Sei sulla pagina 1di 14

ISTITUTI SANTA PAOLA

Corso: Operatore della trasformazione agroalimentare


panificazione e pasticceria

“L’OBESITA”

Omar Waid

Anno Formativo 2019/2020

1 Omar Waid “l’onesità”


INDICE

Sommario…………………………………….. 3
Aspetti socio-culturali…………………………4
IMC…………………………………………... 6
Caratteristiche…………………………………8
Effetti sulla salute……………………………..10
Trattamento……………………………………12
Bibliografia…………………………………….14

2 Omar Waid “l’onesità”


SOMMARIO

Durante il percorso di studi mi sono interassato agli


argomenti riguardanti l’obesità, perché è una
problematica sempre più presente nella nostra
quotidianità e sopratutto in aumento nei paesi
industrializzati. Questa situazione non riguarda il
nostro presente ma anche il nostro futuro, quindi
ritengo sia giusto approfondire questa tematica
all’interno della mia tesina. È fondamentale conoscere
bene questo fenomeno in modo da avere più
consapevolezza e quindi fermare questo fenomeno che
prima o poi ci “mangerà”. Il mio studio affronterà i
seguenti temi:

- Aspetti socio-culturali
- IMC
- Caratteristiche
- Effetti sulla salute
- Trattamento

3 Omar Waid “l’onesità”


Aspetti socio-culturali
I Greci furono i primi a trattare l'obesità come una malattia medica:
Ippocrate scrisse: "L'obesità non è solo una malattia, ma anche un presagio
di altri". Il chirurgo indiano Susruta ha collegato l'obesità alle malattie
cardiache e al diabete: suggerisce di fare un lavoro manuale per curare i
suoi effetti collaterali. Nel corso della storia umana, la maggior parte della
popolazione ha lottato con la carenza di cibo: pertanto, l'obesità è stata
storicamente limitata a un piccolo numero di persone ed è considerata un
segno di ricchezza e prosperità. Durante il Medioevo e il Rinascimento, e
nelle antiche civiltà dell'Asia orientale, gli alti funzionari europei erano
generalmente in sovrappeso. All'inizio della rivoluzione industriale, la
gente si rese conto che il potere militare ed economico del paese dipendeva
anche dalle dimensioni del corpo e dalla forza fisica di soldati e operai.
Pertanto, nel diciannovesimo secolo, l'altezza e il peso aumentarono
drammaticamente nel mondo occidentale e l'aumento dell'indice di massa
corporea media ebbe un ruolo importante nello sviluppo delle società
industrializzate. Nel secolo successivo fu raggiunto il limite massimo del
potenziale genetico per l'altezza e il peso iniziò ad aumentare molto più
dell'altezza, seguito dall'obesità. Dagli anni '50, l'aumento della ricchezza
nei paesi industrializzati ha portato a una diminuzione della mortalità
infantile, ma con l'aumentare del peso, le malattie che colpiscono i reni e il
cuore diventano più comuni. La percezione della società occidentale
riguardo al peso corporeo è mutata profondamente dall'inizio del XX
secolo. Ciò sarebbe dimostrato dal fatto che l'altezza media delle vincitrici
di Miss America è aumentata del 2% dal 1922 al 1999, mentre al contempo
il loro peso medio è diminuito del 12%. Per contro, l'opinione comune in
merito al valore ottimale di peso corporeo
in termini salutistici si è evoluta nella
direzione opposta: in Gran Bretagna il
valore di peso per cui le persone vengono
ritenute essere in sovrappeso, era infatti
significativamente più alto nel 2007
rispetto al 1999.In molte parti dell'Africa,
l'obesità è ancora considerata come un
segno di ricchezza e benessere.

Caricatura di Giorgio IV

4 Omar Waid “l’onesità”


Arte
Tra le prime repliche scultoree dell'umanità, si può risalire a 35.000 a
20.000 anni fa, tra cui la cosiddetta Venere paleolitica, raffiguranti donne
obese che, secondo alcune opinioni, rappresentano il simbolo ideale della
fertilità. Altri sembrano costituire una descrizione realistica della
femminilizzazione del tempo. D'altra parte, secondo i classici della
bellezza classica, non c'è obesità nell'arte greca e romana. Durante il
Rinascimento, alcuni membri delle classi superiori iniziarono a mostrare il
loro slancio, come si può vedere nei ritratti di Enrico VIII e Alessandro da
Polo. Il pittore Pieter Paul Rubens interpreta spesso donne magnaccia, da
cui il termine "Rubens". Tuttavia, queste figure femminili mantengono
ancora la forma della "clessidra", che è l'indice di fertilità. Nel mondo
occidentale, le opinioni sull'obesità cambiarono rapidamente nel XIX
secolo: dopo che l'obesità divenne un simbolo di ricchezza e prestigio
sociale per centinaia di anni, il dimagrimento iniziò a diventare un modello
ideale.
Accettazione dell’obesità

Le organizzazioni che promuovono l'accettazione dell'obesità hanno


registrato una crescita significativa nella seconda metà del XX secolo. Lo
scopo principale di queste associazioni è eliminare la discriminazione nei
confronti delle persone obese; Alcuni membri del movimento tendono
anche a minimizzare gli effetti negativi sulla salute dell'obesità. Tuttavia,
l'attivismo di questi gruppi è ancora un fenomeno marginale. La National
Association for the Promotion of Obesity (NAAFA), fondata nel 1969, si è
descritta come un'organizzazione per i diritti civili volta ad eliminare la
discriminazione basata sul peso. L'International
Dimensional Acceptance Association (ISAA) è
un'organizzazione non governativa fondata nel
1997 per promuovere l'accettazione del grasso.

Dipinto “grasso” di Fernando


Botero

5 Omar Waid “l’onesità”


IMC
L'indice di massa corporea (IMC o BMI, abbreviato come indice di massa
corporea) è un parametro correlato al peso e all'altezza del soggetto.
Basato solo su altezza e peso, l'IMC può fornire una stima delle
dimensioni del corpo più accurata rispetto al vecchio orologio. Secondo
l'Organizzazione mondiale della sanità, l'indice di massa corporea o
l'indice di massa corporea possono essere suddivisi in 4 categorie:

• sottopeso (IMC al di sotto di 19)


• medio (IMC compreso tra 19 e 24)
• sovrappeso (IMC compreso tra 25 e 30)
• obesità (IMC al di sopra di 30)

Come si calcola?

L'indice di massa corporea viene calcolato dividendo il peso in


chilogrammi per il quadrato dell'altezza in metri:

IMC = massa corporea (Kg) / statura (m2)

IMC, valore affidabile?

L’IMC continua a essere un parametro utilizzato per fornire una


valutazione del peso corporeo, in quanto viene calcolato con una formula
fissa e consente una valutazione rapida del peso corporeo stesso. Nel
tempo, non si è potuto tuttavia fare a meno di rilevare come nel calcolo
non vengano presi in considerazione alcuni fattori. La corporatura, il sesso
e il rapporto tra massa muscolare e massa adiposa non svolgono alcun
ruolo nel calcolo dell’IMC. Nelle persone che svolgono molta attività
fisica, e che hanno di conseguenza sviluppato la muscolatura, il risultato
può risultare falsato. Questo perché lo sviluppo muscolare fa sì che si
guadagni peso ma non massa grassa. Infatti: i muscoli sono più pesanti del

6 Omar Waid “l’onesità”


grasso. In questo caso l’IMC risulta automaticamente più elevato ed è per
questo che è molto importante tenere in considerazione questi fattori
quando si interpreta il proprio IMC.

IMC desiderabile

La tabella seguente fornisce informazioni sull'indice di massa corporea


ideale correlato all'età di un individuo.
Ricordiamo che l'indice di massa corporea non è un parametro utile per le
persone di età inferiore ai 18 anni. In effetti, in questi casi, è necessario
ricorrere a una curva di crescita specifica correlata all'età, al sesso e al peso
del soggetto.
Tuttavia, per gli anziani, l'indice di massa corporea tende a diminuire tra i
70-75 anni, poiché la perdita di peso di solito inizia da quell'età.
Infine, è meglio specificare i parametri in cui l'IMC non è disponibile
durante la gravidanza. Pertanto, i suoi calcoli durante la gravidanza sono
considerati inutili.

7 Omar Waid “l’onesità”


Caratteristiche
L'obesità è una malattia cronica causata da un'eccessiva massa grassa, che
è distribuita in modo diverso in varie parti del corpo. Per parlare
dell'obesità, anche se il modo più semplice per definire il grado di obesità,
il parametro più comunemente usato è l'indice di massa corporea,
ricordiamo anche che il peso in eccesso deve superare il 20% dell'altezza
ideale.
Peso (kg): altezza quadrata (m)
Ricordando che la normalità è considerata tra 18,5 e 24,9, oltre a
quest'ultimo punteggio, distinguiamo:

• Sovrappeso: Indice di Massa Corporea compresa tra i valori 25 e


29,9
• Obesità moderata di primo grado: Indice di Massa Corporea
compresa tra i valori 30 e 34,9
• Obesità severa di secondo grado: Indice di massa Corporea
compresa tra i valori 35 e 39,9
• Obesità grave di terzo grado: Indice di Massa Corporea superiore a
40.
Sulla base di questi parametri, sembra essere in qualche modo prevalente
e, diversamente dall'anoressia e dalla bulimia, non ha episodi specifici
durante la pubertà: in effetti, in circa il 75% dei casi, è una malattia che
inizia prima dei 6 anni. Per i soggetti obesi, l'adolescenza è senza dubbio
un momento delicato: possono sperimentare una completa motivazione
personale per chiedere aiuto agli esperti e alla dieta, piuttosto che essere
passivamente spinti dai membri della famiglia.
L'obesità non è una generalizzazione: l'orientamento generale è che se si
supera un certo peso, è necessario trattarlo come una malattia cronica,
come il diabete o l'ipertensione, perché i soggetti obesi hanno una
riduzione dell'aspettativa di vita e una qualità ridotta. La differenza tra
alimentazione incontrollata e obesità è in realtà molto sottile: non tutti i
soggetti obesi hanno il comportamento dell'eccesso di cibo compulsivo
come descritto sopra, mentre in realtà tutti i pazienti con disturbi
alimentari sono in sovrappeso o obesità. Infatti, anche questi ultimi,
quando hanno bisogno di cure, devono prima perdere peso, proprio come i
pazienti obesi, ma d'altra parte, gli esperti e le istituzioni mediche non

8 Omar Waid “l’onesità”


vogliono sempre distinguere se c'è un eccesso di cibo compulsivo. È una
differenza molto sottile. In effetti, l'incapacità di controllare il proprio
linguaggio sembra essere la comunanza delle due malattie: oltre al
mancato mantenimento dei livelli di zucchero nel sangue, i trattamenti
medici tradizionali per l'obesità si basano solo su restrizioni caloriche a
breve o medio termine. L'aumento di peso e il deterioramento dei problemi
che interessano i campi psicologici e comportamentali: sentimenti interni,
senso di fallimento, sentimenti di inferiorità, vergogna, depressione e
contraddizioni incontrollabili, che portano a un eccesso di cibo.

Affrontare Il Disagio Psicologico

Per essere veramente efficaci, le misure terapeutiche attualmente


applicabili devono suscitare la partecipazione attiva dei pazienti e tale
partecipazione può essere effettuata solo riconoscendo non solo le
preoccupazioni estetiche ma anche la motivazione relativa al disagio dei
pazienti prima e dopo il trattamento. Eccesso di cibo (se presente), noia,
solitudine, vuoto frustrato, seguito da alimentazione (sotto forma di
lucluccare persistente, iperfagia e polifagia). Questa coscienza di solito si
verifica durante l'adolescenza, quando la motivazione al cambiamento è
così alta che la probabilità di successo è maggiore. Questo cambiamento
non può essere realizzato adottando una dieta restrittiva "fai da te". Come
tutti sappiamo, la restrizione è la causa della perdita di controllo e quindi la
causa dell'eccesso di cibo. Questo porta a un circolo vizioso di fallimento,
con conseguente inferiorità, vergogna, frustrazione e incapacità di
controllarsi. È necessario contattare un centro speciale, o preferibilmente
un centro speciale, in cui un piano va oltre la dieta e tratta la persona con
la sua esperienza, i suoi pensieri e le sue convinzioni, e infine attraverso
psicologia, educazione e comportamento appropriati Intervenire per
intervenire sulla persona. Può essere implementato solo da un team di
esperti professionisti in vari settori.

Adolescente Obeso

9 Omar Waid “l’onesità”


Effetti Sulla Salute
Il sovrappeso è correlato a vari fattori patologici, in particolare malattie
cardiovascolari, diabete di tipo 2, sindrome da apnea ostruttiva del sonno,
alcuni tipi di cancro e osteoartrosi. Pertanto, l'obesità è la causa della
ridotta aspettativa di vita.

Mortalità

L'obesità è la principale causa di decessi prevenibili a livello globale:


alcuni studi campione condotti su larga scala negli Stati Uniti e in Europa
hanno dimostrato che i non fumatori con un BMI tra 20 e 25 hanno un
minor rischio di morte]]> e un BMI tra 24 e 27 kg Tra i fumatori tra i metri
quadrati, le donne con un indice di massa corporea superiore a 32 kg /
metro quadrato sono associate a un tasso di mortalità di 16 volte. Si stima
che negli Stati Uniti l'obesità causi 111.909-365.000 decessi ogni anno,
mentre nell'UE un milione di decessi (7,7% del totale) sono attribuiti al
peso corporeo. In media, l'obesità riduce l'aspettativa di vita di circa sei A
sette anni: obesità particolarmente moderata (equivalente a un BMI da 30 a
35 kg / m2), L'obesità grave (BMI superiore a 40 kg / m²) riduce
l'aspettativa di vita di dieci anni .

10 Omar Waid “l’onesità”


Morbosità
L'obesità aumenta il rischio di molte malattie fisiche e mentali. Questi
sono comunemente chiamati sindromi metaboliche, che includono una
combinazione di diabete di tipo 2, ipertensione, ipercolesterolemia e
ipertrigliceridemia. Alcune malattie sono direttamente causate dall'obesità
e da malattie che sono indirettamente correlate alla malattia e sono
condivise da cause comuni, come la malnutrizione o uno stile di vita
sedentario. La correlazione tra obesità e malattie specifiche è diversa; uno
dei problemi più interessanti del diabete di tipo 2: l'eccesso di grasso
corporeo è in realtà la base del 64% del diabete maschile e del 77% del
diabete femminile. L'aumento della quantità di grasso cambia la risposta
del corpo all'insulina e quindi la resistenza all'insulina. L'aumento del
tessuto adiposo produce anche stati pro-infiammatori e trombosi. In
generale, le conseguenze sulla salute dell'obesità possono essere suddivise
in due categorie: patologia dovuta agli effetti dell'aumento della massa
grassa (come l'artrosi, l'apnea ostruttiva del sonno e lo stigma sociale) e le
cellule adipose patologiche a causa dell'aumento dei valori ( Diabete,
cancro, malattie cardiovascolari, malattia del fegato grasso non alcolica)

11 Omar Waid “l’onesità”


Trattamento
Il trattamento dell'obesità e qualsiasi rigoroso programma di controllo del
peso si basano sulla valutazione del comportamento alimentare e
nutrizionale e sulla terapia cognitivo-comportamentale per la modifica
dello stile di vita, nonché sul raggiungimento delle capacità di
comportamento gestionale. Se la perdita di peso è determinata dai
cambiamenti nei concetti e nei comportamenti disfunzionali, sarà più
probabile il successo a lungo termine, che determinano l'instaurazione e il
mantenimento dell'obesità. Obiettivi: raggiungere e mantenere un calo
ponderale utile per la riduzione del rischio vascolare e metabolico ( < del
10-20% del peso iniziale). Utilizzando solo una dieta dimagrante, la
frequenza delle recidive (ovvero il recupero della perdita di peso) è molto
elevata (nel 90-95% dei casi). È determinato dalla biologia (riduzione del
consumo di energia nella dieta), dal comportamento (la restrizione porta
alla perdita del controllo) e dalla psicologia (la perdita del controllo e il
conseguente comportamento criminale innescano interni, frustrazione,
bancarotta e altri mulinelli alimentari ...)

Quindi si può dire che...

Il modo principale per perdere peso è combinare dieta ed esercizio fisico.


Una dieta prudente può portare a una perdita di peso a breve termine;
tuttavia, il mantenimento è di solito difficile e richiede un esercizio
continuo e una corretta
alimentazione.
Attraverso
cambiamenti nello stile
di vita, il tasso di
successo a lungo
termine di
mantenimento del peso
è compreso tra il 2% e
il 20%.

12 Omar Waid “l’onesità”


Trattamento chirurgico

Tuttavia, il trattamento più efficace per l'obesità è la chirurgia bariatrica,


che include diversi componenti dell'azione:

• la chirurgia restrittiva, ottenibile con il bendaggio gastrico


• le procedure malassorbitive, come la diversione biliopancreatica
• i trattamenti di tipo misto, come il bypass gastrico.

L'obiettivo della chirurgia bariatrica sarebbe quello di ottenere una


significativa perdita di peso a lungo termine, probabilmente associata a
riduzione della mortalità e morbilità. Il confronto tra tecniche diverse
favorisce generalmente l'allettamento piuttosto che interventi puramente
restrittivi. Tuttavia, con indicazioni corrette, qualsiasi tipo di intervento
può avere un effetto duraturo sul peso corporeo, con una percentuale di
perdita di peso compresa tra il 50% e il 90% dopo 5 anni. Talvolta possono
essere identificate complicanze rischiose o persino fatali per ciascun
trattamento, ma la loro identificazione e conoscenza delle opzioni di
trattamento disponibili riducono gradualmente la mortalità postoperatoria,
rendendo più accettabile la relazione tra rischio e beneficio.

Immagine raffigurante il bypass gastrico

13 Omar Waid “l’onesità”


Bibliografia

• https://it.wikipedia.org/wiki/Obesit
%C3%A0#Trattamento
• Indice di massa corporea - IMC, come calcolarlo
• Stile di vita e fattori cognitivi, due tasseli della
lotta all&apos;obesità - PaginaQPaginaQ | Pisa
• Come si misura l&apos;obesità | Indice di massa
corporea | Ospedale di San Marino
• Medical Control 33: Scopri cos’è e qual è il tuo
indice di massa corporea
• https://www.consultorioantera.it/approfondimenti/

disturbi-del-comportamento-
alimentare/obesita.html

14 Omar Waid “l’onesità”