Sei sulla pagina 1di 117

Coibentazione con pannelli

in schiuma polyiso per il


miglioramento dell’efficienza
energetica

Massimiliano Stimamiglio

STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti

Applicazioni Referenze
Pionieri dagli anni ’60…

• 1963
La STIFER (Soc. Ferdinando Stimamiglio) è la prima azienda
ad avviare la produzione in continuo di pannelli in poliuretano
espanso rigido nello stabilimento di Pomezia. Il nome
STIFERITE nasce unendo alla denominazione della Società
(STIFER) la funzione del prodotto (Isolante Termico).

• 1968
La produzione si sposta nel nuovo stabilimento di Padova,
dove viene installata una nuova linea.
Il nome STIFERITE si è già affermato, tanto da diventare
identificativo dei pannelli in poliuretano.

• 1970 - 1990
La prima crisi energetica determina un’importante crescita
della domanda.
Viene avviata la seconda linea produttiva.
Si sviluppano i nuovi prodotti con rivestimenti in fibra
minerale.

2
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Dagli anni ‘90 ad oggi

• 1990 - 2000
STIFERITE, per prima in Italia e in Europa, adotta
volontariamente agenti espandenti che non
danneggiano la fascia di ozono.
• 2000 - 2012
STIFERITE introduce le nuove schiume polyiso
con caratteristiche migliorate di resistenza
meccanica, reazione al fuoco e stabilità
dimensionale.
STIFERITE presenta i nuovi pannelli con
rivestimenti gastight caratterizzati da eccellenti
prestazioni isolanti. Si sviluppano nuovi prodotti
dedicati alle coperture ventilate ed alle
applicazioni a cappotto
• 2013
Startup del nuovo impianto che permette di
incrementare la capacità produttiva anche di
pannelli ad elevato spessore (fino a 200 mm).

3
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
e domani…

• 2020
Tutti i nuovi edifici europei
dovranno essere «nearly zero
energy».
Fin da oggi è possibile,
utilizzando i prodotti
STIFERITE, realizzare edifici
a consumo quasi zero e
addirittura che producono
energia da fonti rinnovabili in
quantitativi superiori ai loro
bassissimi fabbisogni.

4
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Una costante:
I più severi controlli qualitativi
• I pannelli STIFERITE vengono sottoposti a
continui e severi controlli qualitativi.
• Dal 2003 tutti i prodotti STIFERITE sono marcati
CE secondo la norma UNI EN 13165
• CERTIFICAZIONI VOLONTARIE:
– Sistema Qualità ISO 9001
– Salute e Sicurezza dei Lavoratori norma
OHSAS 18001
– Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001
– Sostenibilità ambientale Poliuretano Espanso
rigido

5
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Cos’è il poliuretano

• Più di 70 anni di
presenza nei diversi
mercati
• Polimero versatile
impiegato con diverse
caratteristiche e
prestazioni in molteplici
settori
• Gli espansi rigidi
rappresentano una
quota importante
dell’impiego dei
poliuretani (ca. 23%)
• Essenziali, per le loro
prestazioni isolanti,
nella catena del freddo
e in edilizia

6
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Poliuretano: il nostro core business

• Il poliuretano è un polimero che


si ottiene attraverso la reazione
esotermica di due componenti
principali: polioli e poli isocianati.
La reazione chimica è completa,
irreversibile e non origina sotto
prodotti

• Il polimero solido ottenuto ha


caratteristiche completamente • PUR e PIR-POLYISO si differenziano per un
diverso rapporto tra le materie prime e per
diverse da quelle delle materie un diverso processo produttivo.
prime utilizzate • La schiuma PIR ha legami più stabili e forti
rispetto alle schiume PUR.
• Le schiume PIR POLYISO hanno migliori
caratteristiche meccaniche e di reazione al
fuoco

7
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Le schiume STIFERITE PIR - Polyiso

• Dal 2005 l’intera gamma di prodotti


STIFERITE è composta da schiuma
PIR – Polyiso
• Le schiume STIFERITE Polyiso sono
polimeri TERMOINDURENTI:
– Non rammoliscono
– Non fondono
– Non possono sublimare

8
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Poliuretano: la tecnologia
produttiva
Stiferite utilizza impianti di schiumatura in continuo

I pannelli Stiferite sono SEMPRE provvisti di


rivestimenti che variano in funzione della
destinazione applicativa dei prodotti

9
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prestazioni fondamentali dei materiali
isolanti
• Isolamento termico
• Caratteristiche meccaniche + info

• Stabilità dimensionale + info

• Reazione al fuoco + info

• Impermeabilità all’acqua e permeabilità al vapore + info

• Lavorabilità + info

• Durabilità + info

• Innocuità per l’uomo + info

• Compatibilità con l’ambiente + info


+ info
• Benessere acustico

10
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Isolamento termico

• E’ fondamentale per tutte le applicazioni


• La prestazione deve essere garantita nelle
reali condizioni di esercizio del materiale
(temperatura e umidità relativa)
• Deve essere garantita la stabilità del
materiale e l’efficacia isolante per l’intera
durata dell’opera

11
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
La Conducibilità Termica λ

• La conduttività termica (λ) è la quantità di calore che attraversa


una superficie di un metro quadrato del materiale considerato,
dello spessore di un metro, in un’ora di tempo quando la
differenza di temperatura tra le due facce è di un grado.
Pertanto, quanto più è piccolo il valore di λ, tanto maggiore
è il potere isolante del materiale.

• I materiali sottoposti a marcatura CE espongono in etichetta il


valore di λD che corrisponde al valore medio per 25 anni di
esercizio riscontrabile sul 90% della produzione con il 90%
della confidenza statistica e valutato alla temperatura di
prova di 10°° C.

12
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Conducibilità Termica Dichiarata λD e
Conducibilità Termica di Progetto λ
• Per tutti i materiali isolanti sottoposti a marcatura CE la
conduttività termica di progetto (λ) coincide con la conducibilità
termica dichiarata (λD) in condizioni standard di esercizio
(temperature comprese tra 0 e 20 °C e Umidità Relativa tra 0 e
50%)

• Solo se i range di temperatura e UR sono sostanzialmente


diversi dalle condizioni standard, il progettista può correggere i
valori della conduttività termica dichiarata di tutti i materiali
isolanti utilizzando la norma UNI EN 10456.

13
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e l’isolamento
termico

I più bassi valori di conducibilità termica stabili per 25 anni di esercizio

14
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Le migliori proprietà isolanti

• La struttura cellulare dei pannelli in


poliuretano permette, a parità di
isolamento termico, di utilizzare lo
spessore più basso.
• I vantaggi dell’utilizzo di isolanti
efficienti:
– Migliore rapporto volume
edilizio/spazio abitativo
– Minori costi di mano d’opera
– Minori costi di trasporto e
stoccaggio
– Minore volume e peso di
materiale utilizzato (minore
impatto ambientale in fase di
costruzione e demolizione).

15
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e la durata della
prestazione isolante
• Oltre alla certificazione del valore
stabile per 25 anni di esercizio, prove
condotte su pannelli in opera da oltre
40 anni hanno dimostrato la
continuità nel tempo del valore di
isolamento termico
• I pannelli STIFERITE sono rigidi e
compatti, mantengono nel tempo la
forma e lo spessore originario
• I pannelli STIFERITE non assorbono
acqua o umidità che possono
peggiorare le prestazioni isolanti

16
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Caratteristiche meccaniche
+ info
• Prestazioni idonee alle più gravose condizioni
di esercizio (pavimenti industriali, celle
frigorifere, coperture carrabili)
• Si valuta con due diversi metodi di prova:
– Resistenza alla compressione al 10% di
schiacciamento
– Scorrimento viscoso a compressione, Creep

17
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Stabilità dimensionale
+ info
• Importante verificare che le condizioni di prova del materiale
siano adeguate a quelle di esercizio.
In copertura si possono raggiungere temperature elevate
• I rivestimenti svolgono un ruolo importante. Quelli inorganici
offrono prestazioni migliori

18
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Reazione al fuoco
+ info

• Prestazione influenzata dal


tipo di schiuma e dal tipo di
rivestimento
• Ampia gamma di prestazioni
in funzione delle esigenze
applicative
• I materiali isolanti non
vengono mai applicati a
vista. Importante valutare le
condizioni reali di esercizio.

19
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Impermeabilità all’acqua e
permeabilità al vapore + info
• La schiuma a celle chiuse ha un bassissimo assorbimento
d’acqua
• La permeabilità al vapore può essere dimensionata in
funzione delle esigenze applicative (traspirabilità o schermo
al vapore)

20
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Lavorabilità
+ info
• I pannelli sono leggeri, compatti e facilmente
lavorabili con qualsiasi attrezzo da taglio
• Su richiesta sono disponibili lavorazioni speciali
con tagli, incisioni e fori.

21
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Durabilità
+ info
• La schiuma polyiso è inerte, non metabolizzabile e
non viene attaccata dai più comuni collanti o
solventi utilizzati in edilizia
• Non viene attaccata da muffe o funghi.
• Le esperienze applicative dimostrano che la sua
durata è pari o superiore a quella dei manufatti in
cui è inserita

22
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Innocuità per l’uomo
+ info
• La valutazione si base su esperienze medico scientifiche
• Le schiume poliuretaniche sono state valutate dall’Agenzia
Internazionale per la ricerca sul cancro e non sono emerse
controindicazioni al loro impiego
• I poliuretano vengono utilizzati anche in ambito medico
sanitario (dai materassi antidecubito, ai guanti operatori, alle
protesi, ecc.)

23
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Sostenibilità ambientale
+ info
• Per molti prodotti Stiferite sono disponibili Analisi del Ciclo di
Vita (LCA)
• Stiferite, per prima, ha messo a disposizione del mercato
Dichiarazioni Ambientali di Prodotto verificate da Ente Terzo
(EPD)
• Le risorse ambientali utilizzate per la produzione degli isolanti
Stiferite vengono restituite all’ambiente, sotto forma di
risparmio energetico, già nel corso della prima stagione di
riscaldamento dell’edificio in cui sono installati.

24
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Isolamento acustico
+ info
• La prestazione è influenzata, più che dal singolo componente,
dalla massa delle strutture e dalla loro composizione.
• Prove di laboratorio hanno dimostrato che strutture isolate
con pannelli Stiferite offrono prestazioni analoghe a quelle
realizzate con materiali fibrosi.

25
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE: i pannelli

26
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE: gli accoppiati

27
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE: i sistemi e le
lavorazioni speciali

28
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I principali settori di impiego
ISOLAMENTI INDUSTRIALI
• Cisterne & Serbatoi
• Elementi
prefabbricati
• Celle Frigorifere
• Lavorazioni su
misura

29
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I principali settori di impiego
CANALI PREISOLATI
• Sistema costruttivo
per la realizzazione
in opera di canali
preisolati per il
trasporto dell’aria

30
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I principali settori di impiego
ISOLAMENTO IN EDILIZIA
Pannelli e sistemi isolanti per
•coperture,
•pareti,
•pavimentazioni civili e industriali

31
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE GT

λD = 0,023 W/mK
Nuovo rivestimento Duotwin per
elevate prestazioni isolanti
Indispensabile per le applicazioni
che richiedono di limitare al
massimo gli ingombri senza
ridurre la resistenza termica
Idoneo per applicazioni in parete,
sotto solai interpiano, sotto
coperture piane e a falde.
Rivestimento non adatto alla
sfiammatura

32
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE GTE

λD = 0,023 W/mK Nuovo rivestimento in alluminio


multistrato per elevate prestazioni
isolanti
Indispensabile per le
applicazioni che richiedono di
limitare al massimo gli
ingombri senza ridurre la
resistenza termica e che
richiedano uno schermo al
vapore (µµ > 89900)
Idoneo per applicazioni in parete,
a cappotto ventilato, a pavimento,
sotto coperture piane e a falde.

33
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE Class B

λD = 0,025 – 0,028 W/mK


Schiuma polyiso con rivestimento in
fibra minerale bitumata sulla faccia
superiore e fibra minerale saturata su
quella inferiore
Idoneo per applicazioni in copertura
sotto manti impermeabili bituminosi.
Il rivestimento superiore è
compatibile con le applicazioni a
fiamma e, fondendo, migliora
l’adesione
Disponibile nella versione Class BH
con migliorate caratteristiche
meccaniche

34
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE Class S

λD = 0,025 – 0,028 W/mK


Schiuma polyiso con rivestimento in
fibra minerale saturata.

Idoneo per applicazioni in


coperture piane e a falde, in
parete e pavimenti
Disponibile nella versione Class SH
con migliorate caratteristiche
meccaniche

35
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE Class SK

λD = 0,025 – 0,028 W/mK

Schiuma polyiso con rivestimento


in fibra minerale saturata.

Specifico per applicazioni


A CAPPOTTO, per la correzione
dei ponti termici e per
l’isolamento dall’esterno, di
primi solai.

36
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE Fire B
Euroclasse
λD = 0,025 – 0,028 W/mK B s1 d0

Schiuma polyiso con rivestimento


mineralizzato addizionato da fibre
minerali denominato FIRE B
Facer® sulla faccia maggiormente
esposta al rischio incendi e velo
vetro mineralizzato sull’altra.
Specifico per applicazioni di
isolamento pareti con sistema a
facciata ventilata e per tutte le
applicazioni ove sia richiesta
una elevata prestazione di
reazione al fuoco.

37
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE AI4

λD = 0,023 W/mK
Schiuma polyiso con rivestimento in
alluminio goffrato da 40 µ

Disponibile anche con


rivestimenti di spessore 60 (AI6)
o 80 (AI8) µ

Idoneo per applicazioni in parete e


parete ventilata e in tutte le
applicazioni dove sia richiesto uno
schermo al vapore.

38
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE GT 3 – GT 4 – GT 5

λD = 0,023 W/mK
Pannello Stiferite GT accoppiato a:
GT 3 GT 4
GT3 membrana bitume polimero da
3Kg/m2 armata in velo vetro
GT4 membrana bitume polimero da
4mm armata in TNT poliestere
GT 5
GT5 membrana bitume polimero da
4,5 kg/m2 armata in TNT poliestere
e con finitura in scaglie di ardesia
Idoneo per applicazioni in coperture
piane e a falde

39
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE RP1 – RP3

λD = 0,023 W/mK
Lastre in cartongesso da 10 mm
RP 1 RP 3
accoppiate a.
RP 1 – Stiferite GT
RP 3 – Stiferite GTE
Idoneo per applicazioni in parete
e a soffitto dall’interno

40
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE Isoventilato

λD = 0,025 – 0,028 W/mK


Schiuma polyiso con rivestimento in
fibra minerale saturata sulla faccia
inferiore e in Laminglass (permeabile al
vapore e impermeabilie all’acqua ) su
quella superiore.
Idoneo per applicazioni in coperture
a falde ventilate o microventilate.
Utilizzabile inoltre in tutte le
applicazioni che richiedano una
predisposizione al fissaggio
meccanico.
Il sistema ISOVENTILATO prevede
un’ampia gamma di profili e
accessori.

41
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
STIFERITE GT Wind

λD = 0,023 W/mK
Sistema isolante preassemblato per
coperture a falda ventilate composto
da:
- pannello STIFERITE GT con
battentatura laterale
- due listelli di sostegno in schiuma
polyiso di spessore 40 mm
- lastra in multistrato fenolico, OSB3,
idoneo per impieghi in ambienti umidi,
di spessore 12 mm
Idoneo per applicazioni in
coperture a falde ventilate.

42
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
APPLICAZIONI

Tetti piani Tetti a falda Pavimenti Pareti

Manto Tegole Contro Intercapedine


ardesiato su listelli Terra

Manto Microventilate Solaio Facciata


sintetico interpiano ventilata
incollato

Pavimento Cappotto
Manto Ventilate
riscaldato
zavorrato

Sotto lastre
Piastrelle Ventilate in cartongesso
o simili con sistema GT Wind

Giardino Coppi o tegole Accoppiati


Pensile con manto con lastre
di sicurezza

43
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Tetto piano – Manto ardesiato


Indicazioni
Lo strato ardesiato protegge il manto, migliora la
resistenza agli agenti atmosferici e riduce al minimo
gli interventi di manutenzione.
Utilizzare sempre prodotti di alta qualità e prevedere
una perfetta esecuzione di tutto il “pacchetto”.
Le caratteristiche dei materiali complementari
vengono evidenziate solamente per indicare uno
standard qualitativo di buon livello.
Stratigrafia
Preparazione del fondo
Posa pannelli Stiferite
Barriera vapore
Manto impermeabile costituito da una prima
membrana bituminosa con armatura in fibra
Class S
poliestere, spessore non inferiore a 4 mm e peso non
Class B superiore a 4 kg/mq, seguita da una seconda
membrana bituminosa ardesiata con armatura in fibra
poliestere, peso 4.5 kg/mq.
GT 4 Esecuzione mediante posa per rinvenimento a
fiamma.
Sistemi di fissaggio

44
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Tetto piano – Manto sintetico incollato

Indicazioni
I manti sintetici, nei tipi adatti per questa
applicazione, prevedono diverse procedure di posa.
Consultare gli applicatori specializzati per una verifica
della produzione e dei sistemi.

Stratigrafia
Preparazione del fondo
Barriera vapore
Incollaggio pannello Stiferite Class S
Spalmatura continua di adesivospecifico.
Manto impermeabile costituito da una membrana
sintetica stabilizzata e armata, con autoprotezione
anti U.V. e supporto inferiore in fibra.

GT
Class S

GTE
Sistemi di fissaggio

45
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Tetto piano – Manto zavorrato


Indicazioni
La posa a secco rende il manto indipendente dai movimenti strutturali
e consente velocità ed economia di esecuzione.
La zavorra stabilizza il manto, proteggendolo dall’irraggiamento e
dall’invecchiamento, riduce la temperatura di esercizio ed attenua gli
sbalzi termici. Prevedere regolari interventi di manutenzione tenendo
presente che l’eventuale strato di separazione può facilitare la crescita
di piante.

Stratigrafia
Preparazione del fondo
Barriera vapore
Posa dei pannelli Stiferite Class B - Class S
Manto impermeabile costituito da due membrane bituminose con
armatura in fibra poliestere, spessore non inferiore a 4 mm e peso non
superiore a 4 kg/m2 cadauna. La prima membrana sarà posata a
secco, con la sigillatura dei sormonti, e successivo incollaggio, per
rinvenimento a fiamma, della seconda membrana.
Class S Eventuale strato di separazione in nontessuto, non illustrato.
Class B
Posa dei quadrotti di ghiaino lavato o distribuzione uniforme della
ghiaia, diametro 15/25, spessore 4-5 cm, peso 60-75 kg/m2.

GT 4
Sistemi di fissaggio

46
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Tetto piano – Piastrelle o simili


Indicazioni
Le coperture a terrazza consentono l’aumento, o il recupero, di spazi “vivibili”
e pregiati, ma devono anche assicurare comfort e sicurezza agli ambienti
sottostanti.
La necessità di garantire una sicura tenuta del manto, anche per
l’impossibilità di eseguire manutenzioni a lavoro finito, richiede grande
attenzione nella progettazione e nella perfetta realizzazione del “pacchetto”.
Il questa applicazione è possibile utilizzare anche pannelli Stiferite Class S,
seguendo le avvertenze riportate nella relativa scheda prodotto.

Stratigrafia
Preparazione del fondo
Barriera vapore
Posa pannelli Stiferite Class B - Class S
Manto impermeabile costituito da due membrane bituminose con armatura in
fibra poliestere, spessore non inferiore a 4 mm e peso non superiore a 4
kg/m2 cadauna.
La prima membrana sarà posata a secco, con la sigillatura dei sormonti, e
successivo incollaggio, per rinvenimento a fiamma, della seconda membrana.
Strato di separazione costituito da un feltro nontessuto in fibra poliestere da
Class S
Class B 500 gr/m2.
Strato antiimbibizione costituito da un foglio di carta paraffinata o simili.
Esecuzione del massetto e posa della pavimentazione.

GT 4
Sistemi di fissaggio

47
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Tetto piano – Giardino pensile


Indicazioni
La necessità di garantire una sicura tenuta del manto, anche per
l’impossibilità di eseguire manutenzioni a lavoro finito, richiede grande
attenzione alla progettazione ed alla perfetta realizzazione del
pacchetto.
Per individuare l’area di intervento, in caso di rotture accidentali del
manto, prevedere la suddivisione della copertura con piccoli rilievi.
Il questa applicazione è possibile utilizzare anche pannelli Stiferite
Class S, seguendo le avvertenze riportate nella relativa scheda
prodotto.
Stratigrafia
Preparazione del fondo
Barriera vapore
Posa a secco dei pannelli Stiferite Class B -Class S
Manto impermeabile costituito da due membrane bituminose con
armatura in fibra poliestere, spessore non inferiore a 4 mm e peso non
superiore a 4 kg/m2 cadauna.
Posa della prima membrana e applicazione, per rinvenimento a
fiamma, della seconda membrana di tipo “antiradice”.
Strato di protezione costituito da un feltro nontessuto in fibra poliestere
da 200 gr/m2.
Class S Distribuzione dello strato drenante, posa dello strato filtrante e del
Class B terriccio.

GT 4
Sistemi di fissaggio

48
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Coperture inclinate – Tegole su listelli

Indicazioni
Le schiume poliuretaniche sono particolarmente idonee a sopportare le
elevate temperature (+90/100 °C) che si accumulano sull’elemento di
protezione sottoposto ad irraggiamento solare.

Stratigrafia
Posizionamento del dente d’arresto.
Posa pannelli STIFERITE Class S o ISOVENTILATO con i listelli
perpendicolari alla linea di gronda.
Posa e fissaggio dei listelli ai pannelli e alla struttura sottostante.
Stesura di una membrana impermeabile e traspirante in Tessuto Non
Tessuto.
Fissaggio e posa di coppi o tegole.

GT
Class S

Sistemi di fissaggio

49
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Coperture inclinate – ventilate


Indicazioni
In caso di pendenza inferiore al 20-25% prevedere
l’applicazione di una membrana bituminosa sopra il legno
multistrato.
I listelli di ventilazione dovranno avere un’altezza minima
di 5 cm ed una distanza tra loro di almeno 50/60 cm.

Stratigrafia
Posizionamento del dente d’arresto.
Posa pannelli ISOVENTILATO con i listelli paralleli alla
linea di gronda.
Fissaggio dei pannelli con viti autofilettanti direttamente
sul listello inglobato o con collante poliuretanico.
Sigillatura delle giunzioni tra i pannelli con banda
autoadesiva impermeabile in alluminio butile.
GT Wind
Isoventilato Posizionamento e fissaggio dei listelli di ventilazione e del
supporto in multistrato, utilizzando chiodi o viti auto
filettanti direttamente sui listelli inglobati nella schiuma.
Posa delle tegole bituminose tipo canadese.

Sistemi di fissaggio

50
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Coperture inclinate – ventilate


sistema GT Wind
Indicazioni
Il sistema GT Wind permette di realizzare, con la posa di
un unico elemento, lo strato isolante, la camera di
ventilazione e il piano di posa continuo per il manto di
copertura.

Stratigrafia
Stesura di una membrana traspirante in Tessuto Non
Tessuto.
Posizionamento del dente d’arresto.
Posa del sistema GT Wind orientato con i listelli di
ventilazione perpendicolari alla linea di gronda
Fissaggio dei pannelli con viti autofilettanti
GT Wind Posa del manto impermeabile di sicurezza con finitura in
scaglie di ardesi
Posa e fissaggio di coppi o tegole e degli elementi di
ventilazione (parapasseri, colmo ventilato).

Sistemi di fissaggio

51
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Coperture inclinate – microventilate


Indicazioni
Le schiume poliuretaniche sono particolarmente idonee a sopportare
le elevate temperature (+90/100 °C) che si accumulano sull’elemento
di protezione sottoposto ad irraggiamento solare.
Il rivestimento impermeabile ma traspirante impedisce eventuali
infiltrazioni anche quando la copertura è danneggiata.
I listelli di legno inglobati nella schiuma evitano la formazione di ponti
termici.
La possibilità di adattare la distanza dei profili non vincola la scelta del
coppo o della tegola.

Stratigrafia
Posizionamento del dente d’arresto.
Posa pannelli isoventilato con i listelli perpendicolari alla linea di
gronda.
Fissaggio dei pannelli con comuni tasselli ad espansione direttamente
sul listello inglobato o con collante poliuretanico.
Sigillatura delle giunzioni tra i pannelli con banda autoadesiva
Isoventilato impermeabile in alluminio butile.
Fissaggio dei profili ventilati in ferro zincato.
(La distanza tra gli stessi è data dal tipo di tegola utilizzata)
Fissaggio e posa di coppi o tegole.
Sistemi di fissaggio

52
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per coperture

Coperture inclinate – coppi o tegole con


manto di sicurezza
Indicazioni
Il manto di sicurezza consente, in tempi brevi, di proteggere dall’acqua
il fabbricato senza dover attendere il completamento del manto in
coppi o tegole.
In caso di rotture accidentali, di quest’ultimo, assicura la necessaria
impermeabilità alla copertura evitando infiltrazioni e danni.
Sotto l’aspetto tecnico ed economico è tra i più efficaci sistemi di
finitura, abbinando nel migliore dei modi coibentazione e sicurezza.
La presenza della barriera vapore è indispensabile per il corretto
utilizzo del sistema.

Stratigrafia
Preparazione del fondo
Esecuzione del dente di arresto.
Fissaggio della grondaia.
Posa mediante sfiammatura di una barriera a vapore costituita da una
membrana bituminosa con armatura in fibra poliestere, spessore non
inferiore a 4 mm e peso non superiore a 4 Kg/m2.
Class S
Class B Rinvenimento, mediante sfiammatura, dello strato superficiale della
precedente membrana e immediata posa dei pannelli Stiferite Class B
Manto di sicurezza costituito da membrana bituminosa ardesiata da
3.5 kg/m2, posta in opera mediante rinvenimento a fiamma.
GT 3- 4- 5 Posa del manto in coppi o tegole fissando con la malta le prime file, o
quanto necessario, in funzione della pendenza o di una possibile
azione del vento.
Sistemi di fissaggio

53
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pavimenti

Contro terra
Indicazioni
Il manto di sicurezza, utile per evitare risalite di
umidità, diventa necessario in presenza di falde
idriche superficiali.
Funzioni, e tipologie, della barriera vapore dovranno
essere valutate in relazione alle condizioni
igrometriche interne ed ambientali.

Stratigrafia
Manto di sicurezza costituito da una membrana
bituminosa da 4 mm, con armatura in fibra poliestere,
risvoltata sui perimetri e saldata agli eventuali
tagliamuro.
Posa del pannello Stiferite Class S-GT.
Strato separatore e barriera vapore, costituito da un
foglio di polietilene, spessore 0.3 mm.
Class S
GT Posa della rete di armatura.
Separatore verticale in polietilene espanso a cellule
chiuse, spessore 5-10 mm, posto sui perimetri ad
GTE alla base dei corpi in elevazione.
Esecuzione del massetto di pavimentazione.

Sistemi di fissaggio

54
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pavimenti

Solaio interpiano
Indicazioni
Indispensabile completamento ai sistemi di
riscaldamento autonomo. Il DLgs. 192 prevede la
trasmittanza limite di 0,8 W/m2K per i divisori tra
alloggi. In Germania il valore di trasmittanza è pari a
0.20 W/m2K. Questa applicazione consente inoltre di
realizzare un pavimento galleggiante in grado di
attenuare la trasmissione di rumori da calpestio o
percussione.

Stratigrafia
Posa dei pannelli Stiferite GT - Class S.
Strato separatore costituito da un foglio di polietilene.
Separatore verticale in polietilene espanso a cellule
chiuse, spessore 5-10 mm, posto sui perimetri ed alla
base dei corpi in elevazione.
Class S
GT Esecuzione del massetto con rete di armatura e posa
della pavimentazione.

GTE

Sistemi di fissaggio

55
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pavimenti

Pavimento riscaldato
Indicazioni
Gli attuali impianti di riscaldamento radiante, a bassa
temperatura, richiedono la massima coibentazione per non
riscaldare inutilmente anche le strutture sottostanti.
I pannelli Stiferite consentono la migliore combinazione delle
caratteristiche – spessore, isolamento e portata – indispensabili
per tale applicazione.
Nella posa contro terra il manto di sicurezza, utile per evitare
risalite di umidità, diventa particolarmente necessario in
presenza di falde idriche superficiali.

Stratigrafia
Manto di sicurezza costituito da una membrana bituminosa da 4
mm armata in fibra poliestere, risvoltata sulle pareti e saldata ai
tagliamuro.
Posa del pannello Stiferite GTE o GT.
Strato separatore in polietilene e posa della rete di guida.
Predisposizione e fissaggio dei tubi radianti.
GT Posa, con distanziatori, della rete di armatura.
GTE Separatore verticale in polietilene espanso a cellule chiuse,
spessore 5-10 mm, posto sui perimetri ed alla base dei corpi in
elevazione.
Esecuzione del massetto di pavimentazione.
AI4

Sistemi di fissaggio

56
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pareti

In intercapedine
Indicazioni
Sistema di coibentazione tradizionale, ma estremamente
vantaggioso, per i fabbricati destinati ad utilizzo
continuativo durante il periodo invernale come anche in
condizioni estive.
Recenti studi confermano che una semplice rifodera in
laterizio da 8 cm, intonacato, possiede massa e inerzia
termica ottimali per regolarizzare e conservare le
condizioni necessarie al comfort abitativo.

Stratigrafia
Applicazione dei pannelli Stiferite GT o GTE.
Esecuzione della rifodera, utilizzando elementi in laterizio
forato da almeno 8 cm di spessore, e intonacatura.

Class S
GT

GTE
Sistemi di fissaggio

57
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pareti

Facciata ventilata
Indicazioni
La parete ventilata rappresenta l’ultima e più complessa
evoluzione dell’isolamento esterno.
Nel periodo estivo, la possibilità di utilizzare alti spessori di
isolamento, senza timore di causare pericolose tensioni
nel rivestimento, offre una interessante alternativa ai
sistemi a cappotto con rivestimenti continui di intonaco
plastico.
La ventilazione dell’intercapedine asporta una notevole
quantità di calore, riducendo la temperatura del
rivestimento e regolarizzando quella della struttura
retrostante.
Lo spessore della coibentazione deve essere
opportunamente verificato, e dimensionato, in base alle
effettive condizioni di esercizio.

Stratigrafia
GTE Posizionamento e fissaggio della struttura portante
FIRE B
verticale.
Inserimento e fissaggio dei pannelli Stiferite FIRE B - GTE
o Class S.
Fissaggio della struttura portante orizzontale.
Montaggio degli elementi di rivestimento.
Sistemi di fissaggio

58
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pareti

Cappotto
Indicazioni
Il pannello Stiferite in schiuma Polyiso, data la sua ottima
stabilità dimensionale fino a 90/100 °C, costituisce un
supporto ideale per tutti gli elementi di finitura del
cappotto.
La metodologia di stesura del collante varia in base alla
tipologia e planarità della parete da isolare.
Prima di passare alla fase successiva di lavoro, è
consigliato aspettare che lo strato precedentemente
posato sia completamente asciutto.

Stratigrafia
Fissaggio del pannello isolante STIFERITE Class SK
tramite l’utilizzo di collante premiscelato e di tasselli in
nylon.
Stesura di uno strato di rasatura che sarà di supporto alla
rete d’armatura.
Class SK Ulteriore rasatura da effettuare sopra la rete.
Strato di finitura.

+ info

Sistemi di fissaggio

59
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pareti

Sotto lastre in cartongesso


Indicazioni
Utilizzabile per interventi di recupero e finitura di pareti
esistenti o non coibentate.
L’orditura può venire fissata direttamente alla parete, per
mezzo di staffe o distanziatori regolabili, o essere
realizzata come struttura autoportante e indipendente.
Verificare sempre le condizioni di intervento con
applicatori qualificati.

Stratigrafia
Montaggio della orditura di sostegno in profilati di acciaio
zincato.
Inserimento dei pannelli Stiferite Class GTE o GT.
Posizionamento delle lastre di cartongesso e fissaggio
con viti autofilettanti fosfatate.
Collegamento delle fughe e degli accostamenti con retina
autoadesiva, e rinforzo degli spigoli con gli appositi
GT
GTE paraspigoli.
Stuccatura e rasatura dei giunti, degli spigoli e dei punti di
fissaggio.

Sistemi di fissaggio

60
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prodotti e soluzioni per pareti

Accoppiati con lastre


Indicazioni
Sistema particolarmente vantaggioso per ambienti
destinati ad uso ciclico o limitato nel tempo, come uffici e
abitazioni alternative, dove conviene economicamente un
rapido condizionamento dei volumi interni senza riscaldare
anche le strutture. Verificare sempre le condizioni
d’intervento con applicatori qualificati.

Stratigrafia
Montaggio dell’orditura di sostegno in profilati d’acciaio
zincato.
Posizionamento dei pannelli Stiferite RP, preaccoppiati
con cartongesso e fissaggio con viti autofilettanti fosfatate.
Collegamento delle fughe e degli accostamenti con rete
autoadesiva, e rinforzo degli spigoli con gli appositi profili.
Stuccatura e rasatura dei giunti, degli spigoli e dei punti di
fissaggio.

RP 1 RP 3

Sistemi di fissaggio

61
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Taglio e posa dei pannelli

• I pannelli Stiferite si tagliano


agevolmente con un
semplice cutter.
Se lo spessore è elevato si
consiglia l’impiego di un
normale segaccio.
• Nelle applicazioni in
copertura, o a parete con il
sistema a cappotto, i
pannelli vanno accostati a
giunti sfalsati (posa a
quinconce)

62
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Sistemi di fissaggio
Collante o Schiuma Poliuretanica
Usando collanti poliuretanici o schiume monocomponenti in bombolette formare una serie di cordoli continui di poliuretano, per l’intera lunghezza del
pannello, distanziati di circa 15 cm. Adagiare quindi il pannello comprimendolo bene con i piedi.

Bitume caldo
I pannelli si posano sopra una spalmatura continua ed uniforme di circa 1.5 – 2 kg/m2. Per ottenere una perfetta adesione su tutta la superficie, e in
particolare sui bordi, i pannelli possono venire compressi e posizionati anche con i piedi dell’operatore. Utilizzare bitumi ossidati adatti al tipo di lavoro
ed al periodo in cui lo si esegue. Al momento dell’incollaggio, è consigliabile che la temperatura del bitume non superi i 150°C.

Rinvenimento del bitume


Quando la barriera al vapore è costituita da una guaina bituminosa da 3 o 4 mm di spessore, far rinvenire con la fiamma il bitume superficiale della
guaina e procedere subito alla posa del pannello comprimendolo con i piedi. Si ottiene un incollaggio parziale che potrebbe non garantire un livello di
adesione sufficiente per la totalità delle condizioni applicative. Non esporre il pannello al contatto diretto con la fiamma del bruciatore. E' importante, in
presenza di fiamme libera o caldaie, che il cantiere sia provvisto delle opportune dotazioni di sicurezza antincendio e che gli operatori rispettino con
attenzione le procedure applicative.

Fissaggio meccanico
Per applicazioni a cappotto fissaggi sugli angoli e al centro dei pannelli in ragione di 4-6 punti di fissaggio per metro quadrato.
Per applicazioni in copertura i fissaggi dovranno essere distanziati dai bordi di almeno 5 cm. Il tipo di fissaggio, tasselli, viti, viti autofilettanti, chiodi,
ecc., varia in funzione del tipo di supporto. Consultare gli applicatori dell’intero sistema per una verifica dei procedimenti.

Malta e Collanti
Per il fissaggio mediante malte o collanti cementizi si consiglia di stendere un cordolo continuo lungo il perimetro del pannello e di prevedere uno o due
punti di malta al centro. Per evitare che un eccesso di malta possa infiltrarsi tra i punti di giunzione tra pannelli è consigliabile stendere uno strato più
sottile lungo il bordo e più spesso verso il centro.

Posa a Secco
Prevede la semplice posa dei pannelli accostati, utilizzato per tutte le pavimentazioni ed adottabile anche per le coperture con manti zavorrati o
pavimentati. In queste applicazioni, la distribuzione della zavorra o di altri strati di appesantimento dovrà essere immediatamente successiva alla posa
dei pannelli e del manto di impermeabilizzazione. In caso contrario, per evitare possibili danni causati dall’azione del vento, l’applicazione dovrà essere
realizzata con i fissaggi previsti per i manti a vista.

63
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Università di Trento

64
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Centrum Firmian - Bolzano

65
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Ospedale - Gorizia

66
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Residences CityLife - Milano
Arch. Ljbeskind

67
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Residences CityLife - Milano
Arch. Hadid

68
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Edilizia Pubblica
Ponticelli - Napoli

69
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Sede Hafner - Bolzano

70
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempio applicazione – copertura
Mercedes’ Logistics Centre

71
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
AKRON - Imola

72
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempio applicazione – isolamento dall’interno
Corte dei Conti - Roma

73
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempio applicazione – facciata ventilata
Torre Lamaro - Roma

74
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Grazie per l’attenzione
Caratteristiche meccaniche (1/3)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per le applicazioni a


pavimento e per le coperture
pedonabili o a terrazza
• Si valuta con due diversi metodi di
prova:
– Resistenza alla compressione al 10% di
schiacciamento (valuta il comportamento
del materiale sottoposto al carico per brevi
periodi)
– Scorrimento viscoso a compressione
(Creep, valuta il comportamento del
materiale sotto carichi costanti nel tempo)

76
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e la resistenza
meccanica (2/3) Torna a «prestazioni»

• I valori di resistenza meccanica dei pannelli destinati alle


applicazioni a pavimento o sotto coperture pedonabili sono
tali da soddisfare le normali esigenze sia dell’edilizia civile
che di quella industriale

77
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prove sperimentali sotto carico (3/3)
Torna a «prestazioni»

• STIFERITE GT ha
superato, senza subire
danni, gravosi test di carico
su strutture realizzati presso
l’Università di Padova.
• I test hanno dimostrato
l’idoneità all’uso di pannelli
STIFERITE su strutture con
grandi luci, carrabili o
sottoposte a carichi elevati

78
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Stabilità dimensionale (1/5)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per le
applicazioni in copertura e in
parete per isolamenti
dall’esterno a cappotto
• La prestazione deve essere
valutata nelle reali condizioni di
esercizio del materiale
(temperatura e umidità relativa)
• Le norme armonizzate di
prodotto possono prevedere
condizioni di prova diverse

79
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e la stabilità
dimensionale (2/5) Torna a «prestazioni»

• I valori di stabilità dimensionale dei pannelli Stiferite possono essere influenzati dalla
natura dei rivestimenti. Quelli cartacei possono assorbire umidità e compromettere la
planarità dei pannelli se lasciati a libera deformazione.

• E’ preferibile, in applicazioni che richiedono elevate stabilità dimensionali, utilizzare i


pannelli con rivestimenti inorganici (Class S, Class SK,Class B, Al, GT, GTE)

80
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
L’importanza delle condizioni di
prova (3/5) Torna a «prestazioni»

• Soprattutto nelle coperture sotto manti bituminosi a


vista si possono raggiungere in estate temperature
elevate (70-90 °C)
• Non tutti i materiali isolanti valutano le loro
prestazioni in condizioni di esercizio simili alla
realtà applicativa (+70 °C, 90% UR)

81
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Prove di irraggiamento simulato (4/5)
Torna a «prestazioni»

• Nel periodo estivo i manti


impermeabili a vista
possono raggiungere
temperature superiori a 80
°C.
• I materiali termoplastici
possono essere utilizzati
fino a 70-75 °C.

PROVA DI STABILITA’ SOTTO


IRRAGGIAMENTO (UEAtc)

82
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Il comportamento di materiali termoplastici
e termoindurenti (5/5) Torna a «prestazioni»

• Confronto tra un pannello


STIFERITE CLASS B (a
destra) e un pannello in
polistirene estruso, XPS -
Stiferene (a sinistra) dopo
che sono stati sottoposti alla
prova di irraggiamento
UEAtc (T = 80°C)

83
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Reazione al fuoco (1/3)
Torna a «prestazioni»

• Si valuta secondo il sistema delle Euroclassi


(A1 e A2, per materiali inorganici, B,C,D,E
per materiali organici, F per materiali dei
quali non si determina la reazione al fuoco)
• I materiali isolanti, sia organici che
inorganici, rivestiti da carte o supporti
bituminosi, si collocano normalmente in
classe F
• E’ fondamentale soprattutto per la
applicazioni a vista o per edifici sottoposti a
normative di prevenzione incendi

84
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e la Reazione al
fuoco (2/3) Torna a «prestazioni»

• La classe di Reazione al Fuoco è


fortemente influenzata dal tipo di
rivestimento e varia dalla Classe F
(rivestimenti cartacei o bituminosi)
alla Classe E o D (rivestimenti
inorganici)

• I materiali isolanti non vengono mai


utilizzati a vista ma sono sempre
protetti da rivestimenti (murature,
cartongesso, intonaci, ecc.)

• Le norme europee prevedono la


possibilità di indicare la classe di
reazione al fuoco in end use
condition (condizioni che simulano la
posa in opera dietro pannelli in
legno, lamiera e cartongesso)

85
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I test su sistemi a cappotto (3/3)
Torna a «prestazioni»

• EUROCLASSE B s1 d0
• I test di grande scala permettono
di valorizzare i vantaggi del
particolare tipo di combustione
dei materiali termoindurenti.
La loro carbonizzazione
rallenta la propagazione degli
incendi
• I sistemi ETICS isolati con
STIFERITE Class SK superano il
test Onorm 3800 parte 5 (eq.
DIN 4102-20) e non richiedono
la presenza di barriere al fuoco,
in edifici di altezza superiore ai 6
metri.

86
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Impermeabilità all’acqua e
permeabilità al vapore (1/3)
Torna a «prestazioni»
• E’ importante per le applicazioni a
parete e in copertura
• In tutte le applicazioni è importante
garantire un basso valore di
assorbimento d’acqua
• Le prestazioni di permeabilità al
vapore richieste variano in funzione
del tipo di applicazione, delle
temperature e delle condizioni di
umidità relativa

87
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e
l’assorbimento d’acqua (2/3)
Torna a «prestazioni»

• La schiuma poliuretanica a celle chiuse assicura un assorbimento


d’acqua molto limitato

88
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e la permeabilità
al vapore acqueo (3/3)
Torna a «prestazioni»

• La permeabilità al vapore schiuma poliuretanica varia in funzione del


tipo di rivestimento.

• Per pannelli con rivestimenti permeabili il range di valori del coefficiente


di permeabilità al vapore (µ) va da un minimo di 50 ad un massimo di
150

• Utilizzando rivestimenti impermeabili al vapore si raggiungono


coefficienti di permeabilità al vapore molto elevati

89
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Lavorabilità (1/1)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per tutte le


applicazioni
• I pannelli Stiferite sono:
– Leggeri
– Compatti
– Si tagliano facilmente con un
semplice cutter o, per spessori
elevati, con qualsiasi sega o
attrezzo da taglio
– Per quantitativi rilevanti alcune
lavorazioni e tagli a misura
possono essere realizzati in
stabilimento

90
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Durabilità (1/2)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per tutte le


applicazioni
• Non sono ancora disponibili norme
tecniche che fissino i parametri e i
metodi di prova
• Attualmente può essere valutata
mediante esperienze applicative

91
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e la durabilità (2/2)
Torna a «prestazioni»

• Tutte le materie plastiche offrono eccellenti prestazioni di durata nel


tempo
• I pannelli in poliuretano sono fisicamente e chimicamente inerti,
insolubili e non biodegradabili
• Mantengono nel tempo forma e spessore
• Non vengono attaccati dai più comuni reagenti utilizzati in edilizia
(colle, bitumi, solventi)
• Le schiume poliuretaniche non favoriscono lo sviluppo di culture di
microrganismi

92
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Innocuità (1/2)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per tutte le


applicazioni
• Non sono ancora disponibili norme
tecniche (previste dalla revisione
della Direttiva Costruzioni) che
fissino parametri e i metodi di
prova
• Attualmente viene valutata sulla
base di studi medico-scientifici

93
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e l’innocuità (2/2)
Torna a «prestazioni»

• La schiuma poliuretanica è
inerte, non metabolizzabile,
non produce polveri irritanti,
odori, ecc.
• Gli studi condotti dallo IARC
hanno inserito le schiume nel
gruppo 3 (prodotti non
classificabili per la
cancerogenicità per l’uomo)
• La compatibilità con l’uomo
dei poliuretani è provata dalle
molte applicazioni in ambito
medico e sanitario

94
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Compatibilità con l’ambiente (1/8)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per tutte le


applicazioni ed è alla base della
progettazione sostenibile
• Gli studi di Life Cycle Assessment
(LCA) valutano gli impatti ambientali di
tutte le fasi di vita dei prodotti
• Deve essere valutata su basi
scientifiche e non emozionali

95
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e la
compatibilità con l’ambiente (2/8)
Torna a «prestazioni»

• Il condizionamento degli edifici


determina una quota significativa 50 tep
dei consumi energetici e delle
emissioni nocive in atmosfera.
(circa il 40%)

Energia inglobata in un appartamento

appartamento per 50 anni d’uso


• I consumi determinati dalla fase

Energia consumata da un
edificatoria (produzione dei
materiali, trasporti, montaggi, ecc.)
sono molto meno rilevanti di quelli
della fase d’uso.
• Impiegare isolanti efficaci riduce
significativamente i consumi nella 5 tep
fase d’uso.

96
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Le materie plastiche: un utilizzo
intelligente del petrolio (3/8)
Torna a «prestazioni»
• Le materie plastiche
utilizzano una piccola
percentuale del petrolio
estratto
• Consentono di
realizzare prodotti di
lunga durata
• Possono essere
recuperate e riutilizzate
per realizzare nuovi
prodotti
• Al termine del ciclo di
vita i residui possono
essere avviati a
termovalorizzatori che
recuperano il loro
contenuto energetico.

97
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e la compatibilità
con l’ambiente (4/8) Torna a «prestazioni»

• Stiferite è la prima azienda italiana ad


aver sviluppato studi di LCA su
pannelli in poliuretano espanso rigido
• Stiferite è la prima azienda europea ad
aver registrato presso l’ente svedese,
responsabile del sistema
internazionale, la prima EPD
(Enviromental Product Declaration)
convalidata da un Ente di controllo.

98
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
LCA, EPD dei prodotti e protocolli di
valutazione ambientale degli edifici (5/8)
Torna a «prestazioni»

PRODOTTI EDIFICI
• Life Cycle Assessment (LCA): • Si stanno sviluppando diversi sistemi di
é un procedimento oggettivo di valutazione di valutazione degli impatti ambientali degli
carichi energetici ed ambientali relativi ad un edifici (es. ITACA, LEED,BRE, GREEN
processo o un’attività, effettuato attraverso BUILDING, ecc.)
l’identificazione dell’energia e dei materiali usati e
dei rifiuti rilasciati nell’ambiente (norme ISO serie • Molti prevedono un sistema a punteggi in
14000). La valutazione include l’intero ciclo di base a diversi parametri (utilizzo del suolo,
vita comprendendo l’estrazione e il trattamento consumi energetici, qualità degli ambienti
delle materie prime, la fabbricazione, il trasporto, interni, ecc.)
la distribuzione, l’uso, il riuso, il riciclo e lo • Fornire dati certi sull’impatto ambientale dei
smaltimento. singoli prodotti impiegati nell’edificio può
• Enviromental Product Declaration (EPD) o contribuire ad ottenere punteggi o classi
Dichiarazione Ambientale di Prodotto (DAP): eleate
Documento pubblico contenente informazioni
oggettive, confrontabili e credibili riguardo
• La riduzione dei consumi energetici è
l’impatto ambientale di ciclo-vita di un prodotto. obiettivo primario di tutti i sistemi
L’EPD mostra i parametri utili a quantificare la • Per i prodotti STIFERITE è disponibile la
prestazione ambientale di prodotti o servizi sulla mappatura secondo il sistema
base di uno studio LCA. Il Sistema Internazionale internazionale LEED
(EPD System) prevede la verifica dei dati e dei
risultati da parte di un soggetto terzo (Ente
Certificatore accreditato in Italia dal SINCERT).

99
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e la compatibilità
con l’ambiente – LCA (6/8)
Torna a «prestazioni»

• Lo studio è stato condotto con la partnership di Lyfe Cycle Engineering di Torino


• Sono stati valutati tutti i parametri di impatto ambientale per tutte le fasi che
vanno dall’estrazione delle materie prime fino alla lavorazione e trasformazione
della schiuma e alla consegna in cantiere
• I parametri più significativi sono:
• GER – Global Energy Requirement – indica l’energia totale (rinnovabile e
non rinnovabile) sottratta all’ambiente
• GWP – Global Warming Potential
indica le emissioni, principalmente di CO2, responsabili dell’effetto serra

100
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti STIFERITE e la
compatibilità con l’ambiente (7/8)
Torna a «prestazioni»

Consumo di risorse e
impatti ambientali per la produzione del pannello
Stiferite Class S 60 mm

consumi/impatti Unità di misura 1 m2 R=1 1 kg


GER* MJ 209 97,9 101
GWP 100** kg CO2 eq. 8,7 3,7 3,8

*GER – Global Energy Requirement – indica l’energia totale (rinnovabile e non rinnovabile)
sottratta all’ambiente
**GWP – Global Warming Potential indica le emissioni, principalmente di CO2, responsabili
dell’effetto serra

101
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti in poliuretano e la compatibilità
con l’ambiente (8/8)
Torna a «prestazioni»

Copertura piana pedonabile 100 m2, Resistenza termica pari a 3,33 m2K/W

Materiale Conducibilità Spessore Densità m3 tot. Kg tot. GER GER


termica (l) W/mK mm kg/m3 MJ/kg complessivo

Poliuretano espanso 0,028 93 32 9,33 298,67 91,08 27328


valore medio ANPE
Valori GER riportati in L’Isolamento ecoefficente – Fassi & Maina

Sughero 0,040 133 130 13,33 1733,33 7,05 12220


Polistirene espanso 0,035 117 25 11,67 291,67 99,2 28933

Poliuretano espanso 0,024 80 33 8,0 264,00 126,2 33317


Lana di roccia 0,038 127 120 12,67 1520,00 22,12 33622

Perlite espansa 0,050 167 150 16,67 2500,00 13,62 34050

Lana di vetro 0,037 123 105 12,33 1295,00 34,6 44807


Polistirene estruso 0,036 120 35 12,00 420,00 110,2 46284

Fibra di legno 0,050 167 150 16,67 2500,00 13,62 34050


Vetro cellulare 0,040 133 120 13,33 1600,00 67 107200

102
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Benessere acustico (1/2)
Torna a «prestazioni»

• E’ fondamentale per gli edifici realizzati in zone sottoposte a


inquinamento acustico
• La soddisfazione del requisito dipende, più che dai singoli
materiali, dalla composizione della struttura e dalla sua
corretta realizzazione
• Nelle strutture monolitiche la capacità di isolamento acustico
dipende essenzialmente dalla massa del materiale che le
compone
• Materiali termoisolanti relativamente leggeri, come ad es.
alcune fibre minerali, vengono a volte impiegati nelle strutture
con finalità acustiche. Il loro contributo, non rilevante rispetto
a quello offerto da materiali massivi, è paragonabile a quello
ottenuto utilizzando i pannelli Stiferite

103
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I prodotti Stiferite e le prestazioni
acustiche delle strutture (2/2)
Torna a «prestazioni»

Disponibili on line i risultati delle prove acustiche effettuate su strutture isolate con i
pannelli Stiferite. Tutte le prove sono state eseguite su strutture asciutte come
previsto dalle più recenti normative. (v. Quaderni Tecnici)

104
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Il sistema a cappotto con STIFERITE
Class SK (1/10)
Torna a «applicazione
cappotto»
• L’esperienza maturata da
STIFERITE, dopo oltre 13 anni
di collaborazione con esperti
applicatori europei ed italiani,
ha permesso di sviluppare il
pannello STIFERITE Class SK,
la soluzione più idonea per
l’isolamento termico mediante
sistema a cappotto.

105
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
I vantaggi del sistema a cappotto con
STIFERITE Class SK (2/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

• riduzione degli spessori necessari ad ottenere la trasmittanza termica


prefissata
• limitazione del peso dello strato isolante
• minore incidenza degli accessori per il fissaggio e la finitura del sistema
(tasselli più corti, profili meno spessi, soglie e davanzali ridotti)
• stabilità nel tempo delle prestazioni isolanti, della resistenza meccanica e
della stabilità dimensionale
• classe di reazione al fuoco del pacchetto variabile tra B s1 d0 e B s2 d0
in funzione del sistema adottato
• maggiore resistenza alle alte temperature di esercizio determinate
dall’irraggiamento solare
• minore impiego di risorse e limitato impatto ambientale.

106
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Impegno per la qualità e sistemi di
certificazione (3/10)
Torna a «applicazione
cappotto»
• STIFERITE ha aderito come
partner tecnico al consorzio
CORTEXA che si propone di
tutelare la qualità delle
applicazioni a cappotto
• La funzionalità dell’intero
sistema è testata presso
laboratori notificati secondo le
metodologie di prova previste
dalla Guida EOTA - ETAG 04.
• Diversi Sistemi che utilizzano
come isolante STIFERITE Class
SK hanno ottenuto la
certificazione ETA

107
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Le fasi di posa (4/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

108
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Gli utensili per il taglio (5/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

109
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Le fasi di posa (6/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

110
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Il fissaggio con tasselli (7/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Tassello Fisher 041 Tassello STR U


Tassello Ejot H1

111
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (8/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Condominio Milano

112
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (9/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Villetta Lugo

113
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (10/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Villetta

114
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (11/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Condominio Udine

115
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (12/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Condominio Roma

116
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze
Esempi applicativi (13/10)
Torna a «applicazione
cappotto»

Edilizia pubblica
Ponticelli - Napoli

117
STIFERITE: il poliuretano Caratteristiche Prodotti Applicazioni Referenze