Sei sulla pagina 1di 11

LORENZO MIORI

candidato sindaco

elezioni comunali
COMUNE DI VALLELAGHI
20 - 21 SETTEMBRE 2020
Progetto Vallelaghi è un gruppo nato nell’estate del 2015 per costruire una visione
partecipata del nuovo Comune di Vallelaghi, un’identità nuova. Abbiamo deciso di IDENTITÀ
chiamarci Progetto Vallelaghi perché progettare significa analizzare il contesto e definire
una strategia, valorizzando il presente con uno sguardo rivolto al futuro.
Sentirsi parte di un unico Comune, attraverso la condivisione
Dopo le elezioni del 2016, in questi quattro anni di consiliatura, il nostro impegno è
del territorio e la collaborazione tra cittadini, associazioni, realtà
proseguito come minoranza nello svolgere un ruolo di controllo e stimolo all’attività della
educative e imprese.
giunta con grande senso di responsabilità, senza fare un’opposizione capace di dire
solo “no” a priori. Abbiamo mantenuto il rapporto con il territorio sapendo ascoltare,
proponendo riunioni con tutti i nostri sostenitori e interessandoci alle problematiche dei
cittadini.
Con l’avvicinarsi della nuova tornata elettorale, abbiamo deciso di ripresentarci per
proporre ancora con più forza quel cambio di passo con molte novità al suo interno.
Dall’autunno del 2019 abbiamo promosso diverse iniziative sul territorio per raccogliere
idee, suggerimenti, problematiche e opportunità per andare a integrare e rivedere
quello che era il nostro programma elettorale. Siamo partiti con alcune serate dedicate
SOSTENIBILITÀ
ai giovani, per poi allargare il confronto con tutta la cittadinanza interessata. Nel periodo
dell’emergenza COVID, abbiamo proseguito le nostre attività online, fornendo un servizio “Sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la
utile ai cittadini per informare e aggiornare in merito ai servizi attivi nel nostro comune. possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri .”
Ci siamo rinnovati, con nuove persone e un nuovo simbolo di lista, ma la nostra visione (Fonte: rapporto Brundtland, conosciuto come “Our Common Future”).
e i nostri valori restano gli stessi: identità, partecipazione e sviluppo sostenibile per Riportato alla nostra realtà significa impegnarsi a costruire lo
progettare insieme il futuro del nostro Comune. sviluppo del Comune di Vallelaghi con responsabilità, puntando al
Di qui la scelta del nostro candidato Sindaco, Miori Lorenzo, supportato da un’unica miglioramento della qualità della vita presente e futura.
lista rappresentativa del territorio costituita da giovani con idee, voglia di fare e nuove
competenze, affiancati da un gruppo con precedenti esperienze amministrative. Una lista
che guarda al futuro, ma allo stesso tempo anche al presente, alle necessità dei cittadini,
ai progetti e alle azioni concrete da realizzare.

Siamo visionari, ma con i piedi per terra.


PARTECIPAZIONE
Lista “Progetto Vallelaghi” Coinvolgere i cittadini nelle scelte
collettive, confrontarsi e dialogare.
“È sbagliato assumere che in politica ci siano questioni troppo grandi
e troppo complicate per il cittadino normale. IL CANDIDATO SINDACO
Se si accetta questa presunzione, si compie il primo passo verso la tecnocrazia,
il dominio degli esperti, l’oligarchia (…)
La politica è accessibile per tutti e ognuno può parteciparci.
È questo il punto centrale della democrazia.”

(Olof Palme, ex primo ministro svedese)

Miori Lorenzo, 31 anni, ingegnere, vivo a Lon di Vallelaghi.


Ho frequentato il liceo scientifico Leonardo da Vinci a Trento dove mi sono diplomato
nel 2008 e successivamente mi sono iscritto al corso di laurea in Ingegneria Edile/
Architettura, laurea magistrale a ciclo unico, dove mi sono laureato nel 2015 con una tesi
dal titolo «Tra acqua ed energia. La costruzione di un paesaggio elettrico sui laghi di Santa
Massenza e Toblino».
Dopo uno stage semestrale presso l’Ufficio Sicurezza sul Lavoro del Servizio Infanzia
della P.A.T., dove ho lavorato come Addetto del Servizio Prevenzione e Protezione, ho
ottenuto l’abilitazione alla professione di ingegnere e nell’estate del 2016 ho aperto
partita IVA e iniziato a lavorare come libero professionista nell’ambito della progettazione
architettonica e impiantistica.
Amo la musica, lo sport, la montagna e viaggiare. Sono molto legato al nostro territorio,
che considero uno dei più belli del Trentino, con i suoi laghi, i suoi paesaggi a vigneto, le
sue montagne, il tutto a 10 minuti dalla città.
Negli anni della scuola superiore ho maturato un interesse sempre maggiore per la politica,
dapprima quella nazionale e internazionale poi per quella locale. Nel 2015 sono entrato a
far parte di Progetto Vallelaghi e nel 2016 sono stato eletto consigliere comunale.
Arcoleo Antonino
I CANDIDATI CONSIGLIERI
Frizzera Nicola
38 anni, vive a Padergnone
32 anni, vive a Terlago
Dipendente Ministero
Psicologo
della Difesa

Rigotti Ilaria
Bortoli Mirko Lever Roberto Sommadossi Veronica
31 anni, vive a Padergnone
40 anni, vive a Lon 28 anni, vive a Vezzano 31 anni, vive a Vezzano
Ricerca e selezione
Perito industriale edile Cuoco Libera professionista nel sociale
del personale

Dallio Valeria Margoni Gabriele Rigotti Lucio Sorio Marco


38 anni, vive a Fraveggio 26 anni, vive a Vezzano 65 anni, vive a Ranzo 42 anni, vive alle Vallene
Assistente amministrativo P.A. Imprenditore agricolo Revisore contabile Programmatore informatico

Decarli Paolo Paissan Andrea Rigotti Serena Tecchiolli Manuel


37 anni, vive a Maso Ariol 45 anni, vive a Terlago 40 anni, vive a Monte Terlago 25 anni, vive a Vezzano
Ingegnere dei materiali Consulente tecnico commerciale Dipendente A.P.T.. Studente

Decarli Roberto Pisu Nicoletta Sommadossi Luca Zeni Annalisa


66 anni, vive a Margone 57 anni, vive a Padergnone 54 anni, vive a Fraveggio 41 anni, vive a Monte Terlago
Pensionato Funzionaria P.A.T. Operatore sociale Formatrice area imprenditoriale
AMBITI DI INTERVENTO Aree di intervento trasversali

Abbiamo deciso di sviluppare il nostro programma in due parti. Relazioni con i territori limitrofi e gli altri enti

Intendiamo rafforzare la nostra rete di relazioni con la Provincia Autonoma di Trento e con
La prima parte è relativa a temi rilevanti e trasversali come: le altre amministrazioni in una logica di reciprocità, ritagliandoci lo spazio che un Comune
di 5.000 abitanti merita.
• Le relazioni con i territori limitrofi e gli altri enti In questo senso intendiamo:
• Il sostegno alle attività economiche del territorio • avviare e sviluppare progetti e iniziative specifiche con le amministrazioni dei
• La riorganizzazione dei centri storici territori limitrofi (Trento, Madruzzo, Cavedine) su tematiche di comune interesse,
valorizzando al contempo le specificità agricole, ambientali, culturali e ricreative del
La seconda parte approfondisce invece cinque macro-ambiti specifici di intervento, che nostro territorio;
racchiudono gran parte dei temi su cui intendiamo lavorare: • ci impegniamo inoltre a collaborare in sinergia con le ASUC che potrebbero nascere
sul territorio, considerando molto positivamente la partecipazione diretta dei cittadini
• Territorio, ambiente ed energia nella gestione degli usi civici.
• Politiche sociali, associazioni e cultura
• Sport, turismo e tempo libero
• Viabilità, mobilità e infrastrutture Attività economiche e sviluppo territoriale
• Un Comune vicino al cittadino
Il Comune non ha una specifica competenza in ambito economico; può però rappresentare
un importante partner per le imprese per individuare e promuovere strategie e obiettivi
comuni, approfondendo le necessità al fine di trovare soluzioni condivise.
In questo senso, intendiamo:
• incentivare e sostenere l’imprenditorialità locale, approfondendo i bisogni e le
necessità e realizzando le opere pubbliche che possono migliorare la competitività
delle aziende (es. rete in fibra ottica, accessibilità alle aree artigianali, parcheggi);
• far ricadere sul territorio le risorse economiche di cui l’Amministrazione comunale
dispone attraverso la valorizzazione, nei limiti previsti della legge, delle imprese locali
con criteri di qualità, territorialità, rotazione e omogeneità dei compensi;
• promuovere le risorse economiche locali in un’ottica di sviluppo e valorizzazione
territoriale ed extraterritoriale, ad esempio con iniziative di promozione dei prodotti
tipici del nostro territorio.
Territorio, ambiente ed energia
Riorganizzazione dei centri storici

Per noi è fondamentale puntare su una maggior vivibilità dei centri storici, con una
riorganizzazione generale e partecipata relativa a: Occuparsi del territorio per noi significa valorizzare in particolare le risorse storiche e le
• mobilità interna dei centri storici, incentivando maggiormente le aree pedonali e aree naturalistiche e lacustri, potenziare i percorsi ciclo-pedonali e attivare partnership
migliorando la sicurezza stradale; con le Reti delle riserve del Bondone e della Sarca e l’Ecomuseo, ricercando finanziamenti
• fruizione dei parcheggi sia per i residenti che per le attività commerciali, trovando su bandi provinciali ed europei (es. Piano di Sviluppo Rurale, progetto Leader, ecc.).
soluzioni che possano valorizzare la bellezza dei nostri centri storici; Intendiamo inoltre puntare su agricoltura biologica e green economy, valorizzando le
• valorizzazione degli edifici in centro storico e lavori di arredo urbano che possano energie rinnovabili e prevedendo una gestione dei rifiuti meno rigida per i residenti e più
abbellire le piazze e le vie. utile per i turisti.

Aree lacustri e corsi d’acqua

Individuare specifiche strategie per la valorizzazione dei diversi laghi presenti sul
territorio, adottando scelte non invasive che permettano un uso turistico-ricreativo
sostenibile, percorribilità e salvaguardia ambientale. I tre laghi presenti sul territorio hanno
caratteristiche completamente diverse che necessitano di soluzioni differenziate:

• laghi di Lamar: individuare alternative per la salvaguardia dell’ambiente sul lungo


termine garantendo al contempo l’accessibilità turistica;
• lago di Terlago: potenziare la duplice vocazione turistico-naturalistica del lago,
prevedendo, a nord, la risoluzione delle problematiche di parcheggio e viabilità e il
collegamento dell’illuminazione pubblica dal paese al lago, a sud, preservazione della
biodiversità del biotopo;
• lago di S. Massenza: investire su un turismo storico e culturale legato all’acqua,
all’energia e ai prodotti locali attraverso il completamento del percorso circumlacuale
e valorizzando il Parco Due Laghi.
Aree naturalistiche e paesaggistico-ambientali
Gestione dei rifiuti
Incentivazione e valorizzazione delle attività agrituristiche delle attuali malghe (malga di
Gazza, di Bael, di Covelo e di Terlago) e ristrutturando quelle che sono in disuso (malga di • Riqualificare le isole ecologiche e istituire un metodo di gestione dei rifiuti meno rigido
Vezzano e di Ciago), per la ricostituzione del tipico ambiente dei pascoli alpini del Gazza e per i residenti e più utile per i turisti, prevedendo maggior flessibilità nell’accesso alle
della Paganella anche mediante il recupero delle aree marginali esistenti, il più delle volte isole ecologiche e adeguati bidoncini per la raccolta differenziata nelle zone turistiche
abbandonate ed imboschite. e nei parchi;
• incentivare il riuso e riciclo dei rifiuti nel rispetto paesaggistico del territorio,
promuovendo iniziative che mirino a responsabilizzare di più gli utenti sull’importanza
Percorsi ciclo-pedonali e sentieri di un’attenta raccolta differenziata dei rifiuti e proponendo nuovi tipi di sperimentazioni
per lo scambio di oggetti ancora in buono stato e utilizzabili.
Miglioramento dei collegamenti ciclo-pedonali tra i centri abitati (intra-comunale) e
collegamento con Trento e con l’Alto Garda, nell’ottica di una mobilità sostenibile; nello
specifico: Gestione dell’energia e valorizzazione delle energie rinnovabili
• collegamento ciclo-pedonale con Trento (Bus De Vela) e prosecuzione del percorso
della “Ciclabile della Valle dei Laghi” (tratto Padergnone - Sarche); • Miglioramento della gestione dell’illuminazione pubblica con il completo passaggio al
• manutenzione dei tratti ciclo-pedonali intra-comunali esistenti e completamento del LED e il completamento di tratti attualmente mancanti;
tratto tra Vezzano e Padergnone; • installare impianti di produzione calore, sistemi innovativi che utilizzano energie
• valorizzare il Sentiero di S.Vili, uno dei più importanti cammini a tappe presenti in rinnovabili (pompe di calore, geotermia, biomasse, idroelettrico, ecc.), e realizzare uno
Trentino, e migliorare la cartellonistica dei sentieri. studio di fattibilità per centrali di teleriscaldamento;
• installare stazioni di ricarica per bici e macchine elettriche presso le sedi comunali.

Sostegno a iniziative agricole ed artigianali “green”

• Stringere accordi con cittadini, agricoltori, operatori turistici e associazioni per


investire sul tema dell’agricoltura biologica facendola diventare un “marchio di
fabbrica” del nostro territorio;
• sostenere una agricoltura impostata su principi della green economy, redigendo
specifici regolamenti per l’uso di prodotti fitosanitari in agricoltura;
• mettere a disposizione terreni di proprietà comunali situati in prossimità dei centri
abitati per la coltivazione degli ortaggi.
Politiche sociali, associazioni e cultura

Sosteniamo concretamente i giovani, le famiglie, le fasce deboli e la rete di associazioni lavorativo di soggetti svantaggiati;
del territorio, in un’ottica di ascolto e di confronto. • promuovere percorsi di contrasto alle diverse forme di dipendenza come ad esempio
la ludopatia;
• approfondimento delle esigenze dei cittadini e in particolare dei nuovi residenti, per
Politiche giovanili promuovere una migliore partecipazione di tutti al governo e allo sviluppo del nostro
territorio.
• Coinvolgere i giovani nella co-progettazione e realizzazione di eventi e iniziative che li
riguardano, anche con le realtà associazionistiche ed economiche del territorio;
• supportare le realtà associative esistenti (es. contributi, sede e attrezzature per la Associazioni
realizzazione delle iniziative, supporto nella promozione delle iniziative);
• affrontare il problema della mobilità all’interno del Comune, agevolando gli • Recupero e riconversione delle strutture comunali, anche per luoghi di aggregazione;
spostamenti per incrementare le occasioni di incontro. • supporto alle associazioni per l’attivazione dei processi amministrativi necessari e nella
comunicazione delle iniziative, facilitando la comunicazione con l’amministrazione, la
calendarizzare degli eventi e condivisione dei contatti.
Politiche familiari • supportare e incentivare anche con contributi le associazioni che si adoperano a
mantenere vivo il nostro territorio.
• Massima attenzione alle problematiche relative a scuole materne e nidi d’infanzia
con supporto alle iniziative di conciliazione vita-lavoro (anticipi e posticipi);
• implementazione dei servizi di assistenza per anziani, anche in convenzione con altre Cultura
strutture assistenziali locali (creazione di un centro diurno sul territorio);
• valorizzazione e potenziamento dei parchi giochi, e delle passeggiate a misura di • Valorizzare le strutture e potenziare le attività della Biblioteca e i punti di lettura, quale
famiglia, prevedendo ad esempio chioschi nei parchi pubblici e servizi per le famiglie. luogo di aggregazione e riferimento culturale, e offrire nuovi servizi come internet
point;
• valorizzare il teatro, puntando su una sua completa riapertura e una diversificazione
socialità della programmazione che coinvolga maggiormente gli abitanti del Comune ma al
tempo stesso possa attrarre persone da tutto il territorio provinciale;
• Creare una rete strutturata di volontari che possano gravitare attorno agli anziani o • favorire la nascita di nuove iniziative per la valorizzazione del patrimonio artistico
alle persone con particolari necessità; e culturale locale che coinvolgano comunità, imprese, associazioni, diffondendo la
• impegnarsi per il mantenimento e l’attivazione di progetti che mirino all’inserimento conoscenza del nostro territorio e delle peculiarità del nostro Comune.
Sport, turismo e tempo libero Viabilità, mobilità e infrastrutture

Ci impegniamo a valorizzare la diversità e la ricchezza delle risorse del nostro territorio per Intendiamo potenziare l’opera di manutenzione continua del territorio e dei centri abitati
promuovere tutte le pratiche sportive e le attività all’aria aperta e per favorire lo sviluppo (compresa manutenzione della segnaletica, e del manto stradale, ecc.), operando un
turistico del Comune, favorendo il contatto tra cittadini e turisti. potenziamento delle reti e delle infrastrutture e proponendo una modalità di progettazione
partecipata nell’ambito della mobilità e della sistemazione delle strutture pubbliche.
Sport Vogliamo impegnarci con convinzione nel diventare un interlocutore credibile e forte
nei confronti dei servizi provinciali competenti sul tema della viabilità, approfondendo le
• Promuovere una mappatura delle infrastrutture esistenti e delle risorse e potenzialità esigenze della popolazione e impegnandoci nella ricerca di finanziamenti.
presenti sul territorio per incentivare la pratica di sport;
• realizzazione di un polo sportivo comunale, promuovendo il collegamento e la
valorizzazione delle strutture sportive limitrofe; Viabilità
• accordo con il territorio del Basso Sarca e Trento per la valorizzazione degli sport
all’aria aperta. • Prevedere soluzioni per risolvere le problematiche di sicurezza sulla SS 45 bis
della Gardesana: completamento bivio di Terlago, corridoio ecologico di Naran per
TURISMO passaggio animali selvatici, realizzazione rotonda Vezzano sud, stato di salute del
viadotto di Padergnone;
• Creare un brand turistico che ci permetta di essere riconoscibili nel panorama • potenziare la viabilità interna di collegamento tra le frazioni: migliorare la viabilità
provinciale e nazionale, rafforzando il ruolo di promozione dell’APT in sinergia con sulla dorsale Vezzano-Terlago, illuminazione degli incroci stradali, sistemazioni
l’Alto Garda; incroci pericolosi (bivio Terlago-Monte Terlago-Covelo), installazione di guard rail;
• completare la realizzazione di una mobilità lenta parallela a quella della Gardesana; • manutenzione e/o completamento delle strade forestali come la strada di
• individuare possibili aree per una o più attività di sosta camper. collegamento tra il Monte Ranzo e Passo San Giovanni e la strada del Doss del Ghirlo.

TEMPO LIBERO
Mobilità
• Mettere in rete i parchi pubblici presenti sul territorio comunale, valorizzando e
potenziando le peculiarità e garantendo una costante manutenzione e cura; • Migliorare, in accordo con Trentino Trasporti e Provincia Autonoma di Trento, l’offerta
• individuare aree nuove da adibire a parchi pubblici anche tematici e con particolari del servizio di trasporto pubblico sia interno alla Valle sia nei collegamenti con Trento
caratteristiche come con l’individuazione di aree recintate dedicate ai cani; e il Basso Sarca;
• incentivare le passeggiate sul territorio con la creazione di percorsi vita e percorsi • favorire la mobilità interna ai centri abitati, incentivando anche un tipo di mobilità più
attrezzati a misura di famiglia e la valorizzazione di aree come il Monte Gazza. lenta e attenta al paesaggio con il completamento e potenziamento dei collegamenti
ciclo-pedonali e la sistemazione e valorizzazione della rete sentieristica e di
passeggiate e percorsi a tema. Un comune vicino al cittadino
Infrastrutture e strutture comunali

• Potenziamento delle opere di manutenzione ordinaria e continua del territorio e dei Vogliamo un Comune di Vallelaghi ancor più vicino ai propri cittadini. Per fare questo,
centri abitati (compresa manutenzione della segnaletica, manto stradale, ecc.); intendiamo migliorare l’accessibilità dei servizi Comunali e la qualità della comunicazione
• rendere capillare la rete di fibra ottica (progetto con Open Fiber) e la rete di reciproca tra cittadini e amministrazione, semplificando l’accesso ai servizi e stimolando
metanizzazione o di teleriscaldamento in tutte le abitazioni del Comune; la partecipazione diretta nell’ideazione di servizi “a misura di cittadino”.
• Completamento e manutenzione della rete fognaria, degli acquedotti e della rete
idrica dei diversi paesi; Servizi comunali
• valorizzare e recuperare le strutture comunali inutilizzate, introducendo modalità di • Potenziamento del servizio di sportello e dei servizi informativi del Comune, dando la
progettazione partecipata e migliorando l’offerta comunale per quanto riguarda le possibilità all’utenza di usufruire di parte dei servizi erogati dal Comune senza doversi
sale pubbliche. recare fisicamente allo sportello;
• diversa gestione degli orari di apertura degli uffici comunali;
• presa in carico delle richieste di manutenzione con sopralluogo in tempi brevi,
Regolamenti fornendo riscontro ai segnalanti.

• Redazione del regolamento edilizio comunale ponendo particolare attenzione agli Comunicazione
edifici nei centri storici; • Pagina facebook del Comune e lista broadcast su Whatsapp/Telegram per agevolare
• redazione di un piano di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade forestali l’accesso alle informazioni e informare i cittadini che desiderano essere aggiornati;
e dei sentieri con azioni concrete contro il proliferare della processionaria e delle • numero telefonico (con Whatsapp) per fornire segnalazioni urgenti, con riscontro;
zecche; • consigli Comunali a rotazione sulle tre ex municipalità, e disponibili in diretta
• prevedere un piano di coordinamento in caso di incidente sulla SS 45 bis e di streaming;
deviazione del traffico sul tratto Terlago-Vezzano mediante un protocollo con gli enti • ricevimento settimanale di Sindaco/giunta sui territori.
gestori.
Strumenti di Partecipazione

Intendiamo introdurre nei nostri ordinamenti comunali metodi che coinvolgano di persona
o in forma digitale i cittadini, modificando lo Statuto Comunale e i suoi regolamenti e
introducendo, ad esempio: bilancio partecipativo e progettazione partecipata, Consiglio
Comunale Aperto e Partecipato, Consulte popolari, Implementazione del sistema
SensoRcivico per suggerimenti, segnalazioni e reclami, o altri strumenti di partecipazione
elettronica con cui i cittadini possano proporre idee, informarsi e dialogare con
l’amministrazione.
Modalità di voto

Si vota domenica 20 settembre 2020 dalle 7:00 alle 23:00 e lunedì 21 settembre 2020
dalle 07:00 alle 15:00.

Vi sono tre diverse modalità di voto. È possibile:

1. tracciare un segno sul simbolo di lista indicando fino a due preferenze. In questo
caso il voto espresso viene attribuito automaticamente anche al candidato sindaco
collegato a tale lista;
2. tracciare un segno solo sul nome del candidato sindaco senza esprimere un voto
per la lista o una delle liste che lo sostengono. In tal caso il voto viene attribuito al
candidato sindaco;
3. tracciare un segno su un candidato sindaco e su una lista collegata a tale candidato,
indicando fino a due preferenze per il consiglio comunale. In tal caso il voto è valido
sia per la lista che per il candidato sindaco votati.

Le preferenze vanno espresse con cognome e nome del candidato consigliere, non vi è
l’obbligo di preferenza di genere.
Le preferenze si devono riferire esclusivamente a candidati della lista votata.
Non è possibile votare contemporaneamente per un candidato sindaco e per una lista che
non lo appoggia. Non è possibile indicare la preferenza per candidati di due liste diverse
anche se in appoggio allo stesso candidato sindaco.
committente responsabile Lorenzo Miori

Seguici su Facebook @progettovallelaghi per restare


aggiornato sulle nostre iniziative.
Per il programma elettorale completo visita il nostro sito
www.progettovallelaghi.it oppure scansiona il QR code.