Sei sulla pagina 1di 2

Attacchi d�ansia e attacchi di panico: similitudini e differenze

Talvolta le persone pensano che gli attacchi d�ansia e gli attacchi di panico siano
la stessa cosa. Tuttavia, da una prospettiva clinica, il panico e l�ansia hanno
caratteristiche diverse e sintomi specifici. Per questo motivo � bene distinguerli
e conoscere in che modo vengono sperimentati dalle persone.
Differenze cliniche tra disturbo di panico e ansia

Gli psicologi basano le loro diagnosi sulle definizioni del Manuale Diagnostico e
Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5). Quest�ultimo usa il termine �attacco di
panico� per i sintomi associati al Disturbo di Panico. Ma le crisi possono
presentarsi anche in associazione ad altri disturbi psicologici.

Il termine �attacco di ansia� non � presente nel DSM-5. Piuttosto, l�ansia viene
usata per descrivere una caratteristica fondamentale di molte condizioni comprese
nella macro categoria di �Disturbi d�ansia�, ossia:

� Disturbo d�ansia di separazione


� Mutismo selettivo
� Fobia specifica
� Disturbo d�ansia sociale (Fobia sociale)
� Disturbo da attachi di panico
� Agorafobia
� Disturbo d�ansia generalizzata
� Disturbo d�ansia indotto da sostanze/farmaci
� Disturbo d�ansia dovuto ad altra condizione medica

La stessa componente ansiosa � presente in modo preponderante anche nel Disturbo


ossessivo-compulsivo, nel Disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e nel Disturbo
da ansia di malattia (Ipocondria).

Gli attacchi di panico e i momenti d�ansia intensa presentano differenze in termini


quantitativi e qualitativi:
L�attacco di panico

La caratteristica essenziale di un attacco di panico � la comparsa improvvisa di


paura o disagio che raggiunge il picco in pochi minuti, periodo durante il quale si
verificano quattro e pi� di 13 sintomi fisici o cognitivi come: palpitazioni o
tachicardia, sudorazione eccessiva, tremori o scosse, dispnea o sensazione di
soffocamento, dolore o fastidio al petto, nausea o dolori addominali, sensazioni di
respiro corto, difficolt� a respirare o disturbare, sensazione di vertigine o
svenimento, brividi o vampate di calore, sensazioni di torpore o formicolio,
sentimenti di irrealt� (derealizzazione) o di distaccarsi da s�
(depersonalizzazione), paura di perdere il controllo o di impazzire e paura di
morire.

Solitamente l�attacco di panico si distingue da momenti di ansia intensa per il


tempo che impiega ad arrivare al picco d�intensit� che, solitamente, si verifica
nel giro di pochi minuti e per la maggiore gravit� dei sintomi. Durante un attacco
di panico, quest�ultimi sono improvvisi ed estremamente intensi, si presentano
entro 10 minuti e poi la loro intensit� si abbassa. Tuttavia, alcuni attacchi
possono durare pi� a lungo o verificarsi in successione, rendendo difficile
determinare quando un attacco termina e un altro inizia. Infine, dopo un attacco,
non � insolito sentirsi preoccupato o turbato per il resto della giornata. Alcuni
pazienti descrivono sensazioni di spossatezza e strascico anche molte ore dopo.
Gli �attacchi d�ansia�

�L�attacco di ansia� non � un termine clinico, ma � usato da molte persone per


descrivere una sensazione di malessere intenso in cui ci si preoccupa per un evento
imminente o si sperimentano sentimenti di terrore o di paura che non soddisfano i
criteri diagnostici per un attacco di panico. L�ansia � altamente correlata a una
preoccupazione eccessiva di qualche potenziale �pericolo� o minaccia futura e i
sintomi possono essere simili a quelli dell�attacco di panico, anche se d�intensit�
inferiore. Oltre a questa caratteristica, un� altra importante distinzione tra i
due tipi di attacco � la durata: a differenza del panico, i cui sintomi sono
immediati, quelli dell�ansia possono essere persistenti e durare giorni, settimane
o addirittura mesi.

Sia che si tratti di attacchi panico, di ansia persistente od entrambi, il


trattamento efficace � sempre quello Cognitivo Comportamentale. Le linee guide
internazionali per il trattamento dei disturbi d�ansia raccomandano le Tecniche
Cognitivo Comportamentali per apprendere le strategie a gestire i momenti d�ansia o
di panico.