Sei sulla pagina 1di 3

IL SOCIOGRAMMA DI MORENO

Il sociogramma di Moreno è una tecnica che conduce ad una rappresentazione grafica delle
relazioni interpersonali all’interno di un gruppo.
Può essere utile per evidenziare la posizione di ognuno nel gruppo e l’eventuale presenza di
sottogruppi e/o di figure di leader.

Obiettivo
Fotografare le relazioni all’interno del gruppo.

Materiale
Questionario sugli atteggiamenti nei confronti del gruppo (vedi procedimento).
Un foglio da disegno, riga, penne colorate.

Procedimento
1. All’inizio si consegna ad ogni giovane un biglietto bianco piegato a metà sul quale scrivere: a
sinistra il loro nome e a destra il nome della persona del gruppo che conoscono meglio.

2. Il secondo passaggio consiste nel costruire, con i risultati raccolti, la sociomatrice che riassume
le scelte singole e reciproche.
I nomi dei giovani vanno riportati sia in verticale che in orizzontale, fino a costruire un quadrato
diviso dalla sua diagonale. Per non creare problemi, non mettere i nomi, ma associa ad ogni
giovane un numero o lettera, che conoscerete solo voi animatori.
Le preferenze di ognuno vanno riportate in orizzontale, crocettando la casella corrispondente alla
colonna del compagno scelto.
Le linee tracciate, corrispondenti alle caselle equidistanti dalla diagonale, indicano le scelte
reciproche.

3. Infine costruisci il sociogramma circolare, che fotografa la rappresentazione grafica della


struttura complessiva del gruppo, facendo emergere la presenza di eventuali sottogruppi e/o
figure di leader.
E’ importante che i giovani non sappiano i nomi associati ai numeri/lettere per evitare che si creino
situazioni poi difficili da gestire. Non è bello vedersi rappresentati come degli esclusi!

Il consiglio è di conservare il sociogramma emerso e magari ripeterlo alla fine dell’anno, per
vedere se il cammino fatto insieme ha fatto nascere nuovi legami e creato nuove dinamiche
relazionali.

Sociomatrice

Nomi giovani A B C D E F G H I L M N O P Q
A
B
C
D
E
Scelte reciproche F
G
H
I
L
M
N
O
P
Indice sociometrico
(n. scelte avute) Q
3 3 5 3 5 4 3 7 1 2 2 3 4 0 1
Sociogramma

Il numero dei cerchi e i relativi raggruppamenti di scelte possono variare in funzione del numero di
giovani del gruppo e della distribuzione delle scelte.
In questo caso sono stati disegnati solo tre settori: in quello centrale va collocato chi ha avuto 7/5
scelte, in quello intermedio 4/3 e in quello esterno 2/1.
Può accadere, come nel caso P, che non risulti alcuna scelta, segno di una difficoltà relazionale che
necessita della messa in gioco da parte di tutto, perché ciascuno possa sentirsi accolto.

Generalmente emergono 5 diverse posizioni:


 ISOLATO: Soggetto privo di qualsiasi riconoscimento all’interno del gruppo.
 MARGINALE: La cui presenza all’interno del gruppo non è fondamentale. La sua posizione
non è centrale nella rete delle relazioni.
 EMARGINATO: Non è considerato positivamente dai membri del gruppo.
 POPOLARE: Viene riconosciuto da molti, ma non ha necessariamente legami.
 LEADER: È il più riconosciuto dal gruppo ed ha molti legami.