Sei sulla pagina 1di 9

Relé Buchholz

Descrizione e caratteristiche generali Pag. 02


Costruzione Pag. 02
Funzionamento Pag. 02
Istruzioni per l’uso e manutenzione Pag. 04
Test finali controllo qualità Pag. 09

1
Descrizione e caratteristiche generali.
Il Relè Buchholz è progettato per rilevare difetti di funzionamento e per evitare il propagarsi di guasti che
potrebbero ricorrere in trasformatori in olio, condensatori e reattori con conservatore d’olio.
Il Relè è particolarmente efficiente in caso di :

 Cortocircuito tra parti in tensione


 Scariche parziali tra parti in tensione e nucleo o carcassa
 Falsi contatti
 Surriscaldamento di alcune parti delle bobine
 Cortocircuito tra spire

Inoltre il relè può prevenire lo sviluppo di condizioni che possono portare al danneggiamento del
trasformatore, come la diminuzione del livello dell’olio causata da perdite o l’ingresso d’aria causato da
guasti al sistema di circolazione dell’olio.

Costruzione.

Custodia : fusione compatta in lega di alluminio Isolamento : 2000V 50Hz tra morsetti e terra per
leggera, verniciata, non porosa e resistente alla 60 secondi.
corrosione.
Temperatura durante il funzionamento :
Coperchio : fusione compatta in lega di alluminio temperatura olio : -25 / +115°C.
leggera, verniciata, non porosa e resistente alla
Controllo vibrazioni (in condizioni di
corrosione. Sul coperchio si trovano : la
funzionamento normali) :
morsettiera, la valvola di prova pneumatica, il
• ampiezza di oscillazione : 2mm
rubinetto sfiatatoio e il bottone di prova meccanica
• schema durata prove :
dei circuiti di allarme e sgancio.
0Hz  100Hz 30 sec.
Finestra per l’ispezione : vetro speciale 100Hz (200 vibrazioni/sec.) 60 sec.
3
graduato in cm . 100Hz  0Hz. 30 sec.
Contatti : possono essere interruttori a mercurio Capacità dei contatti di resistere alle vibrazioni
o magnetici (contatti Reed). Su richiesta è :
possibile fornire interruttori in commutazione. Interruttori a mercurio :
150 vibrazioni orizzontali / sec. (75Hz) primi
Caratteristiche interruttori :
segnali per chiudere i contatti ; 120 vibrazioni
• alimentazione : 24  250V AC o DC
verticali / sec. (75Hz) primi segnali per chiudere i
• corrente nominale : 0,5A (10000 tests)
contatti.
• potere di interruzione : 2A AC (cos= 0,4  25% -
Interruttori magnetici :
50Hz) 2A DC (T=L/R=40msec).
200 vibrazioni orizzontali / sec. (100Hz) non ci
Gradi di protezione meccanica : IP 54 sono segnali di chiusura dei contatti
200 vibrazioni verticali / sec. (100Hz)
non ci sono segnali di chiusura dei contatti.

Funzionamento.
Guasti lievi : quando nel trasformatore si riscontra un lieve difetto di funzionamento, le piccole bolle di gas
che passano attraverso il conservatore vengono trattenute all’ interno del relè con la conseguenza che il
livello dell’ olio si abbassa. Segue un abbassamento del galleggiante superiore che, ruotando, attiva l’ in-
terruttore d’allarme mettendo a sua volta in funzione un dispositivo di allarme esterno.

2
Guasti importanti : quando nel trasformatore si verificano gravi anomalie di funzionamento, si ha una
produzione violenta di gas che causa la fuoriuscita dell’ olio del conservatore che si riversa nella tubazione.
L’olio, entrando nel Relè, va a colpire il galleggiante inferiore (situato di fronte al foro del passaggio dell’olio)
e causa la rotazione del galleggiante stesso attivando l’interruttore di sgancio e disconnessione del
trasformatore. Il galleggiante rimane nella posizione di sgancio anche se il flusso d’olio dovesse fermarsi ( il
resettaggio viene fatto premendo un apposito pulsante sul coperchio del relè).
Il dispositivo di sgancio è regolato in modo tale che in trasformatori con raffreddamento a olio forzato gli
impulsi risultanti dall’accensione della pompa di circolazione non causano un intervento del relè.
Una perdita d’olio nel trasformatore causa un calo del livello dell’olio del relè, attivando prima l’allarme
attraverso il galleggiante (superiore) e poi lo di sgancio attraverso il galleggiante inferiore.
L’ingresso d’aria nel trasformatore, dovuto a guasti al sistema di circolazione dell’olio o per altri motivi, attiva
il galleggiante d’allarme.
Controllo dopo l’intervento del relè
Quando viene dato un segnale d’allarme, si può analizzare attraverso la finestra d’ispezione il colore del gas.

Il prelievo di un campione del gas e la sua analisi viene effettuato tramite un analizzatore apposito. Bisogna
tener presente che di solito :
• il gas biancastro è causato da cotone o seta
• il gas giallo è causato da legno o cartone
• il gas grigio è causato da nucleo magnetico
• il gas nero è causato da scariche elettriche all’interno dell’olio isolante.
Se il relè disconnette il trasformatore devono essere rieffettuati dei controlli per determinare la composizione
e la quantità di gas raccolta dallo strumento.
In ogni caso non bisogna rimettere in funzione il trasformatore senza aver identificato le cause del guasto ed
averlo riparato.

3
Istruzioni per l’uso e manutenzione.
Istruzioni per il montaggio : il relè Buchholz viene montato sulla tubazione di connessione tra
trasformatore e conservatore : la freccia indicata sul coperchio del relè deve essere puntata verso il
conservatore dell’olio.
La tubazione non deve avere alcun gomito ad angolo retto. Il diametro della tubazione deve corrispondere al
diametro del foro del relè per il passaggio dell’olio. La tubazione deve essere costruita in modo tale da avere
un’angolazione orizzontale compresa tra 1 e 5 gradi.

Schema collegamento elettrico : nella parte interna del coperchio della morsettiera si trova lo schema del
collegamento elettrico che consente all’operatore di effettuare i collegamenti del relè ai circuiti di allarme e
sgancio e alla terra. Una volta collegati i circuiti elettrici è possibile fare un test manuale di funzionamento
degli stessi attraverso l’attivazione di un pulsante situato sul coperchio del relè.
Attenzione : premere gradualmente e con cautela il pulsante sinchè il primo contatto d’allarme è attivato e
successivamente sino all’attivazione del segnale di sgancio. Il pulsante non attiva i dispositivi di allarme se la
pressione esercitata sul pulsante è discontinua.
Segnalazione : • in caso di accumulo di gas : allarme
• in caso di mancanza d’olio : sgancio
• in caso di flusso d’olio eccessivo : sgancio

Manutenzione :
Non è richiesta manutenzione particolare. Solo periodiche ispezioni (una volta all’anno) per verificare che
non ci siano perdite d’olio e che i contatti siano perfettamente funzionanti.
E’ possibile attuare il test nei seguenti modi :
1 ) TEST MECCANICO : premendo il tasto di prova meccanica - pos. 8 nei disegni del Buchholz – situato
nella parte superiore della custodia del relè - e raggiungibile dopo aver svitato il coperchio
2 ) TEST PNEUMATICO : tramite la valvola per il test pneumatico – pos. 7 nei disegni del Buchholz –
collegando una pompa apposita (che può essere fornita dalla TERMAN su richiesta) si inietta dell’aria sinchè
i galleggianti non ruotano attivando i contatti. Dopo il test espellere l’aria iniettata attraverso il rubinetto di
scarico posizionato sul coperchio della custodia – pos. 6 nei disegni del Buchholz. Nel caso in cui i vetri
siano sporchi, riducendo così la leggibilità del livello dell’olio all’interno della custodia del Buchholz, si
possono pulire con un panno leggero, acqua e sapone.

4
RELE’ BUCHHOLZ modello BG 25 – DIN 42566

B 8 5

1-2
A
d1

D E

6
3-4

S
7
10
L

POS DESCRIZIONE
1-2 MORSETTI RELE'
3-4 MORSETTI ALLARME
5 MORSETTO TERRA
6 RUBINETTO SFIATATOIO
7 VALVOLA TEST PNEUMATICO
8 TEST MANUALE DI ALLARME /
CIRCUITO DEL RELE'
9 PRESSACAVO PG 16
10 SPINA DI SCOLO

Tipo A B D E L S d1 vol. gas PESO


BG25 215 160 R1-1/2"BSP 140 185 20 25 125 cm3 2,2 kg.

5
RELE’ BUCHHOLZ modelli BR 25 /50/80 – DIN 42566

B
d2

10 d1
S
d3
L D

8 5
POS DESCRIZIONE
1-2 1-2 MORSETTI RELE'
3-4 MORSETTI ALLARME
5 MORSETTO TERRA
6 RUBINETTO DI SFIATO
E 7 VALVOLA TEST PNEUMATICO
6 8 TEST MANUALE DI
ALLARME/CIRCUITO RELE'
3-4 9 PRESSACAVO PG 16
10 SPINA DI SCOLO

TIPO A B C D E L S d1 d2 d3 N° fori vol. gas PESO


BR25 215 160 85 115 140 200 17 25 14 68 4 125 cm3 2,9 kg.
BR50 254 178 125 165 140 195 18 50 18 102 4 235 cm3 4,9 kg.
BR80 293 193 160 200 140 195 18 80 18 138 4/8 235 cm3 5,8 kg.

6
RELE’ BUCHHOLZ modello BS 25 – BS STANDARD

B
d1

d2
C D

C
S D
L 10

8 5 POS DESCRIZIONE
1-2 MORSETTI RELE'
3-4 MORSETTI ALLARME
1-2 5 MORSETTO TERRA
6 RUBINETTO DI SFIATO
7 VALVOLA TEST PNEUMATICO
E 8 TEST MANUALE DI
ALLARME/CIRCUITO RELE'
6 9 PRESSACAVO PG 16
3-4 10 SPINA DI SCOLO

Tipo A B C D E L S d1 d2 N° fori vol. gas PESO


BS25 215 160 50,8 75 140 127 12 25 M10 4 125 cm3 2,2 kg.

7
RELE’ BUCHHOLZ modello BS 50-80 – BS STANDARD

B d2

10 S d1
C
L D
8 5
POS DESCRIZIONE
1-2 1-2 MORSETTI RELE'
3-4 MORSETTI ALLARME
5 MORSETTO TERRA
6 RUBINETTO DI SFIATO
E 7 VALVOLA TEST PNEUMATICO
6 8 TEST MANUALE DI
3-4 ALLARME/CIRCUITO RELE'
9 PRESSACAVO PG 16
10 SPINA DI SCOLO

Tipo A B C D E L S d1 d2 d3 N° fori vol. gas PESO


BS50 288 178 110 140 140 185 14 50 11 - 6 235cm3 4,1 kg.
BS80 288 178 130 160 140 185 14 80 11 - 6 235cm3 4,3 kg.

8
Test finali controllo qualità.

Collaudo idraulico di ermeticità del corpo : la custodia in lega di alluminio è riempita con olio alla
temperatura di 90°C e alla pressione di 300 kpa.
Dopo 4 ore non devono essere riscontrate perdite.
Lo stesso test deve essere effettuato su galleggiante e interruttori.

Controllo dimensionale.

Collaudo idraulico di ermeticità del relè montato : il collaudo deve essere effettuato riempiendo il relè
Buchholz alla temperatura di 90°C e alla pressione di 200 kpa. Il suddetto collaudo dura 4 ore. Durante
questo tempo non devono essere riscontrate perdite d’olio.

Ispezione manuale e pneumatica della messa a punto dei contatti : Il collaudo deve essere effettuato sia
sui circuiti di allarme che di sgancio. Viene effettuato per mezzo di indicatori visivi montati su pannello.

Collaudo della velocità di sgancio : effettuato montando il relè su una tubazione riempita d’olio e per
mezzo di un contatore tarato e indicatori visivi montati su pannello.

Controllo grado di protezione meccanica : IP 54.

Test di isolamento : effettuato tramite una centralina controllata da un microprocessore.

I EDITION AUGUST 2006

Terman '90 S.r.l., Via Ghisalba, 13-20/21, 20021 Bollate (MI) – Italy. Tel: +39 02 38 30 37 12, Fax: +39 02 38 30 37 19,
E-Mail info@terman.com, www.terman.com
C.F./P. IVA IT 09970270154 – C.C.I.A.A. 1332904 – Trib. Milano Reg. Soc. 302729 – Cap. Soc. € 119.000
9