Sei sulla pagina 1di 15

IL PIEDE

ANATOMIA:
Il piede è composto da 26 ossa, 33 articolazioni e 20 muscoli.
Presenta:
-14 falangi;

-5 metatarsi;

-Tarso anteriore (avampiede)→ I-II-III cuneiforme, cuboide, scafoide (o


navicolare);
-Tarso posteriore (retro piede)→astragalo e calcagno.
MANUALITA’ SVEDESE:
Zona plantare
1. Sfioramenti appoggiati;
2. Sfioramenti digitali su 3 sezioni verticali;
3. Frizioni mono-manuali su 3 sezioni orizzontali;
4. Spremiture statiche su 3 sezioni orizzontali;
5. Impastamenti “a bruco” su 3 sezioni verticali;
6. Impastamenti a piramide capovolta SOLO sul calcagno -
posizione del cavalier servente;
7. Impastamenti “a zeta” (da I a V metatarso- da V metatarso a
parte mediale del calcagno- da parte mediale a parte laterale del
calcagno) – posizione del cavalier servente;
8. Percussioni ulnari;
9. Percussioni a pugnetto.
Zona dorsale
1. Sfioramenti superficiali antero-laterali e mediali con
prono-supinazione della mano a livello dei malleoli;
2. Sfioramenti appoggiati antero-laterali e mediali con
prono-supinazione della mano a livello dei malleoli→ la
mano che non lavora è appoggiata al ginocchio;
3. Frizioni antero-laterali e mediali (su un unico punto);
4. Frizioni digitali intra-metatarsali (con l’indice);
5. Impastamenti digitali intra-metatarsali (pollice a taglio);
6. Frizioni sotto malleolari con III-IV-V dito allineati sull’
estremità
LA GAMBA
ANATOMIA:
La gamba è una regione anatomica del corpo umano che, insieme alla coscia,
costituisce l’arto inferiore.
Rappresenta la porzione compresa tra ginocchio e caviglia.
L’osso più voluminoso della gamba è la TIBIA, situato in posizione mediale.
Prossimalmente partecipa, insieme ai condili femorali, alla formazione
dell’articolazione del ginocchio; distalmente è impegnata, con il malleolo
mediale (o tibiale), nell’articolazione della caviglia.
Il PERONE (o fibula) è il secondo osso della gamba: più corto e sottile
partecipa alla formazione dell’articolazione della caviglia con la sua epifisi
distale (malleolo laterale o peroneale).
I principali MUSCOLI della gamba sono:
-ANTERIORMENTE:

• TIBIALE ANTERIORE:
o: condilo laterale della tibia
i: I cuneiforme + base del I MT
a: Flessione dorsale + supinazione

-POSTERIORMENTE:

• GASTROCNEMIO:
E’ composto da gemello mediale e gemello laterale.
o: rispettivi condili femorali
i: Tuberosità calcaneare (attraverso il tendine d’Achille)
a: flessione plantare + flessione di gamba su coscia
• SOLEO:
o: testa del perone + terzo prossimale del perone + margine mediale
della tibia
i: Tuberosità calcaneare (attraverso il tendine d’Achille)
a: flessione plantare
Gastrocnemio e Soleo formano il Tricipite della Sura.
MASSAGGIO SVEDESE
Posizione Supina
Paziente: ginocchio flesso e pianta del piede completamente appoggiata al
lettino.
Operatore: 45° rispetto a cresta tibiale del pz.

1. 1.Sfioramenti superficiali antero-laterali e postero-mediali


bi-manuali alternati;
2. Sfioramenti superficiali antero-laterali e postero-mediali
mono-manuali;
3. Frizioni su 3 sezioni (distale-media-prossimale)
mono-manuali antero-laterali, mono-manuali postero-
mediali e bi-manuali alternate;
4. Impastamenti dinamici (con mano a C);
5. Impastamenti statici bi-manuali su 3 sezioni (distale-
media-prossimale);
6. Battiture a coppetta;
7. Pizzicamenti;
8. Rotolamenti;
9. Scuotimenti.
Posizione Prona
Paziente: piedi fuori dal lettino per avere una migliore aderenza dell’intera
gamba alla superficie.

1. Sfioramenti superficiali bi-manuali alternati;


2. Sfioramenti appoggiati bi-manuali simultanei;
3. Frizioni mono-manuali e bi-manuali alternate su 3 sezioni
(distale-media-prossimale);
4. Impastamenti superficiali bi-manuali dinamici + pince
roulé;
5. Impastamenti profondi bi-manuali dinamici + spremiture
contro-resistenza;
6. Battiture a coppetta;
7. Pizzicamenti;
8. Scuotimenti;
9. Percussioni ulnari.
LA COSCIA
ANATOMIA:
La coscia è costituita da un solo osso: il FEMORE.
Il femore è l’osso più lungo del nostro corpo e per questo viene incluso
nella categoria delle ossa lunghe. A livello dell’epifisi prossimale presenta
il collo femorale, che termina con la sua testa. Questa testa forma
un’articolazione con il bacino, chiamata articolazione coxo-femorale.
Sempre prossimalmente troviamo due tubercoli ossei: il grande e piccolo
trocantere.
L’epifisi distale, invece, è formata da due condili femorali, che insieme ai
condili tibiali e alla rotula formano l’articolazione del ginocchio.
I muscoli principali della coscia sono
-ANTERIORMENTE:

• QUADRICIPITE: è un gruppo di 4 muscoli (retto femorale, vasto


mediale, laterale e intermedio) con inserzione comune a livello
dell’A.T.A. (Apofisi Tibiale Anteriore).
a)RETTO FEMORALE (muscolo più superficiale del complesso quadricipitale):
-o: SIAI + bordo acetabolare + capsula articolare
-i: ATA
-a: estensione di gamba + flessione di coscia su bacino;
b)VASTO MEDIALE:
-o: labbro mediale della linea aspra del femore+linea rugosa del
femore
-i: ATA
-a: estensione di gamba;
c)VASTO LATERALE:
-o: labbro laterale della linea aspra + faccia laterale del gran
trocantere
-i: ATA
-a: estensione di gamba;
d)VASTO INTERMEDIO:
-o: porzione laterale della linea aspra
-i:ATA
-a: estensione di gamba.
-POSTERIORMENTE:

• BICIPITE FEMORALE, formato da


a)CAPO BREVE:
-o: terzo medio del labbro laterale della linea aspra del femore
-i: Testa del perone + condilo laterale della tibia
-a: flessione di ginocchio;
b) CAPO LUNGO (bi-articolare):
-o: Tuberosità ischiatica
-i: testa del perone + condilo laterale della tibia
-a: flessione di ginocchio + estensione di coscia;

• SEMITENDINOSO:
-o: Tuberosità ischiatica
-i: Zampa d’Oca
-a: flessione di ginocchio + intra-rotazione gamba (a ginocchio
flesso) + estensione di coscia;

• SEMIMEMBRANOSO:
-o: Tuberosità ischiatica
-i: attraverso 3 tendini→ con un fascio sulla parte posteriore del
condilo mediale della tibia; con un secondo fascio sulla parte
anteriore del condilo mediale della tibia; con un terzo fascio sul
condilo laterale del femore (formando il legamento popliteo
obliquo)
-a: flessione di ginocchio + intra-rotazione gamba (a ginocchio
flesso) + estensione di coscia.

→Semitendinoso + semimembranoso + bicipite


femorale (capo lungo)= ISCHIO CRURALI;
→Semitendinoso + gracile + sartorio si
inseriscono sulla ZAMPA D’OCA (porzione
superiore della faccia antero-mediale della tibia,
che assume appunto una forma che ricorda
quella della zampa di un’oca).
MASSAGGIO SVEDESE
Posizione Supina
1. Sfioramenti superficiali bi-manuali alternati
2. Sfioramenti appoggiati bi-manuali simultanei (si esce
lateralmente)
3. Frizioni mono-manuali e bi-manuali alternate su 3 sezioni
verticali e 2 sezioni orizzontali
→2 varianti per le mono-manuali: seconda mano di
rinforzo oppure sulla caviglia per limitare il movimento
libero dell’arto);
→le bi-manuali sull’interno coscia su 2 sezioni verticali
4. Impastamenti superficiali bi-manuali alternati (2 vie sul
retto femorale e 1 mediale)+ pince roulé (sfumando la
pressione sull’interno coscia)
5. Impastamenti profondi bi-manuali dinamici solo sul retto
femorale+ bi-manuali statici
6. Battiture a coppetta (leggere sull’interno coscia)
7. Pizzicamenti
8. Percussioni ulnari (no interno coscia)
9. Percussioni a pugnetto (no interno coscia)
10. Scuotimenti mono-manuali e bi-manuali
→bi-manuali in posizione del cavalier servente e mani a C
11. Rotolamenti
Posizione Prona

1. Sfioramenti superficiali bi-manuali alternati


2. Sfioramenti appoggiati bi-manuali simultanei (si esce
lateralmente)
3. Frizioni mono-manuali e bi-manuali alternate su 3 sezioni
verticali e 2 sezioni orizzontali
→2 varianti per le mono-manuali: seconda mano di rinforzo oppure sulla caviglia per limitare il
movimento libero dell’arto);
→le bi-manuali sull’interno coscia su 2 sezioni verticali

4. Impastamenti superficiali bi-manuali dinamici (2 vie


centrali e 1 mediale) + pince roulé (sfumando la pressione
sull’interno coscia)
5. Impastamenti profondi bi-manuali dinamici + spremiture
contro resistenza
6. Battiture a coppetta
7. Pizzicamenti
8. Percussioni ulnari
9. Percussioni a pugnetto
10. Scuotimenti
→sollevare la gamba del pz con mano interna ed eseguire lo scuotimenti con quella esterna
TENSORE DELLA FASCIA LATA
Anatomia:
-o: SIAS
-i: Tubercolo del Gerdy della tibia
-a: estensione ginocchio + flessione+ abduzione+ intrarotazione di coscia +
extrarotazione gamba (a ginocchio flesso).

MASSAGGIO SVEDESE
Posizione Supina
-Operatore: contro laterale all’arto da massaggiare
-Impastamenti profondi con mani a C

1. Sfioramenti superficiali bi-manuali alternati


2. Sfioramenti appoggiati bi-manuali alternati
3. Frizioni mono-manuali e bi-manuali alternate
4. Impastamenti superficiali bi-manuali dinamici su 2 sezioni verticali +
pince roulè
5. Impastamenti profondi con mani a C
6. Spremiture contro-resistenza (impastamenti statici)
7. Battiture a coppette
8. Pizzicamenti
9. Percussioni ulnari
10. Percussioni a pugnetto
I GLUTEI
ANATOMIA:
I glutei sono formati da tre muscoli: il grande gluteo, il medio gluteo e
il piccolo gluteo. Le ossa su cui si inseriscono fanno parte del bacino.
Il bacino è una struttura ossea che divide (o meglio, unisce!) la parte
superiore del corpo e gli arti inferiori.
Ha il compito di:
-trasferire il peso del corpo della parte superiore del corpo sugli arti inferiori

-sostenere gli organi addominali

-contribuire alla deambulazione.


Il bacino è costituito da 2 ossa iliache, osso sacro e coccige.
Dal punto di vista anatomico, l’osso iliaco è suddivisibile in tre regioni: ileo,
ischio e pube. L’unione delle 3 ossa forma l’ACETABOLO (un incavo) che
si articola con la testa del femore, formando l’ARTICOLAZIONE
DELL’ANCA.
L’Ileo è formato da una faccia interna e una esterna (chiamata “faccia
glutea”) separate, cranialmente, dalla CRESTA ILIACA.

Nella faccia glutea ci sono tre strati muscolari:

-Strato superficiale:

• GRANDE GLUTEO:
-o: S.I.P.S. + labbro esterno della cresta iliaca + faccia posteriore
dell’osso sacro + coccige + ala dell’ileo* + legamento sacro tuberoso* +
fascia del medio gluteo* (*inserzioni sullo strato più profondo del
grande gluteo)
-i: tuberosità glutea (porzione prossimale della linea aspra del femore)
-a: abduzione + estensione + extra rotazione di anca
-Strato intermedio:

• MEDIO GLUTEO:
-o: faccia glutea dell’ala iliaca + da cresta iliaca a SIAS
-i: gran trocantere del femore
-a: abduzione + estensione + extra rotazione di anca (con i fasci più
posteriori)
abduzione + flessione + intra rotazione di anca (con i fasci più
anteriori)

-Strato profondo:

• PICCOLO GLUTEO:
-o: faccia glutea dell’ala iliaca + parte del labbro esterno della cresta
iliaca
-i: gran trocantere
-a: abduzione + flessione + intra rotazione di anca
MASSAGGIO SVEDESE:
-Operatore contro laterale al gluteo da massaggiare;
-direzione di sfioramenti, impastamenti, pince roulé e vibrazioni: da sacro a gran
trocantere;
-direzione delle manualità: caudo-craniale
-Frizioni mono-manuali su 3 sezioni verticali da linea glutea (con parte ulnare mano in
direzione dei piedi del pz) a cresta iliaca (cambio mano: con parte ulnare mano in
direzione della testa del pz);
-Negli impastamenti digitali dinamici usare i pollici e tenere le dita lunghe estese;
-Negli impastamenti profondi dinamici l’operatore si sposta verso i piedi del pz ed
esegue la manualità con le dita lunghe rivolte verso l’alto. Dividere il gluteo in 2 ;
-Negli impastamenti statici direzionare la pressione verso il sacro e non verso il lettino.

1. Sfioramenti superficiali bi-manuali alternati


2. Sfioramenti appoggiati bi-manuali simultanei
3. Frizioni mono-manuali su 3 sezioni verticali
4. Impastamenti superficiali bi-manuali dinamici su 3 vie+ pince roulé su
3 vie
5. Impastamenti digitali dinamici su 3 vie
6. Impastamenti profondi bi-manuali dinamici su 2 vie
7. Impastamenti profondi statici su 3 punti
8. Battiture a coppetta
9. Pizzicamenti
10. Percussioni ulnari
11. Percussioni a pugnetto
12. Vibrazioni sussultorie
13. Vibrazioni traslatorie.