Sei sulla pagina 1di 340

LISTINO DI 7716 MODELLI

150 TO
euro

TUT
Anno 22 n.2 febbraio 2020
OVO
,
NU

A C O N FR O NTO

In prova
Audi A4 Avant 40 TDI
quattro S tronic
BMW 320d Touring
xDrive automatica
Hyundai Kona 1.6 HEV

O V E
Opel Corsa 1.2 turbo
Renault Captur 1.3 TCe
SICUREZZA
RENAULT

T
CAPTUR
UT TE N U
ATE
DAL CELLULARE
ALL’ECCESSO DI VELOCITÀ
I SETTE VIZI CAPITALI
DEGLI ITALIANI IN AUTO E GI À P R O V
Primo contatto OPEL
Alfa Romeo Giulia CORSA
Mitsubishi Space Star
Peugeot e-2008
Volkswagen Golf
S U P E RTE ST

Fiesta, i20, Micra, Swift


4 utilitarie a Gpl

IBRIDE PLUG-IN LE “RICARICABILI”


CHE POTETE COMPRARE E QUELLE IN ARRIVO
ITORIALE
EDITORIALE
La gran voglia di auto elettriche
e una domanda senza risposta
ABBIAMO CHIESTO AI NOSTRI LETTORI di votare la vettura più significativa del
decennio appena trascorso, insieme al personaggio che ha lasciato maggiormente il
segno nell’industria dell’automobile nello stesso periodo. Vedere la Tesla S ed Elon
Musk vincere le rispettive classifiche (le trovate su alVolante.it) conferma la centralità
dell’elettrico quando si parla di auto. Finora, tutto questo “parlare” non si è tradot-
to in numeri di vendita significativi; ma, sul fatto che il motore del cambiamento fun-
zioni a corrente anziché a gasolio, sembrano non esserci dubbi. Per la casa califor-
niana e il suo patron, poi, le ultime sono state settimane trionfali, con il titolo che
ha guadagnato il 75% a Wall Street, spinto dagli utili del terzo trimestre, dai pre-
ordini del nuovo Cybertruck (a fine anno erano più di 250.000) e dall’avvio della
produzione in Cina della Tesla 3, naturalmente con grandi ambizioni.

AL DI LÀ DEL CASO-TESLA, restano gli interrogativi. Le conseguenze del


passaggio al nuovo modo di fare l’automobile, con pesanti tagli di posti di
lavoro in tutta Europa, sono sotto gli occhi di chiunque le voglia vedere. A
chi fa notare che anche i produttori di rullini fotografici, i “poveri maniscal-
chi” o i linotipisti di cui cantava Lucio Dalla sono stati cancellati dal progres-
so, si potrebbe rispondere che, senza sostanziosi aiuti pubblici, le vetture elet-
triche non si venderebbero. Col risultato che al triste elenco delle professioni
estinte andrebbe probabilmente ad aggiungersi quella dei venditori di auto a
pila. Di fatto, è la collettività - in Italia come in Norvegia - a farsi carico di una
parte del differenziale di prezzo che rende poco competitivi questi modelli.

LE ELETTRICHE OFFRONO INDISCUTIBILI VANTAGGI nella riduzione de-


gli inquinanti e delle polveri sottili in città (e non è poco), dove vengono in preva-
lenza utilizzate. La realtà è un po’ diversa se si considerano anche le emissioni di CO2
(il gas ritenuto responsabile del cambiamento climatico mondiale) e si estende lo sguar-
do alla produzione di queste auto, in particolare delle batterie. Non è casuale se Hon-
da e Mazda hanno scelto pile meno capienti (ma meno dannose per l’ambiente) per i
loro modelli, anche a costo di vedersi penalizzate dal lato autonomia. Al bilancio globa-
le concorre, inoltre, la “pulizia” dell’energia che fa funzionare le elettriche. Da dove arri-
va? Da centrali a carbone, dal nucleare o da fonti rinnovabili? Alla fine, i dubbi sono tanti
e la domanda è una sola: ne vale davvero la pena?
Guido Costantini

Seguici quì https://t.me/giornali_riviste_newspapers


sommario
FEBBRAIO 2020
Editoriale La gran voglia di auto elettriche le meno care PREZZO � PAGINA
e una domanda senza risposta 3 utilitarie Opel Corsa 1.2 turbo Elegance 18.150 66
Il calendario I modelli in arrivo in concessionaria famigliari VW Passat Variant 2.0 TDI Ex. 4Mot. DSG 47.200 97
delle novità fino al mese di aprile 6 crossover compatte Fiat 500X 1.3 T4 Sport DCT 27.000 81
Prendi nota Manovra 2020: tutte le novità 12
ll nostro sito L’auto più significativa e il personaggio del le più care PREZZO � PAGINA
decennio: i risultati del voto su alVolante.it 14 utilitarie Ford Fiesta 1.0 EcoBoost ST-Line 5p 20.650 73
Forum Per combattere lo smog, in Olanda abbassano
famigliari Mercedes C SW 220 d Prem.4M.autom. 58.897 97
i limiti di velocità. Un’idea da copiare? 16
crossover compatte Jeep Renegade 1.3 T4 S DDCT 32.300 81
Guida all’acquisto Tutte le ibride plug-in in rassegna 18 le citycar PREZZO � PAGINA
Auto da sogno Aston Martin DBX 42 Space Star 1.2 Intense
mitsubishi 17.000* 50
Primo contatto Volkswagen Golf 1.5 eTSI ACT Style DSG 48
le utilitarie PREZZO � PAGINA
Mitsubishi Space Star 1.2 Intense 50
ford Fiesta 1.0 EcoBoost ST-Line 5p 20.650 73
Peugeot e-2008 GT 52 Fiesta 1.1 Gpl Titanium 20.400 98
Alfa Romeo Giulia 2.2 Turbo Diesel Ti 54 hyundai i20 1.0 T-GDI Style 19.850 73
Attualità L’accordo FCA-PSA 56 i20 1.2 Econext Connectline 18.600 98
Inchiesta Dall’uso del cellulare al passaggio nissan Micra 0.9 IG-T Max 18.800 98
col rosso, i sette vizi capitali di chi guida 58 opel Corsa 1.2 turbo Elegance 18.150 66
Assicurazioni Polizza Eventi atmosferici: peugeot 208 1.2 PureTech Turbo Allure 19.450 73
i cavilli che limitano il risarcimento 64 renault Clio 1.0 TCe Intens 18.900 73
Provate per voi Opel Corsa 1.2 turbo Elegance 66 seat Ibiza 1.0 EcoTSI FR 18.400 73
Renault Captur 1.3 TCe Initiale Paris EDC 74
suzuki Swift 1.2 DualJet Hybrid Gpl Top 19.690 98
Hyundai Kona 1.6 HEV XPrime DCT 82 le medie PREZZO � PAGINA
a confronto Audi A4 Avant 40 TDI S line ed. quattro S tronic volkswagen Golf 1.5 eTSI ACT Style DSG 32.650 48
contro BMW 320d Touring Luxury xDrive aut. 86
le berline PREZZO � PAGINA
Supertest “Poker” di utilitarie a Gpl messe alla frusta 98
Giulia 2.2 Turbo Diesel Ti
alfa romeo 55.000 54
Guida all’acquisto Le auto a quattro ruote motrici 112
Tecnologia Nuovi sistemi per assemblare le scocche 124 le famigliari PREZZO � PAGINA
Hi-tech Il geofencing: utilizza la posizione audi A4 Avant 40 TDI S line ed. quattro S tronic 53.100 86
della vettura per fornire nuovi servizi 126 bmw 320d Touring Luxury xDrive automatica 56.200 86
Sicurezza I crash test dell’Euro NCAP 128 ford Mondeo W. 2.0 EcoBlue Vignale AWD Aut. 47.600 97
Disabilità Le innovazioni tecnologiche che renderanno mercedes C SW 220 d Premium 4Matic automatica 58.897 97
la vita più facile ai portatori di handicap 134 volkswagen Passat Variant 2.0 TDI Ex. 4Motion DSG 47.200 97
Salute Influenza: le strategie antivirus in auto 135
volvo V60 D4 Inscription AWD Geartronic 52.450 97
Consigli di guida Attenzione al rischio-buche 136 le crossover compatte PREZZO � PAGINA
Le cose da sapere Patente scaduta? Ecco come rimediare 137 fiat 500X 1.3 T4 Sport DCT 27.000 81
Ripassiamo Pioggia, raffiche di vento e parabrezza hyundai Kona 1.6 HEV XPrime DCT 28.000 82
il codice ghiacciato: conoscete le normative? 138 jeep Renegade 1.3 T4 S DDCT 32.300 81

*prezzo indicativo
Manutenzione I tagliandi invernali proposti dalle case 139 peugeot 2008 1.2 PureTech Turbo GT EAT8 31.850 81
Usato Kia Picanto e Skoda Citigo: renault Captur 1.3 TCe Initiale Paris EDC 29.900 74
faccia a faccia due citycar a confronto 140 skoda Kamiq 1.5 TSI ACT Dark Shade 27.830 81
Saper comprare BMW X3: una suv di cui ci si può fidare,
volkswagen T-Roc 1.5 TSI ACT BMT Advanced 28.400 81
usato specie se prodotta dopo il 2014 144
le elettriche PREZZO � PAGINA
Ditelo alVolante Le vostre proteste 146 peugeot e-2008 GT 43.850 52
L’esperto risponde Le vostre domande 150
Richiami Ford, Peugeot e Toyota in officina 151
Saper comprare Le campagne promozionali
nuovo delle case in vigore questo mese 152
Chilometri zero 1710 auto con sconti dal 10 al 51% 154
Listino del nuovo 7716 modelli in vetrina 162
Listino dell’usato Le quotazioni di 2000 automobili 300
Eurodubbi Scopri quale norma rispetta la tua vettura 336
IL TROV aUTO
TUTTE LE IBRIDE PLUG-IN OGGI IN VENDITA
PREZZO PREZZO
da � PAG. da � PAG.
audi A3 Sportback 40 TSI e-tron S tronic 38.350 20 mercedes GLE 350 de 4Matic 80.084 29
Q5 50 TFSIe quattro S tronic 57.500 20 S 560e Lunga 122.070 28
Q5 55 TFSIe quattro S tronic 64.800 20 mini Countryman Cooper S E ALL4 automatica 39.400 29
bmw 225xe Active Tourer automatica 38.550 21 mitsubishi Outlander 2.4 PHEV 44.900 29
330e automatica 55.750 21 opel Grandland X 1.6 Hybrid4 AWD AT8 46.900 30
530e 60.900 22 peugeot 508 1.6 Hybrid e-EAT8 46.880 30
745e 106.400 22 3008 1.6 Hybrid e-EAT8 44.430 30
i8 149.600 22 3008 1.6 Hybrid4 e-EAT8 51.930 31
X5 xDrive45e 85.650 23 porsche Cayenne E-Hybrid 95.402 32
citroËn C5 Aircross 1.6 Hybrid Plug-in e-EAT8 41.550 23 Cayenne Turbo S E-Hybrid 179.826 32
ds 7 Crossback E-Tense 4x4 automatica 51.050 23 Panamera 4 E-Hybrid 115.230 31
ford Kuga 2.5 PHEV 38.250 24 Panamera Turbo S E-Hybrid 193.676 31
hyundai Ioniq 1.6 Plug-in 6DCT 36.800 24 skoda Superb 1.4 TSI iV DSG 39.400 32
kia Niro 1.6 PHEV DCT 36.250 25 toyota Prius 1.8 Plug-in Hybrid e-CVT 42.250 33
land rover Range Rover P400e 124.000 26 volkswagen Passat 1.4 Plug-in Hybrid GTE DSG 51.350 33
Range Rover Sport 2.0 Si4 PHEV 91.200 25 volvo S60 e V60 T8 AWD Geartronic 60.950 33
mercedes A 250 e 42.397 26 S90 e V90 T8 AWD Geartronic 71.250 34
C 300 de automatica 52.839 27 V60 T6 AWD Geartronic 55.950 34
C 300 e automatica 51.617 26 XC40 T5 Geartronic 46.750 34
E 300 de 66.571 28 XC60 T8 AWD Geartonic 69.500 35
E 300 e 63.839 27 XC90 T8 AWD Geartronic 80.700 35
GLC 300 e 4Matic 62.821 28

4X4: LE PIÙ INTERESSANTI IN RASSEGNA


PREZZO PREZZO
da � PAG. da � PAG.
alfa romeo Stelvio 53.000 118 land rover Range Rover Evoque 45.300 118
audi A4 45.950 120 mercedes C 46.648 121
bmw Serie 3 46.300 121 GLC Coupé 54.006 119
dacia Duster 17.600 116 ssangyong Rexton 39.900 123
fiat Panda 17.050 114 suzuki Ignis 15.700 114
jeep Renegade 29.800 117 Jimny 22.900 115
Wrangler 49.000 122 volkswagen T-Roc 33.550 117
land rover Defender 51.400 122

SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO AUTO DA SOGNO ASTON MARTIN DBX


Sotto esame, in questo test, quattro utilitarie con motore a benzina e a Gpl.
Si tratta di Ford Fiesta 1.1 e Nissan Micra 0.9 IG-T, entrambe a tre cilindri,
della Hyundai i20 1.2 Econext, equipaggiata con un più tradizionale quat-
tro cilindri, e della Suzuki Swift 1.2 DualJet Hybrid, l’unica ibrida “leggera” .

PAG. 42 € 198.378

USATO (ANNO 2017)


faccia a faccia QUOTAZIONE � PAGINA
kia Picanto 1.0 Cool 6.100 140
PAG. 98 skoda Citigo 1.0 Design Edition 5p 6.500 140
CALENDARIO NOVITÀ 2020

Audi RS 6 e RS 7
Le versioni più sportive della wagon e della coupé a cinque
porte hanno in comune la meccanica: trazione 4x4, cambio
automatico a otto marce e un 4.0 V8 biturbo a benzina da
600 CV e 800 Nm di coppia. Per entrambe, velocità autoli-
mitata a 250 km/h (305 col pacchetto Dynamic Plus) e “0-
100” in 3,6 secondi. La RS 6 è già ordinabile: € 126.400.

Fiat Panda e 500


Va in pensione lo “storico” 1.2
a quattro cilindri da 69 CV: ne
prende il posto, verso fine me-
se, il nuovo 1.0 con un pistone
in meno, anche nella variante
ibrida leggera. Poi toccherà alla
versione a Gpl. Entrambi verran-
no montati, più avanti, nella Lan-
cia Ypsilon. Da circa 12.000 euro.

OVEMBRE DICEMBRE GENNAIOFEBBRAIO


FEBBRAI O MARZO APRILE MAGGIO
Ford Puma
È una crossover compatta derivata dal-
la Fiesta: lunga 421 cm, ha un baga-
gliaio di ben 523 litri assai sviluppato
in altezza. C’è solo a trazione anterio-
re e col 1.0 turbo a benzina da 125 o
155 cavalli. La più potente ha di serie il
sistema ibrido “leggero”, che per l’altra
costa 500 euro e che, in entrambi i casi,
fa perdere 55 litri di spazio per le vali-
gie. Si può già ordinare: da 22.750 euro.

Hyundai i10
Tutta nuova, è lunga 367 cm e ha un baule di 252 litri. Solo a benzi-
na i motori: 1.0 da 67 CV (anche a Gpl) o 1.2 da 87 CV, il primo a tre
cilindri e il secondo a quattro. Infotainment evoluto, frenata automati-
ca, mantenimento in corsia e altri aiuti alla guida. Da circa € 11.000.

6
Mercedes GLB
Condivide la meccanica con
la Classe A ed è lunga 3 cm in
meno di una GLC (463 in tota-
le) pur avendo un abitacolo e un
bagagliaio più spaziosi: quest’ul-
timo è di 560-739/1755 litri, e
si possono avere due posti sup-
plementari (€ 915). Da 35.387
euro, per ora con motori a benzi-
na o a gasolio da 116 a 224 CV.

Mercedes GLE Coupé


È la variante con profilo da coupé della GLE
del 2018. Rispetto a quest’ultima ha persino
un passo più corto di 6 cm: aumenta l’agili-
tà. Il baule è di 655/1790 litri: ampio benché
manchi il divano scorrevole, presente nella
GLE “normale”. Ibrida a benzina o a gasolio
(da 245 a 435 CV), c’è solo 4x4; raffinate le
sospensioni ad aria. Da € 75.000 indicativi.

OVEMBRE DICEMBRE GENNAIOFEBBRAIO


FEBBRAI O MARZO APRILE MAGGIO GIUG
Suzuki Vitara
Il 1.4 turbo a benzina diventa ibrido “leggero” (anche per
S-Cross e Swift Sport). Rispetto alla tecnologia già usata
nel 1.0, la batteria supplementare è a 48 volt: recupera
e restituisce più corrente, aumentando la spinta ai bas-
si giri (l’unità elettrica è collegata all’albero motore con
una cinghia) e riducendo i consumi. Da circa € 26.000.

Skoda Kamiq
Per la spaziosa crossover compatta arriva il 1.0 turbo a
metano, con 90 CV e il cambio manuale a sei marce. Le
tre bombole contengono fino a 13,8 kg di gas, mentre
il serbatoio della benzina è di soli 9 litri: l’auto è mono-
valente e gode di agevolazioni fiscali. Da 22.590 euro.

Volkswagen e-up!
Hanno inizio le consegne della ver-
sione elettrica: costa € 23.350, ha
un motore da 83 CV e batterie da
32,3 kWh. Per un “pieno” con cor-
rente a 7,4 kW servono 4 ore e
10’. Secondo la casa, l’autonomia
media è di 260 km e l’auto passa
da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi;
la velocità è limitata a 130 km/h.

7
CALENDARIO NOVITÀ 2020

Audi RS 5
La più sportiva delle A5 (sia coupé
sia a cinque porte Sportback) arri-
va poco dopo l’aggiornamento del-
le altre versioni. Come prima, la
trazione è integrale, il motore un
2.9 V6 biturbo da 450 CV, il cambio
un automatico a otto marce. Pro-
mette uno “0-100” in 3,9 secondi
e 280 km/h. Da circa 95.000 euro.

Dacia Duster
Il 1.6 a benzina e a Gpl da 114 CV viene
sostituito dal ben più moderno 1.0 turbo a
tre cilindri (uno in meno) da 101 cavalli.
L’impianto a gas è dello specialista italiano
Landi Renzo e viene montato direttamente
in fabbrica. Disponibile unicamente con la
trazione anteriore, questa versione ha prez-
zi indicativi che partono da 14.000 euro.

DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZOAPRILE MAGGIO GIUGNO


Jaguar F-Type
È tempo di un profondo aggiornamento per questa due posti
nata nel 2013: nuovi i fari orizzontali, la griglia frontale (più
squadrata, come i fanali) e il cruscotto digitale di 12,3’’. Il 3.0
V6 è stato mandato in pensione; per ora sono disponibili solo
il 5.0 V8 con compressore volumetrico (da 450 o 575 CV) e il
2.0 a quattro cilindri da 300 cavalli. Sia spider sia coupé, c’è
anche a trazione integrale. È già in prevendita: da € 66.330.

8
Mazda CX-5
Cambiamenti di sostanza per questa suv: la frenata auto-
matica d’emergenza riconosce i pedoni anche al
buio, lo schermo dell’impianto d’info-
tainment passa da 7” a 8” e l’illu-
minazione interna diventa a led.
Di serie, nelle più ricche, l’head-up
display e il cruise control adatta-
tivo (per le versioni automatiche).
Migliorata la trazione 4x4, ora con
modalità Off Road. Da € 32.350.

Mini Cooper SE
È la versione elettrica della Mini a tre porte e costa 33.900
euro: ha 184 CV e, secondo i dati di fabbrica, scatta da 0
a 100 km/h in 7,3 secondi (la velocità massima è limitata
a 150). Le batterie da 32,6 kWh “promettono” fino a 270
chilometri: sono alloggiate nel pianale e sotto il divano, e
perciò non si è perso spazio né per i bagagli né le persone.

DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZOAPRILE MAGGIO GIUGNO LUGLI


Opel e-Corsa
Gli ordini per la variante a batte-
ria sono già aperti: si parte da €
30.800. Sostanzialmente iden-
tica alle altre, perde 42 litri di
baule (ne ha 267) per le batte-
rie montate sotto il pianale; que-
ste ultime offrono un’autonomia
omologata di 330 km e si carica-
no (all’80%) in mezz’ora usando
colonnine da 100 kW. Con 136
CV, secondo la casa si raggiun-
gono i 150 km/h (autolimitati);
lo “0-100” richiede 8,1 secondi.

Volkswagen T-Roc Cabriolet


La versione “scoperta” di questa crossover compatta
ha una capote motorizzata in tela: per azionarla ba-
sta un tasto. Confermati tutti i motori, a benzina o
a gasolio, da 116 a 300 CV. Rispetto alla versione
chiusa, il bagagliaio cala da 445 a soli 280 litri, ma
la casa offre come optional un portapacchi esterno
specifico. I prezzi partono da circa 29.000 euro.

9
CALENDARIO NOVITÀ 2020
Audi e-tron Sportback
Ecco la variante “simil-coupé”
della prima suv elettrica della
casa: rispetto alla e-tron “nor-
male” è più bassa di 1 cm e ha
un posteriore più raccolto e fi-
lante (il bagagliaio si riduce di
45 litri). Due le versioni, da 313
o 408 CV, con un’autonomia uf-
ficiale, rispettivamente, di 347
e 446 km. Fra i tanti accessori
hi-tech spiccano gli specchiet-
ti-telecamera. Da € 75.400.

BMW Serie 2 Gran Coupé


In pratica, è la versione “con la coda” della nuo-
va Serie 1: 453 cm di lunghezza e un baule
della capienza di 430 litri. A trazione ante-
riore sono la 218i a benzina (1.5 da 140
CV) e la 220d diesel (2.0 da 163 CV),
mentre la M235i, mossa dal 2.0 da 306 CV,
è a quattro ruote motrici. Da 32.000 euro.

BRE GENNAIO FEBBRAIO MARZOAPRILEMAGGIO GIUGNO LUGLIO AGO


Cadillac XT4
La più compatta tra le crossover della casa americana è
lunga 460 cm. In Europa arriva con un 2.0 turbodiesel
da 170 CV, abbinato al cambio automatico a nove mar-
ce e alla trazione anteriore o integrale. Ricca la dota-
zione: tutte offrono il cruise control adattativo, l’head-
up display, i sedili riscaldabili e il sistema multimediale
con navigatore. Si parte da non meno di 50.000 euro.

Mercedes GLA
Tutta nuova, è più corta di appena 1 cm (441 in
totale) ma più larga di 10 del modello di cui pren-
de il posto: la casa promette molto più spazio per
chi sta sul divano e un baule di 435 litri (14 in
più). Si parte con la 200 e la 35 AMG, entrambe
a benzina e con il cambio robotizzato a dop-
pia frizione: 1.3 da 163 CV e 2.0 da 306.
Indicativamente, da 35.000 euro.

10
Mitsubishi ASX
Dopo l’aggiornamento della seconda metà del 2019, la com-
patta suv giapponese viene proposta nella versione a Gpl: il
motore è il 2.0 a quattro cilindri da 150 CV. Non si sa anco-
ra se la doppia alimentazione debutterà anche nelle versio-
ni a trazione integrale e con il cambio automatico a varia-
zione continua di rapporto. Prezzi indicativi da 24.000 euro.

Opel Insignia
Leggero restyling per la wagon e la
berlina tedesche: ritocchi ai paraurti
e nuovi fari a matrice di led con 84
diodi luminosi l’uno, che l’elettronica
gestisce singolarmente per illumina-
re al meglio senza abbagliare. Inedito
anche il sistema che avvisa dell’arrivo
di veicoli dai lati della vettura in retro-
marcia. I motori non sono ancora stati
annunciati. Da 33.500 euro indicativi.

BRE GENNAIO FEBBRAIO MARZOAPRILEMAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOST


La nuova generazione della wagon (la
Skoda Octavia berlina arriverà in un secondo tempo)
ha uno stile personale e
tanta tecnologia: evoluti il
cruscotto digitale e il siste-
ma d’infotainment. Allunga-
ta di 2 cm (ne misura 469),
offre un baule di ben 640
litri. I motori sono a benzi-
na (anche ibridi “leggeri” o
plug-in) o diesel; poi anche
a metano. Da 116 a 245
CV. Da circa 23.000 euro.

11
PRENDI NOTA NEWS

Manovra 2020: tutte le novità


A nno nuovo, norme nuove. Mentre
scriviamo, la manovra 2020 del
governo prevede anche regole che
validi era consentito acquistare con Iva
agevolata al 4% solo determinate
auto a benzina, oppure a gasolio o
riguardano gli automobilisti e richiede- ibride. Ora, anche le elettriche, purché
ranno apposite circolari ministeriali. di potenza non superiore a 150 kW.

MONOPATTINI ELETTRICI BOLLO: TRE NORME


Purché di potenza inferiore a 500 Si continuerà a versare la tassa attra-
watt, sono equiparati alle bici: circo- verso i soliti canali (poste, banca, ta-
lano su strade e piste ciclabili. Ma baccai, agenzie eccetera), ma la pub-
la norma si sovrappone al decreto blica amministrazione dovrà utilizzare
del 2019 che consente ai comuni di soltanto il sistema informatico Pago-
avviare test sulla micromobilità. PA. Seconda novità: l’Aci acquisisce i
dati di tutti i pagamenti. La terza ri-
LE “AZIENDALI” guarda il noleggio a lungo termine: il
Nuova tassazione progressiva sulle bollo lo paga chi usa l’auto, non la
auto destinate all’uso (anche persona- società che la dà in affitto.
le) di dipendenti, immatricolate dopo
l’1 gennaio 2020 e assegnate a parti- ACCISE SUI CARBURANTI
re dall’1 luglio prossimo. Si pagherà Per il 2020, niente aumenti per benzina
in base a quattro soglie di emissioni e gasolio. Che potranno scattare, però,
di CO2: dalla prima (fino a 60 grammi l’anno seguente se lo Stato riterrà di
per km), che scende dal 30 al 25% di aver bisogno di altre entrate: nel 2021
tassazione, alla quarta (oltre 190 potrebbero servire 1,2 miliardi di euro;
grammi per km), gravata al 50%. 1,7 nel 2022; e quasi 2 miliardi nel 2023.

GUIDATORI DISABILI SEGGIOLINI SALVABEBÈ


Sino al 31 dicembre 2019, agli in- È stato sospeso l’obbligo di utilizzo dei

Sale la produzione di veicoli nel mondo


Il pianeta ha sempre più bisogno di trasporto su gomma: lo si desume
da una ricerca dell’Anfia (l’Associazione nazionale filiera industria
automobilistica), secondo la quale la produzione mondiale è cresciu-
ta dai 62 milioni di veicoli del 2009 ai 97 del 2018. Un dato, quest’ultimo,
dominato dalle automobili, che ammontano a ben 71 milioni (dieci
anni fa erano 47,7); il resto è suddiviso fra mezzi commerciali, camion
e bus. Tra i grandi Paesi produttori spicca la Cina, che nel 2009 sforna-
va 14 milioni di veicoli, schizzati poi a 28 milioni.
SUD COREA RESTO CHI HA PRODOTTO AUTO NEL 2018
MA NEGLI ULTIMI DUE ANNI... DEL MONDO 7,3%
Tuttavia, il 2018 ha fatto segnare il primo segno “meno” INDIA
4,3%
nel mondo: la produzione di veicoli, infatti, è risultata 5,1%
in calo del 3% rispetto al 2017. E nel 2019 la flessione EUROPA 23,6%
(stimata) è del 4% sull’anno precedente. Ma, secondo
le previsioni dell’istituto di ricerca Fitch Solutions (ripor- GIAPPONE 10%
tate dall’Anfia), la produzione tornerà a crescere, fino NAFTA (STATI UNITI,
CANADA E MESSICO)
a 103 milioni di unità nel 2023. Dopodiché, potebbe 18,4%
crescere ulteriomente, per soddisfare l’aumento della CINA 27,8%
domanda di auto elettriche, dovuto agli incentivi
statali (in assenza dei quali la produzione calerebbe). SUD AMERICA 3,5%

12
Acquisto auto nuove: Chi sale
dispositivi antiabbandono per tra-
sportare bimbi sotto i quattro anni
su quattro, tre a rate BREMBO Un 2019 da incorniciare per la
La conferma arriva dalla 26a edizione multinazionale italiana, leader nel settore
d’età: entrerà in vigore il 6 marzo dell’Osservatorio Findomestic, realizzata degli impianti frenanti ad altissime presta-
2020. Bonus di 20 milioni (in media, in collaborazione con la società di zioni: nel motorsport contribuisce a titoli iri-
30 euro a famiglia) per gli acquisti. consulenza Prometeia: gli italiani sono dati in Formula 1 e Formula E, ma anche in
sempre più orientati a comprare a rate F2, F3, MotoGP, Moto2 e tanto altro ancora.
l’auto nuova. L’anno scorso, su quattro Ecco il made in Italy che vince nel mondo.
CONCESSIONI IN DUBBIO
Se Camera e Senato diranno di sì al vetture da immatricolare per la prima
volta, tre sono state acquistate tramite CHARLES LECLERC Dopo aver mostrato
decreto milleproroghe, l’Anas, in finanziamenti. Spesso proposti dalle tutte le sue qualità nella stagione 2019, an-
caso di revoca delle concessioni ai stesse case produttrici, tramite dando persino a trionfare nei Gp del Belgio
gestori privati, assumerà il controllo promozioni abbinate a sconti allettanti. e d’Italia, il ferrarista ha rinnovato fino al
delle tratte autostradali. E, per ina- VALE ANCHE PER L’USATO 2024. Per spezzare l’egemonia della Mer-
dempimento delle concessionarie, E la percentuale cresce ancora quando cedes (e mettere nel mirino quel fenomeno
ci si riferisce al mercato delle vetture che risponde al nome di Lewis Hamilton),
lo Stato non verserà penali. il Cavallino punta forte sul 22enne mone-
d’occasione: su 100 italiani che
decidono di acquistare un’automobile gasco. Cui si prospetta un futuro d’oro. In
RCA FAMIGLIARE? FORSE di seconda mano, sono addirittura 90 ogni senso: guadagnerà 9 milioni annui.
Dal 2007, il figlio che convive col quelli che ricorrono a prestiti finalizzati
papà o la mamma e compra un’auto erogati da banche e finanziarie. PIRELLI Sarà fornitrice del campionato
ha il diritto di ereditare la classe di mondiale rally dal 2021 al 2024. È un bis,
visto che dal 2011 riveste l’identico ruolo in
merito del genitore, sfuggendo ai F1. Passano i decenni (la Pirelli è nata nel
rincari. Stesso discorso per la moto, 1872), cambiano le proprietà (ora è cinese),
se un genitore ne possiede una. Il ma la storia della società resta di successo.
16 marzo 2020 potrebbe, però,
scattare una rivoluzione (il Parlamen- AUTOSTRADE PER L’ITALIA Problemi a
to non ha ancora dato l’ok finale): raffica sull’A26, in Liguria. Dopo le recenti
chiusure dei viadotti disposte dalla procura,
classe trasferibile pure fra veicoli di
il 30 dicembre è crollato il soffitto di una
genere diverso (da auto a moto, o galleria a due passi da Genova. Un altro as-
viceversa) per abbassare i prezzi. sist al governo: dalla tragedia del ponte Mo-
randi, nell’agosto 2018, spinge per la revoca
della concessione al primo gestore italiano.
Uber, rapporto shock “Affaire” Carlos Ghosn:
TAKATA La fabbrica giapponese di airbag
Il più recente report di Uber (il altra multa alla Nissan si vede imporre dalle autorità Usa un richia-
servizio di taxi alternativo) la- Le vicende del caso Ghosn (l’ex mo per 1,4 milioni di veicoli: un difetto può
scia basiti: nel 2018 in Usa, numero uno dell’alleanza Renault- causare l’esplosione del “cuscino” e proiet-
durante le corse, si sono avute Nissan-Mitsubishi, accusato di evasione tare schegge nell’abitacolo. Il guaio segue i
3000 aggressioni sessuali in fiscale) hanno altri richiami per oltre 100 milioni di auto, che già
auto da parte dei driver. Scioc- strascichi: in hanno portato al fallimento della società.
cante, ammettono i dirigenti Giappone, la
Uber. Che, però, fanno notare Nissan potrebbe VOLKSWAGENI In Australia, per il diesel-
dover pagare gate, pagherà una multa equivalente a 77
come il 99,9% di 1,3 miliardi una multa di 20 milioni di euro (salvo ricorsi): tra il 2011 e il
di corse sia stato portato a milioni di euro. 2015, avrebbe diffuso false informazioni
termine senza problemi. L’autorità sulle emissioni di 57.000 veicoli. Non solo
nipponica di Stati Uniti ed Europa: lo scandalo esploso
controllo dei mercati cinque anni fa non conosce confini.
borsistici ha analizzato le
dichiarazioni fiscali dei manager,
ravvisando violazioni dal 2014 al
2017. E, mentre andiamo in stampa,
Ghosn ha lasciato il Giappone (dov’era
Chi scende
agli arresti domiciliari) per il Libano.

13
IL NOSTRO SITO INTERNET

Un finale...
L’auto più significativa
fra i 70 modelli che si
sono messi in luce negli

testa a testa
ultimi dieci anni. Ecco
quale hanno votato
i lettori di alVolante.it

S
ette vetture all’anno, per dieci anni.
Il conto è semplice, la scelta diffici-
le per i lettori di alVolante.it: eleg-
gere l’auto più significativa, fra quelle che
si sono distinte fra il 2010 e il 2019. Mo-
delli hi-tech come l’ultima generazione
della Mercedes Classe A o la Volvo XC90,
o sportivette accattivanti quali la Toyota
GT86 o l’Alpine A110. Oppure, crossover
di larga diffusione: dalla Peugeot 3008,
una “rivoluzione” rispetto al modello pre-
cedente, alla popolare Nissan Qashqai.
COSÌ DIVERSE, EPPURE...
E invece è stato un testa a testa fra due
berline agli antipodi come l’Alfa Romeo
Giulia e la Tesla Model S. La prima è
l’incarnazione del piacere di guida al-
la vecchia maniera; l’altra è la porta-
bandiera delle vetture elettriche e si
distingue per i raffinati sistemi di as-
sistenza per il guidatore. L’ha spun-
tata la berlina californiana, col 20%
delle preferenze contro il 18% riscos-
so dall’italiana: le due auto sono di-
vise da una manciata di voti.

CHE SFIDA!
Alfa Romeo Giulia e
Tesla Model S: fino
all’ultimo sono
state in bilico
per aggiudicarsi
il vostro titolo di
vettura del decennio

E L’UOMO DEL DECENNIO SI CHIAMA ELON MUSK


A fine 2019, un altro sondaggio ha coinvolto la com- Chrysler, e Carlos Tavares, che ha rianimato la PSA.
munity di alVolante.it, chiamata a indicare il perso- E poi, due manager del calibro di Martin Winterkorn
naggio che ha caratterizzato maggiormente il e Carlos Ghosn, “spazzati” via l’uno dal dieselgate e
mondo dell’automobile nel decennio scorso. Fra i l’altro da uno scandalo finanziario. Ma per i nostri
nomi, lo scomparso Sergio Marchionne, che ha sal- lettori l’uomo del decennio è stato Elon Musk (nella
vato il gruppo FCA portandolo poi ad acquisire la foto): il leader della Tesla ha stravinto.

14
FORUM
I Paesi Bassi vogliono abbassare i limiti di velocità in autostrada portandoli a 100 km/h, contro
i 130 attuali. Che resterebbero in vigore solo dalle 19 alle 6 del mattino, quando il traffico cala
e lo smog pure. Obiettivo, ridurre gli ossidi di azoto. L’idea potrebbe essere importata in Italia?

Per combattere lo smog


ECCO LE VOSTRE OPINIONI
gli olandesi abbassano i limiti di velocità. E noi?
@ FAVOLETTE ECOLOGICHE
L’idea olandese non funzionerebbe in
Italia. Così come non avrà successo neppu-
Saremmo in presenza dell’ennesimo prov-
vedimento spot, quindi inutile. Nei Paesi Bas-
si, viceversa, la diminuzione dei limiti di ve-
all’inquinamento prodotto nel mondo è pa-
ragonabile al dolore causato a un dinosau-
ro da una puntura di spillo. Occorre, sem-
re nei Paesi Bassi. Gli ecologisti vogliono ri- locità rientra in una strategia che tiene con- mai, un piano organico serio, che coinvolga
solvere i problemi legati all’inquinamento to perfino dei mangimi dati agli animali da giganti come Cina e India.
solo agendo sulle auto, in un batter d’oc- allevamento, con sussidi di milioni di euro Enrico Paloschi, Catania
chio. Dimenticandosi così di navi, aerei, per gli allevatori, mirati alla riduzione delle
mezzi pubblici, caldaie per il riscaldamento
domestico, emissioni delle fabbriche...
Pinuccio Rossi, Milano
emissioni di ossido di azoto.
Eugenio Goffi, Torino @ MANCA UNA LOGICA
Oltre a essere punitiva verso una ca-
tegoria, quella degli automobilisti, questa

@ PROIETTARSI NEL FUTURO


Occorre proiettarsi nel futuro, per com-
@ E I GRANDI INQUINATORI?
Provvedimento inutile, in Italia, nei Pa-
esi Bassi e in qualsiasi altra Nazione. Non
misura è del tutto inutile. Se non dannosa:
di notte a 130 km/h e di giorno a 100? Per
la sicurezza stradale, dovrebbe essere l’in-
battere i cambiamenti climatici: per inizia- capisco: la Cina è il Paese che più inquina verso: minore visibilità, limiti più bassi.
re, limiti di velocità più bassi per le vecchie al mondo e le potenze occidentali non osa- Roberto Jurzan, Sedriano (MI)
automobili (quelle con motore a benzina o no dire niente. La stessa Greta Thunberg non
a gasolio). Poi, eliminazione graduale delle
vetture con motore termico a favore dei vei-
coli del tutto elettrici.
si azzarda a muovere una critica nei con-
fronti dell’Asia, continente che utilizza il
carbone in quantità immense. Eppure, il po-
@ STOP AL DISFATTISMO
È urgente prendere delle decisioni, an-
che se a prima vista sembrano impopolari.
Mattia Resta, Roma litico verde di turno vuole risolvere il proble- Da uno studio dell’Autobrennero risulta che,
ma dello smog abbassando i limiti di velo- tra aprile 2017 e giugno 2018, diminuendo

@ DA NOI NO, DA LORO SÌ


Nel nostro Paese, i limiti più bassi non
avrebbero conseguenze positive: troppe le
cità. Ma che cosa vogliono da chi guida?
Emilio Pedrazzoli, Palermo
la velocità in alcuni tratti dell’A22, gli ossidi
di azoto sono calati del 30% e l’anidride
carbonica del 20%. Come la mettiamo, cari
fonti di inquinamento, senza contare che il
parco auto è vetusto. Invece, nei Paesi Bas-
si si raggiungeranno gli obiettivi. Perché tut-
@ DOPPIA TUTELA PER LA SALUTE
Ottima idea anche per l’Italia. Infatti,
la riduzione dei limiti di velocità fa anzitutto
amici disfattisti che sostenete che “tanto non
c’è soluzione” a questi problemi?
Diletta Remoli, Varese
ti gli sforzi sono indirizzati verso la diminu- scendere le emissioni inquinanti dei veico-
zione delle emissioni: controllo degli scari-
chi delle fabbriche e delle caldaie, ammo-
dernamento dei mezzi pubblici, rinnovamen-
li: mi riferisco in particolare agli ossidi di
azoto. E, in più, riduce le probabilità di inci-
dente: ce lo insegna un Paese come la Sviz-
@ IL TEST DI AMSTERDAM
Abbassare il limite di velocità servireb-
be anche in Italia, su qualunque tipo di stra-
to costante del parco auto circolante. zera, dove giustamente i limiti sono bassi. da. Lo dimostra un test che ha interessato
Luigi Battista, Verona Alessandro Ciani, Prato la tangenziale di Amsterdam, dove il limite
è stato portato da 100 a 80 km/h, con una

@ SIAMO SENZA STRATEGIA


In Italia non servirebbe. Da noi manca
una cabina di regia in materia di emissio-
@ COINVOLGETE CINA E INDIA
Misura dal peso specifico bassissimo.
Mi spiego con una metafora: l’efficacia del-
riduzione sensibile del famigerato PM10, il
particolato fine che inquina le metropoli.
Un nemico terribile per polmoni e cuore.
ni. Ogni regione e ogni comune fa da sé. la riduzione dei limiti di velocità ai fini della Roberto Mastro, Torino

IL PROSSIMO MESE IL TEMA SARÀ


La Ferrari lancerà il suo modello elettrico nel 2025. Dite la vostra
In precedenza, lo aveva annunciato per il 2022. Ma, Potete inviare la vostra opinione
entro il 23 gennaio a:
come ha spiegato l’amministratore delegato Louis forum@al-volante.com
Camilleri, la tecnologia delle batterie non è ancora indicando nome, cognome
adeguata. Fa bene il marchio del Cavallino a rinviare e città. Soltanto i pareri più
il debutto? O rischia una sorta di ritardo competitivo? interessanti verranno pubblicati

16
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

Ricaricabili, ma
Sembrano l’uovo di Colombo: bevono e inquinano pochissimo, e nell’uso danno

L
e auto ibride plug-in, con batte-
ria di grande capacità ricaricabile
anche via cavo, vantano valori uf-
ficiali di consumo e di emissioni molto
bassi (ne scriviamo a pagina 36) e, a
differenza delle elettriche “pure”, nei
viaggi non obbligano a lunghe soste
per la ricarica. Tante anche le novità in
arrivo: le trovate a pagina 38. Ma è
tutto oro quello che luccica? Vediamo.
PER I COSTRUTTORI VANNO BENISSIMO...
Di certo sono vetture che piacciono
alle case, che da quest’anno devono
rispettare severi limiti sulle emissioni
medie di CO2 (il gas ritenuto respon-
sabile dell’impazzimento del clima) di
tutte le auto che vendono: chi “sfora”
dovrà pagare multe salate alla Ue.
...PER GLI AUTOMOBILISTI, DIPENDE
Le plug-in hanno il comodo cambio au-
tomatico, sono scattanti e silenziose (per
qualche decina di chilometri possono an-
dare in “elettrico”). Inoltre, come le altre
ibride, entrano e parcheggiano gratis in
molte ztl, e la gran parte dei modelli me-
rita gli ecobonus (fino a € 2.500); per le
Aiutano a scansare le multe dell’Europa
Per il biennio 2020-2021, l’Ue impone Secondo indiscrezioni, la cifra sborsa-
aziendali, poi, la tassazione è ridotta. alle case che le emissioni di CO2 del- ta alla casa californiana è vicina ai due
D’altronde, spesso la batteria limita un le auto nuove vendute non superino in miliardi di euro.
po’ il baule, e i vantaggi per l’ambiente media i 95 g/km (ci sono comunque C’È ANCHE UN BONUS
dipendono dal fatto di impegnarsi a ri- dei correttivi, legati anche al peso). Per Conviene quindi vendere molte plug-in
caricare regolarmente la batteria, e di ogni g/km in eccesso, scatta una multa (oltre che elettriche), e non solo per-
di 95 euro per ciascuna vettura. L’obiet- ché hanno emissioni di CO2 contenute
usare l’auto più che altro su tratte brevi. tivo sembra raggiungibile senza proble- (a volte inferiori a 30 g/km): ogni auto
Altrimenti, le emissioni dallo scarico e i mi solo da pochi costruttori (come la To- sotto i 50 g/km fa acquisire anche un
consumi di carburante sono in pratica yota, che punta da anni sull’ibrido) dato “credito” aggiuntivo, che contribuisce
quelle di un’ibrida “normale” paragona- che la media complessiva, nel 2018, è ad abbassare ulteriormente la media.
bile, che costa meno e non causa ulte- stata molto più alta: 120,4 g/km il dato
riori immissioni di CO2 nell’atmosfera (sti- provvisorio. Potrebbero derivarne esbor-
si molto pesanti. Basti dire che il grup-
mate in almeno 1000 kg ogni 10 kWh di
po FCA ha ritenuto conveniente acqui-
capacità) per produrre la “pila” più gran- sire “crediti” ambientali dalla Tesla (che
de. E non aspettatevi grandi risparmi: la produce solo auto elettriche, a emissio-
ricarica non è gratis, e può costare come ni zero); in pratica, nel calcolo, i veicoli
una sosta al distributore. dei due costruttori fanno media insieme.

18
è vera gloria?
meno grattacapi delle elettriche. Ma vanno usate come vogliono i progettisti

Le nostre istruzioni per l’uso


I valori nelle pagine seguenti sono, quando disponibili, quelli di-
chiarati dalle case; i chilometri percorribili in modalità elettrica
(“Quanta strada fa”) sono misurati secondo il più recente e rea-
listico ciclo di omologazione WLTP. La capacità della batteria è
quella effettivamente utilizzabile (l’elettronica impedisce alla “pi-
la” di scaricarsi del tutto, per non danneggiarla): per i costrutto-
ri che non la comunicano, abbiamo moltiplicato per 0,9 il valore
nominale. Per omogeneità, abbiamo poi stimato il tempo per una
ricarica completa usando corrente alternata a 10 A e 220-230 V
(2,3 kW), mentre nel testo abbiamo specificato le modalità più
veloci. Si tratta in ogni caso di valori indicativi, che dipendono an-
che da fattori come la temperatura e lo stato dell’accumulatore.

19
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

AUDI A3 SPORTBACK 40 TSI E-TRON S TRONIC


150 CV 102 CV 7,6 sec. 8,8 kWh 40 km 4 ore 15’ da € 38.350
COMBINATI 204 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
LUSSUOSA, MA CARICA POCO
Media elegante e molto ben rifinita, è mossa da un 1.4 turbo a benzina
(abbinato a un cambio robotizzato a sei marce) e da un motore elettri-
co, che lavorano insieme o meno grazie a una frizione; andando a cor-
rente, secondo la casa rag-
giunge i 130 km/h. La bat-
teria agli ioni di litio è sotto
il divano, ma l’ingombro del
serbatoio (40 litri) riduce la
capienza del baule a 280 li-
tri. La presa nella mascherina
accetta una carica di 3,7 kW;
col cavo per uso domestico
di serie non si va oltre gli 1,8.

AUDI Q5 50 TFSIE QUATTRO S TRONIC


252 CV 143 CV 6,1 sec. 14,1 kWh 45 km 7 ore da € 57.500
COMBINATI 299 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
4X4 INTELLIGENTE
Questa lussuosa suv ha due
motori anteriori (quello a
benzina è un 2.0 turbo),
un rapido cambio a dop-
pia frizione e una trazione
4x4 che invia cavalli al re-
trotreno solo se serve, per
ridurre gli attriti. Il cruscot-
to digitale mostra con chia-
rezza quanta potenza si sta
usando o recuperando.Trovando una colonnina che fornisca almeno
7,4 kW, il costruttore dichiara 2 ore e 30’ per il “pieno”; con il ca-
vo di serie (con presa Schuko), l’auto al massimo accetta 1,8 kW.

AUDI Q5 55 TFSIE QUATTRO S TRONIC


252 CV 143 CV 5,3 sec. 14,1 kWh 45 km 7 ore da € 64.800
COMBINATI 367 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
PAGHI I CAVALLI E L’EQUIPAGGIAMENTO
È una 50 TFSIe in cui l’elettronica fa “collaborare” maggiormente i
motori, ottenendo 68 CV aggiuntivi; scatto e ripresa diventano ful-
minei, e i consumi dichiarati in pratica restano uguali. La differenza
di prezzo di 7.300 euro di-
pende in gran parte dal fat-
to che la 55 TFSI non si può
avere nella più “povera” ver-
sione “base”. E che pure la
Business ha di serie (inve-
ce che optional) il pacchet-
to estetico sportivo S Line, i
fari full led e l’apertura del
baule (465 litri) senza mani.

20
BMW 225XE ACTIVE TOURER AUTOMATICA
136 CV 88 CV 6,7 sec. 8,8 kWh 53 km 4 ore 15’ da € 38.550
COMBINATI 224 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
L’ELETTRICO STA DIETRO
Questa monovolume media
dal buon baule (400 litri,
68 in meno delle altre Acti-
ve Tourer) si guida bene. Lo
sprint è ottimo finché è at-
tivo il motore elettrico po-
steriore (con il 1.5 turbo a
benzina anteriore, l’auto è
4x4); una volta scaricata la
batteria (da poco passata a
8,8 kWh invece di 5,8) il brio cala in modo sensibile. La ricarica
al 100% (con presa a sinistra) richiede almeno 3 ore e 10’ (a 3,7
kW). Nei viaggi, il serbatoio di soli 36 litri obbliga a soste frequenti.

BMW 330E AUTOMATICA


184 CV 113 CV 5,9 sec. 10,8 kWh 59 km 5 ore 10’ da € 55.750
COMBINATI 292 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
A SCELTA, VA FORTE O FORTISSIMO
Questa recente berlina a trazione posteriore ha il motore elettrico
nel cambio automatico a otto marce; i 292 CV si ottengono nei pri-
mi 10 secondi di ripresa e in modalità Sport; altrimenti, sono 252.
La progressione è sempre
poderosa, e viaggiando “a
corrente” per la casa si toc-
cano i 140 km/h (230 sfrut-
tando il 2.0 turbo a benzi-
na). Il baule è di 375 litri
(105 in meno delle altre
versioni), la presa di rica-
rica da 3,7 kW massimi; il
serbatoio contiene 40 litri.

L’ideale è caricarle durante la notte


Rispetto alle elettriche, le plug-in hanno batterie una centralina apposita (la wallbox, comunque
dalla capacità di gran lunga inferiore (per mo- consigliabile perché velocizza la ricarica ed evi-
delli simili, la differenza è attorno a cinque vol- ta sovraccarichi alla rete) una notte è più che
te) ma anche quando la corrente “finisce” non si sufficiente. Di norma, si può iniziare la rigene-
rischia di rimanere per strada. Per questo, e per razione della “pila” subito dopo aver inserito il
motivi di costo, di solito le ibride non hanno un cavo, o impostare un orario successivo (come
caricatore integrato che accetta grandi potenze. la sera, quando la corrente costa meno); le Au-
MEGLIO SCALDARLA PRIMA di, per esempio, dispongono
Sono quindi rari i modelli che di due comodi tasti vicino alla
possono fare il “pieno” di cor- presa per scegliere fra le pos-
rente in pochi minuti da una sibilità. Molti modelli consen-
delle (poco diffuse) colonni- tono di raffrescare o riscalda-
ne pubbliche “veloci”; per gli re l’abitacolo con l’auto col-
altri, passare dal 10 al 100% legata alla rete; così si parte
richiede almeno due o tre ore. con la temperatura giusta, e
D’altronde, anche nel garage non si usa l’energia della bat-
di casa, e senza disporre di teria, migliorando l’autonomia.

21
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

BMW 530E
184 CV 113 CV 6,2 sec. 10,8 kWh 57 km 5 ore 10’ da € 60.900
COMBINATI 252 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
ANCHE INTEGRALE
Questa berlina grande (è
lunga 494 cm) e lussuosa
ha la meccanica della 330e,
ma senza la funzione Xtra-
Boost (che regala 40 CV per
10 secondi). Inoltre, la ver-
sione a trazione posteriore è
affiancata dalla 4x4 xDrive,
che costa € 2.750 in più e,
secondo la casa, vanta le
stesse doti di sprint, ma ha una punta massima di 226 km/h invece
di 235 e un’autonomia di 53 km. Sfruttando tutti i 3,7 kW di ricarica,
i dati ufficiali dicono che la “pila” va da 0 a 100% in 3 ore e 35’.

BMW 745E
286 CV 113 CV 5,2 sec. 10,4 kWh 50 km 5 ore da € 106.400
COMBINATI 394 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
AL CAVO POTREBBE PENSARE L’AUTISTA
Anche la più grande fra le berline della casa tedesca è plug-in. Al
motore elettrico da 113 CV degli altri modelli a trazione posterio-
re abbina un “vellutato” 3.0 turbo a sei cilindri: scatto bruciante
e comfort da autentica li-
mousine. E, per 8.000 eu-
ro in più c’è la Le xDrive,
una 4x4 allungata di 16 cm
(per un totale di 526), tut-
ti a vantaggio di chi siede
dietro. Sarà magari l’autista
a ricaricarla (in 4 ore e 20’
secondo la casa, collegan-
dosi ad almeno 3,7 kW).

BMW i8
231 CV 143 CV 4,4 sec. 9,4 kWh 53 km 4 ore 25’* da € 149.600
COMBINATI 374 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
1.5, MA CHE GRINTA!
La versione Coupé di que-
sta sportiva ha sei anni, la
Roadster con tetto apribile
delle foto (15.800 euro in
più) due; ma mantiene un
aspetto futuribile e di gran-
de fascino. È 4x4: un 1.5
turbo a benzina muove le
ruote posteriori, il motore
elettrico (con un cambio a
due marce) quelle anteriori. Per il costruttore, la carica completa
della batteria (dal 2018 aumentata nella capacità da 5,2 a 9,4
kWh) richiede poco meno di tre ore da una colonnina da 3,6 kW.
*Dichiarato
22
BMW X5 XDRIVE45E
286 CV 113 CV 5,6 sec. 20,9 kWh 87 km 10 ore da € 85.650
COMBINATI 394 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
MAXI-PRESTAZIONI E MAXI-BATTERIA
Va davvero forte questa suv con la meccanica della 745Le xDrive: il
poderoso 3.0 turbo a sei cilindri, il cambio automatico con motore
elettrico integrato e la trazione integrale. Ma qui la batteria ha una
capacità doppia, e consen-
te un’autonomia notevole.
In cambio, la ricarica com-
pleta richiede (dati ufficia-
li) almeno 6,8 ore (poten-
za massima di 3,7 kW). E,
rispetto alle altre versioni, il
baule è di 500 litri (150 in
meno) e non può avere i due
sedili aggiuntivi optional.

CITROËN C5 AIRCROSS 1.6 HYBRID PLUG-IN E-EAT8


179 CV 110 CV n.d. 11,9 kWh* 50 km 5 ore 40’ da € 41.550
COMBINATI
COMBINATI 224 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
CARICA FORTE
Crossover spaziosa e pra-
tica (tutti i cinque sedili
scorrono, ma il bagagliaio
cala di 120 litri, a 460), ha
il motore elettrico nel cam-
bio automatico a otto mar-
ce, un 1.6 turbo a benzina
e la trazione anteriore. Di
serie dispone di un carica-
tore integrato da 3,7 kW
(così, per la casa, servono almeno tre ore e mezza per il “pieno”),
ma per 300 euro c’è quello che arriva a 7,4 kW (in tal caso, ba-
sterebbe 1 ora e 40 minuti). Il serbatoio della benzina è di 43 litri.
*Netta stimata da alVolante
DS 7 CROSSBACK E-TENSE 4X4 AUTOMATICA
200 CV 222 CV 5,9 sec. 11,9 kWh 58 km 5 ore 40’
(1) (2)
da € 51.050
COMBINATI 300 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
INTEGRALE E CON UN SACCO DI CAVALLI
La crossover del marchio di lusso del gruppo PSA adotta il sistema ibri-
do della Citroën C5 Aircross, ma in versione più raffinata. Il 1.6 turbo
guadagna 21 CV, e c’è anche un motore elettrico posteriore da 112
cavalli; la trazione è 4x4,
lo scatto bruciante. Il baga-
gliaio è ampio (555 litri), il
serbatoio contiene 43 litri di
benzina e l’auto è già omolo-
gata Euro 6d. Le varie moda-
lità di funzionamento si ge-
stiscono anche dal display
di 12”; è previsto il condi-
zionamento dell’abitacolo.
(1)
Motore anteriore da 110 CV e posteriore da 112 CV; (2) netta stimata da alVolante
23
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

FORD KUGA 2.5 PHEV


n.d. 120 CV 9,2 sec. 13,0 kWh* 56 km 5 ore 50’ da € 38.250
COMBINATI 225 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
PIÙ ECONOMA CHE SPORTIVA
Appena arrivata, questa suv media dalle forme sinuose prevede una
versione plug-in con un 2.5 a benzina a ciclo Atkinson (i tempi di
apertura e chiusura delle valvole sono studiati per ridurre i consumi)
e un motore elettrico ante-
riore; la trasmissione è a
variazione continua di rap-
porto. Discrete le prestazio-
ni. La batteria è sotto i se-
dili anteriori, così che il ba-
gagliaio si riduce di soli 30
litri. Il caricatore di 3,7 kW
consente, per la casa, una
ricarica in tre ore e mezzo.
*Netta stimata da alVolante
HYUNDAI IONIQ 1.6 PLUG-IN 6DCT
105 CV 61 CV 10,6 sec. 8,0 kWh (1)
52 km 3 ore 35’(2) da € 36.800
COMBINATI 141 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
GARANTITA A LUNGO
Molto aerodinamica, con
un 1.6 a benzina che fun-
ziona secondo l’economo
ciclo Atkinson e un cambio
robotizzato a doppia frizio-
ne, punta sui bassi consu-
mi, di corrente e di benzina.
Notevole la garanzia: l’au-
to è coperta per cinque an-
ni, e la batteria per otto (o
200.000 km). La “pila” è del tipo poIimeri-ioni di litio, e, secondo
il costruttore, pur avendo un caricatore che accetta al massimo
3,3 kW, nelle condizioni più favorevoli si rigenera in 2 ore e 15’.
(1)
Netta stimata da alVolante; (2) dichiarato
Ibride con un bel rinforzo: le “ricaricabili” sono fatte così
Come le ibride “non ricaricabi- poter percorrere qualche decina
li”, anche le plug-in abbinano di chilometri a “emissioni zero”.
al motore a combustione interna AUTONOMIA? COSÌ COSÌ
(quasi sempre a benzina) una o Disponendo di una riserva di
più unità elettriche, che nei ral- energia molto maggiore, le plug-
lentamenti sono trascinate dalle in hanno spesso motori elettri-
ruote e si trasformano in gene- ci più potenti di quelli delle al-
ratori di corrente. È questa ener- tre ibride, e possono scattare in
gia recuperata, inviata alla batte- fretta e raggiungere velocità
ria e riutilizzata poi nelle riprese elevate (130-140 km/h) senza
al posto del carburante, a ridurre usare un goccio di carburante.
tanto i consumi. Le plug-in, però, Per contro, la batteria più grande
hanno una “pila” decine di volte pesa (100-150 kg in media) e
UN MOTORE IN PIÙ, ED È 4X4 più capiente, che non può cari- ingombra il sottoscocca, andan-
Lo schema delle Hybrid4 del gruppo PSA (DS, Opel e carsi del tutto in questo modo; do quasi sempre a ridurre la ca-
Peugeot): in verde, il serbatoio e il 1.6 a benzina, in blu lo scopo, infatti, è di arrivare al pienza del bagagliaio e la capa-
la batteria e i motori elettrici (uno dietro, l’altro davanti) 100% collegandosi alla rete, e cità del serbatoio del carburante.

24
KIA NIRO 1.6 PHEV DCT
105 CV 61 CV 10,8 sec. 8,0 kWh (1)
49 km 3 ore 35’(2) da € 36.250
COMBINATI
COMBINATI 141 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
GARANZIA LUNGA
Sotto una carrozzeria più
alta, da crossover, c’è la
meccanica della Hyundai
Ioniq (i due marchi sono
nello stesso gruppo indu-
striale). L’abitacolo è ampio
e ospitale, con un moderno
cruscotto digitale di 7” che
mostra molti dati del siste-
ma ibrido. Il bagagliaio, pe-
rò, non è un granché: 324 litri (112 in meno della versione non
“ricaricabile”). La casa garantisce l’auto (inclusa la batteria, che
accetta fino a 3,3 kW di ricarica) per sette anni o 150.000 km.
(1)
Netta stimata da alVolante; (2) dichiarato
LAND ROVER RANGE ROVER SPORT 2.0 SI4 PHEV
300 CV 143 CV 6,7 sec. 13,1 kWh 51 km 7 ore 30’ (1) (2)
da € 91.200
COMBINATI 404 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
È SOLO UNA 2.0, MA HA 404 CAVALLI
La Sport è la versione un po’ più compatta e filante della Range Ro-
ver “classica”. Ma resta una suv di gran lusso, molto comoda e ca-
pace di andare quasi ovunque, grazie alla sofisticata trazione 4x4.
La plug-in PHEV ha un 2.0
turbo a benzina e un motore
elettrico abbinato al cambio
automatico. Sfruttando tutti i
7 kW del caricatore, la batte-
ria (posta sotto il baule, così
che non si possono avere i
due strapuntini optional del-
le altre versioni) va dal 10
al 100% in due ore e 45’.
(1)
In base al ciclo NEDC correlato; (2) dichiarato

UNA RARITÀ: È “RAPIDA”


La Mercedes A 250 e ha
anche un caricatore
“rapido”, a corrente
continua 1 : sta sopra il
serbatoio 2 . Dato che la
batteria 3 ingombra nel
sottoscocca, il terminale di
1 scarico 4 è a metà auto
3
4
2
SI INTEGRA BENE
Come molte plug-in, anche la
BMW 530e ha il motore elettrico
integrato nel cambio automatico
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

LAND ROVER RANGE ROVER P400E


300 CV 143 CV 6,8 sec. 13,1 kWh 48 km (1)
7 ore 30’(2) da € 124.000
COMBINATI 404 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
LA SUV DI GRAN LUSSO
Questa maxi-suv alla por-
tata di pochi ha la stessa
meccanica e lo stesso ma-
xi-serbatoio della benzina di
91 litri (ottimo nei viaggi)
della versione Sport. Anco-
ra più comoda e imponen-
te, mostra in uno dei tre di-
splay i dati del sistema ibri-
do (come l’autonomia re-
stante della batteria). Chi pensa di farsi trasportare piuttosto che
guidarla, può scegliere la LWB: 520 cm di lunghezza, 20 in più,
tutti a vantaggio delle gambe di chi sta dietro. A 206.100 euro.
(1)
In base al ciclo NEDC correlato; (2) dichiarato

MERCEDES A 250 E
160 CV 102 CV 6,6 sec. 14,0 kWh* 68 km 6 ore 40’ da € 42.397
COMBINATI 218 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
VA VELOCE, ANCHE NELLA RICARICA
Fresca di debutto nelle versioni a cinque porte o a quattro (Berlina, da
42.927 euro), questa media scatta decisa. Il 1.3 turbo a benzina (35
litri di serbatoio) lavora col motore elettrico posto nel cambio robotiz-
zato a doppia frizione e otto
marce. La grande batteria si
alimenta tramite il caricatore
classico, a corrente alterna-
ta (da 7,4 kW, 1 ora e 45’ il
tempo ufficiale per rigene-
rarla al 100%) o da quello
in continua (da una colon-
nina pubblica bastano 25
minuti per toccare l’80%).
*Netta stimata da alVolante
MERCEDES C 300 E
211 CV 122 CV 5,4 sec. 12,6 kWh* 51 km 6 ore da € 51.617
COMBINATI 320 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
POTENTE, MA IL BAULE...
Va fortissimo questa raffina-
ta berlina, proposta anche
come 4x4 (da 54.057 euro)
o wagon (da 52.997 euro).
Il sistema ibrido (composto
da un 2.0 turbo a benzina
e da un cambio automati-
co a nove marce con moto-
re elettrico) eroga 320 CV
e 700 Nm di coppia. Bene
il serbatoio della benzina (50 litri), ma la capienza del baule è da
utilitaria: 300 litri per la berlina e 315 per la SW. Sfruttando i 7,4
kW, per la ricarica completa basterebbe poco più di un’ora e mezza.
*Netta stimata da alVolante
26
MERCEDES C 300 DE
194 CV 122 CV 5,6 sec. 12,6 kWh* 48 km 6 ore da € 52.839
COMBINATI 306 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
A GASOLIO TI CONVIENE SE LA RICARICHI POCO
In pratica, è una 300 e (identica anche la parte elettrica del sistema
ibrido) con un 2.0 diesel invece che a benzina; non prevista, però, la
versione 4x4. Si ripetono quindi i pregi (eleganza, cura nelle finiture
e scatto bruciante), ma re-
sta anche il bagagliaio pic-
colo e con un alto gradino
interno, per fare spazio alla
batteria. Pesando 80 kg in
più, la 300 de “perde” 3 km
di autonomia “in elettrico”.
Ma, quando si usa anche il
motore termico, il diesel ha
consumi più vantaggiosi.
*Netta stimata da alVolante
MERCEDES E 300 E
211 CV 122 CV 5,7 sec. 12,6 kWh* 51 km 5 ore 30’ da € 63.839
COMBINATI 320 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
UN SISTEMA RAFFINATO
Più lunga di 23 cm rispetto
alla C 300, ne riprende il si-
stema ibrido; ha la trazione
posteriore e quattro porte.
Vanta un gran comfort, più
spazio per i bagagli (ma 370
litri sono 170 in meno delle
altre versioni) e per la casa
tocca i 250 km/h (140 an-
dando “a corrente”). In mo-
dalità ibrida, quando si toglie il piede dall’acceleratore, l’elettronica
tiene conto del traffico per scegliere se procedere “in folle” (veleggio)
o attivare l’unità elettrica che ricarica la batteria (rallentando l’auto).
*Netta stimata da alVolante
Ecologiche sì, ma non quanto promettono
Il ciclo di omologazione delle dio ufficiale di 45,5 km/l, quello
plug-in prevede di partire con la reale è stato di 15,9: ben pochi
batteria carica, e termina poco si premuravano di “collegarsi”.
dopo che il motore termico si è IMPATTO ZERO? NON PROPRIO
avviato: consumi ed emissioni si Da nostri rilevamenti, una plug-in
avvicinano al vero solo se si co- che non viene ricaricata consu-
prono tratti brevi, e ci si collega ma circa come un’ibrida “full” di
regolarmente alla rete per rige- caratteristiche simili: il maggior
nerare la “pila”. Il che non è det- peso della batteria è compensato
to che avvenga, soprattutto se chi dalla possibilità d’immagazzina-
usa l’auto non paga di tasca pro- re più energia nei rallentamenti
pria il carburante godendo di for- prolungati. Per l’ambiente, però,
me di rimborso. Lo conferma una il pareggio è di facciata: la pro-
ricerca della TMC, società specia- duzione di una “pila” più grande
lizzata nel controllo dei consumi causa emissioni di CO2 (tra i gas
delle vetture aziendali: in una accusati di far impazzire il clima)
flotta di plug-in con consumo me- stimabili in 1000-2000 kg.

27
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

MERCEDES E 300 DE
194 CV 122 CV 5,9 sec. 12,6 kWh* 48 km 6 ore da € 66.571
COMBINATI 306 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
CON LEI PUOI SCEGLIERE ANCHE LA WAGON
Come la più piccola C, anche la E ha due versioni plug-in: la 300 e,
col 2.0 a benzina da 211 CV, e questa 300 de a gasolio, che di ca-
valli ne ha 16 di meno. Uguali in tutto il resto, inclusa la presa per la
ricarica nel paraurti poste-
riore troppo esposta agli urti,
differiscono soprattutto per i
consumi quando si viaggia
in modalità ibrida: in assen-
za di dati ufficiali, stimiamo
un risparmio del 20-25%
per la diesel. Che, a diffe-
renza della 300 e, c’è anche
wagon (da 68.296 euro).
*Netta stimata da alVolante
MERCEDES S 560E LUNGA
367 CV 122 CV 5,0 sec. 12,0 kWh* 43 km 5 ore 30’ da € 122.070
COMBINATI 476 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
GRAN LUSSO “ECO”
La versione plug-in della
più sofisticata berlina della
casa tedesca c’è solo con
carrozzeria “Lunga”. I 526
cm di ingombro consento-
no a chi sta dietro non solo
di viaggiare in un ambiente
ovattato, ma anche di sten-
dere le gambe: può essere
l’auto giusta per chi si fa
portare dall’autista. La parte elettrica del sistema ibrido è quella
delle C ed E, con caricatore raffreddato a liquido da 7,4 kW. Ma il
motore a benzina è un 3.0 V6 biturbo dal funzionamento vellutato.
*Netta stimata da alVolante
MERCEDES GLC 300 E 4MATIC
211 CV 122 CV 5,8 sec. 12,6 kWh* 43 km 6 ore da € 62.821
COMBINATI 320 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
ANCHE COUPÉ, MA SEMPRE SCATTANTE
Ordinabile da poche settimane, la plug-in di questa elegante suv me-
dio-grande ha la trazione 4x4 e il sistema ibrido delle C ed E, con un
2.0 turbo a benzina e il cambio automatico a nove marce che ospita il
motore elettrico. Con 320 CV
e 700 Nm di coppia motrice
(440 dall’unità “a corrente”)
è davvero scattante, tanto da
rendere giustizia alle forme
più filanti e grintose della
variante Coupé (da 68.226
euro). In ogni caso, il bau-
le non è da “grandi viaggi”:
395 litri, e 350 per la Coupé.
*Netta stimata da alVolante
28
MERCEDES GLE 350 DE 4MATIC
194 CV 136 CV 6,8 sec. 28,0 kWh* 99 km 13 ore 20’ da € 80.084
COMBINATI 320 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
AUTONOMIA: È SUO IL RECORD
È una plug-in particolare, questa grande e recente suv 4x4. Ha un 2.0
diesel alimentato da un buon serbatoio di 65 litri, un motore elettrico
potente e una maxi-batteria, che, per la casa, consente di muoversi
in modalità elettrica per cir-
ca 100 km e di raggiungere
i 160 km/h. Il “pieno” di elet-
troni, controllabile anche
dallo smartphone, può avve-
nire pure da una colonnina
“rapida” a corrente continua
(tempo dichiarato: 30 minu-
ti). E il baule non è male: for-
me regolari e 490/1915 litri.
*Netta stimata da alVolante
MINI COUNTRYMAN COOPER S E ALL4 AUTOMATICA
136 CV 88 CV 6,8 sec. 8,8 kWh 53 km 4 ore 15’ da € 39.400
COMBINATI 224 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
ORA CON PIÙ ENERGIA
Appena aggiornata nel-
la batteria (più capiente
del 25%), è una crossover
compatta, comoda per cin-
que e con un baule di 405
litri (manca, però, il divano
scorrevole delle altre ver-
sioni). Il look personalissi-
mo di tutte le Mini nascon-
de la meccanica della BMW
225xe Active Tourer (le case sono nello stesso gruppo). Il tempo
minimo ufficiale per la ricarica (dalla fiancata) è di 3 ore e 15’,
a 3,7 kW; la trazione è 4x4 grazie al motore elettrico posteriore.

MITSUBISHI OUTLANDER 2.4 PHEV


135 CV 177 CV 10,5 sec. 12,4 kWh 45 km (1) (2)
5 ore 30’(3) da € 44.900
COMBINATI 224 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
TRE MOTORI E RICARICA RAPIDA
È una suv imponente e assai spaziosa (463 litri di baule) pur senza
avere ingombri esagerati (è lunga 470 cm). Il complesso sistema
ibrido garantisce la trazione integrale grazie al motore elettrico
posteriore da 95 CV; davan-
ti, ci sono un 2.4 a benzina
e un’altra unità a corrente.
Il comfort è ottimo, presta-
zioni e finiture sono discre-
te. È una delle rare plug-in
con due prese: a corrente al-
ternata (3,7 kW massimi) e
continua (secondo la casa,
tocca l’80% di carica in 25’).
(1)
Motore anteriore da 82 CV e posteriore da 95 CV; (2) netta stimata da alVolante; (3) dichiarato
29
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

OPEL GRANDLAND X 1.6 HYBRID4 AWD AT8


200 CV 223 CV 6,1 sec. 11,9 kWh
(1)
59 km (2)
5 ore 40’ € 46.900
COMBINATI 299 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
PAGHI E CARICA PRIMA
Suv classica e accogliente,
come le altre Hybrid4 del
gruppo PSA (fra le quali la DS
7 Crossback) monta un 1.6
turbo a benzina e due moto-
ri elettrici (uno per le ruote
posteriori). Già Euro 6d, ha
un caricatore da 3,7 kW, ma
con € 250 si ottiene quello
da 6,6 kW (in condizioni ide-
ali, secondo la casa consente la ricarica in due ore). Come per tutte
le plug-in del gruppo francese, la garanzia sulla batteria è di otto an-
ni o 160.000 km: viene sostituita se perde oltre il 30% della capacità.
(1)
Motore anteriore da 110 CV e posteriore da 113 CV; (2) netta stimata da alVolante

PEUGEOT 508 1.6 HYBRID E-EAT8


179 CV 110 CV 8,3 sec. 10,6 kWh* 54 km 5 ore da € 46.880
COMBINATI 225 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
BELLA GUIDA E BAGAGLIAIO NIENTE MALE
Moderna, bassa e grintosa, questa berlina col portellone lunga 475 cm
(con € 900 aggiuntivi c’è la più spaziosa SW, per la quale sono di-
chiarati 52 km di autonomia
in modalità elettrica) ha la
trazione anteriore e un’otti-
ma agilità. Il motore elettrico
è integrato nel cambio auto-
matico; col caricatore da 7,4
kW (300 euro) la casa pro-
mette 1 ora e 45 minuti per
il “pieno” di corrente. Il baule
(487 litri, 530 per la SW) è
quello delle altre versioni.
*Netta stimata da alVolante
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID E-EAT8
179 CV 110 CV n.d. 10,6 kWh* 40 km 5 ore da € 44.430
225 CV
COMBINATI 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
PIÙ DA GUIDARE CHE DA CARICARE
Crossover media lunga 445 cm, dallo stile deciso e personale, si di-
stingue anche all’interno per l’alto tunnel centrale, il cruscotto digi-
tale rialzato e il piccolo volante. La meccanica è quella della 508
(e della “cugina” Citroën C5
Aircross): un vispo 1.6 turbo
a benzina e un motore elet-
trico nel cambio automatico
trasmettono fino a 225 CV
sulle ruote anteriori. La bat-
teria toglie un po’ di spazio
ai bagagli (395 litri invece di
520) e al serbatoio (43 li-
tri di benzina: 10 in meno).
*Netta stimata da alVolante
30
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID4 E-EAT8
200 CV 223 CV 5,9 sec. 11,9 kWh
(1)
59 km (2)
5 ore 40’ da € 51.930
COMBINATI 299 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
ECCO L’INTEGRALE
Basta 1 ora e 45’ (dato uffi-
ciale) per riportare al 100%
la batteria di questa grin-
tosa crossover 4x4, a pat-
to di ordinare il caricatore
integrato da 7,4 kW (300
euro) e di collegarsi a una
colonnina di potenza supe-
riore. Con il sistema di se-
rie (3,7 kW) è lecito aspet-
tarsi un tempo doppio. Rispetto alla versione a due ruote motrici
(senza motore elettrico posteriore, con meno autonomia e meno
cavalli) la differenza di prezzo a pari dotazione è di 5.500 euro.
(1)
Motore anteriore da 110 CV e posteriore da 113 CV; (2) netta stimata da alVolante
PORSCHE PANAMERA 4 E-HYBRID
330 CV 136 CV 4,6 sec. 14,1 kWh 42 km 5 ore 50’* da € 115.230
COMBINATI 462 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
TRE CARROZZERIE, TUTTE SPORTIVE
Berlina di lunghezza “normale” (si fa per dire: sono pur sempre 505
cm) oppure maggiorata di 15 cm (la Executive, più spaziosa per i
passeggeri posteriori)? O, magari, la “wagon” Sport Turismo? C’è
l’imbarazzo della scelta per
questa plug-in 4x4 comoda,
di gran lusso e sportiva: con
un 2.9 V6 biturbo a benzi-
na (il serbatoio di 80 litri fa
comodo nei viaggi) e 462
CV, va fortissimo. Il carica-
tore da 7,2 kW fa il “pieno”
di corrente in tre ore e 35
minuti e costa 732 euro.
*Dichiarato
PORSCHE PANAMERA TURBO S E-HYBRID
550 CV 136 CV 3,4 sec. 14,1 kWh 40 km 5 ore 50’* da € 193.676
COMBINATI 680 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
CAVALLI DA VENDERE
A chi non bastassero le
prestazioni (e le emozio-
ni) della 4 E-Hybrid, la ca-
sa tedesca propone questa
Turbo S: stesse tre carrozze-
rie a scelta (Sport Turismo
inclusa) e medesima parte
elettrica del sistema ibrido,
ma invece del 2.9 c’è un
4.0 V8 biturbo con 220 CV
in più, che regala prestazioni “feroci”. I quasi 80.000 euro aggiuntivi
“mordono” il portafogli, ma sono in parte giustificati da una dotazio-
ne migliore (include accessori di pregio come i freni carboceramici).
*Dichiarato
31
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

PORSCHE CAYENNE E-HYBRID


340 CV 136 CV 5,0 sec. 14,1 kWh 36 km 5 ore 50’* da € 95.402
COMBINATI 462 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
GIÀ QUESTA VA FORTE
La suv tedesca condivide
con la Panamera gran par-
te della meccanica, sistemi
ibridi inclusi. Questa versio-
ne meno potente, che som-
ma un V6 biturbo a benzi-
na e un motore elettrico in-
corporato nel cambio auto-
matico a otto marce, vanta
una coppia motrice combi-
nata di 700 Nm: garanzia di scatti fulminei, anche perché la trazio-
ne è 4x4. Il tempo di ricarica minimo dichiarato è di due ore e 20
minuti, a patto di avere il caricatore integrato da 7,2 kW (€ 732).
*Dichiarato
PORSCHE CAYENNE TURBO S E-HYBRID
550 CV 136 CV 3,8 sec. 14,1 kWh 32 km 5 ore 50’* da € 179.826
COMBINATI 680 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
UNA SUV “DA CORSA”
Adatta anche ai fondi difficili, grazie all’efficiente trazione 4x4 e al-
le sospensioni pneumatiche di serie (€ 2.190 per le E-Hybrid) che
possono portare la distanza da terra a ben 24,5 cm, offre prestazioni
da vera sportiva; com’è lo-
gico, con 680 CV e 900 Nm
di coppia motrice. Come
nella E-Hybrid, il baule è
ampio anche se meno che
nelle altre versioni: 648 li-
tri (e 500 per la più filan-
te Coupé). Il serbatoio del-
la benzina contiene 75 li-
tri: sufficiente, ma nulla più.
*Dichiarato
SKODA SUPERB 1.4 TSI IV DSG
156 CV 116 CV 7,7 sec. 10,4 kWh 62 km 5 ore* da € 39.400
COMBINATI 218 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
BENE SCATTO E CARICO
La più grande fra le auto
della casa ceca è a trazio-
ne anteriore e utilizza un
1.4 turbo a benzina e un
motore elettrico incorpora-
to nel cambio robotizzato a
doppia frizione DSG; bene
lo sprint, data anche la cop-
pia di 400 Nm. Il caricatore
interno è da 3,6 kW: per
passare da una batteria scarica a una al 100%, i dati ufficiali par-
lano di tre ore e 30’. La berlina ha un baule di 485 litri, la wagon
(che costa € 1.100 in più) di 510. Nel serbatoio ci stanno 50 litri.
*Dichiarato
32
TOYOTA PRIUS 1.8 PLUG-IN HYBRID E-CVT
98 CV 92 CV 11,1 sec. 8,8 kWh 51 km 3 ore 50’ € 42.250
COMBINATI 122 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
PUNTA SUL RISPARMIO
La versione “ricaricabile”
dell’ibrida più conosciuta è
un’aerodinamica berlina a
cinque porte (ottimo il coef-
ficiente di forma Cx di 0,25).
Ha un 1.8 che sfrutta l’eco-
nomo ciclo Atkinson e due
motori elettrici anteriori; lo
sprint è discreto, i consumi
(di benzina e di elettricità)
sono assai bassi e rendono più che sufficiente il serbatoio di 43 li-
tri. Il tempo minimo di ricarica ufficiale è di due ore e 10’; dal pia-
no del baule al tendalino ci sono solo 27 cm (sotto c’è la batteria).

VOLKSWAGEN PASSAT 1.4 PLUG-IN HYBRID GTE DSG


156 CV 116 CV 7,4 sec. 10,4 kWh 56 km 5 ore* da € 51.350
COMBINATI 218 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
UN CLASSICO IN DUE VERSIONI
Parente stretta della Skoda Superb (le case fanno parte del medesi-
mo gruppo industriale) e anch’essa proposta nelle versioni berlina a
quattro porte e wagon Variant (che costa 1.000 euro in più e offre
54 km di autonomia dichia-
rata in modalità elettrica),
è un’auto classica, vivace,
spaziosa e molto ben rifi-
nita. La casa parla di 3 ore
e 33 minuti per la ricarica,
collegandosi a una colonni-
na che riesca a erogare al-
meno 3,6 kWh. Il serbatoio
della benzina è di 50 litri.
*Dichiarato
VOLVO S60 E V60 T8 GEARTRONIC AWD
304 CV 88 CV 4,6 sec. 9,1 kWh 58 km 4 ore* da € 60.950
COMBINATI 392 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
CHE GRINTA!
Anche se questa moderna
vettura ha un look grintoso,
il suo sprint stupisce. A muo-
verla provvedono un 2.0 con
turbo e compressore volu-
metrico, e un motore elet-
trico posteriore che la rende
4x4. La batteria (con tempo
minimo di ricarica ufficiale
di tre ore) è sotto il tunnel
centrale: il baule resta discreto (390 litri), ma quasi scompaiono i
portaoggetti. Ci sono anche la wagon V60 (da € 59.000) e la sporti-
va Polestar Engineered, col 2.0 “elaborato” (405 CV e 68.200 euro).
*Dichiarato
33
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

VOLVO V60 T6 AWD GEARTRONIC


253 CV 88 CV 5,4 sec. 9,1 kWh 59 km 4 ore* da € 55.950
COMBINATI 341 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
UN PO’ MENO “CATTIVA”
Oltre che come T8, l’ele-
gante e lussuosa wagon
svedese è proposta anche
in questa meno potente
versione T6: è il 2.0 turbo
a benzina a rinunciare a
50 cavalli, mentre tutta la
parte elettrica è identica,
inclusa la presa di ricarica
nel parafango anteriore si-
nistro, che accetta al massimo 3,6 kW. I tempi di ripresa si allun-
gano un po’, ma la spinta resta alquanto energica. E, a parità di
dotazione, al momento dell’acquisto si risparmiano 3.050 euro.
*Dichiarato
VOLVO S90 E V90 T8 AWD GEARTRONIC
304 CV 88 CV 5,1 sec. 9,1 kWh 57 km 4 ore* da € 71.250
COMBINATI 392 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
VANNO DI GRAN CARRIERA
Le “sorelle” più grandi delle S60 e V60 (aggiungono una ventina di
centimetri alla lunghezza, arrivando a sfiorare i cinque metri, e ne man-
tengono la meccanica) sono comode e ben rifinite, oltre che rapide:
il 2.0 con il turbo e il com-
pressore volumetrico le por-
ta a 250 km/h (dato ufficia-
le, autolimitato dall’elettro-
nica), e i 640 Nm di coppia
motrice danno un’idea della
grinta in ripresa. Con la bat-
teria nel tunnel centrale, la
capienza del baule è di 500
litri (560 per la wagon V90).
*Dichiarato
VOLVO XC40 T5 GEARTRONIC
179 CV 81 CV 7,3 sec. 9,6 kWh (1)
50 km 5 ore(2) da € 46.750
COMBINATI 262 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
SUV, MA SENZA 4X4
La più piccola fra le suv
della casa svedese (443
cm di lunghezza) è perso-
nale, comoda e scattante. Il
motore a benzina è un 1.5
turbo a tre cilindri, quello
elettrico fa parte del cam-
bio robotizzato a doppia fri-
zione.Omologata Euro 6d,
può ricaricare la batteria al
massimo con 3,7 kW (tre ore il tempo dichiarato). Niente male il
bagagliaio di 460 litri (anche qui la batteria è nel tunnel centra-
le) e il serbatoio di 48 litri; ma l’auto c’è solo a trazione anteriore.
(1)
Stimato da alVolante; (2) dichiarato
34
VOLVO XC60 T8 AWD GEARTONIC
304 CV 88 CV 5,5 sec. 9,1 kWh 54 km 4 ore* da € 69.500
COMBINATI 392 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
C’È VELOCE E PIÙ VELOCE
Questa slanciata suv lunga 469 cm c’è anche come plug-in 4x4 (gra-
zie al motore elettrico posteriore). Ha la meccanica della berlina S60
T8; sprint e autonomia risentono un po’ dei 130 kg in più e della peg-
giore aerodinamica, ma re-
sta un’auto assai vivace. An-
cora di più con l’allestimen-
to Polestar Engineered da
405 CV (€ 85.300), messo
a punto dal comparto spor-
tivo della casa svedese (che
produce anche auto, come la
coupé plug-in “1”, ma per
ora non le importa in Italia).
*Dichiarato
VOLVO XC90 T8 AWD GEARTRONIC
304 CV 88 CV 5,8 sec. 9,1 kWh 35 km 4 ore* da € 80.700
COMBINATI 392 CV 0-100 km/h CAPACITÀ QUANTA STRADA FA LA RICARICO IN...
BUONA PER SETTE
Suv imponente lunga 495
cm, ha sette posti e un ot-
timo baule (640 litri se si
viaggia in cinque). Il siste-
ma ibrido è quello della
XC60: un 2.0 a benzina con
cambio automatico muove
le ruote anteriori, un mo-
tore elettrico quelle poste-
riori. E la batteria è nell’al-
to tunnel centrale. Caso mai qualcuno pensasse di affrontare con
disinvoltura delle strade allagate, sappia che la casa raccomanda
di non superare guadi alti più di 25 cm (40 per le altre versioni).
*Dichiarato
Le ibride circolano liberamente anche in centro? Dipende
Per la circolazione in ambito urbano, di giano gratis nelle strisce blu, ma l’acces-
solito le plug-in sono equiparate alle so alla ztl senza pagare è riservato alle
altre ibride. L’articolo 7 del codice del- elettriche. A Milano, entrambe le agevo-
la strada delega alle giunte la gestione lazioni valgono anche per le “bimotore”,
delle ztl, e il comma 9 bis di fine 2018 ma solo fino al 30 settembre 2022. Poi,
specifica che “nel delimitare le zone i co- per entrare gratis, si terrà conto delle
muni consentono, in ogni caso, l’accesso emissioni di CO2: sotto i 100 g/km proro-
libero ai veicoli a propulsione elettrica o ga di un anno, e con meno di 50 (come
ibrida”. In realtà, il ministero ha fatto su- per molte plug-in) fino al 2030. In real-
bito marcia indietro (il traffico crescereb- tà, è tutto in divenire. Per esempio, il mi-
be troppo) e ha promesso di ritoccare la nistero dei Trasporti, nel “Piano di azio-
norma “nel primo provvedimento utile”. ne per il miglioramento della qualità
Nel frattempo, per com’è scritta la leg- dell’aria”, ha deciso che in futuro l’in-
ge, facendo ricorso si finirebbe per per- centivazione all’uso dei veicoli ibridi sa-
dere; ogni comune, quindi, fa storia a sé. rà decisa in base a quanta CO2 esce dai
ROMA CITTÀ APERTA? NON PROPRIO tubi di scarico. Tre le categorie: sotto i 60
Nella Capitale anche le ibride parcheg- g/km, dai 61 ai 95 e sopra i 95.

35
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

Cosa dichiarano le case: km/l...


A confronto i consumi e le emissioni delle “ricaricabili” oggi in vendita. Sono prestazioni
MERCEDES GLE 350 DE 4MATIC 143,0
HYUNDAI IONIQ 1.6 PLUG-IN 6DCT 90,9
MERCEDES A 250 E 90,9 CORRENTE IN QUANTITÀ
SKODA SUPERB 1.4 TSI iV DSG 90,9 Il primo posto è legato
BMW X5 XDRIVE45E 83,3 alla buona resa del 2.0
(le Mercedes “de” sono
FORD KUGA 2.5 PHEV 83,3
le uniche plug-in diesel)
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID4 E-EAT8 83,3 e alla maxi-batteria che
VOLKSWAGEN PASSAT 1.4 PLUG-IN HYBRID GTE DSG 83,3 “copre” molti chilometri
DS 7 CROSSBACK E-TENSE 4X4 AUTOMATICA 76,9
MERCEDES C 300 DE AUTOMATICA 76,9
MERCEDES E 300 DE 76,9
OPEL GRANDLAND X 1.6 HYBRID4 AWD AT8 76,9
PEUGEOT 508 1.6 HYBRID E-EAT8 76,9
TOYOTA PRIUS 1.8 PLUG-IN HYBRID E-CVT 76,9
BMW 330E AUTOMATICA 71,4
BMW 530E 71,4
KIA NIRO 1.6 PHEV DCT 71,4 TRE MOTORI, POCA BENZINA
Questa crossover sfrutta la
VOLVO S60/V60 T8 AWD GEARTRONIC 66,7 presenza di due motori elettrici
MERCEDES C 300 E AUTOMATICA 62,5 (quello posteriore la rende
MERCEDES E 300 E 62,5 4x4) per ottimizzare i consumi
BMW 225XE ACTIVE TOURER AUTOMATICA 58,8
CITROËN C5 AIRCROSS 1.6 HYBRID PLUG-IN E-EAT8 58,8
VOLVO S90/V90 T8 AWD GEARTRONIC 58,8
VOLVO V60 T6 AWD GEARTRONIC 58,8
AUDI A3 SPORTBACK 40 TSI E-TRON S TRONIC 55,5
BMW 745E 52,6
MINI COUNTRYMAN COOPER S E ALL4 AUTOMATICA 52,6
MITSUBISHI OUTLANDER 2.4 PHEV 50
AUDI Q5 55 TFSIE QUATTRO S TRONIC 47,6 UNA CLASSIFICA DA PRENDERE CON LE PINZE
BMW i8 47,6 La tabella a sinistra riassume (dal migliore al peg-
giore) il consumo di carburante combinato (espresso
VOLVO XC40 T5 GEARTRONIC 47,6 in km/l, secondo il recente ciclo WLTP) delle versioni
AUDI Q5 50 TFSIE QUATTRO S TRONIC 45,5 meno costose di ogni modello: l’aggiunta di acces-
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID E-EAT8 45,5 sori o della trazione 4x4, così come eventuali diffe-
renze nella carrozzeria (la Mercedes A, per esempio,
MERCEDES GLC 300 E 4MATIC 43,5
c’è anche a quattro porte, e la Porsche Cayenne pure
MERCEDES S 560E LUNGA 43,5 Coupé) possono modificare il peso, l’aerodinamica
VOLVO XC60 T8 AWD GEARTRONIC 43,5 o gli attriti interni di una vettura, variandone i con-
VOLVO XC90 T8 AWD GEARTRONIC 40,0 sumi. I risultati sono vicini alla realtà solo se si ri-
carica spesso la batteria, limitando al minimo (il
PORSCHE PANAMERA 4 E-HYBRID 34,5 10-15 % del totale) l’uso del motore termico. Va co-
LAND ROVER RANGE ROVER SPORT 2.0 SI4 PHEV 31,3 munque tenuto conto del costo della corrente per la
LAND ROVER RANGE ROVER P400E 30,3 ricarica (un dato che non tutte le case dichiarano).
Esempio: per la BMW 225xe Active Tourer valgono al
PORSCHE PANAMERA TURBO S E-HYBRID 28,6
contempo i 58,8 km/l (per la benzina) e i 5,4 km/
PORSCHE CAYENNE E-HYBRID 25,6 kWh (per la corrente). Per 100 chilometri, la spesa
PORSCHE CAYENNE TURBO S E-HYBRID 20,8 è di € 2,7 per il carburante più € 3,7 per l’elettricità.

36
...ed emissioni di CO2 in g/km
ottenibili solo con ricariche molto frequenti. E fanno da base per incentivi e tassazione
FORD KUGA 2.5 PHEV 26
HYUNDAI IONIQ PLUG-IN 6DCT 26
TOYOTA PRIUS 1.8 PLUG-IN HYBRID E-CVT 28
KIA NIRO 1.6 PHEV DCT 29
MERCEDES GLE 350 DE 4MATIC 29
DS 7 CROSSBACK E-TENSE 4X4 AUTOMATICA 30
MERCEDES A 250 E 32
PEUGEOT 508 1.6 HYBRID E-EAT8 32
VOLKSWAGEN PASSAT 1.4 PLUG-IN HYBRID GTE DSG 32 BEL LAVORO, MISTER ATKINSON
Ai primi posti ci sono quattro plug-in equipaggiate
SKODA SUPERB 1.4 TSI iV DSG 33
con motori a benzina che funzionano secondo il
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID4 E-EAT8 36 ciclo Atkinson anziché Otto: il notevole rendimento
BMW 330E AUTOMATICA 37 limita anche le emissioni di anidride carbonica
MERCEDES E 300 E 38
BMW X5 XDRIVE45E 39 DA QUESTI NUMERI, BONUS E TASSE
CITROËN C5 AIRCROSS 1.6 HYBRID PLUG-IN E-EAT8 39 Le emissioni di CO2 vengono misurate dalle case in base al
ciclo WLTP, e poi ricalcolate (usando software specifici) per
MERCEDES C 300 E AUTOMATICA 39
poterle comparare con quelle ottenute seguendo il vecchio
MERCEDES E 300 DE 39 sistema NEDC. Su questi “valori correlati” si basa l’accesso
MERCEDES C 300 DE AUTOMATICA 40 agli ecobonus statali. La legge dice che chi compra una vet-
MERCEDES GLC 300 E 4MATIC 40 tura nuova (di prezzo non superiore a 61.000 euro, Iva inclu-
sa) con emissioni fra 21 e 70 g/km di CO2 ha uno sconto di
MITSUBISHI OUTLANDER 2.4 PHEV 40 1.500 euro, e di 2.500 se rottama un’auto da Euro 1 a Euro
OPEL GRANDLAND X 1.6 HYBRID4 AWD AT8 40 4. Dal 2020, anche la tassazione per le auto aziendali date in
BMW 530E 41 uso ai dipendenti dipende dalla CO2: il precedente 30% rima-
ne per i modelli con emissioni da 61 a 160 g/km, mentre da
VOLVO S90/V90 T8 AWD GEARTRONIC 41 0 a 60 g/km cala al 25%. Anche qui, riportiamo i valori “ba-
VOLVO XC40 T5 GEARTRONIC 41 se”; possono variare per allestimenti e carrozzerie differenti.
BMW i8 42
BMW 225XE ACTIVE TOURER AUTOMATICA 42
VOLVO S60/V60 T8 AWD GEARTRONIC 42
VOLVO V60 T6 AWD GEARTRONIC 42
VOLVO XC60 T8 AWD GEARTRONIC 42
AUDI A3 SPORTBACK 40 TSI E-TRON S TRONIC 43
MINI COUNTRYMAN COOPER S E ALL4 AUTOMATICA 43
AUDI Q5 50 TFSIE QUATTRO S TRONIC 46
AUDI Q5 55 TFSIE QUATTRO S TRONIC 46
BMW 745E 48
PEUGEOT 3008 1.6 HYBRID E-EAT8 49 NON SI PUÒ VOLERE DI PIÙ
La suv tedesca finisce in
VOLVO XC90 T8 AWD GEARTRONIC 52
fondo. Ma c’è poco da
MERCEDES S 560E LUNGA 57 stupirsi, data l’imponenza
PORSCHE PANAMERA 4 E-HYBRID 62 della vettura, la trazione
4x4 e la quantità di cavalli
LAND ROVER RANGE ROVER SPORT 2.0 SI4 PHEV 71
a cui va data la “biada”:
LAND ROVER RANGE ROVER P400E 72 ben 680, per la Turbo S
PORSCHE CAYENNE E-HYBRID 74
PORSCHE PANAMERA TURBO S E-HYBRID 74
PORSCHE CAYENNE TURBO S E-HYBRID 90

37
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

2020: una... “ricarica” di novità


Il nuovo anno vedrà il debutto di tanti modelli inediti: nelle pagine che seguono, tutti i lanci
mese per mese. A farla da padrone sono le suv, ma non mancano berline e station wagon

MARZO MARZO MARZO MARZO MARZO M


AUDI Q7
Maxi-suv 4x4, da 381 o
456 CV, con un 3.0 V6
a benzina e un’unità
elettrica: da sola,
quest’ultima promette
43 km. Raffinato il
cruscotto digitale. Da
poco più di € 75.000

MERCEDES B
La meccanica è quella della A (pagina
26): 1.3 turbo e motore elettrico, per 218
CV totali e 67 km di autonomia ufficiale
a zero emissioni. Da € 42.000 indicativi

APRILE APRILE APRILE APRILE APRILE AP


BMW X1
Per la suv tedesca (e per la “coupé” X2), un 1.5 turbo a
benzina anteriore e un’unità elettrica posteriore: 220
CV totali e 50 km dichiarati a corrente. Da circa € 45.000

LAND ROVER
RANGE ROVER EVOQUE
I dati non sono stati comunicati, ma si sa
che le ruote anteriori sono mosse da un
1.5 turbo a benzina e quelle dietro da un
motore elettrico. Da poco più di € 65.000

OPEL GRANDLAND X
La versione “verde” di questa suv c’è anche a trazione
anteriore e con 224 CV: promette 8,9 secondi per lo
“0-100” e 57 km in elettrico. Da almeno € 41.000

38
MAGGIO MAGGIO MAGGIO MAGGIO MAGGI
RENAULT
CAPTUR
La nuova crossover
(in prova a pagina
74) c’è anche plug-
in: 160 CV, cambio
robotizzato e 45 km
ufficiali in elettrico.
Da circa 33.000 euro

FORD EXPLORER
Suv a sette posti, spinta da un 3.0 V6 biturbo a
benzina e da un’unità a corrente: 450 CV e
40 km omologati a batteria. A circa € 70.000

BMW X3
Un motore a corrente alloggiato nel
cambio affianca il 2.0 turbo a benzina.
Trazione 4x4 e 292 CV complessivi;
si parla di 46 km “a pile” e di € 67.000

GIUGNO GIUGNO GIUGNO GIUGNO GIUGNO

JEEP COMPASS E RENEGADE


In entrambe, il 1.3 turbo a benzina (abbinato al
cambio robotizzato a doppia frizione) si combina
con un motore elettrico che muove le ruote
posteriori (usato “da solo”, promette 50 km di
autonomia). Due le varianti: 190 o 239 CV. La
Renegade (poco più di € 35.000) arriva per prima

39
GUIDA ALL’ACQUISTO LE IBRIDE PLUG-IN

GIUGNO GIUGNO GIUGNO GIUGNO GIUGNO


KIA CEED SPORTSWAGON
E XCEED
Sia la wagon sia la crossover
montano un 1.6 a benzina e un’unità
a corrente per complessivi 141 CV. La casa
dichiara 60 km di autonomia utilizzando il solo
motore elettrico. Costeranno circa € 35.000

AUDI A6
Due le versioni plug-in, già ordinabili.
Entrambe 4x4, hanno 299 CV (da
63.300 euro) o 367 (da 72.800);
secondo la casa, in elettrico possono
percorrere, rispettivamente, 58 e 55 km

LUGLIO LUGLIO LUGLIO LUGLIO LUGLIO LUG


BMW SERIE 3 TOURING
Dopo la berlina, ecco la versione “ricaricabile”
della wagon. Identiche la meccanica da 292 CV
(col 2.0 a benzina) e l’autonomia dichiarata
a corrente (fino a 66 km); da circa 58.000 euro

SEAT TARRACO
Una suv con un 1.4 a benzina
e un motore elettrico per 245
CV. Solo con quest’ultimo,
stando ai dati “ufficiali”,
si percorrono fino a
50 km. Da circa € 48.000

SETTEMBRE SETTEMBRE SETTEMBRE SET


JEEP WRANGLER
La versione ricaricabile dovrebbe
abbinare al motore elettrico un
3.6 V6 per un totale di circa 350
CV e 50 km stimati di autonomia
a corrente (con la batteria
al 100%). Da almeno € 68.000

40
SETTEMBRE SETTEMBRE SETTEMBRE SET
TOYOTA RAV4
Sono 306 i cavalli erogati dal 2.5 a benzina e dai
due motori elettrici (da soli potrebbero muovere
questa suv 4x4 per 62 km). A non meno di € 50.000

VOLKSWAGEN GOLF
Due le versioni, entrambe basate sul 1.4 benzina: con
204 o 245 CV. Almeno 50 i km di autonomia promessi
solo a corrente. Prezzi non inferiori a € 42.000

OTTOBRE OTTOBRE OTTOBRE OTTOBRE OT


MITSUBISHI ECLIPSE CROSS
La versione plug-in di questa crossover potrebbe
avere la stessa meccanica della Outlander
(descritta a pagina 29). Da circa € 46.000

PEUGEOT 508
SPORT ENGINEERED
Le due unità elettriche dovrebbero spingerla
per circa 50 km. Quando entra in funzione il 1.6
a benzina, i cavalli sono 400. Da circa € 58.000

NOVEMBRE NOVEMBRE NOVEMBRE NOVE

MERCEDES CLA
Le varianti “green” potranno contare su 218 CV (il motore
a benzina è un 1.3). I dati “ufficiali” indicano circa 60 km
di autonomia in elettrico. Prezzi da almeno € 45.000

SKODA OCTAVIA
L’accoppiata fra il 1.5 a
KIA SORENTO benzina e l’unità a corrente
Altra suv 4x4 dotata di due motori sviluppa 204 o, per la
elettrici (dovrebbero farle percorrere sportiva RS, 245 CV. La
una cinquantina di chilometri) e batteria è accreditata di
di un 1.6 a benzina. A circa € 48.000 50 km. Da circa € 45.000

41
AUTO DA SOGNO ASTON MARTIN DBX

La sua prima
GT “rialzata”

La casa britannica debutta fra le suv di lusso con un’auto imponente


e sportiva, oltre che elegante e... pratica. A trazione integrale

A
nche uno dei marchi più tra- del 4.0 V8 biturbo (è quello delle tire la coppia fra i due assi: normal-
dizionalisti del “made in En- coupé Vantage e DB11, ma anche mente per il 47% all’avantreno e
gland” si è convertito alla della Mercedes-AMG GT) abbinato per il 53% al retrotreno, con la pos-
moda delle suv. Lo fa, però, alla ma- al cambio automatico a nove marce. sibilità di trasferire anche il 100%
niera Aston Martin, con un “macchi- Ma l’auto ha tutto ciò che serve per dietro. Un altro differenziale (auto-
none” che non sembra tale: le for- il fuori strada, oltre alla praticità che bloccante) gestisce il trasferimento
me slanciate e i tanti richiami stilisti- ci si aspetta da una suv (a comincia- di coppia fra le ruote posteriori. Per
ci alle granturismo della casa lo di- re da cinque posti veri e un ampio questo modello, che punta a diven-
stinguono a tal punto da farne baule con tanto di portellone). tare il più venduto, è sorta una nuo-
un’autentica sportiva, soltanto un UNA FABBRICA SOLO PER LEI va fabbrica (naturalmente nel Re-
po’ più alta da terra. Per la loro pri- Per la prima volta, un’Aston Martin gno Unito, nel Galles). La produzio-
ma suv, a Gaydon promettono pre- di serie ha la trazione 4x4, dotata ne è appena iniziata; le consegne
stazioni superlative, grazie ai 551 CV di differenziale centrale per ripar- delle vetture partono a metà 2020.

42
3982 CM3
198.378
GIÀ IN VENDITA
6

ro
CONSEGNA IN
A BENZINA €

eu
6 MESI D-TEMP

0-100 km/h 4,5 sec.


VELOCITÀ 291 km/h
POTENZA 551 CV Valori dichiarati

CINQUE METRI
BEN “PORTATI”
Cofano lungo, fari sfuggenti,
tetto basso e fiancate
snellite dalle superfici
mosse: questa suv, che da
un paraurti all’altro misura
504 cm, dissimula le
sue imponenti dimensioni

È UN’ASTON E SI VEDE
Ai lati della classica
mascherina Aston Martin
due aperture indirizzano
l’aria verso i freni,
e le fiancate dell’auto

43
AUTO DA SOGNO ASTON MARTIN DBX

PER LE BRACCIA
(E ALTRO)
La plancia ha
forme ricercate. Al
bracciolo centrale
del divano si può
fissare una “sella”
in pelle con due
borsette amovibili

AERODINAMICA
La fiancata è fluida. Dietro i
passaruota anteriori spiccano
le aperture per evacuare l’aria
incanalata dalle prese nel frontale

44
DI GRAN LUSSO E LUMINOSO
L’abitacolo è un vero salotto, foderato di pelle pregiata e Alcantara: materiale, quest’ul-
timo, utilizzato anche per la tendina parasole (il tetto è in cristallo). In alternativa, si pos-
sono scegliere finiture particolari: per esempio, la lana finemente tessuta per rivestire i
sedili. Inoltre, dettagli ricavati dalla lavorazione artigianale di un unico pezzo di legno di
noce o da una fibra derivata dalla pianta del lino, possono impreziosire plancia e porte.
Al calore di materiali naturali si contrappone la fredda tecnologia del cruscotto digitale
(di 12,3”) e del monitor nella consolle (10,3”) per il moderno sistema d’infotainment. Ma,
quando scende la sera, luci soffuse a scelta fra 64 colori personalizzano l’ambiente.
HANNO PENSATO ANCHE A FIDO
Il bagagliaio è ampio (ben 632 litri, col divano in uso) e può ospitare il cane dopo una
passeggiata in campagna: l’auto è dotata di una doccia portatile per lavarlo prima che
salti a bordo, ovviamente dopo aver srotolato il telo che protegge la vernice del paraur-
ti e sistemato il soffice materassino sagomato (e, naturalmente, griffato Aston Martin).

45
AUTO DA SOGNO ASTON MARTIN DBX

FILA VIA LEGGERA


La parte posteriore affusolata
ricorda quella delle granturismo.
L’ampio spoiler devia il flusso
dell’aria anche in modo da tenere
pulito il lunotto (privo di spazzola)

EFFETTO-COUPÉ
Lo spoiler posteriore a coda
d’anatra è una soluzione
utilizzata più per le coupé
(come l’Aston Vantage)
che per le suv. Integra
un sottile elemento
che unisce i fanali e
s’illumina di rosso in frenata
IL MOTORE PARLA TEDESCO
Il V8 Mercedes-AMG, usato anche in altre Aston
Martin, ha una messa a punto specifica per questa
suv, con modifiche ai due turbocompressori
e un diverso rapporto di compressione

MAXI IMPIANTO
I freni con pinze
a sei pompanti
prevedono
grandi dischi del
diametro di 41
cm davanti e 39
dietro. I solchi
sulla superficie
“puliscono” la
pastiglia

SCHEDA TECNICA
Carburante Ibenzina
Cilindrata cm3 I3982
N. cilindri e disposizione I8 a V di 90°
Distribuzione I4 valvole per cilindro
Potenza max kW (CV)/giri I405 (551)/6500
Coppia max Nm/giri I700/2200-5000
ALLUMINIO E RICERCATEZZE TECNICHE Emissione di CO2 g/km
Cambio Iautomatico a 9 marce + “retro”
I269

Per contenere il peso, la scocca appositamente sviluppata per questa suv fa Trazione Iintegrale
largo uso di alluminio (come gli altri modelli della casa) a cominciare dai pan- Freni Idischi autoventilanti
nelli della carrozzeria. Stesso materiale per il raffinato avantreno a triangoli
sovrapposti (tipico delle supersportive) e il retrotreno a bracci multipli. QUANTO È GRANDE
Lungh./largh./alt. cm I504/200/168
IL ROLLIO IN CURVA NON LA RIGUARDA
Passo cm I306
Le sospensioni sono pneumatiche a controllo elettronico: per affrontare fondi Posti I5
sconnessi, possono aumentare anche di 5 cm la “luce” al suolo dell’auto. Inve- Peso in ordine di marcia kg I2245
ce della classiche barre antirollio c’è il sistema eARC: quattro potenti pompe Pneumatici anteriori I285/40 R 22
idrauliche ad alta pressione (alimentate da un impianto elettrico a 48 V dedi- Pneumatici posteriori I325/35 R 22
cato) riescono a sollevare in pochi istanti gli oltre 2200 kg dell’auto, facendo
A QUANTO VA
estendere o contrarre ogni ammortizzatore per superare con maggiore pron-
Velocità massima km/h I291
tezza un ostacolo, oppure contenere al meglio l’inclinazione laterale dell’auto 0-100 km/h I4,5 secondi
in curva. Il risultato? È come se il manto stradale diventasse un biliardo. Dati dichiarati

47
PRIMO CONTATTO VOLKSWAGEN GOLF 1.5 eTSI ACT STYLE DSG

Ora è pure Svolta tecnologica


per il bestseller della
casa tedesca: curata

hi-tech
e bella da guidare, ha
una ricca dotazione,
con un paio di “sviste”
PULIZIA FORMALE
Frontale arrotondato,
mascherina sottile, nuovo
logo e fari affusolati (di
serie full led, per € 1.000
a matrice di diodi)

GUARDA IL VIDEO SU

PERCHÉ COMPRARLA? .it

◗ L’ottava generazione della più ven- e il mantenimento in corsia, e persino ◗ La 1.5 eTSI è una vivace mild hybrid
duta tra le auto della casa tedesca la comunicazione Car2X: informa il con batteria a 48 V, un turbo a benzi-
punta tutto sulla tecnologia. Nell’a- guidatore di un pericolo segnalato da na da 150 CV e un motorino elettrico
bitacolo e nella (ricca) dotazione dei altre auto nel raggio di 800 metri. da 12 CV che recupera energia in fre-
sistemi di assistenza alla guida. NIENTE ELETTRICA nata e spinge in accelerazione.
◗ Anche la “base”, che arriverà succes- ◗ Rinnovati i motori, inizialmente da 90 ◗ Rapido il cambio a doppia frizione
sivamente (ora sono ordinabili solo la a 150 CV, a benzina o diesel. Seguiran- DSG, che contribuisce a una guida pia-
Life e la Style, in consegna a marzo), no la variante a metano (131 CV) e le cevole, insieme allo sterzo preciso e
ha la frenata automatica d’emergenza ibride plug-in da 204 o 245 CV. all’elevata tenuta di strada.

ABITABILITÀ BUONA ACCELERAZIONE DA VERIFICARE VELOCITÀ MASSIMA DA VERIFICARE CONSUMO MEDIO DA VERIFICARE
Niente male lo spazio in altezza e per le
gambe, anche sul divano (fatta eccezio- 85 , secondi da 0 a 100 km/h 224 km/h 17,5 * km con 1 litro
ne per il posto centrale, reso scomodo Il 1.5 turbo è bello vispo e il rapido cam- Una punta di tutto rispetto, che control- Ottimistico il dato di omologazione.
dall’ingombrante tunnel sul pavimento). bio a doppia frizione fa la sua parte. leremo in pista con i nostri strumenti. A “occhio” siamo sui 13 km/litro.
Valori dichiarati. *In base al ciclo WLTP
48
1498 CM3
32.650
GIÀ IN VENDITA

6D

ro
IBRIDA € CONSEGNA IN

eu
150 CV 60 GIORNI

SOLO A 5 PORTE
Inconfondibile il montante
posteriore e ricercati
i fanali a led. Non sono
previste versioni
a tre porte

66 cm

GLI INTERNI
◗ La plancia è un esempio di modernità. Non solo per i
due schermi di 10,3” (quello del cruscotto digitale con-
figurabile e quello dedicato al sistema multimediale),
quanto per i comandi a sfioramento che rimpiazzano i
classici tasti. Servono per regolare il volume della radio,
la temperatura del “clima” (trizona per la Style, bizona
per la Life) e persino per aprire il tetto elettrico (€ 1.100).
UN PAIO DI “SCIVOLATE”
◗ Curate le finiture: pure le tasche nelle porte posteriori
A TU PER TU CON LE RIVALI sono rivestite in feltro. La Style offre la funzione massag-
MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE gio per la poltrona di guida (regolabile elettricamente) e
Peugeot 308 1.2 PureTech Turbo GT Line (131 CV) € 26.200 € 22.500
sfiziose luci d’ambiente configurabili in 32 colori.
Ford Focus 1.5 EcoBoost ST-Line* (150 CV) € 26.850 € 26.850
◗ Peccato per le bocchette di ventilazione prive di rotella
BMW 118i Sport (140 CV) € 32.300 € 28.100
Volkswagen Golf 1.5 eTSI ACT Style DSG (150 CV) € 32.650 € 30.800
di regolazione della portata d’aria, e per un paio di op-
Mercedes A 200 Sport (163 CV) € 32.852 € 30.562 tional fuori luogo in un’auto così ben fatta: il sistema d’ac-
Audi A3 Sportback 35 TFSI cyl. on d. Sport S tr. (150 CV) € 33.450 € 29.650 cesso “senza chiave” costa 450 euro, mentre gli spec-
Il cambio automatico, di serie per Golf, A3 Sportback, costa 2.000 euro per la 308, 1.950 per la chietti ripiegabili elettricamente sono nel pacchetto Mir-
118i e 2.140 per l’A 200. Per la Focus non è disponibile. *Unica versione con questo motore
ror da ben 1.200 euro (abbinati ai sensori per l’angolo cie-
SCHEDA TECNICA co dei retrovisori e alla guida semiautonoma in colonna).
MOTORE TERMICO
Carburante/cilindrata cm3 Ibenzina/1498
Trazione
Freni anteriori
Ianteriore
Idischi autoventilanti SECONDO NOI

N. cilindri e disposizione I4 in linea Freni posteriori Idischi FINITURE La qualità di materia- muove con piacere. Valido il retrotreno,
Distribuzione I4 valvole per cilindro li e assemblaggi è davvero ma quello a bracci multipli è riservato
Potenza max kW (CV)/giri I110 (150)/6000 QUANTO È GRANDE buona. Persino le tasche nelle porte po- alle versioni da 150 CV in su (o 4x4).
Coppia max Nm/giri I250/1500-3000 Lungh./largh./alt. cm I428/179/146 steriori sono rivestite in feltro antirumore. TECNOLOGIA L’abitacolo è hi-tech e i
MOTORE ELETTRICO Passo cm I264 GUIDA Il motore è vivace, il cambio ra- sistemi di assistenza alla guida non
Potenza max kW (CV)/giri I9 (12)/n.d. Posti I5
pido, lo sterzo fluido e preciso e la tenu- mancano. Addirittura è di serie la comu-
Coppia max Nm/giri In.d. ta di strada elevata: tra le curve ci si nicazione Car2X, anche per la “base”.
Peso in ordine di marcia kg I1305
Tipo di batteria Iioni di litio Capacità di carico litri I380/1237
No
BOCCHETTE DEL “CLIMA” Il pur raffina- vrebbe far pagare gli spec-
Emissione di CO2 g/km I106 Pneumatici di serie I225/45 R 17
to climatizzatore trizona non ha le rotel- chietti ripiegabili elettricamen-
Cambio robotizzato a 7 marce + “retro” Serbatoio della benzina litri I50
le di regolazione della portata di cia- te (in un costoso pacchetto) e neppure
LA STYLE HA DI SERIE: airbag (6); allarmi contro il colpo di sonno e l’uscita di corsia; scuna bocchetta. E, per chiuderle, van- il sistema d’accesso “senza chiave”.
cerchi in lega; “clima” trizona; cruise control adattativo; fari e fanali full led; frenata automatica QUINTO POSTO Il voluminoso tunnel
Dati dichiarati

no orientate tutte di lato.


d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti; impianto multimediale con schermo di 10,3”, Bluetooth,
prese Usb (4), Android Auto ed Apple CarPlay; luci interne configurabili (32 colori); ricarica wireless OPTIONAL Un’auto tutto sommato ben nel pavimento e il massiccio mobiletto
per i cellulari; sedile di guida regolabile elettricamente, con funzione massaggio; sensori di parcheggio. dotata (ma non certo regalata) non do- fra le poltrone ne riducono il comfort.

49
PRIMO CONTATTO MITSUBISHI SPACE STAR 1.2 INTENSE

Agile e più sicura.


Ma il bagagliaio...
Compatta ma spaziosa, è più personale e offre nuovi aiuti alla guida. Il tre cilindri
a benzina non è cambiato e “muove” senza difficoltà la vettura. Piccolo il baule

PERCHÉ COMPRARLA?
◗ Dopo quello del 2016, per la pic- matici, la retrocamera e l’avviso di del resto, pesa meno di 900 kg.
cola giapponese arriva il secondo uscita involontaria di corsia. ◗ Aggiornato pure il cambio manua-
restyling: la lunghezza aumenta di È UN’AUTO LEGGERA E SI SENTE le, ora con innesti precisi e quarta e
altri 5 cm, ma la vettura rimane net- ◗ Invariati i tre cilindri a benzina e, da quinta più corte, per ottenere ripre-
tamente più corta delle rivali. aprile, anche a Gpl: 1.0 da 71 CV (ar- se adeguate senza dover scalare.
◗ Debuttano i moderni aiuti alla gui- riva già a marzo) e 1.2 da 80 (l’unico ◗ I prezzi arrivano più avanti, ma so-
da: di serie (“base” esclusa) la fre- anche col cambio automatico CVT). no attesi buoni sconti fin dal lancio.
nata d’emergenza con riconoscimen- ◗ La più potente, quella del test, non ◗ Come per tutte le Mitsubishi, la ga-
to dei pedoni, gli abbaglianti auto- è in affanno neppure a pieno carico: ranzia è di ben 5 anni (o 100.000 km).

BANALITÀ ADDIO!
Il nuovo frontale è assai più
accattivante, grazie agli inserti
cromati e ai fari appuntiti
(optional anche full led)

ABITABILITÀ MOLTO BUONA ACCELERAZIONE DA VERIFICARE VELOCITÀ MASSIMA DA VERIFICARE CONSUMO MEDIO DA VERIFICARE
In relazione alle dimensioni esterne,
di spazio ce n’è parecchio, anche per 12 8 , secondi da 0 a 100 km/h 180 km/h 20 0 , * km con 1 litro
le gambe di chi siede dietro. Non sco- Il peso è contenuto e i cavalli “vispi”: Non ci siamo potuti avvicinare al valo- Su una scorrevole strada extraurbana ne
modo il posto centrale del divano. il discreto tempo è a portata di mano. re dichiarato: lo verificheremo in pista. abbiamo percorsi senza fatica oltre 17.
Valori dichiarati. *In base al ciclo WLTP, dato provvisorio
50
1193 CM3
17.000* IN VENDITA DA
6

ro
A BENZINA € MAGGIO 2020

eu
80 CV D-TEMP
*Prezzo indicativo

È RINGIOVANITA
Tranne la versione
“base”, tutte hanno
i nuovi fanali con
elementi rossi a led.
73 cm
Inediti i paraurti, con
catarifrangenti verticali.
Piuttosto alta
per una citycar
la soglia di carico

GLI INTERNI
◗ Spiccano la nuova grafica sportiveggiante del cruscot-
to e il sistema multimediale: è di serie, ha uno schermo
di 7’’ reattivo e include Android Auto e Apple CarPlay.
◗ Inediti i rivestimenti e gli inserti in tessuto nei pannelli
porta. Curati i montaggi, benché si noti qualche vite a
vista; inoltre, tutte le plastiche sono rigide e non sempre
gradevoli al tatto (specie quelle lucide della plancia).
◗ Le poltrone sono ampie ma poco avvolgenti; l’imbottitura
è rigida e “bombata”. Imprecise le regolazioni in altezza
e dello schienale. E il volante non si registra in profondità.
MEGLIO VIAGGIARE CON POCHI BAGAGLI
◗ I comandi sono di tipo tradizionale e facili da raggiun-
A TU PER TU CON LE RIVALI gere e azionare. Fa eccezione il tasto del computer di
MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE bordo: spunta dal cruscotto, e si preme inserendo la ma-
Dacia Sandero Streetway 1.0 SCe Comfort (73 CV) € 9.550 € 7.600 no fra le razze del volante; mentre si guida è poco sicuro.
Ford Ka+ 1.2 Ti-VCT Ultimate* (85 CV) € 11.700 € 11.700 ◗ Delude il baule: in larghezza ci siamo, in altezza e profon-
Suzuki Swift 1.2 DualJet Cool (90 CV) € 15.100 € 14.100
dità per niente, e i fanali restringono l’apertura in basso.
Citroën C3 1.2 PureTech S&S Shine (83 CV) € 16.550 € 13.650
Mitsubishi Space Star 1.2 Intense (80 CV) € 17.000** € 14.500**
Col risultato che le rivali offrono anche un terzo di spazio
*Unica versione con questo motore; **prezzo indicativo in più (e alcune citycar, più piccole, superano i 250 litri).

SCHEDA TECNICA SECONDO NOI


Carburante
Cilindrata cm3
Ibenzina
I1193
Freni posteriori

QUANTO È GRANDE
Itamburi
Sì ABITABILITÀ Quattro adulti han-
no tutto lo spazio che serve. E
neppure il quinto viaggia scomodo.
GARANZIA Offre ben tre anni in più ri-
spetto al minimo di legge: si è coperti
addirittura per cinque (o 100.000 km).
N. cilindri e disposizione I3 in linea
Distribuzione Lungh./largh./alt. cm DOTAZIONE I listini devono essere ufficia- SISTEMA MULTIMEDIALE È reattivo al
Dati dichiarati. Dotazione ed emissioni provvisorie

I4 valvole per cilindro I385/167/151


Potenza max kW (CV)/giri I59 (80)/6000 Passo cm I245 lizzati, ma di serie sono previsti l’allarme tocco e non si paga a parte. Ha poche
Coppia max Nm/giri I106/4000 Posti I5 contro l’uscita di corsia, la retrocamera, i funzioni, ma si tratta di quelle “giuste”
Emissione di CO2 g/km I105 Peso in ordine di marcia kg I875 fendinebbia e gli abbaglianti automatici. (come Android Auto e Apple CarPlay).
Cambio Imanuale a 5 marce + “retro” Capacità di carico litri I210/912

No
Trazione Ianteriore Pneumatici di serie I165/65 R 14
BAGAGLIAIO Le rivali offrono in media 100 con cura, sono tutte rigide.
litri in più; la bocca si restringe parecchio POSIZIONE DI GUIDA Il sedile
Freni anteriori Idischi autoventilanti Serbatoio della benzina litri I35
in basso e la soglia non è vicina a terra. non è ben profilato e ha poca escursione
LA INTENSE HA DI SERIE: airbag (6); abbaglianti automatici; allarme di uscita COMPUTER DI BORDO Per azionarlo, bi- verticale (in più la seduta bascula, incer-
involontaria di corsia; alzavetro elettrici (4); cerchi in lega; chiave elettronica; “clima” automatico sogna inserire una mano fra le razze del nierata nella parte anteriore); l’inclinazio-
monozona; cruise control; Esp; fendinebbia; frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei
pedoni; impianto multimediale con schermo di 7’’ sensibile al tocco, presa Usb, Bluetooth, Android Auto e volante e premere un tasto: scomodo. ne avviene a scatti distanziati. E il volante
Apple CarPlay; retrovisori regolabili elettricamente; sedili con inserti in finta pelle; volante rivestito in pelle. PLASTICHE Sebbene robuste e montate manca di regolazione in profondità.

51
PRIMO CONTATTO PEUGEOT E-2008 GT

Si fa notare
Personale, ben
insonorizzata e
rifinita, questa

in silenzio
crossover a “pila”
ha delle carte da
giocare. Dentro non
sempre convince

LA RICONOSCI DALLA GRIGLIA


Nell’alto frontale, le tre luci diurne nei
fari full led riprendono l’inclinazione
dell’artiglio luminoso. Solo l’elettrica ha la
mascherina a “trattini” più o meno grandi
PERCHÉ COMPRARLA?
◗ La versione “a pila” della nuova cros- LE DAI L’ENERGIA COME VUOI dalla modalità di guida Eco (quando
sover francese è lunga 430 cm, ha in- ◗ Ha il caricatore da 7,4 kW e quello si dispone di 82 CV) alla Normal (109)
terni curati e personali (ma con coman- “rapido” da 100 kW, per colonnine e poi alla Sport (136 CV). In ogni ca-
di non così pratici) e forme “scolpite”. pubbliche in corrente continua (30 so, la risposta è pronta e il comfort
◗ Come le altre elettriche del gruppo minuti il tempo ufficiale per portare notevole. Sicura la tenuta di strada.
PSA (fra cui la “sorellina” 208) è ba- la “pila” da 0 all’80%). Costa € 300 ◗ La GT è cara, ma ha i cerchi in le-
sata sulla nuova piattaforma CMP. La quello da 11 kW, trifase (5 ore e 15 ga di 18”, il navigatore, il cruise con-
batteria è sotto i sedili e il divano; minuti la rigenerazione completa). trol adattativo con centraggio nella
non male il bagagliaio da 405 litri. ◗ Le riprese si vivacizzano passando corsia e i sensori dell’angolo cieco.

ABITABILITÀ BUONA ACCELERAZIONE DA VERIFICARE VELOCITÀ MASSIMA DA VERIFICARE AUTONOMIA DA VERIFICARE


Quattro adulti viaggiano bene. Il diva-
no è morbido anche in mezzo e abba- 85 , secondi da 0 a 100 km/h 150 km/h 310* km in un tragitto misto
stanza largo, ma i pozzetti per i piedi In modalità Sport, la spinta è pronta e Per ora, possiamo dire che ai 140 km/h Quanto abbiamo letto nell’indicatore
sono piccoli per starci comodi in tre. sostenuta: realistico il valore della casa. di tachimetro si arriva in un lampo. della carica dà credito al dato ufficiale.
Valori dichiarati. *In base al ciclo WLTP

52
43.850
GIÀ IN VENDITA
ELETTRICA CONSEGNA IN
136 CV € 90 GIORNI

GIOCA SUL NERO


Tutte hanno la fascia tra
i fanali e i montanti neri.
Colore che nella GT si
estende al tetto e alle barre
longitudinali. Non troppo
alta, per una crossover,
la soglia di carico

74 cm
GLI INTERNI
◗ I comodi sedili della GT elettrica sono rivestiti in Alcan-
tara di colore grigio chiaro e in finta pelle nera, con cu-
citure blu e verdi: questo abbinamento è l’unica differen-
za visibile rispetto alle versioni simili a benzina o diesel.
◗ Ricercate le parti più in vista: gradevole la consolle ne-
ra lucida, con una serie di tasti “a pianoforte”, dietro ai
quali ci sono altri comandi tattili (non ben visibili).
DOPPIO SCHERMO E GUIDA “RAVVICINATA”
◗ La parte alta della plancia ospita due display di 10”.
Quello che fa da cruscotto è configurabile e in 3D, e va
letto sopra il piccolo volante: si vede per intero solo con
una posizione di guida raccolta, che non convince tutti.
◗ Lo schermo “touch” centrale, piuttosto reattivo, serve
per l’impianto multimediale (con Apple CarPlay e An-
A TU PER TU CON LE RIVALI droid Auto), per gestire il “clima” (monozona e con boc-
MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE chette prive della regolazione autonoma della portata
Mazda MX-30 Launch Edition* (143 CV) € 34.900 € 34.900 dell’aria) e per le funzioni legate alla carica della batteria
Hyundai Kona Electric 39 kWh XPrime* (136 CV) € 38.300 € 38.300 ◗ Ci sono portaoggetti per 30 litri, quattro prese Usb (due
DS 3 Crossback E-Tense Business Ready (136 CV) € 43.100 € 39.600 per i posti dietro) e la ricarica wireless dei cellulari (€ 150).
Peugeot e-2008 GT (136 CV) € 43.850 € 38.050
*Unica versione con questo motore
SECONDO NOI
SCHEDA TECNICA
Motore Ielettrico trifase
Potenza max kW (CV)/giri I100 (136)/3673
Freni anteriori
Freni posteriori
Idischi autoventilanti
Idischi
Sì COMFORT Questa versione
elettrica ha un’insonorizzazio-
ne più curata, e in effetti a tutte le velo-
FINITURE Tranne qualche particolare,
materiali e assemblaggi sono di quali-
tà, e appagano la vista e il tatto.
Coppia max Nm/giri I260/300-3673 cità si viaggia nel silenzio; praticamen- GUIDA Non è un’auto leggera, eppure
Tipo di batteria Iioni di litio
QUANTO È GRANDE
Lungh./largh./alt. cm I430/177/155
te assenti i fastidiosi sibili dovuti al la- gli inserimenti in curva sono piuttosto
Tensione - Capacità I400 V - 50 kWh voro dell’elettronica e piuttosto buono rapidi e precisi; andando forte c’è un
Potenza max di ricarica dalle colonnine Passo cm I261
lo smorzamento delle sospensioni. po’ di rollio, ma non crea problemi.
in corrente alternata I7,4 kW (11 optional) Posti I5
in corrente continua I100 kW Peso in ordine di marcia kg I1473
No
CLIMATIZZATORE L’impianto è monozo- sofisticata, ma per trovare il
Tempo max di ricarica I7 h e 30’ (a 7,4 kW) Capacità di carico litri I405/n.d. na, e ha bocchette solo anteriori, piccole pulsante giusto ci si distrae.
Trazione Ianteriore Pneumatici di serie I215/55 R 18 e senza la rotella che ne regola la porta- POSIZIONE DI GUIDA È quella di tutte
LA GT HA DI SERIE: airbag (6); allarme colpo di sonno; barre sul tetto; cerchi in lega; ta. Quanto meno questa versione così le auto recenti della casa francese, col
“clima” automatico; cruise control adattativo con centraggio in corsia; fari full led; frenata automatica
Dati dichiarati

raffinata (e costosa) meriterebbe di più. volante posto in basso: non affatica, ma


d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti; freno a mano elettronico; impianto multimediale
con schermo di 10”, Bluetooth, navigatore, prese Usb (4); retrocamera; sblocco porte automatico;
COMANDI La doppia fila di tasti nella occorre qualche compromesso nella
sedili riscaldabili; sensori dell’angolo cieco e di parcheggio (anche anteriori); vetri posteriori scuri. consolle (la seconda a sfioramento) è postura se si vuole vedere il cruscotto.

53
PRIMO CONTATTO ALFA ROMEO GIULIA 2.2 TURBO DIESEL TI

O guidi tu Sempre appagante, ma


con un 2.2 rumoroso,
ha un nuovo impianto

o fa lei
multimediale e
(finalmente!) la guida
semi-autonoma

PERCHÉ COMPRARLA?
◗ Le novità per la sportiva e confor- te” (allinea la velocità a quella indicata l’auto diverte. I 190 CV del 2.2 diesel
tevole berlina italiana sono nel siste- dai cartelli stradali letti dalla telecame- (c’è pure da 136, 160 o 209 CV) spin-
ma d’infotainment migliorato e nella ra frontale). In coda o in autostrada l’au- gono decisi, ma sono poco silenziosi,
dotazione di aiuti alla guida ampliata. to si muove da sola, agendo su acce- e il cambio automatico è rapido.
◗ Fanno finalmente parte di questi ul- leratore, freni e sterzo. Al guidatore re- ◗ Oltre agli interni in pelle la ricca Ti ha
timi l’allarme contro il colpo di sonno sta solo da tenere le mani sul volante. di serie i nuovi sistemi d’infotainment
e i dispositivi per la guida semi-auto- È TUTTA DA GUIDARE e di sicurezza. Questi ultimi non sono
noma, come il mantenimento in corsia ◗ Agile, con uno sterzo diretto e dal- inclusi nei € 49.500 della Sprint, che
e il cruise control adattativo “intelligen- la giusta “pesantezza”, nella guida conserva il cruise control adattativo.
NON LA RICONOSCI
Grintosa ed elegante, la vettura è
sempre lei. I fari restano bixeno: i full
led non sono ancora disponibili

ABITABILITÀ DISCRETA ACCELERAZIONE DA VERIFICARE VELOCITÀ MASSIMA DA VERIFICARE CONSUMO MEDIO DA VERIFICARE

71 230 20 8
Valori dichiarati

Davanti si viaggia comodi. Dietro, an-


che i più alti seduti ai lati del divano , secondi da 0 a 100 km/h km/h , km con 1 litro
stanno bene. Ma una quinta persona Il 2,2 turbodiesel è vigoroso e il buon La punta è elevata, ma, vista la grinta Nel test su strade extraurbane il com-
al centro della seduta è sacrificata. tempo dichiarato ci sembra verosimile. del motore, facilmente raggiungibile. puter di bordo ha calcolato 14 km/l.

54
2143 CM3
55.000
GIÀ IN VENDITA
6

ro
DIESEL € CONSEGNA IN

eu
GUARDA IL VIDEO SU 190 CV 40 GIORNI D-TEMP

.it

UN NUOVO
COLORE
Anche la coda
(filante) resta
la stessa.
Inedita la tinta
verde Visconti.
Non scomoda
la soglia 67 cm
di carico

GLI INTERNI A TU PER TU CON LE RIVALI


◗ Sobrio e accogliente, l’abitacolo è ben fatto. Eleganti gli MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE
elementi in legno scuro nella plancia e nel tunnel per la Ti. Audi A4 40 TDI S Line edition S tronic (190 CV) € 48.900 € 43.350
BMW 320d Luxury (190 CV) € 49.350 € 41.600
◗ Il nuovo schermo di 7” spicca al centro del cruscotto “a
Jaguar XE D180 HSE automatica (179 CV) € 52.855 € 45.035
binocolo”: fornisce informazioni anche sugli aiuti alla guida. Alfa Romeo Giulia 2.2 Turbo Diesel Ti (190 CV) € 55.000 € 49.500
TANTI AFFINAMENTI CHE SERVIVANO Mercedes C 220 d Premium automatica (194 CV) € 55.199 € 44.208
◗ Aggiornato pure il tunnel, che offre una più ricercata le- Il cambio automatico, di serie per A4, C 220 d, Giulia e XE, costa da € 2.200 per la 320d
va del cambio in pelle con una cornice satinata e tricolore.
Accanto c’è il vano per la chiave d’avviamento, mentre nel-
la zona del bracciolo centrale trova posto l’inedita piastra
per la ricarica senza cavetto degli smartphone.
◗ L’impianto multimediale ha un nuovo schermo a sfio-
ramento (di 8,8”) con icone animate ingrandibili e po-
sizionabili a piacimento nel monitor. Sono previste la
connessione Wi-Fi e, da metà 2020, nuove funzioni
online, come My Remote (app per
il telefono che permette già di apri-
re e chiudere le porte a distanza) e
My Navigation (dà informazioni in
tempo reale sul traffico e altro).

SCHEDA TECNICA SECONDO NOI


Carburante
Cilindrata cm3
Igasolio
I2143
Freni posteriori

QUANTO È GRANDE
Idischi autoventilanti
Sì GUIDA Con un’auto così bril-
lante, rapida nei cambi di dire-
zione e uno sterzo che, per precisione e
che per la guida semi-autonoma.
SISTEMA MULTIMEDIALE Compie un
bel passo avanti: è dotato di un moder-
N. cilindri e disposizione I4 in linea
Distribuzione I4 valvole per cilindro Lungh./largh./alt. cm I464/186/144 prontezza, ha pochi eguali, c’è da diver- no schermo a sfioramento e ben orga-
Potenza max kW (CV)/giri I140 (190)/3500 Passo cm I282 tirsi. Senza soffrire per il comfort. nizzato con i widget (icone animate).
Coppia max Nm/giri I450/1750 Posti I5 SICUREZZA La dotazione di aiuti alla TUNNEL Ha un aspetto più gradevole e
Emissione di CO2 g/km I127 Peso in ordine di marcia kg I1465 guida è arricchita di nuovi sistemi, an- l’alloggiamento per la ricarica wireless.
Cambio Iautomatico a 8 marce + “retro” Capacità di carico litri I480/n.d.

No
Trazione Iposteriore Pneumatici di serie I235/60 R 18
FARI Strano che un’auto di questa cate- metà del 2020.
goria non disponga dei full led (ormai QUINTO POSTO Chi è al centro
Freni anteriori Idischi autoventilanti Serbatoio del gasolio litri I52
lo hanno anche le utilitarie), ma solo di del divano deve fare i conti con la sedu-
LA TI HA DI SERIE: airbag (6); allarme colpo di sonno; cerchi in lega di 18”; “clima” quelli bixeno (di serie). ta rigida e il poco spazio per le gambe.
automatico bizona; cruise control adattativo; divano frazionato; Esp; fari bixeno; fendinebbia; FUNZIONI ONLINE Sono previste, e RUMOROSITÀ Nulla di fatidioso, ma in
Dati dichiarati

frenata automatica d’emergenza; impianto multimediale con schermo di 8,8”, navigatore,


Bluetooth, presa Usb, Android Auto, Apple CarPlay; luci diurne a led; mantenimento in corsia; anche numerose; tuttavia, per averle, accelerazione e col motore al minimo,
sedili in pelle a regolazione elettrica; selettore delle modalità di guida; sensori dell’angolo cieco. occorre attendere fino alla seconda la “voce” del 2.2 a gasolio è presente.

55
ATTUALITÀ LA FUSIONE FCA-PSA

Le nozze
Vetture elettriche
e guida autonoma
richiedono pesanti
investimenti,
affrontabili solo
unendosi e
crescendo. Ecco
che cosa c’è dietro
la fusione FCA-PSA

Q
uella in alto è una foto anza Renault-Nissan e della To-
“storica”: mostra l’am- yota (l’11,2% ciascuno). L’eredità
ministratore delegato
del gruppo PSA (Citroën, DS,
12 MILIARDI IN QUATTRO ANNI
Realizzare un colosso da quasi
dei marchi
Opel e Peugeot), Carlos Tava- 9 milioni di auto l’anno, con Ta- Dalla FCA arrivano nomi di gran-
res, a sinistra, e il suo omologo vares nel ruolo di amministra- de prestigio, anche se non sempre
valorizzati a dovere: sono simbolo
Mike Manley (FCA) quando, lo tore delegato e John Elkann di
di sportività Abarth, Alfa Romeo e
scorso 18 dicembre, hanno si- presidente, consentirà la con- Maserati, mentre la Lancia pun-
glato la fusione tra i due co- divisione di piattaforme e mo- ta sull’eleganza. La Fiat gioca
lossi. Quello italiano si era già tori, portando a forti econo- su due fronti: ha modelli iconi-
aperto all’unione con altri co- mie di scala: l’obiettivo è di ri- ci e sfiziosi, come la Panda e le
struttori: nel 2015 con la Ge- sparmiare (senza chiudere sta- varie 500, ma anche una media
neral Motors, senza superare bilimenti) 12 miliardi di euro “tutta sostanza”: la Tipo. Punto di
forza è il marchio Jeep, che nel
la fase di proposta; mentre la nei primi quattro anni. La fu- 2018, con 1,6 milioni di veicoli
scorsa primavera, con la Re- sione aiuterà poi ad affronta- (+260% rispetto al 2010) è stato
nault, l’intesa sfumò all’ultimo. re con maggiori risorse (uma- il più venduto. Buoni numeri pure
Ma stavolta tutto è andato per ne e finanziarie) le più impor- per RAM, Dodge e la sua divisio-
il verso giusto: la nuova società tanti sfide di questi anni, qua- ne sportiva SRT, incentrati (come
(il cui nome non è ancora sta- li lo sviluppo delle vetture a Chrysler) sull’America.
to deciso) avvicina, nei numeri, guida autonoma, connesse ed UN’OFFERTA VARIEGATA
Anche i marchi del gruppo PSA
i big del settore. Con 400.000 elettriche. Qui, la PSA mette hanno un “carattere” definito e una
dipendenti produce (stime sul piatto una maggiore espe- gamma moderna: le Citroën sono
Global Auto Database per rienza, mentre la forte presen- sbarazzine, le DS lussuose, le Peu-
il 2019) il 9,6% delle auto al za della FCA in America offre geot grintose e giovanili. Classiche
mondo, alle spalle del gruppo una via privilegiata per il rien- nello stile le Opel e le equivalenti
per il mercato inglese, le Vauxhall.
Volkswagen (12,2%), dell'alle- tro della Peugeot, nel 2026.

56
del secolo?
LE NOVITÀ CHE VEDREMO
L’accordo è troppo recente per stabilire con certezza i modelli futu-
ri. Ma è ufficiale che “oltre i due terzi” delle auto nasceranno su
due piattaforme: con ogni probabilità quelle, recenti e modula-
ri, della PSA. La CMP è per le “piccole”: già usata nelle Peugeot
208 e 2008 e nella Opel Corsa (ma adatta anche per versioni
elettriche), nel 2022 dovrebbe fare da base alla crossover com-
patta Alfa Romeo (e, magari, Lancia). La EMP-2 serve invece per
auto “medio-grandi” (come, oggi, le Peugeot 508, 3008 e 5008).
FCA: MENO MODELLI, MA SOSFISTICATI. E LE CITYCAR
Gli altri due-tre milioni di auto l’anno dovrebbero sfruttare piatta-
forme di FCA. Quella, raffinata, delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio (che con
la media Tonale completeranno la gamma della casa: niente supersportive
all’orizzonte) sarà usata anche per la suv medio-grande della Masera- NEL SUO DNA CI SARÀ PSA?
ti, in arrivo a metà 2021; per la casa modenese, previste pure una sporti- Nel nostro disegno, l’Alfa Romeo Tonale: prevista
va a motore centrale (anche elettrica) e l’erede della GranTurismo. Ci sa- per fine 2021, la “sorella minore” della Stelvio
ranno poi le grandi Jeep prodotte oltreoceano e le citycar: la PSA ha già potrebbe basarsi sulla piattaforma EMP-2 di PSA
dismesso le Opel Adam e Karl, e dal 2021 farà altrettanto con la
Citroën C1 e la Peugeot 108. Dalle sempre apprezza-
te Fiat Panda e 500 (quest’ultima da metà 2020
sarà pure elettrica) potrebbero derivare mo-
delli a marchio francese o tedesco.

GIÀ A CORRENTE
La PSA è più avanti nelle
auto elettriche e ibride:
ecco la Peugeot e-208, a
corrente, e la crossover
Citroën C5 Aircross Plug-in
Hybrid (col pianale EMP-2)

Produzione: l’Italia è salva? Insieme, sono quarti AUTO VENDUTE


Il comunicato dell’accordo dice che nes- Qui a fianco, le auto Gruppo Volkswagen 10.810.349
suno stabilimento chiuderà a causa della vendute al mondo nel Gruppo Toyota 10.435.420
fusione; difficile, però, non prevedere qual- 2018 (fonte Gad); ab- Renault-Nissan 10.346.982
che “taglio” al personale, anche perché la biamo inserito anche la
FCA-PSA 8.910.291
produzione di auto elettriche (su cui la PSA somma di FCA e PSA,
General Motors 8.643.003
già punta molto) richiede meno manodo- per evidenziare come
pera rispetto a quelle tradizionali. Nell’in- il nuovo gruppo si posi- Hyundai-Kia 7.416.346
contro con i sindacati del 20 dicembre zionerebbe. La fusione Gruppo Ford 5.632.734
2019, comunque, il gruppo FCA ha con- riequilibrerà anche la Honda 5.234.818
fermato per l’Italia il piano di investimen- distribuzione geogra- FCA 4.825.446
ti di 5 miliardi in nuovi modelli, e la piena fica della produzione: PSA 4.084.845
occupazione entro il 2022. In primavera, a il 46% dei ricavi arri- Suzuki 3.306.242
Mirafiori partirà la produzione della nuo- verà dall’Europa (dove
va Fiat 500 elettrica, incluso l’assemblag- la PSA vende l’80% delle sue auto e “vince” quasi 3 a 1),
gio della batterie. E, sempre in provincia mentre il 43% dal Nord America (qui i francesi sono as-
di Torino, nasceranno le future Maserati. senti ma la FCA è forte, soprattutto grazie al marchio Jeep).

57
I 7 vizi capitali
INCHIESTA LE INFRAZIONI KILLER

In Italia, nei primi sei mesi dell’anno scorso, il numero delle vittime della strada
è cresciuto dell’1,3%. Ecco i comportamenti più pericolosi. E, purtroppo, diffusi

G
ià fra il 2001 e il 2010, il nostro Paese non era ri-
uscito a centrare l’obiettivo (50% in meno di vit-
time in dieci anni) fissato per quel periodo dall’U-

ATTENZIONE
nione europea in tema di sicurezza stradale. Anche per
il decennio 2011-2020, è ormai certo che l’ulteriore
dimezzamento dei decessi richiesto dalla Ue re-
sterà un miraggio, visto che, nei primi sei mesi
del 2019, il loro totale (1505) è cresciuto
PERICOLO
dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2018.
Ma quali sono le violazioni del codice che più
mettono a repentaglio le vite umane? I dati rac-
colti dall’Istituto nazionale di statistica e le sti-
me dell’Automobile Club d’Italia ne individuano
sette particolarmente pericolose e diffuse.
IL “CONTO” DEI SINISTRI RICADE SU TUTTI
Veri e propri “vizi capitali” dell’italiano in auto-
mobile, come può verificare quotidianamente
chiunque. Gli incidenti presentano un conto sa-
lato: alla collettività costano 18,6 miliardi l’anno
(l’1% del Pil). Come denuncia l’Asaps, l’Associazio-
ne sostenitori amici Polizia stradale, per rendere dav-
vero efficaci e capillari i controlli c’è innanzitutto un pro-
blema di mezzi e di uomini: la Polstrada conta 13.500
agenti, ma ne servirebbero 2000 in più. A monte, pe-
rò, c’è la responsabilità di chi guida l’auto.

Dal 2010, il numero dei decessi dovuti a incidenti è calato per diverse ragioni, tra cui le difficoltà econo-
VITTIME DELLA STRADA: miche che hanno portato molti a usare meno l’auto, per risparmiare carburante, pedaggi autostradali e ma-
UN DECENNIO IN CIFRE nutenzione. Ma il nostro Paese rimane ben lontano dall’obiettivo (1930 vittime nel 2020) fissato dalla Ue.
2000
4114
3860
NUMERO DI DECESSI

1500 3753
3401 3381 3428 3378
3283 3334 3100*
1000

500

0
2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019

In collaborazione con Valerio Platia, titolare di autoscuola *Stima di alVolante


58
1 LO SMARTPHONE IN MANO ARTICOLO 173
DEL CODICE DELLA STRADA

Guidare col cellulare tra le mani non si può. E non solo è vietato
telefonare, ma anche farsi un selfie, chattare, controllare la posta
elettronica. L’Aci stima che quasi tutti gli incidenti dovuti
a distrazione siano provocati da un uso improprio del

NO
cellulare: un “vizio” particolamente diffuso fra i gio-
vani. Quando riescono, le forze dell’ordine fermano il
trasgressore e gli consegnano sul posto il verbale; se
impegnate in altri compiti (o se lo “stop” forzato ri-
schia di creare problemi di sicurezza) possono anche
non bloccarlo, inviando la contravvenzione al proprietario
della vettura. Per essere in regola basta un auricolare, o mette-
re il dispositivo in vivavoce, e avere le mani sempre sul volante.

PRIMA MULTA € 165 RECIDIVA (2 multe in 24 mesi) € 165


Più la sottrazione immediata di cinque punti della Più la sottrazione (immediata) di cinque punti della
patente: il provvedimento scatta subito, visto che patente. E la sospensione della licenza da uno a
(quasi sempre) il guidatore viene fermato tre mesi, che scatta appena il ministero dei Trasporti
e sanzionato sul posto dalle forze dell’ordine. incrocia le multe inoltrate dalle forze dell’ordine.

QUANTI VERBALI... ...E QUANTI INCIDENTI*

Stradale 50.148 Carabinieri 30.518 Città Fuori città Totale

Vigili 56.284 Totale 136.950 24.136 11.973 36.109


Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili). *Sinistri da guida distratta, quasi sempre per uso improprio dello smartphone

SU 100 AUTOMOBILISTI, QUANTI TELEFONANO IN BARBA AL CODICE?


Secondo una ricerca commissionata dal ti di ciaoaldo.com hanno setacciato l’Italia te lo consultano per una qualsiasi ragione. A
blog patentesospesa.it, 55 automobilisti in lungo e in largo effettuando 3700 rileva- far salire la media delle infrazioni, le donne
su 100 usano in modo improprio il cellulare zioni. Dalle quali è emerso di tutto. Non so- (il 59% non è in regola) e il Sud. Statistiche
mentre guidano. L’indagine è stata effettuata lo la “classica” violazione che vede l’auto- preoccupanti, che confermano le stime Aci
da ciaoaldo.com, portale internet che con- mobilista telefonare con il cellulare in mano. sulle dimensioni del fenomeno: un guidato-
sente a chi ha un’auto, ma non può usarla, NUMERI INQUIETANTI re su due, distratto dall’utilizzo improprio del
di trovare autisti non professionisti disposti Tanti, mentre guidano, si fanno un selfie, si cellulare, è una mina vagante. La città me-
a fargli da driver. Nei mesi scorsi, 37 addet- specchiano nel dispositivo o semplicemen- no a rischio? Milano,secondo ciaoaldo.com.

ITALIA IN MAGLIA NERA SICILIA E SARDEGNA LA MENO PEGGIO MILANO

44,8 23,3 60,7


Totale % Totale % Totale %
55,2 76,7 39,3

46,6 22,9 63,4


Uomini % Uomini % Uomini %
53,4 77,1 36,6

42,5 24,4 53,6


Donne % 58,5 Donne % 75,6 Donne % 46,4
Guidatori che usavano correttamente lo smartphone
Guidatori che avevano lo smartphone in mano o usavano due auricolari 59
INCHIESTA LE INFRAZIONI KILLER

CINTURA NON ALLACCIATA ARTICOLO 172


DEL CODICE DELLA STRADA
Indossare correttamente la cintura di sicurezza dimezza le probabi-
lità di morte in un incidente. Eppure, non tutti lo fanno: solo il
36% al Sud, il 67% al Centro e l’83% al Nord (dati dell’Isti-

NO
tuto superiore di sanità). Fermati dalle forze dell’ordine, molti
accampano scuse: un classico è la difficoltà di digestione.
La multa scatta comunque. Fra i soggetti esentati, chi sof-
fre di problemi fisici (certificati da un medico) tali da ren-
dere dannoso l’uso della cintura, e le signore in dolce attesa
(con una dichiarazione clinica che comprovi i rischi del dispositivo).

PRIMA MULTA € 83 RECIDIVA (2 multe in 24 mesi) € 83


Più la sottrazione immediata di cinque punti Più la sottrazione (immediata) di 5 punti della patente.
della patente: il provvedimento scatta subito, Cui si aggiunge la sospensione della licenza da uno
visto che (quasi sempre) il guidatore a 3 mesi, che scatta appena il ministero dei Trasporti
viene fermato e sanzionato sul posto. incrocia le multe inoltrate dalle forze dell’ordine.

QUANTI VERBALI Risarcimenti a rischio


Chi subisce un incidente causato da altri ha diritto al risarcimen-
to Rca per le lesioni fisiche riportate. Se, però, al momento del
Stradale 104.188 Carabinieri 63.404 sinistro non indossava la cintura, rischia di vedersi decurtare il
rimborso. La compagnia assicuratrice, tuttavia, deve dimostrare
Vigili 35.349 Totale 202.941 che l’uso del dispositivo avrebbe ridotto o evitato i danni.
Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili)

ECCESSO DI VELOCITÀ
ARTICOLO 142
DEL CODICE DELLA STRADA
In mancanza di segnali che indichino un limite diverso, in città
è vietato superare i 50 km/h; sulle strade extraurbane se-
condarie i 90; sulle arterie principali i 110; in autostra-

NO
da i 130 km/h. Sulle strade urbane di scorrimento i co-
muni sono liberi di alzare il limite dai consueti 50 a 70
km/h, segnalandolo in modo chiaro. Attenzione a una del-
la fake news più diffuse: sui tratti autostradali controlla-
ti dal Tutor (che registra la velocità media di ogni veicolo)
si può viaggiare a 150 km/h. Non è vero: i 130 valgono sempre.
COSTA SUPERARLI

Da 1 a 10 km/h € 42 Nessun provvedimento a carico della patente


LIMITI: QUANTO

Da 11 a 40 km/h € 173 Sottrazione di tre punti della patente


Da 41 a 60 km/h € 544 Taglio di sei punti e patente sospesa da 1 a 3 mesi
Di oltre 61 km/h € 847 Taglio di dieci punti e patente sospesa da 6 a 12 mesi

QUANTI VERBALI... ...E QUANTI INCIDENTI

Stradale 397.745 Carabinieri 945 Città Fuori città Totale

Vigili 2.115.246 Totale 2.513.636 13.748 8.090 21.838


Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili)
60
SEMAFORO ROSSO ARTICOLO 146
DEL CODICE DELLA STRADA
A “pizzicare” chi passa col rosso sono, di solito, le telecamere all’al-
tezza dei semafori: la multa viene spedita a casa del proprieta-
rio del mezzo. Più raro che siano le forze dell’ordine a ferma-

NO
re il trasgressore. Sul web circola una “bufala” secondo cui la
multa per passaggio col rosso non è valida se la luce gialla è
più breve di cinque secondi: il gestore del tratto stradale può
variare la durata del “giallo” in base alle condizioni del traffi-
co. Non è neppure vero che il verbale scatti solo se tutta l’auto
ha oltrepassato la linea d’arresto: basta molto meno per essere puniti.

PRIMA MULTA € 167


Sottrazione di sei punti-patente (il titolare dell’auto deve
comunicare i dati del guidatore alle forze dell’ordine).

RECIDIVA (2 multe in 24 mesi) € 167


Più la sottrazione di sei punti della patente.
Cui si aggiunge la sospensione della licenza da uno
a tre mesi, che scatta appena il ministero dei Trasporti
incrocia le multe inoltrate dalle forze dell’ordine.

QUANTI VERBALI... ...E QUANTI INCIDENTI

Stradale 32.241 16.781


Carabinieri In città In fuoricittà Totale

Vigili 314.675 Totale 363.697 27.504 4.088 31.592


Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili)

Attenzione a limiti e precedenze:


è in agguato il codice penale
Il reato di omicidio e lesioni stradali ga dopo aver causato un incidente). Al
è stato introdotto a marzo 2016 con rischio di reato di omicidio e lesioni
l’obiettivo di punire chi, commettendo stradali, quindi, può essere esposto
infrazioni, provoca incidenti con morti chiunque: pure un guidatore sobrio
o feriti. Non sanziona solo chi guida che abbia commesso una violazione
in stato alterato da alcol o droghe, e “semplice” oppure più grave, come
non colpisce solo i pirati della strada avere superato un limite di velocità o
(gli automobilisti che si danno alla fu- essere passato col rosso.

PER CHI CAUSA UN INCIDENTE MORTALE CON UNA VITTIMA


RECLUSIONE PATENTE
Da due a sette anni con una “semplice”
infrazione al codice della strada Revoca immediata in
automatico per 15
Da cinque a dieci anni per infrazioni anni. La querela dei
gravi al codice della strada, quali: familiari della vittima
❱ eccesso di velocità; non è indispensabile
❱ passaggio col semaforo rosso

61
INCHIESTA LE INFRAZIONI KILLER

SOSTA SELVAGGIA ARTICOLO 158


DEL CODICE DELLA STRADA
Il classico divieto di sosta è segnalato dal tipico cartello rosso
e blu, ma vale anche in una cinquantina di situazioni diver-
1
se: come il parcheggio in doppia fila 1 o la sosta sulle

NO
strisce bianche di preselezione 2 (auto lasciata a ca-
vallo fra le due corsie di una strada a doppio senso di
marcia in prossimità di una banchina spartitraffico). Nel-
le metropoli, la sosta selvaggia può bloccare il transito
dei mezzi di soccorso, oltre a intralciare la circolazione. E
rischia di causare diverbi (e atti di violenza) fra automobilisti. LA MULTA PIÙ FREQUENTE € 42
Nessun provvedimento per la patente. In
2 determinati casi, può esserci la rimozione forzata.

RISCHIO DI SANZIONE PENALE


Se la vettura in divieto causa un incidente con
feriti gravi, per il proprietario scatta in automatico
l’accusa di lesioni stradali: revoca immediata della
patente per cinque anni, sino all’esito del processo.

QUANTI VERBALI... ...E QUANTI INCIDENTI

Stradale 19.184 25.796


Carabinieri Città Fuori città Totale

Vigili 3.210.678 Totale 3.255.658 1.942 366 2.278


Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili)

SOSTA SU PISTA CICLABILE


ARTICOLO 158
DEL CODICE DELLA STRADA
Il mancato rispetto del divieto di sosta è più grave in alcune situazio-
ni: per esempio, in corrispondenza o in prossimità di passaggi
a livello; sui binari di linee tramviarie; sui dossi e nelle cur-

NO
ve; sui marciapiede (salvo che sia esplicitamente previsto);
negli spazi riservati alla sosta dei veicoli elettrici in ricarica.
In particolare, nelle città assediate dal traffico, la sanzione è
più pesante anche per chi mette a rischio l’incolumità de-
gli utenti più deboli della strada parcheggiando sui passag-
gi pedonali o sulle piste ciclabili (compresi i loro accessi e sbocchi).

SOSTA PROLUNGATA € 87 SEMPLICE FERMATA € 87


Il verbale viene consegnato al guidatore, se fermato Sulle piste ciclabili è vietata anche la fermata breve:
subito; altrimenti viene recapitato al proprietario non si può parcheggiare, neppure per pochi secondi.
dell’automobile. Può essere decisa la rimozione Verbale in agguato anche quando ci si ferma per
forzata della vettura. fare salire in auto i passeggeri, o per farli scendere.

Gli “utenti deboli” sono il 70% delle vittime


In media, sulle strade italiane, muore un pa di chi guida veicoli a motore: spesso la ropeo per la sicurezza dei trasporti), in Eu-
ciclista ogni 32 ore: si contano circa 250 responsabilità è di gestori delle strade che ropa pedoni, ciclisti e motociclisti costitu-
vittime in bicicletta ogni anno, più una qua- trascurano la manutenzione delle piste iscono il 70% delle persone che rimango-
rantina di feriti al giorno. Non solo per col- ciclabili. Secondo l’ETSC (il Consiglio eu- no uccise o ferite negli incidenti in città.

62
7 SVOLTA SENZA “FRECCIA” ARTICOLO 154
DEL CODICE DELLA STRADA
L’indicatore di direzione va azionato prima di qualsiasi cambio
di direzione oppure di corsia. Cioè prima di voltare a de-
stra o a sinistra, anche in una rotonda: cosa che non fa

NO
l’automobile nella fotografia. La “freccia” va usata an-
che in molti altri casi: in particolare, quando si esce da
un parcheggio, prima d’immettersi nel flusso della cir-
colazione, oppure prima d’invertire il senso di marcia.
Lo stesso se si intende fare retromarcia, oppure impegnare
un’altra strada. E va sempre azionata anche prima di fermarsi.

LA MULTA PIÙ FREQUENTE € 42 SVOLTA PERICOLOSA € 42


Di solito, il guidatore viene fermato dalle forze Attivare la freccia non basta. Bisogna anche
dell’ordine: subirà subito la sottrazione di due punti assicurarsi di poter effettuare la manovra senza
della patente. In alternativa, il verbale creare intralcio agli altri utenti: in caso contrario,
viene recapitato al titolare del veicolo. multa per svolta pericolosa, con taglio di due punti.

QUANTI VERBALI... ...E QUANTI INCIDENTI

Stradale 6.612 Carabinieri 3.596 Città Fuori città Totale

Vigili 19.071 Totale 29.279 4.200 600 4.800


Dati Istat 2018 (i più recenti disponibili)

Alcol, allarme rosso continuo Quattro “armi”


Le cronache sono piene di incidenti ne erano talmente basse da risultare in-
contro i sette “vizi”
mortali causati da automobilisti in sta- verosimili. Le stime internazionali, inve-
to alterato da alcol o droghe. Nel 2019 ce, parlano di un 35% di sinistri gra- Per prevenire i sette “vizi”,
sale al 5,7% la percentuale dei positivi vi correlati all’ebbrezza alcolica. Sulle i gestori stradali monitorano
all’alcoltest (contro il 5,2% del 2018). droghe mancano indagini numeriche. i guidatori con la tecnologia:
Ma in Italia quanti sono i uno strumento da potenziare.
sinistri dovuti alle sostan-
ze psicotrope?
I NUMERI? IMPRECISI Ma non basta: serve una
Non esistono statistiche.
Dal 2009, l’Istat non le maggiore presenza sulle strade
elabora più: è difficile delle forze dell’ordine, per
stabilire subito le vere sanzionare subito i trasgressori.
cause di questi inciden-
ti così complessi. Fino al
2008, le cifre sull’alcol Fondamentale è sensibilizzare
che emergevano dai rap-
porti delle forze dell’ordi-
gli automobilisti attraverso
campagne mediatiche, rivolte
TASSO ALCOLEMICO soprattutto ai più giovani.
fra 0,5 e 0,79 g/l fra 0,8 e 1,49 g/l da 1,5 g/l
Multa 544 euro 800 euro 1.500 euro Quarto ma non ultimo, urge
Patente sospesa Da 3 a 6 mesi Da 6 a 12 mesi Da 12 a 24 mesi una riforma al codice della
strada: per renderlo più
Possibile arresto No Fino a 6 mesi Da 6 a 12 mesi moderno e comprensibile.

63
ASSICURAZIONI DANNI DA METEO

Eventi atmosferici,
occhio ai cavilli

La garanzia contro le bizze


del meteo copre solo gli eventi indicati
nel contratto. E fino a un certo importo

O
ltre 570 milioni di euro nel politiche interne. I fattori che spingo- qualsiasi automobile, ma è indicata
2018: è quanto hanno speso no a stipularle sono le piogge torren- soprattutto per chi ne ha una nuova
gli automobilisti italiani per la ziali che caratterizzano ormai l’autun- o relativamente recente e di fascia di
polizza Eventi atmosferici. Lo segnala no in Italia, e, più in generale, le bizze prezzo non proprio bassa. I punti de-
uno studio dell’Ania (l’associazione del meteo, frequenti in ogni stagione. boli di queste formule sono, come al
delle assicurazioni) sulle garanzie fa- SU MISURA PER CHI solito, le tante eccezioni espresse con
coltative, appena reso noto. Sono i La polizza Eventi atmosferici (a volte linguaggio tecnico, e che cambiano
contratti che, volendo, si possono ag- chiamata Eventi naturali) che alcune da un’impresa assicuratrice all’altra.
giungere alla Rca obbligatoria: hanno compagnie propongono in abbina- Veri e propri cavilli che limitano i risar-
clausole e prezzi liberamente scelti mento a quelle dedicate agli atti van- cimenti e, in certi casi, non danno di-
dalle compagnie, in base alle proprie dalici o alla Furto-incendio, è rivolta a ritto neppure a un euro di rimborso.

Un micidiale poker di clausole


✔ L’ELENCO È TASSATIVO ✔ FRANCHIGIE E LIMITI
Chi sottoscrive una di queste poliz- Il rimborso non è totale: a carico del
ze viene risarcito solo se il danno è danneggiato sono una franchigia (con
causato da uno degli eventi citati importo in euro) o uno scoperto (in
nell’elenco inserito nel contratto. Di percentuale sul danno). L’indennizzo
solito si tratta di trombe d’aria, allu- massimo equivale al valore dell’auto.
vioni, frane, inondazioni, grandine. Per gli accessori, c’è un limite intorno
Ma anche tempeste, uragani, alberi, ai 1.500 euro. Sono esclusi i danni da
rami e oggetti trasportati dal vento, normali precipitazioni e quelli al mo- Scegli tu lo “scudo”
frane, smottamenti, sismi, valanghe. tore per circolazione in zone allagate. Con l’aiuto dell’assicuratore, si può modulare
✔ DENUNCIA IMMEDIATA ✔ PENALI DOPPIE la garanzia Atti vandalici in base alle proprie
Per ottenere il rimborso, occorre de- Numerose compagnie non impongo- esigenze. Spesso, l’opzione più costosa preve-
nunciare il sinistro alla compagnia. no penali, franchigia o scoperto se de uno scoperto del 10% e una franchigia di
La vettura verrà messa a disposizio- la vettura viene riparata da una car- € 258. Parametri che possono essere alzati, ri-
ne del perito assicurativo, che si ac- rozzeria convenzionata con l’impre- spettivamente, al 15% e a 516 euro, a fronte
certa della veridicità della denuncia. sa. Penali che raddoppiano qualora di una polizza meno costosa.
Ossia del fatto che l’automobile sia l’assicurato decida di rivolgersi a un MENO PAGHI, PIÙ RISCHI
stata effettivamente danneggiata da carrozziere indipendente: pratica che La copertura meno onerosa per l’automobilista
un evento atmosferico importante. la Federcarrozzieri (rappresenta i ri- comporta rischi ancora più elevati: in genere,
Dopodiché, stabilirà l’indennizzo. paratori autonomi) contesta. 20% di scoperto e di 516 euro di franchigia.

64 In collaborazione con Roberto de Michelis, intermediario assicurativo


PROVATA PER VOI OPEL CORSA 1.2 TURBO ELEGANCE

Sa correre
in sicurezza
PERCHÉ Con i 101 CV del 1.2 a benzina
COMPRARLA? è agile e briosa. Offre
◗ Soltanto a cinque porte, la sesta
un’elevata tenuta di strada
generazione di questa utilitaria si di- e tanti aiuti alla guida. Da
stingue per il look dinamico e il bril- migliorare la strumentazione
lante comportamento stradale.
◗ Con la precedente non ha nulla in
comune: condivide la meccanica
con le altre utilitarie del gruppo PSA
(come la nuova Peugeot 208), di cui
la casa tedesca fa parte dal 2017.
◗ I 101 cavalli del tre cilindri turbo
(anche con 131 CV o, aspirato, con
75 CV) “bevono” poco e sono vispi.
◗ Quel che serve per destreggiarsi
nel traffico e per muoversi agili tra
le curve, aiutati dalla prontezza del-
lo sterzo e da sospensioni poco ce-
devoli (ma che non sempre filtrano
al meglio le buche). Minimo l’impe-
gno di guida: l’auto è ben salda sul-
le ruote e dispone di freni efficaci.
GLI AIUTI SONO SEMPRE DI SERIE
◗ A proposito di sicurezza, già la me-
no cara Edition include nei € 16.550
l’allarme contro il colpo di sonno,
la frenata d’emergenza (attiva fino a
80 km/h), il mantenimento in corsia
e il cruscotto che mostra i limiti di
velocità indicati dai cartelli stradali.
◗ L’Elegance del test e la sportiveg-
giante GS Line (€ 18.150 per entram-
be) aggiungono i fari full led, il siste-
ma d’infotainment con schermo di 7”,
PUNTA SULLA SEMPLICITÀ
Android Auto e Apple CarPlay, oltre
Le linee tese danno dinamismo
alla strumentazione digitale. Quest’ul- e il frontale poco elaborato è
tima, però, mal si integra nel cruscot- sobrio. Una finezza gli efficienti
to e ha una grafica poco chiara. fari a matrice di led (600 euro)

66
1199 CM3
18.150
GIÀ IN VENDITA

6D

ro
A BENZINA € CONSEGNA IN

eu
101 CV 30 GIORNI

SI DIFENDE
Ai fanali sottili e

Foto di Luci&Immagini
posizionati in alto
si contrappone il
massiccio paraurti.
Comoda la maniglia
del portellone
inserita nel logo Opel

ABITABILITÀ DISCRETA ACCELERAZIONE BUONA A TU PER TU CON LE RIVALI


Davanti si viaggia comodi. Dietro, lo
spazio per le gambe e la testa è sod-
disfacente e il divano è abbastanza
11,0 secondi da 0 a 100 km/h MARCA e MODELLO
Opel Corsa 1.2 turbo Elegance (101 CV)
PREZZO
€ 18.150
VERSIONE BASE
€ 16.550
Nello scatto non delude, senza essere Seat Ibiza 1.0 EcoTSI FR (95 CV)
largo; in tre, comunque, si sta stretti. di quelle che “incollano” allo schienale. € 18.400 € 16.650
Renault Clio 1.0 TCe Intens (101 CV) € 18.900 € 16.050
VELOCITÀ MASSIMA BUONA CONSUMO MEDIO BASSO Peugeot 208 1.2 PureTech Turbo Allure (101) € 19.650 € 17.850

188 3 16 0
Hyundai i20 1.0 T-GDI Style* (101 CV) € 19.850 € 19.850
Valori rilevati

, km/h , km con 1 litro Ford Fiesta 1.0 EcoBoost ST-Line 5p (95 CV) € 20.650 € 18.050
La punta è elevata, si tocca alla svelta, La richiesta di benzina è contenuta, *Unica versione con questo motore e il cambio manuale
ma i 194 km/h “ufficiali” sono lontani. ma qualche rivale riesce a far meglio.

67
PROVATA PER VOI OPEL CORSA 1.2 TURBO ELEGANCE

PER I TELEFONINI
L’ampio portaoggetti può
ospitare la piastra (costa €
150) per la ricarica senza
cavetto degli smartphone

CI STA DI TUTTO
Il tunnel fra i sedili
ospita un vano
dedicato ai piccoli
È PERSONALIZZABILE MA NON TROPPO RIUSCITO oggetti, come la
La strumentazione digitale di 7” è configurabile (può chiave elettronica
evidenziare la mappa del Gps). Ma la grafica è essenziale d’avviamento
e indicazioni come il livello della benzina sono minuscole. (da 150 euro) e
Il monitor che “galleggia” nel cruscotto (troppo ampio e due portalattina
dalla forma tondeggiante) è sgradevole e pare più piccolo

68
DI SERIE

Anteriori; (2) davanti e dietro; (3) full led; (4) monozona, di serie c’è quello manuale; (5) nel pacchetto Multimedia Navi, con i comandi vocali; (6) ruota di dimensioni normali, il ruotino costa € 150 (di serie c’è il kit “gonfia&ripara”); (7) riscaldabili, quello di guida è regolabile
AIRBAG
LATERALI (1)

elettricamente e ha la funzione massaggio; (8) nel pacchetto Rear View Camera, con il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori, la retrocamera, i retrovisori ripiegabili elettricamente e i sensori di distanza anteriori e posteriori; (9) c’è quello fisso in cristallo (€ 500)
GLI INTERNI AIRBAG
PER LA TESTA (2)
◗ L’abitacolo è ben fatto e razionale. La plan-
cia è impreziosita dalla fascia color antracite. CERCHI
◗ La posizione di guida è piuttosto bassa e ha IN LEGA

di serie la regolazione in altezza del sedile.


FARI AD ALTA
◗ Lo schermo per il sistema d’infotainment, EFFICIENZA (3)
in alto nella consolle e rivolto verso il guida-
tore, è di facile lettura. Bassi, ma pratici, i FARI
AUTOMATICI
pomelli e i tasti del climatizzatore.
◗ Tanti i portaoggetti (non refrigerati) tra cui FARI
FENDINEBBIA
quello sotto il bracciolo estensibile fra i sedili.
Ampie (e illuminate) le tasche nelle porte an- FRENATA
teriori. Non mancano le maniglie nel soffitto. AUTOMATICA

O TUTTO O NIENTE MANTENIMENTO


◗ Fra le poche mancanze, la rotella per la re- IN CORSIA

golazione della portata d’aria dei diffusori del


REGOLATORE
“clima” (automatico per 250 euro): si posso- DI VELOCITÀ
no chiudere solamente orientandoli di lato.
RETROVISORI
PUÒ PERFINO SBRINABILI
MASSAGGIARE
I sedili con VETRI ELETTRICI
POSTERIORI
i fianchetti
leggermente VOLANTE REGOLABILE
pronunciati IN PROFONDITÀ
sono comodi.
OPTIONAL
Col rivestimento
in pelle (costa ALLARME
SI PUO FARE MEGLIO ANTIFURTO
Il cassetto è capiente, ma non rivestito 2.000 euro) € 350
e privo d’illuminazione. La serratura sono anche CAMBIO
che disattiva l’airbag frontale è comoda riscaldabili. AUTOMATICO
€ 1.600
La poltrona di
guida ha pure CLIMATIZZATORE
AUTOMATICO
le regolazioni € 250 (4)
elettriche e
la funzione NAVIGATORE
€ 450 (5)
massaggio
RUOTA
DI SCORTA
INGRESSO € 200 (6)
SCOMODO SEDILI
L’accesso è IN PELLE
€ 2.000 (7)
ostacolato
dal battente SENSORI
ANGOLO CIECO
SISTEMA MULTIMEDIALE della porta: € 650 (8)
È di origine PSA, ma con una diversa grafica e pratici comandi sporge di 14 SENSORI DI
sotto lo schermo. L’impianto dell’auto del test è dotato di Gps 6/39 cm cm rispetto PARCHEGGIO
e schermo di 10’’ (€ 850 in tutto), ma le due fasce nere ai lati allo schienale. € 650 (8)
del monitor riducono l’area effettivamente sfruttata a circa 7”. Il divano è VERNICE
METALLIZZATA
Qualità grafica 7 Comandi al volante 8 Qualità dell’audio 8 accogliente e € 600
Facilità d’uso 8 Quantità informazioni 6 App del sistema no la seduta piatta NON
agevola chi sta PREVISTI
Navigatore 7 Integrazione cruscotto 7 App per il cellulare* 8
Touch screen 8 Integrazione Android 9 Ricarica wireless** sì nel mezzo. Le ALLARME TRAFFICO
due prese Usb LATERALE IN “RETRO”
Comandi vocali 6 Integrazione iPhone 9 Wi-Fi di bordo no
Giudizio complessivo buono
costano € 150
TETTO
(con la ricarica APRIBILE (9)
* La gestione a distanza dell’auto è di serie con lo schermo di 10’’; **150 euro
Wireless)
(1)

69
PROVATA PER VOI OPEL CORSA 1.2 TURBO ELEGANCE

NON È IL PIÙ GRANDE


LA BOCCA SI
APRE POCO
L’apertura del
portellone ha
una forma 83/89 cm
regolare, ma
non è delle

74 cm
più ampie.
Il perno della
serratura
è ben protetto
ATTENZIONE
ALLO SCALINO
C’è anche un
101 cm gancio per
le borse. A
divano giù
123

si forma un
75 cm
/174

gradino di 11
cm

cm; quello tra


cm
64

soglia e fondo
ne misura 18
NON CI SI PUÒ
LAMENTARE
Apprezzabile la
capienza del
baule. Sotto
la capelliera
può trasportare
52 cm

due “valigioni”
rigide e varie
borse morbide
e più piccole

BAGAGLIAI a confronto
MARCA e MODELLO LITRI Il baule della Corsa
(e della 208, con cui
Ford Fiesta 1.0 EcoBoost ST-Line 5p 292/1093 condivide la meccani-
Peugeot 208 1.2 PureTech 309/1004 ca) è tutt’altro che
Opel Corsa 1.2 turbo Elegance 309/1081 piccolo. Ma non può
competere con quello
Dati dichiarati

Hyundai i20 1.0 T-GDI Style 326/1042


della i20 e dell’Ibiza.
Seat Ibiza 1.0 EcoTSI FR 355/1165 Enorme per la catego-
Renault Clio 1.0 TCe Intens 391/1069 ria il vano della Clio.

SCOCCA LEGGERA E MOTORE “PULITO”


La vettura è costruita sulla piattaforma CMP leggera di una quarantina di chilogrammi.
(Common Modular Platform) del gruppo PSA, TRE CILINDRI COLLAUDATI
che oltre alla Opel, include Citroën, DS e Il motore viene prodotto, con vari livelli di
Peugeot. È quella impiegata per modelli re- potenza, dal 2014. Per contenere le vibra-
centi, quali la DS 3 Crossback e la Peugeot zioni tipiche dei tre cilindri, ha un albero
208. Si tratta di una base modulare: con- d’equilibratura nel basamento che ruota in
sente di produrre vetture dalle dimensioni senso opposto a quello a gomiti. Nell’ultima
differenti e con motore termico, ibrido o elet- evoluzione, questo 1.2 usa il filtro antipar-
trico. Rispetto alla piattaforma precedente, ticolato, per rispettare la norma Euro 6d che
frutto dell’accordo fra GM e Fiat (che la uti- impone limiti severi alle polveri sottili emes-
lizzava per la Punto), quella nuova è più se dai motori a iniezione diretta di benzina.

70
COME VA
IN CITTÀ 14,1 km con un litroi
VIVACE MA “DURETTA”
Il 1.2 risponde con prontezza e lo sterzo piuttosto leggero non affatica. I pneu-
SE LA VUOI BICOLORE matici ribassati di 17” (€ 300) e le sospensioni piuttosto rigide non “lisciano”
tutte le buche. Apprezzabile la manovrabilità del cambio, ma il pedale della fri-
Ricercato il tetto nero a contrasto con
zione è poco modulabile: il rilascio in seconda e in terza può essere brusco.
la tinta del resto della carrozzeria.
È nel pacchetto Style (€ 500), insieme FUORI CITTÀ 19,6 km con un litroi
TIENE BENE LA STRADA
ai vetri posteriori e al lunotto scuri Il motore ha la regolarità di funzionamento che serve per muoversi in relax, ma
sa anche divertire con la sua vivacità; in accelerazione, però, diventa rumoroso.
Del resto, l’agilità dell’auto (ridotto il rollio in curva) e lo sterzo preciso invitano
alla guida brillante. L’elevata tenuta di strada e i freni efficienti danno sicurezza.
IN AUTOSTRADA 14,1 km con un litroi
OK ANCHE PER I VIAGGI
I 101 CV possono mantenere senza difficoltà i 130 km/h. A questa velocità il 1.2
lavora a 3000 giri in sesta e la sua “voce” a bordo si avverte poco (buona l’in-
sonorizzazione).Transitando sui giunti dei viadotti nei curvoni affrontati ad anda-
tura sostenuta, l’auto resta stabile. Niente male la ripresa dopo i rallentamenti.

SICUREZZA LA VALUTAZIONE EURO NCAP ★★★★


ADULTI
A BORDO Solo quattro le stelle: ha pesato la scar- vede il radar ma la sola telecamera
84% sa efficacia dei poggiatesta (in partico- frontale ed è attivo fino a 85 km/h an-
BAMBINI lare di quelli posteriori) nel contrastare ziché a 150 km/h, come quello evoluto.
A BORDO
86% il “colpo di frusta” nei crash test, oltre Quest’ultimo lavora anche di notte e, ol-
alla mancanza del poggiatesta per il tre ai pedoni, rileva pure i ciclisti, ma è
PEDONI
E CICLISTI quinto passeggero (di serie, comunque, optional (€ 550 nel Radar pack). Nulla
66% in Italia). Tra l’altro, l’esemplare testato da ridire, invece, sull’impatto frontale e
AIUTI dall’Euro NCAP aveva la frenata automa- laterale: la scocca ha protetto a dovere
ALLA GUIDA
69% tica d’emergenza “base”, che non pre- i passeggeri (bambini compresi).
I SISTEMI CONTRO... ...il tamponamento 24% ...l’investimento 31% ...l’uscita di corsia 58%

71
PROVATA PER VOI OPEL CORSA 1.2 TURBO ELEGANCE

DIAMO I VOTI I risultati di dati forniti


dalla casa SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA Rilevata Dichiarata Carburante Ibenzina
POSIZIONE DI GUIDA ● ● ● ● ●
Pur bassa, è confortevole, con i pedali in 5a a 5350 giri 188,3 km/h 194 km/h Cilindrata cm3 I1199
allineati al volante (registrabile anche in ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata N. cilindri e disposizione I3 in linea
profondità). Il sedile è abbastanza am- 0-100 km/h 11,0 9,9 secondi Distribuzione I4 valvole per cilindro
pio e può disporre di estese regolazioni 0-400 metri 17,7 127,8 km/h non dichiarata Potenza max
elettriche; una rarità per un’auto di que- 0-1000 metri 32,5 161,5 km/h non dichiarata kW (CV)/giri I74 (101)/5500
sta categoria la funzione massaggio. RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata Coppia max Nm/giri I205/1750
CRUSCOTTO ●●●●● 1 km da 40 km/h in 5a 35,5 150,5 km/h non dichiarata Emissione di CO2 g/km I96
È digitale, configurabile e dà parecchie 1 km da 60 km/h in 6a 34,5 141,5 km/h non dichiarata Cambio Imanuale a 6 marce + “retro”
informazioni. Ma ha una grafica spoglia Trazione Ianteriore
e non sempre si consulta facimente: al- da 40 a 70 km/h in 5a 8,6 non dichiarata
Freni anteriori Idischi autoventilanti
cune indicazioni sono piccole, come quel- da 80 a 120 km/h in 6a 15,2 non dichiarata
Freni posteriori Idischi
la relativa alla temperatura dell’olio. Inol- CONSUMO Rilevato Dichiarato
Capacità di traino kg I1200
tre, la sua forma rettangolare stona in un in città 14,1 km/l 19,2 km/l
cruscotto arrotondato (e troppo grande). fuori città 19,6 km/l 27,8 km/l QUANTO È GRANDE
VISIBILITÀ ●●●●● in autostrada 14,1 km/l non dichiarato Lungh./largh./alt. cm I406/177/143
Pone delle difficoltà soltanto all’indietro, medio 16,0 km/l 18,9* km/l Passo cm I254
a causa dei larghi montanti del tetto e
FRENATA Rilevata Dichiarata Posti I5
del lunotto poco ampio e assai inclinato.
da 100 km/h 36,6 metri non dichiarata Peso in ordine di marcia kg I1090
COMFORT ●●●●●
Dello spazio a bordo non ci si può pro-
da 130 km/h 61,8 metri non dichiarata Capacità di carico litri I309/1081
prio lamentare, mentre l’assorbimento ALTRI VALORI Rilevati Dichiarati Pneumatici di serie I195/55 R 16
delle irregolarità dell’asfalto non è dei A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 132 km/h Serbatoio della benzina litri I44
migliori: le sospensioni sono rigide e le Diametro di sterzata tra due marciapiede 10,6 metri non dichiarato Dati dichiarati.
gomme di 17” ribassate (€ 300) non Rispetto alle prestazioni dichiarate: = migliori = peggiori = uguali Auto in prova equipaggiata con gomme
aiutano. In accelerazione il 1.2 si sente. *In base al ciclo WLTP (valore combinato). Michelin Primacy 4 205/45 R 17 (€ 300)
MOTORE ●●●●●
Pronto nella risposta e omogeneo nell’e- UNA FINESTRA IN PIÙ
rogazione, offre un bella verve. Conte- A differenza di quelle anteriori, le porte posteriori
nuti i consumi come pure le vibrazioni. sono piccole e non favoriscono l’accessibilità. Il
RIPRESA ●●●●● tetto fisso in cristallo (con tendina) costa € 500
Si guadagna velocità piuttosto celer-
SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ● DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●

mente, anche in quinta e sesta marcia.


CAMBIO ●●●●●
La corsa della leva non è eccessiva, ma
gli innesti potrebbero essere più morbi-
di. Corretta la scelta dei rapporti. Talvol-
ta, nell’inserire una marcia bassa, rila-
sciando il pedale della frizione si avver-
te un leggero contraccolpo.
FRENATA ●●●●●
Gli spazi d’arresto sono ridotti e l’im-
pianto non si affatica facilmente, anzi.
STERZO ●●●●●
Non troppo pesante, ha quella prontezza
e precisione utili nella guida brillante.
TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ●
Il modesto rollio in curva, l’elevata sta-
bilità (favorita dai larghi pneumatici di
17”) e la risposta sincera e composta
della vettura, trasmettono fiducia.
AIUTI ALLA GUIDA ● ● ● ● ●
La frenata automatica fino a 85 km/h e
il mantenimento in corsia sono di serie.
Optional altri sistemi, come il monito-
raggio dell’angolo cieco dei retrovisori. 70 cm
QUALITÀ/PREZZO ● ● ● ● ●
LA QUINTA RUOTA? È OPTIONAL
A un costo inferiore a quello di molte ri-
vali, offre una dotazione di serie com- La soglia di carico non risulta troppo
pleta (comprende le funzionalità An- distante dal suolo. Sotto il fondo c’è il
droid Auto e Apple CarPlay), oltre a buo- kit per gonfiare e riparare le gomme.
ne finiture e a una meccanica moderna. Per il ruotino di scorta servono € 150

72
LE RIVALI
FORD FIESTA 1.0 ECOBOOST ST-LINE 5P
Linea filante, interni ben fatti, guida pia-
cevole: la ST-Line è la meno cara nella
95 CV • 180 km/h • 17,2* km/l gamma con questo “allegro” tre cilin-
� 20.650 6

ro
dri, ma non costa poco, e per la frenata

eu
D-TEMP

d’emergenza servono € 1.200 (Driver As-


sistance pack). Niente cruscotto digitale.

HYUNDAI i20 1.0 T-GDI STYLE


Sobria nell’aspetto e confortevole, è
un’auto facile da guidare. L’unico allesti-
mento abbinato al tre cilindri include nel 101 CV • 186 km/h • 18,2* km/l
prezzo il “clima“ automatico, ma non la � 19.850 6

ro
eu
D-TEMP
frenata d’emergenza (€ 650 nel Safety
Pack). Assente la strumentazione virtuale.

PEUGEOT 208 1.2 PURETECH TURBO ALLURE


Tutta nuova, ha personalità e interni all’a-
vanguardia, col cruscotto digitale in 3D
101 CV 188 km/h 18,5* km/l
• •
(che, però, non piace a tutti). Condivide
� 19.650 6d
ro

la meccanica con la Corsa. Completa la


eu

dotazione di serie, con il “clima” automa-


tico e la frenata automatica d’emergenza.

RENAULT CLIO 1.0 TCE INTENS


Nell’aspetto ricorda la serie preceden-
te, ma dentro è rifinita molto meglio.
Gradevole da guidare, ha un allettante 101 CV • 187 km/h • 22,7 km/l

Dati dichiarati dalle case. *In base al ciclo WLTP


rapporto dotazione/prezzo: il “clima” au- � 18.900 6

ro
eu
D-TEMP
tomatico, la frenata d’emergenza e il cru-
scotto parzialmente digitale sono di serie.

SEAT IBIZA 1.0 ECOTSI FR


Ha forme spigolose e interni ampi. Con
le sospensioni irrigidite, la sportiveggian-
95 CV • 182 km/h • 19,2* km/l te FR è più agile. Nel prezzo, la frenata
� 18.400 66
o
urro

d’emergenza; per il “clima” automatico


eeu

D-TEMP

servono 550 euro (Spring pack) e per la


raffinata strumentazione virtuale altri 350.

SECONDO NOI
19.150 6D
ro


€ GUIDA Il piccolo tre cilindri turbo risponde
eu

con decisione. Inoltre, la vettura è rapida


nei cambi di direzione. Preciso e pronto lo sterzo.
PREZZO/DOTAZIONE A un costo inferiore a quello
di molte rivali, quest’auto offre una dotazione di
serie completa anche di sistemi di sicurezza, come
la frenata automatica d’emergenza.
TENUTA DI STRADA Limiti elevati e comportamen-
È LEGGERO to dinamico genuino: la sicurezza è di buon livello.
Il cofano in
alluminio fa
risparmiare
ACCESSO AL DIVANO Non proprio agevo-
No
le: è limitato dalle piccole porte posteriori.
2,4 kg rispetto COMFORT Le sospensioni dure e i pneumatici ri-
allo stesso bassati di 17” (optional) non sempre filtrano le bu-
in acciaio, che. E in accelerazione il rumore del 1.2 è evidente.
e segue MONITOR Quello di 7” della strumentazione non si
l’originale amalgama nel cruscotto: è poco accattivante nella
grafica e non sempre chiaro. Lo schermo del siste-
forma dei fari
ma multimediale non sfrutta tutti i 10” disponibili.

73
PROVATA PER VOI RENAULT CAPTUR 1.3 TCE INITIALE PARIS EDC

Spazio e brio
sono ok
Più grande e grintosa, col
1.3 da 154 CV è vivace.
Un po’ rigide le sospensioni

PERCHÉ COMPRARLA?
◗ La seconda generazione della crossover
francese (realizzata sulla base della piatta-
forma CMF-B, che condivide con la nuova
Clio), è più lunga di 11 cm del vecchio mo-
dello e ha una linea più grintosa e sportiva.
◗ Mantiene la praticità del divano scorre-
vole di 16 cm e ha interni e baule più am-
pi (il vano di carico guadagna 81 litri).
◗ Il 1.3 turbo a benzina sa essere fluido ma
anche vivace. Dolce e rapido il cambio EDC
a doppia frizione, che ora ha sette marce.
POCO IMPEGNATIVA NEL TRAFFICO
◗ Nei percorsi tortuosi si apprezzano l’agi-
lità (lo sterzo è preciso) e la buona tenuta
di strada, mentre in città l’auto si distingue
per la facilità di guida. L’insonorizzazione
è efficace e le sospensioni contengono be-
ne il rollio in curva, ma sulle buche sono un
po’ dure (complici i cerchi di 18”).
◗ Peccato per l’assenza di un aiuto elettroni-
MASCHERINA FIRMATA
co come l’Extended Grip, che nel vecchio
La grande presa d’aria nel paraurti e le vistose
modello gestiva la coppia da assegnare alle nervature nel cofano danno grinta alla vettura.
ruote anteriori attraverso il controllo di tra- La Initiale Paris si riconosce per la scritta
zione (utile sui fondi con scarsa aderenza). d’identificazione nella calandra e nella fiancata
◗ La dotazione di sicurezza, comunque, è
ABITABILITÀ MOLTO BUONA ACCELERAZIONE MOLTO BUONA
ricca: oltre ai fari full led, alla frenata d’e-
mergenza e al mantenimento in corsia (di
serie per tutte), la Initiale Paris aggiunge i
Davanti nessun problema. E si viaggia
comodi anche dietro, specie col diva-
no in posizione arretrata. Niente male
87 , secondi da 0 a 100 km/h
Il motore è vispo, il cambio automatico
sensori dell’angolo cieco dei retrovisori. la disponibilità di spazio in altezza. rapido: l’auto scatta bene al semaforo.
◗ Per 300 euro, il cruise control adattati-
VELOCITÀ MASSIMA MOLTO BUONA CONSUMO MEDIO BASSO
vo permette all’auto di seguire il traffico,
frenando e accelerando da sola. 205 9 14 7
Valori rilevati

, km/h , km con 1 litro


◗ Più avanti arriverà anche l’ibrida ricarica- La punta (elevata) è superiore a quella Un buon risultato per una crossover me-
bile plug-in da 160 CV, col 1.6 a benzina. ufficiale. E non richiede un lungo lancio. dia: il 1.3 turbo a benzina è efficiente.

74
1333 CM3
29.900
GIÀ IN VENDITA
6

ro
A BENZINA € CONSEGNA IN

eu
154 CV 60 GIORNI D-TEMP

A TU PER TU CON LE RIVALI


MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE
Fiat 500X 1.3 T4 Sport DCT (150 CV) € 27.000 € 24.500
Skoda Kamiq 1.5 TSI ACT Dark Shade (150 CV) € 27.830 € 23.430
Volkswagen T-Roc 1.5 TSI ACT BMT Adv. (150 CV) € 28.400 € 26.450
Renault Captur 1.3 TCe Initale Paris EDC (154 CV) € 29.900 € 25.900
Peugeot 2008 1.2 PureTech Turbo GT EAT8* (155 CV) € 31.850 € 31.850
Jeep Renegade 1.3 T4 S DDCT (150 CV) € 32.300 € 26.800
*Unica versione con questa motore; il cambio automatico, di serie per Captur, 500X, 2008 e
Renegade, costa € 1.500 per la Kamiq e € 2.000 per la T-Roc

TRATTI SPORTIVI
Originale pure dietro, ha
i fanali che riprendono
il motivo “a C” dei
fari anteriori, e il
lunotto piccolo
e inclinato

75
PROVATA PER VOI RENAULT CAPTUR 1.3 TCE INITIALE PARIS EDC

CHIARI E COMPLETI
Facili da usare (ma in
basso) i comandi del
“clima”. Al centro hanno i
display per la temperatura
impostata, la direzione e
la velocità dei flussi d’aria

VIRTUALE DI SERIE
Il cruscotto
digitale a colori di
7” è ben leggibile.
MANI SEMPRE AL CALDO Mostra in un
Accanto al comando per angolo anche le
attivare o escludere il indicazioni del
mantenimento in corsia c’è Gps ma non le
il tasto (di serie per la Initiale mappe. Quello di
Paris) che riscalda il volante 10,2” costa € 450

76
DI SERIE

AIRBAG
PER LA TESTA (1)

GLI INTERNI

Anteriori e posteriori; (2) monozona; (3) fari full led; (4) il cruise control adattativo costa 200 euro, quello con la funzione Stop&Go (Highway and Traffic Jam Companion) 300 euro; (5) anteriori e posteriori, più retrocamera e sistema di parcheggio semiautomatico
ALLARME COLPO
DI SONNO
◗ L’abitacolo (cui si accede facilmente) è piut-
tosto spazioso. Ma ciò che colpisce di più è ALLARME TRAFFICO
il notevole miglioramento, nel design e nelle LATERALE IN “RETRO”
finiture, rispetto al vecchio modello.
CAMBIO
◗ La plancia rivestita in plastica morbida, il bel AUTOMATICO
display verticale di 9,3” e la consolle che ap-
pare quasi sospesa rendono eleganti e mo- CERCHI
IN LEGA
derni gli interni. Curate le finiture.
PER CHI AMA L’ALTA FEDELTÀ CLIMATIZZATORE
AUTOMATICO (2)
◗ Gradevole pure il cruscotto digitale di 7”
e completo l’impianto multimediale, col na- FARI AD ALTA
vigatore e l’hi-fi Bose con nove altoparlanti. EFFICIENZA (3)
◗ Sotto lo schermo centrale ci sono i pratici FARI
tasti per attivare le telecamere a 360 gradi FENDINEBBIA
(€ 400) e per l’accesso ai menu di personaliz-
FRENATA
zazione delle modalità di guida. Spiace, però,

Easy Park Assist; (6) lo fornisce la concessionaria (il montaggio costa circa € 50); (7) la Blue Iron è di serie, quella metallizzata speciale e la bicolore metallizzata costano 950 euro
AUTOMATICA
che non si possa avere il “clima” bizona.
GRANDE MA POCO PRATICO MANTENIMENTO
SEDILI FULL IN CORSIA
Il vano è capiente e profondo,
ma non refrigerato. L’apertura è OPTIONAL
scorrevole: il coperchio può colpire Le poltrone, NAVIGATORE
le gambe del passeggero che hanno la
seduta e lo REGOLATORE
schienale ampi DI VELOCITÀ (4)
e avvolgenti,
trattengono RETROVISORI A
CHIUSURA ELETTRICA
bene il corpo
in curva. Di SBLOCCO PORTE
serie, oltre al AUTOMATICO
rivestimento
in pelle, la SEDILI
IN PELLE
regolazione
elettrica e il
SEDILI REGOLABILI
riscaldamento ELETTRICAMENTE
per entrambi
i sedili anteriori SENSORI DI
PARCHEGGIO (5)

CARICA GLI SENSORI


SMARTPHONE ANGOLO CIECO
Il divano largo
OPTIONAL
(all’altezza
delle spalle ALLARME
ANTIFURTO
SISTEMA MULTIMEDIALE misura 134 cm), € 204 (6)
Completo e configurabile (icone e widget si posizionano a pia- 0/43 cm consente anche TETTO
cere, come in un tablet), ha un reattivo schermo di 9,3’’, An- a tre adulti APRIBILE
droid Auto e Apple CarPlay di serie. La Sim interna serve anche di viaggiare € 700
per meteo e dati del navigatore. “Caldo” e potente il suono. piuttosto VERNICE
METALLIZZATA
Qualità grafica 8 Comandi al volante 8 Qualità dell’audio 8 comodi. Di DA € 800 (7)

Facilità d’uso 7 Quantità informazioni 8 App del sistema 7 serie, nel NON
mobiletto PREVISTI
Navigatore 8 Integrazione cruscotto 7 App per il cellulare 7
centrale ci sono APERTURA BAULE
Touch screen 8 Integrazione Android 9 Ricarica wireless* no ELETTRICA
le bocchette
Comandi vocali 6 Integrazione iPhone 9 Wi-Fi di bordo no
dell’aria, due
Giudizio complessivo molto buono SOSPENSIONI
prese Usb ELETTRONICHE
*Non presente nell’auto in prova, costa € 100
e una a 12 V
(1)

77
PROVATA PER VOI RENAULT CAPTUR 1.3 TCE INITIALE PARIS EDC

CARICA PARECCHIO COME VA


LA CAPACITÀ IN CITTÀ 12,8 km con un litroi
FACILITA IL PARCHEGGIO
È VARIABILE Risposta pronta ai bassi regimi, erogazione dolce, basse vibrazioni: nel traf-
L’apertura è fico, il 1.3 è valido. La posizione di guida rialzata favorisce la visibilità in

72 cm
larga e ha una avanti; in manovra, per 400 euro, si può contare sulla telecamera che con-
forma davvero trolla il perimetro della vettura. Comodo l’Easy Park: il volante gira da solo.
regolare. Il 95/103 cm FUORI CITTÀ 17,2 km con un litroi
piano di carico SI GUIDA CON PIACERE
si può togliere Nella marcia in souplesse si apprezzano la fluidità del cambio e la ridotta
o fissare su due rumorosità. Passando dalla modalità Eco alla Sport (la terza è la MySense,
configurabile), il 1.3 si fa più brioso e il cambio più rapido. Le sospensioni
posizioni
lavorano bene in curva, ma sono un po’ rigide sulle buche. Bassi i consumi.
in altezza
IN AUTOSTRADA 13,5 km con un litroi
NESSUNO FRENA E ACCELERA DA SOLA
SCALINO Col motore che, a 130 km/h, in settima, è a 2300 giri e quasi non si sente, si
Col divano giù può conversare senza dover alzare la voce. In coda il cruise control adattati-
101 cm vo con funzione Stop&Go (€ 300) è efficace: rallenta l’auto fino a fermarla
e il fondo a filo
e a farla ripartire. Di buon livello, nei curvoni, tenuta di strada e stabilità.
della soglia, si
62/88 cm
137

forma un piano
/178

piatto. Pratici
cm

i due ganci
cm
84

per le borse
68/

e la luce nella
parete sinistra
È ASSAI
PROFONDO
Col pavimento
nella posizione
più bassa ci
40/58 cm

stanno parecchi
bagagli; c’è,
però, un gradino
da superare
quando bisogna
scaricarli

BAGAGLIAI a confronto
MARCA e MODELLO LITRI Col divano tutto in
avanti (la Captur è
Fiat 500X 1.3 T4 Sport DCT 350/1000
la sola ad averlo
Jeep Renegade 1.3 T4 S DDCT 351/1297 scorrevole), il va-
Skoda Kamiq 1.5 TSI ACT Dark Shade 400/1395 no della francese
Renault Captur 1.3 TCe Init. Paris EDC 420-536/1275 è ampio. Buona la
capacità della T-
Peugeot 2008 1.2 PureT. Turbo GT EAT8 434/1467
Roc e quella mas-
VW T-Roc 1.5 TSI ACT BMT Advanced 445/1290 sima della Kamiq.
Dati dichiarati

UNA MISSIONE: CONSUMARE (E INQUINARE) MENO


Come in molti motori moderni, gli iniettori spruzzano la benzina direttamente nei quattro cilindri anzi-
ché nei condotti di aspirazione, soluzione che contribuisce a limitare i consumi e ad aumentare la poten-
za. Crescono, però, le emissioni di particolato; per questo c’è un filtro lungo lo scarico. Per migliorare l’effi-
cienza termica si è fatto ricorso anche a una speciale tecnica di rivestimento dei cilindri chiamata Bore Spray
Coating (in pratica, la superficie viene spruzzata con una lega di ferro-carbonio) che riduce gli attriti.
C’È ANCHE A TRE CILINDRI
Inoltre, i progettisti hanno dotato il 1.3 TCe del sistema per controllare separatamente la fasatura delle val-
vole di aspirazione e di scarico: un dispositivo in grado di assicurare maggiore spinta ai bassi e medi regi-
mi, quelli più utilizzati nella guida nel traffico, senza penalizzare l’allungo. Da questo motore è derivato il
1.0 TCe (che equipaggia le versioni meno potenti della crossover francese), con un pistone in meno, ma
identiche dimensioni di alesaggio e corsa: 72,2 x 81,3 mm.

78
IL TETTO SEMBRA GALLEGGIARE
La vista laterale mette in risalto il profilo
a cuneo (più accentuato che in passato),
con le fiancate che risalgono verso la
coda e il tetto che scende gradualmente,
“appoggiandosi” sul terzo montante

SICUREZZA LA VALUTAZIONE EURO NCAP ★★★★★


ADULTI
A BORDO La protezione dei passeggeri è molto va- bambini; un po’ meno quelli nel test
96% lida negli urti laterali e nei tamponamen- dei pedoni (il cofano si è rivelato peri-
BAMBINI ti (basso il rischio di colpo di frusta). coloso per le ginocchia, i montanti del
A BORDO
83% Accettabile, nel crash test frontale a tutta tetto per la testa). La frenata automatica,
larghezza, la pressione sul torace dei due efficiente a bassa velocità, è accettabile
PEDONI
E CICLISTI seduti davanti; discreta pure la sicurezza a quelle alte. Lavorano piuttosto bene il
75% per il torace del guidatore nel severo test sistema che mantiene l’auto in corsia e
AIUTI del palo. Molto buoni, invece, i voti nelle il cruise control adattativo, con la teleca-
ALLA GUIDA
74% prove che riguardano l’incolumità dei mera che legge i segnali stradali.
I SISTEMI CONTRO... ...il tamponamento 89% ...l’investimento 94% ...l’uscita di corsia 50%

79
PROVATA PER VOI RENAULT CAPTUR 1.3 TCE INITIALE PARIS EDC

DIAMO I VOTI I risultati di dati forniti


dalla casa SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA Rilevata Dichiarata Carburante Ibenzina
POSIZIONE DI GUIDA ● ● ● ● ●
Il sedile, largo e avvolgente, è rialzato.
in 5a a 5700 giri 205,9 km/h 202 km/h Cilindrata cm3 I1333
Le regolazioni a comando elettrico sono ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata N. cilindri e disposizione I4 in linea
precise, e ampie quelle manuali del vo- 0-100 km/h 8,7 8,6 secondi Distribuzione I4 valvole per cilindro
lante, anche in profondità. Corretto l’al- 0-400 metri 16,4 140,5 km/h non dichiarata Potenza max
lineamento tra lo sterzo e la pedaliera. 0-1000 metri 29,9 176,2 km/h 29,6 secondi kW (CV)/giri I113 (154)/5500
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata Coppia max Nm/giri I270/1800
CRUSCOTTO ●●●●●
Lo schermo di 7” ha una grafica piace- 1 km da 40 km/h 27,6 176,4 km/h non dichiarata Emissione di CO2 g/km I129
vole e può cambiare aspetto in base al- 1 km da 60 km/h 26,4 177,5 km/h non dichiarata Cambio Irobotizzato a 7 marce + “retro”
Trazione Ianteriore
la modalità di guida impostata. da 40 a 70 km/h 2,5 non dichiarata
Freni anteriori Idischi autoventilanti
VISIBILITÀ ●●●●● da 80 a 120 km/h 5,9 7,3 secondi
Freni posteriori Itamburi
Guardando avanti non ci sono problemi. CONSUMO Rilevato Dichiarato
Capacità di traino kg I1200
Nelle manovre in “retro”, invece, non si in città 12,8 km/l 13,3 km/l
percepiscono bene gli ingombri dell’au- fuori città 17,2 km/l 19,6 km/l QUANTO È GRANDE
to, ma si è ben assistiti dai sensori di in autostrada 13,5 km/l non dichiarato
distanza (anteriori e posteriori) e dall’ef- Lungh./largh./alt. cm I423/180/158
ficace telecamera a 360° (400 euro).
medio 14,7 km/l 17,5 km/l Passo cm I264
FRENATA Rilevata Dichiarata Posti I5
COMFORT ●●●●●
da 100 km/h 37,6 metri non dichiarata Peso in ordine di marcia kg I1266
A bordo lo spazio non manca; inoltre, le
poltrone sono comode e l’insonorizza-
da 130 km/h 63,8 metri non dichiarata Capacità di carico litri I420-536/1275
zione è curata. Sulle asperità, le sospen- ALTRI VALORI Rilevati Dichiarati Pneumatici di serie I215/55 R 18
sioni risultano un po’ secche nella rispo- A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 132 km/h Serbatoio della benzina litri I48
sta (anche per via dei cerchi di 18”). Diametro di sterzata tra due marciapiede 11,1 metri 11,1 metri Dati dichiarati.
Auto in prova equipaggiata con gomme
MOTORE ●●●●● Rispetto alle prestazioni dichiarate: = migliori = peggiori = uguali Goodyear EfficientGrip Performance
È regolare nell’erogazione, per niente ru-
moroso e “beve” poco. Eppure, al momen-
to giusto, sfodera un temperamento non IN CASO DI FORATURA
male: i 154 cavalli sanno essere vivaci. Nel baule, sotto il fondo,
RIPRESA ●●●●● c’è l’alloggiamento del
Ottimi i tempi rilevati: l’accoppiata tra il ruotino di scorta:
SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ● DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●

1.3 sovralimentato e il cambio EDC con- costa 250 euro


sente di guadagnare velocità in fretta.
CAMBIO ●●●●●
Il nuovo “doppia frizione” a sette marce
(prima ne aveva sei) è dolce e rapido
(specie in Sport) nel selezionare i rap-
porti. Ben posizionate le leve al volante.
FRENATA ●●●●●
Discreti gli spazi d’arresto, buona la mo-
dulabilità e la resistenza alla fatica.
STERZO ●●●●●
Leggero nelle manovre di parcheggio,
preciso con l’aumentare della velocità.
Diventa più consistente in modalità Sport.
TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ●
È elevata: in curva l’auto infonde sicurez-
za. Genuine le reazioni alle brusche ma-
novre d’emergenza e tempestivo l’Esp.
AIUTI ALLA GUIDA ● ● ● ● ●
La dotazione di serie è ricca e si può
completare aggiungendo l’efficiente cru-
ise control adattativo (€ 200) e la guida
autonoma di secondo livello (€ 300).
78 cm

QUALITÀ/PREZZO ● ● ● ● ● ACCESSO FACILE


Un’auto fatta come si deve, con finiture Porte e baule si spalancono
e materiali migliori rispetto a quelli usa- bene, ma la soglia di carico
ti per la prima generazione e importanti piuttosto alta impone
contenuti tecnici (sia a livello di sicurez- uno sforzo supplementare
za sia di infotainment). Centrato il listino.

80
LE RIVALI
FIAT 500X 1.3 T4 SPORT DCT
Simpatica nell’aspetto, ha interni ampi e
un 1.3 turbo vivace ma non troppo eco-
150 CV • 200 km/h • 17,9 km/l nomo. Di serie ha l’avviso di uscita invo-
� 27.000 6

ro
lontaria di corsia e il “clima” bizona. La

eu
D-TEMP

frenata automatica è nel Safety Plus Pack


(€ 1.100), con il cruise control adattativo.

JEEP RENEGADE 1.3 T4 S DDCT


Parente stretta della Fiat 500X, con cui
condivide meccanica, motore e cambio
(fluido, ma lento in scalata), ha forme 150 CV • 196 km/h • 16,4 km/l
� 32.300 6

ro
squadrate e una buona abitabilità. Di se-

eu
D-TEMP
rie, ”clima” bizona, frenata automatica
e avviso di uscita involontaria di corsia.

PEUGEOT 2008 1.2 PURETECH TURBO GT EAT8


Più grande e grintosa della vecchia,
questa crossover tutta nuova è comoda
155 CV • 208 km/h • 20,0 km/l e precisa su strada. Il brillante 1.2 tur-
� 31.850 66
ro
euro

d bo è ben abbinato al fluido cambio au-


eu

D-TEMP

tomatico. Curati gli interni e ricca la do-


tazione; il “clima”, però, è monozona.

SKODA KAMIQ 1.5 TSI ACT DARK SHADE


È un’auto spaziosa e confortevole, con
interni ben rifiniti. Lo sterzo è preciso e il
1.5 turbo vivace e poco assetato. Ricca la 150 CV • 213 km/h • 18,6* km/l

Dati dichiarati dalle case; *in base al ciclo WLTP


dotazione di sicurezza, con i fari full led, � 27.830 6

ro
eu
D-TEMP
la frenata automatica, il cruise control
adattativo e il mantenimento in corsia.

VOLKSWAGEN T-ROC 1.5 TSI ACT BMT ADVANCED


Look personale, forme muscolose e abi-
tacolo accogliente. Maneggevole, offre
150 CV • 205 km/h • 16,1* km/l uno sterzo preciso, sospensioni ben ta-
� 28.400 6
ro

rate e un 1.5 vivace. Di serie la frenata


eu

D-TEMP

automatica d’emergenza, il rilevatore di


stanchezza e il mantenimento in corsia.

SI FA RICONOSCERE
29.900 6 SECONDO NOI
ro

Di serie i cerchi in lega


eu



d-temp
di 18” a cinque razze ABITACOLO È più arioso e accogliente,
specifici per la Initiale Paris meglio rifinito e ha uno stile moderno.
BAGAGLIAIO Ben sfruttabile (la forma è regolare e
c’è il divano scorrevole), è grande e offre una mag-
giore capacità rispetto a quello precedente.
MOTORE Il 1.3 turbo è regolare, poco rumoroso ed
è ben abbinato al cambio a doppia frizione EDC.
SISTEMI DI SICUREZZA Un’autentica rivoluzione:
adesso si può avere pure la guida semiautonoma.

“CLIMA” AUTOMATICO Quello bizona non


è previsto, neppure tra gli optional. No
CONTROLLO DI TRAZIONE Non c’è un sistema evo-
luto, come l’ Extended Grip (prima presente), che
sui fondi a scarsa aderenza migliora la motricità.
SOGLIA DI CARICO È piuttosto alta da terra: si fati-
ca quando si devono caricare oggetti pesanti.
SOSPENSIONI Non sono morbide. E, con i cerchi
di 18”, risultano un po’ secche sulle asperità.

81
PROVATA PER VOI HYUNDAI KONA 1.6 HEV XPRIME DCT

Bella la guida,
il baule meno
Sterzo preciso, freni efficienti
e un valido sistema ibrido.
Ma il bagagliaio non è grande

PERCHÉ COMPRARLA?
◗ Questa compatta crossover full hybrid è
adatta a chi cerca una vettura manegge-
vole, sicura e in grado di garantire libero
accesso ad alcune ztl dei centri urbani.
◗ Spinta dal 1.6 a benzina e da un’unità
elettrica per 141 CV combinati, ha accu-
mulatori agli ioni di litio-polimeri che si ri-
caricano in frenata e nei rallentamenti. Le
batterie sono collocate sotto il divano e
non sottraggono spazio al baule, che, co-
munque, non è molto capiente (361 litri).
IN CITTÀ SA ESSERE SILENZIOSA
◗ Agile nel traffico, la vettura è particolar-
mente piacevole da guidare in città, dove
spesso si muove col solo motore a corren-
te (se la carica delle batterie lo consente).
◗ Nei percorsi tortuosi si fa apprezzare per
lo sterzo preciso e l’elevata tenuta di stra- TRATTI MARCATI
La parte posteriore ha linee elaborate.
da. Riuscito l’abbinamento del sistema ibri-
Esposti agli urti gli indicatori di direzione.
do col cambio a doppia frizione a sette Nella media l’altezza da terra del baule
marce (di serie), rapido e mai brusco. I
freni sono potenti, ma facili da dosare.
◗ La XPrime è la versione intermedia. Di
serie offre i cerchi in lega di 18”, i sensori
di distanza posteriori, il sistema che man-
tiene l’auto in corsia e quello contro il col-
po di sonno, entrambi efficienti.
◗ Consigliamo di aggiungere il Safety Pack
(costa 700 euro), con la frenata automati-
ca d’emergenza e il monitoraggio dell’an-
golo cieco dei retrovisori. Per avere anche
i fari full led e l’head-up display bisogna
68 cm

passare alla Exellence (€ 4.000 in più).

82
1580 CM3
28.000
GIÀ IN VENDITA

6D

ro
IBRIDA € CONSEGNA IN

eu
141 CV 60 GIORNI

Foto di Luci&Immagini
“SPALLE” ROBUSTE
I parafanghi bombati, le fiancate alte e i larghi
montanti del tetto conferiscono solidità
e dinamismo alla crossover coreana. L’ibrida si
riconosce per le mostrine laterali e nel portellone

COME VA A TU PER TU CON LE RIVALI


MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE
IN CITTÀ 19,2 km con un litroi Ford Puma 1.0 EcoBoost Hybrid ST-Line X (125 CV) € 26.250 € 23.250
SI MUOVE DISINVOLTA Hyundai Kona 1.6 HEV XPrime DCT (141 CV) € 28.000 € 26.300
L’auto dà il meglio di sé nei centri urbani: ha dimensioni contenute per sguscia-
re nel traffico e un sistema ibrido che consente di consumare e inquinare poco. Kia Niro 1.6 HEV Style DCT (141 CV) € 28.250 € 26.250
Ma, se serve, scatta con un certo brio. In manovra sono preziosi i sensori di di- Il cambio automatico, non disponibile per la Puma, è di serie per Kona e Niro
stanza posteriori (di serie, la retrocamera è nel Techno Pack, € 1.200).
FUORI CITTÀ 20,4 km con un litroi ABITABILITÀ MOLTO BUONA ACCELERAZIONE BUONA
SOBRIA E DIVERTENTE
Nei percorsi tortuosi la vettura offre una guida piacevole. Oltre che per la vi-
vace spinta del motore (peraltro, poco assetato), si fa apprezzare per lo ster-
Davanti lo spazio non manca, neppure
in altezza, e dietro ce n’è parecchio in 10 4 , secondi da 0 a 100 km/h
zo preciso e diretto. La stabilità e la tenuta di strada sono elevate. Ottima larghezza: sul divano si può viaggiare Il 1.6 ibrido è abbastanza vivace e lo
in tre senza essere troppo stretti. dimostra nello scatto al semaforo.
pure la risposta dei freni. In salita e con le batterie scariche, però, il brio cala.
IN AUTOSTRADA 14,3 km con un litroi VELOCITÀ MASSIMA SUFFICIENTE CONSUMO MEDIO NORMALE
COMODA MA MENO EFFICIENTE
L’auto è confortevole e sicura, con sospensioni efficaci nei curvoni e un 1.6
169 5 , km/h 17 5 , km con 1 litro
Valori rilevati

poco rumoroso. Ma nei trasferimenti ad andatura quasi costante si riduce la


possibilità di recuperare energia nei rallentamenti offerta dal sistema ibrido, Sebbene sia migliore di quella ufficia- Il valore non è male, ma alcune rivali
le, la punta rilevata non è certo alta. ibride hanno fatto anche meglio.
e i consumi aumentano. L’ottima ripresa aiuta nei sorpassi.

83
PROVATA PER VOI HYUNDAI KONA 1.6 HEV XPRIME DCT

DI SERIE

AIRBAG
PER LA TESTA (1)

ALLARME
ANTIFURTO

ALLARME COLPO
DI SONNO

CAMBIO
AUTOMATICO

CERCHI
IN LEGA

CLIMATIZZATORE
AUTOMATICO (2)

FARI
FENDINEBBIA CARICA? TE LO DICE
Se nel ripiano c’è uno
MANTENIMENTO smartphone in ricarica
IN CORSIA
wireless, s’illumina la spia
fra le prese Usb e a 12 V
REGOLATORE
DI VELOCITÀ

RETROVISORI A
CHIUSURA ELETTRICA

SBLOCCO PORTE
AUTOMATICO

SENSORI DI GLI INTERNI


Anteriori e posteriori; (2) monozona; (3) posteriori; (4) nel pacchetto Safety; (5) nel pacchetto Techno;(6) la tinta Galaxy Grey micalizzata è di serie

PARCHEGGIO (3)
◗ La posizione di guida non
OPTIONAL troppo rialzata ricorda quella di
ALLARME TRAFFICO una berlina: comoda. I coman-
LATERALE IN “RETRO”
€ 700 (4) di principali sono intuitivi e fa-
FRENATA cili da raggiungere e tanti det-
AUTOMATICA
€ 700 (4) tagli, come le cinture di sicurez-
za regolabili in altezza e il por- TUTTO SOTTO CONTROLLO
NAVIGATORE La strumentazione è chiara e completa, con l’indicatore della
€ 1.200 (5) taocchiali nel soffitto, rendono
potenza del sistema ibrido al posto del classico contagiri
più pratico l’abitacolo.
SENSORI
ANGOLO CIECO TANTI VANI, MA PICCOLI
€ 700 (4) ◗ Le plastiche, anche se rigide,
VERNICE sono ben lavorate e i portaog-
METALLIZZATA
€ 650 (6) getti numerosi. Peccato che si-
NON
PREVISTI ano piccoli e nessuno refrigera-
APERTURA BAULE
to con l’aria del “clima” mono-
ELETTRICA zona (quello bizona non è dispo-
nibile). E mancano pure le boc-
FARI AD ALTA 9/42 cm
EFFICIENZA chette per chi sta dietro.
◗ Facile da utilizzare il sistema
SEDILI multimediale (€ 1.200 nel Techno
IN PELLE
Pack), col Gps, lo schermo a sbal-
SEDILI REGOLABILI zo di 10,3”, le funzioni Apple
ELETTRICAMENTE
CarPlay e Android Auto. Tramite
SOSPENSIONI l’app Bluelink si può controllare SI VIAGGIA BENE ANCHE DIETRO
ELETTRONICHE dal cellulare lo stato dell’auto o Il sedile è piuttosto avvolgente; imprecisa la regolazione a scatti
trovare dov’è parcheggiata. dello schienale. Il divano non risulta scomodo per tre adulti
TETTO
APRIBILE
(1)
DIAMO I VOTI
I risultati di dati forniti
dalla casa SCHEDA TECNICA POSIZIONE DI GUIDA ● ● ● ● ●
VELOCITÀ MASSIMA Rilevata Dichiarata MOTORE TERMICO
Non molto rialzato per una crossover, il
sedile è ben profilato, ma la regolazione
in 6a 169,5 km/h 160 km/h Carburante/cilindrata cm3 Ibenzina/1580
a scatti dello schienale risulta imprecisa.
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata N. cilindri e disposizione I4 in linea
CRUSCOTTO ●●●●●
0-100 km/h 10,4 11,6 secondi Distribuzione I4 valvole per cilindro
La strumentazione a lancette non crea al-
0-400 metri 17,5 128,6 km/h non dichiarata Potenza max kW (CV)/giri I77 (105)/5700
cuna difficoltà di lettura ed è completa.
0-1000 metri 32,2 160,4 km/h non dichiarata Coppia max Nm/giri I147/4000
VISIBILITÀ ●●●●●
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata MOTORE ELETTRICO
Davanti bene; dietro ci sono i montanti
1 km da 40 km/h 29,3 166,8 km/h non dichiarata Potenza max kW (CV)/giri I32 (44)/n.d. larghi del tetto a fare da ostacolo.
1 km da 60 km/h 28,4 166,1 km/h non dichiarata Coppia max Nm/giri I170/n.d.
COMFORT ●●●●●
da 40 a 70 km/h 3,1 non dichiarata Tipo di batteria Ilitio-polimeri
L’abitacolo è ampio e le sospensioni non

SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ● DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●


da 80 a 120 km/h 7,7 non dichiarata Emissione di CO2 g/km I99 sono troppo rigide; ma in velocità si sen-
CONSUMO Rilevato Dichiarato Cambio Irobotizzato a 7 marce + “retro” tono i fruscii e il rumore delle gomme.
in città 19,2 km/l 20,0 km/l Trazione Ianteriore MOTORI ●●●●●
fuori città 20,4 km/l 22,2 km/l Freni anteriori Idischi autoventilanti L’abbinamento tra il 1.6 a benzina e l’u-
in autostrada 14,3 km/l non dichiarato Freni posteriori Idischi nità elettrica è riuscito: la risposta è pron-
Traino Inon consentito ta e progressiva. Assenti le vibrazioni.
medio 17,5 km/l 18,5* km/l
FRENATA Rilevata Dichiarata QUANTO È GRANDE RIPRESA ●●●●●
da 100 km/h 35,2 metri non dichiarata Affondando il piede sull’acceleratore si ri-
Lungh./largh./alt. cm I417/180/155 guadagna velocità con grande decisione.
da 130 km/h 59,0 metri non dichiarata Passo cm I260
CAMBIO ●●●●●
ALTRI VALORI Rilevati Dichiarati Posti I5
Il doppia frizione è rapido e dolce: gli
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 133 km/h Peso in ordine di marcia kg I1376 innesti sono quasi sempre inavvertibili.
Diametro di sterzata tra due marciapiede 10,7 metri 10,6 metri Capacità di carico litri I361/1143
FRENATA ●●●●●
Rispetto alle prestazioni dichiarate: = migliori = peggiori = uguali Pneumatici di serie I225/45 R 18
Un impianto efficiente, dalla modulabi-
*In base al ciclo WLTP (valore combinato) Serbatoio della benzina litri I38 lità elevata: ridotti gli spazi d’arresto.
Dati dichiarati. Auto in prova equipaggiata con gomme Michelin Pilot Sport 4 STERZO ●●●●●
Leggero in manovra, è preciso in velocità.
BAGAGLIAI a confronto TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ●
In curva l’auto si piega poco di lato e
MARCA e MODELLO LITRI comunica una sensazione di sicurezza.
Dati dichiarati

Hyundai Kona 1.6 HEV XPrime DCT 361/1143 AIUTI ALLA GUIDA ● ● ● ● ●


Kia Niro 1.6 HEV Style DCT 436/1434 99/107 cm Alcuni sono di serie, ma la frenata au-
Ford Puma 1.0 EcoBoost Hybrid ST-Line X 468/1161 tomatica è in un pacchetto da € 700.
REGOLARE, NON GRANDE 101 cm QUALITÀ/PREZZO ● ● ● ● ●
La capienza del baule non cambia Ricca di contenuti tecnologici e ben re-
134

alizzata (materiali e finiture non sono


41 cm

tra la Kona HEV e le altre versioni. Il


male), la vettura coreana si fa apprez-
90 cm

/170

bagagliaio non è ampio quanto quelli


cm

zare anche per la garanzia lunga: cin-


della Niro (più lunga) e della Puma
cm

que anni senza limiti di chilometraggio.


71

(ibrida leggera, con batterie più


piccole) ma ha una forma regolare
SECONDO NOI
ANTISTRESS
In città l’auto è facile
da guidare e poco
Sì ABITABILITÀ Gli interni sono ampi, in parti-
colare se si considerano le dimensioni com-
patte della carrozzeria. Quattro persone, anche piutto-
affaticante. Di serie sto alte, stanno comode e cinque non soffrono.
i fari fendinebbia FRENI Gli spazi d’arresto sono davvero ridotti e la
modulabilità del pedale buona, un pregio raro nel-
le vetture che hanno la frenata rigenerativa.
GUIDA L’auto è agile, il sistema ibrido risponde
con prontezza e lo sterzo è diretto e preciso.

BAGAGLIAIO La capacità non è granché,


anche se la forma piuttosto regolare del No
vano permette di sfruttare bene gli spazi.
CLIMATIZZATORE Quello di serie è automatico, ma
l’impianto bizona non si può avere (nemmeno pa-
gando). Inoltre, mancano le bocchette dell’aria per
chi viaggia dietro e non c’è alcun vano refrigerato.
LUCI Sono suddivise in vari elementi separati, e
quelli più in basso risultano esposti ai piccoli urti.

85
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE ED. QUATTRO S TR.
1968 CM3
53.100 6

ro
DIESEL €

eu
190 CV D-TEMP

Se la giocano
colpo su colpo
Ecco due wagon 4x4 raffinate
e sportiveggianti. Piacevoli da
guidare, presentano entrambe
alti e bassi in fatto di dotazione
Foto di Luci&Immagini

SPORTIVA, MA NIENTE FENDINEBBIA


I paraurti dal design elaborato quanto
grintoso distinguono la S line edition. I fari
full led si pagano (€ 1.200), e al bisogno
rimpiazzano i fendinebbia (assenti)

A TU PER TU CON LE RIVALI


MARCA e MODELLO PREZZO VERSIONE BASE
VW Passat Variant 2.0 TDI Executive 4Motion DSG (190 CV) € 47.200 € 45.200
Ford Mondeo Wagon 2.0 EcoBlue Vignale AWD Aut. (190 CV) € 47.600 € 38.750
Volvo V60 D4 Inscription AWD Geartronic (190 CV) € 52.450 € 42.300
Audi A4 Avant 40 TDI S line edition quattro S tronic (190 CV) € 53.100 € 44.950
BMW 320d Touring Luxury xDrive automatica (190 CV) € 56.200 € 43.450
Mercedes C SW 220 d Premium 4Matic automatica (194 CV) € 58.897 € 45.588

ABITABILITÀ BUONA ACCELERAZIONE BUONA VELOCITÀ MASSIMA OTTIMA CONSUMO MEDIO NORMALE
Lo spazio per gambe e testa non man-
ca, ma si sta davvero comodi solo in 77 , secondi da 0 a 100 km/h 234 0 , km/h 15 8 , km con 1 litro
quattro: per il passeggero al centro del Il quattro cilindri è vivace, il cambio Notevole la punta rilevata nella penul- Non si può definire assetata, questa wa-
divano la situazione non è felice. rapido e la trazione 4x4 fanno il resto. tima marcia (la sesta) a 4100 giri. gon. Ma la BMW (e non solo) fa meglio.

86
1995 CM3
56.200 6 BMW 320D LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

ro
DIESEL €

eu
190 CV D-TEMP

ABITABILITÀ BUONA ACCELERAZIONE BUONA


L’agio per quattro adulti non manca,
mentre l’ingombro del tunnel al centro 76 , secondi da 0 a 100 km/h
del pavimento (20 x 20 cm, come nella Il brio si sfrutta bene anche grazie al
rivale) rende scomodo il quinto posto. Launch Control: gestisce le partenze.
NON BADA SOLO ALLE FORME
Il lungo cofano “sfocia” nella VELOCITÀ MASSIMA BUONA CONSUMO MEDIO BASSO
grande mascherina a doppio rene.
225 0 , km/h 16 4 , km con 1 litro

Valori rilevati
Sfuggenti i fari full led, di serie, come
i fendinebbia (anch’essi a diodi) Si va veloci, ma alcune rivali fanno di Niente male la percorrenza per una
meglio. A partire proprio dall’A4 Avant. wagon potente e a trazione integrale.

PERCHÉ COMPRARLE?
◗ Al fascino dei rispettivi marchi que- dell’Audi, automatica “tradizionale” ◗ Per contro, la Serie 3 ha un prezzo
ste due wagon a trazione integrale a 8 rapporti per la rivale. Per la qua- di listino più alto di 3.000 euro e co-
aggiungono un elevato piacere di le è extra (€ 200) il cambio più spor- stringe a sborsarne 180 per il serba-
guida (in particolare la 320d Touring, tivo, con anche le palette al volante. toio di 59 litri di gasolio (altrimenti,
che spicca anche per i consumi un po’ FATE BENE I VOSTRI CONTI ne può accogliere appena 40).
più bassi) e la raffinatezza dell’abita- ◗ Sulla dotazione si gioca parte del- ◗ E poi c’è la partita dei sistemi di as-
colo (qui a distinguersi è l’A4 Avant). la sfida. L’A4 fa pagare, e cari, il por- sistenza alla guida (approfondiamo il
◗ Entrambe offrono brillanti motori tellone elettrico (almeno 600 euro) tema a pagina 94). Qui parte in van-
due litri turbodiesel, abbinati a tra- e l’antifurto (€ 580), di serie invece taggio la 320d, ma l’A4 ribalta il risul-
smissioni rapide nella risposta: a dop- per la BMW, insieme agli interni in tato quando si parla di guida semiau-
pia frizione e sette marce quella pelle (almeno € 1.370 per l’Audi). tonoma: 1.250 euro contro 2.360...

87
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE EDITION QUATTRO S TRONIC / BMW 320D TOURING LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

DI SERIE

AIRBAG
svolte agli incroci; (4) nel pacchetto Assistenza City, con frenata per traffico laterale in “retro” e retrocamera; (5) € 1.300 con apertura senza mani; (6) full led (a matrice di led € 1.920); (7) anteriori (anche dietro € 920); (8) stesso prezzo per grigio e blu pastello, € 2.880 per le tinte Individual

PER LA TESTA (1)


Anteriori e posteriori; (2) trizona; (3) il pacchetto Assistenza Tour, € 1.250, include la frenata attiva fino a 250 km/h (di serie è fino a 85 km/h), il cruise control adattativo, il mantenimento in corsia, il riconoscimento dei limiti di velocità e l’assistente per l’evitamento di ostacoli e per le

ALLARME COLPO
DI SONNO

CAMBIO
AUTOMATICO

CLIMATIZZATORE
AUTOMATICO (2)

FRENATA
AUTOMATICA (3)

NAVIGATORE

REGOLATORE
DI VELOCITÀ (3)

CHE IMPUGNATURA!
RETROVISORI A
CHIUSURA ELETTRICA Il display di 10,1” sembra
quasi appoggiato sulle
SENSORI DI ampie bocchette per l’aria.
PARCHEGGIO (1) Massiccia la leva del
cambio a doppia frizione
OPTIONAL
ALLARME
ANTIFURTO
€ 580 AUDI A4 AVANT
ALLARME TRAFFICO
LATERALE IN “RETRO”
€ 810 (4)
APERTURA BAULE ◗ L’abitacolo è ricercato, sobrio
ELETTRICA nelle forme e curato nei parti-
DA € 600 (5)
colari. Per esempio, oltre alle
FARI AD ALTA
EFFICIENZA rotelle di regolazione della tem-
DA € 1.200 (6) peratura, il “clima” trizona ha
HEAD-UP
DISPLAY MOSTRA BENE LA ROTTA DA SEGUIRE tasti con superficie sensibile al
€ 1.190 Tra le configurazioni del cruscotto di 12,3”, la visione delle mappe tocco: sfiorandoli si accede a ul-
MANTENIMENTO a tutto schermo (la rivale le mostra solamente nel display centrale) teriori regolazioni visibili nel pan-
IN CORSIA
DA € 720 (3)
nello di controllo appena sopra.
MANCA GIUSTO
SBLOCCO PORTE UN PO’ DI SPAZIO SEGNI DI SPORTIVITÀ
AUTOMATICO Dotato di serratura ◗ Eleganti gli inserti in finta pelle
DA € 1.300
a chiave, ben (€ 360) per la consolle centrale e
SEDILI
IN PELLE
rifinito e refrigerato i braccioli nelle porte. Quelli in al-
DA € 1.370 dall’aria del luminio satinato fanno parte del
SEDILI REGOLABILI “clima”, il cassetto pacchetto S line (€ 2.150), insie-
ELETTRICAMENTE non può dirsi, però,
DA € 930
propriamente ampio
me al soffitto scuro, alla pedalie-
SEDILI ra in alluminio e al volante spor-
RISCALDABILI tivo, piatto nella parte bassa.
DA € 460 (7) PER CAMBIARLE
SENSORI
IL “CARATTERE” ◗ I portaoggetti, incluse le ta-
ANGOLO CIECO Appena sotto sche nelle porte, sono ampi (fa
€ 810 (4) i comandi del eccezione quello nella plancia).
SOSPENSIONI climatizzatore ci
ELETTRONICHE ◗ Invece, si poteva fare di più per
sono i tasti per
€ 780 la dotazione di prese Usb: ce ne
scegliere le modalità
TETTO
di guida: cinque le sono soltanto due, ed entram-
APRIBILE
€ 1.790 opzioni, inclusa be davanti (una, di tipo “C”, è
VERNICE quella configurabile nel bracciolo fra le poltrone).
METALLIZZATA
DA € 1.085 (8)
(1)
VITA A BORDO
DI SERIE

AIRBAG

laterale in “retro”; (6) quello adattativo costa € 770, o 2.360 nel Driving Assistant Professional pack, con la guida semiautonoma in autostrada; (7) davanti e dietro, con retrocamera; (8) anteriori (anche dietro € 790); (8) € 400 per il bianco, da 1.300 a 3.400 per le tinte Individual
PER LA TESTA (1)

Anteriori e posteriori; (2) € 650 con apertura senza mani; (3)trizona; (4) full led (€ 2.040 con abbaglianti laser); (5) il pacchetto Driving Assistant (€ 920) include la frenata attiva fino a 250 km/h (di serie è fino a 80 km/h), i sensori per l’angolo cieco e la frenata per traffico
ALLARME
ANTIFURTO

ALLARME COLPO
DI SONNO

APERTURA BAULE
ELETTRICA (2)

CAMBIO
AUTOMATICO

CLIMATIZZATORE
AUTOMATICO (3)

FARI AD ALTA
CHIC E TECNOLOGICA EFFICIENZA (4)
Raffinata la plancia
rivestita in pelle (€ 770): FRENATA
AUTOMATICA (5)
si abbina bene con
lo schermo di 10,3” del
MANTENIMENTO
sistema multimediale IN CORSIA

NAVIGATORE

BMW SERIE 3 TOURING REGOLATORE


DI VELOCITÀ (6)

RETROVISORI A
◗ L’abitacolo è moderno e gra- CHIUSURA ELETTRICA
devole; un po’ complessa la zo-
na dei comandi del “clima” tri- SEDILI
IN PELLE
zona. Di qualità i materiali, dal-
la pelle dei sedili (di serie) ai SENSORI DI
tanti inserti in alluminio (optio- PARCHEGGIO (7)
BISOGNA FARCI L’OCCHIO
nal gratuito, in alternativa a La strumentazione configurabile di 12,3” non è d’immediata OPTIONAL
quelli in legno). lettura; la grafica cambia anche in base alle modalità di guida ALLARME TRAFFICO
◗ Tuttavia, qualche nota stonata LATERALE IN “RETRO”
OK LE FINITURE, DA € 920 (5)
c’è: l’assenza della regolazione MA IL RESTO... HEAD-UP
in altezza delle cinture di sicurez- Il cassetto risulta ben DISPLAY
€ 1.130
za anteriori (offerta dalla rivale) e rivestito, ma piccolo:
dei rivestimenti delle tasche del- ci stanno i documenti SBLOCCO PORTE
AUTOMATICO
le porte, che sono pure piccole. della vettura e poco € 650
altro. Inoltre, non è
TUTTI... ALLA CARICA refrigerato né ha la
SEDILI REGOLABILI
ELETTRICAMENTE
◗ Apprezzabili, invece, dettagli chiusura a chiave € 1.230
pratici, come le quattro prese SEDILI
Usb (una normale, e le altre di RISCALDABILI
QUATTRO PULSANTI DA € 400 (8)
tipo “C”) e le tendine parasole PER SETTE OPZIONI
SENSORI
per i finestrini posteriori. Che Da quattro tasti ANGOLO CIECO
si scelgono sette DA € 920 (3)
non costano poco (260 euro:
modalità di guida: SOSPENSIONI
l’altra wagon li propone a 180). ELETTRONICHE
premendo a lungo
◗ Il comodo sistema di accesso questo attiva
€ 1.220
“senza chiave”, con apertura au- la Sport Plus. E TETTO
APRIBILE
tomatica del baule, fa spendere altre due funzioni € 1.540
€ 650 (contro i 1.300 dell’Audi). sono configurabili VERNICE
METALLIZZATA
DA € 1.100 (9)
(1)
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE EDITION QUATTRO S TRONIC / BMW 320D TOURING LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

AUDI A4 AVANT

UN BEL TOCCO QUASI


BA
DI SPORTIVITÀ SQUADRATO 495/14U LE
95 LITR
Ben sagomate L’accesso ha I

le poltrone, che forme regolari,


per € 600 sono come del resto

84 cm
rivestite in pelle l’interno del 99 cm
e Alcantara. Le baule. Curate
regolazioni sono le finiture, a
manuali (salvo cominciare
quella lombare) dalla soglia
e la seduta è in metallo
allungabile.
VA GIÙ
La piastra
FACILE
per caricare
Per reclinare
i telefonini
gli schienali
costa € 300
del divano si

187
usano le due
LA CURA NON leve laterali.

/21
90 cm

cm
MANCA AFFATTO Per i piccoli

3 cm
103
Comodo per due oggetti ci sono
il divano, con gli scomparti
un buon agio in con retina
altezza (98 cm ai
lati, 95 al centro). PRATICO,
6/42 cm MA CARO
Nel bracciolo
a scomparsa Aprendo il
ci sono due portellone
portabibita e elettrico (ben

42 cm
un vano con € 600 euro,
sportello. o 1.300 con
Ben fatte le l’azionamento
ampie tasche senza mani) si
nelle porte solleva anche
il tendalino
“VENTO” IN POPPA
LO CAPOVOLGI E...
Il “clima” trizona
Di serie il pratico
(di serie) fa variare
fondo double
la temperatura della
face: da un lato
zona posteriore; la
è rivestito in
portata dell’aria
feltro, dall’altro in
si regola con una
gomma (assai più
ghiera. Sotto, c’è
facile da pulire)
solo una presa a 12 V

SISTEMA MULTIMEDIALE
Rapido, ma non fulmineo nella risposta, lo schermo ha una gra-
fica intuitiva. L’hi-fi Audi Soundsystem offre bassi potenti e si pa-
ga 390 euro. Di serie Android Auto e Apple CarPlay (ma la casa
obbliga a comprare i propri cavi di collegamento: costano € 37).
Qualità grafica 9 Comandi al volante 8 Qualità dell’audio 8
Facilità d’uso 8 Quantità informazioni 7 App del sistema 6
Navigatore 8 Integrazione cruscotto 8 App per il cellulare 8
Touch screen 8 Integrazione Android 9 Ricarica wireless* sì
Comandi vocali 7 Integrazione iPhone 9 Wi-Fi di bordo sì
Giudizio complessivo molto buono
*€ 300 (540 con segnale amplificato per il vivavoce)

90
VITA A BORDO
BMW SERIE 3 TOURING
BA
OFFRE MATERIALI L’INGRESSO 500/15U10LE
LITRI
MOLTO RAFFINATI NON “INVITA”
Di serie i sedili in Larga ma poco
pelle con cuscino alta, la bocca

79 cm
allungabile e di carico è
supporto lombare penalizzata
elettrico. Le dall’ingombro
altre regolazioni del sistema di 104/109 cm
motorizzate si apertura del
pagano € 1.230, portellone
la base di ricarica e del lunotto
wireless € 450
COSÌ FERMA
I BAGAGLI
Curate le
finiture e le
guide (€ 310)

185
96/134 cm in metallo

/21
QUI SI POTEVA con un’anima

cm

0c
FARE DI PIÙ in gomma

m
99
Il divano ha antiscivolo
imbottiture un che si alza
po’ più rigide a baule chiuso
di quello della
rivale e offre un IL COMFORT
10/43 cm
paio di cm in È DI SERIE
meno in altezza. Lo spazio in
Pur essenziale, il altezza (simile
bracciolo integra a quello della
un portalattina A4) è discreto.

43 cm
a scomparsa. Di serie il
Piccoli e non portellone
rivestiti i vani elettrico (650
nelle porte per l’apertura
“senza mani”)
PRESE PER TUTTI
TUTTO IN ORDINE
I bei comandi del
Sotto il piano di
“clima” trizona
carico, vicino alla
consentono di
soglia (rivestita in
gestire anche i flussi
metallo), troviamo
per i piedi. Sono di
uno scomparto
serie, come le due
su misura per
prese Usb tipo “C”
riporre il tendalino
e quella a 12 volt

SISTEMA MULTIMEDIALE
È reattivo e curato nella grafica (un po’ austera, però). L’hi-fi Har-
man Kardon costa € 570, ma ha un suono poco avvolgente;
l’hotspot Wi-Fi è abbinato alla ricarica wireless.Apple CarPlay (pu-
re senza cavo) è di serie; Android Auto arriverà solo da metà 2020.
Qualità grafica 8 Comandi al volante 7 Qualità dell’audio 7
Facilità d’uso 8 Quantità informazioni 8 App del sistema* 9
Navigatore 9 Integrazione cruscotto 8 App per il cellulare** 8
Touch screen 9 Integrazione Android 6 Ricarica wireless sì
Comandi vocali 9 Integrazione iPhone 10 Wi-Fi di bordo sì
Giudizio complessivo buono
*Servizi online € 45 l’anno; **controllo a distanza € 39 l’anno, servizi Connected+ € 29 l’anno

91
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE EDITION QUATTRO S TRONIC / BMW 320D TOURING LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

I risultati di dati forniti


dalla casa SCHEDA TECNICA
IN CITTÀ 13,9 km/li
VEDER BENE... COSTA UN OCCHIO
VELOCITÀ MASSIMA Rilevata Dichiarata Carburante Igasolio Lo sterzo è leggero in manovra e il diame-
in 6a a 4100 giri 234,0 km/h 230 km/h Cilindrata cm3 I1968 tro di svolta non è elevato per una wagon
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata N. cilindri e disposizione I4 in linea di queste dimensioni. Ma la visuale dal lu-
notto è scarsa: utili, quindi, i sensori di di-
0-100 km/h 7,7 7,6 secondi Distribuzione I4 valvole per cilindro
stanza (anche anteriori) e ancora di più la
0-400 metri 15,6 143,4 km/h non dichiarata Potenza max costosa (€ 540) retrocamera. L’assorbimen-
0-1000 metri 28,7 181,8 km/h non dichiarata kW (CV)/giri I140 (190)/4200 to delle sospensioni è efficace, il cambio flu-
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata Coppia max Nm/giri I400/1750-3000 ido; a freddo, però, il motore si fa sentire.
1 km da 40 km/h 27,0 182,4 km/h non dichiarata Emissione di CO2 g/km I131 FUORI CITTÀ 18,2 km/li
1 km da 60 km/h 25,9 183,6 km/h non dichiarata Cambio Irobotizzato a 7 marce + “retro” FRENA COME SI DEVE
Trazione Iintegrale La guida è precisa, anche se gli inserimen-
da 40 a 70 km/h 2,4 non dichiarata
ti in curva non sono dei più pronti, e il mo-
Freni anteriori Idischi autoventilanti
da 80 a 120 km/h 5,7 non dichiarata
Freni posteriori Idischi tore ha il giusto vigore, ben supportato dal-
CONSUMO Rilevato Dichiarato la rapida trasmissione a doppia frizione.
Capacità di traino kg I1800
in città 13,9 km/l 17,5 km/l Nel misto veloce (oltre che sul bagnato) è
fuori città 18,2 km/l 20,0 km/l efficace la trazione 4x4, e i freni si confer-
QUANTO È GRANDE mano sempre all’altezza della situazione:
in autostrada 14,7 km/l non dichiarato Lungh./largh./alt. cm I476/185/144 potenti e ben gestibili. Non invasivo l’Esp.
medio 15,8 km/l 17,2* km/l Passo cm I282
IN AUTOSTRADA 14,7 km/li
FRENATA Rilevata Dichiarata Posti I5 PER VIAGGI IN RELAX
da 100 km/h 35,5 metri non dichiarata Peso in ordine di marcia kg I1625 Il comfort è notevole: rumori di rotolamento
da 130 km/h 60,2 metri non dichiarata Capacità di carico litri I495/1495 e fruscii quasi non si sentono, e a 130 km/h
ALTRI VALORI Rilevati Dichiarati Pneumatici di serie I245/40 R 18 (in settima marcia) il 2.0 lavora silenzioso
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 134 km/h Serbatoio del gasolio litri I58 ad appena 1800 giri. Inoltre, le sospen-
sioni filtrano bene i giunti sull’asfalto, no-
Diametro di sterzata tra due marciapiede 11,3 metri 11,6 metri Dati dichiarati. Auto in prova equipaggiata nostante la S line monti molle e ammortiz-
con gomme Hankook Ventus S1 evo2
Rispetto alle prestazioni dichiarate: = migliori = peggiori = uguali 245/35 R 19 (da € 1.210) zatori più rigidi. Valide le riprese, come pu-
*In base al ciclo WLTP (valore combinato) re la tenuta di strada nei curvoni veloci.
STILE IN PRIMO PIANO
La sportività del frontale è ripresa anche nel
paraurti posteriore, che sfoggia un finto estrattore AUDI A4 AVANT
d’aria. Attenzione al design pure per i doppi
scarichi a trapezio: ma il terminale vero è quello
a sinistra (e all’interno ha due tubi); l’altro è cieco

92
COME VANNO

QUELL’APERTURA CHE NON GUASTA


Lo slancio non manca: gradevole la linea. Ma
BMW SERIE 3 TOURING
anche la praticità non è trascurata: il (raro)
lunotto apribile è utile se (dietro o in altezza)
c’è poco spazio per spalancare il portellone

I risultati di dati forniti


dalla casa SCHEDA TECNICA IN CITTÀ
ALLE “RETRO” CI PENSA LEI
14,5 km/li
VELOCITÀ MASSIMA Rilevata Dichiarata Carburante Igasolio Elevato il diametro di svolta e non leggero
in 7a a 4200 giri 225,0 km/h 225 km/h Cilindrata cm3 I1995 lo sterzo. Ma sono di serie il sistema di par-
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata N. cilindri e disposizione I4 in linea cheggio semiautomatico, la telecamera po-
steriore e l’utile funzione che, in “retro”, re-
0-100 km/h 7,6 7,4 secondi Distribuzione I4 valvole per cilindro
plica (al contrario) i movimenti del vo-
0-400 metri 15,5 141,9 km/h non dichiarata Potenza max lante memorizzati negli ultimi 50 metri per-
0-1000 metri 28,8 179,2 km/h non dichiarata kW (CV)/giri I140 (190)/4000 corsi a marcia avanti (sotto i 35 km/h). Ok
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata Coppia max Nm/giri I400/1750-2500 motore e cambio,“durette” le sospensioni.
1 km da 40 km/h 27,3 181,4 km/h non dichiarata Emissione di CO2 g/km I121
FUORI CITTÀ 18,5 km/li
1 km da 60 km/h 26,2 182,2 km/h non dichiarata Cambio Iautomatico a 8 marce + “retro” TRA LE CURVE È UN PIACERE
Trazione Iintegrale Nel misto questa wagon è davvero appa-
da 40 a 70 km/h 2,5 non dichiarata
Freni anteriori Idischi autoventilanti gante, soprattutto in modalità Sport, quando
da 80 a 120 km/h 5,8 non dichiarata
Freni posteriori Idischi autoventilanti aumenta ulteriormente la consistenza dello
CONSUMO Rilevato Dichiarato sterzo, gli ammortizzatori elettronici (€
Capacità di traino kg I1800
in città 14,5 km/l 19,2 km/l 1.220) diventano più rigidi e motore e cam-
fuori città 18,5 km/l 23,2 km/l QUANTO È GRANDE bio si fanno ancora più reattivi. Elevata la
tenuta di strada, aiutata dalla trazione 4x4:
in autostrada 15,6 km/l non dichiarato Lungh./largh./alt. cm I471/183/145 l’Esp interviene di rado. Buona la frenata.
medio 16,4 km/l 21,7 km/l Passo cm I285
FRENATA Rilevata Dichiarata IN AUTOSTRADA 15,6 km/li
Posti I5 LASCIAR GUIDARE LEI COSTA...
da 100 km/h 35,9 metri non dichiarata Peso in ordine di marcia kg I1640 Bisogna mettere in conto qualche sobbalzo
da 130 km/h 61,2 metri non dichiarata Capacità di carico litri I500/1510 di troppo sui giunti dei viadotti, mentre la si-
ALTRI VALORI Rilevati Dichiarati Pneumatici di serie I225/50 R 17 lenziosità di marcia è buona, col motore che
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 133 km/h Serbatoio del gasolio litri I40 in ottava marcia a 130 km/h lavora a 1900
giri (consumando poco). Ineccepibili le ri-
Diametro di sterzata tra due marciapiede 12,0 metri 12,0 metri Dati dichiarati. Auto in prova equipaggiata prese e l’efficacia della guida semiautono-
con gomme Bridgestone Turanza T005
225/40 R 19 ant. - 255/35 R 19 post. (€ 2.240) ma: è in un pacchetto da € 2.360 (per la
Rispetto alle prestazioni dichiarate: = migliori = peggiori = uguali
rivale il dispositivo costa meno: € 1.250).

93
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE EDITION QUATTRO S TRONIC / BMW 320D TOURING LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

PICCOLI, MA UTILI, INTERVENTI AL “CUORE”


Il quattro cilindri a gasolio di 1968 cm3 è stato to base, che di serie lo offre di 12 litri).
aggiornato poco prima del restyling della vet- IL CAMBIO ROBOTIZZATO È STANDARD
tura, avvenuto a metà 2019, per adeguarlo La trasmissione è a doppia frizione, con sette rap-
alle norme Euro 6d-TEMP. Nulla di stravol- porti: la rapidità è garantita dal fatto che quando
gente: leggere modifiche al common-rail una marcia è in presa (quindi, con la prima fri-
(che ha sempre una pressione d’iniezione zione chiusa), la successiva è già inserita, ma in
di 2200 bar) e una rivista taratura della cen- stand-by (perché la seconda frizione è aperta). A
tralina hanno reso più omogenea la com- comandarle è una centralina, che analizza para-
bustione. Non cambiano, comunque, i va- metri come la velocità dell’auto, i giri del motore
lori di potenza e di coppia. Lievissime mo- o la pendenza della strada. Elettronica pure la
difiche pure per il sistema di abbattimento gestione della trazione 4x4, basata su una frizio-
degli ossidi di azoto (NOX): aumenta, seppur ne multidisco: di solito invia il 90% della coppia
di poco, l’iniezione di urea. Il cui serbatoio ha alle ruote anteriori, ma se il fondo stradale è sci-
una capacità di 24 litri (70 euro per l’allestimen- voloso può trasferirla interamente al retrotreno.

TANTI I SISTEMI DI ASSISTENZA, MA POCHI GRATIS


L’offerta di Adas (i sistemi di assistenza per il guidatore) è davvero ric- 15 a 250 km/h) conviene acquistarli nel pacchetto Assistenza
ca. Sono di serie l’allarme contro il colpo di sonno e la frenata auto- City: fa spendere 810 euro e include la retrocamera e la frenata
matica d’emergenza attiva fino a 85 km/h (è basata su una telecame- automatica, preziose per evitare un incidente quando si esce in
ra in grado d’individuare anche i pedoni); quella per le velocità su- retromarcia da un passo carrabile o da un parcheggio a pettine.
periori sfrutta un radar e fa parte del pacchetto Assistenza Tour (€
1.250) col cruise control adattativo, il mantenimento in corsia (che da
solo costerebbe € 720) e la guida semiautonoma anche in colonna.
PUÒ SALVARVI LA PELLE ANCHE AGLI INCROCI
Sempre dello stesso pacchetto fa parte il sistema che dà un allar-
me (e al bisogno frena) se si rischia un incidente a un incrocio,
mentre si sta svoltando e sopraggiunge un veicolo sulla corsia op-
posta. Il dispositivo, inoltre, suggerisce da che parte girare il volan-
te per evitare un ostacolo: lo fa dando un leggero “colpetto” col ser-
vosterzo. Invece, i radar per l’angolo cieco dei retrovisori (attivi da
DA QUI SI POSSONO ESCLUDERE
I sistemi di assistenza alla guida (tranne la
frenata automatica d’emergenza) si possono
disattivare attraverso il sistema multimediale

AUDI A4 AVANT

NON È METALLIZZATA, MA SI PAGA


La cornice dei finestrini è ad “arco”
(cromata nel caso della S line edition).
Questi cerchi di 19” costano € 1.570, il
blu Turbo (una tinta pastello) altri 1.085

94
LA TECNICA
DOPPIO IL TURBO, E PURE LA SCELTA PER IL CAMBIO
Per rispondere con maggiore prontezza ai bassi common-rail fino a
regimi, il quattro cilindri di 1995 cm3 sfrutta un 2500 bar (sono
turbocompressore di piccole dimensioni (con 2000 per la 318d).
turbina a geometria variabile), mentre agli alti MEGLIO SPENDERE
regimi se ne attiva uno più grande che dà pie- Le 4x4 sfruttano una
na potenza. L’omologazione Euro 6d-TEMP è ot- frizione multidisco
tenuta anche grazie a un catalizzatore SCR con che invia il 60% della
iniezione di urea: solo 10,4 litri la capacità del coppia alle ruote poste-
contenitore di quest’ultimo (18,9 ordinando an- riori, ma può arrivare ad as-
che il serbatoio del gasolio maggiorato, 180 eu- segnarne fino al 100% a un solo
ro). Comunque, come per la rivale, il rifornimen- asse, se l’aderenza si fa precaria. Sono abbina-
to è molto semplice, visto che il bocchettone è te al cambio automatico a otto marce; quello
proprio accanto a quello del carburante. Raffina- sportivo (più rapido e con le palette al volante)
to il sistema d’iniezione con una pressione nel costa 200 euro, con l’eccezione della M Sport.

NON È AVARA, TRANNE CHE NEL CRUISE CONTROL ADATTATIVO


I sistemi di sicurezza più evoluti sono racchiusi in due pacchetti. Co- l’altro, corregge la traiettoria se un veicolo nella corsia accanto si
munque, la dotazione base non è affatto scarna: di serie l’allarme an- sposta, rischiando l’incidente), il sistema contro le collisioni nelle
ti-colpo di sonno (sfrutta una telecamera nel cruscotto per sorvegliare svolte agli incroci e quello che suggerisce con leggeri movimenti del-
il viso del guidatore, anziché analizzare solo i movimenti dello sterzo, lo sterzo come evitare un eventuale ostacolo sulla carreggiata.
come fa la rivale), il mantenimento in corsia e la frenata d’emergen-
za che, sotto gli 80 km/h, tiene conto anche di pedoni e ciclisti. Per
una protezione maggiore conviene il pacchetto Driving Assistant (€
920): attiva la frenata a tutte le velocità e sorveglia l’angolo cieco dei
retrovisori, anche nelle manovre di retromarcia (in quest’ultimo caso,
se c’è pericolo d’urto, l’auto frena, dopo avere dato l’allarme).
TIENE LE DISTANZE. ANCHE DI LATO
Ben più caro il pacchetto Driving Assistant Professional (€ 2.360): al-
le funzioni citate, aggiunge il cruise control adattativo (da solo coste-
rebbe 770 euro), la guida semiautonoma fino a 210 km/h (che, fra
IL COLORE DICE QUANTO STA VIGILANDO
Premendo un tasto si accede alle impostazioni
dei sistemi di sicurezza; s’illumina di verde
se sono tutti attivati, altrimenti è arancione

BMW SERIE 3 TOURING

PIÙ DI € 4.000 PER FARLA SPECIALE


La linea alla base dei vetri (cromata nella
Luxury) sale verso la coda. Costano € 2.240
i cerchi di 19” a cinque doppie razze. Tra
le tinte Individual (€ 2.000) il blu Tanzanite

95
A CONFRONTO AUDI A4 AVANT 40 TDI S LINE EDITION QUATTRO S TRONIC / BMW 320D TOURING LUXURY XDRIVE AUTOMATICA

DIAMO I VOTI
AUDI A4 AVANT BMW SERIE 3 TOURING
POSIZIONE DI GUIDA ●●●●● POSIZIONE DI GUIDA ●●●●●
La seduta è bassa, ma ha ampie regolazioni (manuali) e si può allungare, co- Le registrazioni elettriche (optional, di serie solo quella lombare) fanno tro-
me nella BMW. Non manca un supporto lombare registrabile elettricamente. vare facilmente la posizione ideale. Ben regolabile il volante, come per l’A4.
CRUSCOTTO ●●●●● CRUSCOTTO ●●●●●
La strumentazione digitale configurabile ha una grafica moderna e ordina- A parità di dimensioni (12,3”), rispetto a quello della rivale è meno imme-
ta (anche se bisogna fare l’occhio alle tante informazioni che può fornire). diato da consultare. Soprattutto nella zona del tachimetro e del contagiri.
VISIBILITÀ ●●●●● VISIBILITÀ ●●●●●

SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ● DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●


Ridotta la visuale in “retro”: preziosi i sensori di parcheggio, di serie anche da- I problemi, per quanto riguarda i finestrini, sono gli stessi. Di serie, in com-
vanti, e la telecamera (optional, come i fari full led, con funzione di fendinebbia). penso, la retrocamera, i sensori di distanza, i fendinebbia e i fari full led.
COMFORT ●●●●● COMFORT ●●●●●
Fa viaggiare rilassati, grazie alla valida taratura delle sospensioni e alla A parità di misura di pneumatici, l’impostazione sportiva dell’assetto fa sen-
buona insonorizzazione (ma su questo punto la rivale fa un po’ meglio). tire un po’ di più lo sconnesso rispetto all’Audi, ma non va troppo male.
MOTORE ●●●●● MOTORE ●●●●●
A freddo il 2.0 turbodiesel è un po’ “ruvido”, ma poi diventa più fluido e si- Dolce e regolare nell’erogazione, questo due litri ha una spinta corposa
lenzioso. Di tutto rispetto le prestazioni e mai troppo elevati i consumi. anche ai bassi giri, e in fatto di vivacità (come pure di “sete”) non delude.
RIPRESA ●●●●● RIPRESA ●●●●●
Per effettuare un sorpasso basta premere a fondo l’acceleratore, e si rigua- Gli ottimi valori rilevati sono estremamente vicini a quelli della diretta ri-
dagna velocità in fretta: i meriti vanno suddivisi fra motore e cambio. vale (le differenze si apprezzano solo con un’adeguata strumentazione).
CAMBIO ●●●●● CAMBIO ●●●●●
Il robotizzato a doppia frizione a sette rapporti è rapido, soprattutto nel salire Efficace la trasmissione automatica sportiva (200 euro): come quella di se-
di marcia. Pratiche le levette dietro le razze del volante, per l’uso manuale. rie ha otto rapporti, ma è più veloce e ha le palette solidali con lo sterzo.
FRENATA ●●●●● FRENATA ●●●●●
L’impianto frenante spicca per la potenza e il bilanciamento nelle “inchio- Valori di tutto rispetto quelli rilevati in pista. Inoltre, nell’utilizzo di tutti i
date”. E se la cava egregiamente anche nei rallentamenti più dolci. giorni il pedale garantisce una risposta progressiva in base alla necessità.
STERZO ●●●●● STERZO ●●●●●
Non è dei più diretti, ma quanto a precisione non delude. Il servosterzo A bassa velocità non è leggerissimo, ma nei percorsi misti è appagante.
rende leggere le manovre, e in velocità ha una adeguata consistenza. Fra l’altro, più si gira il volante, più diventa diretto. Ottima la precisione.
TENUTA DI STRADA ●●●●● TENUTA DI STRADA ●●●●●
Nelle curve questa wagon infonde sicurezza. E, come per la BMW, la trazio- Nei tratti tortuosi sembra di viaggiare sui binari. Merito anche delle ruote
ne 4x4 aiuta in caso di pioggia (sulla neve servono le gomme termiche). di 19”, più larghe per l’asse posteriore (ma costano ben 2.240 euro).
AIUTI ALLA GUIDA ●●●●● AIUTI ALLA GUIDA ●●●●●
L’essenziale c’è (frenata d’emergenza e anti-colpo di sonno), ma in un’auto Rispetto alla rivale la frenata d’emergenza di serie “vede” anche i ciclisti
di questo prezzo non ci si aspetta di pagare pure il mantenimento in corsia. (oltre ai pedoni), e non manca il mantenimento in corsia. Ma per il resto...
QUALITÀ/PREZZO ●●●●● QUALITÀ/PREZZO ●●●●●
È una wagon ben costruita, curata nelle finiture e tecnologica. Tuttavia, ha Altrettanto moderna, ma un po’ meglio equipaggiata dell’Audi, “scivola” su
una dotazione non impeccabile: si paga a parte persino la retrocamera. un paio di dettagli, come i rivestimenti nelle tasche delle porte (assenti).

PUNTI IN COMUNE
Ciascuna ha un caratteristico
disegno dei fanali a led, a sviluppo
orizzontale. Per
entrambe, bassa
la soglia di
carico
63 cm
LE RIVALI
FORD MONDEO WAGON 2.0 ECOBLUE VIGNALE AWD AUT.
Nel suo allestimento più lussuoso, questa
wagon lunga 487 cm ha interni in pelle (in-
190 CV • 216 km/h • 17,9 km/l clusi i pannelli delle porte e la plancia), con
� 47.600 6 le poltrone regolabili elettricamente e cli-

ro
eu
D-TEMP
matizzate, oltre a un raffinato sistema elet-
tronico di riduzione del rumore. Non ma-
le il baule (525/1630 litri), discreto il brio.

MERCEDES C SW 220 D PREMIUM 4MATIC AUT.


Mossa da un vivace 2.0 e abbinata a un
raffinato cambio automatico a nove mar-
ce, offre un buon comfort, ma poco spa- 194 CV • 228 km/h • 20,0 km/l
zio per i bagagli (il baule è di 460/1480 � 58.897 6

ro
eu
D-TEMP
litri). Di serie i fari full led, le luci interne
configurabili in 64 colori e gli interni in
finta pelle (quella vera costa 2.081 euro).

VOLKSWAGEN PASSAT VARIANT 2.0 TDI EXEC. 4M. DSG


Generosa in termini di spazio (soprattutto
per i bagagli, con una capacità dichiara-
190 CV • 225 km/h • 15,9* km/l ta di 650/1780 litri), ha un bel brio e una
� 47.200 66 dotazione niente male: navigatore, cru-
roo
euur

D-TEMP
D-TEMP
scotto digitale e sedili in Alcantara. E con
e

il pacchetto R-Line Exterior (€ 1.300) of-


fre pure i paraurti sportivi e le minigonne.

Dati dichiarati dalle case. *In base al ciclo WLTP


VOLVO V60 D4 INSCRIPTION AWD GEARTRONIC
Alle forme sobrie della carrozzeria abbi-
na interni minimalisti e curati, con rivesti-
menti in pelle e la poltrona del guidato- 190 CV • 220 km/h • 18,2* km/l
re regolabile elettricamente. Di serie l’hi- � 52.450 6

ro
eu
D-TEMP
fi da 170 watt, il navigatore e un raffinato
sistema anti-investimento, attivo anche
di notte. Il bagagliaio è di 529/1441 litri.

SECONDO NOI
AUDI A4 AVANT BMW SERIE 3 TOURING
Sì FRENATA È molto potente e ben modulabile nell’u-
so normale (ma in questo la rivale non è da meno). Sì AGILITÀ Pronta negli inserimenti in curva, questa
wagon offre un’elevata tenuta di strada e ha so-
PORTAOGGETTI Sono più ampi di quelli della BMW. Fa ec- spensioni piuttosto rigide: nel “misto” è un piacere.
cezione il (piccolo) cassetto nella plancia, che, però, ha in BAULE Offre il pratico lunotto apribile. E, per 310 euro, può
più la serratura a chiave ed è raffrescato dal climatizzatore. essere dotato di “furbe” guide con anima antiscivolo che si
USO IN CITTÀ Il diametro di sterzata non è eccessivo per solleva automaticamente quando viene chiuso il portellone.
una wagon lunga 476 cm, e lo sterzo è leggero in manovra. CONSUMO Parliamo di una vettura potente, con cambio
Efficace l’assorbimento delle sospensioni su buche e pavé. automatico e trazione 4x4, ma la “sete” di gasolio è ridotta.

FENDINEBBIA Non sono previsti: per assolvere al-


No
la loro funzione è necessario ordinare i fari full led,
CRUSCOTTO DIGITALE La strumentazione è poco
configurabile e non delle più immediate da leggere. No
che costano 1.200 euro (la Serie 3, invece, li ha di serie). DETTAGLI INTERNI Le cinture di sicurezza non regolabili in
PORTELLONE ELETTRICO Per averlo bisogna sborsare al- altezza non sono il massimo per un’auto di questo prezzo. E
62 cm

meno 600 euro (la rivale lo “regala”), o 1.300 per poterlo nemmeno i portaoggetti nelle porte privi di rivestimenti.
aprire “senza mani” (650 euro nel caso della BMW). SERBATOI Quello del gasolio contiene 40 litri: pochi per
PRESE USB Sono solo due, riservate al guidatore e al pas- un’auto destinata ai viaggi. Per € 180 c’è quello di 59 litri (in-
seggero anteriore. Chi sta dietro ha solo una presa a 12 V. sieme al contenitore dell’AdBlue di 18,9 litri anziché 10,4).

97
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

Auto piccole,
Alimentando le già sobrie utilitarie con un carburante conveniente come il Gpl
si ottengono notevoli economie di esercizio. Lo conferma questo test a quattro

L
e auto a Gpl restano gettona- tri per ripagare il costo dell’impian- biamo messo a confronto quattro
te: nel 2019, ogni 100 vetture to. Poi, ha inizio il risparmio. utilitarie, tutte a cinque porte e con
nuove, sette erano alimentate ECONOME SENZA TROPPE RINUNCE il cambio manuale. Due hanno mo-
con questo gas. Che, grazie al bas- Certo, le stazioni di rifornimento so- tori a tre cilindri (la silenziosa Ford
so prezzo alla pompa (0,6 euro al li- no meno diffuse di quelle di benzina Fiesta un tranquillo 1.1, la Nissan Mi-
tro) dovuto alla ridotta tassazione, o gasolio, anche se ormai siamo vi- cra un più vivace 0.9 turbo), le altre
è tra le scelte più convenienti (oltre cini ai 4000 impianti. E i costi di ma- dei quattro cilindri: la spaziosa Hyun-
a essere “ecologica”, per le basse nutenzione lievitano un po’ rispet- dai i20 e la vispa ed economa Suzu-
emissioni di ossidi di azoto, partico- to ai corrispondenti modelli che van- ki Swift, che è pure ibrida “leggera”,
lato fine e anidride carbonica). In no solo “a verde”. Ciò detto, il gio- con un piccolo motore elettrico da
genere, bastano 20-30.000 chilome- co vale la candela. Ecco perché ab- 2,6 CV che affianca quello termico.

HYUNDAI 73 C V
i20 1.2 Econext
Connectline
FORD 72 CV
€ 18.600
Fiesta 1.1 Gpl
Titanium
€ 20.400

98
grandi risparmi
Di serie o a richiesta: che cosa offrono
La più costosa Fiesta non è così ricca: ha contro il colpo di sonno, alla retrocamera, della Swift). La prima ha una dotazione si-
sei airbag, i cerchi in lega di 16”, gli anab- al cruise control adattativo e alla frenata mile a quella della Fiesta, ma senza fari a
baglianti a led, il ”clima” automatico, il cru- automatica d’emergenza. Gli ultimi quattro led e mantenimento in corsia, e con in più
ise control, la radio con schermo di 8” e i dispositivi si ottengono per la Fiesta (assie- il navigatore e la frenata automatica d’emer-
sensori di parcheggio posteriori. Quanto agli me al sistema di parcheggio semiautoma- genza. La Hyundai offre ben cinque anni di
aiuti alla guida, di serie c’è il mantenimen- tico e al monitoraggio dell’angolo cieco) garanzia (senza limiti di chilometraggio) e
to in corsia. La Swift costa meno e offre tre col pacchetto Driver Assistance (€ 1.200). la retrocamera, ma è la sola con il “clima”
anni di garanzia (invece di due), i fari full GARANTITA, MA MENO RICCA, LA i20 manuale e i cerchi in acciaio (di 15”). L’u-
led, il navigatore e i sedili anteriori riscal- Meno equipaggiate sono Micra e i20 (che, nico aiuto alla guida previsto è quello che
dabili. Oltre agli avvisi di uscita di corsia e del resto, costano circa 1.000 euro in meno avvisa in caso di uscita di corsia.

SUZUKI 9 0 CV
87 C V Swift 1.2 DualJet Hybrid
NISSAN Gpl Top
Micra 0.9 IG-T
€ 19.690
Max
€ 18.800

Foto di Sinecura 99
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

FORD FIESTA Il comfort prima di tutto


Chi è molto alto gradirebbe magari arretrare di più il sedile, ma la posizione di gui- TI AVVOLGONO
da è ben impostata e si regola con precisione. Se a ciò si aggiunge che l’auto è la Ben sagomati e
più silenziosa e che le sospensioni consentono di passare sullo sconnesso senza rivestiti i sedili,
saltellare, si capisce come i viaggi possano essere piacevoli e poco affaticanti. con comoda
OFFRE GLI SPAZI GIUSTI ED È RIFINITA CON CURA regolazione
Nell’abitacolo, elegante e ricercato, le note stonate riguardano i comandi del lombare. La leva
“clima”, semplici e ben fatti ma collocati un po’ troppo in basso, e l’assenza delle per muovere la
maniglie nel soffitto (ci sono, però, degli appendiabiti). Numerosi e pratici i vani: seduta in altezza
lunghe tasche nelle porte, ampio ripostiglio nel tunnel (con due portalattina) e e la manopola
sotto il bracciolo, portaocchiali tra le alette parasole. Poco funzionale la retro- per lo schienale
camera (optional nel pacchetto Driver Assistant): oltre a fornire un’immagine sono dure
troppo scura se la luminosità esterna è scarsa, per un terzo inquadra la targa. da azionare

MEGLIO IN DUE
Il divano ha la
seduta un po’
infossata ed
è stretto, ma 9/41 cm
l’imbottitura
è comoda. Al
centro, il tunnel
e il mobiletto
disturbano i
È IL PIÙ RAFFINATO E TI PARLA ANCHE DEL GAS piedi, come fa
Il cruscotto, retroilluminato, integra 2 indicatori di livello: del Gpl e l’alto gradino
della benzina. Il tachimetro ha un scala più ampia fino a 60 km/h quando si esce

COMFORT ●●●●●
QUALITÀ ●●●●●

QUEL DISPLAY SI FA VEDERE


Ben visibile lo schermo di 8” a
sbalzo dell’infotainment, che
(come nelle rivali) supporta
Apple CarPlay e Android Auto.
La grafica è un po’ datata,
ci sono due ingressi Usb
e il navigatore costa 750 euro

100
VITA A BORDO
HYUNDAI i20 Non usa “effetti speciali”
Nel luminoso abitacolo dominano le plastiche rigide, ma sono lavorate con cura ACCOGLIENTE
e montate con precisione. Lo stile è molto sobrio, con il colore nero ovunque; Avvolgenti e
l’unico, sfizioso tocco cromatico è lasciato alle cuciture dei sedili e del volante, confortevoli,
che usano del filo rosso. Salvo rare eccezioni, i comandi sono ben disposti, ma le poltrone
l’interruttore/strumento del Gpl è invisibile dal posto guida, celato a sinistra contengono
del volante. Numerosi e ben fruibili i portaoggetti, con parecchi vani nel tunnel bene in curva.
fra i sedili, capienti tasche nelle porte e un comodo portaocchiali nel soffitto. Comode le
RIDOTTI SOBBALZI E POCO BACCANO regolazioni in
Corretta l’impostazione di guida, ma con due lievi pecche: il sedile che non altezza e dello
arretra abbastanza per chi è di statura molto superiore alla media, e il pedale schienale (che,
della frizione dalla corsa troppo lunga. Apprezzabile il comfort garantito dalle però, non è
(ben controllate) sospensioni e dalla discreta silenziosità a velocità costante. molto precisa)

LA PIÙ OSPITALE
Ben imbottito
per tutta la
sua notevole
larghezza, il
divano va bene 9/35 cm
per tre, anche
perché il tunnel
è basso. Ci sono
le maniglie nel
HA DUE PICCOLI STRUMENTI DIGITALI soffitto, ma i
Ottima la leggibilità di contagiri e tachimetro, discreta quella braccioli sono
del display con il livello della benzina e il termometro dell’acqua piccoli e duri

SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ● DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●


COMFORT ●●●●●
QUALITÀ ●●●●●

BOCCHETTE DA MIGLIORARE
Vecchio stile ma intuitivi i
comandi del “clima” manuale,
che ha le bocchette prive della
regolazione indipendente della
portata. Il display tattile di 7”
è reattivo; presenti due prese
Usb, una Aux e una a 12 V

101
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

NISSAN MICRA Il bicolore la rende “frizzante”

GIÙ GLI OCCHI PER IL GAS


Il vano davanti alla leva
del cambio include le prese
Aux, Usb e a 12 V. Comodi i
COMFORT ●●●●● poggiagambe imbottiti sui lati
della consolle, troppo arretrato
QUALITÀ ●●●●● l’indicatore del livello del Gpl

SUZUKI SWIFT Spaziosa, ma il comfort...


Quando ci si siede (peraltro piuttosto in basso), la notevole possibilità di QUI SI STA
arretrare il sedile e l’ariosità dell’abitacolo danno la sensazione di stare in AL CALDUCCIO
una vettura media; anche chi è seduto dietro gode di parecchio spazio. Ma I sedili (comodi
il comfort non è eccezionale: il rumore che filtra all’interno è maggiore che e riscaldabili)
nelle rivali, e le irregolarità dell’asfalto causano frequenti sobbalzi. ancorano
MONTAGGI PRECISI bene con i
Le plastiche sono tutte rigide, e quindi non molto gradevoli alla vista e al tatto, loro fianchetti
ma sono robuste, oltre che assemblate con precisione; la plancia, poi, ha pronunciati.
uno stile “movimentato” e gradevole. I comandi principali sono raggruppati Le leve di
sulla sinistra, incluso l’interruttore/indicatore del livello del Gpl (coperto in regolazione
parte dal volante), mentre al centro troviamo solo quelli grandi e tondi del non richiedono
“clima” automatico, nonché le prese Aux, Usb e a 12 V. Numerosi i portaoggetti. troppo sforzo

TI SORPRENDE
PER L’AMPIEZZA
Accoglie bene il
divano, comodo
anche al centro 16/40 cm
per via del
basso tunnel.
Non mancano le
maniglie nel
soffitto, ma
SPORTIVO E PRODIGO DI INFORMAZIONI per accedere
Il cruscotto ha l’illuminazione rossa, una grafica curata e uno bisogna chinare
schermo di 5,2” ricco di indicazioni su prestazioni e consumi molto la testa

102
VITA A BORDO

I rivestimenti bicolore di sedili, porte e plancia rendono l’abitacolo molto viva- DEVI APRIRE
ce. D’effetto, in particolare, il rivestimento morbido a trama tridimensionale LA PORTA
che incorpora al centro lo schermo tattile di 7” del sistema multimediale Comoda la leva
(intuitivo nell’uso e completo di navigatore con mappe della TomTom). Le di registrazione
finiture soddisfano, anche se a elementi sofisticati come il pomello della leva dell’altezza, ma
del cambio o il volante si alternano, nelle zone meno in vista, plastiche econo- la manopola
miche. Alla base del tunnel ci sono degli ampi portaoggetti (portabibita inclusi) per lo schienale
e nel soffitto non manca il portaocchiali; enorme il cassetto nella plancia. è impossibile da
I CHILOMETRI PASSANO SENZA AFFATICARE azionare con la
L’utilitaria giapponese è adatta anche ai lunghi tragitti, grazie alla posizione di porta chiusa. Il
guida ampiamente personalizzabile, alla leva del cambio rialzata, più facile sedile è ospitale
da raggiungere, al buon lavoro delle sospensioni e all’insonorizzazione curata. e avvolgente

QUI SI VA
AL RISPARMIO
Mancano sia
il poggiatesta
centrale sia
le maniglie di
6/35 cm
appiglio nel
soffitto. Morbido
il divano, ma gli
attacchi delle
GRANDE E IN GRAN PARTE ANALOGICO
cinture danno
Termometro dell’acqua e indicatore del livello della benzina
fastidio a chi
sono inseriti negli strumenti principali. Ampio il display (5”)
siede in mezzo

IMPONENTE E VARIEGATA
Il sistema multimediale include
il navigatore; lo schermo tattile
di 7” è un po’ troppo in basso
e la grafica non delle più COMFORT
moderne. Di serie anche il
●●●●●
comodo avviamento a pulsante
(la chiave si può tenere in tasca) QUALITÀ ●●●●●

103
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO
BAGAGLIAI
Più sfruttabile la Fiesta FORD FIESTA
I vani della i20, della Micra e (un po’ a distanza) della
Fiesta sono simili nella capienza a divano su, mentre
abbassandolo vince la Ford: spingendo il più avanti
possibile il sedile destro, si trasportano oggetti lunghi
180 cm. Inoltre, con la soglia ad appena 67 cm da terra,
caricare i bagagli è meno faticoso. Certo, il pavimento è
19 cm più in basso, ma le altre non sono così diverse.
BAGAGLI “AL SALTO” DEL GRADINO
La Hyundai ha un bagagliaio largo e ben sfruttabile, ma
la soglia è alta quanto quella di una suv (75 cm) e
forma un gradino di ben 24 cm rispetto al pavimento (e
di 13 al divano reclinato). Accesso alto e impossibilità
di caricare oggetti più lunghi di 155 cm sono i nei
della Micra, mentre la Swift (più corta delle rivali di una
ventina di centimetri) ha il vano meno capiente, anche
per via dell’ingombrante bombola del Gpl (di ben 50
litri). Di tipo economico i rivestimenti e le finiture.
TANTI PICCOLI ACCESSORI UTILI
Ben rifinito, ha uno scomparto e vari elementi per fissare i piccoli
oggetti: un elastico, 2 cinghiette col velcro e 2 ganci appendiborse

ENTRI FACILE
La bocca di
SUZUKI SWIFT
carico è larga
e ci sono due
cinghiette
e altrettanti
piccoli ganci
HYUNDAI i20 appendiborse

BEN RIVESTITO
Penalizzato dai
grandi passaruota,
il vano è tutto IL PIÙ PICCOLO
rivestito in feltro. La grande ciambella
Dispone di fissaggi del Gpl riduce di 7 cm
isofix e plafoniera l’altezza del baule; le
(come gli altri) NISSAN MICRA pareti sono in plastica

DISCRETO ● ● ● ● ● BUONO ● ● ● ● ● OTTIMO ● ● ● ● ●


FORD HYUNDAI NISSAN SUZUKI
FIESTA i20 MICRA SWIFT
BAGAGLIAI A CONFRONTO
altezza della bocca cm 73 69 72 72
larghezza della bocca cm 94 96 88 89
SCARSO ● ● ● ● ● SUFFICIENTE ● ● ● ● ●

distanza da terra della soglia cm 67 75 72 72


altezza al tendalino cm 53 53 52 48
altezza massima cm 85 81 90 86
profondità minima cm 65 60 67 61
profondità massima cm 180 168 155 176
larghezza cm 97 103 100 100
capacità di carico litri 269/1070 301/1017 300/1004 220*/900*
DOTI DI CARICO ●●●●● ●●●●● ●●●●● ●●●●●
In verde il miglior dato misurato, in rosso il peggiore. Le capacità di carico sono dichiarate dalle case (col divano in posizione d’uso/reclinato). *Capienza stimata da alVolante

104
Se vuoi vendere
o comprare
un’auto
usata
vai su
A N T E.I T
ALV O L
W W W. PER CH
I VEN DE

Pubblica nte
e
gratuitam cio
un
il tuo ann
R A
E R C H I COMP
P
Scopri
offe rte delle
le
nce ssi o narie
co
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

FORD FIESTA La guida entusiasma, il motore sonnecchia


Leggerissimo in manovra, lo sterzo diventa sospensioni dalla taratura equilibrata e alla il 1.1 a tre cilindri può arrivare a ben 6800
più pesante (fin troppo) appena ci si muove; frenata potente e progressiva, consente di giri, ma spinge con discreto vigore solo dai
il comando è pronto, e resta preciso anche a divertirsi con una guida disinvolta. 3000 ai 5500. Inoltre, lascia filtrare delle
velocità elevata. La tendenza del retrotreno IL CAMBIO È “DURETTO” vibrazioni nelle riprese dai regimi più bassi
ad alleggerirsi nei rallentamenti è gestibile Il comportamento spigliato nei tratti tortuosi e, andando a gas, causa degli “strappi”. Duro
e aiuta a chiudere le curve: insieme alle non trova, però, un grande alleato nel motore: negli innesti delle cinque marce il cambio.
SCHEDA TECNICA
Carburante/cilindrata cm3 IGpl-benzina/1084I
N. cilindri e disposizione I3 in lineaI
Distribuzione I4 valvole per cilindroI
Potenza max kW (CV)/giri I53 (72)/5500-55 (75)/6300I
Coppia max Nm/giri In.d.I
Emissione di CO2 g/km I109-n.d.I
Cambio Imanuale a 5 marce + “retro”I
Trazione IanterioreI
Freni anteriori/posteriori Idischi autoventilanti/tamburiI
Capacità di traino kg I1000I
Lunghezza/larghezza/altezza cm I404/174/148I
Passo cm I249I
Posti I5I
Peso in ordine di marcia kg I1182I
Pneumatici di serie I195/55 R 16I
Serbatoio del Gpl-benzina litri I42-42I

MANEGGEVOLEZZA ●●●●●
TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ● Dati dichiarati (a Gpl-a benzina)

La Suzuki è rallentata dall’elettronica. E vince la Ford


Nella “danza” fra gli 11 birilli, la Inoltre, negli zig-zag allarga con
Swift è una vera “scheggia”. A il retrotreno quel tanto che ba-
rallentarla nei cambi di direzio- sta per ritrovarsi nella giusta tra-
ne più decisi è, però, l’elettronica: iettoria girando meno il volante.
l’Esp interviene al minimo accen- POCO PRONTA LA HYUNDAI
no di sbandata, obbligando a una In questa prova, anche la Micra è
guida molto attenta e precisa per penalizzata dall’intervento deci-
“fare il tempo”. Per questo, an- so del controllo di stabilità (oltre
che se di poco, prevale la Fiesta, che da una certa inerzia) men-
che ha un rollio contenuto e uno tre la i20 deve fare i conti con
sterzo preciso (ma non leggero). lo sterzo meno pronto e diretto.

MANEGGEVOLEZZA
TEMPO secondi VELOCITÀ MEDIA km/h
1 FORD FIESTA 10,5 51,4
2 SUZUKI SWIFT 10,6 50,9
2 HYUNDAI i20 11,0 49,1
4 NISSAN MICRA 11,1 48,6
DAVANTI NON “MOLLA”
150 m Nello slalom, la Suzuki
Swift gode sempre di
un’ottima aderenza
15 m dell’avantreno, che
“gira” rapido e preciso

106
SU STRADA
HYUNDAI i20 Si muove leggera, ma per fermarsi vuole energia
Lo sterzo non è dei più diretti e precisi, ma l’au- perdono efficienza neppure nelle lunghe un certo brio: spinge bene soprattutto da 3000
to si scompone poco su buche e avvallamenti, discese affrontate “di corsa”, ma il pedale ha a 6000 giri, col limitatore che si attiva ai 6600.
garantendo una buona aderenza in curva e un’escursione lunga e va premuto con forza. Meno evidenti che nelle rivali i contraccolpi a
ampi margini per correggere la traiettoria POCHI CAVALLI MA BUONI bassa andatura nel funzionamento a Gpl. Il
quando si esagera con la velocità. Insomma, Il 1.2 a 4 cilindri non offre una potenza elevata; cambio ha innesti precisi; nell’auto del test,
più di tutto è facile da guidare. I freni non la cilindrata generosa, comunque, gli garantisce tuttavia, la retromarcia entrava a fatica.
SCHEDA TECNICA
Carburante/cilindrata cm3 IGpl-benzina/1248I
N. cilindri e disposizione I4 in lineaI
Distribuzione I4 valvole per cilindroI
Potenza max kW (CV)/giri I54 (73)/6000-55 (75)/6000I
Coppia max Nm/giri I119/3800-121/4000I
Emissione di CO2 g/km I113-129I
Cambio Imanuale a 5 marce + “retro”I
Trazione IanterioreI
Freni anteriori/posteriori Idischi autoventilanti/tamburiI
Capacità di traino kg I910I
Lunghezza/larghezza/altezza cm I404/173/147I
Passo cm I257I
Posti I5I
Peso in ordine di marcia kg I1040I
Pneumatici di serie I185/65 R 15I
Serbatoio del Gpl-benzina litri I50-50I

MANEGGEVOLEZZA ●●●●●
TENUTA DI STRADA ●●●●● Dati dichiarati (a Gpl-a benzina)

Anche qui primeggia la Fiesta


In questo test, che eviden- rapide variazioni di traiettoria.
zia l’efficacia nel misto velo- PIÙ INERZIA PER LA MICRA
ce, prevale la tenuta di stra- Per quanto ben gommata, la
da della Fiesta, che conta su Micra ha lo sterzo meno diret-
sospensioni “ferme” oltre che to e mostra una certa inerzia
sulla buona aderenza garanti- nei veloci cambi di direzione,
ta da gomme un po’ più larghe. mentre la Swift è meno faci-
Piacevolmente bilanciata, la le da gestire: sul veloce ha
i20 è soprattutto sincera nel- un volante brusco in riallinea-
le reazioni, e digerisce senza mento e sospensioni che cau-
oscillazioni e sbandamenti le sano lievi ondeggiamenti.

“ESSE” VELOCE

VELOCITÀ
MEDIA km/h
1 FORD FIESTA 123,7
2 HYUNDAI i20 122,9
3 NISSAN MICRA 122,1
4 SUZUKI SWIFT 120,8
L’EQUILIBRIO LA RENDE FACILE
UN PASSAGGIO DELICATO Pur non svettando in nessun test, la i20 offre una guida
In questa prova a elevata andatura, prevalgono affidabile e sicura. Anche superato il limite, offre ampio
le auto più stabili e con la tenuta di strada migliore margine per rimediare agli errori in maniera intuitiva

107
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

NISSAN MICRA Col turbo è vivace, ma capita che singhiozzi


Il motore ha tre cilindri ed è solo un 900: due D’altro canto, l’intervento del turbo garantisce piace per il comfort, non sobbalza troppo
caratteristiche che lo rendono un po’“ruvido” una gradevole vivacità da 3000 a 6400 giri, e sui rattoppi dell’asfalto, e nei curvoni offre
e pigro a basso regime. Non mancano, poi, usare il cambio è un piacere: solo gli innesti uno sterzo preciso e un’apprezzabile stabi-
delle irregolarità nel funzionamento a Gpl, di quarta e quinta marcia sono un po’ duri. lità. A bassa andatura, però, manca un po’ di
che, a differenza di quanto succede nelle LA MIGLIORE NEI VIAGGI agilità. Ben sfruttabili fino all’inserimento in
rivali, si manifestano anche a motore caldo. Godibile nei lunghi viaggi autostradali, dove curva i freni, che mordono sempre con forza.
SCHEDA TECNICA
Carburante/cilindrata cm3 IGpl-benzina/898I
N. cilindri e disposizione I3 in lineaI
Distribuzione I4 valvole per cilindroI
Potenza max kW (CV)/giri I64 (87)/5500-66 (90)/5500I
Coppia max Nm/giri I140/2250-140/2250I
Emissione di CO2 g/km I125-127I
Cambio Imanuale a 5 marce + “retro”I
Trazione IanterioreI
Freni anteriori/posteriori Idischi autoventilanti/tamburiI
Capacità di traino kg I1200I
Lunghezza/larghezza/altezza cm I400/174/146I
Passo cm I253I
Posti I5I
Peso in ordine di marcia kg I1130I
Pneumatici di serie I195/55 R 16I
Serbatoio del Gpl-benzina litri I42-42I

MANEGGEVOLEZZA ●●●●●
TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ● Dati dichiarati (a Gpl - a benzina)

In città la Suzuki va alla grande (ma non in silenzio)


Compatte come sono, tutte se la cavano piut- le quattro quando le si usa nel traffico. Difetti anche la telecamera posteriore e il sistema
tosto bene in città, dove spicca la Swift, e non della piccola Suzuki? Lo sterzo e la frizione più di parcheggio semiautomatico (il volante gi-
solo per gli ingombri ridotti. La migliore visibi- affaticanti, e la rumorosità sullo sconnesso. ra da solo). Per contro, questi modelli hanno
lità e il raggio di sterzata contenuto facilitano LA FORD PARCHEGGIA (QUASI) DA SOLA dei diametri di sterzata più ampi e sono me-
le manovre, mentre la leggerezza dell’auto e il La Fiesta è nell’insieme la più silenziosa e, no vispi (Fiesta in particolare); la i20, poi, è
rendimento del 1.2 abbinato al motore elettri- come la i20, richiede meno sforzi per azio- quella che beve di più. Infine, la Micra: “gi-
co garantiscono consumi sorprendentemen- nare frizione e volante (da fermi); può avere ra in un fazzoletto” e scatta bene, ma nel
te bassi; è questa la principale differenza fra il pacchetto Driver Assistance (€ 1.200), con traffico gli “strappi” del 0.9 sono fastidiosi.

FORD FIESTA HYUNDAI i20 NISSAN MICRA SUZUKI SWIFT


DIAMETRO DI STERZATA
a destra/a sinistra m 10,2/10,4 10,4/10,6 10,0/10,0 9,9/10,1
SFORZO DI AZIONAMENTO
del volante/frizione kg 1,0/8,3 1,0/7,9 1,4/8,8 1,4/10,9
CONSUMO
in città km/l 10,9-14,0 10,4-13,5 11,4-14,5 15,5-18,3
RUMOROSITÀ INTERNA dB(A)
col motore al minimo 42,1 38,3 42,5 39,7
in accelerazione in 2a 73,2 77,1 74,4 76,4
FILTRA MEGLIO LE SCONNESSIONI
Nella Fiesta, i rumori sordi dovuti al passaggio a 40 km/h sui lastroni 76,3 77,4 76,9 78,6
sui fondi molto sconnessi sono meno fastidiosi IN CITTÀ ●●●●● ●●●●● ●●●●● ●●●●●
Consumo a Gpl/a benzina. In verde il miglior valore rilevato, in rosso il peggiore

108
SU STRADA
SUZUKI SWIFT Spinge forte e curva decisa
Maneggevole, grazie alla massa e alle Passo corto e sospensioni “durette” causano senza problemi già dai 1000 giri. Il meglio,
dimensioni ridotte, è rapida nei percorsi saltellamenti sulle sconnessioni dell’asfalto. comunque, lo assicura da 3000 a 5500 giri
stretti e tortuosi. Lo sterzo pronto e leggero CAMBIO PRECISO, FRENI “SENSIBILI” (e ci si può spingere fino a 6250). Preciso il
le consente di divorare le curve, ma quando Grintoso il 1.2 a quattro cilindri, che con il cambio, talvolta bruschi i freni: nelle decele-
la velocità aumenta l’avantreno si fa meno piccolo contributo del motore elettrico da razioni più decise l’auto si “inchina” parec-
preciso, e a volte richiede delle correzioni. 2,6 CV (pochi, ma subito disponibili) spinge chio sull’avantreno, ma la stabilità resta buona.
SCHEDA TECNICA*
Carburante/cilindrata cm3 IGpl-benzina/1242I
N. cilindri e disposizione I4 in lineaI
Distribuzione I4 valvole per cilindroI
Potenza max kW (CV)/giri In.d./n.d.-66 (90)/6000I
Coppia max Nm/giri In.d./n.d.-120/4400I
Emissione di CO2 g/km In.d.-94I
Cambio Imanuale a 5 marce + “retro”I
Trazione IanterioreI
Freni anteriori/posteriori Idischi autoventilanti/dischiI
Capacità di traino kg I1000I
Lunghezza/larghezza/altezza cm I384/174/148I
Passo cm I243I
Posti I5I
Peso in ordine di marcia kg I850**I
Pneumatici di serie I185/55 R 16I
Serbatoio del Gpl-benzina litri I50-37I

MANEGGEVOLEZZA ●●●●●
TENUTA DI STRADA ● ● ● ● ● Dati dichiarati (a Gpl-a benzina). *Motore elettrico aggiuntivo da 2,6 CV e 50 Nm. **Senza impianto a Gpl (stimato in 50 kg)

Con il gas fanno tanta strada


Tutti gli impianti a Gpl delle nostre utilitarie sono prodotti dall’italiana
BRC, e sfruttano un serbatoio toroidale (“a ciambella”) ospitato nel va-
no della ruota di scorta (al suo posto c’è un kit “gonfia&ripara”), con
capacità dichiarata di 50 litri per Hyundai e Suzuki, e di 42 per Ford
e Nissan. Per legge, tutti hanno valvole di sicurezza che dovrebbero
permettere di riempirli solo all’80%, ma nel nostro test abbiamo veri-
ficato che si va anche oltre, come evidenziano i dati riportati in tabella.
CON LA SWIFT MENO RIFORNIMENTI, E PIÙ FACILI
Grazie al bassi consumi di Gpl e alla notevole capienza del serba-
toio, la Swift macina più chilometri di tutte, superando
i 550 in autostrada a 130 km/h. Ma la i20 le è vi-
cina: quasi 540 km con un pieno di gas. La Suzu-
ki è anche l’unica in grado di ospitare l’indispen- OLTRE LE ASPETTATIVE
sabile adattatore per il rifornimento del Gpl già La Micra ha caricato 40,8 litri di Gpl: un valore assai
avvitato sotto lo sportellino: una bella comodità. vicino alla capienza massima dichiarata di 42 litri

FORD FIESTA HYUNDAI i20 NISSAN MICRA SUZUKI SWIFT


QUANTO CE N’É?
A GPL Per indicare il
km in città 393/98 467/54 465/82 685/141 livello del Gpl,
km fuori città 538/142 699/84 624/118 716/156 la Fiesta ha un
indicatore nel
km in autostrada (a 130 km/h) 419/112 539/66 449/77 553/110 cruscotto; le
capienza effettiva litri 36,1 44,9 40,8 44,2 altre, dei led

In verde il miglior valore rilevato, in rosso il peggiore; i numeri nelle prime tre righe esprimono la percorrenza rilevata con il pieno/con la riserva.

109
SUPERTEST 4 UTILITARIE A GPL A CONFRONTO

NISSAN E SUZUKI FORD


VANNO PIÙ FORTE FIESTA
Con 90 CV a disposizione, la VELOCITÀ MASSIMA
Swift e la Micra sfiorano i 180 km/h 163,4-165,2
orari e scendono abbondante-
mente (a benzina) sotto i 12 se- ACCELERAZIONE secondi
condi nello “0-100”. In questi 0 -100 km/h 15,2-15,0
test la Suzuki è in lieve vantag- 0 -1000 metri 36,9-36,5
gio, mentre la Nissan si pren-
de la rivincita in ripresa: merito RIPRESA secondi in 5a
del turbo, che garantisce una 1 km da 60 km/h 38,3-37,8
coppia motrice più sostanziosa 80 -120 km/h 23,4-22,6
ai medi regimi. Restano indie-
tro in tutte le prove la i20 e an-
CONSUMI km/litro
cora di più la Fiesta, che richie-
in città 10,9-14,0
de pazienza soprattutto con le
fuori città 14,9-18,2
marce alte. Molto buoni, spe-
in autostrada (a 130 km/h costanti) 11,6-14,4
cie in città, i consumi della Su-
medio 12,9-15,9
zuki: la leggerezza della vettu-
ra e l’”aiutino” del sistema ibri-
do fanno davvero miracoli. FRENATA metri
FIESTA POCO RUMOROSA da 100 km/h 37,0
La Ford fa meglio nella silen- da 130 km/h 63,8
ziosità di marcia: anche in au-
tostrada fa viaggiare in un am- RUMOROSITÀ dB(A)
biente ovattato, come in una a 90 km/h in 5a 62,9
vettura di classe superiore. a 130 km/h in 5a 67,9
Simili gli spazi di frenata, ma in piena accelerazione in 2a 73,2
anche qui “vince” la Fiesta. a 40 km/h sui lastroni 76,3

PREGI DIFETTI PREGI DIFETTI


Comfort acustico di alto livello Cambio dagli innesti duri Autonomia notevole Dotazione essenziale
Finiture accurate Divano poco largo Garanzia di cinque anni Ripresa lenta
Notevoli qualità di guida “Motore moscio” Guida facile e intuitiva Visibilità posteriore scarsa

n FORD FIESTA n HYUNDAI i20

110
I RILEVAMENTI

HYUNDAI NISSAN SUZUKI


i20 MICRA SWIFT
170,0 -169,8 177,1-178,7 177,4-179,7

15,1-14,6 12,3-11,6 11,6-11,1


36,2-35,9 34,9-33,9 33,9-33,1

in 5a in 5a in 5a
37,4-37,0 36,0-35,4 36,7-36,3
21,8-20,8 17,6-16,9 19,2-18,7

10,4-13,5 11,4-14,5 15,5-18,3


15,6-19,6 15,3-18,6 16,2-19,9
12,0-15,4 11,0-13,6 12,5-15,4
12,9-16,4 12,9-15,9 14,7-17,9

37,7 36,7 37,3


65,6 63,9 64,7

64,9 64,7 65,8


69,8 69,9 71,9
77,1 74,4 76,4
77,4 76,9 78,6

In verde il miglior dato rilevato, in rosso il peggiore, prestazioni e consumi a Gpl-benzina

PREGI DIFETTI PREGI DIFETTI


Prezzo interessante Agilità solo discreta Autonomia e bassi consumi Bagagliaio piccolo
Ripresa dai medi regimi Consumi alti in autostrada Dotazione ricca Finiture economiche
Sicurezza e comfort nei viaggi ”Strappi” del motore a Gpl Prestazioni elevate Rumorosità evidente

n NISSAN MICRA n SUZUKI SWIFT

111
4X4
GUIDA
ALL’ACQUISTO

La sicurezza
è “integrale”
Con un’auto a quattro ruote motrici la brutta stagione fa meno paura. Oggi ce
ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche: vediamo da vicino le più attuali

I
n passato, dire “4x4” equivaleva a parlare di bu- SOTTO LA LENTE 15 FRA I MODELLI PIÙ INTERESSANTI
che, dossi e off-road. Nel tempo, però, l’evoluzio- Le quattro ruote motrici possono essere perma-
ne tecnica ha permesso ai costruttori di estendere nenti (cioè sempre in presa, come nei modelli più
la trazione integrale non solo ai sempre più numero- votati al fuori strada) o inseribili. Quest’ultima so-
si modelli “a ruote alte” (crossover, suv e fuoristrada), luzione (che prevede la trasmissione della coppia
ma anche a citycar, berline e wagon da famiglia, oltre al secondo asse solo in caso di necessità, per li-
che a sportive con tanti cavalli. Del resto, se a spin- mitare i consumi grazie al minor numero di parti
gere l’auto sono tutte e quattro le ruote, anziché sol- in movimento) è la più diffusa. Di entrambe scri-
tanto due, la vettura trova maggiore grip sul terreno viamo nel riquadro a destra. Nelle pros-
e offre più direzionalità nelle curve. D’inverno, una sime pagine, invece, passia-
4x4 equipaggiata con pneumatici termici (indispen- mo in rassegna 15 mo-
sabili per ottenere la massima efficacia dal sistema di delli selezionati tra i
trazione) è la soluzione vincente per viaggiare in sicu- più interessanti e
rezza sull’asfalto bagnato o imbiancato dalla neve. attuali.

PIÙ TRANQUILLI
La trazione 4x4 offre
più sicurezza anche
nella guida su strade
“pulite”, oltre che
su quelle ricoperte
da neve o ghiaccio

112
PICCOLE piccole
4x4: come funziona MA TOSTE pag. 114
Nei sistemi di trazione integrale, due differenziali (all’avan-
treno 1 e al retrotreno 2 ) ricevono il moto dagli alberi
FIATPANDA
di trasmissione e lo trasferiscono al proprio asse, consen-
tendo alle due ruote di girare a velocità differenti quando SUZUKI IGNIS
necessario (per esempio, nel percorrere una curva). Una
scatola di rinvio 3 (può trattarsi di un altro differenziale o SUZUKI JIMNY
di una frizione) suddivide la coppia motrice fra i due assi.
Questo elemento entra in funzione (automaticamente o su
comando del guidatore) inviando la coppia (in parte, o al
100%) dall’asse che perde aderenza a quello che ne ha di
più. I due differenziali possono anche essere autobloccanti piccole
COMPATTE pag. 116
(trasferiscono il moto dalla ruota che slitta a quella con
più grip) o bloccabili (tipici delle
fuoristrada, rendono solidali le 2 DACIA DUSTER
ruote dello stesso asse).
JEEP RENEGADE

3 VOLKSWAGEN T-ROC

1
piccole
SPORTIVE pag. 118

ALFA ROMEO STELVIO


LAND ROVER RANGE
ROVER EVOQUE
MERCEDES GLC COUPÉ

BERLINE piccole
DI CLASSE pag. 120

AUDIA4
BMW SERIE 3

MERCEDES C

piccole
INARRESTABILI pag. 122

JEEPWRANGLER
LAND ROVER DEFENDER

SSANGYONG REXTON

113
GUIDA
ALL’ACQUISTO
4 4 PICCOLE
X
MA TOSTE

FIAT PANDA
Non ha complessi
di inferiorità
L a sua notevole agilità e l’efficacia della trazione
4x4 sono apprezzate da chi vive in montagna,
dove questa piccola (dal bagagliaio inevitabilmen-
te ridotto: 225/870 litri) riesce ad arrivare dove fuo-
ristrada più “specializzate” trovano delle difficoltà.
NON RIFIUTA IL GIOCO DURO
Rialzata di 5 cm e ”attrezzata” con protezioni per la
carrozzeria, c’è in tre allestimenti (non proprio a buon
mercato) tutti col 0.9 TwinAir turbo da 85 CV. Grazie
alla frizione elettromagnetica, la trazione integrale
trasferisce la coppia alle ruote posteriori quando quel-
le anteriori slittano; il sistema Eld (frena singolarmen-
te le ruote che perdono aderenza, sostituendo il dif-
ferenziale autobloccante) migliora la motricità nelle
PREGI
situazioni difficili. La Cross (€ 2.000 in più della base) Motore vivace
aggiunge tre modalità di guida, tra cui la Off-Road Prestazioni in off-road
che mantiene la trazione 4x4 sempre in presa. Frenata piuttosto lunga
❱❭a benzina da € 17.050 a € 20.050 Prezzo elevato
DIFETTI

SUZUKI IGNIS LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


370/166/160 cm
Brillante e originale
Questa piccola crossover ha una personalità spiccata:
linea quasi “muscolosa”, abitacolo allegro e spazioso.
Ha il pratico divano scorrevole e un baule che nella
versione a quattro ruote motrici è più piccolo di quello
delle 2WD (204/1086 litri contro 260/1100).
C’È ANCHE L’IBRIDA “LEGGERA”
Due le versioni (1.2 e 1.2 Hybrid, anche a Gpl), tutte
brillanti con 90 CV; la seconda ha un sistema ibrido
leggero che riduce i consumi e permette l’accesso agli
incentivi statali. Sui fondi con buona aderenza la tra-
zione è al 90% davanti e al 10 % dietro, ma un giunto
viscoso la può variare fino a 50/50. L’altezza minima da
terra (18 cm) non è male per affrontare lo sconnesso.
❱❭a benzina da € 15.700 a € 17.450
❱❭ibrida a benzina a € 18.450
❱❭a Gpl da € 17.500 a € 20.250
FUORI DAGLI SCHEMI
Grintosa e sportiva, PREGI
l’auto ha forme Consumi contenuti dell’ibrida
sfiziose e personali. Divano scorrevole
Ben leggibile lo Rumorosità elevata
schermo di 7” Sterzo poco preciso
del sistema DIFETTI
multimediale

114
LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
369/167/161 cm
La Cross è lunga 370, larga 166 e alta 166 cm

FACILE RICONOSCERLA
Questa versione ha
paraurti massicci,
protezioni in plastica sui
passaruota e scudi color
acciaio davanti e dietro

GIOVANILE
L’abitacolo ha un look
simpatico. Scomodi
i tasti degli alzavetro

PREGI
SUZUKI JIMNY Look rétro ma personale
Marce ridotte
Piccola, ma fa sul serio Baule piccolo
Spazi d’arresto lunghi
Erede della celebre “suzukina” degli anni 70, ne DIFETTI
ripropone le caratteristiche da fuoristrada pura:
telaio a longheroni, sospensioni a ponte rigido,
trazione posteriore (l’integrale è inseribile con una
leva tra i sedili), cambio manuale con marce ridotte.
È SPAZIOSA, MA CARICA POCO
Piccola fuori ma abbastanza spaziosa (il baule,
però, da 85/830 litri, è minuscolo), è un’auto ma-
neggevole e piuttosto vivace: il 1.5 a benzina da
102 CV spinge bene da 3000 giri. Ma il rollio in
curva è evidente e lo sterzo poco preciso; lunga la
frenata. Le carte migliori le sfodera nel fuori strada
impegnativo, grazie all’altezza minima da terra di
21 cm, all’efficiente sistema di trazione All grip
Pro e ai favorevoli angoli di attacco, dosso e uscita.
❱❭a benzina da € 22.900 a € 24.400

ARIA DI FAMIGLIA
La linea squadrata ricorda
quella della progenitrice degli LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
anni 70. I comandi del “clima” 365*/165/173 cm
hanno un mini-display al centro *348 cm senza la ruota di scorta sul portellone

115
GUIDA
ALL’ACQUISTO
4 4 COMPATTE
X

DACIA DUSTER LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


434/180/169 cm
Lei ti dà tanto, tu spendi poco
È una suv poco ingombrante, che
si distingue per l’ottimo rappor-
to qualità/prezzo, ma anche per
di serie gli airbag laterali a tendina
(proteggono la testa anche di chi
siede dietro) e, tra gli optional, il
more delle gomme può arrecare
fastidio) e poco affaticante, l’auto
ha buone qualità nell’off-road. Per
l’ampiezza dell’abitacolo e per la monitoraggio dell’angolo cieco dei le 4x4 la scelta è fra il 1.3 TCe tur-
buona capacità di carico (da 445 a retrovisori. Manca ancora, però, la bo a benzina (131 o 150 cavalli) e
1478 litri). La seconda edizione, lan- frenata automatica d’emergenza. il parco 1.5 dCi diesel da 116 CV.
ciata nel 2018, è migliorata nella cu- A BENZINA O A GASOLIO ❱❭a benzina da € 18.900 a € 21.300
ra dei dettagli e nella sicurezza: ha Confortevole (solo in velocità il ru- ❱❭a gasolio da € 17.600 a € 21.100
PREGI
Abitacolo spazioso
Prezzo contenuto
Pochi aiuti alla guida
Rumore dei pneumatici
DIFETTI

LA PRIVACY È SALVA
La crossover romena ha
forme ben proporzionate.
I vetri scuri sono di serie
per le Prestige e Techroad
POCHI FRONZOLI
Le barre sul tetto
sono di serie tranne
che nella versione
base. L’abitacolo,
ampio e luminoso,
ha un aspetto
sobrio. L’impianto
multimediale offre
Apple CarPlay
e Android Auto
NELLA TRADIZIONE
PREGI
Lo schermo di 8,4” è
Agile su asfalto e in off-road
di serie per la S. Il
Interni spaziosi e curati
cofano piatto e le sette
A benzina non consuma poco
feritoie nella calandra
Vani portaoggetti piccoli
sono il dna del marchio
DIFETTI

JEEP RENEGADE LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


A misura d’avventura 424/181/169* cm
*La Trailhawk è alta 170 cm
Suv maneggevole, ben rifinita e dal design versioni a benzina (1.3 T4 turbo da 179 CV) c’è la 2.0 Trailhawk: trazione 4x4 evoluta,
originale, è cugina della Fiat 500X (la base o a gasolio (2.0 Multijet con 140 o 170 CV). marce più corte, modalità Rock (roccia),
è la stessa); il baule (351/1297 litri) non è E PER CHI NON SI ACCONTENTA... controllo della velocità in discesa e di-
dei più grandi. Aggiornata nel 2018, offre Comoda sull’asfalto (ma un po’ rigida coi stanza da terra di 21 cm (anziché 19,8).
un sistema d’infotainment moderno. La cerchi di 19”), ha poco rollio in curva e uno ❱❭a benzina da € 32.900 a € 35.900
trazione 4x4 è riservata alle più potenti sterzo preciso. Per l’off-road impegnativo ❱❭a gasolio da € 29.800 a € 37.500

VOLKSWAGEN T-ROC LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


423/182/157 cm
Vivace e tecnologica
Questa crossover basata sulla Golf
ha un look accattivante (tetto in
tinta a contrasto) e interni ampi,
vivacizzati da inserti colorati. Gra-
devole il cruscotto digitale (€ 525),
ma povere le plastiche della plancia.
La trazione 4x4 riduce un po’ la
capacità del baule (392/1237 litri).
ANCHE CON 300 CV
Due le “integrali” (solo col rapido
cambio robotizzato DSG): la sportiva
R, col 2.0 turbo a benzina da 300
CV, e la 2.0 TDI a gasolio (150 CV),
brillante e piacevole da guidare.Adatta
a sterrati non impegnativi (è alta da
terra 16,1 cm), l’auto conta sul collau-
dato sistema 4Motion, con frizione
Haldex a comando elettroidraulico che PREGI LA PIÙ “CATTIVA”
distribuisce la coppia sui due assali. Ricca dotazione di sicurezza La R ha luci diurne
Ricca la dotazione di sicurezza: frenata Tenuta di strada elevata verticali, prese
automatica, cruise control adattativo e Non costa poco d’aria più ampie e
rilevatore di stanchezza sono di serie. Plastiche della plancia rigide minigonne. Moderni
❱❭a benzina a € 44.000 DIFETTI gli interni, con
❱❭a gasolio da € 33.550 a € 35.500 la plancia bicolore
GUIDA
ALL’ACQUISTO
4 4 SPORTIVE
X

ALFA ROMEO STELVIO


Al passo coi tempi
oltre che più sicura
È in arrivo in concessionaria l’edizione rinno-
vata di questa suv: cambia soprattutto in-
ternamente, per via del nuovo impianto multi-
mediale con schermo tattile. Aggiunti pure im-
portanti sistemi di sicurezza, come l’allarme an-
ti-colpo di sonno e la funzione di guida semiau-
tonoma di livello 2. Invariato il baule (525 litri).
AMPIA SCELTA PER LE “INTEGRALI”
Non ci sono novità per la guida (appagante e sicu-
ra) e la meccanica: la trasmissione 4x4 è per tutte le
versioni a benzina e per le 2.2 turbodiesel più poten-
ti (190 o 209 CV). Di solito la trazione è posteriore, ma
in curva, in accelerazione e sui fondi a scarsa aderen-
za una frizione elettromeccanica invia fino al 50% del-
la coppia all’avantreno. Non male i 20 cm di “luce” a
TINTA UNITA
terra, ma manca una modalità di guida per l’off-road. L’inedita versione Veloce ha
❱❭a benzina da € 55.500 a € 96.600 parafanghi e minigonne nello
❱❭a gasolio da € 56.700 a € 65.200 stesso colore della carrozzeria

LAND ROVER RANGE ROVER EVOQUE LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


437/190/165 cm
Fuori strada sa il fatto suo
La seconda edizione della suv inglese offre un abi-
tacolo più spazioso e meglio rifinito; le sospensioni,
ben tarate, e l’efficace insonorizzazione permettono di
viaggiare su strada nel massimo comfort. Le turbodie-
sel sono solo a trazione anteriore; tutte 4x4, invece, le
ibride leggere a benzina o a gasolio (da 150 a 300
CV). Il baule è piccolo: appena 472 litri al soffitto.
TI FA VEDERE DOVE “METTE LE RUOTE”
Notevoli le capacità off-road, grazie all’altezza
minima da terra di 21 cm e all’efficiente trazione
4x4 che consente di scegliere fra quattro mo-
dalità di guida a seconda dei fondi difficili. Utili
nei passaggi più accidentati le telecamere che
mostrano nel display il terreno davanti alle ruote.
❱❭ibrida a benzina da € 46.400 a € 72.300
❱❭ibrida a gasolio da € 45.300 a € 69.720
RAFFINATEZZE
È un’auto ricercata
PREGI
anche nei dettagli: le Buone prestazioni fuori strada
maniglie sono a filo Comfort elevato
della carrozzeria. Eleganti
Baule piccolo
e hi-tech gli interni,
Niente ricarica senza fili
coi due schermi di 10” DIFETTI
PREGI
Cambio pronto e dolce
Ricca dotazione di sicurezza
Niente fari full led
Raggio di sterzata ampio
DIFETTI

INTERNI RIVISTI
Dietro, spiccano
i due vistosi
alloggiamenti
circolari dei
tubi di scarico.
All’interno sono
nuovi il sistema
multimediale,
il display del
LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA cruscotto e la
469/190/167 cm leva del cambio

MERCEDES GLC COUPÉ


Votata alla guida veloce
LINEA FILANTE
Aggiornata lo scorso anno, la “versione
A bordo risaltano il
coupé” della GLC presenta forme slan-
cruscotto virtuale di
ciate. Il lunotto inclinato e il tetto ad arco
12,3” e lo schermo
penalizzano la visibilità posteriore e la
tattile di 10,3”. Il tetto
capacità di carico (500/1400 litri), ma
arcuato fa molto coupé
non l’abitabilità. Veloce e divertente da
guidare, c’è solo con trazione 4x4 e cam-
bio automatico. Brillanti i motori, a benzina
(anche ibridi) o diesel, da 163 a 510 CV.
OFF-ROAD DURO? NO GRAZIE
L’auto privilegia la guida sportiva
sull’asfalto, ma può affrontare il
fuori strada: il collaudato sistema
4Matic utilizza una frizione che
varia automaticamente la di-
stribuzione della coppia tra i due
assali.Tuttavia, non si può avere il
pacchetto Offroad (altezza da terra
maggiore e bloccaggio del differenziale
centrale): è riservato alle GLC “normali”.
PREGI
❱❭a benzina da € 82.794 a € 101.232 Finiture e materiali di qualità
❱❭ibrida a benzina da € 54.006 a € 79.256 Insonorizzazione efficace LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
❱❭a gasolio da € 54.336 a € 77.863 474/189/160 cm
Accessibilità posteriore scarsa
Visibilità ridotta in “retro”
DIFETTI
119
GUIDA
ALL’ACQUISTO
4 4 BERLINE
X
DI CLASSE

AUDI A4
Comodi e sicuri anche sulla neve
F initure di pregio, comfort e doti
di guida sono le “armi” dell’ele-
gante vettura tedesca. Ricca la do-
CHE COSA NON FA PER BERE MENO...
Adatte a sterrati e strade innevate,
le “integrali” (siglate quattro) ero-
tro ruote motrici non servono; men-
tre, nella più sportiva S4, il differen-
ziale posteriore autobloccante (€
tazione di sicurezza: i più sofistica- gano da 190 a 347 CV. Nella 45 TFSI 1.640) migliora la guida in curva e
ti dispositivi di ausilio alla guida so- (245 cavalli), per contenere i consu- quando si accelera con decisione.
no di serie; tra gli optional figurano mi si disconnette l’albero di trasmis- ❱❭ibrida a benzina da € 50.050 a € 55.600
i fari a matrice di led. Più sfruttabile sione (rendendo di fatto l’auto una ❱❭a gasolio da € 45.950 a € 56.300
che grande il baule (460/965 litri). trazione anteriore) quando le quat- ❱❭ibrida a gasolio da € 74.650 a € 74.650
ORDINATA
E RAZIONALE
L’abitacolo si
distingue per
la qualità delle
finiture e per
l’essenzialità
della plancia, ben
realizzata. Spicca
lo schermo a
sbalzo di 10,1”

SEGNI PARTICOLARI LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


Le nervature e gli spigoli marcati danno 476*/185/143* cm
carattere. Come pure l’accenno di spoiler *S4: 477 e 140 cm

PREGI
Guida piacevole e sicura
Interni curati
Dotazione da completare
Poche prese Usb
DIFETTI

120
CHE “SGUARDO”! PREGI
Lo schermo di 10,1” si comanda Elevata tenuta di strada
anche a voce o col pomello nel Sterzo preciso
tunnel. Grintosa l’”unghia” nei fari Manca Android Auto
Nessun vano refrigerato
DIFETTI

LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
471/183/145 cm

BMW SERIE 3
Gran “salotto”, grande guida
Nel 2018 è stata rinnovata, guadagnando con potenze da 184 a 374 CV) sono tutte elettronica può “dirottarne” fino al 100% alle
un grintoso frontale, interni più spaziosi e dotate del cambio automatico a otto marce. sole ruote anteriori o posteriori. Su sterrati,
nuovi sistemi elettronici di sicurezza. Sem- TRAZIONE... VARIABILE fango e neve (con le gomme termiche), l’au-
pre coinvolgente la guida; invariato pure il In condizioni normali di aderenza, il 60% to si muove senza problemi e in sicurezza.
baule, della capacità di 480 litri. Le versioni della coppia è inviato al retrotreno; tramite ❱❭a benzina da € 46.300 a € 69.950
“integrali” (le xDrive, a benzina o a gasolio, una frizione multidisco, però, una centralina ❱❭a gasolio da € 46.600 a € 62.800

MERCEDES CLASSE C Per viaggi confortevoli e veloci


Discreta ma ricercata nel suo aspetto spor-
tiveggiante, ha interni curati, arricchiti da un
cruscotto virtuale di 10,3” di grande effetto.
Non male il bagagliaio (455 litri), dall’ampia
apertura (ma il vano risulta poco regolare).
LO STRESS RESTA FUORI
Ben insonorizzata e rilassante in autostrada,
è una vettura agile e divertente sulle strade
ricche di curve. Potenti le 4x4: da 194 a
390 CV. Il sistema 4Matic, efficiente sui
fondi viscidi (come le strade innevate o i
tratti ghiacciati) è basato su una frizione a
lamelle a comando idraulico, con pompa in-
tegrata, che trasferisce la coppia alle ruote
anteriori quando quelle posteriori perdono
aderenza. Sull’asciutto la suddivisione è al
45% davanti e al 55% dietro.
❱❭a benzina a € 78.529
DIODI ESCLUSIVI ❱❭ibrida a benzina da € 54.057 a € 64.194
Fari full led di ❱❭a gasolio da € 46.648 a € 62.660
serie per le AMG
PREGI
e le Premium. Cruscotto digitale ben fatto
Non sempre Interni raffinati
pratici i comandi LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
Comandi al volante scomodi 469*/181/144 cm
a sfioramento
Pochi vani portaoggetti *43 AMG: 470 cm
nel volante DIFETTI

121
GUIDA
ALL’ACQUISTO
4 4 INARRESTABILI
X

JEEP WRANGLER
È lei la “madre”
di tutte le fuoristrada
I l modello più classico del marchio è una vera ico-
na: rinato nel 2018 in un’edizione tutta nuova (an-
che a quattro porte, la Unlimited, 55 cm di lunghez-
za e € 3.500 in più, baule da 533 litri invece di 142),
rimane inconfondibile come in passato; sull’asfalto,
però, offre una guida più al passo con i tempi.
DUE SISTEMI DI TRAZIONE INTEGRALE
Il telaio a longheroni, la trazione 4x4 inseribile, i diffe-
renziali bloccabili, le ridotte e i 26 cm di altezza da ter-
ra rendono la vettura adatta al fuori strada più difficile.
Due i motori (2.0 a benzina con 272 CV o 2.2 a gasolio
da 200); altrettanti i sistemi di trazione 4x4, con varie
modalità, tra cui quella che ripartisce automaticamen-
te la trazione fra i due assi: il Command-Trac ha il dif-
ferenziale centrale bloccabile; il Rock-Trac della Rubi-
con consente di bloccare anche quelli davanti e dietro. LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
❱❭a benzina da € 49.000 a € 56.000 433/189/188* cm
❱❭a gasolio da € 49.000 a € 56.000 *Sport: 186 cm

LAND ROVER DEFENDER


Un mito che si rinnova
Come la prima “Land” (1948) ha le fiancate verticali,
tetto e parafanghi piatti, la ruota di scorta sul portellone.
Ma una scocca autoportante rimpiazza il telaio separato
dalla carrozzeria e sospensioni indipendenti hanno preso
il posto degli assali rigidi. Ricca la dotazione di sicurezza.
MOTORI POTENTI E DOPPIA “TAGLIA”
Nell’off-road resta imbattibile. Oltre che facile: il sistema
Terrain Response 2 gestisce in autonomia la trazione 4x4,
l’altezza da terra è di 29 cm (con le sospensioni ad aria, €
1.620), la capacità di guado di 90. Con gli stessi motori
(da 200 a 400 CV) è disponibile anche nella versione 110
(più lunga di 44 cm). Capacità di carico: 297/1263 litri.
❱❭a benzina da € 55.700 a € 77.700
❱❭ibrida a benzina da € 65.000 a € 101.400
❱❭a gasolio da € 51.400 a € 77.700
DEGNA EREDE
Le linee squadrate PREGI
sono un chiaro Linea moderna, ma classica
rimando al passato. Sofisticato sistema 4x4
Moderni gli interni, Apertura laterale del portellone
con la consolle Baule piccolo
DIFETTI LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA
rialzata e gli 458*/n.d./197 cm
strumenti digitali
*Con la ruota di scorta esterna
FEDELE ALLA LINEA
Intramontabile il
fascino delle classiche
forme squadrate.
Anche la Unlimited
a quattro porte ha
il tetto removibile. I
voluminosi parafanghi
sembrano staccati
dalla carrozzeria

NON COSÌ SPARTANA


L’abitacolo è vecchio
stile, ma curato.
Per attivare il blocco
dei differenziali
anteriore e posteriore
della Rubicon
c’è questa levetta

PREGI
Ottime capacità off-road
Sterzo più preciso
Dotazione di sicurezza scarsa
Frenata lunga
DIFETTI

SSANGYONG REXTON LUNGHEZZA/LARGHEZZA/ALTEZZA


485/196/183 cm
Sotto sotto
nasconde il meglio HA UN’ARIA ROBUSTA
Imponente e massiccia, l’auto ha
Contraddistinta da linee più da suv un aspetto solido anche dentro.
che da vera fuoristrada, è in realtà Nella plancia c’è il display di 9,2”
una off-road dura e pura: ha il telaio
a longheroni separato dalla scocca
PREGI
(fatto per incassare le sollecitazioni Abitacolo ampio e ben fatto
più severe), la trazione 4x4 inseribile, Comfort elevato
il differenziale centrale bloccabile,
Consumi elevati
il cambio (manuale a sei rapporti o
Scarsa maneggevolezza
automatico a sette) col riduttore. DIFETTI
GRANDE E COMODA
Se nel fuori strada impegnativo la
coreana è davvero efficace, anche
sull’asfalto offre un buon comporta-
mento: è facile da guidare (pur non
essendo granché maneggevole) e
comoda; le sospensioni isolano come
si deve dalle sconnessioni e l’abita-
colo è ben insonorizzato. La 4WD
(anche a sette posti, € 1.300 in più)
è spinta dal 2.2 a gasolio da 181 CV.
Da trasloco il baule: 820/1977 litri.
❱❭a gasolio da € 39.900 a € 48.900

123
TECNOLOGIA “MATRIMONI” FRA MATERIALI

PIÙ PRECISO
DELL’UOMO
Nelle moderne auto,
molte sezioni di metallo
sono unite fra loro usando
specifici adesivi, applicati
millimetricamente da robot

Incollati
o... “frullati”?
I pezzi delle auto si uniscono anche con adesivi Questi si incollano,
e saldature particolari, basate sullo sfregamento Con i collanti, le forze generate durante la mar-

L
cia o un urto si distribuiscono su una superfi-
e saldature sono il principale SUPER-COLLE SEMPRE PIÙ DIFFUSE cie più ampia rispetto a quella che si avrebbe
metodo per unire le diverse In alternativa, per i metalli non fa- utilizzando rivetti, viti o bulloni, dove sono inve-
parti della scocca delle auto. cilmente saldabili, come il magne- ce concentrate attorno al foro. Ovviamente, si
E ne esistono di sofisticate, come sio, vengono usati potenti collanti: tratta di adesivi speciali, il cui impiego è stato
quelle al laser. A volte, però, non la Jaguar-Land Rover li impiega ampiamente testato dall’industria aerospazia-
le, che se ne serve ormai dalla metà del secolo
si possono usare: per esempio, ampiamente per le sue scocche in
scorso. È una tecnologia costosa, anche perché
perché i metalli da lavorare sono alluminio, grazie anche all’aiuto di è stata automatizzata solo in epoca recente e
molto diversi fra loro. Così la ricer- centinaia di rivetti fissati da robot. richiede uno scrupoloso controllo delle tolle-
ca ha inventato nuove tecniche; co- Gli adesivi sono la scelta obbliga- ranze. Per esempio, per verificare che i pezzi
me le saldature basate sul riscalda- ta quando si devono legare parti restino posizionati correttamente, nella fase
mento dei pezzi per sfregamento in materiali compositi (sia fra loro
(uno contro l’altro o mediante una sia con metalli). Vengono costruiti
DA OLTRE VENT’ANNI
punta rotante). Si tratta di proces- così gli abitacoli delle BMW i3 e i8,
La Lotus Elise è stata tra
si totalmente automatizzati e che composti da grandi parti in fibra di le prime auto di serie ad
hanno il vantaggio, al contrario carbonio “stampate” con un pro- avere il telaio incollato:
delle saldature tradizionali, di non cesso automatizzato. Per alcune dal 1996 usa estrusi
richiedere metallo d’apporto: il colle, inoltre, il tempo di induri- di alluminio tenuti
pezzo ottenuto è più leggero. Inol- mento può essere ridotto dall’e- assieme da collanti
specifici (visibili
tre, durante la lavorazione le parti sposizione alla luce ultravioletta o
anche a occhio
rimangono allo stato solido e si evi- scendere a pochi minuti grazie a nudo, in rosso)
tano deformazioni. una “cottura” a circa 150 °C.

124
Così si uniscono
i metalli “incompatibili”
Capita che sia impossibile saldare i pezzi di metallo con
le tecniche comuni. Per esempio, se hanno punti di fusio-
ne molto distanti, oppure se non si vuole rischiare impurità
e crepe o se non è consentito scaldarli troppo. Si può quin-
di ricorrere alla Rotary friction welding (RFW): le due parti
vengono fatte ruotare in direzione opposta e premute l’una contro l’altra. L’attrito
le scalda, portando alla fusione dell’area di contatto. Si uniscono così i “funghi” delle val-
vole agli steli, le giranti dei turbo ai rispettivi alberini e i giunti delle trasmissioni agli alberi.
ACCIAIO E ALLUMINIO VANNO A NOZZE
Quando non si possono far ruotare i pezzi (perché grandi) c’è chi ricorre al Friction stir wel-
ding (FSW): un “frullino” rotante passa lungo la linea di giunzione tra i due, fondendoli per
attrito. Di solito questa tecnica è usata per parti piccole, ma nella BMW iNext (suv elettrica in
arrivo nel 2021) viene utilizzata per unire ampie sezioni di alluminio e acciaio della scocca.

LASCIA LA “SCIA”
VA POI RIFINITO Nella Friction stir
Con la tecnica welding, una punta
del Rotary friction rotante scioglie il
welding, i due pezzi metallo nell’area
controrotanti sono di contatto fra due
premuti l’uno contro lastre: il materiale
l’altro: nell’area di fuso è quindi
fusione si forma “schiacciato” dalla
un “collare” superficie piatta
incandescente appena sopra la
il cui bordo andrà punta (che lascia
poi asportato una traccia)

come negli aerei


detta di “asciugatura” si usano anche apposite
telecamere.
Carbonio? Attenzione... STUDIATA
APPOSTA
A VOLTE È QUASI OBBLIGATORIO La fibra di carbonio ha tante qualità, come la leg- La vite Flowpoint
Con gli adesivi si legano facilmente i materia- gerezza e la resistenza, ma anche alcuni difetti. Per Delta PT della
li compositi (quali la fibra di carbonio) al me- esempio, se forata tende a scheggiarsi. Ecco perché Ekot è pensata
tallo: avviene per i montanti laterali e gli archi è difficile applicare viti e bulloni direttamente sulla per essere
del tetto della BMW Serie 7 e per la parete fra sua superficie, e si preferisce fissare con adesivi par- inserita
divano e baule di Audi A8 e Mercedes- ti in metallo filettate, incaricate di accogliere la vite. nella fibra di
AMG GT Coupe 4. E così, i mon- C’È CHI VA CONTROCORRENTE carbonio: la
tanti anteriori della Porsche Non sempre, però, avviene così. Per la Ferrari LaFerrari, forma della
911 Cabriolet diventano a Maranello hanno sviluppato una tecnica che consen- punta riduce
più leggeri di 5 kg rispet- te di avvitare direttamente nella fibra di carbonio per- la formazione
to a quelli in solo metallo. sino il telaietto anteriore deputato ad assorbire gli urti. di schegge

DI SOLITO SI AVVITA NEL METALLO


Tradizionalmente (come nelle McLaren) le porte e le altre parti sono
avvitate a strutture metalliche innestate nella fibra di carbonio

125
HI-TECH IL GEOFENCING

BIMBI IN ZONA?
RALLENTA
“Leggendo” le mappe del
navigatore, la vettura sa
dove si trovano
ospedali e scuole.
E riduce di
conseguenza
l’andatura

SA SE VARCHI
IL CONFINE
DA QUI IN POI, Se l’auto esce da
SOLO A CORRENTE una determinata
Per accedere senza area, viene inviato
limitazioni alle ztl, le ibride un messaggio a un
plug-in possono essere numero prestabilito:
“istruite” a usare utile per i genitori che
solo il motore elettrico la affidano ai figli
una volta entrate

Confini virtuali,
servizi reali
Più sicurezza, nuove opportunità per la pubblicità, maggiore efficienza
per l’industria e tanti altri servizi. Tutto in base alla posizione del veicolo

U
na delle rivoluzioni in arrivo è ciali vicini alla destinazione impostata ni risultati, per inviare pubblicità
quella del geofencing, ovvero nel navigatore; mentre le aziende di sulle app dello smartphone di chi
la possibilità di definire “re- car-sharing potranno sapere quando entrava nella vicina concessionaria
cinzioni virtuali”, varcando le qua- una vettura esce dal perimetro con- di un marchio concorrente. E nuovi
li l’elettronica attiva o disattiva alcu- sentito e addebitare eventuali penali. servizi nasceranno quando la guida
ne funzioni dell’auto. Si va dalle ibri- NON RIGUARDA SOLO LE AUTO autonoma sarà una realtà. Il geofen-
de che passano automaticamente al- Il vero limite dello sfruttamento cing non è comunque un fenomeno
la modalità “elettrica” entrando nei di questa tecnologia è la fantasia limitato al mondo dell’automobile:
centri cittadini, al comparire nel di- degli sviluppatori: negli Stati Uni- si può usarlo, per esempio, per de-
splay di bordo di avvisi pubblicitari ti un rivenditore di auto di lusso lo limitare le aree in cui ai droni è per-
che riguardano gli esercizi commer- ha già utilizzato, peraltro con buo- messo (o proibito) volare.

126
C’è sia in uscita
sia in ingresso
Questa tecnologia può trovare applicazioni
per le vetture che escono da un perimetro
prestabilito (geofencing out) come per quelle
che vi entrano (geofencing in). Le prime ap-
plicazioni sono già in commercio e sfrutta-
no il fatto che i moderni sistemi multimediali
integrano, oltre all’antenna Gps, una scheda
Sim per il traffico dati. Un esempio del primo
sono le funzioni offerte da Ford, Mercedes,
Nissan e Skoda che consentono di delimita-
re l’area di utilizzo dell’auto quando è gui- SANNO QUANDO STAI PER ARRIVARE dello stabilimento quando si trovano ad alcu-
data da terzi (i figli), anche in base ai giorni Tramite il “geofencing in” si potrà essere av- ni chilometri di distanza, per far preparare le
e agli orari: quando la vettura esce dall’area, visati dell’approssimarsi a una zona a traffico operazioni di scarico. La delimitazione delle
si riceve un avviso nel telefonino. Tecnologie limitato (ztl), evitando multe se non si hanno i aree “a rischio” e il monitoraggio delle auto
analoghe sono utilizzate da flotte aziendali permessi. Oppure ottimizzare la logistica: l’Au- consentirà invece alle compagnie assicuratrici
e corrieri (tra i fornitori di questa tecnologia di ha stretto accordi con i fornitori, e ora i ca- di proporre sconti a chi se ne tiene alla larga:
la multinazionale Continental). mion di questi ultimi “avvisano” il magazzino Quixa e Generali ne parlano già apertamente.

E il bello deve ancora arrivare Contro furti e


La BMW ha annunciato che dal 2020 le SEI OLTREMANICA? CAMBIANO I FARI utilizzi indebiti
nuove ibride plug-in riconosceranno le zo- L’Audi utilizza il geofencing per adeguare le
Il geofencing promette di dare una mano
ne dove possono accedere solo le elettri- prestazioni degli aiuti alla guida dell’A8 at-
alla lotta ai furti d’auto e di contribuire
che e passeranno da sé alla trazione a cor- tuale in base a quanto consentito dalle leggi
al recupero delle vetture. La Porsche offre
rente. Analogo il sistema presentato dalla del Paese nel quale si è appena entrati. E la
per le proprie auto storiche (ma esiste un
ZF, celebre per i cambi automatici, con un Tesla ha brevettato qualche tempo fa un si-
servizio simile anche per quelle nuove) il
prototipo di ibrida ricaricabile dall’autonomia stema di regolazione delle sospensioni attive
Classic Vehicle Tra-
a batterie (dichiarata) di oltre 100 km: promet- in grado di cambiare la taratura in base alla
cking System: per-
te di essere usata in questa modalità per oltre strada percorsa; per esempio, scegliendone
mette di “disegna-
l’88% del tempo, arrivando al 100% in città una confortevole in città e un assetto spor-
re” grazie a un’app
grazie al geofencing. La Volvo ha iniziato a tivo nei percorsi tortuosi. Presto l’elettronica
per cellulare un’a-
lavorarci nel 2015 nell’ambito del piano Vi- adeguerà automaticamente il fascio lumino-
rea sulla mappa. Se
sion 2020 (volto a ridurre il numero di morti so dei fari quando si entra in uno Stato dove
la vettura esce dalla
e feriti in incidenti stradali): prevede di limitare si guida sulla corsia sinistra, come nel Regno
zona si viene avvisati
automaticamente la velocità all’approssimar- Unito, e disabiliterà le funzioni illegali nel Pa-
con un messaggio. Il
si di scuole, ospedali e altri luoghi “sensibili”. ese (come la segnalazione degli autovelox).
servizio è utile anche
per evitare utilizzi in-
debiti quando l’auto
è affidata a un par-
cheggiatore o un
meccanico.
“ECCO DOV’È!”
Alcuni operatori
di telefonia pro-
pongono già ser-
vizi analoghi, basati su
dispositivi da montare nell’auto e su app
specifiche, come la My Connected Car
della Vodafone. E anche la Viasat offre
funzioni basate su questa tecnologia, per
consentire ai propri clienti di monitora-
re l’area dove viene utilizzato il veicolo.

127
LE COSE DA SAPERE LE PROVE D’URTO EURO NCAP

Chi brilla e chi no

SI È MESSA IN LUCE
Tra i modelli migliori
negli ultimi test
Euro NCAP c’era la
Volkswagen Golf; qui
nella severa prova
d’urto contro il palo,
superata a pieni voti

A fine 2019 l’Euro NCAP ha sottoposto ai propri test una ventina di modelli.
Tanti hanno meritato le cinque stelle, ma c’è anche chi ne ha prese solo tre

D
al 1997, l’Euro NCAP giudica lo, per la severità dei test (visto che gade e delle “gemelline” Volkswa-
la sicurezza delle vetture ven- le case devono già rispettare decine gen up!, Skoda Citigo e Seat Mii: per
dute in Europa. Tra le sue pro- di normative sulla sicurezza), quan- tutte, tre stelle. Altre auto, invece,
ve ci sono quelle d’urto (in cui si va- to per il loro risalto mediatico. hanno ottenuto il massimo punteg-
luta la protezione di adulti e bambi- NESSUNO PUÒ VIVERE DI RENDITA gio solo se equipaggiate con pac-
ni a bordo) e d’investimento, quelle Nel tempo, i crash test si sono fatti chetti di sicurezza attiva opzionali:
inerenti l’efficacia del montaggio dei più severi (e il 2020 vede un ulterio- tra le più attuali, la Peugeot 2008.
seggiolini e, ormai dal 2009, le ve- re inasprimento, come scriviamo a Nelle pagine seguenti analizziamo
rifiche dei sistemi elettronici che pagina 132). Ciò spiega perché vet- 23 modelli sottoposti ai test dall’Eu-
prevengono gli incidenti. Tutto per ture che anni fa avevano preso le am- ro NCAP fra novembre e dicembre
ridurre le vittime della strada, bite cinque stelle, coi nuovi criteri se 2019; dei risultati di Opel Corsa e
spingendo i costruttori a realizzare ne sono aggiudicate meno. I casi più Renault Captur riferiamo nelle nostre
auto più sicure. Non tanto, o non so- recenti sono quelli della Jeep Rene- prove alle pagine 66 e 74.

128
Audi Q7 Promossa, ma senza lode 92%
La maxi-suv a 5 o a 7 posti spic- il massimo, ma per i più picco-
ca nella protezione di guidatore e li non si possono montare alcu- 86%
passeggero, con qualche neo ne- ni tipi di seggiolini, soprattutto
gli urti frontali (non impeccabile nella terza fila e davanti. Alcune
la tutela del torace). Nei test che zone (sopra i fari) sono critiche
71%
simulano la presenza di bambi- nell’urto-pedone, mentre lavora-
★★★★★ ni di 6 o 10 anni il punteggio è no bene i sistemi d’assistenza. 72%

cinque posti l’avvantaggiano


Audi Q8 ICondividendo 93%
la struttura con dei bambini, ma soltanto perché
l’Audi Q7, questa suv-coupé ne la Q8 non ha la terza fila di se- 87%
riprende buona parte dei test, dili (con le relative difficoltà di
mentre sono state ripetute le montaggio dei seggiolini). Diver-
prove d’urto laterali con risultati so pure il voto relativo ai cosid-
71%
ancora più brillanti. Migliore an- detti Adas: leggermente migliori
★★★★★ che il punteggio nella protezione i giudizi sul limitatore di velocità. 73%

Ford Explorer Per i ciclisti può fare di più 87%


Questa grande suv ibrida plug-in lini, e non al centro del divano
(in arrivo a metà 2020) è miglio- o davanti. A rischio i pedoni che 86%
rabile nella protezione del torace impattano contro i fari o la ba-
dei passeggeri adulti e (nell’ur- se dei montanti del parabrezza,
to frontale disassato) dei femori. mentre i sistemi anti-investimen-
61%
Ok la sicurezza dei bambini, ma to funzionano bene (salvo coi ci-
★★★★★ si possono usare pochi seggio- clisti).Validi, in generale, gli Adas. 76%

Ford Kuga Se la cava proprio bene 92%


Già ordinabile, questa suv me- bi più grandi nell’urto laterale.
dia ha ottenuto ottimi voti, ma “Rispettosa” di pedoni e ciclisti, 86%
non è impeccabile nella tutela grazie agli efficaci sistemi anti-
del torace del guidatore negli investimento, ha zone d’impatto
impatti frontali. E ci sono margi- critiche solo alla base del para-
82%
ni di miglioramento anche nella brezza. Promossa anche nei si-
★★★★★ protezione della testa dei bim- stemi di assistenza alla guida. 73%

Sono quattro le aree di valutazione, e tutte cruciali


GUIDATORE E PASSEGGERI SONO PROTETTI? OBIETTIVO: SALVARE PEDONI E CICLISTI
Quattro le prove d’urto: due frontali (contro una bar- Un test specifico valuta i danni alla testa, al bacino
riera rigida, o una deformabile disassata) e due la- e alle gambe di una persona investita, esaminando-
terali (l’auto è investita da un carrello di 1300 kg o ne l’impatto contro la mascherina, il cofano e il para-
viene proiettata contro un palo). A queste si somma- brezza. Viene dato anche un voto all’efficacia della
no i test dei sistemi anti colpo di frusta e della frenata automatica frenata automatica a tutela di pedoni (anche bambini) e ciclisti, in
in città. Con un punteggio inferiore all’80%, si perdono le 5 stelle. diverse situazioni, di giorno e di notte. Sotto il 60% niente 5 stelle.

UN OCCHIO DI RIGUARDO PER I BIMBI QUI CONTA SOLO L’ELETTRONICA


Due manichini simulano la presenza di bimbi di sei Si assegna un punteggio ai sistemi che ricordano
o dieci anni, su rialzini fissati al divano durante l’ur- il limite di velocità (o addirittura lo fanno rispet-
to frontale disassato e quello laterale contro un car- tare automaticamente), alle spie che segnalano il
rello. Per i più piccoli, più dell’auto contano i seg- mancato allacciamento delle cinture, nonché alla
giolini: se ne valuta la possibilità d’impiego (diversi i modelli) e la bontà dei sistemi di mantenimento in corsia e anti-tamponamen-
facilità di montaggio. Punteggio minimo per le cinque stelle: 80%. to (a diverse velocità e condizioni di luce). Target: almeno 70%.

129
LE COSE DA SAPERE LE PROVE D’URTO EURO NCAP

Ford Mondeo Ha fatto il bis, dopo cinque anni 96%


Aveva già ottenuto cinque stelle i test degli Adas, e ottimo il voto
a fine 2014, ma prima della sca- nella protezione degli adulti e dei 87%
denza (i test Euro NCAP sono va- bimbi a bordo, ma diversi seggio-
lidi sei anni) è tornata all’esame lini non si possono montare da-
dell’ente europeo nella variante vanti né al centro del divano. A ri-
70%
wagon (e i risultati si estendo- schio i pedoni, soprattutto i bim-
★★★★★ no anche alla berlina). Non male bi e quanti attraversano di notte. 73%

Ford Puma Sulla sicurezza pensa in grande 94%


In arrivo nelle concessionarie tore e della testa dei bimbi di sei
nelle prossime settimane, questa anni negli urti frontali, e in quella 84%
crossover compatta ha ottenu- dei pedoni che impattano contro
to buoni punteggi, in particolare i montanti anteriori. Non impec-
nelle prime due aree di valuta- cabile il sistema anti-tampona-
77%
zione. Margini di miglioramento? mento (di notte); nella media i
★★★★★ Nella tutela del torace del guida- sistemi di assistenza alla guida. 74%

Jeep Renegade Paga l’amore per il fuori strada


Nel 2014 aveva preso 5 stelle, ma può avere la frenata automatica
82%
con criteri meno severi.A penaliz- anti-investimento (da qui, il 55% 84%
zarla, più che la robustezza della nella protezione dei pedoni). E la
struttura (le prove d’urto sono an- versione Trailhawk, la più votata al
date ancora bene), è la dotazione fuori strada (e quindi con paraurti
55%
di sistemi di assistenza alla gui- specifici), non prevede il radar an-
★★★ da. Infatti, questa crossover non ti-tamponamento da alte velocità. 58%

Mazda CX-30 Nessuna protegge più di lei


Sostanzialmente impeccabile la struttura che sorregge il pa-
99%
negli urti, protegge bene anche rabrezza, ma soprattutto dall’ef- 86%
i bambini, ma non può montare ficacia dei sistemi anti-investi-
alcuni tipi di seggiolini al cen- mento quando è buio. Così così
tro del divano e nella poltrona pure i risultati nei test coi cicli-
80%
anteriore. Per i pedoni, il rischio sti che attraversano e, in rari ca-
★★★★★ maggiore viene dall’urto contro si, in quelli anti-tamponamento. 77%

Ci sono anche loro, ma in Italia non le


Nell’ultima sessione di test è stata pro- tezione dei passeggeri adulti; giudicata
vata anche la U5, una suv elettrica pro- buona, comunque, quella nell’urto fron-
dotta dalla cinese Aiways, costruttore na- tale a 50 km/h contro barriera rigida (a
to nel 2017. In Italia non arriverà, per lo sinistra, l’auto dopo il crash, con la zona
meno inizialmente (debutterà sui merca- dell’abitacolo intatta).
ti tedesco, olandese e francese in prima- PROMOSSE LE ANGLO-CINESI
vera). Nelle prove d’urto dell’Euro NCAP Tutt’altra valutazione per altre due suv
la U5 ha ottenuto so-
lo tre stelle, risultando
carente in particolare
nella protezione di pe-
doni e ciclisti (45 punti
su 100) e nei sistemi
di assistenza (55%).
Poco confortante an-
che il 73% nella pro-

130
Mercedes GLB Pensa di più a chi è a bordo
Questa suv media (anche a 7 po- negli urti laterali, come la possi-
92%
sti) ha ben figurato nei crash test, bilità di montaggio dei seggiolini. 88%
benché la protezione del torace A rischio il pedone che urta con-
non sia delle migliori: in partico- tro fari e mascherina (fra, l’altro
lare, per il guidatore nell’urto con- l’anti-investimento non è dei più
78%
tro un palo. Perfezionabile la tute- efficaci coi bambini). E nei test
★★★★★ la della testa dei bimbi di 10 anni degli Adas poteva fare meglio. 74%

Nissan Juke Ha anche rispetto per i pedoni 94%


Tra i migliori il voto per la tute- il mantenimento in corsia) e so-
la di pedoni e ciclisti: molto be- prattutto le prove d’urto. Migliora- 85%
ne i test di frenata automatica, bile, però, la protezione del tora-
mentre in caso d’investimento i ce e, per i bimbi di sei anni coin-
montanti anteriori possono esse- volti negli urti frontali, della testa.
81%
re un pericolo. Ok pure i test degli Tra i sistemi di assistenza, si è di-
★★★★★ altri Adas (non impeccabile solo stinta la frenata da alte velocità. 73%

Peugeot 2008 Conta parecchio la dotazione


In arrivo nelle concessionarie a ti in quasi tutte le aree: se equi-
91%
febbraio, questa crossover com- paggiata a dovere ha 93% nella 84%
patta ottiene cinque stelle se è protezione degli adulti (la frenata
dotata degli Adas del pacchet- automatica in città funziona me-
to Autonomous Emergency Bra- glio); 73% sia nei test con pedo-
62%
ke System (€ 1.250). Altrimenti ni e ciclisti (per l’anti-investimen-
★★★★ ne riceve quattro, perdendo pun- to) sia nei sistemi di assistenza. 68%

Porsche Taycan Può ancora migliorare


Questa sportiva elettrica non ec- quattro. Da migliorare la protezio-
85%
celle in nessuna delle aree di va- ne del torace del passeggero ne- 83%
lutazione: con tre punti percen- gli urti contro una barriera rigida,
tuali in meno nella protezione dei l’efficacia dei sistemi anti-colpo di
bimbi o nei sistemi di assistenza frusta e della frenata automatica.
70%
non avrebbe raggiunto il minimo Pericolosa per i pedoni la zona
★★★★★ per le cinque stelle, ottenendone alla base del parabrezza. 73%

vedremo. Per ora QUI È ANDATA BENE


non destinate al nostro Paese. Sono la Nell’urto laterale la
MG HS e la più compatta ZS (quest’ul- MG HS ha ottenuto il
tima provata nella versione al 100% punteggio massimo;
elettrica), caratterizzate da uno storico non altrettanto bene
marchio britannico. Inizialmente saran- nell’impatto contro il
no destinate a Regno Unito, India e Cina palo: danni al torace
(dove sono prodotte; la MG è di proprie-
tà della Saic). Per entrambe il voto è di
cinque stelle, con punteggi identici nei
test dedicati a pedoni e ciclisti (64%)
e simili per le altre aree di valutazione:
per la HS 92% nella protezione degli
occupanti adulti, 81% per i bambini e
76% per i sistemi di assistenza (nel
caso della ZS, questi valori passano,
rispettivamente, a 90%, 85% e 70%).

131
LE COSE DA SAPERE LE PROVE D’URTO EURO NCAP

Skoda Octavia Buoni i voti, ma può far di più 92%


In arrivo in primavera, la media colonna cervicale dei bimbi più
ceca (è stata provata la wagon, grandi. Per i pedoni, le aree d’im- 88%
ma i test valgono anche per la patto più pericolose sono quel-
berlina) ha superato bene le pro- le vicino ai fari e ai lati del para-
ve d’urto, ma in alcuni casi non brezza. Poco efficace l’anti-inve-
73%
protegge al meglio il torace stimento, soprattutto se un bim-
★★★★★ di guidatore e passeggero e la bo sbuca fra le auto parcheggiate. 79%

Subaru Forester Si prende cura dei più piccini 97%


Questa suv media svetta nei test per il torace del passeggero ne-
che riguardano i bambini, nono- gli urti frontali. Non male anche 91%
stante molti seggiolini non si la sicurezza garantita ai pedo-
possano montare al centro del ni (criticità solo nella zona dei
divano o davanti. Tra i migliori montanti), mentre la frenata au-
80%
anche il voto nella prima area tomatica con i ciclisti può miglio-
★★★★★ di test, con qualche carenza solo rare. Nella media gli altri Adas. 78%

Tesla Model X Il suo forte è la guida autonoma 98%


Questa crossover elettrica, anche all’improvviso). In caso di urto
a 6 o a 7 posti, non ha eguali per con un pedone, però, “muso” e 81%
quanto riguarda i sistemi di assi- parabrezza costituiscono un serio
stenza alla guida, dal manteni- pericolo, mentre nella protezione
mento in corsia alla frenata auto- dei bimbi il voto scende per l’im-
72%
matica (tranne quando si rischia possibilità o la difficoltà di monta-
★★★★★ d’investire un bimbo che sbuca re alcuni seggiolini nella terza fila. 94%

Volkswagen Sharan Protegge (e previene) poco 89%


I test di questa grande monovo- te dai sistemi di assistenza alla
lume a 7 posti si estendono an- guida e dalla protezione di pedo- 78%
che alla “gemella” Seat Alham- ni e ciclisti. Nonostante i buoni
bra. Entrambe sono state provate punteggi nella tutela di chi sta a
nel 2010 (avevano preso 5 stel- bordo, è a rischio (negli urti fron-
59%
le), mentre nei test dello scorso tali) il torace di chi siede dietro,
★★★★ dicembre sono state penalizza- soprattutto se si tratta di adulto. 62%

FRONTALE
Dal 2020 i test sono ancora più severi “CITTADINO”
50 km/h

Per rendere le auto sempre più sicure, l’Euro mondiale e più ricco di sensori. Non cambia, Nel nuovo
NCAP introduce via via test più severi (e più invece, la sagoma negli urti laterali (era stata test dell’urto
realistici rispetto agli incidenti che si verifica- aggiornata nel 2015).Tuttavia, nel crash con- frontale
no), ovviamente definendoli per tempo. Da tro un carrello, quest’ultimo viene lanciato a disassato,
gennaio 2020, per esempio, l’urto frontale a 60 km/h anziché a 50. Inoltre, vengono rileva- una barriera
64 km/h contro la barriera deformabile fissa ti anche gli effetti dell’impatto fra guidatore e deformabile
è rimpiazzato da quello contro un carrello di passeggero anteriore (dal 2022 saranno va- fissata su
un carrello
50 km/h

1400 kg lanciato a 50 km/h (come l’auto, ma lutati nell’ancor più severo urto laterale contro
in direzione opposta): un impatto più gravoso, un palo): infatti, le conseguenze di un violen- si scontra
soprattutto, per le piccole vetture, e più vicino to contatto testa contro testa possono esse- contro l’auto
a quanto può accadere nella realtà. re gravi, e alcune case (come la Volkswagen
MENO RISCHI AGLI INCROCI per la ID.3) proporranno un airbag centrale.
Nuovo pure il sofisticato manichino utilizzato Novità pure nei test dei sistemi di assistenza
negli impatti frontali: il cosiddetto THOR (Test alla guida: s’inizia con quelli mirati a evita-
device for Human Occupant Restraint) sarà re gli incidenti nelle svolte agli incroci contro
più flessibile, più vicino alla statura media un veicolo che sopraggiunge fino a 55 km/h.

132
Volkswagen Golf Negli urti sa come proteggere 95%
Questa media a cinque porte dia, invece, i risultati nella pro-
ha tra i punteggi migliori nella tezione dei pedoni: migliorabile 89%
tutela di guidatore e passegge- soprattutto l’anti-investimento di
ri (anche bambini), ma nell’ur- bimbi, ciclisti e (di notte) degli
to frontale il torace di un adulto adulti. Abbastanza efficaci gli al-
76%
seduto sul divano è sottoposto tri sistemi di assistenza alla gui-
★★★★★ a forti sollecitazioni. Nella me- da, tranne il limitatore di velocità. 78%

Volkswagen up! Colpa dell’elettronica? Non solo 81%


La citycar tedesca (che nel 2011 stimento e il tamponamento, è
aveva ottenuto cinque stelle) non penalizzata dalla scarsa prote- 83%
ha ben figurato nelle prove di fine zione offerta per guidatore e pas-
2019. E i suoi stessi voti si esten- seggeri (specie per i bimbi di 10
dono alle “gemelle” Seat Mii e anni) negli urti frontali. Nemme-
46%
Skoda Citigo. Oltre che dall’as- no i pedoni se la passano bene:
★★★ senza dei sistemi contro l’inve- pericolosi il frontale e i montanti. 55%

Ecco tutti gli altri modelli che sono stati provati nel 2019
Oltre alle vetture delle ultime tre tornate di test, nel corso dell’anno che si è appena concluso sono stati prova-
ti altri 29 modelli. Per tre di questi (Citroën C5 Aircross, DS 3 Crossback e Kia Ceed), le cinque stelle sono state
attribuite solo in presenza dei pacchetti che arricchiscono la dotazione dei sistemi di assistenza alla guida
(costano, rispettivamente, fino a 1.000, 1.550 e 2.000 euro). Senza di essi, il punteggio è quello sotto riportato.
MARCA GIUDIZIO PROTEZIONE PROTEZIONE PROTEZIONE
MAZDA CX-30 SISTEMI DI
E MODELLO COMPLESSIVO ADULTI BAMBINI PEDONI/CICLISTI SICUREZZA
Audi A1 Sportback ★★★★★ 95% 85% 73% 80%
Audi e-tron ★★★★★ 91% 85% 71% 76%
BMW Serie 1 ★★★★★ 83% 87% 76% 72%
BMW Serie 3 ★★★★★ 97% 87% 87% 76%
BMW Z4 ★★★★★ 97% 87% 91% 76%
Citroën C5 Aircross ★★★★ 87% 86% 58% 75%
DS 3 Crossback ★★★★ 87% 86% 54% 63%
Ford Focus ★★★★★ 96% 87% 72% 75%
Honda CR-V ★★★★★ 93% 83% 70% 76%
Jeep Cherokee ★★★★ 80% 78% 56% 69%
Kia Ceed ★★★★ 88% 85% 52% 68%
Land Rover R. R. Evoque ★★★★★ 94% 87% 72% 73%
Lexus UX ★★★★★ 96% 85% 82% 77%
Mazda 3 ★★★★★ 98% 87% 81% 73%
Mercedes B ★★★★★ 96% 90% 78% 75%
Mercedes CLA ★★★★★ 96% 91% 91% 75%
Mercedes EQC ★★★★★ 96% 90% 75% 75%
Mercedes G ★★★★★ 90% 83% 78% 72%
Mercedes GLE ★★★★★ 91% 90% 78% 78%
Peugeot 208 ★★★★ 91% 86% 56% 71%
Renault Clio ★★★★★ 96% 89% 72% 75%
Seat Tarraco ★★★★★ 97% 84% 79% 79%
Skoda Kamiq ★★★★★ 96% 85% 80% 76%
Skoda Scala ★★★★★ 97% 87% 81% 76%
SsangYong Korando ★★★★★ 88% 85% 68% 74%
Tesla Model 3 ★★★★★ 96% 86% 74% 94%
Toyota Corolla ★★★★★ 95% 84% 86% 77%
Toyota Rav4 ★★★★★ 93% 87% 85% 77%
Volkswagen T-Cross ★★★★★ 97% 86% 81% 80%

133
LE COSE DA SAPERE DISABILITÀ

Spostarsi
è più facile
Speciali carrozzelle elettriche e mobilità
condivisa per i disabili sono già realtà.
E il futuro sarà della guida autonoma

L
a micromobilità elettrica non è solo una moda
che riguarda i monopattini, ormai diffusissimi
nelle nostre città. Anche per i disabili si annun-
ciano grandi novità. Per esempio, è in arrivo una ri-
voluzionaria sedia a rotelle: elettrica, autobilancia-
ta, connessa e gestibile anche dall’esterno. Si chia-
ma Nino4 ed è realizzata dalla francese Nino Robo-
tics, azienda in partnership con la Renault, che ha
deciso di sostenerne la diffusione.
E LA SEDIA SI TRASFORMA
Oltre alla Nino4, 400 esemplari già venduti, la società
produce One (nella foto in alto): in pratica, un “manu-
brio elettrico” che trasforma la sedia a rotelle in un
mobility scooter. E, nel 2020, vedremo veicoli che og-
gi appaiono ancora più futuribili, come la WheeM-i,
sviluppata dalla Italdesign: ne scriviamo qui sotto.

Micro-veicoli autonomi in condivisione Car pooling


Pensato per servizi di mobilità condivisa, Whe-
eM-i è un veicolo elettrico, connesso, sviluppa-
yota) sarà mostrato un prototipo funzionante.
Grazie a batterie agli ioni di litio da 3,8 kWh,
per tutti
to dalla Italdesign per il trasporto di persone ricaricabili in tre ore, secondo la casa può per- Tra le forme di mobilità condi-
in carrozzina. Il debutto del concept è avvenu- correre fino a 30 km, con punte di 18 km/h. visa non manca il car pooling,
to a Dubai, in forma statica, mentre il prossimo Monta radar e sensori per la guida autonoma cioè l’utilizzo di siti internet e
luglio a Tokyo (nell’ambito del concorso Mobi- e può superare scalini alti 15 cm. Tra qualche app dedicati per ottenere un
lity Unlimited Challenge organizzato dalla To- anno la vedremo a noleggio nelle nostre città. passaggio in auto da un priva-
to. Una realtà già affermata e
aperta, ovviamente, ai disabili.
Lo ricorda una campagna di
sensibilizzazione del gruppo
FCA e di Blablacar (noto sito di
car pooling), basata su due
candid camera attraverso le
quali a proporre il passaggio, a
insaputa dei passeggeri, è una
coppia di ragazzi disabili.Trova-
te i video su
alVolante.it,
USARLI SARÀ SEMPLICISSIMO o con acces-
Prenotabile con app, la WheeM-i ha so diretto tra-
una piccola rampa che si abbassa mite questo
per salire con una carrozzina codice QR.

134
SALUTE INFLUENZA

Nell’abitacolo, i virus
stagionali si propagano
rapidamente. Qualche
accorgimento può
limitare il problema

Strategie anti-virus
I Le dritte per fare prevenzione
n questi giorni un italiano su dieci è
costretto a letto dall’influenza: i virus

1
(che infettano naso, gola e polmoni) PULIRE GLI INTERNI
stanno picchiando duro. Con i soliti sin- Se abbiamo trasportato in auto persone raf-
freddate o già influenzate, alla fine del viaggio
tomi: febbre alta, tosse, dolori musco- è bene munirsi di un guanto (così da non avere
lari, ma anche mal di testa, brividi, per- contatti con le superfici interne dell’auto) e di uno
dita di appetito, affaticamento e mal di straccio usa e getta, per pulire l’abitacolo. L’obiet-
gola, nonché nausea, vomito e guai in- tivo è eliminare tutte le goccioline di saliva che la
testinali. Il contagio può essere diretto persona malata potrebbe aver depositato sulle su-
(tosse, starnuti, colloquio a distanza rav- perfici interne mentre tossiva, starnutiva o parlava.

2
vicinata con fuoriuscita di aerosol sali- COPRIRE NASO E BOCCA
vare) o indiretto. Nel secondo caso av- Che il soggetto raffreddato o influenzato sia il guidatore o un pas-
viene se si entra in contatto con goc- seggero, poco cambia. È buona regola per chiunque, prima di star-
nutire o tossire, di coprirsi bocca e naso. È opportuno pure che la per-
cioline di saliva e secrezioni del naso sona malata si copra la bocca quando tossisce o starnutisce.
disperse su oggetti e superfici.

3
ATTENZIONE IN AUTOMOBILE LAVARSI FREQUENTEMENTE LE MANI
In genere, con qualche giornata di ri- Senza che ce ne si accorga, anche in auto si portano
poso al caldo il problema scompare. Ma spesso le mani alla bocca, al naso e agli occhi, spe-
l’influenza può arrecare complicazioni cie nei momenti di stress: è pertanto consigliabile lavarle con
di tipo respiratorio ai cosiddetti sog- frequenza. Si può anche ricorrere alle salviette usa e getta.
getti deboli (bimbi, anziani, donne in
dolce attesa e persone con patologie
croniche). A rischio è anche chi vive nel- Piano coi farmaci
le grandi città, dove i polmoni sono Sono in commercio numerosi farmaci da banco per
messi a dura prova dalle polveri sottili. il trattamento dei sintomi dell’influenza: dagli
Ecco perché il ministero della Salute sciroppi alle compresse contro la tosse, passando
per gli spray anti mal di gola e i decongestionanti
raccomanda di seguire gli accorgimen- nasali, fino alle medicine che riducono la febbre.
ti che trovate qui accanto. Sono validi SE DOVETE GUIDARE...
anche per chi viaggia in automobile: l’a- Attenzione, però, ai possibili effetti collaterali, come
bitacolo è un ambiente piccolo e chiu- stanchezza e sonnolenza (segnalati nel foglietto
so, adatto alla diffusione dei virus. illustrativo): tenetene conto se dovete guidare.

In collaborazione con Enrico Maria Procaccini, medico chirurgo 135


CONSIGLI DI GUIDA ASFALTO A PEZZI

Attenzione
al rischio-buca
Le “voragini” sulla
strada sono sempre
in agguato: saperle
affrontare (e scansare)
evita un bel po’ di guai

I Caccia al danno
n inverno, il gelo e le piogge (fre-
quenti negli ultimi mesi) aumen-
tano il rischio che l’asfalto si tra- Se l’auto ha subito un violento impatto
sformi in “groviera”. Le scarse risor- con una buca, meglio fermarsi appena
possibile per sincerarsi che la ruota in-
se a disposizione degli enti locali non teressata non abbia subito danni. In pe-
bastano per la manutenzione. Ed è senza di tagli nel pneumatico o di defor-
facile incappare in “voragini” (pro- mazioni del cerchio, un gommista dovrà
fonde anche una trentina di centi- verificare l’entità del guaio e potrà inter-
metri) che possono danneggiare venire per ripararlo. Nel caso si avverta-
l’auto e provocare incidenti. Oltre a no vibrazioni del volante, sarà necessario
provvedere a una nuova equilibratura.
una guida prudente (il volante va te-
nuto ben saldo, con le
mani sulle “9 e 15”),
per evitare rischi è uti-
Oltre l’ostacolo in tre mosse
le qualche accortezza:
ne scriviano nel riqua- ❱❭ Con le manovre “giuste”, quasi sem-
pre anche una grossa buca può es-
sere superata senza inconvenienti. Date
dro a destra.
un rapido sguardo ai retrovisori per es-
LONTANI DALLE DUE RUOTE sere certi di non creare situazioni di pe-
Buona norma è aumentare la distan- ricolo, poi frenate con decisione per ar-
za di sicurezza dai veicoli che pre- rivare sulla voragine il più piano possi-
cedono. Specie da biciclette, moto bile: le sollecitazioni su ruote e sospen-
e scooter, che, viaggiando sul mar- sioni crescono con la velocità.
gine destro della carreggiata, pos- Subito prima che la ruota arrivi nella buca, rilasciate completamente il pedale
sono dover tagliare all’improvviso la ❱❭ del freno (la decelerazione dell’auto porta quasi a fine corsa le sospensioni an-
teriori) e date un lieve colpo d’acceleratore: il frontale si alleggerirà, riducendo
strada alle auto proprio per scansa-
la violenza dell’impatto. Attenzione a non strisciare i fianchi del pneumatico e del-
re una buca. Nella zona fra il bordo
la ruota sul bordo dell’avvallamento: potrebbero danneggarsi.
della carreggiata e la banchina late-
rale, infatti, l’acqua e il ghiaccio han-
no buon gioco a infiltrarsi nel manto
❱❭ Nel transitare sulla buca, impugnate
saldamente il volante. C’è il rischio
che i contraccolpi inneschino “salti” di
stradale, provocandone la rottura. traiettoria o sbandate del retrotreno: bi-
Altri punti critici sono le pozzanghe- sogna essere pronti a contrastarli, an-
re: specialmente se colme d’acqua che sterzando con decisione. Un rischio,
color fango, possono nascondere di- in città, è dato dai binari del tram non
in linea rispetto al normale livello dell’a-
slivelli profondi fino allo strato di
sfalto, se danneggiato.
ghiaia che fa da base all’asfalto.

136
LE COSE DA SAPERE LA LICENZA DI GUIDA

Patente scaduta?
Come rimediare
Occorre attivarsi subito: la procedura per mettersi in regola (ed evitare guai) è facile

I
mmaginate la scena: le forze dell’or-
dine, dopo avervi fermato per un
controllo, vi chiedono di esibire la
patente. Ma la licenza è scaduta: una
grave dimenticanza che ne prevede il
ritiro immediato e il rilascio dell’auto-
rizzazione a guidare solo fino a una cer-
ta destinazione (di solito a casa). Oltre
a una multa di € 158, pagata la quale
dovrete rinnovare il documento.
MA AVETE CORSO ANCHE IL RISCHIO...
...di subire la rivalsa Rca. Infatti, chi
causa un incidente e ha la patente sca-
duta, deve rimborsare alla compagnia
i danni risarciti. Una batosta. Talvolta,
però, questa clausola non scatta se il
documento è scaduto da meno di tre
mesi e viene rinnovato subito.

La data-chiave è al punto 4b Se è scaduta


Per individuare la prima scadenza della patente,
basta leggere al punto 4b. Quando è stata rin-
PATENTE B PER LE AUTO da oltre tre anni
novata, le successive scadenze vanno calcolate RINNOVO ETÀ DEL Qualora la patente sia scaduta da oltre
sulla scorta della tabella che trovate accanto. OGNI GUIDATORE tre anni, è la Motorizzazione a decidere
10 ANNI da 18 a 50 anni se può bastare il semplice rinnovo o se
sia necessaria la revisione della licenza:
da 50 anni (e un lo fa valutando i motivi della richiesta
5 ANNI
giorno) a 70 anni dell’automobilista. La revisione consiste
da 70 anni (e un nel sottoporsi all’esame di teoria (i quiz),
2 ANNI a quello di pratica (la guida con esami-
giorno) a 80 anni
da 80 anni (e un natore), nonché alla visita per l’accer-
ANNO tamento di tutti i requisiti psicofisici.
giorno) insù

Se la licenza è scaduta da meno di tre anni


Serve anzitutto la visita per il rinnovo del- conseguente tempo di recupero), visione QUANTO COSTA
la patente. Può essere effettuata presso crepuscolare, sensibilità. Se è tutto ok, il l 16 euro di marca da bollo;
un’Asl, oppure rivolgendosi a un’auto- medico rilascia la ricevuta dell’avvenuta l 10,2 euro di diritti di Motorizzazione;
scuola, a un’agenzia di pratiche auto o conferma della validità della patente: si l 6,8 euro per la spedizione della pa-
a una delegazione Aci: il servizio costa circola con un documento sostitutivo. La tente tramite posta assicurata;
una ventina di euro. Oltre al classico esa- licenza rinnovata verrà recapitata a ca- l tra i 60 e 90 euro per la visita;
me dell’acuità visiva, la visita medica sa entro quattro giorni. In caso di ritardi, l una ventina di euro per il servizio.
prevede alcune altre verifiche: sensibili- informazioni al numero verde 800 Il totale, quindi, varia da poco più di 113
tà al contrasto e all’abbagliamento (con 232323 della Motorizzazione. euro a un massimo di circa 140.

In collaborazione con Valerio Platia, titolare di autoscuola 137


RIPASSIAMO IL CODICE NORMATIVE

Scherzetti del meteo


Dalla pioggia alle raffiche di vento, al parabrezza ghiacciato: in questa stagione i disagi
non mancano affatto. Per ogni situazione c’è una specifica normativa: la conoscete?

1
A No. In caso di pioggia o di qualsiasi altro tipo di preci-
In una pitazione, è vietato il sorpasso dei mezzi pesanti. Anche
autostrada se si viaggia sotto il limite ammesso, che è di 130 km/h.
battuta dalla B Dipende. Il guidatore è in regola soltanto se viaggia sot-
pioggia, la to i 110 km/h (il limite previsto in autostrada in caso di
vettura sorpassa precipitazione atmosferica), contro i soliti 130 km/h.
un tir senza
superare il limite C Sì. Con la pioggia, il limite in autostrada scende da 130
di 130 km/h. a 110 km/h. Ma le auto sono obbligate a superare i mezzi
È tutto in regola? pesanti, anche sforando il tetto dei 110: infatti, i pneuma-
tici dei tir alzano parecchia acqua, riducendo la visibilità.

2
A Il segnale specifica la direzione del vento: come si ve-
Sul viadotto de dal disegno, è laterale rispetto al viadotto. Di conse-
autostradale guenza, bisogna affiancarsi a un altro veicolo, in modo ta-
nella fotografia le che le folate lungo il cavalcavia trovino uno “scudo”.
n.1, è installato
B Il cartello annuncia la presenza di un campo d’aviazio-
il cartello
ne o di un aeroporto. Per via degli atterraggi e dei decolli,
triangolare
potrebbero arrivare raffiche di vento sul viadotto: massima
che vedete
attenzione, specie in presenza di aerei o elicotteri.
nell’immagine 2:
che cosa indica? C Il “triangolo” segnala un tratto di strada soggetto a for-
1 2 ti raffiche di vento laterale: massima prudenza, quindi.

3
A Sì: un comportamento non solo permesso, ma anche
Per eliminare obbligatorio. L’obiettivo del legislatore è migliorare la si-
la brina, curezza stradale: infatti, se l’automobilista pulisce bene il
l’automobilista parabrezza anche d’inverno, la visibilità è ottimale.
raschia il
B Dipende. Fuori città, questo comportamento è lecito. Vi-
parabrezza dopo
avere avviato ceversa, in città è vietato tenere acceso motore a vettura
il motore e azionato ferma: si contribuisce a peggiorare la qualità dell’aria.
il riscaldamento. C No. L’auto, durante la sosta, non deve avere il motore
Può farlo? avviato, allo scopo di mantenere in funzione l’impianto di
condizionamento dell’aria. Sia d’estate sia d’inverno.

risposte
ro (articolo 157 del codice della strada). multa di 42 euro (articolo 141 del codice). euro (articolo 142 del codice della strada).
freddarlo. Per chi sgarra, multa di 223 eu- cessaria prudenza, viene punito con una le ammende pecuniarie, si va da 42 a 847
per riscaldare l’abitacolo, d’estate per raf- spetta il segnale, guidando senza la ne- all’eccesso di velocità: considerando solo
d’aria. Il divieto vale sempre: d’inverno loro ampia superficie laterale. Chi non ri- mali 130 km/h. La multa varia in base
funzione l’impianto di condizionamento santi, più soggetti a sbandare per via della qualsiasi tipo di precipitazione, contro i nor-
sta dell’auto, allo scopo di mantenere in causa delle raffiche. E occhio ai mezzi pe- che è il limite sulle autostrade in caso di
3
nere il motore acceso, durante la so-
La risposta giusta è la C. È vietato te-
2
non perdere il controllo dell’auto a
La risposta esatta è la C. Attenzione a
in regola se viaggia sotto i 110 km/h,
La risposta esatta è la B. Il guidatore è
1

138 In collaborazione con Valerio Platia, titolare di autoscuola


MANUTENZIONE TAGLIANDI INVERNALI

Più tranquilli
con i controlli
C’è ancora tempo per approfittare dei check-up
proposti dalle case. Sono utili per evitare sorprese

L
’inverno è un periodo diffici- zole tergicristallo al parabrezza. struttori di automobili offrono con-
le per l’auto. Le condizioni CI VUOLE OCCHIO trolli a prezzi prefissati. E, se rile-
meteorologiche rischiano di Per viaggiare in sicurezza è bene vano la necessità di una riparazio-
comprometterne il funzionamento, programmare un check-up specifi- ne, vi avvertono: sarete voi a de-
specie se la si lascia all’aperto gior- co per l’inverno, affidandosi a cidere se dare o meno via libera
no e notte. Un’improvvisa gelata esperti che verifichino lo stato del- all’intervento. Se ancora non avete
può dare il colpo di grazia alla bat- la vettura, cercando di cogliere i provveduto, ecco le verifiche pro-
teria, ghiacciare il liquido lavavetri possibili segnali d’usura e preveni- poste da alcune case e dalla rete
o semplicemente incollare le spaz- re problemi più gravi. Alcuni co- di officine indipendenti Midas.

ISUZU RENAULT SKODA MIDAS


Winter Check Kit ruote invernali Check-up inverno Promo: Frena!
❱❭ LE VERIFICHE
Propone 32 controlli, tra cui: cinture, Oltre a sconti su pastiglie dei freni Verifiche per: fari, clacson, tergicristal- Sconto del 10% su dischi e pastiglie
luci, clacson, “clima”, cruscotto, alza- anteriori (€ 69) e dischi (€ 165) per lo, impianto di raffreddamento, batte- Midas “Origin’All”, con prezzi da € 28
vetro, tergicristallo, freno a mano, gio- le Twingo immatricolate prima del 31 ria, impianto frenante, scarico, pneu- a 180. Inoltre, check-up gratuito che
co volante, olio motore, filtro aria, flu- gennaio 2015, la casa offre quattro matici e ruota di scorta, motore, livello comprende i seguenti controlli: rabboc-
idi (lavavetri, servosterzo, freni, frizio- cerchi in lega con gomme da neve olio motore, “clima”, sottoscocca, pa- co liquidi (lavavetri, servosterzo, raffred-
ne), cinghie, radiatore, cerchi e gom- BF Goodrich G-Force Winter 2 a € rabrezza, verniciatura, serrature, rive- damento), pressione e usura gomme,
me, pastiglie freni, controlli sottoscoc- 800, con finanziamento da 6 o 12 ra- stimenti sedili, kit d’emergenza, map- fari, batteria, freni, livello olio motore,
ca (motore, differenziale e serbatoio). te, senza anticipo (taeg 8,71%). pe del Gps. Alla fine, giro di prova. ammortizzatori, scarico, tergicristallo.

❱❭ IN OMAGGIO
Il programma prevede un regalo a sor- Non sono previsti omaggi. App per conoscere lo stato dell’auto Tutti i controlli previsti dal check-up.
presa per chi aderisce all’iniziativa. dallo smartphone e kit per la pulizia.

❱❭ COSTO
Gratuito 800 euro 36,50 euro da 28 a 180 euro
❱❭ VALIDITÀ E CONTATTI
Fino al 29 febbraio. Fino al 31 gennaio. Fino al 30 aprile. Fino al 29 febbraio.
L’offerta riguarda tutti i pick-up D-Max Per informazioni, numero verde: Per informazioni, numero verde: Per informazioni, numero verde:
della casa giapponese, senza distin- tel. 800 904409. tel. 800 100600. tel. 800 010296 (attivo dal lunedì al
zione di serie o versione. Sito internet: www.renault.it Sito internet: www.skoda.it venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 al-
Sito internet: www.isuzu.it le 17). Sito internet: www.midas.it

139
USATO FACCIA A FACCIA KIA PICANTO O SKODA CITIGO?

Sono tascabili,
e pure ospitali
Accoglienti nonostante le piccole dimensioni, fanno spendere poco.
Ma una è più curata. E l’altra assicura una maggiore piacevolezza di guida

Del 2017
vale
€ 6.100
EURO 6

KIA PICANTO
NEL SUO PICCOLO... È SPAZIOSA E BEN FATTA. MA NON VIVACE 1.0 Cool
La terza generazione della citycar orientale ha un look equilibrato, e offre Nel 2017 costava � 12.950
notevole spazio ai passeggeri e ai bagagli. Il suo 1.0 a tre cilindri è flui- Carburante/cm3 /n. cilindri benzina/998/3
do e poco rumoroso, ma anche poco brillante. Nel traffico l’auto è agi- Potenza kW (CV)/giri 49 (67)/5500
le e non affatica; l’abitacolo risulta isolato a dovere dalle asperità. Evi- Velocità max km/h 161
dente, però, il rollio, quando si affrontano le curve con un certo piglio. 0-100 km/h secondi 14,3
NON TI FA MANCARE NULLA Consumo medio km/l 22,7
Il ricco allestimento Cool (che consigliamo) ha di serie sei airbag, i fen- Lungh./largh./alt. cm 360/160/149
dinebbia, i cerchi in lega di 14”, il cruise control e l’utile retrocamera. Capacità bagagliaio litri 255/1010

Nata nel 2017; in produzione

140
P
er muoversi agilmente nel SOBRIETÀ E ACCOGLIENZA lometri con un litro di benzina.
traffico cittadino, spenden- Entrambe hanno un abitacolo e un BUONI AFFARI IN VISTA
do cifre tutt’altro che esage- baule ampio in relazione alle dimen- Esemplari di tre anni equipaggia-
rate, ecco Picanto e Citigo, due sioni esterne. In questo vince la co- ti a dovere (cercate vetture con la
auto quasi... tascabili: sono lunghe reana, che sfoggia pure un’immagi- frenata automatica d’emergenza,
solo 360 cm. La prima è tra le ne più attuale; inoltre, è rifinita me- era optional) si trovano intorno ai
citycar più interessanti della nuo- glio. La Skoda è più piacevole da 6.000 euro. Se ben tenuti, dovreb-
va generazione. L’altra, nata ormai guidare, anche perché ha un pizzi- bero avere ancora una lunga vita
nove anni fa, si difende ancora be- co di vivacità in più. In fatto di con- davanti a sé: sia la Citigo sia la Pi-
ne: da poco ha cambiato denomi- sumi, i due motori (1.0 a tre cilindri) canto sono nel complesso affida-
nazione (Citigoe) ed è disponibile si equivalgono, con una percor- bili. E, di solito, quelle usate han-
solo con motore elettrico. renza media omologata di 22,7 chi- no poca strada nelle ruote.

Del 2017
vale
€ 6.500
EURO 6

SKODA CITIGO
1.0 Design Edition 5p SU STRADA VA BENE, DENTRO NON ENTUSIASMA
Nel 2017 costava � 12.965 Le forme sono un po’ anonime, ma la Design Edition si distingue per il tetto,
Carburante/cm3 /n. cilindri benzina/999/3 i retrovisori e i cerchi in lega (di 15”) di colore nero. L’abitacolo, abbastan-
Potenza kW (CV)/giri 55 (75)/6200 za spazioso, è spartano, con lamiere a vista e vetri posteriori apribili a
Velocità max km/h 172 compasso. Lo sterzo preciso, il cambio che si manovra bene e le sospensio-
0-100 km/h secondi 13,2 ni “ferme” rendono la guida piacevole, benché il motore non faccia miracoli.
Consumo medio km/l 22,7 CON UN OCCHIO ALLA TECNOLOGIA
Lungh./largh./alt. cm 360/165/148 Non male la dotazione: sensori di distanza posteriori e climatizzatore sono
Capacità bagagliaio litri 251/959 di serie. E il telefono si può fissare alla plancia, per usarlo come navigatore.
Prodotta dal 2012 al 2019 Dati dichiarati dalle case. Quotazioni fornite da Eurotax (www.motornet.it)

141
USATO FACCIA A FACCIA KIA PICANTO O SKODA CITIGO?

KIA PICANTO SKODA CITIGO


Affidabilità
IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO QUALCHE PROBLEMA DI TRASMISSIONE
In vendita da meno di tre anni (è nata proprio nel 2017, l’anno La vettura ceca ha avuto alcuni difetti di gioventù, che nel corso
a cui si riferisce il confronto), l’auto si sta rivelando affidabile. E degli anni sono stati eliminati: le auto del 2017 erano ormai “ma-
non deludono neppure i primi esemplari prodotti. Tra i pochi pro- ture” e collaudate. Grattacapi erano arrivati dalla trasmissione: pre-
blemi finora evidenziati figurano i dischi dei freni che rimangono mendo e rilasciando il pedale della frizione, talvolta, si avvertiva
bloccati per qualche istante, dopo che è stato rilasciato il peda- un rumore metallico che imponeva la sostituzione del cuscinetto
le (in alcuni casi è stata sostituita la servoassistenza). Altro difet- reggispinta. Qualche noia ha riguardato il cambio robotizzato: in
to abbastanza comune: l’accensione della spia che invita ad al- alcuni casi, la leva si bloccava in prima o in retromarcia. Segna-
lacciare le cinture di sicurezza, anche se sul divano non è seduto lati pure (rari) problemi al climatizzatore, risolti in garanzia sosti-
nessuno. La batteria soggetta a scaricarsi rapidamente e l’usura tuendo il compressore (rumoroso quando in funzione). E non sono
irregolare dei pneumatici, noti punti deboli della serie preceden- mancate lamentele per l’eccessiva usura dei dischi dei freni an-
te, paiono non interessare, sinora, il modello di cui ci occupiamo. teriori, ma solo nei primi mesi di produzione (cioè sino al 2012).

Vita a bordo
QUI C’È PIÙ CURA NEI DETTAGLI IMPONE QUALCHE RINUNCIA
L’abitacolo è moderno e non bril- Considerando la grandezza del-
la per vivacità, ma è ampio per la carrozzeria, lo spazio è buono,
un’auto di queste dimensioni e ma inferiore a quello della riva-
non privo di una certa eleganza, le; dietro, anche due adulti godo-
rimarcata dagli inserti color allu- no di un certo agio, ma il comfort
minio nella plancia e nella parte risulta penalizzato dalla scomoda
bassa del volante. Apprezzabili i materiali e le finiture; belli ma fa- apertura a compasso dei finestrini. Le finiture badano più al sodo
cili a macchiarsi i rivestimenti dei sedili. Lo schermo a sfioramento che all’apparenza: i montaggi sono curati, ma non mancano par-
di 7”, a sbalzo, del ricco sistema multimediale è ben visibile oltre ti in lamiera “nuda”. Sopra la consolle, con le manopole del “cli-
che facile da raggiungere. Il divano (in due parti asimmetriche) ma” manuale e il display di 5”, il supporto dedicato a ospitare lo
consente a due adulti di viaggiare comodi: lo spazio per gambe e smartphone. L’accesso al baule (ampio ma appena più piccolo di
testa non è male. Il baule, ampio (255/1010 litri) e di forma rego- quello della Kia: da 251 a 959 litri) è agevole; manca, tuttavia, la
lare, è ben rifinito e ha l’apertura squadrata. Nella posizione più cordicella che solleva la cappelliera all’apertura del portellone,
bassa del piano di carico si guadagnano 13 cm in altezza. e la soglia di carico (un po’ alta) non è protetta: occhio ai graffi.

10/34 cm
7/33 cm

distanza da terra 72 cm distanza da terra 76 cm


142
KIA PICANTO SKODA CITIGO
Motori
“CATTIVELLA” CON IL TURBO C’È ANCHE A METANO
Il 1.0 a tre cilindri a benzi- L’unico propulsore disponibi-
na da 66 CV della versione le, sin dal debutto, è un mo-
presa in esame è tranquillo, derno 1.0 a benzina a tre ci-
ma se la cava piuttosto be- lindri, abbinabile anche alla
ne in tutte le situazioni, ed è trasmissione robotizzata a
anche disponibile nella va- cinque rapporti (opzione pre-
riante a doppia alimentazione (a benzina e a Gpl); è interamen- clusa alla sfidante coreana che è proposta soltanto con il cambio
te in alluminio e ha la distribuzione a quattro valvole per cilindro manuale, anch’esso a cinque marce). Nella versione da 75 caval-
(come il 1.0 della Skoda). C’è anche quello da 101 cavalli, a inie- li si fa apprezzare per quel pizzico di vivacità, che, invece, manca
zione diretta e con il turbo, denominato T-GDi, che ha sostituito il alla variante da 60. Dal 2013 c’è pure a doppia alimentazione (a
meno vivace (e più assetato) 1.2 a quattro cilindri da 83 CV, rima- benzina e a metano): tutt’altro che brillante (dai suoi 68 cavalli
sto in produzione per un anno con scarso successo. non bisogna aspettarsi troppo) è, in compenso, davvero economo.
Sicurezza
PROTETTIVA ANCHE PER CHI SIEDE DIETRO NEGLI ANNI SI È AGGIORNATA
Nei crash test dell’Euro NCAP ha ottenuto quattro stelle nel 2017 Più datata della rivale, nel 2011, quando fu sottoposta per la prima
(confermate nell’aggiornamento dell’anno successivo) grazie anche volta ai crash test dell’Euro NCAP, ottenne il punteggio massimo (cin-
all’Advanced Driving Assistance (optional) che comprende il sistema que stelle), mentre in quelli del 2019 ne ha ottenute soltanto tre. La
antitamponamento: se rileva un ostacolo, richiama l’attenzione con valutazione risente dei nuovi criteri di giudizio, applicati, per esem-
un allarme; in assenza di reazioni, fino a 80 km/h frena automatica- pio, all’aggressività del corpo vettura nei confronti dei pedoni in ca-
mente sino a fermare la vettura; a velocità superiori la rallenta. I giu- so d’investimento frontale, e della carenza di cuscini salvavita (di-
dizi inerenti la salvaguardia versamente che nella Kia, man-
dei passeggeri e dei pedoni cano gli airbag per la testa per i
sono nel complesso buoni; passeggeri posteriori). La frena-
tuttavia, la protezione del to- ta automatica d’emergenza, che
race del guidatore è un po’ aiuta a evitare i tamponamenti in
sotto la media. Sin dal lan- città (è attiva tra i 5 e i 30 km/h),
cio, l’auto ha di serie sei air- è disponibile come optional dal
bag (tra cui quelli a tendina 2017: cercatene una dotata di
anteriori e posteriori). questo importante dispositivo.
Mercato
PIACE POCO POTENTE E SI TROVA A BUON PREZZO MOLTO MEGLIO A CINQUE PORTE
La citycar corena sta riscuotendo un buon successo, ed è apprez- Non ha certo conosciuto il successo della “sorella” Volkswagen up!
zata anche di seconda mano (sul mercato dell’usato solo la ver- e non è così facile da trovare usata; comunque, gli esemplari di se-
sione “base” viene un po’ snobbata). È scambiata soprattutto tra conda mano non restano mai a lungo in attesa di un compratore,
privati e a prezzi non esagerati: la svalutazione non è delle più specialmente se hanno la carrozzeria a cinque porte. La più richie-
contenute. A trovare il favore dei clienti è soprattutto la 1.0 a ben- sta, tra la versione da 60 e quella da 75 cavalli, è la prima; inte-
zina (anche a Gpl) da 66 cavalli. Meno appetibile, invece, la 1.0 ressante notare che le quotazioni dell’usato sono le stesse, anche
T-GDi, nonostante il buon motore; praticamente introvabile la 1.2. se la più potente aveva un prezzo di listino superiore di 500 euro.

IN CONCLUSIONE
AFFIDABILITÀ DIFFUSIONE RIVENDIBILITÀ VITA A BORDO MOTORI SICUREZZA
KIA
PICANTO

SKODA
CITIGO

La progettazione datata spiega sti dietro) e “vita a bordo” , do- dabilità la vettura ceca sconta valutazioni vengono assegnate
il “disco giallo” ottenuto dalla ve si riscontrano scomodità co- soprattutto i problemi di gioven- in relazione alla categoria e al
Skoda alle voci “sicurezza” me i vetri posteriori apribili a tù (di cui non soffrono, comun- prezzo delle vetture, conside-
(niente airbag per la testa ai po- compasso. Sul fronte dell’affi- que, gli esemplari del 2017). Le rando tutti i motori, dal debutto.

143
SAPER COMPRARE USATO BMW X3

Se non è... “d’annata”


non ti darà sorprese
Noie alla distribuzione dei 2.0 diesel o a benzina, rumori all’avantreno e infiltrazioni d’acqua
dal tetto apribile hanno colpito più volte. Ma soltanto nella fase iniziale della produzione

L
anciata nel 2010 e uscita di sce- la valvola Egr, quella che rimette in deva negli ammortizzatori anteriori
na tre anni fa, la seconda edi- circolo parte dei gas di scarico per o nei cuscinetti delle ruote.
zione della suv tedesca qual- ridurre le emissioni inquinanti (la ca- QUALCHE SVISTA DI TROPPO
che inconveniente meccanico lo ha sa è intervenuta con un richiamo). Non erano rare, nelle auto immatri-
avuto. Fino al 2012, per esempio, Cedimenti della pompa dell’acqua, colate prima del restyling del 2014,
la catena di distribuzione del 2.0 a infine, per il 3.0 a benzina. le infiltrazioni d’acqua nei fari e
gasolio delle 18d e 20d si allenta- FASTIDIOSO, QUEL “CONCERTINO” nell’abitacolo attraverso il tetto apri-
va: un difetto (condiviso con il meno Ai rumori metallici provenienti bile. Segnalata pure una certa fragi-
diffuso 2.0 turbo a benzina) che po- dall’avantreno degli esemplari più lità dello sportello del vano porta-
teva causare gravi danni. Frequenti, anziani si poneva rimedio (di solito, oggetti ricavato di fronte al passeg-
nelle auto del 2015 e 2016, anche i in garanzia) sostituendo la scatola gero anteriore (la plastica tendeva
trafilaggi di liquido refrigerante dal- guida. Più raramente la causa risie- a deformarsi nella parte inferiore).

Nel 2014, restyling e diesel potenziati UN MIX “INCENDIARIO”


Trafilaggi di liquido refrigerante dalla
Al lancio i motori sono due, abbinati alla trazione integrale xDrive: a
❱❭2010benzina, il 3.0 da 306 CV (35i); a gasolio, il 2.0 con 184 CV (20d). valvola Egr si sono a volte combina-
ti con residui carboniosi, provocan-
La versione “base” ha di serie sei airbag,“clima”, cerchi in lega di 16”; l’Eletta aggiun- done l’incendio (e la conseguente
ge il climatizzatore bizona e il cruise control; la Futura, i fari bixeno e il navigatore. fusione del collettore d’aspirazione
Debuttano due 3.0 da 258 CV: a benzina, per la 28i; a gasolio, per
❱❭2011 la 30d. Sono proposti col cambio automatico e la trazione 4x4.
in plastica). Numero di telaio alla ma-
no, controllate nel sito www.unrae.it
Completano la gamma il 2.0 turbo a benzina da 184 CV della xDri- (sezione richiami) se il problema ri-
❱❭2012 ve20i, la versione da 143 CV del 2.0 a gasolio (18d, solo con la guarda l’auto che vi interessa.
trazione posteriore sDrive) e il 3.0 diesel da 313 della 35d (esclusivamente 4x4).
Col restyling cambia il frontale: i fari si allungano verso la masche-
❱❭2014 rina. Un nuovo 2.0 a benzina da 245 cavalli prende il posto del
3.0, sotto il cofano della 28i; la 20i da 184 CV si può avere anche a trazione po-
steriore (sDrive). Per il 2.0 a gasolio, iniezione di potenza: 7 cavalli in più per la
18d, 6 per la 20d. Gli allestimenti cambiano nome:“base”, Business, xLine e Msport.
Al 3.0 diesel da 258 CV (30d) si affianca una versione da 249 CV
❱❭2015 che, diversamente da quella più potente, non paga il “superbollo”.
Nel penultimo anno di vita dell’auto, la gamma inizia a “sfoltirsi”:
❱❭2016 esce di scena la versione da 245 CV (28i) del 2.0 a benzina.

Sono a gasolio i motori più diffusi nel 2016


18d: PIÙ DOCILE CHE BRILLANTE sinvoltura i sorpassi a pieno carico. Bas-
Il meno potente tra i diesel non mette a si i consumi ufficiali: 18,5 km/l in me- MOTORI “SCATENATI”
disposizione molti cavalli (ne sviluppa dia; ma noi ne abbiamo rilevati 12,8. I 2.0 a benzina o a gasolio sono
150), ma lo fa fluidamente, erogandoli 30d: QUASI SPORTIVO afflitti da perdite di tensione della
sin oltre i 4000 giri. La percorrenza me- Con 249 CV, il 3.0 diesel (disponibile so- catena di distribuzione. Se trascu-
dia omologata è di 20 km con un litro. lo con il cambio automatico) a sei cilindri rato, questo difetto (“segnalato” da
20d: “CORPOSO” E VIVACE spinge con forza, anche ai bassi regimi. un’evidente rumorosità metallica)
Nella variante con 190 CV, il 2.0 a ga- Pur restando, secondo la casa, sobrio: 16,9 può danneggiare pistoni, valvole,
solio consente di affrontare con più di- km/litro è il consumo medio omologato. alberi a camme e bilancieri.

144
È invecchiata bene: trova QUALE SCEGLIERE
ancora facilmente acquirenti xDrive20d xLine aut.
La suv tedesca, anche se ormai piuttosto
RIVENDIBILITÀ
“datata”, piace ancora a molti, specie con
del 2015: € 18.000
i 2.0 diesel da 150 o 190 CV. Ma non
6

ro
DISCRETA
DIFFICILE
Disponibilità: buona

OTTIMA
SCARSA

eu
mancano estimatori anche per il 3.0 a

BUONA
gasolio, nella variante da 249 cavalli.
È GRADITO L’ABITO... SPORTIVO DATI DICHIARATI
Quasi tutte le vetture so- Carburante gasolio Consumo in città km/l 16,3
no a trazione integrale e 18d (150 CV) Cilindrata cm3 1995 Consumo medio km/l 18,5
con il cambio automati- 20d (190 CV) Potenza kW (CV) 140 (190) Lunghezza cm 466
co; richiesto pure il grin-
integrale Larghezza cm 188
toso allestimento Msport. 30d (249 CV)
Trazione
Velocità massima km/h 210 Altezza cm 166
Da 0 a 100 km/h secondi 8,1 Peso kg 1730
Serbatoio litri 67 Bagagliaio litri 550/1600
SECONDO NOI Prodotta dal 2010 al 2017
VALE LA PENA COMPRARLA?
PREGI FINITURE Notevole l’atten-
zione per i materiali e gli
DOTAZIONE Presenta al- DIFETTI
cune lacune: per esem- È una suv spaziosa e ben fatta. Il 2.0 a gasolio è brillante e affidabile (nel
assemblaggi, zone nascoste comprese. pio, il sistema per disattivare l’airbag ante- 2015 le noie alla catena di distribuzione erano state risolte). Gli esemplari
STERZO È preciso, anche quando non ha il riore destro è soltanto a pagamento. con il cambio automatico, assai apprezzati, valgono 2.000 euro in più; cer-
sistema di demoltiplicazione variabile. PRATICITÀ Mancano i ganci appendiabito catene uno col cruise control adattativo (optional), utile a chi viaggia molto.
TENUTA DI STRADA Molto buona: le rea- nel soffitto e il divano non è scorrevole. TASSA DI POSSESSO
zioni della vettura sono sempre sincere, RUMOROSITÀ In piena accelerazione, il (in base all’aliquota nazionale più diffusa) � 412,8
anche nella guida più sportiva. 2.0 diesel fa sentire troppo la sua “voce”.
COSTI DELLE RIPARAZIONI (forniti da Eurotax)
I GUASTI PIÙ MECCANICA PREZZO € MATERIALI DI
CONSUMO €
ORE DI TOTALE €
LAVORO*

FREQUENTI Alternatore
Ammortizzatori anteriori
1.266
870
38
26
48’
3
1.358
1.100
Ammortizzatori posteriori 581 17 2 e 12’ 748
Centralina di iniezione 1.749 52 12’ 1.815
Compressore del “clima” 1.293 39 1 e 24’ 1.427
Freni anteriori (pastiglie) 214 6 48’ 275
Freni anteriori (dischi) 431 13 1 512
Frizione 549 16 3 e 48’ 824
Kit catena di distribuzione 85 3 16 1.175
Motore 12.047 361 12 e 24’ 13.251
Motorino d’avviamento 596 18 1 682
Turbocompressore 2.109 63 1 e 48’ 2.295
CARROZZERIA
Cofano 980 29 6 e 48’ 1.472
Faro anteriore 531 16 1 e 12’ 629
Fanale posteriore 229 7 18’ 256
Motorino degli alzacristallo 416 12 1 e 6’ 504
Parabrezza 604 18 2 e 30’ 792
Parafango anteriore 431 13 4 e 48’ 771
Paraurti posteriore 876 26 1 e 6’ 564
Retrovisore esterno 439 13 2 e 42’ 636
Set di serrature 190 6 48’ 250
Vetro porta anteriore 167 5 48’ 226
SE... “ROMPE LE SCATOLE” QUI SI VA “A MOLLO” *A 68 euro l’ora, costo medio della manodopera nelle carrozzerie e officine convenzionate con la casa
Non poche, per le vetture prodotte Specie alle basse temperature, il
nei primi tre anni, le segnalazioni tetto apribile può essere fonte di QUOTAZIONI
di rumori all’avantreno: la sostitu- cigolii (risolvibili applicando in euro per chi compra dalla concessionaria (fornite da Eurotax)
zione della scatola dello sterzo tamponi isolanti). I suoi canali di
(eseguita solitamente in garanzia) drenaggio, poi, s’intasano facil- 2017 2016 2015 2014
ha eliminato l’inconveniente nella mente, scaricando nell’abitacolo
maggior parte dei casi. una parte dell’acqua raccolta. 23.500 21.000 18.000 15.000

145
DITELO

LE VOSTRE PROTESTE Scrivete a:


La vostra auto nuova ha subito guasti o aveva 1 segnalare il problema (anche nei suoi eventuali sviluppi compilando l’apposita scheda
finiture non perfette? Segnalateci il problema successivi) all’ufficio clienti della casa; www.alvolante.it/ditelo-alvolante
solo se la vettura è in garanzia, compilando 2 compilare la scheda in tutte le sue parti (indicando
l’apposita scheda nel nostro sito. Importante: il modello dell’auto, la targa e il nome del rivenditore); RICORDIAMO AI LETTORI CHE SONO RESPONSABILI DELLE
autorizzateci a trasmettere i vostri dati perso- 3 allegare eventuali lettere inviate o ricevute dalla casa; NOTIZIE COMUNICATE E DELLE OPINIONI ESPRESSE.
nali alla casa automobilistica e a pubblicarli. 4 descrivere l’accaduto in modo sintetico ma esaustivo. LA PUBBLICAZIONE DELLE LETTERE E DELLE
In aggiunta, potete fornirci una o più fotografie (di buona qualità). FOTOGRAFIE È SUBORDINATA ALLE ESIGENZE
Così, pure, è indispensabile: DI IMPAGINAZIONE DEL GIORNALE.

CHI RISPONDE CITROËN C3 1.2 PureTech S&S EAT6


E CHI NO CAMBIO ROTTO, LUNGA ATTESA CON DISAGIO FINALE CASO
Abarth................................ (10-10) determinato
RISOLTO
MA...
Alfa Romeo ................. (184-184)
Audi ......................................... (108-54) Mentre sono in viaggio verso vettura venisse recapitata al
BMW ............................................(78-31) Trapani, avverto un forte ru- mio domicilio: sono invalido e
Citroën .........................(208-204) more metallico proveniente non posso muovermi. Possibi-
dal cambio. Il motore va in le che non si possa fare nulla?
Dacia ................................ (34-34)
protezione (non si superano i Luigi Gallo, Catania
DR ........................................... (4-4) 40 km/h) ma riesco ugual-
Fiat ...................................(631-631) mente a giungere a destina- La casa: consegnata
Ford .................................(376-372) zione e contatto il servizio clienti, che invia L’auto, ripristinata, è stata trasportata gra-
Great Wall........................... (2-2) un carro attrezzi per il trasporto dell’auto tuitamente al domicilio del lettore.
Honda ..................................... (46-46) alla concessionaria Supercar di Paceco
Hyundai ......................... (151-150) (Trapani). La vettura di cortesia la ottengo Il cliente: chi la dura la vince
Infiniti .................................... (5-5) solo il primo giorno, per rientrare a casa; Sì, è arrivata, ma dopo un mese e varie te-
Isuzu.........................................(1-1) mi verrà assegnata nuovamente solo dopo lefonate al servizio clienti. E il motore è an-
Jaguar....................................... (10-10) dieci giorni, una volta accertato che il con- dato di nuovo in protezione. Per fortuna, al-
Jeep ...................................(84-84) vertitore di coppia è da sostituire. Ma l’o- la GICA di Caltanissetta sono rapidi e in due
Kia ............................................... (121-97) dissea non è finita: trascorre quasi un me- giorni di lavoro l’hanno sistemato.
Lancia ........................... (103-103) se e mezzo e mi chiama la Supercar per
Land Rover.......................... (58-45) avvisarmi che l’auto è pronta. Posso quindi Tutto è bene quel che fi-
Lexus................................................ (1-1) recarmi da loro per ritirarla. Ma gli accordi nisce bene. Ma si pote-
Mahindra ............................ (3-3) erano altri: mi era stato promesso che la vano evitare al lettore un po’ di disagi.
Maserati ................................(1-1)
Mazda .............................. (64-64)
IL CASO
Mercedes..................... (148-145)
Mini ............................................. (26-15) DEL MESE JAGUAR
Mitsubishi........................ (30-29) L’AUTO DI CORTESIA GLI È COSTATA (MOLTO) CARA
Nissan ............................ (169-168)
Opel ............................... (356-356) allibito
Peugeot ....................... (264-264) Per il tagliando della dopo l’accaduto, ritiene il dispositi-
Porsche ................................ (7-7) mia Jaguar F-Pace scel- vo perfettamente funzionante, pur
Renault..........................(287-287) go la Iperauto Bergamo non effettuando un controllo appro-
Seat ........................................... (86-57) (l’acquisto, però, l’avevo fondito. E, a fronte di un danno suc-
Skoda....................................... (52-33) fatto alla Euromix Mo- cessivamente quantificato in circa
Smart................................. (23-23) tors di Trento) e mi vie- 3.000 euro, devo versare una fran-
SsangYong ......................... (7-7) ne assegnata una Jaguar E-Pace di corte- chigia di 750 euro.
Subaru .......................................(17-13) sia con il cambio automatico. Ritirata la Vincenzo Giglio, Ranica (BG)
Suzuki ................................ (52-52) quale, mentre ero con un amico, mi appre-
Toyota ............................ (135-134) sto ad affrontare un parcheggio parallelo al
Volkswagen .................... (312-138) marciapiede, tra altre due vetture. Selezio-
no la modalità Park Assist e, all’improvvi-
Volvo ...................................(27-24)
so, la mia auto ingrana la “retro” decisa e
I NUMERI TRA PARENTESI INDICANO I “CASI” DI AUTO-
MOBILI IN GARANZIA CHE ABBIAMO AFFRONTATO DAL finisce contro un palo, danneggiando visto-
GENNAIO DEL 2000, E LE RISPOSTE RICEVUTE DALLE samente la carrozzeria. Il personale della
AZIENDE. NON SEMPRE, PERÒ, I COSTRUTTORI HANNO concessionaria, a cui mi sono rivolto subito
RISOLTO I PROBLEMI CHE CI ERANO STATI SEGNALATI.

146
RECLAMI IN PILLOLE
HYUNDAI i10 1.0 Jeep Renegade 2.0 Multijet
CASO
QUATTRO MESI PER SOSTITUIRE LA DISTRIBUZIONE RISOLTO Un cavo più raro di un diamante
MA... Dopo aver subito il furto del navigatore, por-
stremato to la vettura alla concessionaria Spazio di
In occasione del tagliando La casa: scusate il ritardo Torino che me l’ha venduta e, dopo quattro
dei 30.000 km mi rivolgo Abbiamo effettuato la sostitu- mesi di fermo-auto non fa previsioni sui tem-
alla Au.To Meccanica di zione della catena di distribu- pi di riparazione: si sa solo che il fascio dei
Massa, dove ho comprato la zione senza alcun addebito. cablaggi (strappati durante il furto) non è di-
vettura, per segnalare l’ano- Ma, purtroppo, a causa di un sponibile. Marco Bocca, Torino
malia di un rumore metalli- disguido, i pezzi di ricambio La casa: missione compiuta
co proveniente dal motore: sono stati ordinati in ritardo. L’auto è a posto; in omaggio, un bonus per
come un ticchettio che au- la manutenzione o l’acquisto di accessori.
menta al crescere dei giri. Una non meglio Il cliente: ce l’hanno fatta Il cliente: ci hanno messo troppo
precisata “registrazione”, effettuata in offi- Alla fine, sono riuscito a ritirare la mia au- Il regalo è gradito, ma in totale ho aspet-
cina, non dà i risultati sperati e, a due set- tomobile finalmente a posto: il rumore è tato la bellezza di sei mesi. La concessio-
timane di distanza, contatto nuovamente stato eliminato. Certo che l’assistenza non naria non ha colpe, ma che pazienza!
l’Au.To Meccanica, che intende sostituire in è stata molto collaborativa: la soluzione è