Sei sulla pagina 1di 2

Pag.

La moda dei giovani d’oggi


Al giorno d’oggi ci sono molti ragazzi che spesso accantonati e le cose più impor-
si preoccupano del loro aspetto, il fat- tanti diventano invece quelle più futili, è
tore estetico è diventato per parecchi normale che anche i ragazzi siano porta-
giovani fondamentale: bisogna avere un ti ad essere superficiali e quindi a tene-
certo numero di vestiti firmati, essere re sempre più in considerazione il fatto-
come il “gruppo”… re estetico.
Perché è così importante vestirsi come
gli altri? Cosa cambia dall’andare a scuola Le tendenze
con jeans firmati a vita Per essere davvero “trendy”
bassa per le ragazze e si deve andare vestiti così:
jeans firmati che arriva-
no a coprire solo metà FEMMINE
fondoschiena per i ragaz- -scarpe:scarpe da tennis ri-
zi, dall’indossare pantalo- gorosamente “Nike”; scarpe
ni a vita alta e di marca per occasioni particolari:
sconosciuta? Cambia che stivali non molto alti o bal-
sei diverso, non sei come lerine;
tutti e questo significa -jeans: ovviamente a vita
che sei destinato a diven- bassa; le marche più ricer-
tare oggetto di scherno cate sono: Miss Sixty,
da parte di coloro che in- Indian Rose, Diesel, Replay,
vece si ritengono quelli Rich, Dolce & Gabbana,
alla moda, quelli da imita- Levi’s…;
re. -magliette: soprattutto
Io sono una ragazza a cui scollate, aderenti e vistose;
piace molto seguire la -zaino: Eastpak
moda e non nascondo che
sono anch’io subito pronta a giudicare MASCHI
coloro che sono diversi da me. Se riflet- -scarpe: solo ed esclusivamente da ten-
to, mi rendo conto che è assurdo “clas- nis e ovviamente “Nike”
sificare” le persone in base a come si -jeans: molto molto bassi; le marche più
vestono, eppure ogni volta che vedo una ricercate sono: Rich, Dolce & Gabbana,
persona che non segue la moda, inevita- Diesel, Levi’s…
bilmente penso che è diversa. -magliette: molto attillate anche per i ra-
Io sono giovane e non mi interesso an- gazzi; marche come:Playboy, Diesel,
cora dei problemi veri ma mi sto ren- Nike, Dolce & Gabbana,…
dendo conto che in una società superfi- -zaino: Eastpak
ciale, dove i valori vengono sempre più Giulia Rizzi
Pag.7

La moda nel passato


Le dame nel 1400 iniziarono ad avere più rispet- vano il copricapo in segno di eleganza nobiliare.
to per il proprio corpo soprattutto le nobili che Anche la donna subisce delle trasformazioni in
vestivano con estrema eleganza anche le loro fatto di acconciatura: portava la fronte scoperta e
damigelle di corte. un velo trasparente sulla crocchia, oppure una
Nel 1500 prevalse la moda spagnola di vestirsi lunghissima treccia decorata con costosissime
di nero in qualsiasi occasione soprattutto nelle pietre preziose.
celebrazioni funebri e nuziali; era anche di moda Col passare del tempo gli abiti neri iniziarono
mettersi i guanti di seta ricamati con sopra degli ad essere usati solo nelle occasioni nuziali e fu-
anelli preziosissimi da mostrare come segno di nebri. Nel 1700 i vestiti divennero più attillati e
ricchezza. stretti.
In seguito la moda francese prese il sopravvento Le donne spesso facevano a gara a chi indossava
con stoffe di colori vivaci. Gli uomini erano soli- il vestito più bello in modo da essere ritratte dai
ti farsi crescere baffi, capelli e barba e indossa- grandi pittori.

Abbigliamento maschile Abbigliamento femminile


Nel Medioevo le casacche che por-
tavano gli uomini si accorciarono Le dame indossa-
sempre di più, mostrando maggior- vano vestiti lunghi
mente le gambe e le calzamaglia che e voluminosi stret-
divennero con il passar del tempo ti sul busto, le scol-
colorate. lature variavano a
Sopra veniva messa una pelliccia; si seconda dell’età
crearono in seguito dei cappotti ade- della donna.
renti sul busto e più larghi sulle gi- Il petto veniva in-
nocchia. cipriato in modo
Le maniche erano larghe fino a metà gomito e si da dare un senso di
stringevano verso il polso e dalle spalle partivano delicatezza e di
due estremità di tessuto molto pesante che buttati “morbidezza”.
all’indietro arrivavano a toccare le co- I tessuti cambiarono notevolmente: diventarono
sce. molto più spessi a volte intarsiati con oro e ar-
La scollatura era fatta a “V” e si in- gento; poiché erano molto pesanti i tessuti veni-
travedeva il collo alto della casacca. vano tagliati in modo da non impedire i movi-
Alcuni signori anziché mettere il cap- menti.
potto indossavano dei mantelli mol- Le maniche divennero
to pesanti fatti di velluto, fissati sul- sempre meno larghe, i
le spalle che cadevano sulla schiena. polsini lunghi fino alle
La tunica restò sempre parte del guar- dita mentre coprivano
daroba maschile e non cambiò nella solo una parte del palmo
lunghezza, ma nel tessuto con cui ve- in modo da lasciare libera
niva confezionato. la mano.
Anziché usare la cintura gli uomini Lo strascico era usato solo
utilizzavano una corda oppure una striscia di seta nelle occasioni importan-
legata in vita su un lato. ti ed era sorretto dalle da-
Alcuni nobili portavano un copricapo che poteva migelle.
essere attaccato o staccato dalle toghe.

I profumi
Nel XVI secolo le dame del Rinascimento dopo ogni pranzo si facevano versare dalle loro corti-
giane di corte acqua di rose da una brocca d’argento in modo da rinfrescarsi e profumarsi.
Alice Vago