Sei sulla pagina 1di 7

REGIONE MARCHE

Progetto di ricerca: Repertorio dei meccanismi di danno, delle tecniche di


intervento e dei relativi costi negli edifici in muratura

ALLEGATO B

Scheda per il Rilevamento dati del Progetto

(Scheda SRP)

DATA DI COMPILAZIONE DELLA SCHEDA __________/__________/__________

COMPILATORI (In stampatello): Firma

1) ______________________________________ _______________________________________

2) ______________________________________ _______________________________________

3) ______________________________________ _______________________________________________
REGIONE MARCHE
Progetto di ricerca: Repertorio dei meccanismi di danno, delle tecniche di intervento e dei relativi
costi negli edifici in muratura
Scheda per il Rilevamento dati Progetto (SRP)
Istat Regione d d Istat Comune d d d d d Comune ___________________________________
Località __________________________ Istat Località d d d d FG. d d d Part. d d d d
ID GNDT/SSN d d d d d N. Prot. Pratica d d d d d Data d d d d d d

Sezione N. 1 TIPOLOGIA STRUTTURALE DELL’EDIFICIO


1° Livello 2° Livello 3° Livello 4° Livello 5° Livello 6° Livello
TIPOLOGIA Cod. % Cod. % Cod. % Cod. % Cod. % Cod. %

Strutture verticali

Strutture orizzontali

Tipologia scale

Copertura

Cod. Descrizione Cod. Descrizione


STRUTT. ORIZZONTALI

A Muratura a sacco A Legno


B Muratura a sacco con spigoli, mazzette, altro B Legno con catene
C Mutura di pietra sbozzata C Putrelle con voltine o tavelloni
D Murat. pietra sbozzata con spigoli, mazzette, altro D Putrelle con voltine o tavelloni con catene
E Muratura di pietra arrotondata E Laterocemento o solette in c.a.
STRUTTURE VERTICALI

F Mur. pietra arrot. con spigoli, mazzette, altro F Volte senza catene
G Muratura in blocchetti di tufo o pietra squadrata G Volte con catene
H Muratura in blocchetti di cls con inerti ordinati H Miste volte-solai
I Muratura in blocchetti di cls con inerti leggeri I Miste volte-solai con catene
L Muratura in mattoni pieni, semipieni o multifori
M Muratura in mattoni forati
N Pareti in calcestruzzo non armato
O Pareti in calcestruzzo armato M Legno spingenti
P Telai in c.a. non tamponati N Legno poco spingenti
COPERTURE

Q Telai in c.a. con tamponature deboli O Legno a spinta eliminata o travi orizzontali
R Telai in c.a. con tamponature consistenti P Laterocemento o solette in c.a.
S Ossatura metallica Q Acciaio spingenti
T Miste R Acciaio non spingenti
U Murature iniettate S Miste spingenti
V Murature con intonaco armato T Miste non spingenti

SCALE
Cod. Descrizione Cod. Descrizione
0 Struttura appoggiata in legno 6 Volta appoggiata in muratura
1 Struttura a sbalzo in legno 7 Volta a sbalzo in muratura
2 Struttura appoggiata in acciaio 8 Struttura appoggiata in c.a.
3 Struttura a sbalzo in acciaio 9 Struttura a sbalzo in c.a.
4 Struttura appoggiata in pietra o laterizio 10 Nessuna scala
5 Struttura a sbalzo n pietra o laterizio
Sezione N. 2 RILIEVO DEL DANNO
(Come da indicazioni riportate sul progetto)

2.1 Scheda di 1° livello per il rilevamento dell’esposizione e della vulnerabilità degli edifici (GNDT-CNR)

Sezione 8 – ESTENSIONE E LIVELLO DEL DANNO

M E L N° M E L N°
308 328

312 332
M = livello danno max rilevato
E = estensione danno più diffuso Estensione del danno 316 336
L = livello danno più diffuso
0 ≤ 10% 320 340
1 10< ≤ 20% 344
324
2 20< ≤ 30%
3 30< ≤ 40% Strutture verticali Strutture orizzontali
4 40< ≤ 50%
Livello del danno 5 50< ≤ 60%
6 60< ≤ 70% M E L N° M E L N°
A Nessun danno 348 368
7 70< ≤ 80%
B Danno lieve
8 80< ≤ 90% 352 372
C Danno medio
9 90<
D Danno grave 345 376

E Danno gravissimo 360 380


F Danno totale
364 384

Scale Tamponature

2.2 Interventi strutturali significativi eseguiti sull’edificio prima del sisma

Nessun intervento  Ampliamento dell’edificio  Sopraelevazione Superfetazione 


Realizzazione di aggetti o bow windows 
Ristrutturazione con riduzione significativa della superficie resistente dei setti murari 
Altri interventi rilevati 
1) ______________________________________ 2)______________________________________
3) ______________________________________ 4)______________________________________

2.3 Presidi antisismici antecedenti al sisma: Presenti  Non Presenti 


Speroni  Catene  Cordoli 
Su parte della facciata:  Su un solo livello: cerchianti  singole  binate  In copertura 
Su tutta la facciata:  Su più livelli: cerchianti  singole  binate  Su uno o più livelli 
Su più facciate:  Su tutti i livelli: cerchianti  singole  binate  Su tutti i livelli 
Altri presidi antisismici rilevati 
1) ______________________________________ 2)______________________________________

2.4 Informazioni sulla qualità del progetto

Progetto informatizzato  Qualità complessiva del progetto |__|


Qualità degli elaborati grafici |__|
Progetto non informatizzato 
Qualità della relazione tecnica |__|
Progetto parz. informatizzato  Qualità del rilievo fotografico |__|
1 = Sufficiente 2 = Buono 3 = Ottimo
Sezione N. 3 Scheda per il censimento speditivo dei meccanismi di danno e dei danni sismici per gli edifici ordinari in muratura
Istat Regione d d Istat Comune d d d d dd N. Squadra d d d N. Aggregato d d d d N. Edificio d d d
Comune___________________________________ Località __________________________________ Istat Località d d d d Data d d d d d d
Meccanismo

V1 V2 V3 V4 V5 V6 V7 V8 V9 V10 V11 V12 V13 V14 V15 V16 V17 V18 V19 V20 V21 V22 V23 H1 H2 H3 H4 H5 H6 H7 H8 H9 H10 H11 H12 H13
presente

M1
M2
M3
M4
M5
M6
M7
M8
M9
M 10
M 11
M 12
M 13
M 14
M 15
M 16

NOTE ESPLICATIVE
ƒ La scheda è riferita all’edificio.
ƒ Nella prima riga, interamente campita in grigio, vengono riportati tutti i meccanismi di danno individuati sull’edificio indicando, per ciascuno di essi, il livello di danno
più diffuso riscontrato sull’edificio: 1 = leggero 2 = medio/grave 3 = gravissimo/crollo;
ƒ Le caselle campite in grigio indicano le probabili associazioni tra meccanismi globali o locali (Mx) ed il danno (Vx) riscontrati; in ciascuna riga, per ciascun meccanismo
globale o locale presente, nella casella in grigio ad esso relativa, si indica il livello del danno riscontrato: 1 = leggero 2 = medio/grave 3 = gravissimo/crollo.
3.1 Note di commento ai meccanismi di danno individuati
Note e commenti al meccanismo n° ______ Note e commenti al meccanismo n° ______
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________

Note e commenti al meccanismo n° ______ Note e commenti al meccanismo n° ______


__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________

Note e commenti al meccanismo n° ______ Note e commenti al meccanismo n° ______


__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________

Note e commenti al meccanismo n° ______ Note e commenti al meccanismo n° ______


__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
__________________________________________________________________ ___________________________________________________________________
Sezione N. 4 Riepilogo dei costi degli interventi strutturali N. Scheda d d d d
Codici delle Tipologie degli interventi strutturali
Strutture verticali Strutture orizzontali Coperture Scale
MA Sarcitura lesioni OA Sostituzione solai in legno con c.a. CA Irrigidimento copertura + cordolo SA Irrigidimento
MB Cuci e scuci OB Sostituzione solai in putrelle con c.a. CB Rifacimento copertura in legno SB Consolidam. (strutt. volt.)
MC Chiusura vuoti OC Sostituzione volta con solaio in c.a. CC Rifac. copert. in legno + cordolo SC Consolidam. (strut. piana)
MD Piattabande OD Sostituzione solai in legno con putrelle e tavell. CD Rifacimento copertura in c.a. SD Sostit. con soletta in c.a.
ME Catene singole OE Sostituzione volta con solaio in putrelle e tavell. CE Rifac. copert. in putrelle + tavell. SE Sostit. con putrelle e tav.
MF Catene binate OF Rifacimento solai in legno CF Rifac. copert. in putrelle + legno SF Sostit. con strutt. metall.
MG Perforazioni armate OG Irrigidimento solai piani CG Rif. cop. in capriate acciaio + legno SG Sostit. con strutt. in legno
MH Iniezioni OH Consolidamento solai piani CH Rifac. copertura in legno lamellare SH
MI Rete su una parete OI Consolid. volte con rete all’estradosso CI Riparazione copertura SI
ML Rete sandwich OL Consolid. volte con rete all’intradosso CL Eliminazione della spinta SL
MM Demol. e rifac. mur. OM Consolid. volte con rete sandwich CM SM
MN Consol. strutt. mur. ON Rifacimento di un solaio in c.a. CN SN
MO Interventi in fondaz. OO Realizzazione cordolo CO SO
MP Nuova muratura
MQ Telai in acciaio

4.1 Riepilogo dei costi per gli interventi strutturali (in migliaia di euro)
1° Livello 2° Livello 3° Livello 4° Livello 5° Livello 6° Livello Scale Copertura
Codice Tipol.
interventi

Totale costi
Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità
tipologia
% % % % % % % % interventi

4.2 Riepilogo dei costi per gli interventi strutturali a danno zero (in migliaia di euro)
1° Livello 2° Livello 3° Livello 4° Livello 5° Livello 6° Livello Scale Copertura
Codice Tipol.
interventi

Totale costi
Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

Quantità

tipologia
% % % % % % % % interventi

NOTE ESPLICATIVE:
- Per 1° livello si intende il piano realizzato al di sopra delle fondazioni;
- Riportare nella prima colonna i codici delle tipologie di intervento previste in progetto; se sono presenti più di otto
tipologie si compilerà una seconda scheda riportando in alto a destra la numerazione progressiva della scheda;
- Le modalità di compilazione delle tabelle 4.1 e 4.2 sono illustrate nell’esempio allegato alla presente scheda;
- Gli interventi in fondazione (MO) vanno inclusi tra gli interventi strutturali del primo livello;
- Nell’ultima colonna riportare il costo totale della tipologia descritta.
Sezione N. 5 Riepilogo dei costi degli interventi e del contributo desunti dalla STAP N. Scheda d d d d

COSTO
CONTRIBUTO Fin. COSTO COSTO
CONTRIBUTO CONTRIBUTO
per opere CONTRIBUTO COSTO Connesse+Parti Adeg.Ig.San. COSTO Finiture Opere non CONTRIBUTO ACCOLLO
altre opere di per Programma
N° unità strutturali e Totale Intrevento Strutture comuni+Al.Arch.E Relativo alla Unit. e/o Imp. Interni ammesse a Totale Intrevento Totale Intrevento
finitura di Recupero
Immob. finiture connesse st+Fin.Est. Imm. contributo
Adeg.Ig.San.

A B C D=A+B+C E F G H I L=E+F+G+H+I M=L-D

TOTALI

"Livello di costo" (Tab. 3 o Tab. 5 All.B alla D.G.R. 2153 14.09.98

L1
L2
L3
L4
L5