Sei sulla pagina 1di 1

Data e Ora: 29/12/07 00.

22 - Pag: 35 - Pubb: 29/12/2007 - Composite

Giornale di Brescia LIBRI SABATO 29 DICEMBRE 2007 35


ADELPHI PUBBLICA IN ITALIA IL LIBRO DEL 1987

Confessioni e anatemi dal nulla del filosofo e scrittore Emil Cioran


Esce per la prima volta in Italia tro», come disse lo stesso autore cantato, spietato e terribile (anche zione, la psicanalisi, l’orgoglio, la reli-
l’ultimo libro che Emil Cioran - filoso- quando presentò il libro. I frammenti con se stesso) fino alla rivelazione; gione, le spiegazioni, addirittura la
fo e scrittore rumeno ma francese assecondano anche la fruizione con- per lui il sapere, l’essere coscienti del vita, sempre minacciata dalla morte,
d’adozione in un percorso letterario temporanea, fatta di pause risicate, nulla e dell’arido vero, diventano una sempre ostaggio della morte. Cioran
e linguistico che ricorda quello di di tanti piccoli assaggi, in questo caso liberazione, una catarsi. Prendendo annota verso la fine del libro che
Milan Kundera - pubblicò in vita, nel con il be»neficio della sostanza, della proprio spunto da uno di questi, l’ultimo poeta importante di Roma,
1987. Tra l’altro vale la pena di sottoli- carica energetica anche nelle singole mentre leggiamo ci sembra infatti di Giovenale, e l’ultimo scrittore notevo-
le della Grecia, Luciano, hanno lavo-
neare che Adelphi sta ristampando i ed isolate somministrazioni. Erano vedere lo scrittore con un «sorriso rato sull’ironia, sono due letterature
testi fondamentali di vari autori del forse l’espressione più consona di canzonatorio, segno di liberazione e finite con l’ironia. «Come tutto, lette-
Novecento, tra i quali Alberto Savi- una vita piena di noia, solitudine, trionfo», perché anziché «andare ver- ratura o no, dovrebbe finire».
nio, Georges Simenon, Giorgio Man- insonnia e disprezzo. Spesso sembra- so il nulla lo ha già lasciato», e può Alberto Albertini
ganelli, Paul Valery, e i lettori «sco- no scritti di getto, assecondano l’umo- dirci cosa ci aspetta, quello che ha
prono» pagine sempre attuali in virtù re e catturano l’attimo prima che visto. CONFESSIONI E ANATEMI
del loro eccezionale valore. cada nell’oblio di una dimenticanza Accorre spesso in aiuto il contrap- AUTORE E. M. Cioran
Cioran, come lo stesso Valery, pre- quasi necessaria per non ingolfare la punto dell’ironia: attenua, dà un toc- EDITORE Adelphi
dilige il frammento, dove «verità e mente. In realtà sono tutti illumina- co di leggerezza, ma al contempo PAGINE 133
Emil Cioran e, nella foto a destra, Paul Valery ubbie si susseguono da un capo all’al- tions perché Cioran era lucido, disin- ridicolizza ulteriormente la presun- EURO 14

Ambientato sulla costa toscana il romanzo d’esordio di Marco Malvaldi: «noir» carico di simpatia I TASCABILI di Alberto Ottaviano

Se il giallo è una partita a briscola N


Quegli anni di Capanna
onostante siano passati
pressoché quarant’anni dal
Sessantotto, quei cruciali avveni-
sivi, sia a Ovest che a Est, e
prospetta la necessità di una
nuova solidarietà tra i popoli.
Barista investigatore fra pensionati e ragazzini viziati menti, che la rivista Time giudi-
cò «un rasoio che separò il passa-
to dal futuro», restano quanto
Culturalmente il Sessantotto ha
vinto - dice Capanna -, anche se
politicamente non è così e la
Claudio Baroni - ha trovato il cadavere di una Gödel, quello che dice che ogni mai controversi. Recentemente partita resta aperta, ma «da allo-
ragazza nel cassonetto dei rifiuti, teorema si basa su assiomi dei il neopresidente francese ra, lo sguardo sulle cose della
Tutto ruota attorno ad un bar. sullo spiazzo a lato della pineta quali è impossibile dimostrare la Sarkozy ha avuto parole pesanti Terra - su ogni cosa - non è stato
Non uno di quei locali di tendenza, dove s’era fermato per impellenti validità?). E soprattutto sul mecca- («il Sessantotto ha abbassato e non è più uguale a prima».
design e cocacola a prezzo di bisogni fisiologici. nismo della briscola a cinque, il nella società il livello morale e *
champagne, ma un bar di servizio, E scatta la solita "macchina" del gioco che gli hanno insegnato i politico»), rimbeccato da Ségolè- Non potevamo mancare di se-
dove le ragazze si fermano la matti- dopo-delitto: arriva il medico lega- quattro pensionati e che sta tutto ne Royal («si trattò di un vento gnalare in questi giorni l'ennesi-
na a bere un succo di frutta prima le, che è anche amico di famiglia nell’abilità di ciascun giocatore di di libertà contro una società ma - ma sempre benvenuta -
d’andare in spiaggia e i ragazzi si della giovane vittima; arriva il com- mimetizzarsi, di non svelare fino completamente bloccata»). Tor- riproposta del Canto di Natale
trovano la sera per l’aperitivo pri- missario Fusco, che non sa mai se all’ultimo con chi è socio. Di ingan- na su quel periodo una testimo- di Charles Dickens, primo dei
ma d’andare in discoteca. E dove vuole imitare Maigret o Poirot; nare soprattutto chi dovrebbe es- nianza di prima mano come celebri Racconti di Natale del
un tavolo è stabilmente occupato arrivano il cronista del "Tirreno" e sere il suo naturale alleato... quella di Mario Capanna, che grande scrittore inglese. Lo ha
del Sessantotto italiano fu uno pubblicato una piccola editrice
da quattro pensionati che qui han- la massa dei curiosi... Lo sfondo è quello di una Tosca-
dei protagonisti. Garzanti ripro- milanese, La Vita Felice (www.la-
no trovato l’ultimo baluardo all’in- L’indagine si sviluppa a strappi. na genuina, alle spalle delle ville
pone infatti Formidabili quegli vitafelice.it). Il volumetto - che
vasione di un turismo di massa I primi sospetti s’incentrano sul- tra Livorno e Pisa… Che abbaglio anni, l'appassionato racconto ha il testo inglese a fronte - è a
che s’espande inesorabile sull’inte- l’amichetto della vittima e su un ha preso chi aveva sentenziato che che l'ex leader del Movimento cura di Milli Graffi, anglista e
ra sponda del Tirreno. Aldo, Ampe- buttafuori della discoteca più fre- mai ci sarebbe stato un "giallo studentesco fece vent'anni dopo poetessa (11,50 euro). Il protago-
lio, Pilade e Gino sono un campio- quentata del posto. Si intrecciano italiano" perché la nostra terra non gli avvenimenti, visti dalla parte nista del Canto di Natale è il
nario variegato dell’intero venta- due mondi: quello dei villeggianti e si presta ad ambientazioni "noir". di chi ne fu così direttamente vecchio e avaro Scrooge (antena-
glio dei "beneficiari Inps". Toscani dei loro figli viziati e persi tra Un giallo costruito come un pic- coinvolto (il libro apparve nel to diretto di zio Paperone) visita-
nella parlata e nell’arguzia, lingue droga e sesso; quello della piccola colo meccanismo ad orologeria, 1988 da Rizzoli). Questa nuova to dai fantasmi. Dickens pubbli-
taglienti, hanno solo un paio di comunità di Pineta, che segue la fluido nella narrazione, rapido e edizione (14 euro) ripubblica il cò i Racconti di Natale tra il
preoccupazioni: sfuggire al control- vicenda come fosse una fiction convincente nei passaggi. Ma so- testo, compresa la prefazione di 1843 e il 1848. Furono subito
lo di mogli e figlie, scegliere se televisiva. La polizia è pasticciona, prattutto è un testo carico di hu- Camilla Cederna, ma ha una popolarissimi; nelle sue intenzio-
giocare a briscola o scopone. E come capita spesso di vedere. I mour, nel più schietto stile tosca- nuova introduzione dello stesso ni dovevano essere «una sorta di
naturalmente, farsi "gli affari de' giornali sono approssimativi e zep- no, quello offerto da Marco Malval- Capanna, nella quale egli rivendi- stravagante allegoria capace di
gli altri". A sopportarli un "barri- pi di luoghi comuni (altrettanto di, che di mestiere fa il ricercatore ca la fecondità e la positiva in- risvegliare sentimenti d'amore e
sta" sui generis, Massimo, quaran- spesso, come sopra, purtroppo...). di Chimica all’Università di Pisa. E fluenza che il Sessantotto ha tolleranza» nella sazia e sonnec-
tenne che ha messo da parte la I pensionati hanno botte di adrena- che speriamo non lasci solitario avuto sugli avvenimenti succes- chiante società vittoriana.
laurea ed ha comperato il locale lina a buon mercato, seguendo questo romanzo d’esordio.
dopo aver vinto al lotto ed essersi l’evolversi della vicenda. E Massi-
separato dalla moglie. Che lo corni- mo, il "barrista", alla fine troverà la LA BRISCOLA IN CINQUE
ficava. soluzione. Attingendo ad una buo-
Un mattino all’alba, nel bar arri- na capacità personale d’osservazio-
AUTORE
EDITORE
Marco Malvaldi
Sellerio PUNTOGIALLO di Marco Bertoldi
va un liceale sbronzo che vuole ne, ai ricordi di teoria matematica PAGINE 164
telefonare alla polizia perché - dice (qualcuno si ricorda di Kurt EURO 10.00 La costa toscana fa da sfondo alle intricate vicende del giallo di Marco Malvaldi
Dalla realtà, con finzione
«La figlia di Agamennone»: Longanesi propone il bellissimo libro dell’albanese Ismail Kadaré scritto nel 1984-1986 N on si è ancora parlato in
questa rubrica di Il gho-
stwriter dell’inglese Robert Har-
capi, innocue in apparenza, ma,
vedi il colpo di scena a sorpresa
finale, che sanno il fatto loro...

Quando il dittatore vieta anche l’amore


Enrico Mirani ste pagine. secondo il volere del padre di lei none sacrificò la figlia Ifigenia per
ris (Mondadori, pagine 321, euro
18,60), romanzo tra i più interes-
santi degli ultimi mesi e che dice
una bugia nel ribadire la consue-
ta formula «Qualsiasi analogia
con fatti, luoghi e persone, vive o
Basata su dati autentici, ma
rielaborati a livello d’avventura
con tanto di eccessivo supere-
roe che compie missioni impossi-
bili per salvare la pace nel mon-
do e gli Usa dalle trame dei tanti
«La figlia di Agamennone» è mol- che - in ascesa - non può consenti- placare l’ira di Diana e far cadere il scomparse, è assolutamente ca- nemici, è la serie «Splinter Cell»
Ismail Kadaré è il maggiore scrit- to bello, per chi ama Kadaré imper- re quel rapporto alla figlia. vento che impediva alla flotta suale». Il personaggio dell’ex-pri- basata su un’idea di Tom Clan-
tore contemporaneo albanese e dibile. Breve ma intenso, ango- Lei non viene. Adesso non può achea di partire per Troia. Nel mo ministro britannico che si è cy per una serie di videogiochi e
uno dei più grandi in assoluto che sciante nel mostrare il clima mefiti- rischiare di disattendere l’invito: libro di Kadaré il sacrificio non ritirato su un’isola al largo della affidata poi ad autori diversi: qui
abbia saputo descrivere l’orrore co, i miasmi morali provocati e troppo pericoloso. Scende in stra- reclama sangue, è un’offerta imma- costa Usa per scrivere e sue David Michaels che in Polonio
dei regimi comunisti dell’Est euro- alimentati da un regime basato da, con quel biglietto che sente colata ma altrettanto tremenda: memorie (e sfuggire alle accuse 210 (Rizzoli, pagine 345, euro 19)
peo. Con una prosa asciutta, di- sulla delazione, il tradimento, la come un’accusa. Fruga nella sua l’erede designato del dittatore vie- di crimini di guerra fattegli da spedisce il superagente Sam
staccata ma efficacissima nei suoi menzogna, l’adulazione, l’ignoran- coscienza: cosa ha fatto per meri- ta alla figlia di coltivare l’amore un tribunale internazionale), ha Fisher in Corea del Nord passan-
romanzi (da «Il Palazzo dei sogni» za. tarsi un posto addirittura in tribu- per un giovane, e quindi la gioia, la infatti molto in comune con do per Kazakistan, Labrador,
a «La Piramide», da «La città di È il primo maggio, giorno di na, all’ombra dei supremi? Quali musica, il ballo, l’allegria. La vita Tony Blair. Certo, Harris, che una nave supermunita e altri
pietra» a «Freddi fiori di aprile») festa e di celebrazione del regime a malvagità ha commesso? Quali ser- insomma. E se può fare questo alla torna alla fantapolitica che lo luoghi e regimi pericolosi. Assur-
ha denunciato una dittatura parti- Tirana. La folla converge verso il vigi disonesti ha reso? Mano a figlia, figurarsi ai cittadini-schiavi. aveva fatto conoscere e apprez- do, ma divertente comunque.
colarmente ottusa e crudele come centro dove si terrà la tradizionale mano che si avvicina alla tribuna Il potere sta per esercitare un altro zare («Fatherland» e il romanzo Altra manipolazione della real-
quella esercitata nel suo Paese da sfilata per rappresentare i fasti del sente gli sguardi indagatori degli strumento di controllo: dopo il sulle tentazioni dei russi di tor- tà non priva di eccessi e assur-
Enver Hoxha e dai successori fino comunismo nel Paese più felice del altri che, scrutandolo, si porranno sangue e il carcere, l’inaridimento nare allo stalinismo «Archan- do, ma fatta in modo da sembra-
al 1990. Soprattutto ha saputo da- Lo scrittore albanese Ismail Kadaré mondo (così diceva Hoxha...). Il l’identica domanda; ma del resto della vita. La forma più totale di gel») è un romanziere e mette re autentica in Pallottola santa
re parole, forma e significato all’an- giovane protagonista dalla finestra l’interrogativo riguarda tutti colo- sottomissione, per anime morte. nella storia dello scrittore om- di Luís Miguel Rocha (Cavallo
goscia delle anime, alla morte mo- to clandestinamente a stralci in di casa guarda il movimento in ro che sono lì. Tutti, allora, sono bra chiamato a collaborare con di ferro, pagine 506, euro 18,50).
rale, alle bassezze dei servi del quegli anni, portatovi da un amico strada e rigira fra le mani un invito indiziati, addirittura già colpevoli. LA FIGLIA DI AGAMENNONE lo statista anche mystery (il pre- In cui lo spagnolo balzato alla
potere come dei suoi schiavi. Così francese dell’autore e dallo stesso per assistere alla sfilata dalla tribu- Allora, perché è stato invitato? AUTORE Ismail Kadaré cedente ghostwriter assassina- ribalta con «La morte del Papa»,
è anche nel romanzo «La figlia di Kadaré in uno dei rari viaggi al- na: siederà nei pressi delle gerar- Forse perché veda figlia e padre EDITORE Longanesi to) e suspense, ma intanto offre elucubrazioni gialle sulla fine di
Agamennone» pubblicato ora da l’estero che il regime gli consenti- chie del partito e della Guida su- rinnovare un’antica crudeltà. Se- PAGINE 109 anche le sue personali valutazio- Papa Luciani, stavolta sposta la
Longanesi. va. Ismail era già il più grande prema. Ma non gliene importa nul- condo la leggenda greca, Agamen- EURO 13 ni negative su Blair e sulla sua sua attenzione sull’attentato a
Un libro con una storia che è scrittore albanese, coccolato dal la: vorrebbe restare a casa, deside- politica estera (leggi soprattut- Papa Wojtyla ad opera di Ali
essa stessa romanzo: comparso in dittatore, ma allo stesso tempo ra solo la donna che ama, figlia di to guerra in Iraq). Senza trascu- Agca. Fantastoria e fantareligio-
Francia nel 2003, è stato scritto fra temuto e controllato. Troppo indi- un potente in ascesa. L’attende: se Pagina a cura di: rare neppure il ruolo importante ne in un’opera di fantasia discre-
il 1984 e il 1986. A Parigi era arriva- pendente: come dimostrano que- non verrà sarà un addio definitivo, MAURIZIO BERNARDELLI CURUZ e ENRICO MIRANI che possono avere le donne dei tamente congegnata.

SECONDO CAZZATO E MOSCATI MIMMA FORLANI


La straordinaria esperienza di Fabrizio Macchi, campione disabile
Fra scienza, linguaggio e morale: I luoghi del maestro Gavazzeni
ecco i maestri del nostro tempo
In tempi di crisi, quali sono i rapporti tra filosofia, scienza,
Come essere più forti del male nella musica e nelle parole
Musicista scrittore o scritto- pays», (un ricco album fotogra-
nostri, aumenta il desiderio di linguaggio e verità; il secondo Fulvia Scarduelli ciazione italiana per la ricerca sul re musicista? Nella sua lumino- fico correda il testo) il paese
potersi appigliare a solidi punti appare maggiormente attento cancro, a cui andranno i diritti sa carriera fu l’uno e l’altro carissimo cui il Maestro torna-
di riferimento. Diffusa è l’esi- ai temi etici e politici - ed i loro Vincenti si nasce o si diventa? d’autore di questo libro. Gianandrea Gavazzeni (Berga- va sempre.
genza di idee e di valori, ma interventi risentono di queste Entrambe le cose, sembra dire Il racconto è narrato in prima mo 1909-1996). Entrambe le vo- «La musica non voglio solo
ancor più di uomini e di donne diverse sensibilità: Stefano Caz- Fabrizio Macchi (nella foto) nel persona dall’autore; un sapiente cazioni, infatti, in lui così forte- sentirla - scriveva in "Scena e
in grado di indicarci la via da zato si occupa, tra gli altri, di suo romanzo «Più forte del male», uso di flash-back riesce a far riaffio- mente radicate, hanno creato retroscena" - voglio anche ve-
percorrere o, quanto meno, ca- Lyotard, Levinas, Gadamer, significativamente sovratitolato rare la voce del bambino che era, derla». Ed il palcoscenico era
quello straordinario protagoni- per lui il solo luogo dove la
paci di offrire un contributo Bloch; Giuseppe Moscati di Bu- «la mia sfida contro ogni limite». coi suoi entusiasmi e le sue ingenui- sta della cultura del nostro tem-
utile a rendere meno confusa la ber, Weil, Arendt, Weber. No limits, noto slogan pubblicita- tà fino allo stupore attonito di musicalità nascosta delle paro-
po. E siccome, come sosteneva le risuonava nella sua pienezza.
situazione in cui viviamo. Stefa- Merita una menzione parti- rio, è suggerito da ogni pagina in fronte alla malattia. Sullo sfondo Goethe, «se vuoi conoscere lo
no Cazzato e Giuseppe Moscati colare la parte del libro dedica- cui l’autore ripercorre, rivolgendo- della narrazione appaiono i genito- Gran parlatore e finissimo scrit-
spirito di un uomo devi cono- tore, autodidatta autore di ben
hanno approntato un’interes- ta ai «Pensatori contro», ove si al figlioletto Thomas, la sua ri, stampelle nei momenti bui. Alla
scere la sua terra», Mimma For- 39 pubblicazioni, negli anni del-
sante rassegna di questi mae- sono presentate alcune perso- storia adolescenziale, serena e viva- banale, Fabrizio decide di puntare fine del libro, un inno alla vita,
ce fino alla scoperta, a 13 anni, di resta una riflessione di Macchi: lani, nel volume «I luoghi di le «Giubbe rosse» a Firenze si
stri ed offrono al lettore la pos- nalità non facilmente inquadra- al meglio per avere il meglio, sce- univa alla fronda degli intellet-
un tumore osseo ad una gamba: glie come simbolo personale il feni- «Sono disposto a ragionare, sono Gianandrea Gavazzeni tra mu-
sibilità di incontrare ben qua- bili nella cosiddetta cultura uf- tuali e scrittori quali Vittorini,
rantadue personalità di sicuro ficiale, ma capaci di potenti dopo un calvario ospedaliero di tre cottero e oggi, a distanza di 20 anche accondiscendente, ma devo sica e parola», indaga i rapporti
che il Maestro ha intrattenuto Landolfi, Timpanaro, Gadda,
spessore culturale attraverso al- illuminazioni che «spiazzano, anni costellati da 17 interventi chi- anni, è campione di diverse discipli- essere convinto quando mi si ri- Bo, Luzi, Montale. E fu proprio
trettanti brevi ritratti, in cui scuotono le coscienze, obbliga- rurgici e da 20 cicli di chemiotera- ne sportive: canottaggio, sci alpi- chiede di fare un passo indietro. con i posti di nascita e d’elezio-
ne. Il libro, nato come idea in Eugenio Montale a mettere in
viene proposto in estrema sinte- no a ripensare ciò che si tende pia, il sedicenne decide di farsi no, atletica leggera; è stato sul Perchè la vita, negli anni, mi ha evidenza la concezione essen-
si il senso del loro messaggio. a dare per acquisito una volta amputare l’arto, per smettere di podio delle Paraolimpiadi di Atene insegnato che molto di ciò che il occasione di un’intervista della
zialmente poetica che Gavazze-
Si tratta di figure assai diver- per tutte». Maestri del nostro soffrire e tornare libero. e si sta preparando per quelle di sapere comune ritiene impossibile, stessa Forlani a Gavazzeni (nel ni aveva della parola.
se, più o meno note, riunite in tempo, appunto Sconfitto, penserà qualcuno. Pechino, detiene il record mondia- impraticabile o anche solo sconve- libro riportata), prende vita 16 Rita Piccitto
sette gruppi a seconda dei cam- Maurizio Schoepflin Niente affatto: come dice il prover- le dell’ora di ciclismo. Con tanti niente, la quasi totalità delle volte anni dopo, cercando di perse-
pi di indagine da loro predilet- bio, «quando il gioco si fa duro, i trionfi, continua a considerare il non lo è affatto». guire la verità dell’artista ma I LUOGHI DI GIANANDREA
ti: il linguaggio, la scienza, la MAESTRI DEL NOSTRO TEMPO duri cominciano a giocare»; la lumi- più bel giorno della sua vita quello anche dell’uomo; una biografia GAVAZZENI TRA MUSICA
morale ed altri ancora. Cazzato AUTORE S. Cazzato, G. Moscati nosità del ragazzino che aveva do- del suo matrimonio. Inoltre, ha PIÙ FORTE DEL MALE che può essere definita una E PAROLA
e Moscati sono studiosi e docen- EDITORE Cittadella vuto sopportare il peggiore tradi- una rubrica settimanale su Sky- AUTORE Fabrizio Macchi geografia dell’anima, costruita AUTORE Mimma Forlani
ti di filosofia - il primo si è PAGINE 232 mento, e cioè quello da parte del Sport, scrive sulla Gazzetta dello EDITORE Piemme infatti sui paesaggi che aveva- EDITORE Biblioteca A. Mai (Bergamo)
concentrato sulle questioni dei EURO 20 proprio corpo, non si era spenta. E Sport, ha vinto tre maratone di PAGINE 189 no formato il suo «arrière- PAGINE 229
così, anzichè soffocare in una vita New York, è testimonial dell’Asso- EURO 12,50

Potrebbero piacerti anche