Sei sulla pagina 1di 24

SYSTEM-LIFT S..r.l.

GUIDA ALL’INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE QUADRI


MANOVRA SERIE “ COMPACT 05 “
Copyright SYSTEM-LIFT S.r.l. 2008

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo documento può essere memorizzata, trasmessa, riprodotta o
fotocopiata senza l’autorizzazione da parte di SYSTEM-LIFT S..r.l.
Il suddetto documento può inoltre essere soggetto ad eventuali correzioni, aggiornamenti o inserimento di omissioni
senza alcun preavviso, al fine di garantire la massima precisione del lavoro compiuto.
SYSTEM-LIFT S.r.l. declina ogni responsabilità relativa ad eventuali danni, lesioni o spese derivanti da esse.

AVVERTENZE !
IMPORTANTE:

utenti ai quali è destinato il manuale:


da leggere PRIMA di utilizzare il prodotto.
Questo manuale deve essere reso disponibile a tutto il personale che si occupa dell’installazione,
messa in servizio, uso e manutenzione quadri manovra serie “ COMPACT 05 “.
All’interno del manuale sono illustrate le informazioni relative ai requisiti di sicurezza da rispettare
per ottenere il funzionamento ottimale del prodotto.

Chiarimenti:
Per eventuali chiarimenti e/o delucidazioni tecniche potete contattarci al seguente indirizzo email
aziendale:
info@system-lift.it

Rischi derivanti dalle applicazioni:


Le specifiche tecniche e relativi schemi circuitali presenti all’interno di questo manuale sono di
carattere generale, è necessario quindi effettuare gli adattamenti necessari alle richieste di ogni
impianto.
SYSTEM-LIFT non garantisce l’adattabilità del quadro di manovra senza la relativa analisi e
controllo da parte del proprio Ufficio Tecnico.

Sicurezza:
l’utente deve predisporre un sistema di protezione ed eventuali sistemi aggiuntivi di sicurezza al
fine di prevenire i rischi di scosse elettriche ed infortunio.

Protezione:
E’ necessario assicurarsi che i collegamenti al quadro di manovra vengano dimensionati con le
massime tensioni e correnti presenti sull’impianto e che vengano eseguiti secondo le norme
vigenti.

1
SYSTEM-LIFT S.r.l.
INDICE:

Capitolo 1. MENU DEI PARAMETRI


• a. Accesso ai parametri Pag. 3
• b. Visualizzazione dei parametri Pag. 3
• c. Modifica del valore dei parametri Pag. 4
• d. Salvataggio delle modifiche ai parametri Pag. 4
• e. Uscita senza salvataggio delle modifiche ai parametri Pag. 4
• f. Impostazione del default iniziale

Capitolo 2. MENU DEI GUASTI


• a. Accesso alla lista dei guasti Pag. 5
• b. Visualizzazione dei guasti Pag. 5
• c. Cancellazione dei guasti Pag. 5
• d. Uscita dal menù dei guasti Pag. 5

Capitolo 3. MANOVRA DI ISPEZIONE


Descrizione dei parametri Pag. 6

Capitolo 4. SEGNALI SCHEDA COMPACT


Descrizione della scheda elettronica COMPACT Pag. 7-8-9

Capitolo 5. SEGNALI SCHEDA RELE’ COMPACT Pag. 9

Capitolo 6. ELENCO DEI PARAMETRI


Descrizione dei parametri COMPACT:
• A0 – A9 Pag. 10
• B0 – B9 Pag. 11
• C0 – C9 Pag. 12
d0 – d9 Pag. 13
Capitolo 7. CODICE DEI GUASTI
Descrizione dei parametri COMPACT
• H1 – H4 Pag. 14
• F1 – F8 Pag. 15
• L1 - L5 Pag. 16
• E1 – E4 Pag. 17

Capitolo 8. MONTAGGIO MECCANICO DEL QUADRO


PER IMPIANTI OLEODINAMICI Pag. 18

Capitolo 9. CARICAMENTO SOFTWARE Pag. 20


Pag. 23

2
COMPACT 05

Programmazione
Versione Software 1011a

1. MENU DEI PARAMETRI

a. Accesso ai parametri
Posizionare ON il dip switch 1 e tenere premuti entrambi i pulsanti S2 e S3 per 2
secondi:

• I due LED D11 e D10 lampeggiano una volta contemporaneamente,


• Il display visualizza “ A0Nxx”, dove “ XX” indica il valore del primo
parametro,
• Lo stato di “programmazione” è ora attivato.

Premendo ancora i due pulsanti S2 e S3 per circa 2 sec. Si ritorna al funzionamento


normale, con entrambi i LED spenti, salvando le modifiche ai parametri
eventualmente apportate.

b. Visualizzazione dei parametri


Dallo stato di programmazione si va al parametro successivo con un “click” sul
pulsante S3 ed al precedente con un “click” sul pulsante S2.
Ogni parametro viene visualizzato con sigla e valore per velocizzare la consultazione
( es. “A0Nxx”, “B0Nxx”, dove “XX” indica il valore ).
I parametri sono divisi in tre gruppi:
• Gruppo A: caratteristiche principali dell’impianto
• Gruppo B: azionamento e tempi di controllo contattori
• Gruppo C: controllo delle porte
Ogni parametro viene visualizzato con:
• Sigla del gruppo (A,B,C)
• Numero del parametro (0-9)
• Lettera “n” per separazione con il valore

3
Cifra delle decina del valore del parametro
• Cifra dell’unità del valore del parametro
• Spegnimento finale del display di circa 0,5 secondi
Il LED D11 lampeggia per ulteriore conferma.

c. Modifica del valore dei parametri


Per modificare il valore del parametro selezionato tenere premuto il pulsante S2 per
2 secondi:
• Il LED D11 si spegne
• Il LED D10 lampeggia
• Il display visualizza il valore del parametro lampeggiante.
Un “click” sul pulsante S2 decrementa il valore, ed un click su S3 lo incrementa.
Il valore viene visualizzato con la seguente sequenza:
• Lettera “n” minuscola
• Brevissimo spegnimento
• Cifra della decina
• Brevissimo spegnimento
• Cifra dell’unità
• Spegnimento lungo ( 1 secondo ).
Per tornare alla selezione del numero del parametro:
• Tenere premuto il pulsante S2 per 2 secondi
• Il LED D10 si spegne
• Il LED D11 lampeggia.

d. Salvataggio delle modifiche ai parametri


Partendo dalla visualizzazione dei parametri (LED D11 lampeggiante) premere
contemporaneamente i due pulsanti S2 e S3 per 2 secondi.
Viene visualizzata la sequenza di tre “E” lampeggianti che indica il salvataggio nella
memoria EEPROM e li rende attivi.
Riposizionare in OFF il dip switch 1.

e. Uscita senza salvataggio delle modifiche ai parametri


Per lasciare invariati i parametri con i valori precedenti alle modifiche commutare il
dip switch 1 in OFF senza premere i due pulsanti S2 e S3 ( vedere sopra ), oppure
resettare la scheda.

f. Impostazione del default iniziale


Posizionare in ON il dip switch 8 e tenere premuti entrambi i pulsanti S2 e S3 per 2
secondi:
• Viene caricato il default dei parametri (vedere tabella per i valori )
• Conferma con un lampeggio veloce per tre volte della lettera “d”.

4
Il caricamento del default cancella ogni impostazione personalizzata già eseguita.

2. MENU DEI GUASTI

a. Accesso alla lista dei guasti


Posizionare in ON il dip switch 2 e tenere premuti entrambi i pulsanti S2 e S3 per 2
secondi:
• I due LED D11 e D10 lampeggiano una volta contemporaneamente
• Il display visualizza ad esempio “LYnXX”, dove “L” indica il tipo di allarme
( i vari tipi sono “L”, “F”, “H”), e “XX” indica il codice di allarme nel gruppo
indicato
• Il LED D10 inizia a lampeggiare in modo continuo.

b. Visualizzazione dei guasti


Ogni guasto viene visualizzato con sigla e valore al fine di velocizzare la
consultazione.
I guasti sono divisi in tre gruppi:
• Gruppo “H”: blocco dell’impianto, richiesto reset manuale
• Gruppo “F”: guasti importanti ma non di blocco
• Gruppo “L”: guasti temporanei con ripartenza automatica allo sparire
• Gruppo “E”: guasti importanti ma non di blocco: reset automatico
Ogni guasto viene visualizzato con:
• Sigla del gruppo ( H.F.L.E)
• Codice del guasto (0-9)
• Lettera “n” minuscola per separazione con il valore
• Numero del piano (decina + unità )ove si è verificato il guasto
Il LED D10 lampeggia per ulteriore conferma.
Si passa al guasto successivo con un “click” sul pulsante S3 ed al precedente con un
“click” sul pulsante S2.

c. Cancellazione dei guasti

Per cancellare la lista dei guasti tenere premuto il pulsante S2 per 2 secondi.

d. Uscita dal menù dei guasti

Premendo i due pulsanti S2 e S3 per circa 2 secondi si ritorna al funzionamento


normale, con entrambi i LED spenti, oppure posizionare il dip switch 2 in OFF.
Riposizionare in ogni caso il dip switch 2 in OFF.