Sei sulla pagina 1di 6

Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

INDICE

CARTA DEI SERVIZI ............................................................................................................................................. 2


LA MISSION ........................................................................................................................................................ 3
L’ENTE GESTORE ................................................................................................................................................ 5
ASPETTI STRUTTURALI ....................................................................................................................................... 6
ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA .......................................................................................................... 6
DESTINATARI DEL SERVIZIO ........................................................................................................................... 7
TEMPI DI PERMANENZA .................................................................................................................................... 8
OBIETTIVI DEL SERVIZIO ................................................................................................................................ 8
MODALITA’ DI ACCESSO .................................................................................................................................... 9
I Fase: Accoglienza e presa in carico.......................................................................................................... 9
II Fase: Analisi della domanda d’aiuto ..................................................................................................... 10
III Fase: Personalizzazione dell’intervento .............................................................................................. 10
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER L’INSERIMENTO...................................................................................... 12
PROCEDURA PER LA DIMISSIONE E/O TERMINE DEL PROGETTO ................................................................... 13
METODOLOGIA DELL’INTERVENTO ................................................................................................................. 14
L’INTERVENTO EDUCATIVO ............................................................................................................................. 15
ORGANIZZAZIONE ATTIVITA’ RESIDENZIALI .................................................................................................... 16
GIORNATA TIPO MINORE SCOLARIZZATO ....................................................................................................... 17
LE ATTIVITA’ PROPOSTE................................................................................................................................... 18
L’EQUIPE .......................................................................................................................................................... 19
SERVIZI OFFERTI............................................................................................................................................... 20
SUPERVISIONE E FORMAZIONE DEL PERSONALE ............................................................................................ 21
IL RAPPORTO CON IL TERRITORIO ................................................................................................................... 22
ATTIVITA’ SPORTIVA ........................................................................................................................................ 23
PREPARAZIONE PASTI E RISPETTO TABELLE NUTRIZIONALI ............................................................................ 23
MODALITÀ CONSERVAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI EVENTUALI FARMACI ............................................. 23
GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI ................................................................................................................. 24
PROCEDURE SANIFICAZIONE, PULIZIA, MANUTENZIONE ............................................................................... 24
REGOLAMENTO INTERNO PER GLI OSPITI ....................................................................................................... 25

1
Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

CARTA DEI SERVIZI

La Carta deI Servizi è uno strumento di comunicazione e di presentazione delle prestazioni erogate
destinata alle famiglie, agli ospiti e ai servizi invianti. Con questo documento l’ente gestore si pone
l’obiettivo di offrire ai destinatari una corretta informazione circa le prestazioni erogate e sui servizi
connessi.

Che cos’è

è uno strumento che:


 informa gli utenti sul servizio offerto e sulle modalità di accesso;
 rende partecipe l’utenza al fine di impegnare il gruppo di lavoro al mantenimento ed al
miglioramento dei servizi proposti;
 tutela gli utenti da eventuali inadempienze dell’ente gestore;
 garantisce la qualità dei servizi, verificando il grado di soddisfazione degli utenti;

Cosa contiene

 l’indicazione delle prestazioni e dei servizi offerti;


 descrive l’articolazione degli interventi e le finalità del progetto;
 individua standard di prestazioni e strumenti di tutela dell’utente;
 definisce i tempi di validità ed i modi di pubblicità della carta;
 indica le modalità per eventuali reclami in caso di mancato rispetto degli impegni contenuti
nella Carta a tutela dei propri diritti.

Come è redatta

 di concerto con tutti gli attori


 è costruita gradualmente con la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti e coinvolgibili, è
rinnovata periodicamente

Come è condivisa / pubblicizzata

 è condivisa con le famiglie, gli ospiti ove possibile e l’equipe degli educatori
 è esposta in modo centrale e ben visibile all’ingresso del gruppo appartamento
 è pubblicata sul sito internet al seguente indirizzo:
http://associazionemaranatha.weebly.com/casa-letizia.html

2
Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

L’ENTE GESTORE

L’Associazione di Promozione Sociale “Maranathà. Assistenza, cura e psicologia integrata” nasce nel
2014, dall’esperienza maturata nel settore psicologico educativo e dalla voglia di mettersi in gioco
di operatori del sociale e utenti che hanno voluto dar forma ad un sogno, fatto di accoglienza,
continuità e costruzione di affetti, promozione e crescita della persona come valore e ricchezza
inestimabile.

L’APS si avvale sia dell’attività lavorativa di consulenza che di personale dipendente con specifiche
abilità relazionali e professionali, che di volontari.

Sono presenti educatori, psicologi e personale di comprovata esperienza nel campo della pedagogia
rivolta ai minori e ai giovani adulti. Il costante aggiornamento su temi professionali e la formazione
interna, oltre che la promozione di spazi di supervisione dei propri operatori rappresentano un
valore aggiunto, e una garanzia di rispondenza a standard qualitativi tesi a garantire un buon livello
della prestazione erogata e un adeguato margine di prevenzione del bournout del personale
medesimo.

Denominazione Ente MARANATHA’. ASSISTENZA, CURA E PSICOLOGIA INTEGRATA


gestore
Natura Giuridica APS ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE
Sede legale VIA VANDALINO, 25 10093 COLLEGNO
Partita IVA 11427050015
Codice Fiscale 95623400017
Telefono e fax 011/4118650
mail DVESSIO7@HOTMAIL.COM
PEC DAVIDE.VESSIO.027@PSYPEC.IT
Denominazione del CASA LETIZIA
Servizio
Tipologia del ALLOGGIO AD ALTA AUTONOMIA
Servizio GRUPPO APPARTAMENTO PER ADOLESCENTI E GIOVANI
Tipologia di SCIA 2.12.2015
autorizzazione
Ubicazione del VIA MARIA MONTESSORI 15 - 10093 COLLEGNO (TO)
Servizio
Come si raggiunge Da Torino con la metropolitana, fermata Paradiso
oppure in treno stazione di Grugliasco
oppure con i mezzi pubblici via corso Francia
Referente dott. DAVIDE VESSIO, Psicologo Psicoterapeuta
cell 335/67.63.007

5
Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

della scuola ed altre agenzie socio-educative o occupazionali, presenti sul territorio e si articola su
vari livelli:

1. descrizione del caso: anamnesi fino al momento del suo ingresso nel gruppo appartamento, con
particolare riferimento al back-ground sociale e familiare di provenienza
2. esplicitazione degli obiettivi a breve, medio e lungo termine, formulati sulla base del potenziale,
delle risorse e dei bisogni del soggetto, inteso non come individualità problematica, ma
soprattutto come realtà fonte di potenzialità ed energie costruttive
3. programmazione degli atti professionali ed esplicitazione degli strumenti operativi che si
intendono mobilitare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati
4. definizione degli indicatori di verifica, intesi come descrittori comportamentali significativi,
congruenti, osservabili
5. verifica e valutazione in itinere: integrazione/ridefinizione degli obiettivi e/o degli atti
professionali programmati, sulla base della documentazione sistematicamente redatta
dall’equipe, del confronto diretto trai membri dell’equipe nel corso delle riunioni settimanali,
della supervisione e dell’aggiornamento con i referenti del servizio inviante.

Per ciascun ospite del Gruppo Appartamento vengono redatte e sistematicamente aggiornate delle
schede che descrivono le diverse fasi del progetto, con particolare riferimento ai dati relativi alla
salute psicofisica dell’ospite, al processo di inserimento nel gruppo, al comportamento, al
rendimento scolastico, all’eventuale inserimento lavorativo, ai rapporti con la famiglia d’origine.
Sono previsti colloqui psicologici di sostegno a cadenza settimanale, previo accordo con il servizio
inviante.

11
Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

L’INTERVENTO EDUCATIVO

Il Progetto Educativo Individualizzato (PEI), costruito tenendo conto delle indicazioni del Servizio
inviante, definisce il percorso dell’ospite, le azioni educative e gli obiettivi di autonomia della
persona. Il PEI è soggetto a verifiche periodiche e modifiche in itinere.

Rappresenta lo strumento di lavoro cardine per quanto riguarda l’osservazione e l’azione educativa
per il destinatario dell’intervento. Viene redatto dagli educatori referenti e rivisto in riunione di
equipe, sotto la supervisione di uno psicologo clinico. Viene aggiornato ogni anno, oltre che allo
scadere dei termini stabiliti per il raggiungimento degli obiettivi, effettuando una revisione dei
risultati raggiunti e di quelli ancora da raggiungere nei tre ambiti prevalenti:

 Autonomia
 Rapporto con sé stesso e con gli altri
 Scuola ed altre attività

Il PEI ha lo scopo di armonizzare gli interventi educativi garantendo un approccio comune ancorché
differenziato in base al profilo specifico e alla situazione odierna dell’ospite. Gli obiettivi del PEI
vengono condivisi con i ragazzi, comunicando i macro-obiettivi e concordando insieme gli strumenti e i
micro-obiettivi.

Per la realizzazione dei progetti di integrazione personale e sociale degli utenti è fondamentale
promuovere rapporti con i diversi Servizi Territoriali del contesto della struttura ed eventualmente del
contesto di provenienza degli ospiti, con le istituzioni di tutela e controllo che, a vario titolo,
intervengono con il settore del Volontariato, con Associazioni e gruppi, formali e non, del contesto
territoriale.

L’organizzazione delle attività avviene su una base di interscambio di informazioni tra utenti,
operatori ed Istituzioni. Il percorso è improntato ad una continua interazione tra tutti gli attori
coinvolti. Capacità di dialogo e comprensione delle necessità sociali ed economiche sono
fondamentali per progettare e attuare interventi utili e sostenibili allo stesso tempo, evitando
dispersioni e sovrapposizioni di competenze. Lavorare con gli individui significa lavorare con la rete
delle loro relazioni; lavorare sulle emergenze sociali implica il raccordo con la rete territoriale
istituzionale.

15
Carta dei Servizi - Gruppo appartamento “Casa Letizia” per adolescenti e giovani 2020

L’ente gestore garantisce a tutti gli operatori l’esercizio del diritto / dovere alla formazione e
all’aggiornamento.

Il processo per la formazione e l’aggiornamento del personale si sviluppa attraverso fasi sequenziali
che partono dall’analisi dei bisogni e la costruzione del piano formativo ed arrivano alla gestione ed
al monitoraggio dei singoli eventi formativi.

La funzione formazione ed aggiornamento è affidata e coordinata dal Responsabile della


Formazione Permanente che monitorizza costantemente i bisogni formativi tenendo conto:

1. del grado di esperienza / conoscenze patrimonio, nonché delle esigenze di aggiornamento del
singolo operatore
2. dell’esigenza di sviluppare competenze legate al contesto in cui opera
3. delle forme di aggiornamento
4. della sostenibilità in termini organizzativi
5. della sostenibilità in termini economici

IL RAPPORTO CON IL TERRITORIO

Il servizio cura e favorisce l’instaurarsi di rapporti di interscambio improntati alla mutualità,


attraverso azioni di contaminazione e radicamento con il territorio, per agevolare gli ospiti al
reinserimento nel tessuto cittadino. A tal fine vengono intraprese azioni concrete per costruire
nuove relazioni sociali, anche attraverso la creazione di momenti e veri e propri servizi aperti o
espressamente rivolti alla cittadinanza in cui gli stessi ospiti sono parte attiva.

I ragazzi ospiti frequentano la scuola pubblica o corsi di formazione professionale, presso gli istituti
dislocati sul territorio di ubicazione della struttura, salvo particolari eccezioni che, a garanzia della
continuità didattica e del mantenimento dei legami con il territorio di provenienza, implicano la
scelta di istituti situati altrove.

L’equipe provvede a realizzare, in collaborazione con la scuola, percorsi formativi adatti alle
specificità dell’utenza, finalizzati al recupero di eventuali ritardi sui programmi scolastici.

Per quanto riguarda gli utenti che si trovano fuori dal circuito scolastico l’equipe provvede a
realizzare attività di orientamento al lavoro e l’inserimento in corsi regionali di formazione
professionale, attivando un lavoro di rete sul territorio, finalizzato ad individuare le domande di
mercato e a sensibilizzare le aziende al reperimento di personale in formazione tra le aree del
disagio sociale e giovanile.

Gli educatori si occupano di verificare l’andamento scolastico degli utenti, per discutere eventuali
difficoltà e per pianificare una linea di azione comune, finalizzata ad un inserimento sereno e
proficuo nel contesto scolastico.

22