Sei sulla pagina 1di 21

eLearn - Contents Page 1 of 21

GRANDE PUNTO 1.2 8v IMPIANTO ELETTRICO 5505

CARATTERISTICHE GENERALI

La tecnologia impiegata per l''impianto elettrico di questo modello è basata sulla complessa architettura denominata “Famiglia1”, impiegata per
la prima volta su un modello FIAT.
L’architettura "Famiglia 1", per ottimizzare l’impianto, segue l’approccio topologico regionale: ogni centralina (elettronica o elettromeccanica) è
posta in posizione baricentrica rispetto alle funzioni gestite.
Questo permette di minimizzare l’impianto di distribuzione della potenza e dei segnali, anche mediante l’utilizzo esteso delle reti di
comunicazione seriale, favorendo la soluzione delle problematiche di ingombro, affidabilità, peso, costo.
La struttura si compone di due reti di comunicazione CAN che collegano nodi appartenenti a due diverse aree (controllo dinamico del veicolo)
ed informativa di bordo/funzioni di carrozzeria, e di una linea seriale complementare (LIN bus).
L’architettura sviluppata è compatibile con varie soluzioni di interfacciamento utente (disposizione comandi, allocazione e modalità di
visualizzazione delle informazioni).
Le protezioni elettriche (fusibili) ed i teleruttori sono raggruppati nelle centraline di distribuzione della potenza, posizionate in vano motore e in
plancia. Tali centraline fungono anche da interconnessione dei vari cablaggi e da distribuzione elettrica.
Per ottenere il numero minimo di famiglie di cablaggi, ogni circuito facente capo a un giunto di sezionamento conserva la stessa posizione
all’interno del giunto, indipendentemente dal livello di allestimento; anche la posizione e la tipologia del giunto su vettura non è funzione del
livello di allestimento.
Per salvaguardare la modularità degli insieme cavi è previsto che gli ingressi/uscite di ciascuna centralina non differiscano per livello di
allestimento/motorizzazione, per posizione del connettore, per interfaccia cavo/terminale/connettore.

UNITÀ PORTA FUSIBILI E TELERUTTORI

Su questo modello sono previste varie tipologie di unità di distribuzione della potenza realizzate con 3 tecnologie differenti:
- Power PCB;
- Circuito tranciato;
- Cablate con circuito tranciato.
In particolare, abbiamo:
- Centralina Nodo Body Computer (M001), realizzata con Power PCB
- Centralina Vano Motore (B001), realizzata in circuito tranciato
- Centralina Fusibli su polo positivo batteria (B099), realizzata in circuito tranciato
- Centralina Fusibili Optional su polo positivo batteria (B098), realizzata in circuito tranciato
- Centralina Vano Baule (B045), cablata con circuito tranciato

COMPONENTI ELETTRONICI

L’architettura “Famiglia1”, è costituita dagli elementi della tabella sotto riportata:

Denominazione Codice schemi elettrici

Centralina rilevamento Pressione Pneumatici M047

Nodo Sensore Parcheggio M084

Amplificatore audio hifi P049

Nodo Body Computer M001

Nodo Quadro Strumenti E050

Nodo Radio Ricevitore P020

Nodo Bluetooth M162

Centralina Sensore di Pioggia K085

Centralina Tetto Apribile D045

Nodo Air Bag M060

Nodo Cambio Robotizzato M054

Nodo Climatizzazione M070

Nodo Controllo Motore M010

Nodo impianto Frenante M050

Nodo Sensore di Imbardata K074

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 2 of 21

Nodo Guida Elettrica M086

Nodo Riscaldatore Supplementare M075

MODULI COMANDI UTENTE

L’architettura “Famiglia1” prevede l’integrazione di comandi utente all’interno di moduli porta interruttori.
L’elenco dei moduli è contenuto in tabella, unitamente al resto dei comandi.

Denominazione Codice schemi elettrici

Comando alzacristalli porte post. / anter. lato passegero H050 / H053 / H054

Interruttore Stop I030

Modulo comandi devioguida H005

Interruttore su Frizione I0031

Plancetta Comandi su Porta anteriore lato guida H044

Plancetta Comandi Centrale H090

Plancetta Comandi Sinistra H091

Leva comando cambio H037

Comandi al volante per avvisatore acustico e sistemi audio/telefono D047

ARCHITETTURA DELLE RETI

La struttura completa si compone di due reti di comunicazione CAN collegate mediante un gateway per il trasferimento di informazioni comuni:
- rete BCAN (bassa velocità: 50 Kbit) per la gestione delle funzioni standard di carrozzeria/infotelematica
- rete CCAN (alta velocità: 500 Kbit) per il controllo dinamico del veicolo
Il gateway per la comunicazione tra CCAN e BCAN è situato nel Body Computer.
E’ presente inoltre una linea seriale LIN di comunicazione tra la centralina Body computer e la centralina su sensore pioggia: in questo caso il
Nodo body computer ha la funzione di gateway tra linea seriale LIN e reti CAN.
Rete ccan

Rete bcan

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 3 of 21

Per la prima volta su un modello Fiat la diagnosi dei nodi viene realizzata utilizzando un protocollo su rete CAN (ISO 14229).
Architettura diagnostica
La situazione dell’architettura diagnostica, sia per le centraline che sono integrate sulla rete CAN (nodi), sia per quelle non dotate di interfaccia
CAN, è riassunta dalla tabella seguente:

Sistema / nodo Bus Diagnosi Comunicazione

Centralina Pressione Pneumatici BCAN Si BCAN

Amplificatore Audio No

Centralina Sensore Pioggia LIN No

Centralina Tetto Apribile No

Nodo Air Bag BCAN Si BCAN

Nodo Body Computer BC CAN Si BC CAN

Nodo Climatizzatore BCAN Si BCAN

BCAN BCAN
Nodo Bluetooth Si
BC CAN BC CAN

Nodo Quadro Strumenti BCAN Si BCAN

Nodo Radio Ricevitore BCAN No

Nodo Sensori Parcheggio BCAN Si BCAN

Nodo Riscaldatore Supplementare BCAN Si BCAN

Nodo Controllo Motore CCAN Si CCAN

Nodo Cambio Robotizzato CCAN Si CCAN

Nodo Frenante CCAN Si CCAN

Nodo Guida Elettrica CCAN Si CCAN

Nodo Sensore di Imbardata CCAN No


Alcune centraline e nodi sono indicati come “non aventi diagnosi”, pur avendo funzionalità di autodiagnosi (es. Centralina Sensore Pioggia),
questo perché non hanno un protocollo diagnostico implementato e i loro eventuali errori vengono rilevati attraverso la diagnosi di altre
centraline (es. Body Computer).

CONNETTORE DI DIAGNOSI

In questa vettura la presa di diagnosi unificata a 16 vie non è integarta nel Body Computer, ma è posta sul lato sinistro della plancia, davanti
al Body Computer stesso.

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 4 of 21

Ad essa si collega, tramite un apposito adattatore denominato "MPX 97", l’apparecchiatura di diagnosi (Examiner o altri strumenti). Tale
adattatore consente infatti la selezione del sistema alla cui autodiagnosi ci si vuole collegare.
Collegamenti presa di diagnosi

CARATTERISTICHE CABLAGGI

Le caratteristiche ed i vincoli progettativi dei cablaggi sono:


- Impiego di cavi unipolari conformi e relativi a tutte le classi termiche e meccaniche di impiego (compresi quindi i conduttori speciali
indispensabili in aree critiche di applicazione).
- Capicorda con elevata resistenza allo snervamento.
- Realizzazione di giunzioni multiple mediante connettori cortocircuitanti (joint connectors) oppure saldature ad ultrasuoni protette con tubo
termorestringente.
-Masse realizzate tramite componenti (joint connectors) di tipo stagno per masse vano motore, a giorno per quelle da interno abitacolo);
occhielli ad aggraffare per masse singole; occhielli per tecnologia a saldare.
- Impiego di cavi schermati o twistati per particolari funzioni.
- Protezione completa del cablaggio mediante tubi corrugati, lastrature, schiumature, tubi in vipla, cappucci, canaline, ecc.
- Impiego totale di secondary lock sui progetto connettori.
- Sicurezza della connessione mediante l’ utilizzo di connettori a basso carico, scatti udibili, Inertialock.
- Fissaggio dei connettori volanti, in modo che le connessioni non siano fonti di rumorosità od interferenze.
- Tutti i connettori presentano in modo visibile e dal lato introduzione cavi, la numerazione delle cavità per facilitare la individuazione della
posizione dei conduttori.
- Negli attraversamenti delle lamiere per preservare il fascio cavi da spelature e deterioramenti sono previste guarnizioni costampate con
sifone oppure in PUR.
- Tali guarnizioni prevedono la possibilità che i cavi possano orientarsi senza provocare lo scalzamento o la perdita della tenuta dello stesso
rispetto alla lamiera.
- Classi termiche: tutti i componenti che costituiscono il cablaggio sono stati scelti in funzione delle temperature massime di funzionamento.
- Sul cablaggio sono previsti tubi corrugati e relativi accessori dove esiste la necessità di proteggere il fascio cavi da fattori termomeccanici e
chimici.

NODI PRINCIPALI DELLA RETE

CENTRALINA VANO MOTORE

La centralina vano motore è una centralina di derivazione con circuiti tranciati, installata in un contenitore a tenuta stagna posto nel vano
motore in zona proiettore sinistro, che supporta fusibili e teleruttori e svolge la funzione di protezione dei carichi elettrici.
Ubicazione teleruttori e fusibili

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 5 of 21

Nella versione più completa la centralina vano motore protegge l''impianto elettrico mediante i seguenti fusibili:

CODICE SCHEMI
serigrafia sulla centralina circuito protetto amp. TIPO
ELETTRICI

F2 01 Body Computer 60 MAXI

F4 10 ABS motore 40 MAXI

F5 53 ABS elettrovalvole 30 mini

Elettroventola motore
F12 09 * MAXI
(bassa e media velocità)

Elettroventola motore (alta


F13 08 ** MAXI
velocità)

F14 38 Anabbagliante sinistro 10 mini

F15 39 Anabbagliante destro 10 mini

F16 40 Abbagliante sinistro 10 mini

F17 41 Abbagliante destro 10 mini

Elettroventilatore interno
F18 05 40 MAXI
vettura

Centralina controllo
F20 47 7,5 mini
motore

Centralina cambio robot e


F23 50 7,5 mini
leva cambio

Comandi clima, centralina


clima , comandi
F24 48 7,5 mini
alzacristalli, regolazione
specchi

F25 46 A disposizione mini

Controllo motore carichi


F27 34 secondari (sonda lambda, 15 mini
EGR, canister, ecc.)

Controllo motore carichi


F28 30 primari (bobine, iniettori 15 mini
ecc.)

Centralina controllo
F29 33 10 mini
motore

F30 51 Pompa combustibile 15 mini

F31 25 Fendinebbia 15 mini

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 6 of 21

F32 27 Lavafari 30 mini

F33 37 Avvisatori acustici 15 mini

F34 42 Inserimento compressore 7,5 mini

F35 49 Relè avviamento 30 mini

F36 29 Valvole sistema Bipower 7,5 mini

F37 04 Pompa cambio robot. 30 MAXI

Comandi clima, centralina


F38 54 7,5 mini
clima

Centralina cambio robot e


F39 36 15 mini
leva cambio

Centralina controllo
F43 32 7,5 mini
motore

F54 31 Accendisigari presa 12V 20 mini

Interruttore retromarcia,
debimetro, sensore acqua
F59 45 10 mini
filtro gasolio, candelette
(solo JTD)

F69 02 Sbrinamento lunotto 30 MAXI

Sbrinamento retrovisori
F70 43 10 mini
esterni

Alzacristallo anteriore
F85 26 20 mini
destro

Alzacristallo anteriore
F86 28 20 mini
sinistro

FS2 52 A disposizione mini

FS4 44 A disposizione mini


(*) 20A, 30A o 40 A, a seconda delle versioni
(**) 30A, 40A o 60 A, a seconda delle versioni
I teleruttori presenti nella centralina vano motore sono:

CODICE SCHEMI
serigrafia sulla centralina circuito protetto amp. TIPO
ELETTRICI

Elettroventola motore
T1 12 50 maxi
(bassa velocità)

Elettroventola motore (alta


T2 07 50 maxi
velocità)

T3 19 Anabbaglianti 20 micro

T4 21 Abbaglianti 20 micro

Alimentazione "sotto
T5 06 chiave escluso 50 maxi
avviamento"

Alimentazione "sotto
T6 23 30 micro
chiave "

Alimentazione controllo
T7 15 30 micro
motore

T8 22 Pompa combustibile 20 micro

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 7 of 21

T14 20 Fendinebbia 20 micro

T15 17 Lavafari 30 micro

T16 16 Avvisatori acustici 20 micro

T17 24 Inserimento compressore 20 micro

Alimentazione "sotto
T18 18 30 micro
avviamento"

Valvole sistema Bipower


T19 14 20 micro
(N:C:)

Elettroventola motore
T20 11 50 maxi
(media velocità)

T32 03 Sbrinamento 40 maxii

T40 13 Alzacristalli anteriori 30 micro


Schema elettrico interno centralina vano motore

Vista posteriore connessioni

- B01A connettore a 36 pin, cavo servizi motore


- B01B connettore a 42 pin, cavo posteriore
- B01C connettore a 28 pin, cavo traversa
- B01X connettore a 1 pin alimentazione (sulla parte frontale)

CENTRALINA SU BATTERIA

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 8 of 21

Collega il morsetto batteria al cavo del motore avviamento, alla centralina vano motore e ai fusibili di potenza di primo livello che proteggono
l''alimentazione della centralina vano baule, della guida elettrica, della centralina candelette (versioni JTD) oppure della pompa del cambio
robotizzato (versioni cambio robot).

1 - Morsetto positivo batteria


2 - Collegamento cavo al motorino di avviamento
3 - Collegamento cavo alla centralina vano motore
4 - Fusibile F3
5 - Fusibile F6
6 - Fusibile F7

CODICE SCHEMI ELETTRICI circuito protetto amp. TIPO

F3 centralina vano baule 60 MIDI

F6 guida elettrica 70 MIDI

preriscaldo candelette versioni


F7 50 MIDI
JTD

elettropompa cambio versioni


F7 30 MIDI
cambio robot.

CENTRALINA FUSIBILI OPZIONALI

Accanto alla centralina su batteria sono collocati due fusibili supplementari, previsti se sulla vettura è adottato il riscaldatore supplementare
(solo JTD): F74 (30A) e F76 (50A).

CENTRALINA VANO BAULE

La centralina posteriore è ubicata nel vano baule, sul fianchetto posteriore lato sinistro.

Ubicazione teleruttori e fusibili

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 9 of 21

Nella versione più completa la centralina vano baule protegge l''impianto elettrico mediante i seguenti fusibili:

CODICE SCHEMI
serigrafia sulla centralina Circuito protetto Amp. TIPO
ELETTRICI

F55 01 a disposizione mini

F88 02 a disposizione mini

F56 03 a disposizione mini

motorino regolazione
F57 04 lombare sedile anteriore 10 mini
lato guida

presa di corrente vano


F80 05 20 mini
baule

F84 06 a disposizione mini

F75 07 a disposizione mini

riscaldamento sedile
F68 08 10 mini
anteriore lato guida

riscaldamento sedile
F83 09 10 mini
anteriore lato passeggero

alzacristallo su porta
F64 10 20 mini
posteriore destra

alzacristallo su porta
F81 11 20 mini
posteriore sinistra

FS8 12 a disposizione mini

F82 13 a disposizione mini

F52 14 a disposizione mini

centralina gestione
F62 15 controllo pressione 10 mini
pneumatici

amplificatore subwoofer
F67 16 20 mini
sistema hifi

F50 17 tetto apribile elettrico 20 mini


I teleruttori presenti nella centralina vano baule sono:

CODICE SCHEMI
serigrafia sulla centralina circuito protetto amp. TIPO
ELETTRICI

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 10 of 21

Alimentazione "sotto
chiave escluso
T30 01 50 maxi
avviamento"

riscaldamento sedile
T31 02 20 micro
anteriore lato guida

riscaldamento sedile
T35 03 20 micro
anteriore lato passeggero

TS2 04 a disposizione 20 micro


Schema elettrico interno centralina vano baule

Vista posteriore connessioni

- B45A connettore a 1 pin alimentazione


- B45B connessioni inserite direttamente sul cablaggio posteriore (i numeri dei pin sono stampati sulla centralina stessa)
La centralina vano baule è direttamente cablata sul cavo posteriore, e non ha connessioni di collegamento scollegabili; può essere
sostituita solo scollegando i singoli terminali.
Op. 5505A14 CENTRALINA DI DERIVAZIONE SUPPLEMENTARE NEL VANO BAULE - S.R.

NODO BODY COMPUTER

Il Nodo Body Computer è un componente elettrico/ elettronico che svolge sia funzione di distribuzione della potenza elettrica (power PCB) sia
funzione di gestione delle reti seriali della vettura e delle funzioni base dell’architettura “Famiglia1” (illuminazione interna/ esterna,
immobilizer, diagnosi, tergitura, lunotto termico, blocco/sblocco porte e baule, livello carburante, gestione ed acquisizione stato chiave) ed
ospita al proprio interno il gateway tra la rete BCAN e la rete CCAN e tra LIN e BCAN.
Sul Body Computer sono previste le interfacce per le antenne RF telecomando ed immobilizer.
Vista anteriore/ posteriore connessioni

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 11 of 21

- M01A connettore a 60 pin, cavo posteriore


- M01C connettore a 20 pin, cavo posteriore
- M01D connettore a 60 pin, cavo plancia
- M01E connettore a 32 pin, cavo posteriore
- M01G connettore a 1 pin alimentazione cavo posteriore
- M01H connettore a 20 pin, cavo plancia
-M01K connettore a 1 pin, cavo posteriore
All''interno del Body Computer, accanto alla parte elettronica, è presente un PCB che svolge la funzione di distribuzione della potenza
elettrica (power PCB); tale funzione è svolta attraverso "microrelè" integrati nel PCB stesso (e quindi non sostituibili); sulle linee di uscita
per i vari utilizzatori sono invece presenti dei fusibili, collocati esternamente sulla scatola del Body Computer ubicati come in figura.

Nella versione più completa sul Body Computer sono collocati i seguenti fusibili:

CODICE SCHEMI
serigrafia sulla centralina circuito protetto amp. TIPO
ELETTRICI

F44 1 a disposizione mini

quadro strumento, presa


F45 2 10 mini
diagnosi EOBD

autoradio, centralina
F51 3 Bluetooth, predisposizione 15 mini
navigatore

alimentazione
F85 4 7,5 mini
commutatore accensione

elettropompa lavacristallo,
F42 5 20 mini
lavalunotto

F73 6 attuatore apertura baule 15 mini

attuatori motorini
F77 7 20 mini
bloccaporte

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 12 of 21

- 8 a disposizione mini

plafoniera anteriore,
plafoniera posteriore, luce
F53 9 10 mini
vano bagagli, luci
pozzanghere, luci pantina

F21 10 centralina guida elettrica 7,5 mini

quadro strumento,
interruttore freno (luci
F22 11 7,5 mini
stop), interruttore pedale
frizione

centralina ABS, sensore di


F26 12 imbardata, interruttore 7,5 mini
freno

F58 13 centralina air bag 10 mini

illuminazione plancetta
comandi sinistra, plancetta
comandi centrale,
illuminazione comandi su
volante, comandi
riscaldamento sedili
anteriori, centralina tetto
F61 14 7,5 mini
apribile, centralina
controllo pressione
pneumatici, centralina
Bluetooth, centralina
ausilio parcheggio,
predisposizione radio e
navigatore
PINOUT CONNETTORI

Conn. Pin Funzione

A 1 comando “sottochiave” relè T6

A 2 illiminazione comandi (N.C.)

A 3 comando relè fendinebbia T14

comando “sottochiave escluso avviamento”


A 4
relè T30

A 5 uscita VSO (N.C.)

A 6 comando relè lavafari T15

A 7 segnale porta aperta per cambio rob.

A 8 comando led luci di emergenza (N.C.)

A 9 comando relè avvisatori acustici T16

A 10 comando relè abbaglianti T4

A 11 consenso alimentazione alzacristalli

A 12 comando led lunotto termico

comando “sottochiave escluso avviamento”


A 13
relè T5

A 14 N.C.

A 15 N.C.

A 16 comando relè anabbaglianti T3

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 13 of 21

A 17 segnale maniglia baule (N.C.)

A 18 comando led luci di emergenza (N.C.)

A 19 segnale pedale freno (interruttore N.C.)

A 20 segnale lunotto termico

A 21 segnale livello liquido freni

A 22 segnale camma tergicristallo

A 23 segnale interruttore inerziale N.O.

A 24 segnale camma tergilunotto

A 25 segnale pedale frizione (N.C.)

A 26 segnale allarme (N.C.)

A 27 segnale usura pastiglie freni

A 28 segnale pedale freno (interruttore N.O.)

A 29 interruttore porta anteriore lato guida

interruttore porta anteriore lato passeggero


A 30
(N.C.)

A 31 N.C.

A 32 massa antenna RF (N.C.)

A 33 N.C.

A 34 N.C.

A 35 A - BUS tetto (N.C.)

A 36 CAN-L (N.C.)

A 37 CAN-L

A 38 CAN-L

A 39 CAN-A

A 40 massa sensore livello combustibile

A 41 segnale porta posteriore sinstra aperta

A 42 segnale baule aperto (interuttore N.C.)

A 43 interruttore freno a mano

A 44 N.C.

A 45 segnale sensore livello combustibile

A 46 comando relè lunotto termico T32

A 47 segnale antenna RF (N.C.)

A 48 N.C.

A 49 segnale richesta A/C

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 14 of 21

A 50 linea seriale (N.C.)

A 51 CAN-H (N.C.)

A 52 CAN-H

A 53 CAN-H

A 54 CAN-B

A 55 segnale porta posteriore destra aperta

A 56 segnale porta anteriore passeggero aperta

A 57 segnale porta anteriore guida aperta

A 58 N.C.

A 59 massa sensore temperatura esterna

A 60 segnale sensore temperatura esterna

C 1 luce di direzione anteriore destra

C 2 luce pozzanghera sinistra

C 3 comandoplafoniera anteriore

C 4 luce pozzanghera destra

C 5 N.C.

C 6 N.C.

C 7 luce di posizione posteriore destra

C 8 N.C.

C 9 luce di direzione anteriore sinistra

C 10 luce di direzione laterale destra

C 11 luce di direzione posteriore destra

C 12 luce retronebbia

C 13 luci di posizione anteriori

C 14 luci targa

C 15 luce stop destra

C 16 luce stop sinistra

C 17 luce di posizione posteriore sinistra

C 18 luce stop centrale (terzo stop)

C 19 luce di direzione laterale sinistra

C 20 luce di direzione posteriore sinistra

D 1 segnale antenna CODE

D 2 massa antenna esterna (N.C.)

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 15 of 21

D
3 Driving Program Led 1 (N.C.)

D 4 A - BUS porta (N.C.)

D 5 CAN-B

D 6 CAN-H (N.C.)

D 7 CAN-L (N.C.)

D 8 comando attuatore portellone (N.C.)

D 9 uscita VSO (N.C.)

D 10 comando led luci emergenza

D 11 comando led stato porte

D 12 comando led lunotto termico (N.C.)

D 13 illuminazione pulsante START/STOP (N.C.)

D 14 illuminazione interruttori (N.C.)

D 15 N.C.

D 16 massa antenna CODE

D 17 alimentazione antenna esterna (N.C.)

D 18 Driving Program Led 2 (N.C.)

D 19 N.C.

D 20 CAN-A

D 21 CAN-H (N.C.)

D 22 CAN-L (N.C.)

D 23 segnale interuttore luci di emergenza

D 24 Interruttore manglia baule (N.C.)

D 25 comando attuatore apertura baule

D 26 Interruttore baule aperto(N.C.)

D 27 comando DRL (N.C.)

D 28 segnale funzione CITY

D 29 segnale tergilunotto da devioguida

D 30 segnale interruttore fendinebbia

comando AVV (50) da commutatore di


D 31
accensione

comando MAR (15) da commutatore di


D 32
accensione

D 33 Driving Program Led 3 (N.C.)

D 34 massa di riferimento per devioguida

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 16 of 21

D 35 massa di riferimento per comandi al volante

D 36 N.C.

D 37 segnale abbaglianti da devioguida

segnale luci di posizione / anabbaglianti da


D 38
devioguida

D 39 segnale interruttore blocco/sblocco porte

D 40 segnale regolazione intermittenza tergi (N.C.)

D 41 segnale Cruise Control da devioguida

massa di riferimento per comandi lato sinistro


D 42
plancia

D 43 N.C.

D 44 segnale interruttore retronebbia

D 45 segnale livello liquido radiatore (N.C.)

D 46 N.C.

D 47 N.C.

D 48 alimentazione commutatore di accensione

massa di riferimento per comandi centro


D 49
plancia

D 50 segnale comandi al volante 2

D 51 segnale luci di direzione da devioguida

D 52 segnale comandi al volante 3

D 53 segnale comandi al volante 1

D 54 segnale tergicristallo da devioguida

D 55 segnale lavacristallo da devioguida

D 56 N.C.

D 57 massa Body Computer (N.C.)

D 58 comando lunotto termico (N.C.)

D 59 segnale richiesta A/C (N.C.)

D 60 segnale livello liquido lavacristallo (N.C.)

E 1 comando apertura porta guidatore (N.C.)

E 2 comando apertura sportello carburante (N.C.)

E 3 comando pompa lavacristallo/lavalunotto

E 4 comando plafoniera posteriore sinistra (N.C.)

comando plafoniera posteriore / posteriore


E 5
destra

alimentazione (sottochiave) centralina sensori

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 17 of 21

E 6 di parcheggio, centralina pressione


pneumatici, centralina Bluetooth, tetto
apribile;
illuminazione comandi sedili,

alimentazione (sottochiave) sensore di


E 7
pioggia

alimentazione (sottochiave) pedale freno


E 8
(interruttore N.O.)

E 9 alimentazione (sottochiave) pedale frizione

E 10 DRL destro (N.C.)

E 11 illuminazione comandi clima

E 12 DRL sinistro (N.C.)

E 13 N.C.

E 14 comando pompa lavacristallo/lavalunotto

E 15 comando tergilunotto

E 16 comando tergicristallo (alta velocità)

comando blocco porte (motorini


E 17
bllocco/sblocco)

E 18 comando blocco porte (motorini dead lock)

E 19 comando blocco porte (comune motorini)

E 20 alimentazione controllata relè T40

E 21 alimentazione (sottochiave) centralina ABS

alimentazione (sottochiave) pedale freno


E 22
(interruttore N.C.)

alimentazione (sottochiave) sensore di


E 23
imbardata

alimentazione (sottochiave) centralina sensori


E 24
di parcheggio

alimentazione temporizzata plafoniera


E 25
anteriore

alimentazione temporizzata plafoniera


E 26
posteriore

E 27 alimentazione temporizzata luci pantine

E 28 alimentazione temporizzata luce baule

E 29 alimentazione (diretta) presa di diagnosi

E 30 comando attuatore apertura baule

E 31 illuminazione accendisigari

E 32 comando tergicristallo (bassa velocità)

K 1 segnale antenna RF

K 2 massa antenna RF

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 18 of 21

G 1 alimentazione (diretta) Body Computer

H 1 alimentazione (diretta) radio

H 2 alimentazione (diretta) quadro di bordo

alimentazione (diretta) presa di diagnosi


H 3
(N.C.)

H 4 alimentazione (sottochiave) (N.C.)

H 5 alimentazione (sottochiave) quadro di bordo

alimentazione (sottochiave) centralina sensori


H 6
di parcheggio (N.C.)

H 7 alimentazione (sottochiave) Airbag

H 8 N.C.

H 9 N.C.

H 10 massa di potenza Body Computer

H 11 alimentazione (diretta) (N.C.)

H 12 alimentazione (diretta) centralina Bluetooth

H 13 alimentazione (diretta) display (N.C.)

H 14 alimentazione (diretta) ELS (N.C.)

H 15 alimentazione temporizzata luce cassetto

H 16 illuminazione comandi centro plancia

H 17 illuminazione comandi lato sinistro plancia

H 18 illuminazione comandi al volante

H 19 illuminazione comandi radio

H 20 N.C.

FUNZIONAMENTO NODI RETE CAN

NODO QUADRO STRUMENTI

Il Nodo Quadro strumenti è un componente elettronico collegato alla rete BCAN; acquisisce alcuni comandi utente e gestisce il menù SETUP ed
il controllo dell’ assetto proiettori.
Sul connettore sono anche previsti interfacciamenti discreti con altri sistemi vettura (controllo motore).
Per maggiori dettagli
Op. 5560 STRUMENTI DI BORDO

MODULO COMANDI DEVIOGUIDA

Il modulo comandi devioguida integra i comandi illuminazione esterna (sulla leva luci posta a sinistra) ed i comandi di tergitura e lavaggio
cristallo/lunotto (sulla leva tergitura posta a destra).
Il modulo ospita anche la funzione "Trip" la funzione Cruise Control opzionale.
Per maggiori dettagli
Op. 5550 SEGNALAZIONI AVVISO E MANOVRA

NODO RADIO RICEVITORE

Il Nodo Radio è un componente elettronico collegato alla rete BCAN.


Sul Nodo Radio ricevitore è prevista l’interfaccia con un amplificatore audio esterno, con il CD Changer "aftermarket" e con un modulo esterno
per la gestione di sistemi GSM (telefonia) e GPS (navigazione).
Per maggiori dettagli
Op. 5570 ACCESSORI

NODO SENSORE PARCHEGGIO

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 19 of 21

Il Nodo sensore parcheggio è un componente elettronico collegato alla rete BCAN che svolge funzioni di ausilio alla guida durante le manovre
con retromarcia inserita, riconoscendo eventuali ostacoli posteriori. Sul Nodo sensore parcheggio sono previste le interfacce per i sensori sui
paraurti posteriori, e per il buzzer inserito nel Nodo quadro strumento.
Op. 5580H DISPOSITIVO RILEVAMENTO OSTACOLI IN PARCHEGGIO

CAVO SPIRALATO

Il cavo spiralato è un componente d’interconnessione integrato nel modulo comandi devioguida e garantisce il collegamento tra i cavi plancia, i
comandi su volante (sistema audio e sistema telefonia) ed i moduli Air Bag guidatore.
Per maggiori dettagli
Op. 5570 ACCESSORI
Op. 5580C IMPIANTO AIR BAG

CENTRALINA SISTEMA DI SICUREZZA (AIR BAG)

Il sistema di sicurezza si interfaccia con l’Insieme cavi traversa (sensore di urto frontale), con l’ Insieme cavi plancia (cariche frontali, gestione
rete BCAN, alimentazioni) e con l’Insieme cavi posteriori (cariche laterali/ tendine e pretensionatori, sensori urto laterali, sensori su sedili
anteriori). Per il sistema di sicurezza e’ previsto un punto di massa specifico posto in prossimità della centralina di controllo.
Per maggiori dettagli
Op. 5580C IMPIANTO AIR BAG

CENTRALINA CLIMATIZZAZIONE

L’interfaccia con il sistema di climatizzazione automatico gestisce informazioni di Input / Output tramite la rete CAN (informazioni, dati).
Il sistema di climatizzazione è collegato tramite una briglia con il cablaggio posteriore.
La massa di potenza dell’impianto e’ collegata direttamente dalla briglia su gruppo climatizzazione.
Per maggiori dettagli
Op. 5040 SCATOLA E COMPONENTI CONDIZIONATORE ARIA

CENTRALINA SENSORE PIOGGIA

La centralina sensore pioggia è un componente elettronico collegato al Nodo Body Computer tramite linea seriale LIN e gestisce, unitamente
ad un comando posto sul modulo devioguida, la funzione di regolazione velocità battute tergicristallo.
La centralina sensore pioggia è collegata mediante specifica briglia posta su specchio retrovisore interno
Per maggiori dettagli
Op. 5050 LAVACRISTALLI E LAVATERGIFARI

CENTRALINA PRESSIONE PNEUMATICI

La centralina pressione pneumatici TPMS è un componente elettronico collegato alla rete BCAN che gestisce la funzione di controllo della
pressione dei quattro pneumatici.
Per maggiori dettagli
Op. 4450 MOZZI E RUOTE

CENTRALINA BLUETOOTH

La centralina Bluetooth è un componente elettronico collegato alla rete BCAN o alle reti BCAN e CCAN a seconda delle versioni, che in
interfacciandosi con il radioricevitore di bordo consente varie funzioni di intrattenimento:
Versione base “C1”!: ha la funzionalità di vivavoce con interfaccia Bluetooth per telefono cellulare utente ed intrattenimento (MP3)
Versione ricca “C3” NON PREVISTA AL LANCIO DEL MODELLO

INTERRUTTORE SU PEDALE STOP

E’ un interruttore posto sul pedale freno ed e’ collegato al cablaggio posteriore. Svolge la funzione di indicazione stato pedale freno per fornire,
alle centraline che lo richiedono, lo stato del pedale stesso.
E’ un comando con due contatti (NA + NC) con alimentazioni separate e con la stessa connessione.
Le centraline che richiedono l’ indicazione dello stato del pedale freno sono:
- Body Computer
- Centralina controllo motore
- Centralina sistema frenante, nelle due versioni: ABS, ESP
- Centralina Cambio robotizzato, se presente.

INTERRUTTORE SU PEDALE FRIZIONE

L’interruttore frizione è un interruttore posto sul pedale frizione e fornisce lo stato del pedale alle centraline che necessitano di tale
informazione.

PLANCETTA COMANDI SU PORTA ANTERIORE LATO GUIDA

La Plancetta comandi su porta anteriore lato guida è un modulo che integra i diversi comandi posti sulla porta anteriore lato guida lato e si
interfaccia con l’ Insieme cavi porta anteriore lato guida.
La Plancetta comandi riceve l’alimentazione per illuminazione ideogrammi e per il corretto funzionamento dei comandi.
A seconda del livello di allestimento, può ospitare i seguenti comandi:
- Comando alzacristalli elettrici anteriori
- Comando alzacristalli elettrici posteriori (se presenti)
-Comando inibizione alzacristalli elettrici posteriori (se presenti) con relativo led
-Selettore specchi elettrici esterni
-Joystick regolazione specchi elettrici esterni

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 20 of 21

COMANDO ALZACRISTALLO SU PORTA ANTERIORE LATO PASSEGGERO

Il Comando alzacristallo su porta anteriore lato passeggero si collega tramite l’ Insieme cavi porta anteriore lato passeggero per fornire il
comando al relativo motore alzacristallo e riceve l’alimentazione per illuminazione ideogramma e per il corretto funzionamento del comando
stesso.

COMANDO ALZACRISTALLO SU PORTE POSTERIORI

Il Comando su porta posteriore lato sinistro e lato destro si collega tramite l’ Insieme cavi su porta posteriore ed e’ acquisito da una elettronica
posta all’ interno del motorino alzacristallo su porta posteriore, con funzione di automatismo sia in salita che in discesa con protezione
antipizzicamento.
Il comando riceve l’alimentazione per illuminazione ideogramma e per il corretto funzionamento del comando stesso dal comando di
disinibizione posto sulla plancetta comandi su porta anteriore lato guida.

PLANCETTA COMANDI CENTRALE

La Plancetta comandi è collegata mediante l’ Insieme cavi plancia.


Il modulo ospita i seguenti tasti:
- tasto “City” per inserimento/disinserimento modalità City sulla guida elettrica
- tasto disinserimento ASR e relativo indicatore ottico (led su tasto)
-tasto blocco/ sblocco porte e relativo led: il led ha funzione di segnalazione aluce continua dello stato blocco porte; il medesimo led ha
funzione di deterrenza quando la vettura è chiusa dall’esterno: in tal caso è intermittente.
- tasto apertura baule
- tasto luci di emergenza
- tasto “ECO” per funzione modalità Economy per versioni con cambio robotizzato.

PLANCETTA COMANDI SINISTRA

La Plancetta comandi sinistra è un modulo che integra i comandi sul lato esterno del volante e si interfaccia al Nodo Body Computer e al Nodo
Quadro Strumento tramite l’ Insieme cavi plancia.
La Plancetta comandi sinistra riceve l’alimentazione per illuminazione ideogrammi ed ospita i seguenti comandi:
- Fendinebbia
- Retronebbia
- Correttore assetto proiettori
- Tasti Mode (regola funzioni differenti nella funzione SETUP dello strumento).

CENTRALINA GUIDA ELETTRICA

L’interfaccia con il sistema guida elettrica gestisce informazioni di Input / Output tramite la rete seriale: CCAN (informazioni, dati).

SOSTITUZIONE E INIZIALIZZAZIONE NODI DI RETE

Alcuni nodi della rete CAN vengono programmati con impostazioni di “default”, che il Cliente trova all’atto dell’acquisto della vettura.
I nodi con immagazzinano tali informazioni sono:
- Body Computer;
- Quadro Strumenti;
- Centralina Clima.
- Centralina Airbag
- Centralina Bluetooth.
In caso di sostituzione del Body Computer, occorre richiedere alla Ricambi in modalità depannage fornendo quindi il numero di telaio
della vettura una “copia identica” del Body Computer: tale copia conterrà tutte le impostazioni di “default” inserite a vettura nuova e che
si trovano memorizzate nel database della Ricambi, associate al numero di telaio della vettura.
In caso di sostituzione del Quadro Strumenti, della Centralina Clima, della Centralina Airbag oppure della Centralina Bluetooth, la Ricambi
invierà un componente “vergine”: una volta montato; occorre quindi trasferire su di esso i dati di “default” iniziale, eseguendo tramite
Examiner la procedura “ALLINEAMENTO PROXI”.
In caso di sostituzione di altri nodi, non è necessaria alcuna operazione di inizializzazione. Occorre comunque sempre verificare con
Examiner che il sistema non abbia acquisito errori durante le operazioni di stacco riattacco ecc.
Scollegamento batteria
In caso di scollegamento della batteria:
- Body Computer
- Quadro Strumenti
- Centralina Clima
- Centralina Airbag
- Centralina Bluetooth.
Mantengono al loro interno le informazioni ricevute e non devono essere inizializzati dopo uno scollegamento della batteria, mentre gli altri
nodi perdono alcune o tutte le informazioni memorizzate.

LOGISTIC MODE

Esiste un software all’interno del Body Computer che esclude alcuni i carichi elettrici della vettura, tranne le funzioni principali, detto LOGISTIC
MODE:
L''attivazione del Logistic Mode in ogni caso garantisce la possibilità di accedere al veicolo e di guidarla senza pregiudicarne la sicurezza, pur
accettando un degrado del comfort di bordo e di alcune funzionalità.
Questa funzione gestita tramite un software interno al Body Computer, è utilizzata per ridurre gli assorbimenti di corrente dovuti ad
azionamenti involontari o volontari di carichi non necessari.
La modalità di alimentazione a basso consumo (Logistic Mode) viene attivata durante lo stoccaggio dei veicoli, nella fase che intercorre tra fine
produzione e consegna al cliente finale, e consente un risparmio energetico alla batteria quando la vettura è parcheggiata, magari per lungo
tempo, sui piazzali prima di essere venduta.

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010
eLearn - Contents Page 21 of 21

Le funzionalità coinvolte dall''attivazione del Logistic Mode sono:

 Chiusura centralizzata e comandi a distanza (telecomando)


 Movimentazione cristalli elettrici
 Radio
 Prese di corrente/accendisigari
 Climatizzatore
 Riscaldatore supplementare
 Tetto apribile
 Riscaldamento sedili
 Accensione plafoniere e luci interne
 Accensione luci fendinebbia/retronebbia
 Accensione abbaglianti

La funzione deve essere disabilitata in officina prima che la vettura sia consegnata al Cliente.
Procedura di disattivazione
La procedura è la seguente:
- collegare il terminale del dispositivo di diagnosi alla presa EOBD del veicolo e ruotare la chiave su MAR;
-verificare che la spia “ricarica alternatore” sia in modalità lampeggiante, ad indicare che la modalità basso consumo “Logistic Mode” è attiva;
- disattivare la modalità di alimentazione a basso consumo eseguendo tramite Examiner la diagnosi del nodo Body Computer;
il nodo Body Computer riceverà il comando di disattivazione modalità dallo strumento di diagnosi e, oltre a uscire dalla condizione di basso
consumo riattivando la sua completa funzionalità, invierà sulle reti CAN (BCAN, CCAN, LIN) il comando di "Standard Power";
- tutte le centraline coinvolte al completamento di tale contenuto, al ricevimento del messaggio CAN, ripristineranno le loro complete
funzionalità e invieranno un messaggio di conferma al nodo Body Computer;
- effettuare una cancellazione della memoria errori di tutte le centraline dotate di diagnosi;
- effettuare un key OFF – key ON.
- verificare che la spia “ricarica alternatore” sia in modalità fissa.

file://C:\eLearn\Web\tempcontent10.html 13/02/2010