Sei sulla pagina 1di 8

E

ELEMEENTI BASE
B P
PER LA
L COSSTRUZZIONEE
D
DELLE
E
BUIL
LDING
G RESTTRICT
TED AR
REA (B
BRA)

Som
mmario
1.  ZIONE ................................................................................................................. 2 
INTRODUZ
1.1  Oggettii da valutare ............................................................................................................................................................... 2 
1.2  Ambitoo di applicazioone......................................................................................................................................................... 2 
2.  Building Resstricted Areass (BRA) ......................................................................................... 3 
2.1  Definizzione ........................................................................................................................................................................... 3 
2.2  nali ....................................................................................... 3 
Building Resttricted Areas) per apparati oomni-direzion
BRA (B
2.3  Building Resttricted Areas) per apparati ddirezionali ................................................................................................. 5 
BRA (B
2.3.1  Superficie “A” ............................................................................................................................................ 6 
2.3.2  Superficie “B”” ............................................................................................................................................ 7 
2.3.3  Superfici “C” ....................
. ........................................................................................................................... 8 

1
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
1. INTRODUZIONE

Al fine di garantire la propagazione del segnale radioelettrico emesso dagli apparati CNR (Comunicazione,
Navigazione e RADAR) installati all’interno e/o all’esterno degli aeroporti, pur in presenza di nuovi
impianti/manufatti e strutture (ivi compresi i mezzi di cantiere), l’ICAO ha pubblicato il documento EUR DOC
ICAO 015 nel quale vengono definite, per ciascuna tipologia di apparato, delle aree di protezione denominate
Building Restricted Areas (BRA).
La metodologia di valutazione descritta nel documento EUR DOC ICAO 015 prevede che gli oggetti che
interferiscono con le suddette BRA debbano essere sottoposti a una dettagliata analisi, in quanto potenziali
cause di disturbi non accettabili ai segnali emessi dai principali apparati aeronautici.
Lo scopo del presente documento è quello di facilitare la costruzione delle BRA, attraverso la descrizione delle
caratteristiche geometriche così come definite nel succitato documento che, comunque, rimane il principale
riferimento.

1.1 Oggetti da valutare

La metodologia di valutazione deve considerarsi applicabile per tutti gli oggetti che costituiscono potenziali
ostacoli/pericoli per la navigazione aerea, con particolare attenzione ai parchi eolici.

1.2 Ambito di applicazione

Le BRA vengono definite per i seguenti sistemi aeronautici:


Apparati omni-direzionali:
• DME N
• VOR
• Direction Finder
• NDB
• MARKERS (MM, OM)
• VHF Communication (TBT)
• GBAS (VDB & Receiver Stations)
• VDB
• PSR (Primary Radar)
• SSR (Secondary Radar)

Apparati direzionali:
• ILS LLZ (Localizer)
• ILS GP (Glide–Path)
• MLS (Azimuth & Elevation)
• DME direzionale

2
BRA_REV.01_07-2015.DOCX
2. Building Restricted
d Areas (B
BRA)

2.1 Defiinizione

La BRA è definitta come una zona entro l a quale la prresenza di og ggetti, sia in movimento che fissi,
è pottenzialmentee causa di interferenze non accettab bili al segnaale emesso dagli apparaati sopra
elenccati. Tutti glii apparati ind
dicati hanno una BRA definita la quale non è lim mitata ai con
nfini reali
del ssito dell’imppianto ma sii estende a distanza anche significativa dallo stesso. Ogni tipo di
apparrato ha la propria
p superrficie di prootezione avente una deteerminata forrma geomeetrica. Le
dimensioni della forma geometrica dipenddono dalla tip pologia dei singoli
s apparrati.

2.2 BRA
A (Buildin
ng Restricted Areas
s) per appa
arati omnii-direzionaali

La suuperficie di protezione
p peer questa tipoologia di appparati è costiituita da un ccilindro e daa un cono
comee descritto nella figura a 1. Sia il cilindro ch he il cono hanno origgine dalla posizionep
dell’iimpianto e daal valore della quota terreeno alla basee dello stesso
o.

Fig
gura 1 – BRA per apparati omni-direziona
o ali

3
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
I paraametri di cosstruzione dellle BRA per gli apparati omni-direzi
o onali sono qquelli specificcati nella
Tabella 1, Tabellaa 2 e Tabellaa 3.

Taabella 1 - ICAO
O EUR DOC 015 parametri d
di costruzione delle BRA perr gli apparati oomni-direziona
ali

Tabellaa 2 - ICAO EUR DOC 015 p


parametri di co
ostruzione dellee BRA per i RA
ADAR

Taabella 3 - ICAO EUR DOC 015


0 parametrii di costruzione delle BRA peer apparati di comunicazione

4
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
BRA
A (Building Reestricted Areaas) per apparatti direzionali

La sttruttura dellee superfici BRA relativa agli apparatti direzionalli risulta più complessa rispetto
r a
quella prevista peer gli apparatti omni-direzzionali, così come
c si evin
nce dalle figuure seguenti.

Figura 2 – BRA peer gli apparati direzionali

Figuraa 2 a – BRA peer gli apparatii direzionali


I parrametri di coostruzione delle
d BRA pper gli apparrati direzion
nali sono quuelli specificcati nella
segueente tabella 4

Tabella 4 - IC
CAO EUR DOC
C 015 paramettri di costruzio
one delle BRA per gli apparaati direzionali

Note / Notees :
• i parametrri (A) e (b) hannoo origine dalla baase dell’antenna e seguono il terren no.
• il paramettro (r) ha origine dalla base dell’an
ntenna ed è riferitto al piano orizzo
ontale
• il paramettro (Ø) è misuratoo in un piano orizzzontale.
• In caso dii operazioni di tippo avanzato supportate da MLS o GNSS, dovrà esssere effettuato uno specifico adattaamento alla
rispettivaa BRA.

5
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
In sinntesi si trattaa di più supeerfici, di seguuito meglio descritte,
d ciaascuna delle quali si svilu
uppa con
dei pparametri chee variano in funzione de lla tipologiaa dell’impian nto preso a riiferimento. Eventuali
E
oggettti, sia in moovimento chee fissi, che ddovessero pen netrare tali superfici devvono essere sottoposti
s
ad unn’attenta annalisi volta a verificare le potenzialli interferenze con il seegnale emessso dagli
apparrati direzionaali.
Per ccercare di renndere più sem
mplice la loroo comprensio
one, si è pen
nsato di descrriverle singo
olarmente
comee segue.
2.2.11 Superficiee “A”
Superficie rettangolare piana (figu
ura 3) che:
1 si originna posteriorm
mente alla raadioassistenzza (rispetto alla
a direzionee di propagazzione del
segnale) ad una dellle distanze inndicate nella colonna “2” ” della tabelllla 4;
2 si svilupppa simmetrricamente risspetto alla direzione
d di puntamento
p dell’antennaa per uno
dei valoori indicati neella colonnaa “5” della sttessa tabella;
3 si estennde lungo la direzione di puntamento o dell’antenna, seguendo il profilo alttimetrico
della pista, con svilu
uppo di seguuito descritto:
3.a ILS LLZ allinea
ato con l’assse pista:
term
mina sulla “ssoglia” (TH HR) utilizzatta per l’avvicinamento di precision
ne cui la
radiooassistenza è riferita.
3.b ILS LLZ disasssato (da coonsiderare solo se espressamente indicato nelle info
RR//AA)
mina sulla “ssoglia fittiziia1” utilizzata per l’avv
term vicinamento di precision
ne cui la
radiooassistenza è riferita.
Fanno eccezione
e i sistemi
s ILS GGP M e ML LS EL per i quali
q la supeerficie in queestione si
estende rispettivameente per i vallori indicati nella
n colonna “1”.

1
La soglia
s fittizia iidentifica il puunto dove viene orientato l’’apparato.
Le innformazioni pposizionali, ovve presenti, son no pubblicate sul sito istituzionale dell’E
ENAC, nella ppagina Ostacolli e pericoli peer
la naavigazione aerrea, area Veriffica preliminaare, sezione Daati tecnici, Raadioassistenze.

6
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
F
Figura 3 – In roosso esempio di
d superficie “A
A” delle BRA per
p gli apparati direzionali dii tipo ILS LLZ
Z

2.2.22 Superficiee “B”

Superficie inclinata (ddisegnata com me da figurre 2, 2a e 4)) che si esteende dal borrdo della
superficie “A”,
“ meglio specificato al punto 3 del d para. 2.3..1, nella direezione di pun
ntamento
dell’antennna, avente le seguenti carratteristiche:
bordo inteerno di largh
hezza pari a quella dellla superficie “A” dallaa quale si origina
o e
elevazione pari a quella della ssoglia pista – THR - di riferim mento, utilizzzata per
l’avvicinam
mento;
• limiti laterali aveenti origine dall’estremiità dei bordi dalla supeerficie “A” con una
diverggenza uniform me per ognii lato pari all valore indiccato, per ciaascun impian
nto, nella
colonnna “8” dellaa tabella 4;
• lungheezza, misuraata lungo il prolungameento dell’assee pista, parii ai valori di seguito
sintetiizzati, desuntti per ciascunn impianto da
d quelli riporrtati in colonnna 4 della taabella 4:
- 5200 m per gli apparati ILS
S GP M;
- 5700 m per gli apparati ML
LS EL;
- 6000 m per i reestanti apparaati.
• bordo esterno definito come seegue:
- mite definito da un arco ddi cerchio con
lim n centro sulla radioassisttenza di riferrimento e
ragggio indicato
o, per ciascunn impianto, nella
n colonnaa 4 della tabeella 4 (figura 2);
- altezza pari a quella
q riporttata nella collonna 3 della tabella 4 ccalcolata risp
petto alla
quota d’originee (figura 2a)..

Figgura 4 – In rossso la superficiie “B” delle BR


RA per gli appa
arati direzionaali

7
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X
2.2.33 Superfici “C”

Superfici piane
p (figuree 5 e 5A) chee si originano
o al disopra dei bordi latterali della su
uperficie
“A” (segueendone l’and damento altimmetrico), aveenti le seguen
nti caratteristtiche:
• estenssione lateralee simmetrica all’asse pistta per una disstanza dal puunto di origin
ne pari al
valoree desunto da alla tabella 4 (differen nza tra il vaalore della coolonna 7 e quello
q di
colonnna 5, relativoo a ciascun im
mpianto - vedi figura 2);
• altezzaa sopra al teerreno pari aal valore ind
dicato nella colonna “6”” della tabella 4 per
ciascuun impianto;
• lato innterno aventee la stessa esstensione lon
ngitudinale della
d superficcie ”A” menttre il lato
esternno prosegue fino
f a raccorddarsi in pian
nta con la sup
perficie “B”..

Figura 5 - In rosso le superffici “C” delle BRA


B per gli ap
pparati Figgura 5A
diirezionali

8
BRA
A_REV.01_077-2015.DOCX
X