Sei sulla pagina 1di 64

made in Italy

Le Sette Anime
di Muccino

Salone Nautico
di Genova
Pubblicazione mensile - Anno XIV Num. 145 ottobre 2010 - Free Press

Festival Verdi
ArtVerona
Salvador Dalì
in mostra

Eurochocolate
a Perugia

WineFoodFestival
Il Salone del Gusto
Taroccato Made in Italy
Era2000, lo slancio vero della cultura!
Era2000 1
1 hotel, 2 anime

Gli opposti che attraggono

Catania
Via del Bosco, 62 - tel. +39 095 7335100 - fax: +39 095 7335103
www.hotelvilladelbosco.it - www.hotelvdbnext.it - info@hotelvilladelbosco.it - eventi@hotelvdbnext.it

2 ERA2000
ROMA
www.mencarelligroup.com

Catering
&Banqueting
in tutta Italia

Carlo Repetto
Cell. 335.737.15.91
Tel. 06.669.26.88 • FAX 06.661.83.757
carlorepetto@hotmail.it

Mencarelli Group
www.mencarelligroup.com
catering@mencarelligroup.com
Era2000 3
mencarelli@mencarelligroup.com
RIALE
EDITO
Una piccola cosa

S
pesso il senso della vita si ritrova nelle pic-
cole cose. Una passeggiata nel bosco tra le
castagne, il profumo del mosto, il gusto
prelibato del tartufo, una coperta calda , una
bacio da tua figlia...noi di Era2000 cerchiamo di
affrontare e dedicare il nostro lavoro alle piccole
cose perchè come diceva il poeta Trilussa “«C’è
un’ape che se posa su un bottone di rosa:lo suc-
chia e se ne va… Tutto sommato, la felicità è una
piccola cosa.» (Trilussa, Felicità)
E’ lì, nelle tradizioni, nel duro lavoro quotidiano di
un artigiano, nella creazione di un artista, nella sco-
perta di un borgo incantevole, che si possono trovare
frammenti di gioia, nella pura poesia di un tramonto
indimenticabile, nella inaspettata cortesia di uno sco-
nosciuto. Il cammino del nostro magazine continua
tra le morbide valli toscane, passando per la calda e
accogliente Emilia, la splendida Venezia e la miste-
riosa e profonda Bari. Incrociando talvolta volti noti
che tornano dal passato e ci ricordano che la cadu-
cità della vita non conta quando lasci un segno, una
traccia di te. Siamo ancora qui a testa bassa coerenti
e convinti che le bellezze del nostro paese devono es-
sere tutelate e promosse, rimboccandoci ogni giorno
le maniche per rendere il piacere della vita un sogno
di tutti.

Il Direttore,
Stefania Legumi

4 ERA2000
SOMMARIO
Num.145 Anno XIV Ottobre 2010
N A Z I O N A L E

Direttore Editoriale
La dolce vita pag. 08
Antonio Guerrieri
1°Concorso Nazionale Fotografico pag. 10
Direttore Responsabile
Stefania Legumi George Tatge in mostra pag. 11
Caporedattore
Bari Sotterranea pag. 13
Caterina Guerrieri ArteVerona pag. 16
Stefano Curto in mostra pag. 20
Hanno Collaborato:
Sara Paradisi, Renato Rovetta, Salvador Dalì in mostra pag. 22
Cassandra Nail, Maria Scoscia, I Martedì del Festival pag. 24
Cinzia Mortolini, Rossana Furfaro,
Franco Baccarini, Agata Preziosa,
Roma Antiquaria pag. 25
Francesco Fiumarella, Maria Stella Oddi Festival Verdi pag. 30
Michele De Luca La Voce delle Immagini pag. 32
Progetto Grafico/Impaginazione I Musici Veneziani pag. 33
Caterina Guerrieri Salone Nautico Genova pag. 36
Direzione e Amministrazione Eurochocolate pag. 40
Via Hanoi, 2 Le Lune di Pompei pag. 43
06083 • Bastia Umbra (PG)
Tel. 075 8005389 La Natività di Bernini pag. 44
Fax.075 8004270 Ad Alta Voce pag. 45
redazione@era2000online.net
Il Malato Immaginario di Lavia pag. 45
Marketing e Pubblicità Il Corpo delle Donne pag 46
Altea Natalino Vedo Zero pag. 49
Vitaloni Andrea
Riganelli Giada Le Sette Anime di Muccino pag. 49
Borghi da gustare pag. 51
Editore
Villaggio del Gusto pag. 51
E.G.I. s.r.l.
Reg. Tribunale di Perugia Taroccato Made in Italy pag. 52
N. 24 del 18/07/1996 Il Palagio di Sting pag. 53
Stampa
Il Salone del Gusto pag. 56
Properzio srl di Fiera Nazionale Tartufo pag. 56
Bastia Umbra (PG) Tartufo in mostra pag. 57
Le opinioni espresse impegnano solo la
ExpoItalia Shanghai pag. 57
responsabilità dei singoli autori. Cinquant’anni di grandi vini pag. 58
Tutto il materiale inviato, anche se non
WineFoodFestival pag. 59
pubblicato, non sarà restituito e resterà
di proprietà dell’editore. Itinerari Turistici Grato Viaggi pag. 61

Era2000 5
6 ERA2000
www.iluoghidelcuore.it

Il 30 settembre si è concluso il 5°censimento dei luoghi del cuore.


Si tratta di un’iniziativa intrapresa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) per
permettere alle persone di segnalare quei luoghi in decadenza che
vorrebbero rivedere nel loro splendore. Ora il FAI vaglierà tutte le
segnalazioni pervenute e deciderà quali siti aiutare. Per informazioni circa il
progetto e l’esito dei censimenti, consulta il sito web
w w w . i l u o g h i d e l c u o r e . i t

...e se non sei riuscito ad inoltrare la tua segnalazione quest’anno,


partecipa alla prossima edizione!! Era2000 7
La Dolce
STARS AND CELE
Mercati di Traiano - Roma
4 agosto – 14 novembre 2010

comunicato stampa

E’ il 1949 quando, sotto gli occhi


della stampa internazionale, si spo-
sano a Roma Linda Christian e
Tyrone Power. Nel 1950 la Metro
Goldwyn Mayer sceglie Cinecittà
per girare Quo Vadis. Nasce la Cafè-
Society, con riti, caratteri e perso-
naggi che Fellini racconterà ne La
Dolce Vita; fascino, bellezza, divi-
smo, celebrità e pettegolezzo entra-
KIM NOVAK no così nel quotidiano. Tutto questo
viene raccontato nella mostra La
Dolce Vita. 1950-1960. Stars and
Celebrities in the Italian Fifties,
a cura di Marco Panella e promossa
dal Comune di Roma, Assessorato
alle Politiche Culturali e della Co-
municazione - Sovraintendenza ai
Beni Culturali, da Artix e Cinecittà
Luce con il supporto organizzativo e
i servizi museali di Zètema Progetto
Cultura ospitata dal 4 agosto al 14
novembre dai Mercati di Traiano.
Il percorso raccoglie 100 foto sele-
zionate dall’Archivio Luce e 100
rotocalchi degli anni ‘50, un rac-
conto per immagini con i volti ed i
personaggi entrati nell’immaginario
degli italiani, filtrati dalla leggerez-
za mondana dell’epoca. Set natura-
le di questa vita è Roma, ma tutta
l’Italia ne è contagiata. Quell’Italia
degli anni ’50 dove più della metà
della popolazione parla solo il dia-
letto e dove sono oltre 6 milioni gli
analfabeti. La stessa Italia dove però
si vendono tantissimi dischi (18
milioni solo nel ’58) e si frequenta
quasi ogni giorno il cinematogra-
fo (nel ’53 ce n’è uno ogni 33.000

8 ERA2000 AUDREY HEPBURN


eVita1950 -1960
BRITIES IN THE ITALIAN FIFTIES
abitanti per una spesa complessiva
di 93 miliardi di lire), dove si beve
Coca Cola, si balla il rock’n roll, si
risparmia e si guarda al futuro. Tut-
to sta per cambiare: i ritmi, gli stili
di vita, l’abbigliamento. La guerra
è finita da poco e la gente comu-
ne vuole sognare. Nella nascente
società dell’immagine, il cinema,
gli amori, i vizi e gli scandali dei
divi vengono seguiti con passio-
ne sui rotocalchi (ogni settima-
na Oggi vende più di un milione
di copie, Epoca cinquecentomila)
dove storie, matrimoni e divorzi si
rincorrono con il ritmo dei tempi
nuovi. Nel ‘49 nasce la passione tra
Ingrid Bergman e Roberto Rosselli-
ni sul set di Stromboli terra di Dio
e la stampa internazionale grida allo
scandalo; nel ‘54 il principe Massi-
mo sposa, per non troppo tempo, la
bella attrice inglese Dawn Addams,
Charlie Chaplin come testimone di BRIGITTE BARDOT
nozze; sempre nel ‘54 Vittorio Gas-
sman divorzia dalla seconda moglie
Shelley Winters ed inizia una foto-
grafatissima storia con Anna Maria
Ferrero; nel ’55 Lucia Bosè, dopo
la love story con Walter Chiari, si
innamora del torero Luis Miguel
Dominguin; nel ‘56 il matrimonio
tra Grace Kelly e Ranieri di Monaco
viene trasmesso in diretta televisiva;
Maria Callas lascia il marito Batti-
sta Meneghini per l’armatore greco
Aristotele Onassis; nel ‘60 il matri-
monio tra Virna Lisi e Franco Pesci
è uno degli eventi più fotografati
dell’anno.E la mostra dei Mercati
di Traiano racconta queste celebri-
tà nella loro vita mondana con una
selezione di alcune delle fotografie
che hanno contribuito al loro mito,
facendoli entrare nell’immaginario
collettivo dell’epoca, e non solo.

Info: Ufficio Stampa Zètema


Giusi Alessio +39 06 82077327
g.alessio@zetema.it
ANITA EKBERG
Era2000 9
Kraus e Enzo Carli insieme a
giornalisti come Antonio Cian-
ciullo e esperti europei di comu-
nicazione sociale.Gianni Berengo
Gardin è uno dei più illustri fo-
tografi italiani. Nasce come foto-
reporter e lavora nel corso degli
anni per varie testate, tra cui Do-
mus, Le Figaro, l'Espresso, Epoca
e ha esposto le sue opere in molti
importanti musei, Museum of
Modern Art di New York, le gal-
lerie FNAC, la George Eastman
house di Rochester.Ziva Kraus,
importante pittrice e artista Cro-
di Agata Preziosa ata ha al suo attivo innumerevoli

N
esperenzie anche nel campo cine-
elle Marche nasce il primo concorso nazionale di fotogra- matrografico, diventa assisitente
fia. Il tema di questo concorso riguarda la green economy, della Peggy Guggheneim Collec-
oramai fondamentale per lo sviluppo delle energie alterna- tion e tuttora è gallerista. Fino al
tive. Lo scopo è quello di sensibilizzare e informare per coadiuvare 21 ottobre è possibile partecipare
il passaggio dalle vecchie alle nuove energie e pubblicizzare il nuovo al concorso inviando tutta la do-
rapporta tra uomo e ambiente. Due le sezioni: “Nuova Economia cumentazione necessaria. Per in-
- Green Economy: valori culturali e opportunità”,Viaggio nella so- formazioni specifiche si può ac-
stenibilità”.La seconda sezione riguarda nello specifico un turismo cedere al sito www.bioforenergy.
eco-sostenibile, dedicato a itinerai, luoghi e eventi che promuovono eu. Le immagini dovranno perve-
il legame di un territorio tra tradizioni e innovazioni. Possono par- nire, su supporto digitale (CD o
tecipare I fotografi professionisti e amatoriali e anche chi non ha DVD) a Sviluppo Marche SpA,
10 ERA2000la maggiore età.In giuria Gianni Berengo Gardin, Ziva
compiuto Via Martiri della Resistenza 24,

10 ERA2000
60125 Ancona, oppure a photofor- to sempre con le indicazioni degli organizzato e promosso da Sviluppo
change@svimspa.it entro e non oltre autori. Ai premiati, per ciascuno dei Marche S.pa., con il patrocinio della
il giorno 21 ottobre 2010. La parteci- temi, andranno 1.000,00 Euro per la giunta regionale delle Marche.
pazione al concorso è gratuita; non

Info:
categoria Senior e 500,00 Euro per
è prevista nessuna quota per l’adesio- la categoria Junior. Entro dicembre
ne. Le fotografie selezionate saranno si terrà la premiazione, correlata a
pubblicate in un catalogo(+ CD con questa vi sarà la presentazione di un Ufficio Stampa: Gabriella Papini, Marisa Verducci
le immagini) sul sito www.biofore- catagolo e la mostra con le opere fo- info: Info@gabriellapapini.com www.gabriellapapini.com
Segreteria Concorso: SVIM –Sviluppo Marche Spa –
nergy.eu . Il materiale sarà utilizza- tografiche migliori. L'evento è stato Ancona - photoforchange@svimspa.it

"PRESENZE. PAESAGGI ITALIANI"


a Perugia la mostra fotografica di George Tatge
comunicato stampa

Stazione Sud, 1998


La fotografia paesaggistica di George Tatge è un
viaggio alla scoperta del complesso rapporto tra

George Tatge
uomo e natura. Un percorso per immagini che,
da nord a sud del paese, osservano il territorio
alla ricerca delle tracce, visibili e invisibili, di
una relazione che si fa simbolo di significati
profondi. Promossa dalla Provincia di Perugia,
dal 18 settembre al 3 ottobre 2010 la mostra
fotografica Presenze. Paesaggi italiani è ospitata
dal CERP-Centro Espositivo Rocca Paolina di
proprietà dell'Ente. 66 scatti con i quali l'artista
italiano nato a Istanbul e cresciuto negli Stati
Uniti propone parte della trentennale ricerca luzione di questa interazione. La prima parte dell'esposizione
personale sul tema paesaggistico. In un rigoroso presenta immagini di un paesaggio puro e incontaminato.
bianco e nero, che è fonte sia di riflessione, sia Immagini che evocano la forza degli elementi naturali e, così
di confronto e introspezione, il percorso espo- facendo, ne enfatizzano quasi l'originale perfezione. La secon-
sitivo si sviluppa attraverso tre sezioni temati- da sezione descrive un territorio in parte già fatto proprio
che non cronologiche. Considerando come un dall'uomo. Nella dialettica per opposti proposta dall'artista,
dato imprescindibile la presenza e l'intervento recinzioni, demarcazioni e forme elementari di costruzione
dell'uomo, Tatge legge a ritroso nel tempo l'evo- rappresentano una prima forma di confronto tra naturale e

Era2000 11
artificiale. La terza sezione è specchio attento di
contrasti latenti e in atto. Con forte lirismo, in

George Tatge
primo piano è posto l'impatto dell'intervento

noname
umano sul paesaggio. Immagini cariche di sim-
boli e che tuttavia né celebrano, né condanna-
no. Un percorso allo stesso tempo introspettivo
e dialogico che, con molteplici piani di lettura
e senza giudicare, osserva, testimonia e ripropo-
ne il tema del confronto tra forze archetipiche
antitetiche. Con le sue Presenze, Tatge costruisce
un linguaggio carico di simboli, connotazioni e
significati e lo fa a modo suo. L'artista utilizza
una Deardorff, macchina a soffietto che realizza
negativi di grande formato, e stampa personal-
mente le proprie opere. Secondo Walter Guada-
gnini, curatore della mostra, quello di Tatge è un
viaggio “... alla scoperta di porzioni di territorio
italiano, sotto il segno di un'analisi che è insie-

George Tatge
me lirica e impietosa, curiosa e lucida, sempre
il Pò, 2001
sorprendente...”.

scheda tecnica Scheda Tecnica


Curatore: Walter Guadagnini
Corpo espositivo: 66 opere in bianco e nero
(56 stampe 50x60cm, 10 stampe 90x130cm)
Promotore: Provincia di Perugia
Organizzazione: Admira, Milano
Erosione, 2000

Catalogo: Presenze. Paesaggi italiani - Ed. Polistampa, Firenze - 2008


George Tatge

Periodo e sede espositivi: 18 settembre - 3 ottobre 2010


CERP - Centro Espositivo Rocca Paolina / Piazza Italia 11 - Perugia
Orari di ingresso: Martedì-domenica: 10.00-13.00 / 16.00-19.30
Ingresso: Gratuito
Informazioni: Provincia di Perugia
Servizio Promozione Economica,
Turistica e Culturale del territorio -
Ufficio Promozione Cultura e Spettacolo
Piazza Italia 11 - 06123 Perugia
E-mail: cultura@provincia.perugia.it - www.provincia.perugia.it
Ufficio stampa nazionale:
Milano, Luigi Capotorto, E-mail: press@aedo-ct.it

Qualità, eleganza e professionalità a Bari, in Via Lombardi 13


rendono il Palace Hotel l’albergo Tel 080.521.65.51
più prestigioso di Bari e-mail: info@palacehotelbari.it

Via Francesco Lombardi 13


70122 Bari
Tel. +39 080 52 165 51 Fax. +39 080 52 114 99
info@palacehotelbari.it
www.palacehotelbari.it

12 ERA2000
B
A Le visite alla

R suggestiva “città di sotto”

I programmate fino

al prossimo 31 ottobre

SOTTERRANEA

di Caterina Guerrieri

Ancora un mese. Il 31 ottobre si concluderanno le visite guidate "Alla Centro Operativo per l’archeologia di Bari. A Palazzo Simi è stata
Scoperta di Bari Sotterranea", un progetto ideato e curato da Mariella recentemente inaugurata l'ulteriore mostra archeologica "Ambra ed
Cioce, Francesca Radina e Doriana Cisonno. Un viaggio nella città Agamennone" che andrà ad incrementare il percorso espositivo in-
sotto la città che si avvale del competente supporto di archeologi che sieme alla sezione di splendidi manufatti in ceramica figurata attica,
operano sul territorio barese sotto la direzione scientifica della So- protolucana e apula databili fra VI e IV secolo a.C.. di " Agamennone
printendenza per i Beni Archeologici della Puglia (Centro Operativo e gli altri" proposta dal vicino Museo Civico Storico. Al fine di inter-
di Bari). Itinerari che vanno alla scoperta di vaste ed incantevoli aree cettare i croceristi e di offrire loro un’immagine inedita ed inaspettata
archeologiche per terminare con una suggestiva esposizione di bene di Bari, Eventi d’Autore ha stabilito in accordo con gli archeologi e
360 reperti di scavo dell'Età del Bronzo provenienti dai principali le agenzie di viaggio di Bari di organizzare gli itinerari la domenica e
siti archeologici protostorici della Puglia; racchiusi nei sotterranei di il lunedì mattina alle ore 11,30. Il costo dell’itinerario archeologico,
edifici monumentali della vecchia città di Bari significative testimo- per un minimo di 25 partecipanti, è di 18 euro nei giorni feriali di
nianze di vicende storiche millenarie e dei rapporti e degli scambi mattina e di 20 euro nel pomeriggio e nei giorni festivi. La quota
interculturali che legarono il mondo indigeno alle evolute comunità comprende l’assistenza specialistica fornita dagli archeologi, i biglietti
micenee, rese finalmente fruibili grazie agli interventi di tutela, recu- d’ingresso ai siti, servizi di sicurezza e presenza di un accompagnato-
pero e salvaguardia attuati dalle sopraintendenze locali di settore che re. E’ possibile organizzare ulteriori visite pomeridiane o serali o nei
hanno creato percorsi attrezzati per l'accesso del grande pubblico. Il giorni festivi, e saranno inoltre accolte richieste di singoli partecipanti
percorso, della durata di un’ora e mezzo circa, prende avvio dal Ca- e/o di piccoli gruppi. La prenotazione e la prevendita dei biglietti
stello Normanno - Svevo per proseguire nel Succorpo della Cattedrale sono obbligatorie. Segreteria organizzativa: segreteria@eventidautore.
di San Sabino e concludersi nell’area archeologica di Palazzo Simi, it oppure tel. 340 9546476

Era2000 13
La pietra possiede un fasci-
no particolare dovuto alla
sua origine antichissima
databile in termini di ere geolo-
giche. Il suo uso risale a tempi
remoti. Nel corso dei secoli è
stata decisamente preferita, in
ogni nazione, agli altri materiali
da costruzione. La pietra, infat-
ti oltre ad essere “naturale” e
con un aspetto estetico grade-
vole, ha delle qualità intrinse-
che che la rendono eccezionale
da un punto di vista tecnico.

Dal 1955 l’estrazione e la la-


vorazione della PIETRA DI
PIANELLO è il costante im-
pegno di tre generazioni.
Passione e tradizione, insieme
ad esperienza ed innovazione
tecnologica, ci introducono
ogni giorno in un percorso fa-
ticoso quanto gratificante che
affrontiamo con l’intento di mi-
gliorarci per soddisfare tutte le
richieste di una Clientela sem-
pre più attenta ed esigente.

14 ERA2000
Tel: 075.602147/602863

Era2000 15
FIERA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
DAL 14 AL 18 OTTOBRE 2010 A VERONA

“BUDDHA OF STEEL LIFE” DI ZHANG HUAN


COLLEZIONE MARCEDAGLIA

di Caterina Guerrieri

ArtVerona è una delle principali fiere relative al mercato ArtVerona voglio citare “Argonauti” - appartenente al
dell’arte moderna e contemporanea in quanto rappre- progetto OnStage, pluriennale concept di promozione
senta un pò tutte le gallerie italiane di alto profilo. Una della ricerca all’interno del sistema arte - ; “Argonauti”
manifestazione espositiva che coinvolge collezionisti, sostiene l’incontro ed il confronto tra i diversi protago-
operatori dell’ambito, appassionati, critici e compra- nisti dell’arte contemporanea per permettere agli artisti
tori occasionali... ma anche un ricco evento culturale emergenti under 30 di segnalare - attraverso network,
che propone iniziative interessanti e conquista gli entu- mostre e collaborazioni - il proprio lavoro ai professio-
siasmi di coloro che cominciano a nutrire per l’arte un nisti che operano attivamente nel settore... dalle istitu-
interesse, o un vero e proprio sentimento. Una realtà zioni museali alle gallerie private. Rinnovatasi poi - per
tanto economica quanto culturale, che propone opere il terzo anno consecutivo - la collaborazione con il Di-
ed artisti esclusivi appartenenti al panorama nazionale partimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna,
ed internazionale, approfondendo quella che la storia ArtVerona proporrà anche una selezione di “video d’ar-
dell’arte più significativa nel mondo. Un appuntamen- tista” presso la Biblioteca Civica di Verona: il VideoArt
to molto atteso ed animato, che si rinnova abilmen- Yearbook , un annuario che raccoglie il meglio della più
te da ormai 6 anni. Tra le più importanti iniziative di recente produzione nazionale ed internazionale a cui si

16 ERA2000
DALLA MOSTRA INTIMATE TRAVEL DALLA MOSTRA DISTURBI E DISORDINI
“STAY WHIT ME AND BLABLABLA” DI OCCHIO MAGICO “SENZA TITOLO 2010” DI GIOVANNI SESIA

affiancherà anche una rassegna di video d’animazione forme ed espressioni artistiche. Interessanti anche le due
cinese, Flowers of Chaos. Per ciò che riguarda invece la serate dedicate al Theatre ArtVerona che vedrà tra l’esibi-
fotografia, la sezione PhotoArtVerona quest’anno sarà zione di Antonio Albanese in un ritratto corrosivo della
dedicata al quarantennale dell’apertura dei rapporti di- contemporaneità (scritto a 4 mani con Michele Serra), e
plomatici tra Cina ed Italia e metterà a confronto gli quella della Compagnia Babilonia Teatri in una summa
artisti di queste due diverse culture con due diverse mo- antologica del loro lavoro: The Best of Babilonia. Icona
stre: Intimate Travel e Disturbi e Disordini. D’Est è la è ancora un’altra tra le iniziative che voglio segnalare; è
sezione dedicata all’arte dell’Est Europa che si ripropone rivolta alle gallerie espositrici che sono la vera anima del-
anche quest’anno con una mostra che mette a confronto la fiera. Una commissione presieduta da Gabriella Belli
l’arte slovena con quella croata. Indipendents è invece deciderà - previa selezione - di acquistare loro un’opera
una nuova sezione, ed ospiterà in fiera tutte quelle as- che diventerà immagine della campagna di comunica-
sociazioni e fondazioni no profit che si muovono auto- zione di ArtVerona per la successiva edizione. Questo e
nomamente e che molto spesso sono fautrici di nuove molto altro è ArtVerona 2010. Un calendario davvero

Hotel Colombo**** Hotel Brioni**** Hotel Cesare Augustus**** Hotel Christian***S

Era2000 17
Menazza Hotels Group - Venezia Jesolo - Tel: 0421.370906 - info@menazzahotels.it - www.menazzahotels.it
ricco ed articolato che dal 14
al 18 ottobre programma eventi
e mostre che arrivano a protrar-
si fino alla fine di novembre. In
accordo con l’Associazione dei
Musei d’Arte Contemporanea
Italiani inoltre, ArtVerona offri-
rà ai suoi visitatori la possibilità
di accedere gratuitamente ai mu-
sei associati attraverso l’ esibizio-
ne di un vecchio biglietto prece-
dentemente acquistato in una di
quelle sedi museali. ArtVerona VIDEOARTVERONA
sa puntualmente riconfermarsi VIDEO YEARBOOK 2010,
una fiera in costante crescita e MARCO MORANDI
vantare interlocutori sempre più
qualificati, grandi sostenitori
ed importanti collaborazioni
come quelle offerte dal Comune
di Verona, dall’Assessorato alla
Cultura e dalla Sopraintenden-
za per i Beni Storici ed Artisti-
ci per le province di Verona,
Rovigo e Vicenza. Anno dopo
anno ArtVerona è cresciuta nel
livello qualitativo e nel successo
di critica e di pubblico, fino ad
affermarsi, con sue proprie pecu-
liarità, accanto alle maggiori ma-
nifestazioni italiane. L’edizione
2009 ha registrato più di 20.000
visitatori e le indagini effettua-
te periodicamente dagli istituti
di ricerca hanno riscontrato un
livello di gradimento crescente,
tanto da parte dei visitatori che
da quella degli espositori.

PER THEATREARTVERONA
ANTONIO ALBANESE 2010

18 ERA2000
Roseto Degli Abruzzi
Lungomare Trento, 49 - Roseto Degli Abruzzi (TE) - Tel. (+39)085.8996278 Era2000 19
e-mail: info@residencemarechiaro.it www.residencemarechiaro.it
IL CALEIDOSCOPIO DEL SOGNO
I lavori di Stefano Curto in mostra alla Scola dei Battioro a Venezia

di Michele De Luca questa particolare disciplina”. Così ci introduce, sugge-


stivamente, Stefano Cecchetto, con il suo denso critico


Se il nero e l’oro sono i colori primari del processo che appare in catalogo, alla mostra personale di Stefano
alchemico, è proprio dentro a questi due elementi Curto, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Co-
cromatici che si rinnova la desinenza principale mune ed allestita nelle sale espositive della settecentesca
dell’opera di Stefano Curto: il flusso costante del suo Scola dei Battioro e Tiraoro in Campo San Stae a Vene-
lavoro si accosta alla circolarità dell’esperienza alchemica zia, che fiancheggia Ca’ Pesaro sul Canal Grande a due
e ritrova nella continuità di una forma a spirale, la rap- passi da Rialto. Non solo, ma ci immette nel mondo
presentazione dell’ouroburos (il serpente che si mangia immaginativo, inconsueto ed originale di un giovane
la coda) uno dei simboli più accreditati e più ambigui di (anagraficamente) quanto maturo e “consapevole” artista

20 ERA2000
Stefano Curto ferrabile “spazio dei riflessi”), crei dei “vuoti” pronti
ad essere riempiti da infiniti pensieri, inimmaginabili
approcci dell’anima e dell’emotività: “quelle pietre che
rivelano i bagliori dell’infinito, quelle gemme che l’ar-
tista utilizza per raccontare le mille storie del proprio
vissuto, altro non sono che il caleidoscopio del sogno”.
In cui specchiarsi, per ritrovare in una fantasmagoria di
colori, luci, rifrazioni, frammenti del “proprio” sentire,
che viene continuamante stimolato, disarticolato e “di-
sorientato”. C’è insomma il riflesso dell’imprendibilità
delle conoscenze, della precarietà delle “certezze”, che
inducono a considerare il limite degli approcci e dei
“giudizi, sul quale però si stacca imperiosa l’esigenza
del sogno, del volo pindarico, delle “ragioni” irraziona-
li che l’anima dell’uomo e dell’artista, tramite la fine-
stra del suo sguardo, reclama ed esige. Tutto ciò in una
ricerca che da diversi anni l’artista porta avanti con pas-
di Valdobbiadene, che per la prima volta espone (e sione e puntiglioso processo estetico. Nato a Segusino
si “espone”) all’attenzione del pubblico locale e “fo- in Provincia di Treviso il 4 febbraio del 1966, dopo gli
resto” che si snoda per campi, calli e fondamente studi Curto entra a lavorare nell’azienda di famiglia e lì
della città lagunare. La mostra, intitolata “Trama scopre la passione per le pietre, i minerali e le gemme.
Lucente”, allinea otto opere di grandi dimensioni, La parte alchemica del suo lavoro, quel mettere insieme
il riassunto di cinque anni di lavoro intenso, inte- gli elementi materici nella composizione di un’opera
ramente dedicato alla realizzazione di un progetto singolare e irripetibile, lo spinge a consolidare nuove
mirato a concentrare la luce sopra ai grandi pannel- esperienze visive che poi utilizza per la realizzazione dei
li di plexiglass, per poi espanderla attraverso miglia-
suoi manufatti. Intraprende numerosi viaggi soprattut-
ia di gemme e minerali iridescenti in una sorta di
to nei Paesi asiatici per la scoperta di nuovi linguaggi e
caleidoscopio dell’anima. Guardando questi lavori,
differenti culture, che aprono i suoi orizzonti e lo met-
dai nomi particolarmente evocativi (“Il nero infini-
tono in relazione con l’universo infinito e misterioso
to”, “L’oro malato”, “Sindone nera”, “Il custode dei
delle filosofie orientali.Vive e svolge la sua attività arti-
desideri”, “Il distruttore del falso”) viene in mente
stica nella sua casa studio di Valdobbiadene; qui, nella
una frase, ardita e “provocaroria”, dello scrittore
celebrata terra del prosecco, in un’atmosfera di sereno
e filosofo francese Jean-Cristophe Bailly: “L’istante
raccoglimento, lavora alle sue opere come se celebrasse
è l’unica superficie in cui si manifesta l’eternità”;
una continua rinascita; come ci dice ancora Cecchetto,
perché in esse si consuma una perenne metamorfo-
la morte simbolica che si perpetua ogni giorno dentro
si, il passaggio infinitesimale tra la vita e la morte,
di noi, nella sua indagine culturale ed estetica “prende
il senso dell’effimero, in cui si rispecchia il gran-
la forma di un ritorno alle origini non soltanto a livel-
de mistero dell’esistere, dell’apparire e dello scom-
lo biologico, ma soprattutto a livello cosmico”. In cui
parire, dell’esserci e del non esserci. Giustamente
sottolinea Cecchetto come l’artista, con strumenti la sedimentazione luminosa e cromatica è il riflesso di
creativi del tutto originali, da lui pensati ed utiliz- una dimensione interiore, volta a superare il dato feno-
zati (che sono i suoi cristalli impenetrabili, abitati menico per attingere alla fonte dei valori più profondi
ed assoluti dell’esistenza.

San Marco
Calle dei Fabbri 4680 Era2000 21
Tel: 041.2963111
S
A
L
V
A Il genio dell'artista in mostra

D F
di Cassandra Nail

ino al 31 gennaio a Milano nel-

O
la culla di Palazzo Reale riposeranno
le opere dell'artista spagnolo Salvado
Dalì.”Abbiamo di nuovo bisogno di
Dalì per evadere da una condizione spes-
so noiosa, prevedibile.E questa esposizio-

R ne ci serve proprio per fare una breccia


nel conformismo culturale e trasmettere
così tutto il potere della creatività,spiega
l'assessore alla Cultura del Comune di
Milano Massimiliano Finazzer Flory,
perchè il sogno è dentro di noi ed è una
delle forme della realtà e del desiderio
che l'arte racconta e attraverso le quali

D
l'arte si racconta. Dalì a Milano è la cifra
della creatività o meglio del potere della
creatività. Una relazione imperdibile.”
La mostra è promossa dall'assessorato
alla cultura del Comune di Milano e

A
prodotta da Palazzo Reale con la collabo-
razione di 24 ore cultura, Gruppo 24 ore,
insieme a Unipol Gruppo Finanziario e
con il patrocinio dell'Ente del Turismo

L
spagnolo in Italia. Per la realizzazione di
questo evento si sono mobilitati e hanno
prestato le lore opere molti musei inter-
naziionali quali, Museo Nacional centro
de Arte Reina Sofia di Madrid, Dalì Mu-

I’
22 ERA2000
22 ERA2000
IL SOGNO SI AVVICINA
a Palazzo Reale a Milano

seum di St. Petersburg in Florida, il Boijmans di Rotter- Dalì e Walt Disney, documento importante visto che è
dam, la Peggy Guggheneim di Venezia, il Mart di Rove- la prima volta che viene proiettato in Italia. Completerà
reto, i Musei Vaticani, l'Animation Research Library di la mostra un esaustivo catalogo pubblicato da 24 Ore
Walt Disney Studios di Burbank California. Il contribu- Cultura del Gruppo 24 Ore.
to più importante provine sicuramente dalla Fondazione

Info:
Gala-Salvador Dalì di Figueras. Temi principali della mo- Palazzo Reale, Milano BIGLIETTI
ORARI Intero 9 euro
stra sono il paesaggio, il sogno e il desiderio.Dopo ben mar > dom 9.30/19.30 Ridotto 7,50 euro
56 anni torna a Palazzo Reale nella sala delle Cariatidi lun > 14.30/19.30
gio e sab > 9.30/22.30
Ridotto speciale 4,50 euro
prevendita scolaresche 1 euro a persona
il genio artistico di Salvador Dalì, un evento importante la biglietteria chiude un’ora prima gruppi organizzati 1,50 a persona

a tal punto che l'architetto Oscar Tusquets Blanca, ami-


co di Dalì ha voluto allestire la mostra secondo canoni
vicini al desiderio del maestro.Il curatore della mostra
è Vincenzo Trione. L'evento ha approfondito il rappor-
to dell'artista con il tema del paesaggio, creando spunti
e richiami alla pittura rinascimentale, la metafisica e il
surrealismo. Il percorso delle opere si divide in 4 sezio-
ni. Paesaggi storici:guardare dietro di sé e intorno a sé,
Paesaggi autobiografici: guardare dentro di sé, Paesaggi
dell'assenza: guardare oltre sé. L'ultima parte è l'epilogo
dove si trovano forti richiami alla Walt Disney. Si potrà
ammirare anche il cortometraggio Destino di Salvador

NYALA SUITE HOTEL


Via Solaro, 134 · 18038 Sanremo · Riviera dei Fiori
Tel: 0184 667 668 · Fax: 0184 666 059

www.nyalahotel.comEra2000 23
comunicato stampa “Questi appuntamenti con la cinematografia mondia-
le – ha spiegato Perbellini – hanno riscosso in que-
sto decennio non solo l’apprezzamento di un pub-
blico di appassionati ma anche di quanti hanno colto
l’opportunità di vedere film inediti o poco conosciuti
in lingua originale. Per soddisfare sempre più le esi-
genze degli spettatori l’anno scorso abbiamo distribui-
to dei questionari dei quali a breve avremo un report
che ci sarà utile per organizzare i prossimi festival”.
Secondo tempo. Dopo l’intervallo estivo, riprende la
decima edizione de I martedì del festival, rassegna or-
ganizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune
di Verona. Il ritorno sulle poltrone del cinema Kap-
padue è fissato per martedì 5 ottobre. Il programma
Calendario Dei Martedì
di quest’ultimo trimestre del 2010 prevede, da buoni Martedì 5 ottobre, ore 21.00
Film di apertura – a inviti
cinefili onnivori e insaziabili, un alternarsi di classici
restaurati da recuperare, omaggi a promettenti registi Martedì 12 ottobre, ore 16.00, 18.00, 21.00
da riscoprire e novità un po’ troppo fugaci da rivalu- Vendicami (Vengeance, Hong Kong/Francia, 2009, 108’) di Johnnie To

tare. Ecco i titoli che verranno proposti: le versioni Martedì 19 ottobre, ore 18.00 Omaggio a Paul Morrison
restaurate di La donna che visse due volte (1958), di Solomon & Gaenor (id., Gran Bretagna, 1998, 104’) di Paul Morrison
Copia in versione originale con sottotitoli in italiano
Alfred Hitchcock, e Quando muore una stella (1968),
di Robert Aldrich, entrambi con Kim Novak, nonché Martedì 19 ottobre, ore 16.00, 21.00 Omaggio a Paul Morrison
quelle di Easy Rider (1969), ricordo dell’attore e regi- Little Ashes (id., Gran Bretagna/Spagna, 2008, 104’) di Paul Morrison
Proiezione ore 21.00 a invito
sta Dennis Hopper (1936-2010), e di Roma (1972), di Copia in versione originale con sottotitoli in italiano
Federico Fellini; gli omaggi all’inglese Paul Morrison,
Martedì 26 ottobre, ore 16.00, 18.00, 21.00
due volte vincitore a Schermi d’Amore con Solomon Tout est pardonné (id., Francia, 2007, 105’) di Mia Hansen-Løve
& Gaenor (1999) – nomination all’Oscar come miglior Copia in versione originale con sottotitoli in italiano
film straniero – e Little Ashes (2008) – protagonista il
Martedì 2 novembre, ore 16.00, 18.00, 21.00
Robert Pattinson pre-Twilight – (il regista sarà ospite a Il padre dei miei figli (Le père de mes enfants, Francia/Germania, 2009, 110’)
Verona per ritirare il premio assegnatogli dal pubblico
proprio per quest’ultimo), e alla francese Mia Hansen- Martedì 9 novembre, ore 15.30, 18.00, 21.00
Public Enemies (Nemico pubblico, USA, 2009, 143’) di Michael Mann
Løve – compagna di Olivier Assayas – autrice di succes- Copia in versione originale con sottotitoli in italiano
so di Tout est pardonné e Il padre dei miei figli (Premio
Martedì 16 novembre, ore 21.00
speciale Un Certain Regard al 62° Festival di Cannes); Easy Rider (id., USA, 1969, 94’) di Dennis Hopper
film di genere e d’autore della passata stagione, come Copia restaurata, versione originale con sottotitoli in italiano
Vendicami, di Johnnie To, con un Johnny Hallyday
Biblioteca Civica, Sala Farinati, ore 17.30
vendicatore dal sapore mellvilliano, Nemico Pubbli- Presentazione dei volumi:
co, di Michael Mann, che trasforma Johnny Depp nel Simone Emiliani, Fughe da Hollywood (Le Mani)
Giuseppe Gariazzo, Conversazioni. Il cinema nelle parole dei suoi autori (Linea-
gangster Dillinger, La città verrà distrutta all’alba, di daria)
Breck Eisner, remake dell’horror anni ’70 di George A.
Romero, The Road, di John Hillcoat, trasposizione del Martedì 23 novembre, ore 21.00
La città verrà distrutta all’alba (The Crazies, USA, 2010, 101’) di Breck Eisner
romanzo omonimo premio Pulitzer di Cormack Mc-
Carthy, e L’uomo nero, di Sergio Rubini, con Valeria Biblioteca Civica, Sala Farinati, ore 17.30
Incontro: Le nuove frontiere del fantastico
Golino e Riccardo Scamarcio nella Puglia di fine anni
a cura di Adamo Dagradi e Nicolò Gallio
’60. Ad arricchire della rassegna due incontri che si
svolgeranno nella Sala Farinati della Biblioteca Civi- Martedì 30 novembre, ore 16.00, 18.00, 21.00
The Road (id., USA, 2009, 108’) di John Hillcoat
ca: la presentazione dei volumi Fughe da Hollywood
(Le Mani) di Simone Emiliani, giornalista e docente di Martedì 7 dicembre, ore 15.30, 20.15
Storia del cinema, e Carlo Altinier e Conversazioni. The Legend of Lylah Clare (Quando muore una stella, USA, 1968, 130’) di Robert
Aldrich
Il cinema nelle parole dei suoi autori (Lineadaria) di Copia restaurata, versione originale con sottotitoli in italiano
Giuseppe Gariazzo, critico cinematografico; e la tavola
Martedì 7 dicembre, ore 18.00, 22.15
rotonda Le nuove frontiere del fantastico a cura di Ada- Vertigo (La donna che visse due volte, USA, 1958, 128’) di Alfred Hitchcock
mo Dagradi, giornalista de L’Arena, e Nicolò Gallio, Copia restaurata, versione originale con sottotitoli in italiano
ricercatore dell’Università di Bologna.
Martedì 14 dicembre, ore 16.00, 18.00, 21.00
L’uomo nero (Italia, 2009, 116’) di Sergio Rubini

Martedì 21 dicembre, ore 21.00


Roma (Italia, 1972, 127’) di Federico Fellini
24 ERA2000 Ad invito – Copia restaurata
ANTIQUARI
Nella Roma
Rinascimentale
Ben 3000 opere antiche e
moderne per oltre 2000 mq

comunicato stampa

Torna la mostra-mercato “Antiquari nella Roma


Rinascimentale”, alla quinta edizione, che si
terrà quest’anno da sabato 16 a domenica 24
ottobre, a Roma, al complesso monumentale S.
Spirito in Sassia (Borgo S. Spirito 1, aperta tutti
i giorni, anche sabato e domenica, ore 11-20, ve-
nerdì 22 ottobre ore 11-23 www.antiquarinella-
romarinascimentale.com). Ben 3000 opere, per
oltre 2000 mq di stand, con antiquari romani,
italiani ed esteri, che esporranno arredi italiani
ed europei di alto antiquariato, pezzi orientali
di magnifica fattura, mobili francesi, inglesi ed di Roma e dei Municipi di Roma I Centro Storico e XVII, in col-
italiani, tappeti orientali, dipinti e ogni altra laborazione con la Camera di Commercio di Roma. L’inaugura-
opera ricercata da professionisti del settore, col- zione dell’evento, con presentazione alla stampa, si terrà venerdì
lezionisti esigenti o semplici amanti dell’arte. 15 ottobre, alle ore 20.00, al complesso monumentale S. Spirito
Un mix di antico e moderno (ci saranno anche in Sassia, alla presenza di noti personaggi ed esperti del settore.
opere di Andy Warhol, Giorgio De Chirico e
Giuseppe Migneco). Il tutto all’interno di un GARA TRA CHEF: LA MOSTRA COLLATERALE
coreografico spazio ricco di storia e di arte, DI LUIGI CREMONA
qual è il complesso S. Spirito in Sassia. Ideata e Mostra collaterale nella chiostra: “CucinArte”, grandi cuochi e
voluta dall’antiquario Paolo Rufini, organizza- prodotti d’eccellenza, a cura del noto gastronomo Luigi Cremo-
ta dall’associazione “Provarte”, la mostra è pre- na. Quest’anno ci sarà una grossa novità. Nella bellissima chio-
sieduta dall’on. Esterino Montino, consigliere stra adiacente e collegata al percorso espositivo di “Antiquari
regionale del Lazio, col patrocinio del Comune nella Roma Rinascimentale”, sarà allestito un importante evento

Centro congressi
Pizzeria & Barbecue
Hotel

Piscina
ROMA - via della stazione Aurelia 99 - 00165
Tel. +39.06.665071 - Fax. +39.06.66418062
www.summitconferencehotel.it
info@srh.it
Banchetti Era2000 25
enogastronomico. Per la prima volta a Roma avrà
luogo la kermesse dei grandi Chef, famosi o gio-
vani ed emergenti: dal 16 al 18 ottobre si terrà
“Cooking for Art”, il premio al “miglior Chef
Emergente del Centro Italia”, una competizione
aperta ai migliori e giovani talenti del Centro
Italia per scoprire in anticipo chi sarà il nuovo
Vissani. Poi dal 21 al 24 sarà la volta di “Gourmet
Hotel Collection”, un evento di respiro nazionale
volto a valorizzare la formula del “Bed&Dinner”.
Le strutture che saranno presenti, tra le migliori
d’Italia, potranno a rotazione offrire al pubblico
un saggio-assaggio delle loro capacità culinarie
(www.porzionicremona.it).

L’EVENTO IN PILLOLE
Cosa: “Antiquari nella Roma Rinascimentale”,
3000 opere d’arte; Quando: per 9 giorni, dal 16 al
24 ottobre 2010; aperto tutti i giorni, compresi sa-
bato e domenica. h 11-20; venerdì ore 11-23 www.
antiquarinellaromarinascimentale.com Vernissa-
ge: (inaugurazione mostra con presentazione alla
stampa): Venerdì 15 ottobre, ore 20.00. Dove: S.
Spirito in Sassia, Borgo S. Spirito 1, Roma, per
oltre 2000 mq. Mostra collaterale: “CucinArte”,
grandi cuochi e prodotti d’eccellenza a cura del
noto gastronomo Luigi Cremona - www.witaly.
it, www.porzionicremona.it. Infoline: Arte Antica
Rufini Tel. 06.6865046 - Ingresso: 12 euro

TRA LE OPERE ESPOSTE:


Screenprint di Andy Warhol del 1975 dal titolo
“Paloma Ricasso”, numerata 13/30 e firmata,
dimensioni 104,2 x 74,9 cm e Commode detta
“à moustaches” della prima metà del XVIII, pia-
no in marmo Grigio Rosa, in tre file di cassetti
62x86x125cm (AnticArte); Giorgio De Chirico
olio su tela 80x60cm fine anni ’40 “il torneo”,
un Giuseppe Migneco olio su tela 60x35,5cm del
1954 “pescatore che riposa”, (San Giorgio investi-
menti d’arte); Coppia di sculture in gesso raffigu-
ranti i pugili della Scuola Canoviana e Coppia
di vasi russi in malachite e bronzo epoca 1760-70
(Antichità Gran Tour); Lunga e rara Collana Ma-
nin in oro con Camei in lava vulcanica sec XIX e
Girocollo in oro 18Kt David Webb America 1950
(Antichità sammarinese); un Giovanni Martinel-
la olio su tela “S.Caterina D’Alessandria” cm.
65x52,6 e un Francesco Codino olio su tela “Ta-
vola imbandita” 38,5x54,3cm (Crinelli Roberto);
Fontana barocca da parete interna, del 1647-48
marmi misti, h. cm 180, aggetto cm 65 l. cm 270,
in perfetto stato di conservazione, opera archi-

26 ERA2000
tettonica dovuta a Cosimo Fanzago, GR); Antichità Gotha S.r.l. (Milano);
(Galleria Essere o Avere); Gruppo di sei Antichità Marzena di Soliera Dome-
importanti sedie, lastronate in ciliegio, nico (Reggio Calabria); Antichità Re-
con schienale ad “Ali di Gabbiano” e stauri Roberto Lutteri (Riva del Garda,
seduta originale in Paglia di Vienna. TN); Antichità Torta Giulio (Palermo);
Impero Austro-Ungarico, città di Vien- Antiquae Res di Marino Cristiano
na, Epoca Biedermeier (I Volpini di (Frattamaggiore, NA); Collezione Ita-
Evelina Tinarelli Volpini); Spilla in oro lia (Milano); Enzo Gironi Antichità
bianco kt. 18 a clips con brillanti ta- (Imperia); Galleria d’Arte Palazzo Ce-
glio a navetta e taglio tapered baguette sena di Stefania Carlesso; Galleria 900
colore bianco “g” fancy color e fancy di Mirco Spiaggiari (Reggio Emilia);
green per carati totali 15,10 epoca decò Galleria Antiquaria L’Angolo (Trestina
(Galleria Antiquaria l’Angolo); Dipin- PG); Galleria D’Arte Palazzo Cesena
to 1800 siglato “A Robodi”, Napole- Martinelli di Stefania Carlesso (Aso-
one che gioca a mosca cieca 137x100 lo, TV); I Volpini di Evelina Tinarelli
cm (Sartori l’Arredamento); Carlo Volpini (Bologna); L’Objet Du Desir
Saraceni (Venezia, 1579-1620) olio su di Umberto Brusasca (Torino); Luigi
tela “S.Sebastiano soccorso da Irene e Ruocco (Napoli); Piave Antichità srl
dagli Angeli” (Galleria Ship in naviga- di Granocchia Marcello; San Giorgio
re nell’arte); Scrigno in rame dorato a Arte (Bari); Santori L’Arredamento
mercurio e coralli inseriti a retroinca- (Lucca); Ship in navigare nell’arte di
stro, Trapani sec. XVII 11,5x5cm (Anti- Luciano Treggiani (Lecce); Studio Anti-
chità Giorgio Torta). quario Zora di Alessandro Ramella & c
(Ospedaletti, Imperia).
GLI ESPOSITORI DEL 2010:
Da Roma: Antichità Giulia Safta; An- Dall’estero: Allan Maolé (Parigi); An-
tichità Gran Tour di Guido Martini; tiguedades El Castillito (Toledo, Spa-
Antiquarte di Parenza Marco; Arte An- gna); Antichità Sammarinese srl di
tica di Rufini Paolo; Athena Conserva- Maria Elisabetta Fabbri (Repubblica
zione e Restauro; Centro Antiquariato San Marino); Casa D’aste Sammarine-
Romano S.r.l. di Roberto Parenza (Ge- se (Dogana, Repubblica San Marino);
nazzano); Crinelli Antichità; Galleria Gallerie Art Antique - Pierre Chevalier
Francesco Cocozza; Galleria Essere o (Versailles, Francia); Galleria Resendi
Avere di Aldo Russo Marmi; Cami- (Madrid, Spagna).
niantichiroma di Marco Pecchioli; Zo-
nin Antichità di Marco Vinicio Zonin;
Icrea Creazioni d’Arte; I vetri di Mirù
di Mirella Russo; la Musa mosaici (Ca-
stel Gandolfo); Pietrate (Tivoli Terme);
Studio Cosma, Zanna Alessandro.

Info:
Uff. Stampa e Comunicazione:
Maria Paola Gianni
cell. 338/6301121
Dall’Italia: AnticArte (Sanremo, Im- Mail: mpgianni@gmail.com
peria); Antichità Crociani (Orbetello

NYALA SUITE HOTEL


Via Solaro, 134 · 18038 Sanremo · Riviera dei Fiori
Tel: 0184 667 668 · Fax: 0184 666 059
Era2000 27
www.nyalahotel.com
Situato nel cuore “antico”
di Gubbio, il ristorante
Taverna del Lupo può
essere, ben a ragione,
inserito tra i migliori
ristoranti dell’Umbria. Già
all’ingresso, tra le mura
medioevali che trasudano la
storia della città, attraverso
la sobria eleganza dei
mobili e l’atmosfera che
vi regna incontrastata, il
visitatore sente nelle vene
di trovarsi in un luogo di
estrema raffinatezza, dove
i proprietari, la famiglia
Mencarelli, offrono la
perfezione dei veri padroni
di casa, unitamente alla
cucina dello chef Claudio
Ramacci che trae la sua
ispirazione dalla messa in
opera dei prodotti locali,
fra i quali il tartufo la fa da
padrone incontrastato. Per
gli amanti del buon vino
va inoltre ricordato che è
dotato di una splendida e
fornita cantina che è anche
possibile visitare. (p.m.m.)

Direzione Come arrivare Da sud: A 1 Autostrada


Contatti

In auto: del Sole fino a Orte,


da nord: Autostrada A 14 SS E 45 fino a Perugia,
Adriatica fino a Fano; SS quindi SS Eugubina fino a
V. G. Ansidei, 21 Gubbio
Flaminia fino a Pontericcioli,
06024 Gubbio (Pg) In Treno:
quindi SS della Contessa
fino a Gubbio. Stazione di Fossato di
Tel. 075 9274368 Vico-Gubbio - Stazione di
A 1 Autostrada del Sole fino
all’uscita di Valdichiana, SS Perugia-Fontivegge
Fax 075 9271269 Aereoporto S. Egidio (PG)
E 45 fino a Perugia, quindi
tavernadellupo@mencarelligroup.com SS Eugubina fino a Gubbio

Cucina Tipica umbra * Chef Claudio Ramacci * da 35 euro per persona * Riposo settimanale Lunedi
le novità di Mastro Dante
festival
VERDI 2010
dal 1 al 28 ottobre
Parma e terre di Verdi

di Caterina Guerrieri ciliani" e "Attila" sono le 3 opere liriche riproposte per la


nuova edizione del Festival Verdi. Tre nuovi allestimenti
che vantano l'esibizione di artisti ed interpreti di assolu-
to prestigio. Ad inaugurare questa edizione del festival
La città di Parma ed il Teatro Regio sono ormai pronti è il direttore musicale del Teatro Regio, il grande Yuri
a rinnovare il colossale impegno artistico del Festival Temirkanov che, per l'occasione, propone un'eccezionale
Verdi e a celebrare - come ogni anno - il più alto mo- esecuzione de Il Trovatore (1/5/9/15/18/23/26/28 otto-
mento della loro storia e della loro cultura. In occasione bre), una delle più popolari ed esaltanti opere verdiane.
dell'anniversario della nascita di Verdi infatti, Parma si Ad interpretare l'opera firmata da Lorenzo Mariani e
veste a festa e propone un vasto programma fatto di con- diretta da Temirkanov: Marcelo Alvarez, Norma Fantini,
certi, mostre, proiezioni e dibattiti per omaggiare quella Mariana Tarasova e Claudio Sgura; un cast di eccezione
che è la sua grande tradizione lirica e per riconfermare per un nuovo allestimento carico di poesia e passione.
il Festival Verdi come una delle manifestazioni culturali I Vespri Siciliani (10/13/17/20/24 ottobre), firmato da
più rilevanti del panorama italiano ed internazionale. Pierluigi Pizzi, è affidato invece alla bacchetta esperta di
Un'occasione per stringersi intorno al grande patrimo- Massimo Zanetti; protagonisti in scena: il grande Leo
nio condiviso che costituisce la musica di Verdi ed ap- Nucci, Daniela Dessì, Fabio Armiliato e Giacomo Pre-
prezzare l'impegno, le atmosfere, l'identità, l'essenza di stia. Attila infine - in scena al Teatro di Busseto - è firma-
quella terra che gli ha dato i natali e che - ogni anno - tor- to Pierfrancesco Maestrini ed affidato alla direzione di
na a mobilitarsi e ad ingegnarsi per rievocarne il genio. Andrea Battistoni. Si tratta di un melodramma (che si
Il centro storico diventa un grande salotto dedicato, che ispira alle vicende che coinvolsero il famoso condottie-
si anima da Piazza Garibaldi fino alla Casa della Musica, ro degli Unni) affidato all'interpretazione di Giovanni
proponendo luci e addobbi a tema molto suggestivi. Gli Battista Parodi, Susanna Branchini, Maria Agresta, Ro-
spettacoli operistici invece si svolgono al Teatro Regio di berto De Biasio. Realizzato dal Teatro Regio di Parma
Parma ed al Teatro di Busseto. "Il Trovatore", "I Vespri Si- con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività

30 ERA2000
Culturali, la media partnership con Mediaset e molte ne comporta una maggiorazione del 10%+Iva sul costo
altre preziose altisonanti collaborazioni, il Festival Verdi del biglietto per commissioni di servizio. In ogni caso,
è un appuntamento che, da quella prima edizione del i biglietti sono acquistabili online fino a 2 giorni prima
27 gennaio 2001, ha costantemente potenziato la sua di ogni singolo spettacolo.
resa ampliando ed arricchendo le programmazioni, ap-
profondendo concetti e contenuti, consolidandosi come
Per qualsiasi ulteriore informazione, vi
presitigiosissimo evento ed ottenendo sempre un note-

Info:
preghiamo di contattare
vole riscontro di pubblico. Fatta eccezione per l'opera, l'Ufficio Stampa del
tutti gli altri eventi organizzati dal Comune e dall'Istitu- Teatro Regio di Parma
zione Casa della Musica sono ad ingresso gratuito e rien- allo 0521.039369
trano nell'ambito dell'iniziativa festivaliera Casa Verdi. I oppure agli indirizzi mail
biglietti per le rappresentazioni operistiche sono invece stampa@teatroregioparma.org
in vendita presso in Teatro Regio di Parma ed online p.maier@teatrore
all'indirizzo www.teatroregioparma.org. L'acquisto onli-

Sole, Mare, Terme, Benessere


ad Ischia
Hotel Royal Terme
Hotel Parco Aurora
Hotel San Giovanni
Hotel La Villarosa

www.dicohotels.it Centro prenotazioni:


info@dicohotels.it Hotel Royal Terme srl - Via Morgioni, 1/3 - 80077 Ischia (NA)
Tel.: 081.992022 Fax: 081.982485 Era2000 31
La voce delle immagini

un omaggio alla creatività


di Maria Stella Oddi

D
maestro della fotografia
italiana contemporanea

al 30 settembre al 22 ottobre si terrà all'Au-


ditorium Parco della musica di Roma la
Mimmo Jodice

mostra “La voce delle immagini”.Radio3


Rai, Fondazione fotografia, Fondazione musica
per Roma promuovono con orgoglio l'evento e ce-
lebrano così la longevità di Radio3 che proprio a
ottobre compie 60 anni.L'idea della mostra nasce
dall'unione perfetta di due linguaggi, quello della
fonologia e quello della fotografia. La prima ha
come limite l'immagine, il secondo il suono. Ma-
rino Sinibaldi, direttore di Rai3 introducendo il
catalogo della mostra ci spiega come si è voluto
fortemente intersecare suono e immagine per dare
voce a ciò che è silenzioso e palesare quello che
che ci fa comprendere come tutto è possibile attra-
è invisibile. Gabriele Basilico, Vincenzo Castella,
Vittore Fossati, Luigi Ghirri, Mimmo Jodice, Wal- verso uno studio e un'attenta scelta delle immagini
ter Niedermayr e Francesco Radino sono gli autori che si incontrano e si sposano con il mondo dei
che hanno l'arduo compito di rivelare l'arcano. Do- suoni. Il curatore dell'evento è Filippo Maggia.
vranno tramite le loro immagini e un unico pez- Foyer dell'Auditorium Parco della Musica
info

zo audio presentare opere musicali che ispirano e orari di apertura


tutti i giorni dalle ore 11,00 alle 20,00
ricalcano la uguale forma della fotografia e che si ingresso gratuito
fondono nella medesima lunghezza d'onda. Allo catalogo Skira, a cura di Filippo Maggia
stesso modo indicheranno immagini che rimanda- Auditorium Parco della Musica
viale Pietro de Coubertin 30, Roma
no a suoni o musiche. La sfida è alta ma il talen- Tel 06 802411 - Fax 06 80241 211
to degli autori contribuirà all'ottima riuscita del Infoline: 06 80241281 (dalle 11 alle 18)
www.auditorium.com
progetto e dell'evento. Un esperimento interessante

32 ERA2000
I Musici Veneziani

ospiti fino al 2 gennaio 2011 nel prestigioso Salone Capitolare della Scuola Grande di San Teodoro di Venezia

cenni storici

Nella storia della musica la scuola veneziana è un termine usato per descrivere i
compositori operanti a Venezia dal 1550 al 1610; essa descrive inoltre la musica da
loro prodotta. Le composizioni policorali veneziane del XVI secolo furono il più
importante fenomeno musicale in Europa ed influenzarono moltissimo la musica
europea di quel periodo. L'innovazione introdotta dalla scuola veneziana, assieme
al contemporaneo sviluppo della monodia e dell'opera a Firenze rappresentano la
fine della musica rinascimentale e l'inizio della musica barocca.

comunicato stampa

L
’Orchestra de I Musici Vene- I concerti, nobilitati dagli splendidi
ziani, formata dalla selezione costumi e gioielli del ‘700 indossati
dei piu’ valenti Maestri di na- da tutti gli artisti, si tengono eccezio-
scita o cultura veneziana, presenta in nalmente per questa stagione nel mera-
questa stagione una programmazione viglioso Salone Capitolare Affrescato,
dedicata a Vivaldi (Le Quattro Sta- al primo piano della Scuola Grande
gioni) ed uno straordinario Concerto di san Teodoro in Rialto, progettato
Opera (Barocco ed Opera) nel quale da Baldassarre Longhena ed adornato
Soprani, Tenori e Baritoni di fama in- con dipinti risalenti al ‘600 e ‘700 del
ternazionale eseguono con l’orchestra Vassilacchi, Jacopo Palma il Giovane,
la piu’ belle arie del periodo barocco. Balestra, Bassano.

31 al V icario
ristorante
Piazza Montecitorio, 131 • 00186 Rome (Italy)
Ph: +39 06.695001 Fax: +39 06.6786677
E-mail: info@hotelnazionale.it

Era2000 33
Era2000 35
Genova ...

celebra le nozze d’oro con il


Salone Nautico
Genova stuzzica gli amanti del mare e delle imbarcazioni rinnovando
l’appuntamento annuale col Salone Nautico Internazionale
giunto alla sua 50esima edizione.

di Rossana Furfaro

Dal 2 al 10 ottobre la “città della lanterna” ha ospitato nel settore nautico da diporto uno dei pilastri portanti
1.400 espositori, 23.000 barche di cui 500 in acqua, e mi- del Made in Italy e della qualità che contraddistingue
gliaia di visitatori, alcuni semplici curiosi altri potenziali quest’ultimo. L’interesse suscitato dalla nautica italiana
acquirenti. Dalla prima edizione del 1962 (passando per in alcuni mercati emergenti quali Cina, India, Turchia,
la doppia edizione del 1972) ad oggi molto è cambiato: Brasile porta ad un rinnovato ottimismo e induce a
“All’inizio era una mostra per addetti ai lavori. Adesso sperare in una ripresa delle esportazioni che nel 2009
è un’attrattiva turistica e commerciale che attira in Li- hanno subito un arresto a seguito della crisi economi-
guria gente da tutto il mondo” afferma Gianni Vassallo, ca mondiale che ha colpito tutti i settori dell’economia
assessore allo sviluppo economico e al commercio  del compreso quello nautico. Qualcuno potrebbe storcere il
Comune di Genova. Da una piccola esposizione desti- naso e obiettare che la barca è roba da ricchi: ebbene il
nata ad un target di pubblico limitato è diventata una Salone propone barche per tutte le tasche: si va dall’am-
manifestazione mondiale di straordinaria completezza miraglia del 2010, un motoryacht lussuoso di 60
merceologica e strutture espositive: 100mila metri qua- metri del gruppo Ferretti ai gommoni per famiglie.
drati di specchio acqueo e oltre 200mila metri quadrati Non mancano inoltre proposte allettanti come quelle
di spazi a terra, tra padiglioni e superfici all’aperto in dello stand di Sessa Marine, uno dei nomi di punta del-
un contesto altamente spettacolare all’ingresso del porto lo yachting Made in Italy che lancia 6 nuove barche tra
di Genova. L’atmosfera internazionale è data dalla pre- cui “Key Largo One”, uno degli open più piccoli ed
senza di importanti espositori esteri (36%) che vedono economici, 5 metri e mezzo la lunghezza, 13mila euro il

36 ERA2000
Era2000 37
costo. D’altronde il piacere di fluttuare sull’acqua col vento che
agita i capelli non si nega a nessuno. Ma una volta comperata la
barca (o il gommone per i meno “ambiziosi”)? I costi da soste-
nere non si esauriscono al momento dell’acquisto: naturalmente
questi variano sensibilmente a seconda del tipo di imbarcazione
e possono comprendere la manutenzione, l’ormeggio (l’affitto
per intenderci) che in alcuni casi rischia di superare il costo della
barca stessa. In Italia, a quanto dicono gli esperti, si sta diffon-
dendo il cosiddetto “dry storage” ovvero la “nautica a secco”.
In America, neanche a dirlo, già esiste da tempo: le barche non
devono stare necessariamente in acqua tutto l’anno. A Miami,
nelle grandi e lussureggianti ville, è una consuetudine custodire
le barche che vengono ritirate dall’acqua nel momento in cui i
proprietari decidono di non utilizzarle per un certo periodo.
Questo comportamento, se adottato anche in Italia, potrebbe
abbattere i costi più “fastidiosi” e permettere un cospicuo rispar-
mio per i possessori di questo mezzo. Che dire? A questo punto,
comprata la barca, non resta che dotarsi anche di una villa!

38 ERA2000
Viaggi & Vacanze
s.r.l.

VANTAGGI VANTAGGI VANTAGGI

PER I NOSTRI CLIENTI


NEI MIGLIORI VILLAGGI

Alpitour • Francorosso • Viaggidea • Karambola


Volando • Viaggi dello Zainetto

Villaggi Eurotravel • Villaggi Sprintour


Catalogo Itermar • Crociere SMC

INOLTRE TRAGHETTI PER:


Viaggi in Pullman • Voli aerei Sardegna, Croazia, Spagna

ed ancora VANTAGGI VANTAGGI e ... CORTESIA Era2000 39


eurochocolate 2010
www.eurochocolate.com

40 ERA2000
Dal 15 al 24 ottobre...
torna, a Perugia, la magia del cioccolato
di Stefania Legumi

Che cosa c'è di meglio di un buon pezzo di ottimo cioc- riaprirà la boutique del cioccolato, che avrà spazio al
colato per ritemprare le nostre endorfine e ripristinare centro di Corso Vannucci e precisamente all'interno del
il buon umore? Oramai a detta di dietologi e salutisti Teatro Pavone. Vere e proprie opere d'arte create da esper-
il cioccolato non è più tabù, anzi è un corroborante ti artigiani che dedicheranno la loro arte golosa ai tanti
per l'anima e per il corpo. Certo non bisogna esagerare, che vorranno degustarle. All'interno del Teatro Pavone
e a Perugia non si esagera ma si assaggia e degusta la sarà ospitata anche l'Osteria di Eurochocolate. Nuove
miriade di cioccolate calde, cioccolatini, bon bon, gelati sorprese e nuovi percorsi guideranno i golosi di ciocco-
al cioccolato, e altre deliziose delizie. Il titolo di questa lato nel loro percorso di gusto. 5 gli itinerari in aree del
edizioni sarà Zip, viaggio lampo nel cioccolato. A soste- centro storico cittadino che sono spesso inesplorate dai
nere l'evento ci sarà il Comune e la Provincia di Perugia. turisti, arricchiti da mercatini di Ciock’è Tipico e dalle
Costruttori di dolcezze, il brand nato da Eurochocolate uniche e inimitabili Spalm Beach, vere e proprie oasi di
quest'anno presenta Tiramigiù must e gadget dell'evento relax dove fermarsi per rilassarsi mangiando un ottimo
che grazie ad una vera e propria zip che si apre sulla pane e cioccolata seduti sulle sdraio sotto gli ombrel-
confezione, fa scoprire 8 mini tavolette di cioccolato al loni. Anteprima speciale di Eurochocolate si svolgerà
latte che, a loro volta, simulano una golosa cerniera lam- eccezionalmente a L'Aquila, 9 e 10 ottobre dove il G8
po. Insieme a Tiramigiù altre creazioni arricchiranno dei dolci ospiterà gli 8 più importanti paesi produttori
il festival della cioccolata, Chock-In, una valigia colma di dolci nel mondo. Sempre sabato 9 e domenica 10
di cioccolatini al latte ripieni con crema, In bocca al ottobre il Soratte Outlet Village di Roma offrirà eventi
lupo..Crepes!Un viaggio nel mondo dolcissimo e pre- e manifestazioni dal titolo Aspettando Eurochocolate.E
libato delle crepes. Infine un connubio incredibile di per concludere i detenuti della Casa Circondariale di
tutte le creazioni sarà ChocoZipBag, la lunga zip che si Busto Arsizio, dopo aver affrontato una dura forma-
trasforma in una pratica borsina, da usare come astuccio zione, hanno creato Dolci Libertà una S.r.l. costituita
o porta trucco, una volta gustati i tre prodotti firmati nell’ambito di un progetto rieducativo del Carcere di
Costruttori di Dolcezze che sono all’interno: Carte da Busto Arsizio in collaborazione con l'Agenzia Regionale
Choco, Golosimetro e Chocopirina. Per gli appassionati per il lavoro penitenziario "Art.27" del Provveditorato




 Era2000 41

Regionale dell'Amministra-
zione Penitenziaria di Milano
che sarà presente nell'ambito
della manifestazione.“Dolci
Libertà –spiega Rita Gaeta, re-
sponsabile dell’area educativa
del Carcere- assumerà come
dipendenti tutti i detenuti ai
quali abbiamo voluto prima
insegnare un mestiere poi dare
un lavoro per potersi rifare
una vita. Anche se il laborato-
rio sarà ufficialmente inaugu-
rato il prossimo 4 ottobre, ov-
viamente la produzione è già
cominciata e non appena avre-
mo una quantità sufficiente di
cioccolato, pasticceria fredda
e biscotti comincerà anche la
distribuzione sull’intero ter-
ritorio nazionale e anche via
internet.” “I prodotti di Dolci
Libertà –conferma il Direttore
di Eurochocolate Bruno Frin-
guelli che ha visitato nei gior-
ni scorsi il laboratorio- sono di
ottima qualità e con un packa-
ging curato. Siamo certi che
il pubblico di Perugia saprà
apprezzarli. Inoltre, pur non
essendo la prima esperienza
rieducativa del genere, quella
di Dolci Libertà si differenzia
perché è prettamente incentra-
ta sul cioccolato. Per questo
abbiamo pensato di fare di
Eurochocolate il trampolino
di lancio per l’ingresso sul
mercato dolciario dei prodotti
del brand”. L'evento colmo di
dolci dolcezze assume anche
un carattere sociale impor-
tante sia per la commercializ-
zazione di Dolci Libertà che
per l'incontro In the Hearth
of Chocolate: where cocoa
meets chocolate, che ha come
obiettivo la sensibilizzazione
e la ricostruzione della filiera
del cacao, il tutto sviluppato
intorno ai temi dell'ambiente,
dell'etica, dell'arte e della mu-
sica.

42 ERA2000
tratto dal sito www.lelunedipompei.com

L
e Lune di Pompei è un emozionante percorso
alla scoperta degli Scavi Archeologici di Pom-
pei, realizzato con luci, suoni e voci fuori cam-
po. Il visitatore è condotto nella suggestione di un viag-
gio in cui la luce prende corpo come le parole, i graffiti,
le persone, prima ombre fuggevoli sui muri, poi sagome
che vissero i luoghi, persone immemori del loro futuro,
colte nel limbo della pre-eruzione, che semplicemente ci
condurranno nelle loro vicende giornaliere. Il percorso
prende l’avvio dalla Necropoli di Porta Nocera dove
dall’alto si scorge Luna della Morte che dà il benvenuto
ai visitatori. Si prosegue lungo la strada che attraversa
la necropoli per giunge sulle mura antiche della città,
dove avranno luogo proiezioni virtuali, e successiva-
mente all’Orto dei fuggiaschi in cui giacciono i calchi
di alcuni inermi testimoni della tragedia che colpì la
città. Ci si incammina verso via dell’Abbondanza, vi-
sitando lungo il tragitto la casa del Profumiere, su via
Nocera, e poi, accompagnati da rumori di fondo e voci
diverse che restituiscono l’antica vitalità di una delle
strade più animate di Pompei, si passa alla scoperta di
alcune delle domus più suggestive: la casa di Ottavio
Quartione e quella della Venere in Conchiglia Si pro-
segue infine verso l’Anfiteatro, dove grandi proiezioni
si alternano tra loro, a ricordarci che il modo di diver-
tirsi in quei luoghi nel passato non era molto diverso
da quello che viviamo noi oggi, in un parallelo forte
e suggestivo, che riporta l’emozione di ogni visitatore (la Luna della Morte, la Luna Virtuale, la Luna della
a quella che lì, 2000 anni prima, qualcun altro aveva Speranza, la Luna del Successo, la Luna della Vita, la
provato. Guida d’eccezione lungo tutto il percorso è Luna del Mistero, la Luna che non c’è, la Luna che si
la straordinaria voce dell’attore Luca Ward, che sembra diverte), in una realtà parallela, il cui solo scopo è quel-
condurre il pubblico, attraverso la luce di ben sette lune lo di vivere e far rivivere Pompei.

Era2000 43
La Nativita` di
PIETRO BERNINI
Ritrovata dopo due secoli
la testa della Vergine

comunicato stampa

Sabato 4 settembre ad Amantea (Cosenza), presso il Com-


plesso Monumentale di San Bernardino è stato restituito
alla collettività un frammento disperso di un’opera d’arte
di sommo rilievo. Dopo due secoli è stata difatti ritrovata
la testa della Vergine, appartenente alla pala marmorea
di Pietro Bernini, raffigurante La Natività, conservata
nell'Oratorio dei Nobili della stessa cittadina. Sono in-
tervenuti all’iniziativa: Fabio De Chirico, soprintendente
BSAE della Calabria; Gregorio Carratelli, priore Arcicon-
fraternita SS. Immacolata di Amantea; Francesco Ton-
nara, sindaco di Amantea; Domenico Bevacqua, vicepre-
sidente Provincia di Cosenza; Mario Caligiuri, assessore
regionale istruzione e cultura; Francesco Celestino, cu-
stode provinciale Frati Minori Conventuali; Alessandra
Anselmi, Università della Calabria; Francesco Prosperetti,
direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del-
la Calabria; Mario Panarello, Università della Calabria;
Giuseppe Mantella, restauratore.Lo storico dell'arte Ma-
rio Panarello ha recentemente rinvenuto in una dimora
privata il prezioso frammento di cui si erano perse le
tracce. Il riconoscimento avvenuto su base stilistica è sta-
to comprovato dal combaciare del brano con la parte mu-
tila dell'altorilievo. L'opera, databile agli ultimi anni del
Cinquecento rappresenta, nella produzione dello scultore
toscano, padre del più famoso Gian Lorenzo, l'unico al-
torilievo presente in Calabria. Ascrivibile al periodo gio-
vanile dell’artista documenta una notevole abilità tecnica
e un’intensa capacità espressiva in un linguaggio già defi-
nito, che connota l'autore come uno dei più importanti
scultori della tarda maniera. Questo straordinario ritro-
vamento rappresenta un prezioso tassello che suggella
l'attività della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici
ed Etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De
Chirico, che ne curerà l’intervento di restauro.
info

Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed


Etnoantropologici della Calabria
Soprintendente: Fabio De Chirico
Ufficio stampa:
Silvio Rubens Vivone – Patrizia Carravetta
44 ERA2000
Tel.: 0984 795639 fax 0984 71246
E-mail: sbsae-cal.ufficiostampa@beniculturali.it
44 ERA2000
La manifestazione si terrà il 9 ottobre a Venezia,
il 15 a Cesena, il 16 a Bologna ed
il 23 a L'Acquila
Coordinamento e organizzazione
Marisa Strozzi, Andrea Vicentini
comunicato stampa info: adaltavoce@adriatica.coop.it

“Ad alta voce” ha ricevuto nelle scorse edizioni la Medaglia blemi di vista: questo è Ausilio per la Cultura. Grazie all'attività
d’argento della Presidenza della Repubblica per essere “Un ap- di prestito a domicilio effettuata da soci volontari organizzati in
puntamento culturale di grande interesse per il valore dei temi gruppi sul territorio, in accordo con le biblioteche pubbliche e
proposti”. La manifestazione nel corso degli anni ha goduto del con i centri del Libro Parlato, il piacere della lettura è alla portata
patrocinio del Ministero i Beni e le Attività culturali, delle Regioni di anziani, disabili, ipovedenti e non vedenti. Migliaia di persone
Emilia-Romagna e Veneto, delle Province di Bologna e Venezia, a Bologna e Venezia approfittano del piacere della lettura insieme,
del Comune di Bologna, delle Università di Bologna e Venezia. in luoghi quotidiani e per questo inaspettati, unendo cultura e
La maratona di lettura è stata anche inserita nella campagna pro- solidarietà.“Un appuntamento culturale di grande interesse per il
mossa dal Ministero per i Beni e le attività culturali “Ottobre, valore dei temi proposti”. “Ad alta voce - Voci che leggono, città
piovono libri”. "Ad Alta Voce" si svolgerà il 9 a Venezia, il 15 a che ascoltano” è un’iniziativa di Coop Adriatica a favore di Au-
Cesena, il 16 a Bologna ed il 23 a L'Acquila. Maratona di cultura silio per la cultura, con la collaborazione di Auser e Librerie.coop
e solidarietà : decine di scrittori, attori, intellettuali e testimoni L'edizione "Memorabile" 2010 è realizzata in collaborazione con
dell'impegno civile leggono in pubblico nei luoghi quotidiani o i Comuni di Bologna, Cesena, Venezia, dell’Istituzione Biblio-
insoliti della città. Ogni anno, in ottobre, i libri escono dagli scaf- teche di Bologna, del Sistema bibliotecario e biblioteca civica di
fali e vanno a Bologna, a Cesena e a Venezia per farsi ascoltare Venezia, Unibocultura,"Ottobre piovono libri", La Repubblica. Il
in luoghi insoliti: alla stazione ed alle Poste, in autobus ed in Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito ad
vaporetto, nelle calli, sotto i portici, nelle case di riposo e nelle “Ad alta voce”, in occasione del decennale, una propria medaglia
ex aree industriali, nelle scuole, nelle carceri. Li portano grandi di rappresentanza, dopo che negli anni passati aveva concesso la
scrittori, poeti, attori e artisti, chiamati a partecipare a “Ad alta sua adesione. La manifestazione gode del patrocinio del Ministero
voce”, la maratona di lettura organizzata nelle tre città da Coop per i Beni e le attività culturali, del Ministero del Lavoro e delle
Adriatica per promuovere Ausilio per la Cultura. Libri a casa per Politiche Sociali, delle Regioni Emilia-Romagna e Veneto, delle
chi non può uscire, libri registrati su audiocassetta per chi ha pro- Province e delle Università degli studi di Bologna e Venezia.

Il Malato Immaginario
Dal 20 al 26 ottobre
il Teatro Stabile dell'Umbria presenta
un' importante opera di Molière

con L'Avaro ora riprende, dirige e recita un' altra commedia dif-

Gabriele Lavia ficile del grande Molière. L' articolata caratterizzazione dei perso-
naggi e l'importanza del testo fanno diventare l'opera una grande
sfida che Lavia accoglierà con forza e decisone. Affrontandola,
di Stefania Legumi come sempre, con tutta la sua professionalità, per ricalcare e svisce-
rare ogni piccola e flebile sfumatura. Ci si aspetta uno spettacolo
L'interprete indiscusso de Il Malto Immaginario sarà Gabriele La- godibile e assolutamente coinvolgente. La storia è accentrata intor-
no al “malato immaginario” Argante, marito di una donna vile
via. La stagione del teatro Morlacchi di Perugia si apre in maniera
e traditrice, circondato da dottori ciarlatani e approfittatori. Un
superlativa. Il genio dalla folle saggezza appassionata, amante del
giorno Argante promette a un giovane dottore la figlia in sposa
teatro e amato da chi lo fa e da chi lo segue si impegna in un'altra in cambio di consulti, cure e medicine. Ma le donne non sono
interpretazione da maestro. Si respira e si ama la commedia men- facili da domare, così l'amore della figlia per Clèante coinvolge
tre Gabriele Lavia si muove sul palco, sfiorandolo o calpestandolo Argante in una brutta storia colma di inganni, finzioni, doppi
con forza. Fisicamente e emotivamente è uno dei pochi artisti che sensi creati per confondere far soccombere la già debole e fragile
sa trasmettere la meraviglia del teatro.L'abbiamo già apprezzato anima di Argante.
Era2000 45
come cancellate, assopite, anestetiz-
zate da un modello culturale e in-
formativo che ormai non propone
una giusta visione delle cose, ma
soltanto quella che va per la maggio-
re. Come ci sono i trend all’interno
della moda, così nella televisione e
nel mondo dello spettacolo ci sono
delle mode. Una di queste è quella
della donna velina, letterina, pape-
rina, prezzemolina, tronista o come
altro la si voglia chiamare: mai ol-
tre la trentina, magra, con decolleté
prorompente a vista, cosce al ven-
to, abiti succinti, sorriso smaglian-
te, sguadro ammiccante al limite
dell’adescamento e perennemente
muta. Decorazione televisiva, “gre-
china” per dirla con le parole della
Zanardo, con l’unico scopo di ab-
bellire la scena, senza avere la facoltà
di intervenire e di dire qualcosa di
intelligente. Un corpo messo lì uni-
camente per essere ammirato e per
essere fatto oggetto di inquadrature
ginecologiche e voyeristiche, per es-
sere volgarmente umiliato in modo
più o meno manifesto. Un oggetto
sessuale smembrato in dettagli da
macelleria, separato dal concetto
di persona come insieme di mente,
corpo e anima. L’unico modo per
essere ritenute credibili sembra quel-
lo di introiettare modelli maschili e
sopprimere la propria femminilità.
Viaggio all’interno dell’universo televisivo Nel maggio 2009 Lorella Zanardo,
alla scoperta della nota consulente organizzativa e di-
rigente in grandi organizzazioni, ha
crescente mercificazione della messo in rete un documentario re-
figura femminile alizzato con Cesare Cantù e Marco
Malfi Chindemi, che si prefiggeva di
innalzare il livello di consapevolez-
di Sara Paradisi
za sull’immagine della donna nella
televisione italiana: “Il corpo delle
Vilipese, maltrattate, ridotte a puro oggetto sessuale o a mera decorazione. donne”. L’idea del video voleva fun-
gere da materiale divulgativo in vista
Queste sono le donne rappresentate da Lorella Zanardo nel suo documenta-
di un possibile utilizzo nelle scuole,
rio “Il corpo delle donne”, ben presto diventato anche un libro di successo.
poi è diventato un freeware (scarica-
Un volume che fa pensare, che apre gli occhi di fronte ad un mondo, quello bile gratuitamente) visto da più di
dei mass media, che lentamente sta scivolando in una dimensione che non 800.000 persone. Il video raccoglie
ci appartiene più, che ci sfugge di mano. Noi non siamo pronti per reagire 25 minuti di registrazioni dalla tv di
oppure non ne siamo più concretamente capaci, assorbiti come siamo da tutti i giorni effettuate in un mese.
una divorante consuetudine che ci rende inermi. Le nostre coscenze sono Uno zapping allucinante da cui

46 ERA2000
www.ilcorpodelledonne.net
emergono figure di donne – soprammobile o donne-sof-
tpornodive lontanamente distanti dalla molteplice e sva-
riata realtà femminile. Una carrellata di volti e corpi ma-
nipolati dalla chirurgia plastica per cancellare qualsiasi
segno del passaggio del tempo. Bastano pochi minuti di
visione di quelle immagini per provare fastidio, insof-
ferenza, per capire tutta l’umiliazione, la vulnerabilità
e l’amarezza che vi sta dietro. La selezione di immagini
fatta da Lorella Zanardo e da Marco Malfi Chindemi è
finalizzata a raccontare l’utilizzo manipolatorio del cor-
po femminile a livello televisivo a chi non guarda la tv,
ma specialmente a chi la guarda ma non vede. Guardan-
do il documentario e leggendo il libro che ne è derivato,
alla repulsione crescente per l’esposizione da macello del
corpo delle donne si somma l’angoscia per aver visto e
non essersi resi conto. Come è possibile stare ore e ore
davanti al piccolo schermo e diventare automi inerti,
privi di quella capacità che ci fa giudicare con cognizio-
ne di causa un tale scempio del corpo femminile? Per Lorella Zanardo
Lorella Zanardo è necessario diventare spettatori consa-
pevoli, saper vedere ciò che ci viene proposto, conoscere tempo, perché per una donna è sconveniente mostrare
il linguaggio della televisione per poterlo svelare quando rughe e cedimenti. Un esercito di bambole di gomma
si fa ingannevole. L’educazione visiva a cui punta l’autri- tutte uguali, stessi seni, stesse labbra, stessi zigomi a 20
ce si attua ne “Il corpo delle donne” attraverso un abile come a 70 anni. Nessuna però che si ribelli a questo
lavoro di destrutturazione dell’immagine che consente conformismo umiliante nato con la televisione commer-
di cogliere i messaggi nascosti dalla velocità di trasmis- ciale e indegnamente portato avanti anche dalla televi-
sione. Dalle protesi di silicone per il seno maneggiate sione pubblica e condiviso dal mondo della pubblicità
come fossero mele al mercato a “Domenica in Salute”, e dalla stampa. Non è solo il piccolo schermo infatti a
“Celebrity bisturi” e ”Matrix” a Flavia Vento racchiusa diffondere un’immagine sbagliata e distorta della don-
sotto la scrivania di vetro di Teo Mamuccari, dal sondag- na, altrimenti non ci si spiegherebbero tutte quelle rivi-
gio <<Vorresti tua figlia nuda sui calendari?>> proposto ste che per vendere pubblicano in copertina la playmate
da “Insieme sul due” a Belen Rodriguez in costume fra di turno anche se l’argomento principale è l’aumento
i due conduttori adulti elegantemente vestiti a “Scherzi delle tasse o quelle reclame che per mostrarci la tenuta
a parte”, dalla Gatta Nera de “Il mercante in fiera” alle di un sigillante mettono una bella ragazza nuda sotto la
inquadrature ginecologiche di Raffaella Fico a “Prendere doccia. Ogni pretesto è buono per mostrare un pezzo di
o lasciare” è tutto un proliferare di corpi senza motivo, carne. Non serve spegnere la tv e smettere di leggere le
una banalizzazione grottesca della figura femminile. Gli riviste per contrastare la nauseante diffusione del nudo
unici valori che contano per le donne di qualsiasi età femminile gratuito e del conformismo cui sono sotto-
sembrano essere solo quelli di bellezza – snellezza – gio- poste le donne. L’atto più coraggioso è acquistare co-
vinezza. Non ci sono donne di mezza età in televisione scienza, non subire passivamente quanto proposto dalla
e se ci sono fanno di tutto per mascherare i segni del società e dare spazio alla propria individualità.

Era2000 47
VedoZero
Una generazione di diciottenni
vista attraverso i cellulari

di Stefania Legumi
chi sono e dove vorrebbero arrivare. Panta rei,tutto scorre ogni

U n nuovo film, veramente innovatore a


suo modo, di Andrea Caccia. Il regista come
giorno tra skate e sballi, sorrisi e melanconie. Per questi ragazzi
l'unica speranza sembra essere vivere l'attimo e spingersi sempre
al massimo.Una sorta di vademecum per noi genitori che anco-
un deus ex machina controlla il lavoro di 70 di- ra abbiamo difficoltà a scrivere sms e ci sorprendiamo quando
ciottenni muniti di telefono con videocamera nostro figlio di 7 anni ci insegna via pc il nuovo programma di
.Vimercate, Rho e Monza le scuole di apparte- fotoritocco o il traduttore simultaneo multilingue. Un viaggio
nenza. Raccontano la loro stagione,bellissima, di scoperta e di redenzione, una maniera per comprendere cosa
fugace e che non ritorna. Il debutto sarà il 17 c'è aldilà dei jeans griffati o della playstation. Una visione consi-
settembre al cinema Palestrina a Milano e poi gliata a chi non conosce i ragazzi, a chi li sottovaluta senza dare
in giro per le sale in Italia.Prodotto da Massi- loro un'altra chance dimenticandsi quanto eravamo spaesati, ti-
mo Schiavon, Emanuele Cerri e Emilo Giliber- midi e arrabbiati alla loro età e quanto odiavamo i “grandi” che
ti per Roadmovie il film parte dalle periferie di elargivano consigli e filosofeggiavano sulla differenza tra bene e
Milano mostrandoci le gioie, i dolori, i sogni male.Ora possiamo solo invidiare la loro energia e la loro forza,
e sopratutto la quotidianità dei “ nostri amati” la spensieratezza e l'eterno dubbio dell'essere e non essere, la vo-
diciottenni. Adesso tutto è più veloce, con un glia di provocare e di sognare, l'immenso mare di emozioni nel
clik metti la tua intera vita su un social network, quale naufragare dolcemente. VedoZero è la finestra sul cortile
e scrivi il tuo diario su un blog letto in rete da dell'anima dei nostri ragazzi.E' tutto.
migliaglia di persone.Con questo progetto An-
drea caccia e il suo team hanno voluto dimo-
strare come, con poche lezioni di videoripresa
e qualche segreto dato da registi professionisti,
Info:www.vedozero.it
un gruppo di giovani può far vedere al mondo

Le Sette Anime
di Gabriele Muccino
di Franco Baccarini

Nel giro di pochi giorni, durante la prima metà di settembre, mi sono acca-
dute due cose ben collegate tra loro. Ho visto il dvd di “Sette anime”, diretto
da Gabriele Muccino, e –pochi giorni dopo- ho incontrato per le strade di
Roma lo stesso Muccino, trovandolo molto diverso (quanto meno fisicamen-
te, nel portamento, nell’abbigliamento) da quel giovane e timidissimo regista
che incontrai circa dieci anni fa alla Sala Metodo, all’interno degli studios
di Cinecittà, ora ribattezzata Sala Fellini, dove si tenevano le proiezioni con

48 ERA2000
dibattito (ad inviti) del martedì pomeriggio (bella usanza,
poi purtroppo andata perduta). Quella volta si proiettò
“L’ultimo bacio” e ne seguì una chiacchierata tra Muc-
cino ed il moderatore dell’evento, il professor Claudio
Siniscalchi, che ho avuto il piacere di avere come mio
professore (ero lì anche per questo); al ritorno, con mia
grande sorpresa, mi ritrovai sull’affollata Linea A della
Metro romana con Muccino e Siniscalchi che, intanto,
continuavano a parlare. Nel rivedere, nel settembre 2010,
Gabriele Muccino, sembra che siano passati ben più di
circa dieci anni da quel pomeriggio, da quella situazione,
da quelle persone, dalla sua persona. Ma torniamo alle
“sette anime” di Muccino. Evidentemente, sto giocando ventivato, ancor più angoscioso e terribile. L’uomo, finirà i
con il titolo del suo film che ho recentemente rivisto. suoi giorni uccidendosi in uno squallido motel, all’interno
“Sette anime” (“Seven Pounds” - USA, 2008), è la secon- di una vasca piena di ghiaccio e nella terribile compagnia
da esperienza hollywoodiana del regista romano Gabriele della cubo-medusa (box-jellyfish), una piccola medusa che
Muccino, sempre in coppia con Will Smith, dopo la for- rappresenta uno degli animali più velenosi del pianeta, in
tunata esperienza de “La ricerca della felicità” (The Pursu- un gesto tanto folle che non può essere in alcun modo
it of Happyness - USA, 2006). Uscito in anteprima mon- giustificato. L’uomo ha preparato nei minimi dettagli il suo
diale negli States il 19 dicembre 2008, e - subito dopo - il 9 piano. Prima di infilarsi nella vasca, ha avvisato l’ospedale,
gennaio 2009 in Italia, vede protagonista Will Smith, nei affinché non si perda del tempo utile per utilizzare i suoi
panni di Ben Thomas; il cast comprende anche Rosario organi; sarà proprio il suo cuore a salvare la vita all’amata
Dawson, Woody Harrelson, Michael Ealy, Barry Pepper, Emily. Il togliersi la vita per donarla agli altri, appare come
Sarah Jane Morris, Elpidia Carrillo. Film di soggetto ori- una folle presunzione di riabilitazione personale e di re-
ginale di Grant Nieporte, è stato sceneggiato dallo stesso denzione, né condivisibile né plausibile. Non solo non lo
Nieporte. Già il film precedente di Gabriele Muccino, “La trovo un atto di eroismo, ma insisterei sulla presunzione
ricerca della felicità (The Pursuit of Happyness)”, che ave- e, sfiorando la follia, raggiunge quell’autentica fissazione
va segnato l’esordio hollywoodiano del regista romano, della redenzione personale che è un fil-rouge che attraversa
aveva segnato la possibilità di riflessioni bioetiche (oltre da sempre la cinematografia statunitense di massa.Il film
che prettamente cinematografiche, ovvio), tratte da una appare velleitario e meno convincente (sia da un punto
storia realmente accaduta, quella della realizzazione pro- meramente tecnico-cinematografico, che da un punto della
fessionale, ma - soprattutto - umana, di Chris Gardner. stesura dello script) de “La ricerca della felicità”. Il comples-
Una storia che da più parti è stata bollata come molto so di tematiche che va dal senso di colpa (il Male e il Bene,
americana (dalla povertà al benessere, dalla crisi familiare espiazione, riabilitazione) alla solidarietà, dal valore della
al riscatto come padre, dalle più profonde difficoltà al vita al reale significato della morte, dall’amore al dolore
raggiungimento di felicità che é addirittura sancita come (la malattia e la sofferenza fisica e morale), è affrontato in
diritto nella Costituzione americana), ma che è anche maniera volenterosa ma superficiale e confusionaria. Peral-
eticamente rilevante. Continuando a strizzare un occhio tro, il film s’incentra su Thomas ed Emily, e si finisce con
a Frank Capra, il secondo film americano di Muccino il non comprendere perfino il senso del titolo, considerato
narra le vicissitudini di un brillante ingegnere aerospa- che le altre sei persone da salvare non si vedono neanche! Il
ziale, Tim Thomas, che dopo aver causato un incidente, film proprio non riesce a convincere. Tanti spunti presenti
essendosi distratto al telefono cellulare, togliendo la vita in questa pellicola ambiziosa, ma tutti lasciati in superficie.
a sette persone - inclusa sua moglie - decide di riscattarsi Forse l’accoppiata Gabriele Muccino - Will Smith, campio-
cambiando la vita ad altrettanti sconosciuti, non prima ne al box office, si è infilata in qualcosa di più grande di
di aver verificato che costoro valgano il suo massimo sa- sé, tanto da dar vita ad un guazzabuglio indecifrabile, con
crificio: il dono della vita. Fingendosi esattore delle tasse, il dramma del protagonista che non appare mai veramente
entra in contatto con le persone scelte. Tutto sembrare coinvolgente, dando luogo solamente ad emozioni arte-
filare liscio nello sviluppo delle intenzioni dell’ingegner fatte, oltre che insignificanti ed irriguardose rispetto alle
Thomas, fino a quando non s’innamorerà di una di que- alte (forse sin troppo elevate) tematiche sfiorate. Comun-
ste sette persone, Emily, una giovane donna cardiopatica que sia, questa pellicola di Muccino possiede moltissimi
che ha urgente bisogno del trapianto di cuore per soprav- spunti per sviluppare notevoli riflessioni utili sia ad una
vivere. Tutto ciò non interverrà a modificare l’intento visione personale che ad una proiezione pubblica a fini di
iniziale di donare la propria vita, e - con essa - i propri considerazioni e meditazioni sia meramente legate all’arte
organi, alle seven pounds scelte; ma l’inatteso sentimento cinematografica che bioeticamente rilevanti.
verso questa donna renderà il suo gesto estremo, pur pre-
Era2000 49
ERA2000
Cultura e Spettacolo
it’s a

50 ERA2000
SPECIALE LIGURIA:

"Borghi da Gustare"

A cura dell'Agenzia Regionale Promozione Turistica "In Liguria" www.turismoinliguria.it

Borghi da gustare è un'offerta di mini soggiorno per scoprire la al soffio lieve della tramontana che rende l'aria tersa e pulita.Una
Riviera da un nuovo punto di vista: quello dell'entroterra ligure! Il gioia per gli occhi, un piacevole momento di ricarica per il corpo
tiepido clima autunnale della Liguria offre un piacevole prolunga- e per la mente prima dei lunghi mesi invernali.Dopo il grande
mento della stagione estiva e quindi non c'è niente di meglio che successo degli scorsi anni, si ripete Borghi da gustare, l'iniziativa
dedicare un fine settimana alla scoperta dei borghi storici certifica- organizzata dalle associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi
ti e dei buoni sapori della cucina tradizionale. Un fine settimana più belli d'Italia e promossa dall'Agenzia Regionale di Promozio-
inedito e a prezzi vantaggiosi. Un vero e proprio itinerario dei ne Turistica "in Liguria". Dal 10 settembre al 19 dicembre 2010
sapori dedicato al ristoro di mente e corpo: passeggiate tra i boschi (esclusi i periodi dal 30 ottobre al 2 novembre e dal 4 all'8 di-
di castagni e lungo la costa, l'invito ad un ultimo bagno prima di cembre) l'offerta prevede pernottamento, prima colazione e cena
immergersi nella storia dei piccoli borghi medievali, per poi con- al costo di 50 euro a persona (bevande ed extra esclusi) e, novità
cludere la giornata assaporando i piatti di una cucina tradizionale di quest'anno, due pernottamenti (con due prime colazioni e due
e fortemente legata alle peculiarità del territorio. Arroccati sulle cene) al costo di 80 euro a persona. Cenni storici ed enogastrono-
colline, i pittoreschi borghi liguri si specchiano ammiccanti nel mici sulle 14 locialità interessate dalla promozione sul sito
mare, che in questa stagione si accende di un blu intenso grazie www.turismoinliguria.it

a Catania
di Caterina Guerrieri

Dal 1 al 3 ottobre si è svolta al Parco Commerciale Le Zagare di stata suddivisa per aree tematiche. Sono stati proposti dei percorsi
Catania - a San Giovanni La Punta - la IV^ edizione del Villaggio enogastronomici che alternavano prestigiose degustazioni a veri
del Gusto, una tra le più importanti rassegne nazionali di azien- e proprio work shop; un'area dedicata all'arte della cucina, dalle
de agroalimentari d'eccellenza. Un evento da non perdere, che si mise en place alle ricette più esclusive per trattare dal finger food
rinnova ogni anno, in prossimità dell'autunno... non appena ci si al dolce ; un ampio spazio dedicato ai piatti tipici a base di pesce
accinge a ritornare alle cucine più ricche ed elaborate, non appena ed ancora un vero e proprio atelier della pizza con relative degusta-
si torna ai veri appetiti e al più godereccio piacere di soddisfarli. zioni e - curiosa novità - delle straordinarie esibizioni tenute dagli
Un'occasione piacevolmente meridionale per celebrare il nostro allievi della Scuola Nazionale di Pizzaioli Acrobati. Un evento
"made in Italy" attraverso la promozione di prodotti tipici di qua- che ha catalizzato le attenzioni di operatori di settore, pubblico e
lità, degustazioni guidate, corsi di cucina, corsi di bon ton e di media attraverso la programmazione di tre giorni davvero intensi,
abbinamento "vino - pietanza" realizzati in collaborazione con i trascorsi tra sapori, colori, profumi, storia e tradizioni... con l'in-
sommelier della FISAR ed alcuni prestigiosi Chef appartenenti tenzione di omaggiare in nostro invidiatissimo ed imitatissimo
all'Istituto Alberghiero IPSSAR. La programmazione dell'evento è primato del buon mangiare.

Era2000 51
TAROCCATO... Made in Italy!
di Caterina Guerrieri

Che gran parte delle produzioni Made in Italy ci fossero invi- extravergine, ne esistono tre che traggono in inganno il con-
diate da mezzo mondo, era cosa ben nota per la verità. Moda sumatore, vittima dell'Italian Sounding. Questo fenomeno
ed agroalimentare sono in ordine di importanza, i settori più sta danneggiando le nostre aziende ed i nostri lavoratori, sta
colpiti da imitazioni e contraffazioni di iniziativa extraterrito- attentando in qualche modo alla nostra immagine e alla credi-
riale. Il prodotto italiano all’estero viaggia su corsia preferen- bilità dei nostri marchi, sta riducendo la nostra competitività
ziale e a rinnovarci il danno dell'infamante fenomeno dell'Ita- e la redditività dei nostri investimenti in ricerca, innovazione
lian Sounding è un'ANSA dello scorso 14 settembre che ha e marketing. Secondo la Federalimentare si tratta di una sot-
esordito con un recentissimo sconcertante dato diffuso dalla trazione di mercato macroscopica, tanto più grave in una fase
Coldiretti: "sono false due fette di pecorino su tre vendute economica come quella attuale, nella quale sarebbe necessaria
negli Stati Uniti, dove nel primo semestre dell'anno le espor- la massima propulsione possibile dell'export verso i mercati
tazioni di pecorino e di fiore sardo sono crollate del 32%". esteri per compensare all'odierna inedita flessione dei consu-
Letta con superficialità la notizia fa sorridere, ma… in realtà mi interni. In una simile circostanza l'informazione da parte
gli estremi delle molteplici indagini condotte in merito sono dei media potrebbe essere determinante e potenzialmente riso-
davvero allarmanti. Solo il falso Made in Italy alimentare – lutiva, soprattutto quando ad un giornalismo di denuncia si
secondo Federalimentare - riesce a fruttare un business mon- riescono ad associare dei suggerimenti importanti che posso-
diale di 60 miliardi di euro. E sono davvero infiniti ed assurdi no inibire il sistema viziato, sollecitando il consumatore ad
i prototipi del furtivamente “parodiato” prodotto italiano di una maggiore attenzione rispetto all'origine del prodotto che
qualità: Parmezan e Mozzarella Napolact prodotti in Roma- intende acquistare. Nella stragrande maggioranza dei casi in-
nia, il Parmi olandese, la Fontina svedese, la PastaMilaneza fatti, più che di inosservanza degli obblighi di trasparenza da
portoghese, il Lasandwich inglese, il formaggio Reggianito ed parte dei falsari, si tratta di ignoranza, di convenienza o di di-
i sughi sudamericani DaVinci e CocoPazzo, i pelati SanMar- sattenzione da parte del consumatore stesso... che, nell'imme-
zano argentini, il ParmaHam ed il Romano Cheese nordame- diato, sottovaluta conseguenze che, non volendo, è destinato a
ricani, il Cambozola - imitato Gorgonzola tedesco – o ancora vivere in prima persona presto o tardi! (come le difficoltà nel
il californiano Barbera Cà di Solo, pensate, di “doonomina- mondo del lavoro, la scarsa qualità dei "tarocchi", l'attentato
zione di origine controllata e garantita” (e non ho sbagliato io alle sue tradizioni ecc.)
a scrivere!). Purtroppo non si tratta sempre di contraffazioni
di marchi o di denominazioni protette che – almeno in te-
oria – sarebbero legalmente perseguibili… ma di imitazioni
molto più blande, accreditate da nomi, immagini o defini-
zioni italiane o ancora dal potenziale ingannevole effetto del
nostro tricolore. Ecco cosa si intende per Italian Sounding. Il
prodotto “suona” italiano e viene illegittimamente acquistato
per merito di quella fidelizzazione a cui - in realtà - sono le
nostre aziende e le nostre produzioni ad aver provveduto nel
tempo e nel rinnovarsi delle tradizioni. L’accentuarsi di que-
sto fenomeno, sta ripercuotendosi sull’export, danneggiando
notevolmente il nostro mercato, sottraendoci fatturato. A
fronte dei 20 miliardi di euro di prodotti alimentari esportati
nel 2009, ne sono circolati 60 relativi ad imitazioni di scarsa
qualità venduti ad un prezzo più contenuto. Questo significa
che sugli scaffali dei supermercati di tutto il mondo, per ogni
pacco di pasta , per ogni lattina di salsa o bottiglia d'olio

52 ERA2000
La naturale melodia di Sting
Il rifugio del musicista in Toscana
regala grandi sorprese

Il Palagio a Figline Valdarno, casa Sting

di Stefania Legumi ti e oliveti, spesso in bicicletta percorre le strade sterrate del


suo rifugio e osserva le meraviglie del panorama. Sull'onda
dell'agricoltura biologica Sting ha cercato di produrre alimen-
A Figline Valdarno nella campagna splendida e idilliaca della ti genuini e puri per crescere nel miglior modo i suoi figli
regione Toscana troviamo una tenuta di 350 ettari dedicata e si adopera per distribuirli attraverso la vendita anche ad
all'attività biologica. Il propietario si chiama Sting. Il grande altri. Fino ad ora aveva realizzato l'esportazione dei prodotti
cantante ha preferito le verdi colline toscane al cielo d'Irlanda solamente in Inghilterra, adesso ha in progetto di allagarsi
che come cantava Fiorella Mannoia è un oceano di nuvole e e di venderli in Italia e non solo. Convinto della sua scelta
luce Il cielo d'Irlanda è un tappeto che corre veloce, Ti anne- “naturale”, lontano dagli impegni di lavoro si reca volentieri
ga di verde e ti copre di blu si sfama di muschio e di lana..è nella sua nuova casa per assaporare il calore e la bellezza che
un gregge che pascola in cieloSi ubriaca di stelle di notte e il solamente il Chianti Shire sa donare.
mattino è leggero. Già fonte di ispirazione per i suoi nume-
rosi successi, l'accogliente tenuta è diventata a tutti gli effetti
una attività imprenditoriale. Vi sono infatti 15 dipendenti, il 4
agosto di quest'anno è stato inaugurato all'interno dell'azien-
da agraria “Il Palagio” un negozio di prodotti biologici. Ven-
gono prodotti miele, olio, verdure, salumi, marmellata, frutta
e vino.L'artista con relativa famiglia si è ormai trasferito al
Palagio, buona parte dell'anno lo dedica alla sua tenuta affian-
cato da una moglie entusiasta del luogo e dell'accoglienza dei
toscani.L'Italia, ormai terra generosa e aperta a tutti, regala i
frutti della natura , profumi e sapori a chi la sa comprendere
e amare, con umiltà e rispetto. Il cantante ha affermato che si
sente a casa solo nella sua tenuta che lo accoglie e lo protegge
amorevolmente. Senza pensarci due volte l'artista irlandese ha
creato un sogno nella realtà, la sua casa nel Chianti infatti è
composta da una grande villa, sei laghetti, due casolari, vigne-

Era2000 53
54 ERA2000
Alimentha s.r.l.
Zona Industriale via Danimarca,
3
64026 Roseto degli Abruzzi (TE)

Tel: +39.085.89.95.240
Fax +39.085.89.32.398

e-mail: info@alimentha.it
amministrazione@alimentha.it
ordini@alimentha.it

Sistema di gestione per la quali-


tà.
Certificato UNI EN ISO
9001:2000

Era2000 55
a Torino

di Caterina Guerrieri

Dal 21 al 25 di ottobre si rinnova al Lingotto Fiere di Torino Salone del Gusto 2010 sarà “cibo+/=territorio”, ovvero cibo
l’appuntamento con il Salone Internazionale del Gusto, atte- come espressione del territorio e delle coltivazioni, del clima,
sissima mostra mercato delle produzioni enogastronomiche del metodo, della cultura. Cibo come caratteristica del pae-
internazionali di qualità organizzato da Regione Piemonte, saggio e manifestazione dell’identità di chi li vive. Territorio
Città di Torino e SlowFood. Questa ottava edizione del Salone come tanti diversi territori, come attualità enogastronomica
del Gusto vanterà la potenziante complicità del concomitante in continuo divenire e, quindi, come relazione, come confron-
evento Terra Madre, realizzato invece dal Ministero delle Po- to, come scambio; territorio come mappa di quei moltissimi
litiche Agricole e Forestali, dalla Cooperazione Italiana allo diversi sapori del pianeta che vanno a significare profonda-
Sviluppo, dalla Regione Lombardia, dalla Città di Torino e mente e a distinguere la storia di ognuno. Da questo 2010 lo
da Slow Food. Terra Madre riunisce attori della filiera agro- spazio espositivo del Salone del Gusto accantonerà il prece-
alimentare di tutto il mondo, operatori delle comunità del dente allestimento a tema per organizzare una suddivisone
cibo impegnati nella promozione di quei processi produtti- territoriale, dove ogni regione nazionale o paese del mondo
vi alternativi, attenti alle risorse naturali, alla conservazione potrà presentare le proprie produzioni, i propri progetti, le
della biodiversità e alla giustizia sociale. Tema conduttore del proprie cucine.

45^ Fiera Nazionale del


comunicato stampa
Tartufo Bianco
La Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Ottobre e No-
vembre è l’evento più importante che ha permesso ad Ac-
qualagna di diventare la Capitale del Tartufo. Ogni anno è
raggiunta da una folla di turisti non solo Italiani ma anche
molti tedeschi e inglesi per non parlare di alcune comitive
di giapponesi e americani. Gli stand espositivi sono circa un
un salone del gusto firmato qualità ma soprattutto tradizione,
centinaio, la Piazza centrale si trasforma in un salotto dove
solo qui si possono ammirare, annusare e acquistare quin- storia, sapore autentico. L’afflusso di gente ha toccato i 100.
tali su quintali di tartufo fresco per non tralasciare tutti gli mila visitatori per non parlare di politici e vips di ogni tipo
altri prodotti di qualità quali salumi vino miele e formag- che affollano ogni giornata di fiera. La fiera è una grande
gio prodotti nelle nostre zone. La fama e il target qualitativo vetrina,il volano di tutta l’economia territoriale,il punto di
dell’evento richiama ormai anche produttori nazionali e in- partenza delle strategie di marketing territoriale che contrad-
ternazionali che vengono selezionati e mostrano e vendono distinguono Acqualagna nella Regione Marche.
solo il meglio della propria produzione di nicchia. Insomma www.comune.acqualagna.ps.it

56 ERA2000
Tartufo in...mostra
Gubbio: un giorno in più per gustare
il tartufo bianco
ti presso il Centro servizi “Santo
Spirito”, sotto gli Arconi di via
Baldassini e nei locali dell’ex La-
nificio in via XX Settembre. Un
contenitore, quest’ultimo, appe-
na recuperato e reso fruibile per
Gli amanti della buona cucina e gli appassionati di enogastronomia dovranno fin d’ora la prima volta proprio per la
mettere in agenda l’appuntamento con la “Mostra mercato nazionale del tartufo bianco “Mostra del tartufo 2010”. Quan-
e dei prodotti agroalimentari”, che la città di Gubbio ospita dal 29 ottobre al 2 novem- to al programma della rassegna,
bre 2010. Un giorno in più rispetto al 2009. Una rassegna giunta quest’anno alla 29esi- tutto è ancora “top-secret”, ma gli
ma edizione, organizzata e promossa dalla Comunità montana dell’Alta Umbria, in organizzatori parlano già di tante
collaborazione quest’anno con il Comune di Gubbio. Un evento che potrà valorizzare, e tante novità e sorprese che acco-
ancora più del solito, lo stupendo centro storico medievale eugubino, visto che la mo- glieranno espositori e visitatori.
stra non sarà ospitata in uno spazio unico, quale era la tensostruttura allestita in piazza Un consiglio per tutti: restate in
Quaranta Martiri. I “gastronauti” che arriveranno a Gubbio saranno guidati attraverso contatto, tornando a trovarci su
un vero e proprio itinerario del gusto, lungo i padiglioni espositivi che saranno allesti- www.tartufointavola.it

Il Made in Italy trionfa all'Expo 2010


Fino al 31 ottobre il padiglione Italia sorprende la Cina

di Stefania Legumi soddisfatte del Commissario Generale del governo Benia-


mino Quintieri: ''L’Esposizione Universale di Shanghai ci
offre l’opportunità di mostrare l’Italia sotto numerose an-
A Shanghai si tiene la più grande esposizione universale golazioni e di raccontare la pluralità del nostro territorio e
dell'anno. Il Padiglione Italia ha già registrato un ottimo nu- della nostra storia .Siamo rimasti davvero colpiti dalla coda
mero di presenze, da maggio esponiamo i nostri prodotti e che letteralmente circonda il Padiglione in ogni momento
le nostre eccellenze che riscontrano successo e ammirazione. della giornata''. Il tema dell'Expo è Better city, better life,
Non più tardi di pochi giorni fa ci sono arrivate le parole città migliore, vita migliore. Riqualificazione del tessuto ur-

CAFETERIA • BREAKFAST • LUNCH


The Antico Caffè, overlooks with
DINNER • PASTICCERIA
his marvellous terrace Piazza
GELATERIA • CRÉPES
Costituzione, below Saint Remy
COCKTAIL BAR • SALA DA TÈ
Bastion. The Cafè, build in 1855,
SERVIZIO A DOMICILIO • CATERING
recently restored and bought back to
BANQUETING • RICEVIMENTI
ancient splendors, testifies faithfully
the tradinional look of 1800 Cafes
APERTO DALLE 7 A.M. ALLE 2 A.M.

L’Antico Caffè, si affaccia con la sua Ancora oggi prodotti di finissima


splendida terrazzina sulla Piazza pasticceria e mille altre prelibatezze
Costituzione ai piedi del Bastione vengono gustate insieme a crèpes,
di St. Remy. Il Locale, che sorse gelati artigianali e specialità della
nel 1855, recentemente restaurato cucina mediterranea.
e riportato agli antichi splendori,
testimonia fedelmente l’aspetto Antico Caffè - P.zza Costituzione 10/11
tradizionale dei Caffè del 18000 Cagliari - Tel. 070.65.82.66 Era2000 57
bano in base ad un aumento demografico importante. Dal to. La Basilicata porta come cavalli di battaglia i due centri
2 al 50% sono questi i numeri interessati, la popolazione per la sperimentazione astronomico-spaziale, l’Osservatorio
che vive nelle città è incredibilmente lievitata e il trend è Astronomico di Castelgrande e il Centro di Geodesia Spa-
tuttora in crescita. Si metteranno a confronto i differenti ziale dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Campania presenta
Know-how sull'urbanistica e sul possibile miglioramento del il tema delle innovazioni introdotte nel trasporto pubbli-
habitat urbano per incentivare una collaborazione e intera- co, l’eccezionale esperienza in materia di conservazione, va-
zione tra paesi diversi.Presenti al Padiglione Italia innume- lorizzazione e promozione dei beni culturali e le tecniche
revoli inziative tra cui Seminari di promozione dell’interior d’avanguardia, l’agricoltura e la gestione efficiente e razio-
design, dell’arredo urbano, dell’architettura, dell’urbanistica nale delle risorse idriche. A settembre la Cina ha gustato la
e dell’edilizia eco-sostenibile Made in Italy. Tutto ciò nella pasta italiana attraverso un summit dei grandi della filiera
settimana italiana del Design e dell'Archittettura. La regione produttiva del prodotto italiano di qualita' insieme a esperti,
Abruzzo si presente con i suoi fiori all'occhiello che riguar- nutrizionisti e chef. Pastatrend Shanghai , questo il nome
dano ambiente, turismo, telecomunicazioni, ricostruzione, dell'evento caratterizzato da un tripudio di assaggi che ha
automazione industriale ed enogastronomia. L'Emilia Ro- conquistato i palati dei visitatori cinesi . Hanno apprezzato
magna con le sue eccellenze tecnologiche e in particolare notevolmente il prodotto d'eccellenza made in Italy. Quasi
qualità dell'ambiente abitativo, risparmio energetico, domo- 200 il numero dei paesi che ha partecipato all'Expo 2010 e
tica. L'ubicazione dei padiglioni espositivi è situata sulle due 48 le organizzazioni internazionali. Un' importante vetrina
rive del fiume Huangpu che attraversa Shanghai. La regio- per L'Italia che ha potuto così promuovere nel migliore dei
ne Toscana tratta delle Nuove tecnologie Ecosostenibili. modi i suoi prodotti, inziative, tecnologie, design e archi-
Inoltre l’intero potenziale geotermico nazionale è situato in tettura. Ancora aperto fino al 31 Ottobre Padiglione Italia
Toscana e interessa 3 delle 10 Province: Pisa, Siena e Grosse- promette ulteriori sorprese.

L’emozione fa 50
Cinquant’anni di Grandi Vini
www.sommelierfriend.it
di Renato Rovetta

Siamo a Monzambano, in provincia di Mantova, e raggiunge-


re l’Azienda Ricchi è veramente facile, all’uscita autostradale
di Peschiera del Garda basta seguire l’indicazione di Monzam-
bamo ed in cinque minuti arriviamo direttamente in mezzo
ai filari, ad accoglierci passando davanti alla cantina Chiara
Stefanoni, è lei che fa gli onori di casa. L’emozione che abbia-
mo respirato per tutta la serata è stata intensa, tutta la Famiglia
Stefanoni riunita per celebrare cinquant’anni di vendemmie, e
farse qualche anno in più, come diceva Chiara durante la pre-
sentazione dell’Azienda. L’emozione dicevo, si leggeva nello
sguardo di chi ha seguito i vigneti come figli, curando la vi-
gna e i suoi grappoli, finché matura quell’uva diventa vino. E
allora raccontiamo di questo Chardonnay “Meridiano”, una il Passito IGT Le Cime, il Garda Cabernet Ribò Doc , e lo
Doc che rappresenta un po’ il fiore all’occhiello dell’azienda, Spumante metodo Classico Ricchi, premiato con la Medaglia
e ogni anno regala soddisfazioni che si trasformano in pre- d’Oro a Valdobbiadene Medaglie d’oro, riconoscimenti inter-
mi e menzioni. E poi ancora la Doc Garda Carpino Merlot, nazionali conquistati in terra di Francia, riviste che premiano

58 ERA2000
i vini dell’Azienda Ricchi perché hanno raggiunto, come son il primo un Garda Cabernet dove i profumi di marasca si
solito dire, la “Qualità” in vigna ed in cantina. Vini che dopo confondono con i frutti di bosco, per poi perdersi in note
averli degustati personalmente posso assicurarvi che hanno di cuoio donate da un leggero affinamento in legno, elegante
nell’eleganza e nell’armonia un segno che li contraddistingue, e di carattere. Ed il secondo il Carpino, un Garda Merlot di
la freschezza dei vini bianchi, l’equilibrio del passito le Cime indubbia personalità, con profumi che pervadono la bocca
con i suoi profumi di albicocca e quella piacevolissima nota di confettura e frutta matura, dove i tannini sono quasi setosi
di vaniglia, e poi quel Chiaretto Garda Colli Mantovani che grazie ad un buon equilibrio ottenuto anche dall’affinamen-
mette in risalto uno dei vitigni più importanti della zona, to in botte grande. Come vi dicevo cinquant’anni di grandi
la Rondinella che insieme al Merlot e al Cabernet donano vini le cinquanta vendemmie dell’Azienda Ricchi, l’augurio è
la piacevolezza e la grinta ad un vino che da sempre viene che anche voi possiate degustarli e possiate cogliere i profumi
proposto sia come aperitivo, sia con i primi piatti che con ed i sentori di questi talenti. E come sempre In Alto i Calici.
secondi di pesce. E poi i Rossi, con il Ribò ed il Carpino,

wine 2

food
0
1

festival 0

a cura dell’Ufficio Stampa


tavola emiliano romagnola –sottolinea Tiberio Rabboni, As-
sessore regionale all’Agricoltura – crescono di anno in anno
Tanti appuntamenti per assaporare la migliore tavola
le certificazioni da parte dell’Unione Europea e attualmente
dell’Emilia Romagna, ma anche tante opportunità di sco-
il paniere di prodotti Dop e Igp regionali conta ben 33 voci.
prire l’affascinante volto autunnale della regione, grazie ai
Il Wine Food Festival rappresenta un’importante “vetrina”
pacchetti soggiorno creati ad hoc per i singoli eventi, con-
di queste tipicità, offrendo l’opportunità unica di scoprirle
sultabili, assieme al programma della manifestazione e alle
nel modo migliore: assaporarle direttamente nei loro luoghi
schede dei prodotti DOP e IGP dell’Emilia Romagna, sul sito
di origine e produzione». Nella sua prima edizione, Wine
www.winefoodfestival.it. «L’Emilia Romagna è tra le regioni
Food Festival ha registrato oltre un milione di partecipan-
italiane che più si “viaggiano” e si apprezzano una volta
ti. Il turismo enogastronomico in Italia vale circa cinque
seduti a tavola -spiega Andrea Babbi, Amministratore dele-
miliardi di euro, con 4.471 prodotti agroalimentari italiani
gato di APT Servizi Emilia Romagna-. E’ infatti assaporando
tipici regionali, disponibili come souvenir o per allietare le
una fetta di prosciutto di Parma, piuttosto che bevendo un
tavole dei turisti durante le vacanze. Di seguito alcuni de-
sorso di Sangiovese, che si entra in contatto con la storia, le
gli appuntamenti in programma per il WineFoodFestival;
tradizioni, l’atmosfera e la gente della nostra terra. E questo
un elenco ancora più esaustivo e dettagliato è consultabile
è anche lo spirito del Wine Food Festival: fare turismo in
all’indirizzo: www.winefoodfestival.com...
punta di forchetta». «A testimonianza dell’alta qualità della

Qualità, eleganza e professionalità a Bari, in Via Lombardi 13


rendono il Palace Hotel l’albergo Tel 080.521.65.51
più prestigioso di Bari e-mail: info@palacehotelbari.it

Via Francesco Lombardi 13


70122 Bari
Tel. +39 080 52 165 51 Fax. +39 080 52 114 99
info@palacehotelbari.it
www.palacehotelbari.it

Era2000 59
w
i
n
e
f www.winefoodfestival.com Per informazioni: Ufficio Stampa
APT Servizi tel. 0541-430190
o
Autunno a Cesenatico: Il Pesce fa festa
o La città si trasforma in un grande ristorante, con cuochi che rendono protago- Il Raccontavino
d nista la gastronomia di pesce: un vero proprio "tripudio" al pesce di stagione, Correggio appartiene a pieno titolo all'Italia delle antiche cittadine ricche di
cotto e servito in tutte le salse. Nella suggestiva atmosfera dei vicoli dell'antico storia e di monumenti ma ancora trascurate dal turismo di massa. Ma oltre
f borgo e sul Porto Canale leonardesco saranno allestiti stand per assaggi e degu- ad essere un antico principato rinascimentale testimoniato da palazzi, chiese
e stazioni varie, dal fritto al cono nella risfoderata carta gialla, ai maccheroncini e opere d'arte, figura anche tra le capitali emiliane del lambrusco. Vanta la
fumanti, dagli spiedini alla brace al pesce al coccio. maggior superficie vitivinicola della provincia reggiana, la maggior densità di
s Dove: Cesenatico (FC) vigneti e la più alta produzione complessiva di vino. E non è solo una que-
t Quando: dal 29 Ottobre all'1 Novembre stione di quantità. I viticultori correggesi sono dei produttori capaci, preparati,
Info: IAT Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica aggiornati e tecnologicamente all'avanguardia. Il loro prodotto ha raggiunto,
i Email: iat@cesenatico.it Website: www.cesenatico.it/turismo specie negli ultimi anni, vette assolute di qualità e di notorietà internazionale.
v Tuttavia questa eccellenza non la si comprende senza fare riferimento a un
Fiera Nazionale del Tartufo bianco pregiato
mondo contadino ancora vitale al di là dei suoi esiti vitivinicoli più noti e
a Fiera del Tartufo Bianco di Sant'Agata Feltria.Giunta alla XXVI edizione, la commercializzati. Vi sono decine e decine di produttori contadini che il vino
l fiera Internazionale del Tartufo Bianco richiama numerosi estimatori (circa se lo fanno in casa e, al più, lo commercializzano in piccole quantità. "Raccon-
100.0000) del prelibato e profumatissimo tubero. Ipnotizzati dal carisma della tavino", che della Fiera di S. Luca costituisce il richiamo più originale, vuole
"trifola", le migliaia di visitatori troveranno anche quest'anno, accanto al ce- proprio mettere in luce questa ricchezza che non è solo produttiva ma anche
lebre tubero, tutti i prodotti autunnali che questa generosa terra appenninica culturale, nel senso più ampio del termine. Nella passata edizione sono state
w offre: funghi, castagne, miele, erbe officinali, prodotti della pastorizia e della 71 le aziende che hanno sottoposto a una qualificata giuria campioni delle
i agricoltura e, inoltre, manufatti dell'artigianato rurale ed artistico. L'accurata loro produzioni, nelle articolazioni tradizionali del rubino, rosso, rosato e con
selezione dei prodotti e delle specialità presenti in fiera sono garanzia di ge- la presenza anche di un bianco dolce, buono con la ciambella. Negli anni, a
n detta dei sommelier e degli enologi della giuria, la qualità si è elevata fino a far
nuinità e freschezza e fanno della manifestazione santagatese l'appuntamento
e autunnale più prestigioso del settore in Italia. Ma la fiera è anche momento dimenticare i limiti tradizionali che connotavano un tempo il prodotto "fatto
in casa" a testimonianza anche di avvenuti investimenti tecnologici. L'aspet-
f d'incontro per gustare le numerose specialità, a base di tartufo e funghi, tra le
to però più interessante per il pubblico non è tanto l'esito della gara in sè
più raffinate e squisite della cucina nazionale ed internazionale, anche grazie
o alla presenza di una struttura capace di contenere 600 posti a sedere al servizio
quanto la possibilità di degustare in piazza gli stessi vini contadini sottoposti
al concorso, ritrovando una dimensione del lambrusco che nessuna enoteca
o di quattro ristoranti. Le vie, le piazze, gli angoli più caratteristici dell'incante- riesce a soddisfare. Il calendario delle due giornate della fiera non si esaurisce
vole borgo medioevale di Sant'Agata Feltria, che si fregia del marchio "Città del
d nella presentazione del vino contadino ma si arricchisce di tutta una serie di
Tartufo", si riempiono di odori inebrianti ed esaltanti, vera delizia per i buon produzioni tipiche che vanno dalla "saba" al "savòr" ai salumi (per i quali vale
f gustai. Per tutta la durata della manifestazione si susseguiranno mostre di alto a Correggio la stessa duplice tipologia valida per il vino: da una parte illustri
e valore culturale; diversificate occasioni di intrattenimento e spettacoli vari. E’ marchi di valenza mondiale, dall'altra una ricca produzione contadina). Du-
possibile soggiornare in alberghi, bed & breakfast e agriturismi locali o tramite rante la festa, tra le altre iniziative, viene lavorato in piazza, a scopo didattico
s agenzie che utilizzano le strutture turistiche della Riviera di Rimini. e ricreativo, un maiale intero con tutte le fasi di lavorazione previste dall'ar-
t te norcina. Correggio per l'occasione della fiera esibisce tutta la sua grande
Dove: Sant'Agata Feltria (RN) tradizione museale e architettonica, aprendo le collezioni e ospitando eventi
i Quando: 3-10-17-24-31 Ottobre culturali di prestigio.
v Info: Pro Loco Sant'Agata Feltria
Dove: Correggio
a Email: info@prolocosantagatafeltria.com Website: www.santagatainfiera.com
Quando: 16 e 17 ottobre
Info:Ufficio Turistico U.I.T. di Correggio
l November Porc...speriamo ci sia la nebbia!
A novembre, nella terra di Verdi e Guareschi, si tiene la “Staffetta più golosa via Antonioli, 1/b
d’Italia” fra 4 città nei week end del mese di novembre: Il Mariolone più grosso Email: turismo@comune.correggio.re.it
w (Sissa); il Prete più Pesante (Polesine Parmense); lo Strolghino da Guinness (Zi- Rassegna gastronomica della Strada del Po
bello); la Cicciolata più Grande (Roccabianca). Accanto al Culatello di Zibello
i Dop la Strada del Culatello di Zibello propone una tavola imbandita con i
e dei Sapori della Bassa Piacentina
L'appuntamento con i sapori del territorio della Bassa Piacentina diventa sem-
n sapori tipici della Bassa parmense. Il comune di Sissa per il terzo anno offrirà pre più attraente: tra tradizioni antiche e gusti genuini i migliori ristoranti e
nella serata di venerdì 5 novembre ore 21,00 una gustosa anticipazione dei
e festeggiamenti con lo spettacolo dei maestri Martani e Medioli organizzato
agriturismi della Bassa offrono speciali menù stagionali per festeggiare insieme
l'arrivo dell'inverno.
f presso il cinema di Sissa. Il 7/8 novembre 2009 sarà ancora una volta Sissa ad
Dove: varie località della Bassa Piacentina
aprire la ottava edizione di NOVEMBER PORC ... speriamo ci sia la nebbia!.
o Al sabato, si aprono i mercati, con prodotti biologici naturali, pesce, i prodotti
Quando: dal 15 Ottobre all'8 Dicembre
o tipici del grande fiume, la migliore salumeria italiana, infusi, spezie e distillati
e gli stand gastronomici. Info: Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina - CTS Piacenza
d Ad arricchire le giornate, intrattenimenti per tutti (da gruppi musicali folk- Tel.+39 0523.716968Fax +39 0523.462990 E-mail: info@stradadelpo.it
f loristici a preparazione di specialità) spazi e animazione per i più piccoli e Website: www.stradadelpo.it
divertimento per gli adulti, senza trascurare il classico "tiro al salame".
e Tipici dop in festa
Emozioni, sapori, incontri, mercati, eventi, degustazioni, menu balsamici, visi-
s Dove: Sissa, Polesine Parmense, Zibello, Roccabianca (PR). te guidate, corsi di cucina dedicati a 4 prodotti DOP (ABTM, LAMBRUSCO,
t Quando: tutti i fine settimana di Novembre PARMIGIANO REGGIANO, PROSCIUTTO DI MODENA) della tradizione
Info e programma dettagliato: Ass. Strada del Culatello di Zibello gastronomica modenese.
i email: info@stradadelculatello.it
v Email: comacchio.iat@comune.comacchio.fe.it
Dove: Carpi (MO)
Web site: www.turismocomacchio.it www.novemberporc.com
a 60 ERA2000 www.stradadelculatello.it
Quando: dall'1 al 17 Ottobre 2010
email: info.tipiciinfesta@carpidiem.it www.carpidiem.it/tipiciinfesta
l
turistici
Itineraried enogastronomici
di Grato Viaggi e Vacanze di Foligno 0742 35.15.15

3 giorno: TRADIZIONI
1 giorno: UMBRIA CONTADINE ED ARTISTICHE
Arrivo in Umbria nel primo pomeriggio, sistemazione Colazione in albergo. Partenza per Corciano e visita al
nelle camere riservate. Visione del programma dei giorni museo di arte contadina, fondato nel 1976 dalla Pro
successivi. Drink di benvenuto, cena e pernottamento. Loco, č allestito in una tipica abitazione e comprende
quattro ambienti che caratterizzavano la casa contadi-
2 giorno: na: la cucina, la camera da letto, il granaio e il fondo-
IL MULINO DI VALENTINO stalla in ognuno ci sono attrezzi, mobili e suppellettili
autentici usati fino all'insorgere del Museo della Casa
E IL FRANTOIO TEGA contadina. Pranzo libero. Pomeriggio sosta a Torgiano
Colazione in albergo e partenza per Valtopina. In questa
ammireremo il museo del Vino inaugurato nel 1974 e
gola il corso d'acqua dell'Anna riceve le acque di altri
del museo dell'Olio inaugurato nel 2000 raccogliendo
torrenti ed il paesaggio č particolarmente integro, con il
le varie tecniche e lavorazione e conservazione sia per
laghetto della raccolta dell'acqua, il mulino, l'aia con il
il vino sia per l'olio. Nati a supporto dell'attivita delle
pagliaio. Il mulino fu costruito nel 1861 e da allora ben
cantine a Torgiano è oggi un punto di riferimento ed
poche variazioni sono state apportate alla costruzione
attrazione per esperte e giovanissimi. Proseguimneto per
ed all'ambiente circostante. Il mulino di Valentino o di
Deruta e visita di una fabbrica di Maioliche e del museo
Buccilli č uno dei pochi mulini ad acqua ancora funzio-
che racchiude e raccoglie numerosi reperti di lavorazio-
nante. I proprietari da anni si dedicano alla pulitura ed
ne e prodotti tipici di Deruta. Rientro in hotel cena e
alla macinazione del grano; sono abituati alla visita di
pernottamento.
turisti, soddisfano la loro curiositŕ mostrando le varie
fasi della molitura, appagano il loro gusto ed olfatto 4 Giorno:
cuocendo nel forno il pane preparato in casa secondo MUSEO DEL CIOCCOLATO
il metodo tradizionale e con la farina appena macina- Colazione in albergo e partenza per la visita del Museo
ta. Pranzo libero. Pomeriggio visita di un frantoio. La della cioccolata a Perugia presso la perugiana.
famiglia Tega affonda le sue radici nella lunga tradizio- Il Museo Storico Perugina nasce nel 1997, in occasione
ne dei mastri frantoiani del Seicento. Nel suo frantoio del 90° anniversario della fondazione dell'azienda. La
che conserva la struttura originaria del XV secolo, Luigi grande disponibilitŕ di materiale aziendale e il desiderio
Tega omonimo del fondatore dell'azienda produce un di celebrare un compleanno tanto importante avevano
olio raro e prezioso, ottenuto dalla frangitura di olive di portato Nestlé a creare il museo. L'archivio Storico Peru-
varietŕ Moraiolo, Leccino e Frantoiano. Gli olivi secolari gina rappresenta uno dei piů ampi Archivi d'impresa. La
di Moraiolo si possono ammirare in localitŕ Belfiore, a sua creazione risale agli anni '70 a seguito di un concor-
circa due chilomertri dalla sede aziendale di Luigi Tega, so, indetto da Universitŕ e Ministero dei Beni Culturali,
una struttura recentemente ristrutturata che accoglie il rivolto alle aziende che meglio avessero saputo rappre-
frantoio e una sala degustazione. Rientro in hotel cena sentare il Made in Italy: Perugina si qualificň grazie al Ba-
e pernottamento cio. Oggi, il Museo Storico Perugina č passato dall'essere
custode all'essere produttore di cultura e con i suoi oltre
60.000 visitatori annui č il secondo museo d'impresa ita-
liano, secondo solo a quello della Ferrari.

Era2000 61
Da più di 20 anni, la Vetreria Perugina
è specializzata nella lavorazione e nella posa
in opera di qualsiasi vetro per l’edilizia
industriale. L’esperienza pluriennale del
personale altamente qualificato, rende la
vetreria in grado di realizzare qualsiasi
progetto industriale, interfacciandosi con
disponibilità e competenza, con i progettisti e
le loro esigenze. I nostri vetri atermici
vengono sempre progettati nel fedele
rispetto delle leggi vigenti in materia ed in
base a studi condotti sulle richieste, i risultati
per l’acustica, la riflettenza e
la bassa emissività.

Zona Ind.le Via della Tecnica - Perugia Ponte San Giovanni - Tel 075.39.41.56 www.vetreriaperugina.com
62 ERA2000
M croScopio
Mensile Medico Scientifico

omeopatia
benessere
cosmesimedicina
chirurgia
nutraceutica
www.microscopionline.it

Era2000 63

EDITORE
evento istituzionale del 14 novembre 2011

www.era2000online.net

alla scoperta degli eventi più belli


della nostra Italia

Cantine Calici Benvenuta San Martino Natale


Aperte di Stelle Vendemmia in Cantina in Cantina
(maggio) (agosto) (settembre) (novembre) (dicembre)
64 ERA2000