Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLX n. 190 (48.514) Città del Vaticano sabato 22 agosto 2020
.

In un tweet il direttore dell’agenzia Onu ringrazia Papa Francesco e ne rilancia il messaggio Nella festa mariana

Oms: la salute è un diritto universale La “Gloriosa”


Regina
che va tutelato
ROMA, 21. La salute è un diritto uni- La situazione, al momento, è mol-
versale. Non può essere un privilegio to critica in Francia con un boom di
per pochi. Questo il punto sottoli- 4.771 nuovi casi in 24 ore. Cifre che
neato dal direttore dell'Organizza- tornano a spaventare, soprattutto in
zione mondiale della sanità (Oms), vista del rientro a scuola. La Germa-
Tedros Adhanom Ghebreyesus, in nia, ad esempio, tra i Paesi che han-
un tweet, ieri, nel quale ha detto di no gestito meglio la pandemia du-
«non poter essere più che d’accor- rante i primi mesi, ha registrato oggi
do» con Papa Francesco sulla rispo- 1.707 nuovi casi di infezione, il livel-
sta alla pandemia. lo più alto da aprile, complici i rien-
Due giorni fa, in un tweet, il Pa- tri dalle vacanze e le riunioni fami-
pa aveva sottolineato che «la rispo- liari o tra amici, ha ammonito il Ro-
sta alla pandemia è duplice: dob- bert Koch Institute. Stesso trend in
biamo trovare la cura per un virus Italia: 845 casi in un giorno, ai livelli
piccolo che ha messo in ginocchio del lockdown. E l’età media dei po-
il mondo intero, e dobbiamo curare sitivi scende a 30 anni. In Spagna,
un virus più grande, quello dell’in- oltre 3.300 nuovi contagi e altri 16
giustizia sociale». Adhanom Ghe- morti: famiglie e opposizione critica-
breyesus ha ripreso le parole del migliore, più sicuro e più giusto, in- l’Europa, «l'epicentro della pande- no il governo socialista perché a po-
Pontefice commentando: «Dobbia- sieme!». mia è nelle Americhe, ma anche altre co più di due settimane dall’inizio
mo rendere la salute un diritto Le parole di Adhanom Ghebreye- regioni stanno assistendo a un forte delle lezioni non esiste ancora un
umano per tutti e impedire che sia sus arrivano mentre la pandemia aumento dei casi». Con una media piano per l’istruzione in sicurezza.
un privilegio per pochi». La pande- non accenna a fermarsi. Come ha ri- di 26 mila nuovi contagi al giorno, Una riunione con le comunità locali
mia — ha aggiunto — «ci dà un’op- cordato ieri in conferenza stampa l’Europa conta il 17 per cento dei ca- e gli operatori del settore è prevista
portunità per ricostruire un mondo Hans Kluge, direttore dell’Oms per si mondiali. Nel vecchio continente, solo per il 27 agosto.
il coronavirus «ha colpito presto e Come accennato, il Centro e il
duramente. I Paesi hanno compiuto Sud America sono il vero epicentro
sforzi fenomenali per fermare la dif- della pandemia in questo momento.
fusione, bloccando scuole e attività L’America Latina e i Caraibi hanno
non essenziali come parte di una se- superato ieri la soglia di 250.000
LABORATORIO rie completa di misure. E ha funzio-
nato: tra maggio e luglio molti sono
morti per coronavirus, secondo un
conteggio basato sulle statistiche na-
Guido Reni (1575-1642), «Assunzione e incoronazione della Vergine»

D OPO LA PANDEMIA riusciti a sopprimere la trasmissione. zionali ufficiali. Quasi 6,5 milioni i
Laddove le decisioni politiche sono contagi totali nella regione. Il Brasi- di MICHELE GIULIO MASCIARELLI l’attribuzione della regalità a Dio
Nella «Laudato si’» state rapide e reattive, la risposta è le è il Paese più colpito, con 3,5 mi- deve intendersi come regalità rivol-
stata efficace. Ma il virus è stato lioni di casi e oltre 112.000 morti. Il egina non è un titolo onori- ta al Padre, che ha creato e gover-
Una risposta programmatica spietato dove c’è stata partigianeria,
disinformazione e negazione». La
buona notizia, ha continuato Kluge,
gigante sudamericano è secondo so-
lo agli Stati Uniti nella classifica R fico, con cui Dio ha voluto
rallegrare Maria e con cui
noi possiamo chiamarla lietamente.
na il cielo e la terra. Così si espri-
mono soprattutto i Salmi: Dio è
«Re grande su tutta la terra» (43,
alla sfida del coronavirus è che «ora sappiamo molto di più
mondiale. Il Perú, dove i dati pub-
blicati ieri hanno mostrato un calo È invece il nome che indica una 3; 84, 4; 95, 3; 98, 6; 145, 2). Anche
sulle trasmissioni di questo virus, e del 30 per cento del Pil nel secondo condizione di vita, peraltro eterna, i Profeti attestano la sua monarchia
in particolare su come si diffonde trimestre, ha registrato oltre 26.000 in cui la Vergine Madre è stata po- su Israele, in particolare: «Re
di RAFFAELE LUISE all’interno di ambienti scarsamente morti. Il Messico conta 59.106 deces- sta dal Dio trinitario. Diversamente d’Israele è il Signore in mezzo a
ventilati, e soprattutto dove un gran si. dalla regalità umana, quella di Ma- te» (Sof 3, 15; cfr. Is 6, 5; Ger 8, 19;
ur nel disorientamento e nella grande confusione che continua a re-

P numero di persone si riunisce, parla L’allerta è alta anche negli Usa e ria non può neppure essere rin- Zc 14, 9.17; Mal 1, 14). Anche Gesù
gnare in Italia e nel mondo di fronte all’inarrestabile diffusione del- chiusa dentro lo spazio, pur bello e nelle parabole del Regno rappre-
la pandemia del covid-19, va prendendo piede, nel tempo sospeso ad alta voce o canta». Adesso la sfi- in Asia. Sono 173.193 i morti negli
da, ha concluso, «è che abbiamo fo- Stati Uniti e oltre cinque milioni i ampio delle devozioni a lei dedica- senta il Padre come un Re (cfr. Mt
di questa tarda estate, un fenomeno di grande importanza, la convergen- te; essa trova il suo luogo di nasci- 18, 23ss). Ogni altra attribuzione
za cioè da parte del mondo scientifico più accreditato e di quello delle as- colai localizzati e cluster che si veri- casi di contagio secondo l’università
ta e la sua forte fondazione nella regale va intesa come scaturente da
sociazioni (sia laiche che cattoliche) sul tema cruciale dell’ecologia inte- ficano con maggiore frequenza in John Hopkins. La Corea del Sud ha
rivelazione della Scrittura. quella del Padre: anche quella di
grale — e della Laudato si’ che se ne è fatta intrerprete profetica — intesa contesti come luoghi di lavoro e case registrato ieri altri 297 nuovi contagi
La regalità di Maria è una reale Maria proviene dal Padre che la
come risposta programmatica alla sfida globale del coronavirus. di cura, in corrispondenza di eventi di coronavirus, saliti ai massimi
condivisione della signoria-regalità rende Regina perché creatura al
specifici, in ambiti come la produ- dall’8 marzo quando i contagi furo-
di Dio. In modo più appropriato, massimo degna di sé, perché Ma-
zione alimentare e altre strutture in- no 367 in base ai dati diffusi dalle dre del suo Figlio incarnato e per-
essa è la condivisione della regalità
PAGINA 3 dustriali e nei viaggi». autorità locali. ché sua compagna nell’opera re-
di Cristo che, perciò, la caratterizza
in maniera essenziale. Tutto questo dentrice e salvifica.
si inscrive dentro un disegno salvi- — “Maria Regina e il Figlio”. Il
fico a più arcate, la più ampia delle titolo di Re è anche per Gesù: il
quali va dal manifestarsi regale di Messia atteso dagli ebrei sarà di-
Putin e l’Ue propongono la mediazione dell’O sce Dio nel primo Patto — («Il Signore scendente del re Davide (cfr. 2 Sam
ALL’INTERNO regna!» [Es 15-189]) — al suo com- 7); sarà un re «umile e mansueto»

L’Ecowas chiede il reintegro


Dialogo sulla crisi bielorussa pimento in Gesù Cristo (cfr. Ap 12,
10). Dentro questa amplissima ar-
catura rivelativa, si incontra Maria
(Zc 9, 9-10); è chiamato «Principe
della pace» (Is 9, 6) e, come rive-
lerà l’angelo a Maria nell’Annun-
di Keita felicemente implicata nella regalità ciazione, «regnerà per sempre sulla
del Figlio, «Sole di giustizia», al casa di Giacobbe» (Lc 1, 32). Lei,
In Mali un presidente MINSK, 21. Il presidente russo Vladi- to, l’Ue ha deciso di avviare sanzioni scioperi nelle fabbriche. «Vi chiedo quale dà la veste della sua umanità dunque, è la Madre del Messia Re.
mir Putin si è detto favorevole a una contro la leadership bielorussa, con- di continuare, di estendere gli scio-
di transizione mediazione dell’Osce (Organizzazio- dannando la repressione seguita al peri, senza cedere alle intimidazio-
e intronizza il neonato Re-Messia Così, nel suo ingresso a Gerusa-
(Incarnazione) e come Virgo-regia lemme Gesù si presenterà come Re
ne per la sicurezza e la cooperazione voto per le presidenziali. «È nell’in- ni» ha detto la leader in un nuovo apre la via alla sconfitta del Nemi- dimesso (cfr. Gv 12, 15). La regali-
PAGINA 2 in Europa) nella crisi bielorussa teresse sia della Russia che dell’Ue video diffuso su YouTube e di cui dà co della famiglia umana nell’evento tà, infine, è la sua causa mortis, an-
scoppiata dopo le presidenziali del 9 che la situazione in Bielorussia ritor- notizia l’agenzia russa Tass. «Il futu- di Pasqua. che se egli nel processo davanti a
agosto scorso. Lo ha reso noto ieri il ni alla normalità il prima possibile» Quale Madre messianica, Maria
Il pensiero dell’abbè Pierre ro della Bielorussia, che significa an- Pilato precisò che egli era re, ma
presidente francese Emmanuel Ma- si legge in una nota del Cremlino. sta sotto la Croce assistendo alla
il profeta della debolezza che il futuro dei nostri figli, dipende non di questo mondo: Egli è, infat-
cron, precisando che tuttavia è il ca- Intanto, la situazione nel paese è morte del Re-Messia (Rex Iudeo-
dalla vostra unità e dalla vostra de- ti, «Re dei re e Signore dei signo-
po di stato bielorusso Aleksandr Lu- sempre più tesa. Svetlana Tikhanov-
Guardare insieme kashenko «a essere reticente». Sulla skaya, la leader dell’opposizione che terminazione». Tikhanovskaya ha in- rum) e condividendola regalmente. ri» (Ap 19, 16). Ora Maria lega la
L’evento pasquale vede Gesù di sua persona di Madre a tutta la vi-
verso la stessa luce Bielorussia, ha aggiunto Macron, c’è ha sfidato Lukashenko nelle presi- sistito sugli obiettivi della protesta:
Nazaret vivere i due momenti op- cenda martiriale e gloriosa di Gesù,
stato «un dialogo franco» con il pre- denziali del 9 agosto e che è fuggita «La fine delle violenze, il rilascio dei
posti di morte-risurrezione, di Uo- il Messia Re.
SILVIA GUSMANO 4 sidente Putin, nel quale l’Ue ha fat- in Lituania dopo i risultati del voto, prigionieri politici ed elezioni traspa-
A PAGINA mo che viene ucciso come servo (i — “Maria Regina e lo Spirito”.
to presente che «non si vuole assi- ha lanciato ieri un appello a nuovi renti, libere e giuste». romani riserbavano la Croce agli
stere a una replica della crisi in Anche l’opera dello Spirito, infine,
schiavi) e che risorge come Re glo- si riferisce alla regalità: il profeta
Medicus Papae — il Cinquecento Ucraina ed è necessaria una transi- rioso ad opera del Padre. Interpre-
zione democratica e inclusiva». «Un Isaia, infatti, vede nello Spirito
tando con occhio credente la pre- l’artefice della regalità del Messia
L’archiatra e la febbre dialogo fra le autorità, l’opposizione senza di Maria dentro il complesso
e la società civile è indispensabile» (cfr. Is 11, 1-2) e nell’Annunciazione
di Benvenuto Cellini ha spiegato Macron. «Auspichiamo Libia: Al Serraj annuncia evento pasquale di Gesù, possiamo l’Angelo rivela a Maria: «Lo Spiri-
vedere che anche la sua vicenda si to Santo scenderà su di te e la po-
che questo dialogo possa essere inta- distende lungo la “costante” biblica
LUCIO CO CO A PAGINA 4 volato dai bielorussi. Ma l’Unione
europea è pronta comunque ad ac-
il cessate il fuoco dell’umiliazione/glorificazione (cfr.
tenza dell’Altissimo ti coprirà con
la sua ombra» (Lc 1, 35). A quel Fi-
S. De Fiores e N. Zamberlan, Voce glio che nascerà dall’opera dello
compagnarlo, se il nostro ruolo di Regina, in Mariologia, a cura di S.
Il “diritto” di tradire le intenzioni mediazione può essere utile e voluto Spirito in Maria «il Signore Dio
TRIPOLI, 21. «In base alla respon- parti si accordino sui preparativi De Fiores, V. Ferari Schiefer, S.M.
originarie degli artisti dai bielorussi, con altre istituzioni, gli darà il trono di Davide suo pa-
sabilità politica e nazionale, alla lu- relativi all’ordine pubblico nelle Perrella, San Paolo, Cinisello Bal-
come l’Osce, e includendo la Russia ce della situazione attuale che sta due città». Al Serraj ha inoltre an- dre e regnerà per sempre sulla casa
Le canzoni in questo dialogo». vivendo il Paese e la regione, e alla nunciato che il prossimo marzo si
samo - Milano, 2009, p. 2610). di Giacobbe e il suo regno non
sono di chi le ascolta Poco prima del colloquio con Ma- luce dell’emergenza coronavirus, svolgeranno le elezioni presidenzia- avrà fine» (Lc 1, 32-33). Ma, soprat-
cron, Putin aveva usato parole molto ordino a tutte le forze militari di li e parlamentari «sulla base di Maria Regina tutto, è la globale plasmazione, an-
dure contro l’atteggiamento tenuto osservare un cessate il fuoco imme- un’adeguata base costituzionale». che d’indole regale, che lo Spirito
MASSIMO GRANIERI 5 e la Trinità
y(7HA3J1*QSSKKM( +"!z!:!$!?!

A PAGINA
da Bruxelles sulla crisi bielorussa. diato e di fermare tutte le opera- Anche il presidente del parlamento opera sulla persona di Maria.
«Pressioni di qualsiasi tipo sulla lea- zioni di combattimento in tutti i libico dell’Est, Aquila Saleh, ha an- La «regalità» di Maria va com-
dership e sulla sovranità dello stato territorio libici». Queste le parole nunciato la cessazione delle attività presa in riferimento all’unità di
La messe è molta: viaggio Dio, ma va anche vista nell’appro- Maria Regina
nel mondo delle vocazioni/3 sovrano della Bielorussia e interfe- pronunciate oggi dal capo del go- militari. «Cerchiamo di voltare la
renze straniere nei processi in corso priazione o specificazione delle tre perché...
verno libico riconosciuto dall’O nu, pagina del conflitto e aspiriamo ad
divine Persone. Questo legame,
Alla ricerca nel paese sono controproducenti» Fayez Al Serraj. «Pervenire ad un un futuro di pace» ha detto.
evidentemente, rende possibile e dà
Rivelazione biblica, senso di fe-
aveva detto il leader del Cremlino ri- cessate il fuoco effettivo — ha ag- L’Onu ha salutato entrambi gli an- de del popolo di Dio, docenza ma-
della felicità cristiana volgendosi, durante un colloquio te- giunto — esige che le zone di Sirte nunci in modo molto positivo. significato alla regalità di Maria. gisteriale dei pastori, pensiero cre-
lefonico, al presidente del Consiglio e Jufra siano demilitarizzate e che Nessun commento, per il momen- — “Maria Regina e il Padre”.
IGOR TRABONI A PAGINA 6 europeo Georges Michel. Com’è no- le forze di sicurezza di entrambe le to, dal generale Khalifa Haftar. Nella Scrittura primo-testamentaria CONTINUA A PAGINA 8
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 22 agosto 2020

L’Ecowas chiede il reintegro di Keita

Mali: la giunta militare annuncia


un presidente di transizione
BAMAKO, 21. Resta alta l’attenzione di Stato e sottolinea l’esigenza di
sulla crisi in Mali a pochi giorni dal una ripresa del «dialogo» e la ricer-
colpo di Stato che ha gettato il pae- ca di «una soluzione consensuale
se nel caos. La giunta militare che della crisi in atto». Il ripristino del
ha preso il potere dopo l’arresto e la rispetto delle regole dello stato di
destituzione del presidente Ibrahim diritti «deve essere una priorità», ha
Boubacar Keita nominerà «un presi- scritto in un tweet il presidente del
dente di transizione», che sarà «un Parlamento europeo David Sassoli.
civile o un militare». Lo ha dichiara- Anche il presidente francese Em-
to il portavoce della giunta, il colon- manuel Macron — chiedendo la libe-
nello Ismael Wagué, in un’intervista razione di Ibk, del premier Cissé e
rilasciata a France24. Le prospettive dei componenti del governo — ha
per i prossimi mesi rimangono tutta- assicurato l’impegno della Francia e
via piuttosto incerte. dei suoi alleati «in Mali e nella re-
I leader golpisti hanno affermato gione per la sicurezza delle popola-
di essere in contatto con la società zioni del Sahel e su richiesta dei
civile, i partiti di opposizione e la Paesi del Sahel». «L’operazione Bar- Per contenere il flusso migratorio
maggioranza, per cercare di mettere khane, chiesta dai maliani e autoriz-
in atto la transizione. «Formeremo
un consiglio di transizione con un
presidente di transizione che sarà un
zata dal Consiglio di sicurezza
dell’Onu, prosegue. I militari france-
si in contatto con gli alleati europei
Serbia: filo spinato
civile o un militare», ha detto Wa-
gué. Nel frattempo è stata annuncia-
ta la riapertura dei confini terrestri e
e del Sahel continuano a garantire la
loro missione». È quanto ha scritto
in un tweet il ministro francese della
al confine macedone
aerei del Paese a partire da oggi. È Difesa, Florence Parly.
quanto si legge in un comunicato di- legge in un comunicato diramato al nato inviato speciale della Ecowas Il colpo di Stato in Mali si inseri- BELGRAD O, 21. La Serbia avrebbe Preševo, Shqiprim Arifi, secondo il
ramato nella tarda serata di ieri dal termine della riunione dell’organiz- per la crisi in Mali, si è detto conte- sce nel quadro delle proteste che si cominciato a porre una barriera di quale la costruzione di tale barriera
neo-costituito Comitato nazionale zazione. «Chiediamo la reintegrazio- stualmente disponibile a «riunire susseguono oramai da oltre due mesi filo spinato al confine meridionale sarebbe parte di un accordo con
per la salvezza del popolo (Cnsp). ne immediata di Ibrahim Boubacar tutte le posizioni». in tutto il Paese. Le manifestazioni con la Repubblica di Macedonia l’Unione europea. Nessuna confer-
Wagué ha quindi nuovamente Keita come presidente della Repub- L’Onu e l’Unione africana conti- erano cominciate il 5 giugno scorso, del Nord, con l’obiettivo di contra- ma tuttavia è giunta finora dalle
esortato i maliani a «muoversi libe- blica» ha dichiarato il capo di Stato nuano a condannare l’azione, chie- data che ha dato il nome M5-Rfp stare eventuali massicci flussi di autorità serbe.
ramente» e a tornare al lavoro, chie- nigerino, Mahamadou Issoufou, che dendo la liberazione dei prigionieri. (Mouvement du 5 juin / Rassemble- migranti irregolari. A riferirlo sono Negli ultimi mesi è tornato a
dendo «la fine degli atti di vandali- presiede l’Ecowas. L’organizzazione Forte anche la reazione dell’Unione ment des forces patriotiques) al mo- alcuni media a Belgrado, che cita- crescere il flusso di migranti cen-
smo» e respingendo inoltre il termi- chiede anche la liberazione degli al- europea. «Il Parlamento europeo vimento che raccoglie una miriade di no informazioni al riguardo di Ra- troasiatici e mediorientali lungo la
ne «colpo di Stato». Il portavoce ha tri funzionari arrestati, nega la legit- condanna gli interventi incostituzio- partiti e di altre realtà sociali e chie- dio Europa Libera. I media ripor- cosiddetta rotta balcanica, la diret-
poi giustificato l’intervento dei mili- timità del Cnsp e apre a sanzioni nei nali attuati in Mali» dopo il colpo de una svolta politica nel Paese. tano dichiarazioni del sindaco di trice che nel 2015 fu battuta da ol-
tari con la «sofferenza» della popo- confronti dei golpisti e dei loro col- tre un milione di profughi in mar-
lazione e con «disfunzioni nell’eser- laboratori. Il colonnello Assimi Goi- cia attraverso i Paesi della regione,
cito e la troppa corruzione» che af- ta — a capo della giunta — nei giorni e diretti in Europa occidentale.
fligge il paese. L’opposizione ha in- scorsi si è dichiarato anche presiden- Particolarmente critica è la situa-
tanto convocato per oggi una nuova te del Cnsp. zione nel nordovest della Bosnia
manifestazione a sostegno del colpo «Il tempo dei colpi di Stato è fi-
Francia e Germania auspicano stabilità
ed Erzegovina, al confine con la
di Stato. nito», scrive ancora l’Ecowas in un Croazia, dove alcune migliaia di
Ieri intanto i paesi limitrofi del
Mali hanno chiesto il «reinsedia-
mento» del presidente Keita, noto
messaggio diretto alla giunta milita-
re. È stata inoltre confermata la so-
spensione di Bamako da tutti gli or-
Alta tensione nel Mediterraneo migranti restano accampati e vaga-
no nella zona, tentando in ogni
modo di passare la frontiera e pro-
come Ibk, arrestato insieme al primo gani decisionali dell’organizzazione, seguire il viaggio. Nelle ultime set-
ministro, Boubou Cissé, il 18 agosto la chiusura di tutte le frontiere terre- PARIGI, 21. Francia e Germania ti facciano dei passi per aprire ca- diversi fronti, dalla Libia al Medi- timane è aumentata la tensione e si
scorso. Il presidente è stato forzato a stri e aeree con i Paesi membri condividono lo «stesso obiettivo di nali di dialogo e non agiscano in terraneo orientale, non è solo per i sono moltiplicate le proteste della
dimettersi e a sciogliere governo e dell’Ecowas, il blocco di transazioni sovranità europea e stabilità» nel modo da accrescere la tensione». suoi diritti, ma anche per il suo fu- popolazione locale bosniaca, insof-
Parlamento. La Comunità economi- e scambi commerciali, ad eccezione Mediterraneo orientale, attraversato Poi, il presidente turco, citato turo. «Nessuna potenza coloniale ferente per i crescenti episodi di
ca degli Stati dell’Africa occidentale di quelli riguardanti medicinali, car- di recente da forti tensioni tra Gre- dal quotidiano «Hürriyet», ha af- può privarci delle riserve di petro- aggressione e intolleranza da parte
(Ecowas), riunita per un vertice vir- burante ed energia elettrica. L’obiet- cia e Turchia. Lo ha detto ieri sera fermato che la battaglia che il Go- lio e gas nella regione», ha precisa- di gruppi di profughi, che spesso,
tuale straordinario sulla crisi in Ma- tivo dichiarato dall’organizzazione è il presidente francese, Emmanuel verno di Ankara sta conducendo su to il presidente Erdoğan. peraltro, si scontrano fra loro,
li, ha annunciato che invierà una de- «il ritorno, il prima possibile, alla Macron, nel corso di una conferen-
creando problemi di sicurezza.
legazione di alto livello a Bamako calma e a una situazione di normali- za stampa con il cancelliere tede-
per garantire «l’immediato ritorno tà istituzionale». L’ex presidente ni- Intanto, la nave “quarantena”
sco, Angela Merkel.
dell’ordine costituzionale». Lo si geriano Goodluck Jonathan, nomi- «I nostri criteri — ha dichiarato Aurelia con 273 migranti a bordo
Macron riferendosi alla Germania ha lasciato la rada di Trapani per
— non sono sempre stati gli stessi dirigersi verso Augusta. Appresa la
nelle modalità, ma sono sempre notizia il sindaco di Trapani, Gia-
stati convergenti nel desiderio di como Tranchida, che aveva emesso
fare del Mediterraneo orientale uno un’ordinanza che vietava l’approdo
Somalia: pirati Vertice spazio di libertà, rispetto del dirit-
to internazionale e stabilità».
della nave in porto, ha revocato il
provvedimento.
dirottano una nave Cina-Africa Nel confermare il vertice straor-
dinario sul Mediterraneo del 24 e
diretta per rilanciare 25 settembre prossimo, l’Unione
europea si è detta «sempre più
a Mogadiscio la cooperazione preoccupata» delle crescenti tensio-
ni tra Ankara e Atene, a causa del- Navalny: i medici
la contesa sulle esplorazioni delle
MO GADISCIO, 21. I pirati somali NAIROBI, 21. Si è concluso il ver- risorse energetiche, sottolineando vietano
«la necessità urgente di una de-
hanno dirottato una nave battente
bandiera panamense in avaria prove-
tice virtuale Cina-Africa sul raf-
forzamento della cooperazione escalation». La controversia si tra- il trasferimento
niente dagli Emirati Arabi Uniti e nella lotta contro il covid-19 e per scina ormai da mesi ed è tornata a
diretta verso la capitale somala Mo- la promozione della produzione surriscaldarsi lunedì 10 agosto,
gadiscio. La notizia è stata confer- manifatturiera. All’evento di due quando la Turchia ha di nuovo in- MOSCA, 21. L’oppositore russo Ale-
mata da un funzionario regionale e giorni, organizzato dall’Africa Po- viato la nave di ricerca Oruç Reis xei Navalny, ricoverato da ieri in
riportata dall’emittente Sky News licy Institute (Api) — un think al largo dell’isola greca di Kastello- terapia intensiva per sospetto avve-
Arabia. Si tratta del primo dirotta- tank africano con sede nella capi- rizo. Ankara contesta i diritti marit- lenamento, non verrà trasferito
mento riuscito dal 2017. tale keniota Nairobi — e dall’am- timi di Atene, rifiutando di ricono- all’estero a causa del suo grave sta-
La nave è stata attaccata mercole- basciata cinese in Kenya, hanno scerne le rivendicazioni sulla piat- to di salute. Lo ha detto oggi il
dì notte da un gruppo di sei pirati, partecipato oltre 40 esperti africa- taforma continentale. La Oruç Reis suo portavoce, Kira Iarmych.
dopo essere salpata dagli Emirati ni e 15 cinesi. è scortata da una flottiglia della «Il medico capo ha annunciato
Arabi Uniti per raggiungere il porto marina militare turca, con le navi Nave turca nel Mediterraneo
Nel corso del summit sono sta- che Navalny non è trasportabile, le
di Mogadiscio. «Sembra stesse accu- te esplorate strade innovative per da guerra greche a monitorarne la
sue condizioni sono instabili», ha
sando problemi tecnici» ha detto promuovere la cooperazione in- rotta.
In una nota, i 27 hanno riaffer- scritto Iarmych su Twitter, stiman-
Musse Salah, governatore di Guar- dustriale sino-africana e accelerare
dafui nella regione semi-autonoma mato la piena solidarietà alla Gre- do che sarebbe «fatalmente perico-
la ripresa post-covid. I Paesi afri- loso lasciarlo nell’ospedale non at-
settentrionale del Puntland. Non è cia e a Cipro. «Abbiamo concorda-
al momento noto il numero, la na-
zionalità e le condizioni dei membri
cani — hanno evidenziato gli
esperti — dovrebbero far leva su
to di tornare su questi temi durante
il nostro incontro a settembre, tutte
Si dimette il ministro trezzato di Omsk», in Siberia, do-
ve si trova ricoverato in coma.
solidi legami bilaterali con la Ci-
dell’equipaggio, ma sono in corso
trattative per il loro rilascio, ha affer- na per migliorare la loro azione
le opzioni sono sul tavolo», si leg-
ge nel documento.
degli Esteri polacco Iarmych ha puntato il dito sul
Governo di Mosca, accusandolo di
mato Salah. È il primo episodio di nell’affrontare la pandemia e per E parlando nel corso di una ceri- essere dietro a questa decisione,
pirateria registrato in Somalia accelerare la crescita del settore monia di inaugurazione di una fab- mentre il Cremlino ha augurato a
VARSAVIA, 21. Il ministro degli scorso, il leader del partito nazio-
dall’inizio dell’anno, mentre si tratta manifatturiero del continente. brica ad Ankara, il presidente tur- Esteri polacco, Jacek Czaputo- nal conservatore Legge e giustizia Navalny «una pronta guarigione».
della seconda nave proveniente dagli «Pechino sta collaborando con co, Recep Tayyip Erdoğan, ha det- wicz, si è dimesso nell’ambito di (Pis al potere), Jarosław Kac- Un volo di soccorso è decollato
Emirati Arabi Uniti ad essere seque- tutti i 54 paesi africani per com- to di aspettarsi che «la Grecia fac- un previsto rimpasto di governo. zyński , aveva preannunciato un stanotte da Norimberga. L’aereo
strata in soli tre giorni. battere la pandemia e per garanti- cia dei passi in direzione del dialo- Lo hanno reso noto fonti gover- rimpasto dell’Esecutivo di Varsa-
re sviluppo e creazione di lavoro avrebbe dovuto portare l’opposito-
Secondo l’Organizzazione maritti- go» per risolvere in modo pacifico native a Varsavia citate dall’agen- via. re di Putin in Germania, dopo che
ma internazionale (Omi), all’apice sostenibili», ha detto Peter Kag- le attuali tensioni sulle esplorazioni zia di stampa polacca Pap. Mar- Considerato un esponente
wanja, ceo dell’Api. Zhao Xiyuan, il cancelliere tedesco, Angela Mer-
della loro forza, nel 2011 i pirati so- di risorse energetiche nel Mediter- tedì si erano dimesso anche il ti- dell’ala moderata del Pis,
funzionario diplomatico dell’am- kel, e il presidente francese, Emma-
mali lanciarono 237 attacchi al largo raneo orientale. tolare del dicastero della Sanità, Czaputowicz, non ha al momento
del Corno d’Africa, prendendo cen- basciata cinese in Kenya, ha di- «Noi siamo in favore dei nego- nuel Macron, si sono detti pronti a
Łukasz Szumowski, e il suo vice. reso noto il motivo delle dimissio-
tinaia di persone in ostaggio. Gli at- chiarato a sua volta che il corona- ziati invece della tensione — ha sot- Un portavoce del Governo ha ni. Era alla guida della diploma- fornire a Navalny e alla sua fami-
tacchi sono diminuiti costantemente virus ha offerto l’opportunità di tolineato, in un riferimento implici- scritto su Twitter che i due suc- zia polacca dal gennaio 2018, do- glia «tutta l’assistenza in materia di
con il passare degli anni grazie al una solida cooperazione sino-afri- to alla Grecia — e siamo in favore cessori verranno annunciati al più po essere stato sottosegretario agli salute, asilo e protezione».
rafforzamento delle misure di sicu- cana per combattere la malattia e della de-escalation invece della presto. Esteri. L’opposizione ha criticato Navalny si è sentito male in ae-
rezza delle navi che transitavano al ripristinare le normali condizioni escalation. Con tutta sincerità ci Dopo la rielezione del presi- la tempistica del cambiamento del reo dopo avere bevuto un tè caldo
largo della Somalia di vita. aspettiamo che le nostre contropar- dente Andrzej Duda a luglio ministro degli Esteri. al bar dell’aeroporto di Omsk.

L’OSSERVATORE ROMANO ANDREA MONDA Servizio vaticano: redazione.vaticano.or@spc.va Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici
direttore responsabile Segreteria di redazione Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198 della diffusione
Servizio internazionale: redazione.internazionale.or@spc.va telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino fax 06 698 83675 Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore
Servizio culturale: redazione.cultura.or@spc.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
segreteria.or@spc.va Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: redazione.religione.or@spc.va Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano Intesa San Paolo
Città del Vaticano caporedattore Tipografia Vaticana telefono 06 698 99480, 06 698 99483 telefono 02 30221/3003
Editrice L’Osservatore Romano fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 info@ossrom.va diffusione.or@spc.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Società Cattolica di Assicurazione
sabato 22 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Situazione critica dopo l’esplosione


LABORATORIO «Per chi è responsabile la domanda ultima non è: come me la cavo eroicamente in quest’affare,

Beirut, urgente bisogno D OPO LA PANDEMIA ma: quale potrà essere la vita della generazione che viene» (D. Bonhoeffer)

di aiuti umanitari L’ecologia integrale indicata da Papa Francesco nella «Laudato si’»

Una risposta programmatica


alla sfida del coronavirus
di RAFFAELE LUISE si di una nuova — positiva — utopia, da legami invisibili e formiamo una stato una grandissima opportunità,
a fronte della distopia di un eterno sorta di famiglia universale, una co- che non si ripresenterà più, almeno
ur nel disorientamento e nella “consumo di risorse” in un pianeta munione sublime che ci spinge ad per noi. Per noi — aggiunge — che

P grande confusione che conti-


nua a regnare in Italia e nel
mondo di fronte all’inarrestabile dif-
limitato!
Ma sullo stesso registro, riscon-
triamo la presa di posizione di im-
un rispetto sacro, amorevole e umi-
le» (Laudato si’, n. 89). E come
Francesco, l’illustre virologa ricono-
abbiamo la responsabilità di aiutare
le nuove generazioni a impostare
una cultura di rinascita del pianeta e
fusione della pandemia del covid-19, portanti scienzati, tra i quali ci piace sce come il contagio universale sia dei suoi equilibri umani e naturali.
va prendendo piede, nel tempo so- ricordare Ilaria Capua (inserita nel
speso di questa tarda estate, un fe- 2007 da «Scientific American» tra i
nomeno di grande importanza, la 50 migliori scienziati del mondo). In
convergenza cioè da parte del mon- un recente intervento (per «Il Cor-
do scientifico più accreditato e di riere della Sera» del 19 agosto), la
quello delle associazioni (sia laiche virologa riconosce che il virus ha Nel saggio «Una nuova innocenza»
che cattoliche) sul tema cruciale cambiato tutto e che serve urgente-
dell’ecologia integrale — e della Lau-
dato si’ che se ne è fatta interprete
profetica — intesa come risposta pro-
mente un nuovo equilibrio tra uomo
e ambiente. «Questa è una pande-
mia — scrive la scienziata — che am-
Guida al discernimento
BEIRUT, 21. Due settimane dopo la sificando la loro risposta a Beirut.
terribile esplosione che ha distrutto
il porto di Beirut, molte famiglie
Una valutazione delle ong condot-
ta su 470 famiglie in dieci delle zo-
grammatica alla sfida globale del co-
ronavirus.
Proprio il tema dell’ecologia inte-
plifica le diseguaglianze e le rende
ancora meno accettabili», in accordo
con quanto ripetuto ancora da Papa
nel cambiamento d’epoca
vulnerabili nelle aree colpite hanno ne più colpite di Beirut mette a
grale è al centro del volume appena Francesco nella sua ultima catechesi,
ancora «un disperato bisogno di nudo la realtà all’indomani mercoledì scorso, sulla necessità di
pubblicato dall’Associazione Lauda-
sostegno». A ricordarlo sono diver- dell’esplosione. La valutazione ha to si’, Niente di questo mondo ci risul- guarire il mondo colpito dalla pan-
se ong attive sul territorio, sottoli- riguardato quartieri entro un rag- ta indifferente, che traccia un percor- demia. «Se il virus dovesse nuova-
neando in una nota che «la mag- gio di 4 km dal porto della capita- so molto pragmatico per affrontare mente intensificarsi in un mondo in-
gior parte delle famiglie nell’area le. I dati hanno mostrato che una la questione del cambiamento clima- giusto per i poveri (e per l’ambiente)
colpita vivono ancora in case con famiglia su quattro (il 24 per cento tico e per sanare la frattura, impo- — ha detto il Papa — dobbiamo cam-
danni gravi strutturali e con acces- del totale) non ha accesso all’assi- stasi con l’antropocentrismo assoluto biare questo mondo».
so limitato all’assistenza sanitaria e stenza sanitaria, con molte di loro che ha caratterizzato l’Antropocene, Ma soprattutto, si tratta — osserva
ad altri servizi di base». che non riescono a seguire i tratta- tra l’uomo e le altre specie viventi Capua — di ristabilire l’equilibrio
Anche se molti giovani volontari, menti sanitari di routine o a procu- che con noi condividono la Terra. con il pianeta e con gli altri esseri vi-
organizzazioni e ong hanno lavora- rarsi i medicinali. Il 17 per cento Contro i guasti profondi causati dal venti che vi abitano; equilibrio mes-
to duramente per sostenere le co- delle case ha soffitti crollati, l’11 paradigma tecnocratico (Laudato si’, so in discussione dalla pandemia, in
munità colpite, «l’entità della di- travi danneggiate e il 26 danni ai n. 106), nei termini di una crescita primo luogo con il cambiamento cli-
struzione e delle necessità della po- balconi. Inoltre, il 32 per cento esponenziale della diseguaglianza, matico, con i disastri nucleari e con
polazione sono così grandi che c'è delle famiglie ha sottolineato la ne- della povertà e degli attacchi alla na- la perdita di biodiversità. Pare di
un urgente bisogno di maggiore cessità di un supporto psicosociale tura, l’associazione rimarca la neces- udire Papa Francesco, che nella Lau-
sostegno per garantire alle famiglie per aiutare genitori e figli ad af- sità di un radicale cambio di visione dato si’ — riconoscendo che «tutto è Lo scioglimento dei ghiacciai in Groenlandia (Afp)
un posto sicuro in cui vivere e l’ac- frontare questa terribile esperienza. culturale, instaurando una solidarie- in relazione», «tutto è collegato»,
cesso a cure mediche e psicologi- All’emergenza creata dall’esplosio- tà sociale, politica e istituzionale che «tutto è connesso», peraltro in sinto-
che» si legge in un comunicato ne dello scorso 4 agosto si aggiun- sia in grado di realizzare un rappor- nia profonda con la fisica quantistica di GIULIO ALBANESE Il messaggio è diretto e prean-
delle ong. Per aiutare i più vulnera- ge la pandemia con il recente au- to tra uomo e natura paritario, egua- — amplia l’orizzonte e afferma: «Noi nunciato con grande chiarezza
a scelta di un buon libro de- nell’incipit della prefazione. Per in-

L
bili, le organizzazioni stanno inten- mento dei casi di covid-19. le, integrale. È davvero il prospettar- tutti esseri dell’universo siamo uniti
ve essere sempre oculata. ciso, non è frequente che un saggio
Non può prescindere dal ti- sia accompagnato da un simile
tolo, possibilmente accattivante, proemio a quattro mani di due illu-
dal nome dell’autore, dai contenuti stri porporati: i cardinali Francesco
trattati e dalla notorietà acclarata Coccopalmerio e Walter Kasper.
Si conclude la convention del partito democratico a Milwuakee in vista del voto a novembre di chi firma la prefazione, qualora Facendo eco alle parole dell’autore,
rientrasse nella scelta editoriale. essi auspicano una decisa assunzio-

Usa: Biden promette la svolta Ebbene, nel caso di «Una nuova


innocenza», Oltre la pandemia. Per
un mondo possibile, uscito da poco
ne di responsabilità da parte di tut-
ti, credenti e non credenti. E sì
perché il covid-19 è stato e conti-

«Uniti supereremo questa stagione» nelle librerie per i tipi di Interme-


dia Edizioni, queste condizioni so-
no ampiamente soddisfatte. Anzi-
nua ad essere un segnale delle cre-
scenti discrasie che attanagliano il
nostro pianeta. Mentre una quota
tutto per l’esplicito riferimento alla significativa della popolazione
pandemia ancora in corso che ha mondiale, soprattutto nei Paesi in-
WASHINGTON, 21. «Uniti superere- zione in grado di cambiare le storia, sconvolto intere nazioni, non solo
mo questa stagione di tenebre in cui sono in gioco l’anima del Paese, la dustrializzati, era reclusa nelle pro-
dal punto di vista sanitario, ma an-
Donald Trump ha ammantato moralità, la scienza e la democra- prie abitazioni, la Nasa, attraverso i
che per i suoi drammatici effetti
l’America troppo a lungo. Non pos- zia». Intervenendo dal convention suoi satelliti, ha misurato un calo
collaterali.
siamo dare altri quattro anni a que- center di Wilmington (Delaware), “significativo” dei livelli di inquina-
Ma la penna di Raffaele Luise,
sto presidente che non si assume re- Biden ha toccato tutte le corde. Ha firma certamente ben accreditata mento un po’ dappertutto: dalla
sponsabilità, scarica le colpe sugli al- elencato senza mezzi termini tutti «i nei circoli culturali e religiosi Cina all’Europa. In molte località,
tri, divide e semina odio». Sono le fallimenti» di Trump, soprattutto di dell’Urbe e autore del commento grazie alle restrizioni imposte dalle
parole con cui Joe Biden — accettan- fronte a quelle che ha definito pubblicato in questa stessa pagina, autorità per contrastare la pande-
do la candidatura dei democratici «quattro crisi storiche convergenti» si spinge ben oltre la narrazione di mia, sono crollati gli indici di in-
per le elezioni presidenziali di no- come la pandemia di covid-19, la quanto è avvenuto nel tempo della quinamento ambientale, soprattutto
vembre — ha concluso ieri la quarta conseguente crisi economica, l’ingiu- reclusione, quando, in Italia, le cir- nei grandi centri abitati, per non
e ultima serata della convention dei stizia razziale e il cambiamento cli- costanze erano tali per cui era im- parlare delle acque dei mari e dei
dem a Milwaukee. matico. Ma ha anche contrapposto pedita ogni genere di relazione. fiumi che sono tornate ad essere
Un discorso che ha suggellato le sue ricette per uscire dalle emer- Egli infatti ha il merito di aver svi- limpide e cristalline come mai.
quasi mezzo secolo di carriera politi- genze, promettendo che la sua prima luppato, con un linguaggio coin- Certamente dobbiamo prendere
ca, iniziata quando fu eletto ad ap- azione, se eletto, sarà quella di fron- volgente, a tratti addirittura in ver- sul serio la minaccia che viene dallo
pena 29 anni senatore del Delaware, teggiare l’epidemia affidandosi alla si, poetico e comunque sempre ar- sfruttamento indiscriminato della
incarico mantenuto per 36 anni pri- scienza e imponendo l’obbligo della monioso, numerose considerazioni natura, giudicando su questa base i
ma di passare alla Casa Bianca come mascherina a livello nazionale. Ha per sviluppare un’efficace ermeneu- comportamenti individuali e collet-
vicepresidente di Barack Obama per poi insistito sull’unità e sull’empatia, tica di quanto sta ancora avvenen- tivi, compresa l’offerta politica. Ur-
due mandati. Ed è questa enorme garantendo che attingerà «al meglio Kamala Harris, «voce potente per un colpo basso senza precedenti, at- do sul palcoscenico della storia. ge un’economia radicalmente diver-
esperienza che gli ha consentito di delle persone, non al peggio» questa Nazione», la cui storia «è la taccando Biden prima in un comizio Siamo, in effetti, sulla linea di sa da quella che continua a mettere
parlare con grande naturalezza e fi- Con Trump, ha sottolineato, «c'è storia americana», fatta di immigra- a due passi dalla sua città natale in faglia tra un “prima” e un “poi”, in pericolo le bellezze del Creato.
ducia, promettendo una svolta come troppa rabbia, troppa paura, troppa zione, ostacoli e di successi. Pennsylvania (Stato in bilico nel vo- non foss’altro perché il mondo, in- Servono modelli che affermino a
Una accettazione della candidatu- to) e poi in una intervista alla televi- teso come società globalizzata, sarà chiare lettere le priorità dei diritti e
fece Roosevelt con il New Deal. divisione». Dopo avere parlato di sè
molto diverso da come lo abbiamo delle tutele del lavoro sugli interessi
«L’America — ha dichiarato — è a e della sua famiglia, Biden ha reso ra alla Casa Bianca che Donald sione Fox News, in contemporanea
lasciato alla vigilia del coronavirus. di produzione e la sfrenata corsa al-
un punto di volta, questa è un’ele- omaggio a Obama e alla sua vice Trump ha tentato di offuscare con con la convention dei democratici.
Lo stesso Papa Francesco aveva la massimizzazione dei profitti.
prefigurato questo scenario: la no- Soprattutto è necessario mettere
stra non è un’epoca di cambiamen- in discussione il nostro modus vi-
ti, ma un cambiamento d’epoca. Si vendi, condizionato costantemente
tratta di un nuovo corso che impo- da pseudo bisogni indotti per molti-
ne un cambiamento di mentalità,
Washington chiede il ripristino La truffa del muro dunque una conversione interiore,
plicare in modo dissennato i consu-
mi. Concetti che Papa Francesco,
nella consapevolezza che fin quan-
delle sanzioni all’Iran Steve Bannon arrestato per frode do il “primo mondo” — quello di
nel suo illuminato magistero, ha ben
espresso nell’enciclica Laudato si’.
cui, nel bene e nel male, siamo
Anche perché la natura, inutile na-
parte integrante — era distante dal-
sconderselo, presenta il conto. Quel-
NEW YORK, 21. «Gli Stati Uniti si del 2015 da parte di Teheran. Sem- WASHINGTON, 21. Nuovo schiaffo a vello federale. Oltre all’ex stratega ci le periferie geografiche, quelle dei
lo salatissimo che già paghiamo do-
opporranno sempre al maggiore pre parlando con i giornalisti, Donald Trump. Steve Bannon, l’ex sono infatti Roger Stone, Michael cosiddetti bassifondi della Storia,
tutto era riconducibile a un’archi- vrebbe ammonirci perché è sempre
sponsor del terrorismo: il ripristino Pompeo ha anche accusato Fran- stratega e consigliere del presidente Flynn, Rick Gates, Michael Cohen e più evidente che se non cambieremo
delle sanzioni estenderà l’embargo cia, Germania e Gran Bretagna di Usa, e uno degli architetti della sua Paul Manafort. tettura del pensiero che legittimava
le diseguaglianze. registro il pianeta potrebbe tranquil-
sulle armi all’Iran». Queste le pa- «schierarsi dalla parte dell’Iran» vittoria nel 2016, è stato arrestato ie- Bannon è accusato, insieme ad al- lamente fare a meno dell’uomo. Do-
role con cui il segretario di stato scegliendo di non votare a favore ri. L’accusa è quella di frode tre tre persone, di aver «ingannato Ma ora in cui un po’ tutti abbia-
mo appreso, per forza o con la ra- vremmo tutti avere l’onestà intellet-
americano Mike Pompeo si è rivol- della risoluzione Onu. nell’ambito della campagna “We centinaia di migliaia di finanziatori tuale di comprendere che abbiamo
to ieri ai giornalisti in conferenza In una nota congiunta, i ministri Build the Wall”, raccolta fondi onli- dicendo che tutti i fondi raccolti sa- gione, che la caducità umana, nelle
sue molteplici declinazioni, è tra- un destino comune e che dunque
stampa, subito dopo l’incontro con degli esteri dei tre paesi hanno mo- ne per la costruzione del muro al rebbero stati spesi per la costruzio- non possiamo prescindere dai biso-
sversale nel perimetro della globa-
il Consiglio di sicurezza dell’O nu tivato la loro scelta affermando che confine con il Messico, uno dei ne». Così non è stato: secondo i giu- gni di ogni genere di alterità.
lizzazione, sarebbe auspicabile an-
nel quale è stata avanzata la richie- la reimposizione delle sanzioni progetti che sta più a cuore al presi- dici, Bannon si sarebbe intascato al- dare al di là dei luoghi comuni, de- Una sfida che prim’ancora che
sta statunitense di reintrodurre le «è incompatibile con i nostri sforzi dente. Bannon, apparso virtualmente meno un milione di dollari. gli stereotipi, dei pregiudizi o più essere sociale, politica o economi-
misure contro Teheran. attuali per sostenere l’accordo in tribunale, si è dichiarato non col- «Non so nulla del suo progetto in generale di quegli atteggiamenti ca, è innanzitutto e soprattutto spi-
L’ambasciatrice Usa all’O nu sul nucleare». Londra, Berlino e pevole. sul muro e non ho nulla a che fare di chiusura che hanno sempre mar- rituale. Luise ha il merito, non solo
Kelly Craft ha inviato ieri una let- Parigi rimangono quindi «impe- Il giudice gli ha accordato il rila- con lui da molto tempo, dalla cam- cato le distanze tra i popoli. Non di aiutare il lettore a volare alto
tera al Consiglio di sicurezza nel gnati nell’intesa sul nucleare nono- scio su una cauzione da 5 milioni di pagna elettorale e dagli inizi solo: ciò che l’umanità ha vissuto, nella comprensione di questo sce-
quale si motiva la reimposizione stante le sfide significative causate dollari. Con Bannon salgono a sei le dell’amministrazione» si è affrettato un po’ a tutte le latitudini, in que- nario inedito della pandemia, ma
delle sanzioni indicando alcune dal ritiro degli Stati Uniti» nel persone associate alla campagna a spiegare il capo della Casa Bianca, sti sconvolgenti mesi del 2020, non offre anche dei criteri per operare
violazioni dell’accordo sul nucleare 2018. 2016 di Trump accusate di reati a li- commentando la notizia dell’arresto. lascerà più nulla come prima. sano discernimento.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 22 agosto 2020

Il pensiero dell’abbè Pierre, il profeta della debolezza

Guardare insieme
verso la stessa luce
di SILVIA GUSMANO testi raccolti — scelti e presentati da Jean Rous- con l’esistenza di coloro che sono convinti di aver
seau, presidente del Centro Abbé Pierre-Emmau meritato, con tutti i loro sforzi, il diritto di non
orse la cosa più importante — sono stati estrapolati dai vari archivi personali essere importunati dallo spettacolo della sofferen-

«F che abbiamo fatto è stata ave-


re l’insolenza di fare le cose
che non si fanno, di dire le co-
se che non si dicono, di sfida-
re l’ipocrisia incosciente delle persone fortunate,
di sbattere loro in faccia lo scomodo spettacolo
dell’abbé Pierre, integrati da brani tratti da alcuni
degli scritti o delle pubblicazioni più importanti,
con i molti inediti contrassegnati da un asterisco.
Il risultato è un vero e proprio testamento spiri-
tuale che permette di ascoltare nuovamente la vo-
ce del «prete della spazzatura» in tutta la sua
straordinaria attualità.
za». Ma è proprio la miseria «ciò che impedisce a
un uomo di essere uomo, mentre la povertà è la
condizione necessaria per essere uomo… La po-
vertà è il rifiuto del lusso inutile, del privilegio
che diventa furto se non è al servizio di coloro ai
quali la miseria impedisce di essere uomini».
della sofferenza e della miseria ingiuste dei più Convinto che «la pietà senza pietà è un imbro-
disperati…, ma solo dopo essere stati con loro, e Cresciuto nell’affetto di una famiglia profonda- glio» (1962), ripeterà all’infinito che non può es-
aver condiviso tutto con loro». Così, in un ap- mente cristiana, folgorato dalla figura di san serci pace senza giustizia, e si adopererà per l’in-
punto senza data, si “riassumeva” l’abbé Pierre, al Francesco, è un giovane parroco quando durante serimento di tutti nel mondo del lavoro. «Non è
secolo Henri Antoine Grouès (1912-2007), sacer- la guerra nasconde i renitenti alla leva, aiuta gli il lavoro a dare dignità all’uomo, ma è l’uomo a
dote, partigiano, uomo politico e fondatore che ebrei a fuggire, falsifica documenti, stampa e dif- dare dignità al lavoro determinandone lo scopo —
ha dedicato tutta la vita agli esclusi da lavoro, fonde pubblicazioni clandestine, fonda e organiz- afferma nel settembre del 1955 a Charenton-le-
istruzione, cultura, cibo e salute; esclusi, senzatet- za brigate partigiane, fa da agente di collegamen- Pont nel corso della consegna degli alloggi — Il
to e indigenti a causa dell’origine familiare e so- to. E alla fine della guerra, quando c’è tutto da ri- lavoro è una delle condizioni (…) della possibilità
ciale, del credo o del colore della pelle. Una dedi- costruire, è pronto ad accettare l’incarico di depu- per ogni uomo di conquistare la propria libertà».
zione e un amore manifestati anche denunciando tato. Nel 1949 fonda quindi i Compagnons d’Em- Parole radicali la cui conseguenza è che «il
spreco e ingiustizie, e mantenendo un dialogo ser- maüs, un’organizzazione per la solidarietà e l’ac- contrario di miseria non è ricchezza, il contrario
coglienza di poveri e rifugiati.
Ed è nel gelido inverno del 1954 che l’abbé
Pierre lancia l’appello all’insurrezione della bontà
Dotato di un carattere forte per portare aiuto a poveri e senzatetto: «È giunta «Non si dona ciò che si possiede
l’ora / di schierare un esercito mondiale di volon-
e di una profonda sensibilità, si è buttato tari / per salvare l’universo dalla disperazione e
— scrive in una nota nel 1968 —
anima e corpo nei problemi dell’epoca dall’orrore, / l’esercito dei folli d’amore / stanchi Si possiede solo quello
in cui è vissuto, combattendo di uccidere / e vogliosi, con tutte le loro passioni, che si è capaci di donare
/ di costruire, nutrire, istruire, assistere e curare».
contro il flagello dell’esclusione Dotato «di un carattere forte e di un’estrema sen- In caso contrario si è posseduti»
sibilità», come scrive Jean Rousseau nell’introdu-
zione, si è buttato «anima e corpo nel suo seco-
rato e conflittuale con il potere. Personaggio rite- lo». E lo ha fatto avendo «ben chiaro — sottoli- di miseria è condivisione» (1984), al punto che
nuto “scomodo” anche per il mondo cattolico, nea Morin — che uno dei principali flagelli delle «in ogni civiltà, in ogni epoca, il valore umano, il
nostre società è l’esclusione, che nega a un essere valore di umanità del regime è proporzionale alla
controverso ma al tempo stesso fonte di riflessio-
umano la sua qualità prettamente umana per far- sua capacità di prendersi cura dei più poveri»
ne e di ispirazione, nel fare tutto ciò che ha fatto
ne un sub-umano o un mero oggetto. (…) Quar- (1954).
quest’uomo di azione e di spiritualità ha sempre
tieri interi e periferie diventano luoghi di apar- Si occuperà dell’accoglienza degli irregolari
scritto moltissimo: pur avendo un’agenda stracol- theid, mentre i ghetti dei ricchi si barricano den-
ma di impegni e di viaggi, infatti, l’abbé Pierre ha portando avanti battaglie per nuove politiche mi-
tro filo spinato e guardie armate». gratorie e sosterrà il commercio equo e solidale;
costantemente appuntato su fogli volanti parole, Un mondo inaccettabile. Rifiutandolo, l’abbé
frasi, bozze di discorsi, conferenze o interventi. Pierre ribalta completamente il concetto di carità
Eppure poco di ciò che ha scritto è stato rivisto e e di assistenza. Per lui la compassione e la condi-
pubblicato. Anche per questo è prezioso il libro visione — che si completano e si legittimano — de-
Un altro mondo è possibile. La rivoluzione degli infi- vono andare di pari passo con la ricerca di giusti-
nitamente piccoli (Milano, Edizioni Terra Santa, zia sul piano politico. «Esiste una sorta di ordine
2020, pagine 240, euro 16, traduzione di Gianna precostituito — scrive nel 1955 — secondo il quale
Lo street-artist Zabou al lavoro su un murale dedicato all’abbè Pierre a Saumur (2020) Re), uscito con la prefazione di Edgar Morin. I la miseria deve avere la decenza di non interferire

MEDICUS PAPAE — IL CINQUECENTO

Da Filippo della Valle, esperto di peste, a Matteo Corti

L’archiatra e la febbre di Benvenuto Cellini


di LUCIO CO CO sua volta si era distinto per l’attività di ri- di medicina in cinque volumi, tanto che si
cerca, pubblicando un trattato sulla sifili- era arrivati a dire che dietro molti suoi li-
i Alessandro VI Borgia fu archiatra de (il cosiddetto morbo gallico), che con- bri ci fosse la mano dell’Antracino (vedi il

D Filippo della Valle, medico e do-


cente nello Studio dell’Urbe, a sua
volta figlio di un altro dottore, Paolo del-
teneva le relazioni di cinque cure fatte ad
alcuni famigliari del duca Valentino, Ce-
sare Borgia, e «ad altri per ordine dello
saggio di Simone Pandolfi, Corti al vetrio-
lo. Veleni e medici nel rinascimento italiano,
Soldiershop, 2016). Il secondo dottore di
la Valle, che aveva prestato le sue cure ad stesso duca». Di qualche anno dopo è un Adriano VI fu l Francesco Fusconi di
Alessandro V. Filippo della Valle era an- altro trattato sulla sifilide dedicato al du- Norcia, esperto di malaria, che ottenne
che esperto di peste ed è probabile che ca Valentino insieme a un’opera sulla pe- una certa celebrità per aver cambiato la
all’epoca di Sisto IV questo Papa si sia av- ste, «sedente Julio II» come recita il sotto- dieta di chi soffriva di questo tipo di ma-
valso anche delle sue conoscenze nel titolo. È possibile che Torrella sia stato li, passando a un modo di alimentarsi ab-
prendere la decisione di abbandonare Ro- anche medico durante il breve pontificato bondante. Ancora un altro aneddoto si
ma dal giugno all’ottobre 1476. Bernardo di Pio III, mentre, come si è detto, sicura- racconta di Francesco Fusconi. L’episodio Pierre appena ordinato sacerdote
Buongiovanni, anch’egli sanitario di Ales- mente lo fu del suo successore. Papa della è narrato nella Vita dallo stesso Benvenu-
sandro, fu incaricato dal Pontefice di veri- Rovere, ebbe, stando alle note di un cro- to Cellini. Era l’anno 1535 e l’artista era
nista dell’epoca, «sempre sei o otto medi- stato male «per una grandissima febbre» «nell’indifferenza dell’altrui sofferenza — chiede e
ficare un episodio di stigmatizzazione di
ci al seguito tra i primi dell’Urbe, senza e furono chiamati a consulto i medici più si chiede alla Conferenza di Ginevra nel maggio
una monaca del convento di San Tomma-
che mai si riuscisse a capire la causa del importanti di Roma tra cui anche il norci- 1954 — continueremo a sprecare le risorse che ci
so di Viterbo, ricevendone l’assicurazione
suo malessere. Alcuni dissero per le diver- no, che subito pensò a una terapia, ag- sono state affidate?». Quasi settant’anni dopo sia-
se fantasie, altri perché la radice del male giungendo di «chiamarlo a tutte l’ore, mo ancora qui a raccogliere troppi cocci. Doman-
che prima l’aveva colpito fosse rimasta e perché non si può immaginare quel che la de poste e affrontate senza mai smettere di de-
Di Giovanni Antracino si diceva ora lo affliggeva di più». Tra i medici che natura sa fare in un giovane di questa nunciare i licenziamenti illeciti, il commercio delle
lo curavano c’era sicuramente, fin dall’ini- Uno studio di Benvenuto Cellini
sorte». In particolare raccomandò, nel ca- armi, il dominio e la follia della finanza («Non si
che avesse fatto morire il Papa zio del pontificato, l’ebreo Samuele Sarfa-
so fosse svenuto, di chiamarlo subito per- dona ciò che si possiede — appunta nel 1968 — si
E che addirittura di, con uno stipendio di trenta scudi
ché sarebbe arrivato «a ogni ora della possiede solo ciò che si è capaci di donare; in ca-
d’oro. Di lui, «del quale Giulio II assi- sti due, Arcangelo Tufi e Girolamo Nisi,
invece di curare duamente si servì come medico» e della lo erano già stati rispettivamente di Pio notte». Quando però arrivò il momento so contrario si è posseduti»). Noi, loro, il mondo,
di andare dal paziente nel cuore della tutti accomunati dalla stessa colpa, anzi dallo
un certo messer Piero degli Ippoliti triste sorte capitata al figlio Giosifonte, III e di Giulio II. Dei rimanenti lo stesso
notte, iniziò a urlare contro chi era anda- stesso delitto, quello — scrive nell’ottobre del 1995
straordinario cultore della matematica e Leone ci dà una descrizione di Bartolo-
l’avesse accoltellato della filosofia, parla Pierio Valeriano nel meo da Pisa, in una lettera infatti scrive to a bussare da lui che, se il paziente era — “di spreco e di provocazione”.
De litteratorum infelicitate, allorché raccon- che «costui aveva insegnato medicina davvero morto, era assurdo pensare che «Leggendo i testi qui pubblicati — scrive anco-
ta che questi, avendo contratta la peste, presso lo Studio senese e che era conside- «con la sua medicina, venendo a casa, gli ra Morin aprendo Un altro mondo è possibile —, mi
fu scacciato dalla città e morì di fame e di rato in quest’arte tra i primi». potesse soffiare nel sedere e renderlo vi- ha colpito la sua coscienza delle miserie del mon-
«di essere la cosa più che umana» e met- Nel novero dei medici pontifici c’era vo». Malgrado questo scatto d’ira il mat- do, di tutte le miserie del mondo, comprese quelle
sete prima che della virulenza del morbo.
tendo in seguito «per iscritto la sua rela- anche Bernardino Speroni dell’università tino presto andò dal malato e riuscì a cu- morali e spirituali, comprese quelle dei ricchi e
Un altro medico di Giulio II fu Lanzil-
zione in favore del prodigio». Poche noti- rarlo e a guarirlo. Era ormai vecchissimo dei privilegiati. Sono rimasto sconcertato di fronte
lotto de Lanzillotti, morto anch’egli di di Padova, che alla morte del Papa si tra-
zie invece si hanno di altri due medici pa- quando nel gennaio del 1550 (che è forse a queste pagine. L’abbé Pierre era assolutamente
peste nel 1527, dopo essere stato anche a sferì a Venezia per curare il doge Leonar-
latini, Giovanni Battista Canani seniore e anche l’anno della sua morte), nel concla- consapevole del destino dell’umanità ben prima
servizio di Leone X . La famiglia Lanzil- do Loredan. Nel pur breve pontificato di
Andrea Vives, uno spagnolo, che forse si ve successivo alla scomparsa di Paolo III, della globalizzazione che sarebbe esplosa dopo il
trovò ad assistere Alessandro VI nella ma- lotti aveva fornito al Pontefice un altro Adriano VI ci sono due figure di medici
sanitario nella persona di Scipione Lanzil- alquanto significative. La prima è quella fu chiamato a curare il cardinal Ridolfi e 1989. Aveva una coscienza planetaria, indispensa-
lattia che l’avrebbe portato alla morte,
lotti il quale aveva curato il Papa in occa- piuttosto chiacchierata di Giovanni Antra- in quella circostanza indicò un cambia- bile oggi per resistere ai pericoli incombenti».
probabilmente una febbre malarica «con-
sione di un suo grave malanno che gli cino, del quale si diceva che avesse fatto mento di alimentazione a tutti i parteci- Soprattutto, però, l’abbé Pierre, e la sua rivolu-
tratta nella campagna di Roma e non al-
trimenti veleno bevuto per isbaglio», aveva tolto l’appetito facendogli mangia- morire il Papa e che addirittura, recatosi a panti al conclave, consiglio che migliorò zione degli infinitamente piccoli, ci lascia un
commenta l’archivista vaticano. re, per ricominciare ad assumere cibo, di- visitare un certo messer Piero degli Ippo- le loro condizioni di salute e portò all’ele- grande insegnamento: prima e sempre, l’azione.
Ai già citati sanitari Mandosio aggiun- verse qualità di frutta, come pesche, noci liti, invece di curarlo l’avesse accoltellato zione del nuovo Pontefice Giulio III. Per «Guai a chi pensa di predicare prima di dar da
ge altri tre medici palatini: Alessandro e prugne. Importante fu anche la presen- al petto. Tutte dicerie che non trovano ri- quanto riguarda Clemente VII, Francesco mangiare», perché «sono le azioni a essere profe-
Espinosa, Pietro Pintor e Gasper Torrella. za costante tra i sanitari di Giulio II an- scontro né nei fatti né nella stima che il Berni in un sonetto ricorda ironicamente tiche, le parole ne sono solo il corollario». Così
Del secondo si sa che percepiva una pa- che di un chirurgo, tale Giovanni de Vi- medico pontificio aveva tra i suoi colle- che questo Papa ebbe ben «otto medici» acquista pieno valore la sua definizione di amore.
ga, dovutagli in quanto archiatra, di 100 go, come risulta dai libri paga pontifici ghi. Per esempio il celebre medico ligure durante una sua malattia. Tra questi c’era «Amarsi — scrive nel febbraio del 1962 — non si-
ducati l’anno e che era autore di un volu- nel periodo che va dal 1504 al 1513. Giovanni Da Vigo gli dedicò il trattato sicuramente Matteo Corti, che aveva sug- gnifica guardarsi l’uno l’altro, ma significa guar-
me sulla cura della peste dedicata proprio Del successore del della Rovere, Leone De morbo gallico e redasse per i suoi stu- gerito al Papa di portarsi dietro l’acqua dare insieme verso una stessa luce e lottare insie-
a Papa Borgia. Il terzo, Gasper Torrella, a X, Mandosio elenca otto archiatri tra que- denti la Practica compendiosa, un manuale del Tevere in un suo viaggio a Marsiglia me per raggiungerla».
sabato 22 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Bob Dylan
premio Nobel per la letteratura nel 2016

di MASSIMO GRANIERI appare felice, mentre la sua donna è pron-


ta ad accudirlo in casa. Mellencamp
scoltare una canzone e rimane- avrebbe voluto scrivere una strofa di chiu-

A re sospesi tra l’intento dell’au- sura più drammatica, ma in fase di produ-


tore e la nostra interpretazio- zione lasciò ai musicisti la libertà di rima-
ne, certi di tradire le intenzio- neggiare il brano, facendolo diventare
ni originarie. È questo il desti- qualcos’altro rispetto all’intuizione dell’au-
no degli appassionati di musica pop e tore. Succede spesso agli artisti: dopo aver
rock. Veniamo rapiti da un brano e ne scritto le canzoni, decidono di abbando-
contempliamo la bellezza, ma se vogliamo narle ai musicisti e al pubblico.
conoscere qualcosa di quella canzone fati- Una canzone può essere stravolta e sen-
chiamo a raccogliere notizie utili. Le in- za possibilità di recuperarne il senso origi-
formazioni previe facilitano un’immersione nario. Un esempio clamoroso è I Will
profonda nella musica, ma per fortuna Survive di Gloria Gaynor, La canzone vin-
non sono necessarie e Bob Dylan ci solle- se un Grammy Award come il brano da
va da questa incombenza. In occasione discoteca migliore del 1980, sbaragliando
del premio Nobel ricevuto nel 2016, di- la concorrenza di Michael Jackson e degli
chiarò che le canzoni non sono letteratura, Earth, Wind & Fire. A causa di una cadu-
bisogna cantarle e non leggerle: «Non de- ta, Gloria rischiò di rimanere paralizzata.
Il “diritto” di tradire le intenzioni originarie degli artisti Nel frattempo, sostenuta dalla fede in
vo sapere che significa una canzone, ho
scritto di tutto nei miei pezzi. Non mi Dio, si affidò alla Provvidenza. Durante la
preoccupo certo di cosa vogliono dire. Se
una canzone ti prende, è tutto ciò che ba-
sta». Sappiamo praticamente tutto dello
Le canzoni lungodegenza, la casa discografica le offrì
un nuovo brano da incidere. Si recò sulla
sedia a rotelle in sala di registrazione e
con una volontà di ferro interpretò il bra-

sono di chi le ascolta


stile pittorico di Van Gogh o del cinema
di Federico Fellini, per la musica non fun- no che divenne il suo canto di vittoria. In
ziona allo stesso modo. Alcuni siti web tanti continuano a ballarla ignorandone il
raccontano cosa viene taciuto in una can- significato.
zone, difficile però verificarne le fonti, L’ascoltatore può giocare con la musica
quasi impossibile venirne a capo. La musi- e capire qualcosa che sfugge allo stesso
to l’accordo di pace con il comitato, chie- rock’n’roll. Personal Jesus parla di una un equivoco, Pink Houses fu interpretata autore. Ciò è accaduto alla canzone Bad
ca spesso si presta a fraintendimenti, spe-
se ai giovani di non usare la musica dei persona diventata per qualcuno una sorta come un inno popolare americano. Lo degli U2. Il libro di Niall Stokes U2 den-
cie se il compositore non ne chiarisce il Cure per giustificare atti di violenza e di di Gesù da venerare perché capace di dare stesso Mellencamp lo spiegò nel 2013 in tro al cuore - La storia canzone per canzone
senso. razzismo contro gli arabi. amore e protezione. un’intervista al giornale musicale «Rolling edito da Giunti, è un tentativo ben riusci-
La canzone Killing an Arab dei Cure fu In tanti credono che Personal Jesus dei Una delle opere musicali più fraintese è Stone». La canzone non diceva quello che to di spiegare i testi scritti da Bono Vox e
scritta dal leader Robert Smith nel 1976 Depeche Mode parli di Gesù. La verità è senza dubbio Born in the Usa di Bruce molti pensavano. Nel corso degli anni fu compagni. La canzone in questione è in-
dopo aver letto il racconto Lo straniero di scritta nella biografia ufficiale, un tomo di Springsteen. Il Boss nella sua biografia travisata a causa del ritornello divertente e clusa in uno degli album più significativi
Albert Camus (L’Etranger). Si spara a un seicento pagine dal titolo Stripped - I De- Born to Run (Mondadori) scrive: «Non di
uomo algerino su una spiaggia senza mo- peche Mode messi a nudo di Jonathan Mil- rado i dischi sono come i test di Rorscha-
tivo. Nella canzone Smith canta: «Me ne ler, edito in Italia da Castelvecchi. Il fon- ch, ci sentiamo quello che vogliamo». Il
sto sulla spiaggia con una pistola in ma- datore della band Martin Lee Gore non riferimento è a un test sulla personalità
no. Guardo il mare, guardo la sabbia, commenta mai i testi delle canzoni che che prende il nome dal suo creatore Her-
squadro con la canna della pistola l’arabo scrive, odia perfino le trame dei primi vi- mann Rorschach. La canzone in questione
per terra. Vedo la sua bocca spalancata deoclip perché interpretano troppo lette- parla dell’ingratitudine riservata negli Sta-
ma non sento nessun suono. Sono vivo, ralmente i brani dei Depeche Mode. L’al- ti Uniti ai reduci della guerra in Vietnam.
sono morto, sono lo straniero che uccide tro storico membro del gruppo inglese, Bruce racconta di bambini che durante la
un arabo». Andy Fletcher, così dichiara: «Ho sentito notte di Halloween bussavano alla sua
circa dieci interpretazioni porta con le bandane rosse e i sacchetti
diverse di Personal Jesus ed «dolcetto o scherzetto» cantando «I was
è questo che piace a Martin. born in the Usa». Cita il presidente Ro-
Spesso gli autori Il testo è molto ambiguo, e nald Reagan in campagna elettorale nel
dopo aver scritto i propri brani quindi poteva essere difficile suo Stato, impudente nel ringraziare un
da capire e invece è stato certo Bruce Springsteen del New Jersey
decidono di abbandonarli ai musicisti tutto il contrario. Molta per il messaggio di speranza nelle sue can-
e al pubblico gente pensa che sia un inno zoni. Probabilmente il presidente non co-
a Cristo, cosa assolutamente
rinunciando a darne un’interpretazione unica non premeditata. Se pubbli-
nosceva l’album The River, disco rappre-
sentativo del proletariato vessato da una
chi una canzone che contie- spietata e opulenta America. La prima
ne la parola Gesù, qualche persona cui sottoposte il giudizio di Born
I Cure e Robert Smith furono costretti guaio te lo devi aspettare, l’abbiamo volu- in the Usa fu Bobby Miller. All’allora pre-
ad incollare adesivi esplicativi sul disco ta pubblicare perché credevamo fosse dav- sidente della Vietnam Veterans of America
per le reiterate proteste del Comitato con- vero una bella canzone». quel disco piacque molto. Bruce in quella
tro la discriminazione arabo-americana e Nel racconto biografico finalmente vie- pagina dichiara che chi scrive canzoni de-
per scoraggiare le stazioni radio americane ne chiarito chi è quel Gesù. La canzone fu sidera essere compreso. Aveva imparato
nel riprodurre la canzone. Il manager del- scritta in seguito alla lettura di Elvis & una dura lezione su come il pop e l’imma-
la band rock Chris Parry, in una conferen- Me, l’autobiografia di Priscilla Beaulieu gine del pop venivano percepiti. Se Dylan
za stampa a New York in cui fu annuncia- Presley sulla storia con Elvis, il re del afferma che l’ascoltatore non è costretto a
comprendere una canzone, il Boss sente il David Bowie
bisogno d’essere compreso, motivo per cui
scrive i testi con parole semplici e affilate
che arrivano dritte al cuore dei suoi fans, leggero, invece attestava che il sogno ame- della band rock irlandese, The Unforgetta-
non importa se intellettuali o gente poco ricano non funzionava più. Scrisse quella ble Fire. Il brano tratta l’argomento spino-
«Reginella» ai tempi del covid-19 istruita. Lo comprendono tutti. canzone dopo un incontro banale che fece so dell’eroina e della vulnerabilità dell’au-
Durante la campagna elettorale per la sull’interstatale 65 mentre era in viaggio, tore di fronte a questa tentazione. Potreb-
sua rielezione del 1984, Ronald Reagan
Voglia di pane e cerase usò anche una canzone di John Mellen-
diretto a Indianapolis. Lungo la strada vi-
de un uomo di colore che se ne stava se-
be anche non significare nulla o trattare il
desiderio malsano del suicidio, lo dichiara
camp intitolata Pink Houses. L’entourage duto su una sedia da giardino e davanti a Bono nel libro.
del presidente credeva che esaltasse il so- una casa rosa, calmo e rilassato con in Sbroglia la matassa il fondatore del
La paura del vuoto è stato il regalo av- bino, accucciato in un angolo, ancora gno americano. Il senatore repubblicano braccio un gatto nero. Si domandò se gruppo rock più famoso al mondo, il bat-
velenato della quarantena da covid-19. impastato del lungo sonno della dome- John McCain nel 2008 usò la stessa can- quell’immagine potesse riassumere il senso terista Larry Mullen: «La comprensione
Il tempo insieme dilatato e asfissiante è nica, assistere a quella cantata di buo- zone nei raduni pubblici e comizi, insieme della vita in un uomo. Starsene seduto e del testo non è mai stata particolarmente
diventato abisso da scongiurare, oceano numore e amarezza in filigrana. Deve a un’altra di Mellencamp, Our Country. Il guardare le macchine passare sull’autostra- importante per me, sono molto più rile-
da riempire di cardini, coordinate, di- ricordarla, ancora più nitidamente, mia cantante chiese ed ottenne di non usare le da… era quello lo scopo principale da vanti le sensazioni che il testo sa trasmet-
rettrici per la navigazione. Tutto è tor- madre. sue canzoni per scopi politici. A causa di raggiungere? Il protagonista della canzone tere». E poi continua: «Ho scoperto che
nato utile: la tecnologia più o meno La storia di Reginella che s’infatua e soltanto dopo sei mesi di tournée e dopo
moderna; e pure — sposate magari ai si disamora secondo le leggi della vita, aver parlato con persone diverse riesci a
nuovi mezzi tecnologici — certe prati- quella dell’amante sincero ma spiantato comprendere le verità più nascoste di un
che antiche, di quando il tempo era un che rimpiange i giorni insieme e si au- brano, che non sempre coincidono con
alleato prezioso da blandire o un nemi- gura di sopravvivere in un suo pensie- quel che Bono aveva in testa». Lentamen-
co dilagante, da contrastare con astuzia ro, le dicono qualcosa di profondo, nel- te sabbia e detriti vengono spazzati via e
e inventiva. Hanno ripreso quota, in le parole e oltre. L’ha cantata, mia ma- appare la vera anima del pezzo.
questi mesi di isolamento, l’abitudine dre, ancora e ancora durante la quaran-
di leggere e quella di raccontare, con- Tracey Thorn, vocalist degli Everything
tena e continua a cantarla anche oggi, But The Girl e musicista, sul suo blog co-
nessi via web o seduti intorno a un ta- che sprazzi di luce si sono aperti poco
volo, celebrando come un rituale di sì scrisse: «Una volta che hai scritto e re-
a poco e la “normalità” non sembra più gistrato una canzone, e soprattutto se poi
preziosa, e stupita, condivisione. È tor- un miraggio. Io ho imparato tutte le
nata l’usanza di cantare, per riempire il ha successo, quella canzone ti scivola via
parole e la sussurro come una ninna dalle mani. Quando la trasmettono tutto il
silenzio e scacciare la malinconia, al
nanna all’ansia di quel che sarà. giorno alla radio — ascoltata distrattamen-
balcone o attaccati a uno strumento, su
Con un pizzico di fantasia mi sono te da chi sta facendo altro o religiosamen-
un terrazzo, di fronte al cielo e a quar-
fatto l’idea che a parlare sia il tempo te da chi pensa che racconti la sua storia e
tieri cavi come casse di risonanza, op-
dell’isolamento, che ci ha appena la- dica le cose che non è mai riuscito a dire
pure in concerti improvvisati davanti
sciato: quello che, dopo l’iniziale smar- — una canzone di successo non appartiene
alle telecamere dei computer e dei cel-
lulari. È stato sfogo, spesso, e a volte rimento, la diffidenza, ha finito per in- a chi l’ha scritta, ma a chi l’ascolta. Uno
proposito e a volte malinconia: una namorasi dei nostri stenti, del nostro lascia libere le sue canzoni di andare per il
malinconia feconda, come un richiamo parco pasto di “pane e cerase”, dei no- mondo come fa con i suoi figli, sperando
rivolto a tutte le energie del ricordo. stri singhiozzi di verità e paura, della che abbiano tutte la stessa fortuna. Il pez-
Nei giorni passati ho sentito mia ma- cattività forzata che ci ha spremuto il zo di successo è il figlio diventato famoso
dre, napoletana, intonare ancora e an- canto più disarmato e sincero. Ce ne che vola via lontano dalla tua orbita e dal
cora la melodia di Reginella, il classico siamo innamorati un po’ anche noi, tuo controllo e se ne va in giro spavaldo
a tempo di valzer creato dall’estro di mentre ci accompagnava alla riscoperta con una nuova identità tutta sua. È il fi-
Libero Bovio e Gaetano Lama. La can- dell’intimità sopita, a fare i conti col glio che manda gli assegni a casa».
tava per prima un’altra voce incerta, popolo latente di inni e lamentazioni David Bowie dichiarò che l’opera d’arte
quella di mia nonna, in una casa umile che coviamo dentro. «Regginella è vu- è compiuta solo quando il pubblico ag-
e piena di sole, piroettando con un ba- lata e tu vola», ci dice ora, consegnan- giunge la propria interpretazione. In quel
stone di scopa come compagno nello doci a un altro tempo più vasto e libe- grigio spazio intermedio risiede il senso di
spazio esiguo tra la Natività in capo al ro, più “degno” del nostro canto. Lui una canzone. Possiamo dunque ascoltare
letto e una mensola di santini e “lari” se ne sta ritirato sul suo saldissimo spe- in libertà i dischi che più ci rappresentano
in salotto. Teneva l’ultima nota e alla rone di roccia scomoda e dura, nel suo e travisarli, collocandoli nelle nostre storie
fine faceva un inchino ai ritratti dei ge- paesaggio da ultima spiaggia, e ci rac- e a piacimento. Perché la buona musica
nitori, del marito morto, dell’amata so- comanda solo — a volte, distrattamente continui a trasformare l’ordinario in qual-
rella. Ho un ricordo nitido di me bam- — di pensarlo. (Leonardo Guzzo) I Depeche Mode cosa di meraviglioso.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 22 agosto 2020

LA MESSE È MOLTA: VIAGGIO NEL MONDO DELLE VOCAZIONI/3

Alla ricerca della felicità cristiana


La Fraternità sacerdotale di san Carlo Borromeo e il rapporto con i giovani in un dialogo con il superiore generale

di IGOR TRABONI derio di rispondere a quella doman- aiutiamo a vivere una ricerca voca-
da iniziale dei vescovi di tutto il zionale, insieme ai nostri sacerdoti
uardando al bisogno, a mondo. Quel mondo che oramai è delle varie comunità».

«G volte viene il pensiero


che, se fossimo di più
… Solo quest’anno, per esempio, ab-
la “casa” della Fraternità, presente in
varie diocesi italiane, in tante città
d’Europa, da Vienna a Budapest, in
Ma tutto questo non vuole auto-
maticamente dire che quelle della
Fraternità siano vocazioni propria-
biamo avuto venti vescovi, in Italia e Africa come in Nord e Sud America, mente dette “adulte”, anche se, am-
nel mondo, che ci hanno chiesto di da Mosca alla Siberia. mette don Sottopietra, «è un feno-
aprire una casa nelle rispettive dio- Ma è possibile tracciare un identi- meno crescente quello delle persone
cesi. E la nostra, tutto sommato, è kit del giovane che decide di entrare che si decidono più tardi a fare que-
una realtà piccola, ma questo fa ca- nel seminario della Fraternità? Lo sta scelta, e che magari dopo la lau-
pire che c’è un forte bisogno di pre- chiediamo a don Paolo e immaginia- rea hanno già fatto anche un’espe-
ti. Ed è un bisogno crescente». Don mo che per un attimo il suo pensie- rienza di lavoro; però per noi la bar-
Paolo Sottopietra, superiore generale ro corra a quella telefonata ricevuta riera dei 35 anni è abbastanza tassa-
della Fraternità sacerdotale dei mis- agli inizi degli anni Novanta da don tiva perché vediamo che poi è molto
sionari di san Carlo Borromeo, con Camisasca, per annunciargli l’am- difficile che una persona riesca ad
il suo fare concreto da buon trentino missione in seminario, e che lo colse adattarsi a una vita comune quando
non la prende alla lontana quando, mentre spaccava legna per l’inverno, è già formata, strutturata. Ma ciò
per iniziare a parlare di vocazioni, come fanno tutti i buoni montanari non toglie che guardiamo tutti in
chiediamo subito dei numeri e un e come racconta Marina Corradi nel faccia, personalmente, e quindi può
quadro generale della situazione di suo Innanzitutto uomini, libro che anche accadere che si facciano altre
questa realtà nata nel 1985 come as- racchiude le storie vocazionali di eccezioni, perché non sono paletti
sociazione di fedeli e grazie all’intui- quindici preti: «La caratteristica che così fissi». A questo punto il discor-
zione e all’amicizia filiale con don accomuna tutti i nostri seminaristi, so scivola sulla pastorale vocaziona-
Luigi Giussani di don Massimo Ca- quasi senza eccezioni, è l’incontro le. E qui il nostro pensiero corre di

Nel nome di don Giussani


rienza, vedo che quello che conta è stia venendo meno, diciamo piutto-
È il 14 settembre 1985 quando nasce la Fraternità sacerdotale dei missionari il proporre Cristo ai ragazzi come sto che si esprime in forme diverse.
di san Carlo Borromeo, sorta inizialmente come associazione di fedeli. Da centro concreto dell’esistenza; questo Credo che oggi la missione vada vi-
quel momento e fino al 2012 il fondatore, don Massimo Camisasca, oggi Don Giussani vuol dire aiutarli a giudicare quello sta soprattutto come la testimonian-
vescovo di Reggio Emilia - Guastalla, ne sarà anche il superiore generale. con il fondatore che vivono alla luce della loro ap- za di una vita fraterna realmente vis-
A muovere il cuore del presule per la fondazione saranno la sua affezione della Fraternità, Massimo partenenza a Cristo; vuol dire anche suta, accettata, che diventa costituti-
per don Luigi Giussani e la risposta al mandato che, nel settembre 1984, Camisasca, vescovo insegnare un rapporto con Lui, a va del vivere della persona. Tutto
Giovanni Paolo II aveva consegnato a Comunione e liberazione, in occa- di Reggio Emilia - pregare, a vivere una relazione fatta questo diventa di per sé elemento
sione dell’udienza per il trentennale della nascita del movimento: «Andate Guastalla (sopra); della frequenza ai sacramenti, di mo- missionario. Poi durante gli anni del
in tutto il mondo a portare la verità, la bellezza e la pace che si incon- l’attuale superiore generale menti di silenzio, ancora preghiera, seminario i ragazzi si aprono e io ve-
trano in Cristo Redentore». E oggi in effetti i circa centocinquanta sacer- don Paolo Sottopietra
di letture che aiutino. Poi c’è il con- do che questa passione per il mon-
doti della Fraternità sono sparsi ovunque, suddivisi in una trentina di case. (a sinistra);
tatto con l’esperienza e l’insegna- do, per le esigenze dell’uomo, sboc-
L’attuale superiore generale è don Paolo Sottopietra, 53 anni, trentino. Il seminaristi al Meeting cia e fiorisce e diventa anche molto
mento della Chiesa, e tutto questo
seminario si trova a Roma, in via di Boccea, e accoglie al momento trenta di Rimini 2019 (sotto) intensa. Comunque verifichiamo che
vissuto all’interno di un percorso co-
giovani. tutti e tre quegli gli elementi siano
munitario e dell’offerta di un’amici-
zia tra di loro e con gli adulti». In- presenti nella persona che chiede di
somma, verrebbe da dire che la testi- entrare da noi, anche se rispettiamo
monianza è l’esempio, e dunque la le sfumature attraverso cui Dio chia-
misasca, che l’ha poi guidata fino al con il movimento di Comunione e pastorale vocazionale, più importan- ma ciascuno».
settembre 2012, quando Benedetto liberazione. Si tratta di persone che te. Ma non si può non aprire una pa-
XVI l’ha nominato vescovo di Reggio hanno fatto, nel corso degli anni, un «È soprattutto importante», sotto- rentesi rispetto all’accenno iniziale a
Emilia - Guastalla, lasciando la gui- determinato percorso di fede in don Giussani, il cui “fascino voca-
linea il superiore generale, «che i
da della società di vita apostolica quell’ambito, che hanno riscoperto zionale” è ben presente «soprattutto
proprio all’allora quarantacinquenne così la fede o che magari sono nati mediato attraverso le esperienze gio-
don Sottopietra. in famiglie i cui genitori appartene- vanili che il movimento offre, sia ai
«Oggi — riprende il superiore ge- vano al movimento e che poi hanno liceali sia agli universitari. Certo —
nerale della Fraternità sacerdotale deciso che il movimento era la loro osserva don Paolo — come elemento
dei missionari di san Carlo Borro- strada, il modo di appartenere alla sicuro diritto a quei giovani, con la forte c’è il pensiero di Luigi Giussa-
meo, comunemente conosciuta per Chiesa. Si tratta anche di persone serenità stampata sul volto, che ogni ni, la sua sensibilità, quello che noi
l’appunto come Fraternità san Carlo laureate, perché noi non accettiamo anno vedi sciamare al Meeting di chiamiamo il suo carisma. Le perso-
— siamo centoquaranta sacerdoti in ragazzi che chiedono di entrare in Rimini e in particolare allo stand del ne che vengono nel nostro seminario
giro per il mondo, suddivisi in circa seminario appena dopo la maturità, mensile «Fraternità e missione» cercano un’esperienza formativa nel-
trenta case. A Roma abbiamo la casa anche se lo abbiamo fatto in passato (non quest’anno, per la prima volta, la vocazione che sia in continuità
di formazione, nella zona di Boccea, ma sono sempre state delle eccezio- ma solo perché la kermesse roma- con quello che hanno già vissuto e
in cui sono ospitati trenta seminari- ni. Questo per vari motivi, come per gnola sarà più che altro digitale per ricevuto all’interno del movimento,
sti. Ogni anno entrano sei, otto, cin- il fatto che la comunità del semina- i noti motivi sanitari) a raccontarsi quindi sanno che venendo da noi il
que giovani. Diciamo quindi che la rio è collocata tra i 25 e i 35 anni e ad altri giovani con semplicità e pensiero di don Giussani, la sua sen-
media è di cinque-sei nuovi ingressi quindi un ragazzo di 18 anni si può gioia e che non faresti fatica a iden- sibilità, è al centro e ha dato forma
all’anno in seminario, e quindi ab- trovare fuori contesto e questo non tificare comunque per dei seminari- anche al modo in cui noi proponia-
biamo quattro-cinque ordinazioni lo aiuta. Ma poi guardiamo a questa sti, anche senza sapere nulla di loro. mo la formazione al sacerdozio».
sempre di media ogni anno. Il trend decisione anche positivamente, per- «Pastorale vocazionale? Non usiamo E un altro accenno, sia pur rapi-
oramai è abbastanza costante, anche ché pensiamo che quell’età dei 18 molto questo termine — riprende do, va fatto anche alle missionarie di
se forse abbiamo avuto un periodo, anni sia bella per maturare, e che don Paolo — anche perché non la vi- san Carlo Borromeo, l’esperienza
circa dieci-quindici anni fa, in cui il anche all’interno del movimento sia viamo come un’attività in sé, però è femminile a cui lo stesso don Paolo
chiaro che nelle nostre case abbiamo Sottopietra ha dato un forte contri-
seminario era un po’ più numeroso». una stagione che valga la pena di vi-
un’attenzione prioritaria e privilegia- buto per vederla sbocciare e sulla
Niente a che vedere con la parola vere. Però non è detto che le perso-
cui “testimonianza vocazionale”, fat-
“crisi”, quanto piuttosto come desi- ne che si presentano prima non le ta verso i giovani. Per la mia espe-
ta di freschezza e vivacità, vale la
pena riflettere ancora con le parole
giovani incontrino degli adulti che del superiore della Fraternità: «An-
vivono la fede come un’esigenza per- che in questi giorni di semi-apertura
sonale, radicale, e che prendano sul del lockdown la casa di formazione
Fede e musica nell’esperienza di vita di suor Maria Amélia Costa serio la loro appartenenza alla Chie- delle missionarie a Roma la vedo
sa. Se incontrano tutto questo, è frequentata da tanti giovani universi-
Quelle note che avvicinano a Dio chiaro che i giovani ne restano affa-
scinati perché sono alla ricerca — an-
tari, che vanno lì a studiare tutti i
giorni, o da ragazzi che arrivano da
che se magari non lo sanno o non lo altre parti d’Italia per una settimana
esprimono lucidamente — di qualcu- di lavoro, di silenzio. Vedo che una
LISBONA, 21. «La vocazione è come una In questo brano c’è il riferimento alla mia no che realmente creda in ciò che comunità giovane, ma soprattutto
musica molto semplice attraverso la quale chiamata, il primo sì, espresso nei versi propone». E per una realtà che ha che vive con radicalità cristiana, affa-
si può portare ovunque il messaggio evan- “conoscevo la tempesta, conoscevo il mare tre cardini ben definiti già nel nome scina sia maschi che femmine. E mi
gelico». Una devozione a Dio che corre mosso, ma anche il mare calmo”». Il mare — fraternità, sacerdotale e missiona- viene in mente un momento partico-
sulle note della fede e che suor Maria come metafora della vita, dunque, che l’ha ria — non è difficile che uno di que- lare: quello dei voti, quando di fron-
Amélia Costa, portoghese, 73 anni, france- vista prima diventare, a 21 anni, insegnan- sti affascini un giovane. In realtà, ri- te a un “sì” pronunciato da una gio-
scana ospedaliera dell’Immacolata Conce- te di educazione morale e religiosa marca Sottopietra, «dipende dai sin- vane ragazza, così radicale e illustra-
zione da più di cinquant’anni, ha espresso nell’istituto di São José a Vila Real e im- goli, però penso che oggi pongano to anche dalle domande che vengo-
con album musicali in cui, al pianoforte o pegnata nella pastorale giovanile; tempi in l’accento soprattutto sulla vita in co- no rivolte loro per definirne la scel-
con la viola, sono presenti canzoni di ispi- cui l’amore per la musica stava lentamente mune, perché sono persone, ragazzi, ta, c’è qualcosa che non lascia indif-
razione cristiana. «In un forte momento facendosi strada nel suo cuore. «Volevo uomini che cercano una casa, un ferenti i ragazzi, qualsiasi strada poi
di spiritualità — ha raccontato la religiosa diventare brava come i cantautori naziona- ambito di affetti, un posto dove c’è prendano nella vita. Restano colpiti
all’agenzia Ecclesia — durante un ritiro li dell’epoca», rivela: «Ho iniziato a stu- qualcuno che li aiuti a camminare, da questa decisione per una vita co-
con le consorelle mi sono ritrovata a com- diare pianoforte ma non potevo portarlo quindi un riferimento autorevole che mune e una vita in Cristo». E questa
porre alcune cose senza rendermi bene con me negli incontri con i giovani. E al- faccia loro anche una proposta di vi- testimonianza, di cui poi diventano
conto che cosa fossero». Poi, come avvolta lora ho imparato a suonare la viola, che ta: credo sia questa la “fascinazione” riflesso una volta sacerdoti, va di pa-
in un fiume mistico, «ho capito che stava era molto semplice da maneggiare, eserci- oggi più grande. Forse non è così in ri passo con l’aver trovato la felicità
nascendo una canzone e che questa era tandomi con uno studente che mi sfidava primo piano come un tempo, invece, «perché trovano una grande libertà
una volontà che veniva dall’alto». Così, è a fare sempre meglio». Docente e cantau- l’aspetto del mondo, la chiamata di — come racconta don Massimo Ca-
uscito il primo album, a cui ne sono se- trice: aspetti fondamentali che hanno con- andare ad annunciare. Direi che per- misasca nel libro della Corradi — che
guiti altri fino a giungere all’ultimo lavoro tato e contano molto nella sua creazione cepiscono l’urgenza del mondo con deriva dalla consapevolezza che,
intitolato Vicino alla spiaggia, vicino al ma- artistica. «Ma la mia musica non è “perso- un’altra sfumatura, hanno più in pri- quando hai fatto tutto ciò che pote-
re. nalizzata”— precisa la religiosa — e anzi mi mo piano l’esigenza di trovare anche vi, puoi dire di essere un servo inuti-
«La chiamata di Gesù ha molto a che capita spesso di chiedermi se una frase un luogo dove essere guariti, curati le, conscio che chi veramente fa è
fare con il mare — spiega suor Maria Amé- “roboante” di Papa Francesco rappresenti da tante ferite che sentono di porta- Dio. E il sacerdote è uno che lascia
lia — e anche con il viaggio, la partenza. un buon messaggio da tradurre in versi». re. Non è che l’aspetto missionario che Dio passi attraverso di lui».
sabato 22 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

In Guatemala il Centro orientamento educativo aderisce alla campagna di Caritas e Focsiv In Colombia incontro diocesano online sulla violenza alle donne

Così si moltiplica Impegno comune


la speranza per la dignità femminile
BO GOTÁ, 21. «Sono consapevole che «Non è un segreto — ha osservato sole, sollecitandole a unirsi per af-
purtroppo siamo eredi di una storia il vescovo — che gli abusi contro le frontare il problema.
di enormi condizionamenti che, in donne siano aumentati in questo L’urgenza di intervenire per porre
tutti i tempi e in tutti i luoghi, ha periodo di contagio, come rivelano un freno a quella che è una vera e
reso difficile il cammino delle don- le statistiche. Per molte donne, l’iso- propria piaga sociale è stata rilan-
ne, disprezzate nella loro dignità, lamento sociale e lo stare a casa è ciata dal vicariato apostolico di Iní-
dimenticate nelle loro prerogative, diventato un “inferno”, nella convi- rida, capoluogo del dipartimento di
spesso emarginate e persino ridotte venza quotidiana con il loro aggres- Guainía, che dopo l’assassinio di tre
in schiavitù». Sono parole forti, si- sore. Questa è una sfida non solo donne ha organizzato una manife-
gnificative, quelle pronunciate dal per i sistemi sanitari di tutto il mon- stazione insieme alle amministrazio-
vescovo di Riohacha, Francisco An- do, ma anche per noi che ci impe- ni dipartimentali e municipali per
tonio Ceballos Escobar, nel corso di gniamo in favore dell’uguaglianza e chiedere giustizia e per dire no a
un meeting online organizzato di della dignità umana». ogni forma di brutalità contro il
recente dalla diocesi locale e intito-
Concetti ribaditi anche da Soraya mondo femminile. «La Chiesa cat-
lato «Le voci delle donne in tempi
Escobar Arregoces, difensore civico tolica — ha affermato monsignor Jo-
di pandemia». L’incontro è nato
di La Guajira intervenuta a questo selito Carreño Quiñónez, vicario
dalla necessità di tenere sempre alta
l’attenzione sulla questione della spazio di riflessione, che ha eviden- apostolico di Inírida — alza la voce
violenza contro le donne, fenomeno ziato la mancanza nello Stato co- per dare fiato al dolore e a tutti co-
che nel dipartimento di La Guajira, lombiano di sufficienti «strutture di loro che sono stati colpiti dalla vio-
di cui Riohacha è il capoluogo, ha sostegno da parte delle stesse istitu- lenza. Non possiamo rimanere in-
fatto registrare un preoccupante au- zioni preposte alla giustizia. Ciò differenti, poiché per la Chiesa ogni
mento del numero di casi durante continua a portare a conseguenze azione sociale, economica e politica
CITTÀ DEL GUATEMALA, 21. Anche diritti, rendendole ancora più vulne- dere parte alle attività produttive l’isolamento imposto dalla diffusio- deplorevoli», tanto che «il numero deve diventare un asse centrale del
la sezione in Guatemala del Centro rabili. A ciò si aggiunge che un mi- del preesistente progetto specifico di ne del coronavirus. di denunce per atti di violenza con- benessere della persona e della so-
orientamento educativo (Coe) — as- liardo e seicentomila bambini hanno inserimento lavorativo Alma de co- Il presule ha sottolineato l’impor- tro le donne in La Guajira ha conti- cietà». Per questo sarà creato nel vi-
sociazione di volontari laici cristiani interrotto la scolarizzazione con un lores riguardante anche i municipi tanza del ruolo della donna nella nuato a crescere considerevolmente cariato, ha rivelato il presule, l’Uffi-
fondata a Milano nel 1959 da don alto rischio, per molti di essi, di non circostanti il bacino del lago Atitlán. costruzione di una società solida e quest’anno». Di qui l’invito, anzi cio del buon trattamento, che avrà
Francesco Pedretti e impegnata in riprenderla. In particolare, il Guate- Nella realizzazione delle sue attività di come esso, nel corso della storia, l’esortazione alle comunità di fede, come scopo quello di «offrire soste-
Italia e all’estero per una cultura del mala, sempre secondo dati forniti il centro collabora con diverse realtà sia stato quasi sempre sottovalutato agli psicologi e agli avvocati a forni- gno, conforto, guarigione e solida-
dialogo, dell’interscambio e della dal Wfp, è tra i quattro Stati del tra cui la fondazione spagnola Sen- impedendole di esprimersi, ricor- re quel supporto spirituale e legale rietà alle vittime degli innumerevoli
solidarietà — ha aderito a «Dacci mondo con il tasso di malnutrizione deros de maiz, che garantisce visite dando inoltre come, attraverso il capace di sostenere e accompagnare atti di violenza che oggi colpiscono
oggi il nostro pane quotidiano», la cronica più alto. mediche generiche e l’accompagna- magistero degli ultimi Pontefici, la le donne non facendole mai sentire la nostra società».
campagna lanciata da Caritas italia- E così Coe Guatemala, in seguito mento a Città del Guatemala quan- Chiesa abbia cambiato tale atteggia-
na e Federazione organismi cristiani all’invito rivoltole da partner locali, do siano necessarie cure specialisti- mento nei loro confronti, ricono-
servizio internazionale volontario si occuperà di tre diverse aree del che, e l’associazione svizzera Gua- scendo alle donne una posizione di
(Focsiv) per sollecitare un gesto Paese, con interventi diretti a ri- teHelp che contribuisce con suppor- rilievo nella vita pastorale. La prova,
concreto a sostegno dei 62 interven- spondere alle conseguenze economi- ti materiali e finanziari ai bisogni ha sostenuto, è data dall’esistenza
ti dei due organismi in varie aree che e sociali dovute alla pandemia. dei disabili. nella diocesi di Riohacha di un uffi-
del mondo (Africa, Medio oriente, Nello specifico, nel dipartimento di Nel corso degli anni, grazie ad Al- cio la cui missione è quella di «gui-
Asia, America centrale, America lati- Totonicapán verranno sostenute ma de colores, sono stati sviluppati dare processi di riflessione che con-
na, Europa dell’est e Balcani) affin- trenta donne dell’associazione locale in queste zone cinque laboratori di tribuiscano al rafforzamento della
ché si possa concretizzare un’azione Cdro per aiutarle a ristrutturare le “terapia occupazionale”, con una co- vita spirituale, alla promozione
semplice: «Condividi il pane. Molti- loro piccole imprese a conduzione stante formazione professionale: arti- umana e all’empowerment delle don-
plica la speranza». Il primo focus, familiare, adeguandole alle norme di gianato, taglio e cucito, panetteria, ne», oltre a rendere visibile ed evi-
infatti, è dedicato al tema della fa- prevenzione contro la diffusione del tre orti a coltivazione biologica e un denziare la loro partecipazione nella
me, con l’attenzione alle conseguen- covid-19, con la creazione di nuove ristorante vegetariano atti a promuo- Chiesa e nella società. «La nostra
ze immediate delle ripercussioni piccole attività imprenditoriali colle- vere l’inclusione comunitaria con la vocazione profetica ricevuta al mo-
economiche mondiali legate all’epi- gate alle famiglie presenti nell’area. promozione dei prodotti anche attra- mento del battesimo — ha aggiunto
demia di coronavirus. «Colectiva de mujeres capaces de verso i social media. Particolare at- monsignor Ceballos Escobar — ci
Secondo il World food program- soñar a colores» (“Collettivo di tenzione inoltre è stata riservata incoraggia ad affrontare uno degli
me (Wfp) delle Nazioni Unite, il donne capaci di sognare a colori”) è all’avvio di progetti di microcredito aspetti più delicati della situazione
numero delle persone vittime della invece il nome del programma che a per lo sviluppo di piccole attività femminile, non solo nel mondo, ma
fame potrebbe raddoppiare: il 5 per Sololá contribuirà alla nascita di or- commerciali a livello familiare e di anche in Colombia e in ciascuno dei
cento della popolazione mondiale è ti familiari per dodici donne con di- supporto all’istruzione; grande spazio comuni del nostro dipartimento».
in difficoltà per l’accesso al cibo e sabilità che dall’inizio del contagio è stato dato poi all’organizzazione di Pertanto, ha puntualizzato, è fonda-
almeno 135 milioni di persone sono vivono in situazione di totale isola- eventi di informazione della comuni- mentale, soprattutto in questo pe-
in condizioni di insicurezza alimen- mento. La collaborazione con il tà come giornate a porte aperte, par- riodo di pandemia, rispettare i dirit-
tare acuta derivanti dalle misure di Centro Maya servicio integral di tecipazione a manifestazioni dedicate ti delle donne denunciando ogni
contenimento messe in atto nei vari San Juan La Laguna permetterà in- alle persone con disabilità e ad ap- violenza di cui sono vittime sia
Paesi, con effetti che si riversano su fine ad altre venticinque persone af- puntamenti culturali con cineforum all’esterno che all’interno della fami-
salute, lavoro dignitoso e tutela di fette da deficit psico-fisici di pren- su temi riguardanti l’handicap. glia.

Uniti nel fare il bene L’importanza dei social network per l’evangelizzazione in tempo di pandemia

Iniziativa dei redentoristi boliviani per i malati di covid Come navigare in mare aperto
LA PAZ, 21. «Uniti per la salute e la BO GOTÁ, 21. «Predicare attraverso i settimana da una riflessione sulla ranno altre persone, ma con altri ti- vo tempo di grazia, in un kairos con
vita. Tutti siamo Gran Vallegrande»: social media è come navigare in ma- Parola in formato video. «Ho inizia- pi di contenuti. In mezzo alla trage- molteplici sfide che devono essere
è il titolo della campagna di solida- re aperto, perché si incontrano tutti to con Facebook, proseguendo poi dia, essa è stata in grado di aggior- oggetto di discernimento e alle quali
rietà condotta dalla parrocchia del i tipi di persone»: con queste parole su YouTube e Instagram», ha spie- narsi su questo aspetto. Ormai è dobbiamo rispondere, ma che alla fi-
Dulce Nombre de Jesús di Valle- padre Cristian Camilo Cárdenas gato. «Durante questa pandemia le chiaro che il pulpito del ventunesi- ne ci pongono di fronte alla novità
grande, comune del dipartimento di Aguirre, sacerdote dell’arcidiocesi di persone hanno avuto più tempo per mo secolo è costituito dai social net- permanente del Vangelo che è l’ap-
Santa Cruz, in Bolivia, guidata da Ibagué, ha sottolineato — in una no- stare sui social network, con biso- work, e sebbene siamo in grado di pello alla conversione». Di qui l’invi-
tre sacerdoti redentoristi. L’iniziativa ta della Conferenza episcopale co- gno di maggiore accompagnamento, avere un vasto pubblico, ma non to del presule a realizzare progetti e
conta sul sostegno delle Chiese lombiana — come anche la Chiesa il che ha fatto sì che la riflessione sempre molta accoglienza, sono co- obiettivi «chiari, stimolanti, che met-
evangeliche, del collegio medico na- locale, durante i mesi del contagio avvenisse ogni giorno». Anche Tik munque spazi che guadagneremo», tano in moto le comunità locali per-
zionale e del sindacato della stam- di coronavirus, abbia riconosciuto Tok, inizialmente visto con diffiden- conclude. ché il nostro compito è rendere pos-
pa, per sensibilizzare la comunità di l’importanza di intensificare l’ac- za, è stato utilizzato dal prete dopo Anche così si realizza quel model- sibili nuovi inizi della fede, favorirli e
fedeli su un tema drammaticamente compagnamento spirituale della po- essere stato convinto dai ragazzi lo di “Chiesa in uscita” auspicato da accompagnarli in un clima di umiltà
attuale. «Dopo aver ascoltato il col- polazione attraverso il supporto tec- della pastorale giovanile dell’arci- Papa Francesco e la cui importanza è e spirito di servizio». Solo in tal mo-
legio medico della zona sulle esi- nologico, raggiungendo via internet, diocesi: alla fine si è registrato un stata ribadita recentemente dal presi- do sarà possibile, ha ribadito, «rag-
genze che il nostro ospedale cittadi- dalle varie giurisdizioni ecclesiasti- boom di contatti che lo ha piacevol- dente della Conferenza episcopale giungere una nuova alba, il supera-
no richiede per combattere questa che del Paese, le comunità costrette mente sorpreso, come da lui stesso colombiana, Óscar Urbina Ortega, mento della povertà, la riconciliazio-
pandemia e quello che verrà dopo all'isolamento in seguito alle misure raccontato: «La pandemia ci ha fat- arcivescovo di Villavicencio, il quale ne, la fraternità e la fede dei popoli»,
di essa — affermano i promotori — sanitarie adottate dal governo. to capire che i social network dove- ha sottolineato che «dal punto di vi- diventando dei veri e propri “missio-
questa campagna è stata focalizzata I social network sono così diven- vano essere inondati dal Vangelo sta della fede la tragica e dolorosa nari di speranza” per chi vive nello
sull’obiettivo di creare un laborato- tati sempre più fondamentali in perché se la Chiesa non lo fa lo fa- crisi sanitaria ci introduce in un nuo- smarrimento e nella vulnerabilità.
rio per la sperimentazione di test questo momento di crisi, rappresen-
sul covid-19 e una centrale di ossige- tando uno dei canali di informazio-
no per il nosocomio. In relazione ne più utilizzati dai sacerdoti. «In
all’aumentato numero di positività chiesa — ha spiegato padre Cárde-
al coronavirus registrato nel diparti- nas Aguirre — si può predicare ma
mento, che si aggiunge a una grave adeguato e, ascoltando gli esperti di sempre alle stesse persone, che co-
crisi sanitaria che affligge tutta la sanità, per prendere le decisioni cor- noscono il Vangelo, che sono pie o
nazione, si è voluto lanciare in que- rette, cercando il bene di tutti i bo- religiose, oppure a coloro che vo-
sto modo un segnale di vicinanza e liviani». gliono iniziare a percorrere quella
impegno per garantire la salute e il L’iniziativa di solidarietà dei pa- strada o sono già abituati con noi a
benessere della popolazione locale, dri redentoristi di Vallegrande si ag- un certo tipo di dialogo. Ma quan-
cercando di unire tutte le forze pos- giunge a quelle già avviate dalla pa- do si osa predicare attraverso i so-
sibili e affidandosi alla benedizione storale sociale di Caritas Bolivia, cial network, si raggiungono gli
di Dio per una concreta azione di che ha consegnato prodotti igienici atei, i cattolici, i protestanti, i mu-
solidarietà di supporto al personale e pacchi alimentari ai detenuti nel sulmani, eccetera, chiunque, sia cre-
ospedaliero coinvolto». carcere Villa Busch del comune di dente o no. Questo è interessante
Anche in questo modo è stato Cobija, mentre il vicariato apostoli- perché ci si rende conto che anche
tradotto in realtà l’appello lanciato co di Pando ha distribuito ai cittadi- loro ascoltano, come risulta evidente
dai vescovi boliviani attraverso un ni mascherine e altri dispositivi di nei commenti che lasciano».
recente comunicato in cui invitava- protezione. In precedenza, durante Punto di riferimento per il sacer-
no alla prudenza e alla responsabili- la quarantena decretata dal governo dote è sempre stato, non solo in
tà nel rispettare le norme in vigore. nazionale, la Chiesa aveva sostenuto questi giorni di crisi, il passo tratto
«Come Chiesa cattolica in Bolivia — gli indigeni tacanas delle comunità dal Vangelo di Luca in cui il Signo-
hanno dichiarato i presuli — conti- di Puerto Pérez, La Mercedes, Toro- re invita ad andare in mare e a lan-
nueremo ad analizzare la realtà dei monas ed El Tigre riuscendo a rac- ciare le reti. Un modo di evangeliz-
contagi e a riflettere su di essa, per cogliere diciotto tonnellate di beni zare che è stato portato avanti per
accompagnare il popolo in modo alimentari. circa quattro anni, arricchito ogni
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 22 agosto 2020

La “Gloriosa”
Regina
non è l’ultima data della esistenza che troviamo in un libro scritto da gioni del suo dire: «Non ci sentiamo
mariana, ma la premessa della sua cinque donne spagnole, di cui quat- tuttavia di togliere la corona dalla
glorificazione piena ed eterna. Con tro laiche e una religiosa: Isabel, fronte della Madre di Dio, perché
l’Assunzione, entrando Maria in Cie- Esperanza, Mercedes, María e De- nel piano della sapienza divina essa
lo, viene operata una molteplice re- metria. Il testo è intitolato: María, fa parte, come necessaria conseguen-
stituzione, che è anche la trama del- mujer mediterránea (Bilbao 1999). Le za, di una vita di servizio del Signo-
la glorificazione di Maria: «Fu resti- parole introduttorie di Isabel lamen- re nell’umile condizione della donna
tuito al Re il suo trono, il paradiso tano che la figura di Maria sia stata alle soglie del Nuovo Testamento. In
all’albero della vita, l’aureola lumi- costruita da uomini che ne hanno re- particolare, in lei, serva innalzata a
nosa al sole, l’albero al frutto, la so irriconoscibile la vera figura, co- madre del Signore e proclamata bea-
Madre al Figlio» (N. Cabasilas, In sicché Isabel scrive: «Nel caso di ta da tutte le generazioni, scopriamo
dormitionem Deiparae, 3,12). Maria, la sua vita autentica ci obbli- il cammino del credente dalla kénosi
Maria in Cielo realizza alla perfe- ga ad abbandonare le sete e le coro- alla gloria» (Incoronata: Nuovissimo
zione la vocazione per cui è stata ne per seguirla nei cammini polvero- Dizionario. Maria, Dehoniane, Bolo-
creata, che comprendeva d’essere la si e poveri della sua nativa Galilea. gna 2006, p. 882).
Madre messianica e di partecipare a Ci obbliga a incallire le sue mani e a In chiusura, su questo tema mal
tutto l’evento Cristo. Con larghe disegnare rughe sul suo volto terso e compreso e maltrattato, va osservato
Raffaello, «Incoronazione di Maria» (Pala Oddi, 1502-1503) giovanile. Ci obbliga a coprire la sua
esemplificazioni Maria in Cielo rea- che il vero problema di fondo è come
lizza un’esistenza dicibile con i tre tunica immacolata con un grembiu- fare teologia. Questa la si pensa e la
verbi che il beato Antonio Rosmini le. Ci obbliga a immaginarla mentre si scrive attivando tutte le risorse che
CONTINUAZIONE DALLA PAGINA 1 umile serva al tempo stesso che la attuato pienamente l’apparente para-
Serbati ha fatto scrivere sulla sua trasporta acqua dal pozzo, impasta il servono, non una in meno: la base
più alta regina: la più umile serva dosso del «servire è regnare».
tomba a Stresa: «Adorare, tacere e pane, allatta, aggiunge rammendi al scritturistica, la voce dei padri della
dente dei teologi concordano nel di- perché è la più alta regina» (R. Lau-
godere». Maria adora il Dio trinita- panno sciupato, frega il suolo... Tut- Chiesa, la molteplice tradizione della
re che la regalità di Maria è motiva- rentin, La Vergine Maria. Mariologia
Che cosa fa rio con la profonda santità di cui di- te faccende che hanno fatto le donne Chiesa (liturgia, storia del dogma,
ta dal fatto che la “logica dei miste- post-conciliare, Paoline, Roma 19703,
la Gloriosa in Cielo? spone; tace, vivendo la più profonda per secoli» (pp. 13-14). quando è disponibile: una buona
ri” fonda sempre motivazioni di fe- pp. 225-226). In Maria, sua serva fe-
intimità con Dio col trasporto con- Bene si fa a ricordare la dimensio-
de: ebbene, la libera signoria del dele, Dio manifesta le preferenze che Il Dio «giusto e misericordioso agiografia), docenza magisteriale,
templativo del silenzio; gode, con ne terrena di Maria (la mariologia
Dio trinitario che decide in ordine ha per il piccolo, il povero, l’ultimo, che disperde i superbi e innalza gli storia della teologia, dialogo con la
tutta l’anima, della compagnia del del Novecento ha camminato in
alla salvezza in piena autonomia, la l’abbandonato in questo mondo per umili» ha «coronato di gloria e di cultura del tempo e altro. Provare a
Figlio. questa direzione), ma non possiamo
sorprendente rivelazione biblica nel fare brillare la sua gloria con cui in- onore il Cristo» (Eb 2, 9), chiaman- far teologia con un solo materiale
Maria in Cielo è pura «lode della dimenticare che Maria non finisca in
far conoscere gli arcani disegni divi- veste la persona della Madre di Ge- dolo alla sua destra; lo stesso Padre terra e non sia esemplare solo per il (ad esempio, nel nostro caso, la di-
ni, le ragioni teologiche che poggia- sù. gloria» (cfr. Ef 1, 14) e Lassù inneg- mensione antropologico-sociale di
«giusto e misericordioso» ha esaltato suo impegno di Donna: c’è un pro-
no sulla fede della Chiesa portano a Inoltre, glorificazione di Maria si gia a Dio anche a nome di tutta la Maria) non si riesce a costruisce una
l’umile Vergine di Nazaret accanto al getto divino che la vede coinvolta
dire che la regalità di Maria è verità pone in fedele continuità con quan- creazione e, in particolare, della casa, ma al massimo un cippo riven-
Figlio. La regalità di Maria culmina nella “storia della salvezza” che sfo-
che dispone di un’ampia motivazio- to Dio ha vissuto con Israele: come Chiesa, per la quale intercede inces- dicativo e propagandistico.
nella incoronazione gloriosa. La co- cia oltre la storia stessa, ossia nella
ne. Ci attestiamo a considerarne al- per gli Israeliti la glorificazione con- santemente presso il Figlio, mentre La teologia è sinfonica come la
rona di gloria che lei riceve è anzi- Gloria del Cielo. Non è possibile di-
meno tre, fra le maggiori. siste nella loro vocazione a servire la prepara a vivere il suo stesso de- verità di fede che vuole servire (cfr.
tutto simbolo della sua santità e che menticare che Maria compia un iti-
— “Maria è Regina perché Madre”. Dio, così il regno della Vergine Ma- stino di Gloria. Perciò, la Chiesa Hans Urs von Balthasar). E in più,
condivide, in modo inarrivabilmente nerario che va dal servizio alla corona
La maternità divina di Maria, come dre è regno di servizio anche in Cie- alto, con tutti i santi; è simbolo, contempla la Gloriosa quale immagi- non si può smontare, vivisezionare
di gloria, anzi che venga da Gesù
insegna Pio XII, è «l’argomento prin- lo lodando Dio e intercedendo per inoltre, della ricompensa divina a lei ne e pegno di quello che un giorno l’unitaria esperienza cristiano-eccle-
glorificata proprio perché è serva,
cipale, su cui si fonda la dignità re- gli uomini. Maria, dunque, è Regina riserbata per la lotta condotta contro accadrà a lei in termini di glorifica- siale né spezzare insipientemente i
non considerando neppure che chi
gale di Maria, già evidente nei testi perché serva: diventa Madre del Re il male (cfr. 2 Tes 2, 19; 1 Cor 9, 25); zione, quando finirà di radunarsi in- fili che intessono la “logica dei mi-
seguirà la serva del Signore avrà co-
della tradizione antica e nella sacra messianico perché si dichiara ed è la sua corona di gloria è profezia e torno al trono dell’Altissimo. steri” e neppure quegli altri fili pre-
me lei la corona di gloria promessa a
liturgia» (Enc. Ad coeli Reginam stata «la serva del Signore» (Lc 1, preludio dell’incoronazione dei fede- tutti i servi fedeli del Signore. ziosi che tengono uniti i termini de-
[11.10.1954], III). Condotta in Cielo, 38, 48). Come si vede, meditando li, poiché essa è premio o conclusio- Gesù ha incoronato Togliere la corona dal capo della gli ossimori cristiani, ad esempio di
Maria ha vissuto per sé, e nei modi sulla regalità di Maria, siamo entrati ne della fedeltà a Cristo (cfr. 2 Tm Gloriosa? E perché? In ultima istan- quelli mariani: verginità-maternità,
sotto l’arco di uno splendido chia-
sua Madre per sempre immacolatezza-redenzione, creatura-
adatti a lei, ciò che è stato per Gesù 4, 7-8). za, questo significherebbe privarla di
suo Figlio quanto, con l’Ascensione, smo: Maria è Regina perché serva (la Maria in Cielo è la Regina Madre Già in altre epoche c’è chi ha avu- un elemento significativo della sua lità-maternità divina e servizio-rega-
egli ha sperimentato con l’«ingresso regalità è un premio); ma anche, co- alla destra del Figlio. È anche la to da obiettare, con motivazioni di- partecipazione alla Gloria del Figlio lità. È un torto teologico che si fa a
nella sua gloria» (At 1, 9: Fil 2, 9; 1 me abbiamo sentito or ora da Sposa del Re Messia nel giorno del- verse, sull’attribuzione a Maria del risorto e, in più, sottrarrebbe ai fede- Maria proprio nel momento in cui si
Tm 3, 16). un’espressione di René Laurentin, le sue nozze gloriose che succedono titolo di Regina (ad esempio, Lute- li un simbolo eloquente del futuro promette di “dir bene” di lei, quale
Entrata anche lei nella Casa del Maria è serva perché Regina (per ser- alle nozze martiriali che lei ha cele- ro, Erasmo) e anche alla fine del felice che il Padre riserva ai fedeli dev’essere sempre, per codice irri-
Padre, è stata resa (non dichiarata) vire occorre regalità, altrimenti si au- brato col Figlio sul Calvario, quan- Novecento è tornata questa critica, discepoli del Figlio. Bene ha rispo- nunciabile, il... pensare la fede della
Regina dal Figlio glorificato che le to-offende chi serve e si offende chi do il sangue di lui è stato il sigillo con motivazioni, più che deboli, teo- sto S. De Fiores alla Isabel ricordata Chiesa, ossia la Teologia e, perciò,
ha cinto il capo con una corona di riceve l’atto di servizio). Maria ha di quel patto nuziale. L’Assunzione logicamente illogiche, come quella sopra, pur cercando di capire le ra- anche la Teologia mariana.
dodici stelle, le tremule e vive luci
della Chiesa: così, in lei, quale Ma-
dre messianica, ha vibrato la gloria
del Messia e del popolo messianico.
Così lei è divenuta la Regina-Madre
in riferimento a Cristo e, di conse-
guenza, meritando i titoli di “Madre
della Chiesa”, di “Madre dei disce-
poli”, di “Madre del genere umano”.
Signora dei popoli e splendore degli angeli
La Gloriosa, insomma, con la sua
maternità regale è rivolta verso tutti e testo conclude la preghiera della sera nel pe- virtù. La visione trobadorica che idealizzava verso il 1030 e prima ancora nella patristica
ognuno, essendo l’unica Eva (come di BENNO SCHARF
riodo tra la Santissima Trinità e l’Avvento. la donna vede nella Regina dei cieli il suo con san Gregorio Nazianzeno).
ci insegna a dire sant’Efrem siro), a festa di Maria Regina fu istituita da Ave regina coelorum: «Le origini di questa Il poeta chiede a Maria di poter essere suo

L
culmine. Ella è «figlia e madre del Figlio di
ossia quale vera «madre di tutti i vi- Pio XII durante l’Anno mariano 1954. preghiera sono misteriose e il suo autore è servitore, con un’affermazione di fondo: chi
venti» (Gn 3, 20), poiché la prima Dio, nostro Signore». (Il concetto della «Ver-
Fissata al 31 maggio, a concludere il sconosciuto». Viene attribuita allo stesso Er- serve la Madre di Dio è certo della salvezza.
Eva non lo è mai stata non avendo mese mariano, venne poi spostata dalla rifor- manno il Contratto oppure a san Bernardo. È gine Madre, figlia del tuo figlio», reso celebre
Il detto Ad Jesum per Mariam, espresso nel
ascoltato la parola di Dio che, per- ma liturgica del concilio Vaticano II. La costi- riportata per la prima volta in un antifonario da Dante, è presente già nell’Alma Redempto- Seicento da san Luigi Grignon de Montfort,
tanto, non ha potuto fermentare in tuzione Lumen gentium dice: «Maria fu assun- dell’abbazia di Saint Maur des Fosses, vicino ris mater, composta da Ermanno il Contratto era già molto sentito nella cultura trobadori-
lei e renderla feconda. ta alla gloria celeste e dal Signore esaltata co- a Parigi, risalente al XII secolo. Il breve canto ca. La melodia nel terzo modo è
— “Maria è Regina perché discepo- me Regina dell’universo, perché fosse più pie- di omaggio a Maria sovrana si conclude con solenne; il salto di quinta iniziale
la”. Essere Discepola di Cristo su namente conformata al suo Figlio». Nella pie- la preghiera. Oggi la liturgia lo pone a con- le conferisce un’enfatica grandio-
questa terra è stato per Maria un av- tà tradizionale ciò è ribadito dal quinto miste- cludere il giorno in Quaresima. sità
vio alla regalità celeste. Non un solo ro glorioso nella corona del Rosario, mentre Di poco posteriori sono le spa-
aspetto della sua discepolarità, ma nelle Litanie lauretane per 13 volte si usa l’ap- Maria Regina nelle culture nazionali gnole Cantigas de Santa Maria.
l’intera sua condizione discepolare pellativo “Regina”. La devozione alla regalità Ben 7 di esse sono dedicate alla
profetizza la sua glorificazione rega- della Madonna ha però le sue origini nel Me- Le tre antifone citate sono entrate nella li- Regina dei cieli. «Dio ti salvi,
le. Di fatto, l’essere discepolare è la dioevo e lo conferma la sua espressione nel turgia e hanno quindi valore per tutta la gloriosa Regina Maria», «Ogni
forma completa della sua esistenza canto. Chiesa. Ma nelle varie nazioni europee esse salvezza viene dalla Santa Regi-
di Figlia di Sion, di resto santo ispirarono numerose composizioni poetiche e na», «La Regina gloriosa è mo-
musicali. La più antica dovrebbe essere la se- dello di santità», «Ogni virtù è
d’Israele, di Vergine che si avvia col Le antifone della sera quenza Ave Regina omnium, di origine scandi- nella Regina» sono alcuni dei ti-
suo Sì alla vita di Madre messianica,
Una tradizione, ripresa nel Duecento da Ja- nava, composta tra il XII e il XIII secolo e ri- toli; ma nelle 427 canzoni l’accen-
della sua maternità dolorosa e, infi- portata nelle cinquecentesche Piae cantiones
ne, della sua maternità gloriosa. copo da Varagine, narra che san Gregorio no alla regalità di Maria è fre-
Magno in un giorno di Pasqua ebbe una vi- (1582). quente.
La condizione discepolare di Maria è Essa consta di tre strofe di dieci versi ognu-
intessuta dei santi fili, lievi e forti, sione di angeli che rendevano omaggio alla In Italia è da ricordare la lauda
Madre di Dio cantando «Regina del cielo, na. «Ave regina di tutti, Maria, salvezza dei Regina sovrana de gran pietade,
che realizzano la splendida tela della credenti, che hai voluto salvare i poveri» ini-
sua vita. «Dando il suo assenso al di- rallegrati perché colui che tu meritatamente contenuta nel Laudario di Cortona
zia la prima. «Tu sei il principio di ogni virtù,
segno divino, progredendo nel suo hai portato è risorto come aveva detto». La (fine XIII secolo). In 8 quartine ri-
il rifugio e la consolazione dei poveri, tu hai
cammino di fede, ascoltando e custo- melodia, festosa e insieme solenne, restò mate si magnificano le qualità di
dato al mondo la vera luce. Te loda l’esercito
dendo la Parola di Dio, rimanendo nell’orecchio al Pontefice che la introdusse Maria «Stella chiarita», «Sole lu-
celeste degli angeli e tutta la schiera dei beati
fedelmente unita al Figlio sino alla nel culto come antifona pasquale. In seguito cente», «Fructo piacente», «Giar-
ti dà gloria, ti esalta e ti adora». La seconda
Croce, perseverando con la Chiesa vi aggiunse una richiesta: «Prega Dio per strofa è una grande litania, mentre nell’ultima dino ornato» e «Alta Raina de
nella preghiera, intensificando il suo noi» e inserì l’invocazione «Hallelujah» tra si passa alla preghiera, invocando il patroci- sole ammantata». La melodia è
amore verso Dio, meritò in modo una frase e l’altra. Secondo un’altra versione nio di Maria per tutte le necessità della vita quella della nota lauda Altissima
eminente la “corona di giustizia” autore dell’antifona sarebbe il Papa Gregorio fino all’ultima ora. La melodia nel primo mo- luce.
V (996-999). In ogni caso già nell’XI secolo il Nel mondo tedesco dal tardo
(cfr. 2 Tm 4, 8), la “corona della vi- do gregoriano è enfatica e solenne.
ta” (cfr. Gc 1, 12; Ap 2, 10), la “Coro- Regina coeli entrò nell’uso liturgico durante il All’inizio del XIII secolo risale la bellissima Medioevo in poi nasce un vero
na della gloria” (cfr. 1 Pt 5, 4) pro- periodo pasquale; Benedetto XIV lo rese ob- canzone inglese Edi be thu heaven queene, in florilegio di canti a Maria Regina;
bligatorio nel 1743. tre ottave a rima alternata. «Beata sei tu, regi- dalle cinquecentesche parafrasi e
messa ai fedeli discepoli di Cristo»
La Salve Regina è il più noto e popolare tra na dei cieli, signora dei popoli e splendore ampliamenti delle antifone latine
(Conferenza episcopale italiana, Rito
i canti dedicati alla regalità di Maria. Secon- degli angeli. Vergine immacolata e madre pu- a un vasto repertorio nel Roman-
dell’incoronazione della Beata Vergine
do la tradizione essa è opera di Ermanno il ra, tu sei la più nobile tra tutte le donne. Mia ticismo. Ancora in uso è la bella
Maria, Città del Vaticano 1982, 5).
Contratto (= lo storpio, morto nel 1054), poe- dolce Signora, ascolta la mia preghiera, se canzone di Guido Görres (1842)
— “Maria è Regina perché serva”. ta, musicista e astronomo, monaco nell’abba- Maria Maienkönigin (“Maria Regi-
questa è la tua volontà».
Pensare la regalità di Maria come un zia di Reichenau, sul Lago di Costanza. Con accenti tipicamente trobadorici l’igno- na del maggio”). Con accenti
allontanamento dalla sua vita umile, Un’altra versione attribuisce il testo ad Ade- to autore (forse re Riccardo cuor di leone) spiccatamente romantici Maria è
dalla sua condizione di serva del Si- maro, vescovo di Puy en Velay, morto nella chiede poi a Maria di essere il suo cantore, la «Regina di tutte le donne» e i
gnore, per immaginare una contrad- prima Crociata nel 1099. Il canto semplice e dedicando a lei la sua vita. fiori ne simboleggiano le virtù: la
dizione tra la vita di sorella, di di- ispirato piacque subito; a Cluny entrò nella li- La melodia di questo canto, festosa nel se- speranza, l’amore e la fede. A lei
scepola e di servizio, rispetto all’esi- turgia come processionale nel 1135 e l’esempio sto modo e con frequenti salti, è molto gra- il poeta chiede che l’anima del
stenza gloriosa, regale di Maria in fu seguito da altri ordini religiosi. Ripreso an- ziosa, al punto di essere considerata una delle devoto possa librarsi nel cielo co-
Cielo, è un pensar male di lei dal che da molte confraternite, esso divenne po- più belle di tutto il Medioevo. me l’allodola cantando la lode di
punto di vista teologico, in contrad- polare già dal XIII secolo in poi. Cristoforo Negli stessi anni in Francia il monaco-tro- D io.
dizione inaccettabile con l’idea di Colombo narra che durante il suo primo viag- viere Gautier de Coincy dedica alla Royne ce- Tre melodie furono composte
gloria e di regalità che la Scrittura gio attraverso l’Atlantico tutte le sere, al mo- lestre, la Regina dei cieli la diciottesima can- per questo testo, rispettivamente
insegna e la Chiesa interpreta. In mento di ammainare le vele, i marinai di zone dei suoi Miracles de notre dame. In tre da K. Aiblinger. A. Schubiger e
terra, Maria «vive umilmente nel ognuna delle sue tre navi si radunavano in lunghe strofe, ognuna di 36 versi, egli esalta «La coronazione della Vergine» J.H. Mohr. Max Reger ne fece
mondo dei poveri... Ella è la più coperta e cantavano la Salve Regina. Oggi il le qualità di Maria, modello perfetto di ogni (breviario di Isabella la Cattolica, secolo XV) una elaborazione a 4 voci.