Sei sulla pagina 1di 8

Lezione 15 aprile 2020

Noi normalmente utilizziamo strumenti in cui li gia abbiamo graduato il nostro strumento quelli nella
serratura non andiamo a studiare la posizione dell'angolo in funzione dell inglese cioè di un prodotto già ha
realizzato la scala graduata quindi quando abbiamo tarato abbiamo solo controllato che la scala graduata
fosse rappresentata correttamente nella realtà uno strumento blu realizza una rotazione e la realtà rispetto
a una data pressione più è un manometro sensibile ecco dato che il massimo voi pensate anche un tacchino
no i tachimetro di una piccola utilitaria non lo so arriverà al 160 100 80 km all'ora non so magari anche di
meno di una Gran Turismo la massima velocità indicata sarà molto più alta bene e cosa cambia fra i due
cambia la sensibilità dell' indicatore perché lo stesso valore rappresenta nel caso dell' utilitaria una velocità
quindi la sensibilità è più alta dell utilitaria questo entrare quasi un buon progetto in effetti la sensibilità in
una classe omogenea di strumenti normalmente è inversamente proporzionale al campo di Gesù cioè io
devo misurare intervalli grandi poiché la rappresentazione simile la sensibilità quindi questo e un po
promesso che normalmente siamo chiamati quando ci vediamo lo strumento amo bella ribadisco però il
fatto che la cosa più importante è quella valore da misurare sia dentro il campo domenica al traverso il mio
smetto non è allora che ne sono altre grandezze di interesse che abbiamo già viste e qui po' e riportate
certezza ormai ti ho abbondantemente dico che costa mi abbia abbondantemente descritto le varie
tipologie di incertezza tipo di proposta e spesa e sapete che è un modo per quantificare la variabilità
un'altra caratteristica dello strumento che ci interessa è la risoluzione ripeto risoluzione e la minima
variazione dell'ingresso è uno strumento capace di rilevante è il caso dello 0 chiama soglia di sensibilità noi
la soglia di sensibilità e il minimo valore e uno strumento rileva sembra difficile da pensare ma il valore più
difficili da misurare nella realtà è proprio 0 e in genere la forma più corretta it risposte del tipo il valore non
più grande del pin esiste sempre il problema di una risoluzione iniziale voi pensate ormai non succede più
così io prima davvero lo facilitato dall' esempio della vecchia Panda e guardava era anche la mia e
guardavate e il tachimetro bimbo vate all'indice ancora e poi va e 15 cominciava a muoversi quando avrete
raggiunto già una piccola veloce bene quella è la soglia di sensibilità quindi è il minimo valore lo strumento
riesce a invitare per uno strumento che è una soglia di sensibilità di 2 km all'ora quando segna 0 oh non
dovreste dire velocità non superiore a due chilo e allora ok questa per essere rigorosi quindi ripetibilità e
riproducibilità sono caratteristiche che abbiamo abbondantemente descritte la costante di uno strumento
nel tempo chiama stabilità La massima variazione e rispetto all'ingresso costante uno strumento mostra in
un dato intervallo di tempo ci sono alcune applicazioni in cui può essere importante non navigazione di
lungo termine ed esempio misure di concentrazione di inquinanti spesso i valori di riferimento sono valori
almeno di un giorno di un mese a volte di un anno quindi è importante e in questo caso lo strumento sia
stabile la stessa cosa per misure su un impianto in generale i pugni per balli i manutenzione siano lunghe è
il caso che un intervento di valutazione sia particolarmente lungo di presume che io abbia una stabilità del
mio strumento alifano e come dicevo precedentemente qualche minuto fa basta caratteristica
fondamentale delle mie oppure è la rete reperibilità che significa da un punto di vista brabo Ehi e
eliminazione dell'errore sistematico e fatta con un riferimento unico per quindi capite che nessuno può oggi
i un riferimento sbagliarmi quindi le misure sono centrate un valore unico per tutti quindi capite che
seguivo cibo e studiosi cliente fornitore che escono da un impianto di controllo qualunque tipo di brasco
possa sorgere o tenete conto che io parlo di cliente fornitore ma poi e se pensate il cliente fornitore siano
aziende necessariamente di verde e di costruito un'immagine di questo rapporto molto parziale perché
all'interno della stessa azienda i realize uno step produttivo precedenti al successivo e il fornitore il
dipartimento che si occupa della azione successiva e vi posso assicurare che anche allinterno una stessa
azienda e contenziosi non sono banali anche perché i soldi un problema dei corre caricare le responsabilità
gli altri indipendentemente dal fatto che sia nei collegi della porta accanto con punte cliente e magari sta in
un altro bottone quindi ricordatevi sempre e fare le cose per bene è importante non solo perché ripetitore
di buon voto si e avete la stima degli altri ma il mondo del lavoro è fatto anche di responsabilità e quindi far
le cose per bene documentarle e un modo per garantirsi da eventuali contestazioni io mi ricordo questo
parlo perché lo abbiamo già detto qualche altra occasione lavorare basandosi sulla normativa tecnica
garantisce rispetto al responsabilità perché e nell'ottica della massima conservazione cibi di massima sì
corretta io non mi sono inventato la stessa cosa documentare la correttezza delle proprie operazioni
Daniela quantità di e sempre ospita il ricordo di geniere della persona che decide te ne prende la
responsabilità quindi è bravo e fa spendere poco ed è bravo eh si Ara no e dato che sbagliano strada che
non posso dire di e si garantisce una sicurezza rispetto al contesto e vabbè questi sono gli aspetti tecnico
beh qui finiamo una parte del corso quindi se ci sono domande e così mi riposo anche un minuto sono
gradite ma non solo birra interrompere ora mi faccio io una domanda al momento il circolo di sembra
chiuso nel senso che il discorso è esaustivo oggi sono dei funghi per cui i problemi che abbiamo posto non
hanno trovato sotto perché ripeto noi abbiamo fatto un bel colpo sogei formazione del tipo io voglio fare
una cosa che praticamente si evinca appena significa che non mi faccio un bel teorici approssimati e qui non
solo approssimazione ed ecco il discorso c'è detta però il sistema idrico bla bla bla guarderò questo non può
essere un alibi per telefono alla domanda pratica serve a valle di una ecco se ci sono dubbi sul fatto che
adesso queste domande non abbiamo risposto in maniera esaustiva e utile tutti e qualche dubbio ce lo
teniamo perché adesso i treni andremo tu uno sviluppo e anche questo spero interessante ma che vedi
Paolo chi è Paolo mirabile studio Paolo posto ricco Siri video sì provo Antonio sei solo Giulia si si tutto
chiaro ok e allora andiamo avanti dai oh misure dinamiche qui si complica leggermente la situazione intanto
e adesso sappiamo fare le misure i valori costanti nel tempo perché la variabilità non è perché cambi il il
come si chiama cambi il valore del misurando ma perché è lo strumento che dà un' indicazione diversa
perché c'è rumore perché c'ha effetti allegati al processo babidi e la misura che cambia non il misurando ok
allora misure dinamiche sta per misurare una grandezza variabile nel tempo oh e tra l'altro gg presteremo
po' di attenzione perché vedrete Ehi diciamo noi abbiamo altri due magro albume e sono un appunto le
misure dinamiche e l'altra va sistemi di misura reali in un contesto ambientale un meccanico e sono gli altri
due macro argomenti e vedrete che quello che facciamo cominciamo a vedere oggi ha una rilevanza su
tutto da adesso in poi e poi spiegheremo birkin però intanto per partire le misure dinamiche sono misure
Bing grandezze variabili quindi io non posso più dire Allora qui potendo si può aprire anche una discussione
perché la mia domanda potrebbe essere del ma esiste una grandezza fisica secondo voi e l'ambiente
professionale industriale ambientale a qualunque che ci circonda e rimane costante nel tempo acquista
prima normalmente quando eravamo in presenza una discussione adesso cerchiamo alcuni tempi di
risparmiarli ovviamente io quello che posso dire non esiste nessuna situazione in cui la grandezza che
vogliamo misurare e costante quindi questo però non significa che tutto quello che abbiamo fatto fino
adesso da ******* perché come al solito approccio e da ingegneri Honda altri do registrato i non posso ho
fai bene a nessuno per cui e cerchiamo di capire da un punto di vista ingegneristico misure dinamiche
quando sono effettivamente tali e se sono importanti bene prima che lo scorrere io l'elenco delle possibili
applicazioni vediamo se qualcuno di voi mi suggerisci delle situazioni in cui secondo lui l'ipotesi p grande
ingresso costante nel tempo e sicuramente un contro senso E sei proprio un esempio in mente allora ti
faccio una domanda quando prendi traguardo mobile Ehi magari è il verbo fa freddo mi fai una bella stirata
appena la accendi vai a farti tiri le marce sgobbi beh meglio di no però meglio di no anch'io penso che sia
così Ehi soprattutto all'inizio cerchi di essere più graduale così o sbaglio meteo bene mi spieghi perché per il
consumo di carburante anche perché il motore è comunque freddo Apri il consumo di carburante bene e
quello è sempre insieme però il primo problema è che mi vorrei non lo so se il mio Federico ora che non hai
altro Diego Alessio no è giusto è il consumo di carburante è vero perché in quella fase Buongiorno ti chiami
curante maggiore mi spieghi perché pure bravo anche perché beh vuol dire che lui cioè il motore è freddo
quindi il regime di funzionamento non è ancora quella ottimale il regime che vuol dire il regime di
funzionamento il motore è freddo quindi oggi la temperatura di funzionamento non è quella di progetto e
quindi e quindi i parametri benissimo sono maggiori rispetto a quelle e poi fate un salto e perché è la
temperatura a di che prima di tutto del motore che intendi il motore sia tanti componenti ora lo status di
cilindri le le guarnizioni e l'olio l'acqua di raffreddamento vediamo di rappresentare il fenomeno
semplicemente ma in maniera per cui si spiega già spiega il fatto si è che consuma di più di più usate non c'è
più e anche che come ti suggerisco nasconde guarda il motore è freddo insomma dal meccanico ci vai non
solo dal benzinaio ma anche dal meccanico invece fai più spesso allora dai pronto ecco meglio cioè ad
esempio la temperatura dell'olio del motivo collezione di pistole beh e una partenza e sicuramente in fase
di partenza è sicuramente il più basso rispetto a dopo un certo intervallo di tempo quindi magari ho
problemi di credito dei questori a quelli che mi Baggio si ok beh ma la tritolo e piu alto giusto peso bene ok
vedi che già cominciamo a collegare al fatto che consumi di più e poi c'è anche il problema non sono le
consuma di più ma l'olio non chi distribuisce correttamente nelle fasce per cui probabilmente anche le
fasce non lavorano correttamente ballo non essendo raggiunte le temperature corrette anche la parte
dimensionale non è a posto quindi ci potrebbero essere dei giochi oppure e degli gli scorrimenti non
possono essere ottimali ritorno è quello che sto dicendo si si ho quindi tutto questo discorso per dire che
cosa per dire che nella stragrande maggioranza dei casi la progettazione si fa per una situazione di regime
Ehi è quella che è di ottimale funzionamento ma il regime ci sono impianti che stanno base sempre regime
altri altri dispositivi una macchina automatica o la stessa automobile il motore di un'automobile i regimi e lo
raggiungono a valle di transitori che sono di avviamento o anche di spegnimento a come per il motore di
un'automobile questa condizione male per tanti impianti industriali no cercando i dispositivi anche
industriali bene secondo voi in un transitorio di avviamento fermata ha senso considerare una ripartenza
costante no ok quindi già una parte dei e come si dice d applique e di applicazione le abbiamo viste e
transitori ****** fare l'ipotesi che questo possa essere tuoi con la costanza dell'ingresso possa essere una
situazione accettabile non lo è per definizione ma proprio perché se vado a progettare pensando che le
temperature sono quelle di regime venga ma sei ciota al motore e insomma è una bella scocciatura bene
altri applicazioni in cui secondo me per definizione non potete ci avete fatto un esame su quest'altra cosa
che voglio dirvi è quali applicazioni meccatronici ambientali mi rivolgo ai comuni gli energetici abbiamo già
coinvolti meccatronici tutto tace sapendo un'applicazione in cui io non posso per definizione pensare e
l'ingresso sia costante è un'applicazione di controllo ritorna sto fatto parlo anche ambientali perché i tipi
che i big i figure if i leak perché è un'applicazione di controllo non può pensare che l'ingresso sia costante
perché per Alza il point il mio valore prendili se come posso pensare che la situazione è una situazione in cui
le grandezze sono stati bene ovviamente un altro tipo di situazioni sono quelli in cui io ho scritto i fenomeni
e le applicazioni sono veloci di una macchina automatica chi deve realizzare tante operazioni al minuto con
dei componenti che fanno avanti e indietro rapidamente probabilmente è un po' difficile che riesca a
interpretare in maniera statica questo fenomeno e qui d'accordo che posso fare un'altra progettazione
cinematica ma le oscillazioni e le vibrazioni dei componenti probabilmente saranno importanti condimenti
colloquio chi fa parte del gruppo ambiente territorio perché per esempio vi dico che cambia totalmente l
approccio se devo monitorare una frana che avanza di millimetri al mese oppure le cosiddette colate di
banco che invece in poco tempo portano giù ha una parte di parenti quindi capite che esistono delle
situazioni in cui le misure interpretarlo in maniera esteticamente cioè pensare a una misura di una
grandezza che nel tempo possa essere impresa costante e non ci sono l'altra parte io ho detto prima tutto e
dinamica a rigor di logica il problema è quando l'ingegnere ossa bruciare un problema da un punto di vista
statico che sicuramente rispetto a quello dinamico e molto piu semplice e ovviamente di ingegnere che fa sì
il problema che è a rigor di logica OA strettissimo correttezza sempre dinamico se io lo posso schematizzare
appoggiare esteticamente hai bisogno su permeato un sacco di lavoro bene allora quando un a fenomeno
non posso pensarlo tattico cioè con un ingresso costante e quindi le varie abilità sono trascurabili perché
ripeto se lo posso fare mi son risparmiato un sacco di lavoro bene qualcuno vuol dire la propria Antonio e
vabbè dai la domanda è quando un fenomeno effettivamente non può essere pensato in maniera più
semplice cioè statico nel senso che l'ingresso lo considero costante ma invece devo andare a vedere un'ora
effettivamente variabile nel tè oh no una cosa con un transitorio c'è un tempio in cui il regime transitorio
troppo le odio cioè non trascurabile quindi ho avuto un po' di salita molto molto lento molto lento per 12
cioè da quello che ho capito tutto quindi così così pregio pregio scusa no nel senso intendo cioè non posso
diciamo Aguero un approccio statico se una grandezza c'hai sempre in una situazione la grandezza di
misurare contempo di transitorio troppo elevato beh ma tu praticamente stai dicendo è una questione di
percentuali di durate costante c'è il regime o transitorio sì diciamo di sì allora questo potrebbe essere un
criterio però cozza con un'altra situazione se il tuo transitorio è talmente lungo e lento di fondo le
grandezze Mario no in una maniera talmente lenta che a questo punto l'ingegnere bada affrontarle
staticamente allora andiamo a dirlo quando quando nella realtà io questa è la mia definizione una misura e
dinamica quando quindi io devo fa riferimento a una grandezza fisica variabile nel tempo quando il
fenomeno il caso quindi lo strumento anche la sua indicazione ma in generale quando devo interpretare un
fenomeno dinamicamente quando il risultato di un dato fenomeno prendete un processo industriale
quando per esempio ho una sequenza di operazioni automatiche di una macchina se queste operazioni
sono talmente lente per cui i componenti si muovono rigidamente e siano perfettamente la legge
cinematica di progetto ma io gli effetti dinamici le vibrazioni si trascura però aumenta fortemente la
velocità cioè il numero di operazioni al secondo per cui quelli e quelle operazioni vengono fatte in tempi
molto brevi che succede probabilmente le vibrazioni quindi disturbi rispetto alla cinematica diventano
molto più importanti e quindi sono diventati importanti e diventano importanti perché dipendono dalla
velocità con cui la posizione è cambiata allora quando un fenomeno va interpretato dinamicamente
quando i risultati dipendono non solo l'ingresso ma da come l'ingresso varia nel tempio quindi sei anche la
dinamica è importante sembrano le ripetizioni quindi quello che si fa a diventare un fenomeno dinamico e il
fatto che no no devo non posso sapere solo l'ingresso ma anche come rapidamente questo vari nel tempio
bene abbiamo detto quindi però non è dinamico quando è importante anche come varia nel tè uno
strumento misura una grandezza in maniera dinamica quando va tua indicazione non dipende solo dall
ingresso per quanto valga una pressione ma anche quanto rapidamente questa pressione varia del tenpo
ora temperatura ho una posizione da un punto di vista della rappresentazione fisico matematica di quello
che sto dicendo io qual è lo strumento e ci dice che la risposta di un sistema dipende dall'ingresso e da
come varia nel tempo avete mai affrontato questo problema Paolo la domanda è è un sistema la cui
risposta dipende dall ingresso da come l'ingresso varia nel tempo sei l'uscita dipendesse solo dall'ingresso
noi abbiamo una equazione che si chiama algebrica chi è che ci dice come una grandezza o un qualunque
parametro de Bari ha più o meno nel tempio Derivata per cui vede che in un fenomeno dinamico io ho un
andamento il nel tempio vabbè te ho un ingresso che prima sale poi scende eccetera e un andamento
qualunque allora ricordatevi che io quando la misura è statica che cosa faccio ho un uscita è proporzionale
all ingresso e dall' uscita e questo è il modo con cui mail utilizzo il mio strumento dividendo per la sensibilità
K mi trovo l'ingresso è quello che non conosco bene io anche quando ho una variabilità dell'ingresso Napoli
it voglio mantenere questa proporzionalità perché così via che le misure siano stati direi che le misure siano
dinamiche posso usare per esempio faccio un esempio banale la stessa scala graduata bene abbiamo detto
però che questo comportamento che chiameremo ideali perché praticamente non fa si che anche se la
grandezza varia nel tempo io posso usare la stessa graduazione piove le misure statiche quando il
fenomeno e dinamico vuol dire che il comportamento del mio strumento dipende anche da come varia il
fenomeno in ingresso o la grandezze bene questo l'abbiamo detto allora vediamo che cosa comporta quello
che sto dicendo allora io mi faccio un'ipotesi di partenza che vede sfrutteremo molte volte allora il sistema
lineare lo strumento di misura qui che stiamo utilizzando e lineare e ha delle caratteristiche di
funzionamento costante nel vogliamo studiare illuminami sulla dinamica uno strumento lineare che colgate
visto che sono stanco ecco perché sennò poi non lineare significa che il comportamento usate il fenomeno
dinamico significa che il comportamento del mio strumento dipende non solo dalla con i diti ma dipende
anche da come lagoni di divario nel tè bene vuol dire che era il comportamento del mio strumento sarà
rappresentato non da un'equazione come questa al gelo ma da una equazione differenziale lineare a
coefficienti costanti allora questa espressione che qui vedete sei bravo legatissima poi ovviamente la
semplificheremo mila rappresentiamo nella sua completezza equazione differenziale lineare coefficienti
costanti agone ne deriva tenesmo alcun rispetto al tema e due volte piovendo e -1 derivate nemmeno un
esimio nudity rispetto al tempio e nemmeno uno volte l'ho con uno derivato alcun edificio con 01 di uguale
plus l'ingresso più le sue derivate con coefficienti costanti allora guardate io ho detto che il mio
comportamento ideale e questo e uno di di uh Gale K cuboni scusate qua mancano le parentesi di per cui
mi posso ricavare l'ingresso dividendo per K l'uscita per fare questo che cosa deve succedere in questa
equazione differenziale lineare coefficienti costanti Ehi di fondo legge i termini con le derivate non ci siano
più rimanda solo a con 01 di di il con 0 lunedì 10 quindi io devo bene che vuoi nudity sia K kun IBP 00 allora
attenzione i termini con le derivate possono essere nulli in due si fa usano nulla l irlande ho sonno lol i
coefficienti AN uno BM allora a noi interessa quale caso Ricapitolo rapidamente il discorso a che punto
siamo noi siamo un punto di questo tipo mi piacerebbe che l'uscita fosse questa perché così io divido per
cappa uscite mi trovi l'ingresso come ho fatto per le misure costanti nella realtà una misura dinamica è una
misura incubi uscita del mio strumento non dipende non lo dall'ingresso Uniti ma dipende anche dalle
derivati bel pezzo e generalità dalle derivate per l'uscita e comunicazioni differenziale lineare progetti
costante che vuole sapendo risolvere o molto meglio di me bene le idealità e questa cosa di Dio quale capo
alcuni di noi per cui i giudici termini che comparirebbero 100 in particolare di 060 è uguale AK quindi vuol
dire che sono scomparsi tutti i termini con le derivate domandai comportamento che non mi piace è perché
nei sistemi vogliamo che Ana uno leggimi le intermedie IBM B uno so 0 Aulo dai No interessata ad avere i
più recenti nulla con le derivate perché se fosse un eravate significa che non vedo lavorazione del tempio
del fenomeno che non dipende dal costo non è stato perfetto perfetto ma non risposto come avrei risposto
io dai noi ovviamente puoi direi un sistema è ideale se avesse coefficienti perché per un fenomeno
dinamico sia cuni pd e varia nel tempo quindi vuol dire che le sue derivate sono diversi da 0 ma se lo sono
sarà anche diverso uno bt sei comunity di e variabile io sono interessata un'uscita che mi evidenzia questa
variabilità dell'ingresso quindi anche lei derivati derivati cucù dalla prima fino all'ordine m deve essere
diverso da 0 quindi le derivate ci stanno coefficienti e devono essere i valori un po' è chiaro questo concetto
quindi noi abbiamo a che fare dei coefficienti delle derivate ci stanno buoni equazione differenziale lineare
a coefficienti costanti allora ho detto ho fatto delle ipotesi preliminari che solo di semplificazione all 80
guardati diffidate da chi mi fa i modelli complessi perché a mio parere a capacità di un ingegnere e devi
rendere semplici situazioni o prezzi questa è la citazione delle ore 10 05 però mi sento di farla allora quindi
sistemi lineari debba e vi posso assicurare a meno che non abbiamo a che fare boh non linearità molto
sviluppata bla bla bla ma sono casi molto particolari e una situazione che a noi soddisfa e ci permette di
poter introdurre il famoso principio di sovrapposizione degli effetti e mi piacerebbe Ehi qualcuno di voi e
sforzasse esprimerlo perché non me lo ricordo bene dai Federico questo principio abbiamo fenomeni lunari
possiamo supporre di scomporre il fenomeno in tanti fenomeni più piccoli e continueranno effetto una uno
alla volta e poi mettere insieme gli effetti altre altri contributi se è infinito e Federico Emilio che dice e non
lo so croft in che senso non e vabbè e meglio poi eh no no qualcun altro lo dire qualcosa Antonio Sei
d'accordo con Federico si sono d'accordo nel senso che diciamo degli effetti una forma di effetti in ingresso
noi poi lanciarsi sul sistema lineare possiamo in uscita pensarli come la somma degli effetti stessi allora
pezzetto alla volta bravi ci stiamo arrivando vediamo si questa e definizione di torni richiedo di
sovrapposizione degli effetti dice questo che l'uscita uditi corrispondente a un ingresso Google i BD
componibili in una serie di inglese componenti puri JD vedete come voglio essere rigoroso può essere
ottenuto sommando le uscite QJDDDD significa le uscite corrispondenti a uno degli inglesi componenti
come c'era scritto dopo non rispondenti a ciascuno degli ingressi componenti quindi l'uscita e corrisponde a
un ingresso che può essere scomposto in una serie di inglese componenti ti ottiene sommando le uscite
corrispondenti AA ciascuno degli inglesi componenti Antonio Di torna scrivi bene ok questa è l'espressione
poi lo me lo condividerò questo documento è però una curiosità avete pure un foglio davanti prendete
pure qualche appunto va bene quindi ok sono qui in forno andrò piano ho queste formule non le le formule
quelle ma cute come si dice all'Aquila e tanto me lo mando questo documento e quindi e prendete nota sul
il negozio della zona quindi questa è l'espressione del principio di sovrapposizione degli effetti tzè lineare
non possiamo applicare ohh allora io porno aprimi il funzionamento il mio strumento di misura che sta
misurando un ingresso ucraini metti variabile nel tempo e siamo in una situazione in cui non lo posso
considerare costante perché il comportamento del mio strumento e è influenzato anche da comuni
ingresso varia video voglio un uscita che varia in maniera che mi rappresenti ingresso e quindi avrò derivate
dall'inglese deriva dall' uscita inaugurazione che mi rappresenta il mio sistema e un'equazione differenziale
lineare a quel facenti costa questo è il quarto abbiamo visto che adesso allora cominciamo con una cosa
semplice dell'ingresso sinusoidale il resto sono ospedali che io considero EQ con il Pd uguale ugoni barrato
che sarebbe il ampiezza zaino mega it i l'uscita il generale e Ugo New barrato l'ampia se no omega Audi di
più fit la domanda che mi faccio per definire una funzione Dimmi solidale quanti parametri mi servono dai
conseguenza di un pezzo della fase frequenza ampiezza la base quindi me ne servono tre bene allora è
giusto e e quello già avviati Frank frequenza o pulsazione perché frequenza pulsazione omega e due pi
greco efi la omega si misura in radianti al secondo la F inerzia e di qualche piccola ripetizione tre parametri
attenzione se il sistema è lineare e io ho un ingresso cuculi Per conoscerla devo conoscere tre parametri oh
posso fare un ipotesi eh qua vedete già scritta omega i uguale o mega U premi io posso affermare che la
pulsazione del segnale in uscita e lo stesso è la stessa della pulsazione del segnale in ingresso way quindi
quanti parametri mi servono per conoscere uscita tre fa più male servono due perché la home che è la
stessa allora Antonio visto che meglio nel mio quadratino nero e vince ti faccio la domanda ma che la
omega dell'uscita è pari all omega dell'ingresso vale sempre può dare solo per sistemi lineari quale solo per
sistemi lineari mi fai qualche esempio in cui non vale è giusto e me lo faccio io questo è quello che abbiamo
detto quindi in fondo si e questa scheda va la archiviamo guardate volume ingresso sinusoidale a un
sistema lineare dato che giustamente come hai detto voi verrò un uscita sinusoidale mi servirebbero tre
parametri con un barrato omega Ue film però omega la conosco perché è la stessa dell'ingresso del sistema
lineare quindi mi servono un colmo barrato e fini attenzione se il sistema lineare il rapporto fra l'uscita
ingresso e costante quindi mi servono due parate del cucù barra d su cui parlate figlio ci siamo n
giustamente Antonio dice dunque roba non lineari non è vero che succeda questo un esempio va bene hai
ragione papà non come farlo vedere e poi lo faccio vedere conoscete questa espressione quadro DPR il
quadro di chiama legge di e la potenza che quando una corrente di bassa su una resist sul resistore di
resistenza R dissipa ti amo effetto John e dai perfetto ohh dai Luca Espella gli Ho a parte la futilità del
disegno si vede mi sono ammessi ospedale ma il periodo è la metà di quella in inglese quindi come diceva
giustamente prima Antonio waffle stazione devi la uscita è la stessa di ingresso solo se sei nomade linea e
quindi del nostro sistema è un sistema lineare quindi abbiamo già individuato due ottici bi perché la
linearità del nostro strumento di misura perché il sistema che vogliamo studiare perché noi vogliamo capire
se c'è un ingresso dinamico un mese comporta l'uscita del mio strumento di allineare caggiano fornito due
occasioni di semplificazioni una la possibilità di applicare il principio seconda posizione dietro e il fatto e dei
tre parametri dell'uscita non lo conosco che la obbliga quindi la omega di guru e guardalo mi chiedo ci sono
dubbi su questo bene le zone genere si dice silenzio il senso quindi dobbiamo tutti i dubbi no no chiamo
dopo ok bene allora qui introduco uno degli argomenti che ti dico quando ho fatto ieri io fai qualche tempo
fa prima di capirne l'utilità nel passato del tempo è ti chiamo nei numeri complessi allora vedete alcune o
l'unità complessa la indico col gei perché gli anni scorsi maledetto tutti che lurida complesse J numero
complesso Apri GB a parte reale c'è unità immaginaria B e la parte immaginaria c quale radice di acquadro
più B quadro c è il modulo un altro modo di rappresentare un numero complesso e come ampiezza e fase
vedete costa precede the angolo e vabbè queste sono la rappresentazione di un numero complesso vedete
è un numero complesso a è un numero complesso a il una pizza c è una fase figlio diceva errore a è uguale
AG cose i più accesi nodi fighi quindi fisica ma quasi che si chiama l'ampia e c'è questo rapporto allora parte
reale e parte immaginaria noi da ingegneri siamo interessati alla parte reale e parte immaginaria qual è il
tuo ingegnere ti faccio una domanda in maniera più o meno impegnativa mi sta più simpatica la parte reale
e la parte immaginaria a parte gli altri Abate per battere il Palermo gli dico la stessa cosa a me la parte
immaginaria è qualcosa che mi ha dato sempre fastidio perché io da ingegnere voglio vedere la parte reale
e parte immaginaria lasciamola non so a chi Il Pd sono d'accordo con voi la simpatia per la parte reale
vediamo se questa simpatia e ben riposta o meglio server di posta la di Pavia per la parte immaginaria
perché OO diciamo una cosa andiamo avanti per un'altra decina di minuti e poi facciamo pausa va bene Ehi
sì sì va bene ok allora noi tiriamo fuori un'altra regola Ehi un numero complesso quello che ho scritto prima
a huge ibis quali CE geoff i e guardaci cos'è il film più J senti e la stessa cosa che abbiamo scritto prima allora
qualcuno di voi si ricorda da quale teorema e ridi la notazione di eulero ho la dimostrazione allora io ripeto
ai tempi vostri nel senso quando ero io sui banchi di mamma da dove l'hai ricavata questa cosa no perché
hai lasciato un po allo sbando bella realta andiamo a vedere questo e se io faccio la derivata di c elevato a
egei rispetto a fighi che 5 che cosa viene fuori GT è una costante la derivata di cose un film e nemmeno
sentiti gee J la derivata di seno di fie cos'è i figli c menino seno tifi formule trigonometriche il seno di due
angoli che differiscono di pi greco cambia disegno e lo stesso era è usuale in valore assoluto ma con segno
opposto quindi posso scrivere che almeno siano dei figli è uguale al seno di figli più il greco più J due angoli
che differiscono in due angoli che differiscono di pi greco mezzi il seno del maggiore e uguale al coseno del
minore quindi il coseno di B è uguale al seno di fibre um pi greco metti ritorna quello che sto scrivendo fino
adesso Antonio sì sì è chiaro bene facciamo un altro passaggio ci sono dei film più p greco è usuale a senno
del maggiore uguale al coseno del minore quando i due hanno quindi feriscono Dimmi che hai commenti 15
6 kn di più il greco diventa g che moltiplica il coseno di film più figo dei commenti presenti il seno del
maggiore uguale al coseno del mio nome huge il seno di fib più figa commenti andiamo ancora avanti
dettaglio allora facciamo arrivare andare avanti piccolo con me io ho derivato un numero complesso nella
notazione violerò Ehi praticamente quello che è venuto fuori da questa derivazione rispetto alla base ho
letto la pazze perché il numero aste San Pietro già Cambia aumentando di pigmenti ci siamo quindi numero
complesso scritto come notazione di eulero quando viene derivato dimostra che il numero complessi
notazione violerò è arrivata rispetto alla fase sbaglia la sua fase di pi greco mezzi in più allora prendiamo
una fase che invece non è più costante ma varia linearmente nel tempo attraverso una pulsazione bene
allora e che cosa viene fuori Ehi e io derivo rispetto al tempo numero complesso in cui la fase varia
linearmente tempo ovviamente e la derivata di un esponenziale e risulta identico oggi le valigie omega per
la derivata dell argomento del tempio nel esponenziale quindi Jay omega quindi Jay omega cini lascio fuori
omega giro della parentesi guarda quindi ci elevata J omega di egea così no becca di giunge il quadro sei
nome cabina chiama ancora buone gac c'è il quadro è -1 menno seno di omega te J coseno di omega tini
brava o bag dipende meglio se non ti ho mangiati e diventato seno di omega tre in greco perché va quando
due anni finiscono di greco il loro seno cambia segno youjizz coseno omega d andiamo ancora avanti com'è
che oggi sempre uguale o se no OT mega di più i grumetti perché perché il siero del maggiore qualcosina
del minore quando ti impediscono di fare commenti più jeno prezzi J seno e così li ho mangiati è diventato J
se no omega più pi greco quindi ci sentiamo dopo il definitiva che cosa abbiamo Ehi e derivò rispetto alla
base numero complesso la sua fase aumenta tardi pi greco tette arrivo rispetto al tempo un numero
complesso a cui fase varia proporzionalmente col tempo l'ambiente any risulta moltiplicata però mega e e
la fase aumentata in figa come ridi riaprirei fermarci qui il risultato che abbiamo ottenuto è questa Ehi un
numero complesso espresso e la forma di eulero quando è arrivato rispetto a una fase e vedi la sua base
aumentata di Paint quando la sua fase è proporzionale al tempo ed è arrivato rispetto al tempo franchezza
e moltiplicata questo numero complesso della fase e auyoutube mentata di peso come si dice in anticipo
nel senso che la base ho pagato in più di che bene io farei una pausa di un quarto d'ora se non ci sono
domani un bel curiosità queste cose le conoscevo lì giusto Antonio si si bene a che servono per una
domanda che secolo una domanda che rivedono Antonio mi arriva il guard K ti chiami se conoscete ma che
servono ti odio per semplificare la scrittura c'è per le schede in un'altra maniera il numero complesso vabbè
bel complicarti la vita o per semplici ganci bella la semplifica in che senso beh vabbè vediamo se la
semplicità sei la semplificherà questo a valle della pausa che ce la siamo in Italia ci vediamo fra un quarto
d'ora va bene va bene ok

Si è interrotta la connessione

Ripresa a 1:60