Sei sulla pagina 1di 14

FAQ della 4° Edizione delle Regole per il Raggiungimento e il Mantenimento

del Riconoscimento IATF

Le Regole per il raggiungimento e il mantenimento del Riconoscimento IATF, 4° Edizione per l’ISO/TS 16949
(Regole 4° Edizione), sono state pubblicate a ottobre 2013, con data effettiva 1° Aprile 2014. In risposta alle
domande degli enti di certificazione riconosciuti da IATF, sono state concordate dagli Uffici Globali Oversight IATF le
seguenti domande e risposte.

Una FAQ è una spiegazione di una regola o requisito esistenti.

FAQ # 1-28 emesse a maggio 2014, FAQ # 29-32 emesse a giugno 2014

Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
Il termine “Automotive” definito nelle Regole 1.0 include:
Auto Passeggeri, Veicoli Commerciali Leggeri, Camion per il
Trasposto pesante, Autobus e Motocicli.

Le vetture speciali (ad es. auto da Se un’auto passeggeri (ad es. l’auto della polizia ecc.), un veicolo
corsa, ribaltabili, auto-articolati, commerciale leggero (cioè furgoni, ambulanze, veicoli per il
Certificabilità
1 camion, furgoni, ambulanze, tempo libero ecc.) o un camion per il trasporto pesante (ad es.
1.0
veicoli per il tempo libero auto ribaltabili, auto-articolati ecc.) sono “equipaggiati” (o customizzati)
della polizia ecc.) sono certificabili da un OEM IATF, i fornitori di parti che diventano parte integrante
ISO/TS 16949? di questi veicoli sono certificabili ISO/TS.

Se le parti destinate alle vetture speciali non sono direttamente


specificate da un OEM IATF, la relativa catena di fornitura e gli

Page 1 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
“allestitori” non sono certificabili ISO/TS 16949.

No, il cliente in questione non può richiedere la certificazione


Se un cliente effettua un’attività a ISO/TS 16949 a se stante.
valore aggiunto (ad es.
assemblaggio gomme e ruote, Tuttavia, le attività effettuate sul sito del cliente potrebbero
Certificabilità
2 miscela di vernici, manutenzioni considerarsi ambito di una funzione remota di supporto, e
1.0
ecc.) sul il sito del cliente, questa sarebbero quindi auditate di conseguenza. La funzione sarebbe
attività è certificabile ISO/TS indicata come “Servizio” su certificato/database IATF. L’indirizzo
16949? dell’ubicazione remota di supporto sul certificato del sito potrebbe
essere l’indirizzo del sito del cliente.
Come gestire la certificabilità di No, in questa situazione non è richiesto l’invio di una domanda
un “cliente” con siti “multipli” dei per la “parte del sito dedicata all’automotive”. Il sito (o i siti) non
quali solo alcuni hanno automotive non è certificabile ISO/TS 16949.
“produzione automotive”?

Scenario 1:
Un cliente (organizzazione
corporate con una sola ragione
sociale) ha in totale 20 siti in
Certificabilità
3 diverse città/paesi, 9 dei quali
1.0
fabbricano prodotti non
automotive. È richiesto l’invio di
una domanda in accordo al punto
h) delle Regole 4° Edizione sulla
parte di sito, da applicare ai 9 siti?

Scenario 2:
Un cliente (organizzazione

Page 2 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
corporate) ha un sito certificato
ISO/TS 16949, ma possiede
anche un’ubicazione (sito 2) non
automotive sul lato opposto della
strada, di fronte al sito certificato
ISO/TS 16949.
È richiesto l’invio di una domanda
in accordo al punto 5.2 h) delle
Regole 4° Edizione sulla parte di
sito, da applicare al sito di fronte?

Se un materiale di produzione è Le Regole dichiarano che l’ISO/TS 16949 è applicabile a tutti i siti
fabbricato in un sito produttivo dei clienti dell’ente di certificazione presso i quali sono fabbricate
certificato ISO/TS 16949, e il parti di produzione e/o di ricambio specificate dai loro clienti. Per
materiale viene impiegato per fare “Produzione” si intende “il processo di esecuzione o
una parte di produzione per un fabbricazione di materiali di produzione, produzione di parti di
cliente automotive, può il ricambio, di assemblati o di trattamenti termici, saldatura,
Certificabilità
4 processo di produzione del verniciatura, trattamenti di protezione superficiale o altri servizi di
1.0
materiale essere escluso dalla finitura di parti automotive”.
certificazione ISO/TS 16969 ed
Tutti i processi di un sito devono essere auditati. Se il materiale di
essere certificato solo ISO 9001?
produzione è fatto nello stesso sito produttivo usando il materiale
per fare le parti automotive di produzione o di ricambio, in tal
caso il materiale di produzione deve essere incluso nel campo di
applicazione della certificazione ISO/TS 16949 per quel sito.
Sì, una modifica non comunicata dal cliente all’O.d.C. su
Se il cliente non informa l’O.d.C. modifiche alla situazione legale, commerciale, alla proprietà,
Notifica di
su eventuali modifiche, il team di all’indirizzo, al campo di applicazione delle attività, agli stati
modifiche da
audit dovrebbe emettere una non speciali dei clienti IATF o al sistema di gestione/processi, è
5 parte di un
conformità maggiore? considerata una rottura del contratto legalmente valido, dovrebbe
cliente
essere rilasciata una non conformità maggiore, e può portare
3.2
l’O.d.C. a ritirare il certificato ISO/TS 16949 del cliente.

Page 3 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole

Quando un sito certificato si sposta in una nuova sede, si


Cosa succede se un sito già considera uno spostamento completo di sito se si applicano
certificato ISO/TS 16949 si sposta tutte le condizioni seguenti:
a un altro indirizzo?  L’80% o più dei dipendenti si sposta dal precedente sito
certificato alla nuova sede (includendo cioè nei
“dipendenti” la direzione, la supervisione, i lavoratori diretti
e indiretti).
 Le apparecchiature utilizzate nella nuova sede sono le
stesse del sito certificato precedente senza che sia stato
inserito alcun processo nuovo o revisionato
 I prodotti della nuova ubicazione sono gli stessi del
precedente sito certificato senza che sia stato inserito
Notifica di alcun prodotto nuovo
6 modifiche da
parte di un Se si applicano le condizioni riportate sopra, l’O.d.C. implementa
cliente il seguente processo:
3.2 1. Effettua un audit di certificazione iniziale (non è richiesto il
riesame di adeguatezza di fase 1) equivalente alle
giornate di audit di una ricertificazione. NOTA: Il cliente
deve notificare all’O.d.C. la nuova ubicazione (secondo le
Regole 3.2) e renderne noti i dettagli, concordando le
condizioni prima dello spostamento di sito; diversamente è
richiesto un nuovo audit di certificazione iniziale (incluso
richiesto il riesame di adeguatezza di fase 1).
2. A seguito dell’esito positivo dell’audit di fase 2, del
processo di gestione delle non conformità e dopo una
decisione positiva sulla certificazione, l’O.d.C. emette al
cliente un nuovo certificato con validità massima di tre (3)
anni.

Page 4 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
3. L’audit di fase 2 e il certificato sono aggiunti alle
registrazioni già presenti nel database IATF. È aggiunta
una nota nell’apposito campo commenti dell’audit di fase 2
a spiegazione del cambio di indirizzo.
4. Il certificato originale è cancellato una volta terminato lo
spostamento.

Quando un sito certificato si sposta in una nuova sede, si


considera uno spostamento parziale di sito se si applicano
tutte le condizioni seguenti:

1. Meno dell’80% dei dipendenti si sposta dal


precedente sito certificato alla nuova sede
(includendo cioè nei “dipendenti” la direzione, la
supervisione, i lavoratori diretti e indiretti).
2. Le apparecchiature utilizzate sono una
combinazione tra quelle esistenti (del precedente
sito certificato) e apparecchiature nuove/usate e/o
Notifica di processi revisionati, aggiornato layout o meno
modifiche da 3. I prodotti della nuova ubicazione sono gli stessi del
7
parte di un precedente sito certificato con l’aggiunta o meno di
cliente Cosa succede se un sito già prodotti legati all’automotive (cioè espansione del
3.2 certificato ISO/TS 16949 si sposta campo della certificazione)
a un nuovo indirizzo e la nuova
ubicazione è più ampia della Se si applicano le condizioni riportate sopra, l’O.d.C. implementa
precedente? il seguente processo:
1. Effettua un audit di certificazione iniziale completo,
incluso il riesame di adeguatezza di fase 1. NOTA:
Il cliente deve notificare all’O.d.C. la nuova
ubicazione (secondo le Regole 3.2) e renderne noti
i dettagli, concordando le condizioni prima dello
spostamento di sito.
2. A seguito dell’esito positivo dell’audit di fase 2, del

Page 5 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
processo di gestione delle non conformità e dopo
una decisione positiva sulla certificazione, l’O.d.C.
emette al cliente un nuovo certificato con validità
massima di tre (3) anni.
3. L’audit di fase 2 e il certificato sono aggiunti alle
registrazioni già presenti nel database IATF. È
aggiunta una nota nell’apposito campo commenti
dell’audit di fase 2 a spiegazione del cambio di
indirizzo.
4. Il certificato originale è cancellato una volta
terminato lo spostamento.
Sì, la verifica sul sito delle non conformità precedenti è aggiuntiva
ai giorni di audit specificati [5.2 d)] ed è applicabili solo alle non
Verifica sul sito Il riesame sul sito delle non conformità minori.
delle azioni conformità precedenti è
correttive applicabile solo alle non Per le non conformità maggiori, la verifica sul sito delle azioni
8 5.2 d) conformità minori? correttive è completata al massimo entro 90 giorni solari dalla
5.11.2 data della riunione di chiusura.
5.11.3
Per le non conformità aperte, ma risolte al 100%, la verifica sul
sito delle azioni correttive è completata sulla base delle date del
piano di azioni correttive approvato.
Se l’O.d.C. ha verificato Se l’O.d.C. ha già verificato l’implementazione efficace delle
l’implementazione efficace delle azioni correttive riguardanti delle non conformità minori durante
Verifica sul sito azioni correttive riguardanti delle un audit sul sito (cioè insieme a non conformità maggiori
delle azioni non conformità minori durante un rilasciate), all’O.d.C. non è richiesto di prevedere del tempo
correttive audit speciale sul sito, la verifica aggiuntivo nell’audit successivo pianificato regolarmente, per
9
5.2 d) deve avvenire anche nell’audit riverificare l’implementazione efficace delle azioni correttive per le
5.11.3 successivo pianificato stesse non conformità minori.
regolarmente?

Page 6 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
L’arrotondamento dei giorni di audit avviene sempre a valle del
In quale punto del calcolo è calcolo dei giorni di audit – vedi esempio qui di seguito.
richiesto l’arrotondamento dei
giorni di audit quando è utilizzato Esempio:
il traduttore? dati chiave del cliente:
− Sito singolo con 225 dipendenti
Utilizzo di un − Non responsabile della progettazione
traduttore − Intervallo delle sorveglianze a 9 mesi
5.2 f) L’audit successivo è quello della 2° sorveglianza. È necessario un
traduttore soltanto per l’audit dell’area produzione, stimato in 1,5
10 ore (o 1,5 ore / 8 ore = 0,19 giorni) nell’audit successivo.
Arrotondamento
dei risultati di Dalla Tabella 5.2 sui giorni per l’audit iniziale, i giorni minimi di
audit audit per 225 dipendenti sono 8.
5.2p)
Il calcolo corretto (per un intervallo di sorveglianza di 9 mesi) è:
8.0 giorni di audit – 15% sconto = 6,8 giorni/ 3 audit di
sorveglianza = 2,27

2,27 (giorni minimi di audit) + ,19 (per la traduzione) = 2,46


arrotondati a 2,5 per il 2° audit di sorveglianza.
Quale tempo è inserito nel
database IATF quando è utilizzato Nell’esempio riportato sopra, i giorni totali di audit da inserire nel
Utilizzo di un
un traduttore? database IATF per il 2° audit di sorveglianza del sito sono minimo
11 traduttore
2,5.
5.2 f)

Sì, è accettabile. Naturalmente, per un audit di 15 giorni, l’O.d.C.


L’O.d.C. può assegnare 2 membri può assegnare più di due auditor. Le Regole 5.2 o) richiedono
del team di audit per un audit di che l’O.d.C. nomini come minimo due (2) auditor se il calcolo dei
12 5.2 o)
15 giorni? giorni di audit supera i cinque (5) giorni..

Page 7 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
Nell’Opzione 2, se nella prima Sì, a meno che non sia stato fatto un altro audit dell’ente /attività
sorveglianza la funzione di acquisti prima dell’audit del sito.
supporto degli acquisti è stata
auditata da un altro O.d.C.,
Attività di
l’O.d.C. che audita il sito deve in
13 supporto
ogni caso ricevere e riesaminare il
5.5
report di audit della prima
sorveglianza dell’ente acquisti (e
tenerne la registrazione come da
9.1 c)?
È richiesto che “ulteriori audit Spetterà all’O.d.C. che audita il sito fare in modo che il cliente
delle funzioni remote di supporto contatti l’O.d.C. che audita la parte remota di supporto per
possano rendersi necessari sulla richiedere un follow-up aggiuntivo. Ciò implicherebbe l’invio
base delle prestazioni osservate all’O.d.C. che audita il sito di una copia del report dell’audit sul
sul sito”. Tuttavia all’O.d.C. che sito insieme a eventuali non conformità rilasciate.
ha auditato l’ubicazione remota Se l’O.d.C. che audita la parte remota di supporto non attua la
non è richiesto di riesaminare le richiesta, l’O.d.C. che audita il sito dovrà spiegare al cliente che
Attività di
14 risultanze dell’audit dell’O.d.C. quest’ultimo deve tornare indietro all’Opzione 1.
supporto
che ha auditato il sito, il quale
5.5
potrebbe raccomandare un audit
aggiuntivo delle funzioni remote di
supporto.
In questa situazione quali sono gli
obblighi dell’O.d.C. che audita il
sito?
L’O.d.C. può assegnare un Le aspettative dell’IATF è che un membro dell audit team
membro del team di audit diverso corrente conduca l’audit speciale sul sito per verificare le
da quello che ha condotto l’audit precedenti non conformità.
Determinazione in origine, per la verifica delle Se l’O.d.C. assegna un auditor diverso per condurre l’audit
15
del team di audit nonconformità? special sul sito (che deve essere inserito nel database IATF),
5.6 Se si, a questo auditor è questo auditor è da considerarsi parte del team di audit per il
concesso di auditare il cliente nel ciclo di audit in questione, e quindi non può partecipare al ciclo di
ciclo di audit successivo? audit successivo.

Page 8 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
È necessario richiedere una Recepita dalla FAQ # 13 emessa per le Regole 3° Edizione:
deroga ogni volta che si nomina
un nuovo membro del team di Se in un audit di sorveglianza è scelto un nuovo membro, l’O.d.C.
audit per un audit di non ha bisogno dell’approvazione da parte dell’Oversight se la
sorveglianza? rotazione dell’auditor è dovuta a circostanze come, ma non
limitate a:
- interruzione, dimissioni, perdita della sponsorizzazione di
Determinazione
16 un auditor
del team di audit
- auditor posto inattivo nell’ADP e nel Database IATF
5.6
- conflitto di interessi con il cliente
- problemi personali (problemi di salute, decesso ecc.)
forza maggiore

All’O.d.C. è richiesto il mantenimento delle registrazioni relative ai


motivi del cambiamento di auditor per l’audit di sorveglianza.
Se una funzione di supporto deve fornire ai clienti esterni i dati
L’ora minima sul sito prima della sulle prestazioni che devono essere riferiti direttamente alla
Piano di audit
17 riunione di apertura è applicabile funzione remota di supporto, l’ora minima per la verifica dei
5.7.2
agli audit delle funzioni di cambiamenti deve essere inserita nel piano di audit.
supporto?

Assumendo che il team di audit Le Regole, sezione 5.7.2, non richiedono che sia presente il team
abbia tre auditor [A (lead), B & C], di audit al completo durante l’ora sul sito di verifica dei
mentre il lead auditor (A) sta cambiamenti prima della riunione di apertura dell’audit. Durante
facendo l’ora di riunione sul sito la conferenza degli O.d.C di novembre 2013, si è raccomandato
per la verifica dei cambiamenti verbalmente che i co-auditors che partecipano al Giorno 1
Piano di audit
18 (punto 5.7.2 a), il co-auditor (B) dell’audit siano presenti all’ora di pre- riunione, ma non è
5.7.2
può verificare le non conformità obbligatorio. Non si può ridurre l’ora di riunione facendovi
minore dell’audit precedente partecipare più di un auditor.
prima della riunione di apertura?
Durante l’ora di verifica dei cambiamenti sul sito, un co-auditor
E il co-auditor (C) può auditare la può verificare le precedenti non conformità minori.
produzione del turno di notte (cioè

Page 9 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
il 3° turno) prima della riunione di Nessun membro del team di audit può iniziare una qualunque
apertura? parte dell’audit prima della riunione di apertura.

È possibile effettuare un audit


ISO/TS 16949 insieme ad altre Recepita dalla FAQ # 1 emessa per le Regole 3° Edizione:
norme sui sistemi di gestione?
Sì, alle seguenti condizioni:
1) Se un O.d.C. sotto contratto IATF effettua un audit per
soddisfare norme su sistemi di gestione aggiuntive rispetto
Conduzione
all’ISO/TS 16949, devono essere osservate le Regole per
delle attività di
19 il raggiungimento e il mantenimento del riconoscimento
audit sul sito
IATF, 4° Edizione per l’’ISO/TS 16949
5.8
2) Se viene redatto un unico piano di audit, questo dovrebbe
identificare la norma auditata per ciascun processo.
3) Se viene redatto un unico piano di audit, il report di audit
dovrebbe contenere una sezione a parte dedicata
all’ISO/TS 16949 e rispettare tutti i requisiti delle Regole 4°
Edizione, sezione 5.10.
Quando cliente e fornitore hanno Recepita dalla FAQ # 2 emessa per le Regole 3° Edizione:
proprietà comuni, come è gestito
il fornitore nell’ambito dell’ audit al
cliente? Quando il fornitore è presso la medesima ubicazione fisica del
Conduzione
cliente, il fornitore deve essere auditato come parte del cliente.
delle attività di
20 Vedere Regole 4° Edizione, 1.0.
audit sul sito
5.8
Quando il fornitore ha una diversa ubicazione fisica rispetto al
cliente, il fornitore deve essere trattato all’interno del SGQ del
cliente come fornitore, come da punto 7.4 dell’ ISO/TS 16949 –
Approvvigionamento.
Conduzione Le Regole 4° Edizione IATF si aspetta che l’auditor controlli i report sulle prestazioni
delle attività di contengono una serie di requisiti degli OEM IATF (cioè i punteggi) on line in ogni audit. Se il cliente
21
audit sul sito diversi nella sezione 5.8 per la spedisce a quattro (4) OEM IATF (ad es. GM, Daimler, Ford e
5.8 valutazione degli OEM IATF. VW), e a un (1) OEM non IATF (ad es. Honda), tutti e quattro (4) i

Page 10 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
punteggi degli OEM IATF devono essere riesaminati on line
5.8 g) punteggi degli OEM IATF durante l’audit, a patto che il cliente pubblichi dati sulle
applicabili, prestazioni on line. L’auditor deve anche riesaminare la
5.8 j) processo per la raccolta, soddisfazione del cliente per tutti e cinque (5) i clienti e indagare
comunicazione e su eventuali reclami comprese le risposte del cliente, come da
implementazione dei CSR, con punto 5.8 g). Nel riesaminare i reclami del cliente, è necessario
priorità agli OEM IATF, dare la priorità agli OEM IATF, indipendentemente dalla
e dimensione più o meno grande che hanno per il cliente.
5.8 k) evidenza che i CSR sono
stati auditati e campionati lungo il L’auditor deve campionare lungo il ciclo triennale di audit i CSR
ciclo triennale di audit con priorità degli OEM IATF per verificarne l’implementazione efficace.
data agli OEM IATF Questo punto è diverso dal 5.8 j) e k), dove è richiesta
l’effettuazione in ogni audit.
Come ci si aspetta di vedere
auditati questi requisiti?

IATF si aspetta che il report di audit [Regole 5.10 c)] contenga un


Se tutti i CSR sono campionati elenco di tutti i clienti automotive (OEM IATF e non) e un elenco
Conduzione lungo il ciclo triennale (iniziale + dei requisiti specifici del cliente (ad es. manuali qualità fornitore,
dell’audit sul sito tutti gli audit di sorveglianza) - contratti, CSR specifici per l’ISO/TS ecc.) con la data dell’ultima
5.8 k) Regole - 5.8 k), che cosa deve versione, se esiste.
22 essere inserito nel report di audit
Report di audit – Regole 5.10 a) & c)? Le Regole 5.10 a) richiedono che il report di audit identifichi in
report quale audit è stato auditato ciascun CSR -dalle Regole 5.10 c) -
5.10 (ad es. inserendo data e tipo di audit). L’ultimo report dell’audit di
sorveglianza dovrebbe indicare che tutti i CSR sono stati
campionati lungo il ciclo triennale di audit.
Quando un audit di ricertificazione Sì, un cliente può cambiare O.d.C. Tuttavia, il nuovo O.d.C. non
Termine viene terminato, il cliente può può effettuare un audit di trasferimento (Regole 7.1.1). L’audit da
23 dell’audit cambiare O.d.C. prima della effettuare è un audit iniziale completo (riesame di adeguatezza di
5.9 c) scadenza del certificato fase 1 e audit di fase 2).
esistente?

Page 11 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
Sono necessarie due attività di Sì, sono necessarie due verifiche sul sito. Una verifica sul sito
verifica sul sito quando una non entro 90 giorni solari – punto 5.11.3 e un’altra sulla base della
conformità maggiore è accettata data del piano di azioni correttive – punto 5.11.2 c).
Verifica sul sito come aperta ma risolta al 100%
24
5.11.3 (cioè sul sito entro 90 giorni –
punti 5.11.3/8.4 – e sul sito sulla
base della data del piano di azioni
correttive – punto 5.11.2 c)?
È possibile prendere una Se l’implementazione efficace dell’azione correttiva è accettata
decisione sulla certificazione nel nel giorno 61, l’O.d.C. non può prendere una decisione sulla
giorno 61, in caso di audit con certificazione fino a che la verifica sul sito non è stata effettuata.
una non conformità maggiore, se
Decisione sulla l’audit speciale sul sito non era Se una non conformità maggiore è accettata come risolta al
25 certificazione stato effettuato fino al giorno 89 – 100% nel giorno 61 ed è basata sul piano d’azione del cliente,
5.12 punto 5.11.3? l’audit speciale sul sito non può essere effettuato prima di un
massimo di 120 giorni ( o prima che il certificato scada). In questo
caso – Regole 5.12 d), si può prendere una decisione nel giorno
61, a condizione che il punto 5.11.2 delle Regole sia stato
rispettato.
Il certificato dell’O.d.C. può No, la data “originariamente certificato” non è più permessa. Per
contenere una data aggiuntiva garantire l’uniformità del contenuto del certificato tra tutti gli enti di
Emissione del
“Originariamente Certificato”? certificazione riconosciuti da IATF, il Global Oversight sta
26 certificato
limitando il contenuto dei certificati unicamente agli elementi
5.13
specificati al 5.13 a) – o).

Qual è la differenza tra “lista La lista d’offerta è definita dal cliente. Il fornitore dovrà dimostrare
d’offerta attiva” e “lista d’offerta”? una lista datata (o sito web) proveniente dal cliente, che dimostri
che il suo nome è ancora attivo nella lista in quanto capace di
Lettera di
Come si valuta la situazione di un fornire (o essere considerato per) nuovo business. È possibile
27 conformità
sito presente in una lista d’offerta per tale fornitore essere attivo senza aver ricevuto una decisione
5.14
del cliente A nell’anno 1 e del positiva sull’approvvigionamento.
cliente B nell’anno 2 che non
dimostra mai di essere una lista

Page 12 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
d’offerta “attiva”
È ammesso?

Il nuovo O.d.C. che effettua un


audit di trasferimento deve Al nuovo O.d.C. è richiesto di verificare l’efficace
verificare l’efficace implementazione delle eventuali non conformità minori emesse
implementazione delle non dal precedente O.d.C., a condizione che quest’ultimo non l’abbia
Audit di
conformità minori rilasciate dal già fatto. Il processo di verifica dovrebbe essere lo stesso,
28 trasferimento
precedente O.d.C.? indipendentemente da quale O.d.C. andrà a effettuare l’audit
7.0
successivo.
Il nuovo O.d.C. deve verificare
l’efficace implementazione delle Al nuovo O.d.C. non è richiesto di verificare l’efficace
non conformità maggiori? implementazione delle non conformità maggiori.
Se un cliente ha due turni (7:00 – La risposta è no. Se il cliente ha solo due turni di produzione,
19:00 e 19:00 – 7:00), il team di l’O.d.C. non può lavorare più di 8 ore per coprire il secondo turno
5.2 b)
audit può lavorare più di 8 ore per che eventualmente opera fuori dal normale orario di lavoro (ad
Lavoro sul terzo
29 auditare il secondo turno, es. 19:00 - 7:00). L’orario di inizio e fine del piano di audit dovrà
turno
essendo che questo opera fuori essere adattato per assicurare che il secondo turno sia coperto
dal normale orario di lavoro del da un giorno di audit di 8 ore.
sito?
Quando un piano d’azione a Sia l’audit speciale sul sito sia l’audit nel quale originariamente è
seguito di non conformità stata rilasciata la non conformità maggiore passano allo stato di
maggiore, in precedenza “negativo” nel database IATF.
5.11.3
approvato è poi riscontrato non
30 Verifica sul sito
efficacemente implementato,
quale audit deve considerarsi
“negativo” nel database IATF?

Page 13 of 14
Riferimento
Numero Domanda Risposta
Regole
Quale livello di dettaglio deve IATF si aspetta che il cliente fornisca all’ente di certificazione
richiedere l’ente di certificazione come minimo le seguenti informazioni, come parte del 5.7.1 a) e
al cliente come input per lo 5.7.1 f):
sviluppo del piano di audit? − dichiarazioni documentate della politica per la qualità e
degli obiettivi per la qualità
Informazioni dal − manuale qualità
cliente per la − processi documentati
pianificazione − mappa dei processi con relativi collegamenti e interazioni
31
dell’audit − collegamenti documentati tra i processi e i requisiti ISO/TS
− riepilogo degli audit interni di sistema, processo e prodotto
5.7.1 a) e f) effettuati dall’ultimo audit dell’ente di certificazione, incluso
un riepilogo di:
 numero totale di non conformità per tipo di audit
 classificazione di ciascuna non conformità, e
 relativo requisito (criterio di audit) se applicabile
− output dal riesame della direzione / elenco delle azioni
Quale stato dovrebbe essere Nel caso in cui l’ente di certificazione abbia potuto verificare
inserito nel database IATF nel l’efficace implementazione di una non conformità, l’audit speciale
caso sia stato effettuato un audit dovrebbe essere inserito come “accettabile”. Tuttavia, l’audit
speciale per verificare l’efficace originale avrà ancora lo stato di “aperto con azioni correttive” fino
Audit speciali implementazione di una non a che non ci sarà la decisione sulla certificazione.
32
7.2 conformità (maggiore)?

Page 14 of 14