Sei sulla pagina 1di 19

Acustica degli ambienti scolastici:

problematiche e aspetti applicativi


Prof. Ing. Anna Magrini
Professore Ordinario di Fisica Tecnica
Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura 1
Edifici scolastici: sorgenti di rumore
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
Tempo passato a scuola:
dalle 5 alle 8 ore

Rumore = disturbo alla comunicazione:


• alto rumore di fondo (sorgenti esterne e interne)
• ambiente eccessivamente riverberante

Effetti prodotti:
• maggiore difficoltà di apprendimento individuale
• intelligibilità della parola compromessa
• impegno superiore di concentrazione da parte di studenti
e insegnanti
• livello di sforzo vocale maggiore degli insegnanti
• potenziale riduzione del rispetto della disciplina in aula
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
Effetti prodotti
dall’esposizione prolungata ad
alti livelli di rumore è stata
associata a:
• scarsa memoria a lungo
termine,
• scarsa comprensione nella
lettura
• diminuzione della
motivazione negli studenti

Altri effetti: irritabilità,


aggressività, fatica e
agitazione
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
fondamentale per la qualità di
apprendimento degli studenti:
intelligibilità del parlato
percentuale di parole o frasi
correttamente comprese da un
ascoltatore rispetto alla totalità
delle parole o frasi pronunciate
da chi parla

dipende da:
• tempo di riverberazione
• livello di rumore di fondo
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
valore massimo del livello di rumore di fondo per
ascoltatori normoudenti
bambini oltre i 12 anni → 40 dB(A)
bambini di 6-7 anni → 28,5 dB(A)

Livelli di rumore di fondo misurati in aule scolastiche occupate


Le diverse sigle corrispondono a dati misurati da diversi autori
Picard M. e Bradley J. S., “Revisiting Speech Interference in Classrooms”,
Audiology 40, 221-244, 2001
Edifici scolastici: indicazioni istituzionali
• Linee Guida del MIUR per l’edilizia scolastica del 2013
Roma 2013

Premessa: Se la scuola cambia e si rinnova, allora devono


cambiare anche gli edifici e gli spazi educativi, secondo
nuovi criteri per la costruzione degli edifici scolastici e uno
sguardo al futuro, ai nuovi spazi di apprendimento coerenti
con le innovazioni determinate dalle tecnologie digitali e
dalle evoluzioni della didattica
indicano criteri generali di progettazione, principalmente
dedicati all’organizzazione degli spazi interni, piuttosto
che attenzione al contenimento del rumore, o alla buona
qualità acustica
Edifici scolastici: indicazioni e linee guida
Dagli studi e dalle pubblicazioni della Prof.ssa Arianna
Astolfi POLITO e Prof. Fausti UNIFE, pubblicazioni su:

Dall’analisi delle problematiche


e delle soluzioni di intervento,
fino alla proposta di procedure
per la correzione acustica delle
aule scolastiche
con attenzione alla
comprensione della parola,
all’uniformità dell’assorbimento
acustico, al possibile
danneggiamento dei rivestimenti
da parte degli studenti
Edifici scolastici: indicazioni
Intelligibilità del parlato (→ indice STI)
L’eccesso di rumore e di riverberazione determinano il
mascheramento del segnale emesso dal parlatore rendendolo
meno intelligibile per l’ascoltatore.
Una lunga coda sonora causa il
mascheramento tra le sillabe
emesse in successione dal
parlatore, degradando la qualità
della comunicazione.

Un elevato tempo di riverberazione


porta inoltre ad un incremento del
rumore di fondo “riverberato”, che
riduce ulteriormente l’intelligibilità.
Edifici scolastici: indicazioni e linee guida
• Linee Guida per una corretta progettazione acustica di
ambienti scolastici, Associazione Italiana di Acustica,
2017
indicano strategie e tipologie di intervento e possono
essere utilizzate a più livelli, non solo dal professionista,
ma anche dalla direzione scolastica, per comprendere
l’utilità delle azioni finalizzate ad una migliore qualità
acustica
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
• Linee Guida per una corretta progettazione acustica di
ambienti scolastici, Associazione Italiana di Acustica,
2017

Effetto Lombard (dal 1910) - legame tra il livello di


emissione vocale del parlatore ed il livello di rumore
presente nell’ambiente in cui esso si trova.
Con l’aumento del livello di rumore ambientale il parlatore
aumenta il livello di emissione e ciò determina, in presenza di
molti parlatori, una rumorosità molto elevata nell’ambiente
….le condizioni diventano critiche sia per l’insegnante, che
per vincere il rumore deve elevare lo sforzo vocale, che per
gli studenti, poiché il brusio amplificato dalla riverberazione
maschera ciò che l’insegnante sta dicendo
Edifici scolastici: rumore e apprendimento
• Linee Guida per una corretta progettazione acustica di
ambienti scolastici, Associazione Italiana di Acustica,
2017
Viene data importanza al controllo della riverberazione e
all’intelligibilità del parlato, individuando i riferimenti
legislativi per la verifica e i valori ottimali da conseguire
nella progettazione / bonifica acustica

TR: valori idonei nell’Appendice C della norma UNI 11367.


per le aule non occupate V < 250 m3 , TR 0,5 - 0,8 s
Per le aule più grandi TR fino a circa 1,1 s, per V = 2000 m3.
A parità di volume i valori garantiti per le aule dei primi
gradi di istruzione devono essere cautelativamente più bassi
data la maggiore vulnerabilità degli occupanti.
Edifici scolastici: indagini recenti

aule penalizzate dalla grande altezza (ricavate da aule penalizzate dalle


ambienti della fine del ‘400, non nati per lo scopo ampie vetrate (ma con
specifico) completamente prive di accorgimenti buona luminosità).
mirati al contenimento della riverberazione.
TR inferiori, anche grazie
ai soffitti realizzati con
materiale acusticamente
assorbente ed alle superfici
vetrate più contenute
PROVE SPERIMENTALI PER VALUTARE LA QUALITA’ ACUSTICA DI ALCUNE
AULE ALL’INTERNO DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PAVESI FOSCOLO, CARDANO,
VOLTA. Andrea Cerniglia, Paolo Affini, Gelsomina Di Feo, Alessandro Marzi, Silvia Quatrini,
Giancarlo Rossi, 44° Convegno Nazionale, Pavia, 2017
Edifici universitari: studi e applicazioni
Difficoltà nel posizionare un numero di
pannelli appropriato:
✓ Problema deterioramento pannelli
legato alla presenza di studenti e
personale
✓ Presenza impianto aria
✓ Rispetto della visibilità dell’aula a
gradoni
✓ Funzionalità del proiettore
✓ Accessibilità per la pulizia
Edifici scolastici: traccia delle operazioni per
valutazioni acustiche e progettazione degli interventi
Procedura per la riqualificazione acustica di aule scolastiche: proposta di Integrazione delle linee guida AIA,
attraverso l’analisi di un caso studio, Anna Magrini, Simone Bozzoli, Alessandro Marzi, Giancarlo Rossi, 45°
Convegno Nazionale AIA, Aosta, 2018
Fase I – Dati relativi allo stato di fatto
a. Documentazione - Reperimento ed esame delle informazioni
disponibili → piante, sezioni, materiali da costruzione, arredi;
indicazioni desunte da incontri con la Direzione
(problematiche e criticità).
b. Sopralluogo - Esame degli spazi interni, disposizione e
orientamento delle aule, con individuazione delle zone di
intervento, verifica della presenza di ambienti con
caratteristiche comuni, completamento informazioni su
arredi e materiali di finitura.
c. Misure – In funzione degli obiettivi del progetto, campagna
di misure acustiche
d. Indagini soggettive – Giudizio degli utilizzatori degli spazi
Edifici scolastici: traccia delle operazioni per
valutazioni acustiche e progettazione degli interventi
Procedura per la riqualificazione acustica di aule scolastiche: proposta di Integrazione delle linee guida AIA,
attraverso l’analisi di un caso studio, Anna Magrini, Simone Bozzoli, Alessandro Marzi, Giancarlo Rossi, 45°
Convegno Nazionale AIA, Aosta, 2018

Fase II - Analisi dello stato di fatto


a. Analisi della documentazione e completamento con dati da
letteratura (es. assorbimento dei materiali)
b. Analisi delle misure effettuate e confronto con valori di
riferimento o di progetto.
c. Realizzazione del modello per il calcolo dei parametri
acustici.
d. Taratura del modello. Confronto tra parametri
misurati/calcolati e modifiche per ottenerne la convergenza.
e. Analisi dei dati desunti dai questionari per individuare gli
aspetti principali di fastidio
Edifici scolastici: traccia delle operazioni per
valutazioni acustiche e progettazione degli interventi
Procedura per la riqualificazione acustica di aule scolastiche: proposta di Integrazione delle linee guida AIA,
attraverso l’analisi di un caso studio, Anna Magrini, Simone Bozzoli, Alessandro Marzi, Giancarlo Rossi, 45°
Convegno Nazionale AIA, Aosta, 2018

Fase III – Valutazione degli interventi


a. Calcolo delle superfici disponibili per la correzione
acustica;
b. Valutazione dei risultati ottenibili
c. Calcolo dei costi per ciascuna soluzione individuata.
d. Scelta dell’intervento migliore come compromesso tra
qualità acustica raggiungibile e costo preventivato.
Fase IV – Realizzazione degli interventi e collaudo
a. Nella posa in opera verifica del rispetto delle indicazioni
fornite dal produttore di materiali e dal progettista.
b. Misure di collaudo con confronto tra parametri acustici
prima e dopo l’intervento.
Grazie
dell’attenzione

19
Due comunicazioni
• Corso TCA 180 ore:
UNIPV prevede di partire a Marzo 2020
Informazioni: magrini@unipv.it

• Ricerca in corso in ambito Acustico/sociologico:


EUBIOS, Settembre 2019
TRACCE DEL TEMPO: I SUONI DELLA MEMORIA
Gelsomina Di Feo, Andrea Cerniglia, Anna Magrini, Christian Quaranta

Partecipazione all’indagine:

www.eracustica.eu
20