Sei sulla pagina 1di 38

Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M.

616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

La classe e il cooperative
learning
38.0 Strutturare
l’interdipendenza positiva

Rif. David W. Johnson, Roger T. Johnson, Edythe J. Holubec, Apprendimento cooperativo in classe, nuova edizione, Erikson, 2015.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Dopo avere spiegato il compito gli studenti, si struttura


l'interdipendenza positiva perché gli studenti lavorino
cooperativamente.

L'interdipendenza positiva consiste nello stabilire tra gli studenti dei


rapporti tali per cui nessuno possa riuscire individualmente se non con
il successo dell'intero gruppo.

L'interdipendenza positiva richiede infatti un un impegno un lavoro


coordinati.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Quando gli studenti capiscono il significato e l’importanza


dell'interdipendenza positiva vedono che:
a) gli sforzi di ogni membro del gruppo sono utili e indispensabili al
successo del gruppo;
b) ogni membro del gruppo deve contribuire allo sforzo comune con le
sue risorse, il ruolo che riveste e la sua responsabilità.

Nei gruppi di apprendimento cooperativo di interdipendenza positiva si


struttura nelle due fasi seguenti:
a) interdipendenza degli obiettivi;
b) si integrata e si rafforza l'interdipendenza degli obiettivi aggiungendo
quella costituita dai premi, ruoli, risorse e identità.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Tipi di interdipendenza positiva

Interdipendenza degli obiettivi. Gli studenti capiscono che possono


raggiungere i loro obiettivi solo se tutti i membri del gruppo
raggiungono i loro. I membri di un gruppo di apprendimento hanno una
serie di mete comuni che tutti si sforzano di conseguire.

Interdipendenza dei premi. Il gruppo festeggia il suo successo e viene


premiato collettivamente sia per il lavoro cooperativo che per l'impegno
individuale di ogni suo membro.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Interdipendenza dei ruoli. Ai membri del gruppo vengono assegnati


ruoli complementari e interconnessi che specifichino le responsabilità
che si devono assumere per svolgere il compito.

Interdipendenza di identità. Il gruppo si da un'identità collettiva


scegliendosi un nome, un motto, una bandiera, un simbolo, ecc.

Interdipendenza ambientale. Si favorisce la coesione del gruppo


attraverso la strutturazione dell'ambiente, ad esempio, al gruppo si
assegna un punto particolare dell'aula in cui lavorare.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Interdipendenza della fantasia. Ai membri del gruppo si assegna un


compito che richiede loro di immaginare di trovarsi in una situazione di
pericolo e in cui, per sopravvivere, devono collaborare.

Interdipendenza del compito. Il lavoro viene ripartito in una sequenza di


fasi in modo che uno studente debba fare la sua parte perché il
compagno posso svolgere la propria.

Interdipendenza rispetto all'avversario. I gruppi possono essere tra loro


in competizione: in questo modo i membri all'interno di essi si sentono
interdipendenti nel lavoro per battere gli altri gruppi.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

La classe e il cooperative
learning
38.1 Strutturare
l’interdipendenza positiva

Rif. David W. Johnson, Roger T. Johnson, Edythe J. Holubec, Apprendimento cooperativo in classe, nuova edizione, Erikson, 2015.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Interdipendenza degli obiettivi

Con questo tipo di interdipendenza, gli studenti capiscono che possono


raggiungere i loro obiettivi di apprendimento soltanto se tutti membri del
gruppo raggiungono il proprio. I membri di un gruppo di apprendimento
cooperativo hanno infatti una serie di obiettivi comuni che tutti insieme
si sforzano di raggiungere.

Per creare interdipendenza degli obiettivi occorre informare gli studenti


delle loro responsabilità individuali:
1. studiare e imparare materiale assegnato;
2. assicurarsi che lo studino tutti i compagni del proprio gruppo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

L'interdipendenza degli obiettivi raccoglie gli studenti dei gruppi attorno


a un obiettivo comune e fornisce una ragione concreta per lavorare
insieme.

A questo scopo insegnante spiega agli studenti gli obiettivi che devono
raggiungere:
1. ottenere ai test individuare un punteggio superiore un criterio
prestabilito;
2. migliorare le prestazioni precedenti;
3. il gruppo dovrebbe ottenere un punteggio complessivo superiore
ad un criterio prestabilito;
4. svolgere un lavoro progetto di gruppo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Perché l'insegnante e gli studenti comprendano appieno l'importanza


dell'interdipendenza degli obiettivi occorre molta esperienza.
A questo scopo si può chiedere che il prodotto del gruppo o le singole
nazioni, una volta finito il lavoro, vengano firmate da tutti i membri del
gruppo.

La firma significa che:


1. sono d'accordo con la risposta del gruppo;
2. hanno acquisito la padronanza del materiale da studiare e delle
procedure richieste;
3. ciascuno è certo che tutti i membri del gruppo hanno acquisito la
padronanza del materiale da studiare e delle procedure richieste.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Altri tipi di interdipendenza positiva

Quando gli studenti iniziano a lavorare in maniera cooperativa spesso


l'interdipendenza degli obiettivi non è sufficiente a garantire la
cooperazione, deve quindi essere integrata con altri tipi di
interdipendenza come quella livello di premi, ruoli, risorse o identità.

Gli sforzi degli studenti per imparare e per promuovere a vicenda il


nuovo apprendimento devono essere riconosciuti e lodati.

L'interdipendenza dei premi si struttura quando gli studenti si


congratulano tra loro per i successi comuni o quando si da ad ogni
membro del gruppo un premio per avere lavorato bene ad un compito
comune.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il fatto di festeggiare regolarmente gli sforzi e i successi del gruppo


contribuisce a migliorare la qualità della cooperazione.

Questo mostra ai ragazzi che:


a) insieme hanno realizzato qualcosa che andava oltre le capacità
individuali;
b) gli sforzi di ogni membro hanno contribuito al bene comune;
c) gli sforzi di ciascuno vengono apprezzati;
d) ogni membro viene rispettato come individuo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Riconoscere e rispettare risposte singole incoraggia gli studenti a


impegnarsi a fondo continuativamente.

Per strutturare questo genere di interdipendenza si possono usare dei


premi da assegnare quando tutti membri del gruppo raggiungono
singolarmente un livello pari al criterio prestabilito o quando il
punteggio complessivo del gruppo e soddisfacente.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Cooperazione intergruppo

I risultati positivi dati dall'applicazione del metodo cooperativo possono


essere estesi a tutta la classe attraverso la cooperazione intergruppo.

Può essere definito un criterio da raggiungere su un certo compito per


tutta la classe, Al raggiungimento dell'obiettivo si premiano tutti gli
studenti.

In alternativa, quando un gruppo finisce il suo lavoro l’insegnante può


incoraggiarlo a trovare altri gruppi che hanno terminato per confrontare
e discutere le risposte e le strategie utilizzate.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Responsabilità individuale

In un gruppo cooperativo ogni membro è responsabile sia del suo


apprendimento che di quello dei compagni di gruppo.

La responsabilità individuale serve a far capire che non si può sfruttare


il lavoro altrui, oziare, o vivere alle spalle del gruppo.

Tutti devono contribuire con le loro risorse e il loro impegno.


Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Per strutturare la responsabilità di gruppo occorre che l'insegnante


valuti la prestazione complessiva del gruppo, in quale confronterà poi il
giudizio con le prestazioni standard e discuterà le possibilità di
migliorare la sua efficacia.

1. l'insegnante valuta le prestazioni di ogni studente e informa questo


e il suo gruppo dei risultati ottenuti.
2. Il singolo e il gruppo confrontano i risultati con lo standard
prestabilito. Questo feedback permette agli studenti di: a)
apprezzare lo sforzo comune e congratularsi con i compagni il
contributo fornito; b) scambiarsi aiuto, assistenza incoraggiamento;
c) redistribuire più equamente le responsabilità e il carico di lavoro.
3. L'insegnante si assicura che i membri del gruppo si considerino
responsabili di contribuire con la loro parte di lavoro
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

La responsabilità individuale è fondamentale per assicurarsi che


l'apprendimento cooperativo sia efficace e serva a potenziare la
competenza del singolo studente.

Dopo la lezione cooperativa i membri del gruppo dovrebbero essere in


grado di svolgere compiti analoghi da soli.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Nel corso dell'esperienza cooperativa si può seguire il seguente


schema:

1. gli studenti imparano nozioni, abilità, strategie o procedure nel


gruppo cooperativo;
2. Cercano di applicarle da soli per verificare e dimostrare la loro
padronanza del materiale.

Gli studenti quindi imparano insieme e poi fanno pratica da soli.


Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Di seguito i metodi più comuni per favorire la responsabilità individuale.

1. Usare gruppi di piccole dimensioni: più il gruppo è piccolo,


maggiore è la responsabilità individuale.
2. Somministrare a ogni studente un test o una verifica individuale.
3. Fare interrogazioni individuali a casa. Scegliere a caso alcuni
studenti che spieghino le risposte che stanno elaborando o che
presentino il lavoro del gruppo.
4. Osservare ogni gruppo e ogni componente e registrare la
frequenza con cui lo studente contribuisce al lavoro di gruppo.
5. Incaricare uno studente di ogni gruppo del controllo di
comprensione. Lo studente chiederà agli altri membri del gruppo di
spiegare il ragionamento e le motivazioni su cui si basano le
risposte del gruppo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

6. Assicurarsi che gli studenti insegnino ciò che hanno imparato a un


compagno.
7. Assicurarsi che i membri del gruppo correggano a vicenda i loro
lavori.
8. Assicurarsi che gli studenti applichino le conoscenze e le abilità
acquisite alla soluzione di nuovi problemi.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S1
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

L'interdipendenza positiva e la responsabilità individuale sono


strettamente correlate.

Nei gruppi di apprendimento cooperativo i membri sono responsabili


del lavoro che svolgono in comune.

Gli studenti devono:


1. contribuire con il loro sforzo raggiungimento degli obiettivi del
gruppo;
2. aiutare gli altri membri del gruppo a fare altrettanto.

Maggiore sarà l'interdipendenza positiva all'interno del gruppo


maggiore sarà il senso di responsabilità personale nel contribuire al
raggiungimento degli obiettivi collettivi.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

La classe e il cooperative
learning
38.2 Abilità sociali

Rif. David W. Johnson, Roger T. Johnson, Edythe J. Holubec, Apprendimento cooperativo in classe, nuova edizione, Erikson, 2015.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Riunire insieme studenti privi di abilità sociali di gruppo e dire loro di


cooperare non garantisce che siano capaci di farlo in modo efficace.

La capacità di interagire produttivamente con gli altri non è innata ma si


apprende con l'esperienza.

Non è sufficiente insegnare agli studenti le abilità sociali e di gruppo


ma come anche motivarli a utilizzare.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Nei gruppi di apprendimento cooperativo gli studenti devono imparare


sia le materie scolastiche che le abilità interpersonali e di piccolo
gruppo richieste per funzionare come parte di un gruppo.

L'apprendimento cooperativo è più complesso dell'apprendimento


competitivo o individualistico, gli studenti devono intraprendere
simultaneamente sia il lavoro di studio che quello di squadra.

Se gli studenti non acquisiscono le abilità sociali necessarie per


collaborare non possono completare il loro lavoro oppure la qualità
sarà inferiore agli standard attesi.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Per insegnare le abilità sociali necessarie al lavoro cooperativo occorre


definire:

1. quali abilità interpersonali e di piccolo gruppo insegnare;

2. come insegnarle.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Quali abilità si devono insegnare?

Per coordinare il loro lavoro gli studenti devono:

A) conoscersi e fidarsi gli uni degli altri,

B) comunicare con chiarezza e precisione,

C) accettarsi e sostenersi a vicenda,

D) risolvere i conflitti maniera costruttiva.


Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Esistono quattro livelli di abilità cooperative

1. Gestione. Le abilità necessarie per gestire un gruppo di


apprendimento cooperativo, stare con il proprio gruppo e non
gironzolare per l’aula, parlare sottovoce, fare a turno, essere
educati.
2. Funzionamento. Le abilità necessarie per controllare le attività del
gruppo nello svolgimento del compito e mantenere rapporti di
lavoro efficienti tra i membri, condividere le proprie idee e
deduzioni, guidare il lavoro di gruppo e incoraggiare ogni membro
a partecipare.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S2
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

3. Apprendimento. Le abilità necessarie a permettere una


comprensione più approfondita del materiale studiato, a
promuovere l'uso di strategie metacognitive e a massimizzare la
padronanza e la ritenzione mnemonica del materiale studiato.

4. Stimolo. Le abilità necessarie per stimolare la concettualizzazione


del materiale che si sta studiando, la discussione, la ricerca di
ulteriori informazioni e l'esposizione degli argomenti su cui si
basano le proprie conclusioni.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

La classe e il cooperative
learning
38.3 Abilità sociali

Rif. David W. Johnson, Roger T. Johnson, Edythe J. Holubec, Apprendimento cooperativo in classe, nuova edizione, Erikson, 2015.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Come insegnare le abilità di collaborazione

Per fare sì che gli studenti lavorino come una squadra occorre che:

a) abbiano la possibilità di lavorare insieme e quindi esistano delle


condizioni in cui le abilità per il lavoro di squadra si possono
manifestare,
b) abbiano una buona motivazione per usare queste abilità,
c) possiedono una certa competenza nel loro utilizzo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il primo passo consiste nell'assicurarsi che gli studenti capiscano


l'importanza delle abilità sociali per il lavoro di squadra.

1. Chiedere agli studenti di suggerire quali siano le abilità sociali


necessarie per lavorare insieme con maggiore efficacia. Scegliere
una o più abilità per evidenziarne l'utilità durante la lezione.
2. Stabilire le abilità da insegnare e presentare agli studenti delle
situazioni in cui la conoscenza di quelle abilità rappresenti per loro
un evidente vantaggio.
3. Un metodo per illustrare la necessità di un'abilità è quello di
improvvisare un breve gioco di ruolo che fornisca un esempio di
situazione in cui la mancanza dell'abilità e i problemi che ne
risultano siano evidenti.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il secondo passo consiste nell'assicurarsi che gli studenti capiscano il


tipo di abilità richiesta, come applicarla e quando.

1. Definire opere razionalmente l'abilità con comportamenti verbali e


non verbali concreti. Non è sufficiente spiegare teoricamente le
abilità ma occorre spiegare esattamente che cosa gli studenti
devono fare ciascun caso. L'insegnante può chiedere alla classe di
individuare i comportamenti concreti che caratterizzano una abilità
poi scrivere in un elenco tutte le idee fornite degli studenti.

2. Fare una dimostrazione dell'abilità e spiegare ogni aspetto affinché


gli studenti abbiano un'idea chiara delle sue componenti verbali e
non verbali.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

3. Fare una dimostrazione dell'abilità e lasciare che gli studenti si


esercitino con essa. Ad esempio, prima dell'inizio della lezione. si
può farla provare a ognuno un paio di volte nel gruppo.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il terzo passo consiste nell'improvvisare situazioni pratiche che


incoraggino gli studenti ad acquisire la padronanza dell'abilità. Possono
essere guidati nei seguenti modi.

1. Assegnando l'abilità sociale come ruolo specifico di alcuni membri


ho come responsabilità generale di tutti i membri del gruppo.
2. Osservando ogni gruppo e annotando quali studenti applichino
l'abilità e con quale frequenza ed efficacia.
3. Verificando periodicamente la padronanza dell'abilità durante la
lezione e chiedendo a un membro del gruppo di dare una
dimostrazione.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il quarto passo consiste nel fornire agli studenti un feedback sul loro
uso dell'abilità e nell'incoraggiare a riflettere su come migliorare
l'applicazione puntata.

Fare pratica sul lavoro di squadra non è sufficiente: gli studenti devono
ricevere feedback sulla frequenza e sulla competenza con cui le
utilizzano.

Sulla base delle informazioni ricevute e del loro giudizio personale, gli
studenti riflettono su come possono usare l'abilità con maggiore
efficacia.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il quinto passo consiste nell'assicurarsi che gli studenti si esercitino


costantemente nell'abilità finché non la applichino con naturalezza.

Inizialmente l'apprendimento può essere lento, seguito da un rapido


miglioramento, quindi da un periodo durante il quale le prestazioni
rimangono sullo stesso livello, per poi registrare nuovi miglioramenti.

Gli studenti devono esercitarsi abbastanza a lungo da passare


attraverso i primi periodi di stasi e integrare le abilità stabilmente nel
loro repertorio comportamentale.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Il processo di sviluppo di un’abilità passa attraverso le seguenti fasi.

1. uso naturale e goffo dell’abilità.


2. Senso di innaturalezza nell'applicazione della verità. Benché la
goffaggine scompaia è ancora necessario l'incoraggiamento
dell'insegnante e dei compagni.
3. Uso efficace ma meccanico della verità.
4. Uso naturale: l’abilità è ormai parte integrante del repertorio
comportamentale dello studente.
Corso di Laurea: PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M. 616)
Insegnamento: METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE
Lezione n°: 38/S3
Titolo: strutturare l'interdipendenza positiva e sviluppare le abilità sociali
Attività n°: 1

Regole di base per insegnare un'abilità agli studenti.

Essere specifici: definire ogni abilità sociale in termini concreti e


operativi.

Andare per gradi: evitare di sovraccaricare gli studenti con più abilità
sociali di quante possano imparare in una sola volta. Io una settimana
uno o due comportamenti possono bastare.

Esercizio: far fare pratica delle attività a lungo. Gli studenti devono
continuare a esercitarsi fino a che non l'abbiano integrata nel loro
repertorio comportamentale.