Sei sulla pagina 1di 15

1 La circonferenza e il cerchio

circonferenza
DEFINIZIONE. La circonferenza è l’insieme di tutti e soli i punti
di un piano equidistanti da un punto fisso detto centro.

cerchio
DEFINIZIONE. Il cerchio è la parte di piano costituita dalla
circonferenza e dai punti ad essa interni.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 298 1  


1 La circonferenza e il cerchio

Le parti di una circonferenza

DEFINIZIONE. Presi due punti A e B su una


circonferenza, si chiama arco ciascuna delle due parti in
cui la circonferenza viene divisa; lo si indica con la
scrittura:

AB

I due punti scelti sulla circonferenza vengono detti


estremi dell’arco.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 298 2  


1 La circonferenza e il cerchio

DEFINIZIONE. Si dice corda di una circonferenza ogni


segmento che abbia gli estremi appartenenti alla
circonferenza.

DEFINIZIONE. Si dice diametro di una circonferenza


ogni corda passante per il centro della circonferenza.
Esso divide il cerchio in due parti congruenti dette
semicerchi. Gli estremi di un diametro dividono una
circonferenza in due semicirconferenze.

PROPRIETÀ. I diametri di una circonferenza sono tutti fra


loro congruenti; in particolare d = 2 ! r.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 299 3  


2 Le proprietà della circonferenza

PROPRIETÀ. La perpendicolare condotta dal centro di una


circonferenza ad una corda divide tale corda a metà.

PROPRIETÀ. La perpendicolare ad una corda nel suo punto


medio (asse della corda) passa per il centro della circonferenza.

PROPRIETÀ. In una stessa circonferenza ad archi congruenti


corrispondono corde congruenti e viceversa.

TEOREMA. Due corde congruenti di una stessa circonferenza hanno


la stessa distanza dal centro.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 299 4  


3 Le parti di un cerchio

DEFINIZIONE. Si chiama settore circolare ognuna delle due


parti in cui un cerchio è diviso da due suoi raggi.

DEFINIZIONE. Si chiama segmento circolare ad una base ognuna


delle due parti in cui un cerchio è diviso da una sua corda.

DEFINIZIONE. Si chiama segmento circolare a due basi la


parte di cerchio compresa fra due corde parallele. La distanza
fra le due basi si chiama altezza.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 301 5  


4 Le posizioni di una retta rispetto ad una circonferenza

s
1. Primo caso OP > r

DEFINIZIONE. Una retta è esterna ad una circonferenza se non ha


con essa alcun punto in comune. r
O P

2. Secondo caso OP = r

r
O P DEFINIZIONE. Una retta è tangente ad una circonferenza se ha un
solo punto in comune con essa; questo è detto punto di tangenza.

PROPRIETÀ. La tangente ad una circonferenza è sempre


perpendicolare al raggio nel punto di tangenza.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 302 6  


4 Le posizioni di una retta rispetto ad una circonferenza

3. Terzo casco OP < r A

DEFINIZIONE. Una retta è secante ad una circonferenza se ha due r


punti distinti in comune con essa. O
P

T1

PROPRIETÀ. Se da un punto esterno ad una


circonferenza conduciamo le tangenti a quest’ultima,
O P otteniamo due segmenti di tangente tra loro
congruenti.

PROPRIETÀ. La semiretta che congiunge il punto


T2
esterno con il centro della circonferenza è bisettrice
dell’angolo formato dalle due tangenti stesse.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 303 7  


5 Le posizioni di due circonferenze

1. Primo caso

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono esterne


l’una all’altra se la distanza dei loro centri è maggiore
della somma dei loro raggi: r r’
O O’
OO’ > r + r’

2. Secondo caso

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono tangenti


esternamente se la distanza dei loro centri è
congruente alla somma dei loro raggi: r P r’
O O’
OO’ = r + r’

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 304 8  


5 Le posizioni di due circonferenze

3. Terzo caso

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono secanti A


se la distanza dei loro centri è minore della somma
dei loro raggi e maggiore della loro differenza: O’
O r
OO’ < r + r’; OO’ > r – r’ r’
B

4. Quarto caso

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono tangenti


internamente se la distanza dei loro centri è
congruente alla differenza dei loro raggi: r r’ A
O O’
OO’ = r – r’

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 304 9  


5 Le posizioni di due circonferenze

5. Quinto caso

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono una interna all’altra se la


distanza dei loro centri è minore della differenza dei loro raggi: r
r’
OO’ < r – r’ O O’

DEFINIZIONE. Due circonferenze si dicono concentriche se hanno lo r


stesso centro.
r’
O O’
DEFINIZIONE. La parte di piano delimitata da due circonferenze
concentriche di raggi disuguali è detta corona circolare.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 305 10  


6 Gli angoli al centro e alla circonferenza

DEFINIZIONE. Si chiama angolo al centro di una


circonferenza ogni angolo avente il vertice nel suo centro.

PROPRIETÀ. Angoli al centro congruenti insistono su


archi congruenti e viceversa ad archi congruenti
corrispondono angoli al centro congruenti.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 306 11  


6 Gli angoli al centro e alla circonferenza

DEFINIZIONE. Si chiama angolo alla circonferenza un


angolo convesso con il vertice su di essa e i lati entrambi
secanti la circonferenza.

DEFINIZIONE. Si chiama angolo alla circonferenza un


angolo convesso con il vertice su di essa e un lato secante e
uno tangente la circonferenza.

DEFINIZIONE. Si chiama angolo alla circonferenza un


angolo convesso con il vertice su di essa e entrambi i lati
tangenti la circonferenza.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 306 12  


6 Gli angoli al centro e alla circonferenza

PROPRIETÀ. Ad ogni angolo alla circonferenza


corrisponde un solo arco sul quale insiste; viceversa ad
ogni arco corrispondono infiniti angoli alla circonferenza.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 306 13  


6 Gli angoli al centro e alla circonferenza

Relazione tra angoli al centro e angoli alla circonferenza

TEOREMA. Ogni angolo alla circonferenza è la metà del


corrispondente angolo al centro.

PROPRIETÀ. Tutti gli angoli alla circonferenza che insistono su


uno steso arco sono fra loro congruenti.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 307 14  


6 Gli angoli al centro e alla circonferenza

PROPRIETÀ. Ogni angolo alla circonferenza che insiste su una


semicirconferenza è retto.

PROPRIETÀ. Tutti i triangoli aventi un vertice sulla


circonferenza e un lato coincidente con il diametro sono
triangoli rettangoli.

PROPRIETÀ. In ogni triangolo rettangolo la mediana relativa


all’ipotenusa è congruente alla metà dell’ipotenusa stessa.

Area 4 - Capitolo 1 - PAG. 308 15