Sei sulla pagina 1di 24

Kazimir Malevič

(1878-1935)

Kazimir Malevich, Quadrato nero, 1915


Mostra a San Pietroburgo, 1915
Wassily Kandinskij, Primo
acquerello astratto, 1910
«l’arte non rappresenta il
visibile, ma rende visibile ciò che
non sempre lo è».

Paul Klee
SUPREMATISMO
"Per suprematismo intendo la
supremazia della sensibilità pura
nell'arte. Dal punto di vista dei
suprematisti le apparenze
esteriori della natura non offrono
alcun interesse; solo la sensibilità
è essenziale. L'oggetto in sé non
significa nulla. L'arte perviene col
suprematismo all'espressione
pura senza rappresentazione".
supremazia della pura sensibilità nell’arte,
l’espressione del sentimeno più intimo non
inquinato da alcun riferimento all’oggetto
esterno o da scopi politici, sociali o
religiosi.
Kazimir Malevich, Quadrato bianco su
sfondo bianco, 1918
Altre opere di Malevich
COSTRUTTIVISMO

Vladimir Tatlin (1885-1953).

«Il ferro è forte come la volontà del


proletariato, il vetro è trasparente come
la sua coscienza», scriverà poi El
Lissitzky
Controrilievo, 1916 (ferro, legno)

Controrilievo, 1914-15 (ferro,


legno, pietra e corda)

Controrilievo azzurro, 1915

Approfondimento Tatlin
Monumento della Terza
Internazionale

L’apparato scheletrico
rappresenta un distillato di
nuove tecnologie,
evocando insieme le torri di
trivellazione petrolifera, gli
alberi di una nave, le gru,
gli alberi delle miniere…
Ben presto, però la burocrazia statale torna a prendere il sopravvento sulla libertà degli artisti.
Molti di essi, soprattutto dopo la morte di Lenin (1924) e l’avvento di Stalin, lasciarono il
paese. L’arte sovietica subisce un’involuzione e giunge ad un “realismo socialista” vuoto e retorico, di sapore
tipicamente propagandistico come tutte le forme artistiche di regime.
NEOPLASTICISMO - DE STIJL
In Olanda, nel 1917, alcuni artisti
tra i quali i pittori Theo Van
Doesburg (1883-1931) e Piet
Mondrian (1891-1972), gli
architetti Gerrit Rietveld
(1888-1964) e Jacobus J.P. Oud
(1890-1963) si riuniscono nel
gruppo De Stijl, che espone
le proprie idee nella rivista
omonima.
PIET
MONDRIAN
(1872-1944)

Composizione con rosso, giallo e blu, 1921


Albero rosso, 1910 Albero argentato, 1911

Melo in fiore, 1912 Composizione in blu, grigio e rosa, 1913


Video Piet Mondrian - la realtà
dell’astrazione

Composizione con linee, 1917


Composizione in rosso, blu e giallo, 1926
Victory Boogie-Woogie, 1944
GERRIT RIETVELD (1888-1964)
Casa Rietveld Schröder 1924

Sedia rossa e blu, 1917