Sei sulla pagina 1di 16

CON LE MONDE DIPLOMATIQUE + EURO 1,70

SPED. IN ABB. POST. - 45% ART.2 COMMA 20/


BL 662/96 - ROMA ISSN 0025-2158

ANNO XLI . N. 134 . MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 EURO 1,30

REFERENDUM

L’ACQUA INONDA
LA POLITICA
Il presidente Napolitano
Guido Viale
batte un colpo, al quorum
C
he cosa lega i risultati dei refe- GOLAN
rendum - se riusciranno a sca-
valcare i cavalli di frisia della
Corte Costituzionale e del quorum – al
Carlo Lania
ROMA
Dopo la strage
“vento che cambia” delle ultime elezio- NUCLEARE di palestinesi
P
ni amministrative (un vento sempre er il referendum sul nucleare è il giorno dell’ulti-
più simile a quello che riempie le piazze
di Atene e della Spagna contro l’azzera-
mo verdetto prima che la parola passi agli eletto-
ri. Stamane infatti la Corte costituzionale decide- Germania, avanti la protesta
mento di ogni aspettativa per le nuove
– e le vecchie - generazioni, ma che ha
rà sul ricorso presentato dal governo contro la senten-
za della Cassazione e per chiedere l’inammissibilità con le energie alternative non si ferma
un preciso riscontro nelle rivolte che del quesito. Un anticipo su quanto potrebbe accadere
stanno cambiando il panorama politi- si è avuto però già ieri quando il neopresidente della Merkel anticipa la chiusura 23 morti è il bilancio del «tiro al
co del Mediterraneo e del Medio Orien- Consulta, Alfonso Quaranta, si è di fatto pronunciato a piccione» scatenato dall’esercito
te)? Per rimanere in Italia, con un oc- favore del via libera. «Personalmente ritengo che non delle centrali entro il 2022 israeliano contro i manifestanti
chio però ai paesi vicini, e al di là del ri- sia nei poteri della Corte bloccare il referendum» ha oltre-confine nella giornata di do-
pudio di un modo di governare e di detto Quaranta. CONTINUA |PAGINA 2 GUIDO AMBROSINO |PAGINA 3 menica. Ieri ancora slogan per il
uno stile di vita che si è imposto per «diritto al ritorno» sulle alture che
due decenni e più a tutto il paese, uno Tel Aviv controlla da 44 anni. E il
dei punti su cui tenere gli occhi puntati governo di Netanyahu intensifica
sono le opportunità che si aprirebbero anche le manovre per bloccare il

Lui, Lei, l’altro


con l’abrogazione dell’art. 23 bis della fi- viaggio a Gaza della Freedom Flotil-
nanziaria 2008 (la norma che impone la 2 «Stay Human» |PAGINA 9
privatizzazione e svendita dei servizi
pubblici locali), restituendo a sindaci e
amministrazioni comunali le leve di DIREZIONE PD
una politica economica e industriale:
quella che governo e opposizione, pri-
gionieri del pensiero unico secondo cui
Bersani verso
non ci sono alternative al dominio dei
mercati e della finanza, hanno da tem-
la premiership
po rinunciato anche solo a formulare. Il
quesito referendario restituisce ai sinda-
Prime scintille
ci - se lo vogliono – la possibilità di di- COLPI con Vendola
sporre di un insieme di “bracci operati-
vi” per realizzare il loro mandato: che DI CODA
non è svendere il territorio per incassa- Applausi e voto unanime nella
re oneri urbanistici al posto dell’Ici, o Norma Rangeri riunione del parlamentino demo-
“salvare l’ordine pubblico” minacciato cratico. Regna la pace, almeno

I
dai migranti musulmani; ma mettere in l primo colpo di coda del Cavalie- fino al referendum. Ma quel «veri-
grado di governarsi tutti coloro che abi- re azzoppato arriva secco e mici- ficheremo l’affidabilità di Vendola
tano su un territorio. diale. Via Michele Santoro dalla prima del voto», fa infuriare il
Il quesito investe tutti i servizi pubbli- Rai. Santoro sarebbe potuto rimane- leader di Sel: «Dichiarazione me-
ci locali e non solo l’acqua, anche se l’ac- re in Rai solo in virtù di una sentenza schina. In un’alleanza non ci de-
qua esemplifica bene la svolta possibi- della Cassazione (come ai tempi di ve essere chi siede in cattedra».
le. Perché si tratta di trasformare miglia- Masi) prevista per domani. Piuttosto Il Pd capisce l’antifona e riaggiu-
ia e migliaia di cittadini che hanno pro- che andare in onda con gli avvocati, sta il tiro |PAGINA 5
mosso o sostenuto la campagna refe- il popolare conduttore ha detto ba-
rendaria il referente obbligato di una sta. Certo Santoro non rimarrà disoc-
nuova modalità di gestione delle risor- cupato (a La7 parlano di trattativa in EUROPRIDE A ROMA
se: bilanci trasparenti, dibattito pubbli- stato avanzato), ma lo sfregio all’au-
co sugli indirizzi a livelli quanto più de-
centrati, diritto di ispezione e controllo
tonomia del servizio pubblico è plate-
ale, e la testa del giornalista esibita
Lady Gaga
su tutti gli aspetti della gestione. A que-
ste forme di bilancio partecipativo do-
come un trofeo.
I berlusconiani di viale Mazzini tol-
in concerto,
vranno essere chiamati tutti i soggetti
che disposti a mettere a disposizione le
gono da Raidue (una rete che di me-
dia arriva all’8 per cento) una trasmis-
una scelta
competenze necessarie alla gestione
della risorsa: non solo competenze spe-
sione come Annozero che arrivava al
21 per cento. L’azienda, pagata dai
«politica»
cialistiche (indispensabili, ma ormai lar- cittadini, perde soldi, prestigio, pub-
gamente presenti in tutte le aggregazio- blico con una decisione utile solo al La popstar, grazie all’intercessio-
ni di cittadinanza attiva, cioè nei comita- presidente del consiglio e al concor- ne dell’ambasciatore Usa, salirà
ti); ma anche, e soprattutto, le compe- rente Mediaset. Mutilano la Rai, mor- sul palco per chiudere la «Big
tenze generiche di chi sul territorio ci vi- tificano l’audience, privano le soffe- parade» di sabato. Intervista a
ve ed è interessato a una sua corretta renti casse dell’azienda di sontuosi Paolo Patanè dell’Arcigay: «Vole-
manutenzione: quindi oltre alle associa- FOTO PAOLO POCE/ EMBLEMA contratti pubblicitari, umiliano i tele- vamo che la giornata diventasse
zioni, anche i sindacati, le organizzazio- spettatori per tenere a galla un lea- un evento di massa in grado di
ni datoriali e professionali, le Asl, le Uni- Annozero cancellato, Michele Santoro lascia la Rai. Lorenza Lei der bollito. L’agonia di un regime me- rappresentare e trascinare verso
versità e i centri di ricerca, le strutture diatico si manifesta innanzitutto nel- l’alto il cambiamento in atto nel
del decentramento. Un modello del ge- porta a termine il lavoro di Masi. Berlusconi è servito: aveva le immagini, nella necessità di strin- paese, tra le amministrative e il
nere è riproducibile per tutti i servizi gere le maglie della comunicazione. referendum. Ma ci hanno messo
pubblici locali. CONTINUA |PAGINA 15 accusato il giornalista di avergli fatto perdere le elezioni PAGINA 4 CONTINUA |PAGINA 4 il silenziatore» |PAGINA 16

VAURO
PERÙ
«Sì se puede», il trionfo
di Ollanta Humala
GIANNI PROIETTIS l PAGINA 7

FOTOGRAFIA
Chernobyl, la radioattività
è fuori controllo
ELFI REITER l PAGINA 12
pagina 2 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

AFFARI DI QUORUM

12-13 giugno •47,3 milioni di elettori chiamati al voto. Domenica


dalle 8 alle 22, lunedì dalle 7 alle 15

Referendum: «Lo stop è dif


Alla vigilia della decisione
della Corte Costituzionale
sull’ammissibilità del quesito
sul nucleare, il neo presidente della
Consulta, Alfonso Quaranta, fredda
l’ultima speranza del governo di
bloccare la consultazione sull'atomo
giunto - fa giustizia di ogni illazione sulla
DALLA PRIMA presunta politicizzazione della Corte, che
Carlo Lania spero cessi».
E’ probabile che Quaranta abbia voluto
Un brutto colpo per il governo, che mettere le mani avanti in vista proprio dei
da sempre tenta di boicottare il que- prossimi appuntamenti già segnati in calen-
sito, a cui subito dopo se ne è ag- dario. Una volta superato lo scoglio del nu-
giunto un altro, quando dal Colle è arrivata cleare, la Corte deve infatti affrontate que-
una spinta importante per il raggiungimen- stioni particolarmente importanti per Berlu-
to del quorum. Rispondendo ai giornalisti sconi. A cominciare, il 6 luglio, con l’ammis-
che gli chiedevano se andrà a votare, Gior- sibilità del conflitto tra Camere e procura di
gio Napolitano è stato esplicito: «Io - ha det- Milano sul caso Ruby, per poi proseguire il 5
to il capo dello Stato - sono un elettore che ottobre con il conflitto sul caso Mediatrade
fa sempre il suo dovere». sollevato da Palazzo Chigi sempre contro i
Quirinale e Corte costituzionale distano pm milanesi. La terza questione riguarda in-
tra loro solo pochi passi. E stamane i comita- vece un’altra delle leggi simbolo del gover-
ti promotori dei referendum aspetteranno no, vale a dire la legittimità di diversi punti
proprio tra i due palazzi il giudizio dei giudi- della legge sulla fecondazione assistita (sulla
ci. E’ probabile che la sentenza arrivi in gior- quale la Corte è intervenuto già altre volte).
nata. Ieri Quaranta, eletto 35esimo presiden- Tutto questo però riguarda il futuro, la
te della Consulta e notoriamente vicino al partita referendaria è invece ancora tutta a
premier Silvio Berlusconi, in una conferen- giocare. Sempre ieri la Cassazione ha rese
za stampa insolitamente generosa di dichia- note le motivazioni della sentenza con cui
razioni non si è limitato a esprimere un giu- ha accettato il quesito sull’atomo spiegan-
dizio sul referendum che di certo non sarà do come le nuove norme inserite dal gover-
stato accolto bene da palazzo Chigi, ma sa si no nel decreto omnibus aprano «nell’imme-
è spinto fino a criticare direttamente il pre- diato al nucleare». Una tesi che dà ragione
mier per le recenti esternazioni contro la a quanti, opposizioni e comitati referenda-
Consulta. Esternazioni che Quaranta ha defi- ri, hanno sempre considerato la marcia in-
nito «interferenze esterne sull’autonomia dietro fatta da palazzo Chigi sull’atomo co-
della Corte». «Questa mia elezione - ha ag- me un trucco per evitare il ricorso alle urne.

Cattolici / DALLA CEI ALLE ACLI A PAX CHRISTI: TUTTI D’ACCORDO


che dall’opposizione» e si augura che

Quattro Sì per la legalità «le urne siano riempite da una valan-


ga di Sì indignati».
Vicepresidente e coordinatore na-

e il creato. Cl resta sola zionale di Pax Christi, Sergio Paronet-


to e don Nandino Capovilla annuncia-
no «Sì al referendum contro il nuclea- Intanto proseguono lee prese di posizio- nire la scaletta e decidere chi dei comitati MARCIA PER IL
re» perché «i rischi sono maggiori dei ne per il 12 e 13 giugno. Quattro Sì convinti prenderà la parola. Restano comunque REFERENDUM PRESSO
Luca Kocci in modo sicuro e pulito», e per «cancel- benefici»; e «Sì al referendum sul legit- ieri li hanno espressi i governatori della To- esclusi - e questa sembra essere la difficol- LA CENTRALE DEL
lare lo scudo penale per i politici» per- timo impedimento: in un Paese dove scana, Enrico Rossi, e dell’Umbria Catiu- tà del Pd - i segretari di partito. Al loro po-

C’
GARIGLIANO, TRA
è chi lo dice sottovoce e chi ché «la legge è uguale per tutti». nessuno si dimette e dove qualcuno ri- scia Marini, mentre ha ribadito la sua posi- sto di sta studiando la possibilità che possa- LAZIO E CAMPANIA,
tenta di fare il pompiere – co- Sulle colonne dell’agenzia settima- tiene che il terrorismo stia tra i magi- zione contro il nucleare quello della Sarde- no intervenire i sindaci dalla varie città in DOMENICA SCORSA
me il quotidiano della Cei Av- nale Adista, don Walter Fiocchi – fir- strati che fanno il loro dovere, il rinvio gna Ugo Cappellacci. Costretto a fare i con- cui sono previste iniziative locali. Ma an- /FOTO CHRISTINA
venire che invita a «non politicizzare» matario anche dell’appello per i refe- delle udienze per legittimo impedi- ti con le minacce di Andrea Ronchi, l'ex mi- che qui i comitati impongono che gli inter- MINELLI-EMBLEMA
il voto – ma la posizione della Chiesa e rendum Per cambiare insieme a molti mento allunga i tempi per l’accerta- nistro padre della legge sulla privatizzazio- venti siano trasversali. «Se dobbiamo aver
dei cattolici su referendum del 12-13 altri parroci e preti “di base” – spiega mento delle eventuali responsabilità ne dell’acqua, il Terzo polo ieri alla fine ha collegamenti solo con Milano, Napoli e Ca-
giugno è quasi unanime: andare a vo- che «finalmente viene chiesto ai citta- penali e per il risarcimento dei danni deciso di dare indicazione ai propri elettori gliari, non se ne fa niente», avverte Vittorio
tare – e già questa è un’indicazione dini di affrontare di petto quel cancro arrecati alle persone offese». Il coordi- per due no ai quesiti sull’acqua lasciando li- Cogliani Dezza, del comitato contro il nu-
piuttosto netta – e votare sì. Non solo della democrazia che ci sta divorando namento di cattolici democratici Agi- bertà di voto sugli altri due. Inviti a non vo- cleare. «Il palco deve essere aperto a tutti,
ai due quesiti sull’acqua, dove il con- dal 1994: il conflitto di interessi, nega- re politicamente chiede quattro Sì per tare arrivano invece dal presidente della anche a personalità dello spettacolo e della
senso è ampio e trasversale, dal Vatica- to, attenuato, mascherato, taciuto, an- «abrogare l’intero operato del gover- Lombardia Roberto Formigoni e dal mini- cultura che sono di destra».
no alle Comunità di base, ma anche no», ma anche per «bloccare il proces- stro della Gioventù Giorgia Meloni.
agli altri due, su nucleare e legittimo so di privatizzazione del patrimonio Sembra infine essere arrivato a un passo
impedimento, quest’ultimo carico di GIOVEDÌ A PIAZZA SAN PIETRO pubblico», proteggere il «creato» ed dalla fine il tormentone sulla manifestazio-
inevitabili risvolti politici. «affermare il primato dell’interesse ge- ne di chiusura della campagna referenda-
La rivista dell’Azione cattolica, Se- nerale sugli interessi particolari». ria il 10 giugno. Anche se ufficialmente con- CAMPANIA
gno, pubblica un articolo dall’impar-
Digiuno missionario In solitudine, fanno il tifo per tinua a restare in silenzio, il Pd dovrebbe in-
ziale titolo Labirinto referendum e co- per il «bene comune» l’astensionismo i liberisti incalliti di fatti aver deciso di accettare la proposta Affluenza bassissima
scienza pubblica, ma la Presidenza del-
la principale associazione ecclesiale In vista dei referendum del 12 e 13 giu-
Comunione e liberazione, che comun-
que dicono No a tutti i quesiti: No al le-
avanzata dai comitati referendari e fatta
propria da Idv, Verdi, Sel e Federazione del-
per i referendum consultivi
italiana dice che è «doveroso parteci- gno, religiosi e religiose di tutte le con- gittimo impedimento, ripete in conti- la sinistra per una manifestazione senza
pare al referendum». E aggiunge che, gregazioni e sacerdoti diocesani si danno nuazione l’esponente politico ciellino simboli di partito e, soprattutto, senza se- Bassissima affluenza ai referendum consultivi
sul nucleare, bisogna stare attenti a appuntamento in p.zza San Pietro giove- più vista, Maurizio Lupi, possibile nuo- gretari. La parola definitiva potrebbe arriva- che hanno riguardato 9 comuni campani, i 6
compiere scelte che «potrebbero arre- dì prossimo alle 12, per un digiuno che vo ministro della Giustizia; No al nu- re oggi se Bersani si deciderà a parlare. Ieri, dell'isola d'Ischia, più Centola, Aversa e Cesa.
care rischi per la salute dei cittadini» dia «un sostegno forte ai laici che si so- cleare, sostiene il Dossier nucleare su alla direzione del partito, il segretario ha Nell'isola flegrea si è votato per la fusione delle
e, per quanto riguarda il legittimo im- no impegnati in difesa dell'acqua pubbli- Il Sussidiario.net, quotidiano online rinnovato l’impegno per convincere gli ita- sei amministrazioni nell'unico Comune Isola
pedimento, va salvaguardata «l’ugua- ca e per dire a tutti quanto sia importan- della Fondazione per la Sussidiarietà liani ad andare alle urne. «Faremo di tutto d'Ischia. Ma alle urne si è recato appena il
glianza dei cittadini dinanzi alla leg- te custodire questo grande bene comu- della Compagnia delle Opere, il brac- per raggiungere il quorum - ha detto -: sarà 28,48% degli aventi diritto. Come risultato parziale, il sì alla fusione si
ge». Doppio Sì quindi, senza se e sen- ne». L'iniziativa è stata lanciata dai mis- cio economico di Cl; e No all’acqua arduo ma è possibile raggiungerlo». Nel Pd attesta intorno all’85%. A Centola, dove si è votato per la variazione
za ma. Il presidente delle Acli Andrea sionari padre Adriano Sella e padre Alex pubblica perché, si legge sul mensile non mancano però le contraddizioni, con della denominazione del Comune di Centola in Centola-Palinuro, l'af-
Olivero informa che «stiamo mobili- Zanotelli con un appello dal titolo «9 giu- filociellino Tempi, «il vero nemico del settori del partito (come i liberal di Enzo fluenza alle urne è stata del 28,17%. Solo il 3,32% degli aventi diritto
tando il nostro milione di iscritti per gno: religiosi a pane e acqua». Un modo bene comune è lo spreco» mica «la pe- Bianco) che nell’urna metteranno almeno ha votato infine sull'acquisizione del Rione Bagno del Comune di Aver-
portarli al voto», chiedendo di votare anche per chiedere «alla Chiesa istituzio- ste del profitto». E chi sono gli unici una scheda con un No sull’acqua. sa al Comune di Cesa. I Verdi intanto annunciano un esposto alla Corte
quattro Sì: per l’acqua, ma anche per nale di essere più coraggiosa nella dife- che, secondo i nipotini di don Giussa- Salvo sorprese di giornata, l'appunta- dei Conti per denunciare il mancato accorpamento dei 3 referendum
«cancellare la possibilità di costruire sa dei beni comuni». Un grande striscio- ni, potrebbero ridurre gli sprechi e tap- mento per il 10 giugno dovrebbe dunque locali con quello nazionale del 12 e 13 giugno. Scelta che «ha compor-
nuove centrali nucleari», visto che «esi- ne sarà aperto a San Pietro con la scritta pare i buchi degli acquedotti? Ovvia- essere per tutti a piazza del Popolo e indet- tato una spesa di oltre 600mila euro». Soldi che si sarebbero potuti
stono altri modi di produrre energia «Signore aiutaci a salvare l'acqua!». mente «i privati». to dai tre comitati promotori dei referen- «investire per piani di evacuazione o prevenzione sull'isola d'Ischia visto
dum. Oggi si terrà l’incontro finale per defi- che la Protezione civile nazionale non ne ha mai realizzato nessuno».
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 3

AFFARI DI QUORUM
ACQUA PUBBLICA

Rimborsi •40€ massimo per il viaggio di andata e ritorno


presentando la tessera elettorale timbrata
Comunque vada,
sarà una vittoria
Marco Bersani

«C’
è vita sul pianeta Ita-
lia» hanno affermato

ficile» CHI SÌ, CHI NO, CHI NO-COMMENT in molti dopo i risul-
tati delle recenti elezioni ammini-
strative. Pochi tra loro hanno fatto
il collegamento più logico: c’è vita
perché c’è l’acqua. E l’acqua c’è,
trasparente e in movimento, da an-
ni. Diffusa nei territori che hanno
contrastato le privatizzazioni, rac-
colta nel Forum italiano che, dopo
aver consegnato con oltre 400.000
firme una legge d’iniziativa popola-
re, dopo aver realizzato tre grandi
manifestazioni nazionali, ha rac-
colto, nel più totale silenzio dei
grandi media, senza padrini politi-
ci e senza finanziamenti, oltre 1,4
milioni di firme per i referendum.
E che da tre mesi sta attraversando
GIORGIO NAPOLITANO «Sono un ROBERTO FORMIGONI «Non andrò a UMBERTO VERONESI «Il nucleare è ogni angolo del paese, con la deter-
elettore che fa sempre il proprio dovere». votare - dice il governatore della Lombardia -. secondario, il mio vero tema sono i tumori». minazione di chi lo vuole migliore,
Così il Presidente della Repubblica, ha Ritengo che i referendum debbano essere Il presidente dell'Agenzia per la sicurezza sul con l’allegria di chi vede che sta
risposto, a margine di un convegno a bocciati e il modo migliore per farlo è dire alla nucleare liquida così la questione del voto, cambiando.
Montecitorio, a chi gli chiedeva se andrà a gente che non stia a disturbarsi per andare a aggiungendo un no-comment alla domanda È stata una grande esperienza di
votare ai referendum. votare per l'ennesima volta». se si recherà o meno alle urne. alfabetizzazione popolare, un’auto-
formazione collettiva che ha dato
nuovo significato alle parole diritti,
beni comuni, democrazia, parteci-
pazione. È stata una grande espe-
NUCLEARE · Angela Merkel anticipa i tempi di chiusura dei reattori entro il 2022 rienza di inclusione sociale, che, at-
torno a obiettivi radicali - fuori l’ac-

La Germania fa sul serio qua dal mercato, fuori i profitti dal-


l’acqua - ha messo insieme storie e
culture differenti dentro un grande
laboratorio di intelligenze colletti-
ve, dentro una nuova agorà di par-
Guido Ambrosino catastrofe a Fukushima e proclamata ora «irre- de Kretschmann, nuovo ministro-presidente tecipazione diretta. E che ha già
BERLINO versibile», è stata fissata in dieci disegni di leg- del Baden-Württemberg, e il bavarese Seehöfer vinto su alcuni punti sostanziali.
ge, varati lunedì mattina dal governo prima – con un’inedita alleanza tra Grüne e cristiano- Il primo dei quali è quello di

A
ngela Merkel fa sul serio. La decisione che Merkel partisse per gli Stati Uniti. Il percor- sociali - a spiegare a Merkel che così non anda- aver permesso, dopo anni di seque-
politica di uscire dal nucleare entro il so parlamentare comincerà subito. Il provvedi- va. La cancelliera si è lasciata facilmente con- stro della democrazia reale a tutti i
2022, annunciata il 30 maggio, lasciava mento centrale, che novella la legge sul nuclea- vincere: vuole un’intesa trasversale, anche alla livelli, di affermare un nuovo prin-
qualche scappatoia, e zone d’ombra nel calen- re (Atomgesetz), potrebbe essere approvato dal camera dei Länder, il cui consenso non sareb- cipio: su ciò che a tutti appartiene,
dario di chiusura delle centrali. Una settimana Bundestag l’8 luglio. be tecnicamente necessario, ma è politicamen- tutte e tutti devono poter decidere.
dopo la cancelliera - insensibile ai dubbi degli Già il 30 maggio si era detto che i sette reatto- te auspicabile. Un accordo bipartisan mette al Non solo. Ha costretto il mondo
alleati liberali (e di non pochi lobbisti democri- ri più vecchi, spenti «provvisoriamente» il 15 riparo da un ripetersi dei ribaltoni del passato: politico istituzionale ad abbando-
stiani), decisa piuttosto a accordarsi con l’oppo- marzo, non sarebbero più ripartiti, e che inol- un’uscita dal nucleare intorno al 2022 era già nare l’autoreferenzialità di una di-
sizione - accelera i tempi di chiusura degli im- tre si rinunciava a riaccendere quello di Kalkar, stata decisa dal governo rosso-verde nel 2002, namica politica tutta giocata nelle
pianti, fissa per ogni reattore le date di spegni- fermato per un guasto nel 2009. Per questi reat- ma nel dicembre 2010 la cancelliera, non anco- porte chiuse del Palazzo, lo ha ob-
mento, aumenta l’impegno per lo sviluppo del- tori, otto su 17, il pacchetto di riforme varato ie- ra «convertita» dalla fusione dei reattori di bligato ad aprire le finestre e a di-
le fonti rinnovabili. ri conferma la fine immediata. I liberali aveva- Fukushima, aveva prolungato le licenze d’eser- scutere di acqua, energia, beni co-
La «svolta energetica», avviata subito dopo la no insistito perché uno dei reattori più vecchi cizio degli impianti tedeschi, fino a 46 anni per muni, diritti, società. Rompendo
restasse in stand-by fino al 2013, come «riser- così culture politiche e amministra-
va» per colmare eventuali lacune di approvvi- Varati dieci disegni tive che si ritenevano inossidabili
gionamento in inverni molto rigidi. Ora il gover- nella cieca fiducia trasversale al-
IL CASO on aumenta no passa la questione all’agenzia per la sorve- di legge per la «svolta l’ideologia del mercato quale uni-
glianza delle reti elettriche, che dovrà decidere co regolatore sociale.
energetica».
La bolletta dell’acqua? entro settembre. E probabilmente concluderà,
come ritiene la maggior parte degli esperti, che
le centrali a gas e a carbone bastano a garantire
Energie rinnovabili
È un movimento che ha già vin-
to culturalmente, nei cuori e nelle
menti delle persone. In questi ulti-
al 35% entro il 2020
A Napoli non aumenta riserve sufficienti.
L’altro punto controverso era il calendario di
chiusura per gli altri nove reattori di più recen- quelli più recenti. Il disegno di legge pubblicato
mi giorni di campagna referenda-
ria, oltre al sacro terrore dei grandi
gruppi finanziari che intravedono
te costruzione. Nel comunicato del 30 maggio ieri precisa le date di chiusura dei reattori, le an- l’anticipata fine del banchetto del-
Adriana Pollice dando poi al 2012 nuovi ulteriori aumenti. Per il si diceva che sei sarebbero stati chiusi «entro il ticipa per tre impianti e le scagliona nel tempo: le privatizzazioni, stiamo assisten-
NAPOLI bacino 1 i consumi domestici essenziali dovreb- 2021» e gli ultimi tre «al più tardi nel 2022». C’è «Entro il 2015» si spegnerà Grafenrheinfeld (in do alla mobilitazione decisa e diret-
bero salire del 29%, mentre la tariffa per quelli voluto poco per capire che il governo puntava esercizio dal 1981), «entro il 2017» Gundrem- ta di partiti politici, governatori di

S
e cercate un motivo per andare a votare normali passa da 1,2307 euro a metro cubo a a tirarla in lungo: nessuno di questi reattori sa- mingen-B (1984), entrambi in Baviera. «Entro il regione, esponenti politici in favo-
ai referendum allora basta farsi un giro in 1,3210 con un aumento del 7,3%. I ritocchi pre- rebbe stato chiuso prima del 2021. Per qualche 2019» Philippsburg-2 in Baden-Württemberg re dei si. È un altro straordinario ri-
Campania, nell’Ambito territoriale otti- visti per il secondo bacino sono più alti (avendo impianto si sarebbe prolungata di molto la du- (1984). Nel 2021 toccherà a tre reattori, Grohn- sultato di un movimento che nella
male 3, 76 comuni tra la piana del fiume Sarno una tariffa di partenza più bassa) e, rispettiva- rata d’esercizio oltre allo standard di 32 anni, de in Assia (1984), Brokdorf in Schleswig- sua reticolare opera di sensibilizza-
e le pendici del Vesuvio, penisola sorrentina e mente, del 55 e 29%. Un meccanismo partico- grazie alla possibilità di trasferire dagli impianti Holstein (1986), Gundremmingen-C in Baviera zione sociale è riuscito a coinvolge-
Capri incluse. Qui dagli anni 2000 domina la Go- larmente cattivo perché colpisce soprattutto i meno efficienti «contingenti di produzione» au- (1984). Nel 2022 sarà la volta dei tre reattori più re tanto direttamente le persone
ri spa, controllata dall’Acea di Caltagirone. A fi- consumi essenziali e meno gli sprechi. Già nel torizzati, ma non esauriti. L’idea di chiudere in recenti: Isar-2 in Baviera (1988), Emsland in da costringere le segreterie nazio-
ne aprile era convocata l’assemblea dei sindaci 2008 erano piovuti i ricorsi al Tar perché i citta- blocco nove reattori nel biennio 2021-2022 Bassa Sassonia (1988), Neckarwestheim-2 in nali dei partiti a dover prendere at-
dell’Ato, presieduto dal senatore Pdl Carlo Sar- dini pagavano in bolletta i servizi di depurazio- comportava il rischio di allentare l’impegno Baden-Württemberg (1989). to che qualcosa di nuovo sta succe-
ro. All’ordine del giorno l’aumento delle tariffe. ne acque e manutenzione fognature mai effet- per la riconversione delle fonti energetiche, per Gli altri provvedimenti al vaglio del parla- dendo. E così il Pd ha dovuto pre-
Assemblea andata deserta perché si era a po- tuati. La qualità delle acque? A dicembre scorso poi magari dire: «Ci dispiace, ma il nucleare ser- mento riguardano la costruzione di nuovi elet- stare ascolto ai suoi tanti attivisti di
che settimane dalle amministrative e dalla deci- per 5 giorni a San Giorgio, Portici, Ercolano e ve ancora». E chi può dire quali saranno, tra un- trodotti; finanziamenti per il risparmio energe- base, mettendo, almeno per ora,
sione della Consulta sul referendum. Insomma, Torre Annunziata l’acqua è stata dichiarata non dici anni, le maggioranze politiche e gli orienta- tico (1,5 miliardi l’anno di crediti agevolati per in disparte le lobbies interne che
deve essere sembrato un po’ troppo persino potabile per lo sforamento di fluoro e nitrati, i menti d’opinione? migliorare l’isolamento termico delle abitazio- in questi anni sono state tra le più
agli amministratori locali, di solito molto solleci- massimi indicatori di inquinamento. A soste- Socialdemocratici, verdi, socialisti hanno ni); sovvenzioni per le fonti rinnovabili che con- fervide nei processi di privatizza-
ti verso la Gori. gno dei referendum, venerdì pomeriggio Sam- protestato. E i ministri presidenti dei Länder, tribuiscono già per il 17 per cento alla produzio- zione territoriale; così la Lega ha
La Spa, nell’arco di un decennio, non è che ba Parade per le vie del centro storico napoleta- tutti stufi di ospitare impianti nelle loro regioni, ne di elettricità, e dovranno farlo «almeno» per dovuto prendere atto che nella sua
abbia dato grande prova di sé. In sette anni di no a partire dalle 18 da piazza del Gesù. si sono inalberati. Sono stati soprattutto il ver- il 35 per cento nel 2020. base elettorale e amministrativa,

– –
gestione ha accumulato un’esposizione debito- l’idea della consegna dell’acqua ai
ria complessiva pari a 125.237.807 euro, di cui mercati finanziari faceva a botte
19.352.016 nel solo 2010. Sel e Federconsumato- GENSHI MONOGATARI con l’esaltazione delle autonomie
ri, spulciando i bilanci, hanno scoperto voci so- locali. Il 12 e il 13 giugno saranno
spette come quella relativa alla svalutazione cre- due belle giornate: si vota per la ri-
diti (per 3.456.295 euro) e quella relativa ai servi- pubblicizzazione dell’acqua, per la
zi (prestazioni professionali, opere di soggetti
terzi esterni all’impresa) addirittura di
56.935.888 euro annui, annotazioni finite in un
La situazione è sotto controllo, dicono.
Per la prima volta è stato conferma-
to, da alcuni studiosi dell'Università
Notizie dal fronte ufficiali della Tepco e del Governo
sono tutti in aria. Sui tetti delle case,
sui pali della luce. Mai per terra. Ieri a
difesa dei beni comuni e della de-
mocrazia. Proprio per questo, e so-
prattutto a quei partiti, vorremmo
dossier che spiega bene come funziona il priva- di Kanazawa che le tracce di pluto- Pio d’Emilia Iitate, a quasi 40 chilometri dalla cen- fosse chiara una cosa: quel voto
to quando mette le mani sui servizi essenziali. nio trovate nei pressi della centrale trale, la radioattività esterna era di 6 non sarà solo un sondaggio d’opi-
Gli amministratori però non si lamentano: «La di Fukushima non sono, come sin microsievert l'ora. Ma appena appog- nione, o l’espressione di un generi-
spa ha fatto una politica di assunzioni su vasta qui sostenuto, residui di esplosioni tono gli esperti di Unico Lab, che si leucemia, potranno sempre usare il giavo il dosimetro sopra un tombino, co bisogno che il mondo politico
scala – raccontano i comitati per l’acqua pubbli- nucleari altrui, al largo del Pacifico, dovrà abbattere questo valore prima loro stesso midollo per un trapianto. schizzava oltre i 100 microsievert al- istituzionale dovrà interpretare e
ca – imbarcando dal piccolo operaio fino al ma- ma decisamente indigene. Ma sono di potervi accedere e che solo brevi Davvero tranquillizzante. l'ora, come davanti alla centrale. Ov- portare a sintesi. Dentro la mobilita-
nager pubblico, che poi ha la possibilità di fare comunque «accettabili», inferiori a interventi con auto-respiratori e tute In alcuni villaggi all'interno della viamente, nulla di preoccupante. zione sociale di questi anni e di que-
carriera nelle società del gruppo Caltagirone. quelle lasciate in passato dai vari a tenuta stagna sono per il momento zona evacuata ci sono ancora perso- Nel frattempo, il Giappone è senza sti giorni c’è molto di più: c’è l’avvio
Questo ha portato a grosse passività, che poi gli test nucleari. Possiamo stare tran- possibili. Due addetti sono stati nel ne che rifiutano di andarsene. Inten- guida. Il premier Naoto Kan ha pro- della riappropriazione sociale del-
utenti devono ripianare, e un livello professio- quilli, insomma. frattempo portati in ospedale, per so è il dibattito, tra le varie autorità, messo di dimettersi e se non contava l’acqua e dei beni comuni, c’è l’av-
nale precipitato a livelli bassissimi». Il 4 giugno è stato effettuato un cam- disidratazione. Ma possiamo stare se valga la pena continuare a insiste- molto prima figuriamoci adesso. Go- vio della costruzione di una nuova
Le passività si ripianano nel solito modo, ri- pionamento dell'aria all'interno del tranquilli, sono affidati a mani esper- re, mettendo a rischio la salute degli verno e opposizione stanno perlustran- democrazia partecipativa, c’è il pri-
toccando la tariffa. Alla Gori su questo hanno le reattore 2 per verificare quanto que- te. Ancora più tranquillizzante è la addetti alla convinzione. Nulla di do varie formule di italica memoria: mo vero stop popolare all’ideologia
idee chiare: per il 2011 viene proposto di unifica- sta sia contaminata ed eventualmen- notizia che gli operai, precettati o che preoccuparsi, comunque, se de- la più gettonata, al momento, è un liberista e del mercato. C’è il futuro,
re le tariffe dei due bacini dell’Ato3 rialzandole te permettere l'accesso agli operato- volontari che siano, avranno la possi- cidessero di andarsene, per loro so- governo di emergenza nazionale, che cui nessuno potrà sottrarsi.
verso l’alto, in via provvisoria e di urgenza, per ri. Purtroppo i risultati non stati mol- bilità di farsi aspirare il midollo spina- no pronte delle nuove case prefabbri- rappresenti tutte le forze politiche.
evitare che il buco in bilancio si allarghi, riman- to incoraggianti. I livelli sono ancora le e conservarlo. Nel caso di contami- cate, dotate di ogni comfort. Nulla da preoccuparsi, dunque, la * Attac Italia – Comitato referen-
piuttosto alti. Il che significa, ci avver- nazione e di futura contrazione della Qualcuno ha notato che i rilevatori situazione è davvero sotto controllo. dario 2 sì per l’acqua bene comune
pagina 4 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

LUI, LEI, L’ALTRO

Intesa per la risuluzione del contratto di Santoro. Cessano gli effetti della sentenza
Rai • che aveva reintegrato il conduttore. L’azienda dice no alla conferenza stampa di addio

Annozero, missione compiuta


Il giornalista verso La 7 per una DALLA PRIMA
Norma Rangeri
o più serate. Il vertice Rai dice La ragione è trasparente:
no ai lunedì di Fabio Fazio considerano il servizio pub-
blico la televisione di un par-
tito in crisi di consenso e dunque da
e cambia i palinsesti dei direttori proteggere da ogni scampolo di infor-
mazione critica.
All’indomani del catastrofico risul-
Micaela Bongi conferenza stampa per la conclusio- tato elettorale, Berlusconi aveva ac-
ne di Annozero organizzata per sta- cusato Annozero di essere la causa

L
e iniziative parlamentari per mattina a via Teulada. Motivo: un ex principale («micidiale«) della sua per-
mettere a tacere le «micidiali» dipendente non può utilizzare i locali sonale batosta politica. Annuncian-
trasmissioni Rai, minacciate da aziendali. E così volano anche i piatti. do interventi legislativi per toglierlo
Silvio Berlusconi qualche giorno fa, E il destino degli altri conduttori a di mezzo. Non ce n’è stato bisogno,
potranno ancora essere assunte. I ber- rischio? Che tempo che fa? di Fabio Fa- al lavoro sporco ha pensato Lorenza
sagli del Cavaliere sono molti. Ma Mi- zio resta confermato al sabato e alla Lei, arrivata alla poltrona della dire-
chele Santoro, la principale ossessio- domenica, ma va a vuoto il tentativo zione generale della Rai con una mis-
ne televisiva del premier, non aspet- del direttore di Raitre Paolo Ruffini di sione precisa. Portare a termine final-
ta. Questa volta se ne va davvero, ver- allungarlo al lunedì. Conferme, al mo- mente l’editto bulgaro, chiudere la
so La 7: il contratto non sarebbe anco- mento, anche per Ballarò, Report e partita televisiva ripulendo la Rai dal
ra firmato, ma la trattativa per una o Parla con me. Ma i contratti non sono giornalista considerato da Berlusco-
più prime serate è avanzata. Sicura- ancora definiti e non è escluso che - ni il suo principale competitore.
mente via dallo «spazio Santoro» su al di là della decisione del cda che do- E’ il primo passo, altri seguiranno,
Raidue assegnatogli finora dai vertici mani voterà i palinsesti - Santoro pos- il modello di riforma di Lei toglierà
di viale Mazzini perché costretti dalle sa fare da apripista almeno per Fazio. potere ai direttori di rete per assu-
sentenze dei giudici, che avevano da- Chi andrà il giovedì in prima serata su merli in capo a un ristretto vertice di
to ragione al giornalista cacciato dal- Raidue? Lo spazio in palinsesto è an- pretoriani del Cavaliere. Restare a
l’editto bulgaro e poi appunto reinte- cora vuoto, ma si ipotizza la promo- galla per altri due anni di legislatura
grato. zione di Gianluigi Paragone. non è uno scherzo e senza il control- MICHELE SANTORO
L’addio di «Michele chi?» alla tv In ballo ci sono anche le nomine, lo pieno della comunicazione televi- / ALEANDRO Economia / «DALLE PERSONE ALLE COSE»
pubblica (ma le parti non escludono con possibili incursioni nelle reti. I di- siva è una via crucis. E’ un lavoro BIAGIANTI
possibili intese future per altri pro- rettori aspettano non troppo fiducio- scientifico, programmato e persegui- A DESTRA,
grammi), anticipato ieri dalla notizia
della scomparsa di Annozero (anzi,
dello «spazio Santoro») dai palinsesti
si, ma furibondi per le modifiche fatte
dalla direzione generale ai palinsesti
da loro illustrati in cda la scorsa setti-
to con accanimento, come dimostra
la lunga, tenace censura sui referen-
dum per evitare il raggiungimento
PIERLUIGI BERSANI
/ FRANCESCO
CORRADINI
Riforma fiscale, il governo
autunnali illustrati in cda, e poi uffi-
cializzato con una nota dell’azienda,
è «consensuale». Nel senso che la Rai
mana. del quorum. TAM-TAM
pensa all’aumento dell’Iva
e il giornalista «hanno inteso definire
transattivamente il complesso conten- aliquote Iva.
zioso, da troppo tempo pendente, al- GOVERNO · Vertice a Arcore: «Maggioranza solida» Galapagos
Le tre aliquote Iva attualmente in vigore

L
trimenti demandato alla sede giudi- o slogan è «dalle persone alle cose». (4%, 10% e 20%) verrebbero innalzate di
ziaria», come si legge nella nota di via-
le Mazzini. Solo facendo «cessare gli
effetti della sentenza del Tribunale di
Lega contro Tremonti Questo significa che la riforma fisca-
le alla quale sta lavorando il governo
prevede un alleggerimento della pressione
un punto. E visto che attualmente il gettito
Iva è di poco inferiore ai 100 miliardi, ci po-
trebbe essere un maggior gettito di circa 10
Roma, confermata in appello, in ma-
teria di modalità di impiego di Miche-
le Santoro», l’azienda e il conduttore
ma il premier lo appoggia fiscale sulle persone (lavoratori, pensionati
e imprese) accompagnato da un incremen-
to della tassazione sui consumi, cioè sul-
miliardi. Resta l’incognita «evasione», ma
anche il problema dato dal diminuire le im-
poste sul reddito per poi varare un incre-
recuperano «la piena reciproca auto- l’Iva. Al tempo stesso ci dovrebbe essere mento fiscale sui consumi, anche quelli po-
nomia decisionale», scrive ancora la Iaia Vantaggiato Il punto è che ad Arcore più che un vertice una riduzione degli sconti fiscali per dedu- polari e necessari, difficili, cioè, da compri-
Rai. L’azienda (o almeno la maggio- ROMA tra Bossi e Berlusconi è andato in scena un zioni e detrazioni. In più, secondo quanto mere. Di più: un aumento dell’Iva portereb-
ranza berlusconiana), «autonoma- vertice tutto interno alla Lega. Una Lega che emerso ieri al vertice di Arcore, sarebbe al- be come conseguenza immediata un au-

M
mente» avrebbe fatto volentieri a me- inisteri al nord ma nessun vicepre- si trova nella sgradevole situazione di dover lo studio una armonizzazione delle impo- mento dell’inflazione. Il tutto mentre i sala-
no di Santoro, e il giornalista - in atte- mier.Questione - questa - che peral- fare i conti - contemporanemente - con lo ste sulle rendite finanziarie sul modello di ri di milioni di lavoratori sono bloccati. In-
sa della sentenza della Cassazione tro nel corso del vertice di ieri non scontento della base da una parte e con lo quanto fatto per la flat tax, cioè l’imposta a somma, per tantissime persone questa sa-
prevista per domani - in caso di nuo- sarebbe stata neanche affrontata così come scontro frontale dei suoi massimi vertici, dal- cifra fissa, sugli affitti. rebbe una operazione negativa. Ma si sa:
va decisione a lui favorevole sarebbe non è stata affrontata quella di un possibile l’altra. Calderoli che fa da sponda a Tremonti L’argomento fiscale è stato il cuore del Tremonti si presenterà in conferenza stam-
comunque rimasto imbrigliato nello candidato per il 2013. e Maroni che rema da solo ma non troppo vertice Pdl/Lega di ieri. La parola d’ordine pa con decine di tabelline pronte a esaltare
spazio al quale quelle sentenze aveva- Quella di ieri sarà ricordata come la giorna- perché sarebbe proprio la posizione del mini- è «avanti con le riforme economiche» per i risparmi fiscali sull’Irpef.
no finito per condannarlo, senza pos- ta del «Patto di Arcore». Noti i contraenti - stro degli Interni quella - in questo momento rilanciare la crescita che va avanti a rilento Altra cosa da non trascurare è come sarà
sibilità di studiare format alternativi, Pdl e Lega - meno chiari i termini del contrat- - più «cara» a Bossi. soprattutto nel Mezzogiorno, come hanno suddiviso tra Irpef (che dal 2006 si chiama
secondo l’interpretazione data da via- to checché ne dica Angelino Alfano che da vil- Cambia l’asse, dunque, e mentre il pre- confermato i dati Istat che per il 2010 indi- Ire) e Irap la riduzione della pressione fisca-
le Mazzini. E sempre con il fiato sul la San Martino esce radioso: «Il rapporto fra mier tifa Tremonti, il Senatùr mette nell’an- cano per il Sud una crescita di appena lo le. C’è il rischio, come ai tempi dell’ultimo
collo di Berlusconi o dei suoi esecuto- tra Berlusconi e Bossi è golo il ministro dell’Eco- 0,2% contro l’1,2% Prodi, che i lavoratori
ri (tipo Alessio Butti, il capogruppo solido e dunque la mag- nomia e scommette su della media italiana e Allo studio siano «presi per il cu-
Pdl in commissione di vigilanza che gioranza è in grado di da-
Il «patto di Arcore» Maroni, interprete di il 2,1% del Nord-Est. neo», come titolam-
cerca di piantare fantasiosi ostacoli re stabilità». scompiglia le carte. Il una base che sempre di Il governo è anche un alleggerimento mo allora per com-
per i programmi sgraditi a Arcore, co- Parla già «da segreta- più chiede provvedimen- pressato dalla Banca mentare una opera-
me le conduzioni a targhe alterne). rio» Alfano, dunque pe- Senatùr non commenta ti per le piccole e medie d’Italia che chiede di Irpef e Irap. zione nella quale la ri-
La nuova direttrice generale Loren- sa le parole scegliendo ma sostiene Maroni. E imprese e che dalle poli- una riduzione delle «Manovrina» da 8-9 duzione della pressio-
za Lei riesce dunque lì dove aveva fal- sapientemente cosa dire tiche economiche di Tre- imposte per lavorato- ne fiscale fu unica-
lito Mauro Masi, che l’anno scorso e cosa invece conviene strappa ministeri al nord monti non si sente affat- ri e imprese, una miliardi a luglio mente a beneficio
era arrivato a un soffio dalla risoluzio- tacere. Che il presidente to garantita. maggiore lotta all’eva- delle imprese e paga-
ne del contratto da dipendente Rai di del Consiglio e il leader del Carroccio siano Lo stesso Angelino Alfano non nasconde sione e, soprattutto, tagli non «lineari» alla ta dai lavoratori. In ogni caso i 10 miliardi
Santoro (ne sarebbe stato firmato un destinati ad andare a braccetto sino a fine le- quanto «della strategia di rilancio del gover- spesa pubblica. Sui tagli riferirà tra alcuni di maggior gettito Iva sono insufficienti a
altro, di collaborazione), ma l’intesa gislatura, per esempio, è più che ovvio ma su no passi per la crescita economica». L’ancora giorni Giulio Tremonti che sembra abbia, varare una manovra «epocale», come la
era inciampata sulla clausola di non che cosa si regga il loro sodalizio - soprattut- ministro, però, non entra nel dettaglio dei però, sottolineato la necessità di anticipare vorrebbe Berlusconi per riguadagnare un
concorrenza che questa volta non è to all’indomani della batosta elettorale - il ne- provvedimenti né parla della possibilità di parte della monovra correttiva da 40/45 mi- po’ di popolarità. E non basterebbe neppu-
prevista. Ed è quello che lamentano osegretario non lo dice a meno che non si una manovra entro giugno: «Abbiamo avuto liardi, prevista per il 2012-2013, già a luglio re per il varo del «coefficiente popolare»
sia i consiglieri dell’opposizione, che consideri «base» di quel sodalizio la confer- un discorso di ordine generale e non era que- di quest’anno. Si tratterebbe di una «mano- con il quale il capo del governo tenta di ri-
considerano l’addio di Santoro una ma «dell’obiettivo di pareggio di bilancio nel sta la sede in cui parlare in dettaglio ma ciò vrina» da 8-9 miliardi. portare a casa Casini. È per questo che Tre-
perdita pesante, anche in termini eco- 2014» o la promessa di una imminente rifor- che importa politicamente è che si è ulterior- Ovviamente, quando il governo parla di monti si sta muovendo per cercare di ridur-
nomici, sia quelli della maggioranza. ma fiscale. Sul fisco c'è l'accordo con Bossi e mente rafforzata la volontà di andare avanti passare «dalle persone alle cose» dice una re al massimo tutte le agevolazioni e le de-
I rappresentanti del Pd in cda, Ni- Tremonti, dice Berlusconi, «Noi vogliamo e concludere questa legislatura». mezza verità. Anzi: mente. La tassazione trazioni fiscali che attualmente - secondo
no Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten, sempre farlo, ma bisogna vedere se le condi- Il terremoto interno alla Lega - e la pesante sulle «cose», infatti, implicherebbe una im- Bankitalia - sottraggono legalmente al fi-
sottolineano anche che la trattativa è zioni ci consentiranno di farlo. L'intenzione sconfitta subita dal Carroccio - scompigliano posta patrimoniale, cioè una imposta diffi- sco poco meno di 170 miliardi. Ma c’è di
avvenuta all’insaputa del consiglio. Il è quella». Ora al Governo Tremonti piace. Lo le carte in tavola e ridisegnano alleanze. Bos- cilmente evadibile, visto che colpisce beni più: sembra che nel vertice di Arcore sia sta-
presidente Paolo Garimberti invece ri- dice chiaramente il presidente dei deputati si lo sa ma per il momento tace in attesa di reali. Ma per Berlusconi la proprietà è sa- ta anche accennata l’ipotesi di un innalza-
ferisce di essere stato informato gior- del Pdl Fabrizio Cicchitto: «Il ministro del- Pontida. E nel frattempo, almeno per placare cra e quasi nessuno nell’intero governo ci mento progressivo dell’età delle donne sog-
ni fa che erano in corso riservatissimi l’economia è ancora l’unico ad avere «il qua- il popolo padano, riesce a strappare i famosi sta a varare una mini imposta sul patrimo- gette al regime Inps. Come dire: tra un po’
contatti e di averne appreso l’esito ie- dro politico e tecnico della situazione». L’uni- «uffici di rappresentanza al nord». Non pro- nio anche nell’ipotesi di alleggerimento di anni, tutti in pensione a 65 anni. Salvo le
ri. Ma, aggiunge secco, se «spiace sem- co in grado «di realizzare la difficile e com- prio ministeri ma col tempo si vedrà. dell’imposta sui redditi. Non rimane dun- pensioni di anzianità che, in ogni caso pre-
pre perdere un professionista, ho pro- plessa operazione di combinare al necessa- L’asse Bossi- Berlusconi forse è ancora sal- que che il solito gioco delle «tre carte». Ov- vedono 40 anni di lavoro. Berlusconi sa
fondo rispetto per il diritto di ciascu- rio rigore sulla spesa pubblica che ancora do, come dice Alfano. Certo è che Berlusconi vero un alleggerimento dell’Irpef (i primi che l’argomento è impopolare e c’è anche
no di essere artefice del proprio desti- l'Europa ci chiede un intervento modulato e Bossi stanno puntando su due cavalli diver- due scaglioni) e dell’Irap (soprattutto per il rischio che un innalzamento dell’età fre-
no». Capitolo chiuso. Al punto che sulla pressione fiscale che non metta in di- si. E c’è da credere che a decidere della legi- quanto riguarda la componente del lavo- ni ulteriormente l’ingresso dei giovani nel
(ma non per volontà di Garimberti), il scussione i conti». Peccato che Tremonti ora slatura saranno - più che i leader di Pdl e Le- ro) e un contemporaneo incremento delle mondo del lavoro.
conduttore ha dovuto annullare la non piaccia più alla Lega. ga - Giulio Tremonti e Roberto Maroni.
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 5

LUI, LEI, L’ALTRO


INTERVENTO
Nella casa democratica per ora regna la concordia
Alleanze • ma i partner cominciano a mettere qualche paletto
Il nostro capitale
si chiama
entusiasmo
Cecilia D’Elia*
LA GIUNTA PISAPIA «Stiamo lavorando DE MAGISTRIS E L’IDV Ospite di

S
in armonia, ma poi le scelte finali le farò io, «Un giorno da Pecora» su Radio2, il aremo all’altezza della situazio-
questo mi ha chiesto la città», dice il sindaco sindaco di Napoli parla dell’ipotesi di Di ne? Ho nella testa questa doman-
di Milano lanciando un messaggio al Pd in Pietro di fare una sorta di Idv2: «Io in da da che sono arrivati i primi ri-
particolare. Pisapia conferma poi alcune questo momento ho a cuore Napoli, Di sultati di questa tornata amministrati-
indiscrezioni, come quella sul ruolo del Pietro fa discorsi politici». E «mi auguro va. Per esserlo bisogna intendersi in-
centrista Bruno Tabacci, possibile assessore che tutti i ragionamenti futuri siano un nanzitutto su ciò che è avvenuto. Sia-
al bilancio: «Sarò molto onorato di averlo in po’ più aperti rispetto alle solite mo alla fine di un ciclo, ad un voto che
giunta». Ci sarà l’assessorato alla sicurezza. bandierine algebriche». ha un carattere storico, o all’ennesimo
rovescio di un gatto dalle sette vite,
che continua ad avere una presa ege-
monica sulla società italiana? A me pa-
DEMOCRACK · Il leader incassa la vittoria e si avvia alla premiership. Ma innervosisce sinistra e Udc re che il crollo a Milano, la mancata vit-
toria prima e la sonora sconfitta poi a

Bersani-Vendola, primo match Napoli, l’omogeneità del voto sul terri-


torio nazionale siano la testimonianza
di uno sgretolamento del berlusconi-
smo come espressione politica nazio-
nale dell’ideologia neo-liberista. Se è
ROMA co il leader Pd si è buttato a capofitto così, essere all’altezza della situazione
nella battaglia dei referendum. vuol dire costruire proposte per l’usci-

«M
eschino», «maestrino». Che saranno uno spartiacque anche ta dal trentennio conservatore, gover-
Nichi Vendola ci pensa per la vita interna del Pd. Ieri il segreta- nare il cambiamento. E qui si misura il
su un giorno prima di at- rio ha incassato il voto unanime della superamento del vecchio schema del-
taccare Pier Luigi Bersani. Ma il leader direzione. Ma l’unanimità, lo insegna- le due sinistre. Lo ha spiegato bene
Pd capisce di aver fatto una gaffe e riag- no i due grandi partiti di cui è erede il Barbara Spinelli su Repubblica: «Pisa-
giusta il tiro. Finisce con un «positivo Pd, è sempre risultato da prendere con pia, Vendola, De Magistris guardano al
chiarimento». Ma il match di ieri fra i grano di sale. Il segretario indica le potere senza più complessi: aspirano a
due candidati alle (ancora incerte per prossime tre tappe: «Raggiungere il prenderlo, con fiducia in sé, nel pro-
la verità) primarie del centrosinistra è quorum sul referendum, fare un passo prio ragionare, negli elettori».
il segnale dell’inizio della battaglia. avanti su programmi e alleanze e inve- Pisapia ha vinto perché è stato bra-
Era successo che, domenica sul Cor- stire sul partito». Entro la fine di giu- vo e sono stati bravi quelli attorno a
riere, Bersani aveva risposto così a una gno una nuova direzione convocherà lui, certo. Ma la sua vittoria è anche la
domanda sull’affidabilità di Vendola. l’assemblea organizzativa dell’autun- dimostrazione che la società italiana è
Il quale è l’ erede politico di quel Fau- no e varerà il documento che andrà al- cambiata: chi ha meno di 35 anni è di-
sto Bertinotti che ha avuto una parte la discussione dei circoli ( e delle feste ventato adulto dopo la fine del secolo
nella caduta del primo e del secondo del partito, che stanno per iniziare, breve ed è anche per questo che l’anti-
governo Prodi: «Lo verifichiamo prima quella nazionale a Pesaro). E che con- comunismo di Berlusconi non funzio-
del voto (..) Quando dico che non vo- terrà, fra l’altro, quella che il segretario na più. La stessa fascia d’età, dove Pisa-
gliamo rifare l’Unione, intendo che definisce «messa in sicurezza» delle pia ha stravinto in termini di voti e mili-
primarie. In pratica, saranno sottopo- tanti, è quella delle nuove partite IVA
Direzione unanime. ste al voto degli organismi territoriali. I di cui ha scritto Sergio Bologna sul ma-
veltroniani, ultrà della consultazione, nifesto. Non è un caso che, al primo
Ma non si parla già sentono puzza di bruciato. turno, Pisapia abbia riportato in que-
Ma ieri non era giorno di dissensi. sto modo un vantaggio di 17 punti su
Il miracolo e le elette della «riaggiustatina» Il libro-intervista del segretario Pd Anche perché sulle primarie il segreta- Letizia Moratti. Si continuerà a guarda-
alle primarie. Almeno rio si è tenuto sulle generali. Così ha in- re alle partite IVA con le lenti dei socia-
A volte i miracoli nascondono cassato il sì incondizionato di Walter listi modernizzatori degli anni Ottanta
situazioni contraddittorie. Ha del
miracoloso la vittoria a Cagliari
del trentacinquenne Massimo
fino ai referendum
dobbiamo costruire un profilo di go-
Rassicuràti da papà Veltroni. E quello condizionato di Bep-
pe Fioroni, che ha parlato di lui come
«indiscusso candidato premier della
del secolo scorso o vi si riconosceran-
no i nuovi precari della cultura e del-
l’industria creativa, i giovani professio-
Zedda: alle primarie, contro il verno, anche sulla politica estera. Non coalizione» non in forza «dello statu- nisti, le donne che si mettono in pro-
pilastro di un Pd spaccato, unito do nulla per scontato», dice Bersani. Daniela Preziosi to» ma «di un gruppo dirigente coeso prio e chi crea nuove produzioni e nuo-
solo sul sostegno al candidato Un trattamento preventivo troppo in grado di far sì che il Pd abbia un so- vo commercio sostenibile?
Cabras la cui elezione era data agro per i gusti dell’alleato di Sel. Trat- lo candidato». Ma il Pd avrà un solo Le indagini sui flussi di voto ci dico-

N
per certa, poi al primo turno tamento fin qui non riservato, peral- on è solo per un ec- tenzione alle classi interme- candidato? Sì, se Bersani resterà così no che sia Pisapia che De Magistris
contro una destra conservatrice tro, al corteggiatissimo alleabile di cen- cesso di eleganza e di die: non è più il «ma anche» forte. Ma se il mancato quorum - pro- hanno beneficiato di un aumento del-
dominata da palazzinari e tro: che di distanze programmatiche understatement che di Veltroni, quello che faceva babile - fatalmente verrebbe letto co- la partecipazione prendendo i voti di
commercianti, infine al con il Pd ne ha in abbondanza, dal nu- Pier Luigi Bersani, il leader fare il girotondo mano nella me un ridimensionamento del «vento chi si era era astenuto negli ultimi an-
ballottaggio. Giovani, donne e cleare ai temi etici, per citare gli argo- che non metterà «mai il suo mano all’operaio Boccuzzi e che cambia». Dentro e fuori il Pd. ni. Ormai la televisione gioca un ruolo
professionalità, così sarà la mia menti all’ordine. «Considero la dichia- nome sulla scheda», ha volu- al confindustriale Calearo Che in molti aspettino l’esito dei ridimensionato (anche questo ha a
giunta, ha detto Zedda razione di Bersani un po’ pelosa nei to presentare solo dopo le am- (che infatti ora è passato di là, quesiti prima di prendere decisioni lo che fare con il tramonto del berlusconi-
promettendo autonomia rispetto miei confronti. Nessuno può mettersi ministrative il suo libro (Per com’era nelle cose), ma anco- dimostra la polemica che si apre sul smo), mentre contano la Rete e i social
ai notabilati del centrosinistra. A in cattedra e considerare gli interlocu- una buona ragione, Laterza, ra siamo con i piedi in più fianco destro del Pd. In direzione Mas- network. La campagna per Pisapia è
chi gli chiedeva se avrebbe tori come alunni da sottoporre agli esa- alle 19.30 alla Galleria Colon- staffe. Conferma le primare, simo D’Alema, fautore dell’alleanza stata orizzontale, come solo quella di
portato molte donne in giunta, mi», sbotta Vendola. E aggiunge: «Una na di Roma, modera Stefano poi subito le rimette in forse con i moderati, ieri non era in buona: Obama era riuscita a essere. Si è vista
ha risposto: mi impegno a dichiarazione un po’ meschina, figlia Cappellini, ne parla Paolo («Verrà il momento di decide- se l’è presa prima con l’Unità, per via all’opera anche in politica quella che
garantire almeno il 40% di posti di una cultura del partito un po’ invec- Mieli). Il fatto è che il tema re, con le primarie o senza»). di una pezzo che attaccava le alleanze Roberta Carlini ha chiamato «l’econo-
agli uomini. Ora, se si guarda chiata. Quelli che venivano bollati co- avrebbe «disturbato» le am- E comunque il sovrappiù di al centro. Poi con gli stessi centristi: mia del noi»: la capacità delle persone
l'elenco degli eletti e delle elette al me estremisti hanno avuto una capaci- ministrative. E il tema è, né personalizzazione e leaderi- «Le furbizie, le pigrizie, i terzoforzismi di costruire autonomamente ma insie-
consiglio comunale, si scopre che tà di apertura culturale che dovrebbe più né meno, la candidatura - smo che le caratterizza finisce del Terzo polo non hanno portato ad me ad altri nuove produzioni e nuova
dei 25 della maggioranza di essere di lezione per gli apologeti del ancorché pudicamente po- sistematicamente rubricato un successo e gli elettori del Terzo po- società. Mentre in Spagna i giovani de-
centrosinistra le donne sono 2, moderatismo. Bisogna avere più umil- sposta a una «decisione collet- accanto al «populismo» e alla lo si sono dimostrati un passo avanti ri- lusi da Zapatero occupavano le piazze
elette nelle liste di Sel. Tra i 15 tà, meno spocchia». Bersani incassa e tiva» - di Bersani alla premier- erronea «illusione di un ca- spetto ai loro dirigenti». Rispostaccia chiedendo di votare scheda bianca, Pi-
eletti nelle liste dell'opposizione le rettifica: «Per l’amor di Dio, non sono ship del futuro centro-sini- po»: quindi alla fine resta il all’Udc: sono le stesse parole «che per sapia, Zedda e De Magistris offrivano
donne sono pari a zero. Totale, io il maestrino, intendo un patto chia- stra. Quindi oggi, ben più di dubbio di cosa veramente anni abbiamo sentito da Berlusconi ai loro coetanei italiani ragioni di impe-
due consigliere su 40. Un esito ro e esigibile con il paese e penso che ieri, quello nelle pagine si tra- pensi il segretario. Esclude il che ha ossessivamente cercato di spie- gno e di schieramento politico.
che dà il segno del modo di entrambi sentiamo la responsabilità sforma da ritratto culturale e ritorno all’Unione; ma resta gare che ’un conto è Casini, un conto Questa ondata di partecipazione è il
pensare e fare la politica dei profonda di governare che deve essere umano di un leader/antilea- un mistero come si costrui- gli elettori dell’Udc che non possono frutto delle mobilitazioni degli ultimi
partiti tradizionali e rende inequivocabile e ci riguarda tutti come der a impalcatura program- sce l’auspicato nuovo «vinco- che stare col centrodestra’», dice una anni: dai precari, alla scuola, ai ricerca-
ancora più straordinaria la abbiamo dimostrato bene nelle ammi- matica di una coalizione. lo di solidarietà» fra forze coa- nota ufficiale, quindi attribuibile a Ca- tori, agli operai, al mondo della cultura
vittoria di Zedda. Un esito che nistrative». Vendola accetta la spiega- Bersani, per carattere e lizzate che, com’è il caso di sini in persona: «Errore fatale per il Ca- e ai movimenti per i beni comuni. Ha
approfondisce il fossato che zione, la polemica si chiude. Ma Bersa- scelta politica, in quest’ordi- Pd e Udc, la pensano agli anti- valiere, come rischia di essere oggi per invaso il campo in tante piazze italia-
separa i partiti, Pd in testa, dalla ni è avvertito, dal fianco sinistro. E dire ne, non si avventura in voli podi sul nucleare, su alcuni i suoi avversari». Bersani avvertito, an- ne, il 13 febbraio, un movimento di
società. Lo.C. che per non scoprire proprio quel fian- pindarici. Usa tutta la con- temi economici e su quelli eti- che da quest’altra parte. d.p. donne in cui si sono riconosciuti mi-
versazione per rassicurare il ci. Bersani lento pede istrui- gliaia di uomini. Non a caso chi si è
lettore-elettore, ridotto al sce una pratica, ma a volte la mobilitato lo ha fatto per dei candidati
rango di adolescente-dipen- politica accelera. E, nonostan- PORTA A PORTA antropologicamente diversi dalla vol-
dente pieno di paure. Del re- te il voto delle amministrati- garità e dal machismo berlusconiani.
sto, lo dice, è la sua idea di ve abbia premiato il Pd al Ma vincere le politiche non sarà faci-
«capo»: «Quello che offre Nord, la sua insostenibile len-
Formigoni-Vespa le. Che fare allora, per non sprecare
maggiore sicurezza nel coor- tezza di riflessi al Sud è alla a colpi di pungiglione questo capitale di entusiasmo e di mo-
dinare le attività di tutti». Su base della sconfitta nel Mez- bilitazione e per sfruttare davvero i
questa linea esagera persino zogiorno. Non si placa il battibecco tra il governato- cambiamenti avvenuti nella società ita-
un po’: «Uno straordinario Nel libro le domande ci so- re della Lombardia Roberto Formigoni e liana? Pochi, incontrovertibili punti.
esempio di riformatore è sta- no tutte, assicurate da due in- Bruno Vespa, cominciato con il primo Primo. Fare le primarie e dare il via
to per me Giovanni XXIII: un tervistatori di polso - Claudio che aveva lamentato di essere stato invi- ad una grande mobilitazione: un'occa-
papa che è riuscito a cambia- Sardo, commentatore politi- tato una sola volta in sei anni a «Porta a sione con cui gli elettori si registrino
re le cose rassicurando (...), co del Messaggero e indicato Porta». La polemica prosegue a colpi di come volontari per la campagna eletto-
senza indurre ansie». dai boatos come imminente dati di ascolti e di presenze in trasmissio- rale del centrosinistra. Secondo. Stabili-
In effetti la lettura rassicu- direttore dell’Unità, e Miguel ne. Con Formigoni che dice a Vespa di re una volta per tutte che l’alternativa
ra, anche troppo. Si appren- Gotor, giovane storico con al- aver perso pubblico e autorevolezza an- parte dalla coalizione e dalle forze
dono le sue idee di buon sen- l’attivo due bei libri sulle car- che perché «non chiama i protagonisti (non solo politiche) che hanno vinto
so, ma poi si resta sulle gene- te di Moro. veri» e il secondo che invece dice no, gli in tante città e tante province. Terzo.
rali. Il Pd deve «radicarsi negli Le risposte di Bersani, inve- ascolti aumentano quanto all’autorevolez- Dare una risposta politica (in termini
interessi con un’idea di socie- ce, benché lui si profonda, ci za «dovremo invitare Formigoni per recu- di idee e di metodi) alla parte di socie-
tà», ma quando poi gli interes- sono molto meno. E alla fine perarla». E il conduttore stila anche un tà che si è mobilitata in questo ultimo
si entrano in conflitto non è se ne esce tranquilli e scon- elenco delle presenze del governatore anno: priorità alla cultura, welfare, la-
chiaro dove il Pd si collochi. Il tenti. Con l’impressione che che non ci sta e insiste: «Vespa, Vespa, voro, redistribuzione del reddito, «eco-
partito si impegna «a ridurre è difficile dargli torto, ma di le bugie hanno le gambe corte e il tuo nomia del noi» e sostenibile.
le disuguaglianze dei ceti più questo (lento) passo sarà dif- pungiglione è fatto a boomerang». In at- *(Vicepresidente Provincia di Roma,
poveri» ma insieme a dare at- ficile dargli ragione. tesa della prossima puntata. Presidenza nazionale Sel)
pagina 6 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

ITALIA
FIAT · Fim, Uilm, Fismic soccorrono Marchionne: parti civili in difesa della truffa di Pomigliano

Sindacati gialli contro la Fiom


Loris Campetti MINEO
«VOGLIAMO L’ASILO»,

L
o scalpo da conquistare è quel- OCCUPATA LA STATALE
lo della Fiom. Ieri le truppe Non si fermano le proteste degli immigrati
cammellate dell’amministrato- nel «Villaggio della solidarietà» di Mineo, in
re delegato Fiat Sergio Marchionne Sicilia, aperto dal governo per affrontare
sono arrivate al tribunale di Torino l’ultima emergenza sbarchi. Circa un centi- CENSIS
per costituirsi parti civili nel proces- naio di migranti rinchiusi hanno occupato
so che vede da una parte il Lingotto ieri le due carreggiate della statale Cata- Italia oggi,
e dall’altra i metalmeccanici della nia-Gela. Motivo della protesta: i gravi ritar-
Cgil. Sotto accusa è la newco di Pomi- di nell'insediamento delle commissioni che il far west
gliano, la nuova società voluta dalla dovranno stabilire lo status di rifugiato poli-
multinazionale dell’auto e imposta, tico dei richiedenti asilo. L'ex residence dei depres
con la complicità di Fim e Uilm, at- degli Aranci della struttura etnea ospita
traverso un referendum truffa in cui circa 2.000 migranti, la maggior parte dei
si chiedeva ai dipendenti: vuoi il lavo- quali richiedenti asilo. Ida Dominijanni
ro o i diritti? La maggioranza ha scel-

«S
to il lavoro senza diritti, ma era una ROMA regolazione pulsionale»
scelta libera? E rispettosa della legi- CACCIATI DAL CENTRO, TUNISINI era stata la diagnosi, du-
slazione vigente, dello Statuto dei la- BLOCCANO STAZIONE TERMINI ra, del disagio italiano
voratori e della Costituzione? Analo- Protesta a sorpresa, con blocco stradale, stilata dal Rapporto Censis nel di-
go ricatto è stato imposto ai lavorato- ieri sera di fronte alla stazione Termini a cembre scorso: una società malata
ri di Mirafiori e infine ai 1.092 dipen- Roma. 150 tunisini si sono infatti trovati in nell’inconscio, dominata dall’impe-
denti della Bertone. via Giolitti dopo essere stati cacciati dal rativo al consumo e al godimento
Dunque la Fiom si è rivolta alla centro di Castelnuovo di Porto, dove erano ma priva di desiderio, regolata da
magistratura e il 18 di questo mese ospitati da oltre un mese. «Non ci sono un ginepraio inefficace di norme e
si terrà la prima udienza. La novità state fornite spiegazioni ufficiali, ma qualcu- di poteri ma priva di legge e di au-
di ieri sta proprio nel regalo portato no ci ha detto che il Comune di Roma ha torità simboliche in grado di orien-
a Marchionne dai tre re magi, Fim, esaurito i fondi per il nostro sostentamen- tarne le scelte e gli investimenti. Sei
Uilm e Fismic che hanno deciso di to. Ora ci siamo riuniti tutti a Termini e sia- mesi dopo, a suffragare questa dia-
difendere il «loro» accordo, la fuga mo decisi a restare qui fin quando non gnosi arrivano dal Censis i dati di
della Fiat da Confindustria, la can- saremo ospitati in un altro luogo», hanno un’indagine specificamente dedica-
cellazione del contratto nazionale spiegato. ta a «La crescente sregolazione del-
di lavoro sostituito da uno azienda- le pulsioni». Siamo sempre lì: crisi
le in cui è vietato scioperare e am- BARI dell’autorità e declino del desiderio
malarsi è un rischio che si paga pro- PARTITA VIETATA, stringono come in una tenaglia la
fumatamente. Il «loro» accordo pre- RIVOLTA NEL CIE: 11 ARRESTI vita quotidiana, costellandola di
vede anche l’esclusione dalla fabbri- Non passa una settimana che nel Cie di sintomi di disagio allarmanti. Qua-
ca dei sindacati non firmatari del Bari non avvenga una rivolta. L’ultima nella li? Al primo posto, manifestazioni
nuovo «contratto»: la Fiom non po- notte tra sabato e domenica. Tutto è parti- diffuse di una aggressività stri-
trà svolgere attività sindacale né to dalla richiesta di vedere in tv la partita sciante che non si riesce a contene-
avere delegati perché, e questa è la di calcio Marocco-Algeria. Al diniego, è re: minacce e ingiurie, lesioni e per-
cosa più scandalosa, agli operai sa- esplosa la protesta, che è poi proseguita cosse crescono rispettivamente del
rà negata la possibilità di scegliere i con un tentativo di fuga di nove tunisini. 35,3 e del 26,5 per cento in cinque
propri rappresentanti che verranno Tre militari dell'esercito, accorsi insieme a anni, e parallelamente aumenta-
nominati direttamente dalle orga- /FOTO ALEANDRO BIAGIANTI polizia e carabinieri, sono rimasti feriti, ri- no i reati sessuali (26,3 per cento in
portando contusioni e fratture. All’alba l’«or- più), perché si sa che è in primo
chiedevano a lui e al presidente dine» è tornato: gli 11 marocchini e tunisini luogo nei rapporti fra i sessi che si
Il 18 giugno a Torino Elkann una foto. I due big, magnani- SCUOLA arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di scarica l’aggressività (maschile).
si aprirà il processo mi, sono scesi dalla vettura e si sono
La protesta delle elementari Bari. Non bastasse, a fare da pendant c’è
concessi ai fotografi e ai bambini che il diffondersi dell’idea che di fronte
contro il nuovo simpaticamente hanno gridato «For- in assemblea al ministero BERGAMO a questi comportamenti ci si fa giu-
contratto Fiat za Juve», strappando un sorriso a REDDITO MINIMO PER RESIDENZA stizia o comunque ci si regola da
John e a Sergio. Per smentire i mali- SOSPESA ORDINANZA LEGHISTA sé: per l’85 per cento degli italiani
che cancella i diritti gni che parlano di fuga della Fiat da Continua la protesta contro il taglio di 19.700 A una a una crollano anche le ordinanze ognuno è arbitro dei propri com-
Torino e dall’Italia, Marchionne ha docenti e 14.500 personale tecnico ammini- «securitarie» dei comuni leghisti del nord portamenti, e per il 48,5 (il 61 nelle
nizzazioni firmatarie. detto che l’impegno in Italia «è chia- strativo nella scuola. Ieri il coordinamento del- Italia. Grazie al ricorso della Fiom, il comu- grandi città) ci si difende da soli,
Inutile chiedersi cosa se ne farà ro». Forse a lui, visto che né il gover- le scuole elementari di Roma ha organizzato ne di Palosco, in provincia di Bergamo, è con le buone o con le cattive. Più o
Marchionne di sindacati «gialli» co- no né i sindacati hanno avuto l’ono- un’assemblea sulle gradinate del ministero stato costretto a sospendere «in via caute- meno per tutti, le regole sono relati-
me Fim, Uilm e Fismic e come pensi re di vedere il piano industriale Fiat, dell’Istruzione a viale Trastevere contro l’ipote- lativa» l’ordinanza che imponeva agli immi- ve e facilmente aggirabili, e i com-
di gestire le fabbriche senza il con- mentre gli operai ancora aspettano i si di accoperamento delle classi. Genitori, insegnanti e personale amministrati- grati di avere un reddito minimo di 5mila promessi auspicabili. Una specie
senso del sindacato più rappresenta- famosi 20 miliardi di investimenti vo hanno nuovamente chiesto che il prossimo anno le classi a tempo pieno euro per poter richiedere la residenza. La di Far West, ma, ahinoi, senza la fe-
tivo (i no a Mirafiori hanno sfiorato il nel nostro paese, per non parlare dei funzionino con due insegnanti, quelle con alunni diversamente abili non superi- sospensione dell’ordinanza del sindaco licità della Nuova Frontiera: in tan-
50% e l’hanno superato tra gli operai nuovi modelli di automobili. Ama co- no il tetto dei 20 studenti e che non si arrivi mai ad avere 28 bambini per clas- leghista arriva tre mesi dopo che il tribuna- ta sregolata spensieratezza non au-
alle catene di montaggio, quelli desti- sì il nostro paese, Marchionne, che se. A Roma nel 2011-2012 ci saranno quasi 3.500 cattedre in meno, di cui le di Bergamo ha accolto il ricorso del sin- menta l’energia ma la depressione,
natari della ricetta Marchionne). Inu- nei prossimi giorni, prima di riparti- 1.989 nelle superiori e 906 nella primaria, mentre gli iscritti saranno 1.636 in dacato per il caso di Ashraf Tahir, ex opera- e non prospera la libertà ma la di-
tile chiederselo, perché l’ad Fiat dei re per gli Stati uniti, incontrerà il nuo- più. Con i tagli ci saranno 111 classi in meno, di cui 52 a tempo pieno. A livel- io disoccupato di origini pachistane, soste- pendenza. Le prove: in dieci anni il
sindacati non se ne fa nulla, neanche vo sindaco di Torino, Piero Fassino. lo nazionale, gli alunni che avranno il tempo pieno saranno 21.798, l’anno nendo che non si può discriminare nessu- consumo degli antidepressivi è più
di quelli subalterni che però, per ac- Quello che ha sempre suggerito agli scorso erano 22.115. Le prime a tempo pieno sono passate da 1.000 a 986. no per via del reddito. che raddoppiato, i giovani fra il 18
caparrarsi le briciole che cadono dal operai di votare sì ai ricatti Fiat. e il 24 anni che esagerano con l’al-
tavolo del capo, sono pronte a umi- La maggioranza del capitale Chry- cool sono passati dal 14,9 al 16,6
liarasi persino in tribunale, offrendo sler conquistata dalla Fiat con l’ac- per cento e di due punti sono au-
quello che il responsabile auto della quisto delle azioni del governo Usa è Calcioscommesse /APERTA UNA SECONDA INCHIESTA mentati anche i consumatori di co-
Fiom, Giorgio Airaudo, chiama «am- solo un primo passo. Ora si tratta di ca in carico nei Sert, a fronte però
pio soccorso». sloggiare il sindacato Uaw, proprieta- di una diminuzione dell’uso com-
Come ha ripetuto nei due mondi
della Fiat, America e Italia, Marchion-
ne è infastidito dal fatto che, mentre
rio con il fondo Vaga del 41% del ca-
pitale e necessitato ad accettare an-
che proposte poco lusinghiere per
Serie A, l’ombra della camorra plessivo di droghe.
Per il Censis la radiografia è cri-
stallina: in una società con valori
nel nuovo mondo gli operai e «la gen-
te» gli fanno ponti d’oro, dalle nostre
parti lo contestano, per dirla con
riuscire a pagare le pensioni dei di-
pendenti. E c’è un’altra casamatta
da conquistare: si tratta della quota
sullo stadio san Paolo di riferimento sempre più fragili e
ideali comuni sempre più consun-
ti, i comportamenti non trovano
Crozza gli tirano un gatto morto sul dell’1,7% ancora in mano al governo legge, l’assenza di legge spegne il de-
vetro dell’automobile. Ieri però l’uo- canadese a cui Marchionne ha offer- NAPOLI tratterebbe di un giro pesante di scommesse clandesti- siderio, il desiderio spento genera a
mo dei miracoli si è preso la sua bel- to 125 milioni di dollari. Il Canada ne, partite truccate con il coinvolgimento di giocatori. sua volta depressione e dipenden-

N
la rivincita: un bagno di folla alla fe- può rifletterci, ma con il passare del el giugno dello scorso anno Mario Balotelli è sta- Protagonisti al posto degli Zingari sarebbero gli scissio- za. E bene fa l’istituto di De Rita a
sta dell’arma dei Carabinieri, a Tori- tempo, ha precisato Marchionne, to avvistato a Scampìa sotto braccio di due nisti e il boss Eduardo Fabbrocino, che dal Lotto G di ribadire ancora una volta che si
no, con i bambini di una scuola che l’offerta potrebbe anche cambiare. esponenti della camorra: Salvatore Silvestri del Scampìa, gestisce gli affari per conto del clan. tratta di una crisi antropologica e
clan Lo Russo e Biagio Esposito degli scissionisti. L’ex La lente degli investigatori sarebbe puntata su diver- psicologica, illegibile con le lenti
giocatore dell’Inter, ora stella del Manchester City, ha se partite, ma si concentrerebbe su una, Napoli-Parma tradizionali dell’analisi sociale e
fatto un giro nel rione dei Puffi nel più grande centro di giocata il 19 aprile 2010. A riguardo c’è anche un’infor- politica. Ma qui il discorso si po-
spaccio della Campania, e proprio in questo tour tra le mativa della polizia giudiziaria dove si mette in rilievo trebbe agevolmente rovesciare, per-
piazze della droga è stato visto dai carabinieri che han- che «molte persone riconducibili ai clan Lo Russo e de- ché quella crisi della rappresentan-
no informato la Dda. gli scissionisti, durante l’in- za che da decenni paralizza il cir-
Un calcio al segreto Pare che sia registrato anche tervallo tra il primo e il se- cuito fra politica e società di fronte
questo episodio nel filone na- NAPOLI-PARMA condo tempo abbiano ef- a questa radiografia del disagio
Un numero davvero eccessivo di commentatori sta gridando «salviamo il poletano sul calcioscommesse, Sotto la lente la partita fettuato svariate scommes- sembra sciogliersi invece in una
calcio». E danno sinceramente un po’ fastidio, perché queste storie di che parte dall’inchiesta madre del 19 aprile 2010, finita se con puntate piuttosto perfetta specularità fra scena socia-
scommesse e partite truccate è vecchia quanto gli omicidi in famiglia. Ma cremonese. Non ci sono con- 3 a 2, con risultato elevate sulla vittoria del le e teatro politico. Non è forse l’ag-
soprattutto perché, nei commenti, non si riesce a trovare un rimedio diverso ferme ufficiali in procura, ma il ribaltato nel secondo Parma». Quella partita è gressività verbale e verbosa la cifra
dal «ritorno alla moralità». La quale, poverina, cammina sulla coscienza fascicolo esiste e vede coinvol- tempo, per la squadra stata effettivamente vinta del confronto politico teletrasmes-
degli uomini. E negli anni della Arcore by night non le si può chiedere ta la camorra che avrebbe ma- ospite. A bordo campo dal Parma (al san Paolo fi- so? Non è stata la violabilità e l’ag-
molto. Non si può fare niente, dunque? Viene in mente il povero Michael nipolato i risultati delle partite il figlio del boss Lo Russo nisce 3 a 2, risultato ribalta- girabilità delle regole la religione
Jordan, inarrivabile stella dei Chicago Bulls che, finita la carriera, si mise di serie A. Le indagini coordina- to tra il primo e il secondo del berlusconismo? Non è stato
per un po’ a giocare a golf in modo amatoriale. Un giorno gli si te dal procuratore aggiunto tempo). «Non si può tra- l’impasto di seduzione e violenza
presentarono davanti due «federali» dell’Fbi sventolando un assegno a un Gianni Melillo, sono state affidate al pool di magistrati scurare che a bordo campo era presente Antonio Lo la sua pratica esibita della sessuali-
gambler, con la sua firma. 13.000 dollari, uno sfizio distratto, per uno con che si occupano da oltre un anno di reati da stadio, An- Russo, figlio di Giuseppe Lo Russo, - commentano i ca- tà? Il "miracolo" promesso e man-
quel patrimonio. Michael aveva scommesso su se stesso, s’era dato tonello Ardituro, Danilo De Simone, Vincenzo Ranieri e rabinieri - storico esponente del clan criminale». cato dal Cavaliere non ha funzio-
ovviamente «vincente». Nessun trucco, nessuna combine. Semplicemente, Paolo Sirleo. L'indagine è stata avviata di recente per «Le vicende che stiamo seguendo - ha detto il procu- nato come una massiccia e inutile
come giocatore, anche se amatoriale, non poteva farlo. Un allarme era l'ipotesi di reato di frode sportiva e sarebbe un’inchie- ratore capo Giandomenico Lepore - sono molto diverse dose di antidepressivo su una socie-
scattato da qualche parte, nei meandri dei movimenti di conto corrente; e sta differente da quella che coinvolge il clan D’Alessan- da quelle emerse nel corso dell’inchiesta nota come Cal- tà svuotata di desiderio? Il punto,
qualcuno aveva fatto due più due. Qui da noi, dice l’inchiesta, un dro e che nei mesi scorsi ha portato a diversi arresti lega- ciopoli. Non sono coinvolti arbitri, per esempio, e an- adesso, è spezzare la dipendenza:
nullatenente ufficiale può movimentare centinaia di migliaia di euro in un ti a un giro di puntate in nero su partite minori di Lega che i nomi dei calciatori che potrebbero avere avuto un anche i cocainomani, talvolta, ci
solo giorno, senza che scatti almeno la curiosità, se non un allarme. Qui da Pro. Questa volta invece, come nel caso di Cremona, si ruolo negli illeciti non sono ancora certi». fr. pil. riescono, e gli ultimi segnali sono
noi, infatti, c’è il segreto bancario. A proposito di moralità... Fucik incoraggianti.
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 7

INTERNAZIONALE

America latina • Il paese Eldorado delle transnazionali minerarie si unisce agli altri
della reagione che virano dal neo-liberismo senza freni verso un governo di centro-sinistra

OLLANTA HUMALA FESTEGGIA LA VITTORIA NELLA NOTTE aumentare la tassazione dei profitti mine- lano, convincendo settori di classe media e
DI DOMENICA NELLA PLAZA DOS DE MAYO NEL CENTRO rari per finanziare programmi sociali. Per- alta che difficilmente si sarebbero inclinati
DI LIMA/FOTO REUTERS ché finora, il benessere peruviano non è ar- per Ollanta, e poi ha dichiarato che «il fasci-
rivato né alle Ande, devastate dall’estrazio- smo è stato battuto». Le preoccupazioni
ne di minerali, né alla selva, inquinata dal- dello scrittore per una maggiore giustizia
le compagnie petrolifere, ed è rimasto con- sociale, il suo rifiuto di un ritorno al passa-
La vendetta di Vargas finato alla costa, alla capitale e ad alcune to, rappresentato dalla candidatura di
città, escludendo il resto del paese. Anche Keiko, gli hanno procurato nuove simpa-
Llosa, che non ha Ollanta, parlando nella notte di domenica tie. C’è chi ha ricordato che nel 1990 Var-
alla folla festante nella Plaza Dos de Mayo gas Llosa fu sconfitto nel secondo turno
dimenticato la che gli urlava «sì se puede», ha cercato di delle presidenziali proprio da Fujimori, ed
sconfitta patita da tranquilizzare sul suo governo che sarà di è per questo che esecra particolarmente il
«concertación nacional» e di «base ampia». decennio della dittatura. Anche se rimane
Alberto Fujimori nel ’90 Riscattatosi dalla sconfitta nelle prece- l’uomo che più di ogni altro detesta la sini-
denti elezioni presidenziali del 2006, quan- stra, in America latina e altrove.
Gianni Proiettis do arrivò ugualmente al secondo turno ma Se in qualcosa coincidono il popolo di si-
LIMA perse di fronte ad Alan García, Ollanta deve nistra e la destra liberale che si sono unite
buona parte della sua vittoria – difficile cal- per sostenere Ollanta Humala, è una con-

D
omenica pomeriggio, chiusi i seggi colare quanto – all’appoggio dello scrittore danna della corruzione incarnata dal fuji-
e cominciato lo spoglio delle sche- Mario Vargas Llosa e dell’ex-presidente morismo e il riconoscimento della necessi-
de, la vittoria di Ollanta Humala Alejandro Toledo, che ha dichiarato per pri- tà di una redistribuzione del reddito e della
nel ballottaggio dell’elezione presidenziale ma cosa che «è arrivata l’epoca della ricon- ricchezza. Ma le forze contrarie a questi
sembrava solida. L’inchiesta a boca de ur- ciliazione». Toledo si riferiva alla polarizza- due principi, i grandi interessi costituiti,
na, frutto di interviste all’uscita dei seggi, e zione provocata dalla campagna elettorale, non sono da poco. Lo si è visto nell’ultima
il conteggio rapido, basato su proiezioni, in cui sono volati stracci e colpi bassi. fase della campagna elettorale, con la mag-
gli davano un vantaggio di più di 4 punti su In quanto al premio Nobel Vargas Llosa, gioranza dei media impegnati in una guer-
Keiko Fujimori, la figlia dell’ex-presidente va riconosciuto che ha creato un effetto vo- ra sporca contro Ollanta, seminando odio
incarcerato. Poi, con il passare delle ore, il e menzogne – come quella dell’ambascia-
vantaggio si è ridotto e alle 10 di sera tore Usa Roger Noriega su presunti finan-
l’Onpe (l’ufficio elettorale) dichiarava che ziamenti occulti dal Venezuela.
lo scarto, con il 78% dei voti scrutinati, si
era assottigliato: 50,087% per Ollanta,
49,913% di Keiko, poi ritornava fra i 2-3
punti di scarto (col 90% scrutinato, 51.3
contro 48.6%).
Mentre l’ex-militare nazionalista, che
non piace a Washington e ha riunito die-
Anche il Perù va Ci vorrà ancora qualche tempo per valu-
tare compiutamente le ragioni del succes-
so di Ollanta, che ha saputo cambiare il
suo passato di comandante rivoltoso ami-
co di Hugo Chávez per un’immagine rassi-
curante di statista moderato e includente,
dando prova di pragmatismo.
tro di sé la sinistra e non solo, dava un di-
scorso trionfale nella affollatissima piaz-
za Dos de Mayo, una parte dei suoi segua-
ci, riuniti nella coalizione Gana Perú, ma-
nifestava di fronte alla sede dell’Onpe,
massima autorità elettorale, per stabilire
una presenza vigilante e scongiurare la
Adesso tocca a Humala Quello che stupisce è come i poteri forti
in Perù – l’oligarchia nazionale (e il presi-
dente Alan García) insieme al capitale tran-
snazionale e gli interessi Usa - non abbia-
no trovato un cavallo migliore di Keiko.

minaccia di una frode.


La giornata elettorale non è stata pro- Il candidato Profilo / LA CONTROVERSA FIGURA DEL NUOVO PRESIDENTE PERUVIANO
prio tranquilla. Sono stati effettuati 417 ar-
resti legati alle elezioni e, nel dipartimento nazionalista e alleò con il partito Unión por el Perú, di cen-
di Cuzco, Sendero Luminoso – a quanto di-
chiarano le autorità - ha attaccato un con-
tingente di militari che trasportavano mate-
(speriamo) di sinistra Il guerriero che tutto vede tro-sinistra, e presentò una lista comune, con
lui candidato alla presidenza, nelle elezioni
dell’aprile 2006. Ollanta anche allora fu il più
vince di stretta
riale elettorale, uccidendo 3 soldati e feren-
done altri 5. Curiosa apparizione di un fan-
tasma, giusto il giorno delle elezioni. misura il ballottaggio
L’irresistibile ascesa di Ollanta votato ma perse il ballottaggio di giugno con
Alan Garcia (52%-47%): il suo passato e la sua
ammirazione per il venezuelano Hugo
Ma a parte questo, l’elezione si è svolta Chávez gli valsero la sconfitta, anche se vinse

I
normalmente anche nelle zone più con- con Keiko Fujimori l guerriero che tutto vede, questo significa giorni, Ollanta depose le armi, fu imputato di in 15 dei 24 dipartimenti. Nel dicembre 2010
flittive, come il distretto di Puno, dove le Ollanta, nome di origine inca che gli die- ribellione e amnistiato in dicembre dal gover- ha ripresentato la candidatura per le elezioni
forti agitazioni degli ultimi tempi contro Keiko Fujimori. Il risultato finale mostra dero suo padre e sua madre quando nac- no transitorio del presidente Valentín Pania- del 10 aprile scorso come candidato della coa-
le industrie minerarie sono state sospese che nell’elettorato la volontà di cambia- que, il 27 giugno 1962. Suo padre, Isaac, un av- gua. Fu reintegrato nell’esercito, nel 2002 pre- lizione Gana Perú, composta da partiti e per-
in segno di tregua, malgrado le provoca- mento ha prevalso, seppure di poco, sulla vocato del lavoro, di lingua quechua e sosteni- se un master in scienze sociali alla Pontificia sonalità di sinistra anche se lui dice di essere
zioni governative. domanda di continuità. tore dei valori andini tradizionali, fondatore università cattolica di Lima, fu nominato ad- solo nazionalista, «né di destra né di sinistra».
La vittoria di Ollanta non è stata omoge- Oscar Dancourt, portavoce di Gana Pe- dell’«etnocacerismo» - un mix di ultra- nazio- detto militare presso l’ambasciata peruviana Dal 2006 al 2011 ha molto moderato il suo
nea: mentre la «sierra» - la regione andina rú in materia di economia, ha rassicurato nalismo e di rivendicazioni della «raza cobri- di Parigi e poi di Seoul (meglio tenerlo lonta- discorso, ha mollato il modello Chávez per il
- e la «selva» - la regione amazzonica - han- immediatamente i mercati, affermando di za» (la razza scuro-rossiccia dei popoli origi- modello Lula (che gli ha mandato un paio di
no mostrato una chiara preferenza per il voler «conservare la crescita economica» e nari) -, sua madre, Elena Tasso, una pedagoga Ha 49 anni, è figlio consiglieri per la campagna elettorale): come
leader del partito nazionalista, Lima e la dichiarandosi per un governo aperto all’op- e avvocata figlia di un immigrato italiano. Lula scrisse nella campagna del 2002 una «let-
costa hanno votato in maggioranza per posizione, anche se ha ammesso di voler Ollanta Moisés Humala Tasso ha studiato di un avvocato ultrà tera al popolo brasiliano», anche Ollanta nel
nel Collegio peruviano-giapponese «La 2011 ha scritto una «lettera al popolo peruvia-
Unión» di Lima, poi pare che volesse studiare del nazionalismo andino no» in cui dava garanzie sulla democrazia, le
zootecnia ma invece entrò nella Scuola milita- e di una pedagoga libertà civili, la proprietà privata, il modello
re di Chorrilos da dove uscì con il grado di te- economico, pur con i necessari cambiamenti
di origine italiana
HUMALA · Usa «pronti a collaborare», ma borsa e sol cadono nente nel 1984. In servizio nelle zone amazzo-
niche di Tingo María e Madre Mía, fra il ’91 e
per renderlo includente e far arrivare almeno
una parte della «bonanza» del paese che è più
Dopo aver fatto il possibile per sostenere Keiko Fujimori, gli Usa devono far buon viso a cattivo gioco il ’92 in piena guerra contro Sendero lumino- no) e a fine 2004 il presidente Alejandro Tole- cresciuto in Americal latina nell’ultimo decen-
e dicono di essere pronti a lavorare con Humala. Arturo Valenzuela, il principale responsabile dell’am- so, fu poi accusato di assassini e abusi contro do lo passò al ritiro. Pochi giorni dopo, l’1 gen- nio (media 5% l’anno) ai settori più poveri ed
ministrazione Obama per l’America latina, ha assicurato che Washington è «assolutamente intenziona- la popolazione civile ma le indagini non porta- naio 2005, suo fratello Antauro ci riprovò e si esclusi della popolazione, che per almeno un
ta» a lavorare con il nuovo presidente peruviano. Intanto però i mercati finanziari reagiscono male. La rono a nulla. A fine anni ’80 fondò insieme ad sollevò nella località andina di Andahuaylas, terzo vive in condizioni di povertà estrema.
Borsa di Lima ieri ha perso più del 12% mentre il «sol», la moneta peruviana, è caduto dell’1.5% ob- altri ufficiali e a suo fratello Antauro un grup- un tentativo che si concluse con 6 morti. Ci fu- La guerra sporca contro di lui da parte di
bligando la banca centrale a vendere 215 milioni di dollari per cercare di fermare la caduta. Le azioni po clandestino nell’esercito chiamato «Milita- rono accuse contro Ollanta di essere il man- quasi tutti i media sembra aver avuto un effet-
delle principali compagnie minerarie presenti in Perù hanno perso più del 15%, timorose per l’annun- ri etnocaceristi». Fu questo gruppo, e in parti- dante, ma non si è potuto mai dimostrare nul- to boomerang. Il 10 aprile finì primo con il
cio di Humala di voler rivedere le (ridicole) imposte sui minerali estratti ed esportati dal paese. Anche colare Ollanta e Antauro più altri 72 militari la (il fratello è stato condannato a 25 anni). 31.7%, dopo che in marzo arrancava dietro
le principali compagnie minerarie del Cile, con partecipazioni in Perù, hanno registrato perdite. Idem i che promossero una ribellione contro il gover- Nel febbraio 2005 Ollanta insieme con sua agli altri candidati. Il 5 giugno ha vinto con il
bond peruviani a New York. Kurt Burneo, consigliere economico di Humala ed ex ministro delle finanze no di Alberto Fujimori, il 29 ottobre 2000. moglie Nadine Heredia (hanno tre figli) fondò 51%, anche per effetto dei fantasmi del fujimo-
(nonché forse il prossimo), ha messo in guardia contro le manovre speculative in corso: «Quelli che Scappato Fujimori in Giappone di lì a pochi il Partito nazionalista peruviano (Pnp) che si rismo incarnati da Keiko. m.m.
stanno speculando si bruceranno le dita e perderanno i soldi, perché la situazione è molto solida».
pagina 8 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

INTERNAZIONALE
PORTOGALLO · Socrates come Zapatero in Spagna: una disfatta per i socialisti (e la sinistra)

Tutto il potere alla destra


Goffredo Adinolfi SIRIA
LISBONA LA TV DI STATO: 120 AGENTI
«UCCISI DA GANG ARMATE»

A
lla fine i risultati delle elezioni porto- La tv di stato siriana ha riferito ieri che
ghesi di domenica sono peggiori del- 120 agenti delle forze di sicurezza sono
le aspettative. Come è accaduto per stati uccisi nella città nord-occidentale di
Zapatero e il Psoe nelle amministrative in Jisr al-Shughour, in diversi episodi di at- PROCESSOSTRAUSS-KAHN
Spagna del 22 maggio, anche in Portogallo tacco di «gang armate» entrate in città
il premier socialista José Socrates (che si è lunedì. Non c’è al momento alcuna con- «Io non colpevole»
dimesso dalla direzione del partito nella ferma indipendente di questa notizia, che
notte stessa di domenica) e il Partido Socia- arriva il giorno dopo che, secoondo attivi- Le cameriere:
lista hanno subito un’autentica disfatta (e sti per i diritti umani, scontri tra manife-
perso 500 mila voti). Il Partido Social Demo- stanti e polizia hanno fatto 35 morti (tra «Devi vergognarti»
crata (Psd) di centro-destra, guidato da Pe- cui anche dei poliziotti). Ora la tv parla di
dro Passos Coelho (che guiderà il prossimo uomoni armati che hanno preso alcune
governo presumibilmente dalla fine del zone della città, terrorizzando gli abitanti Anna Maria Merlo
mese), ha vinto e ha vinto bene: 38% con- e perpetramndo «un vero massacro»; per PARIGI
tro il 28%, 105 deputati sui 230 del parla- riportare la calma, aggiunge la tv di stato,

L
mento unicamerale contro 73. E 24 dell’al- le forze di sicurezza hanno inviato rinforzi. a tanto attesa udienza di
tro partito di destra, il Cds-Pp di Paulo Por- Il governo siriano ha più volte affermato fronte alla Corte suprema
tas (11.7%, il miglior risultato in 28 anni), la tesi che tutte le proteste delle ultime di New York è durata solo 4
probabile alleato nel prossimo governo settimane sono disordini provocate da minuti. Dominique Strauss-
che godrà di una maggioranza assoluta di bande armate. Sarebbe la prima volta Kahn, ex direttore del Fondo Mo-
129 deputati. Anche la sinistra «radicale» è però che le forze di sicurezza ammettono netario ed ex probabile candida-
stata travolta dall’ondata di destra: il Pcp perdite così alte. Un testimone dice inve- to socialista alle presidenziali del
(più i verdi) fermo al 7.9% e 16 seggi e il Blo- ce al canale in arabo della Bbc che i ma- 2012, si è dichiarato «non colpe-
co de Esquerda caduto dal 9.8% al 5.2% (e 4 nifestanti non sono armati. vole» delle accuse che lo hanno
seggi). Per la prima volta dalla Rivoluzione fatto arrestare il 14 maggio scor-
dei garofani del ’74, tutto il potere è in ma- PEDRO PASSOS COELHO. SOTTO, ATENE IN PIAZZA/REUTERS MESSICO so, per stupro, violenze sessuali,
no alla destra: la presidenza della repubbli- DISTRUTTI AL CONFINE USA sequestro di persona, ai danni di
ca (Anibal Cavaco Silva), il capo del gover- drà al governo con il Psd, l’ha detto nel suo QUATTRO «NARCO CARRARMATI» una cameriera dell’albergo Sofi-
no (Passos Coelho), il presidente del parla- discorso post-elettorale: bisogna mettere GRECIA Militari messicani hanno sequestrato e tel di New York. Ieri, Dsk, arriva-
mento (eletto da Psd-Ccs). mano alla costituzione. distrutto quattro camion speciali, corazza- to con il volto truce accompagna-
I media di qui sottolineano con grande Ideologia, il problema è che funziona. Necessari altri «aiuti», ti con un’armatura d’acciaio, usati dal to dalla moglie, la giornalista An-
enfasi ed entusiasmo che un ciclo è finito e
finalmente se ne apre uno nuovo. Non si
La Bce e la Commissione europea permet-
tono agli speculatori di fare quello che vo-
la piazza dice «basta» cartello del Golfo - uno dei cartelli del
narcotraffico nel paese. Sono chiamati
ne Sinclair, è stato accolto di fron-
te al tribunale da una manifesta-
specifica però di quale ciclo si stia parlan- gliono ma poi fanno la voce grossa quando «narco-carrarmati» perché solo granate zione di cameriere d’albergo, ve-
do. L’ipotesi più probabile è che le ambizio- si tratta di investire pochi soldi per proteg- La culla dei valori dell’Europa viene sman- anti-carro potevano spezzarne l’armatura; stite con gli abiti da lavoro, al gri-
ni delle destre siano grandi e che il ciclo sia gere i più deboli. Il programma di quanto tellata dall’Europa in cerca di valore. Nulla atrezzati con aria condizionata, erano usa- do di «shame on you», «vergo-
quello inaugurato con la fine della dittatu- sta succedendo oggi è stato tutto scritto 40 viene risparmiato alla Grecia e nulla sem- ti per pattugliare le vie del contrabbando gna». Dopo la breve udienza, un
ra salazarista. anni fa, nel 1975. Patrocinato dalla Trilate- bra bastare per colmare la voragine del su cui viaggia la droga diretta negli Usa, avvocato della vittima, la came-
Sì perché se in molti strati della società ral Commission e pubblicato, in italian con debito ellenico. E una popolazione sempre in una zona contesa con un altro cartello, riera originaria della Guinea so-
la democrazia è un regime tutto sommato tanto di prefazione di Giovanni Agnelli: meno condiscendente o «indignada», con quello degli Zeta. Sono stati sequestrati prannominata Ophelia, ha ricor-
accettabile, meno accettabile è il dover fi- «La crisi della democrazia». partecipazione crescente, accerchia da giorni il parlamento, in piazza in un garage nella cittadina di Camargo, dato che la giovane donna di 32
Abbiamo supinamente accettato che la Syntagma. E la via d’uscita non si vede, forse perché non c’è. Ieri il pre- vicina al confine con gli Usa - pare ci fos- anni è «devastata, traumatizzata
Pds e Cds stravincono democrazia ci venisse tolta da sotto i piedi, mier George Papandreou ha visto traballare il suo governo sotto i colpi sero altri veicoli in attesa della modifica. da quello che le ha fatto Strauss-
che la Banca centrale europea fosse «indi- delle richieste contenute nell’ultimo accordo con la «troika» (Ue, Fmi, Kahn». Per Kenneth P.Thomson,
e adesso saranno loro pendente» dalla politica. Abbiamo accetta- Bce). Dalla Germania arrivano nuovi calcoli sul «fabbisogno» di prestiti- ARCHIVIO DISARMO un famoso avvocato specializza-
to con la direttiva Bolkestein la concorren- tagliola, da cui risulta che – invece dei 50-60 miliardi supplementari UNA BURUNDESE VINCE to nelle discriminazioni, «la vitti-
a doversela vedere con za globale dei lavoratori. Chissà se accette- prima ipotizzati – ne servirebbero 100 (in aggiunta ai 110 già stanziati). IL PREMIO COLOMBE D’ORO ma tiene a farvi sapere che tutti i
Fmi e Ue. Ma la voglia remo anche l’istituzione del super-mini- Atene deve infatti rifinanziare il debito con scadenza 2012 (26,7 miliar- La Giuria del Premio Archivio Disarmo soldi di Dominique Strauss-
stro delle finanze europeo così come pro- di), quello del 2013 (37,9) e altri 67,2 l’anno successivo. A un tasso di per la Pace ha assegnato la Colomba Kahn non cambieranno nulla a
di rivincita va oltre posto dall’attuale governatore della Bce interesse medio che supera ormai il 15%. «Impossibile ripagare tutto», d'Oro a Marguerite Barankitse, coraggiosa cosa è successo in quella stanza
Jean-Claude Trichet e appoggiato dal suo dicono in molti. Ma Fmi e Ue non vogliono sentir ragioni: il piano per donna burundese fondatrice della Maison d’albergo».
nanziare lo stato sociale. Non sono pochi vice portoghese Vitor Constancio (sociali- la Grecia non prevede ristrutturazione», spiegano dalla Bce. Anzi «la co- Shalom, centro di accoglienza che riunifi- La difesa ha chiesto alcune set-
gli ambienti nei quali si guarda alla Rivolu- sta...). Non possiamo stupirci adesso di sa importante è evitare ogni tipo di ristrutturazione del debito che com- ca le famiglie e reintegra gli orfani colpiti timane per analizzare le prove a
zione del ’74 con un misto di rancore e di quanto stia succedendo, perché è coerente porti haircut o un default parziale». Ossia un «taglio» alle cifre da rimbor- dai conflitti etnici in Burundi. Baranksite carico. La prossima udienza è sta-
voglia di rivincita. con quelli che sono i rapporti di forza che sare, che andrebbe a ricadere soprattutto sulle banche private, in primo ritirerà il premio a Roma l'8 giugno ta fissata per il 18 luglio. Nel frat-
Una vittoria, quella delle destre, costrui- si sono creati nel corso degli anni. La ruota luogo tedesche (22,7 miliardi) e francesi (56,7), mentre le italiane si prossimo. Le Colombe d'Oro per il giorna- tempo, Dsk, che è stato scarcera-
ta pezzo per pezzo nel corso degli anni, da gira, l’Italia ci è passata nel 1992, l’hanno limitano a 4. Ma come può un paese piccolo e sfibrato restituire cifre lismo andranno a Francesca Paci, inviata to su cauzione dopo aver passato
quando, cioè, quel blocco sociale che era seguita Argentina, Russia, Irlanda, Grecia, simili? Il piano «suggerito» è semplice: nuovi tagli salariali ai dipendenti de La Stampa in Medio Oriente, autrice di alcuni giorni nel carcere di
stato alla base della dittatura ha capito che Gran Bretagna, Islanda, Spagna e Portogal- pubblici (che hanno già fatti 10 scioperi generali in un anno, dopo la un libro sulle persecuzioni alle minoranze Rikers Island, aspetterà il proces-
finalmente la si poteva fare finita con le lo. Con l’Fmi o senza. Ogni volta si spera prima sforbiciata), aumento delle imposte immobiliari, accorpamento cristiane e a Gad Lerner della tv La7. Un so ai domiciliari nella lussuosa
«conquistas de Abril». Il periodo 2008-2011 che sia l’ultima volta ma fino ad adesso la degli enti pubblici e quindi licenziamenti; e poi privatizzazioni a pioggia Premio speciale della Giuria sarà assegna- abitazione affittata nel quartiere
è un periodo favorevole per chi auspica ruota non ha mai smesso di girare e all’oriz- (per 50 miliardi). Un abisso da cui è riemersa addirittura la minaccia di to al Coro Manos Blancas del Friuli, inizia- di Tribeca a 50mila dollari al me-
una riscrittura profonda delle regole: zonte non si intravede niente e nulla che dover vendere o «dare in pegno» persino parecchie isole dell’Egeo (circa tiva sociale a artistica nata in Venezuela se. Si apre ora una fase delicata,
l’Unione europea, Angela Merkel, il Fondo sia capace di arrestare questo processo di 6.000, di cui solo 227 abitate). Con l’incubo che alcuni dei potenziali dodici anni fa e dal 2010 presente anche dove il denaro avrà molto peso.
monetario, le banche, i «mercati» e le agen- depauperizzazione di diritti e dignità. acquirenti possano essere gli odiati turchi, che invece sono ormai tra gli in Italia, che lavora per l'inclusione attra- Dsk ha ingaggiato famosi avvoca-
zie di rating mettono sotto costante pres- Passato il Portogallo avanti il prossimo. «emergenti» più dinamici. fr. pi. verso dei bambini e adolescenti disabili. ti, tra cui il penalista Benjamin
sione il governo Socrates, attaccato da sini- Brafman, che non dovrebbero
stra per essere troppo di destra e attaccato fermarsi di fronte a nulla per scre-
da destra per non essere più deciso nel- ditare la vittima e distruggere la
l’adottare misure per ridurre le spese pub- credibilità dell’accusa.
bliche e salvare il sistema bancario. GERMANIA · Germogli sospetti alla base dell’epidemia di enterocolite che ha ucciso 22 persone In Francia, i socialisti cercano
Per vincere le elezioni è bastata la più di voltare pagina. Il 28 giugno re-

La soia sul banco degli imputati


classica delle strategie della destra: populi- sta la data limite per presentare
smo e anti-politica. I risultati sono stati le candidature alle primarie del
straordinari. In un paese dove il lavoro è prossimo autunno, quando i mili-
duro basta inventarsi la classe dei privile- tanti sceglieranno chi sarà il can-
giati: gli impiegati pubblici, quelli che vivo- didato del Ps a sfidare Nicolas
no come parassiti attaccati alla mammella G. A. cordando piuttosto di aver mangiato insalate. La Sarkozy e Marine Le Pen nella
dello stato. Quelli che assorbendo tutte le BERLINO certezza che almeno in alcune di quelle insalate corsa all’Eliseo della primavera
risorse di un paese lo portano alla decaden- ci fossero anche germogli è venuta controllando del 2012. Oltre a personalità di se-

R
za, perché la decadenza è sempre il miglio- esta il sospetto che possano essere stati il ristorante di Lubecca. I malati verranno nuova- condo piano, l’ex segretario del
re degli argomenti per imporre sacrifici a germogli di soia a diffondere nel Nord del- mente intervistati su questo punto. Ps, François Hollande, si è già di-
una popolazione disorientata. la Germania una epidemia di enterocoli- Non si può escludere che la contaminazione chiarato candidato. Ségolène Ro-
Quando poi non si riesce a convincere a te, che ha già ucciso 22 persone, 21 in Germania fosse limitata a una partita di germogli ormai tut- yal, la candidata sfortunata del
votare a favore si cerca di convincere a non e una in Svezia. Ma le prove mancano ancora. ta consumata e non più in circolazione. Ma un 2007 (e sua ex moglie) potrebbe
votare, creando un clima di disaffezione e Nella fattoria biologica di Bienenbüttel in Bas- cittadino di Amburgo ha scovato nel suo frigorife- riprovarci. L’attuale segretaria,
sfiducia. Anche su questo versante i risulta- sa Sassonia, che produce diverse qualità di ger- ro i resti di una vecchia confezione (data di sca- Martine Aubry, aspetta il buon
ti ottenuti sono stati notevoli, l’astensioni- mogli usati per arricchire le insalate, sono stati denza 23 aprile) e l’ha portata a un laboratorio. momento per dichiararsi candi-
smo è infatti ulteriormente cresciuto rag- prelevati 40 campioni. Ieri pomeriggio il ministe- Questo signore ha lottato per giorni in ospedale data alle primarie. La corrente
giungendo la quota storica del 41,3%, dav- ro regionale della sanità ha comunicato l’esito con l’enterite emorragica. Ora è potuto tornare a strausskaniana, al di là del trau-
vero paradossale se teniamo in considera- negativo dell’analisi su 23 campioni, altre 17 re- casa guarito. Se in quella confezione c’erano coli- ma, è divisa sul da farsi. Per il mo-
zione il fatto che questa è stata una delle stano da analizzare. Per riscontrare la presenza batteri, si dovrebbe poterli trovare anche adesso. mento, stando ai sondaggi, non
tornate elettorali più combattute. di batteri, bisogna farli crescere in colture, e ci Nell’incertezza, oltre alla raccomandazione di sembra che l’affaire Dsk abbia fat-
Certo, al buon funzionamento di una de- vuole tempo. Il batterio cercato è un ibrido parti- evitare insalata, pomodori e cetrioli distribuiti to cambiare le intenzioni di voto
mocrazia non giova il fatto che la grande colarmente aggressivo tra ceppi diversi di esche- nella Germania settentrionale – raccomandazio- dei francesi, che a meno di un an-
parte delle decisioni politiche siano state richia coli. Provoca una diarrea emorragica, com- ne che resta valida - la lista di proscrizione si è no dalle presidenziali continua-
prese a Bruxelles e imposte a Lisbona, ma plicata da una sindrome emolitico-uremica che estesa ai germogli. no a dare la vittoria al candidato
dopotutto l’Unione europea fa parte del può rivelarsi fatale. tipo Ehec (escherichia coli enteroemorragico). Nell’ultimo aggiornamento sull’epidemia, dif- Ps. L’ombra di Dsk imbarazza pe-
problema, è parte integrante di quel bloc- «Continuiamo a lavorare su questa pista, la Germogli, non di soia ma di radicchio, furono fuso ieri dal Robert-Koch-Institut (e riferito a da- ro’ il campo socialista. La gravissi-
co sociale che si pone come obiettivo quel- catena causale che ci porta a sospettare dei all’origine di una grave epidemia da colibatteri ti del 5 giugno) si parla di 2.231 persone conta- ma accusa di stupro, la facile pre-
lo di ridefinire una volta per tutte gli equili- germogli di soia è solida e plausibile», ha di- Ehec nel 2006 in Giappone, con 12.680 persone giate dall’inizio di maggio. In 1601 casi il batte- visione di una difesa aggressiva
bri tra le varie classi sociali. chiarato un portavoce del governo regionale. I contagiate. I semi, di soia ma anche di ceci, pisel- rio ha provocato l’enterite emorragica Ehec, in destinata a screditare la parola di
Quel blocco sociale che in Portogallo germogli della ditta «Gartenhof» di Bienenbüt- li, lenticchie, vengono fatti germogliare in bagni 630 casi più gravi la sindrome emolitico-uremi- una cameriera nera e immigrata,
non attacca direttamente il «25 aprile» ma tel, piccolo villaggio messo a soqquadro da di vapore a 38 gradi. «Condizioni ottimali per far ca. Il numero dei contagiati continua a aumen- oltre il fiume di denaro di cui di-
le sue conquiste, le sue norme, la sua costi- squadre di ricercatori in camice bianco e ma- sviluppare anche altri germi», ha commentato il tare, ma con un ritmo in flessione rispetto al pic- spone Dsk (grazie al patrimonio
tuzione. Si dice cioè che in questo periodo scherina, sono stati forniti al ristorante di Lu- ministro regionale della sanità di Hannover. co raggiunto il 23 maggio, quando si segnalaro- di Anne Sinclair, nipote del gran-
di crisi proibire il licenziamento senza giu- becca, dove hanno mangiato 17 persone conta- Di germogli di soia si è cominciato a parlare no 122 nuovi casi. de mercante d’arte Paul Rosen-
sta causa e finanziare il sistema sanitario giate, nonché a altri ristoranti e mense delle zo- domenica scorsa. Nelle prime interviste svolte Il 75 per cento dei casi di enterite emorragica berg) danno un’immagine di to-
sono lussi che non ci si può più permette- ne colpite. Due dipendenti dell’azienda sono con i pazienti dai ricercatori dell’istituto di epide- si è registrato in quattro Länder del nord: 451 in tale estraneità rispetto alla vita
re. Paulo Portas, leader del Centro Demo- affette da diarrea, e in un caso è stato accerta- miologia Robert Koch, solo una minoranza ave- Schleswig-Holstei, 348 in Bassa Sassonia, 340 in dei comuni mortali elettori di si-
crata e Social (Cds), che probabilmente an- ta la presenza del colibatterio incriminato, del va menzionato spontaneamente i germogli, ri- Nordereno-Vestfalia, 226 a Amburgo. nistra.
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 9

MEDIO ORIENTE
LA PROTESTA PALESTINESE SUL GOLAN E I SOLDATI ISRAELIANI CHE APRONO IL FUOCO/FOTO REUTERS

YEMEN
Complotti e misteri.
A Sanaa si prepara
la «transizione»
Carlotta Caldonazzo

A
ria di intrighi a Sana’a, la capita-
le yemenita, dove il vicepresi-
dente Adborabbou Mansour
Hadi insiste: il presidente Ali Abdullah
Saleh, ora in ospedale a Riyadh in Ara-
bia Saudita, tornerà al massimo tra
due settimane. Molti in realtà si aspet-
tano che l’assenza di Saleh sarà l’occa-
sione per forzare una «transizione», e
questo ieri gli Stati uniti lo hano detto
Netanyahu: la Siria chiaro: «Pensiamo che una immediata
transizione sia nel migliore interesse
scarica le sue del popolo yemenita», ha detto la se-
tensioni. Ma è in atto gretaria di stato Hillary Clinton. Intan-
to però corre voce che nel palazzo pre-
un femomeno nuovo, sidenziale si sia insediato il figlio di Sa-
leh con i suoi seguaci, esautorando di
figlio delle proteste fatto il vicepresidente Hadi che, come
arabe: la rivolta dei vuole la costituzione, ha assunto i pote-
ri. Tra intrighi militari e scontri tra clan
giovani palestinesi rivali, migliaia di persone continuano
a manifestare per non vedere cancella-
te le loro richieste di cambiamento.
Prese domenica le redini del gover-
Michele Giorgio
GERUSALEMME
SIRIA · L’esercito israeliano spara sui palestinesi, strage sulla linea armistiziale. E a luglio «Fly-in» no, il vicepresidente Hadi ha subito in-
contrato l’ambasciatore Usa a Sana’a

P Intifada sulle alture del Golan


are che ieri sia intervenuta la po- per discutere le possibili vie di uscita
lizia siriana a frenare i dimo- dalla crisi e la necessità che tutte le for-
stranti palestinesi (e non solo) ze politiche convergano «nell’interesse
che hanno provato ad avvicinarsi di del paese». Hadi ha quindi rivolto un
nuovo ai reticolati che corrono lungo appello alle truppe filopresidenziali e
le linee di armistizio tra Siria e lo Stato glio delle proteste popolari arabe in PARIGI: FORZA SPROPORZIONATA e in parte anche nei contenuti, dalla per Tel Aviv per reclamare il diritto al ri- alle milizie tribali dello sceicco Sadiq
ebraico, sulle Alture del Golan occupa- corso da mesi e che ha avuto la sua rap- prima e dalla seconda Intifada. I pale- torno nella loro terra. E di fronte al pre- al-Ahmar (secondo fonti ufficiali re-
te da Israele da ben 44 anni. Gruppetti presentazione più compiuta lo scorso stinesi hanno riscoperto la forza del nu- vedibile «divieto d’ingresso» da parte sponsabili del cannoneggiamento del
di manifestanti, con in mano le bandie- 15 marzo con le manifestazioni, convo- La Francia è «profondamente mero, le possibilità di una lotta popola- delle autorità del «Ben Gurion», annun- palazzo presidenziale di venerdì scor-
re della Palestina e della Siria, sono riu- cate via internet, per l’unità nazionale. preoccupata» per gli incidenti nel re non armata che già contro il Muro, a ciano forme di protesta e di resistenza so, in cui Saleh è rimasto ferito e alcu-
sciti a passare il filtro e si sono spinti fi- I protagonisti sono i giovani, lontani Golan ma, senza nominare Israe- Bilin e in altri villaggi cisgiordani, ha passiva all’interno dell’aeroporto. ne guardie del corpo uccise) perché fer-
no a poche decine di metri dalle reti, da ogni partito. Sono i «Gybo» di Gaza, le, lancia un appello a Damasco. mostrato le sue enormi potenzialità, Ma la tensione per la questione pa- mino gli scontri nella capitale. A Sa-
scandendo slogan per il «diritto al ritor- i ragazzi del campo profughi di Yar- «Deploriamo vivamente le viola- anche dal punto di vista mediatico. lestinese irrisolta presto arriverà an- na’a intanto l’agenzia di stampa Afp ri-
no» dei profughi e per i palestinesi – 23 mouk, i giovani tenuti in gabbia ad Ein zioni della zona cuscinetto tra Non è un caso che un alto ufficiale isra- che nell’Egitto «post-Mubarak», se ferisce da fonti tribali che ieri le truppe
per la televisione siriana, molti di me- al Hilwe in Libano e quelli di Daheishe Israele e la Siria e l'uso spropor- eliano abbia avvertito qualche giorno continueranno le restrizioni ai movi- governative hanno ucciso tre seguaci
no secondo Tel Aviv – caduti domeni- in Cisgiordania. Giovani che non pos- zionato della forza per replicare» fa che il Golan non diventerà «un nuo- menti delle persone che pure il gover- dello sceicco al-Ahmar, benché si fos-
ca sotto il fuoco dei tiratori scelti israe- sono più essere contenuti, per nume- a questa violazione, ha detto a vo Bilin». Forse la «pressione alle fron- no del Cairo aveva detto di voler revo- se detto disponibile alla tregua.
liani. Non ci sono stati morti ieri sul ro e per voglia di ribellarsi, che unisco- Parigi il portavoce del ministero tiere» perderà di intensità ma già sono care al valico di Rafah con Gaza. Lo Sempre l’Afp fa sapere che nel palaz-
Golan ma i tre battaglioni di fanteria la- no alla lotta per i diritti negati ai pale- degli esteri francese Bernard Vale- in cantiere nuove e più ampie iniziati- scorso weekend centinaia di civili pale- zo presidenziale di Sana’a si è insedia-
sciati sul posto dall’esercito israeliano stinesi, la rivendicazione economica e ro che, visti i raid in Libia, di uso ve palestinesi, che si aggiungono a stinesi hanno reagito attaccando il to il figlio di Saleh, il generale di briga-
avevano messo in chiaro le cose il gior- sociale. L’altro giorno sul Golan e in Ci- sproporzionato della forza se ne quelle internazionali, come la Free- transito, dopo averlo trovato sbarrato ta Ahmed, comandante della guardia
no prima: apriremo il fuoco, anche se sgiordania sono stati fermati dalle pal- intende. «La Francia sottolinea dom Flotilla «Stay Human», sul punto senza alcun motivo sul lato egiziano. repubblicana e delle forze speciali, la-
di fronte avremo civili disarmati. lottole e dai lacrimogeni dei soldati l'assoluta necessità per le autori- di salpare di nuovo per Gaza. L’ultima Il valico ieri è rimasto chiuso per il ter- sciando a casa il vicepresidente Hadi.
Diversi giornali israeliani hanno sot- israeliani. In Libano li hanno bloccati tà siriane di far rispettare la zona conosciuta si chiama «Fly –in» ed è pre- zo giorno consecutivo per decisione Nella notte tra sabato e domenica Ah-
tolineato con orgoglio che i palestinesi l’esercito e i consigli «paterni» di di separazione tra Israele e la vista il prossimo 8 luglio, anniversario del governo di Hamas, in ritorsione med, insieme a fratelli e cugini (che oc-
«non sono passati», non hanno nuova- Hezbollah che non vuole offrire motivi Siria, in conformità con la risolu- della sentenza di condanna del Muro per l’inspiegabile ed improvvisa deci- cupano le più alte cariche nell’esercito
mente «violato» il territorio dello Stato per nuove iniziative militari israeliane. zione 350 del Consiglio di sicu- israeliano (in Cisgiordania) da parte sione delle autorità egiziane di autoriz- e nei servizi di sicurezza), avrebbe te-
come il 15 maggio, in occasione del- Ma il «contenimento» non basta, si rezza dell’Onu. E le parti diano della Corte Internazionale dell’Aja. Mil- zare il passaggio soltanto a piedi, con nuto una riunione a porte chiuse per
l’anniversio della «Nakba». Ma quei re- è innescato qualcosa di più grosso, prova di grande moderazione, per le, forse duemila, palestinesi che vivo- grande disagio per i viaggiatori anzia- esautorare Hadi e mantenere il potere
ticolati non sono un confine, sono sol- una mobilitazione diversa, nelle forme evitare il rischio di escalation». no all’estero prenderanno un aereo ni e i bambini. in previsione del ritorno di Saleh.
tanto una linea d’armistizio, fissata da Eppure molti ormai parlano di fine
mediazioni internazionali al termine dell’era Saleh. Il politologo saudita
dell’ultima guerra aperta, fatta di duel- Khalid al-Dakhil ritiene che il presiden-
li aerei e battaglie con centinaia di car- te yemenita non sarebbe mai partito
ri armati, tra siriani e israeliani nel ISRAELE/GAZA · Partenza a fine giugno, nel nome di «Vik» e con la nave «Stefano Chiarini» per l’Arabia Saudita se non avesse volu-
1973-74. Il bagno di sangue di domeni- to cercare una via di uscita. «Il portavo-

Freedom Flotilla sotto tiro «legale»


ca e quello del 15 maggio sono avvenu- ce del parlamento, il primo ministro e
ti in territorio siriano, perché il Golan il presidente sono qui; questo faciliterà
era e resta siriano per le risoluzioni del Saleh nel preparare la sua uscita di sce-
Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Non na». Lo stesso regno saudita, sostiene
ha alcun valore, così come per Gerusa- il giornalista yemenita a Washington
lemme Est, l’annessione al territorio Mi. Gio. ne giugno dovrebbero salpare per che il movimento islamico Hamas, to un duro embargo da diversi an- Munir al-Mawri, «non permetterà a Sa-
israeliano del Golan votata dalla Knes- GERUSALEMME Gaza, tra le quali l’italiana «Stefano che governa a Gaza, è nell’elenco ni. Dopo l’uccisione di nove civili leh di tornare in Yemen perché tiene
set nel 1981. Israele torni alle linee del Chiarini» che porta il nome del gior- dei gruppi «terroristici» del Diparti- turchi in un blitz israeliano sulla na- ai suoi interessi nel paese».

P
1967, ha detto il mese scorso Barack ressioni politiche e uso della nalista del manifesto scomparso mento di stato, il centro legale israe- ve Mavi Marmara (parte della pri- La fase di transizione rischia tutta-
Obama ingranando poi la retromarcia. forza. È questa la strada scel- nel 2007. liano ritiene di poter ottenere facil- ma flottiglia) il 31 maggio 2010, Isra- via di essere intorbidita dai complotti
Per il premier israeliano Netanyahu, ta dal governo Netanyahu La minaccia a prima vista sem- mente la condanna delle compa- ele ha puntato con decisione sulla militari. La prima alternativa è un go-
il regime siriano proverebbe ad allenta- per fermare la Freedom Flotilla 2 bra inconsistente ma la direttrice di gnie armatrici che daranno assi- denuncia della componente islami- verno provvisorio guidato dal vicepre-
re la pressione internazionale per le uc- «Stay Human», la seconda flottiglia «Shurat HaDin», Nitsana Darshan- stenza alla Flotilla 2, nonchè delle ca della Freedom Flotilla per «aller- sidente, che già ha ricevuto messaggi
cisioni di civili che compie da settima- pacifista per Gaza, dedicata all’atti- Lettner, ha spiegato al quotidiano compagnie di assicurazione specia- tare» i governi amici sul «pericolo di collaborazione dall’opposizione par-
ne «manipolando» l’ansia di ritorno e vista italiano Vittorio Arrigoni. Die- Jerusalem Post che l’azione legale lizzate nel settore marittimo. Per il fondamentalista». Avvertimenti mi- lamentare e dal Comitato organizzati-
giustizia dei palestinesi. Certo, c’è an- tro le quinte il lavoro è ancora più verrà avviata negli Stati Uniti dove governo israeliano – e per non po- nacciosi sarebbero stati inviati an- vo della rivolta popolare. Una via osta-
che una componente siriana in questo articolato. Il Centro legale israelia- l’American Neutrality Act consente chi dei paesi alleati di Israele – la se- che alla «Inmarsat», la società che colata dalle rivalità in seno alla tribù
improvviso riscaldarsi di un’area rima- no «Shurat HaDin», ufficialmente di procedere contro imprese e so- conda flottiglia pacifista, così come garantisce le comunicazioni satelli- degli Hashid e dalla famiglia al-Ahmar
sta calma per quasi 40 anni. Ma è un una associazione non-profit, ha an- cietà straniere, con uffici negli Usa, la prima, è una iniziativa a soste- tari alle navi che percorrono il Me- che ne fa parte (a cui appartiene anche
aspetto marginale. Perché è in atto un nunciato che farà causa alle compa- che lavorano con le «organizzazio- gno dei «terroristi» di Hamas e non diterraneo meridionale. I risultati il presidente Saleh). Anzitutto i figli e
fenomeno nuovo tra i palestinesi, fi- gnie proprietarie delle navi che a fi- ni terroristiche». Tenendo presente della popolazione civile di Gaza sot- dei passi fatti dalla «Shurat Ha nipoti del presidente, rimasti in Ye-
Din», ha scritto il Jerusalem Post, men nelle loro alte cariche militari. In
già si vedono poiché i «Lloyd’s» (la secondo luogo l’ambizione del fratella-
più grande compagnia di assicura- stro di Saleh, il generale Ali Mohsen al-
zione marittima) e la «Internatio- Ahmar, comandante della prima divi-
nal Union of Marine Insurance» sione armata e, secondo Wikileaks, il
avrebbero garantito che non assi- militare più potente del paese. È stato
steranno la Freedom Flotilla. lui il primo ufficiale a disertare le trup-
a 40 anni ci tiriamo su le maniche Ma ad agire contro la seconda
flottiglia per Gaza sono in tanti. La
pe governative per schierarsi con la ri-
volta, trascinando con sé le sue trup-
stampa turca ha riferito che gli Stati pe; un tempo fedele alleato di Saleh, le
Uniti avrebbero offerto al premier loro relazioni si sono incrinate per le

la nuoizvioa nt-eshliirmtitata Erdogan, in cambio di uno stop al-


la Flotilla, la possibilità di tenere ad
sue ambizioni e la sua insofferenza al-
l’autorità del figlio del presidente. Al

in ed Ankara un summit israelo-palesti-


nese, sul modello della Conferenza
di Pace di Madrid del 1991 e degli
punto che nel 2009 Saleh avrebbe chie-
sto senza successo all’Arabia Saudita
(che bombardava le postazioni milita-
Accordi di Oslo del 1993. «I governi ri dei ribelli sciiti yemeniti lungo le zo-
democratici non possono fermare i ne di confine) di colpire il complesso
Potete acquistarla direttamente
loro cittadini che intendono far par- in cui si trovava il rivale, nel nord. Infi-
sul sito del manifesto al prezzo di
tire un’altra flottiglia di aiuti per Ga- ne c’è il ramo dissidente della famiglia
15 euro.
za e sfidare un blocco (israeliano) il- al-Ahmar, guidato da Sadiq e da suo
Disponibile nelle taglie S, M, L, XL. legale», ha ribadito da parte sua il fratello Hamid al-Ahmar.
Info 06-68719330 dal lunedì al ministro degli esteri turco Ahmet La guerra tribale rischia di strumen-
venerdì dalle 10.30 alle 18.00 Davutoglu, replicando all’appello talizzare il movimento popolare. Ma
mail: manpromo@ilmanifesto.it ad impedire la partenza della «Stay in diverse città le proteste continuano
Human» lanciato dal Segretario ge- - ieri ci sono stati nuovi scontri nella
www.ilmanifesto.it
nerale dell’Onu Ban Ki-moon. città di Taiz .
pagina 10 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

CULTURA

RAPPORTI DI VALORE
Un Giuda
qualunque
Alberto Burgio Nel Medio Evo il traditore per antonomasia

«S
ei giorni prima della Pa- finì per avvolgere nella sua ombra
squa, Gesù andò a Betània,
dove si trovava Lazzaro, di ladro e di usuraio la piccola umanità
che egli aveva risuscitato dai morti. E costretta a vendersi per sopravvivere.
qui gli fecero una cena: Marta servi-
va e Lazzaro era uno dei commensa- Intorno a questa chiave di lettura ruota
li. Maria allora, presa una libbra di
olio profumato di vero nardo, assai
il bel saggio di Giacomo Todeschini,
prezioso, cosparse i piedi di Gesù e li «Come Giuda. La gente comune e i giochi
asciugò con i suoi capelli, e tutta la
casa si riempì del profumo dell’un- dell’economia all’inizio dell’epoca moderna»
guento. Allora Giuda Iscariota, uno
dei suoi discepoli, che doveva poi tra- stende un’ombra sinistra sull’intera ciato e ricostruito attraverso le ma-
dirlo, disse: “Perché quest’olio profu- umanità dei mediocri e degli igno- glie della tradizione teologica. Econo-
mato non si è venduto per trecento ranti, sulle «genti meccaniche» – po- mia e teologia, ma entrambe indaga-
denari per poi darli ai poveri?”. Que- veri e ignoranti, servi e subalterni – te come luoghi di determinazione
sto egli disse non perché gli importas- che non comprendono le norme del- dei codici sociali e politici, dunque
se dei poveri, ma perché era ladro e, la convivenza (complicate regole eco- come sedi primarie di produzione
siccome teneva la cassa, prendeva nomiche, ancora una volta; ma, più normativa (etica e giuridica). E il Me-
quello che vi mettevano dentro». in generale, regole sociali e politi- dioevo, a sua volta, ripercorso come
che). E che per ciò stesso vivono fabbrica della «modernità». Fatto rivi-
Evidenze fallaci esposte al rischio dell’errore e del vere in forza di una stupefacente pa-
Così, lapidariamente, Giovanni dise- peccato. dronanza delle fonti. Restituito a
gna la figura forse più tragica – dopo Giuda, uno di noi uomini «senza una insospettata freschezza e attuali-
quella del Cristo – dell’intera narra- qualità». Giuda che ci guarda dalle te- tà. Posto, finalmente, al cospetto del-
zione evangelica. Giuda il traditore, le del Perugino e di Rubens ad am- l’età moderna non già per disperde-
il sicario. Giuda l’amministratore in- monirci che della sua colpa ciascuno re specificità e distanze, ma per co-
fedele, l’ipocrita. Giuda l’ebreo. Non è virtualmente partecipe. Giuda, gliere l’impasto tra persistenza e ce-
c’è dubbio, Giovanni, tra gli evangeli- specchio ammonitore, inteso a ram- sure e, di qui, interrogare schemi, vul-
sti il più avverso al mondo ebraico, mentarci mende e fragilità della no- gate e periodizzazioni recepite.
ha fatto scuola nella cristianità. stra condizione di mercenarii costret-
L’apostolo che avrebbe venduto Ge- ti a vendere tempo e braccia in cam- Una fisicità bestiale
sù per trenta sicli d’argento (un deci- bio della sopravvivenza. Quella che Torniamo a Giuda l’ebreo. Perché
mo appena del ricavato probabile di Giovanni l’evangelista pone è solo la egli, avarus e ladro, critica la Madda-
un’ampolla di unguento) è ancora prima pietra di un edificio destinato lena per quello che considera – scan-
oggi nel discorso comune emblema a diventare una delle narrazioni fon- dalosamente – uno sperpero di pre- natura difettiva. Giuda è gretto, è roz- SCAFFALE de), il discorso rimarrebbe monco e
di abiezione, paradigma di un’uma- dative della civitas christiana. zioso unguento? Perché, spiega Tode- zo, è prigioniero di una carnalità qua- in definitiva muto. Todeschini lo di-
nità depravata, precipitata nell’abis- schini, non decifra il senso del gesto si-animale (ancora un tratto «sordi- ce apertamente. Si tratta di liberarlo
so della colpa e del peccato. La fabbrica della «modernità» (in virtù del quale la peccatrice si tra- damente giudaico», oltre che – anzi:
Percorsi di lettura dal «ghetto storiografico della cosid-
Ma Giuda, in verità, chi fu? «In veri- È questa la storia che Giacomo Tode- sfigura e santifica). Fraintende. E quindi femminile). Dalla spiritualità sul protagonista detta “storia dell’antisemitismo”»,
tà», non sul piano della biografia e schini oggi racconta in un libro (Co- fraintende perché rimasto in interio- cristiana lo separa un abisso: «non ghetto nel quale dilagano semplifica-
del fatto storico (dove l’incertezza av- me Giuda. La gente comune e i giochi re homine impigliato nel credo origi- corde, sed corpore sequebatur», san-
di una lunga zioni e fraintendimenti, come del re-
volge già quell’appellativo – Iscariota dell’economia all’inizio dell’epoca nario (onde intavolerà coi sacerdoti cisce Agostino, tra i massimi suoi ese- «leggenda nera» sto – aggiungiamo – avviene per lo
– che Isidoro di Siviglia riferirà con- moderna, il Mulino 2011, pp. 311, eu- del Tempio l’abietta trattativa). geti e codificatori. È questa sua greve più nella «cosiddetta» storia del razzi-
getturalmente al nome del villaggio ro 24) davvero fuori dal comune. To- Questa pervicace infidelitas è la e bestiale fisicità a incatenarlo al cul- La ricostruzione della «leggenda smo. Giuda è ebreo, pervicacemente
o della tribù di Issachar, a sua volta deschini è uno storico del Medioevo. primaria fonte dell’avarizia e del- to esecrabile del denaro (della ric- nera» di Giuda è solo il tassello più ebreo. L’esserlo rende ragione dei
fatidicamente traducibile con «prez- Ma uno storico sui generis, che ha, si l’estraneità. Quindi dell’incapacità di chezza spicciola), quindi alla pratica recente di una vasta ricerca che Gia- suoi comportamenti devianti e dei
zo»). Chi fu quanto a valore simboli- può dire, aperto un campo di ricerca comprendere, insieme con il Valore del ladrocinio, del traffico minuto, al- como Todeschini conduce, sin dagli suoi limiti. Ma il fuoco e la materia
co, quanto al ruolo che la sua figura violando sistematicamente (tornano del Cristo e del Verbo, il codice dei la ricerca ignobile del profitto imme- anni Ottanta, sui linguaggi teologici prima della storia sono i suoi com-
ha svolto nell’immaginario della cri- alla mente le lezioni di Polanyi e Fou- valori (e, perché no, dei prezzi) che diato. medievali e protomoderni e sulle portamenti e la primordiale durezza
stianità e nel costituirsi del suo cano- cault) i veti e le interdizioni per mez- regolano la convivenza nella comuni- Giuda mette in scena una umani- loro implicazioni sociali, politiche e di cuore e d’intelletto che li determi-
ne morale? zo dei quali i saperi disciplinari defi- tà dei redenti. Non si tratta tuttavia tà deteriore e ripugnante, segnata ir- antropologiche. L’hanno preceduta na. Giuda è un simbolo, ma un sim-
Un’icona della colpa, questo è evi- niscono e riproducono se stessi. Sto- di un caso, né, quindi, di un errore rimediabilmente dal limite, quindi ir- «La ricchezza degli ebrei» (Cisam bolo – questo è il punto – sono an-
dente. Ma se ci si chiede di quale col- ria medievale, ma in primo luogo sto- emendabile. Giuda non può né po- rimediabilmente esclusa dalla piena 1989), «Il prezzo della salvezza. Les- che gli ebrei che egli rappresenta e
pa fondamentale si tratti, l’evidenza ria del discorso economico rintrac- trebbe comprendere, giusta la sua cittadinanza dei salvati. L’incom- sici medievali del pensiero economi- dei quali incarna vizi e peccati (debi-
intuitiva si rivela inopinatamente fal- prensione del Valore è la cifra di una co» (Nis 1994) e, presso il Mulino, ti) non estinguibili.
lace. Il tradimento, l’inganno, il deici- inemendabile inferiorità. Così l’«eco- «I mercanti e il tempio. La società
dio, al quale la «maledetta razza» ri- nomia» dichiara tutta la sua ricchez- cristiana e il circolo virtuoso della Colpa d’autore
marrà per sempre inchiodata: eppu- za di significati e funzioni. Gli scam- ricchezza» (2002), «Ricchezza fran- Si pensi all’usura, colpa giudaica per
re, prima che sul registro morale, il bi, i mercati, i rapporti di valore, le re- cescana. Dalla povertà volontaria antonomasia. Se praticato dagli
discorso su Giuda viene stratifican- gole della buona amministrazione e, alla società di mercato» (2004), ebrei, il prestito a interesse è usura
dosi – nella patristica e nella testuali- naturalmente, le gerarchie inscritte «Visibilmente crudeli. Malviventi, («naturalmente» non lo è se il presta-
tà carolingia, nella precettistica degli nei poteri e nei saperi, cos’altro sono persone sospette e gente qualun- tore è invece abilitato dalla Chiesa o
ordini mendicanti, nella teologia e se non – già al tempo di Agostino e que dal Medioevo all’età moderna dallo Stato, e se il profitto va a benefi-
nella produzione iconografica quat- Ambrogio – l’anatomia della relazio- (2007)». Un ideale complemento cio delle istituzioni). Ma, una volta
tro e cinquecentesca – sul terreno co- ne sociale e della sintassi politica? dei lavori di Todeschini costituisco- chiarito che l’usura è colpa (lucrum
gnitivo. Giuda è innanzi tutto una po- Da tutto questo Giuda è escluso. O no taluni recenti contributi storiogra- turpe), tale rimane ogni qual volta
tente icona dell’estraneità. meglio: dell’esclusione da questa fici di Paolo Prodi sugli aspetti eti- sia all’opera un prestatore illegitti-
complessa codificazione (e, a mag- co-religiosi ed economici della codi- mo. Che proprio per questo diviene
Devianze inaudite gior ragione, dalle ristrette élite eccle- ficazione giuridica nella transizione ebreo. I giuristi parlerebbero di «col-
Il traditore è tale perché non com- siali e laiche che ne assicurano l’ela- alla modernità: da «Una storia della pa d’autore», perché non è il compor-
prende (quindi infrange) i codici di borazione) Giuda è testimone e para- giustizia. Dal pluralismo dei fori al tamento a decidere, ma il soggetto.
comportamento della comunità e, al- digma. moderno dualismo tra coscienza e Usurarius manifestus, quindi ereti-
la radice, i suoi valori e le sue basilari diritto» (il Mulino 2000) alla raccol- co e «infame», è chiunque presti de-
verità. L’inaudita devianza del tradi- Il capostipite dei deicidi ta di saggi curata da Prodi «La fidu- naro al di fuori del circuito legittima-
mento matura su questo terreno. È fi- Ora, il punto – la domanda-chiave – cia secondo i linguaggi del potere» to dall’autorità. Nella sua condotta
glia di una sorta di analfabetismo, in è a chi questa rappresentazione si at- (ivi 2008) a «Settimo non rubare. abietta la Chiesa addita la scandalo-
prima battuta economico. Trenta de- tagli: chi siano in definitiva gli analfa- Furto e mercato nella storia dell’Oc- sa reiterazione del tradimento del
nari, il prezzo di un misero podere, beti economici, i primitivi, gli estra- cidente» (ivi 2009). Tra gli studi più Cristo. Si tratti di ebrei o di cristiani
per il figlio di Dio. Certo, infedeltà: nei naturali, inammissibili nella co- recenti sulla figura di Giuda ricordia- devianti, disobbedienti, falsi. I «no-
ma innanzi tutto irrazionalità, insen- munità o al più tollerabili in quanto mo, di Massimo Centini, «Indagine stri ebrei» li definisce sul finire del
satezza, insipienza. Addirittura be- intrusi da guardare a vista e isolare, su Giuda. Vita e morte dell’uomo XII secolo Pietro Cantore, rinomato
stialità. da controllare e all’occorrenza puni- che cambiò il corso della storia» ecclesiastico parigino. Ignorando, si
Di questo passo, il discorso su Giu- re. Gli ebrei, si dirà. E in parte è vero. (Castelvecchi 2008) e ancora, «Giu- potrebbe dire, di compiere in tal mo-
da rivela mondi insospettati. Se Giu- Il furto di cui Giuda si macchia è, in da. Dal Vangelo all’Olocausto» di do il gesto basilare – costituente – di
da è prima di tutto colui che frainten- radice, il furto della verità di cui gli Pierre-Emmanuel Dauzat (Arkeios ogni argomentazione razzista.
de e agisce sulla base di un capitale ebrei sono autori in quanto corrutto- 2008) e «Giuda. Il tradimento fede- L’usuraio è tale perché ebreo o è
errore di valutazione (mercator pessi- ri della «verità delle Scritture». le» di Gustavo Zagrebelsky, uscito ebreo perché usuraio? È difficile – an-
mus), la sua figura non evoca soltan- Giuda è, si potrebbe dire, il caposti- per Morcelliana nel 2007 e da poco zi impossibile – rispondere in astrat-
to la colpa dell’infedeltà (assenza di pite della stirpe deicida. Ma, ridotto riproposto da Einaudi (pp. VIII-94, to. È soprattutto insensato chiederse-
fede e tradimento della fiducia), ma in questi termini (come spesso acca- euro 12). lo al di fuori di un contesto concreto,
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 11

CULTURA
AD ADONIS IL PREMIO GOETHE Thomas Mann e Hermann Hesse, il filosofo Ernst Junger, la ballerina autore di un’«opera cosmopolita», che ha dato un grande
Un premio singolare, il Goethe, fondato nel 1927 e assegnato ogni e coreografa Pina Bausch, il regista Ingmar Bergman, il sociologo «contributo alla letteratura internazionale». L’ottantunenne Adonis
tre anni in Germania a personalità eccellenti non solo in ambito Raymond Aron e lo storico dell'arte Ernst Gombrich. Quest’anno, (pseudonimo di Ali Ahmad Said Esber) riceverà il riconoscimento il
tedesco e nel campo della letteratura, come testimonia l’elenco però, il premio è andato a quello che la giuria ha definito come «il 28 agosto a Francoforte sul Meno, nel giorno del compleanno e
degli insigniti, fra i quali figurano, accanto a romanzieri come più grande poeta arabo della sua, generazione», il siriano Adonis, nella città natale di Johann Wolfgang von Goethe.

tuiva per la narratrice un riferi-


CONFINI · Herta Müller e Aglaja Veteranyi tra memoir, saggio e poesia mento affettivo, pur entro una bi-
polarità conflittuale: «La mamma

Scrittrici rumene in bilico è bella come Bambi, il cerbiatto.


Non posso amarla, solo guardarla.
/ Se amo più la zia della mamma, i
begli occhi della mamma mi can-

tra lingue e culture


celleranno».
Il rapporto tra le due donne dal-
la vitalità eslege, zigana, e della
protagonista con esse, è il filo con-
duttore di questo testo più associa-
Stefano Zangrando tivo che narrativo, fatto di conti-
nui a capo, paratattico e a tratti

C’
è una curiosa affinità tra meramente elencatorio, quasi spe-
le due uscite più recenti rimentale, costellato di pause e in-
dell’editore Keller di Rove- terstizi dai quali l’energia brada
reto, questo appassionato artigia- che governa parole e personaggi
no investito dai riflettori, due anni pare esprimere un anelito ulterio-
or sono, dopo il conferimento del re e indicibile – lo stesso cui allu-
Nobel per la letteratura a Herta de, in qualche modo, la presenza
Müller. Delle due pubblicazioni, insistente del cibo, tanto cibo, a
quella che subito balza all’occhio è partire dal «dolce dei morti» impa-
proprio quella firmata dall’autrice stato da Cristel, ex-compagno di
di lingua tedesca di cui Keller nel uno zio già trapassato, per l’immi-
2008, grazie a un fiuto di cui la nente funerale della zia.
grande editoria non era stata capa- Anche Veteranyi, si diceva, co-
ce, aveva dato alle stampe Il paese me Herta Müller sa animare le co-
delle prugne verdi – il cui titolo ori- se distillandone visioni: «La bom-
ginale è un composto traducibile bola dell’ossigeno era diventata su-
alla meno peggio con «bestia nel perflua, un’infermiera la spinse
cuore». Quel romanzo era forse fuori. Le ruote del carrello tagliaro-
l’opera più emblematica della Mül- no in due la stanza, il pavimento fe-
ler, in cui l’autrice, appartenente a rito si spalancò verso il basso, un
una minoranza tedesca del Banato UN RITRATTO DI AGLAJA VETERANYI piano dopo l’altro. Cademmo den-
romeno e fuggita dalla Romania to- tro la terra come in una bocca».
talitaria nel 1987, distillava una po- Usciti in contemporanea nea, un libro altrettanto intenso E anche qui la lingua è sempre
esia densa, cupa e inaudita dalle vi- dal bel titolo Lo scaffale degli ulti- anche essa stessa referente, non
cende di quattro giovani sotto il re- dall’editore Keller, mi respiri (traduzione di Angela solo strumento: «Capivo la lingua
gime di Ceausescu. Il re s’inchina e uccide Lorenzini, pp. 130, euro 13). L’au- madre con l’olfatto», e poi: «Mia
Ebbene, a tre anni da quel felice trice, Aglaja Veteranyi, figlia di cir- madre e io non avevamo una lin-
exploit editoriale, mentre nel frat- della Müller e Lo scaffale censi fuggiti dalla Romania e ap- gua comune. Solo parole», «Mi cre-
tempo alcune majors si sono conte- degli ultimi respiri prodati in Svizzera dopo una vita scono addosso lingue straniere», o
se altre opere narrative della scrit- di spettacoli in giro per il mondo, ancora: «La lingua di queste lettere
trice, Keller propone un breve scrit- della Veteranyi si tolse la vita non ancora quaran- non voleva lasciarsi imparare da
UGOLINO DI NERIO, to ibrido, riflessivo e memoriale in- sono testi affini, segnati tenne il 3 febbraio 2002, poco pri- me». Sono affermazioni in cui ci si
«IL TRADIMENTO DI GIUDA» (1325); sieme, dal titolo Il re s’inchina e uc- ma dell’uscita di questo suo secon- imbatte soprattutto nella parte
IN BASSO, GISLEBERTUS, cide (traduzione di Fabrizio Cam- dallo sradicamento do lavoro narrativo. centrale, quella in cui la spessa cor-
«IL SUICIDIO DI GIUDA» bi, pp. 92, euro 12). È un saggio Il primo, uscito in italiano nel nice della morte lascia spazio a
d’autore, dunque, dove il rapporto vata” della lingua nel regime auto- 2005 per l’editrice Tufani di Ferra- una rammemorazione per fram-
tra vita e letteratura è illuminato in ritario: le parole «re», «barbiere» e ra, si chiamava Perché il bambino menti che prosegue idealmente la
una sorta di meditazione autobio- «capelli» possono allora enuncia- cuoce nella polenta e raccontava, narrazione retrospettiva del libro
grafica condotta soprattutto attra- re il proprio viaggio attraverso i si- con una forte impronta autobiogra- precedente.
verso l’analisi della lingua – o me- gnificati di volta in volta incarna- fica, l’infanzia e la giovinezza di Si aprono così brevi squarci su
glio, delle lingue, poiché non è so- ti, da un pezzo degli scacchi nato una figlia d’arte, compresa la sua una Romania non dissimile da
lo dall’iniziazione al rapporto tra le dall’esperienza bellica del nonno «avventura» linguistica. Nel corso quella già incontrata nelle pagine
pena l’impossibilità di comprendere sioni. Che se da un lato offrono una parole e le cose, e dal vuoto che si fino a quel «re» interiore, o «be- delle sue peregrinazioni continen- di Herta Müller, solo che qui al cen-
– per fare un solo esempio (un altro chiave di lettura originale della «leg- spalanca tra esse sotto gli occhi stia nel cuore», che è la reazione tali, infatti, la romena Veteranyi ha tro dei rapporti vi è sempre la fami-
potrebbe essere lo «schmutzig jüdi- genda nera» di Giuda (dove teologia ignari della comunità rurale dell’in- ribelle dell’istinto vitale alla pau- appreso sì più lingue, ma sempre glia, che pare costituire per la nar-
sch» di marxiana memoria, oggetto ed economia si saldano nella codifi- fanzia, che passa la formazione esi- ra quotidiana di chi è braccato nella loro immediata funzione ratrice un legame irrinunciabile e
anche ai nostri giorni, anche a sini- cazione di regole sociali e rapporti ge- stenziale e poetica della scrittrice, dalla Securitate. d’uso, vissuta e parlata, rimanen- al tempo stesso incomodo, da cui
stra, di fraintendimenti grotteschi) – rarchici), dall’altra schiudono un va- ma anche dal bilinguismo necessa- È del resto in risonanze come do di fatto analfabeta finché, stan- smarcarsi finalmente in nome di
il senso che giudeo assume sin dal sto territorio alla riflessione sugli in- rio che si sviluppa con il trasferi- questa che il testo rivela il proprio ziatasi a Zurigo, non ha imparato il una qualche autonomia, di una di-
tardo Duecento (Cino da Pistoia), trecci che legano il discorso religioso mento a Bucarest, fino alle ulterio- interesse rispetto all’opera più pro- tedesco, che è diventato la sua lin- versa adultità. Ma è un esito ben ar-
quale sinonimo di persona gretta, e la stessa «invenzione delle razze» al- ri scoperte e interferenze suscitate priamente narrativa della Müller, gua adottiva e letteraria. duo se l’unione di sangue è il solo
priva di intelligenza spirituale, quin- le logiche della subordinazione e del dalla migrazione a Berlino. presentandosi come una dichiara- Difficile dire quanto lo sradica- punto di riferimento di un’esisten-
di vocata al computo di piccoli profit- conflitto di classe. In questa comples- «In ogni lingua dimorano altri zione di poetica sui generis, raffina- mento assoluto che dovette deri- za altrimenti sospesa in un vuoto
ti quotidiani. sa struttura discorsiva Todeschini occhi» è appunto il titolo della pri- ta nella tessitura e animata da una varne abbia avuto un ruolo nella di senso che neppure una madre-
guida il lettore con sorprendente leg- ma delle due parti che compongo- tensione stilistica capace di infon- crisi psichica e esistenziale che ha lingua incompleta può colmare.
L’invenzione delle razze gerezza. no il volume, nonché la sintesi cui dere vita propria alle cose: «non po- portato l’autrice al suicidio. Resta Sicché l’eredità più vera e duratura
Di qui il passo che Todeschini magi- Anni fa, recensendo su «Alias» I essa perviene, una sintesi che è an- tevo trovare un accordo con la vita- il fatto che il carattere autodidatti- pare essere infine quel male di vive-
stralmente compie nel ricostruire la mercanti e il tempio, scrivemmo che, che politica: «il linguaggio non è lità nel cerchio vorace delle piante, co di questo apprendistato ha for- re che, scampato alle sue cause po-
«dilatazione semantica» che il termi- a dispetto della complessità della ma- stato e non è mai in alcuna epoca con il riflesso della clorofilla sulla giato un talento poetico la cui for- litiche, pur si ripresenta dove si è
ne e la figura di Giuda conoscono tra teria, lo si leggeva «d’un fiato e come una riserva apolitica, perché non si pelle. Vedevo sempre che il campo za principale è nel connubio poten- stranieri, inestirpabile: «qui si è in-
il IV e il XV secolo, sino ad avvolgere un romanzo». Eravamo rimasti effet- lascia separare da ciò che gli uomi- mi nutriva soltanto perché più tar- te di crudezza e candore, anche felici, senza sapere il perché».
nella livida luce della colpa, come si tivamente colpiti dalla scorrrevolez- ni fanno con altri uomini». di mi voleva divorare». quando, come in questo Scaffale Resta, a compiere l’opera, la me-
diceva, l’intera piccola umanità della za del dettato e dalla coerenza, dalla La seconda parte, quella che dà È insomma una poesia della degli ultimi respiri, il tema attorno tafora attinta a una religiosità che
gente qualunque – salariati e contadi- compattezza dello svolgimento. La il titolo al libro, traspone questa prosa, che sa affrancare gli oggetti al quale tutto gravita è la morte. è feconda in quanto mitopoietica,
ni poveri, donne sole o vedove, men- sorpresa si è ripetuta ora con questo diversità all’interno delle parole dal lirismo soggettivo, ed è un L’epigrafe, poi ripresa nel testo, e perciò letteraria nel senso più al-
dicanti, servi e piccoli artigiani – co- straordinario Giuda. Libro denso, stesse, narrandone la mutevolez- aspetto che apparenta più a fondo annuncia: «Passiamo molto più to: «Ogni morto porta a Dio il suo
stretta a vendersi per sopravvivere e complicato, ma incredibilmente flui- za semantica in rapporto ai conte- di altri – più della comune prove- tempo da morti che da vivi / per ultimo respiro, secondo Costel. Un
per ciò stesso sospetta e inaffidabile, do. Chiusa l’ultima pagina, permane sti vissuti. La ripresa dell’elemen- nienza nazionale, più dell’analoga questo da morti ci serve molta più respiro in cui Dio può leggere la vi-
anzi già colpevole, proprio perché in- un sentimento di riconoscenza per to autobiografico, dei suoi motivi esperienza di emigrazione – il te- fortuna». L’evento che scatena la ta di quell’uomo come in un libro.
catenata alla turpe ricerca di un gua- quanto si è appreso, e di attesa per e delle sue metafore, diviene così sto della Müller al volume stampa- scrittura è il decesso della zia che, La biblioteca di Dio è uno scaffale
dagno immediato. Inopinate connes- un prossimo dono. funzionale a restituire la “vita pri- to da Keller quasi in contempora- più della madre ex-acrobata, costi- pieno di ultimi respiri».
pagina 12 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

VISIONI

FOTOGRAFIA • Alan Gardini, fotoreporter bolognese, nel settembre 2006 è andato


nella zona rossa: «La radioattività non la vedi. Ma se accendi il geiger tutto impazza»

Chernobyl, zona
Elfi Reiter
BOLOGNA

«G
uardare ma non toccare!»
Concetto fondamentale,
oggi, per chi vive nella zo-
na contaminata attorno al reattore 4
della centrale nucleare di Chernobyl,
esploso dopo un semplice controllo
di routine il 28 aprile 1986 e rimasto a
bruciare fino al 10 maggio successi-
vo. Ce lo ricorda Alan Gardini, foto-
grafo bolognese, reporter per passio-
ne, che nel settembre 2006 è andato a
visitare quel sito dannato per racco-
vuota della memoria
gliere testimonianze visive. L’abbia-
mo incontrato per parlare del suo li-
bro autostampato, disponibile in rete
sul sito www.progettohumus.it del-
l’associazione Mondo in cammino,
nata per far conoscere il problema nu-
cleare e per dare sostegno a persone RADIO ACTIVITY
rimaste contaminate nel Caucaso, e
dove per altro si trovano parecchie in-
formazioni a riguardo.
Una decontaminazione
Da dove nasce il tuo interesse per quasi impossibile
Chernobyl?
Sono stato incuriosito sin da picco- Il territorio sul quale si svolgono oggi le attivi-
lo, da quando il 30 aprile 1986 dovetti tà dell’infrastruttura industriale della centrale
festeggiare il mio undicesimo comple- nucleare di Chernobyl ha il nome di «sito in-
anno chiuso in casa, nonostante ci fos- dustriale». Nella classificazione dei territori
se una splendida giornata di sole. della «zona di esclusione» e di «re-insedia-
Come ti sei organizzato? mento» è denominata come «parte industria-
Ho iniziato le ricerche entrando in le» della zona. La superficie totale di que-
contatto con Massimo Bonfatti, presi- st’area è di circa 54.000 ettari. La caratteri-
dente di Mondo in cammino, che mi stica principale del territorio è il notevole li-
ha dato subito l’indirizzo mail della vello di inquinamento radioattivo: i valori me-
Chernobylinterinform Agency attiva- di degli isotopi al suolo è intorno ai 300 000
ta da subito in loco per aiutare le per- Bq/m2; inoltre su quasi 20.000 ettari di ter-
sone dopo il disastro. Lo dico, per- reno, occupati dalla centrale atomica, i livelli
ché le mie lettere scritte ad ambascia- di plutonio superano i 4.000.000 di Bq per
te e ministeri sono tutte rimaste sen- metro cubo. In questi territori la completa
za risposta. decontaminazione è impossibile. L’area occu-
Hai avuto finanziamenti e quale è pata dal nuovo cantiere per costruire il nuovo
stato il percorso che hai scelto? sarcofago è di 3.600 ettari. Fanno parte de-
Mi sono autofinanziato il viaggio a gli elementi tecnologici del sito industriale
Kiev. I ragazzi dell’Agency sono venuti anche un serbatoio di raffreddamento e un
a prendermi in macchina all’albergo, bacino idrico a sud-est degli impianti. Riser-
e uno di loro mi ha fatto da guida den- ve idriche naturali, in prossimità del sito, so-
tro la zona chiusa. C’erano due ore e no il fiume Pripyat che scorre attorno alla
mezza di strada da fare, mentre le au- centrale e confluisce successivamente in un
torità mi avevano concesso dodici ore canale artificiale e il lago Azbuchin. (dal sito
di sosta all’interno. progettohumus.it)
Cosa intendi per «zona chiusa»? FOTO DI ALAN GARDINI
È la zona contaminata dall’inciden-
te suddivisa in tre aree, per cui ci vo- ma appena lo accendi, i numeri impaz-
gliono tre permessi di accesso: il pri- zano. Dopo venticinque anni non c’è Eventi / LIBRO, AUDIO CD E UNA MOSTRA
mo per accedere alla «zona rossa» che più nulla nell’aria, tutto si è depositato
corrisponde a 200 qm circa nel nord sotto forma di una sottilissima polvere
dell’Ucraina, il secondo per entrare
nella città di Chernobyl, dove tuttora
lavorano duecento persone per il man-
sul suolo, sul cemento. Mai andarci
quando c’è vento! Infatti non lo per-
mettono, e in ogni caso fanno entrare
Sculture grondanti, le opere
tenimento e la vigilanza del sito mai
abbandonato e, inoltre, in un campo
con piante sperimentali per assorbire
solo per poche ore.
Come hai trovato Pripyat dopo tanti
anni?
naturali di Luca Prandini
le radiazioni. Il terzo permesso ti fa en- Sempre uguale, con qualche ruggi-
trare a Pripyat, la città fantasma a soli ne in più, forse. Mi hanno detto che ci gio, Reggio Emilia presso Amarillo Art Gal- sembra essere ritornata a una perfetta mi-
due km dalla centrale e zona più con- vanno due/trecento persone tra foto- lery dal 27 maggio al 4 giugno, a Parma nel- mesi della natura. Le sue opere restituisco-
taminata in assoluto. Ognuno dei tre grafi e giornalisti all’anno. Il reattore 4 la galleria Maison Olivier, dal 10 al 26 giu- no tutta la fluida bellezza del secondo sta-
varchi è presidiato da militari che, pri- poi è costantemente monitorato es- gno) di sculture e disegni di Prandini. La dio della materia. A lui e a pochi altri rie-
ma di riuscire, ti controllano con un di- sendo già piena di crepe la struttura frase in questione, a guisa di chiosa, risuo- sce l’ardua missione di riprodurre in mar-
spositivo molto rigoroso per misurare che deve contenere le radiazioni e che na quasi come programmatica, un’epigra- mo la sostanza delle sue declinazioni più
eventuali contaminazioni subite. Se è stata appoggiata sull’unica parete ri- fe concisa e antiretorica. Come tutta l’ope- leggere e impalpabili. C’era riuscito Giu-
suona c’è una doccia particolare da fa- masta in piedi. Nessuno sa cosa c’è al razione, del resto. Il messaggio appare seppe Sanmartino, ma qualcuno aveva ad-
re, di cui non so molto perché per for- suo interno e che cosa può accadere chiaro fin dall’inizio, ma si sviluppa - co- dirittura evocato l’alchimia. Ma in Prandi-
tuna non ho dovuto passarci! Va ag- se si rompe prima che riescano a co- me in una lettera aperta, più volte ripiega- ni non c’è malizia esoterica, piuttosto em-
giunto che i militari e il personale che struire la mega-tartaruga prevista per ta per dare il giusto tempo di riflessione - patia naturale, mestiere, pazienza.
lavora a Chernobyl alternano 48 ore coprire il tutto. E tornando alla do- lentamente con il procedere delle pagine.
nella zona chiusa ad altrettante passa- manda: si trovano ancora case arreda- Non numerate. Ogni esemplare è impre- L’artista reggiano
te in zona aperta per decontaminarsi. te con tavole imbandite abbandonate ziosito da una xilografia originale, realizza-
Quali sono i ricordi più impressionan- in fretta la notte del 27 aprile, e sono ta dall’artista per l’occasione, di dimensio- realizza un ampio
ti della tua visita? spettrali le strade coi lampioni intatti ni eccedenti quelle del formato del libro e
Che la radioattività è terribile: non muniti di insegne metalliche a falce e stampata su carte differenti. progetto multimediale
la senti, non la vedi, non la tocchi. A martello, le cabine del telefono, per UNA DELLE OPERE IN MOSTRA DI LUCA PRANDINI Il libro d’artista In un cucchiaio d’acqua, sul tema dell’acqua
geiger spento tutto sembra normale, non parlare della gigantesca ruota come le esposizioni a esso connesse, è il
mai inaugurata dentro il parco giochi Mauro Carrera frutto della collaborazione di un gruppo ete- e dell’ambiente
per i bimbi (doveva essere aperta il 1˚ PARMA rogeneo di creativi. I testi letterari sono di
maggio, ndr). Luca Prandini (l’artista), le fotografie sono Tangenti, cerchi concentrici, il rimbalzo

«L
LA MILANESIANA
Cadaveri della civiltà in una città a mia ricerca nasce dalla volontà di Mattia Valentini e Piero Bruno, l’art direc- armonico del liquido che infrange la tensio-
che fu, trasformati per ironia della di porre al centro dell’attenzione tion è di Manuela Pecorari. Il cd audio alle- ne superficiale e sfida la gravità: sono que-
Sedici giornate fra arte, storia in un museo all’aria aperta di l’importanza dell’acqua nella con- gato contiene le musiche originali di Gianlu- ste le visioni che da effimere l’artista rende
filosofia e videogame uno stato che fu... temporaneità»: così definisce il suo lavoro ca Antolini (post produzione audio di Fabio marmoree, conservando tuttavia la dram-
Sì, oggi è una «zona memoria» fer- Luca Prandini, scultore trentatreenne reg- Festinese). matica fragilità del momento. Un rubinetto
Presentata la 12ma edizione de La Milanesia- mata nel tempo e dentro il museo de- giano. «L’acqua è un bene sempre più pre- La stringente attualità delle problemati- mal chiuso in una bacinella. Un sasso in
na, che promette un viaggio dalla filosofia fino dicato a Chernobyl a Kiev, città in cui zioso, da salvaguardare attraverso una nuo- che connesse all’acqua (referendum, emer- uno stagno. Schizzi da una gronda malmes-
ai... videogame. Si comincia il 26 giugno con tuttora si respira il doppio del valore va cultura del consumo. Per questo motivo genze ambientali, ecc.) e la centralità di es- sa in una pozzanghera.
sedici giornate ricche di 35 appuntamenti, 140 naturalmente presente di radioattivi- ho pensato di non celebrarla attraverso fon- sa nell’etica e nell’estetica del vivere sono al- La scultura di Prandini ha un che di sol-
ospiti e un tema intrigante «Bugie e Verità». tà nell’aria, sono esposte le tute dei li- tane o giochi d’acqua, ma di fissarne l’im- l’origine di questo progetto originale e inte- levante. Il freddo del marmo si umanizza
Inoltre, La Milanesiana sarà al Circolo lettori di quidatori: assolutamente inadatte! Si magine in una forma che ne ricordi l’impor- rattivo, che ha una sua fase performativa a e diventa il fresco dell’acqua, diviene un
Torino con una serata dedicata all'Africa con il direbbe un «museo monitore» nel pre- tanza, anche di una singola goccia». cavallo tra la primavera e l’estate del 2011 fotogramma, la liquefazione della pietra,
premio Nobel cinese Gao Xingjian e due mostre sente per un futuro da non costruire. Da qualche settimana le opere di Prandi- (reading di Pierluigi Tedeschi con i testi del quello che costa una fatica infinita leviga-
con i disegni di Tahar Ben Jelloun e le fotogra- Altro aspetto tragico-assurdo è quello ni hanno finalmente trovato spazio anche libro d’artista e le musiche originali di re. Luca ha pazienza, quanto basta e gio-
fie di Gao Xingjian. La manifestazione apre con delle maschere anti-gas ritrovate: so- sulla carta stampata: «Tutto il processo di Gianluca Antolini nell’ambito del Festival vane età. Non è ansioso di mostrare, ma
letture, interventi, concerti e proiezioni sulla no state lasciate da un fotografo che produzione e stampa è avvenuto nel rispet- della Poesia di Parma), ma che si offre co- di fare, di creare gocce di mondo, mondi
Nuova primavera araba, e prosegue, fra l’altro, si era voluto creare il suo set e non dal- to dell’uomo e dell’ambiente», così si con- me un percorso, anzi un corso d’acqua. Le di gocce. Piccoli gioielli, le sue opere paio-
con un'introspezione sulle Bugie del Mediterra- le prove di evacuazione com’è stato clude il piccolo ma intenso volume In un sculture grondanti di Luca Prandini disse- no attimi riflessi nel tempo, rimbalzi in-
neo, Le bugie del ventennio fascista, Sesso e scritto in molti casi! Me l’aveva detto cucchiaio d’acqua. È, questo, un recente li- tano: cucchiai d’acqua immobile, albumi nescati e non controllati. Due sono gli
Bugie, Le bugie degli adulti e il piccolo princi- la guida, così come i disegni a forma bro d’artista concepito e realizzato in occa- rappresi di marmo, quasi gelidi flan, dolci spettacoli (orridi e meravigliosi): quello
pe. Il 6 luglio La Milanesiana si scopre multime- di ombre sui muri sono di un gruppo sione del progetto espositivo omonimo che al cucchiaio perfettamente levigati, questi dell’acqua è uno. L’alpha e l’omega, la
diale con i video giochi, e la performance di di artisti francesi in omaggio ai tanti ha prodotto tre mostre (a Suzzara, galleria lavori sono sorprendenti per ideazione e goccia di rugiada e l’onda anomala, la
Peter Molyneux con l'intervento di Paolo Pa- bimbi morti e al silenzio tombale che 2E, l’esposizione resta aperta fino al 22 mag- realizzazione. Con Prandini, la scultura conditio sine qua non dell’esistenza.
glianti e Cristina Siviera Tagliabue. ora regna tra quei palazzi.
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 13

VISIONI
MTV AWARDS A TWILIGHT JE SUIS MONTALBANO
La saga dei vampiri supera quella del maghetto Harry Potter cinque premi a uno agli MTV «Il Commissario Montalbano» varca i confini e arriva in Francia. È stato siglato un accordo tra la Rai
Movie Awards, ventesima edizione, che hanno decretato domenica a Los Angeles le preferenze e France Television, che trasmetterà su France 3 otto puntate della fiction diretta da Alberto Sironi
del pubblico, che ha votato via internet, in fatto di film della scorsa stagione. A mani vuote e basata sui libri di Camilleri, con Luca Zingaretti. Da viale Mazzini fanno sapere di aver investito
sono rimasti «Black Swan» di Darren Aronofsky e «The Social Network» di David Fincher. «una cifra considerevole anche nel doppiaggio», per restare fedeli ai testi di Camilleri.

NAPOLI · Un convegno dell’Università Federico II e della Fondazione Roberto Murolo LUTTI

Miriam Karli,
Tuffarsi in un mare di canzoni signora dei gatti
di Arancia
meccanica
Flaviano De Luca zoni» che ha messo in fila alcune
straordinarie perle della produzio- L'attrice britannica Miriam Kar-

«I
l mare è la voce del mio ne napoletana, dedicate al mare, lin, era Miss Weber ovvero la
cuore/ è la voce del tuo da Me voglio fa ’na casa di Doni- «signora dei gatti» in «Arancia
cuor/che ci unisce anco- zetti alla famosa Santa Lucia Lun- meccanica», è morta a Londra a
ra/ I miei baci a te/ i tuoi baci a tana di E.A. Mario, inframmezza- 85 anni. Un curriculum ricco di FOTO DI AGOSTINO MELA
me/ce li porta il mare» cantava te da aneddoti piacevoli e curiosi- partecipazioni, aveva lavorato
Sergio Bruni nel 1960, al Festival tà (alcune le ha scritte anche nel li- infatti in «La strada dei quartieri
di Napoli, titolo della canzone Il bro Come si ride a Napoli, una pic- alti» (1959), diretto da Jack STEFANO DI BATTISTA
Mare, con violini e fiati che s’indu- cola antologia della canzone umo- Clayton, «Gli sfasati» (1960) di
striavano a imitare il suono della ristica napoletana). Viene fuori Tony Richardson, «Lassù qualcu- Rita Levi Montalcini
risacca, del frangersi delle onde. che la canzone napoletana è un in- no mi attende» (1963), «Cin-
Il mare è un antichissimo, e sem- no al mare ed alle sue contiguità: que ore violente a Soho» stregata dal jazz
pre attuale, soggetto/oggetto di barche, pescatori, reti, lampare, (1963) di Ken Hughes, «La per-
poesie, racconti e canzoni, da innamorati, sospiri e lacrime, chi- dizione» (1974) di Ken Russel
Omero a Belen, da Amado a Tre- tarre, mandolini. Ed un susseguir- e «Incognito» (1997) di John Stefano Crippa
net. E in tantissimi si sono inven- si di balli accattivanti sulle spiag- Badham. L'attrice aveva recitato

N
tati dei mezzi creativi per rappre- ge, alla luce di coloratissimi lam- anche nella serie televisiva «The ella terra delle donne. Facile per
sentare il rumore del mare. Nel fi- pioncini di carta, scatenate com- Rag Trade». Il regista Stanley Stefano Di Battista intitolare il di-
ne settimana, la Fondazione Ro- plici tarantelle, ceccone e torniel- Kubrick nel 1971 scelse Miriam sco appena pubblicato così, Wo-
berto Murolo e l’Università Fede- li, catubbe e cascarde. Conclude Karlin per il ruolo di Catlady in man’s land (Alice records) quando a casa
rico II, con la cattedra di Musico- Missaglia citando Ruocco: «No, «Arancia Meccanica», la signora sei circondato da... ragazze; la piccola bim-
logia, hanno promosso uno sfizio- nun ‘e state a sentere ‘e canzo- dei gatti che ama fare ginnasti- ba che gattona sul pavimento e si arrampi-
so convegno «La canzone, il ma- ne!/Chistu mare è celeste, 'o cielo ca nel suo appartamento ricca- ca sulle gambe di papà e la mamma, la can-
re», tenutosi alla Sala Piovene del- è d'oro,/ma stu paese nun è sem- mente arredato con pezzi di tante Nicky Nicolai. Ma il titolo, spiega il
la facoltà di Lettere. pe allero./Nun sponta sempe ‘a lu- arte contemporanea, compreso quarantaduenne sassofonista romano, in
Il nodo centrale era legato alla na a Marechiaro/e nun se canta e un gigantesco fallo in ceramica. realtà gli è ronzato per la testa solo per as-
canzone napoletana e alle sue di- se fa sempe amore;/cheste so’ fan- Miss Weber verrà poi uccisa per sociazione di idee: «Mi sono innamorato di
verse maniere di parlare di quella tasie pe' furastiere.Quanta buscie mano di «Alex de Large» (Mal- No man’s land il film di Daniel Tanovic, lo
massa d’acqua blu ma sono stati ca' diceno 'e canzone». colm Mc Dowell). so che non c’entra niente ma mi piaceva
esaminati repertori di canzone di l’idea di partire dall’assonanza dalla terra
diversa provenienza, dalla canzo- senza uomini a.. un pianeta delle donne».
ne brasiliana alla chanson françai- Undici composizioni dedicate ad altret-
se, dalla canzone d'autore (De An- Festival / SI È CONCLUSA IERI L’EDIZIONE 2011 tante figure femminili, da Molly Bloom dal-
drè) a quella da spiaggia. Partico- l’Ulisse di Joyce a Coco Chanel, Rita Levi
larmente curiosa la relazione di Se- che li deve aiutare nella vendem- Montalcini, Anna Magnani, Ella Fitzge-
rena Facci che ha parlato e fatto
ascoltare numerosi esempi di ma-
reraccontato dai nostri cugini d’ol-
Piccolo, creativo e indipendente. mia. Tra banalità e buone idee,
per Righi è una prima prova inco-
raggiante. Un thriller tutto girato
rald. Un progetto a quattro mani con la
complicità di Gino Castaldo. «Le canzoni
le ho composte in maniera poco canonica.
tralpe e si è soffermata sulla stu-
penda Supplique pour etre enterrè
à la plage de Sète, parole e musica
Gli incontri del cinema di Stresa sul Monte Rosa, a oltre tremila
metri di quota e con un umori-
smo surreale, è La misura del con-
Non potendo sedermi al pianoforte e scri-
vere le note mettevo su Ipod mentre ero in
giro con il passeggino, le idee che mi veni-
di Georges Brassens, un brano fine. Opera insolita per ambienta- vano e le risuonavo». Di Battista in questo
che cita tutto l’immaginario mari- Nicola Falcinella tato da un bravissimo Pietro Ca- zione con belle immagini e, su tut- percorso nota un tocco diverso nella creati-
naresco, dai naufraghi alle sirene, STRESA sella), giovane poco adatto alla so- ti, l’ottima prova d’attore di Peppi- vità di alcune musiciste rispetto ai colleghi
con castelli di sabbia e pini a om- cietà rapace e individualista di og- no Mazzotta. Arriverà nelle sale a dell’altro sesso: «C’è una sensibilità diffe-

P
brello, augurandosi una sepoltura iccoli e assediati da eventi gi. Gaglianone, con l’appoggio di settembre, per Cinecittà Luce, Ad rente. Carla Bley piuttosto che Maria Sch-
«da eterno villeggiante». Il conve- più glamour, gli Incontri ci- Gianluca Arcopinto, ha voluto ogni costo del collettivo di Guido- neider, che suona con l’orchestra di New
nematografici di Stresa con- ostinatamente raccontarne la sto- nia Amanda Flor. Una storia di pe- York, la stessa Joni Mitchell compongono
Un golfo magico clusi ieri si sono confermati un’oa- ria in una Torino senza riflettori. riferia con uno spacciatore che con un afflato diverso». L’idea di Woman’s
si per il cinema indipendente. Pur senza premi (passò in concor- vuole a tutti i costi vedere il figli, land all’inizio aveva diverse caratteristiche:
tra barcarole Non solo italiano, perché negli an- so a Locarno lo scorso anno) e chiuso in un istituto per minori «Sì, doveva essere un progetto in cui io do-
ni si sono aperti a Svizzera, Porto- grandi numeri di spettatori, è uno dopo l’arresto della madre. Un vevo rapportarmi con le compositrici don-
e marinarielli, gallo, Belgio e ora Svezia. Ieri, fe- dei film italiani recenti più belli. film che vive di scene forti, di in- ne, per cui magari chiamare Rita Marcotul-
reti, lampare, sta nazionale del paese scandina- All’insegna dell’indipendenza, terpreti non professionisti che li e dirle, vorrei suonare la tua musica. Ma
vo, la giornata è stata dedicata a quasi di un’autarchia forzata, gli fanno sentire la forza e la verità mi stimolava più comporre».
remi e vogatori una tavola rotonda sul cinema altri film italiani. Tutte pellicole della vita. Stefano Di Battista da qualche anno è
svedese e alla consegna del Cigno «COEUR ANIMAL» DI SÉVERINE CORNAMUSAZ che meritano altre chance per far- Dalla Svizzera tre titoli. Coeur ani- un volto noto anche su piccolo schermo, vi-
gno si avvaleva della direzione d’oro speciale a Lukas Moodys- si conoscere e che mostrano mar- mal di Séverine Cornamusaz è un sta la sua frequentazione a Il senso della vi-
scientifica di Enrico Careri e Simo- son. Il quarantaduenne regista no- cumentario. Il terzo filone del ci- ginalità sociali o geografiche. triangolo amoroso molto partico- ta da Bonolis, ma coniugare musica e in
na Frasca che ha presentato il vide- to in Italia per Fucking Amal e To- nema svedese è Ingmar Berg- Si va dal piccolo I giorni della lare sui pascoli alpini, una storia particolare il jazz con il mezzo televisivo
odocumentario Birds of Passage, gether (risalenti a più di dieci anni man, ma lui è morto e non c’è più vendemmia dell’esordiente venti- che ha i toni forti di denuncia del- non è cosa facile... «Certo lì ci sono delle re-
una serie di interviste realizzate a fa) si è detto poco interessato alla un pubblico per quel tipo di film. seienne Marco Righi a La misura la chiusura e del patriarcato del gole diverse, ma Paolo mi ha lasciato cam-
New York tra collezionisti e appas- settima arte e tutto proiettato ver- A me interessano più le cose che del confine di Andrea Papini (La capolavoro Höhenfeue di Fredi po libero. Potevo lanciare i miei pezzi, an-
sionati di musica napoletana d’ini- so la letteratura. vengono dal cuore che le struttu- velocità della luce). Il primo narra Murer. Piccolo film ticinese con che se a piccole dosi e una durata non su-
zio Novecento, che hanno fatto da «Trovo il cinema poco persona- re narrative». Il Cigno d’oro è inve- l’educazione sentimentale del- Alessio Boni e Giorgia Würth è Si- periore ai due minuti. Però adattandoci al
base per il suo libro omonimo, sot- le, non dà molte possibilità di ce andato a Daniele Gaglianone, l’adolescente Elia nel settembre nestesia di Erik Bernasconi. Un ritmo televisivo credo che l’idea abbia fun-
totitolo «i musicisti napoletani a esprimersi – ha dichiarato Moo- il regista torinese di Pietro che ora 1984. Siamo nella campagna emi- esordio prodotto da Villi Her- zionato». Il giro di musicisti che hanno ac-
New York 1890-1945» (edito dalla dysson – ho pubblicato un roman- con Ruggine spera in una bella ri- liana, il padre è un comunista che mann, una storia di amicizia e compagnato Di Battista nel nuovo lavoro è
Libreria Musicale Italiana), dove zo e sono più interessato alla scrit- balta veneziana. Al quarto lungo- non riesce a elaborare la perdita amori segnata da un grave inci- vario e composito: da Fabrizio Bosso a
per la prima volta si affronta la sto- tura, è la cosa più importante per metraggio il cineasta di I nostri an- di Enrico Berlinguer, la madre è dente. Boni ha dovuto imparare a Francesco Puglisi, Jonathan Kreisberg e un
ria della canzone napoletana in me. E trovo strano che le persone ni e Nemmeno il destino è arriva- cattolica e bigotta. La vita del ra- essere un paraplegico credibile grande dietro i tamburi, il batterista Jeff Bal-
rapporto all'emigrazione italiana siano più attratte dal cinema che to a dirigere attori di fama (Filip- gazzo (il bravo Marco D’Agostin) che gioca pure a basket in carroz- lard: «Con Jeff Ballard c’è una specie di sim-
del Novecento. dalla letteratura. Non so se farò al- po Timi, Valeria Solarino e Stefa- è turbata dall’arrivo della bella zina. Di handicap, mentale, parla biosi; lui si mette in gioco e dà degli input
Scorrono personaggi anziani, tri film, magari cambierò idea, no Accorsi) sempre con il piglio Emilia (Lavinia Longhi che si era pure Sommervögel, primo lungo- incredibili. Quando suona prende le strade
emigranti d’inizio secolo che ricor- ma ora non mi interessa. Al limite dell’indipedente che non si rasse- fatta notare per il bacio saffico a metraggio per il grande schermo più rischiose. Nel gruppo che suona con
dano canzoni e gente d’un altra farò un film per ragazzi. O un do- gna. Un po’ come Pietro (interpre- Monica Bellucci in Sanguepazzo) del documentarista Paul Riniker. me c’è un bel feeling, un’amalgama molto
epoca. «Gli italoamericani stava- particolare».
no tutti ad Harlem, alla 106 c’era
gente di Brusciano, alla 107 veniva-
no dalla provincia di Messina, alla
115 e 116 - vicino alla chiesa catto-
lica - c’era la comunità di Marcia- stasera tv Rainews
nise (Ce) e Polla (Sa)». Immagini Rai1 Rai2 Rai3 Rete4 Canale5 Italia1 La7
d’inizio secolo di Gilda Mignonet- Fischio d'inizio per la
te, la regina degli emigranti, gran- nuova stagione di repor- 15:05 LA NAVE DEI SOGNI - 18:15 TG2 Notiziario 17:45 GEOMAGAZINE 2011 16:40 LA STELLA DI LATTA 14:45 UN UOMO DA 17:35 JONAS L.A. Telefilm Con 17:40 J.A.G. - AVVOCATI IN 19:03 IL PUNTO SETTIMANALE
MESSICO FILM Con Horst 18:45 TRIBUNA REFERENDUM Documentario Conduce FILM Con John Wayne, COPERTINA FILM Con Joe Jonas, Nick Jonas DIVISA Telefilm Con David Attualità
de appassionata di automobili a tage Vanguard targata Naumann, Antje Hagen, Attualità Marco Castellazzi Gary Grimes, Neville Brand, Dean Cain, Christina Cox, 18:05 LOVE BUGS Sit com Con James Elliott, Catherine 19:27 AGRIMETEO Notiziario
giocare su una spiaggia con amici, Current (Sky 130) sta- Heide Keller, Francisco 19:15 PILOTI Telefilm Con Enrico 18:55 METEO 3 - TG3 Notiziario George Kennedy David Lewis, Jocelyne Fabio De Luigi, Michelle Bell, Patrick Labyorteaux 19:30 TG3 Notiziario
Medina Bertolino, Max Tortora 19:30 TG REGIONE - METEO 18:55 TG4 - METEO Notiziario Loewen, Greg Rogers Hunziker 18:35 CUOCHI E FIAMME Real 20:00 IPPOCRATE Rubrica
al tempo della canzone Facimm sera e per cinque marte- 16:50 TG PARLAMENTO Attualità 19:30 SENZA TRACCIA Telefilm Notiziario 19:35 TEMPESTA D’AMORE 16:30 POMERIGGIO CINQUE 18:30 STUDIO APERTO - METEO Tv Conduce Simone Rugiati 20:30 TEMPI SUPPLEMENTARI
Pace. E gli italoamericani di secon- dì alle 21.10, Davide 17:00 TG1 - CHE TEMPO FA Con Anthony LaPaglia, 20:00 BLOB Varietà Soap opera Attualità Conduce Barbara Notiziario 19:40 G’ DAY Varietà Conduce Rubrica
Notiziario Poppy Montgomery 20:15 SABRINA VITA DA 20:30 WALKER TEXAS RANGER D’Urso 19:00 STUDIO SPORT Notiziario Geppi Cucciari 20:57 METEO Previsioni del
da generazione come Sam Canzo- Scalenghe propone cin- 17:15 197° ANNIVERSARIO 20:25 ESTRAZIONI DEL LOTTO STREGA Telefilm Con Telefilm Con Chuck Norris, 18:50 CHI VUOL ESSERE sportivo 20:00 TG LA7 Notiziario tempo
nieri, un giovane musicista, che si que filmati che raccon- DELLA FONDAZIONE MILIONARIO Gioco 19:25 C.S.I. MIAMI Telefilm Con 20:30 OTTO E MEZZO Attualità
21:00
Programma generico Melissa Joan Hart Clarence Gilyard
DELL’ARMA DEI 20:30 TG2 - 20.30 Notiziario 20:35 UN POSTO AL SOLE Soap Conduce Lilli Gruber NEWS LUNGHE
21:10
Conduce Gerry Scotti David Caruso
cimenta con l’hard rock , dove il re- tano il Brasile di oggi, CARABINIERI Evento FEBBRE 20:00 TG5 - METEO 5 Notiziario 20:20 THE MENTALIST Telefilm DA 24 Notiziario
21:05 21:10
opera Con Patrizio Rispo
taggio, culturale e musicale, della prossimo ai Mondiali di 18:50 L’EREDITÀ Gioco MASTERS OF DA CAVALLO - LA 20:30 PAPERISSIMA SPRINT CROSSING 21:27 METEO Previsioni del
21:05
Con Simon Baker, Robin
20:00 TG1 Notiziario MAGIC Varietà Conduce BALLARÒ MANDRAKATA FILM JORDAN Telefilm Con Jill
famiglia d’origine è praticamente Calcio 2014 e alle Olim- Varietà Tunney, Tim Kang
Hennessy, Miguel Ferrer,
tempo
21:30 MERIDIANA - SCIENZA 1
20:30 21:10 21:10
Raul Cremona, Jessica Attualità Conduce Giovanni Con Gigi Proietti, Enrico
inesistente. E poi Mark Pezzano, piadi 2016. Unico Pae- ITALIA - Polsky Floris Montesano, Rodolfo LA CUSTODE WIND Steve Valentine, Ravi Rubrica
un collezionista, che ragiona sulla se al mondo che negli REPUBBLICA D’IRLANDA 23:10 TG2 Notiziario 23:15 TG REGIONE Notiziario Laganà, Nancy Brilli, Carlo DI MIA SORELLA FILM MUSIC AWARDS Kapoor, Kathryn Hahn, 21:57 METEO Previsioni del
Evento sportivo 23:25 THE LAST KISS FILM Con 23:20 TG3 LINEA NOTTE Attualità Buccirosso Con Cameron Diaz, Abigail 2011 Evento Conduce 23:00 IN PLAIN SIGHT tempo
voglia di mantenere le proprie tra- ultimi dieci anni vanta 23:10 PORTA A PORTA Attualità Zach Braff, Jacinda Barrett, 23:30 METEO 3 Previsioni del 23:20 I BELLISSIMI DI R4 Breslin, Alec Baldwin, Jason Vanessa Incontrada e Teo - PROGRAMMA 22:00 INCHIESTA 3 Attualità
dizioni pur accettando diritti e do- un'incredibile crescita Conduce Bruno Vespa Casey Affleck, Rachel tempo Rubrica Patric, Sofia Vassilieva, Mammucari PROTEZIONE TESTIMONI 22:30 NEWS LUNGHE DA 24
00:45 TG1 NOTTE - TG1 FOCUS Bilson, Michael Weston, 23:55 CORREVA L’ANNO 23:25 ABBRONZATISSIMI Heather Wahlquist, 00:30 AMMESSO FILM Con Telefilm Con Mary Notiziario
veri della società americana. economica sostenuta Notiziario Eric Christian Olsen, Marley Culturale Conduce Paolo 2 - UN ANNO DOPO 22:05 TGCOM - METEO 5 Justin Long, Adam McCormack, Fred Weller, 22:57 METEO Previsioni del
Gran finale del convegno con da altrettanti progressi 01:15 CHE TEMPO FA Previsioni Shelton, Lauren Lee Smith, Mieli FILM Con Jerry Calà, Eva Notiziario Herschman, Blake Lively, Nichole Hiltz, Paul Ben- tempo
del tempo Harold Ramis 00:45 APPUNTAMENTO AL Grimaldi, Vanessa Gravina, 23:30 MATRIX Attualità Conduce Mark Derwin, Columbus Victor, Cristián de la 23:00 CONSUMI E CONSUMI
l’esibizione di Carlo Missaglia, a livello di diritti umani, 01:25 SOTTOVOCE 01:05 TG PARLAMENTO Attualità CINEMA Rubrica Mauro Di Francesco Alessio Vinci Short, Jonah Hill Fuente, Lesley Ann Warren Rubrica
cantante e chitarrista di gran clas- il Brasile non è solo la Rubrica Conduce Gigi 01:15 THE NINE Telefilm Con 00:55 RAI EDUCATIONAL - ATTO 01:35 TG4 NIGHT NEWS 01:00 TG5 NOTTE - METEO 5 02:30 POKER1MANIA Rubrica 00:30 LE VITE DEGLI ALTRI Real 23:27 METEO Previsioni del
UNICO Rubrica NOTTE Notiziario Tv Conduce Angela Rafanelli
se, con un recital «Un mare di can- terra delle favelas. Marzullo. Tim Daly, Kim Raver Notiziario sportiva tempo
pagina 14 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

COMMUNITY

la domanda
terraterra
ri significherebbe il raggiungimento
Marina Forti dell'obiettivo. Certo, in questo caso
sicuramente tutti tenteranno di salire
E il clima continua a scaldarsi sul carro dei vincitori, ma è un rischio
che personalmente sono disposto ad

B
rutte notizie hanno accolto i delegati dei CAMPANIA accettare. Certo spetterebbe ai politici
circa 180 paesi firmatari della Conven- fare una analisi seria dell'esito della
zione dell’Onu sul clima, che ieri hanno Martedì 7 giugno, ore 19.30 SINDACI di cen- consultazione popolare... ma la classe
cominciato due settimane di colloqui a Bonn, CONCERTO PER L’ACQUA La grande mobi- trodestra e di cen- politica italiana è seria? Comunque
in Germania. E la prima delle brutte notizie è litazione per raggiungere il quorum alle votazio- trosinistra, presi- credo che alle persone più attente non
che le emissioni di anidride carbonica, il princi- ni per i referendum del 12 e 13 giugno, si denti di Regione è sfuggito e non sfuggirà il voltagabba-
pale dei gas di serra che alterano il clima terre- concretizza con l'attenzione particolare ai due del Pdl come Cap- na dei politici. La maggioranza degli
stre, hanno toccato un nuovo record nel 2001. quesiti relativi alla privatizzazione dell'acqua, pellacci e Zaia, italiani invece assisterà inebetita e
Così certifica l’ultimo rapporto diffuso dagli attraverso il Gran Concerto Artisti per l'Acqua Storace e la Mus- anestetizzata dai media all'inevitabile
economisti dell’Agenzia internazionale per che si terrà nel Cortile interno Chiesa Santissi- solini per la de- teatrino che verrà messo in scena,
l’Energia (Aie). In altre parole, vent’anni di ne- mo Nome di Maria nella frazione Puccianiello. stra più estrema, dopo i referendum, nelle varie televisio-
goziati internazionali su come tagliare le emis- La serata si apre con la presentazione del- Bossi e la Confe- ni nazionali. W l'Italia. Antonio
sioni provocate dall’uso di combustibili fossili l'evento cura della responsabile del Comitato renza episcopale
(petrolio, carbone, gas) per ora hanno dato ri- promotore, Mena Moretta, cui seguirà l'esibizio- italiana. Tutti sul Cosa c'entra la proprietà privata
sultati molto scarsi, per non dire nulli: la quanti- ne di Fausto Mesolella con la Mediterranea carro dei referen- del referendum con il diritto di tutti di
tà di gas «di serra» spediti nell’atmosfera terre- Summer Band. L'ingresso è libero (con sotto- dum, dopo averli decidere con il voto nel merito delle
stre non rallenta neppure la sua crescita. scrizione libera a favore del comitato ref.) osteggiati in ogni questioni? In che senso «male accom-
I dati sono allarmanti. L’anno scorso 30,6 gi- ■ Cortile interno Chiesa Santissimo modo. Il governo pagnati»? Forse si preferisce parlare
gatonnellate (Gt, ovvero miliardi di tonnellate) Nome di Maria - frazione Puccianiello rimane solo e si dei compagni di viaggio anziché deci-
di anidride carbonica sono finite in aria, in Caserta (Ce) avvale dell’unica dere verso quale futuro dirigerci? Alef
gran parte prodotte dalla combustione di fossi- arma rimastagli
li: è un aumento di 1,6 Gt rispetto al 2009, anno LAZIO in pugno: il silen- Io credo che in casi come questi, in
in cui per la prima volta le emissioni erano sce-
se (nel 2008 erano 29,3 Gt). Ovvero: la crisi fi-
nanziaria e la recessione mondiale ha segnato
Martedì 7 giugno, ore 18
zio mediatico
Dalla destra cui in gioco non vi è solo una vittoria
politica, bensì il bene comune, odier-
no e futuro, sia opportuno gioire nel-

al centrosinistra,
LA PARTITA DEL NUCLEARE Il referendum
solo una lieve flessione, poi le emissioni hanno sul nucleare ha riproposto il dibattito sulla l'essere accompagniati da chiunque. I
ricominciato a crescere - e molto più in fretta scelta che si stava attuando quasi silenziosa- vari Casini, Fini, Mussolini, ecc.. non
di quanto chiunque si aspettasse, ha detto un
tutti i partiti
mente, di riaprire il nucleare in Italia. Se ne fanno certo eccezione, e il caso non
allarmato Fatih Birol, capo degli economisti del- discute in questo incontro a pochi giorni dal voglia accetterei la spinta anche del
l’Aie e considerato uno dei massimi esperti referendum. grande B pur di arrivare al quorum.

salgono sul carro


mondiali di energia, al quotidiano The Guar- ■ Sala Teatro della Natività, via Gallia, Stefano
dian (che la settimana scorsa aveva anticipato 162, Roma
le conclusioni del rapporto). Gran parte dell’au- Il referendum è senz'altro politico,
mento delle emissioni registrato nell’anno scor-
so, circa tre quarti, è da attribuire a paesi «emer-
genti» (dove le economie crescono più che nel
Giovedì 9 luglio, ore 18
LIBIA E SIRIA Giulietto Chiesa e Fulvio Gri-
maldi in una serata a tema «Dal Maghreb al
del voto del 12 e 13 perché molto politiche e di parte sono
le scelte che i cittadini vengono chia-
mati a fare in questo tanto temuto e
vecchio mondo industrializzato). E lo studio
dell’Aie fa notare anche che l’80% delle centrali
termiche che saranno attive nel 2020 sono già
Mashreq, dalla Libia alla Siria: rivolte e giochi
geopolitici sulle rive del Mare Nostrum». giugno. Meglio desiderato fine settimana del 12 e 13
giugno. Perché soprattutto il nucleare
implica uno stile di vita diverso a se-

soli o male
Ragionamenti, testimonianze e documenti
costruite o in costruzione, e quasi tutte usano filmati inediti che rivelano scenari sconvolgenti. conda della decisione. Ma non convie-
combustibili fossili. Ovvero, il corso delle emis- ■ Sala della Comunità Metodista, via ne a nessuna delle due parti ammetter-
sioni di anidride carbonica è già segnato.
accompagnati?
Firenze, 38, Roma lo. Alla destra, perché così facendo
E questa è l’altra cattiva notizia: i dati diffusi depotenzia un possibile ed ennesimo
dall’Aie indicano che le emissioni sono presso- PIEMONTE Solo le sconfitte non hanno padri, risultato negativo che dunque non può
ché tornate al ritmo di crescita pre-crisi, fa nota- nessuno le rivendica. Se, viceversa, in essere usato contro di loro come ulte-
re il professor Nicholas Stern della London Giovedì 9 giugno, ore 18 tanti si vanteranno dell'auspicabile riore arma, e alla sinistra perché così
School of Economics (è l’autore del noto «Stern LEGGERE GANDHI Prosegue il ciclo di in- successo dei referendum, non ci sarà può, svuotandolo di ogni valenza de-
report» sui costi del cambiamento del clima). contri Leggere Gandhi a Torino. Discepoli, com- che da rallegrarsi. Credo però che, stra/sinistra, raccogliere anche i voti
Ma se la crescita delle emissioni di gas di serra pagni e maestri, che ha come filo rosso la proprio per questo, non dovremmo deciso espresso da Casini. Qui avremo re i referendum quindi è inaffidabile e della opposizione che possono votare
continua a questo ritmo «significa che abbia- figura di Gandhi e il suo insegnamento. Pren- enfatizzare la portata immediata, ogget- la prova del nove della possibilità o destrorso. Con queste logiche ho pau- senza pensare di "tradire". E questa è
mo il 50% di possibilità che la temperatura me- dendo spunto da quattro libri e dalla loro tiva della vittoria, quasi si trattasse di meno di un'apertura del centrosinistra ra che si vada poco lontano. Fausto la spiegazione per i grandi strateghi
dia aumenti di oltre 4 gradi centigradi al 2100», analisi si discuterà del pensiero e dell’azione una svolta che dà subito i suoi frutti in (compreso Vendola)all'Udc e al Terzo della politica. Nella realtà, io credo
ha detto Stern (sempre al Guardian). E questo gandhiani, esaminando le loro radici, la loro termini di maturazione di orientamenti Polo. Starà ai veri (eventuali) vincitori Per rispondere secchi: meglio che soprattutto i referendum che ri-
sarebbe semplicemente una catastrofe: il Panel eredità, la loro diffusione e il loro possibile programmatici da parte dei partiti: una del referendum sull'acqua rimarcare male accompagnati. i grandi cambia- guardano il nucleare e l'acqua di politi-
intergovernativo sul cambiamento del clima utilizzo nella civiltà contemporanea. In questo svolta che connoti una futura compagi- l'incongruenza e l'improponibilità di menti (non parliamo delle rivoluzioni) co abbiano molto ma nel contempo
(Ipcc) considera la soglia di 2˚ di aumento della terzo appuntamento Elena Camino, docente ne alternativa a Berlusconi. La portata un'alleanza siffatta, che prescinda o si fanno sempre in tanti, anche se c'è abbiano quasi nulla. Nel senso che
temperatura media come il limite oltre a cui i dell'Università degli Studi di Torino e socia del di effettiva rottura insita in una vittoria vada contro il responso popolare. qualche minoranza (le avanguardie) alla fine sono problemi che toccano la
cambiamenti climatici diverranno irreversibili. Centro Studi Sereno Regis parlerà del libro di referendaria starà tutta nella capacità Giacomo Casarino che spinge, stimola e propone. non vita reale dei cittadini che devono sen-
Mantenere l’aumento della temperatora entro Gandhi, dal titolo «Hind Swaraj», pubblicato in delle forze "più conseguenti" della sini- tutti i cittadini hanno uguale livello di tirsi liberi di esprimere il loro pensiero
i 2˚ è quindi l’obiettivo formalmente adottato una nuova edizione da Centro Gandhi Edizioni stra di dipanare i nodi (il che finora Ciao, mi chiamo Stefano, abito coscienza, istruzione e capacità: ma a prescindere se poi voteranno Pisapia
dai paesi firmatari della Convenzione onu sul nel 2009. non è potuto accadere) e far pervenire a Desio, nota cittadina della brianza l'importante è che ci siano, attivamen- o un suo avversario. Invece il referen-
clima, durante l’ultima conferenza sul clima a ■ Sala Gandhi del Centro Studi Sereno a tutta la comunità nazionale il discor- 'ndranghetosa e mafiosa. Faccio parte te quando c'è un risultato da raggiun- dum sul legittimo impedimento è
Cancun. Ma con le emissioni che crescono a Regis, via Garibaldi 13, Torino so sui beni comuni (i referendum sul- del movimento 5 stelle locale e pro- gere. e non è la stessa logica del fine ugualmente importante per la nostra
questo ritmo, dice un allarmatissimo Birol, l'acqua) e di demistificare i ragiona- prio in questi giorni è sorta questa che giustifica i mezzi. Andrea Papini vita civile ma senz'altro ha una valenza
quei 2˚ sono solo «una bella utopia». SARDEGNA menti pseudo-scientifici propalati dal polemica tra la maggior parte dei grilli- più politicizzata. Credo che in questo
E dire che secondo molti scienziati già solo complesso militare-industriale (referen- ni che non vogliono esporre, accanto Il fine, purtroppo, speriamo giustifi- momento, per diverse ragioni, uguali e
2˚ di aumento medio della temperatura avran- Giovedì 9 giugno, ore 21.30 dum sul nucleare). L'indizione dei refe- ai banchetti pro-referendum, i simboli chi i mezzi. Ciò nonostante se questo contrarie, di cui una faccio mia e del-
no un impatto devastante sul pianeta - molte ACQUA E PROFITTI Proiezione del docufilm rendum ha scompaginato gli schiera- di partito, e una minoranza (forse solo referendum andrà in porto credo sia l'altra ne possiamo approfittare, convie-
isole e zone costiere sommerse, una grave crisi «Water Makes Money - Come le multinazionali menti, ha spiazzato governo e opposi- io), che invece pensa che sia giusto dovere dei giornali e onere degli eletto- ne a tutte le parti politiche tenere que-
la produzione agricola mondiale. La signora fanno profitti sull’acqua» zioni. Il primo, conoscendo evidente- che tutti quelli che si stanno impegnan- ri ricordarsi chi davvero ha voluto, o sto atteggiamento di "libera coscien-
Christiana Figueres, segretaria esecutiva della ■ Circolo La Baracca Rossa, via Lamar- mente gli umori popolari, ha tentato di do affinché questo referendum superi comunque appoggiato, questo referen- za" a prescindere dall'appartenenza
Convenzione Onu sul clima, giorni fa ha rilan- mora 94, Cagliari conseguire il combinato disposto di il quorum e vincano i 4 sì, vengano dum e chi, invece, ha soltanto dato politica, ma è giusto e naturale ricono-
ciato: «il mondo deve darsi come obiettivo sta- oscuramento/depotenziamento e di riconosciuti dalla gente, come apparte- qualche opportunistico spintone per scere che se non c'erano i partiti di
re entro 1,5 gradi». SICILIA "libertà di voto", cercando di capitaliz- nenti a un collettivo di persone (da apparire nella foto-ricordo. Dl sinistra e i vari gruppi e movimenti che
Con queste premesse, difficile aspettarsi mol- zare il massimo risultato dall'uno atteg- chiamare come si vuole: movimento, hanno lottato per far sì che i referen-
to dalla conferenza cominciata a Bonn, uno dei Martedì 7 giugno, ore 19 giamento e dall'altro: chi finge di disim- partito, associazione, ecc.) che vorreb- Il risultato del referendum (e dum diventassero realtà tutto questo
passaggi preparatori in vista del prossimo verti- PALESTINA Il circolo Peppino Impastato di pegnarsi non può essere dalla pubbli- be cambiare le cose in meglio, si impe- speriamo che vincano i si) è una vitto- non sarebbe mai successo. Perciò a
ce mondiale sul clima, a Durbans in dicembre, Messina promuove un’iniziativa che racconta ca opinione considerato sconfitto e gna a fondo e pretende che questa ria della gente e della democrazia, dei domanda specifica io mi sento di ri-
che dovrebbe mettere a punto una nuova politi- l’occupazione israeliana e l’apartheid palestine- può riprendere la parola (e le sue pro- gentaglia che non ci governa, ma ci comitati e non dei politici che in que- spondere: il referendum è tutto nostro
ca mondiale sul clima: decidere il destino del se. Si inizia con la proiezione del film «Al Nak- poste battute), una volta passata la deruba e ci scippa l'anima e la digni- sta campagna a poco sono serviti, e non siamo soli, siamo con 25 milio-
Protocollo di Kyoto dopo la sua scadenza nel ba The Catastrophe» (2008) della regista pale- buriana. Nel'opposizione di centrosini- tà, se ne vada a farsi fottere! appenderanno il cappello sulla vitto- ni di persone. Donatella Castellucci
2012, delineare un nuovo sistema di obiettivi stinese Rawan Damen. A seguire cena sociale. stra la sospetta strumentalità (in fun- Stefano Garbillo ria? Facciano pure io ho fiducia nella
per ridurre le emissioni di gas di serra, indicare ■ Circolo Peppino Impastato, via dei zione antigovernativa) dei due sì del gente e nel vento nuovo della parteci- L’importante sarebbe raggiungere il
come raccogliere 100 miliardi di dollari per fi- Verdi 58, Messina Pd (che fino all'altro ieri sosteneva - o Prendiamo ad esempio il Pd. pazione dal basso! Alessandra quorum. Speriamo che accada. Paola
nanziare il «fondo per il clima» lanciato dal ver- forse ancora sostiene - l'aggiudicazio- Se non si mobilita dimostra tutta la
tice precedente per aiutare i paese ad affronta- Inviate appuntamenti a: eventiweb@il- ne ai privati della "gestione" dell'eroga- sua inaffidabilità, destrosità, etc etc Secondo me il raggiungimento del Cominciamo a vincerli, poi ci pen-
re le conseguenze del cambiamento del clima. manifesto.it zione dell'acqua)si accompagna al No etc. Se si mobilita vuole strumentalizza- quorum è fondamentale. Per i promoto- siamo. Monica

C
hi ha detto che il sistema tario, il top è il corso di «peacekee-
il manifesto DIR. RESPONSABILE norma rangeri
VICEDIRETTORE angelo mastrandrea d’istruzione non si rinnova? L’arte della guerra ping» tenuto, con il Centro militare
CAPOREDATTORI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE C’è una nuova materia, dal- di studi strategici, dalla Scuola Supe-
marco boccitto, micaela bongi, PRESIDENTE valentino parlato
le materne ai corsi post lauream, di riore Sant’Anna di Pisa, che ha cele-

La cultura della difesa


michelangelo cocco, sara farolfi, massimo CONSIGLIERI miriam ricci,
giannetti, giulia sbarigia, roberto zanini,
giuliana poletto (ufficio grafico)
emanuele bevilacqua, ugo mattei,
gabriele polo (dir. editoriale) cui sono già avviate le sperimenta- brato con una conferenza dell’Asso-
zioni. A Pisa, per iniziativa del Co- ciazione Allievi i «dieci anni di impe-
il manifesto coop editrice a r.l.
REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE,
copie arretrate 06/39745482
arretrati@redscoop.it mune, 1.500 bambine e bambini gno politico e militare» dell’Italia in
00153 roma via A. Bargoni 8
FAX 06 68719573, TEL. 06 687191 STAMPA litosud Srl via Carlo Pesenti 130, delle scuole dell’infanzia, primarie e Afghanistan. E mentre l’Italia parte-
E-MAIL REDAZIONE redazione@ilmanifesto.it
E-MAIL AMMINISTRAZIONE
Roma - litosud Srl via aldo moro 4, 20060
Pessano Con Bornago (MI) medie sono stati condotti il 27 apri- re (due ali bianche che lanciano un Manlio Dinucci tica militare e combattimento con cipa alla guerra in Libia (la quinta in
manamm@ilmanifesto.it
SITO WEB: www.ilmanifesto.it CONCESSIONARIA ESCLUSIVA PUBBLICITÀ le nella caserma della Brigata Folgo- fulmine giallo-oro), ne portano armi ad aria compressa. Una miglio- due decenni) arriva in Senato – do-
TELEFONI INTERNI
SEGRETERIA 576, 579 - LETTERE 578
poster pubblicità srl SEDE LEGALE, DIR. GEN.
00153 roma via A. Bargoni 8, tel. 06 re, dove per il secondo anno si è un’altra con scritto «Nicola». Il no- re preparazione i ragazzi la possono po essere passata alla Camera grazie
AMMINISTRAZIONE 690 - ARCHIVIO 310 -
POLITICA 530- MONDO 520 - CULTURE 540
68896911
fax 06 58179764, E-MAIL poster@poster-pr.it svolta la «Giornata della solidarie- me del maggiore Ciardelli – spiega- blindato italiano in Afghanistan, ar- avere con il corso «Allenati per la vi- a un’intesa multipartisan (Pd, Idv,
TALPALIBRI 549 - VISIONI 550 - SOCIETÀ 590
ECONOMIA 580 TARIFFE DELLE INSERZIONI tà». Che impressione hanno avuto i no agli alunni – ucciso il 27 aprile mato di mitragliatrice, e foto di sol- ta», promosso dai ministeri del- Pdl, Lega) – la legge per «la promo-
pubblicità commerciale: 368 € a modulo
SEDE MILANO (mm44x20), edizione locale: 184 € a modulo bambini? Che la caserma è un luo- 2006 a Nassirya in Iraq, dove in mis- dati italiani che, in assetto di guerra, l’istruzione e della difesa, valido co- zione e diffusione della cultura della
cinema edizione locale: 134 € a modulo
REDAZIONE: via ollearo, 5 20155 REDAZIONE:
0245072105 024521071406 pubblicità finanziaria/legale: edizione go bellissimo, dove tante persone sione di pace aiutava i bambini. L’as- regalano ai bambini afghani palloni me credito formativo: vengono ad- difesa attraverso la pace e la solida-
redmi@ilmanifesto.it
AMMINISTRAZIONE-ABBONAMENTI: 02
nazionale:
450€ a modulo, edizione locale: 225€ a simpatiche ti fanno fare tanti giochi, sociazione Nicola Ciardelli, aiutata bianchi con scritto «Isaf», che li cura- destrati al combattimento con armi rietà» in particolare nelle «scuole di
45071452 modulo, finestra di prima pagina: formato mm
65 x 88, colore: 4.550 €, b/n: euro 3.780 dai percorsi a ostacoli alle gare di da Regione e Croce Rossa, aprirà a no amorevolmente, che vengono ac- ad aria compressa e a percorsi ginni- ogni ordine e grado». Ha dunque ra-
SEDE FIRENZE
via maragliano, 31a
posizione di rigore più 15%, pagina intera:mm
320 x 455 doppia pagina: mm 660x455. orientamento, dove dal cielo scen- Firenze, vicino all’ospedale Meyer, colti nei villaggi da bambini festanti. co-militari (arrampicata, nuoto, gione il presidente Napolitano: l’Ita-
TEL. 055 363263, FAX 055 354634
DIFFUSIONE, CONTABILITÀ. RIVENDITE, dono supereroi alati che volteggia- la «Casa dei bambini di Nicola» per Nelle scuole superiori si usano al- orientamento). E, compiuti i 18 an- lia, oggi fermo presidio della pace, si
iscritto al n.13812 del registro stampa del
tribunale di roma autorizzazione a giornale murale
ABBONAMENTI: reds, rete europea distribuzione
e servizi, viale bastioni michelangelo 5/a 00192 no lasciandosi dietro scie di fumo curare le piccole vittime delle guer- tri metodi educativi. A Castrovillari ni, possono partecipare ai corsi di è lasciata alle spalle gli anni bui del
registro tribunale di roma n.13812 ilmanifesto
fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge
roma tel 06 39745482 fax 0639762130
certificato n. 6946 del 21-12-2010 tricolore e, quando atterrano, re. Analoghe iniziative in altre scuo- (Cs), militari in cattedra e diffusione formazione «Vivi le Forze Armate. bellicismo fascista. Oggi la cultura
07-08-1990 n.250
schiacciano con gli scarponi i pal- le primarie e medie. In quelle del di opuscoli in cui si spiega che «en- Militare per tre settimane», per «con- della guerra con libro e moschetto è
ABBONAMENTI POSTALI PER L’ITALIA annuo
260€ semestrale 135€ i versamenti c/c chiuso in redazione ore 21.30 loncini gialli al centro del bersaglio. Trentino è stato diffuso un calenda- trare nell’esercito significa valorizza- dividere i valori che promanano dal- divenuta «cultura della difesa attra-
n.00708016 intestato a “il manifesto” via A.
Bargoni 8, 00153 roma tiratura prevista 70.262 E insieme alla bandiera della Folgo- rio Nato/Isaf, con in copertina un re se stessi». A Rovigo, lezione di tat- le Forze Armate». A livello universi- verso la pace e la solidarietà».
MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 il manifesto pagina 15

COMMUNITY

❚ Come l’acqua
IL DRAMMA DEI RIFUGIATI
ANCHE NAPOLITANO
next È «ASSUEFATTO»

può cambiare la politica E FUORI BERSAGLIO


Annamaria Rivera

A
vete letto bene: secondo il Presidente
della Repubblica, responsabili delle
stragi di migranti e profughi nel Medi-
terraneo non sono le politiche proibizioniste
cioè, anche qui, un bacino di citta- europee , i crudeli dispositivi della guerra ai
DALLA PRIMA dini attivi e di occupazione qualifi- migranti, ancor meno l’ingerenza «umanita-
Guido Viale cata. Anche in questo caso l’interlo- ria» in Libia, che egli ha tanto caldamente so-
cutore è l’azienda “tranviaria” o, stenuto. No, unici colpevoli sono i «crimina-
Prendiamo il caso del- meglio, un’agenzia di tutti i comu- li» che organizzano le partenze dalla Libia «di
l’energia: si tratta di impor- ni dell’hinterland, in grado di dialo- folle disperate di uomini, donne, bambini su
re standard di efficienza gare con i cittadini in modo artico- vecchie imbarcazioni ad alto rischio di nau-
Da Raiperunanotte energetica per tutti gli edifici di lato e differenziato. fragio».
a Mentana? nuova costruzione o suscettibili di Volendo trarre dall’appello del Presidente
ristrutturazione (come a Bolzano); Privato non è obbligatorio la deduzione coerente, si dovrebbe conclude-
Una parabola obblighi di installare impianti sola- Veniamo ora alle obiezioni, mo- re che gli infelici cittadini di paesi subsaharia-
televisiva ri termici e fotovoltaici in tutti i notone e fruste, contro le implica- ni – in primis somali ed eritrei, i nostri ex co-
contesti adatti (come a Barcellona) zioni dell’abolizione dell’art. 23 lonizzati - dovrebbero starsene serenamente
Lo scorso anno fu quello di Rai- e impianti di micro cogenerazione bis. 1˚: non è consentito dalla nor- dove sono a scommettere se moriranno
perunanotte, prove generali di in sostituzione delle caldaie da di- mativa europea; falso. Basta che lo d’inedia nei loro nascondigli, se saranno ucci-
Santoro fuori dai palinsesti Rai, smettere (come sta facendo in Ger- statuto del Comune dichiari che si negli scontri fra i rivoltosi e l’esercito di
con una formula innovativa: par- mania la Volkswagen, diffondendo questi – ed altri – servizi pubblici lo- Gheddafi oppure massacrati dai bombarda-
te sul web e parte in tv (Current tramite un’azienda di distribuzio- cali sono attività non a valenza eco- menti Nato. Agendo con calma e senso di re-
di Al Gore). Andò più che bene, ne dell’energia elettrica un impian- nomica per legittimare la gestione sponsabilità, essi aiuterebbero «le nazioni ci-
tanto che il pubblico «santoria- to ricalcato su quello messo a pun- Abolendo la norma che impone ai comuni la vendita pubblica del servizio. 2˚: le gestioni vili» e la «comunità europea e internaziona-
no» trasmigrò agevolmente dal- to quarant’anni fa dalla Fiat – il To- dei servizi pubblici locali, possiamo pubbliche riempiono le aziende le» a stroncare «questo traffico di esseri uma-
la tv pubblica al network di cui tem – e poi abbandonato). Ma si controllate di parenti e clienti inet- ni» e a «prevenire nuove, continue partenze
abbiamo detto. Poi Santoro rien- tratta soprattutto di accompagna- riprendere in mano il governo dei nostri territori ti quanto costosi. Vero; ne abbia- per viaggi della morte».
trò alla Rai, proseguendo il pro- re con team di professionisti con- mo sotto gli occhi nuovi esempi Ci dispiace dirlo: la replica di Napolitano
gramma tra polemiche con il venzionati e la partecipazione del- 65% di raccolta differenziata); non combinano tre caratteristiche che ogni giorno. Ma sono le stesse am- all’intervento di Claudio Magris sul Corriere
direttore generale Masi e minac- l’utenza il check-up degli impianti c’è attività che richieda maggior- definiscono i parametri di un mo- ministrazioni che, se il servizio è della Sera manca il bersaglio. Egli, infatti,
ce di censure. Fino agli ultimi e degli edifici, la progettazione de- mente coinvolgimento e partecipa- do di lavorare in grado di portarci privatizzato, gestiscono con criteri sembra ignorare che il primo dovere della co-
attacchi berlusconiani sui refe- gli interventi, l’accesso ai finanzia- zione dell’utenza e presenza capil- oltre il fordismo: manualità; com- altrettanto arbitrari gli affidamenti munità internazionale sarebbe stato predi-
rendum. Ora il colpo a sorpresa: menti, la riscossione e l’utilizzo de- lare del “braccio operativo” del Co- petenza tecnica e attenzione (e a e le gare di appalto (e ne abbiamo sporre efficaci corridoi umanitari per evacua-
la Rai ha un nuovo direttore ge- gli incentivi. È un’attività di assi- mune; lasciando una frazione resi- volte anche amore) per gli oggetti sotto gli occhi esempi altrettanto re tutti i rifugiati, piuttosto che buttarsi a ca-
nerale, Lorenza Lei, ma la so- stenza tecnica, ma anche e soprat- dua scarsamente combustibile, del proprio intervento: sempre clamorosi). Il fatto è che soltanto pofitto nell’ennesima avventura militare sen-
stanza non muta. Tra viale Mazzi- tutto di aggregazione della doman- che non giustifica la costruzione di uno differente dall’altro, a differen- pubblicità e trasparenza (di bilanci za sbocco, punteggiata dai soliti, numerosi
ni e Michele Santoro è divorzio. da (di consulenza, di progettazio- nuovi inceneritori. Anche perché za di ciò che esce in serie da una ca- e stipendi), potere di indirizzo e «danni collaterali». Non ci sembra che egli si
Meglio, spiega la nota ufficiale, ne, di impiantistica, di installatori esistono ormai esempi di riciclo to- tena di montaggio. controllo da parte della cittadinan- sia prodigato fino allo spasimo perché si rea-
le due parti «hanno convenuto e manutentori, di forniture) che tale del residuo economicamente za attiva possono garantire le ge- lizzasse l’unica missione in Libia che meriti
di risolvere il rapporto di lavoro, l’amministrazione che se ne fa cari- sostenibili e fonte importante di Mobilità pubblica stioni dei servizi pubblici dal malaf- d’essere detta umanitaria. Inoltre, a che pen-
riservandosi di valutare in futuro co può poi orientare al potenzia- nuova occupazione. La raccolta dif- Prendiamo infine il tema della fare e trasformarli in qualcosa che sa il Capo dello Stato quando afferma che si
altre e diverse forme di collabo- mento o alla riconversione di una ferenziata richiede poi la moltipli- mobilità (ma ce ne sono molti altri non rientra né nella proprietà pri- devono «prevenire nuove, continue partenze
razione». Per cui Annozero, nono- quota consistente del tessuto pro- cazione degli impianti di selezio- di cui qui non si parla). Liberare le vata né in quella pubblica. 3˚ (ed è per viaggi della morte»? Forse a nuove norme
stante gli ascolti e gli introiti duttivo locale oggi in crisi: lo fa – in ne, trattamento e utilizzazione lun- città dalla congestione richiede cer- la cosa più importante): la gestione che assicurino l’effettività e l’allargamento
pubblicitari, non sarà più nei senso inverso - la Volkswagen con go tutte le filiere delle frazioni rac- tamente introduzione o rafforza- privatistica – la SpA – versa alle am- del diritto d’asilo? Alla creazione di un’unica
palinsesti Rai. E per Santoro si il suo microcogeneratore; non si ve- colte – compresa quella organica, mento ed estensione delle tariffe di ministrazioni degli utili indispensa- regione euromediterranea che garantisca la
fanno sempre più insistenti le de perché non possano farlo an- fino a promuovere l’utilizzo del ingresso (senza illudersi che basti a bili a integrare i loro bilanci. Già; libertà di circolare e insediarsi nei paesi di en-
voci di un suo passaggio a La7. che un Comune o un gruppo di co- compost presso le aziende agrico- liberarci dall’inquinamento: per ma non è per fare utili, né per fare trambe le rive? Ne dubitiamo. È più probabi-
Da qui le nostre domande: un muni. le. questo all’estero le chiamano con- cassa, che cent’anni fa (nel 1903, le che abbia in mente il rafforzamento di
«divorzio consensuale» o l’«epilo- Prendiamo ora il mercato orto- Ma si tratta soprattutto di inter- gestion charge e non pollution char- sotto Giolitti) erano state istituite Frontex e di altri dispositivi dissuasivi e re-
go» dell’editto bulgaro berlusco- frutticolo: può essere trasformato venire a monte: con politiche di ri- ge, che è stato il grande equivoco le municipalizzate. E poi da dove ri- pressivi, e la stipula di accordi bilaterali più
niano? E Santoro, andando via progressivamente in un grande far- duzione degli imballaggi, dell’usa e dell’ecopass milanese); ma richie- cava quegli utili l’azienda? Dalle ta- cogenti con i governi che scaturiranno dalle
lascia o raddoppia (facendo le mer’s market e in una sede di colle- getta, degli sprechi alimentari, del- de che i fondi raccolti, e altri anco- riffe; che peraltro, essendo le Spa insurrezioni arabe. Così da imporre loro, di
fortune de La7)? gamento e diffusione dei Gas l’acqua imbottigliata (e con una lo- ra, vengano destinati alla mobilità società di diritto privato, possono nuovo, il ruolo di gendarmi feroci dell’Euro-
(Gruppi di acquisto solidale), sen- gistica di ritorno per imballaggi e pubblica su tre direttrici, tutte e tre essere e vengono destinate ad altri pa Fortezza.
za con questo dissolvere la loro pe- prodotti dismessi, che insieme alle in grado di alimentare ampi bacini scopi; per esempio annettersi altre Per inciso, smemorati come siamo, non ri-
culiarità, che è quella di aggregare consegne a domicilio, in città libe- di occupazione e di assecondare imprese, diventando sempre più cordiamo che il Capo dello Stato sia mai in-
piccoli gruppi fondati su solidarie- rate dalla congestione) può rivelar- una parziale riconversione del set- grandi; ma anche sempre più lonta- tervenuto a deplorare gli inviti reiterati, espli-
tà e conoscenza reciproca. Ma con si strumento di rivitalizzazione del tore automotive: il potenziamento ne dai cittadini: di qui la loro prefe- citi o impliciti, dei leghisti, compreso il mini-
interventi del genere si potrebbe commercio di vicinato. E infine, del trasporto di massa lungo le li- renza per i grandi impianti (incene- stro dell’Interno, ad affondare i barconi dei
cambiare l’intero volto dell’agricol- promuovendo il riuso, che richie- nee di forza della mobilità (liberan- ritori, centrali a carbone o nuclea- migranti. Né rammentiamo che egli abbia re-
tura periurbana di molte città; cre- de moltiplicazione e trasformazio- do le sedi stradali dal traffico priva- ri, nuove metropolitane, ecc.), tra- agito ai numerosi appelli della società civile
ando convenienze a trasformare ne delle stazioni ecologiche – quel- to); l’introduzione del trasporto a scurando la qualità del servizio di affinché non firmasse le nuove leggi razziali,
molte monoculture in aziende mul- le dove si conferiscono i rifiuti in- domanda rivolto alle categorie de- prossimità, affidato, ovunque pos- dissimulate sotto il nome di pacchetto-sicu-
tifunzionali, condotte con criteri gombranti – in centri di selezione boli, a target aziendali specifici e sibile, a finte cooperative e a lavora- rezza.
La Rai chiude ambientali e, soprattutto, in grado riparazione e rimessa in circolo dei nelle ore serali e notturne (il che ri- tori precari. 4˚: il pubblico non ha Infine, per quanto a malincuore, ci spetta
di offrire opportunità di impiego, beni durevoli ancora utilizzabili o chiede che le zone di entertain- le risorse per effettuare gli investi- dire che oggi suonano vaghe e vane, sebbene
Annozero, assistenza tecnica, formazione e facilmente riparabili; affiancando ment siano raggiungibili solo con menti necessari all’adeguamento, dotte, anche le parole di chi mette l’accento
mercato a un movimento di ritor- a ogni stazione attività di formazio- questo sistema); la promozione del al potenziamento e neppure alla solo sull’indifferenza collettiva che nascereb-
Santoro forse no dei giovani alle campagne, pe- ne rivolte (mettendo a disposizio- car-pooling dinamico (con gli equi- manutenzione dell’infrastruttura; i be spontaneamente «dalla ripetizione di quei
trasloca a La7. raltro in parte già in corso. ne l’attrezzatura necessaria) sia a
coloro che vogliono riparare i loro
paggi formati in tempo reale, per
disaccoppiare il viaggio di andata
privati sì, perché hanno accesso al
credito bancario e possono poi re-
drammi e dall’inevitabile assuefazione che
ne deriva» (Claudio Magris). È vero, la reitera-
Divorzio Rifiuti: la soluzione beni guasti; sia a una nuova leva di da quello di ritorno, che per molti cuperare con le tariffe il valore del- zione di uno stesso genere di tragedia può
consensuale Prendiamo poi la gestione dei ri- artigiani riparatori in grado di ga- non possono coincidere) e il car- l’investimento. produrre rimozione, quindi indifferenza. Ma
fiuti, che non è che la “coda” vele- rantire alle comunità in cui sono in- sharing, con migliaia di posteggi e Ma questa è la conseguenza di nel caso specifico a favorire questo sentimen-
o espulsione nosa di una cattiva gestione delle ri- seriti che i beni oggi scartati per- decine di migliaia di vetture a prez- un falso federalismo che negli ulti- to diffuso ha concorso la pedagogia di massa
sorse. Si tratta di garantire ai rifiuti ché guasti o obsoleti possano esse- zi accessibili. Ma non è possibile ri- mi vent’anni ha strangolato sem- – ideologica e pratica - esercitata dai precetto-
politica? urbani, ma anche a quelli della pic- re riparati, rinnovati e utilizzati an- formare la mobilità senza avere in pre più la finanza locale per ingras- ri politici del razzismo, insediati fin nelle mas-
cola impresa, una raccolta porta a cora dai loro proprietari, rimessi in ogni quartiere, in ogni circoscrizio- sare le clientele della Cricca e della sime istituzioni nazionali ed europee. A fare
porta efficiente, che garantisca per circolo a costi accettabili. Si tratta ne, in ogni isolato (oltre che in ogni malavita organizzata, ormai pre- scuola, insomma, è stato il loro magistero, te-
INVIATE I VOSTRI COMMENTI SU: lo meno il raggiungimento degli di una grande operazione cultura- azienda), un mobility manager in sente al Nord quanto al Sud. È ora so ad affermare il principio che «clandestini»
www.ilmanifesto.it obiettivi prescritti dalla normativa le; perché nella professionalità di grado di raccogliere e tradurre in di riprendere in mano, come citta- e profughi, anche donne e bambini, sempli-
lettere@ilmanifesto.it europea e italiana (50% di riciclo e chi ripara oggetti o attrezzature si proposte le esigenze del vicinato: dini, il governo dei nostri territori. cemente non facciano parte dell’umanità.

Diario dal bunker anti-nucleare


– VUOTI DI MEMORIA

L’energia nucleare non è sicura. che un’esplosione è avvenuta ieri Magnificamente
Oramai ve l’abbiamo detto in tut-
te le salse, ma ripeterlo non fa ma-
le: uno perché manca meno di
Che succede in Egitto? nella pompa del reattore e ha pro-
vocato la perdita di dieci metri cu-
bi di acqua radioattiva. In base ai
Alberto Piccinini
una settimana al referendum e criteri dell’Agenzia internazionale (ANSA) - PORTO CERVO (SASSARI), 27 AGO - Il presidente del Consiglio Silvio Berlu-
due perché i segnali di allarme schi per la salute e atomica, coperta da per l’energia atomica, ha aggiunto sconi è tornato in Sardegna nella tarda serata di ieri, al termine della riunione del Con-
non smettono di arrivare. l’ambiente. anonimato, al giorna- la fonte, il disastro è classificabile siglio dei Ministri. Berlusconi ha ospitato a bordo del suo jet col simbolo del biscione
Sempre chiusi nel nostro rifu- Il sito dell’agenzia le locale Rose el Yous- al terzo livello». sulla deriva di coda il leader della Lega Umberto Bossi e il ministro dell'Industria Vito
gio, stiamo vivendo con grinta que- di stampa Adnkronos sef, che titola "L’Egit- Una notizia del genere, a pochi Gnutti. I due esponenti della Lega erano prenotati su un normale volo di linea della
sta settimana pre-voto perché vo- riporta questa notizia, to si salva da un disa- giorni dal referendum sul nuclea- «Meridiana» ma il presidente del Consiglio li ha voluti con sé. Al ritorno nell'hotel «Le
gliamo che gli italiani vadano a vo- ancora non conferma- stro nucleare". re, avrebbe meritato un po’ più di Ginestre», dove si è trasferito dopo aver ceduto il suo appartamento al residence «Ac-
tare e più di prima stiamo chini ta da tutte le fonti uffi- La fonte ricorda che risalto sui media italiani. Invece in qua Marina» a Umberto Bossi, il ministro dell' Industria si è mostrato soddisfatto per l'
sui nostri computer a comunica- ciali: «Il Cairo, 4 giu- il primo reattore di ri- pochissimi parlano di quello che andamento del Consiglio. Ha detto che ci sono stati dei problemi unicamente per il
re, comunicare, comunicare. Pro- gno - Una perdita di cerca di Anshas è sta- sta succedendo proprio «davanti a disegno di legge sulle carceri e che invece tutto è andato «magnificamente» per quanto
prio navigando abbiamo avuto acqua radioattiva sa- to rimesso in funzio- casa nostra» e il fatto di non riceve- riguarda le proposte fatte dall' altro ministro leghista, Roberto Maroni. Il ministro del-
l’ennesima conferma che il nuclea- rebbe avvenuta nelle ne di recente senza re nemmeno conferme o smentite l'Industria si è detto certo che il Governo presenterà la finanziaria prima della scadenza
re non è pericoloso solo quando si ultime ore nella piccola centrale l’autorizzazione del Centro per la è davvero inquietante. Se i rischi fissata del 30 settembre. «Bisogna dare un segnale al Paese - ha detto Gnutti - e dimo-
verificano grandi incidenti come a nucleare di Anshas, in Egitto, do- sicurezza nucleare e senza rispet- dell’energia nucleare sono mini- strare che questo Governo lavora e lavora bene». Umberto Bossi, Gnutti ed alcuni amici
Fukushima o Cernobyl, perché an- po l’esplosione di una pompa del tare le norme di sicurezza dei reat- mi, come sostiene il governo, per- si sono trattenuti poi fino alle 3 del mattino in una pizzeria di Porto Cervo. (ANSA)
che i piccoli guasti di cui nessuno reattore. Lo rivela una fonte del- tori. chè gli incidenti sono sempre più VA/GB 27-AGO-94 10:01 NNNN
parla rappresentano dei gravi ri- l’Autorità egiziana per l’energia La fonte ha spiegato al giornale frequenti? (lancio Ansa, 27 agosto 1994)
pagina 16 il manifesto MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011

L’ULTIMA
Cinzia Gubbini
storie
A
lzi la mano chi sapeva che sabato
prossimo, 11 giugno, a Roma si terrà
la Big Parade dell'Europride, e che
dal 1 giugno piazza Vittorio è diventato il
«Pride Park» dove vengono ospitati conve-
gni, mostre, dibattiti, eventi. Siete in pochi,
ORGOGLIO
Gaga
pochissimi, visto che l'Europride è la più La popstar americana salirà sul palco dell’Europride sabato
importante manifestazione europea dell'or-
goglio omosessuale e transgender, un mo-
a Roma. «La nostra è stata una scelta politica - spiega Paolo
mento di promozione dei valori della liber- Patanè dell’Arcigay - volevamo che la parata diventasse
tà e dell'uguaglianza. Dovrebbe essere un
evento che «passa» sui telegiornali, di cui si
l’evento di massa in grado di rappresentare il cambiamento
discute, non soltanto tra chi è interessato al del paese, tra le amministrative e i referendum. Ma ci hanno
“genere”. Almeno in un paese normale. Be-
ne, da oggi ne parleranno tutti, perché al
messo il silenziatore». Poi è arrivato l’aiuto degli americani
concertone finale di sabato prossimo – a
Circo Massimo – si esibirà niente meno
che Lady Gaga. Eppure sorge un dubbio: la
regina del pop - ma pure del trash secondo gio, giornata mondiale contro l’omofobia, BORN THIS WAY
alcuni – non è una scelta molto molto com- ma senza risultati. Allora abbiamo capito
merciale? Lo chiediamo a Paolo Patanè, che l'unico modo era provare a farlo politi-
presidente di Arcigay e membro del Comi- camente. Case discografiche e agenti, sa-
Dall’euro disco
tato direttivo dell'EuroPride rebbero venuti dopo. a Springsteen
Non vi schierate troppo su una certa "no-

U
In che modo?
ta" artistica e culturale? L’11 maggio avevamo appuntamento na nessuna o centomila. Lady
Per quel che conta non è il mio genere con l’ambasciata americana. L’ordine del Gaga, il simbolo della musica
musicale. Ma la nostra è stata una valuta- giorno era tutto un altro, si discuteva della di questi anni che plana sabato
zione prettamente politica. persecuzione degli omosessuali in Ugan- all’Europride, non è solo canzone. È un
Addirittura? da. Ma noi, con un po’ di faccia tosta, ab- impressionante e multicolore fenome-
Sì, perché fin dall’inizio abbiamo capito biamo buttato la proposta sul tavolo, chie- no di marketing, di moda e di costume
che volevano metterci il silenziatore. L’Eu- dendo a David Thorne, l’ambasciatore come dimostra il nuovo disco. Born this
ropride si piazza proprio tra le elezioni am- americano, un sostegno concreto all’Euro- way (Universal), primo un po’ ovunque
ministrative e i referendum. pride, alla sua voce di democrazia, chieden- è frutto di una strategia di comunicazio-
E siete stati schiacciati... dogli di contattare lady Gaga. Siamo usciti ne che ha distillato singoli e scandali (Ju-
Ma secondo noi era una grande oppor- pensando di essere stati ascoltati garbata- das), beccandosi scritte di insulti da Mi-
tunità per tutti! L’Europride ha avuto sin mente, ma che fosse finita lì. Invece Thor- litia Christi disseminate per le strade di
da subito questa coscienza politica: abbia- ne ci ha riflettuto, e ha scritto una lettera al- Roma e un veto di pubblicazione in Li-
mo cercato di far capire che poteva diven- la cantante trasmettendole tutte le emozio- bano perché «offensivo nei confronti
tare il grande evento di massa capace di ni che aveva ricevuto, il nostro desiderio di della cristianità». Ma oltre il gossip, il
creare il trait d’union tra questi due appun- fare di questo Europride un momento di nuovo lavoro di Stefania Gabriella Ger-
tamenti che ci stanno raccontando un pae- esaltazione della libertà e della democra- manotta (il suo vero nome che tradisce
se in trasformazione. Volevamo diventas- zia. E che per farlo avevamo bisogno di un ovviamente origini italiane) è un frulla-
se il "grande evento" capace di proporre i aiuto per sfondare un muro, che in Italia tone perfetto pop dance, un po’ come
diritti civili come una chiave di lettura per c’è. Da quella lettera sono nati i contatti agli inizi di carriera faceva Madonna ,
la democrazia in questo paese. Basta pen- con la Universal Music Italia, che è stata la sua vera fonte di ispirazione. Gli im-
sare a come sono andate le amministrati- fantastica. E da lì è stato un crescendo: si è placabili tormentoni disco, pompati al-
ve: la destra non ha più argomenti politici, a Milano, qualche riscontro lo abbiamo spesa sul rispetto dei diritti civili. Certo, la capito che Lady Gaga in quel periodo era l’inverosimile che pescano dall’Euro di-
è alla frutta. Di cosa parla? Delle paure del- avuto. Ma a livello nazionale non è ancora presenza di Lady Gaga è anche segnale del in Europa, che sabato avrebbe potuto esse- sco tedesca (Poker face nel primo cd
la gente? Della disunione del paese? Il cor- avvenuto il salto: bisogna legare i diritti so- fatto che troppi esponenti del mondo dello re a Roma, e così via. era platealmente giocata su un riff dei
po della società sta dicendo che vuole al- ciali ai diritti civili. Il momento è questo, spettacolo, della cultura, dello sport, italiani Vista l’incapacità tutta italiana di coglie- Boney M...), interagiscono questa volta
tro, vuole cambiare, vuole andare avanti. non un altro. Stiamo perdendo il treno. non hanno coraggio. Lady Gaga verrà, e ver- re le occasioni, deve aver giocato una con il rock. E il trittico conclusivo for-
Ma la sinistra deve muoversi. Giusto, e Lady Gaga? rà gratis. Quanti italiani lo avrebbero fatto? congiunzione astrale favorevole... mato da Electric Chapel, You and I, The
E invece? Per noi è l'ariete che sfonda il muro. È Non avete trovato neanche un big? Sì lo penso anch’io, ma aldilà delle battu- Edge of Glory (dove si gioca addirittura
Invece il messaggio non è stato colto. La l'amplificatore. Avremmo potuto puntare Neanche uno. te ora sta a noi cucire queste cose e dimo- la carta di Clarence Clemons, il sax del-
sinistra continua ad avere una grossa diffi- su altri grandi personaggi, ma non abbiamo E avere Lady Gaga è stato semplice? strare che Europride è l'evento di massa la E-Street band di Springsteen), lascia
coltà di lettura. Nelle città in cui si sono voluto. Volevamo lei, perché è una persona No, ma la nostra tenacia l’ha avuta vin- che trascina verso l'alto questo momento intendere che Lady Gaga ha più di un
svolte le amministrative, penso a Napoli o che in modo molto chiaro e esplicito si è ta. Cercavamo di contattarla dal 17 mag- di cambiamento. asso nella manica. s.cr.