Sei sulla pagina 1di 10

CARATTERISTICHE DELL'ACQUA

H2O, elemento fluido non comprimibile che assume la forma del


recipiente in cui viene introdotta e la cui superficie si dispone sempre in
senso perpendicolare alla forza di gravità.
La resistenza che questo fluido offre è di circa 800 volte superiore rispetto
all'aria, e la velocità con cui si muove l'oggetto/il corpo immerso varia la
resistenza in modo proporzionale al proprio valore elevato al quadrato;
ciò significa che una velocità raddoppiata, quadruplica la resistenza e così
via.
h2o

Tale resistenza è costante ed è esercitata in egual misura su tutto il corpo,


e ciò consente di mantenere una tensione muscolare uniforme durante gli
esercizi favorendo il recupero del tono e dell'elasticità.
Durante l'immersione, per esempio in stazione eretta, questa pressione che
l'acqua esercita sugli arti inferiori, determina una diversa distribuzione del
sangue nel sistema circolatorio.
h2o

Il sangue viene spinto verso l'alto ed il suo volume nelle vene del torace
aumenta, il cuore riceverà più sangue, la gittata sistolica aumenta
richiedendo un aumento della forza di contrazione da parte del cuore con
però un minor numero di battiti.
Il numero degli atti respiratori aumenta in quanto, l'accumulo di sangue
venoso all'interno del torace e la pressione idrostatica riducono i volumi
polmonari.
h2o

Il volume corrente polmonare (aria inspirata aria espirata) si riduce del


5/10% determinando la necessità di aumentare la frequenza respiratoria
per raggiungere i valori di ventilazione polmonare adatti alle richieste
metaboliche dell'esercizio.
h2o

Il rischio di traumi è estremamente ridotto e con esso anche lo scarico


sulle articolazioni.
L'apparato scheletrico sarà meno sollecitato ed in grado di compiere
azioni non fattibili su terra ferma.
I movimenti saranno rallentati e verranno richiamati più gruppi muscolari
contemporaneamente.
Edemi o gonfiori in genere verranno ridotti.
h20

Miglioramento della deambulazione, grazie ad un incremento e


mantenimento della forza e del tono muscolare.
Miglioramento dell'attività urologica e intestinale
Maggiore autostima e collaborazione da parte del paziente.
h2o

La soglia di affaticabilità è più alta, il sollievo dal dolore spesso


immediato, il senso di rilassamento maggiore e con esso anche la
motivazione del paziente verso la riabilitazione.
Il miglioramento e il mantenimento della mobilità articolare saranno
maggiori, cosi come il miglioramento del reflusso venoso e della
circolazione periferica.
Migliorerà anche il controllo del proprio corpo in equilibrio e postura.
H2o e forza di gravità

Le forze a cui è soggetto un fluido in un recipiente, come ad esempio


l'acqua contenuta in una piscina, sono:
-la forza di gravità
-la resistenza offerta dal fondo e dalle pareti
Non risulta pertanto corretto dire che in acqua non esiste la forza di
gravità, in realtà, pur mantenendosi inalterata, quest'ultima viene
bilanciata da altre forze dirette in senso contrario.
H20 e forza di gravità

“Ogni corpo immerso parzialmente o completamente in un liquido, riceve


una spinta verticale dal basso verso l'alto uguale per intensità al peso del
volume del fluido spostato” (Archimede)
Peso acquatico in relazione al livello d'immersione

Immersione totale= 3% del peso terrestre


Immersione al collo=7% del peso terrestre


Immersione alle spalle=20% del peso terrestre


Al petto=33% del peso terrestre


All'ombelico=50%del peso terrestre


Al bacino=66% del peso terrestre


A metà coscia=80% del peso terrestre


Al polpaccio=95% del peso terrestre