Sei sulla pagina 1di 3

Come si può spiegare il passaggio di Amazon ad offrire questo tipo di servizi?

Sin dalla sua fondazione Amazon ha fatto le sue scelte tenendo in mente sempre obiettivi
non di breve termine. Nella valutazione di nuove opportunità di business si basa sui
seguenti parametri:
• capacità di generare profitti significativi
• capacità di scalare
• affollamento del mercato servito
• differenziabilità dell'offerta
• capacità interna di Amazon
Vide l'opportunità del business dei servizi di back-end tecnologico quando rilasciò agli
affiliati il sistema per modificare le inserzioni pubblicitarie nei propri siti. L'iniziativa
raggiunse l'obiettivo primario di indirizzare meglio i clienti verso Amazon e portò idee e
soluzioni che l'azienda non aveva mai preso in considerazione. I riscontri favorevoli
portarono quindi alla creazione di una struttura apposita per i servizi Internet (Amazon Web
Services) con un proprio business plan. AWS mira a consentire al cliente di potersi
concentrare sulle sole attività core poichè a gestire le infrastrutture informatiche ci penserà
lei. Questo tipo di servizio nasce dal risultato di un'analisi che dimostrava come molte
aziende spendessero la maggior parte del tempo in tale attività. Infrastrutture
informatiche e conoscenze per il relativo mantenimento erano per lo più già presenti
in Amazon, dato che ne necessitava per garantire qualità nel servizio che proponeva.
Così Amazon iniziò la sua ascesa nel campo del cloud computing. I primi passi furono:
• ricevere feedback
◦ interni per determinare azioni ripetitive che venivano ripetute ogni volta
◦ esterni per capire cosa si aspettavano i potenziali clienti
• determinare i servizi Web necessari per sviluppare applicazioni.
• determinare i requisiti al fine di impostare correttamente le applicazioni. Questi
furono:
◦ affidabilità
◦ capacità di scalare sia verso l'alto che verso il basso
◦ bassa latenza
◦ semplicità
◦ costo vantaggioso

Quali sono i servizi offerti e come si può definire il modello di business collegato?
Ad ottobre 2008 Amazon offriva 12 servizi. Per tutti il sistema di pagamento scelto è di
tipo pay-as-you-go, cioè basato sul reale utilizzo del servizio. Questo sgrava l'utente dal
costo dai costi fissi legati alla gestione dei sistemi. Il pricing è un aspetto fondamentale per
AWS che cerca di proporsi con prezzi allettanti che generino un forte e rapido consenso in
modo da ridurre l'impatto dei costi.
AWS fa sue le rinomante capacità organizzative del gruppo. Per ogni servizio vi è un
team di dimesioni ridotte dove lavorano congiuntamente personale tecnico e di business.
Ogni team lavora a stretto contatto con il reparto infrastrutture informatiche di Amazon.
I progetti vengono sviluppati con tempi non eccessivamente ristretti, dato che vanno da
alcuni mesi a circa due anni. I prodotti vengono lanciati come beta che assomigliano ai
prodotti finali a parte alcune ultime rifiniture. Ci sono due modalità:
• Unlimited. Il servizio è reso disponibile a chiunque però potrà continuare ad usarlo
solo in beta mode
• Limited. Il servizio è reso disponibile solo per una certa quantità di clienti. Tale
numero viene poi progressivamente aumentato. Questa modalità consente di gestire
meglio la scalabilità del servizio.
Il successo di AWS viene spiegato da:
• Percezione da parte del cliente che può ridurre costi e tempo dedicato alla gestione
delle infrastrutture informatiche concentrandosi invece sulle attività core.
• Capacità di offrire una struttura affidabile, scalabile e non costosa.
• Ampia e attiva community.
• Referenze positive in siti e blog autorevoli che diventano quindi una forma indiretta
di pubblicità.
• Clientela trasversale dato che le si rivolgono dalle start-up ai grandi colossi.
Esternamente vi è qualche scetticismo nei confronti di AWS per quanto riguarda le reali
capacità di generare notevoli profitti e di poter contrastare l'entrata dei maggiori player
dell'informatica.

Infrastructure Web Services


Sono i quattro servizi principali offerti da AWS.
S3
Simple Storage Service memorizzare e rende accessibili quantità illimitate di dati. L'accesso
è possibile da ovunque sfruttando il Web e la semplice interfaccia formita. La tecnologia
utilizzata è identica a quella utilizzata da Amazon per le sue attività interne. Il pagamento è
basato sulla quantità di dati memorizzata nel mese, oggeti di upload e oggeto di download.
EC2
Elastic Compute Cloud fornisce potenza di calcolo in base alle esigenze attuali del cliente. E'
caratterizzato da alta flessibilità, velocità nello scalare sia in alto che in basso, integrabilità
con S3. Il pagamento è basato su ore di utilizzo e quantità di dati oggetto di upload e
oggetto di download.
SimpleDB
Consente di cercare e interrogare su dati strutturati. E' realizzato in modo da esser utilizzato
con S3 e EC2. Il pagamento è basato su ore/macchina consumate, traffico sia in ingresso
che in uscita, quantità di spazio utilizzata mensilmente.
SQS
Simple Queue Service consente di memorizzare messaggi al fine di poterli scambiare tra le
diverse applicazioni. Si comporta come un buffer, quindi non è necessario che il ricevente
sia attivo al momento dell'invio delle informazioni, potendole invece recuperare
all'occorrenza. Questo implica che non si deve gestiore la perdita dei messaggi. Il
pagamento è basato sulla quantità di richieste inviate, upload e download.
Gli altri servizi
Tra i rimanenti servizi offerti particolare rilevo hanno:
• FPS, servizio per la raccolta di fondi on-line in cui si possono personalizzare le
condizioni per l'effettuazione della transazione.
• Premium Support, per ricevere assistenza su S3, EC2 e SQS in base ad una qualità
del servizio dipendente dal tipo di piano scelto tra silver e gold.
• EBS, per mantenere i dati eseguiti da istanze di EC2.
AWS è comunque attiva nello sviluppo di nuove soluzioni.

Come si muove la concorrenza in questo ambito?


In ritardo.
Infatti Amazon viene percepita e si ritiene come ben inserita, se non addirittura
dominante, in quanto a conoscenze, offerta, qualità del servizio, prezzi e clientela.
I maggiori player dell'informatica stanno lavorando su prodotti nell'ambito del cloud
computing, ma non sono ancora usciti completamente allo scoperto. Addirittura
aziende come Microsoft sono talvolta ricorsi alle soluzioni offerte da AWS. Le grandi aziende
valutano con molta attenzione l'entrata visto l'alto numero di fallimenti da parte di aziende
specializzate nel cloud computing.
Le alternative sono per lo più rappresentate da:
• Sun con un servizio similare a EC2 con pagamento in base alle ore di utilizzo.
• Google con App Engine. Attualmente il servizio è molto limitato ma si prevede che
sarà uno dei maggiori sfidanti dei servizi AWS. Il servizio è gratuito per applicazioni
che hanno meno di 5 milioni di visite mensili e richiedono meno di 0.5 GB, oltre il
cliente paga in base all'uso.
• Salesforce.com attraverso:
◦ CRM on-demand, è il business iniziale dell'azienda;
◦ AppExchange, piattaforma per lo scambio e vendita di applicazioni;
◦ force.com, piattaforma per la creazione di applicazioni di business on-
deman.
• Microsoft che offre prodotti come Windows Live e Office Live e che ha comprato
MobiComp, azienda che opera nel cloud computing offrendo soluzioni per lo storage.