Sei sulla pagina 1di 2

Ghidon Consigli IV ITA

Il Brunello di Montalcino

Il Brunello di Montalcino è un vino rosso DOCG prodotto in Toscana nel


territorio di Montalcino che si trova in provincia di Siena, è ottenuto da
uve di Sangiovese ,il colore è rosso rubino il suo sapore è asciutto,
caldo e armonico.

Per ottenere questo vino da lungo invecchiamento si opera prima di


tutto un attento e selettivo lavoro di vigna e di vendemmia,
raccogliendo manualmente solo le uve che hanno caratteri di notevole
maturazione.

La vinificazione vede da prima la selezione dei grappoli e dei singoli


acini attraverso tre tavoli di selezione, la prime operazioni sono la
diraspatura e la pigiatura.

Per diraspatura si intende la separazione degli acini dell'uva dai raspi


che, essendo ricchi di tannini, potrebbero trasmetterne al mosto una
quantità eccessiva, che renderebbe amaro il vino. Mentre per pigiatura
si intende la rottura della buccia con conseguente fuoriuscita del succo,
e viene svolta utilizzando le pigia-diraspatrici.

Poi le vinacce ottenute sono mescolate al mosto vanno nei tini per la
fermentazione e qui avviene la vignificazione in rosso cioè la
macerazione. Maggiore è il tempo di contatto fra le bucce e il mosto,
maggiore sarà la carica dei tannini, e di conseguenza il colore del vino
sarà più rosso.

Successivamente, il mosto viene riversato in tini di acciaio inossidabile


per controllare il processo di fermentazione, in questa fase gli zuccheri
si trasformano spontaneamente in alcool, dando l’uva della corretta
gradazione alcoolica. Nella fase di fermentazione si deve intervenire
con frequenti rimontaggi per mantenere la temperatura interna ottimale
di 25 -28°C, per omogeneizzare la massa e distribuire in maniera
omogenea i lieviti con l’aria.

Il rimontaggio è l’estrazione e la reintroduzione delle vinacce che


vengono prelevate dal fondo del tino per essere successivamente
reintrodotte dal alto.

Passati alcuni giorni si procede con la fase di svinatura dove si


traferisce il vino separato dalle parti solide del uva nel serbatoi di
stoccaggio in acciaio, nei serbatoi avviene la fermentazione malolattica
che serve alleggerire il gusto amaro del mosto, la fermentazione
malolattica e il processo svolto dai batteri lattici che trasformano l’acido
malico in CO2 e acido lattico.

Poi per un po’ di tempo il vino riposa in botti di legno in rovere e viene
invecchiato.

Il Brunello viene imbottigliato in bottiglie di vetro limitando il più


possibile il contatto con l’aria. Infine, la bottiglia viene etichettata con le
indicazioni obbligatorie per identificare il vino.