Sei sulla pagina 1di 80

N O R M A I T A L I A N A CEI

Norma Italiana

CEI 3-27
Data Pubblicazione Edizione
1997-06 Seconda
Classificazione Fascicolo
3-27 3090 C
Titolo
Segni grafici da utilizzare sulle apparecchiature - Indice, sommario e
compilazione dei singoli fogli

Title
Graphical symbols for use on equipment
Index, survey and compilation of the single sheets

ELETTROTECNICA GENERALE E MATERIALI PER USO ELETTRICO

NORMA TECNICA

COMITATO
ELETTROTECNICO CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE • AEI ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA
ITALIANO
SOMMARIO
La presente Norma considera i segni grafici che sono: collocati sulle apparecchiature o sulle parti delle
apparecchiature, di qualsiasi genere, allo scopo di informare le persone che le utilizzano per quanto ri-
guarda sia la loro installazione che il loro funzionamento; collocati in posti o in luoghi di passaggio in cui
è probabile che persone si raggruppino o si spostino, per dar loro informazioni su come comportarsi,
tipo divieti, avvisi, regole o limitazioni; utilizzati anche nei documenti illustrativi, come piante, disegni,
mappe, schemi e documenti simili. Ha lo scopo di stabilire la forma, il significato e l’applicazione di segni
grafici uniformi.
La presente Norma costituisce la ristampa senza modifiche, secondo il nuovo progetto di veste editoriale,
della Norma pari numero ed edizione (Fascicolo 2643); essa incorpora le Varianti e/o Errata corrige pub-
blicate precedentemente in Fascicoli separati.

DESCRITTORI

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI


Nazionali

Europei (IDT) HD 243 S12:1995;


Internazionali (IDT) IEC 417:1973-01; IEC 417 A/M;
Legislativi

INFORMAZIONI EDITORIALI
Norma Italiana CEI 3-27 Pubblicazione Norma Tecnica Carattere Doc.

Stato Edizione In vigore Data validità 1995-10-1 Ambito validità Europeo


Varianti Nessuna
Ed. Prec. Fasc. Nessuna

Comitato Tecnico 3-Documentazione e segni grafici


Approvata dal Presidente del CEI in Data 1995-7-5
CENELEC in Data

Sottoposta a inchiesta pubblica come Documento originale Chiusa in data 1992-8-31

Gruppo Abb. 1 Sezioni Abb. A


ICS

CDU

LEGENDA
(IDT) La Norma in oggetto è identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT)

© CEI - Milano 1997. Riproduzione vietata.


Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza il consenso scritto del CEI.
Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di varianti.
È importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dell’ultima edizione o variante.
INDICE GENERALE
Rif. Argomento Pag.

SEZIONE
1 GENERALITÀ 1

1 OGGETTO 1

2 SCOPO 1

3 DESIGNAZIONE IDENTIFICATA 1

SEZIONE
2 INDICE ALFABETICO 2

SEZIONE
3 INDICE NUMERICO 12

SEZIONE
4 TAVOLA SINOTTICA DEI SEGNI GRAFICI 23

SEZIONE
5 APPLICAZIONE DEI SEGNI GRAFICI 30

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina iii
PREMESSA
La presente Norma contiene i segni grafici da utilizzare sulle apparecchiature o
parti di esse di qualsiasi tipo; essa consta della traduzione delle Pubblicazioni IEC
sopra indicate.
I segni grafici campione, secondo il modello di base della Pubblicazione IEC 416
(Norma CEI 3-28), da cui è possibile ricavare per via fotografica il negativo di
stampa, sono contenuti nella Pubblicazione IEC 417 reperibile presso la sede del
CEI a Milano.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina iv
1 GENERALITÀ
S E Z I O N E

1 OGGETTO

La presente Raccomandazione considera i segni grafici che sono:


a) collocati sulle apparecchiature o sulle parti delle apparecchiature, di qualsiasi
genere, allo scopo di informare le persone che le utilizzano per quanto ri-
guarda sia la loro installazione che il loro funzionamento;
b) collocati in posti o in luoghi di passaggio in cui è probabile che persone si
raggruppino o si spostino, per dar loro informazioni su come comportarsi,
tipo divieti, avvisi, regole o limitazioni;
c) utilizzati anche nei documenti illustrativi, come piante, disegni, mappe, sche-
mi e documenti simili.

2 SCOPO

La presente Raccomandazione ha lo scopo di stabilire la forma, il significato e


l’applicazione di segni grafici uniformi.

3 DESIGNAZIONE IDENTIFICATA

A ogni segno della presente Pubblicazione è attribuita una designazione codifica-


ta allo scopo di poter utilizzare sistemi di trattamento e di ricerca dell’informazio-
ne. In questa designazione codificata, la lettera “a”(1) del dimensionamento di
dettaglio deve essere sostituita dalla quota in millimetri richiesta, quando si rica-
vano questi segni grafici da elaboratori automatici.

(1) Vedi Premessa

CEI 3-27:1997-06 NORMA TECNICA


80 CEI 3-27:1997-06
Pagina 1 di 76
2 INDICE ALFABETICO
S E Z I O N E

Parole chiave Segno grafico n°


A. Abbassamento del braccio 5551
Agente di rigenerazione per l’addolcimento dell’acqua 5298
Agente di risciacquo 5299
Allarme urgente 5308
Allarme, generale 5307
Allineamento 5287
Allineamento girobussola 5198
Allineamento in strutture nella trasmissione numerica 5312
Allineamento relativo 5199
Alto livello d’acqua 5234
Altoparlante 5080
Altoparlante funzionante come altoparlante 5127
Altoparlante funzionante come microfono 5126
Altoparlante-microfono 5081
Ampiezza orizzontale dell’immagine 5065
Ampiezza verticale dell’immagine 5066
Amplificatore 5084
Amplificatore a valvola a onde progressive 5255
Amplificatore operazionale 5303
Antenna 5039
Antenna a telaio 5042
Apparecchiatura (medica) di categoria AP 5331
Apparecchiatura (medica) di categoria APG 5332
Apparecchiatura che contiene elementi logici 5304
Apparecchiatura di Classe III 5180
Apparecchiatura di classe 11 5172
Apparecchiatura di tipo BF 5333
Apparecchiatura di tipo BF protetta contro le scariche da defibrillazione 5334
Apparecchiatura di tipo CF 5335
Apparecchiatura di tipo CF protetta contro le scariche da defibrillazione 5336
Apparecchiatura per craniografia 5372
Apparecchiatura per mammografia 5375
Apparecchiatura per tomografia 5345
Apparecchiatura radiologica con supporto a terra 5366
Apparecchiatura radiologica sospesa al soffitto 5367
Apparecchio ausiliario indipendente di illuminazione 5138
Arresto (di un’operazione) 5110
Arresto della registrazione (segno semplificato) 5169
Arresto della registrazione 5101
Arresto dopo l’ultimo risciacquo 5229
Arresto rapido 5178
Arresto; disinserzione (messa fuori tensione) 5008
Ascolto 5211
Assistenza all’applicazione (rivela/nascondi) 5289
Attenuazione del livello dei segnali (vicina/remota) 5044
Attenzione, superficie rovente 5041
Attesa 5009
Audio 5182

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 2 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Auricolare 5076
Avanzamento normale 5107
Avanzamento rapido con visualizzazione 5470
Avanzamento veloce 5108
Avviamento (di un’operazione) 5104
Avviamento rapido 5177

B. Basso livello d’acqua 5235


Bilanciamento 5072
Bilanciamento dei bianchi 5558
Blocco 5280
Blocco delle telefonate in arrivo 5502
Braccio a C per radiodiagnostica 5373
Braccio a U per radiodiagnostica 5374

C. Cambia pellicole o cambia cassette 5362


Cambia pellicole o cambia cassette: funzionamento bidirezionale 5363
Camera di ionizzazione 5406
Cancellazione di dati da un supporto d’informazione
5165
(segno semplificato)
Cancellazione di dati da un supporto d’informazione 5097
Cancellazione di immagine 5477
Cancellazione generale 5503
Cassetta 5561
Centrifuga 5230
Chiamata di ricerca 5506
Chiamata in attesa 5252
Codice di selezione breve 5498
Colore (segno grafico distintivo) 5048
Comando automatico di frequenza 5046
Comando automatico di frequenza 5046
Comando radiografico 5328
Combinatore numerico 5281
Combinazione microfono-cuffia 5079
Comparatore 5306
Complesso radiante raggi X 5338
Complesso radiante raggi X: in emissione 5339
Conferenza 5250
Contrasto 5057
Controllo del colore 5060
Controllo del nastro dopo la registrazione 5099
Controllo del segnale d’ingresso durante la registrazione 5098
Controllo del segnale dopo la registrazione su un supporto d’informazioni
5167
(segno semplificato)
Controllo del segnale durante la registrazione su un supporto d’informazioni
5166
(segno semplificato)
Controllo del segnale durante la riproduzione da un supporto d’informazioni
5168
(segno semplificato)
Controllo della potenza di trasmissione 5149
Controllo della registrazione 5533
Controllo della trasmissione/ricezione 5150
Controllo durante la lettura o riproduzione del nastro 5100

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 3 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Conversazione 5210
Conversazione a tre 5500
Convertitore alternata-continua, raddrizzatore alimentazione sostitutiva 5003
Convertitore CC/CA 5194
Convertitore con corrente in uscita stabilizzata 5302
Convertitore con tensione in uscita stabilizzata 5284
Corrente alternata 5032
Corrente continua 5031
Corrente continua ed alternata 5033
Correttore di distorsione 5286
Culla del paziente: rotazione lungo il suo asse longitudinale 5398

D. Da non utilizzare nelle zone residenziali 5109


Dati video 5487
Demodulatore 5260
Descrambler 5421
Detersivo per lavastoviglie 5301
Diaframma a iride: aperto 5323
Diaframma a iride: chiuso 5324
Dipolo 5040
Direzione di marcia del nastro 5555
Disconnessione 5509
Dispositivi sensibili alle scariche elettrostatiche 5134
Dispositivo di compressione per radiodiagnostica 5348
Dispositivo di compressione per radiodiagnostica: in posizione rientrata 5351
Dispositivo di compressione per radiodiagnostica: movimento 5349
Dispositivo di compressione per radiodiagnostica: pressione applicata 5350
Dispositivo di controllo visivo d’immagine (monitor) 5051
Dispositivo di controllo visivo d’immagine a colori (monitor a colori) 5052
Dispositivo di interfaccia, generale 5424
Dispositivo di protezione contro le sovratensioni 5275
Dispositivo riduzione effetto mare (posizione di massimo) 5161
Dispositivo riduzione effetto mare (posizione di minimo) 5141
Dispositivo riduzione effetto pioggia (posizione di massimo) 5162
Dispositivo riduzione effetto pioggia (posizione di minimo) 5142
Dispositivo regolabile 5285
Dissolvenza 5537
Distante 5277
Distorsioni di fase 5278
Distribuzione TV via cavo 5560
Doppiaggio 5288
Due canali audio indipendenti 5559

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 4 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
E. Effetto o azione da un punto di riferimento 5025
Effetto o azione nei due versi a partire da un punto di riferimento 5027
Effetto o azione verso un punto di riferimento 5026
Effetto od azione nei due versi nella direzione di un punto di riferimento 5028
Effetto od azione non simultanei a partire da e verso un punto di riferi-
5029
mento
Effetto od azione simultanei a partire da e verso un punto di riferimento 5030
Effetto sonoro spaziale 5438
Elevazione del braccio 5550
Emettitore acustico sottomarino 5153
Emettitore di segnalazione 5256
Equipotenzialità 5021
Errore nel segnale di allineamento in strutture nella trasmissione numerica 5314
Esclusione audio 5436
Esclusione registrazione 5549
Espulsione 5459
Espulsore 5113

F. Ferma immagine 5467


Ferma immagine nell’immagine 5514
Filtro delle distorsioni di fase 5279
Filtro di soppressione, trappola 5185
Filtro o filtrazione di radiazione 5381
Filtro passa-alto 5091
Filtro passa-banda 5157
Filtro passa-banda a frequenza centrale regolabile 5158
Filtro passa-banda a larghezza di banda regolabile; comando di selettività 5159
Filtro passa-basso 5092
Filtro soppressore banda regolabile 5195
Filtro soppressore di banda 5160
Fine memorizzazione 5460
Fine nastro 5562
Fotogramma per fotogramma, segno grafico generale 5471
Frequenza di un segnale di allarme 5249
Frequenza di un segnale di prova, di identificazione o di comando 5258
Frequenza di un segnale di sincronizzazione 5259
Funzionamento bidirezionale alternato per radiodiagnostica 5365
Funzionamento bidirezionale simultaneo per radiodiagnostica 5364
Funzione di sincronizzazione 5267
Fusibile 5016

G. Generatore di armoniche 5272


Giradischi; fonografo 5543
Grandangolo 5539
Griglia antidiffusione 5352
Griglia antidiffusione: movimento 5353
Griglia antidiffusione: non utilizzata 5354
Gruppo (studenti, utilizzatori) 5189

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 5 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
I. Idrofono 5151
Illuminazione a bassa intensità 5321
Immagine elettronica: campo di riferimento 5412
Immagine elettronica: correzione del fattore di contrasto gamma 5413
Immagine elettronica: presentazione normale 5407
Immagine elettronica: presentazione rovesciata alto-basso 5409
Immagine elettronica: presentazione rovesciata alto-basso e destra-sinistra 5410
Immagine elettronica: presentazione rovesciata bianco-nero 5411
Immagine elettronica: presentazione rovesciata destra-sinistra 5408
Immagine fissa 5554
Immagini stroboscopiche 5318
Impulso corto 5130
Impulso lungo 5131
Indicatore della linea di fede 5128
Indicatore di ricezione del telecomando 5444
Indicatore di rilevamento 5133
Indicatore giroscopico 5196
Indicatore variabile della distanza 5145
Indicazione del tempo restante, timer programmabile 5443
Indicazione del tempo trascorso, timer programmabile 5132
Indicazione luminosa del campo di radiazione 5384
Indicazione luminosa del centro del campo di radiazione 5383
Informazione supplementare sullo schermo 5510
Ingrandimento di pagina 5478
Ingresso 5034
Ingresso video 5525
Ingresso/uscita 5448
Ingresso/uscita video 5521
Inibizione dell’allarme 5319
Inquadratura orizzontale 5063
Inquadratura verticale 5064
Insegnante, sorvegliante 5187
Inserzione dei segnali 5548
Intensificatore di immagini radiologiche 5376
Intensificatore di immagini radiologiche con ingresso stabilizzato 5377
Intensificatore di immagini radiologiche: assorbimento di gas 5380
Intensificatore di immagini radiologiche: campo intero di ingresso 5378
Intensificatore di immagini radiologiche: campo ridotto di ingresso 5379
Interruttore a pedale 5114
Interruttore di posizione con contatto di interruzione con manovra
5293
positiva di apertura
Interruttore portatile 5322
Interscambio 5292
Introduzione dei dati di un abbonato nella memoria locale 5251
Inversione automatica continua 5557
Inversione manuale 5556
Istruzione o correzione 5105

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 6 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
L. Lampada di segnalazione 5115
Lampada: illuminazione 5012
Lavaggio principale 5227
Lettore di compact disc 5544
Lettore di videodisco 5518
Limitatore del fascio con aperture separate degli otturatori 5387
Limitatore del fascio con chiusure separate degli otturatori 5388
Limitatore del fascio: aperto 5385
Limitatore del fascio: chiuso 5386
Linearità orizzontale 5068
Linearità verticale 5069
Livello sonoro 5535
Locale 5276
Luce di fondo 5541
Luce indiretta 5320
Luminosità 5056
Luminosità dei cerchi delle distanze 5144
Luminosità/contrasto 5435
Lunghezza o fine testo 5106

M. Macchia focale grande 5327


Macchia focale intermedia 5326
Macchia focale piccola 5325
Macchina fotofluorografica 5344
Manipolatore morse 5213
Mantenimento di pagina 5290
Marcatore 5170
Marcatore dei contorni 5059
Marcatore di impulsi su registratore a nastro 5102
Marcia-arresto (pulsante a due posizioni stabili) 5010
Marcia-arresto (pulsante a una posizione stabile) 5011
Marcia; inserzione (messa in tensione) 5007
Massa di telaio 5020
Meno: polarità negativa 5006
Menu 5511
Messa a fuoco 5055
Messa a fuoco: distanza breve 5578
Messa a fuoco: distanza lunga 5580
Messa a fuoco: distanza media 5579
Messa a fuoco: distanza molto breve 5577
Messa in attesa di una chiamata 5507
Microfono 5082
Microfono bidirezionale 5074
Microfono onnidirezionale 5073
Microfono stereofonico 5083
Microfono unidirezionale o cardioide 5075
Modem 5262
Modo immagine nell’immagine 5291
Modo ricezione mediante satellite 5464
Modo teletext 5463
Monofonico 5070

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 7 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Morsetto di riferimento del segnale 5173
Movimento in una direzione 5022
Movimento limitato nelle due direzioni 5024
Movimento longitudinale 5393
Movimento nelle due direzioni 5023
Movimento tomografico con emissione di raggi X 5402
Movimento tomografico senza emissione di raggi X 5401
Multistruttura nella trasmissione numerica 5311
Musica 5085

N. Normale 5433

O. Operazione di asciugatura o di riscaldamento 5237


Orologio, interruttore orario, timer 5184

P. Pagina precedente 5483


Pagina principale dell’indice 5476
Pagina successiva 5484
Pannello di comando principale 5263
Pausa; interruzione momentanea 5111
Paziente: corporatura minuta 5389
Paziente: corporatura normale 5390
Paziente: corporatura robusta 5391
Perdita di allineamento in strutture nella trasmissione numerica 5313
Piano della superficie sensibile; piano dell’immagine 5542
Pila o accumulatore, segno grafico generale 5001
Più; polarità positiva 5005
Posizionamento delle pile (o batterie) 5002
Posizione IN di un dispositivo di comando a pressione a due posizioni 5268
Posizione OUT di un dispositivo di comando a pressione a due posizioni 5269
Prelavaggio 5226
Prelavaggio 5300
Prenotazione 5501
Presa di corrente per rasoio elettrico 5225
Presentazione riferita al Nord 5137
Presentazione riferita alla propria 5136
Primo piano 5538
Priorità 5430

R. Raddrizzatore, segno grafico generale 5186


Radiazione delle apparecchiature laser 5152
Radiazione elettromagnetica non ionizzante 5140
Radiografia indiretta 5329
Radioscopia 5330
Registratore a nastro 5093
Registratore di suono stereofonico a nastro magnetico 5094
Registratore grafico 5192
Registrazione su nastro 5095
Registrazione su un supporto d’informazioni (segno semplificato) 5163
Registrazione, segno grafico generale 5547
Regolazione al massimo 5147

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 8 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Regolazione al minimo 5146
Regolazione dei toni alti 5037
Regolazione dei toni bassi 5038
Regolazione della scala di allineamento 5200
Regolazione dello schermo di proiezione 5191
Regolazione dimensionale dell’immagine 5067
Regolazione indicatore giroscopico 5197
Riarmo del sistema di allarme 5309
Riavvolgimento rapido con visualizzazione 5630
Ricerca automatica della sintonia 5439
Ricevimento di chiamata 5508
Ricevitore di segnalazione 5257
Ricevitore stereofonico a doppio auricolare (cuffia stereofonica) 5078
Ricevitore telefonico a doppio auricolare (cuffia) 5077
Riepilogo 5125
Riinvio (di chiamata) 5253
Ripetitore diretto 5431
Ripetitore omnibus 5432
Ripetitore rigeneratore 5283
Ripetizione dell’ultima chiamata 5504
Riproduzione da un supporto d’informazioni (segno semplificato) 5164
Riproduzione o lettura da nastro 5096
Riproduzione video 5122
Riproduzione video a colori 5123
Risciacquo 5228
Riserva 5434
Ritorno allo stato iniziale 5495
Ritorno automatico 5457
Rotazione d’antenna 5129
Rotazione dell’anodo: velocità elevata 5405
Rotazione dell’anodo: velocità normale 5404

S Saturazione di colore 5058


Scambio di immagine nell’immagine 5515
Scarico 5236
Scorrimento lento 5124
Scrambler 5420
Sedia del paziente: oscillazione attorno a un asse orizzontale 5371
Sedia del paziente: rotazione attorno a un asse verticale 5370
Segnalatore acustico 5014
Segnale a codice binario 5317
Segnale a due livelli 5315
Segnale a tre livelli 5316
Selettore della scala delle distanze 5143
Selettore di canali con comando logico 5271
Selezione a una o a più cifre 5446
Selezione del piano tomografico 5403
Selezione della pellicola radiografica: divisione in due e orientamento 5360
Selezione della pellicola radiografica: divisione in quattro e orientamento 5361
Selezione della pellicola radiografica: formato pieno e orientamento 5359
Selezione delle bande di frequenza 5447

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 9 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Selezione di immagine nell’immagine 5516
Senza centrifuga 5231
Separatore numerico 5282
Seriografo per pellicola radiografica singola 5356
Sezionatore d’antenna del senso di direzione 5204
Silenziamento (squelch) 5047
Sincronizzazione orizzontale 5061
Sincronizzazione verticale 5062
Sintonia 5045
Sintonizzatore; radioricevitore; adattatore 5043
Siringa per iniezione 5382
Sistema di comando automatico per radiodiagnostica 5355
Sottotitoli 5520
Spina di alimentazione 5534
Spostamento di immagine nell’immagine 5513
Stampante 5193
Stato ARRESTO di una parte di apparecchiatura 5265
Stato di attesa o preparatorio di una parte di apparecchiatura 5266
Stato MARCIA di una parte di apparecchiatura 5264
Stereofonico 5071
Stoviglie fragili 5297
Stoviglie molto sporche; utensili da cucina 5294
Stoviglie poco sporche 5296
Stoviglie sporche in modo normale 5295
Struttura nella trasmissione numerica 5310
Studente, utilizzatore 5188
Suoneria 5013
Supporto del paziente: movimento graduale 5394
Supporto del paziente: movimento nel suo piano 5396
Supporto del paziente: movimento ortogonale al suo piano 5395
Supporto del paziente: oscillazione 5392
Supporto del paziente: rotazione lungo un asse longitudinale 5397
Supporto del paziente: rotazione lungo un asse ortogonale 5399
Supporto fotofluorografico 5343
Supporto radiografico verticale 5341
Supporto radioscopico verticale 5340

T. Taglio 5171
Taglio del nastro 5103
Taratura d’angolo 5202
Taratura di fase 5201
Tavolo chirurgico 5369
Tavolo di radiourologia 5368
Tavolo oscillante con complesso radiante raggi X sopra il tavolo 5346
Tavolo oscillante con complesso radiante raggi X sotto il tavolo 5347
Tavolo radiografico orizzontale 5342
Tele(foto) 5540
Telecamera 5116
Telecamera a colori 5117
Telefono: adattatore telefonico 5090
Televisione a colori 5050

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 10 di 76
Parole chiave Segno grafico n°
Televisore 5053
Televisore a colori 5054
Temperatura del colore: lampada a incandescenza 5553
Temperatura del colore: luce naturale 5552
Tensione di prova 5179
Tensione pericolosa 5036
Terra 5017
Terra di protezione 5019
Terra senza rumore 5018
Testina di riproduzione elettrodinamica o magnetodinamica 5089
Testina di riproduzione per apparecchi videodischi 5148
Testina di riproduzione per dischi fonografici 5086
Testina di riproduzione piezoelettrica o ceramica 5088
Testina di riproduzione stereofonica per dischi fonografici 5087
Testo misto ad immagine 5480
Timer programmabile 5440
Trasduttore acustico reversibile sottomarino 5154
Trasferimento di chiamata 5499
Trasferimento di segnale 5112
Trasferimento in caso di mancata risposta 5505
Trasformatore 5156
Trasformatore di sicurezza 5222
Trasformatore di sicurezza per giocattoli 5219
Trasformatore isolante 5221
Trasformatore non resistente ai cortocircuiti 5223
Trasformatore resistente ai cortocircuiti 5220
Trattamento speciale 5232
Tubo radiogeno 5337
Tutti (studenti, utilizzatori) 5150

U. Umidità 5536
Unità automatica di commutazione 5273
Unità di campionatura 5305
Unità di collegamento 5254
Unità manuale di commutazione 5274
Uscita 5035
Uscita video 5529

V. Variabilità 5004
Variabilità in scala 5181
Ventilatore (soffiatore, ecc.) 5015
Verifica di pile o di accumulatori 5546
Video o televisione 5049
Videoregistratore a colori a nastro 5119
Videoregistratore a nastro 5118
Videoregistrazione 5120
Videoregistrazione a colori 5121
Visualizzazione dello stato del sistema 5512
Visualizzazione multipla 5517

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 11 di 76
3 INDICE NUMERICO
S E Z I O N E

5001. Pila o accumulatore, segno grafico generale 5001. Battery, general


5002. Posizionamento delle pile (o batterie) 5002. Positioning of cell
5003. Convertitore alternata-continua, 5003. A.C./D.C. converter, rectifier, substitute
raddrizzatore, alimentazione sostitutiva power supply
5004. Variabilità 5004. Variability
5005. Più; polarità positiva 5005. Plus; positive polarity
5006. Meno; polarità negativa 5006. Minus; negative polarity
5007. Marcia; inserzione (messa in tensione) 5007. On (power)
5008. Arresto; disinserzione (messa fuori tensione) 5008. Off (power)
5009. Attesa 5009. Stand-by
5010. Marcia-arresto (pulsante a due posizioni 5010. On/off (push-push)
stabili)
5011. Marcia-arresto (pulsante a una posizione 5011. On/off (push button)
stabile)
5012. Lampada; illuminazione 5012. Lamp; lighting; illumination
5013. Suoneria 5013. Bell
5014. Segnalatore acustico 5014. Horn
5015. Ventilatore (soffiatore ecc.) 5015. Air impeller (blower, fan, etc.)
5016. Fusibile 5016. Fuse
5017. Terra 5017. Earth (ground)
5018. Terra senza rumore 5018. Noiseless (clean) earth (ground)
5019. Terra di protezione 5019. Protective earth (ground)
5020. Massa di telaio 5020. Frame or chassis
5021. Equipotenzialità 5021. Equipotentiality
5022. Movimento in una direzione 5022. Movement in one direction
5023. Movimento nelle due direzioni 5023. Movement in both directions
5024. Movimento limitato nelle due direzioni 5024. Movement limited in both directions
5025. Effetto o azione da un punto di riferimento 5025. Effect or action away from a reference point
5026. Effetto o azione verso un punto di 5026. Effect or action towards a reference point
riferimento
5027. Effetto o azione nei due versi a partire da 5027. Effect or action in both directions away
un punto di riferimento from a reference point
5028. Effetto od azione nei due versi nella 5028. Effect or action in both directions towards a
direzione di un punto di riferimento reference point
5029. Effetto od azione non simultanei a partire da 5029. Non-simultaneous effect or action away
e verso un punto di riferimento from and towards a reference point
5030. Effetto od azione simultanei a partire da e 5030. Simultaneous effect or action away from
verso un punto di riferimento and towards a reference point
5031. Corrente continua 5031. Direct current
5032. Corrente alternata 5032. Alternating current
5033. Corrente continua ed alternata 5033. Both direct and alternating current
5034. Ingresso 5034. Input
5035. Uscita 5035. Output
5036. Tensione pericolosa 5036. Dangerous voltage
5037. Regolazione dei toni alti 5037. Treble control
5038. Regolazione dei toni bassi 5038. Bass control
5039. Antenna 5039. Aerial (U.S.A.: Antenna)
5040. Dipolo 5040. Dipole
5041. Attenzione, superficie rovente 5041. Caution, hot surface
5042. Antenna a telaio 5042. Frame aerial (U.S.A.: Loop antenna)
5043. Sintonizzatore; radioricevitore; adattatore 5043. Tuner; radio receiver

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 12 di 76
Seguito indice
5044. Attenuazione del livello dei segnali 5044. Signal strength attenuation (local/distant)
(vicina/remota)
5045. Sintonia 5045. Tuning
5046. Comando automatico di frequenza 5046. Automatic frequency control
5047. Silenziamento (Squelch) 5047. Muting (U.S.A.: Squelch)
5048. Colore (segno grafico distintivo) 5048. Colour (qualifying symbol)
5049. Video o televisione 5049. Television; video
5050. Televisione a colori 5050. Colour television
5051. Dispositivo di controllo visivo d’immagine 5051. Television monitor
(monitor)
5052. Dispositivo di controllo visivo d’immagine a 5052. Colour television monitor
colori (monitor a colori)
5053. Televisore 5053. Television receiver
5054. Televisore a colori 5054. Colour television receiver
5055. Messa a fuoco 5055. Focus
5056. Luminosità 5056. Brightness; brilliance
5057. Contrasto 5057. Contrast
5058. Saturazione di colore 5058. Colour saturation
5059. Marcatore dei contorni 5059. Crispener
5060. Controllo del colore 5060. Hue
5061. Sincronizzazione orizzontale 5061. Horizontal synchronization
5062. Sincronizzazione verticale 5062. Vertical synchronization
5063. Inquadratura orizzontale 5063. Horizontal picture shift
5064. Inquadratura verticale 5064. Vertical picture shift
5065. Ampiezza orizzontale dell’immagine 5065. Horizontal picture amplitude
5066. Ampiezza verticale dell’immagine 5066. Vertical picture amplitude
5067. Regolazione dimensionale dell’immagine 5067. Picture size adjustment
5068. Linearità orizzontale 5068. Horizontal linearity
5069. Linearità verticale 5069. Vertical linearity
5070. Monofonico 5070. Monophonic
5071. Stereofonico 5071. Stereophonic
5072. Bilanciamento 5072. Balance
5073. Microfono onnidirezionale 5073. Omnidirectional microphone
5074. Microfono bidirezionale 5074. Bidirectional microphone
5075. Microfono unidirezionale o cardioide 5075. Unidirectional or cardioid microphone
5076. Auricolare 5076. Earphone
5077. Ricevitore telefonico a doppio auricolare 5077. Headphones
(cuffia)
5078. Ricevitore stereofonico a doppio auricolare 5078. Stereophonic headphones
(cuffia stereofonica)
5079. Combinazione microfono-cuffia 5079. Headset
5080. Altoparlante 5080. Loudspeaker
5081. Altoparlante-microfono 5081. Loudspeaker/microphone
5082. Microfono 5082. Microphone
5083. Microfono stereofonico 5083. Stereophonic microphone
5084. Amplificatore 5084. Amplifier
5085. Musica 5085. Music
5086. Testina di riproduzione per dischi 5086. Pick-up for disk records
fonografici
5087. Testina di riproduzione stereofonica per 5087. Stereophonic pick-up for disk records
dischi fonografici
5088. Testina di riproduzione piezoelettrica o 5088. Piezo-electric pick-up, crystal or ceramic
ceramica

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 13 di 76
Seguito indice
5089. Testina di riproduzione elettrodinamica o 5089. Dynamic pick-up, electro- or magneto
magnetodinamica dynamic
5090. Telefono; adattatore telefonico 5090. Telephone; telephone adapter
5091. Filtro passa-alto 5091. High-pass filter
5092. Filtro passa-basso 5092. Low-pass filter
5093. Registratore a nastro 5093. Tape recorder
5094. Registratore di suono stereofonico a nastro 5094. Magnetic-tape stereo sound recorder
magnetico
5095. Registrazione su nastro 5095. Recording on tape
5096. Riproduzione o lettura da nastro 5096. Play-back or reading from tape
5097. Cancellazione di dati da un supporto 5097. Erasing from tape
d’informazione
5098. Controllo del segnale d’ingresso durante la 5098. Monitoring at the input during recording on
registrazione tape
5099. Controllo del nastro dopo la registrazione 5099. Monitoring from tape after recording on
tape
5100. Controllo durante la lettura o la 5100. Monitoring during play-back or reading
riproduzione del nastro from tape
5101. Arresto della registrazione 5101. Recording lock on tape recorders
5102. Marcatore di impulsi su registratore a nastro 5102. Pulse marker on tape recorders
5103. Taglio del nastro 5103. Tape cutting
5104. Avviamento (di un’operazione) 5104. Start (of action)
5105. Istruzione o correzione 5105. Instruction or correction
5106. Lunghezza o fine testo 5106. Length or end of text
5107. Avanzamento normale 5107. Normal run
5108. Avanzamento veloce 5108. Fast run
5109. Da non utilizzare nelle zone residenziali 5109. Not to be used in residential areas
5110. Arresto (di un’operazione) 5110. Stop (of action)
5111. Pausa; interruzione momentanea 5111. Pause; interruption
5112. Trasferimento di segnale 5112. Transfer of signal
5113. Espulsore 5113. Rejection
5114. Interruttore a pedale 5114. Foot switch
5115. Lampada di segnalazione 5115. Signal lamp
5116. Telecamera 5116. Television camera
5117. Telecamera a colori 5117. Colour television camera
5118. Videoregistratore a nastro 5118. Video tape recorder
5119. Videoregistratore a colori a nastro 5119. Colour video tape recorder
5120. Videoregistrazione 5120. Video recording
5121. Videoregistrazione a colori 5121. Colour video recording
5122. Riproduzione video 5122. Video play-back
5123. Riproduzione video a colori 5123. Colour video play-back
5124. Scorrimento lento 5124. Slow run
5125. Riepilogo 5125. Recapitulate
5126. Altoparlante funzionante come microfono 5126. Loudspeaker in operation as a microphone
5127. Altoparlante funzionante come altoparlante 5127. Loudspeaker in operation as such
5128. Indicatore della linea di fede 5128. Heading marker
5129. Rotazione d’antenna 5129. Aerial (scanner) rotation
5130. Impulso corto 5130. Short pulse
5131. Impulso lungo 5131. Long pulse
5132. Indicazione del tempo trascorso, timer 5132. Elapsed time display, programmable timer
programmabile
5133. Indicatore di rilevamento 5133. Bearing marker

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 14 di 76
Seguito indice
5134. Dispositivi sensibili alle scariche 5134. Electrostatic sensitive devices
elettrostatiche
5136. Presentazione riferita alla prora diretta verso 5136. Ship’s head-up presentation
l’alto
5137. Presentazione riferita al Nord 5137. North-up presentation
5138. Apparecchio ausiliario indipendente di 5138. Independent lighting auxiliary
illuminazione
5140. Radiazione elettromagnetica non ionizzante 5140. Non-ionizing electromagnetic radiation
5141. Dispositivo riduzione effetto mare 5141. Anti sea-clutter (position of minimum)
(posizione di minimo)
5142. Dispositivo riduzione effetto pioggia 5142. Anti rain-clutter (position of minimum)
(posizione di minimo)
5143. Selettore della scala delle distanze 5143. Range selector
5144. Luminosità dei cerchi delle distanze 5144. Range rings brilliance
5145. Indicatore variabile della distanza 5145. Variable range marker
5146. Regolazione al minimo 5146. Adjustment to a minimum
5147. Regolazione al massimo 5147. Adjustment to a maximum
5148. Testina di riproduzione per apparecchi 5148. Pick-up for video disk record player
videodischi
5149. Controllo della potenza di trasmissione 5149. Transmitted power monitor
5150. Controllo della trasmissione/ricezione 5150. Transmit/receive monitor
5151. Idrofono 5151. Hydrophone
5152. Radiazione delle apparecchiature laser 5152. RAdiation of laser apparatus
5153. Emettitore acustico sottomarino 5153. Underwater sound projector
5154. Trasduttore acustico reversibile sottomarino 5154. Reversible transducer for underwater sound
5156. Trasformatore 5156. Transformer
5157. Filtro passa-banda 5157. Band-pass filter
5158. Filtro passa-banda a frequenza centrale 5158. Band-pass filter with variable centre
regolabile frequency
5159. Filtro passa-banda a larghezza di banda 5159. Band-pass filter with variable pass-band;
regolabile; comando di selettività selectivity control
5160. Filtro soppressore di banda 5160. Band-stop filter
5161. Dispositivo riduzione effetto mare 5161. Anti sea-clutter (position of maximum)
(posizione di massimo)
5162. Dispositivo riduzione effetto pioggia 5162. Anti rain-clutter (position of maximum)
(posizione di massimo)
5163. Registrazione su un supporto d’informazioni 5163. Recording on an information carrier
(segno semplificato)
5164. Riproduzione da un supporto 5164. Reading or reproduction from an
d’informazioni (segno semplificato) information carrier
5165. Cancellazione di dati da un supporto 5165. Erasing from an information carrier
d’informazione (segno semplificato)
5166. Controllo del segnale durante la 5166. Monitoring input data during writing or
registrazione su un supporto d’informazioni recording on an information carrier
(segno semplificato)
5167. Controllo del segnale dopo la registrazione 5167. Monitoring input data after writing or
su un supporto d’informazioni (segno recording on an information carrier
semplificato)
5168. Controllo del segnale durante la 5168. Monitoring output data during read-out or
riproduzione da un supporto d’informazioni reproduction from an information carrier
(segno semplificato)
5169. Arresto della registrazione (segno 5169. Recording lock
semplificato)
5170. Marcatore 5170. Marker
5171. Taglio 5171. Cutting

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 15 di 76
Seguito indice
5172. Apparecchiatura di Classe II 5172. Class II equipment
5173. Morsetto di riferimento del segnale 5173. Signal low terminal
5177. Avviamento rapido 5177. Fast start
5178. Arresto rapido 5178. Fast stop
5179. Tensione di prova 5179. Test voltage
5180. Apparecchiatura di Classe III 5180. Class III equipment
5181. Variabilità in scala 5181. Variability in steps
5182. Audio 5182. Sound; audio
5184. Orologio, interruttore orario, timer 5184. Clock; time switch; timer
5185. Filtro di soppressione 5185. Rejection filter; wave trap
5186. Raddrizzatore, segno grafico generale 5186. Rectifier, general
5187. Insegnante, sorvegliante 5187. Teacher, supervisor
5188. Studente, utilizzatore 5188. Student, operator
5189. Gruppo (studenti, utilizzatori) 5189. Group of students, of operators
5190. Tutti (studenti, utilizzatori) 5190. All students, operators
5191. Regolazione dello schermo di proiezione 5191. Frame adjustment
5192. Registratore grafico 5192. Graphical recorder
5193. Stampante 5193. Printer
5194. Convertitore CC/CA 5194. D.C./A.C. converter
5195. Filtro soppressore di banda regolabile 5195. Variable band-stop filter
5196. Indicatore giroscopico 5196. Gyro indicator
5197. Regolazione indicatore giroscopico 5197. Gyro indicator setting
5198. Allineamento giro/bussola 5198. Gyro-compass true bearing
5199. Allineamento relativo 5199. Relative bearing
5200. Regolazione della scala di allineamento 5200. Bearing ruler setting
5201. Taratura di fase 5201. Phase calibration
5202. Taratura d’angolo 5202. Angle calibration
5204. Sezionatore d’antenna del senso di 5204. Sense-aerial switch
direzione (U.S.A.: Sense-antenna switch)
5210. Conversazione 5210. Speak
5211. Ascolto 5211. Listen
5213. Manipolatore MORSE 5213. Morse key
5219. Trasformatore di sicurezza per giocattoli 5219. Safety isolating transformer for toys
5220. Trasformatore resistente ai cortocircuiti 5220. Short-circuit-proof transformer
5221. Trasformatore isolante 5221. Isolating transformer
5222. Trasformatore di sicurezza 5222. Safety isolating transformer
5223. Trasformatore non resistente ai cortocircuiti 5223. Non-short-circuit-proof transformer
5225. Presa di corrente per rasoio elettrico 5225. Electric shaver outlet
5226. Prelavaggio 5226. Prewash
5227. Lavaggio principale 5227. Main wash
5228. Risciacquo 5228. Rinsing
5229. Arresto dopo l’ultimo risciacquo 5229. Stop after last rinse
5230. Centrifuga 5230. Spinning
5231. Senza centrifuga 5231. Without spinning
5232. Trattamento speciale 5232. Special treatment
5234. Alto livello d’acqua 5234. High water level
5235. Basso livello d’acqua 5235. Low water level
5236. Scarico 5236. Draining
5237. Operazione di asciugatura o di 5237. Drying or warming operation
riscaldamento
5249. Frequenza di un segnale di allarme 5249. Frequency of an alarm signal

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 16 di 76
Seguito indice
5250. Conferenza 5250. Conference
5251. Introduzione dei dati di un abbonato nella 5251. Enter subscriber data into the local memory
memoria locale
5252. Messa in attesa di una chiamata 5252. Parked (held) call
5253. Riinvio (di chiamata) 5253. (Call) transfer
5254. Unità di collegamento 5254. Link unit
5255. Amplificatore a valvola a onde progressive 5255. Travelling wave tube amplifier
5256. Emettitore di segnalazione 5256. Signalling sender
5257. Ricevitore di segnalazione 5257. Signalling receiver
5258. Frequenza di un segnale di prova, di 5258. Frequency of a test, identification or control
identificazione o di comando signal
5259. Frequenza di un segnale di sincronizzazione 5259. Frequency of a synchronizing signal
5260. Demodulatore 5260. Demodulator
5261. Modulatore 5261. Modulator
5262. Modem 5262. Modem
5263. Pannello di comando principale 5263. Principal control panel
5264. Stato MARCIA di una parte di 5264. “ON” for a part of equipment
apparecchiatura
5265. Stato ARRESTO di una parte di 5265. “OFF” for a part of equipment
apparecchiatura
5266. Stato di attesa o preparatorio di una parte di 5266. Stand-by or preparatory state for a part of
apparecchiatura equipment
5267. Funzione di sincronizzazione 5267. Synchronizing function
5268. Posizione IN di un dispositivo di comando a 5268. IN-position of a bistable push control
pressione a due posizioni
5269. Posizione OUT di un dispositivo di 5269. OUT-position of a bistable push control
comando a pressione a due posizioni
5271. Selettore di canali con comando logico 5271. Channel selector with logic control
5272. Generatore di armoniche 5272. Harmonic generator
5273. Unità automatica di commutazione 5273. Automatic change-over unit
5274. Unità manuale di commutazione 5274. Manual change-over unit
5275. Dispositivo di protezione contro le 5275. Overvoltage protection device
sovratensioni
5276. Locale 5276. Local
5277. Distante 5277. Remote
5278. Distorsioni di fase 5278. Phase jitter
5279. Filtro delle distorsioni di fase 5279. Phase jitter filter
5280. Blocco 5280. Loop
5281. Combinatore numerico 5281. Digital combiner
5282. Separatore numerico 5282. Digital separator
5283. Ripetitore rigeneratore 5283. Regenerative repeater
5284. Convertitore con tensione in uscita 5284. Converter with stabilized output voltage
stabilizzata
5285. Dispositivo regolabile 5285. Adjustable device
5286. Correttore di distorsione 5286. Distortion corrector
5287. Allineamento 5287. Tracking
5288. Doppiaggio 5288. Dubbing
5289. Assistenza all’applicazione (rivela/nascondi) 5289. Application assistance (reveal/conceal)
5290. Mantenimento di pagina 5290. Page hold
5291. Modo immagine nell’immagine 5291. Picture-in-picture mode
5292. Interscambio 5292. Interchange
5293. Interruttore di posizione con contatto di 5293. Position switch having a break contact with
interruzione con manovra positiva di apertura positive opening operation

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 17 di 76
Seguito indice
5294. Stoviglie molto sporche; utensili da cucina 5294. Badly soiled items; cooking utensils
5295. Stoviglie sporche in modo normale 5295. Normally soiled items
5296. Stoviglie poco sporche 5296. Lightly soiled items
5297. Stoviglie fragili 5297. Delicate items
5298. Agente di rigenerazione per l’addolcimento 5298. Regenerating agent
dell’acqua
5299. Agente di risciacquo 5299. Clear rinsing agent
5300. Prelavaggio 5300. Prewash
5301. Detersivo per lavastoviglie 5301. Detergent for dish washing
5302. Convertitore con corrente in uscita 5302. Converter with stabilized output current
stabilizzata
5303. Amplificatore operazionale 5303. Operational amplifier
5304. Apparecchiatura che contiene elementi logici 5304. Equipment containing logic elements
5305. Unità di campionatura 5305. Sampling unit
5306. Comparatore 5306. Comparator
5307. Allarme, generale 5307. Alarm, general
5308. Allarme urgente 5308. Urgent alarm
5309. Riarmo del sistema di allarme 5309. Alarm system clear
5310. Struttura nella trasmissione numerica 5310. Frame in digital transmission
5311. Multistruttura nella trasmissione numerica 5311. Multiframe in digital transmission
5312. Allineamento in strutture nella trasmissione 5312. Frame alignment in digital transmission
numerica
5313. Perdita di allineamento in strutture nella 5313. Loss of frame alignment in digital
trasmissione numerica transmission
5314. Errore nel segnale di allineamento in 5314. Error in frame alignment signal in digital
strutture nella trasmissione numerica transmission
5315. Segnale a due livelli 5315. Two-level signal
5316. Segnale a tre livelli 5316. Three-level signal
5317. Segnale a codice binario 5317. Binary coded signal
5318. Immagini stroboscopiche 5318. Strobe
5319. Inibizione dell’allarme 5319. Alarm inhibit
5320. Luce indiretta 5320. Indirect lighting
5321. Illuminazione a bassa intensità 5321. Low intensity lighting
5322. Interruttore portatile 5322. Hand-held switch
5323. Diaframma a iride: aperto 5323. Iris diaphragm: open
5324. Diaframma a iride: chiuso 5324. Iris diaphragm: closed
5325. Macchia focale piccola 5325. Small focal spot
5326. Macchia focale intermedia 5326. Intermediate focal spot
5327. Macchia focale grande 5327. Large focal spot
5328. Comando radiografico 5328. Radiographic control
5329. Radiografia indiretta 5329. Indirect radiography
5330. Radioscopia 5330. Radioscopy
5331. Apparecchiatura (medica) di categoria AP 5331. Category AP equipment (medical)
5332. Apparecchiatura (medica) di categoria APG 5332. Category APG equipment (medical)
5333. Apparecchiatura di tipo BF 5333. Type BF equipment
5334. Apparecchiatura di tipo BF protetta contro 5334. Defibrillator proof type BF equipment
le scariche da defibrillazione
5335. Apparecchiatura di tipo CF 5335. Type CF equipment
5336. Apparecchiatura di tipo CF protetta contro 5336. Defibrillator proof type CF equipment
le scariche da defibrillazione
5337. Tubo radiogeno 5337. X-ray tube
5338. Complesso radiante raggi X 5338. X-ray source assembly
5339. Complesso radiante raggi X: in emissione 5339. X-ray source assembly: emitting

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 18 di 76
Seguito indice
5340. Supporto radioscopico verticale 5340. Vertical radioscopic stand
5341. Supporto radiografico verticale 5341. Vertical radiographic stand
5342. Tavolo radiografico orizzontale 5342. Horizontal radiographic table
5343. Supporto fotofluorografico 5343. Photo-fluorographic stand
5344. Macchina fotofluorografica 5344. Photo-fluorographic camera
5345. Apparecchiatura per tomografia 5345. Equipment for tomography
5346. Tavolo oscillante con complesso radiante 5346. Tilting table with overtable X-ray source
raggi X sopra il tavolo assembly
5347. Tavolo oscillante con complesso radiante 5347. Tilting table with undertable X-ray source
raggi X sotto il tavolo assembly
5348. Dispositivo di compressione per 5348. Radiodiagnostic compression device
radiodiagnostica
5349. Dispositivo di compressione per 5349. Radiodiagnostic compression device:
radiodiagnostica: movimento movement
5350. Dispositivo di compressione per 5350. Radiodiagnostic compression device:
radiodiagnostica: pressione applicata pressure applied
5351. Dispositivo di compressione per 5351. Radiodiagnostic compression device:
radiodiagnostica: in posizione rientrata parked
5352. Griglia antidiffusione 5352. Anti-scatter grid
5353. Griglia antidiffusione: movimento 5353. Anti-scatter grid: movement
5354. Griglia antidiffusione: non utilizzata 5354. Anti-scatter grid: not used
5355. Sistema di comando automatico per 5355. Radiodiagnostic automatic control system
radiodiagnostica
5356. Seriografo per pellicola radiografica singola 5356. Serial changer for single radiographic film
5359. Selezione della pellicola radiografica: 5359. Radiographic film selection: full format and
formato pieno e orientamento orientation
5360. Selezione della pellicola radiografica: 5360. Radiographic film selection: division by two
divisione in due e orientamento and orientation
5361. Selezione della pellicola radiografica: 5361. Radiographic film selection: division by four
divisione in quattro e orientamento and orientation
5362. Cambia pellicole o cambia cassette 5362. Film or cassette changer
5363. Cambia pellicole o cambia cassette: 5363. Film or cassette changers: bi-plane
funzionamento bidirezionale operation
5364. Funzionamento bidirezionale simultaneo 5364. Radiodiagnostic simultaneous bi-plane
per radiodiagnostica operation
5365. Funzionamento bidirezionale alternato per 5365. Radiodiagnostic alternating bi-plane
radiodiagnostica operation
5366. Apparecchiatura radiologica con supporto 5366. Floor mounted radiological equipment
a terra
5367. Apparecchiatura radiologica sospesa al 5367. Ceiling suspended radiological equipment
soffitto
5368. Tavolo di radiourologia 5368. Radiodiagnostic urological table
5369. Tavolo chirurgico 5369. Surgical table
5370. Sedia del paziente: rotazione attorno a un 5370. Patient’s chair: rotation about a vertical axis
asse verticale
5371. Sedia del paziente: oscillazione attorno a un 5371. Patient’s chair: tilt about a horizontal axis
asse orizzontale
5372. Apparecchiatura per craniografia 5372. Craniographic equipment
5373. Braccio a C per radiodiagnostica 5373. Radiodiagnostic C-arm
5374. Braccio a U per radiodiagnostica 5374. Radiodiagnostic U-arm
5375. Apparecchiatura per mammografia 5375. Mammographic equipment
5376. Intensificatore di immagini radiologiche 5376. X-ray image intensifier
5377. Intensificatore di immagini radiologiche con 5377. X-ray image intensifier with stabilized input
ingresso stabilizzato

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 19 di 76
Seguito indice
5378. Intensificatore di immagini radiologiche: 5378. X-ray image intensifier: full input field
campo intero di ingresso
5379. Intensificatore di immagini radiologiche: 5379. X-ray image intensifier: reduced input field
campo ridotto di ingresso
5380. Intensificatore di immagini radiologiche: 5380. X-ray image intensifier: gettering
assorbimento di gas
5381. Filtro o filtrazione di radiazione 5381. Radiation filter or filtration
5382. Siringa per iniezione 5382. Injection syringe
5383. Indicazione luminosa del centro del campo 5383. Light indicator of radiation field centre
di radiazione
5384. Indicazione luminosa del campo di 5384. Light indicator of the radiation field
radiazione
5385. Limitatore del fascio: aperto 5385. Beam limiting device: open
5386. Limitatore del fascio: chiuso 5386. Beam limiting device: closed
5387. Limitatore del fascio con aperture separate 5387. Beam limiting device with separate opening
degli otturatori of the shutters
5388. Limitatore del fascio con chiusure separate 5388. Beam limiting device with separate closing
degli otturatori of the shutters
5389. Paziente: corporatura minuta 5389. Patient: thin
5390. Paziente: corporatura normale 5390. Patient: normal
5391. Paziente: corporatura robusta 5391. Patient: obese
5392. Supporto del paziente: oscillazione 5392. Patient support: tilting
5393. Movimento longitudinale 5393. Patient support: longitudinal movement
5394. Supporto del paziente: movimento graduale 5394. Patient support: stepwise movement
5395. Supporto del paziente: movimento 5395. Patient support: orthogonal movement to its
ortogonale al suo piano plane
5396. Supporto del paziente: movimento nel suo 5396. Patient support: movements in its plane
piano
5397. Supporto del paziente: rotazione lungo un 5397. Patient support: rotation about a
asse longitudinale longitudinal axis
5398. Culla del paziente: rotazione lungo il suo 5398. Patient cradle: rotation about its longitudinal
asse longitudinale axis
5399. Supporto del paziente: rotazione lungo un 5399. Patient support: rotation about an
asse ortogonale orthogonal axis
5401. Movimento tomografico senza emissione di 5401. Tomographic movement without X radiation
raggi X
5402. Movimento tomografico con emissione di 5402. Tomographic movement with X radiation
raggi X
5403. Selezione del piano tomografico 5403. Tomographic layer selection
5404. Rotazione dell’anodo: velocità normale 5404. Anode rotation: normal speed
5405. Rotazione dell’anodo: velocità elevata 5405. Anode rotation: high speed
5406. Camera di ionizzazione 5406. Ionization chamber
5407. Immagine elettronica: presentazione 5407. Electronic image: normal aspect
normale
5408. Immagine elettronica: presentazione 5408. Electronic image: reversal right-to-left
rovesciata destra-sinistra
5409. Immagine elettronica: presentazione 5409. Electronic image: inverted top-to-bottom
rovesciata alto-basso
5410. Immagine elettronica: presentazione 5410. Electronic image: inverted top-to-bottom
rovesciata alto-basso e destra-sinistra and reversal right-to-left
5411. Immagine elettronica: presentazione 5411. Electronic image: reversal black-to-white
rovesciata bianco-nero
5412. Immagine elettronica: campo di riferimento 5412. Electronic image: reference field
5413. Immagine elettronica: correzione del fattore 5413. Electronic image: gamma control
di contrasto gamma

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 20 di 76
Seguito indice
5420. Scrambler 5420. Scrambler
5421. Descrambler 5421. Descrambler
5424. Dispositivo di interfaccia, generale 5424. Interface device, general
5430. Priorità 5430. Priority
5431. Ripetitore diretto 5431. Direct link
5432. Ripetitore omnibus 5432. Omnibus link
5433. Normale 5433. Normal
5434. Riserva 5434. Reserve
5435. Luminosità/contrasto 5435. Brightness/contrast
5436. Esclusione audio 5436. Sound muting
5438. Effetto sonoro spaziale 5438. Spatial sound effect
5439. Ricerca automatica della sintonia 5439. Automatic search tuning
5440. Timer programmabile 5440. Programmable timer
5443. Indicazione del tempo restante, timer 5443. Remaining time display, prog. timer
programmabile
5444. Indicatore di ricezione del telecomando 5444. Remote control reception indicator
5446. Selezione a una o a più cifre 5446. Single or multi-digit selection
5447. Selezione delle bande di frequenza 5447. Frequency-band selection
5448. Ingresso/uscita 5448. Input/output
5457. Ritorno automatico 5457. Auto reverse
5459. Espulsione 5459. Eject
5460. Fine memorizzazione 5460. Storage/store mode finished
5463. Modo teletext 5463. Teletext mode
5464. Modo ricezione mediante satellite 5464. Satellite reception mode
5467. Ferma immagine 5467. Picture freeze
5470. Avanzamento rapido con visualizzazione 5470. Run with visualization: cue
5471. Fotogramma per fotogramma, segno 5471. Frame by frame, general
grafico generale
5476. Pagina principale dell’indice 5476. Main index page
5477. Cancellazione di immagine 5477. Cancel picture
5478. Ingrandimento di pagina 5478. Page enlargement
5480. Testo misto ad immagine 5480. TV and text mixed
5483. Pagina precedente 5483. Page number down
5484. Pagina successiva 5484. Page number up
5487. Dati video 5487. Video data
5495. Ritorno allo stato iniziale 5495. Return to an initial state
5498. Codice di selezione breve 5498. Short code dialling
5499. Trasferimento di chiamata 5499. Basic diversion
5500. Conversazione a tre 5500. Three party call
5501. Prenotazione 5501. Call-back
5502. Blocco delle telefonate in arrivo 5502. Incoming calls barred
5503. Cancellazione generale 5503. General cancel
5504. Ripetizione dell’ultima chiamata 5504. Repeat last call
5505. Trasferimento in caso di mancata risposta 5505. No-reply diversion
5506. Chiamata di ricerca 5506. Enquiry call
5507. Chiamata in attesa 5507. Call waiting
5508. Ricevimento di chiamata 5508. Call pick-up
5509. Disconnessione 5509. Disconnect
5510. Informazione supplementare sullo schermo 5510. Additional information on screen
5511. Menu 5511. Menu
5512. Visualizzazione dello stato del sistema 5512. System status display

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 21 di 76
Seguito indice
5513. Spostamento di immagine nell’immagine 5513. Picture in picture shift
5514. Ferma immagine nell’immagine 5514. Picture in picture freeze
5515. Scambio di immagine nell’immagine 5515. Picture in picture swap
5516. Selezione di immagine nell’immagine 5516. Picture in picture select
5517. Visualizzazione multipla 5517. Multi-picture display
5518. Lettore di videodisco 5518. Video disc player
5520. Sottotitoli 5520. Subtitle
5521. Ingresso/uscita video 5521. Video input/output
5525. Ingresso video 5525. Video input
5529. Uscita video 5529. Video output
5533. Controllo della registrazione 5533. Record review
5534. Spina di alimentazione 5534. Power plug
5535. Livello sonoro 5535. Loudness
5536. Umidità 5536. Moisture
5537. Dissolvenza 5537. Fader
5538. Primo piano 5538. Close-up
5539. Grandangolo 5539. Wide-angle
5540. Tele(foto) 5540. Tele(photo)
5541. Luce di fondo 5541. Background light
5542. Piano della superficie sensibile; 5542. Plane of sensitized material; image plane
piano dell’immagine
5543. Giradischi; fonografo 5543. Record player; phonograph
5544. Lettore di compact disc 5544. Compact disc player
5546. Verifica di pile o di accumulatori 5546. Battery check
5547. Registrazione, segno grafico generale 5547. Recording, general
5548. Inserzione dei segnali 5548. Insertion of signals
5549. Esclusione registrazione 5549. Record muting
5550. Elevazione del braccio 5550. Tone arm up
5551. Abbassamento del braccio 5551. Tone arm down
5552. Temperatura del colore: luce naturale 5552. Colour temperature: natural light
5553. Temperatura del colore: lampada a 5553. Colour temperature: incandescent lamp
incandescenza
5554. Immagine fissa 5554. Still mode
5555. Direzione di marcia del nastro 5555. Tape running direction
5556. Inversione manuale 5556. Manual reverse
5557. Inversione automatica continua 5557. Auto reverse continuously
5558. Bilanciamento dei bianchi 5558. White balance
5559. Due canali audio indipendenti 5559. Two independent audio channels
5560. Distribuzione TV via cavo 5560. Cable television distribution
5561. Cassetta 5561. Cassette
5562. Fine nastro 5562. Tape end
5577. Messa a fuoco: distanza molto breve 5577. Zone focus: very short distance
5578. Messa a fuoco: distanza breve 5578. Zone focus: short distance
5579. Messa a fuoco: distanza media 5579. Zone focus: middle distance
5580. Messa a fuoco: distanza lunga 5580. Zone focus: long distance
5630. Riavvolgimento rapido con visualizzazione 5630. Run with visualization: review

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 22 di 76
4 TAVOLA SINOTTICA DEI SEGNI GRAFICI
S E Z I O N E

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 23 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 24 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 25 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 26 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 27 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 28 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 29 di 76
5 APPLICAZIONE DEI SEGNI GRAFICI
S E Z I O N E

N. Segno grafico Applicazione


5001 Per contrassegnare un dispositivo relativo all’alimentazione di un’apparecchiatu-
ra per mezzo di una pila (primaria o secondaria), per es. un bottone di prova di
una pila, la posizione dei morsetti del connettore ecc.
Note: 1 Per contrassegnare la funzione controllo delle pile, si raccomanda l’uso del segno grafico
417-IEC-5546.
2 Questo segno grafico non deve essere utilizzato come indicatore di polarità.
3 Questo segno grafico sostituisce il segno grafico rappresentato qui sotto, di cui si sconsi-
glia l’uso.

5002 Sui contenitori a pile e nell’interno degli stessi. Per contrassegnare i contenitori e
per indicare il posizionamento delle pile all’interno di questi.

5003 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un convertitore alternata/conti-


nua e, in caso di utilizzazione di unita intercambiabili, per contrassegnare l’allog-
giamento corrispondente.

5004 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di comando di una


grandezza. La grandezza comandata aumenta con la larghezza del segno.
Nota Nella figura è stata indicata solo la versione lineare; in effetti il raggio di curvatura della figura
nella versione rotativa dipende dal diametro dell’organo di comando in questione.
5005 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti positivi delI’apparec-
chiatura funzionante o erogante corrente continua.
Nota Il significato di questo segno grafico dipende dalla sua posizione. Questo segno non deve esse-
re riprodotto su organi di comando rotativi.

5006 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti negativi delI’apparec-


chiatura funzionante o erogante corrente continua.
Nota Il significato di questo segno grafico dipende dalla sua posizione. Questo segno non deve esse-
re riprodotto su organi di comando rotativi.
5007 Su qualsiasi apparecchiatura. Per messa in tensione, da usare almeno per gli in-
terruttori primari e loro posizioni e in tutti i casi dove la sicurezza è in gioco.

5008 Su qualsiasi apparecchiatura. Per messa fuori tensione, da usare almeno per gli
interruttori primari e loro posizioni e in tutti i casi in cui la sicurezza è in gioco.

5009 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di messa in servizio di


una parte della apparecchiatura che si vuole portare in posizione di attesa.

5010 Su qualsiasi apparecchiatura. Per messa IN o FUORI tensione: da usare almeno


per gli interruttori primari e loro posizioni e in tutti i casi in cui la sicurezza è in
gioco.
Ogni posizione, arresto o marcia, è una posizione stabile.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 30 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5011 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la connessione all’alimentazione; da
usare almeno per gli interruttori primari e loro posizioni e in tutti i casi dove la
sicurezza è in gioco.
ARRESTO è una posizione stabile, dato che la posizione MARCIA esiste solo
quando il pulsante è premuto.

5012 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare gli interruttori che comandano


sorgenti luminose. Per esempio: illuminazione, lampade per proiettore da film;
illuminazione di un quadrante di una apparecchiatura.

5013 Sugli interruttori che comandano suonerie. Per esempio: campanello di una porta.

5014 Sugli interruttori che comandano i segnalatori acustici. Per esempio: sirena di
fabbrica, segnale di allarme acustico.

5015 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il commutatore o il comando di


un ventilatore. Per esempio di un proiettore di film o di diapositive, di aerazione
di sale.

5016 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i fusibili e il loro alloggiamento.

5017 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un morsetto di terra nei casi in


cui i segni grafici 5018 e 5019 non siano esplicitamente richiesti.

5018 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti che devono essere


collegati a una terra senza rumore o a un morsetto di terra senza rumore, per
esempio un’installazione di terra progettata in modo che al punto di connessione
dell’apparecchiatura il rumore proveniente dalla terra o dal conduttore non sia
sufficientemente forte per provocare un funzionamento difettoso dello stesso.

5019 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti destinati ad essere


connessi a un conduttore di protezione esterno contro le scosse elettriche in
caso di mancanza d’isolamento, o a un morsetto della terra di protezione.
Nota Il segno grafico generale 5017 è stato largamente impiegato nel passato per indicare sulle ap-
parecchiature il morsetto di connessione alla terra di protezione.

5020 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il morsetto relativo alla massa o


al telaio.

5021 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti dove l’interconnessio-


ne ha per scopo di mantenere diverse parti di una apparecchiatura o di un’instal-
lazione allo stesso potenziale, che non è necessariamente quello di terra, per
esempio per realizzare un collegamento equipotenziale locale.
Nota Il valore del potenziale può essere indicato a lato del segno grafico.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 31 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5022 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare che un comando o un oggetto sotto
azione di un comando può dirigersi solo nel verso indicato.
Nota In questa figura è indicata solo la versione lineare; in effetti il raggio di curvatura della figura
nella versione rotativa dipende dal diametro dell’organo di comando in questione.
5023 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare che un comando o un oggetto sotto
azione di un comando può dirigersi nei due versi.
Nota In questa figura è indicata solo la versione lineare; in effetti il raggio di curvatura della figura
nella versione rotativa dipende dal diametro dell’organo di comando in questione.
5024 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare che un comando o un oggetto sotto
azione di un comando può dirigersi nei due versi entro certi limiti.
Nota In questa figura è indicata solo la versione lineare; in effetti il raggio di curvatura della figura
nella versione rotativa dipende dal diametro dell’organo di comando in questione.
5025 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la direzione di un certo effetto
o azione a partire da un punto di riferimento reale o immaginario, effetto o azio-
ne che possono essere ottenuti per mezzo di un comando indicato da questo se-
gno grafico.
5026 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la direzione di determinati effetti od
azioni verso un punto di riferimento reale od immaginario, o verso un punto di
riferimento segnato, effetto o azione che possono essere ottenuti per mezzo di
un comando indicato da questo segno grafico, per esempio ritorno a zero.
5027 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la direzione di un certo effetto o azio-
ne nei due versi a partire da un punto di riferimento reale o immaginario o a
partire da un punto di riferimento segnato, effetto o azione che possono essere
ottenuti per mezzo di un comando indicato in figura.
5028 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la direzione di un certo effetto od azio-
ne nei due versi nella direzione di un punto immaginario o reale o verso un
punto di riferimento indicato, effetto o azione che possono essere ottenuti per
mezzo di un comando indicato in figura.
5029 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la direzione di un certo effetto o azio-
ne non simultanea a partire da e verso un punto di riferimento reale o immagina-
rio o un punto di riferimento indicato, effetto o azione che possono essere otte-
nuti per mezzo di un comando indicato in figura.
5030 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare la direzione di un determinato effetto
o azione simultanei a partire da e verso un punto di riferimento reale o immagi-
nario o un punto di riferimento indicato, effetto o azione che possono essere ot-
tenuti per mezzo del comando indicato in figura.
5031 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare sulla targhetta di segnalazione che
l’apparecchiatura deve essere alimentata solo in corrente continua; per contrasse-
gnare i morsetti corrispondenti.

5032 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare sulla targhetta di segnalazione che


l’apparecchiatura deve essere solo alimentata con corrente alternata; per contras-
segnare i morsetti corrispondenti.

5033 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare sulla targhetta di segnalazione che


l’apparecchiatura può essere alimentata indifferentemente in corrente continua
od alternata (universale); per contrassegnare i morsetti corrispondenti.

5034 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un morsetto di ingresso qualora


sia necessario fare una distinzione tra ingresso ed uscita.

5035 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un morsetto di uscita qualora


sia necessario fare una distinzione fra ingresso ed uscita.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 32 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5036 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare i rischi derivanti da tensioni pericolose.
Nota Questo segno grafico può essere combinato con i segni grafici d avvertimento normalizzati
dall’lSO. Vedi lSO/R408: Symbols, dimensions and layouts for safety signs.

5037 Sulle apparecchiature elettroacustiche e radioriceventi. Per contrassegnare il co-


mando che agisce sulle frequenze acustiche elevate.

5038 Sulle apparecchiature elettroacustiche e radioriceventi. Per contrassegnare il co-


mando che agisce sulle frequenze acustiche basse.

5039 Sulle apparecchiature radioelettriche di trasmissione e di ricezione. Per contras-


segnare i morsetti di antenna. Questo segno grafico deve essere utilizzato solo
quando non è necessario specificare il tipo di antenna.

5040 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti di dipolo di radiorice-


vitori e trasmettitori.

5041 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare che la parte contrassegnata può essere
rovente e non deve essere toccata senza precauzioni.
Note: 1 Il segno grafico interno è normalizzato nel segno grafico ISO 7000-0535, “Transfer of heat,
general”.
2 In caso di utilizzo come segno di avvertimento, deve essere applicata la Norma ISO 3864.
5042 Sulle radioriceventi e sui radiogoniometri. Per contrassegnare i morsetti di allac-
ciamento dell’antenna a telaio.

5043 Su una apparecchiatura alla quale si può allacciare un adattatore o una radiorice-
vente. Per contrassegnare i morsetti corrispondenti.

5044 Sulle radioriceventi. Per contrassegnare l’interruttore al quale è collegato il circui-


to che attenua i segnali degli emettitori locali potenti, al fine di evitare il sovrac-
carico dei circuiti di entrata.

5045 Sulle radioriceventi. Per contrassegnare il comando del dispositivo di sintonia.


Nota Per rendere il segno grafico più comprensibile, il tratto verticale più marcato può essere ripro-
dotto nello stesso colore dell’ago del quadrante di sintonia.

5046 Su apparecchiature del tipo ricevitori radio e televisivi. Per contrassegnare l’inter-
ruttore che mette in servizio il circuito di comando automatico di frequenza.

5047 Sulle apparecchiature radio. Per contrassegnare la posizione dell’interruttore sul-


la quale il circuito di silenziamento è in servizio.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 33 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5048 Su apparecchiature televisive a colori. Per distinguere gli organi di comando e i
morsetti relativi al funzionamento a colori da quelli relativi al funzionamento in
bianco e nero.
Nota Se questo segno grafico è riprodotto a colori, questi dovranno essere disposti nel modo se-
guente: rosso a sinistra, blu in alto e verde a destra.
5049 Su apparecchiature televisive. Per contrassegnare i comandi e i morsetti destinati
ai segnali a video frequenza (in particolare per i televisori in bianco e nero).

5050 Su apparecchiature televisive a colori. Per contrassegnare i comandi e i morsetti


destinati in particolare ai segnali a colori a video frequenza.
Nota Se riprodotti a colori, i punti dovranno essere rosso, blu e verde.

5051 Su apparecchiature televisive. Per contrassegnare i morsetti e i comandi relativi al


dispositivo di controllo visivo d’immagine (monitor).

5052 Su apparecchiature televisive a colori. Per contrassegnare i morsetti e i comandi re-


lativi a un dispositivo di controllo visivo d’immagine a colori (monitor a colori).

5053 Su apparecchiature televisive. Per contrassegnare i morsetti e i comandi relativi a


un televisore.

5054 Su apparecchiature televisive a colori. Per contrassegnare i morsetti e i comandi


relativi a un televisore a colori.

5055 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i comandi di messa a fuoco, per


esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo d’immagine (moni-
tor), di un oscilloscopio, di un microscopio elettronico.

5056 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando della luminosità,


per esempio di un graduatore di luce, di un televisore, di un dispositivo di con-
trollo visuale d’immagine (monitor), di un oscilloscopio.

5057 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di contrasto, per


esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo d’immagine (moni-
tor), di un oscilloscopio.

5058 Su televisori a colori e sui dispositivi di controllo visivo d’immagine a colori. Per
contrassegnare il comando della saturazione di colore.

5059 Sui televisori e sui dispositivi di controllo visivo d’immagine. Per contrassegnare
il comando del marcatore dei contorni.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 34 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5060 Sui televisori a colore e sui dispositivi di controllo visivo d’immagine a colori. Per
contrassegnare il comando di controllo del colore.

5061 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando della sincronizza-


zione orizzontale, per esempio di un televisore o di un dispositivo di controllo
visivo d’immagine (monitor).

5062 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando della sincronizza-


zione verticale per esempio di un televisore o di un dispositivo di controllo visi-
vo d’immagine (monitor).

5063 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di inquadratura


orizzontale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo
d’immagine, di uno oscilloscopio, di un proiettore.

5064 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di inquadratura ver-


ticale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo d’imma-
gine, di uno oscilloscopio, di un proiettore.

5065 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di ampiezza d’im-


magine orizzontale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo
visivo d’immagine (monitor).

5066 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di ampiezza d’im-


i

magine verticale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visi-


vo d’immagine (monitor).

5067 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la regolazione dimensionale


dell’immagine.

5068 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando della linearità oriz-


zontale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo d’im-
magine (monitor), di un oscilloscopio.

5069 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando della linearità verti-


cale, per esempio di un televisore, di un dispositivo di controllo visivo d’immagi-
ne (monitor).

5070 Sulle targhette dei dischi e sulle testine di riproduzione. Per indicare che la regi-
strazione o la riproduzione sono solamente monofoniche. Per contrassegnare la
posizione “mono” di un deviatore “mono-stereo”.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 35 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5071 Sulle targhette dei dischi e sulle testine di riproduzione stereofoniche. Per indica-
re che la registrazione o la riproduzione sono solamente stereofoniche. Per con-
trassegnare la posizione “stereo” di un deviatore “mono-stereo”.

5072 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il bilanciamento.

5073 Sulle custodie dei microfoni onnidirezionali. Per indicare la caratteristica direzio-
nale di un microfono. Il segno grafico interno, che rappresenta il diagramma di
direttività, può essere utilizzato senza essere combinato con il segno grafico ge-
nerale del microfono, se non vi e il rischio di incorrere in ambiguità.

5074 Sulle custodie dei microfoni bidirezionali. Per indicare le caratteristiche acustiche
del microfono. Il segno grafico interno che rappresenta il diagramma di direttivi-
tà può essere usato senza essere combinato con il segno grafico del microfono
se non vi è il rischio di incorrere in ambiguità.

5075 Sulle custodie dei microfoni unidirezionali. Per indicare le caratteristiche acusti-
che del microfono. Il segno grafico interno, che rappresenta il diagramma di di-
rettività, può essere usato senza essere combinato con il segno grafico del micro-
fono se non vi è il rischio di incorrere in ambiguità.

5076 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o inter-


ruttore relativo ad un auricolare.

5077 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o l’in-


terruttore relativo ad un ricevitore telefonico a doppio auricolare (cuffia).

5078 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o l’in-


i

terruttore relativo ad un ricevitore stereofonico a doppio auricolare (cuffia stere-


ofonica).

5079 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o l’in-


terruttore relativo ad una combinazione microfono-cuffia.

5080 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o l’in-


i

terruttore relativo ad un altoparlante.


Nota I valori nominali di impedenza, tensione e potenza, possono essere aggiunti al segno grafico.

Esempi: 8Ω 100 V 25 W

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 36 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5081 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il pulsante ascolto conversazione.

5082 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o l’in-


terruttore relativo ad un microfono.

5083 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di connessione o di co-


mando relativo ad un microfono stereofonico.

5084 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare gli organi di connessione o di


comando relativi ad un amplificatore. Su un apparecchio, per indicare che si trat-
ta di un amplificatore.

5085 Su apparecchiature di riproduzione sonora. Per contrassegnare la posizione “mu-


sica” di un invertitore “parole-musica”.

5086 Sugli amplificatori. Per contrassegnare i morsetti, gli interruttori e i comandi rela-
tivi al collegamento e alla messa in servizio della testina di riproduzione per di-
schi fonografici.

5087 Sugli amplificatori stereofonici. Per contrassegnare i morsetti, gli interruttori e i


comandi relativi al collegamento e alla messa in servizio di una testina di ripro-
duzione stereofonica per dischi fonografici.

5088 Sugli amplificatori. Per contrassegnare i morsetti, in modo specifico, per la con-
nessione di una testina di riproduzione piezoelettrica o ceramica.

5089 Sugli amplificatori. Per contrassegnare i morsetti, in modo specifico, destinati alla
connessione di una testina di riproduzione elettrodinamica o magnetodinamica.

5090 Sui registratori di suoni a banda magnetica, sui dittafoni e sulle cabine telefoni-
che. Per contrassegnare i morsetti ai quali si collega l’adattatore telefonico e per
contrassegnare le cabine telefoniche.

5091 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti relativi al collegamen-


to e alla messa in servizio di un filtro passa-alto (per es. filtro antironzio).
Nota Il significato di questo segno grafico dipende dalla sua posizione. Attenzione a non riprodurlo
su comandi rotativi.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 37 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5092 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti relativi al collegamen-
to e alla messa in servizio di un filtro passa-basso (per es. filtro antidisturbo).
Nota Il significato di questo segno grafico dipende dalla sua posizione. Attenzione a non riprodurlo
su comandi rotativi.

5093 Su amplificatori e apparecchiature di misura. Per contrassegnare morsetti, inter-


ruttori e comandi relativi al collegamento e alla messa in servizio di un registrato-
re a nastro.
Nota Questo segno può rappresentare ogni tipo di registratore a nastro, sia magnetico sia a nastro
di carta. Nel caso di apparecchiatura alla quale si possono collegare diversi registratori posso-
no essere impiegati segni addizionali per distinguerli. In tal caso, il presente segno significa
“Registratore di suono a nastro magnetico”.
5094 Su amplificatori stereofonici. Per contrassegnare morsetti, interruttori e comandi
relativi al collegamento e alla messa in servizio di un registratore stereofonico.

5095 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il com-


mutatore col quale un registratore a nastro è connesso in posizione di registra-
zione, o per individuare la posizione di registrazione di questo commutatore (ve-
di anche il segno grafico 5163).

5096 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il com-


mutatore col quale un registratore a nastro è connesso in posizione di riprodu-
zione o per individuare la posizione di riproduzione di questo commutatore (ve-
di anche il segno grafico 5164).

5097 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do o individuare la posizione del commutatore che permette la cancellazione dei
segnali registrati (vedi anche il segno grafico 5165).

5098 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do col quale si controlla il segnale di ingresso di registrazione (vedi anche il se-
gno grafico 5166).

5099 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do col quale si controlla il nastro dopo la registrazione (vedi anche il segno gra-
fico 5176).

5100 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do col quale si effettua il controllo durante la lettura del nastro (vedi anche il se-
gno grafico 5168).

5101 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do del dispositivo di arresto atto ad evitare una registrazione involontaria (vedi
anche il segno grafico 5169).

5102 Su apparecchiature di registrazione e riproduzione. Per contrassegnare il coman-


do col quale segnali di marcatura possono essere registrati su nastro, per. es. per
sincronismo, avviamento o arresto, accesso casuale, selezione (vedi anche il se-
gno grafico 5170).

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 38 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5103 Su registratori a nastro e apparecchi di duplicazione o di montaggio di nastro.
Per contrassegnare il comando del dispositivo per tagliare il nastro (vedi anche il
segno grafico 5171).

5104 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il tasto di avviamento.

5105 Sulle macchine per dettatura (dittafoni) e altri apparecchi di registrazione. Per
contrassegnare il comando del dispositivo elettromagnetico destinato ad indivi-
duare, su nastro indicatore di carta, la posizione di una istruzione o correzione.

5106 Sulle macchine per dettatura (dittafoni) e altri apparecchi di registrazione. Per
contrassegnare il comando del dispositivo elettromagnetico destinato ad indivi-
duare, su nastro indicatore di carta, la posizione della fine di un testo.

5107 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando dello scorrimento


normale (per es. del nastro nella direzione indicata).
Note: 1 Il segno grafico rappresentato in figura significa “scorrimento normale in avanti”. Rove-
sciato significa “scorrimento normale indietro”.
2 Possono esserci delle applicazioni in cui questo segno grafico può essere utilizzato nella
forma riportata qui sotto:

5108 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando dello scorrimento


(per es. del nastro) a una velocità superiore a quella normale nella direzione in-
dicata.
Note: 1 Il segno grafico rappresentato in figura significa “scorrimento rapido in avanti”. Rovescia-
to, significa “scorrimento rapido indietro” o “ribobinatura rapida”.
2 Possono esserci delle applicazioni in cui questo segno grafico può essere utilizzato nella
forma riportata qui sotto:

5109 Per indicare che l’apparecchiatura elettrica contrassegnata (per es. un’apparec-
chiatura che produce perturbazioni radioelettriche durante il funzionamento)
non è adatta alle zone residenziali.

5110 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il tasto col quale una operazio-
ne viene interrotta.
Nota Per registratori a nastro, questo segno significa interrompere solo alcuni circuiti elettrici.

5111 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il tasto col quale il movimento


(per. es. del nastro) viene interrotto, mentre il meccanismo di trasmissione rima-
ne in funzione.

5112 Su registratori a nastro magnetico. Per contrassegnare il tasto col quale il segnale
è trasferito da una pista all’altra.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 39 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5113 Su apparecchiature per la riproduzione di dischi o cassette. Per contrassegnare il
tasto di espulsione del disco o della cassetta.
Nota Per le nuove applicazioni, si sconsiglia l’utilizzo di questo segno grafico; al suo posto deve es-
sere utilizzato il segno grafico 5459.

5114 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti ai quali si collega un


interruttore a pedale.

5115 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’interruttore col quale le lampa-


de di segnalazione possono essere collegate al circuito.

5116 Su apparecchiature a video-frequenza. Per contrassegnare morsetti e comandi di


una telecamera.

5117 Su apparecchiature a video-frequenza. Per contrassegnare morsetti e comandi di


una telecamera a colori.

5118 Su apparecchiature a video-frequenza. Per contrassegnare morsetti e comandi di


un videoregistratore.

5119 Su apparecchiature video-frequenza a colori. Per contrassegnare morsetti e co-


mandi di un videoregistratore a colori.

5120 Su apparecchiature a video-frequenza. Per contrassegnare il tasto di registrazione


di un videoregistratore.

5121 Su apparecchiatura a video-frequenza. Per contrassegnare il tasto di registrazione


di un videoregistratore a colori.

5122 Su apparecchiatura a video-frequenza. Per contrassegnare il tasto di riproduzione


di un videoregistratore.

5123 Su apparecchiatura a video-frequenza. Per contrassegnare il tasto di riproduzione


di un videoregistratore a colori.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 40 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5124 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare il commutatore o la posizione del
commutatore per mezzo del quale lo scorrimento è più lento del normale (per
esempio di un nastro) ed è orientato nella direzione indicata.
Note: 1 Nella direzione data qui sopra, il segno grafico significa: “avanzamento lento”. Se la figura
è rovesciata il segno grafico significa “arretramento lento” o “avvolgimento lento”.
2 Possono esserci delle applicazioni in cui questo segno grafico può essere utilizzato nella
forma riportata qui sotto:

5125 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare il comando della funzione di riepi-


logo che permette un accesso rapido al programma registrato per ripetere una
parte appena registrata.
Nota Possono esserci delle applicazioni in cui questo segno grafico può essere utilizzato nella forma
riportata qui sotto:

5126 Per contrassegnare un altoparlante funzionante in modo microfono.


Nota Questo segno grafico deve essere utilizzato congiuntamente con il segno grafico 5127.

5127 Per contrassegnare un altoparlante funzionante in modo altoparlante.


Nota Questo segno grafico deve essere utilizzato congiuntamente con il segno grafico 5126.

5128 Sui quadri di comando radar utilizzati principalmente per la navigazione marittima.
Per contrassegnare il comando d’allineamento dell’indicatore della linea di fede.

5129 Sui quadri di comando radar utilizzati principalmente per la navigazione maritti-
ma. Per contrassegnare l’interruttore di rotazione d’antenna.

5130 Sui quadri di comando radar utilizzati principalmente per la navigazione maritti-
ma. Per contrassegnare la posizione dell’impulso corto sul commutatore di sele-
zione delle lunghezze d’impulsi.

5131 Sui quadri di comando radar utilizzati principalmente per la navigazione maritti-
ma. Per contrassegnare la posizione dell’impulso lungo sul commutatore di sele-
zione delle lunghezze d’impulsi.

5132 Per contrassegnare il comando di un timer per indicare il tempo trascorso dall’ini-
zio di un’operazione (per es. cottura, lavaggio, registrazione, riproduzione ecc.).

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 41 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5133 Sui quadri di comando radar utilizzati principalmente per la navigazione maritti-
ma. Per contrassegnare il comando indicatore di rilevamento.

5134 Sugli imballaggi contenenti dispositivi sensibili alle scariche elettrostatiche e sui
dispositivi stessi.
Nota Per ulteriori informazioni, si deve consultare la Pubblicazione IEC 747-1: Semiconductor devi-
ces – Discrete devices and integrated circuits. Part. 1: General.

5136 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione riferita alla prora della nave del commu-
tatore di selezione dei modi di presentazione.

5137 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione riferita al NORD del commutatore di se-
lezione dei modi di presentazione.

5138 Per contrassegnare gli apparecchi ausiliari indipendenti di illuminazione per le


lampade a scarica, quali le lampade fluorescenti o le lampade a vapori di mercu-
rio ad alta pressione, a vapori di sodio a bassa pressione, a vapori di sodio ad
alta pressione e le lampade ad alogenuri metallici.
Nota Questo segno grafico è preso dalle Pubblicazioni IEC 920, IEC 922, IEC 926, IEC 928 e IEC 1046.
5140 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i livelli elevati, potenzialmente
pericolosi, di radiazione non ionizzante.
Nota In caso di applicazione in un segnale di avvertimento, si devono applicare le regole di cui nella
Norma ISO 3864.

5141 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di minima efficacia delI’organo di co-
mando del dispositivo di riduzione dell’effetto mare.

5142 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di minima efficacia delI’organo di co-
mando del dispositivo di riduzione dell’effetto pioggia.

5143 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare l’organo di selezione della scala delle distanze.

5144 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di massimo dell’organo di regolazione
della luminosità dei cerchi delle distanze.

5145 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare il comando dell’indicatore variabile della distanza.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 42 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5146 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la posizione di minimo di un
organo di regolazione; per es. regolazione a zero o di bilanciamento di un dispo-
sitivo a ponte; attenuazione di un segnale non desiderato; deviazione minima di
uno strumento di misura, indicatore ecc.
5147 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la posizione di massimo di un
organo di regolazione; per es. sintonizzatore, massima deviazione di uno stru-
mento di misura, indicatore ecc.

5148 Su apparecchiature a video-frequenza. Per contrassegnare i morsetti, i commuta-


tori relativi ad una testina di riproduzione per apparecchiature video-dischi.

5149 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di funzionamento del commutatore di
controllo della potenza di trasmissione.

5150 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di funzionamento del commutatore di
comando trasmissione/ricezione.

5151 Su apparecchiature acustiche sottomarine. Per contrassegnare i morsetti e i co-


mandi relativi a un idrofono.

5152 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la radiazione delle apparecchia-


ture laser.
Nota In caso di applicazione in un segnale di avvertimento, si devono applicare le regole della Norma
ISO 3864.

5153 Su apparecchiature acustiche sottomarine. Per contrassegnare i morsetti e i co-


mandi relativi a un emettitore acustico sottomarino.

5154 Su apparecchiature acustiche sottomarine. Per contrassegnare i morsetti e i co-


mandi relativi a un trasduttore acustico reversibile sottomarino.

5156 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare i commutatori, i comandi, i connettori


o i morsetti per mezzo dei quali una apparecchiatura elettrica può essere colle-
gata alla rete attraverso un trasformatore. Può anche essere usato su un involucro
o una custodia per indicare che contiene un trasformatore (per es. in una custo-
dia di un dispositivo a spina).

5157 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro passa-banda, i suoi


morsetti e i comandi corrispondenti.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 43 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5158 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro passa-banda a frequen-
za centrale regolabile, i suoi morsetti e i comandi corrispondenti.

5159 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro passa-banda a larghez-


za di banda regolabile, i suoi morsetti e i comandi corrispondenti.

5160 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro soppressore di banda, i


suoi morsetti e i comandi corrispondenti.

5161 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di massima efficacia dell’organo di co-
mando del dispositivo di riduzione dell’effetto mare.

5162 Sui pulpiti di comando dei radar principalmente utilizzati per la navigazione ma-
rittima. Per contrassegnare la posizione di massima efficacia di risoluzione
dell’effetto pioggia.

5163 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il commutatore o la posizione


i

dello stesso attraverso il quale si pone l’apparecchiatura in condizione di scrittura


o registrazione.

5164 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il commutatore o la posizione


iiii

dello stesso attraverso il quale si pone l’apparecchiatura in condizione di ripro-


duzione o lettura.

5165 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il commutatore o la posizione


dello stesso attraverso il quale si realizza la cancellazione di dati o segnali regi-
strati su un supporto.

5166 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando per mezzo del qua-
le si attiva il commutatore di controllo dei segnali durante la scrittura o la regi-
strazione di informazioni su un supporto.

5167 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando che attiva il commu-


tatore di controllo dei segnali dopo la scrittura o la registrazione di informazioni
su un supporto.

5168 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando che attiva il commu-


iii

tatore di controllo dei segnali durante la riproduzione.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 44 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5169 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando del dispositivo di
arresto atto ad evitare una registrazione o scrittura involontaria.

5170 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando per mezzo del qua-
le può essere registrata un’informazione di riferimento su di un supporto per dati
o segnali (per es. sotto forma di segnali, perforazione o codici specifici).

5171 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando di un dispositivo di


taglio, per es. per il montaggio di nastri magnetici, bande di carta, nastri perfora-
ti, pellicole cinematografiche.

5172 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un’apparecchiatura che soddisfa


i

le norme di sicurezza prescritte per apparecchiature di Classe II.


Nota La posizione del segno grafico deve essere tale che sia evidente che si tratta di una informazio-
ne tecnica e che non possa essere confusa con il marchio di fabbrica del costruttore od altre
identificazioni.
5173 Su tutte le apparecchiature. Per contrassegnare il morsetto il cui potenziale è
quello più vicino al potenziale di terra o di massa.

5177 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando per mezzo del qua-
le si avvia un processo, un programma, un nastro, in modo tale che il regime di
funzionamento sia raggiunto senza ritardo apprezzabile.
Nota Da utilizzare in modo particolare quando sulla stessa apparecchiatura è utilizzato anche il se-
gno grafico 5104.
5178 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando per mezzo del qua-
le si arresta un processo, un programma, un nastro senza apprezzabile ritardo.
Nota Da utilizzare in modo particolare quando sulla stessa apparecchiatura è utilizzato anche il se-
gno grafico 5110.

5179 Su qualsiasi apparecchiatura elettrica o elettronica. Per indicare che può soppor-
tare una tensione di prova di 500 V.
Nota Si possono mettere all’interno del segno grafico altri valori di tensione di prova, conformemen-
te alle Pubblicazioni IEC: vedi per esempio la Pubblicazione IEC 414(1).
(1) Norma CEI 13-10.
5180 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare le apparecchiature che soddi-
sfano le prescrizioni di sicurezza specificate per le apparecchiature di Classe III
di cui alla Pubblicazione IEC 536: Classification of electrical and electronic equi-
pment with regard to protection against electric shock.

5181 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare l’organo di comando di una gran-


dezza. La grandezza comandata aumenta in scala con l’ampiezza della figura.
Nota Viene indicata solo la versione lineare, in quanto il raggio della linea di base della versione ro-
tante dipende dal diametro dell’organo di comando in questione.

5182 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i comandi ed i morsetti relativi a


segnali audio.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 45 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5184 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i morsetti e i comandi relativi
agli orologi, agli interruttori orari e ai timer.

5185 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro di soppressione o i


morsetti e i comandi ad esso relativi.

5186 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un’apparecchiatura raddrizzatri-


ce ed i relativi morsetti e comandi.
Note: 1 Vedi anche il segno grafico 5003 per la funzione raddrizzatrice.
2 Questo segno grafico è conforme al segno grafico IEC 617-05-03-01 e sostituisce il segno
grafico rappresentato qui sotto, di cui si sconsiglia l’uso.

5187 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare i comandi relativi alle funzioni inse-
gnante/sorvegliante.

5188 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare i comandi relativi alle funzioni stu-
dente/utilizzatore.

5189 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare i comandi relativi alle funzioni di


un gruppo studenti/utilizzatori.

5190 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare i comandi relativi alle funzioni con-
cernenti tutti gli studenti/utilizzatori.

5191 Su qualsiasi apparecchiatura. Per identificare il comando di regolazione dello


schermo di proiezione.

5192 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un riferimento a un registratore


grafico.

5193 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un riferimento a una stampante.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 46 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5194 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un convertitore corrente conti-
nua/corrente alternata ed i relativi morsetti e comandi.

5195 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare un filtro soppressore di banda


regolabile ed i relativi morsetti e comandi.

5196 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare un indicatore giroscopico.

5197 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare il comando di regolazione di un indicatore giroscopico.

5198 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare il comando atto ad allineare la girobussola alla bussola magnetica.

5199 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare un comando associato ad un sistema di allineamento.

5200 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare il comando di regolazione della scala di allineamento.

5201 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare un comando associato ad una taratura di fase.

5202 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare un comando associato ad una taratura d’angolo.

5204 Sui radiogoniometri specialmente utilizzati per la navigazione marittima. Per con-
trassegnare il sezionatore d’antenna del senso di direzione.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 47 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5210 Per indicare un impianto per la conversazione.

5211 Per indicare un impianto per l’ascolto.

5213 Su apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare i morsetti o i co-


mandi relativi a un manipolatore MORSE.

5219 Su un trasformatore di sicurezza. Per indicare che il trasformatore è previsto per


alimentare i giocattoli. Su un giocattolo elettrico, per indicare che il giocattolo
deve essere alimentato mediante un trasformatore di sicurezza.

5220 Su un trasformatore. Per indicare che tale trasformatore può sopportare i corto-
circuiti grazie al tipo di costruzione o a un dispositivo incorporato.
Nota Questo segno grafico può essere anche applicato con l’orientamento qui sotto indicato:

5221 Su un trasformatore. Per indicare che esso è applicato come trasformatore di iso-
lamento.
Nota Questo segno grafico può essere anche applicato con l’orientamento qui sotto indicato:

5222 Su un trasformatore. Per contrassegnare un trasformatore di sicurezza.

5223 Su un trasformatore. Per indicare che tale trasformatore non può sopportare i
cortocircuiti.
Nota Questo segno grafico può essere anche applicato con l’orientamento qui sotto indicato:

5225 Sulle prese di corrente alimentate da trasformatori di sicurezza. Per contrassegna-


re le prese di corrente per rasoi elettrici ed apparecchi similari di piccola poten-
za. Questo segno può anche essere applicato sui trasformatori di sicurezza desti-
nati all’alimentazione di tali prese di corrente.

5226 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per contrassegnare la posizione corrispondente


sull’indicatore di programma e per indicare il contenitore di detersivo per il pre-
lavaggio.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 48 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5227 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per contrassegnare la posizione corrispondente
sull’indicatore di programma e per indicare il contenitore di detersivo per il la-
vaggio principale.

5228 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando o per contrassegnare la


posizione corrispondente sull’indicatore di programma (risciacquo).

5229 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando o per contrassegnare la


posizione corrispondente sull’indicatore di programma (arresto dopo l’ultimo ri-
sciacquo).

5230 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando o per contrassegnare la


posizione corrispondente sull’indicatore di programma (centrifuga).

5231 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando che esclude la centrifuga.

5232 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per contrassegnare la posizione corrispondente


sull’indicatore di programma e per indicare il contenitore destinato al trattamento
speciale (per esempio ammorbidente).

5234 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando che permette di ottenere
un livello d’acqua al di sopra del livello normale.

5235 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando che permette di ottenere
un basso livello d’acqua.

5236 Su qualsiasi tipo di lavatrice. Per identificare il comando di scarico.

5237 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la fase corrispondente


sull’indicatore di programma.
Nota Se esistono più livelli di calore, il livello inferiore può essere indicato riducendo il numero di li-
nee verticali. Vedi anche il segno grafico ISO 7000-0535 per altre apparecchiature con opera-
zioni di asciugatura o di riscaldamento.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 49 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5249 Per contrassegnare un comando della frequenza di un segnale di allarme.

5250 Sulle apparecchiature telefoniche. Per contrassegnare il comando che permette


agli abbonati selezionati di partecipare a una conferenza.

5251 Sulle apparecchiature telefoniche. Per contrassegnare il comando che permette


l’introduzione dei dati locali di un abbonato nella memoria locale dell’abbonato.

5252 Sulle apparecchiature telefoniche. Per contrassegnare il comando che mette in


attesa una chiamata per un periodo di tempo limitato.

5253 Sulle apparecchiature telefoniche. Per contrassegnare il comando per trasferire


altrove una determinata chiamata.

5254 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un’unità


passiva che collega due altre unità senza modificare il segnale passante dall’una
all’altra.

5255 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un ampli-


ficatore a valvola ad onde progressive.

5256 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un’appa-


recchiatura che invia un segnale elettrico di segnalazione.

5257 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un’appa-


recchiatura che riceve un segnale elettrico di segnalazione.

5258 Per contrassegnare un comando della frequenza del segnale di prova.

5259 Per contrassegnare un comando della frequenza del segnale di sincronizzazione.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 50 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5260 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un dispo-
sitivo in cui si effettua la demodulazione di un’onda portante modulata.
Nota Nella telefonia a frequenza portante, la categoria del demodulatore può essere indicata aggiun-
gendo dei trattini nell’angolo in alto a sinistra, come segue:

Gruppo primario Gruppo secondario ecc.

5261 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un dispo-


sitivo in cui si effettua la modulazione di un’onda portante modulata.
Nota Nella telefonia a frequenza portante, la categoria del modulatore può essere indicata aggiun-
gendo dei trattini nell’angolo in alto a sinistra, come segue:

Gruppo primario Gruppo secondario ecc.

5262 Su qualsiasi apparecchiatura di telecomunicazione. Per contrassegnare un modem.

5263 Su qualsiasi apparecchiatura. Per indicare che il controllo viene effettuato dal
pannello di comando principale.

5264 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare lo stato MARCIA di una parte


dell’apparecchiatura, nel caso in cui il segno grafico 5007 non possa essere utiliz-
zato, per es. per contrassegnare la posizione MARCIA di un commutatore. Da uti-
lizzare congiuntamente con il segno grafico 5265.

5265 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare la stato ARRESTO di una parte


dell’apparecchiatura, nel caso in cui il segno grafico 5008 non possa essere utiliz-
zato, per es. per contrassegnare la posizione ARRESTO di un commutatore. Da
utilizzare congiuntamente con il segno grafico 5264.

5266 Su tutte le apparecchiature. Per contrassegnare lo stato ATTESA o preparatorio di


una parte dell’apparecchiatura, nel caso in cui non possa essere utilizzato il se-
gno grafico 5009, per es. per contrassegnare la posizione ATTESA di un commu-
tatore.

5267 Per contrassegnare un comando di sincronizzazione.

5268 Su tutte le apparecchiature. Per associare la posizione IN di un comando a pres-


sione a due posizioni alla corrispondente funzione.

5269 Su tutte le apparecchiature. Per associare la posizione OUT di un comando a


pressione a due posizioni alla corrispondente funzione.

5271 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un selettore


di canali “1 tra n”, comandato da un circuito logico.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 51 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5272 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un’unità
che produce frequenze armoniche partendo da una frequenza fondamentale.
Nota f0 può essere sostituita da questa frequenza, per es. 4 kHz.

5273 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un’unità


automatica di commutazione.

5274 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un’unità


manuale di commutazione.

5275 Per contrassegnare un’apparecchiatura di protezione contro le sovratensioni, per


esempio causate da un fulmine.

5276 Sulle apparecchiature di telecomunicazione. Per indicare che l’origine di un se-


gnale, o il comando di una funzione, è situata localmente.
Nota Il tratto verticale può essere completato dal segno grafico del segnale, o della funzione, consi-
derato:

portante, pilota, misura, segnalazione, allarme…

5277 Sulle apparecchiature di telecomunicazione. Per indicare che l’origine di un se-


gnale, o il comando di una funzione, è situata a distanza.
Nota Il tratto verticale può essere completato dal segno grafico del segnale, o della funzione, consi-
derato:

portante, pilota, misura, segnalazione, allarme…

5278 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un’apparec-


chiatura di misura delle distorsioni di fase.

5279 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un filtro


delle distorsioni di fase.

5280 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un disposi-


tivo di bloccaggio della linea di trasmissione.

5281 Su tutte le apparecchiature di trasmissione numerica. Per contrassegnare un com-


binatore numerico.
Nota Al segno grafico possono essere aggiunte indicazioni relative alla portata in ingresso e in uscita.

5282 Su tutte le apparecchiature di trasmissione numerica. Per contrassegnare un se-


paratore numerico.
Nota Al segno grafico possono essere aggiunte indicazioni relative alla portata in ingresso e in uscita.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 52 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5283 Su un dispositivo che effettua la rigenerazione dei segnali numerici insieme ad
altre funzioni ausiliarie.

5284 Per contrassegnare un convertitore che fornisce una tensione costante.

5285 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare in dispositi-


vo regolabile. Per identificare il dispositivo, all’interno del segno grafico può es-
sere aggiunto un segno letterale o grafico.

5286 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un corretto-


re di distorsione.
Nota All’interno del segno grafico può essere aggiunta la relativa funzione:
n A: distorsione di ampiezza/frequenza;
n ϕ: distorsione di fase/frequenza;
n ∆t: distorsione di ritardo/frequenza.

5287 Per contrassegnare il comando mediante il quale si può ottenere la pista migliore
per le registrazioni esterne.

5288 Per contrassegnare il comando per la sostituzione, l’aggiunta o il missaggio di


suoni.

5289 Per contrassegnare il comando per l’assistenza all’applicazione (rivela/nascondi)


per rivelare o nascondere informazioni supplementari.

5290 Per contrassegnare il comando di mantenimento di pagina su un’unità di visua-


lizzazione, per es. un televideo.

5291 Per contrassegnare il comando per il modo immagine nell’immagine.

5292 Sulle apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare il comando uti-


lizzato per effettuare il passaggio tra servizi diversi, per es.: telefono, teletext, …
Nota Questo segno grafico è normalizzato nel segno grafico ISO 7000-0273, “Interchange”.

5293 Su tutti gli interruttori di posizione. Per indicare la manovra positiva di apertura
del contatto di interruzione.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 53 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5294 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la posizione corrispondente
del commutatore di selezione (stoviglie molto sporche).

5295 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la posizione corrispondente


del commutatore di selezione (stoviglie sporche in modo normale).

5296 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la posizione corrispondente


del commutatore di selezione (stoviglie poco sporche).

5297 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la posizione corrispondente


del commutatore di selezione (stoviglie fragili).

5298 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per indicare la vasca dell’agente di rigenerazio-


ne per l’addolcimento dell’acqua e il relativo indicatore.
Nota Lo stesso segno può essere utilizzato sugli imballaggi degli agenti di rigenerazione.

5299 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per indicare la vasca destinata agli agenti di ri-
sciacquo, per esempio i composti anticalcare e per contrassegnare il relativo spo-
stamento sull’indicatore di programma.
Nota Lo stesso segno può essere utilizzato sugli imballaggi degli agenti di risciacquo.

5300 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per contrassegnare la posizione corrispondente


del commutatore di selezione (prelavaggio).

5301 Su qualsiasi tipo di lavastoviglie. Per indicare la vasca riservata al detersivo e per
contrassegnare la relativa posizione sull’indicatore di programma.
Nota Lo stesso segno può essere utilizzato sugli imballaggi dei detersivi.

5302 Per contrassegnare un convertitore che fornisce una corrente costante.

5303 Per indicare un amplificatore operazionale.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 54 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5304 Per indicare un’apparecchiatura che effettua operazioni logiche.

5305 Per contrassegnare un’unità di campionatura.

5306 Per contrassegnare un comparatore, il suo comando, le sue connessioni o il di-


spositivo stesso.
Nota Il segno grafico letterale per le grandezze comparate (U, I, f ecc.) possono essere inserite cen-
tralmente nella parte inferiore del segno grafico.

5307 Per contrassegnare un allarme su un’apparecchiatura di comando.


Note: 1 Il tipo di allarme può essere indicato all’interno o al di sotto del triangolo.
2 Se è necessario classificare i segnali d’allarme e si utilizza il segno grafico 5308, il segno
grafico 5307 deve essere utilizzato per la condizione di allarme meno urgente.

5308 Per contrassegnare un allarme su un’apparecchiatura di comando.


Note: 1 Il tipo di allarme può essere indicato all’interno o al di sotto del triangolo.
2 Se è necessario classificare i segnali d’allarme e si utilizza il segno grafico 5308, il segno
grafico 5307 deve essere utilizzato per la condizione di allarme meno urgente.
3 L’urgenza dell’allarme può essere indicata variando una caratteristica dell’allarme, per es.
frequenza di lampeggiamento di un segnale visivo, o codice di un segnale acustico.
5309 Su tutti i tipi di apparecchiature di allarme. Per contrassegnare il comando per
mezzo del quale il circuito di allarme può essere riportato alla sua posizione ini-
ziale.
Nota Il tipo di allarme può essere indicato all’interno del triangolo o sotto di esso.

5310 Nella trasmissione numerica. Per indicare l’uso di impulsi ordinati in struttura.

5311 Nella trasmissione numerica. Per indicare l’uso di strutture di impulsi ordinati in
multistrutture.

5312 Nella trasmissione numerica. Per indicare un allineamento in strutture.

5313 Nella trasmissione numerica. Per indicare la perdita di allineamento in strutture.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 55 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5314 Nella trasmissione numerica. Per indicare un errore nel segnale di allineamento
in strutture.

5315 Nella trasmissione numerica. Per indicare un segnale a due livelli, per es. un se-
gnale binario.

5316 Nella trasmissione numerica. Per indicare un segnale a tre livelli, per es. un se-
gnale bipolare.

5317 Nella trasmissione numerica. Per indicare un segnale a codice binario, per es. un
segnale in modulazione di impulsi codificati (PCM).

5318 Sulle apparecchiature a video frequenza. Per contrassegnare il comando che mo-
stra sullo schermo una successione di immagini fisse.
Nota Quando è utilizzato su apparecchiature video, questo segno grafico può essere combinato con
il segno grafico 5049, come illustrato qui sotto:

5319 Per contrassegnare il comando di inibizione dell’allarme su un’apparecchiatura


di comando.
Nota Il tipo di allarme può essere indicato all’interno o al di sotto del triangolo.

5320 Sulle apparecchiature. Per contrassegnare un comando di luce indiretta nel caso
sia necessaria una distinzione dal segno grafico 5012.

5321 Sulle apparecchiature. Per contrassegnare un comando di illuminazione a bassa


intensità nel caso sia necessaria una distinzione dal segno grafico 5012, per es.
per sistemazione in camere oscure.

5322 Sulle apparecchiature. Per contrassegnare i comandi o i punti di connessione as-


sociati con interruttori portatili.

5323 Sulle apparecchiature. Per contrassegnare il comando di apertura del diaframma


a iride o per indicare lo stato aperto.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 56 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5324 Sulle apparecchiature. Per contrassegnare il comando di chiusura del diaframma
a iride o per indicare lo stato chiuso.

5325 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati con la selezione di una macchia focale piccola o le connessioni per il fi-
lamento corrispondente.

5326 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati con la selezione di una macchia focale o le connessioni per il filamento
corrispondente.
Associato con il segno grafico 5325, questo segno grafico si applica alla macchia
focale più grande.
Associato al segno grafico 5327, questo segno grafico si applica alla macchia fo-
cale più piccola.
5327 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori
associati con la selezione di una macchia focale grande o le connessioni per il fi-
lamento corrispondente.

5328 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi radiografici.

5329 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


per la radiografia indiretta.

5330 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


per la radioscopia (fluoroscopia).

5331 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un’apparecchiatura di catego-


ria AP conforme alla Pubblicazione IEC 601(1), che specifica inoltre il modo in
cui utilizzare questo segno grafico.
Norme CEI del CT 62.

5332 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un’apparecchiatura di catego-


ria APG conforme alla Pubblicazione IEC 601, che specifica inoltre il modo in cui
utilizzare questo segno grafico.

5333 Sulle apparecchiature medicali. Per contrassegnare un’apparecchiatura di tipo BF


conforme alla Pubblicazione IEC 601.

5334 Sulle apparecchiature medicali. Per contrassegnare un’apparecchiatura di tipo BF


protetta contro le scariche da defibrillazione conforme alla Pubblicazione IEC 601.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 57 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5335 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un’apparecchiatura di tipo CF
conforme alla Pubblicazione IEC 601.

5336 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un’apparecchiatura di tipo CF


protetta contro le scariche da defibrillazione conforme alla Pubblicazione IEC 601.

5337 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento al tubo ra-


diogeno, per es. per contrassegnare la superficie di un componente quale una gri-
glia antidiffusione focalizzata, che deve essere orientata verso il tubo radiogeno.

5338 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un com-


plesso radiante raggi X.

5339 In un’installazione a raggi X. Per indicare l’emissione di raggi X in atto o prossima.

5340 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un sup-


porto radioscopico verticale.
Nota Questo segno grafico è presentato con un ricettore di immagine radioscopica a raggi X e un
supporto del paziente tra il complesso radiante raggi X e il paziente.

5341 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un sup-


porto radioscopico verticale.
Nota Questo segno grafico è presentato con un supporto del paziente tra la posizione del paziente e
un ricettore di immagine radioscopica a raggi X.

5342 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un tavo-


lo radiografico orizzontale.
Nota Questo segno grafico è presentato con un ricettore di immagine radioscopica.

5343 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un sup-


porto con una macchina fotofluorografica.

5344 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a una


macchina fotografica in cui la registrazione viene effettuata fotografando uno
schermo radioscopico.

5345 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un tomo-


grafo o a un modo tomografico.
Nota Questo segno grafico è presentato con un tavolo orizzontale.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 58 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5346 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un tavo-
lo oscillante con complesso radiante raggi X sopra il tavolo.
Nota Questo segno grafico è presentato con un ricettore di immagine radiografica a raggi X.

5347 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un tavo-


lo oscillante con complesso radiante raggi X sotto il tavolo.
Nota Questo segno grafico è presentato con un dispositivo radiografico interscopico.

5348 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un di-


spositivo di compressione in posizione di funzionamento.

5349 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un movi-


mento del dispositivo di compressione nella direzione della freccia.
Nota La freccia può indicare diverse direzioni.

5350 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare dispositivi di comando o


indicatori per l’applicazione di una pressione sul paziente.

5351 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un di-


spositivo di compressione in posizione rientrata.

5352 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a una gri-


glia antidiffusione.

5353 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare la condizione ON di una


griglia antidiffusione, o il riferimento al suo movimento.

5354 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare il modo senza griglia anti-
diffusione, la griglia in posizione rientrata o l’assenza di una griglia antidiffusione.

5355 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i dispositivi di comando o


gli indicatori del comando dell’irradiazione, per es. un espositore automatico.
Nota Questo segno grafico è presentato con tre aree dominanti rettangolari.

5356 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento alla suddi-


visione di una pellicola in più aree.
Nota Questo segno grafico è presentato suddiviso in sei.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 59 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5359 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori
per il modo radiografico su pellicola a formato intero, orientati come illustrato.
Note: 1 Questo segno grafico spesso è utilizzato associato ai segni grafici 5360 e/o 5361.
2 Possono essere indicate le dimensioni della pellicola.

5360 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


per il modo radiografico su pellicola suddivisa in due, orientati come illustrato.
Note: 1 Questo segno grafico spesso è utilizzato associato ai segni grafici 5359 e/o 5361.
2 Possono essere indicate le dimensioni della pellicola.

5361 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


per il modo radiografico su pellicola suddivisa in quattro, orientati come illustrato.
Note: 1 Questo segno grafico spesso è utilizzato associato ai segni grafici 5359 e/o 5360.
2 Possono essere indicate le dimensioni della pellicola.
5362 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un cam-
bia pellicole o cambia cassette o a un funzionamento unidirezionale.

5363 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento al modo


con due cambia pellicole o cambia cassette.

5364 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento al funzio-


namento simultaneo di due tubi radiogeni.

5365 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento al funzio-


namento alternato di due tubi radiogeni.

5366 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a dispositi-


vi di supporto a terra.

5367 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a dispositi-


vi di sospensione a soffitto.

5368 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un tavo-


lo di radiourologia.

5369 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un riferimento a un tavolo


chirurgico.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 60 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5370 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per la rotazione
di una sedia del paziente.

5371 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per l’oscillazione


di una sedia del paziente.

5372 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un riferimento a un’apparec-


chiatura per craniografia.

5373 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un’appa-


recchiatura con braccio a C.

5374 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un’appa-


recchiatura con braccio a U.

5375 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un’appa-


recchiatura per mammografia.

5376 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un iden-


tificatore di immagini radiologiche.

5377 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli identifica-


tori associati alla stabilizzazione dell’intensità nel piano di entrata di un identifi-
catore di immagini radiologiche.

5378 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati alla selezione dell’intero campo di ingresso di un identificatore di imma-
gini radiologiche.

5379 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati alla selezione di un campo di ingresso ridotto di un identificatore di im-
magini radiologiche.

5380 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati all’assorbimento di gas di un identificatore di immagini radiologiche.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 61 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5381 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a un filtro
di radiazione o a un valore di filtrazione di qualità equivalente.

5382 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a una si-


ringa per iniezione, per es. l’inizio di una sequenza radiografica partendo dalla
siringa.

5383 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi dell’indicazio-


ne luminosa del centro del campo di radiazioni.

5384 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi dell’indicazio-


ne luminosa del campo di radiazione.

5385 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi per l’apertura


del limitatore del fascio o per indicare il suo stato parzialmente o completamente
aperto.

5386 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi per la chiusura


del limitatore del fascio o per indicare il suo stato chiuso.

5387 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi per l’apertura


di un gruppo di otturatori o di un otturatore singolo di un limitatore del fascio.
Nota Gli otturatori comandati sono presentati con tratti più spessi.

5388 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i dispositivi di comando


per la chiusura di un gruppo di otturatori o di un otturatore singolo di un limita-
tore del fascio.
Nota Gli otturatori comandati sono presentati con tratti più spessi.

5389 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un riferimento a un paziente


di corporatura minuta.

5390 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un riferimento a un paziente


di corporatura media. Associato al segno grafico 5389, questo segno grafico si
applica al paziente più robusto. Associato al segno grafico 5391, questo segno
grafico si applica al paziente più minuto.

5391 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare un riferimento a un paziente


robusto.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 62 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5392 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per oscillare il
supporto del paziente o il tavolo di esame.

5393 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per il movimento


longitudinale del supporto del paziente.

5394 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori as-
sociati a un movimento graduale del supporto del paziente.

5395 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per il movimento


ortogonale al piano del supporto del paziente.

5396 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare i comandi dei movimenti nel
piano del supporto del paziente.

5397 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per la rotazione


del supporto del paziente su un asse longitudinale.

5398 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per la rotazione


della culla del paziente lungo il suo asse longitudinale.

5399 Sulle apparecchiature mediche. Per contrassegnare il comando per la rotazione


lungo un asse ortogonale al piano del supporto del paziente.

5401 Sulle apparecchiature radiologiche per tomografia. Per contrassegnare il coman-


do del movimento tomografico senza emissione di raggi X.

5402 Sulle apparecchiature radiologiche per tomografia. Per contrassegnare i comandi


del movimento tomografico con emissione di raggi X.

5403 Sulle apparecchiature radiologiche per tomografia. Per contrassegnare il coman-


do per la regolazione del piano tomografico.

5404 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori


associati alla velocità normale di rotazione dell’anodo del tubo radiogeno.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 63 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5405 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare i comandi o gli indicatori
associati alla velocità elevata di rotazione dell’anodo del tubo radiogeno.

5406 Sulle apparecchiature radiologiche. Per contrassegnare un riferimento a una ca-


mera di ionizzazione.

5407 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare un riferimento


a un’immagine a presentazione normale.
Nota Da utilizzare con i segni grafici 5408, 5409 e 5410.

5408 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare un riferimento


a un’immagine a presentazione rovesciata destra-sinistra.
Nota Da utilizzare con i segni grafici 5407, 5409 e 5410.

5409 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare un riferimento


a un’immagine a presentazione rovesciata alto-basso.
Nota Da utilizzare con i segni grafici 5407, 5408 e 5410.

5410 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare un riferimento


a un’immagine a presentazione rovesciata alto-basso e destra-sinistra.
Nota Da utilizzare con i segni grafici 5407, 5408 e 5409.

5411 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare un riferimento


a un’immagine a presentazione rovesciata bianco-nero.

5412 Su tutte le apparecchiature di visualizzazione. Per contrassegnare tutto ciò che ri-
guarda il campo di riferimento.

5413 Su tutte le apparecchiature a immagine elettronica. Per contrassegnare un riferi-


mento alla correzione del fattore di contrasto gamma.

5420 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare uno scram-


bler, i suoi comandi, le sue connessioni o il dispositivo stesso.

5421 Su tutte le apparecchiature di telecomunicazione. Per contrassegnare un de-


scrambler, i suoi comandi, le sue connessioni o il dispositivo stesso.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 64 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5424 Per contrassegnare un dispositivo che fornisce un interfaccia tra le apparecchia-
ture.
Nota Per ulteriori informazioni, è possibile inserire quanto segue nel centro del segno grafico, per
esempio:
CMI (per un “interfaccia a 140 Mbit/s”)*
140

per un “interfaccia binario”

per un “interfaccia di sincronizzazione”.

*CMI = Codice CMI


5430 Per indicare la situazione di priorità di un’apparecchiatura, di un circuito o di
una funzione.
Nota Può essere inserita una cifra indicante l’ordine di priorità.

5431 Per indicare, sulle apparecchiature di telecomunicazione, un canale accessibile


alle estremità di un ripetitore ma non all’interno delle stazioni ripetitrici.

5432 Per indicare, sulle apparecchiature di telecomunicazione, un canale simultanea-


mente accessibile alle due estremità di un ripetitore e all’interno delle stazioni ri-
petitrici.

5433 Per indicare l’apparecchiatura che normalmente viene utilizzata per fornire un
servizio o per contrassegnare la posizione di un commutatore mediante il quale
tale apparecchiatura viene selezionata.
Nota Il segno grafico 5433 deve essere utilizzato congiuntamente al segno grafico 5434.
5434 Per indicare l’apparecchiatura che fornisce un servizio di riserva quando l’apparec-
chiatura normalmente utilizzata non è disponibile o per contrassegnare la posizio-
ne di un commutatore mediante il quale tale apparecchiatura viene selezionata.
Nota Il segno grafico 5434 deve essere utilizzato congiuntamente al segno grafico 5433.
5435 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare un comando combinato per lu-
minosità e contrasto.

5436 Per contrassegnare il comando di esclusione audio.

5438 Per contrassegnare il comando di riproduzione del suono a effetto spaziale, o la


posizione effetto spaziale di un interruttore.

5439 Per contrassegnare il comando di ricerca automatica della sintonia, per esempio
il più vicino canale, programma o stazione disponibile.
Nota Questo segno grafico può essere utilizzato nella forma riportata qui sotto:

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 65 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5440 Per contrassegnare il comando di un timer programmabile.

5443 Per contrassegnare il comando di un timer programmabile con indicazione del


tempo restante fino al termine di un’operazione (per es. cottura, lavaggio, regi-
strazione, riproduzione ecc.).

5444 Per contrassegnare su un’apparecchiatura l’indicatore che mostra la ricezione de-


gli ordini dati mediante telecomando.

5446 Per contrassegnare un comando con entrata a una o a più cifre, per es. per per-
mettere la selezione dei canali di programma.

5447 Per contrassegnare il commutatore di selezione delle bande di frequenza.

5448 Per contrassegnare un connettore o un modo combinato ingresso/uscita.


Nota Per caratterizzare una connessione con l’apparecchiatura video, si raccomanda di utilizzare il
segno grafico 5521.

5457 Per contrassegnare il comando di ritorno automatico.

5459 Per controllare il comando per la funzione di espulsione.

5460 Per contrassegnare il comando di fine memorizzazione in servizio.


Nota Per la memorizzazione in servizio, vedi Norma ISO 7000-0987.

5463 Per contrassegnare il comando e l’indicazione generica per il modo teletext (vi-
deografia trasmessa).

5464 Sui ricevitori di radiodiffusione. Per contrassegnare il comando che permette


all’apparecchiatura di ricevere le trasmissioni via satellite.
Nota Associato con il segno grafico 5049, come illustrato qui sotto, il segno grafico contrassegna il
comando per ricevere la televisione via satellite.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 66 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5467 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare il comando mediante il quale
l’immagine mostrata può essere fermata.
Nota I triangoli possono essere anneriti.

5470 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare il comando di avanzamento ra-


pido con visualizzazione.
Nota Questo segno grafico può essere utilizzato nella forma illustrata qui sotto:

5471 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare il comando che opera in modo
fotogramma per fotogramma, cioè per le immagini fermate, che vengono visio-
nate individualmente.
Note: 1 Il triangolo può essere annerito.
2 Sulle apparecchiature video, può essere utilizzata la figura illustrata qui sotto:

5476 Per contrassegnare il comando per selezionare la pagina principale dell’indice in


modo teletext.

5477 Per contrassegnare il comando che cancella l’immagine mostrata.

5478 Per contrassegnare il comando di ingrandimento di pagina su uno schermo, per


esempio una pagina di teletext.
Nota I triangoli possono essere anneriti.

5480 Per contrassegnare il comando di immagine mista a testo.

5483 In modo teletext. Per contrassegnare il comando che sfoglia a ritroso di una uni-
tà il numero di pagina selezionato.
Nota Il triangolo può essere annerito.

5484 In modo teletext. Per contrassegnare il comando che sfoglia in avanti di una uni-
tà il numero di pagina selezionato.
Nota Il triangolo può essere annerito.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 67 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5487 Per contrassegnare il comando e/o l’indicazione del modo che permette la visua-
lizzazione di dati video trasmessi via telefono.

5495 Su tutte le apparecchiature. Per contrassegnare il comando che riporta un dispo-


sitivo al suo stato iniziale.

5498 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.


La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Codice di selezione breve.
È necessario comporre soltanto un semplice codice (per es. un numero da 1 a 9)
invece del numero telefonico completo per selezionare i numeri comunemente
usati.”
5499 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Trasferimento di chiamata.
Tutte le telefonate dirette ad un telefono verranno deviate a un altro telefono.”

5500 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.


La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Conversazione a tre.
Permette di stabilire una conferenza telefonica tra il proprio e due altri apparec-
chi.”
5501 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Prenotazione.
Se il numero richiesto è occupato, tale numero verrà automaticamente richiama-
to una volta libero.”
5502 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Blocco delle telefonate in arrivo.
Tutte le telefonate in arrivo al proprio telefono verranno fermate.”
5503 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Cancellazione generale.
Cancella tutti i servizi precedentemente attivati.”

5504 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.


La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Ripetizione dell’ultima chiamata.
L’ultimo numero composto viene di nuovo chiamato (per es. se precedentemen-
te occupato). Questo servizio può essere ripetuto (per es. se il numero fosse an-
cora occupato).”
5505 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Trasferimento in caso di mancata risposta.
Se nessuno risponde al telefono, la chiamata verrà trasferita a un altro telefono.”

5506 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.


La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Chiamata di ricerca.
Permette di tenere in linea qualcuno con cui si sta parlando mentre si effettua
un’altra chiamata.”
5507 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Chiamata in attesa.
In caso si stia già parlando, un segnale informa di altre chiamate in arrivo.”

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 68 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5508 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Ricevimento di chiamata.
Il proprio telefono può essere utilizzato per rispondere a chiamate in arrivo ver-
so un altro telefono dello stesso “gruppo” (per es. il telefono di un collega).”
5509 Per l’identificazione dei servizi telefonici d’abbonato.
La raccomandazione CCITT E.121 dice:
“Disconnessione.
Permette di concludere una chiamata e di effettuarne un’altra senza riporre il ri-
cevitore.”
5510 Per contrassegnare il comando che visualizza informazioni supplementari per l’uten-
te, per esempio sorgente di ingresso, funzione selezionata, avvertenza, ora ecc.

5511 Per contrassegnare il comando che permette la visualizzazione del menu (dispo-
nibilità di opzioni).

5512 Per identificare il comando che permette la visualizzazione dello stato dell’appa-
recchio collegato a un bus di interfaccia.

5513 Per contrassegnare il comando di spostamento dell’immagine nell’immagine


(PIP), per esempio in senso orario.

5514 Per contrassegnare il comando di ferma immagine nell’immagine (PIP).

5515 Per contrassegnare il comando di scambio tra l’immagine nell’immagine (PIP) e


l’immagine principale.

5516 Per contrassegnare il comando di selezione di una sorgente per un’immagine


nell’immagine (PIP).
Nota Il triangolo può essere annerito.

5517 Per contrassegnare il comando che attiva o disattiva la funzione di immagine


nell’immagine (PIP) multipla oppure la funzione di visualizzazione di immagini
multiple.
Nota Nell’uso effettivo, il numero di immagini (PIP) può essere diverso da quello illustrato sul segno
grafico.

5518 Per contrassegnare il comando e i morsetti di un lettore di videodisco.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 69 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5520 Su apparecchiature teletext. Per contrassegnare il modo sottotitoli.

5521 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i comandi di ingresso/uscita e i


morsetti di connessione di un’apparecchiatura video. Questo segno grafico si ap-
plica anche quando è incluso un segnale audio.
Note: 1 Per contraddistinguere questo segno grafico, possono essere aggiunti segni grafici come il
numero 5048, i segni grafici analogici o quelli numerici, conformemente alla documenta-
zione dell’utente.
2 Il profilo del segno grafico può essere interrotto all’entrata/uscita del segnale, come illu-
strato qui sotto.

5525 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i comandi di ingresso e i mor-


setti di connessione di un’apparecchiatura video. Questo segno grafico si applica
anche quando è incluso un segnale audio.
Note: 1 Per contraddistinguere questo segno grafico, possono essere aggiunti segni grafici come il
numero 5048, i segni grafici analogici o quelli numerici, conformemente alla documenta-
zione dell’utente.
2 Il profilo del segno grafico può essere interrotto all’entrata del segnale, come illustrato qui
sotto.

5529 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare i comandi di uscita e i morsetti


di connessione di un’apparecchiatura video. Questo segno grafico si applica an-
che quando è incluso un segnale audio.
Note: 1 Per contraddistinguere questo segno grafico, possono essere aggiunti segni grafici come il
numero 5048, i segni grafici analogici o quelli numerici, conformemente alla documenta-
zione dell’utente.
2 Il profilo del segno grafico può essere interrotto all’uscita del segnale, come illustrato qui
sotto.

5533 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare il comando di riavvolgimento e


di visione dell’ultima parte registrata, in modo da verificare che la registrazione
sia stata effettuata.

5534 Per contrassegnare i mezzi di connessione (per es. spina o cavo) all’alimentazio-
ne (rete) o per contrassegnare il luogo in cui riporre i mezzi di connessione.

5535 Per contrassegnare il comando per aumentare i bassi e/o gli acuti a un dato livel-
lo di volume.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 70 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5536 Sulle apparecchiature elettroniche portatili. Per contrassegnare un indicatore del-
la condizione di condensa dovuta all’umidità all’interno dell’apparecchiatura.
Nota La goccia può essere annerita.

5537 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare i comandi di apparizione o spa-


rizione dell’immagine.

5538 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare la posizione


primo piano dell’obiettivo per una macrofotografia.
Questo segno grafico può essere utilizzato congiuntamente con i segni grafici
5539 e 5540.

5539 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare la posizione


grandangolo dell’obiettivo.
Questo segno grafico può essere utilizzato congiuntamente con i segni grafici
5538 e 5540.

5540 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare la posizione


tele(foto) dell’obiettivo.
Questo segno grafico può essere utilizzato congiuntamente con i segni grafici
5538 e 5539.

5541 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare il comando


di compensazione della luce di fondo.

5542 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare il piano del-
la superficie sensibile o il piano dell’immagine.
Nota Questo segno grafico è normalizzato nel segno grafico ISO 7000-0856, “Plane of sensitized
material”.

5543 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando e i morsetti di un gi-


radischi o di un fonografo.

5544 Su qualsiasi apparecchiatura. Per contrassegnare il comando e i morsetti di un


lettore di compact disc.

5546 Per contrassegnare un comando di verifica delle condizioni di una batteria (pri-
maria o secondaria) o per contrassegnare l’indicatore delle condizioni della bat-
teria.
Nota Secondo le condizioni della batteria, la dimensione della zona annerita può variare.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 71 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5547 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare un
comando di programmazione o di inizio del modo registrazione.

5548 Sulle apparecchiature video. Per contrassegnare un comando di inserzione si-


multanea di segnali audio e video provenienti da un’apparecchiatura audio o da
un’altra apparecchiatura video.

5549 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare il co-


mando che permette di ottenere una parte non registrata sul nastro durante una
registrazione.

5550 Su un giradischi. Per contrassegnare il comando di sollevamento del braccio.

5551 Su un giradischi. Per contrassegnare il comando di abbassamento del braccio.


Nota Per evitare confusione con il segno grafico 7000-0542, questo segno grafico deve essere
orientato come indicato.

5552 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare il comando


selezionatore della temperatura del colore che si adatti alla luce naturale in esterni.
Nota Questo segno grafico può essere utilizzato congiuntamente al segno grafico 5553.

5553 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare il comando


selezionatore della temperatura del colore che si adatti alla lampada a incande-
scenza in interni.
Nota Questo segno grafico può essere utilizzato congiuntamente al segno grafico 5552.

5554 Sulle apparecchiature a video frequenza. Per contrassegnare un dispositivo che


funziona in modo fisso.
Note: 1 Per le apparecchiature video, vedi il segno grafico 5467 “Ferma immagine”.
2 I triangoli possono essere anneriti.

5555 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare il co-


mando e l’indicatore di direzione di marcia del nastro.
Nota La direzione di marcia può essere indicata in modo appropriato.

5556 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare il co-


mando selezionatore che inverte la direzione di marcia del nastro quando il na-
stro è giunto a una delle sue estremità.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 72 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5557 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare il co-
mando selezionatore che inverte automaticamente la direzione di marcia del na-
stro ogniqualvolta il nastro è giunto a una delle sue estremità.

5558 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare i comandi


che regolano il bilanciamento dei bianchi.

5559 Sulle apparecchiature a video frequenza, per esempio un ricevitore TV, per con-
trassegnare due canali audio indipendenti.

5560 Sulle apparecchiature a video frequenza Per indicare che l’apparecchiatura è in


modo distribuzione via cavo in un sistema ad antenna comunitaria (sistema CA-
TV), o per contrassegnare la posizione di commutazione per il modo CATV.

5561 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per contrassegnare le


informazioni relative all’inserimento della cassetta, oppure l’inserimento di un
nastro.

5562 Sulle apparecchiature di registrazione e di riproduzione. Per indicare che il na-


stro ha raggiunto un’estremità.
Nota Invece del cerchio di sinistra può essere annerito il cerchio di destra, nel caso in cui sulla stes-
sa apparecchiatura debbano essere raffigurati due segni grafici.

5577 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare una distanza
focale molto breve.
Nota Questo segno grafico deve essere usato congiuntamente a uno o più tra i segni grafici 5578,
5579, 5580.

5578 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare una distanza
focale breve.
Nota Questo segno grafico deve essere usato congiuntamente a uno o più tra i segni grafici 5577,
5579, 5580.

5579 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare una distanza
focale media.
Nota Questo segno grafico deve essere usato congiuntamente a uno o più tra i segni grafici 5577,
5578, 5580.

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 73 di 76
N. Segno grafico Applicazione
5580 Sugli apparecchi fotografici o sulle videocamere. Per contrassegnare una distanza
focale lunga.
Nota Questo segno grafico deve essere usato congiuntamente a uno o più tra i segni grafici 5577,
5578, 5579.

5630 Sulle apparecchiature a video frequenza. Per contrassegnare il comando di riav-


volgimento rapido con visualizzazione (ritorno rapido).
Nota Questo segno grafico può essere utilizzato nella forma illustrata qui sotto:

Fine Documento

NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 74 di 76
NORMA TECNICA
CEI 3-27:1997-06
Pagina 75 di 76
La presente Norma è stata compilata dal Comitato Elettrotecnico Italiano
e beneficia del riconoscimento di cui alla legge 1º Marzo 1968, n. 186.
Editore CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, Milano - Stampa in proprio
Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 4093 del 24 luglio 1956
Responsabile: Ing. E. Camagni

Lire 156.000
NORMA TECNICA Sede del Punto di Vendita e di Consultazione
CEI 3-27:1997-06 20126 Milano - Viale Monza, 261
Totale Pagine 80 tel. 02/25773.1 • fax 02/25773.222 • E-MAIL cei@ceiuni.it