Sei sulla pagina 1di 26

Emma Perrotta e Marina Brignola

Giocare con
le parole
Training fonologico per parlare
meglio e prepararsi
a scrivere

Guida
Editing e progettazione
Francesca Cretti
Sviluppo software
Adriano Costa
Coordinamento tecnico
Matteo Adami
Grafica, illustrazioni e animazioni
Riccardo Beatrici
Federica Bordoni
Elaborazione grafica
Riccardo Beatrici
Tania Osele
Testing
Serena Larentis
Audio
Jinglebell Communication
Musiche
Simone Bordin
Immagine di copertina
Riccardo Beatrici
Fotocomposizione e packaging
Tania Osele
Ristampe
dicembre 2007, novembre 2008, novembre 2009

Arca Database Xtra(tm) (c) Tabuleiro Prod. Ltda 2003-2005


All Rights Reserved
Xtra is a trademark of Macromedia, Inc.

© 2007 Edizioni Erickson


Via del Pioppeto 24 – 38121 Trento
tel. 0461 950690 – fax 0461 950698
www.erickson.it – info@erickson.it

Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione con qualsiasi mezzo effettuata,


se non previa autorizzazione dell’Editore.
Emma Perrotta e Marina Brignola

Giocare
con le parole
Training fonologico per parlare meglio
e prepararsi a scrivere
E m m a P e r r o t ta
Laureata in logopedia, lavora dal 1983 presso la ASL 3 «Genovese». Si occupa
di prevenzione, abilitazione e riabilitazione del linguaggio in età evolutiva, di
prevenzione e recupero dei disturbi specifici di apprendimento della lettura e della
scrittura. Collabora a programmi di formazione e consulenza per scuole materne ed
elementari.

Marina Brignola
Psicologa e pedagogista, opera dal 1978 presso i Servizi territoriali della USL 3
di Genova e si occupa di prevenzione, di valutazione diagnostica e recupero dei
disturbi cognitivi e dei disturbi specifici di apprendimento. Collabora a programmi
di formazione e consulenza per scuole materne ed elementari.
INDICE

Installazione e avvio del CD-ROM p. 6

Introduzione
a cura delle autrici p. 7

Guida alla navigazione p. 11


Login p. 11
Menu p. 12
Tasti di scelta rapida p. 13
Gioca con le sillabe p. 13
Gioca con i fonemi p. 17
Gioca con le parole p. 19

Guida al gestionale p. 23
Menu p. 23
Statistiche p. 24
Grafico p. 24
Opzioni p. 24
Installazione e avvio del CD-ROM
Per usare il CD-ROM su computer Windows, assicurarsi che la propria
macchina soddisfi i requisiti di sistema riportati in copertina.
Avvio automatico
1. Inserite il CD-ROM nell’apposito lettore.
2. Non premete nessun tasto. Il programma partirà automaticamente (il
tempo medio è di 25 secondi).
Avvio manuale
1. Inserite il CD-ROM nell’apposito lettore.
2. Cliccate su Start/Avvio.
3. Cliccate su Esegui.
4. Digitate D:\AVVIOCD.EXE (dove D indica la lettera dell’unità CD-
ROM) e premete «Ok». In alternativa, premete il pulsante «Sfoglia»,
scegliete l’unità CD-ROM nel campo «Cerca in» e fate doppio clic sul
file «AvvioCD».
5. Passate alle voce «Installazione del programma».
Installazione del programma
Con i sistemi operativi Windows XP o Windows Vista è possibile installare
l’applicazione in due modalità:
1. L’applicazione può essere installata e utilizzata da tutti gli utenti che
accedono al computer. Per poter fare questo tipo di installazione, l’utente
deve avere i diritti di amministratore.
2. L’applicazione può essere installata e utilizzata da un solo utente.
L’installazione del programma può essere di due tipi:
– installazione automatica, ovvero il programma si autoinstalla;
– installazione personalizzata, in cui l’utente può scegliere la cartella in cui
installare il programma.
Con Windows Vista all’inserimento del CD-ROM potrebbe comparire una
finestra denominata «Controllo dell’account utente» che chiede conferma
prima di installare il programma. Selezionare l’opzione «Consenti». A que-
sto punto partirà l’installazione Erickson. Se non disponete di un account
utente con privilegi di amministratore prima di proseguire verrà chiesto
di inserire la password di amministratore. Se non disponete di questa
password non sarà possibile proseguire con l’installazione.
Leggimi
Per ulteriori informazioni, consultare il file «Leggimi» presente nella fine-
stra di avvio o visualizzarlo, cliccando su «Risorse del computer», cliccare
l’icona CD-ROM, dal menu «File», selezionare la voce «Esplora», fare
doppio clic sul file «Leggimi».

6 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Introduzione
a cura delle autrici
Presentiamo in questo CD-ROM un completo e graduale training
fonologico che permette al bambino di avvicinarsi alla capacità di
riflettere sull’aspetto sonoro della nostra lingua e a riconoscere i suoni
che compongono le parole.
Molti studi hanno infatti analizzato il rapporto di reciproca influenza
tra linguaggio orale e scritto e si è dimostrata ampia correlazione tra
sensibilità e competenza metafonologica in epoca prescolare e successo
nelle prime fasi dell’alfabetizzazione.
Le competenze metafonologiche rendono possibile individuare, di-
stinguere, analizzare e confrontare i suoni che compongono le parole e
favoriranno molto il bambino quando verrà a contatto con la loro veste
grafica, le lettere, e quindi con la parola scritta.
Le ricerche di molti autori hanno dimostrato che «le conoscenze
linguistiche giocano un ruolo centrale nel determinare le modalità
e l’efficienza dell’apprendimento. Il bambino si avvicina alla lettura
attraverso un processo attivo di manipolazione e trasformazione del
proprio linguaggio orale» prima di acquisire il codice scritto (Fabrizi,
Sechi e Levi, 1991, p. 196).
Sarebbe pertanto utile che un accurato training fonologico, complemen-
tare alla presentazione dei grafemi, preceda e accompagni le prime fasi
della alfabetizzazione nella prima classe della scuola primaria. «Un
lavoro sistematico sui suoni può avvenire già a livello orale, dunque
può essere svolto già nella scuola dell’infanzia, oppure a casa come
gioco con i genitori o infine nel primo periodo della scuola primaria.»
(Celi, Alberti e Laganà, 1996, p. 48)
Alcuni bambini possono essere portati più di altri a sviluppare le
abilità metalinguistiche: esattamente come alcuni bambini sono più
abili di altri nella motricità, nel disegno, nel canto, altri stentano ad
apprendere il meccanismo di analisi e sintesi fonologica e incontrano
maggiori difficoltà nell’approccio alla lingua scritta.
Le attività di prevenzione rivolte alla generalità dei bambini portano ad
anticipare e a potenziare queste competenze e ad individuare precoce-
mente eventuali bambini a rischio di difficoltà di apprendimento della
letto-scrittura. Il training fonologico acquista perciò un’importanza fon-
damentale nella prevenzione dei Disturbi Specifici di Apprendimento
(DSA - dislessia e disortografia).
Nella prima alfabetizzazione il bambino disortografico, per esempio,
può essere capace di riconoscere e riprodurre le lettere, ma può essere
in difficoltà nel riconoscere i suoni/fonemi all’interno delle parole e
non riesce a comprendere la loro corretta sequenza.

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 7


Analoghe difficoltà incontrerà nella lettura alle prese con la sintesi o
la fusione fonetica e sillabica.
Inoltre, se «numerosissime ricerche cliniche e sperimentali confer-
mano una forte correlazione tra difficoltà di linguaggio e difficoltà di
apprendimento» (Fabrizi, Sechi e Levi, 1991, p. 197), si deduce la
grande importanza di integrare il trattamento logopedico con un training
metafonologico più generale.
La riabilitazione logopedica, mirata alla correzione di una o più disla-
lie, porta il bambino a riflettere sul singolo fonema. Questa riflessione
metafonologica viene spesso estesa ad altri aspetti morfologici del
linguaggio e può facilmente indurre il bambino a correggere sponta-
neamente anche altre semplificazioni eventualmente presenti.
Indicazioni metodologiche
Questo CD-ROM è la versione software del quaderno operativo Giocare
con le parole (Erickson, 2000) ed è una proposta di attività per tutti
che nasce dall’esperienza di trattamento riabilitativo di bambini con
ritardo nello sviluppo del linguaggio e di coloro che hanno incontrato
difficoltà nelle prime fasi di acquisizione della scrittura e della lettura,
e vuole essere un aiuto pratico agli insegnanti, ai terapisti e ai genitori
in diversi contesti:
• nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria, durante le prime
fasi del normale percorso di alfabetizzazione, per potenziare e
affinare le competenze fonologiche e metafonologiche, facilitando
l’approccio alla lingua scritta e prevenendo l’insorgenza di DSA. Il
training fonologico può altresì offrire un ottimo spunto di lavoro per la
continuità didattica tra la scuola dell’infanzia e la scuola primaria;
• nella scuola primaria, sia nell’ambito del sostegno scolastico a bam-
bini più grandi con deficit cognitivo per affiancare la presentazione
della lingua scritta, sia nell’ambito del recupero dei Disturbi Specifici
di Apprendimento;
• in ambito ambulatoriale come integrazione al trattamento logopedico
dei bambini con disturbo del linguaggio e/o al trattamento dei bam-
bini con Disturbo Specifico di Apprendimento.
Le diverse potenzialità dello strumento multimediale hanno permesso
di offrire una grande quantità di giochi dimostrativi – sezioni «Ascolta
e Rifletti» – che conducono a sperimentare le varie attività, graduando
e personalizzando il percorso di ogni bambino, rispettandone i tempi
senza fretta di passare allo svolgimento degli esercizi e quindi alla
verifica degli apprendimenti.
Infatti spesso si chiede di svolgere una attività per esercitarla e verifi-
carne le abilità, dando per scontato che il bambino sia già competente:
sembra invece più importante dimostrare la proposta presentandola

8 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


con molte esemplificazioni dando così l’opportunità e il tempo di
apprendere utilizzando anche l’imitazione e la generalizzazione di ciò
che ha appreso.
Le sezioni sono organizzate per condurre il bambino a:
• riconoscere la forma delle parole, differenziandole tra lunghe e
corte;
• riflettere e riconoscere suoni (sillabe/pezzetti e fonemi) posti all’inizio
e alla fine delle parole;
• riconoscere la somiglianza fonetica tra due parole in rima;
• differenziare tutti i suoni che compongono le parole della nostra
lingua;
• giocare con le parole e scoprire divertendosi che una piccola differen-
za «sonora» può cambiare completamente il significato di due parole
e trasformare per esempio una «pallina» in «gallina», un «pidocchio»
in «pinocchio», un «buco» in un «bruco» o uno «struzzo» in uno
«spruzzo».
L’utente può seguire liberamente un percorso scegliendo autonoma-
mente le attività da svolgere, anche se è consigliabile seguire l’ordine
delle proposte. Esse infatti prevedono una gradualità che permette di
acquisire progressivamente la capacità di riflessione sui suoni.
Sono state utilizzate moltissime parole con l’intento di offrire l’oppor-
tunità al bambino di ampliare il proprio patrimonio lessicale.
Nello sviluppo del lavoro abbiamo ritenuto utile accompagnare alcune
delle proposte con la presentazione scritta delle lettere corrispondenti
per non far perdere l’opportunità a chi fosse già pronto, anche alla
scuola dell’infanzia, di avvicinarsi alla loro veste grafica. Se per alcuni
ciò fosse prematuro, non si farà che ignorare le lettere scritte.
Nell’utilizzare il software nella scuola primaria è invece indispensabile
accompagnare la riflessione sui suoni della lingua con la presentazione
dei grafemi.
Tutte le attività sono presentate sotto forma di giochi linguistici parti-
colarmente accattivanti e adatti a rendere più spontanea, semplice e
divertente la riflessione sulla lingua.

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 9


Bibliografia
Celi F., Alberti C. e Laganà M.C. (1996), Avviamento alla lettura,
Trento, Erickson.
Fabrizi A., Sechi E. e Levi G. (1991), I problemi del linguaggio. In
C. Cornoldi (a cura di), I disturbi dell’apprendimento, Bologna, Il
Mulino.
Iozzino R. (1999), La consapevolezza fonetica per la prevenzione e
l’intervento precoce nella dislessia, Atti del Convegno «La dislessia
evolutiva», Montecatini Terme.
Perrotta E. e Brignola M. (2000), Giocare con le parole, Trento,
Erickson.
Pinto G. (1993), Dal linguaggio orale alla lingua scritta, Milano, La
Nuova Italia.
Stella G. e Pippo J. (1989), Le difficoltà di apprendimento della lettura
e della scrittura, Parte 1°- La scrittura, Padova, Edizioni Moderne.
Stella G. e Biancardi A. (1989), Le difficoltà di apprendimento della
lettura e della scrittura, Parte 3°- Il laboratorio linguistico per un’at-
tività di recupero, Padova, Edizioni Moderne.
Tressoldi P., Vio C. e Maschietto D. (1989), Valore predittivo della
consapevolezza fonetica sul livello di lettura e scrittura nel primo anno
di scuola elementare, «Giornale Italiano di Psicologia», vol. 16, n.
2, pp. 279-292.
Tressoldi P. (1991), I disturbi strumentali di lettura e scrittura. In C. Cor-
noldi (a cura di), I disturbi di apprendimento, Bologna, Il Mulino.
Tressoldi P. e Vio C. (1996), Diagnosi dei disturbi dell’apprendimento
scolastico, Trento, Erickson.

10 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Guida alla navigazione
Login
Per accedere al programma è necessario innanzitutto registrarsi con un
nome. Il bambino deve scrivere il proprio nome nell’apposito riquadro
o selezionarlo dalla lista dei nomi. Per scorrerla si possono usare le
due frecce a lato. Quindi deve cliccare il cartello «Vai» per entrare nel
programma e iniziare le attività. Per attivare le vignette contenenti le
istruzioni scritte, basta cliccare sul foglietto «Attiva istruzioni scritte»
e per disattivarle è sufficiente cliccare «Disattiva istruzioni scritte».
Per continuare la lettura dei testi, si deve cliccare con il mouse sulle
vignette. Per uscire dal programma, si clicca sul pulsante «Esci» in
alto a destra e confermare («Sì»). Per accedere alla parte gestionale
contenente le statistiche e le opzioni (attivazione di default delle
istruzioni scritte e attivazione di default dell’attestato), è necessario
cliccare sul pulsante «Gestionale».
Per visualizzare la guida breve e la guida estesa, si deve cliccare sulla
palla di neve «Guida».
Login: registrazione di un nuovo utente

Digita il tuo nome Clicca sul cartello Clicca sul cartello


o selezionalo per entrare nel per vedere le
dalla lista menu istruzioni scritte

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 11


Menu
Dopo aver inserito o selezionato il proprio nome nel login e cliccato sul
cartello «Vai», si accede tra i ghiacci (menu principale) del simpatico
pinguino Paolino, dove sono presenti gli elementi di accesso alle sezioni
del programma e alle altre funzioni di navigazione:
a) Cartelli di legno:
1. Gioca con le sillabe;
2. Gioca con i fonemi;
3. Gioca con le parole.
Al clic su ciascuno di essi, si accede all’elenco dettagliato delle attività
di ascolto («Ascolta e rifletti») e degli esercizi, con la segnalazione
di quelli già svolti. Dall’elenco è possibile scegliere da dove iniziare.
b) La bussola
Al clic sulla bussola il bambino può riprendere il suo lavoro diretta-
mente dall’ultima attività svolta nella sessione precedente.
c) Il salvagente
Al clic sul salvagente viene visualizzata la spiegazione dei pulsanti
per la navigazione nelle videate.
Menu: scelta delle attività

3 sezioni Bussola Aiuti Attestato Esci

12 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


d) L’attestato
Allo svolgimento del 100% delle attività di tutte le sezioni verrà attivato
l’attestato che apparirà dal buco nel ghiaccio.
Nella parte gestionale è comunque possibile selezionare l’opzione che lo
rende liberamente accessibile in qualunque momento della navigazio-
ne. L’attestato, personalizzato per ogni utente, può essere stampato.
e) Pulsante «X»
Al clic sul pulsante «X» si ritorna alla videata del login.
Tasti di scelta rapida
Il programma consente agli utenti di utilizzare una combi-
nazione di tasti in alternativa al clic del mouse sui pulsanti
presenti nelle videate.

FUNZIONI DEL PROGRAMMA/PULSANTI COMBINAZIONE DI TASTI


Generali
Audio istruzioni Ctrl + Barra spaziatrice
Esci/Chiudi Ctrl + x
Stampa F10
Guida/informazioni utili F1
Login
Entra Invio
Seleziona utente Frecce alto/basso
Gestionale Ctrl + o
Menu
Ultimo svolto Ctrl + u
Attestato Ctrl + a
Lista esercizi
Scrolla testo su/giù Frecce alto/basso
Esercizi
Scorri videata Ctrl + Frecce avanti/indietro
Gestionale
Stampa F10
Guida/informazioni utili F1
Esci/chiudi Ctrl + x

Sezione 1: Gioca con le sillabe


In questa sezione viene affrontato il lavoro sulle sillabe attraverso
attività di ascolto e ripetizione ed esercizi individuali.

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 13


La sillaba è infatti la prima unità fonetica che i bambini anche spon-
taneamente arrivano ad isolare. In questo lavoro la divisione in sillabe
non segue rigidamente le regole grammaticali, ma segue la spontanea
scansione orale del bambino prelettore (es. il bambino prelettore dice:
«ca-ppo-tto» e non «cap-pot-to»).
La sezione inizia con esercizi sulla lunghezza delle parole, in modo
che il bambino familiarizzi con le parole corte, brevi e lunghe. Ciò è
molto utile ai bambini che ancora non differenziano il significato dal
significante (l’oggetto dalla parola).
Ascolta e rifletti 1
Al clic sul corno vengono pronunciate, sia per intero che sillabate,
parole bisillabe, trisillabe e quadrisillabe, e il bambino, oltre ad
ascoltare l’audio, può seguire i salti del granchio Ciro sui blocchi di
ghiaccio, in base al numero di sillabe di ciascuna parola. Al clic sulla
leva si ascoltano altre parole della stessa lunghezza, mentre al clic
sulla freccia si passa alle parole trisillabe e quadrisillabe.
1.1. Individua la lunghezza delle parole
Si ascolta la pronuncia delle parole e si clicca sul blocco di ghiaccio
corretto a seconda se la parola ha 2, 3 o 4 sillabe. Le videate totali
sono 60. È possibile riascoltare le parole sillabate.
1.2. Raggruppa le parole in base alla loro lunghezza
Si scorrono 12 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, e si trascinano
nella colonna corretta a seconda se le parole sono bisillabe, trisillabe
o quadrisillabe. Le videate sono 15.
Vengono proposti poi degli esercizi sulla parte iniziale di parola.
Ascolta e rifletti 2
Vengono presentate tutte le consonanti dell’alfabeto e al clic su ciascuna
si visualizza la consonante con ciascuna vocale, con 4 immagini di
esempio e rispettivo audio. Il supporto iconico facilita nei bambini la
memorizzazione della parte iniziale di parola.
1.3. Scegli una parola fra 2, data la sillaba iniziale
Al clic sul corno si sente il suono a cui deve corrispondere il suono
iniziale di una delle due immagini (con audio) proposte. Le videate
sono 45.
1.4. Scegli una parola fra 3, data la sillaba iniziale
Al clic sul corno si sente il suono a cui deve corrispondere il suono
iniziale di una delle tre immagini (con audio) proposte. Le videate
sono 45.

14 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Ascolta e rifletti su tutte le sillabe

1.5. Scegli le parole con la sillaba iniziale uguale


Si devono cliccare le 4 immagini (su 6) il cui suono iniziale corrisponde
al modello proposto. Le videate sono 30.

Raggruppa le parole in base alla sillaba iniziale

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 15


1.6. Raggruppa le parole in base alla sillaba iniziale
Si scorrono 10 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, e si trasci-
nano nella colonna corretta in base alla sillaba iniziale. Le videate
sono 15.
1.7. Trova la parola con la sillaba iniziale diversa
Si deve cliccare l’unica immagine (su 6) la cui sillaba iniziale è diversa
dalle altre. Le videate sono 15.
1.8. Scrivi tu!
In questo esercizio il bambino viene invitato a scrivere un elenco di
parole (fino a 20) che iniziano con la sillaba proposta (per un totale
di 20 videate). Il controllo di quanto scritto sarà svolto dall’adulto. È
possibile stampare la videata cliccando sulla stampante.
Nell’ultima parte della prima sezione viene proposto un lavoro sulle
rime, quindi sulla parte finale di parola.
Ascolta e rifletti 3
Vengono proposte delle immagini con audio in rima e il bambino viene
invitato a riflettere e a pensare ad altre parole di sua conoscenza con
le stesse caratteristiche.
1.9. Raggruppa le parole in base alla rima
Si scorrono 10 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, e si trascinano
nella colonna corretta in base alla stessa rima. Le videate sono 15.

Scrivi parole con la sillaba proposta

16 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


1.10. Costruisci frasi in rima
Viene presentata un’immagine a cui si deve accostare un’altra immagine
(tra 2 opzioni) che faccia rima. Si udirà la frase completa.
1.11. Scrivi tu!
Qui il bambino viene invitato a scrivere un elenco di parole che terminano
con la sillaba proposta (per un totale di 5 videate). Il controllo di quanto
scritto sarà svolto dall’adulto. È possibile stampare la videata cliccando
sulla stampante.
Sezione 2: Gioca con i fonemi
In questa sezione viene affrontato il lavoro sui fonemi, cioè sull’unità
minima delle parole, anche qui con attività in cui i disegni di oggetti
familiari sono di grande aiuto per la memorizzazione.
Ascolta e rifletti 1
La sezione inizia con un’attività di ascolto in cui viene mostrata la
forma della bocca nell’atto di pronunciare tutti i fonemi (6 videate). In
tal modo è più facile spiegare come deve essere emesso il suono anche
in caso di riabilitazione logopedica.
Ascolta e rifletti 2
Sulla videata sono presenti tutte le lettere dell’alfabeto con un’immagine
significativa. Al clic si ascolta l’audio del fonema e dell’immagine, che
il bambino è invitato ad apprendere.
Ascolta e rifletti sui fonemi della lingua italiana

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 17


Nella seconda parte della sezione gli esercizi proposti riguardano nello
specifico il fonema iniziale.
Ascolta e rifletti su ciascun fonema

Ascolta e rifletti 3
Al clic su ciascun fonema si visualizza la faccia del bambino che lo
pronuncia e 6 immagini che iniziano con quel fonema (con audio).
2.1. Scegli una parola fra 3, dato il fonema iniziale
Al clic sul corno si sente il suono del fonema raffigurato, a cui deve
corrispondere il suono iniziale di una delle 3 immagini (con audio)
proposte. Le videate sono 22.
2.2. Scegli due parole fra 3, dato il fonema iniziale
Al clic sul corno si sente il suono del fonema raffigurato, a cui deve
corrispondere il suono iniziale di due delle 3 immagini (con audio)
proposte. Le videate sono 22.
2.3. Raggruppa le parole in base al fonema iniziale
Si scorrono 12 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, e si trascinano
nella colonna corretta in base al fonema iniziale. Le videate sono 10,
proposte random.
2.4. Trova la parola con il fonema iniziale diverso
Si deve cliccare l’unica immagine (su 6) il cui fonema iniziale è diverso
dagli altri. Le videate sono 16.

18 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


2.5. Scrivi tu!
Il bambino viene invitato a scrivere il suo nome e altri nomi propri che
iniziano con lo stesso fonema. Il controllo di quanto scritto sarà svolto
dall’adulto. È possibile stampare la videata cliccando sulla stampante.
2.6. Scrivi tu!
Qui il bambino deve completare una serie di frasi riferite a degli ani-
mali, scrivendo un nome proprio per l’animale e un aggettivo a piacere
che inizino con lo stesso fonema. Il controllo di quanto scritto sarà
svolto dall’adulto. Sono presenti due esercizi per videata e le videate
totali sono 25.
Scegli la parola con il fonema iniziale proposto

Sezione 3: Gioca con le parole


In questa sezione vengono presentati esercizi di analisi e confronto
di parole composte, di parole omofone e omografe ma con significati
diversi, di parole simili tranne per un fonema iniziale o interno alla
parola, per concludere con dei giochi linguistici di consolidamento.
Ascolta e rifletti 1
In questa videata vengono spiegate con degli esempi le parole composte
(es. pesce + cane = pescecane), in modo che il bambino possa riflettere
e provare a ripetere.

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 19


Ascolta e rifletti sulle parole composte

3.1. Crea parole composte


Appaiono 4 immagini (con audio) che devono essere associate a 2 a
2 per formare altre 2 parole composte di significato completamente
diverso. Le videate in tutto sono 13.
Cambia il fonema iniziale della parola

20 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Ascolta e rifletti 2
In questa vengono mostrate delle parole che sono scritte allo stesso
modo ma che hanno 2 significati diversi (es. amo).
3.2. Associa parole uguali con significati diversi
Il bambino deve collegare a una parola le 2 immagini corrispondenti,
osservando che a un’unica parola possono corrispondere 2 significati
completamente diversi. Le videate sono 9.
Ascolta e rifletti 3
Qui vengono presentate delle parole uguali tranne per il fonema iniziale
che è diverso (es. porta-torta).
3.3. Cambia il fonema iniziale della parola
Appaiono 6 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, che devono es-
sere trascinate a 2 a 2 in modo che le parole uguali ma con il fonema
iniziale diverso siano vicine. Le videate sono 10.
Ascolta e rifletti 4
Qui vengono presentate delle parole uguali tranne per un fonema
all’interno della parola che è diverso (es. sole-sale).
3.4 Cambia un fonema all’interno della parola
Appaiono 6 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, che devono es-
sere trascinate a 2 a 2 in modo che le parole uguali ma con un fonema
diverso all’interno siano vicine. Le videate sono 10.
Ascolta e rifletti 5
Qui vengono presentate delle parole uguali tranne per un fonema in
più all’inizio della parola (es. oca-foca).
3.5 Aggiungi un fonema all’inizio della parola
Appaiono 6 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, che devono essere
trascinate a 2 a 2 in modo che le parole uguali tranne per un fonema
in più all’inizio di parola siano vicine. Le videate sono 7.
Ascolta e rifletti 6
Qui vengono presentate delle parole uguali tranne per un fonema in
più all’interno della parola (es. foca-forca).
3.6 Aggiungi un fonema all’interno della parola
Appaiono 6 immagini, di cui si può ascoltare l’audio, che devono essere
trascinate a 2 a 2 in modo che le parole uguali tranne per un fonema
in più all’interno di parola siano vicine. Le videate sono 8.

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 21


3.7 Costruisci trenini di parole
Vengono presentate 7 immagini che vanno trascinate in sequenza
nei riquadri corretti in modo da formare un trenino. Ciascuna parola
inserita deve iniziare con la sillaba finale della parola precedente nel
trenino. Le videate sono 15.
3.8 Risolvi i rebus!
Qui si tratta di associare a 2 a 2 le immagini proposte in modo da forma-
re una nuova parola che però ha un significato completamente diverso.
Si devono risolvere 2 rebus per videata. Le videate totali sono 10.
Costruisci trenini di parole

22 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Guida al gestionale
Menu
Comprende l’elenco degli utenti e i pulsanti per accedere alla videata
delle statistiche e delle opzioni.
Utenti: viene visualizzato l’elenco degli utenti, che si può scorrere con
la barra o le frecce verticali a lato. Per aggiungere un nuovo utente alla
lista, si clicca il tasto + e si digita il nuovo nome. Per cancellare un
utente dalla lista, si seleziona il nome e si clicca il tasto -, confermando
poi l’eliminazione.
Archivia: questo pulsante permette di fare il backup del database
utenti, ovvero di salvare tutti i dati (punteggi, statistiche, personaliz-
zati) relativi agli utenti, nella cartella di installazione del programma
(normalmente C:\Programmi\Erickson\).
Ripristina: questo pulsante permette di recuperare i dati relativi agli
utenti salvati precedentemente tramite il pulsante «archivia». I dati
del database ripristinato sostituiranno quelli presenti nel programma.
La cartella viene proposta automaticamente dal programma, ma è
possibile anche selezionare una cartella qualsiasi.
Password: per proteggere l’accesso ai dati è opportuno inserire una
password cliccando sul pulsante «password». Dopo aver digitato una

Menu principale del gestionale

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 23


password, viene richiesto di riscriverla per confermarla. Al successivo
rientro nella parte gestionale, il programma chiederà automaticamente
di inserire la password. Dopo 3 tentativi sbagliati, la videata si chiude
e si ritorna la login. Si consiglia di scrivere la password su un foglio o
su un quaderno per non rischiare di dimenticarla. Per cambiare pas-
sword bisogna cliccare sul pulsante «cambia password» e scriverne
una nuova.
Statistiche, Opzioni: per visualizzare le statistiche relative a ogni singolo
utente o scegliere le opzioni, si deve selezionare il nome dell’utente e
cliccare sul rispettivo pulsante («statistiche», «opzioni»).
Pulsante X: cliccare la «X» in alto a destra per uscire dalla parte
gestionale e tornare al login.
Statistiche
La parte relativa alle statistiche contiene:
– il nome dello studente selezionato;
– l’elenco delle 3 sezioni presenti nel CD-ROM (Gioca con le sillabe,
Gioca con i fonemi, Gioca con le parole);
– al clic su ogni sezione appare l’elenco degli esercizi svolti, con ri-
spettiva data di svolgimento, numero degli esercizi svolti sul totale,
media del numero delle mosse ed eventuale grafico da visualizzare.
Se il titolo della verifica appare scritto in blu significa che, cliccan-
doci sopra, si visualizzano i risultati fino alle ultime 5 sessioni svolte
partendo dalla più recente.
Stampa: cliccare il pulsante verde con la stampante per stampare la
videata.
Grafico
Al clic sul pulsante «lente» nelle statistiche si accede alla videata
contenente il diagramma cartesiano dell’esercizio corrispondente, dove
viene visualizzato il numero degli errori commessi (asse delle ordinate)
in ogni videata (asse delle ascisse).
È possibile scorrere il grafico cliccando sulla barra o sulle frecce
sottostanti. È anche possibile stamparlo.
Opzioni
Nella parte relativa alle opzioni sono disponibili le seguenti funzioni
(clic con il mouse sul quadratino corrispondente):
Attiva istruzioni scritte: consente di attivare, in particolare per gli utenti
con problemi di ipoacusia o sordità, le istruzioni scritte (ovvero le nuvo-
lette contenenti le spiegazioni scritte di quello che l’utente può o deve

24 © 2007, Giocare con le parole, Erickson


Esempio di grafico di un esercizio

fare nelle varie sezioni del CD-ROM e i rispettivi feedback positivi e


negativi), pur mantenendo l’audio di default; si ricorda che per proce-
dere nelle varie attività del programma e per iniziare lo svolgimento
di ogni verifica, la nuvoletta presente nella videata deve essere fatta
scomparire cliccandoci sopra; per proseguire la lettura del testo nelle
nuvolette si deve cliccare con il mouse sulle stesse; per richiamare la
nuvoletta basta cliccare sul personaggio.
Mostra attestato: per mostrare l’attestato indipendentemente dal to-
tale svolgimento delle verifiche (l’attestato risulterà pertanto sempre
cliccabile).

Copia l’immagine che trovi all’interno del CD-ROM


e impostala come sfondo del tuo computer!

© 2007, Giocare con le parole, Erickson 25


© 2007 Edizioni Erickson.Tutti i diritti riservati.
Via del Pioppeto 24 – 38121 TRENTO
tel. 0461 950690 – fax 0461 950698
www.erickson.it – info@erickson.it