1 da
16 + voi utilizzata.

Un solenoide - Montaggio F
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito Tipo di Passaggi
cursore cursore PoA PoB AoT BoT PoT
01 + 01 5 5 5 5
02 7 7 7 7 6
02 - 03 5 5 6 6
04 2 2 2 2 4
03 +
16 5 5 4 4
04* - Curve No.

16 +
(*) Cursori con maggiorazione

VALV/AD3XD002_I/00-2017 I • 26 ®
AD3XD... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

TARGHETTA DI IDENTIFICAZIONE E MARCATURA

1 2 3 4 5 6 Tutte le elettrovalvole sono


1
fornite con Targhetta di iden-
tificazione e Dichiarazione
di conformità ai sensi della
13 14 7 direttiva 2014/34/UE.
CODE
A Pmax 320bar Tamb: -20°C ÷ +40°C 8 La targhetta di identificazione
contiene le principali informa-
BATCH

LOGO zioni tecniche relative alle


12 ADDRESS 15
caratteristiche funzionali e
M82200001A Tfluido: -20°C ÷ +40°C B costruttive della valvola, deve
HYDRAULIC perciò essere mantenuta
SCHEME integra e visibile.
11 10 9
MADE IN 16

Temperatura fluido di esercizio:


1 Conformità a Direttiva Europea 9 T fluid
- 20°C ÷ + 40°C serie AD3XD
Conformità alla HYDRAULIC Tipo di controllo idraulico realizzato
2 10
Direttiva Atex 2014/34/UE SCHEME dalla valvola
Gruppo II (ambienti in superficie)
II 2
3 Gruppo I (miniere) 11 M82200001A Codice targhetta
I
Categoria 2 (protezione elevata)
Atmosfera esplosiva :
GD GD: presenza di gas, vapori o neb- Numero di riferimento dell'ordine
4 12 BATCH
M bie e polveri combustibili tecnico (lotto)
M: presenza di atmosfere grisutose
Pmax 320
5 c Sicurezza costruttiva 13 Pressione massima di esercizio
bar
Classe di temperatura:
Sigla completa del codice di ordina-
6 T* T5 (Tsur <100 °C) 14 CODE
zione valvola
T6 (Tsur <85 °C) variante T6 (miniera
AD3X/ Riferimento al File Tecnico deposita- LOGO
7 15 Logo e indirizzo
ATX/10 to presso Organismo Notificato ADDESS
Temperatura ambiente di esercizio:
8 T amb 16 MADE IN Origine preferenziale
- 20°C ÷ + 40°C serie AD3XD

ISTRUZIONI DI SICUREZZA

• Prima dell’installazione leggere attentamente quanto riportato nel foglio di istruzione allegato alle valvole. Tutte le operazioni di manuten-
zione devono essere eseguite secondo quanto riportato nel manuale.
• Le valvole serie AD3XD devono essere installate e mantenute in accordo con le norme impiantistiche e di manutenzione per ambienti
classificati rispettivamente contro il rischio di esplosione per presenza di gas e polveri e gas (esempio: CEI EN 60079-14, CEI EN 60079-
17, CEI EN 61241-14, CEI EN 61241-17 oppure altre norme/standard nazionali).
• Le valvole devono essere collegate a terra mediante apposito elemento di connessione antiallentante e antirotazione.
• Per gli aspetti di sicurezza legati all’utilizzo delle bobine vedi le istruzioni d’uso e manutenzione e le istruzioni di sicurezza relative. Le
apparecchiature / componenti elettrici non devono essere aperti sotto tensione.
• L’utilizzatore deve controllare periodicamente, in funzione delle condizioni di utilizzo e delle sostanze, la presenza di incrostazioni, la
pulizia, lo stato di usura ed il corretto funzionamento delle valvole.
Attenzione: tutte le operazioni di installazione e manutenzione devono essere fatte da personale qualificato.

VALV/AD3XD002 _I/00-2017 I • 27 ®
AD3XD... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

DIMENSIONI DI INGOMBRO

1 AD3XD...

CABLE GLAND HEX24


110

114,7 69,5 114,7 46

OR 2-012/90SH MANUAL OVERRIDE 0.03


21,5 19 10,4
1.6

Caratteristiche
32,5
31

piano di appoggio

Viti di fissaggio previste UNI 5931


10,4

8,8 8,7
M5x30 in materiale min. 8.8
189,4 Coppia di serraggio 5 Nm / 0.5 kgm
299

AD3XD...LE.
134,5

110

18,50

26,5

OR 2-012/90SH
46
167,7 69,5 114,7
27,8
21,5 19
10,4
31

32,5

0.03
1.6
10,4

8,8 8,7 Caratteristiche


piano di appoggio
242,4

352 Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Coppia di serraggio 5 Nm / 0.5 kgm

VALV/AD3XD002 _I/00-2017 I • 28 ®
AD3XG... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

ELETTROVALVOLE PER IMPIEGO IN AMBIENTI CON PROBABILI ATMOSFERE


ESPLOSIVE DOVUTE ALLA PRESENZA DI GAS, VAPORI O NEBBIE E POLVERI.

Le valvole serie AD3.XG sono apparecchiature classificate: 1


Gruppo II (destinate ad essere utilizzate in ambienti diversi dalle miniere e in cui vi sono
probabilità che si manifestino atmosfere esplosive);
Categoria 2 (livello di protezione elevato), per l’uso in luoghi in cui un'atmosfera esplosiva
è probabile che si verifichi in normali condizioni di esercizio e classificate dalla presenza di
AD3XG... miscela esplosiva di tipo gas e polveri (lettera GD) per zone 1, 2 e 21, 22.
LA DIRETTIVA ATEX CAP. I • 23 Si tratta dunque di valvole appositamente progettate e costruite in accordo alla direttiva
CLASSIFICAZIONE ATEX CAP. I • 24 ATEX 2014/34/UE, e secondo le norme europee EN 1127-1, EN 13463-1 ed EN 13463-5.
SERIE AD3XG... CAP. I • 29 Rientrando nella gamma "Controllo direzione NG06", tali valvole sono predisposte per il
CARATTERISTICHE TECNICHE CAP. I • 29 montaggio a piastra con superficie di attacco a norme UNI ISO 4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP
R 35 H 4.2-4-03). L'azionamento é elettrico e la posizione di centro è ottenuta mediante molle
CODICE DI ORDINAZIONE CAP. I • 29
di lunghezza calibrata che una volta cessata l'azione dell'impulso o del comando riposizionano
TAB.1 MONTAGGIO CAP. I • 30 il cursore in centro o a fine corsa.
TAB.2 TENSIONI CAP. I • 30
Le bobine utilizzate per queste valvole sono oggetto di Certificazione di conformità separata,
TAB.3 CURSORI CAP. I • 30 secondo la direttiva ATEX (di tipo CE). Per ulteriori specifiche si rimanda alla documentazione
LIMITI DI IMPIEGO CAP. I • 30 sempre allegata al solenoide.
TARGHETTA E MARCATURA CAP. I • 31 Le valvole della serie AD3XG prima della marcatura e dell’immissione sul mercato sono
ISTRUZIONI DI SICUREZZA CAP. I • 31 sottoposte a controlli e collaudi come previsto dal Sistema di Fabbricazione interno e come
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 32 previsto dal Sistema di Qualità aziendale certificato in accordo alla norma ISO 9001:2008.

Tutte le valvole serie AD3XG sono sottoposte a collaudo funzionale al 100%. Tali controlli
permettono di garantire che i prodotti venduti siano conformi a quanto riportato nel File Tecnico
depositato e dichiarato in marcatura con AD3X/ATX/10.

CODICE DI ORDINAZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE


AD Distributore Descrizione AD3XG T4... AD3XG T6...

3 CETOP 3/NG06 Marcatura valvola II 2 GD cT4 II 2 GD cT6


Pressione max. sulle vie P/A/B (1) 350 bar 350 bar
XG Elettrovalvole costruite secondo Pressione max. sulla via T (dinamica) (2) 250 bar 250 bar
Direttiva Atex-2014/34/UE Portata max. 80 l/min 80 l/min
con bobine in esecuzione Frequenza max. di eccitazione 3 Hz 3 Hz
a prova di esplosione (Ex d) e Inserimento 100%ED 100%ED
certificate secondo schema IECEx Fluidi idraulici olii minerali DIN 51524 olii minerali DIN 51524
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido (3) -30°C ÷ +70°C -30°C ÷ +70°C
** Classe di temperatura
Temperatura ambiente -40°C ÷ +80°C -40°C ÷ +50°C
T4 (Tsur <135 °C) Livello di contaminazione max. ISO 4406:1999: classe 21/19/16 ISO 4406:1999: classe 21/19/16
T6 (Tsur < 85 °C) (filtro ß25 t 75) NAS 1638: classe 10 NAS 1638: classe 10
Peso (un solenoide) 3 kg 3 kg
** Cursori Peso (due solenoidi) 5 kg 5 kg
01/02/03/04/16 (tab.3)
Potenza nominale solenoide 8,5 W 8,5 W
Per ulteriori schemi idraulici contattare
Grado di protezione IP 67 IP 67
il nostro servizio tecnico
Tolleranza di alimentazione ±10% ±10%
Cavo di alimentazione lunghezza standard 3m lunghezza standard 3m
* Montaggio con pressacavo con pressacavo
C / E / F / G / H (tab.1) Marcatura solenoide (4): vedi documentazione allegata al solenoide
Per ulteriori montaggi contattare Temperatura superficiale < 135°C < 85°C
il nostro servizio tecnico
(1) Pressione dinamica ammessa su P per 800.000 cicli.
* Tensione (tab.2) (2) Pressione dinamica ammessa per 1 milione di cicli.
(3) Le valvole AD3XG sono certificate per temperature minime del fluido fino a -30°C. Contattare il nostro
servizio tecnico per applicazioni che necessitano di temperature del fluido < -25°C.
** Varianti (4) Il solenoide è conforme alla direttiva ATEX-2014/34/UE e conforme allo schema di certificazione IECEx
00 = Nessuna variante
V1 = Viton
LE = Emergenza a leva

1 N° di serie

VALV/AD3XG001_I/05-2018 I • 29 ®
AD3XG... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

TAB.1 MONTAGGIO LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)


STANDARD

1 C

E
Due solenoidi centraggio a molle

Un solenoide (lato A)
350 1
L e p r ove s o n o s t a t e
eseguite con solenoidi
300 caldi, alimentati con una
F Un solenoide (lato B) 2
6 tensione inferiore del 10%
3
250 di quella nominale e ad una
Speciali (con maggiorazione)
temperatura del fluido di
200

P (bar)
G 40°C. Il fluido impiegato è
150 6 un olio minerale avente una
H viscosità di 46 mm2/s a 40°C.
100 I valori dei diagrammi sono
TAB.2 TENSIONI 50
riferiti a prove eseguite sempre
con il flusso d'olio in due
Tensione in AC 0 direzioni simultaneamente
0 10 20 30 40 50 60 70 80
A 24V 50Hz/60Hz (es. da P in A e nello stesso
Q (l/min)
B 48V 50Hz/60Hz tempo B in T).
C 110V 50HZ/60Hz Nei casi in cui le valvole
NOTA: I limiti di impiego riportati
D 220V 50Hz/60Hz 4/2 e 4/3 sono utilizzate
sono validi per i montaggi C, E, F.
I 230V 50Hz/60Hz solo con passaggio in
una direzione, i limiti di
Tensione in DC Tipo di
Curva impiego possono avere
L 12V cursore variazioni negative.
M 24V
01 1
P 110V
02 1
N 48V
03 3
U 36V
04 2
6 60V
16 6
G 125V
La sigla della tensione é sempre stampigliata sulla targhetta.

TAB.3 CURSORI PERDITE DI CARICO


Due solenoidi - Montaggio C
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore
2 4 5 6
Nel diagramma a fianco sono
20 rappresentate le curve delle
01 + 18 7 perdite di carico per i cursori
16 di normale impiego. Il fluido
02 - impiegato è un olio minerale
14
12
avente viscosità 46 mm2/s a
03 +
P (bar)

40° C; le prove sono state


10
04* - eseguite ad una temperatura
8 del fluido di 40°C.
6 Per portate superiori a quelle
Un solenoide - Montaggio E 4 riportate nei diagrammi le
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito 2 perdite di carico saranno
cursore 0 espresse dalla relazione
0 10 20 30 40 50 60 70 80 che segue:
01 + Q (l/min) 'p1 = 'p x (Q1/Q)2

02 - dove 'p sarà il valore delle


perdite di carico per una
03 + determinata portata Q rile-
vabile dal diagramma, 'p1
04* - sarà il valore delle perdite di
carico per la portata Q1 da
16 + voi utilizzata.

Un solenoide - Montaggio F
Tipo di Passaggi
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore cursore PoA PoB AoT BoT PoT
01 5 5 5 5
01 +
02 7 7 7 7 6
02 - 03 5 5 6 6
04 2 2 2 2 4
03 +
16 5 5 4 4
04* - Curve No.

16 +
(*) Cursori con maggiorazione

VALV/AD3XG001 _I/05-2018 I • 30 ®
AD3XG... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

TARGHETTA DI IDENTIFICAZIONE E MARCATURA

1 2 3 4 5 6 Tutte le elettrovalvole sono


1
fornite con Targhetta di iden-
tificazione e Dichiarazione
GD di conformità ai sensi della
13 14 7 direttiva 2014/34/UE.
CODE
A Pmax 350bar Tamb: -**°C ÷ +**°C 8 La targhetta di identificazione
contiene le principali informa-
BATCH

LOGO zioni tecniche relative alle


12 ADDRESS 15
caratteristiche funzionali e
M82101020A Tfluido: < +70°C B costruttive della valvola, deve
HYDRAULIC perciò essere mantenuta
SCHEME integra e visibile.
11 10 9
MADE IN 16

Temperatura fluido di esercizio:


1 Conformità a Direttiva Europea 9 T fluid
- 30°C ÷ + 70°C series AD3XG
Conformità alla HYDRAULIC Tipo di controllo idraulico realizzato
2 10
Direttiva Atex 2014/34/UE SCHEME dalla valvola
Gruppo II (ambienti in superficie)
3 II 2 11 M82101020A Codice targhetta
Categoria 2 (protezione elevata)
Atmosfera esplosiva :
Numero di riferimento dell'ordine
4 GD GD: presenza di gas, vapori o neb- 12 BATCH
tecnico (lotto)
bie e polveri combustibili
Pmax 350
5 c Sicurezza costruttiva 13 Pressione massima di esercizio
bar
Classe di temperatura:
Sigla completa del codice di ordina-
6 T* T4 (Tsur <135 °C) serie AD3XG T4 14 CODE
zione valvola
T6 (Tsur <85 °C) serie AD3XG T6
AD3X/ Riferimento al File Tecnico deposita- LOGO
7 15 Logo e indirizzo
ATX/10 to presso Organismo Notificato ADDESS
Temperatura ambiente di esercizio:
8 T amb - 40°C ÷ + 80°C series AD3XG T4 16 MADE IN Origine preferenziale
- 40°C ÷ + 50°C series AD3XG T6

ISTRUZIONI DI SICUREZZA

• Prima dell’installazione leggere attentamente quanto riportato nel foglio di istruzione allegato alle valvole. Tutte le operazioni di manuten-
zione devono essere eseguite secondo quanto riportato nel manuale.
• Le valvole serie AD3XG devono essere installate e mantenute in accordo con le norme impiantistiche e di manutenzione per ambienti
classificati rispettivamente contro il rischio di esplosione per presenza di gas e polveri e gas (esempio: CEI EN 60079-14, CEI EN 60079-
17, CEI EN 61241-14, CEI EN 61241-17 oppure altre norme/standard nazionali).
• Le valvole devono essere collegate a terra mediante apposito elemento di connessione antiallentante e antirotazione.
• Per gli aspetti di sicurezza legati all’utilizzo delle bobine vedi le istruzioni d’uso e manutenzione e le istruzioni di sicurezza relative. Le
apparecchiature / componenti elettrici non devono essere aperti sotto tensione.
• L’utilizzatore deve controllare periodicamente, in funzione delle condizioni di utilizzo e delle sostanze, la presenza di incrostazioni, la
pulizia, lo stato di usura ed il corretto funzionamento delle valvole.
Attenzione: tutte le operazioni di installazione e manutenzione devono essere fatte da personale qualificato.

VALV/AD3XG001 _I/05-2018 I • 31 ®
AD3XG... CONTROLLO DIREZIONE CETOP 3
IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA ATEX 2014/34/UE

DIMENSIONI DI INGOMBRO

1 AD3XG...

303.4

74.7 154.1 74.7

Ø 9.5
Ø 5.5

88.5
64.5
22
OR 2- 012/90SH 46

115 69.5 115


21.5 19

10.4
= =

32.5
= =
31

0.03
1.6
10.4

8.8 8.7

191.7 Caratteristiche
303.4
piano di appoggio

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x30 in materiale min. 8.8
Coppia di serraggio 5 Nm / 0.5 kgm

(A)
Qualora si renda necessario modificare l'orientamento delle bobine, serrare la
ghiera A come indicato nelle Istruzioni per il montaggio del solenoide allegate .
B T P

AD3XG...LE.

356.4

74.7 207.1 74.7

Ø 9.5
134.5

Ø 5.5
88.5
22

OR 2- 012/90SH 46

168 69.5 115 27.8

0.03
21.5 19 1.6
10.4

Caratteristiche
32.5
= =
= =
31

piano di appoggio
10.4

8.8 8.7 Viti di fissaggio previste UNI 5931


244.7 M5x30 in materiale min. 8.8
356.4 Coppia di serraggio 5 Nm / 0.5 kgm

VALV/AD3XG001_I/05-2018 I • 32 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5

GENERALITÀ
Le valvole di controllo direzione NG10 predisposte per montaggio a piastra con super-
ficie di attacco a norme UNI ISO 4401 - 05 - 04 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-05)
sono utilizzabili in ogni campo per le loro elevate caratteristiche di portata e pressione. 1
L’impiego di solenoidi in bagno d’olio consente una costruzione molto razionale e sicura elimi-
nando completamente le tenute dinamiche. Il cannotto del solenoide è avvitato direttamente
al corpo valvola mentre la bobina è tenuta in posizione da una ghiera di bloccaggio.

CETOP 5/NG10 L’esecuzione accurata dei canali di passaggio e un’ottimizzazione dei cursori permette di
usare portate relativamente elevate con minime cadute di pressione ('p). L'azionamento
CURSORI STANDARD CAP. I • 35 delle valvole direzionali può essere elettrico, pneumatico, oleodinamico, meccanico, a leva.
AD5E... CAP. I • 36
La posizione di centro è ottenuta mediante molle di lunghezza calibrata che, una volta cessata
AD5E...J* CAP. I • 37 l’azione dell’impulso o del comando, riposizionano il cursore in centro o a fine corsa.
AD5E...Q5 CAP. I • 37
I solenoidi costruiti con classe di protezione secondo normativa DIN 40050 possono essere
AD5O... CAP. I • 38 forniti in corrente continua (IP65) o alternata (IP66) in diverse tensioni e frequenze. Tutti i
AD5D... CAP. I • 38 tipi di comandi elettrici possono essere equipaggiati, a richiesta, con diversi tipi di comandi
AD5L... CAP. I • 39 manuali di emergenza.
SOLENOIDI A16 IN DC CAP. I • 40 L’alimentazione elettrica avviene attraverso connettori a norme DIN 43650 ISO 4400, si for-
SOLENOIDI K16 IN AC CAP. I • 40 niscono anche connettori con raddrizzatore incorporato o con spia luminosa.
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 Per i fluidi da impiegare si consigliano olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda
di dotare l’impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10
secondo NAS 1638, ß25t75.

PERDITE DI CARICO
1 2

4
'p (bar)

Nel diagramma a fianco sono rappresentate le


curve delle perdite di carico per i cursori di normale
impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale avente
Q (l/min) viscosità 46 mm2/s a 40° C; le prove sono state
eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi le perdite di carico saranno espresse
dalla relazione che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove'p sarà il valore delle perdite di carico per una determinata portata Q rilevabile dal dia-
gramma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico per la portata Q1 da voi utilizzata.

Tipo di Passaggi Tipo di Passaggi


cursore PoA PoB AoT BoT PoT cursore PoA PoB AoT BoT PoT
01 2 2 5 5 22 4 5
02 3 3 6 6 3 14 3 3 6 6 2
03 2 2 6 6 15 2 2 4 5
04 3 3 4 4 1 16 2 2 4 5
05 3 3 5 5 17 3 3
06 2 2 5 5 19 3 3 4 5
66 2 2 5 5 20 3 3 4 5
07 1 5 21 3 3
10 3 3 5 5 28 3 3 6 6 2
11 4 5
Curve No. Curve No.

VALV/AD5002 _I/09-2014 I • 33 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.1 - COMANDI TAB.2 - MONTAGGI


E Elettrico STANDARD
AD Distributore
1 5 CETOP 5/NG10
D
O
L
Meccanico diretto
Oleo-pneumatico
Leva
C

D
* Comando (tab.1)
E
** Cursori (tabelle Cap. I • 35) TAB.3 - TENSIONI / SPECIFICHE
Tensione
F
* Tipo di montaggio (tab.2) Comando Descrizione Note
Specifica SPECIALI (CON MAGGIORAZIONE)
A 24V/50Hz
* Tensioni / specifiche (tab.3) G
B 48V/50Hz*
Tensioni
** Varianti (tab.4) J 115V/50Hz - 120V/60Hz in AC**
H
Y 230V/50Hz - 240V/60Hz (Dati tecnici
vedi Cap.
2 N°. di serie E 240V/50Hz*
I • 40) I
F 24V/60Hz*
K Senza bobine AC
L
L 12V
M 24V
E M
N 48V*
P 110V*
Tensioni • Il montaggio D riguarda solo
102V* in DC** valvole con detent (aggancio
115Vac/50Hz (Dati tecnici
Z 120Vac/60Hz di tipo meccanico).
vedi Cap.
con raddrizzatore
I • 40) • Per le elettrovalvole con de-
205V* tent (montaggio D) il tempo
230Vac/50Hz
X 240Vac/60Hz di inserzione consentito è
con raddrizzatore massimo di 2 secondi (solo
W Senza bobine DC per tensioni in AC).
D Z standard — • Le molle per la versione con
O Z standard — detent (montaggio D) sono
— diverse da quelle per versioni
Z valvola con asta
L standard
X valvola senza asta —

* Tensioni speciali
** Le tensioni non vengono stampigliate sulle targhette, ma
sono leggibili sulla bobina

TAB.4 - VARIANTI
VARIANTE SIGLA i VEDI PAGINA
Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*) Cap. I • 40
Predisposizione per microinterruttore - solo montaggi E/F/G/H (vedi nota ¡) MS(*) i Cap. I • 36 - Cap. I • 39
Emergenza rotante P2(*) Cap. I • 40
Versione marina (AD.5.O..) H1 i
Predisposizione per microinterruttore + Viton MV i
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.5 mm 5S(*) i Cap. I • 37
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.6 mm 6S(*) i Cap. I • 37
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.7 mm 7S(*) i Cap. I • 37
Controllo velocità spostamento cursore (solo VDC) con grani foro ø 0.8 mm 8S(*) i Cap. I • 37
Con drenaggio esterno camere solenoidi (solo comando elettrico) S5(*) i Cap. I • 37
Microinterruttore + Detent (per comando a leva) MD i
Detent per comando a leva D1 i
Altre varianti disponibili a richiesta.
¡= Contropressione massima ammessa su T: 4 bar - Il microinterruttore tipo AM1107 codice V79000001 può essere ordinato separatamente.
i= Sigle delle varianti stampigliate sulla targhetta

(*) Bobine con connessione Hirschmann fornite senza connettori. I connettori possono essere ordinati separatamente, Cap. I • 20.

VALV/AD5002 _I/09-2014 I • 34 ®
CURSORI STANDARD CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5
DUE SOLENOIDI CENTRAGGIO A MOLLE MONT. C
ATTENZIONE
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore (*) Cursori con maggiorazione

01 + • I cursori tipo 15 / 16 / 17 sono possibili solo nei montaggi E / F


• I cursori tipo 19 / 20 / 21 non sono previsti per elettrovalvole con AD.5.E...J*
1
02 -
• Per le valvole con comando a leva vengono utilizzati cursori completamente
diversi da quelli utilizzati per tutti gli altri comandi.
03 +
Cursori disponibili per questo tipo di valvola vedere AD5L.
04* -

05 + UN SOLENOIDE (LATO B) MONTAGGIO F


Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
66 + cursore

01 +
06 +
02 -
07* +
03 +
08* +
04* -
10* +
05 +
22* +
66 +
11* +
06 +
12* +
08* +
13* +
10* +
14* -
22* +
28* -
12* +

13* +

07* +
UN SOLENOIDE (LATO A) MONTAGGIO E
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito 15 -
cursore
16 +
01 +
17 +
02 -
14* -
03 +
28* -
04* -

05 +

66 +

06 + DUE SOLENOIDI MONTAGGIO D


Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
08* + cursore

19* -
10* +
20* +
12* +
21* +
15 -

16 +

17 +

14* -

28* -

VALV/TCRS005 _I/00-1999 I • 35 ®
AD5E... CONTROLLO DIREZIONE COMANDO ELETTRICO CETOP 5
Pressione max. sulle vie P/A/B 350 bar
Pressione max. sulla via T (in DC) vedi nota (*) 160 bar
Pressione max. sulla via T (in AC) 160 bar

1 Portata max.
Frequenza max. di eccitazione
Inserimento
100 l/min
3 Hz
100% ED
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS
1638 con filtro ß25t75
Peso (versione con una bobina in DC) 4 Kg
Nella variante con microinterrutore (MS) è Peso (versione con due bobine in DC) 5,1 Kg
consentita una pressione max. di 4 bar su T. Peso (versione con una bobina in AC) 3,5 Kg
Peso (versione con due bobine in AC) 4,3 Kg
(*) Pressione dinamica ammessa per 2 milioni di cicli
DIMENSIONI DI INGOMBRO

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M6x40 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

MS

MS = Microinterruttore

Caratteristiche piano
di appoggio

LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)


Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con una tensione inferiore del 10% di quella nominale (*)
e ad una temperatura del fluido di 40°C. Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/s a 40°C.
I valori dei diagrammi sono riferiti a prove eseguite sempre con il flusso d’olio in due direzioni simultaneamente con una contropressione su
T = 2 bar (es. da P in A e nello stesso tempo B in T). (*) Per i solenoidi in corrente alternata 24V/50Hz i limiti di impiego sono stati ottenuti al
100% della tensione nominale.
Nei casi in cui le valvole 4/2 e 4/3 sono utilizzate solo con passaggio in una direzione, i limiti di impiego possono avere variazioni
negative. Tempi di risposta: i valori sono indicativi ed in funzione del circuito idraulico, del fluido utilizzato e della variazione delle grandezze
idrauliche (pressione P, portata Q, temperatura T).
Corrente continua: Eccitazione 60 fino 95 ms. Corrente alternata: Eccitazione 12 fino 30 ms.
Diseccitazione 25 fino 70 ms. Diseccitazione 10 fino 55 ms.
NOTE: I limiti di impiego riportati sono validi per i montaggi C, E, F.

SOLENOIDI IN CORRENTE CONTINUA (DC) SOLENOIDI IN CORRENTE ALTERNATA (AC)

Tipo di Solenoidi
1 6
cursore DC AC
2 01 1 8
02 1 6 8
3
03 2 7
P (bar)

P (bar)

4 04 4 10 7
9
5
05 1 6
06 - 66 3 9 10

14-28 5 11
15 3 10 11
16 1 6
Curve
Q (l/min) Q (l/min)

VALV/AD5E002_I/07-2016 I • 36 ®
AD5E...J* CONTROLLO VELOCITÀ SPOSTAMENTO CURSORE CETOP 5
Valvole tipo AD5.E... con controllo della velocità di spostamento
del cursore. Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar
• È necessario verificare il funzionamento di questa valvola nel Pressione max. sulla via T - vedi nota (*) 250 bar
contesto dell’applicazione. Portata max. 100 l/min
Queste valvole del tipo ON-OFF vengono impiegate quando si richiede
una velocità di spostamento del cursore minore di quella generalmente
presente nell’elettrovalvola tradizionale onde evitare quegli urti che
Frequenza max. di eccitazione
Inserimento
Viscosità fluido
2 Hz
100% ED
10 ÷ 500 mm2/s
1
potrebbero compromettere il buon funzionamento dell’impianto. Il Temperatura del fluido -25°C ÷ 75°C
sistema consiste nel ridurre la sezione di trasferimento del fluido da Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
un solenoide all’altro tramite grani calibrati. Peso con un solenoide in DC 3,6 Kg
Peso con due solenoidi in DC 4,5 Kg
• L’utilizzo di questa versione è possibile solo in corrente
continua (DC) ed inoltre comporta una riduzione dei limiti di (*) Pressione dinamica ammessa per 2 milioni di cicli
impiego. • Per ordinazione valvole versione AD5J* specificare
il codice del grano. • Il funzionamento è legato ad una minima
contropressione sullo scarico (min.1 bar).
Il tempo di commutazione riferito alla corsa del cursore rilevato
con trasduttore LVDT, può variare per la valvola NG10 da un
minimo di 200 a un massimo di 400 ms in funzione di 5 variabili
fondamentali:
1) Diametro dei grani calibrati (vedi tabella); 2) Potenza idraulica
in gioco riferita ai valori di portata e pressione attraverso la
valvola; 3) Tipo di cursore (schema da realizzare); 4) Viscosità
e temperatura dell’olio; 5) Contropressione su T.
• Montaggi possibili: C / E / F / G / H
• Cursori tipo 19 / 20 / 21 non previsti per AD5E...J*

GRANI DISPONIBILI
CON FORI CALIBRATI
ø (mm) M6x6 Sigla
0.5 M89.10.0031 5S (J5+S1)* E = Emergenza manuale
0.6 M89.10.0026 6S (J6+S1)*
0.7 M89.10.0032 7S (J7+S1)* Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano
0.8 M89.10.0033 8S (J8+S1)* M6x40 in materiale min. 8.8 di appoggio
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm
* Codifica precedente IAD5E... J - 02/1999/i

AD5E...Q5 DRENAGGIO ESTERNO CAMERE SOLENOIDI CETOP 5


Valvole tipo AD5.E... con drenaggio esterno camere solenoidi. Pressione max. sulle vie P/A/B/T 320 bar
Pressione max. sulla via L (in DC) - vedi nota (*) 250 bar
Trattasi di valvole con drenaggio camere solenoidi separato dalla linea Pressione max. sulla via L (in AC) 160 bar
T ricavato su interfaccia CETOP 5, contraddistinto da lettera L. La solu- Portata max. 100 l/min
zione consente di operare con una contropressione massima sulla via Frequenza max. di eccitazione 2 Hz
T fino a 320 bar solo utilizzando viti di fissaggio in materiale 12.9 per Inserimento 100% ED
garantire la massima sicurezza del fissaggio dell’elettrovalvola e l’utilizzo Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
di un drenaggio supplementare. L’utilizzo della valvola è possibile sia Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
in corrente continua (DC) che in corrente alternata (AC), ma comporta Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
una riduzione dei limiti di impiego in funzione della pressione sulla via T. Peso con un solenoide in DC 3.6 Kg
• Montaggi possibili: C / D / E / F / G / H / I / L / M Peso con due solenoidi in DC 4,5 Kg
• Base di montaggio BSH531... Peso con un solenoide in AC 3,5 Kg
Peso con due solenoidi in AC 4,3 Kg
(*) Pressione dinamica ammessa per 2 milioni di cicli
DIMENSIONI DI INGOMBRO
IAD5E...Q5 - 02/1999/i

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M6x40 necessariamente in materiale 12.9 Caratteristiche piano
di appoggio
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

VALV/AD5EJ$2_I/04-1999 I • 37 ®
AD5O... COMANDO OLEO-PNEUMATICO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5
Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 160 bar Comando oleodinamico:
Portata max. 100 l/min C/D/E/F/G/H/

1 Pressione min. di pilotaggio 4 + [0,027 x (pt*)] bar - vedi nota I/L/M


Pressione max. di pilotaggio 200 bar Comando pneumatico:
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s I/L/M
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C • Codice di ordinazione
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS Cap. I • 34
1638 con filtro ß25t75
Peso (versione singolo comando) 4,1 Kg
Peso (versione doppio comando) 5,4 Kg (pt*)= Pressione sulla via T
DIMENSIONI DI INGOMBRO

La pressione minima di
pilotaggio è influenzata
dal tipo di cursore, por-
Viti di fissaggio previste UNI 5931 tata e pressione.
M6x40 in materiale min. 8.8 Per consentire al cursore
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm di tornare in posizione
centrale, la pressione di
pilotaggio deve scendere
Caratteristiche piano sotto 2 bar.
di appoggio

IAD5O - 01/1999/i

AD5D... COMANDO MECCANICO DIRETTO CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5/NG10


Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:
Pressione max. sulla via T 20 bar E/F/G/H
Portata max. 100 l/min • Codice di ordinazio-
Forza di azionamento - vedi nota (*) 8 Kg - vedi nota (**) ne Cap. I • 34
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C • Note:
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C (*) In assenza di con-
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo NAS tropressione su T
1638 con filtro ß25t75 (**) 10 Kg con pres-
Peso 3,8 Kg sione su T di 20 bar

DIMENSIONI DI INGOMBRO
Corsa 8 mmm
Extracorsa 2 mm
Corsa di lavoro 4 mm

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M6x40 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

Caratteristiche piano
di appoggio

IAD5D - 02/1999/i

VALV/AD5O002 _I/07-2016 I • 38 ®
AD.5.L... COMANDO A LEVA
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5

Pressione max. sulle vie P/A/B 320 bar • Montaggi possibili:


Pressione max. sulla via T 160 bar C/E/F
Portata max. 100 l/min (con montaggio “F” e
Angolazione leva
Viscosità fluido
Temperatura fluido
2 x 15°
10 ÷ 500 mm2/s
-25°C ÷ 75°C
cursori “15-16-17” la
leva è sul lato “B”)
• Non è previsto il
1
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C montaggio D
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75 • La variante D1
Peso 4,7 Kg specifica la versione
AD5L... Peso variante M1 5,35 Kg con detent (aggancio
meccanico)
CODICE DI ORDINAZIONE CAP. I • 34
CURSORI STANDARD CAP. I • 35 • Per queste valvole (comando a leva) vengono utilizza- • Le molle per la ver-
ti cursori completamente diversi da quelli utilizzati per sione con detent (va-
tutti gli altri comandi (esempio comando elettrico, meccanico..) riante D1 sono diver-
se da quelle standard
• Cursori disponibili: 01 / 02 / 03 / 04 / 05 / 06 / 66 / 07 / 22 / 13 / 15 /
16 / 17 (schemi idraulici Cap. I • 35)
• Il microinterruttore tipo AM1107 codice V79000001 può essere
ordinato separatamente.

DIMENSIONI DI INGOMBRO

M1
M1 = Microinterruttore

Lato A Lato B
Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano
M6x40 in materiale min. 8.8 di appoggio
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

VALV/AD5L002 _I/03-2015 I • 39 ®
SOLENOIDI A16 IN DC PER CETOP 5
Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 65
Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione ±10%

1 Temperatura ambiente
Inserimento
Classe di isolamento filo
-30°C ÷ 60°C
100% ED
H
Peso 0,9 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. RESISTENZA A 20°C ** La direttiva CE per la bassa tensione si
POTENZA NOMIN. (W)
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) (OHM) ±7% applica al materiale elettrico destinato ad
12V 106°C 45 3.2 essere adoperato ad una tensione nominale
24V 113°C 45 12.4 compresa tra 50 e 1000 VAC e fra i 75 e i
48V* - 45 - 1500 VDC. Per il rispetto della direttiva oc-
corre che in ogni parte del supporto o del
102V(*)(**) - 45 -
blocco su cui è montata questa elettroval-
110V(*)(**) 118°C 45 268 vola la resistenza del collegamento di prote-
205V(*)(**) - 45 - zione verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.
* Tensioni speciali

EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MANUALE SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
MANUALE CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)

SOLENOIDI K16 IN AC PER CETOP 5

Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 66


Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione +10% / -10%
Temperatura ambiente -54°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED
Pressione statica max. 210 bar
Classe di isolamento filo H
Peso 0,8 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA ASSORBIMENTO RESISTENZA A 20°C ** La direttiva CE per la bassa tensione si
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) NOMIN. (VA) ALLO SPUNTO(VA) (OHM) ±10% applica al materiale elettrico destinato
24V/50Hz 134°C 124 454 0.56 ad essere adoperato ad una tensione
24V/60Hz* 115°C 103.5 440 0.55 nominale compresa tra 50 e 1000 VAC
e fra i 75 e i 1500 VDC. Per il rispetto
48V/50Hz* 134°C 113 453 2.10 della direttiva occorre che in ogni parte
115V/50Hz-120V/60Hz(*)(**) 121°C - 138°C 121-101 471-487 10.8 del supporto o del blocco su cui è
230V/50Hz-240V/60Hz(*)(**) 121°C - 138°C 120-101 478-485 43.0 montata questa elettrovalvola la resi-
240V/50Hz(*)(**) 134°C 120 456 47.39 stenza del collegamento di protezione
* Tensioni speciali verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MANUALE SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
MANUALE CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)

VALV/TA16K16 _I/06-2013 I • 40 ®
CONTROLLO DIREZIONE CETOP 5
ELETTROVALVOLE AD ALTE PRESTAZIONI
Le valvole di controllo direzione NG10 sono predisposte per montaggio a piastra con superficie
di attacco a norme UNI ISO 4401 - 05 - 04 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-05).
L’impiego di solenoidi in bagno d’olio consente una costruzione molto sicura eliminando com-
pletamente le tenute dinamiche; il tubo del solenoide è avvitato direttamente al corpo valvola
mentre la bobina è tenuta in posizione da una ghiera di bloccaggio. Lo studio e l’esecuzione
accurata dei canali di passaggio e un’ottimizzazione dei cursori permette il passaggio di portate
tra le più elevate della sua dimensione con minime cadute di pressione ('p).
1
ADP5E...
L’azionamento delle valvole direzionali è elettrico. La posizione di centro è ottenuta mediante
SOLENOIDI D19 IN DC CAP. I • 43
molle di lunghezza calibrata che una volta cessata l’azione dell’impulso riposizionano imme-
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 diatamente il cursore nella posizione di equilibrio. I solenoidi costruiti con classe di protezione
IP66 secondo normativa BS 5490 possono essere forniti in corrente continua in diverse
tensioni. I comandi elettrici sono equipaggiati di un comando manuale di emergenza inserito
nel tubo. La valvola ADP.5.E.. ha alcune peculiarità costruttive che le permettono di “gestire”
una potenza idraulica pari a Q = 120 l/min con una P = 320 bar, mantenendo un notevole
margine di sicurezza. Queste peculiarità si possono così riassumere:
- Solenoide D19 con ottimo rapporto fra potenza assorbita e forza magnetica (42W)
- Diametro del cursore 18 mm, con geometria studiata ed ottimizzata per compensare le
forze di flusso
- Corpo valvola in ghisa a grafite compatta ad alta resistenza meccanica
- Differenti molle, ottimizzate in funzione dello schema realizzato dal cursore
L’alimentazione elettrica avviene attraverso connettori a norme DIN 43650 ISO 4400; si for-
niscono anche connettori con raddrizzatore incorporato o con spia luminosa.
Per i fluidi da impiegare si consigliano olii minerali idraulici secondo DIN 51524 e si raccomanda
di dotare l’impianto di un filtro che assicuri un livello di contaminazione massimo classe 10
secondo NAS 1638, ß25t75.
Per altri fluidi si prega di contattare il nostro servizio tecnico.
Il solenoide è fornito solo in corrente continua (DC)

Tipo di Passaggi
PERDITE DI CARICO
1 2 Nel diagramma a fianco sono rappresentate cursore PoA PoB AoT BoT PoT
3
le curve delle perdite di carico per i cursori di 01 4 4 7 7
4 normale impiego. 02 6 6 8 8 7
5
6
Il fluido impiegato è un olio minerale avente 03 3 3 8 8
viscosità 46 mm2/s a 40° C; le prove sono state 04 4 4 2 2 3
7 eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C. 05 6 6 6 6
'p (bar)

Per portate superiori a quelle riportate nei dia- 66 4 4 8 7


8
grammi le perdite di carico saranno espresse 06 4 4 7 8
dalla relazione che segue: 14 6 4 8 6 2
'p1 = 'p x (Q1/Q)2 15-19 2 2 5 5
dove 'p sarà il valore delle perdite di carico per 16-20 1 1 2 2
una determinata portata Q rilevabile dal diagram- 28 4 6 6 8 2
ma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico per
la portata Q1 da voi utilizzata. Curve No.
Q (l/min)

TAB.1 - MONTAGGI
CODICE DI ORDINAZIONE
C
ADP Distributore alte prestazioni
E

5 CETOP 5/NG10 F
TAB.3 - VARIANTI
E Comando elettrico VARIANTE SIGLA D*
Nessuna variante (senza connettore) S1(*)
** Cursori (vedi a seguito) Viton SV(*) (*) Elettrovalvola con detent
Emergenza rotante P2(*)
* Montaggio (tab.1) Controllo velocità spostamento
cursore regolabile 4S(*) TAB.2 - COMANDO TIPO E
* Tensione (tab.2) Con drenaggio esterno camere TENSIONI IN DC**
solenoidi (Y) S5(*) L 12V 115Vac/50Hz
Controllo velocità spostamento cursore M 24V 120Vac/60Hz
** Varianti (tab.3)
(solo VDC) con grani foro ø 0.5 mm 5S(*) N 48V* con raddrizzatore
Controllo velocità spostamento cursore P 110V* 230Vac/50Hz
1 N° di serie (solo VDC) con grani foro ø 0.8 mm 8S(*) Z 102V* 240Vac/60Hz
X 205V* con raddrizzatore
Altre varianti disponibili a richiesta.
W Senza bobine DC
(*) Bobine con connessione Hirschmann fornite Le tensioni non vengono stampigliate sulle targhette,
senza connettori. I connettori possono essere ma sono leggibili sulla bobina
ordinati separatamente, Cap. I • 20.
* Tensioni speciali
** Dati tecnici vedi Cap. I • 43

VALV/ADP5E001 _I/12-2017 I • 41 ®
ADP5E... ALTE PRESTAZIONI CON COMANDO ELETTRICO CETOP 5

CURSORI STANDARD * CURSORI CON MAGGIORAZIONE


DUE SOLENOIDI CENTRAGGIO A MOLLE MONT. C
1 Tipo di
cursore
Ricoprimento Posizione di transito

01 +

02 -

03 -

04* -

05 -

66 -
DUE SOLENOIDI MONTAGGIO D
Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
06 -
cursore

14* - 19* -

28* - 20* +

UN SOLENOIDE (LATO A) MONTAGGIO E UN SOLENOIDE (LATO B) MONTAGGIO F


Tipo di Ricoprimento Posizione di transito Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
cursore cursore

01 + 01 +

02 - 02 -

03 - 03 -

04* - 04* -

05 - 05 -

66 - 66 -

06 - 06 -

14* - 14* -

15 - 15 -

16 + 16 +

28* - 28* -

LIMITI DI IMPIEGO (MONTAGGI C-E-F)


Tipo di n° Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con
cursore curva
una tensione inferiore del 10% di quella nominale e con una
1
01 1 temperatura del fluido di 50°C.
4
02 1 Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di
2
03 2 46 mm2/s a 40°C.
04 1
P (bar)

05 1 I valori dei diagrammi sono riferiti a prove eseguite con il flusso


3 d’olio in due direzioni simultaneamente (es. da P in A e nello
66 1
06 1 stesso tempo B in T).
14 3 Nei casi in cui le valvole 4/2 e 4/3 sono utilizzate solo con
15 1 passaggio in una direzione, i limiti di impiego possono avere
16 1 variazioni negative. Le prove sono state eseguite con 2 bar di
28 3 contropressione su T.
Q (l/min) 19 4
20 4 NOTA: I limiti di impiego riportati sono validi per i montaggi
C, E, F.

VALV/ADP5E001 _I/12-2017 I • 42 ®
ADP5E... ALTE PRESTAZIONI CON COMANDO ELETTRICO CETOP 5
Variante 4S - Queste valvole del tipo ON-OFF vengono impiegate quan- Pressione max. sulle vie P/A/B 350 bar
do si richiede una velocità di spostamento del cursore minore di quella Pressione max. sulla via T, vedi nota sotto (*) 250 bar
generalmente presente nell’elettrovalvola tradizionale onde evitare urti Portata max. 120 l/min

1
che potrebbero compromettere il buon funzionamento dell’impianto. Il Frequenza max. di eccitazione 3 Hz
sistema consiste nell’obbligare il fluido a passare attraverso il gioco tra vite Inserimento 100% ED
e madrevite del filetto M8x1, restringendo quindi la sezione di passaggio Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
tra le 2 camere dei solenoidi. Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
L’utilizzo di questa variante può comportare una riduzione dei limiti di Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
impiego in funzione del cursore utilizzato fino al bloccaggio completo Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
della commutazione stessa. Il funzionamento è legato ad una minima NAS 1638 con filtro ß25t75
contropressione sullo scarico (min.1 bar). Il tempo di commutazione Peso con un solenoide in DC 5 Kg
riferito alla corsa del cursore è influenzato da variabili fondamentali: po- Peso con due solenoidi in DC 6,5 Kg
tenza idraulica in gioco riferita ai valori di portata e pressione attraverso (*) Per pressione dinamica valore ammesso fino a 2 milioni di cicli
la valvola; tipo di cursore (schema da realizzare); viscosità e temperatura
dell’olio; contropressione su T. Per pressione sulla via T in generale, valore valido in caso di Y
bloccato (senza drenaggio esterno). In configurazione standard il
drenaggio esterno Y è bloccato mediante vite S.T.E.I M6x6 UNI 5923

Variante S5 - Trattasi di valvole con drenaggio camere solenoidi separato dalla linea T ricavato su interfaccia CETOP R05 e contraddistinto
dalla lettera Y. Questa soluzione consente di operare con una contropressione massima sulla via T fino a 320 bar utilizzando solo viti
di fissaggio in materiale 12.9 per garantire la massima sicurezza del fissaggio dell’elettrovalvola e l’utilizzo di un drenaggio supplementare.

E = Emergenza manuale
GSQ = Guarnizione a sezione quadrata

Caratteristiche piano
di appoggio
Viti di fissaggio previste UNI 5931 M6x40 in materiale 12.9
Forza di serraggio 8 ÷ 10 Nm / 0.8 ÷ 1 Kgm

SOLENOIDI D19 IN CORRENTE CONTINUA


Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 66
Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione ±10%
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED
Pressione statica max. 210 bar
Classe di isolamento filo H
Peso 1,63 Kg
EMERGENZA ROTANTE
SENZA CONNETTORE (P2) RESISTENZA A ** La direttiva CE per la bassa
TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA tensione si applica al materiale
CON CONNETTORE (P1) 20°C (OHM)
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) NOMIN. (W) elettrico destinato ad essere
±10%
adoperato ad una tensione no-
12V 105°C 42 3.43
minale compresa tra 50 e 1000
24V 105°C 42 13.71 VAC e fra i 75 e i 1500 VDC. Per
48V* 105°C 42 55 il rispetto della direttiva occorre
102V(*)(**) 105°C 42 248 che in ogni parte del supporto o
del blocco su cui è montata questa
110V(*)(**) 105°C 42 288
elettrovalvola la resistenza del
205V(*)(**) 105°C 42 1000 collegamento di protezione verso
* Tensioni speciali terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

VALV/ADP5E001 _I/12-2017 I • 43 ®
ADP.5.V... CON SENSORE
DI POSIZIONE L.V.D.T. CETOP 5
Le valvole di controllo direzione Pressione max. sulle vie P/A/B 350 bar
NG10 sono predisposte per montag- Pressione max. sulla via T, vedi nota (*) 250 bar
gio a piastra con superficie di attacco Portata max. 120 l/min

1
a norme UNI ISO 4401 - 05 - 04 - 0 Frequenza max. di eccitazione 3 Hz
- 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-05). Inserimento 100% ED
La valvola direzionale tipo AD5V Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
ADP5V... viene utilizzata in applicazioni nelle Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
quali è necessaria la monitoriz- Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
SOLENOIDI D19 IN DC CAP. I • 44
zazione della posizione “attuale” Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 NAS 1638 con filtro ß25t75
della valvola per la gestione dei cicli
L.V.D.T. CAP. I • 22 di sicurezza macchina imposti dalla Tipo di protezione IP 66
legislazione in merito alla prevenzio- (in relazione al connettore usato)
ne anti-infortunistica. Peso 6,2 Kg

Equipaggiata di sensore di prossimi- (*) Per pressione dinamica valore ammesso fino a 2
tà induttivo collocato orizzontalmen- milioni di cicli
te dalla parte opposta al magnete, è
in grado di rilevare la prima apertura che abilita il passaggio della minima portata.
La valvola, in funzione della collocazione all’interno di un sistema di sicurezza, provvede ad
intercettare movimenti pericolosi sia per l’integrità dell’operatore che della macchina stessa.

PERDITE DI CARICO
1 2 Tipo di Passaggi
Nel diagramma a fianco sono rappresentate le
3 curve delle perdite di carico per i cursori di normale cursore PoA PoB AoT BoT PoT
impiego. 01 3 3 5 5
4 Il fluido impiegato è un olio minerale avente viscosità 02 4 4 6 6 5
46 mm2/s a 40° C; le prove sono state eseguite ad 66 3 3 6 5
5
'p (bar)

una temperatura del fluido di 40°C. 06 3 3 5 6


6 Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi 16 1 1 2 2
le perdite di carico saranno espresse dalla relazione Curve No.
che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove'p sarà il valore delle perdite di carico per una
determinata portata Q rilevabile dal diagramma, 'p1
sarà il valore delle perdite di carico per la portata
Q (l/min) Q1 da voi utilizzata.

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.2 - TENSIONI IN DC** TAB1 - CURSORI STANDARD PER ADP5V
L 12V MONTAGGI POSSIBILI E / F
ADP Distributore alte prestazioni
M 24V 115Vac/50Hz Tipo di Ricoprimento Posizione di transito
N 48V* 120Vac/60Hz cursore
con raddrizzatore
P 110V*
5 CETOP 5/NG10 01E +
Z 102V* 230Vac/50Hz
X 205V* 240Vac/60Hz 01F +
con raddrizzatore
V Comando elettrico a W Without DC coils
02E -
singolo solenoide con and connectors
sensore di posizione L.V.D.T. Le tensioni non vengono stampigliate sulle 02F -
targhette, ma sono leggibili sulla bobina
66E -
*** Cursori e tipo di * Tensioni speciali
** Dati tecnici vedi Cap. I • 45 06F -
montaggio (tab.1)
16E +
* Tensione (tab.2) 16F +
32E +
** Varianti (tab.3)

1 N° di serie
TAB.3 - VARIANTI
VARIANTE SIGLA
Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
Marchio registrato in riferimento Emergenza rotante P2(*)
alle Norme europee sulla compatibilità Elettrovalvola senza connettore LVDT S3
elettromagnetica: Elettrov. senza connettori (bobine e LVDT) S4
- EN50082-2 Normativa generica Con drenaggio esterno camere
sull’immunità - ambiente industriale solenoidi (Y) S5(*)
- EN50081-1 Normativa generica Altre varianti disponibili a richiesta.
sull’emissione - ambiente residenziale
(*) Bobine con connessione Hirschmann fornite sen-
za connettori. I connettori possono essere ordinati
separatamente, Cap. I • 20.

VALV/ADP5V001_I/13-2017 I • 44 ®
ADP5V... CON SENSORE DI POSIZIONE L.V.D.T. CETOP 5

DIMENSIONI DI INGOMBRO

E = Emergenza manuale
GSQ = Guarnizione a sezione quadrata
N°4 GSQ Q25981014 / OR 2 -014/90 1

6,
5
T T

42
E
46

69
=
A B
Y
P
ISO4401-05 54
(CETOP5) GSQ Q25981 012 / OR 2-012/90
= =
72
43,5
39

30

107 106 99,5


Viti di fissaggio previste UNI 5931 312,5
M6x40 in materiale 12.9
Caratteristiche piano
Forza di serraggio 8 ÷ 10 Nm / 0.8 ÷ 1 Kgm di appoggio

SOLENOIDI D19 IN CORRENTE CONTINUA


Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 66
Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione ±10%
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED
Pressione statica max. 210 bar
Classe di isolamento filo H
Peso 1,63 Kg
EMERGENZA ROTANTE
SENZA CONNETTORE (P2) RESISTENZA A ** La direttiva CE per la bassa
TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA
CON CONNETTORE (P1) 20°C (OHM) tensione si applica al materiale
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) NOMIN. (W)
±10% elettrico destinato ad essere
12V 105°C 42 3.43 adoperato ad una tensione no-
minale compresa tra 50 e 1000
24V 105°C 42 13.71 VAC e fra i 75 e i 1500 VDC. Per il
48V* 105°C 42 55 rispetto della direttiva occorre che
102V(*)(**) 105°C 42 248 in ogni parte del supporto o del
110V * **
( )( )
105°C 42 288 blocco su cui è montata questa
elettrovalvola la resistenza del
205V(*)(**) 105°C 42 1000 collegamento di protezione verso
* Tensioni speciali terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

VALV/ADP5V001_I/13-2017 I • 45 ®
AD3I... VALVOLE DI INVERSIONE AUTOMATICA AD
ANNULLAMENTO DELLA PORTATA CETOP 3

Questo tipo di invertitore con su- Pressione max. sulla via P 320 bar
perficie di attacco a norme UNI ISO Portata max. 30 l/min
4401 - 03 - 02 - 0 - 94 (ex CETOP Portata minima ammessa 3 l/min

1 R 35 H 4.2-4-03), basa il suo fun-


zionamento sullo sbilanciamento
di pressione che si crea all’interno
Viscosità fluido
Temperatura fluido
20 ÷ 200 mm2/s
-20°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max.(*) classe 10 secondo
dello stesso a causa del passaggio NAS 1638 con filtro ß25t75
della portata. Forza d’azionamento posizionatore 130 N
(rilevata con 1 bar su T)
Alla partenza dell’impianto la val- Peso versione senza posizionatore 0,95 Kg
AD3I... vola assume sempre una posizione Peso versione con posizionatore 1 Kg
preferenziale con configurazione
PoB e AoT. (*) Per un corretto funzionamento della valvola è
necessario rispettare il livello di contaminazione max.
Quando sul cilindro si verifica una pressione tale da superare il valore di taratura della valvola
di massima dell’impianto, (es. fine corsa attuatore), si crea uno sbilanciamento idraulico tale
da commutare la valvola invertendo il senso di marcia del cilindro.

CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLO IDRAULICO


AD Distributore

3 CETOP 3/NG06

I Inversione automatica ad
annullamento della portata

* (1) P = Versione con posizionatore


per regolazione della valvola PERDITE DI CARICO
di max. dell’impianto
B oT
** 00 = Nessuna variante P oB
V1 = Viton P oA

1 N° di serie A oT
'p (bar)

(1) Omettere se non è richiesto il posizionatore

Prove eseguite con olio minerale alla tem-


peratura di 40°C con viscosità di 46 mm2/s. Q (l/min)

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Con posizionatore (P) Senza posizionatore

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M5x40 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm
Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AD3I001_I/04-2014 I • 46 ®
AD3RI... VALVOLE AD INVERSIONE AUTOMATICA
A COMANDO IDRAULICO CETOP 3
Questo tipo di valvole sono caratte- Pressione max.di esercizio 320 bar
rizzate da un funzionamento comple- Pressione max. sulla via T 160 bar
tamente oleodinamico che, sfruttando Pressione minima consigliata 15 bar
la salita di pressione dell’impianto,
realizzano una inversione automatica
e continua dell’utilizzo. La commuta-
Portata max.
Portata minima
Campi di regolazione: Molla 1
25 l/min
2 l/min
15 ÷ 50 bar
1
zione avviene quando la pressione del Molla 2 20 ÷ 140 bar
sistema supera la pressione di taratura Molla 3 50 ÷ 320 bar
AD3RI... delle valvole di inversione e pertanto Viscosità fluido 10 ÷ 60 mm2/s
anche in posizioni non predeterminate. Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
Occorre regolare la valvola di massima Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
pressione generale, a fine corsa del NAS 1638 con filtro ß25t75
cilindro, al 30% superiore di quella Peso 2,3 Kg
di esercizio.

La pressione di taratura delle valvole


CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLO IDRAULICO
sull’invertitore, deve essere inferiore
del 15% della pressione della valvola
AD Distributore di massima generale, e superiore
del 15% alla pressione massima di
3 CETOP 3/NG06 esercizio.

RI Inversione automatica Nota: per l’azionamento dell’emergen-


za manuale occorre una pressione
a comando idraulico
minima di 3 bar sull’attuatore.

211 Schema

Z Nessuna tensione
PERDITE DI CARICO
* Campi di regolazione:
1 = 15 ÷ 50 bar A oT
B oT
2 = 20 ÷ 140 bar
3 = 50 ÷ 320 bar

** 00 = Nessuna variante
'p (bar)

V1 = Viton P oA
P oB
3 N° di serie

Prove eseguite con olio minerale alla tem-


peratura di 40°C con viscosità di 46 mm2/s. Q (l/min)

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano


M5x40 in materiale min. 8.8 di appoggio
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/AD5I001_I/05-1999 I • 47 ®
AD5I... VALVOLE DI INVERSIONE AUTOMATICA AD
ANNULLAMENTO DELLA PORTATA CETOP 5
Questo tipo di invertitore con superfi- Pressione max. sulla via P 320 bar
cie di attacco a norme UNI ISO 4401 Portata max. 100 l/min
- 05 - 04 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 Portata minima ammessa 10 l/min

1
H 4.2-4-05), basa il suo funzionamen- Viscosità fluido 32 ÷ 60 mm2/s
to sullo sbilanciamento di pressione Temperatura fluido -20°C ÷ 60°C
che si crea all'interno dello stesso a Livello di contaminazione max.(*) classe 10 secondo
causa del passaggio della portata. NAS 1638 con filtro ß25t75
Forza d’azionamento posizionatore 190 N
Alla partenza dell'impianto la valvola (rilevata con 1 bar su T)
assume sempre una posizione pre- Peso versione senza posizionatore 3,4 Kg
AD5I... ferenziale con configurazione P o Peso versione con posizionatore 3,6 Kg
B e A o T.
(*) Per un corretto funzionamento della valvola è
Quando sul cilindro si verifica una necessario rispettare il livello di contaminazione max.
pressione tale da superare il valore
di taratura della valvola di massima
dell'impianto, (es. fine corsa attua-
tore), si crea uno sbilanciamento
CODICE DI ORDINAZIONE idraulico tale da commutare la val-
vola invertendo il senso di marcia
AD Distributore del cilindro.

5 CETOP 5/NG10
AD.5.I.P.2T.1 PER SISTEMA RIGENERATIVO
I Inversione automatica ad
annullamento della portata

P Versione con posizionatore per


regolazione della valvola di max. dell’impianto

** 00 = Nessuna
variante
V1 = Viton PERDITE DI CARICO
2T = Variante per
sistema rigenerativo
B oT

1 N° di serie
P oB
'p (bar)

P oA

A oT
Variante AD5IP2T1 integrata in un sistema rigenerativo per compat-
tatori scarrabili, soluzione utile per tutte quelle applicazione dove non
Prove eseguite con olio minerale è possibile inserire microinterrutori di prossimità. Per informazioni
alla temperatura di 40°C con vi- tecniche sui sistemi rigenerativi contattare il nostro servizio tecnico.
scosità di 46 mm2/s. Q (l/min) Per informazioni sulla base speciale con circuito rigenerativo vedi
Cap. X • 8 - "BS5RIA".

GSQ = Guarnizione a sezione quadrata

Viti di fissaggio previste UNI 5931


M6x40 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm
Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AD3RI003 _I/02-1999 I • 48 ®
AD5RI... VALVOLE AD INVERSIONE AUTOMATICA
A COMANDO IDRAULICO CETOP 5
Questo tipo di valvole sono caratte- Pressione max.di esercizio 320 bar
rizzate da un funzionamento comple- Pressione max. sulla via T 160 bar
tamente oleodinamico che, sfruttando Pressione minima consigliata 15 bar

1
la salita di pressione dell’impianto, Portata max. 70 l/min
realizzano una inversione automatica Portata minima 6 l/min
e continua dell’utilizzo. La commuta- Campi di regolazione: Molla 1 15 ÷ 50 bar
zione avviene quando la pressione del Molla 2 20 ÷ 140 bar
sistema supera la pressione di taratura Molla 3 50 ÷ 320 bar
AD5RI... delle valvole di inversione e pertanto Viscosità fluido 10 ÷ 60 mm2/s
anche in posizioni non predeterminate. Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
Occorre regolare la valvola di massima Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
pressione generale, a fine corsa del NAS 1638 con filtro ß25t75
cilindro, al 30% superiore di quella Peso 5,4 Kg
di esercizio.
La pressione di taratura delle valvole
CODICE DI ORDINAZIONE sull’invertitore, deve essere inferiore
SIMBOLO IDRAULICO
del 15% della pressione della valvola
AD Distributore di massima generale, e superiore
del 15% alla pressione massima di
esercizio.
5 CETOP 5/NG10
Nota: per l’azionamento dell’emergen-
RI Inversione automatica za manuale occorre una pressione
a comando idraulico minima di 3 bar sull’attuatore.

211 Schema

Z Nessuna tensione

* Campi di regolazione: PERDITE DI CARICO


1 = 15 ÷ 50 bar PoA
2 = 20 ÷ 140 bar P oB
3 = 50 ÷ 320 bar

** 00 = Nessuna variante A oT


'p (bar)

V1 = Viton B oT

3 N° di serie

Prove eseguite con olio minerale alla tem-


peratura di 40°C con viscosità di 46 mm2/s. Q (l/min)

E = Emergenza manuale

Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano


M6x40 in materiale min. 8.8 di appoggio
Forza di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

VALV/AD5RI003 _I/03-1999 I • 49 ®
ADPH5... VALVOLE PILOTATE CETOP 5/NG10
CON STADIO PILOTA CETOP 2/NG04
I distributori ADPH.5 sono realizzati per interrompere,
inserire e deviare il flusso in un sistema idraulico. SIMBOLO IDRAULICO
Sono costituiti da uno stadio principale attraversato dalla

1
portata del circuito (la valvola pilotata ADPH5) e da uno
stadio pilota disponibile in diverse versioni ( la valvola
controllo direzione AD2E...).
Per ottenere la versione ad alta dinamica occorre mon-
tare l'elettrovalvola AD2E****FF2, che consente tempi di
risposta rapidi, grazie all’adozione di magneti veloci (per
ADPH5... ulteriori informazioni contattare il nostro servizio tecnico.
CURSORI STANDARD PER ADPH5 CAP. I • 51
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 52 CODICE DI ORDINAZIONE
CETOP 2/NG04 CAP. I • 2
ADPH Valvola pilotata
AD2E... CAP. I • 4
Le valvole di pilotaggio AD2E...
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 4 sono da ordinare separatamente
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
5 CETOP 5/NG10

** Cursore (pagina successiva)

* Montaggio (pagina successiva)


Grano su P standard: ‡ 1mm TAB.2 - DISPOSIZIONE TAPPO
Pilotaggio interno
* Disposizione e tipo di grano Drenaggio interno (I)
su valvola Cetop 2 (Tab.1)
0 = nessuno
A / B / C / D / E / F / G = grano in A
H / I / L / M / N / P / Q = grano in B

* Tipo di drenaggio (Tab.2)


I = pilotaggio interno
drenaggio interno
E = pilotaggio interno
drenaggio esterno
X = pilotaggio esterno
drenaggio interno
(corpo speciale)
Pilotaggio interno
00 Nessuna variante Drenaggio esterno (E)

1 N° di serie

TAB.1 - CODICE PER GRANO


Grano in A Grano in B Ø (mm)
0 0 —
A H 0,5
B I 0,6
C L 0,7 Pilotaggio esterno
D M 0,8 Drenaggio interno (X)
E N 0,9
F P 1,0
G Q 1,2

VALV/ADPH5001_I/03-1999 I • 50 ®
CURSORI STANDARD PER VALVOLE PILOTATE ADPH5 - CETOP 5/NG10

MONTAGGI / SCHEMI E CURSORI (* CURSORI CON MAGGIORAZIONE)

MONTAGGIO “A” MONTAGGIO “B”


Pilota
Pilotata
AD.2.E.03.E...
ADPH.5.**.A...
Pilota
Pilotata
AD.2.E.03.F...
ADPH.5.**.B... 1
Schema Schema

Tipo di Ricoprimento Posizione di transto Tipo di Ricoprimento Posizione di transito


cursore cursore

01 + 01 +

02 - 02 -

03 - 03 -

04* - 04* -

06 + 06 +

15 - 15 -

16 + 16 +

MONTAGGIO “C”
PERDITE DI CARICO
Pilota AD.2.E.03.C... 1 2
Pilotata ADPH.5.**.C... 3

4
5
6

Schema
'p (bar)

Tipo di Ricoprimento Posizione di transito


cursore

01 +
Q (l/min)
02 - Nel diagramma sono rappresentate le curve delle perdite di carico per i
cursori di normale impiego. Il fluido impiegato è un olio minerale avente
viscosità 46 mm2/s a 40° C;
03 -
le prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
Per portate superiori a quelle riportate nei diagrammi le perdite di carico
04* - saranno espresse dalla relazione che segue:
'p1 = 'p x (Q1/Q)2
dove'p sarà il valore delle perdite di carico per una determinata portata
06 + Q rilevabile dal diagramma, 'p1 sarà il valore delle perdite di carico
per la portata Q1 da voi utilizzata.
Tipo di Passaggi
cursore PoA PoB AoT BoT PoT
01 4 4 7 7
02 6 6 8 8 7
03 3 3 8 8
04 4 4 2 2 3
06 4 4 7 8
15 2 2 5 5
16 1 1 2 2
Curve No.

VALV/ADPH5001_I/03-1999 I • 51 ®
ADPH5 VALVOLE PILOTATE CETOP 5/NG10 CON STADIO PILOTA CETOP 2/NG04

CARATTERISTICHE TECNICHE RITEGNO ESTERNO SU P (CURSORI CENTRO APERTO)


Pressione max. di esercizio sulle vie P/A/B 250 bar

1 Pressione max. su T (dinamica - versione drenaggio interno)


Pressione max. di pilotaggio
Pressione minima di pilotaggio
70 bar
250 bar
10 bar
Portata max. 120 l/min
Tempi di inserzione (vedi nota sotto*) Eccitazione: 20 ms
Diseccitazione: 50 ms
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione 1 cm3
Fluido idraulico olii minerali DIN 51524
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75
Montaggio a piastra Nel caso di impiego cursori normalmente a scarico, si ricorda
Peso ADPH5 senza valvola pilota 3,4 Kg che la minima pressione di commutazione dovuta alle molle di
Peso ADPH5 con valv. pilota 1 solenoide 4,3 Kg contrasto, risulta uguale a circa 10 bar (vedi “Caratteristiche
Peso ADPH5 con valv. pilota 2 solenoidi 4,5 Kg tecniche valvola pilota”).
Occorre quindi inserire sulla via P una valvola di non ritorno,
come rappresentato nello schema idraulico sopra.
(*) Le prove sono state eseguite con valvola pilota AD2E variante FF (magneti
veloci), montaggio “C”, cursore tipo 03, Portata 100 l/min, pressione su P 160 bar,
contropressione su T circa 2 bar e temperatura olio 40°C.

DIMENSIONI DI INGOMBRO E SUPERFICIE DI MONTAGGIO

Superficie di montaggio

1 Elettrovalvola pilota
Cetop 2/NG04 tipo AD.2.E...FF
Viti di fissaggio previste UNI 5931
2 Grani calibrati
M6x40 in materiale 12.9
3 Valvola pilotata ADPH.5 Coppia di serraggio 8 ÷ 10 N / 0,8 ÷ 1 Kgm

VALV/ADPH5001 _I/03-1999 I • 52 ®
ADH5... CETOP 5/NG10
VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2
I distributori tipo ADH5.. sono realizzati per interrompere, inserire, deviare il flusso in un siste-
ma idraulico. Normalmente i distributori sono costituiti da uno stadio principale attraversato
dalla portata del circuito e da uno stadio pilota CETOP 3/NG06 disponibile in diverse versioni.
Per ottimizzare il funzionamento del sistema idraulico nel quale viene inserita la valvola, sono
disponibili controlli tipo limitazione corsa, regolazione velocità spostamento cursore principale,
singoli o composti ottenibili dalla combinazione degli stessi.
Nel caso di impiego cursori normalmente a scarico, ricordare che la minima pressione di
1
commutazione dovuta alle molle di contrasto, risulta uguale circa 7 bar occorre quindi inserire
sulla via P una valvola di non ritorno.

ADH5...
CURSORI STANDARD PER ADH5 CAP. I • 54 • Superficie di montaggio secondo UNI ISO 4401 - 05 - 05 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-05).
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 55 • Esecuzione a cursore ad azione pilotata, con azionamento elettromagnetico
• Limitazione corsa del cursore principale
BSH5... CAP. I • 56
• Possibilità di montaggio valvola riduttrice di pressione
CMP30... CATALOGO CARTUCCE • Possibilità di montaggio regolatore di portata unidirezionale
CETOP 3/NG06 CAP. I • 8
CURSORI STANDARD PER AD.3.E CAP. I • 10
AD3E... CAP. I • 11
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19
SOLENOIDI B14 IN AC CAP. I • 19 DISPOSIZIONE GRANI E SIMBOLI DI PILOTAGGIO/DRENAGGIO
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 Grani impiegati: pilotaggio e drenaggio M5x6

ADH.5...I
Pilotaggio X interno
Drenaggio Y interno
CODICE DI ORDINAZIONE
ADH Valvola pilotata
Le valvole pilota ed eventuali
valvole modulari sono da
ordinare separatamente

5 CETOP 5/NG10

* Montaggio (pagina successiva)


ADH.5...IE
Pilotaggio X interno
** Cursore (pagina successiva) Drenaggio Y esterno

* Pilotaggio e drenaggio
I = X interno / Y interno
IE = X interno / Y esterno
EI = X esterno / Y interno
E = X esterno / Y esterno
Vedi tabella a fianco

** 00 = Nessuna variante
LC = Limitatore di corsa ADH.5...EI
cursore principale Pilotaggio X esterno
Drenaggio Y interno
1 N° di serie

RITEGNO ESTERNO SU P

ADH.5...E
Pilotaggio X esterno
Drenaggio Y esterno

VALV/ADH5001_I/05-2010 I • 53 ®
ADH5... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 5/NG10
Tipo di Passaggi
PERDITE DI CARICO
1 2
cursore PoA PoB AoT BoT PoT
10

1 9
8
3

4
01
02
03
3
3
3
3
3
3
5
6
6
5
6
6
3

7 5
6 04 2 2 5 5 1
6 05 3 3 5 5
P (bar)

7
5 Nel diagramma sono rappresentate le curve delle 06-66 3 3 6 6
4 perdite di carico per i cursori di normale impiego. Il 07 1 6
3 fluido impiegato è un olio minerale avente viscosità 10 3 3 5 5
46 mm2/s a 40° C. Le prove sono state eseguite 11 4 5
2
ad una temperatura del fluido di 40°C. 22 4 5
1
14-28 3 3 7 7 2
0 15 3 3 4 5
0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100
Q (l/min) 16 3 3 4 5
17 3 3
Curve No.

MONTAGGI / SCHEMI E CURSORI (* CURSORI CON MAGGIORAZIONE)


Montaggio C Montaggio A Montaggio B Montaggio P
Pilota AD.3.E.03.C... AD.3.E.03.E... AD.3.E.03.F... AD3E16E/AD3E16F
Pilotata ADH.5.C.**.. ADH.5.A.**.. ADH.5.B.**.. ADH.5.P.**..

Schema

Tipo di
cursore

01

02

03

04*

05

66

06

07*

10*

11*

22*

14*

28*

15

16

17

VALV/ADH5001 _I/05-2010 I • 54 ®
ADH5... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 5/NG10

CARATTERISTICHE TECNICHE COMANDO PILOTA ELETTRICO PER ALTRI TIPI DI COMANDO CONATTARE IL NOSTRO SERVIZIO TECNICO

Pressione max. di esercizio sulle vie P/A/B 320 bar


Pressione max. su T (versione drenaggio interno)
Pressione max. su T (versione drenaggio esterno)
160 bar
250 bar
1
Pressione max. di pilotaggio 250 bar
Pressione minima di pilotaggio 7 bar TEMPI DI RISPOSTA VALVOLA PILOTATA
Portata max. 100 l/min
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvole a 3 posizioni 0,8 cm3 PRESSIONE CORRENTE ECCITAZIONE DISECCITAZIONE
DI PILOTAGGIO centro-estermo estermo-centro
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvole a 2 posizioni 1,6 cm3 (bar) (millisecondi) (millisecondi)
Fluido idraulico olii minerali DIN 51524
50 30
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s 100 ALTERNATA 25 50
Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C 200 20
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo 50 40
NAS 1638 con filtro ß25t75 100 CONTINUA 35 60
Peso ADH5 senza valvola pilota 2,7 Kg 200 30
Peso ADH5 con valv. pilota 1 solenoide in AC 4 Kg
Valvola a 3 posizioni.I valori sono indicativi ed in fun-
Peso ADH5 con valv. pilota 1 solenoide in DC 4,2 Kg
zione del circuito idraulico, del fluido utilizzato e delle
Peso ADH5 con valv. pilota 2 solenoidi in AC 4,3 Kg
variazioni delle grandezze idrauliche, pressione,portata
Peso ADH5 con valv. pilota 2 solenoidi in DC 4,7 Kg
e temperatura.

DIMENSIONI DI INGOMBRO SUPERFICIE DI MONTAGGIO CETOP 5

REGOLAZIONE CORSA CURSORE

1 Elettrovalvola pilota tipo AD3E... CETOP 3/NG06


2 Diaframmi calibrati per AD3E...
3 Valvola regolaz. di flusso tipo AM3QF..C Viti di fissaggio previste UNI 5931
4 Valvola riduzione pressione tipo AM3RD..C M6x35 in materiale 12.9
5 Valvola principale tipo ADH5..E Coppia di serraggio 8N / 0,8 Kgm

VALV/ADH5001_I/05-2010 I • 55 ®
BSH5...BASI DI MONTAGGIO PER VALVOLE PILOTATE ADH.5 CETOP 5/NG10

BSH513 CON ATTACCHI POSTERIORI DA 3/4" BSP - X E Y PASSANTI

1 BSH Base singola per


valvola pilotata

5 CETOP 5/NG10

13 Attacchi posteriori 3/4" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 3,8 Kg
Viti di fissaggio previste M6x50 UNI 5931

BSH517 CON P E T POSTERIORI - A E B LATERALI - DA 3/4" BSP - X E Y PASSANTI

BSH Base singola per


valvola pilotata

5 CETOP 5/NG10

17 Attacchi posteriori e laterali


3/4" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 3,9 Kg
Viti di fissaggio previste M6x50 UNI 5931

BSH531 CON P E T POSTERIORI - A E B LATERALI - DA 3/4" BSP - X E Y PASSANTI - CON VALVOLA DI MAX PILOTATA

BSH Base singola per


valvola pilotata
5 CETOP 5/NG10

31 Attacchi posteriori
e laterali 3/4" BSP
* M = Pomolo in plastica
C = Vite con esagono interno
* Campi di regolazione
1 = Max 50 bar
2 = Max 140 bar
3 = Max 320 bar
** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton
2 N° di serie

Peso: 5,5 Kg
• Per la curva di minima pressione tarabile vedi valvola di max. pressione CMP30
Viti di fissaggio previste M6x75 UNI 5931

VALV/BSH5001_I/01-1999 I • 56 ®
ADH7... CETOP 7/NG16
VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2
I distributori tipo ADH7.. sono realizzati per interrompere, inserire, deviare il flusso in un
sistema idraulico.
Normalmente i distributori sono costituiti da uno stadio principale attraversato dalla portata

1
del circuito e da uno stadio pilota CETOP 3/NG06 disponibile in diverse versioni.

Per ottimizzare il funzionamento del sistema idraulico nel quale viene inserita la valvola, sono
disponibili controlli tipo limitazione corsa, regolazione velocità spostamento cursore principale,
singoli o composti ottenibili dalla combinazione degli stessi.
ADH7...
Nel caso di impiego cursori normalmente a scarico, ricordare che la minima pressione di
CURSORI STANDARD PER ADH7 CAP. I • 58
commutazione dovuta alle molle di contrasto, risulta uguale a circa 5 bar occorre quindi indi-
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 59 care nel codice di ordinazione la valvola di non ritorno incorporata sulla via P se desiderata.
BSH7... CAP. I • 60
• Superficie di montaggio secondo UNI ISO 4401 - 07 - 06 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-07).
CETOP 3/NG06 CAP. I • 8 • Esecuzione a cursore ad azione pilotata, con azionamento elettromagnetico
CURSORI STANDARD PER AD3E CAP. I • 10 • Limitazione corsa del cursore principale
AD3E... CAP. I • 11 • Possibilità di montaggio valvola riduttrice di pressione
• Possibilità di montaggio valvola di strozzamento unidirezionale
ADC3... CAP. I • 5
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 7
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19 TAB.1 - DISPOSIZIONE GRANI E SIMBOLI DI PILOTAGGIO/DRENAGGIO
SOLENOIDI B14 IN AC CAP. I • 19
Grani impiegati: pilotaggio e drenaggio M5x5.
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 Nota: grano M6x6 foro Ø1,5 su P sempre presente (Z).
ADH.7...I
CODICE DI ORDINAZIONE Pilotaggio X interno
Drenaggio Y interno
ADH Valvola pilotata - Le valvole pilota
ed eventuali valvole modulari sono
da ordinare separatamente
7 CETOP 7/NG16

* Montaggio (pagina successiva)

** Cursore (pagina successiva)

* Pilotaggio e drenaggio ADH.7...IE


I = X interno / Y interno Pilotaggio X interno
IE = X interno / Y esterno Drenaggio Y esterno
EI = X esterno / Y interno
E = X esterno / Y esterno
(Vedi Tab.1 a fianco)
R Valvola di non ritorno incorporata
sulla via P (Tab. 2). Solo per versioni
I, IE (omettere se non richiesta)
** 00 = Nessuna variante
LC = Limitatore di corsa cursore principale
ADH.7...EI
2 N° di serie Pilotaggio X esterno
Drenaggio Y interno

TAB. 2 - RITEGNO INTERNO SU P


VERSIONE ADH7*.**.*.R.**.2

ADH.7...E
Pilotaggio X esterno
Drenaggio Y esterno

• Per i distributori con cursori 02-04-14-28 il


pilotaggio è normalmente esterno; il pilotag-
gio interno è possibile solo con l'adozione
del ritegno interno (R).

VALV/ADH7002 _I/04-2015 I • 57 ®
ADH7... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 7/NG16
Tipo di Passaggi
PERDITE DI CARICO cursore PoA PoB AoT BoT PoT
5 Nei diagrammi sono rappresentate le 01 Eccitato 2 1 3 3
20

1 18
16
4
curve delle "Perdite di carico" in funzione
della portata di passaggio per cursori di
normale impiego.
02

03
Eccitato
Diseccitato
Eccitato
1

2
1

1
3

3
3

3
2

14 3 Il fluido impiegato è un olio minerale Diseccitato


avente viscosità 46 mm2/s a 40° C. Eccitato 2 2 4 4
12 04 Diseccitato 5
P (bar)

10 Eccitato 1 1 2 2
05 Diseccitato 2 2
8
Eccitato 1 1 2 3
6 66 Diseccitato 4
4 10 Eccitato 2 1 3 3
2 Eccitato 1 1 3 3
14 Diseccitato
0 4
0 50 100 150 200 250 300 Eccitato 1 1 3 3
28 Diseccitato
Q (l/min) 4
23 Eccitato 2 1 3 3

PERDITE DI CARICO PER Tipo di Passaggi Curva No.


VERSIONE CON RITEGNO IN P cursore P o A P o B P o T
45 02 1 1 1
2 LIMITI D'IMPIEGO
40 04 1 1 2
Tipo di No.
35 400
Curva No. cursore Curva
30 350 1
1 01 1
25
P (bar)

300
3 02 2
20 2 03 1
250
15
Per "Limiti d'impiego" prove P (bar)
04 3
effettuate con drenaggio esterno 200 4
10
05 1
e orifizio ø 1.5 mm su pilotaggio. Il 150 66 1
5 fluido impiegato è un olio minerale
100
10 1
0 avente viscosità 46 mm2/s a 40° C. 14 4
0 50 100 150 200 250 300
50 28 4
Q (l/min)
0 23 1
(•) La molla di posizionamento nel 0 50 100 150 200 250 300
montaggio E agisce solo ad impi- Q (l/min)
MONTAGGI /SCHEMI E CURSORI anto fermo (* CURSORI CON MAGGIORAZIONE)

Montaggio C Montaggio A Montaggio B Montaggio E (•) Montaggio P


Pilota AD3E03C... AD3E03E... AD3E03F... AD3E16E... AD3E16E/AD3E16F
Pilotata ADH7C... ADH7A... ADH7B... ADH7E... ADH7P...
Schema

Tipo di
cursore

01

02

03

04*

05

66

10*

14*

28*

23*

VALV/ADH7002 _I/01-1999 I • 58 ®
ADH7... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 7/NG16

CARATTERISTICHE TECNICHE COMANDO PILOTA ELETTRICO PER ALTRI TIPI DI COMANDO COBTATTARE IL NOSTRO SERVIZIO TECNICO
* Nelle valvole con drenaggio (Y) interno, alla pressione
Pressione max. di esercizio sulle vie P/A/B 350 bar
Pressione max. su T (versione drenaggio interno)
Pressione max. su T (versione drenaggio esterno)
Pressione max. di pilotaggio
160 bar
250 bar
210 bar
di pilotaggio minima si deve sommare la pressione in T.
Per le versioni “R” con ritegno in P la pressione di
apertura del ritegno è di 5 bar e si raggiunge con
1
portata > 25 l/min.
Pressione minima di pilotaggio* 12 bar
Portata max. 300 l/min Tempi di commutazione
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvole a 3 posizioni 4 cm3 I valori riportati si riferiscono ad una prova eseguita con
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvole a 2 posizioni 8 cm3 elettrovalvola AD3E03 in limitazione di corrente, funzion-
Fluido idraulico olii minerali DIN 51524 ante con pressione di pilotaggio P = 100 bar e portata Q =
Viscosità fluido 2.8 ÷ 380 mm2/s 100 l/min. orifizio ø1.5 mm su pilotaggio, con olio minerale
Temperatura fluido -20°C ÷ 70°C viscosità 46 mm2/s. a temperatura di 40°C.
Temperatura ambiente -20°C ÷ 50°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75
TEMPI DI RISPOSTA VALVOLA PILOTATA
Peso ADH7 senza valvola pilota 7 Kg Solenoide ECCITAZIONE ±10% (ms) DISECCITAZIONE ±10% (ms)
Peso ADH7 con valv. pilota 1 solenoide in AC 8,2 Kg Cursore n° 01 - 03 01 - 03
Peso ADH7 con valv. pilota 1 solenoide in DC 8,4 Kg
Schema 2 posiz. 3 posiz. 2 posiz. 3 posiz.
Peso ADH7 con valv. pilota 2 solenoidi in AC 8,5 Kg
Peso ADH7 con valv. pilota 2 solenoidi in DC 9 Kg AC 50 20 25 30

DC 70 35 40 50
Nota: le elettrovalvole ADC.3.E... (con bobina A09) e AD3.E... (con bobina D15
Cursore n° 02 04 02 - 04 02 - 04
o B14) possono essere utilizzate come valvole pilota, senza alcuna variazione
delle caratteristiche tecniche/funzionali. Schema 2 posiz. 2 posiz. 3 posiz. 2 posiz. 3 posiz.

AC 35 60 30 25 25

DC 55 80 40 40 50

SUPERFICIE DI MONTAGGIO CETOP 7

• Fissaggio valvola pilotata:


n° 4 viti T.C.E.I. M10x60 - Coppia di serraggio 40 Nm
n° 2 viti T.C.E.I. M6x55 - Coppia di serraggio 8 Nm

• Anelli di tenuta:
n° 4 OR 2-118 PARKER (tipo 130)
n° 2 OR 2-013 PARKER (tipo 2043)

REGOLAZIONE CORSA CURSORE PRINCIPALE


(LIMITATORE)

1 Elettrovalvola pilota tipo AD3E... o ADC3E... CETOP 3/NG06


2 Diaframmi calibrati per AD3E...
3 Valvola regolaz. di flusso tipo AM3QF..C
4 Valvola riduzione pressione tipo AM3RD..C
5 Valvola principale tipo ADH7..E

VALV/ADH7002 _I/04-2015 I • 59 ®
BSH7...BASI DI MONTAGGIO PER VALVOLE PILOTATE ADH7 CETOP 7/NG16

BSH712 CON ATTACCHI POSTERIORI DA 3/4" BSP

1 BSH Base singola per


valvola pilotata

7 CETOP 7/NG16

12 Attacchi posteriori 3/4" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 5,5 Kg
Viti di fissaggio previste M8x55 UNI 5931

BSH713 CON ATTACCHI POSTERIORI DA 1" BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata

7 CETOP 7/NG16

13 Attacchi posteriori
1" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 4,7 Kg
Viti di fissaggio previste M8x55 UNI 5931

BSH714 CON ATTACCHI LATERALI DA 3/4" BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata

7 CETOP 7/NG16

14 Attacchi laterali
3/4" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 6,3 Kg
Viti di fissaggio previste M8x55 UNI 5931

VALV/BSH7001_I/02-1999 I • 60 ®
BSH7...BASI DI MONTAGGIO PER VALVOLE PILOTATE ADH7 CETOP 7/NG16

BSH715 CON ATTACCHI LATERALI DA 1" BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata
1
7 CETOP 7/NG16

15 Attacchi laterali 1" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 6,3 Kg
Viti di fissaggio previste M8x55 UNI 5931

BSH716 CON ATTACCHI P E T POSTERIORI, A E B LATERALI DA 3/4" BSP - X E Y POSTERIORI

BSH Base singola per


valvola pilotata

7 CETOP 7/NG16

16 Attacchi posteriori
e laterali 3/4" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 5,1 Kg
Viti di fissaggio previste M8x50 UNI 5931

BSH717 CON ATTACCHI P E T POSTERIORI, A E B LATERALI DA 1" BSP - X E Y POSTERIORI

BSH Base singola per


valvola pilotata

7 CETOP 7/NG16

17 Attacchi posteriori
e laterali 1" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 5,3 Kg
Viti di fissaggio previste M8x55 UNI 5931

VALV/BSH7001_I/02-1999 I • 61 ®
ADH8... CETOP 8/NG25
VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2
I distributori tipo ADH8.. sono realizzati per interrompere, inserire, deviare il flusso in un
sistema idraulico.
Normalmente i distributori sono costituiti da uno stadio principale attraversato dalla portata
del circuito e da uno stadio pilota CETOP 3/NG06 disponibile in diverse versioni.

1 Per ottimizzare il funzionamento del sistema idraulico nel quale viene inserita la valvola, sono
disponibili controlli tipo limitazione corsa, regolazione velocità spostamento cursore principale,
singoli o composti ottenibili dalla combinazione degli stessi.
Nel caso di impiego cursori normalmente a scarico, ricordare che la minima pressione di
commutazione dovuta alle molle di contrasto, risulta uguale a circa 5 bar occorre quindi indi-
ADH8... care nel codice di ordinazione la valvola di non ritorno incorporata sulla via P se desiderata.
CURSORI STANDARD PER ADH8 CAP. I • 63 • Superficie di montaggio secondo UNI ISO 4401 - 08 - 07 - 0 - 94 (ex CETOP R 35 H 4.2-4-08).
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. I • 64 • Esecuzione a cursore ad azione pilotata, con azionamento elettromagnetico
BSH8... CAP. I • 65 • Limitazione corsa del cursore principale
CETOP 3/NG06 CAP. I • 8 • Possibilità di montaggio valvola riduttrice di pressione
• Possibilità di montaggio valvola di strozzamento unidirezionale
CURSORI STANDARD PER AD3E CAP. I • 10
AD3E... CAP. I • 11
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 19
SOLENOIDI B14 IN AC CAP. I • 19
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
TAB.1 - DISPOSIZIONE GRANI E SIMBOLI DI PILOTAGGIO/DRENAGGIO
Grani impiegati: pilotaggio X e drenaggio Y M6x6
CODICE DI ORDINAZIONE
ADH Valvola pilotata
Le valvole pilota ed eventuali
Y T P
valvole modulari sono da Montaggio tappi
TIPO DI VALVOLA
ordinare separatamente X X Y
8 CETOP 8/NG25 Pilotaggio X interno
ADH8---I NO NO
Drenaggio Y interno
* Montaggio (pagina sucessiva) Pilotaggio X interno
ADH8---IE NO SI
Drenaggio Y esterno
** Cursore (pagina sucessiva)
Pilotaggio X esterno
ADH8---EI SI NO
Drenaggio Y interno
* Pilotaggio e drenaggio
I = X interno / Y interno ADH8---E
Pilotaggio X esterno
SI SI
IE = X interno / Y esterno Drenaggio Y esterno
EI = X esterno / Y interno
P
E = X esterno / Y esterno
vedi Tab.1 a fianco
e Tab. 2 "Ritegno su P" sotto
R Valvola di non ritorno incorporata
sulla via P (tar. 5 bar)
Solo per versioni I, IE
(omettere se non richiesta) ADH8...I ADH8...IE
** 00 = Nessuna variante
LC = Limitatore di corsa
cursore principale

2 N° di serie

TAB. 2 - RITEGNO INTERNO SU P


T P

ADH8...EI ADH8...E

P
Per i distributori con cursori 02-04-14-28 il
pilotaggio è normalmente esterno;
il pilotaggio interno è possibile con
l'adozione del ritegno interno (R).

VALV/ADH8002 _I/03-2013 I • 62 ®
ADH8... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 8/NG25

PERDITE DI CARICO
5 4 63 Tipo di Passaggi
10
9
8
1

2
cursore
01 Eccitato
PoA
1
PoB AoT
1 2
BoT
3
PoT
1
Eccitato 2 2 1 2
7 02 Diseccitato 6 (1)
6 Eccitato 1 1 1 2
03
P (bar)

Diseccitato 4 (2) 4 (3)


5
Eccitato 6 6 3 4
4 04 Diseccitato 5
3 Eccitato 2 2 2 3
Nel diagramma sono rappresentate le 05 Diseccitato 4 (2) 4 (3)
2 curve delle perdite di carico in funzione Eccitato 1 1 2 2
66 Diseccitato 4
1 della portata di passaggio per cursori di
0 normale impiego. 10 Eccitato 1 1 2 3
0 100 200 300 400 500 600 Il fluido impiegato è un olio minerale avente Eccitato 6 6 3 4
Q (l/min)
viscosità 35 mm2/s a 50° C. 14 Diseccitato 5 (3)
Eccitato 6 6 4 3
28 Diseccitato 5 (2)
Eccitato 1 2 2 3
23 Diseccitato 4
Curva No.

Note: (1) A/B bloccati - (2) B bloccata - (3) A bloccata

MONTAGGI / SCHEMI E CURSORI


(•) La molla di posizionamento nel montaggio E
agisce solo ad impianto fermo

Montaggio C Montaggio A Montaggio B Montaggio E Montaggio P


Pilota AD3E03C... AD3E03E... AD3E03F... AD3E16E... AD3E16E/AD3E16F
Pilotata ADH8C... ADH8A... ADH8B... ADH8E... ADH8P...

Schema

Tipo di
cursore

01

02

03

04(*) (**)

05

66

10*

14*

28*

23*

(* CURSORI CON MAGGIORAZIONE)

(** IL CURSORE 04 È DISPONIBILE PER PRESSIONE DI ESERCIZIO SULLA VIA P/A/B MAX. 320 BAR)

VALV/ADH8002 _I/03-2013 I • 63 ®
ADH8... VALVOLE PILOTATE 4/3 E 4/2 - CETOP 8/NG25

CARATTERISTICHE TECNICHE COMANDO PILOTA ELETTRICO PER ALTRI TIPI DI COMANDO CONTATTARE IL NOSTRO SERVIZIO TECNICO
Pressione max. di esercizio sulle vie P/A/B 420 bar
* Nelle valvole con drenaggio (Y) interno, alla pressione
1 Il cursore 04 è disponibile per pressione di esercizio sulla via P/A/B
Pressione max. su T (versione drenaggio interno)
Pressione max. su T (versione drenaggio esterno)
max. 320 bar
160 bar
250 bar
di pilotaggio minima si deve sommare la pressione in T.
La pressione di pilotaggio minima è di 5 bar con basse
Pressione max. di pilotaggio 350 bar portate, ma al salire della portata è richiesta una pressione
Pressione max. di pilotaggio con limitatore di corsa (variante LC) 250 bar fino a 12 bar.
Pressione minima di pilotaggio* 5 bar
Portata max. per cursori 04-14-28 500 l/min a 210 bar Per le versioni “R” con ritegno in P la pressione di apertura
450 l/min a 320 bar del ritegno è di 5 bar e si raggiunge con portata > 25 l/min.
Portata max. per tutti gli altri cursori 600 l/min a 210 bar
500 l/min a 320 bar
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvole a 3 posizioni 11.1 cm3 Tempi di commutazione
Volume olio di pilotaggio per l’inserzione valvola a 2 posizioni 22.12 cm3 I valori riportati si riferiscono ad una elettrovalvola fun-
Fluido idraulico olii minerali DIN 51524 zionante con pressione di pilotaggio = 100 bar, con olio
Viscosità fluido 2.8 ÷ 380 mm2/s minerale a temperatura di 50°C, viscosità 36 mm2/sec e
Temperatura fluido -20°C ÷ 70°C con collegamenti PA e BT.
Temperatura ambiente -20°C ÷ 50°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75 TEMPI DI RISPOSTA VALVOLA PILOTATA
Peso ADH8 senza valvola pilota 13,1 Kg ECCITAZIONE ±10% (ms) DISECCITAZIONE ±10% (ms)
Peso ADH8 con valv. pilota 1 solenoide in AC 14,3 Kg Solenoidi 2 posiz. 3 posiz. 2 posiz. 3 posiz.
Peso ADH8 con valv. pilota 1 solenoide in DC 14,5 Kg
Peso ADH8 con valv. pilota 2 solenoidi in AC 14,6 Kg AC 60 45 90 60
Peso ADH8 con valv. pilota 2 solenoidi in DC 15,1 Kg DC 75 55 90 60

DIMENSIONI DI INGOMBRO SUPERFICIE DI MONTAGGIO CETOP 8


229,5
28,5

1
55

2
40

3
40

4
126
42

Ø6 Viti di fissaggio valvola pilotata: 6 viti TCEI M12x60


6,5

N°6 Ø 12,5
45 188 45
Coppia di serraggio: 115 Nm con viti Cl. 12.9 **
278 69 Nm con viti Cl. 8.8

** Consigliate per applicazioni oltre 350 bar


152
53,2 77
Anelli O-rings:
N. 4 OR tipo 2-123/3118 (29.82x2.62) - 90 Shore
N. 2 OR tipo 2-117/3081 (20.24x2.62) - 90 Shore
92,1
115

Dado M12 Ch.18

Vite TCEI M12x35 Ch.10

77 53,2

1 Elettrovalvola pilota tipo AD3E (CETOP3 NG6)


2 Valvola regolatrice di flusso tipo AM3QF..C
3 Valvola riduttrice di pressione tipo AM3RD..C 96 max.
4 Valvola principale pilotata tipo ADH8 *
* La valvola pilotata viene fornita con un grano calibrato REGOLAZIONE CORSA CURSORE
M6 con foro Ø1.5 già montato sulla bocca "P".
(variante LC)

VALV/ADH8002 _I/03-2013 I • 64 ®
BSH8... BASI DI MONTAGGIO PER VALVOLE PILOTATE ADH.8 CETOP 8/NG25

BSH813 CON ATTACCHI POSTERIORI DA 1" BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata 1
8 CETOP 8/NG25

13 Attacchi posteriori 1" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 6,3 Kg - Viti di fissaggio previste M10x60 UNI 5931

BSH813* CON ATTACCHI POSTERIORI DA 1"1/4 BSP E DA 1" 1/2 BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata

8 CETOP 8/NG25

13* A = Attacchi posteriori 1"1/4 BSP


B = Attacchi posteriori 1"1/2 BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie
Peso: 21,7 Kg (BSH.8.13A) - Peso: 21,2 Kg (BSH.8.13B)
Viti di fissaggio previste M12x100 UNI 5931

BSH815 CON ATTACCHI LATERALI DA 1" BSP

BSH Base singola per


valvola pilotata

8 CETOP 8/NG25

15 Attacchi laterali 1" BSP

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 8,2 Kg
Viti di fissaggio previste M10x75 UNI 5931

BSH817 CON ATTACCHI P E T POSTERIORI, A E B LATERALI DA 1" BSP - X E Y POSTERIORI

BSH Base singola per


valvola pilotata
8 CETOP 8/NG25

17 Attacchi posteriori
e laterali 1" BSP
00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 8,3 Kg - Viti di fissaggio previste M10x75 UNI 5931

VALV/BSH8001 _I/00-1999 I • 65 ®
CDL046... SELETTORI DI FLUSSO
ELETTRICI COMPONIBILI
I selettori di flusso componibili sono
elettrovalvole che consentono un
azionamento singolo di 5 utenze con Pressione max. 250 bar

1
4 elementi collegati in serie. Portata max. 20 l/min
Sono azionati da magneti ad alte pre- Transitorio positivo
stazioni che non rendono necessario Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
l’utilizzo del drenaggio. Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Oltre ad essere valvole di dimensioni Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
compatte, possono gestire buone Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
potenze idrauliche con limitate perdite Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
CDL046... di carico. Il corpo è trattato superficial- NAS 1638 con filtro ß25t75
BOBINE A09 IN DC CAP. I • 73 mente con zincatura bianca. Peso vedi “Dimensioni di ingombro"
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20

TAB.1 - BOBINE A09 (27W) SIMBOLO IDRAULICO


TENSIONI IN DC ** ELEMENTO SINGOLO
L 12V
4 14V 115Vac/50Hz
M 24V 120Vac/60Hz
con raddrizzatore
N 48V*
P 110V* 230Vac/50Hz
Z 102V* 240Vac/60Hz
CODICE DI ORDINAZIONE X 205V*
con raddrizzatore

W senza bobina
CDL Selettore di flusso Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, ma sono leggibili sulla bobina COLLEGAMENTO MULTIPLO
* Tensioni speciali
04 Grandezza NG04 ** Dati tecnici vedi CAP. I • 73
• Le connessioni AMP Junior, Deutsch con diodo
6 Numero vie bidirezionale integrato e le bobine con fili (con o
(elemento singolo) senza diodo integrato) sono disponibili solo a 12V
o 24V, tensioni in DC.

W Attacchi filettati
da 1/4” BSP
TAB. 2 - VARIANTI
I Drenaggio interno VARIANTE SIGLA

* N° elementi: 1 / 2 / 3 / 4 Nessuna variante (senza connettori) S1(*)


Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*)
* Tensioni (Tab. 1) Emergenza rotante P2(*)(**)
Connessione AMP Junior AJ(*)
** Varianti (Tab. 2) Bobina con fili (250 mm) FL
Bobina con fili (130 mm) e diodo integrato LD
Connessione Deutsch e diodo bidirez. int. CX
1 N° di serie
Altre varianti disponibili a richiesta.
(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior
fornite senza connettori. I connettori possono essere
ordinati separatamente, CAP. I • 20

(**) Emergenza P2 chiave 22 con forza di serraggio


6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.

PERDITE DI CARICO LIMITI DI IMPIEGO


'P (bar)

'P (bar)

P1 o C1
P1o C2 Eccitazione

P2 o C3 Diseccitazione
P2 o C4

Q (l/min) Q (l/min)
Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, alimentati con una tensione
inferiore del 10% di quella nominale e con una temperatura del fluido di 50°C.
Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/s a 40°C.

VALV/CDL04001_I/12-2015 I • 66 ®
CDL.04.6... SELETTORI DI FLUSSO ELETTRICI COMPONIBILI

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Coppia di serraggio 5 Nm (0.5 Kgm)


Viti in materiale min. 8.8

N° N° L Peso Viti di Codice Kit ricambio *


Elementi vie (Lunghezza) (Kg) fissaggio (viti + dadi)
1 06 46 1.05 — —
2 08 100 2.20 TCEI M5x95 V89.54.0020
3 10 145 3.30 TCEI M5x140 V89.54.0021
TCEI M5x194
4 12 200 4.45 V89.54.0022
(dadi speciali)

(*) Le versioni con piu’ elementi sono fornite comprensive di viti e dadi.

Carattéristiche piano
di appoggio

VALV/CDL04001_I/12-2015 I • 67 ®
CDL066... SELETTORI DI FLUSSO
ELETTRICI COMPONIBILI

I selettori di flusso componibili sono


elettrovalvole che consentono un Pressione max. 250 bar
azionamento singolo di 6 utenze con
1
Portata max. 50 l/min
5 elementi collegati in serie. Transitorio negativo
Sono azionati da magneti ad alte pre- Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
stazioni che non rendono necessario Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
l’utilizzo del drenaggio. Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Queste valvole possono gestire buone Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
potenze idrauliche con limitate perdite Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
di carico. NAS 1638 con filtro ß25t75
CDL066... Peso vedi “Dimensioni di ingombro”
BOBINE 40W IN DC CAP. I • 74
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
TAB.1 - BOBINE 40W SIMBOLO IDRAULICO
DC VOLTAGE ELEMENTO SINGOLO
L 12V
M 24V
W Senza bobine DC
CODICE DI ORDINAZIONE Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, ma sono leggibili sulla bobina.
CDL Selettore di flusso

06 Grandezza NG06
COLLEGAMENTO MULTIPLO
TAB.2 - VARIANTI
6 Numero vie Nessuna variante (senza connettori)S1(*)
(elemento singolo) Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*)
W Attacchi filettati Emergenza rotante P2(*)
da 3/8” BSP Connessione Deutsch DT04-2P CZ
Altre varianti disponibili a richiesta
I Drenaggio interno
(*) Bobine con connessione Hirschmann
fornite senza connettori. I connettori possono
* N° elementi: 1 / 2 / 3 / 4 / 5
essere ordinati separatamente, CAP. I • 20

* Tensioni (Tab. 1)

** Varianti (Tab. 2)

1 N° di serie

PERDITE DI CARICO DIMENSIONI DI INGOMBRO

94
'P (bar)

188.7

la
m
G 3/8" at G 3/8"
ch 13

ur
a
Ø
13
G 3/8"
83.25

65.25
65.25

63.25
81.25

Q (l/min) 5
6.
44.25

Ø
43.25
25.25

25.25

P1 o C1, P1o C2,


P2 o C3 e P2 o C4 10.6
9.25

58.6 A 48
69.2 B
Il fluido impiegato è un olio C
minerale avente viscosità 46 mm2/s
a 40° C; le prove sono state N° N° A B C Peso Codice Kit ricambio *
eseguite ad una temperatura del Elementi vie Lunghezze (mm) (Kg) (viti + dadi)
fluido di 40°C. 1 06 54 69 - 3 /
2 08 123 138 160 6,3 V89.56.0001
Viti di fissaggio previste UNI 5931 3 10 192 207 226 9,3 V89.56.0002
M6x60 in materiale min. 8.8 4 12 261 276 296 12,3 V89.56.0003
Coppia di serraggio viti 8 Nm / 0.8 Kgm 5 14 330 345 365 15,3 V89.56.0004

Coppia di serraggio dadi 20 Nm / 2 Kgm (*) Le versioni con piu’ elementi sono fornite comprensive di viti e dadi.

VALV/CDL06001_I/06-2011 I • 68 ®
ADL066... SELETTORI ELETTRICI A SEI VIE
I selettori di flusso a 6 vie sono par-
ticolari elettrovalvole che consentono
il collegamento simultaneo di due Pressione max. foro di drenaggio tappato 250 bar

1
utenze. Pressione max. drenaggio esterno 320 bar
Per ottenere il funzionamento della Portata max. 40 l/min
valvola a pressioni maggiori di Transitorio negativo
250 bar fino a 320 bar (drenaggio Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
esterno), è necessario togliere il tappo Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
ADL066... G 1/8" BSP dall'attacco Y. Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
BOBINE D15 IN DC CAP. I • 73 Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638, con filtro ß25t75
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
Peso 2,4 Kg

TAB.1 - BOBINE D15 (30 W)


CODICE DI ORDINAZIONE TENSIONI IN DC **
L 12V
ADL06 Selettore di flusso NG06 M 24V 115Vac/50Hz
V 28V* 120Vac/60Hz
N 48V* con raddrizzatore
6 Numero vie Z 102V* 230Vac/50Hz
P 110V* 240Vac/60Hz
W Attacchi filettati da 3/8"BSP X 205V* con raddrizzatore
W senza bobina né connettori DRENAGGIO TAPPATO
I Drenaggio tappato Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, sono leggibili sulla bobina.

* Tensione (tab.1) * Tensioni speciali


** Dati tecnici vedi CAP. I • 73
** Varianti (tab.2) • Le bobine AMP Junior (con o senza diodo inte-
grato), le bobine tipo Deutsch e le bobine con fili
3 N° di serie sono disponibili solo a 12 o 24 Volt.
• La bobina in plastica (variante BR) è disponibile
solo nelle tensioni 12V, 24V, 28V e 110V in DC.
DRENAGGIO ESTERNO

TAB.2 - VARIANTI
Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*)
Emergenza rotante P2(*)
Bobina con AMP Junior AJ(*)
Bobina con AMP Junior e diodo integrato AD(*)
Bobina con fili (175mm) SL
Bobina tipo Deutsch DT04-2P CZ
Bobina D15 in plastica RS(*)
Altre varianti disponibili a richiesta

(*) Bobine con connessione Hirschmann e AMP Junior


fornite senza connettori. I connettori possono essere
ordinati separatamente, CAP. I • 20.

di
Foro gio
dren
a g PERDITE DI CARICO
'p (bar)

Curva n° 1:
1
P1 o C1
P1o C2
P2 o C3
P2 o C4

Q (l/min)
Caratteristiche piano
di appoggio
Viti di fissaggio previste UNI 5931
M5x60 in materiale min. 8.8

VALV/ADL06003_I/12-2013 I • 69 ®
BDL066... SELETTORI ELETTRICI A SEI VIE
I selettori di flusso a 6 vie BDL.06.6, Pressione max. 250 bar
sono particolari elettrovalvole che Portata max. 50 l/min
consentono il collegamento simulta- Transitorio negativo
1 neo di due utenze. Gli attacchi sullo
stesso lato semplificano le connessioni
all'impianto idraulico. Sono azionati
Fluidi idraulici
Viscosità fluido
Olii minerali DIN 51524
10 ÷ 500 mm2/s
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
da magneti ad alte prestazioni che Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
non rendono necessario l’utilizzo del Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
BDL066... drenaggio. Queste valvole possono NAS 1638, con filtro ß25t75
BOBIME "40W" IN DC CAP. I • 74 gestire buone potenze idrauliche con Peso 3 Kg
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20 limitate perdite di carico.

CODICE DI ORDINAZIONE TAB.1 - BOBINE 40W TAB.2 - VARIANTI


TENSIONI IN DC Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
BDL Selettore di flusso Viton SV(*)
L 12V
Emergenza manuale ES(*)
06 Taglia NG06 M 24V
Emergenza rotante P2(*)
N 48V* Bobina tipo Deutsch DT04-2P CZ
6 Numero vie W Senxa bobina
Altre varianti disponibili a richiesta
Le tensioni non vengono stampigliate sulle
W Attacchi filettati da 3/8"BSP targhette, sono leggibili sulla bobina. (*) Bobine con connessione Hirschmann fornite sen-
za connettori. I connettori possono essere ordinati
* Tensioni speciali
separatamente, CAP. I • 20.
I Drenaggio interno

* Tensione (Tab. 1) DIMENSIONI DI INGOMBRO


** Varianti (Tab. 2)
G 3/8" G 3/8"
1 N° di serie

92
62
32,5
P1 P2
SIMBOLO IDRAULICO
C2 C3 C1 C4
33 40 29,5

187,7
8 47

P1 P2
=

=
Ø 45
= =
68

50
=

PERDITE DI CARICO
6
Ø 8,5

5 102,5

4 26 40
G 3/8" G 3/8"
P(bar)

2 C1 C4

1
C2 C3
27

0
0 10 20 30 40 50
16

Q (l/min)

P1 o C1 , P1o C2
41 40
P2 o C4 , P2 o C3
Il fluido impiegato è un olio
G 3/8" G 3/8"
minerale avente viscosità 46 mm 2 /s
a 40° C; le prove sono state eseguite ad Viti di fissaggio previsteUNI 5931 M8x70 in materiale min.
una temperatura del fluido di 40°C. 8.8 .Coppia di serraggio 8 Nm / 0.8 Kgm

VALV/BDL06001_I/06-2011 I • 70 ®
CDL106... SELETTORI DI FLUSSO
ELETTRICI COMPONIBILI

I selettori di flusso componibili sono


elettrovalvole che consentono un Pressione max. 250 bar
azionamento singolo di 6 utenze con
1
Portata max. 80 l/min
5 elementi collegati in serie. Transitorio negativo
Sono azionati da magneti ad alte pre- Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
stazioni che non rendono necessario Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
l’utilizzo del drenaggio. Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Queste valvole possono gestire buone Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
potenze idrauliche con limitate perdite Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
di carico. NAS 1638 con filtro ß25³75
CDL106... Peso vedi “Dimensioni di ingombro”
SOLENOIDI A16 IN DC CAP. I • 74
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
TAB.1 - SOLENOIDI A16 (45W) SIMBOLO IDRAULICO
TENSIONI IN DC ** ELEMENTO SINGOLO
L 12V
115Vac/50Hz
M 24V 120Vac/60Hz
N 48V* con raddrizzatore
CODICE DI ORDINAZIONE P 110V*
230Vac/50Hz
Z 102V* 240Vac/60Hz
CDL Selettore di flusso X 205V* con raddrizzatore
W Senza bobina
10 Grandezza NG10 Le tensioni non vengono stampigliate sulle
targhette, ma sono leggibili sulla bobina. COLLEGAMENTO MULTIPLO
6 Numero vie * Tensioni speciali
(elemento singolo) ** Dati tecnici vedi CAP. I • 74

* W = Attacchi filettati 1/2” BSP


U = Attacchi filettati SAE10 7/8” -14 UNF TAB.2 - VARIANTI
Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
I Drenaggio interno Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*)
* N° elementi: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 Emergenza rotante P2(*)
Altre varianti disponibili a richiesta
* Tensioni (Tab. 1)
(*) Bobine con connessione Hirschmann
** Varianti (Tab. 2) fornite senza connettori. I connettori possono
essere ordinati separatamente, CAP. I • 20.

1 N° di serie

PERDITE DI CARICO DIMENSIONI DI INGOMBRO


100
'P (bar)

external drain
version
G 1/2"
210.7

la
Y1
ch 13

m
Y

at
C1

C1

C1

ur
P1

P1

P1

a external drain
Ø
G 1/2"

13 version
C2

C2

C2

83.25

Q (l/min)
65.25
63.25
81.25

5
65.25

6.
Ø
P2

P2

P2
C4

C4

C4
44.25

P1 o C1, P1o C2,


C3

C3

C3

43.25

25.25

P2 o C3 e P2 o C4
25.25

9.25

10.6
Il fluido impiegato è un olio 58.6 A G 1/2"
69.2 B
minerale avente viscosità 46 mm2/s C 48
a 40° C; le prove sono state
N° N° A B C Peso Codice Kit ricambio *
eseguite ad una temperatura del Elementi vie Lunghezze (mm) (Kg) (viti + dadi)
N. 2 O-Ring
fluido di 40°C. 1 06 54 69 - 4,5 /
1/2” BSP: 2-024
SAE10 7/8” -14 UNF: 2-025 2 08 123 138 160 9,3 V89.56.0001
Viti di fissaggio previste UNI 5931 3 10 192 207 226 14 V89.56.0002
M6x60 in materiale min. 8.8 4 12 261 276 296 18,5 V89.56.0003
Coppia di serraggio viti 8 Nm / 0.8 Kgm 5 14 330 345 365 23,3 V89.56.0004
Coppia di serraggio dadi 20 Nm / 2 Kgm (*) Le versioni con piu’ elementi sono fornite comprensive di viti e dadi.

VALV/CDL10001_I/12-2013 I • 71 ®
ADL106... SELETTORI ELETTRICI A SEI VIE
I selettori di flusso a 6 vie sono par-
ticolari elettrovalvole che consentono
il collegamento simultaneo di due Pressione max. foro di drenaggio tappato 250 bar

1
utenze. Pressione max. drenaggio esterno 320 bar
Portata max. 80 l/min
Per ottenere il funzionamento della
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
valvola a pressioni maggiori di
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
250 bar fino a 320 bar (drenaggio
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
esterno), è necessario togliere il tappo
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
G 1/8" BSP dall'attacco Y.
NAS 1638, con filtro ß25t75
ADL106... Peso 3,6 Kg
SOLENOIDI A16 IN DC CAP. I • 74
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20

TAB.1 - SOLENOIDI A16 (45W) SIMBOLI IDRAULICI E DRENAGGI


TENSIONI IN DC **
L 12V
115Vac/50Hz
CODICE DI ORDINAZIONE M 24V 120Vac/60Hz
N 48V* con raddrizzatore
ADL10 Selettore di flusso NG10 P 110V*
230Vac/50Hz
Z 102V* 240Vac/60Hz
X 205V* con raddrizzatore
6 Numero vie W Senza bobina
Le tensioni non vengono stampigliate sulle
J Attacchi da 3/4"BSP targhette, ma sono leggibili sulla bobina.
DRENAGGIO TAPPATO
* Tensioni speciali
I Drenaggio tappato
** Dati tecnici vedi CAP. I • 74

* Tensione (tab.1)

** Varianti (tab.2)

1 N° di serie

DRENAGGIO ESTERNO

TAB.2 - VARIANTI
Nessuna variante (senza connettore) S1(*)
Viton SV(*)
Emergenza manuale ES(*)
Emergenza rotante P2(*)
Altre varianti disponibili a richiesta

(*) Bobine con connessione Hirschmann fornite sen-


za connettori. I connettori possono essere ordinati
separatamente, CAP. I • 20.

PERDITE DI CARICO

Foro di
drenaggio
'p (bar)

Q (l/min)

Caratteristiche piano
di appoggio
Viti di fissaggio previste UNI 5931
M6x90 in materiale min. 8.8

VALV/ADL10001_I/08-2013 I • 72 ®
BOBINE A09 IN DC PER CDL04...
Tipo di protezione • Le connessioni AMP Junior,
(in relazione al connettore utilizzato) IP 65 Deutsch con diodo bidirezionale
Numero di inserzioni 18.000/h integrato e le bobine con fili (con
Tolleranza di alimentazione
Temperatura ambiente
Inserimento
±10%
-30°C ÷ 60°C
100% ED
o senza diodo integrato) sono
disponibili solo a 12V o 24V, ten-
sioni in DC.
1
Classe di isolamento filo H
Peso 0,215 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA RESISTENZA A 20°C ** La direttiva CE per la bassa tensione si
AMP JUNIOR
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) NOMIN. (W) (OHM) ±7% applica al materiale elettrico destinato
(AJ)
12V 123°C 27 5.3 ad essere adoperato ad una tensione
24V 123°C 27 21.3 nominale compresa tra 50 e 1000 VAC
48V* 123°C 27 85.3 e fra i 75 e i 1500 VDC. Per il rispetto
102V(*)(**) 123°C 27 392 della direttiva occorre che in ogni parte
del supporto o del blocco su cui è
110V(*)(**) 123°C 27 448 montata questa elettrovalvola la resi-
205V(*)(**) 123°C 27 1577 stenza del collegamento di protezione
* Tensioni speciali verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

DEUTSCH + CON FILI (FL) EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MAN.SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2*)
DIODO BIDIR. INTEGR. (CX) FILI + DIODO INTEGR. (LD)
MAN. CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1*)
DT04 - 2P

(*) Emergenze chiave 22 con forza di serraggio 6÷9 Nm / 0.6 ÷ 0.9 Kgm max.

BOBINE D15 IN DC PER ADL06... E A66...


Tipo di protezione • Le bobine AMP Junior (con o
(in relazione al connettore utilizzato) IP 66 senza diodo integrato), le bobine
Numero di inserzioni 18.000/h tipo Deutsch e le bobine con fili
Tolleranza di alimentazione ±10% sono disponibili solo a 12/24 Volt.
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED • La bobina in plastica (variante
Classe di isolamento filo H BR) è disponibile solo nelle ten-
Peso 0,354 Kg sioni 12V, 24V, 28V e 110V in DC.

• Emergenze, bobine in plastica, con Amp Junior, con


POTENZA RESISTENZA A ** La direttiva CE per la bassa
file e deutch, sono disponibili solo per valvole ADL06. TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM.
NOMIN. 20°C (OHM) tensione si applica al materiale
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C)
BOBINA ECOAT (RS) (W) ±10% elettrico destinato ad essere
33 12V 110°C 30 4.8 adoperato ad una tensione
nominale compresa tra 50 e
24V 110°C 30 18.8
12

1000 VAC e fra i 75 e i 1500


*** VDC
100% ED
28V* 110°C 30 25.6 VDC. Per il rispetto della diret-
31.2

48V* 110°C 30 75.2 tiva occorre che in ogni parte


102V(*)(**) 110°C 30 340
Ø 27
Ø 23
Ø 45

del supporto o del blocco su


110V(*)(**) 110°C 30 387 cui è montata questa elettro-
valvola la resistenza del col-
1.1 205V(*)(**) 110°C 30 1375
54
legamento di protezione verso
* Tensioni speciali terra risulti inferiore a 0,1 ohms.

CON FILI AMP JUNIOR (AJ) DEUTSCH EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)
(SL) AJ + DIODO (AD) DT04 - 2P (CZ) MAN.SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
CZ + ECOAT (R6) MAN. CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)

VALV/TA09D15 _I/14-2017 I • 73 ®
BOBINE 40W IN DC PER CDL066 / BDL066
Tipo di protezione
(in relazione al connettore utilizzato) IP 66
Numero di inserzioni 18.000/h

1 Tolleranza di alimentazione
Temperatura ambiente
Inserimento
±10%
-54°C ÷ 60°C
100% ED
Classe di isolamento filo H
Peso 0,354 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. POTENZA NOMIN. RESISTENZA A 20°C


(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) (W) (OHM) ±10%
12V 135°C 40 3.6
24V 135°C 40 14.4
IT40W - 01/2004/i

DEUTSCH EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


(CZ) MAN.SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
DT04 - 2P MAN. CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)

SOLENOIDI A16 IN DC PER ADL10 E CDL.10...


Tipo di protezione (in relazione al connettore utilizzato) IP 65
Numero di inserzioni 18.000/h
Tolleranza di alimentazione ±10%
Temperatura ambiente -30°C ÷ 60°C
Inserimento 100% ED
Classe di isolamento filo H
Peso 0,9 Kg

TENSIONE TEMPERAT. MAX DI AVVOLGIM. RESISTENZA A 20°C ** La direttiva CE per la bassa tensione si
POTENZA NOMIN. (W)
(V) (TEMPERAT. AMBIENTE 25°C) (OHM) ±7% applica al materiale elettrico destinato ad
12V 106°C 45 3.2 essere adoperato ad una tensione nomi-
24V 113°C 45 12.4 nale compresa tra 50 e 1000 VAC e fra i 75
48V* - 45 - e i 1500 VDC. Per il rispetto della direttiva
occorre che in ogni parte del supporto o del
102V(*)(**) - 45 -
blocco su cui è montata questa elettrovalvo-
110V(*)(**) 118°C 45 268 la la resistenza del collegamento di prote-
205V(*)(**) - 45 - zione verso terra risulti inferiore a 0,1 ohms.
* Tensioni speciali

EMERGENZE (BOBINE CON CONNESSIONE HIRSCHMANN)


MAN.SENZA CONNETTORE (ES) ROTANTE SENZA CONNETTORE (P2)
MAN. CON CONNETTORE (E1) ROTANTE CON CONNETTORE (P1)

VALV/T40WA16_I/09-2013 I • 74 ®
CONTROLLO PRESSIONE

SIGLE
RIDUTTRICI DI PRESSIONE
AP
AS
ATTACCO ALTA PRESSIONE
ANGOLO DI SFASAMENTO E VALVOLE DI SEQUENZA 1
BP ATTACCO BASSA PRESSIONE
C CORSA (MM)
CH CHIAVE ESAGONALE
CH
DA
CHIAVE AD ESAGONO INTERNO
DECADIMENTO DI AMPIEZZA (DB)
2
DP DIFFERENZIALE DI PRESSIONE (BAR)
F FORZA (N)
I% CORRENTE (A)
M ATTACCO MANOMETRO
NG NUMERO GIRI POMOLO
PV*3 / PV*U3... CAP. II • 2
OR ANELLO DI TENUTA
PV*5 / PV*U5... CAP. II • 4
P PRESSIONE DI CARICO (BAR)
PARBAK ANELLO ANTIESTRUSIONE
PL COLLEGAMENTO PARALLELO
PR PRESSIONE RIDOTTA (BAR)
Q PORTATA (L/MIN)
QP PORTATA POMPA (L/MIN)
SE SPINA ELASTICA VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE
SF SFERA
A PIASTRA E IN LINEA
SR COLLEGAMENTO IN SERIE
X PILOTAGGIO
Y DRENAGGIO

V*P... CAP. II • 6
V*L... CAP. II • 6
BSVMP... CAP. II • 11

VALV/02-INTRO _I/05-2011 II • 1 ®
PV*3 / PV*U.3 VALVOLE RIDUTTRICI DI PRESSIONE
E DI SEQUENZA A PIASTRA CETOP 3
Le valvole riduttrici di pressione e di
Pressione max. 320 bar
sequenza a piastra del tipo pilotato
Campi di taratura max. Molla 1 60 bar
garantiscono la minima variazione
Molla 2 120 bar
della pressione tarata al variare
Molla 3 250 bar
della portata.
'p max. ammissibile tra la pressione in ingresso e
Normalmente fornite con pilotaggio quella regolata (solo per PVR) 150 bar
e drenaggio interni, sono provviste Portata max. 40 l/min
di un foro sul corpo che consente di Drenaggio sulla linea T 0.5 ÷ 0.7 l/min
PVR3 / PVS3... portare esternamente il drenaggio.
2
Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Sono disponibili con due tipi di re-
Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
golazione e tre tarature diverse che
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
coprono un campo di pressione tra 7 ÷
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
250 bar con o senza valvola di ritegno.
NAS 1638 con filtro ß25t75
La regolazione si effettua tramite vite Peso (versione senza ritegno) 1,5 Kg
ad esagono interno oppure tramite Peso (versione con ritegno) 2 Kg
pomolo metrico in plastica.

SIMBOLI IDRAULICI

CODICE DI ORDINAZIONE PVR3... PVS3...

PV* R = Valvola riduttrice di pressione


S = Valvola di sequenza

U Con valvola di ritegno


(omettere se non richiesto)

3 CETOP 3/NG06 PVRU3... PVSU3...

* Tipo di regolazione:
M = Pomolo di plastica
C = Vite con esagono interno

* Campi di regolazione
1 = max. 60 bar (colore bianco)
2 = max. 120 bar (colore giallo)
3 = max. 250 bar (colore verde) DIAGRAMMI DELLE CURVE CARATTERISTICHE
PVR3... / PVRU3... PVS3... / PVSU3...
** 00 = Nessuna variante
PORTATA - PRESSIONE REGOLATA PORTATA - PRESSIONE REGOLATA
V1 = Viton
3
1 N° di serie
3
P (bar)
P (bar)

2 2

1 1

Q (l/min) Q (l/min)
PVR3... / PVRU3... PVS3... / PVSU3...
MINIMA PRESSIONE TARABILE MINIMA PRESSIONE TARABILE
1-2-3
1
2
3
P (bar)
P (bar)

Curve n° 1 - 2 - 3 = campi di regolazione

Il fluido impiegato è un olio minerale avente


una viscosità di 46 mm2/s a 40°C. Le prove
sono state eseguite ad una temperatura del
fluido di 50°C. Q (l/min) Q (l/min)

VALV/PV$3001_I/02-2000 II • 2 ®
PV*3 / PV*U3 VALVOLE RIDUTTRICI E DI SEQUENZA A PIASTRA

DIMENSIONI DI INGOMBRO

RIDUTTRICE DI PRESSIONE E VALVOLA DI SEQUENZA PVR3... / PVS3... CETOP 3


1

Tipo di regolazione
Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano
M Pomolo di plastica
M5x50 in materiale min. 8.8 di appoggio
C Vite con esagono interno Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

DIMENSIONI DI INGOMBRO

RIDUTTRICE DI PRESSIONE E VALVOLA DI SEQUENZA PVRU3... / PVSU3...


CON VALVOLA DI RITEGNO CETOP 3

Tipo di regolazione

Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano


M Pomolo di plastica di appoggio
M5x50 in materiale min. 8.8
C Vite con esagono interno
Forza di serraggio 5 Nm / 0.5 Kgm

VALV/PV$3001 _I/02-2000 II • 3 ®
PV*5 / PV*U5 VALVOLE RIDUTTRICI DI PRESSIONE
E DI SEQUENZA A PIASTRA CETOP 5
Le valvole riduttrici di pressione e di Pressione max. 320 bar
sequenza a piastra del tipo pilotato Campi di taratura max. Molla 1 60 bar
garantiscono la minima variazione Molla 2 120 bar
della pressione tarata al variare della Molla 3 250 bar
portata. 'p max. ammissibile tra la pressione in ingresso e
Normalmente fornite con pilotaggio e quella regolata (solo per PVR) 150 bar
drenaggio interni, sono provviste di un Portata max. 90 l/min
foro sul corpo che consente di portare Drenaggio sulla linea T 0.5 ÷ 0.7 l/min
PVR5 / PVS5... esternamente il drenaggio. Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524

2 Sono disponibili con due tipi di re-


golazione e tre tarature diverse che
Viscosità fluido
Temperatura fluido
Temperatura ambiente
10 ÷ 500 mm2/s
-25°C ÷ 75°C
-25°C ÷ 60°C
coprono un campo di pressione tra Livello di contaminazione max.
7 ÷ 250 bar con o senza valvola di classe 10 secondo NAS 1638 con filtro ß25t75
ritegno. Peso (versione senza ritegno) 3,8 Kg
La regolazione si effettua tramite vite Peso (riduttrice versione con ritegno) 4,2 Kg
ad esagono interno oppure tramite Peso (sequenza versione con ritegno) 4,5 Kg
pomolo metrico in plastica.
CODICE DI ORDINAZIONE
SIMBOLI IDRAULICI
PV* R = Valvola riduttrice di pressione PVR5... PVS5...
S = Valvola di sequenza

U Con valvola di ritegno


(omettere se non richiesto)

5 CETOP 5/NG10

* Tipo di regolazione: PVRU5... PVSU5...


M = Pomolo di plastica
C = Vite con esagono interno

* Campi di regolazione
1 = max. 60 bar (colore bianco)
2 = max. 120 bar (colore giallo)
3 = max. 250 bar (colore verde)

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton DIAGRAMMI DELLE CURVE CARATTERISTICHE
PVR5... / PVRU5... PVS5... / PVSU5...
1 N° di serie PORTATA - PRESSIONE REGOLATA PORTATA - PRESSIONE REGOLATA
3
3
P (bar)
P (bar)

2
2

1
1

Q (l/min) Q (l/min)
PVR5... / PVRU5... PVS5... / PVSU5...
MINIMA PRESSIONE TARABILE MINIMA PRESSIONE TARABILE
1-2-3

1
2
3
P (bar)
P (bar)

Curve n° 1 - 2 - 3 = campi di regolazione


Il fluido impiegato è un olio minerale avente
una viscosità di 46 mm2/s a 40°C. Le prove
sono state eseguite ad una temperatura del
fluido di 50°C. Q (l/min) Q (l/min)

VALV/PV$5001_I/02-2000 II • 4 ®
PV*5 / PV*U5 VALVOLE RIDUTTRICI E DI SEQUENZA A PIASTRA

DIMENSIONI DI INGOMBRO

VALVOLA RIDUTTRICE DI PRESSIONE VALVOLA DI SEQUENZA


PVR5... CETOP 5 PVS5... CETOP 5 1

Tipo di regolazione
Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano
M Pomolo di plastica
M6x65 in materiale min. 8.8 di appoggio
C Vite con esagono interno Forza di serraggio 8 Nm/0.8 Kgm

DIMENSIONI DI INGOMBRO

RIDUTTRICE DI PRESSIONE CON VALVOLA DI RITEGNO VALVOLA DI SEQUENZA CON VALVOLA DI RITEGNO
PVRU5... CETOP 5 PVSU5... CETOP 5

Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica
Viti di fissaggio previste UNI 5931 Caratteristiche piano
M6x65 in materiale min. 8.8 di appoggio
C Vite con esagono interno
Forza di serraggio 8 Nm/0.8 Kgm

VALV/PV$5001_I/02-2000 II • 5 ®
V*P VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE A PIASTRA
V*L VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE IN LINEA
Questo tipo di valvole (controllo pres- Pressione max. 400 bar
sione) sono disponibili nelle versioni Campi di regolazione: Molla 1 15 ÷ 45 bar
base di massima pressione VMP*, di Molla 2 15 ÷ 145 bar
sequenza VSP*, di esclusione VUP* Molla 3 45 ÷ 400 bar
ad un solo livello di pressione e tre Portata max. V*P16... 150 l/min
campi di taratura che coprono una Portata max. V*P25... 350 l/min
fascia compresa tra 15 ÷ 400 bar. Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
Mediante l'intercambiabilità del solo Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
coperchio è possibile l'utilizzo di val- Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C

2 vole pilota ausiliarie (per esempio la


semplice elettrovalvola standard del
tipo AD3E).
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638 con filtro ß25t75
Drenaggio V*P16... 1 ÷ 2 l/min
Le valvole in oggetto sono state do- Drenaggio V*P25... 1 ÷ 2.5 l/min
tate di un importante sicurezza ai fini Pressione dinamica sul drenaggio Max. 2 bar
del funzionamento degli impianti nei Peso V*P16... (senza valvola pilotata) 3,3 Kg
V*P / V*L... quali vengono installate che consiste Peso V*P25... (senza valvola pilotata) 7,4 Kg
V*P... CAP. II • 7 nell'impossibilità da parte dell'utente Peso V*L16... (senza valvola pilotata) 4,6 Kg
di regolare un valore di pressione
V*PE... CAP. II • 8 Peso V*L161... (senza valvola pilotata) 4,5 Kg
superiore ai valori specificati a cata- Peso V*L251... (senza valvola pilotata) 7,7 Kg
V*L... CAP. II • 9 - CAP. II • 10 logo mediante fine corsa meccanico Peso V*L25... (senza valvola pilotata) 8,3 Kg
BSVMP... CAP. II • 11 (impossibilità di avere la molla a
KEC16/25... CAP. II • 9 pacco). In configurazione standard
le valvole vengono fornite con molla Le valvole montaggio a piastra sono predisposte per
C*P16/25... CAP. II • 9
principale da 1.6 bar e grano calibrato coperchi C*P16/25.. non a norme DIN, mentre quelle
CETOP 3/NG06 CAP. II • 8 di alimentazione al pilota con foro montaggio in linea sono predisposte per coperchi a
CURSORI STANDARD PER AD3E CAP. II • 10 ø1 mm (Codice di ordinazione “00”). norme DIN tipo KEC16/25...
AD3E... CAP. II • 11
AM3VM... CAP. II • 9
PRESSIONE - PORTATA V*16 PRESSIONE - PORTATA V*P25

CODICE DI ORDINAZIONE
P (bar)
P (bar)

V Valvola controllo pressione

* M = di massima pressione
S = di sequenza
U = di esclusione
Q (l/min) Q (l/min)
Rapporto aree 1,15 : 1
Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/s a 40°C.
* P = Montaggio a piastra Le prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
L = Montaggio in linea

* E = Predisposizione elettrovalvola SIMBOLI IDRAULICI - PILOTAGGI E DRENAGGI


Non realizzabile per valvole V.S.P... di VMP16**...
sequenza (omettere se non richiesto) VMP25**...
Valvola di massima
*** Attacchi (vedi dimensioni ingombro)
pressione
16 - 25 = NG16 o NG25
Pilotaggio interno
161 - 251 = solo V.*.L... Drenaggio interno
(montaggio in linea)

* Tipo di regolazione: VSP16**...


M = Pomolo di plastica VSP25**...
C = Vite con esagono interno
Valvola di sequenza
Pilotaggio interno
* Campo di regolazione Drenaggio esterno
1 = 15 ÷ 45 bar (colore bianco)
2 = 15 ÷ 145 bar (colore giallo)
3 = 45 ÷ 400 bar (colore verde)

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton VUP16**...
VUP25**...
AC = Variante per esclusione
accumulatore (solo per VU*, elemento Valvola di esclusione
logico rapporto aree 12,5 :1) Pilotaggio esterno
Drenaggio interno
AQ = Predisposizione per XP3

2 N° di serie

VALV/V$$002 _I/07-2012 II • 6 ®
V*P... VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO A PIASTRA

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG16 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO A PIASTRA V*P16...

VERSIONE CON
PREDISPOSIZIONE
ELETTROVALVOLA

Viti di fissaggio previste M12x40 UNI 5931 in materiale min. 8.8


Forza di serraggio 70 Nm / 7 Kgm

M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima Caratteristiche piano
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza di appoggio

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG25 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO A PIASTRA V*P25...

VERSIONE CON
PREDISPOSIZIONE
ELETTROVALVOLA

Viti di fissaggio previste M16x100 UNI 5931 in materiale min. 8.8


Forza di serraggio 70 Nm / 7 Kgm Caratteristiche piano
di appoggio
M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza

VALV/V$$002 _I/07-2012 II • 7 ®
V*PE... VALVOLE A PIASTRA CON PREDISPOSIZIONE ELETTROVALVOLA

TIPOLOGIE DI MONTAGGIO VALVOLE A PIASTRA V*PE...


V*PE... +
AD3E15E... OPPURE AD3E16E...
1) Solenoide diseccitato pompa in scarico.
2 ) Solenoide eccitato pressione del circuito
controllata dalla valvola sul coperchio.
Nel montaggio in linea per avere la configurazione
2 normalmente a scarico è necessario utilizzare
una elettrovalvola del tipo AD3E15F.. o del tipo
AD3E16F.. , mentre per il montaggio a piastra
è neccessario il tipo AD3E15E.. o AD3E16E..

V*PE... +
AD3E15F... OPPURE AD3E16F...
1) Solenoide diseccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola sul coperchio.
2 ) Solenoide B eccitato pompa in scarico.

V*PE... + AM3VMB... +
AD3E15E... OPPURE AD316E...
1) Solenoide diseccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola sul coperchio.
2 ) Solenoide eccitato pompa in pressione con-
trollata dalla valvola AM3VMB

V*PE... + AM3VMB... +
AD3E02C...
1) Solenoidi diseccitati pompa in scarico.
2 ) Solenoide A eccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola AM3VMB
3) Solenoide B eccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola sul coperchio.

V*PE... + AM3VMB... +
AD3E01C...
1) Solenoidi diseccitati pompa in pressione
controllata dalla valvola sul coperchio.
2 ) Solenoide A eccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola AM3VMAB
3) Solenoide B eccitato pompa in pressione
controllata dalla valvola AM3VMAB

VALV/V$$002 _I/07-2012 II • 8 ®
V*L... VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG16 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA V*L16...


Attacchi: P da 1/2" BSP - T da 3/4" BSP

VERSIONE CON PREDISPOSIZIONE ELETTROVALVOLA

Viti di fissaggio previste M8x90 UNI 5931 in materiale min. 8.8


Forza di serraggio 24 Nm / 2.4 Kgm

M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG16 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA V*L161...


Attacchi: P e T da 3/4" BSP

VERSIONE CON PREDISPOSIZIONE ELETTROVALVOLA

Viti di fissaggio previste M8x90 UNI 5931 in materiale min. 8.8


Forza di serraggio 24 Nm / 2.4 Kgm

M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza

VALV/V$$002 _I/07-2012 II • 9 ®
V*L... VALVOLE CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG25 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA V*L25...


Attacchi: P da 1" BSP - T da 1"1/4 BSP

Viti di fissaggio previste UNI 593


M8x110 in materiale min. 8.8 VERSIONE CON PREDISPOSIZIONE ELETTROVALVOLA
Forza di serraggio 24 Nm / 2.4 Kgm

M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza

DIMENSIONI D’INGOMBRO VALVOLE NG25 CONTROLLO PRESSIONE MONTAGGIO IN LINEA V*L251...


Attacchi: P da 1"1/4 BSP - T da 1"1/2 BSP

Viti di fissaggio previste UNI 5931


VERSIONE CON PREDISPOSIZIONE ELETTROVALVOLA
M8x120 in materiale min. 8.8
Forza di serraggio 24 Nm / 2.4 Kgm

M = 1/4" BSP attacco per manometro solo per versione valvola di massima
Y = 1/8" BSP drenaggio esterno solo per versione valvola di sequenza

VALV/V$$002 _I/07-2012 II • 10 ®
BSVMP... BASI PER VALVOLE MONTAGGIO A PIASTRA V*P

BSVMP16 CON ATTACCHI: P DA 1/2" BSP - T DA 3/4" BSP - X DA 1/4" BSP

BS Base singola 1
VMP Di massima pressione

16 Grandezza NG16

00 Nessuna variante
2
1 N° di serie

Peso: 2,2 Kg
Viti di fissaggio previste M8x45 UNI 5931

BSVMP25 CON ATTACCHI: P E T DA 3/4" BSP - X DA 1/4" BSP

BS Base singola

VMP di massima pressione

25 Grandezza NG25

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 3,6 Kg
Viti di fissaggio previste M12x35 UNI 5931

BSVMP25/1 CON ATTACCHI: P E T DA 1" BSP - X DA 1/4" BSP

BS Base singola

VMP di massima pressione

25/1 Grandezza NG25

00 Nessuna variante

1 N° di serie

Peso: 4,2 Kg
Viti di fissaggio previste M10x45 UNI 5931

VALV/BSVMP001 _I/02-1999 II • 11 ®
2

VALV/ II • 12 ®
CONTROLLO PORTATA

SIGLE
AP ATTACCO ALTA PRESSIONE REGOLATORI DI PORTATA
AS ANGOLO DI SFASAMENTO COMPENSATI
BP ATTACCO BASSA PRESSIONE
C CORSA (MM)
CH CHIAVE ESAGONALE
CH CHIAVE AD ESAGONO INTERNO
DA DECADIMENTO DI AMPIEZZA (DB)
DP DIFFERENZIALE DI PRESSIONE (BAR)
F FORZA (N)
I%
M
CORRENTE (A)
ATTACCO MANOMETRO 3
NG NUMERO GIRI POMOLO
OR ANELLO DI TENUTA
P PRESSIONE DI CARICO (BAR)
PARBAK ANELLO ANTIESTRUSIONE
PL COLLEGAMENTO PARALLELO
PR PRESSIONE RIDOTTA (BAR)
QC32... CAP. III • 2
Q PORTATA (L/MIN)
QC33... CAP. III • 3
QP PORTATA POMPA (L/MIN)
QCV32 CAP. III • 5
SE SPINA ELASTICA
SF SFERA
SR COLLEGAMENTO IN SERIE
X PILOTAGGIO
Y DRENAGGIO

PIASTRINA PORTA
RITEGNO ESTERNO

AM3ABU... CAP. III • 4

VALV/03-INTRO _I/06-2015 III • 1 ®


QC32... REGOLATORI DI PORTATA
COMPENSATI A DUE VIE
I regolatori di portata compensati Pressione max. di esercizio 320 bar
QC32.. sono progettati per regolare Pressione di apertura (con by-pass) 1 bar
e mantenere un passaggio di flusso Portata minima regolata versione Q1 0.03 ÷ 0.05 l/min
costante indipendentemente dalla Portata regolata nominale (vers.1 giro) 1,5 ÷ 30 l/min
variazione di pressione a monte e Portata regolata nominale (vers.4 giro) 1,5 ÷ 35 l/min
a valle della sezione regolatrice. La Differenza di pressione ('p) vers. Q1 3 bar
nuova esecuzione ricavata da fusione Differenza di pressione ('p) Q2-Q3-Q4-Q5-Q6 8 bar
ha consentito di ampliare il campo Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
delle portate disponibili innalzando il Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
limite fino a 35 l/min (versione 4 giri) Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
mantenendo inalterato il minimo salto di Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
pressione differenziale necessario per Livello di contaminazione max.(*) classe 10 secondo
ottenere una buona compensazione NAS 1638 con filtro ß25t75
barica. Tutti i modelli sono disponibili Dipendenza dalla temperatura (vers.Q1) 5%
QC32... con o senza valvola di ritegno per flusso
3
Dipendenza dalla temperatura (vers.Q2) 3%
inverso ed, a richiesta, con dispositivo Dipendenza dalla temperatura (Q3-Q4-Q5-Q6) 2%
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. III • 4
"antijump".Tale dispositivo è progettato Peso 1,5 Kg
per eliminare l'inconveniente che si
manifesta come "salto" dell'attuatore (*) Per un corretto funzionamento della valvola è
controllato dovuto alla variazione necessario rispettare il livello di contaminazione max.
istantanea della portata che si verifica
nel transitorio ogni volta che il flusso
viene inviato attraverso il regolatore.

CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLI IDRAULICI


QC Regolatore di portata compensato

3 CETOP 3/NG06

2 A due vie

G Sistema anti-jump con ritegno interno


(omettere se non richiesto)

** Campi di portata regolata nominale


Versione 1 giro Versione 4 giri
Q1 = 1,5 l/min Q1 = 1,5 l/min
Q2 = 3 l/min Q2 = 4 l/min
QC32... QC32***R QC32G***R
Q3 = 9 l/min Q3 = 10 l/min
Q4 = 19 l/min Q4 = 21 l/min
Q5 = 24 l/min Q5 = 28 l/min
Q6 = 30 l/min Q6 = 35 l/min DIAGRAMMI DELLE CURVE CARATTERISTICHE
PORTATA REGOLATA / N° GIRI PORTATA REGOLATA / N° GIRI
K Con serratura VERSIONE 1 GIRO VERSIONE 4 GIRI
(omettere se non richiesto) 6

6
* 1 = Versione 1 giro 5
Q (l/min)
Q (l/min)

4 = Versione 4 giro 5 4

R Con ritegno interno 4

(omettere se non richiesto) 3


3
2
2 1
** 00 = Nessuna variante 1
V1 = Viton
N° giri N° giri
5 N° di serie
PORTATA - PRESSIONE FLUSSO LIBERO
IN INGRESSO ATTRAVERSO IL RITEGNO
Q (l/min)

'p (bar)

P (bar) Q (l/min)

VALV/QC32005 _I/03-2009 III • 2 ®


QC33... REGOLATORI DI PORTATA
COMPENSATI A TRE VIE
Questo tipo di regolatore puo' essere Pressione max. di esercizio 320 bar
impiegato ogni qualvolta é necessario Pressione di apertura (con by-pass) 1 bar
avere un passaggio di fluido costante Portata minima regolata versione Q1 0.03 ÷ 0.05 l/min
indipendentemente dalle variazioni Portata regolata nominale 1 ÷ 22 l/min
di pressione a monte e a valle. Esso Differenza di pressione ('p) vers. Q1 3 bar
dispone di una terza via T per scari- Differenza di pressione ('p) Q2-Q3-Q4-Q5 8 bar
care la portata in eccesso. Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
Per realizzare la versione con ritegno Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
esterno è necessario aggiungere la Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
piastrina porta ritegno "AM3ABU3...", Livello di contaminazione max.(*) classe 10
da ordinare separatamente (vedi a secondo NAS 1638 con filtro ß25t75
seguito). Dipendenza dalla temperatura (vers.Q1) 5%
Dipendenza dalla temperatura (vers.Q2) 3%
QC33...
3
Dipendenza dalla temperatura (Q3-Q4-Q5) 2%
DIMENSIONI DI INGOMBRO CAP. III • 4 Peso 1,5 Kg
AM3ABU... CAP. III • 4 (*) Per un corretto funzionamento della valvola è
necessario rispettare il livello di contaminazione max.

CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLI IDRAULICI


QC Regolatore di portata compensato

3 CETOP 3/NG06

3 A tre vie

** Campi di portata
Q1 = 1 l/min QC33...
Q2 = 3 l/min
Q3 = 9 l/min QC33... + AM3ABU
Q4 = 17 l/min
Q5 = 24 l/min
DIAGRAMMI DELLE CURVE CARATTERISTICHE
K Con serratura
(omettere se non richiesto)
PORTATA REGOLATA / N° GIRI PORTATA - PRESSIONE
5
DI CARICO

* 1 = Versione 1 giro
4 = Versione 4 giro 4
Q (l/min)
Q (l/min)

** 00 = Nessuna variante
3
V1 = Viton

3 N° di serie 2
1

N° giri P (bar)

'P - PORTATA POMPA


'p (bar)

Q (l/min)

VALV/QC33003 _I/01-1999 III • 3 ®


QC32... QC33... REGOLATORI DI PORTATA COMPENSATI A DUE E TRE VIE
QC32... REGOLATORI A DUE VIE QC33... REGOLATORI A TRE VIE

Viti di fissaggio fornite a corredo Viti di fissaggio fornite a corredo


UNI 5931 - M5x40 in materiale min. 12.9 UNI 5931 - M5x40 in materiale min. 12.9
Forza di serraggio 6.5÷7 Nm / 0.65÷0.70 Kgm Forza di serraggio 6.5÷7 Nm / 0.65÷0.70 Kgm

AM3ABU... PIASTRINA PORTA RITEGNO


PER PORTA REGOLATORI COMPENSATI QC3...

Questa piastrina porta regolatore è da montare, modularmente, sotto


il regolatore per ottenere la versione con ritegno esterno

CODICE DI ORDINAZIONE
AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06

ABU Porta ritegno esterno


per regolatori QC3*.
3 Per versione a 2 e 3 vie

00 Nessuna variante

1 N° di serie
Peso: 0,4 Kg
Viti di fissaggio previste per regolatore più ritegno modulare M5x60 UNI 5931 - 12.9 K

VALV/TQC3$00$ _I/01-2010 III • 4 ®


QCV32... REGOLATORI DI PORTATA COMPENSATI
A DUE VIE CON 'P VARIABILE
I regolatori di portata compensati con Pressione max. di esercizio 320 bar
antijump e pressione differenziale re- Portata regolata nominale 1 ÷ 24 l/min
golabile possono essere definiti unità di Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
controllo della potenza idraulica e sono Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
progettati per essere integrati in circuiti Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
nei quali la portata di attraversamento Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
deve essere gestita automaticamente Livello di contaminazione max.(*) classe 10 secondo
in funzione della pressione di lavoro NAS 1638 con filtro ß25t75
dell’attuatore. Peso 1,5 Kg
Per necessità applicative, siete pregati
di contattare il nostro servizio tecnico (*) Per un corretto funzionamento della valvola è
che potrà aiutarvi nella scelta della val- necessario rispettare il livello di contaminazione max.
vola corretta e nel suo corretto utilizzo.

QCV32...

SIMBOLO IDRAULICO
3

CODICE DI ORDINAZIONE

QCV Regolatore di portata compensato B P A


con 'p variabile

3 CETOP 3/NG06

2G Predisposizione per pilotaggio esterno DIMENSIONI DI INGOMBRO


10.4

** Campi di portata regolata nominale


15.5

Q1 = 1,5 l/min P

= =
32.5
A B

48
Q2 = 3 l/min
Q3 = 9 l/min T
Q4 = 19 l/min
10.4

Q5 = 24 l/min 8.7 8.8

K 21.5 19
* 1 = Versione 1 giro
4 = Versione 4 giro

R Con ritegno interno


(omettere se non richiesto)
170

150.3

Ø 9.5
126.9

118

Ø 5.5
83.5

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton
32

FS = Filtri sinterizzati (solo Q1/Q2)


KK = Versione con chiave di serraggio
OR 2012/90SH SE Ø3

99
5 N° di serie
65
46

CH3

Caratteristiche
piano di appoggio
Viti di fissaggio fornite a corredo
0.03
UNI 5931 - M5x40 in materiale min. 12.9 1.6

Forza di serraggio 6.5÷7 Nm / 0.65÷0.70 Kgm

VALV/QCV32005 _I/00-2015 III • 5 ®


3

VALV/ III • 6 ®
VALVOLE MODULARI

SIGLE
VALVOLE MODULARI VALVOLE MODULARI
CETOP 2 CETOP 5
AP ATTACCO ALTA PRESSIONE
AS ANGOLO DI SFASAMENTO
BP ATTACCO BASSA PRESSIONE
C CORSA (MM)
CH CHIAVE ESAGONALE
CH CHIAVE AD ESAGONO INTERNO
DA DECADIMENTO DI AMPIEZZA (DB)
DP DIFFERENZIALE DI PRESSIONE (BAR)
F FORZA (N)
I% CORRENTE (A)
M ATTACCO MANOMETRO AM2UD... CAP. IV • 2 AM5UD... CAP. IV • 22
NG NUMERO GIRI POMOLO AM2UP... CAP. IV • 3 AM5UP... CAP. IV • 23
OR ANELLO DI TENUTA AM2VM... CAP. IV • 4 AM5VM... / AM5VI... CAP. IV • 24
P PRESSIONE DI CARICO (BAR) AM2QF... CAP. IV • 5 AM5CP... CAP. IV • 26
PARBAK
PL
ANELLO ANTIESTRUSIONE
COLLEGAMENTO PARALLELO
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 6 AM5VR...
AM5VS...
CAP. IV • 27
CAP. IV • 29
4
PR PRESSIONE RIDOTTA (BAR) AM5SH... CAP. IV • 30
Q PORTATA (L/MIN) AM5QF... CAP. IV • 31
QP PORTATA POMPA (L/MIN) AM88... CAP. IV • 33
SE SPINA ELASTICA A88... CAP. IV • 34
SF SFERA VALVOLE MODULARI AM5RGT... CAP. IV • 36
SR COLLEGAMENTO IN SERIE CETOP 3 LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 36
X PILOTAGGIO
Y DRENAGGIO

VALVOLE MODULARI
CETOP 7

AM3UD... CAP. IV • 7
AM3UP / AM3UP1 CAP. IV • 8
AM3VM... / AM3VI... CAP. IV • 9
AM3CP... CAP. IV • 11
AM3RD... / AM3SD... CAP. IV • 12
AM3VR... CAP. IV • 13
AM3VS... CAP. IV • 15
AM3SH... CAP. IV • 16
AM7UP... CAP. IV • 37
AM3QF... CAP. IV • 17
AM7QF... CAP. IV • 38
AM66... CAP. IV • 18
A66... CAP. IV • 19
AM3RGT... CAP. IV • 20
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21

VALV/04-INTRO _I/04-2011 IV • 1 ®
AM2UD... VALVOLE MODULARI
DI RITEGNO - AD AZIONE DIRETTA CETOP 2
Le valvole di ritegno modulari AM2UD, Pressione max. 250 bar
sono valvole che consentono il passag- Pressione minima di apertura Molla 1 1 bar
gio libero in un senso, e garantiscono Pressione minima di apertura Molla 5 5 bar
una tenuta a cono nell'altro. Portata max. 20 l/min
Sono disponibili sulle bocche P, T Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
singole, vedi simboli idraulici. Molle Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s a 50°C
da 1 bar standard e 5 bar a richiesta, Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
AM2UD...
completano le varie versioni. Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 6 NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 0,4 Kg

CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLI IDRAULICI


AM Valvola modulare

2 CETOP 2/NG04
AM2UDP
UD Valvola di ritegno diretta

4 * Controllo sulle vie: P / T

* Pressione minima AM2UDT


di apertura:
1 = 1 bar
5 = 5 bar

** 00 = Nessuna variante PERDITE DI CARICO


V1 = Viton

1 N° di serie
5b
'p (bar) ar

ar
1b

Q (l/min)

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM2UD001_I/01-1999 IV • 2 ®
AM2UP... VALVOLE MODULARI
DI RITEGNO - AD AZIONE PILOTATA CETOP 2
Le valvole di ritegno modulari AM2UP Pressione max. 250 bar
consentono il passaggio libero in un Pressione minima di apertura Molla 1 1 bar
senso sollevando un otturatore a cono Pressione minima di apertura Molla 5 5 bar
mentre in senso contrario, per effetto di Rapporto di pilotaggio: 1:4
un pistoncino pilotato dalla pressione Portata max. 20 l/min
dell'altra linea, è reso possibile il ritorno Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
dell'olio al serbatoio. Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s a 50°C
AM2UP...
Sono disponibili sulle bocche A/B Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 6 Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
(singola) e su AB (doppia), vedi sim-
boli idraulici NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 0,5 Kg

CODICE DI ORDINAZIONE PERDITE DI CARICO SIMBOLI IDRAULICI


AM Valvola modulare

2 CETOP 2/NG04
4
AM2UPA
'p (bar)

UP Valvola di ritegno pilotata


r
ar ba
5b 1
** Controllo sulle vie: A / B / AB
3

* Pressione minima di apertura: AM2UPB


1 = 1 bar
5 = 5 bar Q (l/min)
Curva n. 3 = Flusso pilotato
** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton AM2UPAB

1 N° di serie

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM2UP001_I/04-1999 IV • 3 ®
AM2VM... VALVOLE MODULARI
DI MASSIMA PRESSIONE CETOP 2
Le valvole di regolazione pressione Pressione max. 250 bar
AM2VM sono disponibili con campo Campi di regolazione:
di regolazione da 4 a 250 bar. La re- Molla 1 30 bar
golazione avviene mediante una vite Molla 2 90 bar
con esagono interno. Sono disponibili Molla 3 180 bar
AM2VM... in due versioni di base: AM2VM..., Molla 4 250 bar
singola su A o B e doppia su AB, con Portata max. 20 l/min
CMP02... CATALGO CARTUCCE
scarico in T; AM2VMP..., singola su P Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 6 con scarico in T. Su tutte le versioni è Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s a 50°C
possibile il montaggio di 4 tipi di molle, Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
con campo di taratura specificato nelle Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
caratteristiche. La cartuccia, uguale in NAS 1638, con filtro ß25t75
tutte le versioni, è del tipo CMP02 ad Peso AM2VMA/B/P... 0,53 Kg
azione diretta. Peso AM2VMAB... 0,7 Kg
CODICE DI ORDINAZIONE
AM Valvola modulare

2 CETOP 2/NG04 PRESSIONE - PORTATA SIMBOLI IDRAULICI

4 VM Valvola di massima pressione 4

3
** Regolazione sulle vie:
A / B / P / AB AM2VMA
P (bar)

C Regolazione: 2
vite con esagono interno 1

* Campo di regolazione sulle vie A/B/P AM2VMB


1 = max.30 bar (colore bianco)
2 = max.90 bar (colore giallo) Q (l/min)
3 = max.180 bar (colore verde)
4 = max.250 bar (colore arancione)
AM2VMP
* Campo di regolazione sulla vie B MINIMA PRESSIONE TARABILE
Omettere se la taratura è uguale a 4
quella sulla via A
1 = max.30 bar (colore bianco)
1
2 = max.90 bar (colore giallo) 2
3 = max.180 bar (colore verde) 3
AM2VMAB
P (bar)

4 = max.250 bar (colore arancione)

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton

1 N° di serie
Q (l/min)

DIMENSIONI DI INGOMBRO
AM2VMAB... AM2VMA/B/P...

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM2VM001_I/01-2010 IV • 4 ®
AM2QF... VALVOLE MODULARI
REGOLATORI DI PORTATA CETOP 2
Le valvole di strozzamento unidirezio- Pressione max. 250 bar
nali non compensate AM2QF prevedo- Regolazione portata su 6 giri di vite
no la regolazione mediante vite con Portata max. 20 l/min
esagono interno. Sono disponibili tre Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
regolazioni (sulle vie A/B/AB), rappre- Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s a 50°C
sentate dai simboli idraulici. Temperatura fluido -20°C ÷ 75°C
Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
AM2QF...
NAS 1638, con filtro ß25t75
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 6 Peso AM2QFA/B... 0,5 Kg
Peso AM2QFAB... 0,6 Kg

FLUSSO REGOLATO FLUSSO LIBERO


1 2 2.5 3 3.5 4 ATTRAVERSO IL RITEGNO

4.5

CODICE DI ORDINAZIONE 'p (bar)


5
4

'p (bar)
5.5
AM Valvola modulare 6
7

2 CETOP 2/NG04
Q (l/min)
QF Regolatore di portata non compensato Q (l/min)
Ogni curva rappresenta la portata regolabile per ogni
giro del registro, partendo dalla posizione chiusa.
** Regolazione sulle vie:
A / B / AB
SIMBOLI IDRAULICI
C Regolazione:
vite con esagono interno

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton

1 N° di serie
AM2QFA AM2QFB AM2QFAB

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM2QF001_I/01-2018 IV • 5 ®
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI PER MONTAGGIO VALVOLE MODULARI CETOP 2

DIMENSIONI DI INGOMBRO
Serrare particolare M27.05.0001 con forza di serraggio = 5 Nm / 0.5 Kgm max.

VITI T.C.E.I L L1 * N° DADO SPECIALE


COMPOSIZIONE
CODICE mm mm PZ. CODICE
Q26074069 35 — AD2... 4
Q26074243 65 30 AD2... + 1 AM2... (ISO) 4 —
Q26074252 95 60 AD2... + 2 AM2... (ISO) 4
M80100008 135 90 AD2... + 3 AM2... 4 V89240000
M80100020 165 120 AD2... + 4 AM2... 4 (kit 20 dadi)

* Quota indicativa composizione valvole

VALV/TAMTR002 _I/01-2014 IV • 6 ®
AM3UD... VALVOLE MODULARI
DI RITEGNO - AD AZIONE DIRETTA CETOP 3
Le valvole di ritegno AM3UD, permet- Pressione max. 350 bar
tono il passaggio libero in un senso, Pressione minima di apertura Molla 1 1 bar
ed una tenuta a cono nell'altro. Sono Pressione minima di apertura Molla 5 5 bar
disponibili sulle bocche A, B, P, T e Portata max. 40 l/min
AB, vedi simboli idraulici. Molle da Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
1 bar standard e 5 bar a richiesta, Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s a 50°
completano le varie versioni. Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
AM3UD... Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 0,8 Kg

CODICE DI ORDINAZIONE PERDITE DI CARICO


AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06 5 bar

'p (bar)
UD Valvola di ritegno diretta

** Controllo sulle vie:


A / B / P / T / AB 1 bar

* Pressione minima di apertura:


1 = 1 bar Q (l/min)
5 = 5 bar

** 00 = Nessuna variante
SIMBOLI IDRAULICI
V1 = Viton

2 N° di serie

AM3UDA

DIMENSIONI DI INGOMBRO

AM3UDB

AM3UDP

AM3UDT

AM3UDAB

Caratteristiche piano
di appoggio
K = Piastrina porta OR

VALV/AM3UD002 _I/02-1999 IV • 7 ®
AM3UP / AM3UP1 VALVOLE MODULARI
DI RITEGNO - AD AZIONE PILOTATA CETOP 3
Le valvole di ritegno AM3UP.., solle-
Pressione max. 350 bar
vando una valvola a cono con tenuta
Pressione minima di apertura Molla 1 1 bar
su acciaio, consentono il passaggio
Pressione minima di apertura Molla 5 5 bar
libero in un senso, mentre in senso
Rapporto di pilotaggio versione AM.3.UP: 1:4
contrario, per effetto di un pistoncino
Rapporto di pilotaggio versioneAM.3.UP1: 1:12,5
pilotato dalla pressione dell'altra linea,
Portata max. 40 l/min
è possibile il ritorno dell'olio al serbatoio
AM3UP / AM3UP1 Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
(lato pilotato).
Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21
Sono disponibili sulle bocche A e B Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
(singola) e su AB (doppia), vedi sim- Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
boli idraulici. Inoltre, è disponibile una Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
versione con preapertura (AM3UP...) NAS 1638, con filtro ß25t75
solo con molla da 5 bar. Peso 1 Kg

SIMBOLI IDRAULICI PERDITE DI CARICO AM3UP

4 AM3UPA

'p (bar)
CODICE DI ORDINAZIONE

r
ba

3
ar

1
5b
AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06 AM3UPB

** UP = Valvola di ritegno pilotata Q (l/min)


UP1 = Valvola di ritegno
pilotata con pre-apertura PERDITE DI CARICO AM3UP1
AM3UPAB
** Controllo sulle vie: A/B/AB

* Pressione minima di apertura:


1 = 1 bar (solo per versione UP)

3
5 = 5 bar
'p (bar)

8 = 8 bar (solo per versione UP)


ar
5b
** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton Il fluido impiegato è un olio minerale con viscosità di
46 mm2/s a 40°C. Le prove sono state eseguite ad
3 N° di serie una temperatura del fluido di 50°C. Q (l/min)

Curva n° 3 = Flusso pilotato

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM3UP$003 _I/05-2011 IV • 8 ®
AM3VM... / AM3VI... VALVOLE MODULARI
DI MAX. PRESSIONE CETOP 3
Le valvole di regolazione pressione Pressione max. 320 bar
AM3VM sono disponibili con campo Campo di regolazione
di regolazione 2 ÷ 320 bar. Taratura max. Molla 1 50 bar
La regolazione avviene mediante una Taratura max. Molla 2 150 bar
vite con esagono interno, o pomolo Taratura max. Molla 3 320 bar
in plastica. Portata max. 40 l/min
Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
Sono disponibili in tre versioni di base: Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
- AM3VM..., singola su A o B e doppia Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
su AB, con scarico in T Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
- AM3VMP..., singola su P con sca- Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
rico in T NAS 1638, con filtro ß25t75
- AM3VI..., singola su A o B e doppia Peso AM3VMA/B/P... 1,2 Kg
su AB, con scarico incrociato su A o Peso AM3VMAB... 1,3 Kg
AM3VM... B (vedi simboli idraulici). Peso AM3VIA/B... 2 Kg
CMP10... CAP. VII • 30 Su tutte le versioni è possibile il Peso AM3VIAB... 2,2 Kg
montaggio di tre tipi di molle, con
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 campo di taratura specificato nelle
caratteristiche.
La cartuccia, uguale in tutte le versioni,
è del tipo CMP10 ad azione diretta.

Per la minima pressione di tara-


SIMBOLI IDRAULICI
4
tura consentita in funzione della
molla vedi curva minima pressione AM3VMA
tarabile
CODICE DI ORDINAZIONE
AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06
AM3VMB
PRESSIONE - PORTATA
** VM = Valvola di massima pressione
3
VI = Massima pressione incrociata

** Regolazione sulle vie:


AM3VMP
VM = A / B / P / AB
P (bar)

VI = A / B / AB 2

* Regolazione:
M = Pomolo in plastica 1
C = Vite con esagono interno AM3VMAB

* Campo di regolazione sulle vie A/B/P Q (l/min)


1 = max.50 bar (colore bianco)
2 = max.150 bar (colore giallo)
3 = max.320 bar (colore verde) MINIMA PRESSIONE AM3VIA
TARABILE
* Campo di regolazione sulla vie B
Omettere se la taratura è uguale a 3

quella sulla via A


1 = max.50 bar (colore bianco) AM3VIB
2 = max.150 bar (colore giallo)
P (bar)

3 = max.320 bar (colore verde)


2

** 00 = Nessuna variante 1

V1 = Viton
AM3VIAB

3 N° di serie
Q (l/min)

Curve n° 1 - 2 - 3 = campi di regolazione

VALV/AM3V$003_I/02-1999 IV • 9 ®
AM3VM / AM3VI... VALVOLE MODULARI DI MAX. PRESSIONE CETOP 3

DIMENSIONI DI INGOMBRO
AM.3.VM.AB...

4 Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica Caratteristiche piano


di appoggio

C Vite con esagono interno

AM.3.VM.P...

Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica Caratteristiche piano


di appoggio

C Vite con esagono interno

AM.3.VI.AB...

Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica Caratteristiche piano


di appoggio

C Vite con esagono interno

VALV/AM3V$003 _I/05-2011 IV • 10 ®
AM3CP... VALVOLE MODULARI
DI CONTROPRESSIONE CETOP 3
Le valvole di contropressione tipo Pressione max. 350 bar
AM3CP.., sono valvole limitatrici di Campo di regolazione
pressione smorzate ad azione diretta, Taratura max. molla 1 50 bar
in esecuzione a sede, con valvole di Taratura max. molla 2 150 bar
by-pass di non ritorno. Taratura max. molla 3 320 bar
Sono disponibili con campo di regola- Portata max. 40 l/min
zione 2÷320 bar. Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
AM3CP... La regolazione avviene mediante una Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
CMP.10... CAP. VII • 30 vite ad esagono interno o pomolo in Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 plastica, sulle vie A o B, singola o Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
sulle vie AB, doppia. Queste valvole Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
vengono utilizzate prevalentemente su NAS 1638, con filtro ß25t75
cilindri che lavorano in senso verticale Peso AM3CPA/B... 2 Kg
con carichi trascinanti. Peso AM3CPAB... 2,7 Kg
La cartuccia, uguale in tutte le versioni,
è del tipo CMP10 ad azione diretta.
CODICE DI ORDINAZIONE PRESSIONE - PORTATA
Per la minima pressione di tara-
AM Valvola modulare tura consentita in funzione della 3
molla vedi curva minima pressione
3 CETOP 3/NG06
tarabile
4
CP Valvola di contropressione

P (bar)
2

** Controllo sulle vie: A / B / AB


SIMBOLI IDRAULICI 1
* Regolazione:
M = Pomolo in plastica
C = Vite con esagono interno Q (l/min)

* Campo di regolazione AM3CPA


1 = max.50 bar (colore bianco) MINIMA PRESSIONE TARABILE
2 = max.150 bar (colore giallo)
3 = max.320 bar (colore verde) 3

** 00 = Nessuna variante AM3CPB


V1 = Viton
P (bar)

2
3 N° di serie
1

AM3CPAB

Q (l/min)

DIMENSIONI DI INGOMBRO

K = Piastrina porta OR

Tipo di regolazione

Caratteristiche piano
M Pomolo di plastica
di appoggio

C Vite con esagono interno

VALV/AM3CP003 _I/04-2015 IV • 11 ®
AM3RD... / AM3SD... VALVOLE MODULARI
RIDUTTRICI E DI SEQUENZA CETOP 3
Le valvole riduttrici di pressione e di Pressione max. su P 350 bar
sequenza ad azione diretta, rispettiva- Pressione max. regolabile 250 bar
mente AM3RD..e AM3SD.., sono del Campo di regolazione
tipo a cursore, con una estremità pre- Molla 1 2 ÷ 30 bar
caricata da una molla e l'altra estremità Molla 2 10 ÷ 120 bar
sottoposta alla pressione idraulica. Il Molla 3 60 ÷ 250 bar
fluido di trafilamento viene drenato Portata max. 40 l/min
AM3RD / AM3SD... sulla via T internamente alla valvola. La Drenaggio interno RD:
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 pressione è regolabile mediante vite e Versione con ricoprimento positivo 0,5 l/min
controdado o volantino.Tre tipi di molla Versione con ricoprimento negativo 2 l/min
consentono la regolazione in campo Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
di pressione 2÷250 bar. Le valvole Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
riduttrici di pressione sono disponibili Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
in due versioni: con ricoprimento po- Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
CODICE DI ORDINAZIONE sitivo in condizione di minima portata Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
e con ricoprimento negativo per avere NAS 1638, con filtro ß25t75
AM Valvola modulare maggior velocità di ripristino pressione. Peso 1,3 Kg

3 CETOP 3/NG06

4 ** RD = Valvola riduttrice diretta


SD = Valvola di sequenza diretta PRESSIONE - PORTATA PRESSIONE - PORTATA
AM3RD AM3SD
* Controllo sulle vie:
3
Versione AM3RD = A / P
Versione AM3SD = P
3
* 1 = ricoprimento positivo
2 = ricoprimento negativo
Pr (bar)

P (bar)
2
Omettere per versioni AM3SD
2

* Regolazione:
1 1
C = Vite con esagono interno
V = Volantino
Relieving m Q (l/min) Q (l/min)
* Campo di regolazione
1 = max. 2 ÷ 30 bar (colore bianco) Il fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità di 46 mm2/sec a
40°C. Le prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 40°C.
2 = max.10 ÷ 120 bar (colore giallo)
3 = max.60 ÷ 250 bar (colore verde)

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton SIMBOLI IDRAULICI

4 N° di serie

AM3RDA
DIMENSIONI DI INGOMBRO

AM3RDP

Tipo di regolazione
AM3SDP
V Volantino

C Vite con
esagono interno

Installazione
tipica
Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM3$D004 _I/01-2003 IV • 12 ®
AM3VR... VALVOLE MODULARI CETOP 3
RIDUTTRICI CON RELIEVING - AD AZIONE PILOTATA
Le valvole riduttrici di pressione Pressione max. 350 bar
garantiscono la minima variazione Campo di regolazione
della pressione regolata al variare Taratura max. molla 1 60 bar
della portata fino 40 l/min. Tre sono Taratura max. molla 2 120 bar
i tipi di molla che consentono la Taratura max. molla 3 250 bar
regolazione della pressione 7 ÷ 250 'p max. ammissibile tra la pressione
bar. La regolazione avviene mediante in ingresso e quella regolata 150 bar
AM3VR... vite ad esagono interno o pomolo in Portata max. 40 l/min
CVR.20... CATALOGO CARTUCCE plastica sulle vie P e A. La funzione Drenaggio sulla linea T 0,5 ÷ 0,7 l/min
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 del sistema RELIEVING, integrato alle Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
valvole riduttrici AM3VR, permette il Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
passaggio del fluido attraverso la val- Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
vola, dal ramo ridotto alla T, evitando Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
così l’aumento di pressione sul ramo Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
regolato (funzione di protezione del NAS 1638, con filtro ß25t75
carico nel ramo a pressione ridotta). Peso 1,36 Kg
Infine, l’aggiunta di un modulo by-pass Peso versione con by-pass 2 Kg
consente il flusso libero tra A ed AR.

CODICE DI ORDINAZIONE SIMBOLI IDRAULICI


AM Valvola modulare 4
3 CETOP 3/NG06

VR Valvola riduttrice di pressione AM3VRP... AM3VRA... AM3VRD...


con relieving ad azione pilotata
* Controllo sulle vie
P = Con drenaggio in T
A = Con drenaggio in T AM3VRA... + Bypass
D = Con drenaggio in B Versione con
valvola di ritegno
pressione ridotta su A

* Collegamento con drenaggio


E = Esterno (solo per versione AM3VRP) PRESSIONE-PORTATA PRESSIONE - PORTATA
I = Interno (Standard) REGOLATA DEL RELIEVING

B Versione con by-pass


Solo per versioni con controllo su A 3
3
Omettere se non richiesto
* Regolazione:
P (bar)
P (bar)

2
M = pomolo in plastica
C = Vite con esagono interno
2
* Campo di regolazione 1

1 = max. 60 bar (colore bianco) 1


2 = max. 120 bar (colore giallo)
3 = max. 250 bar (colore verde)
** 00 = Nessuna variante Q (l/min) Q (l/min)
V1 = Viton
1 N° di serie 'P AM3VR... MINIMA PRESSIONE
+ BY-PASS TARABILE

1
Per trasformare le valvole AM3VRP... da drenag- 2
gio interno a drenaggio esterno, è necessario: 3

- smontare il tappo di Y sul corpo


'P (bar)

P (bar)

- smontare il tappo T.C.E.I. M8x1 sul corpo


- montare una vite S.T.E.I. M6
- rimontare il tappo T.C.E.I. M8x1 sul corpo
NOTA: il drenaggio esterno può essere utilizza-
to come pilotaggio a distanza (per ulteriori in-
formazioni contattare il nostro servizio tecnico)

Q (l/min) Q (l/min)
Curve n° 1 - 2 - 3 = campi di regolazione
2
Il fluido impiegato è un olio minerale con viscosità di 46 mm /s a 40°C. Le prove sono state eseguite ad una temperatura del fluido di 50°C.

VALV/AM3VR001_I/06-2010 IV • 13 ®
AM.3.VR... VALVOLE MODULARI CETOP 3
RIDUTTRICI CON RELIEVING - AD AZIONE PILOTATA

DIMENSIONI DI INGOMBRO

AM.3.VR.P... / AM.3.VR.D...

AM3VRA... + BYPASS

B By-pass (optional)
Codice di ordinazione:
V89.45.0000 (se ordina-
to separatamente)

Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica Caratteristiche piano


di appoggio

C Vite con esagono interno

VALV/AM3VR001 _I/06-2010 IV • 14 ®
AM3VS... VALVOLE MODULARI
DI SEQUENZA CETOP 3
Le valvole di sequenza permettono di Pressione max. 350 bar
alimentare un ramo secondario in un Campo di regolazione
circuito al raggiungimento di un deter- Taratura max. molla 1 60 bar
minato valore di pressione, garantendo Taratura max. molla 2 120 bar
la minima variazione della pressione Taratura max. molla 3 250 bar
regolata al variare della portata fino Portata max. 40 l/min
a 40 l/min. Tre sono i tipi di molla Drenaggio sulla linea T 0,5 ÷ 0,7 l/min
AM3VS... che consentono la regolazione della Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
CVS.20... CATALOGO CARTUCCE pressione 7 ÷ 250 bar. La regolazione Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 avviene mediante vite ad esagono Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
interno o pomolo in plastica. Il tipo Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
di cartuccia utilizzato è la valvola di Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
sequenza CVS. NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 1,36 Kg

SIMBOLO IDRAULICO
CODICE DI ORDINAZIONE
AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06 Il fluido impiegato è un olio minerale con


viscosità di 46 mm2/s a 40°C. Le prove
4
sono state eseguite ad una temperatura
VS Valvola di sequenza del fluido di 50°C.
Curve n° 1 - 2 - 3 = campi di regolazione
* Collegamento drenaggio
E = Esterno
I = Interno (Standard)
PRESSIONE - PORTATA MINIMA PRESSIONE
* Regolazione: REGOLATA TARABILE
M = Pomolo in plastica 1-2-3
C = Vite con esagono interno
3
* Campo di regolazione
1 = max. 60 bar (colore bianco)
P (bar)
P (bar)

2 = max.120 bar (colore giallo)


3 = max. 250 bar (colore verde) 2

** 00 = Nessuna variante 1
V1 = Viton

1 N° di serie
Q (l/min) Q (l/min)

DIMENSIONI D’INGOMBRO
Per trasformare le valvole AM.3.VS... da drenaggio
interno a drenaggio esterno, è necessario:
- smontare il tappo di Y sul corpo
- smontare il tappo T.C.E.I. M8x1 sul corpo
- montare una vite S.T.E.I. M6
- rimontare il tappo T.C.E.I. M8x1 sul corpo
NOTA: il drenaggio esterno può essere utilizzato
come pilotaggio a distanza (per ulteriori informazioni
contattare il nostro servizio tecnico)

Tipo di regolazione
Caratteristiche piano
M Pomolo di plastica di appoggio

C Vite con esagono interno

VALV/AM3VS001_I/04-2010 IV • 15 ®
AM3SH... VALVOLE MODULARI
SELETTORI DI PRESSIONE CETOP 3
Le valvole modulari tipo AM3SH.. sono Pressione max. 350 bar
valvole selettrici della pressione di Portata max. alla cartuccia 3 l/min
carico dell'attuatore in quanto hanno Portata max. bocche A/B/P/T 40 l/min
integrata una cartuccia "shuttle valve", Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
che permette di portare il segnale di Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
pressione più elevato all'attacco ester- Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
no tramite lo spostamento di una sfera. Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Solitamente vengono impiegate per Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
segnalare al compensatore di pres- NAS 1638, con filtro ß25t75
AM3SH... Peso 1 Kg
sione di una pompa "load sensing" il
SH.03... CATALOGO CARTUCCE Coppia di serraggio cartuccia 20÷30 Nm/2÷3 Kgm
carico dell'attuatore o per comandi di
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 freni negativi.

Per dimensioni sede vedi cartuccia


shuttle tipo SH03.

4 AM
CODICE DI ORDINAZIONE

Valvola modulare
PERDITE DI CARICO ('P)
SULLA VALVOLA DI SELEZIONE
SIMBOLO IDRAULICO

3 CETOP 3/NG06

SH Shuttle a cartuccia
'p (bar)

** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton

1 N° di serie

Q (l/min)

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM3SH001 _I/02-2010 IV • 16 ®
AM3QF... VALVOLE MODULARI
REGOLATORI DI FLUSSO CETOP 3
Le valvole di strozzamento unidire- Pressione max. di esercizio 350 bar
zionali non compensate AM3QF sono Pressione di regolazione max. 250 bar
corredate di una piastra porta O-Ring, Regolazione portata su 8 giri di vite
che consente il montaggio per la Portata max. 40 l/min
regolazione in entrata o in uscita. La Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
regolazione avviene mediante vite con Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
esagono interno o pomolo in plastica. Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
AM3QF... Sono disponibili nelle quattro combi- Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 nazioni di regolazione rappresentate Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
dai simboli idraulici. La valvola in NAS 1638, con filtro ß25t75
configurazione standard consente la Peso 1,5 Kg
regolazione del flusso in entrata; ruo-
tando la valvola di 180° lungo l'asse
longitudinale, è possibile ottenere la
regolazione del flusso in uscita.

CODICE DI ORDINAZIONE FLUSSO REGOLATO FLUSSO LIBERO


2 3 4 5 ATTRAVERSO IL RITEGNO
AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06
'p (bar) 4
QF Regolatore di portata non compensato 6

'p (bar)
** Regolazione sulle vie:
A / B / P / AB
7
8
* Regolazione:
M = pomolo in plastica Q (l/min)
C = vite con esagono interno Ogni curva rappresenta la portata regolabile per ogni
Q (l/min)
giro del registro, partendo dalla posizione chiusa.
** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton
SIMBOLI IDRAULICI
4 N° di serie

AM3QFA AM3QFB AM3QFP AM3QFAB

DIMENSIONI DI INGOMBRO

K Piastrina porta OR

Tipo di regolazione

M Pomolo di plastica

C Vite con esagono


interno

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM3QF004 _I/02-2018 IV • 17 ®
AM66... VALVOLE MODULARI
BLOCCHI PORTA REGOLATORI CETOP 3
Si tratta di un blocchetto intermedio Pressione max. 320 bar
che permette il montaggio modulare Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
di uno o due regolatori di portata Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
compensati QC3* Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
Il regolatore di portata compensato Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
(QC3*) è da ordinare separatamente. NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 1,3 Kg

AM066... SIMBOLI IDRAULICI


QC32... CAP. III • 2
Per regolatori a due vie QC32
QC33... CAP. III • 3
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21

A P T B A P T B A P T B
AM66A AM66B AM66AB

4 CODICE DI ORDINAZIONE
A P T B A P T B A P T B

AM Valvola modulare AM66P AM66PT* AM66T

66 Grandezza

** Regolazione sulle vie: A P T B A P T B A P T B


A / B / P / PT* / AB
AM66A1 AM66B1 AM66A1B1
Per ottenere le versioni con
regolazione su T / A1 / B1 / A1B1
vedi tabella Simboli idraulici
Per regolatori a tre vie QC33

A P T B
** 00 = Nessuna variante
AM66PV3
V3 = Per regolatori a tre vie QC33
(solo con regolazione su P) PT * = Prelievo dalla linea verso lo scarico (PoT salasso)
V1 = Viton • Per ottenere le versioni con regolazione su T, ruotare di 180° il blocchetto porta
regolatore AM66P
3 N° di serie
• Per ottenere le versioni AM66A1, AM66B1 E AM66A1B1 ruotare di 180° rispettiva-
mente i blocchetti portaregolatori AM66A, AM66B e AM66AB

DIMENSIONI DI INGOMBRO
K Piastrina porta OR

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM66003 _I/03-2017 IV • 18 ®
A66...VALVOLE MODULARI
GRUPPO RAPIDO/LENTO CETOP 3
Si tratta di una elettrovalvola on/off a Pressione max. 320 bar
montaggio modulare la quale permette Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
di ottenere, tramite segnale elettrico Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
di commutazione, due velocità di una Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
singola utenza montando un apposito Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
regolatore a 2 vie. Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
Il regolatore di portata è da ordinare NAS 1638, con filtro ß25t75
A66... Peso 2,4 Kg
separatamente (QC32). Le curve dei
CONNETTORI STANDARD CAP. I • 20
limiti di impiego sono state ricavate
SOLENOIDI IN DC CAP. I • 72 Le prove sono state eseguite con solenoidi caldi, ali-
con il regolatore completamente
mentati con una tensione inferiore del 10% a quella
QC32... CAP. III • 2 chiuso, tali limiti migliorano pro-
nominale e con una temperatura del fluido di 50°C. Il
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21 gressivamente in funzione dell'a-
fluido impiegato è un olio minerale avente una viscosità
pertura del regolatore.
46 mm2/s a 40°C.

CODICE DI ORDINAZIONE LIMITI DI IMPIEGO

A Valvola controllo velocità 121 (NC)

66 Grandezza 4
p (bar)

E Tipo di comando elettrico

*** 120 = Normalmente aperto 120 (NA)

121 = Normalmente chiuso


Vedi "Simboli idraulici"
* Regolazione sulle vie:
Q (l/min)
A/B/P/T (vedi simboli idraulici)
Per ottenere le versioni A1 e B1
ruotare di 180° il piastrino H.
* Tensioni: vedi tab.1 SIMBOLI IDRAULICI
A66E120 A66E***A A66E***B A66E***T
** Varianti: vedi tab.2

4 N° di serie

A66E121 A66E***A1 A66E***B1 A66E***P

TAB.1 - TENSIONI DIMENSIONI DI INGOMBRO


BOBINE D15 (IN DC - 30W) **
L 12V 115Vac/50Hz
M 24V 120Vac/60Hz
V 28V* con raddrizzatore
N 48V*
Z 102V* 230Vac/50Hz
P 110V* 240Vac/60Hz
X 205V* con raddrizzatore

W Senza bobine
Le tensioni non vengono stampigliate sulle targhette,
ma sono leggibili sulla bobina

* Tensioni speciali
** Dati tecnici vedi Cap. XII • 4

TAB.2 - VARIANTI
Nessuna variante (senza connettori) S1(*)
Viton SV(*)
Altre varianti disponibili a richiesta

(*) Bobine con connessione Hirschmann Caratteristiche piano


di appoggio
fornite senza connettori. I connettori
H = Piastrina porta regolatore
possono essere ordinati separatamente,
Cap. I • 20.

VALV/A6600$ _I/12-2013 IV • 19 ®
AM3RGT... VALVOLE MODULARI
PER CIRCUITO RIGENERATIVO CETOP 3
Questo sistema modulare realizza un Pressione max. 350 bar
circuito rigenerativo come da schema, Portata max. bocche A/B/P/T 20 l/min
per aumentare la velocità di uscita Fluidi idraulici Olii minerali DIN 51524
dell'attuatore (cilindro differenziale). Viscosità fluido 10 ÷ 500 mm2/s
In particolare se si utilizza un cilindro Temperatura fluido -25°C ÷ 75°C
con rapporto aree 2:1 si ottiene una Temperatura ambiente -25°C ÷ 60°C
velocità di uscita uguale a quella di Livello di contaminazione max. classe 10 secondo
rientro. NAS 1638, con filtro ß25t75
Peso 1,7 Kg
AM3RGT...
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI CAP. IV • 21

CODICE DI ORDINAZIONE PERDITE DI CARICO AoP SIMBOLO IDRAULICO

4 AM Valvola modulare

3 CETOP 3/NG06
'p (bar)

RGT Per circuito rigenerativo

A Grandezza ritegni 3/8"BSP

1 Pressionedi apertura:
1 bar
Q (l/min)
** 00 = Nessuna variante
V1 = Viton

1 N° di serie

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Caratteristiche piano
di appoggio

VALV/AM3RGT001 _I/01-1999 IV • 20 ®
LUNGHEZZA VITI E TIRANTI PER MONTAGGIO VALVOLE MODULARI CETOP 3

DIMENSIONI DI INGOMBRO
Serrare particolare M27.05.0001 con forza di serraggio = 5 Nm / 0.5 Kgm max.

VITI T.C.E.I L L1 * N° DADO SPECIALE


COMPOSIZIONE
CODICE mm mm PZ. CODICE
Q26074068 30 — AD3... 4
Q26074075 70 40 AD3... + 1 AM3... (ISO) 4 —
Q26074076 75 45 AD3... + AM3VR 4
M80100015 97 57,5 AD3... + AM3VI... 4
M80100007 115 74 AD3... + A66 o AM66... 4
M80100003 120 80 AD3... + 2 AM3... (ISO) 4
M80100013 125 85 AD3... + AM3VR... + AM3... (ISO)